Sei sulla pagina 1di 18

Telefonare in italiano: come identificarsi.

a) nel caso siate voi a chiamare un’azienda:

Sono Maria Rossi della (nome ditta) – It’s Maria Rossi from (company name);

Buongiorno, sono la segretaria dell’avvocato Bianchi. – Good morning, it’s secretary of …;

Salve, sono Maria Rossi. La chiamo dall’ufficio commerciale / acquisti / vendite della (nome azienda)

b) nel caso siate voi a rispondere alla chiamata:

(nome ditta) buongiorno, chi parla? – (company name) Good morning! Who’s speaking?

Buongiorno, ufficio vendite. Sono Maria, come posso aiutarla? – Good morning! Sales office. Maria is
speaking. How may I help you?

Telefonare in italiano: come precisare, confermare o negare?

Ufficio commerciale? / Scusi, è l’ufficio commerciale? – Is that sales office?;

Parlo con l’avvocato Bianchi / l’agenzia immobiliare? – Am I speaking to ….?

Sì. / Sì, è proprio così.

Esatto, sono io.

Sì, mi dica.

Ha sbagliato numero. – You’ve got the wrong number.

Telefonare in italiano: suggerimenti per fare una domanda

Potrei parlare con il signor Bianchi, per favore? – May I (please) speak to (person’s name)?

Può passarmi il signore Bianchi, per favore? – Could you please connect me with Mr. Bianchi?

Vorrei parlare con il signor Bianchi. – I’d like to speak to (person’s name).

Buongiorno, sto cercando il signor Bianchi. – Good morning! Is Mr. Bianchi there?

Salve, può collegarmi all’ufficio vendite? – Good morning! Could you please put me through to the sales
office?

Telefonare in italiano: come trasferire una chiamata?


а) come informarsi sull’identità di chi chiama:

Сhi lo/la cerca? / Chi lo/la desidera? – May I ask who’s calling?

Con chi sto parlando? / Con chi parlo? – May I ask your name?

b) come trasferire la chiamata o chiedere di richiamare:

Glielo / gliela passo subito! – I’ll connect you right away!, I’ll put you through right away.

Un attimo! / Un momento! – Wait a moment please!

Rimanga in linea! – Please hold on!

Purtroppo, in questo momento non c’è. – I’m afraid he/she’s not here at the moment.

Richiami più tardi, in questo momento è occupato / а. – I’m afraid he/she’s not available at the moment.

In questo momento è occupato / a. Posso farla richiamare? – I’m afraid he/she’s not available at the
moment. Would you like him / her to call you back?

Potrebbe /Le dispiace richiamare più tardi / tra un’ora? – Would you mind calling back later / in an hour?

Mi dispiace, ma il Bianchi non c’è. Vuole lasciare un messaggio? – I’m afraid Mr.Banchi is not here at the
moment. Would you like to leave a message?

Telefonare in italiano: lasciare un messaggio

a) potete chiedere se la persona che sta chiamando vuole lasciare un messaggio usando queste frasi:

Desidera lasciare un messaggio? – Would you like to leave a message?

Desidera che il signor Bianchi la richiami? – Would you like him to call you back?

b) alcuni suggerimenti se il messaggio lo volete lasciare voi:

Posso lasciargli/le un messaggio? – I’d like to leave (him/her) a message.

Vorrei lasciare un messaggio per il signor / la signora… – I’d like to leave a message for…

Può dire al signor Rossi, che lo chiamerò? – Could you say him that I’ll call him back?
Può, per favore, chiedere al signor Rossi di richiamarmi? – Please ask Mr. Rossi to call me back.

Vorrei essere richiamato /a. Grazie. – Please ask him / her to call me back.

Per favore, richiamatemi/ci appena possibile. – Please, call me / us back as soon you can.

Il mio numero è… – My telephone/mobile number is…

Telefonare in italiano: come iniziare una conversazione?

Buongiorno Signor Bianchi, сome sta? – Good morning Mr.Bianchi! How are you?

Chiamo per avere informazioni su… / Chiamo perché… – I’m calling about …. / I’m calling because…

La chiamo per sapere se … – I’m calling to find out …

Chiamo perché ho avuto il suo messaggio … – I’m calling because I have received your messagge.…

Mi dispiace disturbarla, ma … – Sorry to bother you but…

Chiamo per comunicare che ho / non ho ricevuto… – I was just calling to tell that I have / have not
received …

Telefonare in italiano: come terminare una conversazione?

Signor Bianchi, è stato un piacere parlare con lei. – Mr. Bianchi, it was nice talking with you!;

Me ne occuperò domani. – I’ll do that tomorrow.

