Sei sulla pagina 1di 16

diogenemoderno@yahoo.it XIV - n° 3 www.wscalea.

it giugno-luglio 2010

DOMANI È UN
ALTRO GIORNO... NON DISTURBATE IL MANOVRATORE
CHISSÀ!? di NANDO MANCO
di GIOVANNI CELICO In molti affermano che un arbitro è bravo quando Pio, decespugliamento e bonifica del passaggio
non si nota in campo. Passando dallo sport alla pedonale, lato nord di corso Mediterraneo dire-
Nel 1861, il 34% della popolazione delle due politica, del neo sindaco di Scalea, Pasquale Basi- zione San Nicola Arcella, incrocio della morte alle
estreme regioni meridionali “continentali” italiane, le, potrebbe dirsi più o meno la stessa cosa, però “quattro strade” (a quando le sospirate rotato-
cioè la Basilicata e la Calabria, viveva sulla fascia i conti non tornano e, a distanza di tre mesi dal rie?), l'incompiuta rampa che dovrebbe congiun-
costiera, tra 0 e 300 m., che, nel 1951, ospitava il suo insediamento, possiamo dire che si è fatto gere via Ruffillo (Stazione FF.SS.) con viale della
48% del totale: un notevole passo avanti sulla notare poco, senza dare segnali di cambiamenti Repubblica, l'asfalto in via Scirea (nuovo stadio),
strada di quello che sarebbe stato, proprio in in positivo. L’ordine e il contrordine (un vero au- la definitiva sistemazione, pavimentazione, allar-
quegli anni, lo “sviluppo del mezzogiorno”. togol) sul “Centro donna”, il consentito e indiscri- gamento e messa in sicurezza della trafficata via
Il popolamento del versante tirrenico, delle due minato taglio di nove alberi trentennali di alto fu- Cupìdo, la pulizia del canale Salegrino che attra-
realtà, pur non uniforme nel tempo, aveva avuto sto, tolti all'intera cittadinanza forse per fare un
una notevole fase di incremento in concomitanza in seconda...
piacere ad un giostraio, impiegato presso il co-
della realizzazione della ferrovia e fece un balzo mando Vigili Urbani del comune di Scalea, nella
in avanti, proprio negli anni cinquanta del secolo villa Kennedy, potrebbero dare una prima idea
scorso, in relazione a quella che è stata definita la del sindaco. Tanti concittadini si stanno chieden-
“industrializzazione”, la prima e probabilmente do qual è al momento la differenza tra la politica
unica ed ultima, di queste martoriate terre. amministrativa di Russo e quella di Basile. Mario
Il fenomeno della emigrazione, con particolare ri- Russo era tacciato di superficialità, Basile rischia,
ferimento prima alle Americhe e poi all'Italia del più o meno, di proseguire sul solco tracciato dal
in seconda... predecessore. Riguardo alla città e al territorio,
tranne alcune decisioni discutibili, nulla si è mos-
so, la “mummificazione” continua come prima e
ANNARITA E FABIO: pervade il “dolce paese” tanto caro al grande At-
tilio Pepe. Speravamo, come tanti, in un atto d'a-
NOZZE DA FAVOLA more che per adesso con l'avvento di Basile non
si riesce a scorgere. Villa comunale, sottopassi di
via Lido, Torre Talao, via B.V. del Carmelo, Centro
storico, Piazza Caloprese, con relative bretelle e
parcheggi, strada alternativa per evitare spiacevo-
li e noiosi ingorghi all'interno dell'ASP, ponticello
di collegamento della Marina con piazza Padre

REPETITA IUVANT OPPOSIZIONE:


di MONICA DE CARLO
PARTONO LE PRIME
PARTE IL PROGRAMMA
Ripetere e chiarire per l'ennesima volta il rappor-
to fra l'associazione culturale W Scalea e la poli- CRITICHE A BASILE
tica serve ed è necessario. di MATTEO CAVA
DELLE MANIFESTAZIONI Da quando è nata W Scalea sta facendo rumore.
<<I problemi vecchi restano>>. La prima “offen-
ESTIVE 2010 Le correnti di pensiero su di noi sono molte e di-
verse. Nessuna pretesa di piacere a tutti, l'impor- siva”, contro la nuova maggioranza, non si fa at-
Ha preso il via il programma delle manifestazioni tante è che si discuta civilmente e con cognizio- tendere. Il gruppo capeggiato da Alessandro Ber-
ne di causa. Ecco la vox populi: “Dicono che gamo accusa Basile di non aver dato, al
estive 2010 curato, per l'amministrazione comu- momento, alcun segnale di novità e di nuova ini-
nale di Scalea, dagli assessorati al Turismo, allo sono apolitici e invece fanno politica a tutto spia-
no”. ziativa. Per la minoranza fa pensare anche la ri-
spettacolo e alla Cultura. Un'ampia scelta di spet- chiesta fatta alle associazioni di comunicare, nel-
tacoli, di serate culturali e manifestazioni sportive Ora, per chi non ci ha seguito da subito suggeri-
sco di consultare il sito www.wscalea.it e andare la speranza di meglio organizzarle per la
inseriti in un cartellone che copre tutte le date prossima stagione turistica, eventuali iniziative.
dell'estate scaleota. Il programma, nella sua inte- a leggere la lettera di intenti e la presentazione
pubblica di W Scalea (post di gennaio 2010) che Per il gruppo Bergamo, si tratterebbe, invece, di
rezza, è consultabile on-line sul sito www.comu- mancanza di idee. <<Una incapacità di program-
ne.scalea.cs.it chiariscono da subito molti dubbi.
Ma veniamo alla politica. Questa entità metafisica mazione turistica attenta, nonostante i proclami
In occasione della festa della Madonna del Car- ascoltati durante la bagarre elettorale>>. La nota
melo, patrona della città, tra il 15 ed il 16 luglio, percepita come una cosa “sporca e viscida” da
tantissime persone, soprattutto giovani, oppure di “Scalea Libera” continua toccando i dolenti ta-
oltre alle religiose, sono programmate manifesta- sti dell'economia comunale: <<Sebbene si senta-
come “arte” dai cultori, come “mestiere” dai traf-
in quarta... in terza... in terza...

GRANDISSIMO SUCCESSO DELL'EVENTO SALSA PIÙ GRANDE D'EUROPA


di SARA SILVESTRI
Come consuetudine e come previsto, la carovana
“Evento People Summer”, dal 21 al 23 maggio
2010, ha messo le tende al Santa Caterina portan-
do spensieratezza, allegria, divertimento e tante
fantastiche sorprese. Le oltre 5.000 persone che,
per questa intensa tre giorni, hanno invaso tutti gli
alberghi di Scalea per 72 ore ininterrotte, si sono
date appuntamento a rotazione sotto i magnifici
palatenda allestiti per l'occasione nel villaggio turi-
stico più grande e attrezzato della Calabria, per
dare sfogo alla passione per il ballo latino america-
no, nella sezione “hip hop on stage” dedicata a
tutti gli appassionati di salsa.
in ottava...
2 o Primo Piano giugno-luglio 2010

...dalla prima ...dalla prima

NON DISTURBATE... DOMANI È UN ALTRO GIORNO... CHISSÀ


di GIOVANNI CELICO
di NANDO MANCO
versa il lungomare, per non parlare delle grandi nord, sembrò, alla fine degli anni cinquanta e ai la unità, moltissime provenienti dal nord Italia e
opere come l'aviosuperficie, il porto, la piscina primi degli anni sessanta del XX secolo, per la co- dall' Europa continentale.
comunale e la sistemazione esterna dello stabile sta di ponente calabro-lucana e per l'immediato Intanto si “sceglieva”, con autorevoli interventi di
del cosiddetto Museo del Bambino. entroterra, arrestarsi, in conseguenza appunto Colombo, Mancini, Cassiani e Misasi, il tracciato
Logicamente, nessuno ha la pretesa di vedere ri- della nascita dei primi opifici lanieri e dei primi della “nuova autostrada” Salerno-Reggio Calabria
solte in un batti baleno tutte le cose che aspetta- passi di uno sviluppo turistico che ha conosciuto che, agli inizi degli anni '70, correva già verso il
vano di essere sistemate: si sa, la bacchetta magi- una crescita esponenziale fino alla fine del nove- profondo sud.
ca non la possiede nessuno, però muovere cento. Tra Tortora, Praia e Scalea si riversava una cliente-
qualcosa darebbe fiducia a Scalea e ai tanti che Un ruolo positivo fu giocato, nella prima fase, dal- la “di tipo intermedio” mentre quella più esigente
hanno investito credendo nella città e nei suoi le piccole “stazioni ferroviarie” poste e sorte sulla trovava approdo a Maratea, all'Hotel Santavene-
amministratori comunali. Agli ospiti estivi che, an- tratta Salerno-Reggio Calabria, intorno alle quali si re, pure del Gruppo Rivetti, e contemporanea-
che nel 2010, sceglieranno la nostra comunità, insediarono nuclei sempre più consistenti di abi- mente si incominciava a pensare allo sviluppo del-
speriamo sempre più numerosi, bisogna mostrare tanti e che facilitarono, per anni, l'esportazione di l'Isola Dino, acquistata dagli Agnelli, e si
che qualcosa, nel modo di amministrare la cosa prodotti, pochi, anche dell'agricoltura locale: ba- progettava il “lancio” di S. Nicola Arcella da parte
pubblica, è cambiata. Infine, non dimentichiamo sterebbe analizzare, tra le due guerre, la “coltura della Società Immobiliare Mediterranea di Torino.
la patata bollente, la bomba ad orologeria della del cedro”, la “lavorazione” del “pietrisco” alla Ca- Per la prima volta, dati registri anagrafici, nel 1957-
discarica di località Piano dell'Acqua. va di Praia, e della “saginalfa” o “tagliamano”, per 1960 si ebbe un “saldo attivo” nell'area Sapri-Ma-
Naturalmente, per vedere anche solo in parte le incominciare ad avere un primo quadro di riferi- ratea-Praia degli “iscritti residenti sui cancellati”:
nostre segnalazioni prese in considerazione, pa- mento attendibile, in proposito. molti furono “i rientri”, proprio in quegli anni, di
zienteremo, serenamente, aspettando tempi mi- In tale contesto, purtroppo, la “pesca” e i suoi de- compaesani che facevano il “viaggio di ritorno
gliori. rivati non hanno mai assunto, in queste zone, un dall'estero”, sull'onda di una speranza concreta di
Quello che, però, in tanti si chiedono e non capi- significato rilevante, sul versante economico. lavoro e di riscatto.
scono è l'esagerata stagnazione all'interno della Già l'inchiesta del Ministero dell'Agricoltura del Intanto, si costruirono e rafforzarono i presidi
macchina comunale. Nessun cambio è intervenu- 1871-1873 sulla pesca in Italia, pur individuando Ospedalieri di Praia e Maratea che, tempo miglio-
to negli uffici, tutto è rimasto come prima, cioè gli approdi di Maratea, dell'isola Dino, di S. Nicola re, contarono circa 300 addetti, in tutte le quali-
“conforme all'originale” posto in essere dall'ex sin- Arcella e di Scalea, non presentava alcun rappor- fiche, mentre la “moderna super-strada del Noce”
daco Mario Russo. Stesso discorso vale per il ta- to riferito alle aree di cui ci stiamo occupando! toglieva dall'isolamento intere comunità poste sul
glio alle spese e ai servizi esterni che stanno, let- La tradizione, in moltissimi casi orale, riferisce an- crinale dell'entroterra calabro-lucano.
teralmente, divorando il comune di Scalea. che e solo di “famiglie di pescatori” oppure di “ Per ciò che concerne l'alto Tirreno cosentino, ci li-
Riguardo la parte politica, le deleghe distribuite ai pescatori isolati” venuti qui da altre località, con mitiamo a quel che ricade sotto i nostri occhi, tut-
vecchi assessori, riconfermati, sono rimaste inva- l'unica e significativa eccezione di Scalea che ha to quel che abbiamo sommariamente sottolinea-
riate. Per i tributi, nonostante la pianta organica avuto una sua autoctona e consistente marineria. to sopra…è stato cancellato: una crisi
abbondi di dipendenti capaci, non si è voluta se- Nel 1954 “l'alba di un nuovo giorno” incominciò inarrestabile avviatasi negli anni '70 del secolo
guire la strada della riscossione delle entrate fatta ad illuminare queste plaghe: la realizzazione del scorso ha fatto piazza pulita di lavoro, occupa-
in casa, come avviene, con successo, al comune primo impianto, il Lanificio di Maratea, dei Lanifici zione e sviluppo… e persino di tutela della salu-
della vicina Praia e in tanti altri del circondario. Rivetti di Biella, articolato in due stabilimenti, il pri- te!
Con caparbietà si stanno seguendo vecchi e falli- mo a Maratea, l'R1, e il secondo, l'R2, a Praia, con Oggi il deserto è tangibile: gli stabilimenti sono
mentari sistemi, verso i quali si pensava di aver vol- un'area coperta di 30.000 mq. e con 831 addetti tutti chiusi e dismessi, dei piccoli opifici solo so-
tato pagina e che stanno portando sull'orlo del (227 nel primo e 604 nel secondo) ne “segnò” pravvivono quelli a carattere familiare con un nu-
dissesto finanziario il comune di Scalea. l'avvio. mero di addetti ridottissimo, persino le stazioni
Qualche sera fa, Vittorio Sgarbi, ospite della tra- Nel 1955 incominciò ad operare la PA.MA.FI., se- ferroviarie faticano…a restare aperte: i biglietti bi-
smissione televisiva di Gian Luigi Paragone “L'ulti- de Marina di Maratea-Castrocucco, società orto- sogna “staccarli” presso privati e con notevole an-
ma parola”, ha gridato, davanti a milioni di tele- flori-frutticola, che nel 1964 aveva un personale ticipo e bisogna pure “pregare” la buona sorte
spettatori, a squarciagola che: <<la gran parte dei di 164 unità, con una superficie di 325 ha., di cui che faccia funzionare gli “obliteratori”, le infernali
sindaci italiani sono per natura parassiti e, sempre 80.000 mq coperti a serre: dei dipendenti, operai macchinette inventate…per saggiare la pazienza
per natura, incapaci. Al loro posto, servirebbe un ed impiegati, 12 provenivano dall'Italia del nord, dei malcapitati viaggiatori.
commissario fallimentare, come è accaduto a Ta- 2 erano stranieri ed il resto tutti meridionali. Ancora resiste il turismo: ma fino a quando e co-
ranto>>. In concomitanza, per quanto riguarda Praia, vi fu me? Un'analisi accurata e comparata non è stata
<<La causa principale - ha continuato Sgarbi - di la “nascita” di un albergo della catena Marzotto, il effettuata ma, forse, andrebbe avviata in questo
un fallimento di un comune sono i servizi esterni. Jolly Hotel, mentre analoghe iniziative, in questo delicato settore.
Là dove occorrono 60 unità lavorative, se ne as- settore, incominciarono a vedere la luce anche a Mentre, specie per le fasce giovanili, da qualche
sumono 120>>. Maratea e a Scalea. anno è ripreso “l'esodo migratorio” e, a rimor-
Tornando ai fatti di casa nostra, vorremmo sapere Nel 1961, tra Tortora e Praia, sorse lo stabilimento chio, con quelli dell'età tra i venti e i trenta anni,
come la nuova amministrazione si sta ponendo e della società Lini e Lane, sempre del gruppo Ri- vanno via anche i genitori: le pensioni…servo-
come pensa di muoversi con Provincia e Regione. vetti, 15.000 mq. coperti, 250 addetti e tre anni no…da supporto e da sopravvivenza!
Sono gli interrogativi che la gente di Scalea, più tardi si avviava lo stabilimento della Hirschtal Possibile che, tra tanti “illuminati” politici, rappre-
preoccupata più di prima, si pone. Basile, però, in Italia, settore abbigliamento, e lo Stabilimento sentanti nei diversi gradi delle istituzioni, non vi sia
questi primi tre mesi di governo cittadino, ha fat- Elettromeccanico Calabro, con 60 addetti e si da- qualcuno tanto sensibile da indire, per esempio,
to capire di non gradire interferenze, intromissio- va vita a quello che fu chiamato il Nucleo Indu- una “conferenza sullo stato delle zone comprese
ni e consigli. Probabilmente, per lui, il coinvolgi- striale del Golfo di Policastro, con sede a Marina tra Sapri e Scalea”, almeno per porre i problemi,
mento dei cittadini non è ben accetto. Per Scalea di Maratea. per verificare se e in qual misura “domani potrà
sembra essere iniziata la stagione del “non distur- Certamente, queste iniziative usufruirono degli in- essere un altro giorno” pure per queste disgrazia-
bate il manovratore”. Scalea non disturberà il ma- centivi previsti dalla Cassa per il Mezzogiorno ( chi te popolazioni che, ormai, hanno perso o stanno
novratore nel suo lavoro sempre che dimostri di se ne ricorda più!) ma la loro presenza creò pro- perdendo persino…la speranza?
sapere bene amministrare. Anche se, apparente- spettive nuove, di carattere economico-sociale, a Purtroppo questo comprensorio è rimasto senza
mente, sembra che Basile si ostini a ricalcare uno due regioni: impiego di manodopera, qualificata rappresentanza alla Regione e in Parlamento: ec-
schema ritenuto vecchio e superato. Questo at- e non, necessità di servizi, come scuole, traspor- co un altro punto dolente dello sfilacciamento
teggiamento, da parte del nuovo sindaco, più che ti, alloggi, ecc. che, ormai, si vive irreversibilmente in queste zo-
fare arrabbiare, infastidisce, indigna e indispone Secondo dati del 1964, industrie di Praia (R2, Lini ne.
una città già gravemente colpita. Bisogna, invece, e Lane, S.E.C., Hirschtal), il pendolarismo, con ri- Noi, non potendo fare altro, possiamo solo affi-
dare questo autentico grido di dolore alle pagine
di questo giornale: chissà! q
avere il coraggio di cambiare profondamente un ferimento all'area a nord, aveva questi numeri:
comune come il nostro, in forte deficit economi- 120 addetti provenienti da Tortora, 25 da Aieta,
co. 40 da Maratea, 3 da Trecchina, 1 da Nemoli, 1 da
Speriamo che queste valutazioni risultino sbaglia-
te e che il sindaco Basile riesca a venir fuori da
Rivello, 8 da Lauria, 3 da Lagonegro, 30 da Sapri,
1 da Vibonati e 3 oltre quel centro, per un totale
di 235 unità; mentre, con riferimento all'area a
...anche gomme seminuove
questa situazione perché, all'interno della squa-
dra, ha validissimi e preparati giovani, come gli as-
sessori Antonio Stummo (viabilità), Raffaele D'An-
sud, S. Nicola Arcella-Belvedere Marittimo e oltre,
si contavano 273 operai pendolari, per un totale
complessivo di 508 unità.
delle migliori marche
na (affari legali), il capogruppo Francesco
Acquaviva (ambiente) e Fabio Ferrara (cultura)
che, seppur alla prima esperienza politico-ammi-
Questo quadro, ovviamente, favorì in tutto il com-
prensorio la nascita e l'affermarsi di attività terzia-
a prezzi sbalorditivi
nistrativa, se ben utilizzati e motivati, potrebbero rie con un aumento significativo degli addetti nel
cambiare il volto dell'intera amministrazione. Ri- commercio, nei trasporti, nel credito, nelle assi-
cordiamo che, 10 anni fa, Mario Russo ebbe a di- curazioni, nei servizi pubblici e privati, nelle scuo-
sposizione una squadra, sulla carta, di primordine le, nella pubblica amministrazione, nelle costru-
ma che, per svariate ragioni, non seppe valorizza- zioni, ecc.
re al meglio. Seguirono azzeramenti di giunta, rim- A Praia, dai tre alberghi esistenti tra il 1938 ed il
pasti e contro rimpasti: un disastro, che l'ex sin- 1950, si passò a sei alberghi, totale di 178 letti, ed
daco ha pagato, seppur con un certo ritardo, alla un camping nel 1964 e a tredici alberghi e pen-
prima, vera, grande occasione politica! q sioni nel 1968: il numero delle presenze accerta-
to, in quel tempo, si aggirava intorno alle diecimi-
giugno-luglio 2010 Primo Piano o3
OPPOSIZIONE: PARTONO LE PRIME CRITICHE A BASILE
di MATTEO CAVA ...dalla prima

