Sei sulla pagina 1di 29

ITALIANO

GRAMTICA:
ANDARE Vado Vai Va Andiamo Andate Andano VEDERE Vedo Vedi Vede Vediamo Vedete Vedono DORMIRE Dormo Dormi Dorme Dormiamo Dormite Dormono Io Tu Lui/lei Noi Voi Loro

A (CITT): a cordoba IN ( PAESSE) : in spagnia

Io Tu Lui/lei Noi Voi Loro NMEROS: 0 zero 1 uno 2 due 3 tre 4 quattro 5 cinque

ABITARE Abito Abiti Abita Abitiamo Abitate Abitano

CHIAMARSI Mi chiamo Ti chiami Si chiama Ci chiamiamo Vi chiamate Si chiamano

6 sei 7 sete 8 otto 9 nove 10 dieci 11 undici

12 dodici 13 tredici 14 quattordici 15 quindici 16 seidici 17 diciassette

18 diciotto 19 dicianove 20 venti 21 ventuno 23 ventitr 28 ventotto 20 ventinove

30 trenta 40 quaranta 50 cinquanta 60 sessanta 70 settanta 80 ottanta

90 novanta 100 cento 1.000 mile 10.000 diecimila

ATTENZIONE 1000 MILE MA 2000 DUE MILA

Io Tu Lui/ lei Noi Voi Loro

ESSERE Sono Sei Siamo Siete Sono

AVERE Ho Hai Ha Abbiamo Avete Hanno

La frasse affermativa: Lory ha 30 anni La frasse negativa: Lory no ha 30 anni La frasse interrogativa: Lory ha 30 anni? LE FORME DI SALUTO Formale Buongiorno Arrivederci Ciao Salve Buonasera Buonanotte X X X X X Informale X X X X Incontrare X X X X Andar via X X X X X X Quando? Mattina Sempre Sempre Sempre Pomerriggio e ser Notte o prima di andar a dormire

GLI INTERROFATIVI Gli interrogativi( pronomi, aggettivi e avverbi) generalmente si usano allinizio della frase. MASCHILE SINGOLARE FEMMINILE SINGOLARE Quale? QUALE Quale il tuo indirizzo? Quanto?
QUANTO

MASCHILE PLURALE

FEMMINILE PLURALE Quali?

Quali sono i tuoi libri? Quail riviste hai? Quanti? Quante? Quante settimane ci sono un un anno

Quanta?

Quanto aabiamo?

tempo Quanta pasta mangi? Quanti anni hai?

CHI

Chi? Chi lui? Chi sono quelle persone? Che?/ che cosa?/ cosa?

CHE? CHE COSA? COSA?

Che cosa fai oggi? Che fai oggi? Cosa fai oggi? Come? Come ti chiami? Come si scrive casa? Come va? Dove?

COME?

DOVE

Dove abiti? Dove lavora marco?


GLI ARTICOLI DETERMINATIVI Larticolo determinativo si trova sempre davnti al noe e specifica il nome che sehur. Puo essere maschile o femminile, singulare o plurale. SINGOLARE MASCHILE IL LO L FEMMINILE LA L Consonante(b,c,d,f,g..) S ms consonante z,x,ps,gn GLI Vocale ( a,e,i,o,u) Consonante Vocale ( a, e, i ,o ,u) LE PLURALE I

IL: si usa davanti a nomi maschili che iniziano con consonante, per esempio: IL PANO, IL RISO L: si uda davanti a nomi maschili e feminille che iniziano con vocale, per esempio: LOLIO, LARANCIATA LO: si uda davanti a nomi maschili che iniziano con S MS CONSONTANTE Z,X,PS,GN, per esempio: LO SBAGLIO, LO ZIO, LO GNOCCO, LO PSICHIATRA, LO XILOFONO. LA: si uda davanti a un nomi femminile che iniziano con consonante, per esempio: LA DONNA, LA CASSA. LARTICULO DETERMINATIVO NON SI UDA CON I NOME PROPI DI PERSONA ( CARLA, SILVIA) CON I NOMI GEOGRAFICI DI CITT ( ROMA, BOLOGNA) O PICCOLE ISOLE ( POZA, ISCHIA)

GLI ARTICOLI INDERTEMINATIVI: Larticolo indeterminativi si uda per parlare in modo genrico di persono, cose o animali.

MASCHILE SINGOLARE UN consonante ( b,c,d,f,g,..) UNO s ms consonante z,x,ps,gn

FEMMINILE UNA consonante UN vocale ( a,e,i,o,u)

UN: si usa davanti a vocale UNO: si usa davanti a s ms consonante z, x ps, gn UNA: si usa davanti a consonante UN: si usa davanti a vocale ed sempre femminile NO EXISTE EL PLURALE

I NOMI: SINGOLARE MASCHILE Femminile Poll- o pesc-e Banan-a carn-e PLURALE Poll-i pesc-i Banan-e carn-i

I PLURALI REGOLARI I nomi singolare maschili in O,A,E al plurale terminano in I, i nomi femminili singolare in A, al plurale terminano in E, i nomi femminili singolare in E al plurale terminano in I. LE PREPOSIZIONI DI-DA Una tazza di ( = con il) caff Un bicchiere di ( = con il) vino Una tazza da ( = per il) caff Un bicchiere da ( = per il) vino PER INDICARE UNA QUATITA NON ESATTA UN PODI 4

