Sei sulla pagina 1di 83

Ingredienti:

2 grandi cipolle, 90g farina, ½ cucchiaino di liev ito in


polv ere, 1 uov o, 100ml latte, 1 cucchiaio di olio
d’oliv a, sale q.b.

Per preparare gli anelli di cipolla in pastella 


per prima cosa prepara la pastella: setaccia in
una ciotola la farina e il lievito in polvere,
aggiungi l’uovo, il latte e l’olio di oliva; lavora
con una frusta fino ad ottenere un composto
liscio e omogeneo. Copri con della pellicola per
alimenti e lasciate riposare per 30 minuti. Nel
frattempo sbuccia le cipolle e, con un coltello,
taglia nel senso della larghezza delle fette di
cipolla spesse mezzo cm circa. Dividi, facendo
attenzione a non rompere gli anelli di ogni
fetta. Scalda, in una padella, abbondante olio
di semi; prendi la pastella e salala; passa gli
anelli di cipolla nella pastella e quando l'olio
avrà raggiunto i 180° immergi gli anelli. Friggili
fino a quando saranno dorati, poi falli scolare
su della carta assorbente e, se occorre,
aggiungi sale.
Ingredienti:

500g farina di ceci, 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio,


prez z emolo q.b., 1 piz z ico di sale e pepe.

Poni la farina di ceci nel mixer insieme alla


cipolla tagliata in grossi pezzi e l’aglio.
Insaporisci quindi con il sale e il pepe, e
azionate le lame per ridurre l’impasto in
poltiglia. Trita il prezzemolo e aggiungilo
all’impasto: è importante svolgere questa
operazione a parte, e non direttamente nel
mixer con gli altri ingredienti, perché in quel
modo il prezzemolo rilascerebbe troppa acqua
bagnando eccessivamente l’impasto.
Amalgama bene il tutto e trasferisci il
composto in una pirofila, compattandolo bene
con il dorso di un cucchiaio. Copri con pellicola
e poni in frigo a rassodare per almeno 1 ora.
Recupera l’impasto e forma i falafel a mano,
prendendo di volta in volta piccole palline di
impasto e schiacciandole leggermente. In
pentola scaldate abbondante olio di semi a
170°, e friggetevi pochi falafel per volta fino a
che non diventano dorati. Presta grande
attenzione alla temperatura dell’olio, che non
deve superare quella indicata, altrimenti i
falafel si sfalderanno.

Ingredienti:

450ml acqua, 150g farina di ceci, 25g olio d’oliv a, 5g


sale.

Poni in una terrina la farina di ceci e crea la


classica forma a fontana; quindi versa al
centro, un po’ alla volta, l'acqua a temperatura
ambiente. Mescola il tutto per bene facendo
attenzione a non formare grumi, fino ad
ottenere un composto liquido e omogeneo.
Copri con della pellicola e lascia riposare il
composto fuori dal frigo dalle 4­ 5 ore fino alle
10 ore, mescolandolo di tanto in tanto.
Trascorso il tempo necessario, noterai della
schiuma in superficie: rimuovila e mescola.
Aggiungi al composto olio e sale e amalgama
nuovamente. Ungi 1 teglia e con un mestolo
distribuisci il composto di ceci uniformemente,
quindi inforna in forno statico preriscaldato a
250° e fai cuocere nella parte bassa del forno,
a contatto con il fondo, per i primi 10 minuti.
Se utilizzi il forno ventilato tenetela solo 7­ 8
minuti alla temperatura di 220° e poi
proseguite normalmente. Trascorso questo
tempo sposta la teglia nella parte alta del
forno e lascia cuocere per ancora 15­ 20 minuti
a seconda del vostro forno, finché la farinata
non risulti di un bel color nocciola dorato.

Ingredienti:

200g broccoli, 150g patate, 200g ricotta, 200g salsiccia,


1 tuorlo, sale e pepe q.b., 1 pasta sfoglia, 30g burro.

Pulisci e taglia i broccoli e le patate e poi


mettili a lessare in acqua bollente in due
pentole diverse. Scola le verdure al dente. In
una padella sciogli una noce di burro e
aggiungete la salsiccia precedentemente
spellata e sbriciolata e falla rosolare bene. Nel
frattempo in una ciotola capiente pepa la
ricotta ed ammorbidiscila passandola con una
forchetta. Aggiungi i broccoli nella padella con
la salsiccia e falli insaporire, metti anche le
patate a pezzetti e mescola e aggiustate di
sale. Aggiungi il composto di verdure e
salsiccia alla ricotta e amalgama bene tutti gli
ingredienti con un cucchiaio di legno. Stendi il
rotolo di pasta sfoglia su una teglia rivestita di
carta da forno e tagliala in quattro grossi
quadrati, metti al centro il ripieno e chiudi a
fagottino, unendo e sovrapponendo gli angoli
al centro. Spennella la superficie esterna dei
fagottini con il tuorlo sbattuto. Cuoci in forno
ventilato a 180° per 25/30 minuti, fino a che la
pasta sfoglia risulterà cotta e dorata.

Ingredienti:

C irca 800g cav olfiore, 20g burro, 50g parmigiano,


formaggio q.b. per gratinare.

Metti a cuocere in abbondante acqua salata


per circa 20 minuti il cavolfiore fino a quando
sarà tenero ma non sfatto. Nel frattempo
prepara una besciamella piuttosto fluida. Scola
il cavolfiore, imburra bene una teglia da forno
capiente e ponilo in un solo strato Spolverizza
con il parmigiano grattugiato e poi copri con la
besciamella. Concludi con alcuni fiocchetti di
burro e uno strato di formaggio, a tua scelta,
grattugiato e inforna per 10/15 minuti a 180°C
e poi per altri 10 minuti con la modalità grill, in
modo da ottenere una bella gratinatura
croccante!

Ingredienti:

2 uov a, 4 fette di carne di manz o, pangrattato, burro.

Prepara due piatti fondi, nei quali in uno metti


le 2 uova sbattute e nell’altro il pangrattato.
Pulisci la carne se bisogno, poi immergi bene
le fettine, una alla volta, nell’uovo e subito
dopo nel pangrattato poi posale su un piatto
piano. In una padella fai sciogliere un po’ di
burro e in seguito metti le fettine di carne a
cuocere salandole prima da una parte e poi
dall’altra.

Ingredienti:

3 uov a, 100ml latte, farina q.b., sale e pepe q.b., 4 fette


di pancarré, 200g moz z arella.

Prendi le fette di pane e taglia via la crosta.


Taglia la mozzarella e disponila su due fette di
pane; la mozzarella non deve sbordare,
eventualmente elimina la parte in eccesso. Poi
farcisci una fetta con prosciutto e richiudi con
un altra fetta di pane (questa parte deve stare
nel mezzo alla parte con mozz.). Taglia in 4
quadrati. In una ciotola metti le uova, aggiungi
il latte, il sale e il pepe e sbatti il composto con
una frusta o una forchetta. In un'altra ciotola
versa la farina poi  prendi i quadrati e passali
da entrambi i lati prima nella farina, prestando
particolarmente attenzione a ricoprire bene
anche i bordi laterali, poi immergili nel
composto di uova e latte; con questa
procedura, si formerà un sigillo che eviterà la
fuoriuscita della mozzarella durante la frittura.
La cottura: poni sul fuoco una padella ampia
con abbondante olio di semi. La temperatura
ottimale per la frittura è di 170°­ 180°. Immergi
i sandwich pochi alla volta per non abbassare
la temperatura dell’olio, falli dorare in modo
uniforme da ambo i lati. Quando saranno
pronti, scolali e mettili su un piatto con carta
assorbente.