no dei lamenti provenienti dal palazzo, per le


sofferenze economiche, alcuna decisione è stata
finora assunta per quanto riguarda il taglio agli
sprechi e alle aziende esterne, che tanto danno
hanno arrecato alla città di Scalea. Ci aspettava-
mo forti decisioni, come per esempio una serie di
deliberazioni di annullamento, in autotutela, di
incrostazioni affaristiche improduttive, che, pur-
troppo, al momento appaiono tutte riconferma-
te. Mentre dobbiamo riconoscere il coraggio e la
tempestività del nuovo sindaco di Tortora che
contesta l'operato della società dei rifiuti, la stes-
sa operante a Scalea>>. La nota di “Scalea Libe-
ra” conclude affermando: <<È probabile che
quella parte di giunta, espressione del vecchio,
condiziona fortemente l'operatività e il dinami-
smo promesso in campagna elettorale e che fran-
camente ci aspettavamo dal sindaco e dai giova- Spariti nel nulla...
ni eletti nella maggioranza>>. ti alberi, con altri giovanissimi, fa pensare, è inuti-
L'altra campana: il gruppo consiliare “Scalea le nasconderlo, alla creazione di ulteriori nuovi
Adesso”, guidato dall'ex vicesindaco Mauro Cam- spazi per favorire il pretendente privato. Ed il
pilongo, esprime sdegno per il taglio indiscrimi- verde? La vivibilità? L'ambiente? Pensiamo che gli
nato di nove trentennali alberi che si trovavano in alberi già esistenti non andavano “falciati” ma, al
villa Kennedy, diventata un ricettacolo di giostri- contrario, sarebbe stato giusto mettere un freno
ne elettriche ed altro ancora. Secondo Campi- all'espansione e al dilagare di giostrine che esa-
longo, è stato un vero peccato tagliare, senza al- sperano l'idea del parco. Infine, resta l'interroga-
cun motivo, questi decennali e folti alberi da alto tivo riguardante la scultura del prof. Fumasi “Sca-
fusto, per un discutibile progetto di nuova pian- lea in espansione” che si trovava a piazza
tumazione e con la scusante di meglio sistemare Caloprese, di cui, come volatizzata, si sono da
l'area. La zona andrebbe sistemata con la regola- tempo perse le tracce. Una volta recuperata sa-
zione dei giochi presenti e con il conseguente rebbe opportuno sistemarla in un'altra piazza di
abbattimento dell'inutile, ingombrante e fuori
l'entrata del municipio in via Plinio il Vecchio. q
Scalea, all'interno della biblioteca comunale o al-
norma pista di pattinaggio. Sostituire i malcapita-

...dalla prima

REPETITA IUVANT
di MONICA DE CARLO
fichini, è invece percepita come interesse comu- ne comunale e di scelte amministrative fa emer-
ne da W Scalea. gere subito diffidenza, palesare riserve mentali
Quando un turista ci fa notare qualcosa che non perché qui da noi non esiste il “fare senza gua-
va in città, ma non un qualcosa di piccolo, qual- dagnare”. Ebbene, invece esiste. Che si creda o
cosa di abnorme, una grossa e palese violazione non si creda, che si tenti di denigrarci o soste-
dei diritti dei cittadini, inevitabilmente ci sentia- nerci, noi ci guadagniamo niente comunque e
mo dire “ma voi non fate niente?”. Lo sappiamo questo è un fatto che nessuna menzogna o dice-
tutti che Scalea è una comunità poco attiva dal ria può cambiare.
punto di vista dei movimenti cittadini per paura Il vero guadagno, invece, consiste nel far emer-
di ritorsioni, per ignoranza, per pigrizia ecc. gere le nuove generazioni. Nell'impostare un mo-
W Scalea pensa che i cittadini si debbano orga- dello nuovo di essere cittadini. Un modello puli-
nizzare e partecipare più attivamente alla vita to e propositivo.
pubblica. Pensiamo che bisogna rompere il silen- Tutti, noi compresi, abbiamo sbagliato, nessuno
zio in maniera civile: collaborando, proponendo può scagliare “la prima pietra”, perché i nostri
e protestando. La città appartiene ai suoi cittadi- problemi sono culturali e i modelli di comporta-
ni e questi hanno il dovere civico di interessarsi ai mento sbagliati. Siamo tutti cresciuti convinti del-
beni e al bene di Scalea. la necessità della “raccomandazione”, del “fare il
Detto questo, chi credete che prenda le decisio- piacere” e del “meglio non farsi vedere” ma è
ni riguardanti i nostri interessi comuni? sbagliato.
Gli organi amministrativi-politici, ovviamente. Al- Scalea non può rimanere così indietro. Tutti i cit-
lora, come fa un cittadino a interessarsi che ven- tadini hanno diritto di esprimere liberamente
ga organizzata bene la stagione estiva; che venga un'opinione sulle questioni pubbliche senza do-
rispettato l'ambiente in cui vive con la famiglia, versi sentire limitati perché così “si fa politica”. La
che, insomma, che i suoi interessi vengano real- politica decide delle nostre vite quindi ciascun
mente perseguiti? cittadino, in quanto destinatario finale, ha il do-
Anche questa risposta è ovvia: interessandosi a vere civico di interessarsi e di farsi sentire, so-
quello che la politica fa, senza personalismi. Non prattutto quando le decisioni di chi amministra
importa il CHI ma il COSA. Chiunque governi l'im- collidono con gli interessi della comunità.
portante è che prenda sempre decisioni utili alla Come si può pensare di poter lasciare un'eredità
città. Quindi, nessun mistero intorno a W Scalea, ai nostri figli se non ci curiamo della sua conser-
siamo trasparenti e aperti a tutti, esprimiamo so- vazione e della sua crescita?
lo ed elusivamente un'opinione, proponiamo dei Non possiamo considerarci estranei alla politica
progetti che, secondo noi, possono aiutare Sca- perché la politica decide delle nostre vite e del
lea. futuro dei nostri figli, la politica siamo noi tutti. q
I cittadini subiscono in tutti gli aspetti della loro
vita quotidiana le scelte della politica. Per quale
motivo allora non dovrebbero dire come la pen-
sano o attivarsi per portare avanti dei progetti?
Il problema è culturale. Parlare di amministrazio-
4 o Primo Piano giugno-luglio 2010

...dalla prima
IL COMUNE DI SCALEA
FACCIA INTERVENTI PARTE IL PROGRAMMA
CHE ELIMININO SPRECHI DELLE MANIFESTAZIONI
di ANTONIO PAPPATERRA ESTIVE 2010
Occorre puntualizzare e precisare alcune questio- zioni organizzate in collaborazione con le asso-
ni riguardanti il debito del comune di Scalea. Il sin- ciazioni il Geco e Giovani oltre. In piazza Aldo
daco, Pasquale Basile, intervenendo sulle proble- Moro, il 15 luglio, saranno sul palco Simone
matiche legate alle vertenze degli ex operai Schettino ed Enzo Fischetti con la musica dei
dell'ente, ha premuto il dito su un tasto che non è “Tamburiata band”. Nei giorni successivi, il 17 e
addebitabile soltanto alle controversie legali di 18 luglio, l'evento fra sport e spettacolo dedica-
vecchia gestione, ma anche alla precedente ammi- to alla “Show acquatico” con il raduno di moto
nistrazione, di cui lui stesso dovrebbe ritenersi “fi- d'acqua. Grande attenzione, come consuetudi-
glio legittimo”. Perciò, il primo cittadino di Scalea, ne, è stato dato anche al suggestivo chiostro del
alla voce debito che prossimamente andrà a trat- Palazzo Spinelli con le serate di musica jazz, il 17
tare in consiglio comunale, prima di allargare le e 18 luglio, firmate “Peperoncino jazz” a cura del-
braccia con del vittimismo inutile, sbagliando il ti- l'associazione Picanto ed altre ancora con gli “In-
ro delle accuse e aumentando magari le tasse di croci Mediterranei”.
100 volte, dovrebbe interrogare gli assessori che Anche la Pro-Loco, come sempre, ha messo in-
appartenevano alla precedente giunta e che ora sieme una serie di interessanti manifestazioni. Im-
sono anche nella sua, per chiarire gli sprechi che portante la rievocazione medioevale dell'11 e 12
sono stati perpetrati dall'amministrazione comuna- agosto, sotto la Torre Talao e quella del 21 ago-
le uscente. L'esecutivo che si onora di guidare ha sto a ricordo dell'uccisione del Principe Spinelli.
ereditato la gestione politica della precedente am- A fine agosto, si ripete l'appuntamento con la Fe-
ministrazione, fatta di esternalizzazioni di servizi sta del Panuozzo, evento ormai consolidato, con
pubblici inefficienti, che hanno portato niente di la serata finale insieme a “Martufello e la sua
buono e nessun incasso alla cittadina e al contri- band”. <<Il programma è ricco - ha commentato
buente che dovrà pagare, ormai, tutte le “tazze l'assessore al Turismo Forestieri - ci auguriamo
rotte”. L'esternalizzazione di servizi pubblici, come che turisti e residenti possano divertirsi in questa
la gestione dei tributi, da parte della Tributi Italia calda estate scaleota».
Spa, di cui si ricorda la sparizione di 2.187.000 eu- Il consigliere con delega alla Cultura e allo Sport,
ro, la gestione dei parcheggi effettuata da una dit- Fabio Ferrara, ha dichiarato: «Tra mille difficoltà
ta dove pare che gli amministratori siano indagati siamo riusciti a comporre un'offerta culturale di
per associazione a delinquere, la gestione della spessore. Hanno influito molto il poco tempo a
raccolta differenziata e dei rifiuti da parte dell'Alto disposizione e la scarsa disponibilità economica,
Tirreno Cosentino che, con circa 2.000.000 di eu- ma grazie ad alcune collaborazioni importanti,
ro di contratti biennali ordinari, escludendo i servi- siamo riusciti a proporre un degno programma
zi straordinari, con il comune di Scalea e l'affida- culturale. Una serie di serate è dedicata alla pre-
mento di tutto il parco macchine di proprietà della sentazione di libri e ci sono alcuni eventi che re-
cittadina, ha prodotto nulla che possa definirsi em- steranno nel tempo, specialmente in riferimento
blema del progresso. Questi sono solo esempi! Il alle location scelte, come l'evento del 24 luglio
sindaco, se valutasse attentamente e bene il di- con la serata sulla Torre Talao, dedicata all'astro-
scorso in prospettiva, si accorgerebbe che solo nomia e alla letteratura. Il 31 luglio - ha continua-
queste eredità costeranno più di 70 euro al giorno to Ferrara - verrà ricordata la storia della vita di
a cittadino, calcolando anche il rischio altissimo ed Totò con la rappresentazione teatrale di punta
evidente di dismissione e fallimento dell'Alto Tirre- de “L'altra compagnia”, più volte proposta al tea-
no Cosentino, visto che l'adm Francesco Rovito,
tro Sistina di Roma. Autrice dell'evento la figlia, Li-
pare, non paghi, da anni, diversi fornitori e che gli
liana De Curtis. Da segnalare anche i “Pomeriggi
musicali” con il “Trio d'archi”, una serata di musi-
stipendi degli operai, fra l'altro in disagio da mesi,
ca barocca con i professori Vrenna e Squillan-
vengono elargiti con un ritardo di tre mesi. Quindi, te.>> Si tratta, dunque, di una serie continua di
anziché fare soltanto il conto ai contribuenti, il Sin- eventi distribuiti nei mesi di luglio e agosto. Per
daco di Scalea, Pasquale Basile, dovrebbe guarda- quanto riguarda lo sport, ci sono da segnalare,
re come tagliare i costi della mala politica eredita- oltre al sopra menzionato “Show acquatico”, gli
ta, andando a trovare soluzioni che possano eventi dedicati ai tornei calcistici con il “Tenuta
rendere efficienti i servizi comunali, tagliando le group” e la gara ciclistica del 12 settembre con il
spese inutili fatte da esternalizzazioni che produ- “Latella sport”». q
cono niente, nè in servizio, nè in funzione econo-
mica, nè in relazione di uno sviluppo, una crescita
e una valorizzazione degli operai. Solo così facen-
do, forse, si potrebbe permettere di prendersela
con beghe legali antiche e criminalizzare i poveri
operai che ritiene colpevoli di non essere stati as-
sicurati negli anni '80. Senza una revisione sistema-
tica di tutti i contratti e le consulenze esterne, il
ASSICURAZIONI
sindaco dimostrerà di essere allacciato al collo dal-