VERBO BEBER Y PREFERIR BERE Io Tu Lui/lei Noi Voi Loro Bevo Bevi Beve Beviamo Bevete Bevono PREFERIRE Preferisco Preferesci Preferisce Preferiamo Preferite preferiscono

MI Piace: la pasta 1. Anche a mi 2. A me no Non mi piace: la carne 1. Neanche a mi 2. A mi si

VERBOS HABLAR, TOMAR, DORMIR PARLARE PRENDERE IO Parlo Prendo TU Parli Prendi LUI/LEI Parla Prende NOI Parliamo Prediamo VOI Prlate Prndete LORO Parlano Prendono

DORMIRE Dormo Dormi Dorme Dormiamo Dormite dormono

VERBOS OFRECER E INVITAR IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO OFFRIRE Offro Offri Offre Offriamo Offrite Offrono INVITARE Invito Inviti Invite Invitiamo Invtate invitano

TEMA 3: Gli aggetivi dimostrativi


Laggetivo dimostrativo questo indica una persona, un oggeto o un animale vicino respetto a chi parala Per esempio: questo libro ( il libro vicino a chi parla) MASCHILE Questo Questi FEMMINILE Questa Queste

SINGOLARE PLURALE

GLI AGGETIVI POSSESIVI Gli aggetivi possessivi indicano il possesso di una cosa e concordano con il genere ( maschile femminile) e con il numero( singolare, plurale) del dome a cui si referiscono

SINGOLARE Maschile Femminile Mio Tuo Suo Nostro Vostro Loro Mia Tua Sua Nostra Vostra Loro

PLURALE Maschile Feminnile Miei Tuoi Suoi Nostri Vostri Loro Mie Tue Sue Nostre Vostre loro

Laggettivo possesivo va in genere prima del nome a cui si referisce. Per esemplio: il mio libro. Di solito laggettivo possesivo e accompagnato dallarticolo determinativo indeterminativo per esempio: il mio cane/ un tuo libro. Non si usa larticolo con alcuni nomi di parentela al singolare. Per esempio: mio frattelo, suo cugni
Pronomi possessive, quando il nome non c, perch il pronome sta al posto del nome Questombrello di nerina Il mio invece blu (il mio significa il mio ombrello)

I possessivi possono esere: Aggettivi possessivi, quando accompagnano il nome Il mio orolgio, la tua biciletta, Il suo uffucuo, la nostra scuela, la vostra Insegnante, il loro alloggio

Usso dellarticolo davanti ai possessive Si/no Davanti a.. Pronomi possessive Aggettivi possessive Con I nome non Si mette sempre di famiglia Il suo lavoro, la nostra amicizia, I miei Capelli Si mette sempre Esempi Che macchina prendiamo? La mia

Con i nomi non Non si mette con un nome Mia sorella, tua cugina, suo zio, di familia singolare nosotra madre Si mette con un nome plurale Le mie sorelle, le tue cugine, i suoi zii si mette sempre con loro il loro zio, la loro mamma, i loro noni Si mette con un nome alterato ( Il mio fratellino, la sua anche se sing) cuginetta si mette con un nome modificato Il mio caro pap, i miei zi di da un aggettivo o da una verona specificazione

GLI AGGETIVI QUALIFICATIVI Gli aggetivi qualificativi accompagnato un nome e indicano una qualit per esempio: una donna contenta7 un cambino magro/ una borsa grande. SINGOLARE O E A PLURALE I I E

MASCHILE MASCHILE/FEMMINILE FEMMINILE

GLI AGGETIVI QUALIFICATIVI SI ACCORDANO IN GENERE E NUMERO AL NOME A CUI SI RIDERISCONO Una donna contenta/ felice Un bambino contento/ felice Due donne contente / felici Due bambini contenti/ felici

I nome invariabili In italiano alcuni nomi sono invatiabili. I nome di origine straniera che terminano con una consonante(1), i nome che hanno lultima vocale accectata(2), alcuni nomi maschili in A (3), alcuni nomi monosillavici (4, cio formati da una sola sillaba, non cambiano al plurale: Il film Il bar La citt Luniversit I film(1) I bar(1) Le citt(3) Le universit(2) L euro Il cinema Il sosia Il re Lo sci gli euro I cinema(3) I sosia(3) I re (4) Gli sci(4)

TEMA 4 GLI AVERBI DI TEMPO:


GLI ADVVERBI DI FREQUENZA

Prima.poi/ dopo. E poi./ nel frattempo Prima mi lavi e poi vado in cucina

LE PARTI DELLA GIORNATA: La mattina Il pomerriggio La sera La notte

Sempre 100% Spesso 75% Di solito 50% Qualche volta/ ogni tanto 25% Raramente 10% Mai 0%

LE ORE: Le ore si esprimono con larticolo determinativo: Sono le due/ sono le tre e quarto/ sono le cinque mezza. Mezzogiorno (12:00), luna (13:00), mezzanotte ( 24:00) sono singolari In situaziono ufficiali dopo le ore 12:00 si uda dire: Le tredici( 13:00)/ le quattorici (14:00 / le venti ( 20:00)/ le ventidue( 22:00) PER CHIEDER LRA Che ora ? che ore sono? PER RISPONDERE Sono le cinque, le sei, le sette e mezza. mezzogiorno, mezzanotte DOMANDE RIFERITE AGLI ORARI A, a che ora inizia il film? Alle 19:00 DOMANDE RIFERITE ALLA DURATA DA.. A, da che ora a che ora studi? studio dalle 9:00 alle 11:00

meno
Un quarto

Tre quarti

Mezzo/a

Ora ufficiale: In situazioni ufficiali o formali ( per gli orari dei treni, degli autobs, degli aerei, di prograammi,ecc) diciame le quindici ( 15:00) e non le tre ( 3:00)

