Sei sulla pagina 1di 13

Materie Prime

Minerali Rottami

Altoforno
Forni elettrici

Convertitori

Operazioni fuori forno

Colata
Minerali
Metalli presenti nella crosta terrestre: molto diffusi Al, Mg, Fe, Ti

Concentrazione del metallo varia

Giacimenti più sfruttati sono quelli con minerale ad alto tenore di


metallo
Tipo di impurezze presenti nel minerale

Tipo di minerale: ossidi, ossidi idrati, carbonati e solfati, solfuri,


arseniuri ed altri…
Gran parte dei metalli sono affini per ossigeno e zolfo  più
facilmente trattabili.
I “non ossidi”  facilmente trasformati in ossidi
I solfuri  più difficili da trattare
Rottami

Facilmente reperibili: metallurgia del rottame

Problemi: inquinanti, impurezze difficili (costose)


da rimuovere
Più comuni: Fe, Al, Ni, Pb, Cu

Vantaggi ecologici
PREPARAZIONE DEI MINERALI

a) Frantumazione, macinazione
- per produrre pezzatura uniforme e ottimale per la marcia dell’altoforno:

Evitare pezzature grandi  Generano processi incompleti, ghisa con


scorie e con S;

Evitare pezzature piccole  Frantumazione nella parte medio alta,


discesa irregolare con ostruzioni che
bloccano il forno

b) Arricchimento (su minerale frantumato)

fatto mediante tecniche magnetiche su minerale magnetico


Sfruttamento dei giacimenti più poveri
riduzione spese di trasporto
riduzione consumi di combustibile e di fluidificanti
PREPARAZIONE DEI MINERALI

Trattamenti preliminari dei minerali

Basati su trasformazioni chimico-fisiche per facilitare l’estrazione del


metallo.
- Essiccamento (nel caso di elevata umidità)

- Calcinazione :dissociazione minerali

2 Fe2O3  3H 2O  2 Fe2O3  3H 2O (300C )


FeCO3  FeO  CO2 (T alte )

Agglomerazione: recupero del minerale


Sinterizzazione (minerale in pezzature piccola + carbone)

Pellettizzazione (in pezzature di 3 cm) minerale in polvere


Minerali di ferro di uso comune
in ordine decrescente di percentuale teorica di Fe
Schematizzazione del processo ai forni soffiati

minerale fondente
carbone

Gas di scarico Gas di scarico

Altoforno

aria aria
Scoria Metallo di
prima fusione
Schema di altoforno

400°C ZONA I essiccamento e preriscaldamento

800°C ZONA II dissociazione del CO 2CO  C  CO 2


3Fe 2 O3  CO  2Fe3O 4  CO 2
riduzione indiretta Fe3O 4  CO  3FeO  CO 2
FeO  CO  Fe  CO 2

1350°C ZONA III dissociazione carbonati CaCO 3  CaO  CO 2  288Kcal


Inizio formazioni scorie CaO  SiO 2  scoria  liquida
Inizio riduzione ossidi Mn
Inizio fusioni
Inizio carburazioni Fe

1350-1600°C ZONA IV fusione generale ghisa e passaggio in essa del


Mn, P, Si, S. formazione loppe finali

ZONA V combustione coke, desolforazione ghisa, ultimazione loppe

ZONA VI separazione ghisa e loppe, ultime reazioni


SCHEMA DEL PROCESSO DI UN ALTOFORNO
REAGENTI NELL’ALTOFORNO

• Minerali: Fe2O3 (ematite)


Fe3O4 (magnetite)
• Calcare: CaCO3  CaO + CO2 a 900°C
CaO + SiO2  scoria a 1300°C

• Aria calda + CH4

• Coke: C

• Refrattario: Al2O3 + SiO2


REAZIONI NELL’ALTOFORNO

Reazione principale: Fe2O3 + 3CO  2Fe + 3CO2 (1)


3Fe 2 O3  CO  2Fe3O 4  CO 2
Fe3O 4  CO  3FeO  CO 2
FeO  CO  Fe  CO 2
CO2 + C  2CO (2)
Altre riduzioni
MnO + CO  Mn + CO2 (3)
SiO2 + 2CO  Si + 2CO2 (4)
P2O5 + 5CO  2P + 5CO2 (5)
FeO + C  Fe + CO (6)
SiO2 + 2C  Si + 2CO (7)
H2O + C  CO + H2 (8)
2C + O2  2CO (9)
GHISA DA ALTOFORNO
COMPOSIZIONE
C 3,5 ÷ 4 % (Fe3C)
Mn 0,7 ÷ 1,6 %
Si 0,6 ÷ 1,5 %
S, P
BILANCIO PRODOTTI

INPUT OUTPUT
Minerale (Fe al 50%) 2t Ghisa 1t
Coke 0,9 t Scoria 0,8 t
CaCo3 0,4 t Gas esausti 5,4 t
Aria 4t Polvere 0,1 t

-- Le scorie: usate come materiale inerte (strade, terrapieni ecc),


-- Gas (filtrati) usato come combustibile es. torri di preriscaldo dell’aria