Lo verificherò subito. – I’ll check it right away.

Le invierò il preventivo per posta. – I’ll send you an estimate by mail.

Le invierò i dettagli via e-mail. – I’ll send you all details by mail.

Sono in attesa di una sua conferma … – I’m waiting for your confirmation...

La ringrazio per l’aiuto! Arrivederla! – Thank you very much for your help! Goodbye!

Arrivederla signor Bianchi, a presto! – Speek to you soon, Mr. Bianchi!

Telefonata di lavoro in italiano: Non la sento!

Se la linea è disturbata o interrotta potete servirvi delle seguenti frasi:

Non si sente – I can’t hear you;

Può ripetere, per favore? – I’m sorry, could you please repeat that?;
È caduta la linea. – The line has cut off;

Mi dispiace, non la sento. La linea è disturbata. – I’m afraid I can’t hear you. The line is very bad.;

Potrebbe parlare più lentamente, per favore? – Could you speak a little more slowly, please?

Può ripetere il nome della sua società per favore? – Could you repeat the name of the company please?

Telefonata di lavoro in italiano: L come Livorno

Per specificare la corretta scrittura di nomi propri, email ecc. in Italia usano il così detto alfabeto
telefonico dove a ogni lettera corrisponde nome di una città. Per esempio, il nome proprio Olga può
essere sillabato in due modi:

а) Otranto – Livorno – Genova – Ancona;

б) O come Otranto, L come Livorno, G come Genova, A come Ancona.

Qui sotto vi riporto i nomi più usati delle lettere italiane:

A – Ancona, B – Bologna, C – Como, D – Domodossola, E – Empoli, F – Firenze, G – Genova, H – hotel /


acca, I – Imola, J – jolly / i lunga, K – Kenya / cappa, L – Livorno, M – Milano, N – Napoli, O – Otranto, P –
Palermo, Q – Quarto, R – Roma, S – Siena, T – Torino, U – Udine, V – Venezia, W – Washington, X –
xilofono / ics, Y – yacht / ipsilon, Z – zara.

E alcune frasi per chiedere il vostro interlocutore di specificare la scrittura:

Come si scrive? – How do you spell that, please?

Mi potrebbe sillabare il suo nome / cognome? – Could you spell your name / surname, please?

Telefonata di lavoro in italiano: segni tipografici e di punteggiatura

L’ultimo ma non meno importante sono i nomi dei simboli che vengono spesso usati nella
documentazione di lavoro;

‘ – apostrofo;
@ – chiocciola / a commerciale;

& – et / e commerciale;

# – cancelletto;

* – asterisco;

ABCD / abcd – lettere maiuscole / minuscole (capital / small letter); (Es.: A maiuscola, d minuscola ecc.)

“-“ – trattino;

_ – trattino basso / underscore;

/ – barra;

\ – barra inversa;

“” – virgolette;

() – parentesi.

Italiano in ufficio: attività quotidiane

fissare / rimandare un appuntamento / un incontro – to arrange meeting / to postpone an


appointment / meeting;

accogliere clienti – to receive, meet clients;

dare / eseguire ordini – to issue instructions / to execute orders;

organizzare / convocare / anticipare / posticipare / cancellare riunione – to organize / to call / to bring


forward / to postpone / to cancel a meeting;

essere in riunione – to be in conference;

stendere il verbale della riunione – to write meeting minutes;

mettere a verbale una riunione – to include (sth.) in a meeting minutes;

rispondere alle / ricevere le chiamate – to answer calls;

annotare, prendere una nota / un appunto – take a note, to write down;

scrivere / inviare una mail – to write / to send an email;

ricevere richieste / fare offerte – receive requests / make offers;

parlare con clienti / fornitori / distributori – to talk with clients / suppliers / distributors;
negoziare – to negotiate;

preparare un preventivo / una proposta commerciale – to give an estimate / to write a business offer;

trattare prezzi / condizioni di pagamento / di spedizione – negotiate prices / terms of payment /


shipping terms;

spedire / ricevere merce – to ship /receive goods;

stipulare / concludere contratto – to sign / to enter into an agreement;

fare una ricerca / analisi di mercato – to make a market research / analysis;

pianificare / organizzare campagna pubblicitaria / promozionale – to plan an advertising / promotional


campaign.

