Sei sulla pagina 1di 4

I.

tAt (= I ar) ct (= n Not)


Tt (= n rt) vt (= t vot)
GLt (= a tut) GLt (= I toBo)
LE (=nm)

' I pronomi indiretti si usano per sostituire persone o animali.


Di solito vanno prima del verbo.
Hai telefonato a Paolo? Sì, gli ho telefonato. (gli = a paolo)
Che cosa hai detto a Maria? Le ho detto di studiare. (le = a rtnaria)
Che cosa hai dato al gatto? Gli ho dato il latte. (cli = al gatto)
Mi passi il sale per favore? (mi = a me)
Hai scritto ai tuoi genitori? 5ì, gli ho scritto. (gli = a loro, ai genitori)

' I pronomi indiretti rispondono alla domanda A CHt?


Hai telefonato a Paolo? Sì, gli ho telefonato. (A CHt? A paolo!)
Che cosa hai detto a Maria? Le ho detto di studiare. (a cHt? A Marial)

' Quando c'è un verbo * un infinito, il pronome indiretto può andare prima
del verbo o dopo l'infinito.
Perché telefoni a Mario? Perché gli devo parlare.
Perché devo parlargli.

' I pronomi indiretti si usano soprattutto:


r) con verbi come DIRE, PARLARE, RACCONTARE, DO/tAANDARE, CH)EDERE,
RISPONDERE, SCRIVERE, TELEFONARE.
z) Con il verbo PIACERE.
il Con verbi come SERVIRE, BASTARE, SE\LBRARE.
Paolo mi ha chiesto un aiuto.
Ho visto Carla e le ho raccontato tutto.
Ti piace Roma? Sì, mi piace.
Vi serve la macchina oggi? No, non ci serve.

' I pronomi indiretti OLI e LE non prendono mai l'apostrofo.


Ho incontrato Ugo eN gli ho dato il regalo.
Ho incontrato Carla e\le ho dato il regalo.

t4
I pronomi indiretti

ESERCIZI

r.r. Completa il dialogo con le parole della Iista.


le hanno offerto - ti dispiace - le ho detto - dirti - mi ha telefonato - le danno - ci
farà
- le hai consigliato - chiedermi

- Oggi la mia fidanzata tre volte


- Che cosa voleva ?
- Voleva un consiglio
di andare a lavorare a Firenze e non sa cosa fare
- E tu che cosa ?
di accettare. Sai,
un buono stipendio
- Non vivere lontano da lei?
- Un po' sì, ma forse à meglio così. lo e Carla stiamo sempre insieme. Stare un po'
separati bene

r.z. Sai completare la tabella?


A ME Oggi Carla mi ha telefonato tre volte
A TE Oggi Carla ha telefonato tre volte.
A V|TTOR|O Oggi Carla ha telefonato tre volte.
A PAOLA Oggi Carla ha telefonato tre volte.
A NOl Oggi Carla ha telefonato tre volte.
A VOl Oggi Carla ha telefonato tre volte.
Al SUO| AMICI Oggi Carla ha telefonato tre volte.
A RITA E SARA Oggi Carla ha telefonato tre volte

r.3. Ora completa il dialogo con i pronomi indiretti.


- Oggi la mia fidanzata ha telefonato tre volte.
- Che cosa voleva dir ?
- Voleva chieder- un consiglio hanno offerto di andare a lavorare
a Firenze e non sa cosa fare.
- E tu che cosa - hai consigliato?
ho detto di accettare. Sai, _ danno un buono stipendio...
- Non dispiace vivere lontano da lei?
- -
Un po' sì, ma forse è meglio così. lo e Carla stiamo sempre insieme. Stare un po'
separati
- farà bene.

t5
Diretto o indiretto? ,$

) nuovo ' in italiano ci sono verhi che si usano solo con i pronomi diretti e verbi
:te si usano solo con i pronomi indiretti. lrla ci sono anche molti verbi che
,GLI/LE
s possono usare qualche volta con i diretti e qualche volta con gli indiretti,
: seconda della situazione. Per capire quale pronome usare, dobbiamo
se risponde lle doma
)no UN diretto,

lefania.
::empi:
' 'i verbo "mangiare" risponde alla domanda "CHE C1SA?",
:rcsto signilica che vuole un pronome diretto.
IGLI : nangio (clr cosa?) una mela. > to la mangio.

' ,l' verbo "telefonare" risponde alla domanda "A CHI?",


na, :rcsto significa che vuole un pronome indiretto.
: 'ielefono (a CHt?) a Mario. > lo gli telefono.