Ingredienti:
Pasta brisée (o sfoglia), quello che ti offre il frigo!

Quando la voglia o la fantasia di cucinare non


è presente o il momento di fare la spesa è
arrivato, puoi sempre ricorrere a questa
soluzione last minute!

Come base metti la pasta brisée o sfoglia in


una teglia e per il ripieno ci metti quel poco
che il frigo può ancora offrirti! Lascia cuocere
in forno per il tempo e la temperatura indicati
dalla confezione della pasta, sforna e poi
gustati la Quiche Svuotafrigo!
Ingredienti:

75g burro, farina q.b., 6 foglie di salv ia, sale e pepe


q.b., 2 sogliole.

Pulisci, spella e lava le sogliole, poi falle


sgocciolare a asciugale delicatamente (puoi
sempre chiedere al pescivendolo se te le può
pulire lui!). Infarina per bene le sogliole da
entrambi i lati e mettile su un piatto. In una
padella fai sciogliere il burro a fuoco dolce e
aggiungi le foglie di salvia, quindi metti le
sogliole e falle dorare per 3­ 4 minuti su
entrambi i lati, facendo attenzione a non
romperle quando le giri nella padella. Se ti
accorgi che le foglie di salvia si colorano
troppo durante la cottura, tendendo ad
assumere una colorazione brunastra, toglile
dal fuoco e tienile da parte: ti serviranno per
guarnire il pesce alla fine della preparazione. A
cottura avvenuta aggiusta di sale e, se piace,
aggiungi del pepe macinato, quindi poni le
sogliole su un piatto da portata e guarniscile
con le foglie di salvia e il burro fuso.
Ingredienti:

C irca 500g di petto di pollo, 130g mandorle pelate,


farina, sale e pepe q.b., 1 cipolla, 3 cucchiai d’olio, 60g
salsa di soia(o aceto balsamico), acqua q.b.

Inizia privando i petti delle parti di grasso più


evidenti con un coltello. Taglia il petto a
bocconcini di 1­ 2 centimetri. In una terrina
metti la farina e aggiungi i bocconcini ottenuti,
falli rotolare fino a ricoprirli totalmente. In una
padella Wok, fai soffriggere 3 cucchiai di olio e
aggiungi la cipolla finemente tritata. Lascia
dorare per alcuni minuti a fuoco medio.
Aggiungi al soffritto i bocconcini di pollo e un
pizzico di sale e fai cuocere a fuoco medio per
circa 15­ 20 minuti. Cinque minuti prima della
fine della cottura del pollo, unisci la salsa di
soia a filo, amalgama bene gli ingredienti,
aggiungi un paio di mestoli di acqua calda e
gira con un cucchiaio di legno. Se il pollo
tendesse ad attaccarsi, abbassa il fuoco e
aggiungi ancora un po’ di acqua calda. Mentre
continui la cottura del pollo, procedi a tostare
le mandorle in forno a 180° finché non saranno
croccanti e dorate. Unisci le mandorle tostate
al pollo e amalgama delicatamente i due.

Ingredienti:

50g burro, sale e noce moscata q.b., 50g farina, 500ml


latte.

Metti a scaldare il latte. A parte fai sciogliere


il burro a fuoco basso, poi spegni il fuoco e
aggiungi la farina setacciata a pioggia,
mescolando con una frusta per evitare la
formazione di grumi. Poi rimetti sul fuoco
dolce e mescola fino a farla diventare dorata.
Aromatizza il latte con la noce moscata e il
sale, poi unisci il tutto poco a poco
mescolando energicamente con la frusta.
Cuoci 5­ 6 minuti a fuoco dolce finché la salsa
si sarà addensata e inizierà a bollire. Se vuoi
una besciamella più liquida basterà
aggiungere un pò di latte; per una
besciamella più densa dovrai al contrario
diminuire la dose di latte. La besciamella è
pronta: potrai usarla per piatti complessi
come lasagne, cannelloni e molti altri primi
piatti. E' ottima per guarnire i famosissimi
"vol­ au­ vent" o per insaporire piatti al forno
di carne, verdure lessate, pesce, soufflè,
insomma... SBIZZARRISCITI!
Ingredienti:

250ml panna fresca, 50g z ucchero a v elo, v aniglia.

Versa la panna in una ciotola, poi aggiungi alla


panna la vaniglia e montala con uno sbattitore;
appena la panna sarà montata, sempre
sbattendo, aggiungi gradualmente lo zucchero
al velo. 
Ingredienti:

V . 1: 1 busta di fiocchi di patate, sale e noce moscata


q.b., 500ml latte, 300ml acqua, 1 noce di burro.

V . 2: 500g patate, 150ml latte, 40g burro, sale e noce


moscata q.b.

V. 1: In una pentola porta ad ebollizione latte e


acqua insieme con il sale e la noce moscata.
Spegni la fiamma e versa il contenuto della
busta nella pentola mescolando
energeticamente con una frusta. Una volta che
il purè si sarà addensato aggiungere il burro.
V . 2: Lava le patate molto bene sotto l’acqua
corrente, e lessale con tutta la buccia in acqua
salata per circa 40­ 45 minuti. Accertati
dell’avvenuta cottura punzecchiandole con una
forchetta, e poi scolatele. Sbuccia le patate
ancora calde, quindi riducile a tocchetti e
passale nello schiacciapatate. Metti la purea
ottenuta in una padella antiaderente a fuoco
basso, aggiungi sale e noce moscata e
mescola. Aggiungi ora il burro a pezzetti e
mescola di nuovo fino a quando il burro non si
sarà distribuito in modo omogeneo.
Aggiungete poco alla volta il latte bollente, fino
a quando otterrai un purè liscio, gonfio e
omogeneo.

Ingredienti:

6 tuorli, 45gr amido di mais, v aniglia, 140g z ucchero,


400ml latte, 100g panna fresca.

Metti sul fuoco una casseruola capiente con il


latte, la panna e la vaniglia. Intanto prosegui la
preparazione separando gli albumi dai tuorli;
raccogli questi ultimi un una ciotola capiente e
aggiungi lo zucchero. Sbatti i tuorli e lo
zucchero con uno sbattitore elettrico. Quando
saranno bianchi e spumosi, unisci l'amido di
mais setacciato e amalgamatelo al resto del
composto; in base alla consistenza che volete
dare alla crema, potete aggiungere solo 40 gr
di amido di mais per una crema più molle
ideale per i dolci al cucchiaio, oppure 50 gr per
una consistenza più densa. Unisci i due
composti e accendi nuovamente il fuoco dolce
e mescola con una frusta continuamente per
addensare il composto. Quando la crema sarà
ben densa, spegni il fuoco e versala in una
terrina bassa e ampia; coprila con pellicola
trasparente in modo che non si falla
raffreddare prima a temperatura ambiente e
poi in frigorifero.

Ingredienti:

1k g patate, 300g patate, 1 uov o, sale q.b.

