Sei sulla pagina 1di 27

FANGHI BIOLOGICI DI DEPURAZIONE

EMERGENZA E PROSPETTIVE A MEDIO E LUNGO TERMINE Firenze 13.12.2018

TECNOLOGIE CON OZONO PER LA MINIMIZZAZIONE


E IL TRATTAMENTO FANGHI
ING. FEDERICO DALLERA
Agenda

• Introduzione

• La lisi cellulare con ozono: vantaggi diretti e collaterali

• Schemi, dosaggi e considerazioni economico-gestionali

• Caso di Studio

• Question time
Le problematiche legate alla gestione del fango
Nei processi di trattamento reflui civili ed industriali, il
processo a fanghi attivi è quello più largamente
utilizzato per via del costo relativamente basso e per
la facilità gestionale.

La generazione del fango di supero è una costante


nell’esercizio di tali impianti. Il 35-50% dei costi
gestionali è associato alle problematiche di gestione,
trattamento e smaltimento del fango di supero.
La tendenza degli operatori è quella di
Smaltimenti in Europa: stabilire soluzioni nella gestione del
fango che diano un miglioramento in
1) Discarica 38%
termini di: riduzione della massa, del
2) Agricoltura 46%
volume e delle caratteristiche chimico-
3) Incenerimento 16%
fisiche in modo da minimizzare
l’impatto sulla destinazione finale.
Orientamenti delle Direttive Europee
La direttiva 91/271/EEC sul trattamento delle acque
Generazione di più
reflue urbane richiede che la maggior parte della
fango di supero
popolazione Europea sia servita da stazioni di
trattamento dei reflui.

La direttiva sui fanghi di depurazione (Sewage


Sludge Directive 86/278/EEC) pone restrizioni
sulle applicazioni in agricoltura dei fanghi
derivanti dai processi di depurazione delle I costi associati allo
acque reflue. smaltimento dei fanghi
La direttiva sulle discariche (Landfill sono in aumento!!
directive 1999/31/EC) pone limiti effettivi
sugli scarichi dei fanghi si supero.

Valori medi dei costi di smaltimento


utilizzo in agricoltura 50/85 €/t
discarica 100/213 €/t
incenerimento 180/250 €/t
La lisi cellulare con ozono
Per minimizzazione si intende la riduzione della
produzione specifica dei fanghi di supero

Minimizzazione (kgSS/kgCODr) derivanti dai trattamenti biologici delle


acque reflue civili e/o industriali, in funzione dei BOD-COD
eliminati.

come la si ottiene?…. nuovo “concetto”  “nuovi processi”

consiste nell’ idrolizzare la sostanza organica, prodotta come


fango di supero, mediante l’indebolimento o parziale rottura
Lisi cellulare della membrana cellulare dei microrganismi costituenti il
fango per azione di un ossidante energico
La lisi cellulare con ozono
Molecole di Ozono
Membrana Prime
rotture

+ O3

Biomassa  Cellula ozonizzata  membrana rotta


 O3 attacca membrana  rilascio di COD N/P
 membrana indebolita che vengono
 si forma COD ricircolati con la
biomassa
 Fanghi ridotti

La biomassa “lisata” e trasformata in nuovo alimento, viene


ricircolata nei bacini ossidativi dove vengono rilasciati C/N/P
Effetto della lisi cellulare

+O3

Fango attivo PRIMA Fango attivo DOPO


dell‘ozonazione ozonazione
Riduzione dei batteri filamentosi
I vantaggi «collaterali»
Non solo riduzione
I benefici legati al processo dei fanghi di supero !!!

Riduzione dei filamentosi e delle schiume


Le catene ramificate dei batteri filamentosi vengono aggredite con
facilità dall’ozono con conseguente eliminazione dei problemi di bulking

 Riduzione dei costi di disidratazione e trattamento dei fanghi


(digestione Aerobica/Anaerobica)
I costi energetici e dei reagenti utilizzati per la disidratazione del fango
sono direttamente proporzionali alla quantità di supero prodotta

Miglioramento della sedimentabilità e filtrabilità del fango


L’ozonizzazione tende a far diminuire sensibilmente lo SVI del fango
migliorandone le caratteristiche di sedimentabilità e filtrabilità.

