Sei sulla pagina 1di 52

STRUTTURA DELLA FIGC

LEGA
SERIE A SERIE B PRO
LND AIC AIAC AIA SETTORE
SGeS
TECNICO

COMMISSIONE CORSI UNDER 8


FUTSAL

CALCIO A 5 REGIONALI
UNDER 10

UNDER 12
CORSO
UNDER 14
CENTRALE
COMITATI REGIONALI
UNDER 16

RESPONSABILE REGIONALE
1
Calcio a 5 : campionati nazionali

A A2 B A
Under 21
femminile
Calcio a 5 : campionati regionali

C1 C2 D C
MASCHILE FEMMINILE

Under 8 Under 10 Under 12 Under 14 Under 16 Under 18 Under 21


ATTIVITA’ DI BASE ATTIVITA’ AGONISTICA GIOVANILE

11
ATTIVITA’ INTERNAZIONALE
FIFA : CAMPIONATO DEL MONDO ( squadre nazionali )
UEFA : CAMPIONATO EUROPEO ( squadre nazionali )
UEFA : UEFA FUTSAL CUP ( squadre di club )
Il calcio a 5 o futsal

Il calcio a 5 è uno sport indoor . Presenta aspetti


in comune col calcio (fondamentali tecnici di
base, tattica individuale e collettiva, con relativi
sviluppi di gioco) e proprie caratteristiche che
rendono specifica la disciplina. Il regolamento di
gioco ed in particolare alcuni punti lo
caratterizzano e determinano i comportamenti
tecnico-tattici dei giocatori in campo.
TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

• Calciare: passaggio, tiro in porta


• Controllo della palla: ricezione della palla, difesa della palla
• Conduzione della palla: libera, con avversario
• Dribbling
• Colpire di testa
• Tecnica del portiere
• Finta
• Smarcamento
• Prendere posizione e marcare
• Difesa della porta
• Le azioni di recupero palla: anticipo, intercettamento, contrasto
Principi di tattica collettiva

Fase di possesso : Scaglionamento-


Profondità-Ampiezza-Mobilità-
Imprevedibilità

Fase di non possesso:Scaglionamento-


Azione ritardatrice-Concentrazione-
Equilibrio-Controllo e cautela
Il regolamento di gioco rende specifico il calcio a 5
Lo spazio di gioco e il numero dei giocatori in campo
Caratteristiche del pallone ( n 4, a rimbalzo controllato )
Le superfici di gioco
Le rimesse laterali eseguite con i piedi
Tiri liberi
Sostituzioni volanti
La durata della gara
L’assenza del fuorigioco
La ripresa veloce del gioco ( 4 sec.)
I limiti del retro passaggio verso il proprio portiere
Le espulsioni temporanee ( tempo max 2 minuti )
Riflessioni sul modello
di prestazione del
futsal
La gara di calcio a 5 si
svolge negli spazi stretti
con tempi di gioco
ridotti e su superfici
veloci sulle quali la
palla si muove ad alta
velocità.
Tutto ciò determina i
comportamenti tecnico
tattici specifici del
giocatore di futsal e lo
sforzo fisico che deve
compiere
Qualità importanti per il giocatore di calcio a 5

Abilità tecnica,
rapidità nei
movimenti,
velocità ,
resistenza
specifica allo
sforzo che deve
sostenere
Quando possiamo affermare che un
giocatore è più veloce di un altro?
Nel calcio in generale, non viene presa in conto
soltanto la velocità motoria, ma risulta
importante soprattutto quella di tipo mentale,
cioè la capacità di eseguire rapidamente le
seguenti operazioni :
Vedere
Capire
Scegliere
Eseguire
Rapidità di movimento
Per rapidità di movimento
si intende la capacità di
compiere azioni motorie
in tempi minimi.
Sembrerebbe una qualità
innata con limitati margini
di miglioramento. La
rapidità è strettamente
legata alla velocità
motoria , in stretta
relazione con i parametri
neuro muscolari di un
soggetto .
La prestazione nel calcio a 5

SFORZI DI TIPO INTERMITTENTE

RECUPERO BREVE E VARIABILE COMPLETO-INCOMPLETO

ALTERNANZA SISTEMI AEROBICO-ANAEROBICO

IMPORTANTE SOLLECITAZIONE DEL SISTEMA CARDIO-


VASCOLARE

SISTEMA ANAEROBICO FORTEMENTE IMPEGNATO CON


PRODUZIONE E POSSIBILE ACCUMULO DI LATTATO

GRANDE QUANTITA’ DI FORZA IN POCO TEMPO


Fattori fondamentali per l’analisi
del gioco
Il gioco del calcio ( sia a 5 che a 11 )
deve essere sempre analizzato
prendendo in considerazione le due
fasi di gioco, possesso e non possesso
palla.
Che si intende per “transizione” ?