Lava le patate e, senza sbucciarle, mettile in


una pentola con dell'acqua salata e lasciale
bollire. Ancora calde, sbucciale, schiacciale e
mettile su un piano di lavoro ben infarinato.
Aggiungi un pizzico di sale, la farina e impasta
il tutto fino ad ottenere un composto compatto
ma allo stesso tempo soffice. A questo punto
aggiungi un uovo e continua ad impastare fino
ad ottenere un impasto senza grumi e
compatto. Quindi, dividi l'impasto in tanti filoni
dello spessore di 2­ 3 centimetri e inizia a
tagliare gli gnocchi riponendoli su una
superficie o un vassoio infarinato. Lascia
riposare gli gnocchi per 15 minuti, dopo di che
falli cuocere in una pentola abbastanza grande
con l'acqua salata e scolali quando saliranno a
galla.

Ingredienti:

200g farina, 250ml acqua, 8g sale, 150g farina


manitoba. Per il seguito: 250g burro, 75g farina.
Mescola e setaccia le due farine. Sciogli il sale
nell’acqua e impasta il tutto a media velocità
per circa 8 minuti: dovrai ottenere un
composto più morbido ed elastico di quello del
pane. Lascia riposare, coperto con un
canovaccio, in un luogo fresco per almeno
mezzora. Nel frattempo inizia a preparare il
panetto. Taglia a cubetti il burro e mettilo in
una ciotola con i 75 grammi di farina: mischia
fino ad ottenere un composto omogeneo e
senza grumi. Metti tra due fogli di carta forno
l'impasto ottenuto e appiattendolo con l’ausilio
di un mattarello. Metti il panetto nella parte
bassa del frigo –la più fredda –per almeno
mezzora. Stendi il pastello, ricavaci un
rettangolo di circa 50 centimetri di lunghezza
al centro del quale devi posizionare il panetto,
poi copri con i due lembi più lunghi del
pastello, facendoli combaciare. Ripiega anche
gli altri due lembi, fino a chiudere il panetto su
ogni lato. Ricordati sempre di infarinare il
piano di lavoro e la pasta per facilitarti il lavoro
di stesura. Prendete un mattarello ed
esercitate una pressione sull’impasto, così da
rendere più cedevole il panetto di burro. Puoi
quindi cominciare a stendere la sfoglia, che
dovrà acquisire una forma rettangolare,
regolare. Per fare ciò non limitarti a stenderla
muovendo il mattarello avanti e indietro, ma
devi imprimere anche dei movimenti obliqui, in
modo da allargarne anche il centro. Quando
otterrai una larghezza di circa 25 centimetri
procedi con le pieghe. Piega i due lati più corti
in modo da farli combaciare al centro del lato
più lungo, assicurati che i due lembi non si
sovrappongano e piegatela a libro,
appoggiando un lembo sull'altro. Una volta
pronto il panetto, segnalo con una pressione
del dito, avvolgi nella pellicola e metti in frigo
per almeno mezzora. A questo punto, estrai la
sfoglia, posizionala di fronte a te con l’apertura
sulla destra e ripeti l’operazione di stesura e
piegatura. Prima di riavvolgerla nella pellicola
e di riposizionarla in frigo, segnala per due
volte per ricordarti di aver effettuato la
seconda piega. L’intero procedimento andrà
ripetuto altre due volte, per un totale di quattro
pieghe. Alla fine, la pasta andrà lasciata
riposare in frigo per almeno un’ora. Se non
vuoi utilizzare subito la pasta sfoglia, puoi
avvolgerla nella pellicola e conservarla nel
congelatore.

Ingredienti:

300g farina, 150g burro, 100g z ucchero, 1 uov o.

Riunisci in una ciotola il burro a temperatura


ambiente e lo zucchero e mescola con lo
sbattitore elettrico. Unisci l'uovo e lascia che
si amalgami anch'esso al composto. Unisci la
farina, tutta in una volta e ri­ aziona lo
sbattitore. Aromatizza, infine, la pasta frolla
con la vaniglia. Rovescia l'impasto sulla
spianatoia ed impastala velocemente, fai una
palla, avvolgila nella pellicola e riponi in frigo
per 30 minuti circa per farla riposare.
Ingredienti:

50g burro, 65gr farina, 2 uov a(temperatura ambiente),


150ml acqua.

Preriscalda il forno a 200° e prepara una teglia


con carta da forno. In una pentola metti acqua
e burro insieme a fuoco basso fino a quando
bolle. Quindi spegni il fuoco e metti poco a
poco la farina setacciandola e mescolando con
una frusta. Metti il composto in una ciotola e
forma una palla (se bisogno aggiungi un pò di
farina per non far incollare il composto).
Quando l'impasto è tiepido aggiungi le uova
una ad una assicurandoti di averle ben
integrate. Forma delle palline e ponile sulla
teglia distanziandole bene le une dalle altre.
Metti in forno a 220° per 15 minuti, poi accendi
il grill per 5 minuti. Passati i 5 minuti spengi il
grill e metti il forno a 180°, con uno
stuzzicadenti fai dei forellini ad ogni pallina e
lascia cuocere per altri 10 minuti. Finita la
cottura spengi il forno e lascia lo sportello di
esso leggermente aperto con un cucchiaio di
legno e lascia raffreddare. Quest'ultima
operazione è molto importante perché
impedisce i bignè di sgonfiarsi!

Ingredienti:

A rista, 500ml latte, mez z a cipolla, 1 spicchio d’aglio, 1


carota, burro, sale e erbe aromatiche a piacere.

In una padella fai un soffritto con la cipolla, la


carota e il burro. Quando la cipolla e la carota
si saranno dorate un pò metti a cuocere
l'arista facendola dorare bene su tutti i lati.
Quindi metti l'arista su un piatto tenendola al
caldo, metti mezzo dado vegetale in padella
lasciando cuocere per alcuni minuti. Rimetti
l'arista in padella e aggiungi tutto il latte a
fuoco vivace con coperchio. Una volta che
inizia a bollire abbassare la fiamma. L'arista
deve sobbollire per 45 minuti circa girandola di
tanto in tanto. Terminata la cottura affetta la
carne disponendo le fette su un piatto, frulla la
salsina che è rimasta in padella e mettila
sopra la carne.

Ingredienti:

2 peperoni rossi, olio d’oliv a, sale e pepe q.b., 75g


ricotta, circa 250g pasta.

Lava e asciuga i peperoni rossi, riponili su una


teglia con la carta forno ed infornali in forno
statico già caldo a 250 °C per circa 25 minuti.
Rigira di tanto in tanto i peperoni fino a
quando non vedrai che la buccia si secca e
comincia a staccarsi dalla polpa. Quando la
buccia comincerà a staccarsi estrai i peperoni
dal forno e mettili in un sacchetto per alimenti.
Chiudi il sacchetto e lascia i peperoni sudare
fino a che non saranno tiepidi. A questo punto
puoi togliere la buccia. Una volta effettuata
questa operazione, prendi i peperoni tagliali a
metà, togli loro il picciolo verde esterno, i
filamenti bianchi ed anche i semi interni.
Prendi la polpa così ottenuta e frullala.
Aggiungi la ricotta, l’olio, il sale e il pepe.
Quindi frulla nuovamente fino ad ottenere una
crema liscia ed omogenea. Con questo tipo di
salsa è consigliata una pasta lunga.

Ingredienti:

3 uov a, 1 confez ione di pancetta, parmigiano,


circa 250g spaghetti, sale e pepe q.b.

