Sei sulla pagina 1di 2

Obiettivo su

Acqua
Microfiltrazione
e trattamento
di reflui industriali
Nella piattaforma polifunzionale di trattamento reflui speciali larmente aggressivi che in molti
casi compromettono in maniera
pericolosi/non pericolosi di Romagna Ecologia l'utilizzo di un
irreversibile il processo. L'utiliz-
sistema di filtrazione con membrane a fibra cava Pall Aria, zo di un sistema di filtrazione con
installato a protezione dell'osmosi inversa, ha significato evitare membrane a fibra cava (hollow
fenomeni di intasamento delle membrane. fiber) Pall Aria a protezione del-
l'osmosi inversa ha significato evi-

I
Andrea Trinchero, n un contesto produttivo in smaltimento finale dell'acqua da tare fenomeni di intasamento
Davide Boschi,
Romagna Ecologia, forte sviluppo in cui l'acqua si reflui di tipo industriale. L'impre- frontale e superficiale delle mem-
Castel Guelfo (BO) trova a svolgere un ruolo chia- sa, concepita come una piattafor- brane.
Alberto Repossi, Pall
Italia, Milano ve nella produzione, si rende ne- ma polifunzionale (figura 1), trat-
cessaria ancora pi fortemente ta reflui speciali pericolosi/non Le fasi del processo
la presenza sul territorio di siste- pericolosi e tossico nocivi allo di trattamento
mi reali di recupero per un rein- stato liquido e fangoso non pala- Le fasi del processo si possono
tegro dei corpi idrici attraverso bili attraverso un protocollo chi- riassumere in: ricevimento e stoc-
processi depurativi che non siano mico fisico seguito da un finis- caggio, trattamento, affinamento
solo rivolti al refluo di tipo civile. saggio depurativo con un sistema e scarico. In particolare il refluo
Ecco che in uno scenario di que- tecnologico di filtrazione ad alte conferito tramite autobotte viene
sto tipo si stanno sempre pi svi- prestazioni (figura 2). Ci per- inviato ad uno sgrigliatore rotan-
luppando realt che svolgono ser- mette di ottenere una elevata ri- te e raccolto per caduta in va-
vizi di tipo ecologico volte al recu- duzione del carico inquinante e sche di accumulo. Da qui viene
pero dei reflui industriali, al loro poter quindi scaricare l'effluente inviati a serbatoi di stoccaggio in
trattamento e al recupero del- depurato nel rispetto dei limiti osservanza ai requisiti stabiliti
l'acqua che pu poi essere rein- analitici imposti dalla tab. 3 All. 5 dal DM 392/96 a seconda delle
trodotta nell'ambiente. Romagna del D.Lgs. 152/99 e successive tipologie e delle caratteristiche
Ecologia un esempio di azien- modificazioni del 3/04/2006 per le chimiche dei reflui (tabella 1).
da sviluppatasi nel settore dei acque superficiali. Il cuore del Le aree destinate ai trattamenti
1 - L'impianto servizi ecologici ed in particolare processo depurativo il tratta- chimico-fisici (dosaggio e misce-
polifunzionale di
Romagna Ecologia nel campo del trattamento e mento chimico fisico di precipita- lazione dei reagenti, flocculazio-
zione. Le caratteristiche dei reflui ne, decantazione e condiziona-
e l'aggiunta dei reattivi di lavo- mento) per i rifiuti speciali peri-
razione producono variazioni del- colosi/non pericolosi e per i
le caratteristiche chimiche con tossico nocivi sono separate e
formazione di sospensioni colloi- realizzate all'interno di due ba-
dali rimovibili con sistemi di filtra- cini di contenimento distinti che
zione a membrana. Le membrane convogliano i fanghi e due vasche
spiral wound possono risultare di equalizzazione/preparazione
particolarmente sensibili a questo per la filtropressatura.
tipo di sporcamento causando un La fase di affinamento costitui-
fouling del sistema che richiede ta da:
cicli di pulizia frequenti e partico- - 1 unit di filtrazione Pall Aria