La transizione è il momento in cui una


squadra passa dalla fase di possesso a
quella di non possesso e viceversa. I
giocatori devono essere allenati a ridurre
al minimo i tempi che intercorrono tra una
fase e l’altra
I gesti tecnici specifici del calcio a 5

Lo stop orientato di pianta piede


La trasmissione di palla breve con la pianta
del piede
La guida della palla con la pianta
Il tiro di punta
Il passaggio accompagnato con il collo
piede o l’esterno collo piede
Il passaggio d’interno piede
La tecnica del portiere
Il rapporto tra tecnica e
coordinazione
Il rapporto tra tecnica e coordinazione viene
espresso con il fattore tecnico coordinativo.
Le abilità tecniche si strutturano interponendosi
con lo sviluppo della componente coordinativa.
Sono in stretta connessione, visto che
migliorando gli aspetti coordinativi migliorano
le abilità tecniche e viceversa
L’anticipazione motoria
“Capacità dell’atleta di anticipare correttamente e
tempestivamente pronosticandone le probabilità,
l’andamento ed il risultato di un’azione, il
momento e la frequenza di determinati risultati, e
di trarre da questa diagnosi le giuste conclusioni
per le sue azioni successive di gioco” (Pohlmann-
Kirchner- Wohlgefahrt 1979)
L’anticipazione motoria nel gioco
del calcio
L’anticipazione motoria consente di prevedere in
anticipo lo sviluppo del gioco. Il calciatore di alta
prestazione si distingue per la capacità di rendere
velocemente disponibili programmi motori
attraversi processi di anticipazione che lo
contraddistinguono dal calciatore meno qualificato
che dispone soltanto di una scelta di programmi
ritardati, lacunosi o carenti ( Schmidt – Thews ; in J
Weineck “La preparazione fisica ottimale del
calciatore- 2003)
Disciplina sportiva open skills

Disciplina in cui l’atleta deve interagire con


un ambiente esterno mutevole ( contesto di
gioco ) dal quale percepisce informazioni che
gli consentono di elaborare e scegliere le
migliori risposte rispetto a ciò che il gioco
richiede.

23
Disciplina open / closed skills

Open skills : ambiente variabile ( calcio ,


futsal , pallacanestro , rugby , altri giochi
sportivi ecc . )
Closed skills : ambiente stabile ( corsa ,
nuoto, salti , lanci ecc. )

24
Il rapporto tra l’abilità tecnica e
la situazione di gioco
Non è sufficiente avere grandi capacità di
dominio del pallone , se poi tutto ciò non si
esprime in modo funzionale, in un contesto nel
quale sono presenti compagni e avversari, che
si muovono nei tempi e negli spazi che il gioco
determina. Le abilità tecniche devono essere
espresse in funzione di ciò che la gara richiede.
Assume perciò particolare importanza il
concetto di tecnica applicata .
CONSIGLI PER INSEGNARE LA
TECNICA

L’INSEGNAMENTO DELLA TECNICA DEVE


ESSERE ORIENTATO VERSO UN GIUSTO
EQUILIBRIO TRA LE PROPOSTE DIDATTICHE
BASATE SULL’ESERCIZIO RIPETUTO E QUELLE
BASATE SULLE SITUAZIONI DI GIOCO
Esercizi e situazioni : differenze

Gli esercizi sono caratterizzati da una ripetizione


sistematica di un’azione richiesta dall’insegnante
, nei quali l’esecuzione non è condizionata dalla
presenza degli avversari ( rapporti diretti uomo –
palla , lavori in coppia , gruppo ,ecc ) Nelle
situazioni la presenza dell’avversario è costante e
condiziona le esecuzioni tecniche che devono
essere espresse in relazione al comportamento
dell’avversario.
APPRENDIMENTO DELLE ABILITA’ TECNICHE :
ALCUNE CONSIDERAZIONI
L’apprendimento delle abilità in genere si fonda sul
principio della ripetizione . Però nel calcio in
generale, come sport di situazione, l’apprendimento
non può essere riferito soltanto alla ripetizione
standardizzata ,ma deve orientarsi anche verso altri
fattori che influenzano la prestazione . Il gesto
tecnico deve perciò essere funzionale e adattarsi a
situazioni di azioni mutevoli ,il che significa che la
competenza tecnica si costruisce in un ambiente che
muta continuamente
PRENDERE
DECISIONI
VELOCEMENTE

PARTECIPAZIONE
CAPACITA’ DI ATTIVA
GIOCARE NEGLI DIVERTIMENTO
SPAZI STRETTI CON
IL DIFENSORE
“ADDOSSO”
SMALL SIDED
GAMES
FREQUENTI
CONTATTI CON LA
PALLA
FAVORISCONO UNA
FORMAZIONE TECNICO
TATTICA AMPIA