Per prima cosa metti a bollire dell'acqua e in


una grande padella fai cuocere la pancetta nel
proprio grasso. Adesso rompi le uova e mettile
in una ciotola insieme a un pò di parmigiano,
sale e pepe; sbatti il tutto con una frusta o una
forchetta fino ad ottenere un composto
omogeneo. Quando vedrai che la pancetta si
sarà cotta spegni il fornello e aspetta che gli
spaghetti siano pronti. Quindi scola la pasta e
mettila nella padella ed aggiungi le uova
precedentemente sbattute. Riaccendi a fuoco
basso e con l'aiuto di due forchette gira gli
spaghetti nella padella per distribuire in modo
omogeneo pancetta e uova. Quando vedrai che
le uova sono leggermente cotte gli spaghetti
alla carbonara saranno pronti!

Ingredienti:

100g pecorino romano, 1 piz z ico di sale, pepe nero,


circa 250g spaghetti o altra pasta lunga.

Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,


quindi versa gli spaghetti (o altra pasta lunga)
e fai cuocere. Mentre cuociono procedi con la
preparazione del condimento. Grattugia il
pecorino romano e raccoglilo in una ciotola dai
bordi alti e molto capiente. Preleva ora un
mestolo dell’acqua di cottura e versala nella
ciotola con il pecorino; amalgama bene fino a
creare una salsa cremosa e omogenea
aiutandoti con la frusta a mano per sciogliere
bene il formaggio. Quindi metti il pepe a tuo
piacimento. Quando la pasta sarà al dente
scolala (conservando dell'acqua di cottura) e
versala all’interno della ciotola con la salsa di
pecorino. Girala con cura fino a quando
l’amido della pasta legherà il tutto rendendo
cremosa la salsa. Se mescolando gli
ingredienti noterai ancora la presenza di
acqua di cottura, aggiungi ancora un po’ di
pecorino. Al contrario, se gli spaghetti
risulteranno troppo asciutti, versa ancora poca
acqua di cottura, procedendo un poco alla
volta fino ad ottenere la giusta consistenza.

Ingredienti:

10g noci, olio d’oliv a, sale e pepe q.b., prez z emolo,


10g parmigiano, panna da cucina, circa 250g pasta.
Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,
quindi versa la pasta e fai cuocere. Tagliuzza
finemente il prezzemolo. Con il mixer sbriciola
quasi tutte le noci, tenendone alcune da parte
come decorazione. In una padella metti l’olio e
lascialo scaldare un pochino dopo di che
aggiungi le noci e una volta che si saranno
leggermente tostate aggiungi la panna, il sale,
il pepe e il parmigiano; quando noterai che la
panna si è leggermente addensata vorrà dire
che la salsa è pronta, quindi aggiungi il
prezzemolo precedentemente tagliato. Scola la
pasta ed uniscila con la salsa, ricordandoti di
aggiungere le noci messe da parte!

Ingredienti:

4 fette di prosciutto cotto, panna, mez z o limone, sale e


paprik a q.b., olio d’oliv a, circa 250g pasta.

Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,


quindi versa la pasta e fai cuocere. In una
grande padella metti l’olio e lascialo scaldare
un pochino, poi aggiungi il prosciutto a
pezzetti, la panna, il succo di limone, un pizzico
di sale e paprika. Rigira il tutto di tanto in
tanto per non far aderire alla padella. Quando
la panna si sarà leggermente addensata è
pronto. Scola la pasta e versala nella padella,
rigirala un pò per distribuire bene il
condimento. Se la pasta risulta asciutta
aggiungi un pò di panna.
Ingredienti:

120g pisellini, 2/ 3 fette prosciutto cotto, 1 spicchio


d’aglio, pepe, peperoncino, olio d’oliv a, circa 180g
pasta.

Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,


quindi versa la pasta e fai cuocere. Metti un pò
di olio, l’aglio e il peperoncino in una grande
padella e lascia rosolare un pochino. Quindi
aggiungi il prosciutto cotto a dadini e lascia
rosolare, poi aggiungi i piselli e un po’ d’acqua
e pepe, ma niente sale! Lascia cuocere piano
piano fino a che non si asciugano i piselli.
Ingredienti:

500g macinato misto, 500g macinato manz o, 2L di


passata di pomodoro, 2 dadi v egetali, olio di mais.

In padella Wok, a fuoco dolce, metti un fondo


di olio di mais; una volta scaldato un pochino
sbriciola i due macinati e mettili in padella.
Lascia cuocere fino a che la carne non sarà
leggermente cotta. A questo punto aggiungi
tutta la passata di pomodoro e i due dadi
vegetali. Copri con un grande coperchio
aiutandoti con un cucchiaio in legno. La
passata deve leggermente bollire ma non
troppo; quando noterai che il colore del
pomodoro tende all’arancione il ragù è pronto.
Ingredienti:

1 cipolla, 2L passata di pomodoro, olio di mais.

Taglia a pezzetti la cipolla e fai un soffritto in


padella Wok. Quando la cipolla sarà
leggermente dorata aggiungi la passata di
pomodoro e lascia cuocere a fuoco dolce in
modo che la passata bolle ma non troppo.
Copri con un grande coperchio aiutandoti con
un cucchiaio in legno. Quando noterai che il
colore del pomodoro tende all’arancione vorrà
dire che la salsa è cotta. Scola il tutto in una
grande ciotola in vetro e copri con la pellicola
trasparente lasciando nel mezzo un spazio
sufficiente per farci passare il mixer. A questo
punto frulla tutto per ottenere una salsa ben
omogenea.
Ingredienti:

2 belle manciate di basilico fresco, 150ml olio di mais,


1 spichio d’aglio, 1 dado v egetale, 30g di pinoli, 1
piz z ico di sale se necessario, parmigiano q.b.

Mettere nel tritatutto gli ingredienti nel


seguente ordine: olio, aglio, dado vegetale,
pinoli, basilico. Frulla a velocità massima e di
tanto in tanto, a macchina spenta, spingi giù il
basilico con un cucchiaio di legno. Se non si
frulla bene aggiungi a scelta un pò d’olio o
acqua. Fai attenzione a non far scaldare
troppo il basilico altrimenti il pesto assumerà
un colore marroncino. Se noti che si stà
scaldando aggiungi un cubetto di ghiaccio.
Quando il basilico si sarà frullato aggiungi il
parmigiano e frulla nuovamente fino a quando
non otterrai una bella cremina, facendo
sempre attenzione a non scaldare troppo il
basilico.

Ingredienti:

100g Emmental, 100g Gouda, 60g Parmigiano,


100ml latte, 1 cucchiaino maizena,

Fai a pezzetti i formaggi, quindi mettili nel


tritatutto e frullali fino a che non diventano fini
quasi come la sabbia. In un ciotolino metti la
maizena e un pochino di latte per amalgamare
bene i due. Metti il formaggio e il resto del
latte in una piccola padella a fuoco basso. Con
una frusta gira il tutto fino a che non si sia
sciolto omogeneamente. Aggiungi quindi la
maizena precedentemente sciolta nel latte e
continua a girare fino a raggiungere
l’ebolizione. A questo punto è pronto. Un
consiglio è di effettuare la cottura mentre la
pasta sta cuocendo in modo da poterlo
aggiungere subito, a fine cottura, alla pasta.

Ingredienti:

Porcini, aglio, olio di oliv a, prez z emolo, sale q.b.

In una padella metti l’olio, i funghi, un pizzico


di sale e uno spicchio d’aglio tagliato a metà.
Lascia cuocere a fuoco basso e di tanto in
tanto girali per non farli aderire alla padella.
La cottura è terminata quando i funghi si
inforchettano bene. A fine cottura aggiungi il
prezzemolo fatto a coriandolo.
Ingredienti:

1 spicchio d’aglio, olio d’oliv a, 2 salsicce, panna da


cucina, basilico, sale e noce moscata q.b., circa 250g
pasta.

Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,


quindi versa la pasta e fai cuocere. Metti in
una grande padella olio e aglio e lascia
rosolare poco. Quindi sbriciola la salsiccia e
mettila in padella a cuocere bene, poi aggiungi
tanto basilico, la panna, il sale e la noce
moscata. Quando il sugo è pronto, aggiungi la
pasta e a fuoco basso saltala due minuti nel
sugo appena fatto.

Ingredienti:

Mez z o bicchiere V odk a, mez z o peperoncino, mez z a


cipolla, 1 conf. pancetta, 2L salsa di pomodoro, panna
da cucina.

Prepara mezza giornata prima il mezzo


bicchiere di Vodka con il peperoncino dentro.
In una grande padella metti olio e cipolla
tagliata a pezzetti e lascia rosolare un pochino.
Quindi aggiungi la pancetta, falla cuocere un
pò, poi metti la salsa di pomodoro a cuocere a
fuoco basso, ma non troppo, fino a che il
pomodoro diventi leggermente di color
arancio. Nel frattempo metti a bollire
dell'acqua, quindi versa la pasta e fai cuocere.
Una volta cotto aggiungi la Vodka senza il
peperoncino, e lascia cuocere un pochino poi
spegni e metti la panna. Tieniti il sugo che ti
serve in padella e il resto mettilo in
congelatore. Quando la pasta è cotta saltala
nel sugo a fuoco basso.

Ingredienti:

3 uov a, 500ml latte, 350g farina, 1 piz z ico di sale, 30g


z ucchero, burro.

Inizia sbattendo le uova con una frusta in una


ciotola abbastanza capiente poi aggiungi
250ml di latte. Quindi metti lo zucchero e il
pizzico di sale e continua a girare fino a
quando non si saranno ben integrati. A questo
punto, con l’aiuto di un setaccio aggiungi poco
a poco 125g di farina girando sempre il tutto
per evitare che si formano dei grumi. Adesso
aggiungi il latte restate facendolo integrare
bene e poi il resto della farina sempre con il
setaccio e girando il composto con una frusta.
Quando vedrai che il composto è ben
omogeneo coprilo con la pellicola trasparente
e lascia riposare in frigo almeno per 30 minuti.
Finito il tempo di riposo, in una piccola padella
fai sciogliere pochissimo burro, il giusto per
non far aderire l’impasto in cottura! A questo
punto puoi cuocere le tue crepes, ricordandoti
di cuocerle da entrambi i lati e tra una crepe e
l’altra di rimettere un filo di burro con l’aiuto
di una forchetta.

Ingredienti:

4 fette pan carré(o pane per toast), 1 uov o, latte,


z ucchero e sale q.b., burro.
In un piatto fondo sbatti l’uovo, poi aggiungi un
pochino di latte, un cucchiaio di zucchero e un
pizzico di sale. Quindi sbatti il tutto fino ad
ottenere un composto omogeneo. A questo
punto in una grande padella fai sciogliere un
pò di burro, inzuppa bene una alla volta le
quattro fette di pane e mettile tutte insieme a
cuocere girandole di tanto in tanto per non
farle aderire alla padella. Quando saranno ben
dorate la cottura sarà giunta a termine, quindi
mettile su un piatto ricoprendole con un po’ di
zucchero, marmellata o nutella!

Ingredienti:

185g farina di mais, 750ml acqua, sale q.b.


Metti a bollire i 750ml d’acqua in una pentola e
sala a piacere. Raggiunta l’ebollizione versa a
pioggia la farina di mais mescolando bene con
l’aiuto di una frusta. Continua a mescolare per
8 minuti sempre nello stesso senso
mantenendo l’ebollizione. Passato il tempo la
polenta è pronta, versala in una pirofila,
volendo ricoprendola con una salsa o un ragù
a piacere.

Ingredienti:

200g macinato di manz o(magro), 100g macinato di


maiale(magro), 1 patata grossa, 1 carota, 1 uov o,
mez z a cipolla tritata, pangrattato, mez z o spicchio di
aglio tritato, 2 cucchiai d’olio d’oliv a, prez z emolo,
sale e pepe q.b.

Sbuccia la patata e la carota, falle a pezzetti e


metti a lessare in un pentolino, quindi frullale
insieme. Metti questa specie di purea in una
ciotola aggiungendo tutti gli altri ingredienti,
tranne il pangrattato, mescola bene fino ad
ottenere un composto omogeneo. A questo
punto con l’aiuto di un cucchiaio preleva delle
piccole dosi d’impasto e lavorale per dar loro
una forma arrotondata, passale bene nel
pangrattato e friggile. Quando avranno un bel
colore, quasi dorato, saranno pronte! Quindi
mettile su carta assorbente per togliere l’olio
in eccesso e gustatele!

Ingredienti:

1K g coz z e fresche, mez z o bicchiere di v ino bianco, 1


cipolla, 1 sedano, una manciata prez z emolo,10g
burro.

Pulisci le cozze. Taglia a pezzetti la cipolla e il


sedano. In una pentola fai un soffritto con il
burro e le verdure tagliate prima. Quindi
aggiungi le cozze e il vino mescolando bene.
Taglia il prezzemolo grossolanamente e
aggiungilo in pentola tenendo coperto e lascia
cuocere per 10 minuti a fuoco medio
mescolando di tanto in tanto. A fine cottura le
cozze devono essere tutte aperte.

Ingredienti:

800g patate, sale q.b.


Sbuccia le patate, lav ale, tagliale a metà per la loro
lunghez z a e poi affettale a bastoncini, asciugale bene
in un asciugamano. Metti la friggitrice a 170°. A
questo punto, quando l’olio sarà caldo, metti a
friggere metà delle patatine per circa 10 minuti,
quindi mettile in una ciotola con carta assorbente e fai
la stessa cosa con l’altra metà. A desso fai cuocere una
seconda v olta a 190° la prima metà e poi la seconda
metà, salale e serv ile a tav ola.

Ingredienti:

250g pane raffermo, 150g speck , 2 uov a, 125ml latte, 1


cucchiaio cipolla tritata, 2 cucchiai prez z emolo tritato,
1 cucchiaio erba cipollina tritata, 15g farina, sale q.b.,
burro q.b., 4/ 5 foglie salv ia.

Fai un soffritto con del burro ed aggiungi lo


speck fatto a pezzetti piccolissimi e lascia
rosolare per un pò. Mescola cipolla e speck in
una ciotola capiente con il pane tagliato a
cubetti. Sbatti le uova, aggiungi il latte, il
prezzemolo e l'erba cipollina. Sala con
moderazione data la presenza dello speck.
Mescola con cautela l'impasto e lascialo
riposare per circa 15 minuti. Aggiungi la farina.
Forma con le mani i Knödel nella forma di
palle dal diametro di circa 5­ 6 cm. Sia in
questa fase che nella precedente è importante
che il pane venga lavorato con delicatezza in
modo che non si spiaccichi ma conservi la sua
struttura porosa. Il Knödel non deve essere né
asciutto né molle. Se è troppo molle, non
rassodare con farina ma con il pangrattato. Il
Knödel va messo in acqua salata bollente e poi
cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.
Nel frattempo prepara una salsina con burro e
salvia.
Ingredienti:

C rostini di pane, olio d’oliv a, sale e pepe q.b., 2 fettine


di pollo, mez z o limone, 1 cucchiaio di maionese,
parmigiano a scaglie.