PER ESPRIMIRE IL TEMPO Alle 12:00 ( a las) Fino alle ( hasta las) Dalle 12. Alle 19:00 ( desde las 12, hasta las 7 ) A partire dalle 12:00 ( a partir dellas 12:00)

IL GIORNI DE LA SETTIMANA In italiano si inizia a contare la settimana dal luned I giorni della settimana sono tutti maschili. Solo la domenica femminile
Il luned Il marted Il mercoled Il gioved Il venerd Il sabatto La domenica Larticolo determinativo si uda con i giorni della settimana quando si describe unazione abituale. Per esempio: la domenica mi alzo sempre tardi( tute la domeniche) Non si uda larticolo quando si parla di un giorno particolare, per esempio: domenica vado al mare ( quella dominica particolare)

I VERBI REFLESSIVI I verbi sono riflessivi quano il soggetto ( paolo) o loggeto del verso ( se estesso) coincidono. Per esempio Paolo si lava, paola lava se stesso PRONOMI MI TI SI CI VI SI SVEGLIARSI Sveglio Svegli Sveglia Svegliamo Svegliate Svegilano ARE RADERSI Rado Radi Rade Radiamo Radete Radono ERE VESTIRSI Vesto Vesti Veste Vestiamo Vestite vestono IRE

IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO

UNIT 5 SINGOLARE C un bagno C una camera da letto PLURALE Ci sono due bagni Ci sono tre camere da letto

GLI AGGETTIVI (II) I COLORI Alcuni aggettivi che indicano il colore non cambiano mai (sono invariabili) per esempio: lilla, rosa, blu. Un divano lilla, rosa, blu due divani lilla, rosa, blu. Un tappeto viola due tappeti viola

Il divano rosso La scrivania gialla Il tavolo marrone La parete verde Il friogorifero blu Il bagno rosa

I divani rossi Le scrivanie gialle I tavoli marroni Le pareti verdi I frigoriferi blu I bagni rosa

PREPOSIZIONI IMPROPRIE Accanto a vicino a( al lado de) Sopra a ( encima de algo) Sotto a ( debajo) Di fronte a ( de frente) Dentro a ( dentro) Dietro a ( detrs) Fra/ tra ( entre) A destra (derecha) A sinistra (izquierda)

VERBO CERCA Y PAGAR CERCARE Cerco Cerchi Cerca Cerchiamo Cercate cercano PAGARE Pago Paghi Paga Paghiamo Pagate pagano

IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO

LA POSIZIONE DELLAGGETTIVO Laggettivo qualificativo si trova: Prima del nome: la vecchia casa dei miei genitori ( i genitori non abitano pi l) Carlo un mio vecchio amico (siamo amici da molto tempo) Dopo il nome : la casa vecchia dei miei genitori ( la casa ha molti anni) Carlo un mio amico vecchio (Carlo anciano)

LE PREPOSIZIONI SEMPLICI
DI-A-DA-IN-CON-SU-PER-FRA-TRA

DI: la macchina di luca, il tavolo di legno, la citt di roma, una tazza di caff A : sono a casa, vado a toma, abito a pisa Da: vengo da parigi, vengo da te, vadi da sara, una tazza da caff In : abito in Italia, in sardegna, vivo in campagna, sono in ufficcio, in agosto andiamo al mare CON: pare con la macchina, scrivo con la penna,, pago con il bancomat. SU: il giornale su uno dei due letti in camera. Oggi piove su ttuta litalia PER: oggni parto per parrigi per lavoro. Questo regalo per te. TRA/FA: il tavolo si trova tra il divano e la librera. Arrivo un ora LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE Quando articolo determinativo prima delle preposizioni di, a, da, in, su, forma con queste ununica parola: la preposizione articolata IN In + il= nel In+lo=nello In+l=nell In+i=nei In+gli=negli In+la=nella In+l=nell In+le=nelle SU Su+il= sul Su+lo=sullo Su+l=sull Su+i=sui Su+gli=sugli Su+la=sulla Su+l=sull Su+le=sulle A A+ il=al A+lo= allo A+l=all A+i= ai A+gli=agli A+la=alla A+l=all A+le=alle DI Di+il=del di+lo=dello Di+l= dell Di+i=dei Di+gli=degli Di+la=della Di+l=dell Si+le=delle DA Da+il=dal Da+lo=dallo Da+l=dall Da+i=dai Da+gli=dagli Da+la=dalla Da+l=dall Da+le=dalle

10

I VERBI IN CARE E GARE I verbi in care e gare presono lhprima della i Cerco.. cerchi Pago paghi Dedico..dedichi UNIT 6 VERBO PODER, QUERER,DEBER POTERE VOLERE IO Posso Voglio TU Puoi Vuoi LUI/LEI Pu Vuole NOI Possiamo Vogliamo VOI Potete Volete LORO possono vogliono