Benefici addizionali  Processo più interessante!!


Benefici legati alla tecnologia
Facile inserimento in un processo biologico esistente !!!

 Nessuna necessità di modifica nello schema di processo esistente


 Non sono richiesti tempi di ritenzione elevati
 Non sono necessarie opere civili ulteriori

Facile gestione !!!


 La produzione Ozono rimane stabile per lunghi periodi
 Non è necessario cambiare giornalmente i parametri di esercizio del
generatore ozono

Impiego di personale ridotto!


Schemi applicativi, dosaggi
e considerazioni
economico - gestionali
Cos’è l’Ozono

Formula chimica: O Potenziale di ossidazione


Peso molecolare: 48 g/mol di altri agenti ossidanti:
Densità @ 1013 mbar, 0°C: 2,14 kg/m³
- Cloro 1,36 V
Valore massimo in ambiente: 0,1 ppm.v
- Ossigeno (mol.) 1,23 V
0,2 mg/m³aria
Soglia di percezione odore: 0,01 ppm.v
- Biossido cloro 1,27 V

Potenziale Redox: 2,07 V - Radicale OH° 2,8 V


- Ipoclorito 1,49 V

Gas di colore tendente al blu, di odore forte e pungente


 è assoggettato a leggi e prescrizioni di sicurezza

OZONO [greco = odorare]


Ozonolisi: schema applicativo
Fango surnatante
Impianto di depurazione di tipo
biologico
SED II
SED I Aerazione

Digestore

X = possibili punti per inserimento del processo di disintegrazione

- Obiettivo: - Riduzione del fango di supero (linea acque – dig. aerobica)


- Incremento della produzione di gas
Riduzione fanghi in Linea Aerobica sulla
linea ricircolo - RAS
Una parte del nuovo
alimento è usata per
Biological
metabolismo cellulare, Treatment
Clarifier

mentre il resto genera


nuove cellule. Primary
Treatment
River

Return
Il bilancio
Air
Sludge complesivo
Aumento
porta ad
biodegradabilità, Sludge una
nuovo alimento per
riduzione
la biomassa (COD,
Digestion del fango di
N & P) è ricircolato
supero
nel comparto Pilot unit SMO 700
prodotto
biologico
O3
+O3
dosato
nel RAS

O3 attacca membrane  rilascio di COD/N/P


Componenti 1/2 PLC Distruttore di ozono
+
Gas vettore SCADA

Sistemi di contatto

Acqua di raffreddamento

Generatore di ozono

Strumentazione
Componenti 2/2
Generatore O3

Sistema di contatto
Ossigeno
Alloggiamento generatore
Quanto costa produrre l’Ozono?
In linea generale i costi di esercizio per la generazione ozono sono
dovuti all’energia elettrica ed all’ossigeno di alimentazione.

Il costo medio dell’ossigeno è di: 0,11 €/kgO2 f(quantitativo!)


Il costo medio dell’energia elettrica è di: 0,15 €/kWh

Per un impianto con alimentazione da Per un impianto con alimentazione da


ossigeno, per produrre 1 KgO3/h in aria, per produrre 1 KgO3/h in
condizioni standard di temperatura condizioni standard di temperatura
(Tcw=15°C; CO3=10%wt) occorrono (Tcw= 15°C; CO3= 2,3 %wt) occorrono
circa 9,67 kgO2/h e 8,9 kWh. circa 22 kWh (compreso compressore).

Il costo di produzione di 1 kg di il costo di produzione di 1 kg di


ozono è di ~ 2,4 €uro/h ozono è di ~ 3,3 €uro/h
(da considerare anche 1,6 m3H2O/kgO3) (da considerare anche 1,6 m3H2O/kgO3)
Dosaggi applicati e costi specifici 1/3
𝒈𝑶𝟑
𝐝𝐎𝟑 = 𝟏 ÷ 𝟓 (estrema variabilità!)
𝒌𝒈𝑺𝑺 𝐭𝐫𝐚𝐭𝐭𝐚𝐭𝐨, 𝒅𝒓𝒚 𝒔𝒐𝒍𝒊𝒅𝒔

ƒ(risultato atteso, tipologia del sistema di contatto etc.)