Taglia il pollo a pezzettini e cuocilo in padella


con un pò di burro. A fine cottura lascialo
raffreddare e prepara l’insalata tagliandola a
pezzetti. Quindi aggiungi il pollo, il succo di
limone, la maionese, i crostini di pane e il
parmigiano a scaglie.
Ingredienti:

5 uov a, 24 fettine di pancetta, 3 cucchiai parmigiano


grattugiato, 200ml panna da cucina, 3/ 4 foglie
basilico, sale e pepe q.b.

Inizia accendendo il forno a 180°. In una


ciotola sbatti con una forchetta le uova, la
panna il formaggio, il sale, il pepe e per
ultimo aggiungi il basilico spezzato con le mani
per aromatizzare il composto. Prendi una
teglia da muffin o delle piccole pirofile rotonde
e fodera ogni stampo con 2 o 3 fette di
pancetta, incrociandole, in modo da ricoprirne
totalmente la superficie. Non è necessario
ungere gli stampini in quanto la pancetta
stessa eviterà che il composto si attacchi alla
teglia. Versa il composto di uova in ogni
stampo riempiendolo fino a poco sotto il
bordo. Inforna per 12/15 minuti finché la
superficie delle frittatine sarà ben dorata. Una
volta ultimata la cottura, sforma le frittatine e
servile calde.
Ingredienti:

2 melanz ane, 1 cipolla, parmigiano, 2 moz z arelle,


salsa di pomodoro.

Lava e poi affetta le melanzane. Mettile su una


teglia con carta da forno e sale per far sudare
le melanzane, in forno a 180° più il grill acceso.
Taglia le due mozzarelle a fette. In una pirofila
metti gli ingredienti nel seguente ordine: un
pochino di salsa, un pò di parmigiano, uno
strato di melanzane, disponi qualche fetta di
mozzarella, e ripeti fino a finire gli ingredienti
terminando con uno strato di salsa e tanto
parmigiano. Metti in forno a 180° per circa 25
minuti.
Ingredienti:

4 sov racosci di pollo, olio di girasole, sale q.b.

In una teglia dal bordo alto metti un pò di olio


di girasole e aggiungi i sovracosci,
precedentemente salati, ungendoli bene
nell’olio. Fai cuocere in forno a 200°. Quando
sentirai l’olio schizzare gira i sovracosci, ma
solo se si è già leggermente formata la
crosticina sotto. Quando entrambi i lati
saranno ben cotti con una bella crosta dorata,
saranno pronti.
Ingredienti:

2/ 3 petti di pollo, 1 limone o 1 arancio, farina,


sale e pepe q.b.

Infarina il petto di pollo e mettili in padella con


olio, burro sale e pepe. Fai rosolare bene poi
sfuma con un pochino di vino bianco. Quindi
togli i petti dalla padella e nella stessa padella
metti la scorza e il succo di un limone o
arancia, un goccio d'acqua e un cucchiaio di
farina e fai andare per pochi minuti. A questo
punto puoi rimettere la carne e far addensare
la salsina.
Ingredienti:

Insalata, tutto quello che la stagione ti offre e fantasia!

Lava e asciuga l’insalata, tagliala a tuo


piacimento, e aggiungi per esempio olive,
tonno, carote, mozzarella, pomodori, olio e
sale.

Il bello di questa insalatona sta nel fatto che ci


puoi mettere qualunque cosa tu voglia! Ottima
nel periodo estivo, perché è leggera ma piena
allo stesso tempo.
Ingredienti:

500g riso, 50g pecorino, 1 cucchiaio d’olio d’oliv a, sale


e pepe q.b., 100g parmigiano, 4 uov a, salsa di
pomodoro, pangrattato, 2 moz z arelle, farina.

Metti a cuocere il riso. A cottura finita scolalo


e mettilo in una ciotola facendo amalgamare
bene tutti gli altri ingredienti tranne la
mozzarella, 3 uova, la farina e il pangrattato. A
questo punto prendi la quantità di composto
che ti serve, al centro disponi dei pezzetti di
mozzarella e con le mani dai la tipica forma
dell’arancino. Passa prima tutti gli arancini
nella farina, poi nelle uova sbattute ed infine
nel pangrattato. Friggili due alla volta fino a
quando il pangrattato non avrà un colore un pò
dorato. A cottura finita mettili su un piatto con
carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

Volendo puoi anche aggiungere il prosciutto


cotto, i pisellini o sostituire la mozzarella con il
ragù!

Ingredienti:

6 indiv ie belghe, burro, sale q.b, besciamella,


E mmental, prosciutto cotto.

Taglia il culo dell’indivia, poi taglia a metà e


togli il centro perché amaro. In una pentola fai
sciogliere un po’ di burro, e disponi nel
seguente ordine: uno strato di indivia, sale e
burro fino a terminare le metà d’indivia. Copri
e lascia cuocere per circa 40°. L’indivia è cotta
quando tende a un colore un po’ verdognolo,
quindi spegnere il fuoco. Fai una besciamella
aggiungendo ad essa molto Emmental
grattugiato facendolo fondere in essa. Arrotola
una fetta di prosciutto cotto ad ogni pezzo di
indivia. In una pirofila metti un leggero strato
di besciamella, disponi tutti i pezzi di indivia e
copri con tutta la besciamella restante. Cuoci
in forno a 200° fino a quando la besciamella
non inizi a bollire.

Ingredienti:

250g di farina, 125g di acqua, 2g liev ito di birra in


polv ere, 20g di olio d’oliv a, 2g z ucchero, 4g sale.

Versa la farina con il lievito e lo zucchero ed


inizia ad impastare, aggiungendo l’acqua, un
po’ alla volta. A metà impasto unisci l’olio e il
sale e continua ad impastare finchè l’impasto
non diventa ben compatto e morbido. Copri
con pellicola e fai lievitare per 2 ore o finchè
non avrà raddoppiato il volume. Una volta
lievitato forma delle palline piccole e
schiacciale; lascia riposare per mezz’ora.
Finito il tempo di riposo, friggi ciascuna
focaccina in abbondante olio caldo e adagiale
su un piatto ricoperto di carta assorbente per
togliere l’olio in eccesso.

Ingredienti:

2 petti di pollo, latte, farina, sale q.b.

Taglia il petto di pollo a striscioline e infarina


bene, poi scuoti per far cadere la farina in
eccesso. Metti un pochino di olio e burro in
una padella e lascia rosolare bene gli
straccetti di pollo; sala e aggiungi un pò di
latte. Abbassa la fiamma e fai cuocere piano
piano fino a che il latte non si è ritirato tutto,
ma se la carne non è ancora cotta aggiungi
ancora un pochino di latte e fai ritirare.

Ingredienti:

1 bicchiere di cous cous a persona, acqua, sale q.b.,


tutti i condimenti che v uoi.

Fai bollire dell’acqua. In una ciotola metti la


quantità di couscous che ti serve e il sale,
aggiungi dell’acqua fino a superare di circa 1/2
cm il cous cous, copri con un piatto e aspetta
che l’acqua sia stata tutta assorbita. Se
bisogno aggiungi un altro pò d’acqua e ricopri.
Condisci a tuo piacimento il cous cous e sarà
pronto.