Italiano in ufficio: giorni lavorativi

lavorare – to work;

fare carriera – to have a successful career; make one’s career;

essere pieno di lavoro – to have a lot of work to do;

fare gli straordinari – to work extra hours; to do overtime work;

sostituire uno / una collega – stand in for someone;

fare i turni – work in shifts;

chiedere promozione – to ask for a promotion;

Italiano in ufficio: giorni liberi dal lavoro

essere in malattia – to be on seak leave;

inviare il certificato / foglio di malattia – to send the employer the sick note;

prendere un giorno libero – to take a day off;

usufruire di un permesso retribuito – to take an advantage of a paid leave;

andare in ferie – to go on holiday; to go on leave;

fare pausa (per un caffè) – to take a break / to take a coffee break

Italiano in ufficio: la cancelleria

la pinzatrice ( = stapler);
il punto metallico ( = stapler pin);

la clip / la graffetta / il fermaglio ( = paper clip);

il nastro adesivo / lo scotch ( = adhesive tape, scotch);

il correttore / il bianchetto ( = correction fluid, tippex);

la perforatrice ( = punch);

il timbro ( = stamp);

la calcolatrice ( = calculator);

il portapenne ( = pen holder, desk organizer);

l’evidenziatore ( = highlighter);

il marcatore permanente / per lavagna ( = permanent marker pen / whiteboard marker pen);

il cutter ( = utility knife; gli italiani pronunciano la parola /kuter/);

le vaschette portacorrispondenza ( = document / mail tray);

Italiano in ufficio: le macchine per l’ufficio

la fotocopiatrice ( = photocopier);

la stampante ( = printer);

lo scanner;

la cartuccia / il toner ( = ink-cartridge / toner);

il distruggidocumenti ( = paper shredder);

la rilegatrice ( = binding machine);

Italiano in ufficio: carta, agende e cartelle

i foglietti adesivi / post-it ( = sticky notes);

la risma di carta ( = ream of paper);

il taccuino ( = notebook);

l’agenda ( = planner, organizer);

l’agenda giornaliera / settimanale / mensile ( = daily planner / weekly planner / monthly planner);
la busta in plastica ( = sheet protector);

la cartella portadocumenti ( = folder);

la cartellina con clip ( = file folder);

il raccoglitore ( = binder)

il raccoglitore ad anelli ( = ring binder);

il raccoglitore a leva ( = lever arch file);

la modulistica ( = forms , set of forms);

il registro ( = register; (a book containing) a written list, record etc.)

FORMULE DI SALUTO

Buongiorno

Buona giornata

Buonasera

Buona notte

A domani

A dopo

A fra poco
A presto

Arrivederci

C’è anche la formula “A risentirci”, usata talvolta a conclusione di una telefonata

CHIEDERE PRECISAZIONI

Con chi desidera parlare?

In che ufficio lavora?

Sa dirmi che interno è?

Posso sapere il motivo della telefonata? / Posso chiederLe di che cosa si tratta?

Di che cosa si tratta?

Per che cosa vorrebbe parlare con il dottor Naris?

Lei è nostro cliente?

PASSARE UNA TELEFONATA O FAR ATTENDERE IN LINEA

Un momento, per favore / prego. Glielo passo subito.


Resti / Attenda in linea. Glielo passo (subito).

Può aspettare un momento? Ho un’altra chiamata in linea.

Resti in linea / Non chiuda, per favore.

L’interno non risponde.

L’interno che desidera è occupato. Vuole aspettare in linea?

Può aspettare un momento? Il ragionier Tsakas è impegnato sull’altra linea.

La faccio aspettare, mi scusi, ma la signora Tomasos non è nel suo ufficio.

Mi scusi se l’ho fatta attendere, ma non riesco a trovarla.

COMUNICARE CHE NON È POSSIBILE PASSARE LA PERSONA DESIDERATA

Mi dispiace. Il dottor Naris non c’è / non è in ufficio (oggi / in questo momento).

Probabilmente ci sarà (ritornerà) verso le quattro.

Sono spiacente. Il dottor Naris è occupato / è in riunione in questo momento / è via per lavoro
/ ha un appuntamento fuori ufficio / è malato / è in viaggio / sta parlando con una persona / ha

una visita.

Preferisce aspettare in linea o richiamare?

Può richiamare più tardi / tra un’ora / la settimana prossima?

Desidera essere richiamato?

Desidera parlare con qualcun altro?

Vuole parlare con la sua segretaria?

PRENDERE MESSAGGI

Vuole lasciare un messaggio o preferisce che la faccia richiamare?

Se vuole, posso lasciargli un appunto.

Desidera lasciargli un messaggio?

Può lasciarmi i suoi dati?

Ho preso nota della sua richiesta.


Ecco, ho preso nota.