' ;,i verbo "scrivere" à un verbo che si usa qualche volta con i pronomi diretti e qualche
,:lta con gli indiretti.
I to scrivo (Cxe COSA?) una lettera. > to la scrivo.
:) lo scrivo (A Cxtl) a Francesca. > lo le scrivo.
rluto
\el primo caso risponde alla domanda "CHE COSA?",
:testo significa che dobhiamo usare un pronome diretto.
',zt secondo caso risponde alla domanda "A CHI?",
:-esto significa che dobbiamo usare un pronome indiretto.

l$itrffii
ìié,:i." 't

stano

t7
SI USANO CON I PRONOMI DIRETTI
aiutare (qualcuno) fumare (qualcosa) sbagliare (qualcosa)
amare (qualcosa o qualcuno) girare (qualcosa) scegliere (qualcosa o qualcuno)
aprire (qualcosa) guadagnare (qualcosa) sconfiggere (qualcosa o qualcuno)
ascoltare (qualcosa o qualcuno) guardare (qualcosa o qualcuno) scusare (gualcuno)
aspettare (qualcosa o qualcuno) guidare (qualcosa o qualcuno) seguire (qualcosa o qualcuna)
avere (qualcosa o qualcuno) imparare (qualcosa) sentire (gualcosa o qualcuno)
baciare (qualcosa o qualcuno) iniziare (qualcosa) spegnere (qualcosa)
bere (qualcosa) invilare (qualcuno) spendere (qualcosa)
cambiare (qualcosa o qualcuno) lavare (qualcosa o qudlcuno) sposare (qualcosa o qualcuno)
capire (qualcosa o qualcuno) mangiare (qualcosa) studiare (qualcasa o qualcuno)
cercare (qualcosa o qualcuno) mettere (qualcosa) suondre (qualcosa)
chiamare (qualcuno) migliorare (qualcosa) svegliare (qualcuno)
chiudere (qualcosa) parchegg i are ( qu a I cosa ) tagliare (qualcosa)
combattere (qualcosa o qualcuno) perdere (qualcosa o qualcuno) tenere (qualcosa o qualcuno)
cominciare (qualcosa) pregare (qualcuno) trovare (qualcosa o qualcuno)
conoscere (qualcosa o qualcuno) prenotarc (qualcosa) uccidere (qualcuno)
decidere (qualcosa) pron unc i are ( q ua I cos a) vedere (qualcosa o gualcuno)
desiderare (qualcosa o qualcuno) pulire (qualcosa) vincere (qualcosa)
dimenticare (qualcosa o qualcuno) ricevere (qualcosa o qualcuno) visitare (qualcosa o qudlcuno)
fermare (qualcosa o qualcuno) ri n grazi are ( q ual c un o )

finire (qualcosa) salutare (qualcuno)


frequentare (qualcosa o qualcuno) sapere (qualcosa)

SI USANO CON I PRONOMI INDIRETTI


bastare (a qualcuno) restare (a qualcuno) succedere (a qualcuno)
credere (a qualcuno) rimanere (a qualcuno) te I elonare (a q ua lcun o)
i n teressare ( a q ua I cuno ) ri spon dere ( a q ua I cun o) voler bene (a qualcuno)
fiancare (a qualcosa o a qualcuno) sembrare (a qualcuno)
piacere (a qualcuno) servire (a qualcuno)

SI USANO CON DIRETTI E INDIRETTI

cdntare (qualcosa a qualcuno) ordinare (qualcosa a qualcuno) provare (qualcosa;


chiedere (qualcosa a qualcuno) pagare (q ua I c uno ; qua I cosa qualcosa a qualcuno)
comprare (qualcosa a qualcuno) a qualcuno) raccontdre (qualcosa a qualcuno)
consigliare (qualcosa a qualcuno) parlare (qualche lingua; a qualcuno) regalare (qualcosa a qualcuno)
cucinare (qualcosa d qualcuno) passare (al telefono: qualcuno a ricordare (qualcosa o qualcuno;
dare (gualcosa a qua!cuno) qualcuno; negli altri casi: qualcosa qualcosa a qualcuno)
dichÌarare (qualcosa a qualcuno) a qualcuno) ripetere (qualcosa a qualcuno)
dire (qualcosa a qualcuno) portare (qualcosa o qualcuno; rubare (qualcosa a qualcuno)
domandare (qualcosa a qualcuno) qualcosa a qualcuno) scrivere (q ua cosa;
I q ua I cosa
fare (qualcosa a qualcuno) preferire ( q ua lcos a/q ual cuno a gudlcuno)
giurare (qualcosa a qualcuno) a qualcosa/qualcuno) spedire (qualcosa a qualcuno)
insegnare (qualcosa a qualcuno) prendere (qualcosa o qualcuno; spiegare (qualcosa a qualcuno)
lasciare (qualcosa o qualcuno; qualcosa a qudlcuno) vendere (qualcosa a qualcuno)
q ua cosa/q ual cun o a q ualcuno
I ) preparare (qualcosa o qualcuno;
leggere (qualcosa o qualcuno; qualcosa d qualcuno)
qualcosa a qualcuno) presentare (qualcuno a qualcuno)
m an dare ( q ua I cosa/ q u a I cuno
prestare (qualcosa a qualcuno)
a qualcuno) promettere (qualcosa
mostrare (qualcosa a qualcuno) a qualcuno)

t8