Ingredienti:

1 bicchiere di riso a persona, condimento a piacere,


sale q.b.
In una pentola con acqua, versa il riso e
lascialo cuocere per circa 20/25 minuti. A fine
cottura scolalo e condiscilo per esempio con
verdure o funghi.

Ingredienti:

C irca 250g pasta, burro, panna da cucina, v erdure di


stagione.
Per prima cosa metti a bollire dell'acqua,
quindi versa la pasta e fai cuocere. In una
grande padella fai un soffritto con il burro e
metti delle verdure, a tuo piacimento, tagliate
a dadini e con un pizzico di sale a cuocere a
fuoco medio. Quando si inforchetteranno bene
saranno cotte. Scola la pasta e mettila in
padella a fuoco basso per circa 2 minuti
girandola bene. Se vuoi puoi anche aggiungere
un pò di panna.

Ingredienti:
300g pasta corta, prosciutto cotto a dadini, burro,
E mmental, spinaci.

Per prima cuoci la pasta e preriscalda il forno


a 180°. Se si desidera con anche gli spinaci,
lessarli. A cottura finita scola la pasta e
disponi metà in una pirofila e l’altra metà in
un’altra pirofila aggiungendo in entrambe il
prosciutto, gli spinaci se si vogliono e una noce
di burro. Rigira un pò la pasta e fai un bel
strato di Emmental grattugiato in cima. Metti
in forno a 200° e lascia cuocere fino a quando
non si sarà formata una bella crosticina.

Ingredienti:
A v anz o di pasta, E mmental, olio d’oliv a.

Spesso può capitare che avanzi della pasta da


un precedente pasto. Quindi invece di buttarla
puoi metterla in una pirofila con un goccino
d’olio e sopra grattugiare un pò di Emmental.
Metti in forno a 200° e quando la crosticina si
sarà formata sarà pronto.

Ingredienti:
125g lasagne, olio q.b., parmigiano, besciamella,
condimento a piacere.

Per prima cosa metti a cuocere le lasagne e


preriscalda il forno a 200°. Ungi una pirofila
con l’olio, disponi un sottile strato di
besciamella, metti uno strato di pasta, di
nuovo la besciamella e il condimento che vuoi,
come per esempio ragù, pesto, verdure o
funghi e salsiccia. Ricomincia da capo
partendo dalla pasta fino a terminare gli
ingredienti. A questo punto spolverizza un po’
di parmigiano e metti in forno a 220° per circa
15/20 minuti.
Ingredienti:

320ml acqua tiepida, 25g liev ito fresco, 500g farina,


100 farina manitoba, 3 cucchiaini sale.

Metti a far sciogliere il lievito nell’acqua. In


una ciotola metti tutta la farina e il sale e gira
bene l’insieme per far integrare il sale. Forma
una fontana, versa tutta l’acqua al centro e
con l’aiuto di una frusta integra bene il tutto.
Una volta che l’impasto si è un pò rassodato e
si stacca togli la frusta e con le mani recupera
la farina rimanente. Quindi impasta con le
mani per circa 5/10 minuti. Fai attenzione che
l’impasto non sia duro, ma elastico, altrimenti
lieviterà male. Metti adesso l’impasto in una
ciotola in vetro e copri con la pellicola
trasparente, lascia lievitare in forno spento per
almeno 2 ore. Prepara una teglia con carta da
forno, e passato il tempo di lievitazione, prendi
l’impasto e reimpastalo un attimo, dividilo,
dagli la forma che vuoi e metti sulla teglia.
Metti in forno spento la teglia a lievitare per
almeno 2 ore. Passato il tempo accendi il
forno a 180° per circa 25 minuti.

I metodi per cuocere le uova sono molteplici,


ma eccoti gli 8 modi più conosciuti.

Cottura nel guscio:


Non lavare mai il guscio dell’uovo così da
lasciare intatta la membrana protettiva. Fai
attenzione a non sbattere l’uovo contro le
pareti della pentola e assicurati che la
temperatura sia costante visto che questa è
una cottura alla cieca. Il tempismo è
essenziale!
Uovo alla coque
L’uovo viene immerso intero nell’acqua
bollente per circa 3 minuti così da rapprendere
l’albume lasciando crudo il tuorlo. È
importante utilizzare uova freschissime e a
temperatura ambiente. Viene servito in
nell’apposito portauovo e mangiato al
cucchiaio rimuovendo il margine superiore del
guscio.
Uova bazzotte 
Seguono lo stesso procedimento di quelle alla
coque ma vengono cotte 5 o 6 minuti. La loro
consistenza un po’ più rappresa consente di
utilizzarle su tartine o crostoni.
Uovo sodo
Molte persone, nella preparazione delle uova
bollite, forano la parte tonda del guscio così da
non rischiarne la rottura; questo è utile
soprattutto se le uova non sono freschissime
ma è un passaggio facoltativo.
Immergi l’uovo, a temperatura ambiente
nell’acqua portata a ebollizione e salata per
circa 7 minuti. Per sgusciarlo senza rompere
l’albume, mettilo in acqua fredda.
Cottura senza guscio, a uovo intero:
Le uova vengono sgusciate ed immerse
nell’acqua o in un grasso direttamente o dopo
averle aperte in un piatto.
Uovo al tegamino (all’occhio di bue)
Sembra una preparazione molto facile e
sicuramente molto conosciuta in cucina ma il
vero uovo al tegamino deve essere perfetto:
albume cotto e senza bollicine, tuorlo crudo e
senza macchie. Una porzione in genere
richiede un paio d’uova che vengono cotte in
un piccolo tegame (o una padella) con poco
burro. La cottura deve avvenire a fuoco basso
ed è importante che l’albume si rapprenda in
maniera uniforme, senza bolle; il tuorlo,
invece, deve rimanere crudo e può essere
salato solo nel piatto altrimenti si macchia.
Uovo affogato (in camicia)
Porta dell’acqua acidulata a ebollizione e,
raggiunta la temperatura, abbassa la fiamma
al minimo. Con un cucchiaio crea un vortice
nell’acqua e tuffa l’uovo nel centro facendo
attenzione a non romperlo. L’aceto presente
nell’acqua faciliterà la coagulazione
dell’albume dandogli una consistenza
maggiore e in minor tempo. Calcola circa 3
minuti per far rassodare l’albume poi togli
l’uovo con una schiumarola e lascialo
asciugare su di un panno. Questa preparazione
è ottima come accompagnamento per gli
asparagi!
Oeuf en cocotte
Metti un uovo in ogni cocottina
precedentemente imburrata con due cucchiai
di panna, sale e pepe. Copri e lascia cuocere in
forno a bagnomaria per 6­ 8 minuti a 180 °C. Se
preferisci una cottura dell’uovo più morbida,
cuocili per 5­ 6 minuti sempre a bagnomaria
ma non in forno.