Impresa artigiana
la catena nella continuità di sprechi che, come
u
conseguenza, ha portato la città di Scalea nel ba-
ratro.q
u Persona
u Fabbricato
Marcellina
u Commercio
NON NASCONDERTI!
DIVENTA VISIBILE AGLI
Via degli Scavi, 8
OCCHI DEL MONDO CON Sconto del 50% Telefax 0985 42649
www.wscalea.it 25% di sconto su tutte le polizze auto
giugno-luglio 2010 Primo Piano o5
TORRE TALAO: UN’INIZIATIVA ENCOMIABILE...
di ERCOLE SERRA
L'assessore comunale Franco Galiano ci ha comu- ne naturalistico che potrà richiamare studiosi ed
nicato che sono a buon punto le operazioni di incrementare il turismo culturale.
bonifica e pulizia per riportare alla luce le mille- Non è esclusa la possibilità di utilizzare l'antica
narie grotte di Torre Talao, a lato monte, ove ap- sorgente di acqua sulfurea a scopi terapeutici,
punto si trovano le grotte palelolitiche e dove, cosi come hanno fatto i nostri antenati e, forse,
un tempo, esisteva una sorgente di acqua sulfu- antiche matrone romane che vivevano nelle ville
rea. poste, secondo alcune tesi, sulla collina di San
Si è provveduto, inoltre, a rimuovere buona par- Giovanni ('u timpuni 'i San Giuvanni) a ridosso
te dell'argilla (fatta depositare maldestramente della Serra Limpida.
dalla Sogene, agli inizi degli anni sessanta in oc- Su nostro modesto suggerimento, nel mese di
casione dei lavori del raddoppio ferroviario) che aprile, l'amministrazione comunale ha iniziato un
ostruiva, fino a pochi giorni fa, l'entrata alle grot- lavoro di sbancamento (limitato) e di pulizia per
te, con l'intenzione di creare un importante sito riportare alla luce le grotte di Torre Talao, diven-
archelogico e permettere al visitatore di ammira- tate un letamaio ed un posto dove potersi dro-
re, con idonea illuminazione, queste stupende e gare indisturbatamente.
millenarie ”creazioni della natura” di cui anche al- In vista del lungo ponte di Pasqua, purtroppo, i
cuni abitanti della stessa Scalea ignorano l'esi- lavori hanno subito uno stop.
stenza. Speriamo, però, che riprendano al piu presto e
che per l'estate, ai turisti, si possa dar modo di vi-
sitare queste antichissime grotte paleolitiche di
inestimabile valore, tenute nascoste per oltre 40
anni.
La ripresa dei lavori prevede lo spostamento di
alcuni massi (potrebbero essere utilizzati per dei
percorsi che portano all'interno di queste caver-
ne) che ostruiscono l'entrata alla grotta detta “d'i
suric(i) 'i nott(i)”, il taglio di alcune fronde di fico
selvatico e la continuazione della rimozione del
materiale che si trova all'interno e a ridosso delle
millenarie grotte.
Inoltre, vanno messi dei cancelli, attinenti al con-
testo storico-paesaggistico, per salvaguardarle da
atti vandalici.
Lavori, questi, che vanno eseguiti con la massima
Un incanto da riportare alla luce scrupolosità.
La grotta dell'acqua sulfurea ('a calicella)
Nel visitare, dopo lunghi anni, la grotta dell'acqua Nota della Redazione
sulfurea, detta “'a calicella”, sita nella parte est Quei primi lavori, iniziati dopo tante insistenze,
dell'ex isolotto di Torre Talao, siamo rimasti estre- rimasero a metà. L'amministrazione comunale
mamente incantati da questo meraviglioso e ca- dell'epoca, non era molto convinta dell'opera
ratteristico luogo che, per fortuna, è rimasto an- di recupero storico-architettonica poichè pen-
cora intatto. sava, probabilmente, alla favola del porto. Con
Una ricca serie di litòdomi (fossili di datteri di ma- l'ambiziosa realizzazione del porto, intorno a
re esistiti milioni di anni fa), altre due piccole Torre Talao, anche le grotte dovevano riaffiora-
grotte, una flora autoctona rarissima (abbiamo re e quindi, probabilmente, quei lavori appari-
notato una felce in vegetazione probabilmente, vano del tutto inutili. I lavori del porto, ancora
di natura preistorica), l'esistenza di mura ed ar- oggi, a distanza di sette anni non sono neppu-
chitravi di sostegno, con mattoni in cotto (forse re iniziati e quei primi lavori di bonifica, poi ab-
di epoca medievale) e quant'altro. bandonati, ancora piangono.
Tutti questi elementi ci hanno confermato la va- Speriamo che quello che non è riuscito con
lenza geologica ed ambientale di questo gioiello l'amministrazione Russo, si concretizzi al me-
della natura, che non può rimanere nell'abban- glio con la nuova amministrazione Basile.
dono e nel degrado. In questo delicato lavoro di riscoperta, intra-
Più di 40 anni fa, quasi a ridosso della grotta sor- preso dall'attuale amministrazione comuna-
giva, fu consentita la discarica di migliaia di metri le, un ruolo vigile lo ha svolto la Soprinten-
cubi di materiale argilloso e fangoso, provenien- denza ai Beni Archeologici della Calabria,
te dallo scavo della galleria ferroviaria San Nicola con sede a Scalea, che ha supportato, in to-
Arcella-Scalea. to, l'opera di bonifica e di ripristino. Inoltre,
Fu, quella, una grandissima leggerezza ed un informiamo i lettori che, ai piedi del simbolo
grandissimo attentato all'ambiente circostante di di Scalea, esiste anche un piccolo museo di
cui ancora oggi si subiscono gli effetti negativi in marineria. All'interno è possibile visitare e
danno dell'intero sito di Torre Talao ove, fra l'al- ammirare: ancore antiche risalenti al 1800,
tro, esistono grotte ossifere del paleolitico medio lampare che usavano i pescatori, anfore e im-
anche di interesse paleontologico (animali mu- magini di Scalea raffiguranti l'arte della pe-
steriani). sca e l'isolotto di torre Talao che si trovava in
Ora è necessario ed urgente riavviare i lavori, co- mezzo al mare. Inoltre, nel settore nord-est
minciati lo scorso aprile, per un’accurata pulizia del sito della Torre, è presente un deposito
del sito, per eliminare, innanzitutto, dall'area del- pluristratificato, costituito da resti fossili
la grotta, detriti e rifiuti di ogni sorta, tutto il ma- faunistici e industria musteriana. Molto pro-
teriale argilloso e fangoso fino a riscoprire il na- babilmente, questo deposito si era accumu-
turale letto ghiaioso. lato all'interno e nell'area prospiciente ad
Una volta riportata alla luce la sorgente di acqua una grotta.
sulfurea, si consentirà di usufruire di un raro be-
6 o Primo Piano giugno-luglio 2010

L’AUTOGOL DEL SINDACO BASILE


La notizia, pubblica da qualche tempo, oggi è di- oberati e colpiti da tasse e gabelle varie? A Sca-
ventata attuale alla luce della visita al Comune dei lea, come consuetudine, “piove sul bagnato”.
commissari ad Acta della Prefettura di Cosenza, Ai sacrifici economici ai quali il governo centra-
nominati per dare corso alle sentenze del Tar Ca- le cerca di persuaderci e convincerci ritenendo-
labria. La vicenda riguarda cinque ex dipendenti li giusti e indispensabili e ai quali fa da cassa di
del Comune che, con sentenze separate del Tar, risonanza, con tormentoni e martellamenti inau-
hanno visto riconosciute le differenze retributive, diti, tutta l'informazione italiana (Tv, giornali e
per aver prestato lavoro a tempo determinato in web) da mattina e sera, ora si aggiunge anche la
favore dell'Ente negli anni dal 1981 al 1991. “colletta” per aiutare i 5 ex dipendenti del co-
«La questione - ha commentato il sindaco Pa- mune di Scalea. Un vero e proprio paradosso.
squale Basile - risale a trent'anni fa e quindi a vec- Un provvedimento che è un'ulteriore offesa al-
chie amministrazioni. Forse si è pensato che il l'onestà e ai sacrifici di tante brave famiglie che,
tempo avrebbe cancellato le disattenzioni del con dignità e impegno, nonostante le strette
passato. Così non è, ed ora abbiamo il compito economiche arrivate ormai quasi al collasso, af-
di affrontare la questione ottemperando, natural- frontano, giornalmente, con la morte nel cuore,
mente a quanto previsto dalla sentenza e a una vita di rinunce che non lascia intravedere un
quanto disposto dai commissari ad acta». barlume di speranza. q

Le Romanticherie
La vicenda è ormai giunta ad un punto di non ri-
torno ed è necessario chiudere il contenzioso

di Roberta
con i cinque ex dipendenti per evitare ulteriori
spese che si rivelerebbero ancor più dannose
per l'ente.
«Non è facile affrontare una questione di tale
portata che causa un problema economico
tutt'altro che trascurabile per il Comune. Abbia-
mo calcolato che il costo dell'operazione si aggi-
Mostra mercato
rerà intorno ai 70 euro per ogni cittadino di Sca-
lea, neonati compresi. Provvederemo, come è
di arti decorative
nostro dovere, compatibilmente con le risorse (oggettistica, bijoux,
dell'Ente all'erogazione di quanto dovuto e con-
cordato con i commissari ad Acta nominati per ri- complementi d’arredo)
solvere la vicenda». (A.P.)
Nota della Redazione Via Oberdan, 22 - Scalea
Ma è giusto che a pagare gli errori di vecchie 14 luglio - 31 agosto 2010
amministrazioni comunali siano i cittadini già

“SONO STREMATO, SE CONTINUA COSÌ MI LEGHERÒ DAVANTI AL COMUNE”


di ANTONIO PAPPATERRA
risposti dall'amministrazione comunale di Scalea
<<Nel 2007 ho vinto un
e quelli del terzo livello iniziali previste dalle di-
ricorso al Tar contro il
sposizioni contrattuali, al pagamento delle diffe-
comune di Scalea, ma
renze delle tredicesime mensilità, il TFR, le quote
dopo mesi e mesi di at-
in aggiunta di famiglia, la regolarizzazione della
tesa, ancora non ho
posizione assicurativa e previdenziale, il tutto in
avuto niente>>. Sono le
proporzione ai periodi di lavoro prestati. Sem-
parole accorate che la-
bra, però, che la posizione del comune di Scalea
sciano trasparire l'enor-
nei confronti dell'ex operaio, negli ultimi 3 anni,
me disagio di Damiano
sia peggiorata, perché pare che l'ente, a seguito
Barletta (nella foto) un

Patronato Ital
di una determina del commissario ad acta nomi-
ex operaio manutentore del comune di Scalea
nato dal Prefetto, del 14 Luglio 2008, non abbia
che ha lavorato presso l'ente dal 1984 al 1991,
adempiuto al dovere legale ed amministrativo nei
senza aver avuto riconosciuti i diritti legati alla
confronti dello stesso operaio. <<Sono stremato
sua posizione lavorativa. Da quanto appurato, se-
- ha dichiarato Barletta - se continua così mi le-

