Sei sulla pagina 1di 4

N° 161

Marzo 2018

SSG neuromuscolari
di Marco Tarsi

Come stimolare la “forza” specifica del calciatore attraverso i Giochi a spazi ridotti.

In un calcio all’insegna della velocità esecutiva e decisionale il giocatore di calcio deve essere stimolato
con esercitazioni ricche di impulsi cognitivi e condizionali.
In questo articolo parliamo di small sides games neuromuscolari, esercitazioni a ranghi ridotti dove il
condizionamento fisico e mentale stanno alla base di questa metodologia.

Foto Shutterstock.com - feelphoto

RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N° 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 – 55054 BOZZANO ( LU ) TEL. 0584 976585 - FAX 0236215556
DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO
DIRETTORE EDITORIALE: LUCCHESI MASSIMO
Marco Tarsi
Preparatore fisico settore giovanile, Laureato in scienze Preparazione atletica
motorie, analista gps, tutor sportivo c.o.n.i

Ritorniamo a parlare di small sides verrà stimolato “olisticamente” per la


games dopo il primo articolo a loro situazione specifica (spazi stretti) e
dedicato “ssg metabolici”, oggi quindi in funzione delle mille situazioni
affrontiamo questo argomento in chiave “strette” che si riscontrano in partita.
neuromuscolare e quindi vi mostrerò tre Diciamo quindi che con queste
esercitazioni o ssg, mirate alla esercitazioni più che stimolare la forza
stimolazione della “forza” specifica del specifica del giocatore andiamo a
calciatore. adattare e rinforzare la totalità delle
Anche se ripetitivo e scontato componenti fisiche-cognitive-emotive
soffermarci sul discorso della visione alla situazione specifica che in questo
“olistica” voglio ritornarci su per caso è quella dello spazio stretto con
rinforzare tale discorso; queste giocatori che pressano per riconquistare
esercitazioni stimolano tutte le palla, difficoltà a trovare una linea di
componenti fisiche del giocatore passaggio in un contesto di reattività
(aerobico-anaerobico-neuromuscolare) fisica e quindi dove le componenti
e tutte le componenti cognitive-emotive neuromuscolari sono necessarie per
poiché il nostro corpo non lavora a adattarsi alla situazione.
compartimenti stagni ma in maniera Naturalmente possiamo “allenare” tutte
globale quindi in un continuo e costante le componenti (capacità e abilità) in
“lavoro di squadra”. maniera separata ma in contesti dove,
A differenza dei ssg metabolici queste o il livello dei giocatori è ancora basso
esercitazioni neuromuscolari andranno (fase di sviluppo = piccoli amici, pulcini,
a stimolare il giocatore in un contesto di esordienti) e quindi dove sarebbe
massima imprevedibilità cognitiva esagerato richiedere tale complessità
(campo ristretto e tanti giocatori) e olistica poiché ancora il bambino-
quindi la risposta motoria dovrà essere ragazzo deve consolidare e
rapida (timing), gli spostamenti saranno automatizzare pattern motori essenziali
pieni di cambi di direzione e (tecnica individuale di base) e il suo
contromovimenti per cercare spazio e centro di controllo e regolazione motoria
palla, le accelerazioni e decelerazioni (cervelletto) e la scheda madre di
saranno massime pertanto il giocatore esecuzione e memoria motoria