DOVERE Devo Devi Debe Debbiamo Devete Devono

OBSER VA CI VUOLE molto per andar in piazza san marco? ( singulare) NO,CI VOGLIONO solo 15 minuti a piedi ( plurale) I VERBI SERVILI I verbi servilli sono volere, potere, dovere e indicano: Potere: una possibilitt, un permesso. 1. Ho finito il mio lavoro e oggi posso partire 2. Que possiamo parlare a voce alta. Dovere: una necessit, un dovere, un obbligo 1. Lereo parte alle 12 : devo essere allaeroporto alle 10 2. Devo comprerare il biglietto anche per lucia Volere: una volont Questanno voglio assolutamente tracorrere le vacanze in sardegna. I verbi servili di solito sono accompagnati dallinginito e si trovano prima dellinfinito stesso I NUMERALI MOLTIPLICATIVI Indicano una quantit due volte, tre volte, ecc.. pi grande di unaltra. Per esempio: Una camera doppia.. una camera con due letti I moltipicativi pi usati sono: doppio, triplo,quadruplo Il PRONOME RELATIVO CHE Il pronome relativo che sta al posto di un nome ed invariabile ( non cambia) Il parcheggio che qui di fronte i parcheggi che sono qui di fronte. Il pronome relativo che ha la funzione di unire due frase 1. Si pu parcheggiare nel parcheggio
11

2. Il parcheggio qui di fronte 3. 1+2 si pu parcheggiare nel parcheggio che qui di fronte Il pronome che si trova sopo il nome che sostituisce e pu essere soggetto (1) oppure oggetto (2). (1) Prendo le scale mobili che ( soggetto) sono laggi (2) Prenso lo stesso treno che (oggetto ) prende mattia GLI INTERROGATIVI(II) Lavverbio interrogativo quando usato nelle frasi interrogative. Quando arriba Francesca? Significa in quale momento / periodo

PRENOMI DIRETTI MASCHILE LO LI FEMMINILE LA LE

SINGOLARE PLURALE MI TI LO CI VI LI LE LA

TEMA 7 I DIMOSTRATIVI (II) QUELLO Quello si uda per indicare un oggetto o una persona lontano da chi parla e pu essere usato: 1. Come aggettivo ( davanti ad un nome) Questo libro molto interessante =aggettivo quel libro di alessio? Aggettivo 2. Come pronome Questo tuo? = pronome quello mio marito= pronome Quello come aggettivo IL cappotto QUEL cappotto I capotti LO zaino QUELLO zaino GLI zaini L ombrello QUELLombrello GLI ombrello Lagenda QUELL agenda LE agende LA borsa QUELLA borsa LE borse Quello, come pronome, ha le seguenti forme MASCHILE SINGOLARE Quello PLURALE Quelli

QUEL capotti QUEGLI zaini QUEGLI ombrelli QUELLE agende QUELLE borse FEMMINILE Quella Quelle

Questo ( vecino= algo vecino) quello ( lotano = lejano)


12

LARTICOLO PARTITIVO Larticolo partitivo indica una quantit non essatta. Al singolare larticolo partitivo vuol dire n po e si usa solo con i nomi non numerabili como acqua, zucchero, pane, latte,ecc. Segue le regole dellarticolo determinativo. Es mangio del pane mangio un podi pane Bevi del latte? Bevi un podi latte? MASCHILE Del,dello,dell Dei,degli FEMMINILE Della, dell delle

SINGOLARE PLURALE

I PRONOMI DIRETTI Pronomi IO TU soggetto Pronomi MI TI diretti atoni

LUI SI

LEI SI

NOI CI

VOY VI

LORO SI

LA POSIZIONE DEL PRONOMI ATONI I pronomi diretti atoni generalmente si trovano prima del verbo. Giardiamo il film Lo guardiamo prendo i pantaloni Li prendo Si trovano dopo il verbo e formano con esso ununica parola con limperativo e linfinito. GLI AGGETTIVI (III) BELLO Laggettivo bello po trovare 1. Prima del nome. Cambia e segue le regole dellarticolo determinativo. Che bel pigiama/ che bella camicia

MASCHILE FEMMINILE

SINGOLARE Bel, bello, bell Bella, bell

PLURALE Bei, begli Bellee

2. Dopo il nome. Cambia e concorda in genera e numero con il nome. Che pigiama bello. SINGOLARE PLURALE MASCHILE Bello Belli FEMMINILE Bella Belle

13

UNIT 8 ( FALTA) UNIT 9 ACCORDO DEL PARTICIPIO PASSATO Ieri sono andato al lavoro Franca partita unora fa ESPRESSIONI DI TEMPO In/ d inverno In / a gennaio I MESI Gennaio Febbraio Marzo Aprile maggio Giugno Luglio Agosto settembre ottobre Novembre dicembre

PASADO PRXIMO Se forma generalmente con el Indicativo Presente del verbo avere y el participio del verbo principal. En algunos casos se usa el Indicativo Presente del verbo essere. Indicativo Presente del verbo tener: io ho tu hai lui/lei/Lei ha noi abbiamo voi avete loro hanno Indicativo Presente del verbo ser: io sono tu sei lui/lei/Lei noi siamo voi siete loro sono El participio se forma con la terminacin ato (verbos que terminan en are), uto (verbos que terminan en ere), -ito (verbos que terminan en -ire). Ejemplos:

mangiare mangiato bere bevuto dormire dormito

Algunos verbos tienen un participio pasado irregular: Ejemplo:


accendere acceso aprire aperto bere bevuto chiedere chiesto; pedir chiudere chiuso; cerrar correggere corretto; correguir correre corso;correr
14

cuocere cotto decidere deciso dire detto dividere diviso essere stato fare fatto leggere letto mettere messo morire morto muovere mosso nascere nato nascondere nascosto offrire offerto perdere perso piacere piaciuto piangere pianto porre posto prendere preso ridere riso rimanere rimasto risolvere risolto rispondere risposto rompere rotto scegliere scelto scrivere scritto succedere successo togliere tolto tradurre tradotto uccidere ucciso vedere visto (veduto) venire venuto vincere vinto

Se usa el verbo essere para formar el Pasado Prximo: a. con los verbos intransitivos, es decir, con los que no tienen el complemento objeto.