Centro Servizi Ital Caf Uil


condo le sentenze del Tar di Catanzaro, la n°
gherò davanti al comune, perché sono mesi che
440/05 e la 312/07, all'ex operaio spetterebbe
l'amministrazione comunale, sia quella preceden-
una somma pari a 111.000 euro riconosciuti per-
te che quella attuale, non mi corrisponde il do-
ché all'epoca del suo rapporto lavorativo l'ente
vuto previsto dalla determina del commissario
non gli corrispose le somme relative al pagamen-
del 14 luglio 2008. Quella delibera - ha aggiunto
Unione Italiana
to delle differenze retributive tra gli stipendi cor-
Barletta - prevedeva la mia li- Mezzadri e Coltivatori Diretti
quidazione già dal 2008, ma Associazione
ho atteso invano e nemme-
Olivicole e Pratiche Agricole
Da sempre...
no gli amministratori comu-

al servizio dei cittadini e degli agricoltori


nali di allora e di adesso san-
no darmi spiegazioni per
l'atto legale disatteso. Sono
al limite - ha concluso l'ex Scalea - Via Rendano, 29/31
operaio - e se nel prossimo
Via Lauro, 179-181 - 87029 SCALEA (Cs) bilancio non viene prevista la Tel. e Fax 0985 90060 - Cell. 347 8661619
somma per il mio dovuto, ol-
Tel. 0985.271221/90604 - Fax 90710 tre alla protesta, denuncerò
www.romanomoto.it il comune alla Procura della
c.romanomoto@tiscalinet.it - romanomoto@tin.it Repubblicad'ufficio>>. q
per abuso d'atti
giugno-luglio 2010 Dal Palazzo o7
BILANCIO: COPIA CONFORME... ALL’ORIGINALE! INTIMIDAZIONI:
di MATTEO CAVA
Il Consiglio Comunale di Scalea, nella seduta del che le vicende legate alla “scomparsa” di Tributi
IL PREFETTO C’È!
25 giugno c.a., ha approvato, con i voti favorevoli Italia e quindi di tutto l'apparato per la riscossio-
della maggioranza, contrarie le minoranze, il bi- ne e gestione dei tributi: in questo settore l'am-
lancio di previsione per il 2010, quello plurienna- ministrazione Basile sta cercando di… riallacciare
le 2010-2012, la relazione previsionale e pro- i nodi.
grammatica triennale e il programma delle opere Il dibattito, nell'ambito del consiglio comunale, si
pubbliche. è consumato su questioni del genere e più di una
I consiglieri hanno creato un'atmosfera… agro- volta si sono intrecciate le posizioni di chi, come
dolce, fra bordate, picconate e occhiolini. Il mo- l'ex Vicesindaco ed ex Assessore al Bilancio Mau-
mento più importante della vita amministrativa di ro Campilongo, si trova ora all'opposizione o di ex
un comune ha visto la maggioranza, guidata dal assessori, oggi in maggioranza, che vorrebbero
sindaco Pasquale Basile, coesa sull'obiettivo. rappresentare il rinnovamento ma che, per forza
Nel corso della discussione, più politica che tec- di cose, restano ancorati al passato e, in alcuni ca-
nica, con qualche intervento fiume durato fino a si, faticano ad uscire dalle secche.
quaranta minuti, si è più volte richiamata l'atten- «Il bilancio è tecnico>> ha detto Francesco Di
zione sul fatto che il documento contabile par- Giorno consigliere delegato <<ed è stato redatto
rebbe essere frutto di scelte in gran parte tecni- sulla base di quello dell'anno precedente. Ci so-
che: una situazione di mantenimento! no contingenze economiche e finanziarie trovate
Gli esponenti di minoranza hanno, in alcuni casi, sul tavolo, come il contenzioso con Tributi Italia di
contestato questo tipo di indirizzo, ritenendo oltre due milioni di euro o con gli ex dipendenti Gli atti intimidatori a carico dell'agenzia immobi-
che il Bilancio di Previsione debba avere sempre per circa settecentomila euro. Si è voluto, però, liare “Mattoni casa” di Scalea hanno avuto eco in
una componente politica che deve caratterizzare evitare la vendita di beni. La valutazione costante Consiglio Comunale, presente il Prefetto Antonio
le scelte. delle spese sarà fatta con una operazione di as- Reppucci (nella foto) che ha confermato la sua
L'aspetto più importante, però, affiorato più volte sestamento. È impegno preciso dell'amministra- ferma volontà di voler conoscere il territorio e vi-
come uno “spettro”, tale è stato definito nei gior- zione>> ha aggiunto Di Giorno <<procedere alla vere i problemi direttamente nelle aree interessa-
ni scorsi, è quello della possibile dichiarazione di redazione del prossimo Bilancio di previsione in te: <<Quando mi chiamerete>> ha assicurato il
dissesto finanziario dell'Ente. tempi più rapidi. L'incremento delle entrate è as- rappresentante dello Stato <<io ci sarò sempre».
Non ci sono dubbi sul fatto che pesano come ma- sicurato dall'aumento della Tarsu e dall'aumento Il Sindaco di Scalea, Pasquale Basile, ha sottoli-
cigni alcune situazioni, prima fra tutte quella rela- delle quote di contribuzione per il servizio di re- neato: <<Non è la prima volta che in Consiglio si
tiva all'intervento dei commissari prefettizi per il fezione e trasporto scolastico». parla di atti intimidatori. Anche la prima seduta
pagamento di circa settecentomila euro ad ex di- Il sindaco Basile, nel suo intervento finale, ha ri- del neo eletto consiglio comunale è stata aperta
pendenti del Comune: una vicenda trentennale sposto alle obiezioni mosse dalle minoranze, ri- con un argomento simile>>. <<La nostra posizio-
che ha assunto proporzioni gigantesche. badendo che si ritiene necessario proseguire ver- ne - ha confermato Basile - rimane ferma e conti-
Ci sono, poi, altre questioni, come il contenzioso so il miglioramento di alcuni settori importanti. q nuerà a restare sempre la stessa. Abbiamo e con-
con la Sorical per l'acqua potabile e pesano an- tinuiamo a dare la massima fiducia alle forze
dell'ordine che in questi giorni stanno facendo
sentire ancora di più la loro presenza sul territo-
IL CAPOGRUPPO ACQUAVIVA rio. Una presenza importante che garantisce la
HA DISEGNATO LA CITTÀ DEL FUTURO tranquillità dei cittadini e, non ultimo, la demo-
crazia>>.
La valorizzazione del mercato coperto, l'ammo- prenditori che intendono investire nell'area del Il Prefetto Reppucci, da campano, si è sentito
dernamento della villa comunale, la rivalutazione Centro Storico: sono state infatti già deliberate “quasi a casa”, perchè ai confini con la sua regio-
di piazza Aldo Moro ed il prolungamento dell'i- una serie di facilitazioni per i commercianti che ne d'origine e tenendo conto che a Scalea la pre-
sola pedonale, con il rilancio di strutture sporti- intendono orientarsi in quell'area. senza di cittadini partenopei è stata sempre forte.
ve, è quanto emerso nella relazione programma- L'amministrazione ha poi inserito, fra gli obiettivi, Per il Prefetto bisogna lavorare duro, a tutti i livel-
tica e dovrebbero essere gli obiettivi attuabili nei la realizzazione di un canile municipale, la piani- li, e anche i cittadini devono fare la loro parte:
prossimi tre anni dall'amministrazione comunale ficazione delle zone destinate al commercio am- <<Se a monte non si alza il livello della moralità>>
guidata dal sindaco Basile. bulante, la creazione di zone aperte al pubblico ha detto <<facciamo la guerra ai mulini a vento.
<< Si tratta di proposte concrete>> ha detto il per l'accesso gratuito ad internet, con l'utilizza- C'è bisogno di un risveglio che non può essere af-
capogruppo di maggioranza Francesco Acquavi- zione della tecnologia wi-fi, e per l'ambiente l'at- fidato esclusivamente alle forze dell'ordine. Va in-
va>> e immediatamente realizzabili, lo sviluppo tivazione di un sistema di monitoraggio delle ac- vestito denaro per le politiche sociali e per i co-
può e deve iniziare da una progressiva moder- que, di concerto con le autorità regionali e muni c'è una scala di priorità da seguire».
nizzazione e informatizzazione della macchina provinciali. Non sempre, secondo S.E. Reppucci, si può pen-
amministrativa». Una iniziativa quest'ultima che, a dire il vero, ha sare alle feste di piazza e alle sagre, si deve inve-
<<Gli strumenti informatici - ha ribadito Acquavi- già mosso i primi passi. stire anche in iniziative che portano ad un innal-
va nel corso dei lavori del consiglio comunale - Verrà effettuato il censimento degli scarichi e dei zamento della moralità. q (M.C.)
serviranno a ridurre le distanze con i cittadini>>. canali secondari con la pulizia periodica dei cor-
<<Saremo vicini alle associazioni che propongo- si fluviali e la pulizia delle spiagge per tutto l'an-
no programmi e progetti realizzabili», ha conclu- no. Sarà effettuata anche la revisione complessi-
so Acquaviva che ha sottolineato l'importanza va del sistema dei rifiuti con il potenziamento
della trasparenza nel rapporto con i cittadini della raccolta differenziata e l'incentivazione dei
<<una linea che si intende portare avanti>>. sistemi di riduzione di conferimento dei rifiuti so-
Impegni sono stati anche assunti per garantire il lidi. La realizzazione delle isole ecologiche di-
“cambiamento”. Si lavorerà, è stato detto, per as- venta una iniziativa necessaria per riordinare la
sicurare alla cittadinanza migliori standard quali- raccolta degli ingombranti. Verrà realizzato anche
tativi atti a soddisfare i bisogni della collettività e un sistema di controllo con la “Polizia ecologica”
l'amministrazione comunale darà attuazione al e per le fonti rinnovabili l'amministrazione punta
piano strutturale comunale «per proiettare Sca- al fotovoltaico. q (M.C.)
lea in un nuovo modello di sviluppo urbano».
Per la viabilità, l'amministrazione pensa alla riqua-
lificazione della rete stradale e ad investimenti
mirati per il potenziamento delle arterie esisten-
ti, comprese quelle ricadenti nelle aree periferi-
che. Sarà necessario, secondo l'amministrazione,
organizzare percorsi alternativi per agevolare il
traffico locale: previste la realizzazione di roton-
de, in punti nevralgici, e la distribuzione più ra-
zionale delle aree destinate ai parcheggi.
Per il centro storico, l'amministrazione ritiene che
sia necessario integrare il borgo antico alla città
nuova pensando il primo come un luogo di cul-
tura.
C'è pure l'idea di aiutare i commercianti e gli im-
8 o Nella Nostra Città giugno-luglio 2010

...dalla prima

GRANDE SUCCESSO DELL’EVENTO SALSA...


di SARA SILVESTRI
La straordinaria esibizione dei migliori ballerini del D. Come giudichi il panorama della Salsa in Ita-
mondo (artisti che hanno fatto la storia di questo lia? Ci sono aspetti che cambieresti?
stile) ha strabiliato i tantissimi e stipati divertiti R. Credo che l'Italia sia sempre stato uno dei pae-
presenti, sul palco dell'anfiteatro che si trova di si migliori. Anche per la Salsa è il Paese che offre
fronte al garden dell'albergo. più lavoro in questo campo, ma nello stesso tem-
Dopo aver partecipato a queste tre entusiasman- po credo che ci sia tanta incompetenza a livello
ti giornate, possiamo affermare a chiare lettere del ballo e, nella Salsa, molta gente si improvvisa
che la manifestazione “Eventopeople”, che pre- danzatore o ballerino e questa è una mancanza
cede la stagione estiva, ha superato senza ombra di rispetto e di professionalità.
di dubbio le scorse edizioni. L'unico neo, se tale
si può definire, riguarda la durata della manifesta- D. Quanto è importante l'alimentazione per un
zione, tre soli giorni, davvero troppo pochi, vista artista? Segui un regime particolare?
l'entità e la forza di questo poderoso tour-even- R. Credo che l'alimentazione sia la base della no-
to. Speriamo che gli organizzatori seguano e stra vita e una delle cose di massima importanza.
ascoltino il nostro suggerimento e che l'evento Dopo aver fatto molte esperienze, ora seguo un
salsa più grande d'Europa, nella prossima edizio- regime alimentare particolare, la giusta alimenta-
ne sia portato almeno a sei giornate. zione che adatto al mio corpo.

L'intervista D. Dai un consiglio a chi vuole iniziare una car-


riera nel mondo della danza.
Angelo Rito in 6 domande R. Il mio consiglio più grande è quello di studiare
il più possibile e cercare di sacrificarsi qualunque
D. Quando hai iniziato a studiare danza e cosa sia il proprio obiettivo. q
ti ha spinto a farlo?
R. Ho cominciato a ballare quando ero molto pic-
colo, avevo 6 anni. Provengo dal Sud d'Italia che,
purtroppo, a tutt'oggi non offre a una persona
molte possibilità di farsi una posizione… Fu mia
madre a spingermi a ballare.
D. Il tuo percorso ti ha portato a vivere e lavora-
re a Roma, quali sono state le altre tappe?
R. Le mie tappe prima di Roma sono state Milano,
Madrid e New York.
D. Hai lavorato con i maggiori maestri del mon-
do, ce ne parli? Con chi ti sei sentito più in sin-
tonia?
R. Grazie a Dio ho avuto l'onore di lavorare con
persone valorose. Ho passato un periodo della
mia vita a “pendolare” tra New York e la mia casa
e facevo qualsiasi lavoretto per pagarmi le spese
e poter andare a studiare. Ho studiato con i più
grandi maestri del mondo della danza in genere:
Eddie Torres, Papito Jala Jala, Janet Orta, Flavio
Bennati, Irini Res, Marco Ierva e con autorevoli
maestri alla prestigiosa accademia Alvin Ailey, di
Broadway