Cottura senza guscio, a uovo sbattuto:


Qui le uova vengono sbattute con una frusta o
una forchetta e, generalmente, condite e
arricchite da altri ingredienti.
Omelette e Frittate
La classica omelette francese consiste in una
frittatina soffice ripiegata a mezza luna e cotta
da un solo lato. Per prima cosa si sbattono le
uova ma senza esagerare poiché un’eccessiva
coagulazione delle proteine produrrebbe più
schiuma che si attaccherebbe al padellino. A
questo punto puoi scegliere se condire o meno
il composto e poi versarlo in una padella con
burro o olio caldo; la temperatura deve essere
alta per lasciare l’interno morbido ma
controllata così da non bruciare il tutto. Quello
che distingue un’omelette da una frittata è la
fase successiva: per la prima preparazione, il
composto va ripiegato su se stesso; per la
frittata, devi rigirarlo completamente (con un
piatto, un coperchio o una spatola) e
continuare a cuocerlo.
Uovo strapazzato 
Consiste nello sbattere le uova in un recipiente
e versarle poi nel brodo bollente attraverso un
colino. Un’alternativa è quella di aggiungere
alle uova un po’ di latte o panna, sale e pepe,
sbatterle con una forchetta e poi cuocerle in
olio o burro mescolandole costantemente a
fuoco basso per circa 5 minuti. Le uova
strapazzate possono essere arricchite in molti
modi (formaggi, verdure, cipolle ecc) e la loro
consistenza cremosa garantisce la
soddisfazione del palato!

Soffritto
Il soffritto è quasi essenziale per insaporire e
far esaltare i sapori delle verdure. Per farlo
bisogna fare a pezzetti molto piccoli una
cipolla e metterla a cuocere in padella con un
po’ di burro o olio d’oliva. Quando la cipolla
sarà dorata il soffritto sarà pronto.

Lessare
Si cuoce un alimento in acqua ad una
temperatura leggermente inferiore a quella di
ebollizione, cioè a 95°. Con questa tecnica si
possono cuocere moltissimi alimenti come le
verdure, la frutta e la carne.
Grigliare
È uno dei metodi di cottura più semplici e
veloci, in quanto basta adagiare su di essa la
carne, il pesce o le verdure e lasciar cuocere. I
forni hanno anche la modalità grill, che è un
valido sostituto del barbecue, anche se non
permette di conferire quel buon sapore di cibo
cotto a legna.
Impanare
Prepara 3 piatti, di cui 1 piano e 2 fondi. Nei
due piatti fondi in uno metti un uovo sbattuto e
nell’altro del pangrattato. Passa le fettine di
pesce, carne o verdura prima nell’uovo, poi nel
pangrattato ed infine adagiale sul piatto piano.
Infarinare
Il trucco per ottenere un ottimo risultato in
cottura è quello di infarinare il pesce, la carne
o le verdure appena prima di cuocere in
padella! In questo modo la farina non avrà il
tempo di assorbire l’acqua presente
nell’alimento.
In umido
È un procedimento che permette la
realizzazione di spezzatini, brasati, stracotti e
stufati. Ma si possono cuocere con questa
tecnica anche pesce e verdure. Si rosola prima
un pochino l’alimento desiderato e poi si mette
in pentola con brodo o vino, si copre e si lascia
cuocere lentamente.
Al cartoccio
È un tipo di cottura adatto a cibi non troppo
voluminosi. Si preriscalda il forno a 200° gradi,
si incarta l’alimento con carta stagnola e si
lascia cuocere per circa 5 minuti ogni
centimetro di spessore. Quindi per esempio
per una patata media ci vorranno almeno 15
minuti.
Pulire le cozze
Metti le cozze in una bacinella capiente, quindi
sciacquale bene sotto l’acqua fresca corrente.
Con il dorso della lama di un coltello elimina
tutte le incrostazioni e i cirripedi e, con un
movimento energico, stacca manualmente la
barbetta, o bisso, che fuoriesce dalle valve (per
facilitare l'operazione è possibile impugnare il
bisso con un canovaccio). Sempre sotto
l’acqua fresca corrente e utilizzando una
paglietta d'acciaio (oppure una spazzola
rigida), sfrega energicamente le cozze per
eliminare ogni impurità e risciacqua
nuovamente le cozze come all’inizio. Dopo
aver pulito con cura le cozze puoi procedere
all'apertura;  è possibile effettuare questa
operazione sia a crudo, sia utilizzando il calore
del fuoco. Per aprire le cozze a crudo: prendi
in mano una cozza già lavata e schiaccia
leggermente il guscio del mollusco con le dita,
per far sì che le valve si aprano leggermente;
quindi, partendo dal lato della cozza che
presenta una sporgenza, infila la punta di un
coltellino rivolta verso il basso, in modo da
tagliare il muscolo. A questo punto gira
attorno al mollusco con il coltellino, facendo
attenzione di avere la lama sempre rivolta
verso il basso, e apri la cozza. In questo modo
potrai staccare il mollusco dalla valva senza
romperlo. Per aprire le cozze a vapore: adagia
le cozze in un tegame, coprile con un
coperchio e mettile sul fuoco vivo lasciando
che si aprano spontaneamente: ci vorranno
circa 5 minuti.

Pulire le vongole
Sciacqua velocemente le vongole sotto l’acqua
corrente e mettile in un
recipiente,possibilmente chiaro, con dell’acqua
fredda (le vongole dovranno rimanere circa un
dito sotto il livello dell’acqua) e buttaci 3
cucchiai di sale fino. Lasciate riposare le
vongole un’ora e mezza. Quindi scolale
eliminando l’acqua e la sabbia che c’è sul
fondo.
Ora rimetti le vongole nel recipiente con
l’acqua fredda e 3 cucchiai di sale grosso. Ora
per una mezz’ora dovrai per circa 3/4 volte
scuotere e girare energicamente le vongole
con le mani Trascorsa questa mezz’ora
dovresti aver eliminato tutta la sabbia dal loro
interno. Scolate le vongole e con un colapasta
sopra il recipiente vuoto, sciacqua sotto
l’acqua corrente fredda le vongole girandole e
saltandole. Ti accorgerai se la spurgatura è
terminata dal fondo del recipiente che dovrà
essere privo di sabbia. Se dovesse essercene
ancora tienile nel colapasta dentro il recipiente
con l’acqua fredda e 1 cucchiaio di sale fino.
Poco prima di metterle in pentola per la
cottura, scolale e sciacquale velocemente.
Pulire i ricci di mare
Per la pulizia di essi occorre avere il taglia
ricci. Per sapere se sono freschi fai attenzione
ad una cosa soltanto: devono sapere di mare.
Procedi quindi prendendo i ricci e inizia ad
aprirli utilizzando l'attrezzo indicato. Taglia la
parte superiore del riccio che si riconosce
dalla bocca, e tagliata questa parte svuota il
riccio dall'acqua e dalle alghette all'interno e
sciacqualo sotto l'acqua corrente. Procedi a
questo punto ad estrarre le uova aiutandoti
con un cucchiaino, quindi prendi solo la parte
arancione. Riponila in una ciotolina e utilizzala
come preferisci. I ricci di mare sono
eccezionali sia crudi che cotti.

Chiarificare il burro
Spesso ci sono delle ricette che richiedono
l’utilizzo del burro chiarificato. Eccoti illustrati i
passaggi per poterlo realizzare: la prima cosa
fare è quella di spezzettare il burro in pezzi,
dopodiché raccoglili e versali in un tegame e
fai fondere a bagnomaria. Mentre fonde il
burro, noterai che sulla superficie affiorerà
una sostanza acquosa lasciate cuocere a
fuoco dolce fin quando questa non sarà
evaporata completamente; lascia andare
senza mescolare. sistema un imbuto in un
recipiente e foderalo con una garza sterile a
maglie molto strette, versa il burro
chiarificato liquido facendo moltissima
attenzione affinché la caseina depositata sul
fondo non riaffiori in superficie; infine
sistema il liquido in vasetti. Il burro
chiarificato diventerà solido non appena si
sarà raffreddato.