Foto: Shutterstock.com - feelphoto

2
Preparazione atletica

(corteccia) andranno in difficoltà poiché Obbligo: nel campo centrale si gioca a


gli stimoli saranno troppi e troppo veloci 2 tocchi, dopo 5 passaggi consecutivi si
e il tempo di codifica delle informazioni prende un punto, nei campi laterali tocco
(esterne–visualizzazione) e di scelta libero goal nella porticina piccola.
(risposta adeguata–effettuazione) Svolgimento: sul campo centrale si
motoria adeguata (timing) sarà basso e esegue un possesso palla con gli obblighi
quindi l’esercitazione più che allenante descritti sopra, i giocatori sono numerati,
sarà confusionaria. il mister a sua scelta chiama un numero
Naturalmente possiamo però lavorare ed un colore (come in figura), i giocatori
con situazioni di gioco e partite a tema chiamati dovranno scattare nel campo
adeguate e adattate alle fasi di sviluppo del colore chiamato ed iniziare un 1vs1
di tali bambini-ragazzi. fino a che non si segna una rete o la palla
Il secondo caso dove possiamo lavorare esce dal campo. Appena l’azione finisce
in maniera separata è nelle situazioni i giocatori tornano di scatto dentro il
dove gli allenamenti settimanali sono campo centrale e continuano a giocare.
tanti (4-5) e quindi ci consentono di I calciatori che non vengono chiamati
poter oltre che lavorare in maniera continuano a giocare un 2vs2 ma il punto
olistica (partite a tema - giochi di si ottiene non più con i 5 passaggi ma
posizione - ssg ecc) lavorare anche a facendo meta nel lato opposto da dove
secco (naturalmente in maniera sono usciti i compagno per giocare l’
funzionale al calcio). 1vs1.
Dopo questa introduzione per me
importate mettiamo le scarpette ed
entriamo in campo per allenarci.

PRIMO SSG NEUROMUSCOLARE

3 rosso

3
3 1 2
Meta 2
Meta
1
SECONDO SSG NEUROMUSCOLARE
Spazio: 15X15 mt.
Numero giocatori: 9.
Tempo esercitazione: 6 serie da 3
Spazio: campo centrale 15x15 mt, minuti (ogni serie esce una squadra a
campi laterali 5x5 mt. fare i jolly).
Numero giocatori: 6. Recupero tra serie: 30 secondi
Tempo esercitazione: 4 serie da 4 Obiettivi tecnici: ricezione e
minuti. trasmissione, controllo orientato.
Recupero tra le serie 30 secondi. Obiettivi tattici: smarcamento,

3
Preparazione atletica

possesso palla, sostegno e appoggio. Numero giocatori: 6.


Obblighi: tre tocchi per i giocatori Tempo esercitazione: 8 serie da 2
interni, due per i jolly esterni. minuti.
Svolgimento: i giocatori centrali (rossi Recupero tra serie: 30 secondi
e blu) guadagnano un punto se riescono Obiettivi tecnici: ricezione e
a far toccare la palla a tutti e tre i jolly trasmissione, guida palla.
(giocatori gialli) fuori dal campo. I tre Obiettivi tattici: smarcamento, 1vs1.
jolly che stazionano fuori dal campo a Obblighi: tre tocchi
seconda dello sviluppo del possesso Svolgimento: la squadra in possesso
palla si possono inserire/spostare anche ottiene un punto quando uno dei
nel quarto lato lasciato libero per giocatori entra palla al piede all’interno
facilitare lo svolgimento dell’azione. delle porticina e rientra in campo dalla
parte esterna trasmettendo palla ad un
compagno.

Le tre esercitazioni mostrate sopra


vengono utilizzate da categorie giovanili
(under 17) ma possono essere adattate
sia per la categoria under 15 e
naturalmente per le categorie dei grandi
(juniores e prima squadra).
Come sempre spero di essere stato utile
e “fresco” nel intento di arricchire la
vostra e la mia voglia di migliorarci
sempre e di maturare una visione
TERZO SSG NEUROMUSCOLARE (quella olistica o integrata) che a mio
Spazio:15 mt. + 4 porticine larghezza avviso è la strada maestra per
due metri. conoscere ed allenare il giocatore di

BECCHI SIMONE - GARCEA FAUSTO

ALLENARE LA LETTURA
DEGLI SPAZI
Un libro ricco di principi ed esercitazioni che
fornisce al lettore una chiave diversa per
inquadrare gli aspetti tattici del gioco.

LIBRO A COLORI ( 24 x 17 cm. - 146 pagine)

800 54 67 17