OTTIMA RIUSCITA DEL VESPA RADUNO


di EUGENIO ORRICO
Ottima la riuscita della seconda edizione del “Ve- te giornata.
spa Raduno Interregionale, Riviera dei Cedri” che <<Abbiamo raggiunto un buon numero di iscri-
si è svolta a Scalea, in Piazza Saverio Ordine. zioni>> - hanno commentato gli organizzatori del
Hanno partecipato all'evento 160 vespisti prove- Vespa raduno - <<e ringraziamo tutti i Vespa club
nienti dai vari Vespa club di Calabria, Basilicata, che ci hanno onorato della loro presenza>>. <<Il
Puglia e Campania. A fare da apripista ai vespisti, nostro entusiasmo>> - commentano dal direttivo
gli organizzatori del Vespa club di Scalea. - <<è cresciuto e continuerà a crescere perché si
Il giro turistico si è svolto per le vie cittadine e si tratta di una iniziativa che è stata accettata di
è prolungato verso Santa Domenica Talao dove, la buon grado e con tanta simpatia, da tutti, anche
Pro Loco ha offerto un rinfresco a tutti i parteci- dai non addetti ai lavori>>.q
panti. Durante la manifestazione, sono state ef-
fettuate le premiazioni di rito ed è stato ufficializ-
zato il gemellaggio tra il Vespa club scaleota e
quello di Canosa di Puglia, giunto la sera prima at-
traverso la suggestiva e panoramica Mormanno-
Scalea.
Gli organizzatori dell'evento, che ha riscosso un
notevole successo, hanno ringraziato l'Ammini-
strazione comunale, la Polizia Municipale, il Co-
mando Compagnia Carabinieri di Scalea, la Pro Lo-
co di Santa Domenica Talao, il team Vespa club -
Scalea e tutti quelli che, in qualche modo, hanno
contribuito alla buona riuscita della entusiasman-
giugno-luglio 2010 Nella Nostra Città o9
IL RAFTING A
ANNARITA E FABIO: NOZZE DA FAVOLA “UNO MATTINA ESTATE”
Annarita Manco, adorata figlia del nostro caro di- de, la più elegante delle Ville Tuscolane.
rettore Nando Manco, giorno 11 giugno 2010, si Giunti di fronte all'imponente e famosa villa, che
è unita in matrimonio con Fabio Arieta. La bellissi- ha ospitato Alberto Sordi nel celebre film “Il Mar-
ma e suggestiva cerimonia religiosa, officiata dal chese del Grillo”, immersa in tanto verde, gli ospi-
sensibile Padre Augusto, si è svolta nella stupen- ti, attraversato il lungo viale alberato che collega
da e monumentale Basilica dei Santi Giovanni e la villa alla strada, sono stati fatti accomodare al-
Paolo (foto 1) al Celio in Roma, nota come “Basi- l'interno dei saloni nobiliari (meravigliosa la galle-
lica dei lampadari” per gli splendidi ed enormi ria con i suoi affreschi che sovrasta il portico) per
lampadari che brillano sull'altare. All'importante assaporare l'ottimo “Gran Buffet Acquaviva” (inti-
appuntamento, Annarita e Fabio sono stati cir- tolato ad uno dei tanti nobili che si sono succe-
condati da parenti ed amici, accorsi numerosi, in duti, in questi 500 anni, nella proprietà della villa).
largo anticipo a Roma, per far sentire la loro soli- Subito dopo, gli invitati sono stati fatti accomoda-
dale presenza che si è protratta fino a domenica re nell'elegante giardino, che si affaccia su Roma,
13 giugno. Venerdì sera il corteo, partito da Piaz- per dare inizio alla cena nuziale. Dopo il taglio
za Fiume, intorno alle 16,00, è arrivato in Piazza della torta, a mezzanotte passata, in contempo-
SS. Giovanni e Paolo atteso da altri invitati. Bellis- ranea, sono stati allestiti carrelli di frutta esotica e
sima e toccante la funzione religiosa che ha com- di stagione, dolci vari e, logicamente, tutta la gam-
mosso tutti per l'atmosfera che si respirava, per ma di confetti di Sulmona, il tutto innaffiato con I riflettori della seguitissima trasmissione “Uno mat-
l'organizzazione, per i sontuosi ed eleganti ad- Ferrari e allietato da tanta allegria e buona musi- tina estate” si sono soffermati sulle bellissime e
dobbi floreali e per la celestiale musica che si ca-soft. Poi si è passati alle foto ricordo e ad una selvagge gole del fiume Lao per filmare alcuni mo-
diffondeva nell'aria. Al termine della funzione ma- serie di simpatici e goliardici scherzi, improvvisati menti straordinari di una discesa in gommone, al-
trimoniale, un lungo e scrosciante applauso ha dai tantissimi giovani amici, che hanno divertito e la quale ha voluto partecipare anche la splendida
echeggiato tra le navate della meravigliosa Basilica rallegrato i presenti. Sul tardi, gli auguri e i saluti di e sorridente inviata Claudia Andreatti (nella foto
ricca di pregiati affreschi. rito. con Primo Galiano). Dallo studio Rai, la graziosa e
Il lungo corteo, poi, si è spostato da Roma in di- Il condirettore e amico di famiglia Giovanni Celico dolce Georgia Luzi e il bravo e simpatico Pier Lui-
rezione della vicina Grottaferrata (Castelli Romani) e tutta la redazione del Diogene esprimono al di- gi Diaco conduttori della trasmissione si sono col-
per raggiungere la magnifica Villa Grazioli (foto 2), rettore Nando Manco, alla gentile e affabile con- legati con le rive del Lao per trasmettere un servi-
una costruzione del 1500, eretta su un pendio a sorte Loredana Marsilli, ai consuoceri Gino Arieta zio sul rafting che da anni viene praticato nelle
forma di croce, voluta da Antonio Carafa, autore- e Raffaella Vitale e soprattutto ai neo sposi, Anna- splendide acque di questo magico fiume. Primo
vole cardinale molto vicino a Gregorio XII, cui lo rita e Fabio, i più sinceri e sentiti auguri di serena, Galiano pioniere di questo sport fluviale, è stato
legavano sentimenti di stima e affetto. Villa Gra- lunga e felice vita insieme. q (G.C.) intervistato dalla spumeggiante e bella Claudia
zioli fu ritenuta, già nel '700 dal marchese De Sa- Andreatti, miss Ialia 2006. La regia esterna è stata
foto 1 curata da Emma Mastroianni. Galiano ai microfoni
di “Uno mattina estate” ha risposto con piacere
spiegando che questa attività turistica-sportiva
può essere praticata da persone dai 6 agli 80 an-
ni, senza alcun problema. Questo adrenalinico
sport fluviale, che unisce attività fisica e turismo, è
una esperienza affascinante e indimenticabile
che, almeno una volta nella vita, tutti dovrebbero
vivere.
QUAD: Il Quad (ATV) è un quadriciclo a motore
ideale per il fuoristrada. Nasce in America dove, in
alcuni stati, ha addirittura sostituito il cavallo. È il
mezzo ideale per le escursioni, si presta benissi-
mo alla guida off-road anche per i principianti, ba-
sta essere in possesso di patente categoria “A” o
foto 2 “B” per provare un'esperienza indimenticabile.
Guidare un quad è facile e intuitivo, basta seguire
i consigli di personale specializzato.
Noleggio Quad
Via del Mare, 1 - Castrocucco di Maratea (Pz)
www.quadhorseranch.it
e-mail: info@quadhorseranch.it
Francesco: 335.6092689
info@mararanch.it - Tel. 0973.871760 - 871716
INFO POINT SCALEA: EDILFERRAMENTA CAPOZZA

Punti vendita:
SCALEA - Via Lauro, 240/264b
Roma - Arco d Costantino Fabrizio 328.7514238
Matteo 328.1284855
10 o Nella Nostra Città giugno-luglio 2010

Un pezzo di storia cittadina si è concluso:


DONNA MARIA RUSSO BERGAMO NON È PIÙ!
di GIOVANNI CELICO
Donna Maria (nella foto), vedova del mai dimenti- prestigiosa che l'allora “convitto” praiese annovera-
cato Dario Bergamo, sindaco democristiano di Sca- va, era in grado di ripetere, a memoria, interi “passi”
lea fino al 1980, conosciuta ed affettuosamente in latino dell'Eneide, nonché diversi “stralci” dei Pro-
chiamata, con rispetto ed ammirazione, proprio co- messi Sposi.
sì, l'adorata mamma di Alessandro, medico, già par-
lamentare e ora consigliere comunale, di Pasquale,
già medico sociale dell'Inter e della Juve, nonché vi-
cesindaco nel 2000, di Marika, moglie di Alvaro Cri-
stiani, e di Renata Bergamo, si è spenta, serenamen-
te, all'età di 81 anni.
Dotata di grande nobiltà d'animo, personalità e ca-
risma, fu punto di riferimento per tanti epigoni, e
non solo “scaleoti”, che si affacciavano, alcuni a fian-
co del marito e altri anche in contrapposizione, con Nel centro di San Nicola Arcella
fatica e difficoltà, alla vita pubblica, nel periodo
compreso tra il 1960 e il 1980, anni di grande fer- L’INCONTRO
mento per l'intera popolazione locale e anche per Ristorante - Pizzeria
quelle dei centri limitrofi. La sua “cucina”, al secon-
do piano di Via Oberdan, in pratica una vera e pro- tel. 0985.3208
pria “fucina” di idee, è stata, per lunga pezza, il “sa-
lotto buono” della zona ed era lì che venivano, man
mano, accolti i maggiorenti politici, specie della ex
D.C. (da Gennaro Cassiani a Riccardo Misasi), non-
ché gli “amici” di sempre (Nicola Corcione, ad esem-
pio, vi aveva una sedia tutta sua): era lì che, in pra-
tica, si ipotizzavano strategie, cercavano e
saldavano alleanze, prospettavano intese, per il mi-
glioramento della popolazione locale e comprenso-
riale, e, soprattutto, si “cercavano voti”! Discreta ed
intelligentissima, a fianco dell'amato marito, ma stan- Donna Maria ha lasciato, con la sua dipartita, dun-
do sempre un…passo indietro, Donna Maria ha cer- que un vuoto non solo nella famiglia ma anche nel-
cato, puntigliosamente, negli anni, attraverso l'am- la popolazione e in coloro che hanno avuto la ven-
ministrazione comunale, che ovviamente tura di conoscerla e che potrebbe, sul versante
influenzava, di “costruire un futuro comune e con- pubblico, nei modi e termini che si riterranno più
diviso”: era chiamata, senza ombra di una qualche consoni ed opportuni, essere, in parte, colmato: la
mancanza di rispetto, “la sindachessa”! bella e frequentata villa comunale, con la fontana,
Padrona di casa impeccabile ed affabile, gentile e una sua idea tramutata in realtà, a distanza di 40 an-
disponibilissima e sempre col sorriso sulle labbra, la- ni dalla sua splendida realizzazione, dopo tante in-
sciava la sua porta di casa, da mattina a sera, sempre titolazioni toponomastiche approssimative e fretto-
aperta, indistintamente, per tutti. lose potrebbe essere, a ragione, ora intitolata: “Villa
Possedeva un grande amore per i classici, era dota- Donna Maria Russo Bergamo”. q
ta di una memoria eccezionale: aveva frequentato
con grande profitto, nella primissima giovinezza, il LAUREE
“Ginnasio” di Praia e, coltivando un “ricordo” sem- La dottoressa Mariangela Serra, il 9 giugno 2010,
pre riverente per Maria Lomonaco, l'insegnante più ha brillantemente conseguito la laurea in Giurispru-
denza presso l'Università degli Studi della Calabria,
discutendo l'interessante ed originale tesi “La pena
LIBRI DA LEGGERE di morte tra etica e diritto” che ha riscosso il plau-
so della Commissione ed il massimo punteggio: re-
latore il chiarissimo prof. Gian Pietro Calabrò. Da
Presentato nella biblioteca civica di Piazza de parte della Redazione congratulazioni e auguri vi-
Palma a Scalea, il libro di Gianfranco Cioni “A vissimi a Margiangela per questo suo meritato se-
Sud di Eboli” - Falco editore. condo titolo accademico, unitamente ai genitori
La fortuna o la sfortuna di nascere nel profondo Ercole Serra (nostro collaboratore) e gentile signo-
sud, in una località dell'entroterra. Il confronto ra Giovanna Landi, alle sorelle, al fidanzato Pietro
con l'altra italia. ed a tutti i parenti.
La forza e la caparbietà di realizzare i propri so- Il 15 giugno 2010, presso l'uni-
gni nel proprio paesello natìo. versità di Fisciano (Salerno) si è
Condoglianze
Sono intervenuti Giovanni Le Rose, presidente brillantemente laureata in Giu- Il 5 giugno c.a. si è spento Carmelo Russo, ex di-
della Pro Loco di Scalea, Giuseppe Forestieri e risprudenza, Anna Covucci, fi- pendente comunale, da qualche anno in pensio-
Fabio Ferrara, in rappresentanza dell'amministra- glia del nostro amico e socio ne. Alla fine degli anni '50 Carmelo, come tanti ita-
zione comunale, e Michele Falco, editore del li- Giuseppe. Il direttore e la re- liani e, in particolar modo, come tanti calabresi e
bro. dazione tutta augurano alla compaesani, era emigrato in Sud America, a San
Ha moderato, come sempre, egregiamente il pro- neo dottoressa una luminosa Paolo del Brasile. Tornato in Italia, fu assunto, ne-
motore culturale Egidio Lorito. carriera, costellata da successi, gli anni '70, presso il comune di Scalea, dall'allora
gratificazioni e tanta felicità. amministrazione Dario Bergamo. Carmelo, che tut-
Sono seguiti, poi, gli interventi dei numerosi pre- ti chiamavano e conoscevano con il simpatico no-
senti. mignolo di “Ciuffettino”, era una persona educa-
Dopo i saluti, è seguita una ottima degustazione
di prodotti e specialità della rinomata azienda ALFREDO ALAMPI tissima, gentile, affabile e buona.
La sua scomparsa, ha destato in quanti lo cono-
“Casa Maierà”. pittore da scoprire ed apprezzare scevano e apprezzavano per le sue doti umane,
tanto dispiacere e tanta commozione. Un lungo e
Nell'ospitale libreria “Victoria” di Praia a Mare, la di MARIO MIROLO nutrito corteo, in segno di stima e affetto, ha ac-
giornalista Isabella Marchiolo, ha presentato la compagnato Carmelo nel suo ultimo viaggio terre-
sua ultima fatica letteraria intitolata: “Un giorno Per Alfredo Alampi, la capacità di comunicazione
visiva diventa trasformazione del mondo reale in no, dalla sua abitazione, in via Spinelli, alla chiesa
come lei” - Abramo editore. e fino al cimitero. Il direttore del Diogene e la re-
Ha illustrato e coordinato il bravo Vincenzo Cor- un suo universo artistico privo di astrazioni e solo dazione tutta porgono alla famiglia del caro Car-
raro con l'apporto del direttore editoriale e scrit- in apparenza emblematizzato da significati espres- melo, le più sentite condoglianze.
tore Mauro Minervino. Un libro dedicato a donne sionistici. L'artista si esprime così con un ritorno al-
calabresi schiette, forti e belle. la semplicità davanti alla bellezza del paesaggio In ricordo di Ulderico Bloise
Quello della emergente scrittrice reggina è un emotivamente sentito ed elaborato con segni che Quest'anno, ricorrono 50 anni esatti dalla morte
modo di raccontare moderno e scorrevole, sen- danno ritmo all'immagine. L'esuberanza del colore di Ulderico Bloise e 90 anni dalla nascita. Essendo
za mezze misure, che seduce sensibilmente il let- esclude ogni parvenza di “tendenze barocche”, ancora vivo il ricordo dello sfortunato Ulderico tra
tore. Ottima e d'impatto la padronanza della ter- perché deriva dalla ricerca razionale di una visio- alcuni concittadini che hanno superato i 50 anni,
minologia usata. ne inserita nel mondo di oggi. Alampi si dimostra il figlio Cristoforo ha pensato di ricordarlo attra-
Come sempre, ha fatto gli onori di casa il premu- ancorato alla concezione descritta del realismo, verso le colonne del nostro giornale evidenzian-
roso e disponibile Pasquale Lanzillotti. caratterizzato dalla assimilazione di un paesaggio, do l'attaccamento e la sua passione per il lavoro
così come creato dalla natura, sempre in movi- che svolgeva al comune di Scalea, con scrupolo-
MUSICA: giorno 14 luglio, in piazza municipio in mento e nutrito della mutevolezza del tempo e in- sità e intransigenza, ma nello stesso tempo, di aiu-
Praia a Mare, gran concerto del trio “Meets Lin- terpretato con un nuovo significativo linguaggio. to verso le persone in difficoltà. Per queste sue
da”, diretto da Umberto Napolitano. semplici e grandi doti umane, Ulderico Bloise ave-
La ricerca di questa interpretazione idealizzata va conquistato in pochissimo tempo la stima e la
Ospite della serata, la bravissima Linda (già ammi- dalla natura riporta l'effettiva visione compositiva
rata a Sanremo e in altre trasmissioni televisive) fiducia dei suoi amati concittadini. Nato il 9 luglio
e vibrante, tensione interiore dove i segni sono di- 1920 a Scalea e morto a Roma il 27 giugno 1960,
apprezzatissima per la sua poderosa e accatti- ventati simboli della memoria, forti, vivi e dimo-
vante voce. q strativi nella loro continua variabilità. q
la famiglia tutta lo ricorda vivamente.
giugno-luglio 2010 Parola ai Lettori o 11
La posta di Nando Manco: diogenemoderno@yahoo.it
L’ENNESIMO INGANNO, VIA ROMA DIMENTICATA,
I SOLITI GIOCHETTI, L’IMPORTANZA IGNORATA E GREAT FOOD...
L'ennesimo inganno cui via Roma ed il piazzale del vecchio municipio
vengono tirati a nuovo.
Sindaco ed in particolar modo amministratori co-
munali, a cadenza fissa, fanno la loro comparsa FRANCO NACCARATO
su quotidiani e radio locali per mettere in evi- Con una battuta, possiamo dire che ci vorrebbe-
denza, con articoli e dichiarazioni, le loro gesta. ro più ricorrenze simili, in modo da assicurare
I lettori e gli ascoltatori, meno addentrati nella una maggiore attenzione ed una più puntuale
politica scaleota, leggendo e apprendendo certe pulizia. A proposito, ancora non sappiamo che
notizie, sicuramente penseranno che la nostra sia decisioni saranno prese per il fatiscente, vecchio
un'amministrazione attiva e fattiva, ma, come comune che versa in condizioni pietose e di ab-
qualcuno sosteneva, tra il dire ed il fare c'è di bandono assoluto. q
mezzo il mare. Abbiamo fatto la fine di Belvede-
re, dove si scrive soltanto mentre la comunità lan-
gue in uno stato di lassismo e immobilismo pau-
roso. Sono anni che non si realizza una strada, un
I soliti giochetti
marciapiede, o una qualsiasi opera pubbllica, E finiamola con questi giochetti di specialisti so-
grande o piccola che sia, solo pubblicità attra- praffini e governatori ben pensanti. Le misure giu-
verso i media. A Scalea, vale lo stesso discorso. ste, oneste, di buona coscienza, si devono fare.
A proposito di mare, nei primi giorni di giugno e, Cosa fece Mussolini quando si trovò in un caso di
precisamente domenica 6 c.a., non è stato pos- crisi economica? Lui che non percepiva stipendio
sibile fare il bagno nel mare di Scalea, in quanto dallo Stato ma che viveva con i proventi degli ar-
l'acqua era nera come la pece. Chissà cosa suc- ticoli pubblicati sul suo giornale. E Michele Bian-
cederà in agosto. A proposito di attenzione ver- chi, morto in povertà, e il Ministro della bonifica
so la città, rispetto alla precedente amministra- integrale De Crollalanza che, alla caduta del Fa-
zione, noto niente di nuovo e di cambiato, si scismo, per fare un vestitino al figlio, ebbe a pre-
continua con lo stesso menefreghismo e andaz- starsi i soldi; e mio cugino Nino Moscato, conso-
zo. Il sindaco, accompagnato da qualche ammi- le generale della Sicilia e durante la guerra
nistratore, va alla processione del Corpus Domini, comandante del 28° gruppo CCNN con sede a
ai funerali, alle premiazioni sportive ma la città Napoli, cessata la guerra andava con la zappa a
continua ad agonizzare verso una morte sicura. coltivare il bergamotto lasciato dalla madre. Que-
La delusione è tanta, perché, come sostengono sti erano gli uomini da deprecare e uccidere?!!!
in molti, il buongiorno si vede dal mattino. Scalea Quanta è bella questa democrazia che non met-
cercava un sindaco capace e risolutivo, almeno te le mani nelle tasche degli italiani, ma che riem-
nell'amministrazione ordinaria e non un sindaco pie quelle dei governanti con stipendioni da na-
di rappresentanza. Spero di sbagliarmi ma, anco- babbi e con case regalate.
ra una volta, noi scaleoti ci troviamo tragicamen- Questa democrazia piagnucolona per rimbambiti
te al cospetto dell'ennesimo inganno. Allora mi fessi, oh quanta è bella! E quante deliziose, ra-
chiedo chi salverà Scalea? gionevoli, coscienziose parole sa dirci.
E caspita! Volete che litighino tra loro per que-
LUCA GUAGLIANONE sto? Tutti dolci, dolci come agnellini, a manca, a
Rimandiamo, come accadeva una volta a scuola, dritta e al profondo centro. Complimenti e vita
tutti(o) a settembre. Non sappiamo più, vera- lunga, indisturbati.
mente, a quale santo rivolgerci. Scalea sembra DEMETRIO ALAMPI
sottoposta ad una maledizione che si protrae da (il penultimo novantacinquenne)
oltre 40 anni. Senza cercare il pelo nell'uovo o
fare riferimento alle mega opere, per sottolinea- Chissà cosa penseranno i giovani leggendo que-
re l'indifferenza e la totale disattenzione verso la sto suo scritto, un pò retrò ma che può e deve
città, vi invitiamo a percorrere via Lauro, parten- far pensare. Certo, ascoltando i piagnistei di cer-
do da nord (piazza Caloprese) a sud, idem per la ti politici e le grosse somme che spendono per
parallela via Fiume Lao, per constatare come sia far fronte alla loro dispendiosa e frenetica atti-
facile sobbalzare con i mezzi a motore sui molte- vità, c'è da credere che a fine mese resteranno
plici “canaletti” (crateri) esistenti sull'asfalto che senza un centesimo. Poveretti! Ma si saranno
partono da un lato all'altro della carreggiata nel- chiesti e domandato come fanno tante famiglie
le due arterie menzionate. Questo accade da ol- italiane a sbarcare il lunario con meno di mille eu-
tre due anni ma, stranamente, nessun dipenden- ro al mese? Come fanno a pagare le bollette del-
te dell'ufficio tecnico-manutentivo o della polizia l'energia elettrica, del telefono, della spazzatura,
municipale, o politico di turno, si è accorto di dell'acqua, del gas, oltre a pagare il bollo del-
niente. Probabilmente, avranno dei mezzi super l'auto, l'assicurazione del veicolo, il pedaggio au-
ammortizzati. Beati loro! q tostradale, il canone rai, le tasse varie, a proposi-
to, ma mangiano? Vanno al ristorante? Al
cinema? Si vestono? Hanno mai fatto vacanze?
La via Roma dimenticata Ma vogliamo bestemmiare. La verità è che rinun-
ciano, fanno economia su tutto, anche sui beni di
Via Roma, l'antica via che porta all'ex municipio, prima necessità. E durante l'inverno, lungo e
per 364 giorni all'anno, viene trascurata e dimen- freddo, molti, loro malgrado, sono costretti a fa-
ticata dagli operatori ecologici e lasciata di con- re a meno del riscaldamento e a desiderare tan-
seguenza al suo destino. Se questa strada riesce te cose. Questo è il menu dell'italiano medio, ri-
a mantenere un minimo di decenza, dobbiamo medi e provvedimenti per attenuare questa
ringraziare alcuni residenti scaleoti come i coniu- situazione non se ne vedono all'orizzonte, anzi il
gi Scoppetta e la signora Ianniello, attaccati alla Governo ha varato un piano di risanamento eco-
città e al decoro della medesima. Se non fosse nomico che prevede una stretta generale per ri-
per il loro impegno quotidiano, penso che non durre il deficit pubblico. Ma cosa intendono dire
sarebbe facile attraversarla a causa della sporci- con la ricorrente frase che, non metteranno le
zia e delle sterpaglie che si trovano sul ciglio del- mani nelle tasche del ceto medio? Con il caro vi-
la stretta e caratteristica arteria. Abitando un po' ta (carburante, elettricità, assicurazione, bollette
più sopra e attraversandola più volte al giorno, ricorrenti ecc.) il caro vita scatta in automatico.
ho potuto constatare personalmente ciò che sto L'italiano che vive con un misero stipendio o una
portando all'attenzione dei lettori e, mi auguro, sola entrata, cosa deve stringere più? Eppure l'I-
dell'amministrazione comunale. Attenendomi ai talia è piena di macchinoni, di barche da nabab-
fatti, noi che abitiamo in via Roma dovremo pa- bo, di aerei privati, di abitazioni faraoniche e di
gare la Tarsu (la tassa della spazzatura) un solo persone, amanti della bella vita e dei viaggi. E mai
giorno all'anno e, precisamente, in occasione nessun governo riuscirà a cambiare questo triste
della ricorrenza dei caduti di tutte le guerre, e dolente registro. A voi le conclusioni. q
quando il sindaco e le autorità, militari e civili, si
recano in corteo davanti al vecchio comune per
deporre una corona in memoria, ai piedi della la-
pide che ricorda gli eroici martiri caduti per di-
fendere la Patria. Ecco, questo è l'unico giorno in
Associati anche tu! 30/6/2010
12 o Parola ai Lettori giugno-luglio 2010