Ieri sera siamo riusciti a vedere tutto il film.

a. con los verbos de


estado: stare rimanere ... movimiento: andare, venire, tornare ... cambio de estado: diventare, nascere, morire ...

a. con los verbos reflexivos:


Mi sono alzato. Si sono vestiti in fretta e sono scappati.


15

a. Con los siguientes verbos comunes: bastare, piacere, sembrare, accadere, parere, succedere, costare, mancare, dipendere, dispiacere, toccare, occorrere.

Sono bastati dieci minuti per tornare a casa. Queste scarpe mi sono costate un occhio della testa!

NTESE POR FAVOR: con el verbo essere el participio concuerda con el sujeto en gnero y nmero, mientras con el verbo avere no. Ejemplos:

Siamo tornati dalle vacanze da poco e non abbiamo voglia di lavorare. Gloria ha ordinato un gelato enorme.

Excepciones: El verbo avere concuerda siempre con los pronombres lo, la, l, li, le. Ejemplos:

da tanto tempo che non vedi Silvia e Daniela? No, perch? Le ho viste ieri.

Utilizamos el Pasado Prximo para acciones apenas terminadas, es decir de poca anterioridad, o que tienen de nuevo cualquier relacin con el presente. Ejemplos:

Ieri sera ho mangiato troppo e non sono riuscito a dormire tutta la notte! Hai finito di fare i compiti? Che cosa hai mangiato oggi? Sei mai stato in Spagna? Hai gi pagato la bolletta del telefono?

NTESE POR FAVOR: el Pasado Prximo se usa sobre todo en el italiano oral de Italia del Norte, donde indica cualquier accin pasada, sustituyendo el pasado remoto, que se usa casi solo en la lengua escrita. En Italia del Sur se usa ms bien el Pasado Remoto, tambin para acciones apenas conludas.

16

LIBRI SI USA LAUSILIARE AVERE CON: La maggior parte dei verbi transitivi, cio che nanno un complemento oggetto Esemplio: ho visto maria. Molti verbi intransitivi, cio che non hanno un complmento oggetto. Ho parlato SI USA LAUSILIARE ESSERE CON: Molti verbi intransitivi Esempio sono arrivato I verbi impersonali Esempio successo un fattacccio I verbi riflessivi Esemplio mi sono lavato I verbi di movimiento che indicano una direione precisa. Esempio sono andato in piscina Verbos con essere una transformazione o un movimiento
Nascere Andare Salire Arrivare/ venire Entrare Pasarse restare partire uscire scendere cadere morire

LUSO DEL PASSATO PROSSIMO Il passato prossimo si usa per indicare fatti e azioni conclusi nel passato ma che ancora ingluenzano il presente. Esempio: lo scorso anno ho vinto al supernalotto e cosi quest anno sono andato in vacanza in polinesia. LACCORDO DEL PARTICIPIO PASSATO Con i verbi che hanno lausiliare essere, il participio passato si accorda con il soggetto in genere e numero. La sigonra rossi questestate andata in Sicilia Daniele andato in vacanza con la sua familia Daniele e sua mogle sono partiti in aereio con i lori figli Martina e sonia sono andate in campegggio allisola dElba.

17

LE ESPRESSIONI DI TEMPO AL PASSATO La settimana scorsa, passata, laltra settimana La settimana scorsa sono rimasto a casa Due, tre giorni/ mesi fa Luccia passata due giorni fa Laltro ieri/ ieri Laltro ieri ho letto un libro interessante UNIT 10 VERBO PASSATO REMOTO (SER) ESSERE ERO ERI ERA ERAVAMO ERAVATE ERANO

IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO

IMPERFETTO Limperfetto si forma aggiungendo al tema verbale: Av per i verbi in are, Ev per I verbi in ere Iv per I verbi in ire

VERBI IN ARE MANGIARE

VERBI IN ERE PRENDERE

VERBI IN IRE DORMIRE

IO mangi Tu mangi Lui/lei Av Noi mangi Voi mangi Loro mangi

IO prend

O I

Io dorm Tu dorm Lui/lei dormi noi dorm Voi dorm Loro dorm

Tu prend Lui/lei prend noi prend Voi prend Lor prend A Ev Amo ate Ano

I A Iv amo Ate ano

A Amo Ate Ano

18

La terminazione le persone voi ate, (no como el presente que es ATE,ETE,ITE) LUSO DELLIMPERFETTO INDICATIVO Limperfetto si uda per indicare: Un azione al passato non conclusa, nel suo svolgimiento >>> a quellora lavoravo ancora Un azione ripetuta o abituale al passato >>> mario andava tutti i gironi al lavoro in machina Due azioni contemporanee>>> mentre facevo la doccia, ascoltavo la radio. LIMPERFETTO SI USA ANCHE: Nelle descrizioni>>> la casa era piccola ma molto accogliente. Nelle narrazioni>>> cera una volta re che aveva due figlie. Una era belle

LUSO MODALE DELLIMPERFETTO Per fare delle richieste in modo gentile >> desidera? volevo un caff

LE CONGIUNZIONI Le congiunzioni cordinanti uniscono due parole o frasi: E Ma O Io mangiavo e Giovanni guardava la tv Ero in ritardo allappuntamento ma volevo fare colacione prima di uscire Vieni con me o resti a casa?

