Sei sulla pagina 1di 4

CALORIE PER PORZIONE Kcal 568

Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 min
Cottura: 15 min
Dosi per: 4 persone
Costo: Medio

BASSO NICHEL
La pasta alla gricia è uno dei piatti più famosi della cucina laziale,
considerata l’antenata della pasta all'amatriciana.
In comune con la ricetta dell’amatriciana infatti c’è l’utilizzo del guanciale e
del Pecorino romano. La differenza principale invece sta nel sugo di
pomodoro, assente nella pasta alla gricia poiché la sua origine sarebbe
addirittura antecedente all’importazione del pomodoro in Europa. Si dice la
pasta alla gricia sia stata inventata dai pastori laziali, che con i pochi
ingredienti che avevano a disposizione al ritorno dai pascoli preparavano un
piatto così semplice ma altrettanto gustoso e sostanzioso. Potete scegliere
se unire al saporito condimento un formato di pasta lungo come bucatini e
tonnarelli, oppure corto come i rigatoni!

Leggi anche: Pasta fave e guanciale

INGREDIENTI

CALORIE PER PORZIONE Kcal 568

Rigatoni 320 g

Guanciale (già pepato) 250 g

Pecorino romano da grattugiare 60 g

Sale no q.b.

AGGIUNGI ALLA LISTA DELLA SPESA

PREPARAZIONE
Per preparare la pasta alla gricia come prima cosa ponete sul fuoco una
pentola colma d'acqua che servirà per la cottura della pasta. A questo punto
prendete il guanciale e ricavate delle fette spesse 1 cm 1 . Poi separate la
cotenna eventualmente presente (potete conservarla in frigo e riutilizzarla in
altre ricette, come delle zuppe) e dalle fette ottenete delle listarelle spesse
circa mezzo cm 2 . In una padella già calda versate il guanciale, senza
aggiungere altri grassi 3 ; 

lasciatele sfrigolare a fuoco medio per una decina di minuti nché non sarà
diventato dorato e croccante 4 , facendo attenzione a non bruciarlo. Nel
frattempo l'acqua sarà arrivata a bollore, salate e cuocete la pasta 5 ;
mentre la pasta cuoce grattugiate nemente il Pecorino. Quando alla pasta
mancheranno 2 minuti dalla ne della cottura, rallentate la cottura del
guanciale versando una mestolata d’acqua di cottura della pasta (la cottura
del guanciale si bloccherà e l'amido rilasciato dalla pasta creerà una
piacevole cremina) 6 . Agitate un po’ la padella per smuovere i pezzetti di
guanciale.

A questo punto la pasta è cotta, scolatela direttamente nel condimento 7 ,


conservando l'acqua di cottura. Saltate per circa 1 minuto, scuotendo la
padella e mescolando. Poi togliete la padella dal fuoco, spolverizzate con un
t d lP i tt i t i t di
un terzo del Pecorino grattugiato  8 e aggiungete ancora poca acqua di
cottura al bisogno 9 .

Mescolate e saltate ancora la pasta; noterete che si sarà creata una gustosa
cremina 11 . Potete impiattare la pasta alla gricia e guarnire ciascun piatto
con il Pecorino rimasto 12 .

CONSERVAZIONE
Si consiglia di consumare subito. Se proprio si preferisce la pasta alla gricia
può essere conservata in frigorifero per 1 giorno al massimo. Si sconsiglia la
congelazione.

CONSIGLIO
Il guanciale va cotto in una padella già calda, a fuoco medio controllando di
tanto in tanto la cottura per evitare di bruciarlo. Se utilizzate un guanciale
non pepato esternamente, aggiungete una grattugiata di pepe nero a
piacere in cottura.