L’importanza ignorata della stagione turistica potrebbe dare più sollie-


vo ed essere utile a tutti. L’avv. ANNA MANCO risponde
La mia, più che una lamentela, vuole essere uno Pensando di trascorrere la mia vita da pensiona- matrimonialista e specializzata in diritto di famiglia
sprono ai nuovi e vecchi amministratori comunali to lì da voi, spero di vedere un cambiamento po-
che parlano del Centro storico solo in occasione Ho 30 anni e sono sposato con due figli. Da una
sitivo. relazione extra coniugale è nata una bimba (ora
di campagne elettorali, di attivarsi per il bene co-
mune e di avere un occhio di riguardo per la par- Ritornando ai nostri ragazzi del Vigrì, voglio par- di sei anni) che io non ho mai visto. La madre del-
te di Scalea più antica e suggestiva. Finito il pe- larvi dello splendido lavoro che svolgono nel lo- la piccola ha presentato da poco ricorso per la
riodo elettorale, tutti fanno orecchi da mercante ro ristorante. dichiarazione giudiziale di paternità, poichè pre-
e tutto torna nell'oblio e nel dimenticatoio più Ho “speso” molto tempo con Enzo in cucina e mi tende che io mantenga la minore. Ho l'obbligo di
assoluto. Dal 2005 al 2010 ha avuto la delega al sono divertito tanto nel vedere preparare i cibi farlo?
Centro storico Tiziana De Bonis. Dopo la vittoria con maestria, fotografare i succulenti piatti, stu- Certamente! Il figlio nato da una relazione adulteri-
elettorale, nelle consultazioni di fine marzo scor- na ha diritto ad essere mantenuto dal padre anche
pendi da vedere, e posso garantire, dal sapore se non c'è mai stato un rapporto affettivo tra i due.
so, conseguita dalla lista Basile, della quale face- eccezionale e ad un prezzo molto abbordabile.
va parte l'assessore uscente De Bonis, la cura del- Nel dichiarare giudizialmente la paternità (lei e sua
Il pranzo completo, durante la settimana è di so- figlia verrete sottoposti all'esame del DNA e se lei si
l'agglomerato antico della città è stato
riconfermato al consigliere Tiziana De Bonis, forse li 10 euro, inclusa l'acqua e 1/4 di vino della ca- rifiutasse, il Tribunale potrebbe trarre argomenti di
sa, mentre il pranzo della domenica costa 18-20 prova dal suo diniego) il giudice potrà porre a suo
perché, nei precedenti 5 anni aveva fatto tanto e carico, quale padre naturale, il pagamento di un
bene, anche se nessuno degli abitanti di Scalea euro.
mantenimento senza essere neppure vincolato al-
vecchia se n'è accorto. Cinque anni di lassismo e Lo staff del Vigrì è molto professionale, amiche- le richieste della madre. Ciò che conta, come spie-
di abbandono, sono stati per Basile il giusto pre- vole e familiare. Solo dopo due volte che ho ga una recente sentenza della Cassazione (n.
mio alla De Bonis che nulla ha fatto per queste mangiato al Vigrì, la gentilissima e simpatica ca- 9300/2010) è solo l'interesse della prole e null'al-
millenarie pietre, apprezzate e fotografate, no- meriera Giama si è ricordata che preferivo il vino tro. Quindi, il magistrato non è vincolato alla do-
nostante tutto, da mezzo mondo. Nel Centro rosso di Verbicaro invece che il vino della casa. manda della parte, in quanto l'art. 277, secondo
storico la sporcizia e l'incuria la fanno da padro- Ho scritto questo articolo-lettera per condivide- comma, del codice civile gli conferisce "il potere di
ne. Controllo ed attenzione sono merce rara. In- adottare di ufficio, in ragione dell'interesse supe-
torno e nella parte sottostante l'Antiquarium, che re con voi la mia esperienza al Vigrì e per elogia-
riore del minore, i provvedimenti che stimi oppor-
rischiamo di perdere per il menefreghismo e l'in- re l'ottimo lavoro di Enzo e Angela nel loro risto- tuni per il mantenimento del minore stesso".
differenza dei politici locali, oltre alla sporcizia è rante sulla costiera di Scalea, sul lungomare Tale interesse sussiste a prescindere dai rapporti
possibile trovare le più svariate fetenzie. Tutto dell'Ajnella. d'affetto che possono eventualmente instaurarsi
versa nell'abbandono più totale. Invece di fare DIANA AND GUIDO (OREGON-USA) con il presunto genitore o con la disponibilità di
salotto in corso Mediterraneo perché sindaco e questi ad instaurarli.
delegata non fanno un sopralluogo nelle piazze Curatori del blog “Il Terrazzo Italiano” Alla luce di ciò che ho detto, pertanto, le consi-
e nei vicoli del Centro storico? Dopo il poco at- glierei di trovare un accordo bonario con la madre
taccamento alle proprie radici dimostrato ed il Siamo ben lieti di ospitare questa lettera che par- di sua figlia. Ciò le eviterebbe giudizi ed esami di
sorta, che inevitabilmente porterebbero delle con-
seguenze negative nei rapporti con sua moglie . q
conseguente fallimento dei primi cinque anni la di argomenti già trattati e condivisi dal nostro
(2005-2010) perché riconfermare come delega- giornale. Riguardo al Vigrì, si sfonda una porta
to al Centro storico la stessa persona? Che scu- aperta, in quanto ben conosciamo la sua politica
sante troviamo verso i tanti turisti e visitatori che commerciale e la cura prestata dai titolari per
trovano questa spaventosa e assurda situazione? meglio accogliere la clientela. La forza ed il gran-
FRANCESCO LABADESSA de merito di Enzo, pensiamo, è stato quello di
mettere in condizioni di mangiare cibi a base di
Tutto vero e, purtroppo, niente di nuovo dal suo pesce anche alle tante persone che non si pote-
accorato scritto. Su questo spinoso argomento vano permettere, per motivi economici, di recar-
sono stati sprecati fiumi d'inchiostro. Grazie al- si al ristorante per gustare pietanze di mare. Il re-
l'interessamento del nostro giornale e alle sue se-
gnalazioni, si è riusciti a far rimettere in piedi la sto lo ha detto ed esposto Lei con schiettezza e
millenaria cappella di San Cataldo (primo manda- sincerità. Finalmente qualcuno che elogia, che
to Russo) e a far nuovamente illuminare (anche non polemizza, che riempie di complimenti e
se non al cento per cento) i ruderi del Castello che dà preziosi suggerimenti. Speriamo che si
Normanno e mettere qualche pezza ad altri mo- faccia portavoce della Sua gradevole esperienza
numenti storici come Torre Talao e il bronzo del a Scalea e che possa ritornare al più presto con
Caloprese, da poco restaurato e a vincere le ri- tantissimi “squisiti” amici. q
serve e le resistenze, di quei pochi interessati,
per la chiusura di Piazza Caloprese. Purtroppo, il
ritornello sul Centro storico, puntualmente, ad
ogni inizio della stagione estiva, giustamente ri-
torna d'attualità. Quello che dovrebbe essere il
fiore all'occhiello per l'intera città, purtroppo,
non è preso, a torto, nella giusta considerazione.
Questo disdicevole andazzo, porta, dunque, a
perdere quella importante fetta di turismo cultu-
rale che potrebbe tornare utile anche nei perio-
di, cosiddetti morti, di bassa stagione. q