AIUTARE A RISOLVERE PROBLEMI

II signor Ferrari non lavora più in questo ufficio. Le do il suo nuovo numero di telefono.

Spiacente, non è il numero giusto / l’ufficio giusto.

Le ripasso il centralino / Le passo l’ufficio che le interessa.

No, signora. Ha sbagliato numero. Qui è il 33 48 22 11.

No, la ditta DIMEL ha cambiato numero.

Credo che abbia sbagliato numero. Non c’è nessun signor Nalitzis nella nostra ditta.

Sono molto spiacente, ma non posso aiutarLa.

SALUTARE

D’accordo. A risentirci.

ArrivederLa, e grazie.

La ringrazio della sua telefonata.


Prego / Non c’è di che.

B. CHIAMARE AL TELEFONO

Telefonando a un ufficio in Italia può anche capitare di sentire una voce preregistrata che

mette in attesa dicendo: “I nostri operatori sono momentaneamente occupati. La preghiamo

di attendere”; oppure: “Siete in attesa di essere collegati con l’interno desiderato”.

Chiamare e presentarsi

È il numero 38 49 71 10 / la ditta Eurotrans / l’Ufficio contabilità?

Oh, scusi. Ho sbagliato numero.

Buongiorno. Qui la ditta Dimel. Sono l’ingegner Marinos.

Buongiorno. Sono l’ingegner Marinos della ditta Dimel. C’è il signor Rattclif?

Buongiorno. Le telefono per l’ordine in corso.

Chiedere di qualcuno

Vorrei parlare con il signor Martini. Interno 228.


Posso parlare con il signor Martini?

Può / Potrebbe passarmi il signor Neri / l’interno 47 / l’Ufficio acquisti, per favore?

Vorrei parlare con il responsabile dell’Ufficio acquisti.

Buongiorno, signora. Sono la segretaria del signor Naris della società Dimel. Il signor Naris

vorrebbe parlare con il signor Neri, per favore.

Sì, grazie, aspetto.

No, grazie, non posso aspettare.

Lasciare un messaggio

Preferisco lasciare un messaggio / Posso lasciare un messaggio?

Può dirgli che ho chiamato?

Vuoi dirgli per favore che ha telefonato il signor Naris?

Potrebbe farmi richiamare?

Potrebbe dirgli di richiamarmi giovedì pomeriggio?


Dire che si richiamerà

Preferisco richiamare tra poco / Richiamo più tardi.

A che numero posso trovarlo?

Sa quando torna? / Sa dirmi a che ora ci sarà?

A che ora posso richiamarlo?

Qual è l’ora migliore per richiamarlo?

Chiedere di parlare con qualcun altro

Posso parlare con qualcun altro?

Con chi devo parlare per un problema di consegna?

Può passarmi qualcuno che possa darmi delle informazioni sui vostri sistemi d’imballaggio?

Mi passa il centralino, per favore?

DIRE CHE CI SONO PROBLEMI DI ASCOLTO

Scusi, ha detto?
Può parlare a voce più alta / più piano / lentamente?

Mi scusi. La sento molto male.

Pronto. Mi sente?

Non La sento più. La linea è disturbata.

Non sento niente. Può richiamare / rifare il numero?

È caduta la linea.

Riattacco e La richiamo.

Può riattaccare e richiamarmi?

D’accordo, riattacco.

Adesso la sento molto meglio.

FAR RIPETERE, CHIEDERE E DARE PRECISAZIONI

Può ripetere, per favore? Non ho capito.

Ha detto Carras?
Scusi, chi ha detto?

Che nome ha detto, scusi? Come si scrive?

Non capisco. Può scomporre / fare lo spelling del nome della città, per favore?

Il nome è Ferrari. Lo scompongo: F come Firenze, E come Empoli, R come Roma, R come

Roma, A come Ancona, R come Roma, I come Imola.

Ha detto “T” o “D”? Ho detto “D” come Domokos.

Si scrive con la “G” o con la “J”? Con la “G” come Genova.

Il numero è 802.

Si tratta dell’articolo 3375384.

COMUNICARE LE PROPRIE DIFFICOLTÀ

Mi dispiace, non conosco quella parola. Che cosa vuol dire?

Sono molto spiacente, non capisco. Può spiegarmi?


Non parlo bene l’italiano.

Le passo qualcuno che parli l’italiano.

CONCLUDERE VELOCEMENTE UNA TELEFONATA

La richiamo / Posso richiamarla più tardi?

Mi dispiace molto, ma non posso parlare adesso. Sono in riunione.

Mi scusi, ma devo chiudere adesso. Bisogna che parta immediatamente