LE CONGIUNZIONI SUBORDINANTI uniscono due grasi ( una principale e una subordinata) Perch Mentre Poi Quando Causale Temporale Temporale Temporale Voglio sapere perch sei uscita alle sei di mattina Luca, mentre guarda la tv, parla con la fidanzata Lucia cena, poi esce Quando sono uscita di casa ho incontrato sara

PRESENTE Sono Ho Vivo Abito Vado Guardo

PASSATO PROSSIMO Sono stato Avuto Ho vissuto Ho abitato Sono andato Ho guardato

IMPERFETTO Ero Avevo Vivere Avitavo Andavo Guardavo


19

Dico Faccio Sto Parlo So Vengo

Detto Fatto Sono stato Ho parlato Ho saputo Sono venuto

Dicevo Facevo Stavo Parlabo sapevo venivo

IO TU LUI/LEI NOI VOI LORO UNIT 11

ESSERE ERO ERI ERA ERAVAMO ERAVATE ERANO

PASSARE

PIACERE

PREFERIRE PREFERIVI

PASSAVAMO PIACEVATE PREFERIVANO

I nomi e gli aggettivi con il suffisso ONI/ONE di solito insicano qualcosa di grande ( accrescitivi) I nomi e gli aggettivi con il suffisso INO/ INI si solito indicano quialcosa di piccolo ( diminutivi)

ACCORDO DEI PRONOMI CON IL PASSATO PROSSIMO Suo padre lha accompagnata allaltare al suono della marcia nuziale Noi amici, li abbiamo riempiti di riso PREFISSI NEGATIVI: IN, IM, IR, IL, DIS, S Inaccessibile= non accessibile Impossibile= possible Irripetibile= non ripetibile Illegal= non legale Disorganizzato= non organizzato Scontento= non contento

PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO DIRETTO Quando I pronomi personali si usano come complement diretto hanno la funzione di complement oggetto della frase. La forma: 1 persona singulare MI 2persona singolare TI 3 persona singolare LO (MASC) LA(FEMM) 1 persona plurale 2 persona plurale 3persona plurale CI VI Li(MASC) LE(FEMM)
20

Noi guardiamo la televisione= Noi la guardiamo Giovvana ama molto i bimbi= Giovanna li ama molto Loro comprano il pane arabo= loro lo comprano Giorgio accompagna le sue sorelle a scuola= giorgio le accompagna a scuola

I pronomi di 3 persona singolare LO/LA diventano Lquando sono seguiti dal vervo avere: Lo ho fatto= lho fatto Lo abbiamo fatto= labbiamo fatto la hanno sentita=lhanno sentita la avevo portata= lavevo portata

Attenzione: Qualche volta possibile anche usare le forme ME, TE, LUI/LEI, NOI VOY LORO se si vuole dare mlto risalto al pronome. Noi vediamo lei >>> invece di : noi la vediamo = vediamo proprio lei, vediamo lei e non altri. Lo amo te >>> invece di: lo ti amo = Amo solo te, amo te e non altri Luso: I pronomi diretti si mettono:

Prima del verbo( e staccati dal Dopo il verbo ( e unitti al verbo) se verbo) se il verbo allindicativo, il verbo allinfinito, allimperativo al congiuntivo o al condizionale o al gerundio

Mangio il panino= lo mangio Se mangiassi il panino?= se lo mangiassi? Mangere il panino= lo mangerei.

Posso mangiare il panino= posso mangiarlo Mangia il panino!=mangialo! Mangiando il panino non avrai pi fame=mangiadolo non avrai pi fame

Directo se forma: Mi Ti Lo la Ci Vi Li le

21

LACCORDO PROSSIMO

DEI

PRONOMI

DIRETTI

ATONI

CON

IL

PASSATO

I pronomi diretti ( lo, la, li, le) si accordano con il passato prossimo Hai visto i film? Lho visto Hai visto la Signora rossi? Lho vista Hai visto le fotrografie? Le ho viste Hai visto gli invitati? Li ho visti ATTENZIONE Lo ho visto >>> lho visto la ho vista>>> lho vista

PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO INDIRETTO Ecco la forma dei pronomi personali quando s udano come compemento indirectto La forma: PREGUNTAR: a que cosa,o a quien. A CHI? A CHE COSA?

