Sei sulla pagina 1di 3

Sebastiano Lodovico Francesco Corti

IB n8 8/01/2017

SCHEDA LIBRO

IL PICCOLO PRINCIPE

Autore: Antoine de Saint-Exupry

Edizione: Pagine: 86 (storia)

Casa Editrice: Bompiani Quattordicesima edizione: Gennaio 2006

Traduzione di: Nino Bompiani Regoli


Riassunto:
La storia parla di un bambino proveniente da un altro pianeta, chiamato dal protagonista (tra laltro, lo stesso
autore) Piccolo Principe. Il Piccolo principe proviene da un pianeta, o meglio, una stella, poco pi grande di
una casa e abitata da lui, una Rosa e tre vulcani (che ogni giorno deve spolverare). Lincontro tra il
protagonista e il Piccolo Principe avviene in modo strano: il protagonista sta provando a battere un record di
volo, ma il motore subisce un guasto e precipita. Al suo risveglio trova davanti a se un bambino vestito in
modo elegante, che gli chiede, affaticato, di disegnare una pecora. Dopo un po di tentativi, il protagonista
disegna una cassetta contenente la presunta pecora. Il bambino, ignorando le domande del protagonista, gli
chiede da che pianeta proviene. Il protagonista, scosso, capisce che sta parlano con un alieno, e a sua volta
gli chiede da dove viene. Il bambino, ignorando un altra volta la domanda, chiede di nuovo da dove viene, e
il protagonista risponde naturalmente dalla Terra e che ha avuto unincidente con laereo. Ogni giorno il
bambino chiede al protagonista un disegno diverso, e in cambio gli rivela parte della sua storia: dei suoi
viaggi attraverso gli asteroidi fino alla Terra. Una volta che ha finito la sua storia, capisce che deve ritornare
al suo pianeta dorigine, e per farlo si mette daccordo con un serpente (il primo essere che aveva incontrato
al suo arrivo sulla Terra) per ucciderlo e fare cos in modo che lui possa tornare da dove proviene.
Analisi
NUMERO E TIPOLOGIA DEI PERSONAGGI
Nel suo viaggio il Piccolo Principe incontra:

un vecchio re solitario, che ama dare ordine ai suoi sudditi (sebbene sia l'unico abitante del
pianeta);

un vanitoso che chiede solo di essere ammirato e applaudito, senza ragione;

un ubriacone che beve per dimenticare la vergogna di bere;

un uomo d'affari che passa i giorni a contare le stelle, credendo che siano sue;

un lampionaio che deve accendere e spegnere il lampione del suo pianeta ogni minuto, perch
il pianeta gira a quella velocit; per quest'uomo, il Piccolo Principe prova un po' di ammirazione
perch l'unico che non pensa solo a se stesso. Ma il problema che trascorre la vita inutilmente
perso in un inutile compito senza avere il tempo di pensare davvero a se stesso e alluniverso fuori
di lui.

un geografo che sta seduto alla sua scrivania ma non ha idea di come sia fatto il suo pianeta,
perch non dispone di esploratori da mandare ad analizzare il terreno e riportare i dati.

Altri personaggi chi sono? (Opinione personale, non mi uccidetemi)

La rosa: La Rosa lunico altro essere vivente sul pianeta del Piccolo Principe. Nonostante la sua
sfacciataggine e la sua arroganza, soffrir molto per la partenza del piccolo principe

La volpe: Un animale addomesticato dal Piccolo Principe. Grazie a lei capisce che deve tornare dalla
Rosa

Il serpente: Rappresenta la morte, ovvero il principio e la fine.

Il narratore: un viaggiatore, la voce narrante e rappresenta lautore. come se fosse un padre per il
Piccolo Principe

Il Piccolo Principe davvero il bambino che c in noi? In ciascuno? La nostalgia per un mondo perduto
a cui non possiamo tornare se non con la morte apparente del corpo?

Un campionario vasto e assortito del mondo degli adulti, gente che non saprebbe mai raccontare di
rose e di pecore. Che chiusa nella sua piccolissima idea di mondo non vede altro che ci che vuol
vedere. Gente chiusa e sola nel proprio pianeta. Il piccolo principe ha invece un suo mondo
preziosissimo di cui prendersi cura. Ha la sua rosa che non ha che la bellezza.
La storia ambientata nel deserto del Sahara e in uno spazio fiabesco in cui i pianeti sono raggiungibili con
un semplice batter di ciglia e sono grandi come monolocali. Il tempo non specificato, ma grazie alle note
dellautore capiamo che si tratta del periodo del secondo dopoguerra.

Analisi Linguaggio
Il Piccolo Principe parla in un modo strano, come un bambino. La narrazione passa dal narratore primario (il
protagonista) al narratore secondario (il Piccolo Principe) per poi ritornare di nuovo il narratore primario.

Analisi Narrazione
Recensione:
Questo libro mi piaciuto davvero, o forse no. Questo continuo fluire da una situazione allaltra, da un
discorso allaltro a volte mi ha lasciato perplesso. Ma ci sono parti bellissime e frasi da ricordare per sempre.

Il piccolo principe non ci spiega quasi niente. Parla di cose semplici e quotidiane ma lascia intendere che il
loro significato ben superiore. I suoi racconti, i suoi viaggi, le sue preoccupazioni tutto metafora dei suoi
veri pensieri, ma lascia al viaggiatore (e al lettore) trarre le proprie conclusioni e le proprie opinioni, i propri
divertimenti, le proprie tristezze.

Direi che ognuno pu trovare il suo mondo in questo libro. Come tutti i grandi libri ha messaggi per chiunque
sia in grado di leggerlo. I bambini si divertiranno a vedere il cappello serpente-elefante ma i ragazzi possono
riflettere su come la vita e la morte in effetti possano essere un viaggio o come incontrare persone e valori
diversi possa arricchire ma anche dare un termine di confronto o paragone con i propri valori. E persino
cercare di capire perch la Rosa del piccolo Principe valga un viaggio che costa la vita. Non per senso del
dovere, ma per amore. In questo un grande libro. Forse tutti i grandi libri per bambini sono fantastici libri
per adulti.