Great food and food


for Tought Calabria
La forza del ristorante Vigrì di Scalea è rappre-
sentata dalla affiatata coppia formata dai coniugi
Grisolia (nella foto).
Voglio parlarvi un pò di più di questi due ragazzi,
del loro ristorante e della loro filosofia di vita e,
nel contempo, della avanzata comunità in cui vi-
vono.
Recentemente Angela si è presentata con il grup-
po “Scalea libera”, alle elezioni comunali, non
riuscendo, però, nell'intento ma comunque con-
tinuerà, anche con l'aiuto di altre persone, allo
sviluppo della piccola cittadina.
Devo fare una riflessione: come mai un paese co-
me Scalea, che vive prettamente di turismo e che
ha numerose infrastrutture turistiche dislocate su
tutta la costa, apre i battenti solo ai primi giorni
di luglio?
Secondo il mio modesto parere, si potrebbe
sfruttare un po' di più il turismo proveniente dal-
l'America, dall'Inghilterra e da altre nazioni euro-
pee, se tutto fosse pronto qualche mese prima,
anche perchè le temperature sono ideali già dai
primi giorni di maggio. Scusate ma ho dimentica-
to di dirvi che questa parte dell'Italia non gode di
una buona economia e, quindi, l'allungamento
giugno-luglio 2010 Nel Circondario o 13
Intervista a Loredana Olivieri, 39 anni, attuale vicesindaco, nonché assessore alla
cultura e allo spettacolo, di Papasidero, cittadina famosa per “il graffito del toro”
I PICCOLI COMUNI HANNO UN FUTURO SE SI METTONO INSIEME E COLLABORANO TRA LORO
di NANDO MANCO in quattordicesima...
D. Vicesindaco Olivieri, non pensa che se la Grot- la stessa Scalea che, con la sua enorme ricettività
ta del Romito fosse ubicata nel nord d'Italia rap- potrebbe trarne benefici, a livello sia economico
presenterebbe una fonte di ricchezza maggiore? che culturale, proponendo ai suoi visitatori, un'of-
Trovandosi, invece, ad Avena di Papasidero, quel ferta più ampia e ricca. Questo è solo un piccolis-
valore aggiunto tarda ad arrivare. Perché? simo esempio di collaborazione e sinergia tra co-
R. Più o meno un anno e mezzo fa, mi trovavo in Ir- muni che, con l’impegno di tutti, potrebbe essere
landa, sulla costa ovest (voglio precisare che, ol- allargato.
tretutto, mi piace tantissimo viaggiare, scoprire e D. Nell'imminenza cosa pensa di fare per la Grot-
visitare posti a me sconosciuti), e sono rimasta sor- ta del Romito?
presa nel constatare che in quei luoghi riescono a R. Con gli altri membri dell'amministrazione abbia-
valorizzare anche le pietre. Sì le pietre, non sto mo avuto un incontro con il prof. Martini che cura
scherzando. Dopo due ore di strada su di un au- gli scavi da 10 anni. Insieme con lui, in occasione
tobus, dal centro siamo finalmente arrivati alla me- dei 50 anni (scatteranno nel 2011) dalla grande
ta, per la visita delle già menzionate pietre, il loro scoperta del bos primigenius, sperando anche nel-
piatto forte culturale. Però, non vi dico che cosa in l'aiuto della Regione, vorremmo creare un piccolo
quel posto sono riusciti a creare e anche in altri si- rale del Papa, si è spostato da Città del Vaticano a archeogromo, vale a dire un ambiente del paleoli-
ti del mondo sono bravi ad inventarsi la storia, pur Papasidero per ufficializzare, con una solenne e tico. L'obiettivo è anche quello di far confluire nel
avendo niente, questa è la verità. toccante cerimonia, l'importante passaggio della nostro Comune più scuole possibili, nell'intento di
Ecco, noi non siamo capaci di “sfruttare” (che brut- parrocchia in Santuario. Il cardinale Comastri, con a sensibilizzare bambini e adulti verso i graffiti e ver-
ta parola, ma è così) o, meglio, di valorizzare le no- fianco mons. Domenico Crusco, vescovo della Dio- so questo particolare e importante periodo stori-
stre inestimabili ricchezze. cesi di San Marco-Scalea ed il vescovo emerito Au- co. Siamo partiti, a spron battuti, per ospitare già
Quando qui nasceva la cultura, in quei posti ulula- gusto Lauro, è stato circondato da una moltitudine da subito nutrite scolaresche provenienti da Firen-
vano i lupi. di prelati, come il nostro valente don Ezio Sapori- ze e, posso dire a chiare lettere, che non ci fer-
D. Cosa si può fare per allargare e migliorare la to, che ha fatto gli onori di casa, e suore di vari isti- meremo qui. Per gli alunni più piccoli la sola spie-
stretta e a tratti tortuosa strada che porta al sito tuti religiosi. La processione, dopo aver fatto tap- gazione dell'insegnante non può bastare e rischia
del Romito? pa, inizialmente, nella chiesa di San Francesco, di annoiare e di non lasciare nulla nelle loro giova-
R. Premetto che la strada è di competenza comu- preceduta dalla banda musicale e da militari a ca- ni menti. Penso che metterli in contatto con qual-
nale, ma vista la crisi economica che attanaglia in vallo, è salita, poi, tra i suggestivi vicoli del Centro cosa di concreto sia la cosa più interessante e me-
particolar modo i comuni del profondo meridione storico in Piazza Umberto I, dove è avvenuta la be- no noiosa.
d'Italia, dobbiamo cercare di trovare i fondi neces- nedizione della Madonna di Costantinopoli ad D. Torniamo alla strada e all'entrata che porta al
sari attraverso finanziamenti, in modo da migliora- opera di sua eminenza Comastri, per arrivare infine Romito.
re un bene e un patrimonio di interesse mondiale. alla parrocchia di San Costantino. Al termine della R. Abbiamo pensato, per il momento, di migliorare
Noi, neo-amministratori comunali, da poco inse- toccante funzione, l'emissario di Sua Santità ha poi alcuni tratti partendo dal sito e andando verso l'u-
diati, stiamo già pensando seriamente di mettere a impartito la benedizione papale con indulgenza scita, nel tentativo di allargare dove possibile e
fuoco i nostri obiettivi per risolvere al più presto i plenaria per la ricorrenza giubilare. La parrocchia creare piazzole per consentire eventuali manovre
problemi più spinosi. fino alla fine dell'anno, grazie al Giubileo concesso ai mezzi a motore più grandi. Certo gli espropri
D. Altro bene storico, monumentale e architetto- da Benedetto XVI, sarà al centro dell'attenzione non sono mai facili ma cercheremo di far capire ai
nico da non sottovalutare è, sicuramente, la chie- dei fedeli del territorio e non solo. proprietari interessati che ne trarranno beneficio
sa di Santa Maria di Costantinopoli, una meravi- D. Quali iniziative ha in programma per i prossimi anche loro. Con i 90mila euro che abbiamo a di-
glia delle meraviglie incastonata tra pareti mesi? sposizione, cominceremo ad allargare i tratti più
rocciose, l'intenso verde ed il limpido fiume, im- R. Oltre ai luoghi citati, tengo a sottolineare, senza nevralgici e, in particolare, quelli dove insistono in-
mersa in un regno di pace a dir poco celestiale. dare minore importanza, di avere in mente di re- filtrazioni d'acqua che provocano spesso frane. A
Condivide? cuperare il centro storico di Avena, abbandonato
R. Certamente sì. Giorno 28 maggio, in occasione dopo il tremendo sisma del 1981. Nel Medioevo,
del cinquecentenario della istituzione della par- questo importante centro fu abitato da più di 100
rocchia di San Costantino, S.E. il cardinale Angelo monaci, collegati con quelli di Sant'Elia e San Pie-
Comastri (nella foto in primo piano), vicario gene- tro il Grasso, nella valle del Mercurion, con testi-
monianze di numerosi insediamenti rupestri.
Come fanno da tempo al Nord, bisognerebbe ap-
profondire quella cultura del restauro e del recu-
pero con progetti mirati e adeguati. Se pensiamo
che Papasidero si trova a metà strada tra il mare ed
il Parco del Pollino, non possiamo fare altro che
rammaricarci per questa carenza. Penso che Papa-
sidero debba avere e meriti molto di più dal Parco.
Personalmente - continua la preparata e lungimi-
rante Loredana Olivieri - credo molto nei consorzi
tra comuni. I piccoli comuni, come il nostro, hanno
futuro se si mettono insieme e collaborano tra lo-
ro. Questa sinergia, nel nostro caso, dovrebbe at-
tivarsi principalmente tra i comuni della valle del
Lao. Ho notato che a Scalea, nostro punto di rife-
rimento più importante, non esiste un segnale che
indichi la Grotta del Romito. Una superficialità que-
sta che danneggia non solo Papasidero, ma anche
14 o Nel Circondario giugno-luglio 2010
dalla tredicesima...
proposito, visto che la zona pullula di sorgenti na- PERCHÈ IN CALABRIA C’È UN’ISOLA MA È COME SE NON CI FOSSE?
turali d'acqua, abbiamo pensato di creare un ac- Faccio parte, con molto orgoglio -qual-
quedotto rurale. Non è giusto irrigare le campagne che maligno direbbe “supponenza”,
con l'acqua potabile. In Africa si muore per la man- ma poco importa, di un ristretto grup-
canza di un bicchiere d'acqua e noi la sprechiamo po di calabresi -per me, più precisa-
così. Come vede, le idee sono tante e invogliano a mente, di “calabro-lucani”- che da an-
non fermarsi, ma bisognerà trovare i finanziamenti. ni va alla scoperta del proprio
D. E Costantinopoli. Le è piaciuto il restauro? territorio e poi, davanti ad una tastiera
R. In sincerità no. Almeno il campanile andava fat- di computer, cerca di trasformare in
to con una tecnica diversa e di un altro colore. Se parole le emozioni vissute. Ho avuto la possibilità di
in quel periodo avessi ricoperto cariche istituzio- girare in lungo ed in largo il territorio calabrese, di
nali comunali, mi sarei certamente opposta e nel godere delle splendide altezze che dal Pollino all'A-
contempo avrei cercato di ricreare ed avvicinarmi spromonte, passando per l'Orsomarso, la Catena
al colore originario. Il colore scelto è un pugno nel- Costiera, la Sila, le Serre, fanno della Calabria un uni-
l'occhio. Quello che possiamo fare, nell'imminen- cum nel patrimonio paesaggistico italiano; così co-
za, è cercare di eliminare le infiltrazioni di umidità me di godere di questo nostro mare (anzi dei due
che danneggiano gravemente le pareti e quant'al- mari…) che avvolge la nostra penisola, miscelando- l'isola, il presidente della Fiat) la purezza delle ac-
tro si trova all'interno. È importante riportare il San- si in quel Mediterraneo che un fine storico come que praiesi, per poi ripartire, anche a bordo di un
tuario agli antichi splendori, perché, oltre ai tanti Fernand Braudel ha definito, non a caso, “mare del- elicottero, alla volta di mete dove tranquillamente si
turisti, per questo affascinante luogo sacro ci sono la complessità”. Ho toccato con mano la corazza sarebbe discusso del destino finanziario ed econo-
continue richieste per la celebrazione di matrimo- che avvolge i pini loricati del Pollino, anche di quel- mico di questa o quell'altra società. Erano gli anni in
ni da ogni parte d'Italia. Come ho già detto, ci sia- l'esemplare -oggi simbolo del Parco Nazionale- pri- cui, tra la speranza dei locali, i Rivetti, gli Agnelli, ed
mo insediati da pochissimo e al momento stiamo ma che qualche vile e codardo gli desse fuoco il 19 i Tafuri -famiglia che acquistò proprietà estesissime
decidendo sul da farsi. Nel sito di Costantinopoli va ottobre del 1993. Sarà, come direbbe il mio amico dall'attuale “Bridge” sino a Papasidero- avrebbero
inoltre ultimata e migliorata la pavimentazione del- scrittore Francesco Bevilacqua, che per chi ha nel potuto far compiere quel salto di qualità alle nostre
la strada, partendo dalla eliminazione delle barrie- cuore una certa Calabria, è molto difficile arrender- comunità, se immesse nei circuiti di quel turismo in-
re architettoniche, in modo da permettere ai disa- si. Ho organizzato dibattiti sui temi caldi della tutela ternazionale rimasto oggi solo un dolente miraggio.
bili e alle carrozzine un più facile raggiungimento del paesaggio calabrese, all'interno di rassegne cul- Non a caso, ad un modello di punta della casa au-
del posto. turali che hanno contribuito nel loro “piccolo” a vi- tomobilistica torinese venne, auguralmente, dato il
D. Un pensiero sul Lao? vacizzare il clima culturale in questa parte di Cala- nome “Dino”, come anni dopo sarebbe accaduto al
R. Migliorare l'esistente area picnic ed allargare bria, e Mauro Francesco Minervino, con il suo “La modello “Maratea” della vendutissima Fiat 131. Ma la
qualche gola pericolosa. In particolare, andrebbe Calabria brucia” non è che il più recente esempio. speranza dei locali finì bruscamente alla metà degli
spostato il grosso masso che ha provocato la mor- Grazie alla mia collaborazione con la rivista “La Buo- anni '70, quando, per cause che ancora aspettano
te di quella giovane e sfortunata ragazza pugliese na Neve” di Cortina D'Ampezzo, nel pieno inverno risposta, la famiglia Agnelli cedette la proprietà del-
alle prese con una discesa in gommone mentre fa- del 2008, la Sila, il Pollino e l'Isola di Dino fecero bel- l'isola, che si avviò a percorrere un lungo declino,
ceva rafting in condizioni metereologiche proibiti- la mostra sotto le inimitabili guglie dolomitiche. Bel- fatto di scontri politici, rivendicazioni personali, in-
ve. Per Papasidero e Avena, inutile nasconderlo, la soddisfazione… Già: l'Isola di Dino. A proposito: terminabili questioni legali e promesse elettorali, si-
negli ultimi cinque anni è stato fatto nulla: credo all'indomani della scomparsa di Gianni Agnelli, pub- no ad oggi, quando “l'isola che non c'è” , clamoro-
nel “progetto Papasidero” e se mi sono candidata blicai sul quotidiano “La Provincia Cosentina” un ar- samente dimenticata da tutti a largo di Capo
è perché coltivo questa convinzione. ticolo che titolai “Dino, l'isola dell'Avvocato”: era ill d'Arena, dorme un lungo sonno, fatto di sogni in-
Ci stiamo attivando, inoltre, per mettere su internet 28 gennaio del 2003. franti e di rimpianti per tutto quello che neppure al-
le straordinarie bellezze di questi luoghi e per cat- <<Nel ricordare la figura di Gianni Agnelli, la stampa l'Avvocato (chissà perché) riuscì di compiere. Ma
turare l'attenzione di un pubblico appassionato di di questi giorni ha fatto a gara a ripescare i luoghi questa è un'altra storia!>> Già: un'altra storia. Per-
arte, storia e bellezze naturali. simbolo della sua esistenza: Torino, Sestriere, Saint ché sette anni dopo quei miei pensieri e quasi mez-
Anche per il centro storico ci sarà da lavorare mol- Moritz, New York, la Costa Azzurra e via via discor- zo secolo dopo da quel miraggio di sviluppo turisti-
to, a partire dal recupero delle tante case disabi- rendo le località dove finanza e mondanità si intrec- co, accade che un giovane imprenditore praiese,
tate. Poi, con l'intervento di ditte specializzate, ciavano volentieri. Ma a molti, purtroppo, è sfuggito che da alcuni mesi pare si stia interessando alla più
sarà necessario rimuovere il tanto amianto presen- quell’antico legame che venne intessuto tra l‘Avvo- imprtante isola calabrese con un progetto di rilancio
te sui tetti e un po' ovunque. Questa sarà una prio- cato e Praia a Mare. certamente non “speculativo” -non potrebbe “spe-
rità che ci prefiggiamo di risolvere nel più breve Nel 1962, l'Isola Dino Spa, società della famiglia culare” per il semplice “status” cui l'Isola è sottopo-
tempo possibile. La salvaguardia della salute pub- Agnelli, con sede a Torino, acquistò dal Comune tir- sta- per far riemergere dalle secche e dalle nebbie
blica non può attendere. renico l'incantevole isola, la più grande, per dimen- questo grande scoglio che da troppo tempo se ne
D. Infine, un messaggio che vorrebbe lanciare ai sioni, esistente lungo le coste calabre. Già nei primi sta isolato dal resto della comunità locale, abban-
suoi concittadini e ai più giovani? anni '50, una società milanese ne aveva acquisito, donato al suo muto destino, senza apparente spe-
R. Premetto che sono felicissima delle deleghe ri- per novantanove anni, il diritto di superficie, realiz- ranza. Ebbene, il giovane imprenditore praiese la-
cevute. Con una laurea in conservazione dei beni zando, proprio sulla celebre grotta del Leone, un menta di essere continuamente sottoposto ad un
culturali e tantissima passione in questo campo, complesso formato dalle caratteristiche costruzioni controllo fin troppo asfissiante, quasi un marcamen-
meglio non si poteva chiedere. Sono convinta di a uovo, unitamente ad altre strutture turistiche. Ma to degno della miglior tradizione pallonara, tipo
poter realizzare progetti importanti, soprattutto fu senza dubbio l'ingresso del patron di casa Fiat Gentile su Maradona in quell'infuocato luglio 1982.
per i nostri giovani che hanno bisogno di una am- nella proprietà dell'isola a permettere la predisposi- Le domande traboccano come l'acqua dalle Casca-
ministrazione attiva e sensibile alle loro problema- zione di un articolato progetto di valorizzazione tu- te del Niagara! Sinceramente non basterebbero
tiche. ristica, capace di fare del gioiello praiese un luogo quelle famose “10 domande di Repubblica al Cava-
Con la collaborazione di quelle persone che ci di incontro per un turismo elitario. liere”: perché la Calabria è rimasta al palo? Perché il
hanno voluto alla guida della cittadina e anche di Alcune costruzioni videro la luce nella parte alta territorio calabrese non ha avuto fortuna pari alla
quanti non ci hanno votato, ma che spero si ricre- dell'isola, senza deturpare l'incantevole paesaggio, sua bellezza? Perché in Calabria tutte le iniziative
deranno al più presto, sono sicura che riusciremo che avrebbe potuto tranquillamente convivere con abbisognano di ere geologiche per trovare una de-
a fare tantissimo, uscendo finalmente fuori da quel- un casinò, un eliporto, una darsena per yacht di va- gna conclusione? Perché la classe politica calabrese
lo assurdo immobilismo che per troppi anni ci ha rie dimensioni, il tutto inserito in un più complessivo ha dato, di sé, un'immagine quasi sempre poco edi-
penalizzati e staccati da altre realtà italiane. progetto di sviluppo di una delle aree più belle ed ficante? Perché le bellezze paesaggistiche sono sta-
incontaminate dell'allora sconosciutissimo sud Italia. te, spesso, sfruttate e non valorizzate? Perché in Ca-
In tarda serata, a conclusione della bellissima ma- Non era difficile, durante il mese di agosto di quegli labria c'è un isola ma è come se non ci fosse? Perché
nifestazione presieduta dal cardinale Angelo Co- indimenticabili anni '60, veder ancorare, a sud-est microscopici e sperduti villaggi alpini sono, invece,
mastri, è stata presentata la medaglia commemo- dell'isola, una delle barche di Gianni Agnelli, che ap- diventati capitali mondiali dello sci? Perché poche
rativa per le celebrazioni del 5° Centenario prezzava (come ricordava un anziano marinaio lo- baite dolomitiche hanno portato un benessere dif-
dell'erezione della Parrocchia di San Costantino
ed è stata scoperta una lapide ricordo. q
cale, Natalino Argirò, che ebbe la ventura a quel fuso ed, invece, chilometriche spiagge non riescono
tempo, di trasportare in più occasioni, alla volta del- a trasformarsi in vere e pulite fonti di ricchezza? Per-
ché? Meglio sorriderci sopra: neanche il buon Henry
Bergson sarebbe riuscito nell'impresa. Ma questa è
un'altra storia. Già, sempre un'altra… q
EGIDIO LORITO
giugno-luglio 2010 Sport o 15
LO SCALEA DELLE MERAVIGLIE E DEI GRANDI RECORD LA SFAVILLANTE
di ENZO GRECO STAGIONE DELLA TALAO
“Grazie ragazzi”, è il coro che si alza dalla tribuna I giocatori tesserati sono stati 36, un record, come
del “Domenico Longobucco”. Sono le ore 17.45 nella stagione '05/'06 (allenatore Varrà/Condito).
del 30 maggio 2010, da poco si è concluso il so- Unica nota negativa della stagione è aver subito 4
gno di una città e della sua fedelissima tifoseria: la sconfitte in campionato tra le mura amiche, cosa
serie D! Gli applausi dei 1.500 presenti, nonostan- mai successa in Eccellenza.
te la cocente sconfitta casalinga per 2-1, sottoli- Da elogiare il giovane neo delegato allo sport del
neano, comunque, il ringraziamento di essere arri- comune di Scalea, Fabio Ferrara, per l'interessa-
vati fin qui dopo la grande rimonta che, da fine mento dimostrato nell'allestimento di un pullman
novembre, ha portato gli uomini di mister Franco per Trani e per l'organizzazione logistica della par-
Viola dal quart'ultimo posto in classifica fino allo tita di ritorno contro i pugliesi, con relativo regalo
spareggio nazionale di Trani attraversando infinite - una vera chicca - del manifesto di benvenuto agli
battaglie sportive. Come non ricordare lo spareg- sportivi tranesi in piena simbiosi con i tifosi orga-
gio per il 5° posto, sul campo neutro di Rossano, nizzati dello Scalea. La nostra città in occasione di
contro il Rende (2-1). La vittoria qualificazione per questo non facile esame di evento calcistico, ha di-
3-1 a Montalto Uffugo, dopo un compromettente mostrato di essere pronta per la categoria superio- Foto di gruppo dell’allegra “brigata” della Talao
1-1 casalingo. La successiva eliminazione del forte re, anche se il settore ospiti dell'impianto comuna- Ciliegina sulla torta per la Talao Scalea del presi-
Acri, battuto per 3-1 sul terreno del nostro comu- le necessita di una tribuna con annessi bagni dente Gino Oliva che supera l'Audace Rossano e
nale e lo 0-0 del ritorno nella loro tana silana. I play pubblici. Speriamo che, con l'impegno e la sensibi- si aggiudica la coppa delle Province contro la
off sono vinti! Alle soglie del centenario l'U.S. Sca- lità del consigliere Ferrara e di tutta l'Amministra- compagine vincitrice del girone A di Seconda ca-
lea 1912 ha scritto un'altra importante pagina di zione comunale, questo sogno si possa avverare al tegoria (la Talao si è imposta nel girone B). Una
storia calcistica. più presto. partita senza storia che ha preso sin da subito
Correva l'anno 1971, era il 20 giugno, quando per una piega buona per gli scaleoti che già al 13'
la prima volta lo Scalea oltrepassava la valle del fiu- Lo Scalea condannato da Antinori di Roma
centravano il bersaglio con una conclusione dal-
me Noce per disputare la finalissima di Ladispoli Lo Scalea, ad un passo dalla finale play off con il la distanza dell'ispirato Iannotti (si ripeterà nella
(rm). Trentanove anni dopo, i colori biancostellati Noto (stupenda città in provincia di Siracusa, fa- ripresa direttamente da calcio d'angolo). Poi il di-
daranno battaglia in terra di Puglia al blasonato Tra- mosa per il suo dirompente barocco e la splendi- fensore Iorio di testa sigla il raddoppio e Corrado
ni. Per la seconda volta nella sua storia, lo Scalea da cattedrale, nonché, in cucina, per lo squisito cala il tris prima della mezz'ora. De Luca, per gli
esce fuori regione seppur al cospetto di un team tonno tagliato a fette spesse e cucinato alla gri- ospiti, tenta di riaprire i giochi, ma prima del ri-
che nella sua storia ha giocato anche due campio- glia, bagnato a fine cottura con “Passito di Nero poso arriva il poker di D'Amato. Ripresa senza
nati di serie B e di una città di 55.000 abitanti. Gli d'Avola” e arricchito da prelibate scaglie di pi- storia, con la Talao che puntella un risultato di na-
oltre 300 km che ci separano dalla città di San Ni- stacchio, con contorno di peperoni) perde, tra le tura tennistica. Gloria anche per il neo entrato
cola il Pellegrino non spaventano gli otre 150 so- mura amiche, partita e testa contro il decaduto Scorza che ribatte in rete dopo che il portiere
stenitori amanti della casacca bianca con la stella Trani che, praticamente, ha trovato il passaggio al- ospite Campana gli neutralizza il penalty. Una
nera. Addirittura, saranno presenti al comunale di la finale su un piatto d'oro. giornata di sport che ha fatto registrare la pre-
Trani scaleoti provenienti da Milano, Perugia, Roma, Nella doppia finale contro il Noto, la fortuna di- senza dei vertici della Lega, con Ferrazzo, Funa-
Napoli e Taranto ma, senza nulla togliere a nessu- mostra di stare ancora dalla parte dei pugliesi ro e Carrozzini, nonché del sindaco di Scalea Pa-
no, su tutti è da elogiare, per il suo grande attac- che seppur nei tempi supplementari, agguantano squale Basile che ha consegnato la coppa al
camento allo Scalea, il tifosissimo Giovanni Pistori- contro i siciliani, la sospirata serie D. Un in bocca
al lupo a tutti e buone vacanze! q
capitano della Talao Vincenzo Verbicaro. Si è
no giunto da solo, in treno, da Varese. Presenti chiusa così in bellezza una stagione straordinaria
anche due ex calciatori dello Scalea fine anni '70- per la Talao che ripaga gli enormi sacrifici del pre-
'80: da Roma l'estroso Angelo Policastro (pollo) e sidente Oliva e dell'intero staff societario, bravi e
da Napoli il roccioso Gianni Auriemma. Ottima l'ac- costanti sotto l'aspetto organizzativo, dell'allena-
coglienza tranese. Come consuetudine degli ultimi tore Tripodi, del diesse De Filippo e di tutta la ro-
anni, i sostenitori scaleoti daranno esempio di sa titolare.
sportività. Striscioni e bandiere colorano a festa la La Talao in numeri: Prima in campionato, miglior
curva calabrese, cori d'incitamento si alzano forti e attacco con il bomber Marco Tiesi, migliore dife-
convinti nonostante il rombante tifo dei quasi sa; infine, nella stagione appena conclusa, vitto-
5.000 sostenitori di casa. Lo Scalea lotta su ogni ria del titolo coppa delle Province, con il largo
pallone, nonostante le gravi assenze di 5 titolari, punteggio di 6-1, contro la forte Audace Rossa-
inorgogliendo i propri sostenitori. La sconfitta giun- no, compagine vincente del girone A di Seconda
ge beffarda. Al 94', espulsione per doppia ammo- categoria con ben cinque giornate di anticipo.
nizione di Fayè e al 95' la rete di Crisantemio (che Adesso spazio alle meritate vacanze, poi si pro-