1 persone singolare 2 persone singolare 3 persone singolare 1 persone plurale 2 persone plurale 3 persone plurale

FORMA DEBOLE MI (= A ME) TI (= A TE) MASCH.GLI(=A LUI) FEMM. LE( = A LEI) CI (=A NOI) VI(= A VOI) GLI( = A LORO)

FORMA FORTE ME ( = A ME) TE(= A TE) LUI/S (= A LUI) LEI/S (= A LEI) NO (=A NOI) VOI( = A VOI) LORO(= A LORO)

22

LUSO

La forma debole si usa solo per indicare Le forme fote si usa per tuti i complenti il complemento di termine ( a chi?) introdotti da una preposizione: Telefonero a voi domani= vi teledoner domani. Vengo da te Porta le fotocopie a noi= portaci le abbiamo parlato moldi di voi fotocopie ATTENZIONE: Come abbiamo gi visto per i pronomi Alla 3 persona si uda s ( invence di lui/lei) personali diretti anche i pronomi quando il pronome si riferisce al soggetto della personali con valore di complemento do frase: termine si possono mettere Michele pensa solo a s Prima del verbo ( e staccati dal verbo ) se il verboe allindicativo, Se ,Michelle stesso, quindi la frase voul dire che michele pensa solo a s stesso, e non algi al conguintivo o al dondizionale altri, perch un egosta Gli dico INvence: michele pensa solo a lui Se gli dicessi Gli direi Lui non michele ma un altra persona, per Dopo il verbo ( e unitti al verbo) esempio suo figlio, suo frattelo, un suo amico.. se il verbo allinfinito, allimperativo e al gerundio Dirgli Dirgli Dicedogli

I Pronomi indirectti atoni e tonici INDIRETTI ATTONI INFIRETTI TONICI Mi A me Ti Ate Gli A lui le A lei Le A Lei Ci A noi Vi A voi Gli A loro

I pronomi indiretti possono avere due form: Forma atona, debole Forma tonica, fote I prnomi atoni (= seza acceto) si trovano di solito davanti al verbo conjugato: Mi telefonata, mi ha telefonato. I pronomi tonici (=con accento) si trovano di solito sopo il verbo coniugato: ha telefonato a lei e non a lui

23

PASSATO PROSSIMO E IMPERFETTO Limperfetto e il passato prossimo sono due tempi del passato molto usati in italiano LUSO IMPERFETTO PASSATO PROSSIMO Azione abituale, che si faceva sempre Azione non abituale, che stata fatta una Da bambino andavo al mare tutte le sola volte o poche volte domeniche Da bambino una volta sono andato al mare Azione ripetitiva, che si faceva tante volte Azione puntuale, avvenuta una volta Mia zia favceva sempre dei solci Mia zia ieri ha fatto dei dolci buonissimi buonissimi Azione durativa, che durata per un certo Azione momentane, breve che e durata o tempo avvenuta in un momento Ieri pioveda Ieri piovuto un po Quando nella stessa frasse ci sono due azioni passate che sono avvenute contemporneamente, possiamo averte tre casi: Due azioni ugualmente lunghe ( durative) Imperfetto metre studiavo + Imperfetto mia sorella preparava la cena Due azioni ugualmente puntuali o momentanee; Passato prossimo quando.fulvio arrivato + Passato prossimo lo abbiamo salutato

Unazione durativa durante la quale avviene unazione momentnea Imperfetto mentre mangiavo + Passato prosimo suonato il telefono

I NOMI ALTERATI Acrcrescitivo( grande) Manona Bacione Diminutivo( piccolo) Manina Bacino

Mano Bacio

I nome con il suffisoo ONE indicano qualcosa di grande. Es. Un libro grande= librone Es un regalo grande= regalone I nome con il suffisso INO indicano qualcosa di piccolo Es. Un bichhiere piccolo= bicchierino Un gatto piccolo= gettino
24

Per formare lalterato si toglie la vocale del nome e si aggiunge il suffisso INO, ONE. Es. Albero- alber +one= alberone Bacio- bac+ino= bacino

ESTA ES LA TABLA DE LOS PRONOMRES PERSONALES DE LA LEGUNA ITALIANA Y SUS FORMAS SEGN SU FUNCIN EN LA FRASE/ ORACIN: Pronomi soggetto Io Tu Lui Lei/lei Noi Voi Loro Pronomi diretti Pronomi indiretti

Me Te Lo La,la Ci Vi Li Le

Mi Ti Lo La,la Ci Vi Li Le

Me Te Gli Le Ci Vi Loro

Mi Ti Gli Le Ci Vi loro

Estas formas no se usan en la lengua otal, sin embarso se encuentra en la lengua escrita, sobre todo novela textos jurdicos etcc. La forma de cortesa LEI se escribe siempre con maysculas, sea cual sea su posicin en la frase. Lo mismo sucede con sus pronombres directo e indirecto Otros pronombres: Pronombre neutro: ne ( una parte o ninguna) Pronombre reflexivo: Si/ S Importante: Cuando el pronombre de complemento directo singular ( lo, la ) precede a una forma verbal que empieza por vocal, el pronombre se elide, pierde su vocal y se transforma en: L Ejemplo: hai mai assaggiato questo vino? Lhai mai assagiato? Pero, si elo general una ambigedad entonces la mantiene Ejemplo: la aiut, lo aiut El pronombre de complemento indirecto 3 persona plural ( loro) se coloca despus del verbo, como ezcepcion ya que el resto va delante Ejemplo: ho parlato/ gli ho parlato/ le ho parlato/ mi parla, etc.. ( meter una hoja)
25

UNIT 12 IL PLURALE IRREGOLARE La mano Il ginocchio Il braccio Lorecchio Il dito Le mani Le ginocchia Le braccia Le orecchie Le dita

OBSERVA! Ho mal di testa, pancia, denti,ecc opurre mi fa male la testa, mi fanno male i denti, ecc. IMPERATIVO 2 PERSONA SINGOLARE. Limperativo alla seconda persona singolare si forma aggiugendo A ai verbi in are, I ai verbi in ere e ire. PER DARE CONGLIO IN MODO INFORMALE IMPREATIVO, SECONDA PERSONA SINGOLARE. Essere>> si Avere>> abbi Fare>> fai/fa Dire>> di Andar>> vai/ va Stare>> stai/sta Bere>> bevi Vestirsi>> vestti Uscire>> esci