In generale

𝒈𝑶𝟑
𝐝𝐎𝟑 = 𝟏 ÷ 𝟐
𝒌𝒈𝑺𝑺 𝐭𝐫𝐚𝐭𝐭𝐚𝐭𝐨, 𝒅𝒓𝒚 𝒔𝒐𝒍𝒊𝒅𝒔
 tipicamente applicato per dimensionamento impianto privilegiando gli
effetti «collaterali» dell’ozonolisi, oppure per riduzione fango supero
ottenuta utilizzando sistemi di contatto particolarmente efficienti (reattori
plug-flow del tipo a chicane) in cui Qf,trattato >> Qgas iniettato
(micro-dosaggi di ozono)
Dosaggi applicati e costi specifici 2/3
𝒈𝑶𝟑
𝐝𝐎𝟑 = 𝟑 ÷ 𝟓
𝒌𝒈𝑺𝑺 𝐭𝐫𝐚𝐭𝐭𝐚𝐭𝐨, 𝒅𝒓𝒚 𝒔𝒐𝒍𝒊𝒅𝒔
 tipicamente applicato per dimensionamento impianto per riduzione
fango supero ottenuta utilizzando sistemi di contatto di tipo tradizionale
(serbatoio completamente miscelato) a valle di sistemi di introduzione
efficienti (pompa-eiettore): Qf,trattato ~ 2 x Qgas iniettato

• O3 ossidante chimico Prove pilota / Esperienza

• Processo biologico (Università – Ist. Ricerca )


Dosaggi applicati e costi specifici 3/3
Rimozione fanghi tipica: 35 – 45% fanghi di supero
prodotti se Ozonolisi applicata in linea acque

COSTI ENERGETICI
(LOX + EE incluso sistema contatto) ~ 4,5 €/kgO3

Produzione O3 per Wet


Tonn fango supero rimosso ~ 10 - 15 kgO3/Ton,w
Costo per Wet Tonn
fango supero rimosso
~ 45 - 67 €/Ton,w

Pay-back impianto ozonolisi ~ 2 – 3 anni


Caso di Studio: il depuratore
IDRICA Spa di Ardea (RM)
Caso di Studio: Ardea (RM)
Gestore: IDRICA Spa - 72.000AE
(www.idricaspa.com)
Applicazione:
Riduzione fanghi in linea acque
Ozono dosato in RAS

Risultati:
Riduzione media fango supero ~ 40%
Aumento disidratabilità fango,
riduzione SVI, aumento secco centrifuga

Apparecchiature fornite:
Impianto ozono WEDECO SMO600S in
container, sistema venturi, sistema contatto
ozono-fango, chiller per acqua di
raffreddamento
Prova pilota 2011 – impianto collaudato 2012
Caso di Studio: Ardea (RM)
Produzione O3
recupero
2,5 kg/h
ozono

Serbatoio di
contatto
40
V = 12 m³

LOX eiettore pompa


tank
O3

50 m³/h
biologico
Fango di ricircolo
approx. 600 m³/h
sedimentatore
Caso di Studio: Ardea (RM)
Pompa fanghi side-stream
Serbatoio contatto O3-fanghi
(HRT = 15 min)

Aspirazione gas (eiettore)


P&ID
Caso di Studio: Ardea (RM)
Senza ozonolisi (anno)
3000 Ton,wet @ 130 €uro/Ton,wet  390 K€uro

Con ozonolisi (anno)


Riduzione del 43% dei fangi di supero, ovvero:
1300 Ton,wet @ 60 €uro/Ton,wet  78 K€uro
299 K€uro
1700 Ton,wet @ 130 €uro/Ton,wet  221 K€uro

Saving NETTO per solo smaltimento fango  90 K€uro


+ benefici addizionali difficilmente monetizzabili (no
bulking, riduzione SVI, aumento secco out centrifuga,
riduzione consumo polielettrolita etc. etc.)
GRAZIE !
Ing. Federico Dallera
Xylem Water Solutions Italia S.r.l.
Reparto Treatment WEDECO
Via G. Rossini 1/A – Lainate (MI)
Tel. 02.90358.227
federico.dallera@xyleminc.com