62 Acqua&Aria|nr.4|2007
con membrane a fibra cava;
- 2 unit di ultrafiltrazione con
membrane spiral wound;
- 1 unit a osmosi inversa con
membrane spiral wound.
Il chiarificato proveniente dal chi-
mico-fisico e dal trattamento del-
le acque di disidratazione fanghi
inviato ad una vasca di accu-
mulo dove si ha una miscelazione.
Da qui inviato ad una vasca di acque profonde di sorgente, fal- duli, il primo in Italia per quanto 2 - Schema a blocchi
del processo
equalizzazione del pH per i pro- da o pozzi; acque superficiali, ser- riguarda il trattamento dei reflui di trattamento
cessi di filtrazione. Successiva- batoi, laghi, fiumi; wastewater; industriali. L'impianto, ha per-
mente si ha un passaggio sull'im- acqua di mare o salmastre. I siste- messo di ridurre notevolmente i
pianto di filtrazione con mem- mi standard Pall Aria sono una tempi di manutenzione: i cicli au-
brane a fibra cava (hollow fiber) gamma di skid che posso alloggia- tomatici di controlavaggio per-
Pall Aria sull'impianto di ultrafil- re da 2 a 60 moduli Microza. Que- mettono di mantenere lineare la
trazione a seconda delle caratte- sto viene fornito gi assemblato e pressione fra le membrane, favo-
ristiche chimico fisiche del re- pronto per essere utilizzato com- rendo una costante produzione
fluo. Il permeato della microfil- prese: pompa di alimentazione e di permeato che pu alimentare
trazione/ultrafiltrazione viene pompa per il controlavaggio, ser- in continuo il sistema di UF e RO,
accumulato in una seconda va- batoi per lavaggi chimici e accu- aumentando la produzione di ac-
sca di correzione del pH e da qui mulo acqua pulita per controla- qua depurata. La portata dell'im-
inviato al processo di osmosi in- vaggio, valvole automatiche e ma- pianto, consente ampli margini
versa. Qualora il permeato del- nuali e strumentazione che di variazione in funzione della
l'osmosi non dovesse rientrare gestito da PLC, permette la com- qualit delle acque da trattare
nei limiti di legge imposti, pre- pleta automazione del sistema, permettendo incrementi sensibi-
visto, prima dell'immissione nel- comprese tutte le fasi di pulizia e li di produzione.
la vasca finale, un finissaggio sui rigenerazione delle membrane. 3 - Il sistema Pall Aria
filtri a carbone attivo. Al fine di verificare le performan- AP-1

Al termine del processo depura- ce del sistema il laboratorio scien-


tivo, una volta verificato il rispet- tifico di Pall con i dottori Fra-
to dei limiti normativi ed auto- schini e Marinoni e la collabora-
rizzativi tramite controlli analiti- zione della dottoressa Ruperto
ci di laboratorio, le acque per Romagna Ecologia ha con-
vengono scaricate dalla vasca di dotto due mesi di prove con un
accumulo finale al corpo idrico impianto pilota industriale molto
recettore. simile a quello finale. Il sistema si
dimostrato in grado di mante-
Il sistema Pall Aria nere costanti i cicli di filtrazione
Per il trattamento acque la Pall previsti (24 ore o anche pi tra
Corporation, una delle aziende una rigenerazione chimica e la
leader mondiale nel settore del- successiva) per tutta la durata Tabella 1 - Elenco serbatoi esistenti per lo stoccaggio dei reflui
la filtrazione, propone sistemi di della prova, anche in occasione di Tipologia di refluo
filtrazione a membrana con mo- episodi anomali con incrementi Acque di lavaggio
duli a fibre cave Microza. At- notevoli della torbidit dell'ac- Acque di verniciatura
tualmente centinaia di impianti qua in ingresso (anche > 100 Emulsioni oleose
nel mondo utilizza questi modu- NTU). Acque da processi galvanici (acidi)
li, dimostrando eccellenti risul- Sulla base di queste considera-
Acque da processi galvanici (basici)
tati in termini di performance, zioni Romagna Ecologia si dota-
Acque da processi di stampa
affidabilit e bassi costi di eserci- ta di un impianto Pall Aria
Prodotto contaminato ai sensi del DM 392/96
zio, in diverse applicazioni come: AP-1 (figura 3) con quattro mo-

nr.4|2007|Acqua&Aria 63