PER DARE CONSIGLI INFORMALI ALLA FORMA NEGATIVA: Mangiare >> non mangiare Vestirsi >> non vestirti/ non ti vestir Essere >> non essere Avere >> non avere

IMPERATIVO E PRONOMI INDIRETTI ATONI Daa lei>> dalle Faa te stesso >> fatti Non dare a lei>> non darle

PER DARE CONSIGLI O ORDINI IN MODO FORMALE: TERZA PERSONA SINGOLARE Fare >> faccia Andar>> vada Dire>>dica Stare>stia Uscire>>esca Essere>>sia Avere>>abbia Mangiare>>mangi Bere>>beva Dormir>>dorma Vestirsi>> si vesta

26

CONGIUNZIONI CORDINANTI Non beva n caff n t Per dimagrire in fretta, faccia sia una diera sia dello sport. Se vuoi guarir dallinfluenza devi sia prendere delle medicine che stare a letto a riposso Per la tosse puoi prendere uno sciropoo oppure una pastiglia Quando sono stressata bevo una camomilla o una tisana alle erbe.

LE CONGIUNZIONI COORDINANTI Le congiunzioni coordinanti servono ad unire elementi della stessa frasse o frassi diverse tra loro che hanno la stessa funzione gramaticale: O/ oppure Si usano per esprimere due diverse possibilit che si escludono a vicenda, una separazione, una esclusione. Sia.. che/ sia..sia Si usano per esprimere una relazione tra due elementi. Nn Si usano nelle frasi negative. Possono unire tra loro due elementi nella stessa frase o pi frasi negative tra di loro.

I PRONOMI COMBINATI Mi dai unaspirina? >> me la ( mi+la) dai? Ti preparo una bevanda calda? >> te la ( ti + la) preparo? Francesco d lo sciroppo a lei >> glielo ( le+ lo) d ( meter una hoja ) LIMPERATIVO ( I ) ( TU- LEI) Limperativo si uda per dare ordini e comani ( 1), per dare consigli, prescrizioni e indicazioni(2) (1) Vieni qui ( tu) venga qui ( lei) (2) Prendi una pastiglia e poi vaa letto- prenda una pastiglia e poi vada a letto. LIMPERATIVO NEGATIVO. Seconda persona singolare ( tu) >> non + infinito Mangia>> non mangiare Terza persona singolare ( lei) >> non + imperativo Mangi >> non mangi

27

I PRONOMI COMBINATI I pronomi combinati sono formati da un prnome diretto e da un pronome indiretto nella forma atona. Il prnome indiretto viene prima del pronome diretto. Porta a me le caramelle Pronomi diretti forma tnica Me Te Lui Lei/lei Noi Voi Loro mi porta le caramelle>> me le porta Pronomi diretti forma atona Mi Ti Lo La/la Ci Vi Li, le Pronomi indiretti forma tnica A me A te A lui A lei/ a Lei A noi A voi A loro Pronomi indiretti forma atona Mi Ti Gli Le/le Ci Vi gli

I prnomi indiretti MI, TI, CI, VI davanti ai pronomi diretti atoni si trasformano in ME, TE, CE,VE.

MI+ LO=ME LO TI+ LO= TE LO CI+ L= CE LO VI+ LO= VE LO

MI+LA=ME LA TI+ LA = TE LA CI+ LA = CE LA VI+ LA = VE LA

MI+LI= ME LI TI+ LI= TE LI CI+ LI= CE LI VI+ LI= VE LI

MI+ LE= ME LE TI+ LE = TE LE CI + LE= CE LE VI+ LE= VE LE

Con la terza persona singolare e plurale (GLI, LE, LORO ) il pronome indiretto e il pronome direrro formano una sola parola So a lui questa penna>> gliella do Do a lei questo libro>> glielo do Do a loro le pillole>> gliele do lo>>glielo gli+la>> gliela li>> glieli Le>> gliele I pronmi combinati con un verbo coniugato vanno prima del verbo Te lho detto ve li mando gliello porto UNIT 13 OBSERVA VERBI IMPRESONALI necesario/ bisogna Per sapere quanti punti ci sono sulla nostra patente necesario/ bisogna telefonare Alla pilizia di stato Ocorre Per ricevere le informazioni richieste occorre fare il numero verde. vietato vietato superare e 130 km allora. Gli le gli

28

OBSERVA I PRONOMI DIRETTI CON LIMPERATIVO Teneteli sempre accesi ( i fari) Tenetele allacciate ( le cinture di sicurezza) Ma: I fari sono spenti! Signora, li tenga accessi. Signorina, le cincture non sono allacciate: Le allaci sbito! I pronimi diretti con limperativo alla seconda persona singolare ( tu) e plurale ( voi) si uniscono alla parte finale del verbo, mentre i pronomi diretti e indiretti alla terza persona singolare ( lei) vanno prima del verbo.

LIMPERATIVO ( II) ( NOI- VOI-LORO) L imperativo si uda per dare ordini e comandi, per dare consigli, prescrizioni e indicazioni Prendiamo Prndete Prendono

LIMPERATIVO NEGATIVO ( voi) uscite >> non uscite ( loro) prendano>> non prendano

29