SI E’ COINVOLTI PIU’
VOLTE IN SITUAZIONI
DI UNO CONTRO UNO
CALCIO A 5 PROPEDEUTICO AL
CALCIO A 11
Il calcio a 5 assume valore
propedeutico nei confronti del
calcio a 11. Illustri tecnici
sostengono che la struttura di
base per insegnare il gioco del
calcio, nella fase di possesso, sia il
5 vs 5 (4 vs 4 di movimento più
portieri) poiché il possessore di
palla , attraverso il movimento
corretto dei compagni, ha la
possibilità di avere gli appoggi
giusti per sviluppare il gioco . ( a
sostegno , in ampiezza , in
profondità )
ACQUISIRE ABILITA’ E COMPETENZE TECNICHE CON IL FUTSAL

Il futsal favorisce lo sviluppo di


abilità e competenze tecniche .Le
superfici veloci ( parquet, gomme
) il frequente contatto con la palla
e i limitati tempi di gioco
disponibili, stimolano
l’acquisizione di abilità tecniche
che devono essere espresse in
regime di massima velocità. Il
pallone a rimbalzo controllato
facilita il controllo tecnico e il
gioco con palla a terra.
Il futsal come mezzo di formazione tecnico tattica

Le dinamiche di gioco del calcio a 5


fanno in modo che i giocatori
partecipino con uguale intensità sia
alla fase di possesso che a quella di
non possesso, occupando diverse
posizioni in campo. Di conseguenza
viene sollecitata in modo spontaneo
una formazione tecnico-tattica ampia,
che servirà da base per il futuro e che
consentirà di non avviare quei
processi di specializzazione del ruolo
che nelle prime fasce d’età
potrebbero rivelarsi non positivi
Il 5 contro 5 in fase di possesso

Il possessore di palla ha la possibilità, attraverso il


movimento corretto dei propri compagni, di
sviluppare il gioco in modo ottimale: ai suoi lati,
destra o sinistra, per il gioco in ampiezza, in
avanti per quello in profondità.
Oppure secondo una lettura differente del gioco il
possessore di palla può avere a disposizione un
passaggio dietro di se, verso un compagno che gli
garantisce sostegno o sicurezza, e due appoggi
avanti a se.
Gli appoggi al possessore di palla
Gli appoggi al possessore di palla
Il 5 contro 5 in fase di non
possesso
Nel futsal si difende prevalentemente a uomo e
meno a zona . I giovani apprendono in modo ottimale
i principi del marcamento che torneranno utili anche
per l’applicazione della difesa con disposizione a
zona. I giocatori coinvolti nel gioco devono
relazionarsi tra di loro in modo corretto, circa
marcature da stringere o da tenere lente, in
riferimento a quanto un avversario è più o meno
pericoloso nel contesto del gioco, nonché disporsi su
più linee difensive offrendo le dovute coperture.
Sistemi di gioco
Un sistema di gioco rappresenta la dislocazione
di base dei giocatori in campo ai quali
l’allenatore assegna compiti e funzioni. Spesso
viene identificato attraverso numeri: 1-4-0;
1-3-1; ecc..
E’ bene ricordare però che i numeri indicano
soltanto una semplificazione statica di quel
determinato sistema
Caratteristiche dei sistemi di
gioco
Equilibrati nelle due fasi di gioco
Elastici: cioè devono poter essere modificati
in relazione all’avversario
Razionali: devono tenere conto delle
caratteristiche tecnico-tattiche,fisiche e di
personalità dei giocatori che compongono la
squadra
I sistemi di gioco in fase di non
possesso palla

Difesa individuale
Difesa individuale con cambi di
marcatura
Difesa a zona : 1-2-1; 2-2 ; 2-1-1;
Sistema a zona 1-2-1 nella metà campo
difensiva : dislocazione di base

-0
Sistema a zona 2-2 nella metà campo
difensiva : dislocazione di base

-0
LA ZONA 2-1-1 NELLA META’ CAMPO
OFFENSIVA : dislocazione di base
SISTEMI DI GIOCO IN FASE DI
POSSESSO

SISTEMA 3-1
SISTEMA 4-0 o 4 in linea
SISTEMA DI GIOCO 2-2
Sistema 3-1 : dislocazione di base
Sistema 4-0 : dislocazione di base

-0
Sistema 2-2 : dislocazione di base

-0
SISTEMI DI GIOCO IN FASE DI
POSSESSO CON L’UTILIZZO DEL
PORTIERE DI MOVIMENTO
La squadra attacca con tutti e 5 i giocatori
posizionati nella metà campo offensiva , compreso il
portiere .
Questi sistemi di gioco vengono utilizzati
prevalentemente negli ultimi minuti della partita,
quando una squadra sta perdendo e cerca quindi di
recuperare la partita stessa .
Sistema di gioco con portiere di
movimento: 1-2-2
Sistema di gioco con portiere di
movimento : 1-2-1-1
Sistema di gioco con portiere di
movimento : 2-1-2
Sistema di gioco con portiere di movimento :
2-1-2 ( con intermedio esterno )
Sistema di gioco con portiere di
movimento : 2-2-1