C
è tutto un programma): lo stadio pugliese esplode grammerà l'impegnativo campionato di Prima ca-
come una polveriera ma, nel settore ospiti, le ban- Il giovanissimo e forte centrocampista

r
tegoria, con l'auspicio di ripetere l'esaltante

e
Sport
t
biancostellato Michele Vitale

n
diere bianche con la stella nera continuano a sven-

e
esperienza di quest'anno o, quanto meno, di
tolare con grande orgoglio, mentre tutta la squa- raggiungere i play off. q (E.O.)
dra, al fischio finale, si porta sotto il settore per
applaudire gli impagabili sostenitori scaleoti per il
loro incitamento e sostegno in una trasferta così
lontana.
Grazie ancora ragazzi per questa stagione esaltan-
te! Gli atleti del presidente Francesco Rovito, do-
po la netta epurazione di fine novembre, hanno
cancellato gli ultimi anni deludenti, costellati da un
pressappochismo che aveva fatto allontanare mol-
ti sportivi dallo stadio.
Infine, una curiosità. Nel decimo campionato di Ec-
cellenza consecutivo, la 4a giornata d'andata (18
ottobre 2010) sarà ricordata negli annali del calcio
scaleota per la rete del 2-1 contro la Palmese rea-
lizzata dall'africano Fayè, primo gol di un calciato-
re di colore nella storia centenaria biancostellata.
In questo campionato, inoltre, sarà eguagliata la
storica semifinale di Coppa Italia raggiunta nella sta-
gione 99/00 dalla squadra dell'allenatore Infantini
(allora contro il Santa Maria di Catanzaro e oggi
contro il Rende). Per la prima volta i biancostellati
hanno vinto i play-off e eguagliato il record della
stagione 00/01 di 14 vittorie. Altro record è rap-
presentato dai 13 risultati utili consecutivi conse-
guiti e dai 31 punti totalizzati nel girone di ritorno.
Eguagliato anche il record del minor numero di
sconfitte, 7 complessive (come nelle stagioni
'07/'08 e '06/'07) e del maggior numero di punti
51, (-1) come nella stagione '00/'01. Mentre, per le
partite di campionato, Fabio Longo è risultato, per
il terzo anno consecutivo, il miglior marcatore sca-
leota e con 37 goal realizzati complessivamente, il
miglior goleador nei 10 anni d'Eccellenza. Inoltre,
con 5 marcature, scavalca il mitico Alfredo Loiero
(4 marcature) nella classifica speciale dei goal rea-
lizzati nei mitici derby contro il Praia.
16 o Ultima Pagina giugno-luglio 2010

Interessi correlati