Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Quindicinale
Anno XXXIX
Editrice Pro Loco Fener
Anno
AnnoXXXVIII
XXXIX

Il Tornado
20.04.2017
28.09.2016
20.04.2017
Numero
Numero
684
674
684
PERIODICO
PERIODICO DI
DI ATTUALIT
ATTUALIT DEI
DEI COMUNI DI ALANO
COMUNI DI ALANO DI
DI PIAVE,
PIAVE, QUERO
QUERO VAS,
VAS, SEGUSINO
SEGUSINO

Il 25 Aprile a Santa Maria - pag. 1


La visita del Vescovo di Padova a Quero Vas - pag. 3
Passi di Festa tra le montagne e le sorgenti - pag. 9
Aldo Mazzocco A.D. di Generali Real Estate - pag. 14
Lultima banca se ne va: Segusino senza sportelli - pag. 15
Chiuso in redazione il 10.04.2017 Prossima chiusura il 02.05.2017
http://digilander.libero.it/tornado Chiuso in redazione il 10.04.2017 - Prossima chiusura il 02.05.2017
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa Pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80 Poste Italiane s.p.a. Spedizione in A.P. D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB BL

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
AL MOLIN TABACCHERIA
RISTORANTE - PIZZERIA
EDICOLA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO di Todoverto Paolo & C.


S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia ONORANZE
FUNEBRI
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER-ALANO di PIAVE (BL). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Ales-
sandro Bagatella, Ivan Dal To, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 25,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon;
BAZAR di A. Verri - Segusino.
1

Alano di Piave - Quero Vas


in collaborazione con
Parrocchia di Quero Comitato Frazione Santa Maria
Associazioni Combattentistiche e dArma
organizzano

RICORRENZA DEL 25 APRILE


ANNIVERSARI O
DELLA LIBERAZIONE
PRESSO IL MONUMENTO AI CADUTI
A SANTA MARIA DI QUERO VAS
MARTEDI 25 APRILE 2017
PROGRAMMA
ore 10.00 Ritrovo dei partecipanti davanti la Chiesa di Santa Maria
ore 10.30 Santa Messa .
ore 11.15 Corteo dalla Chiesa al Monumento ai Caduti
ore 11.30 Deposizione Corona d'Alloro.
Commemorazione dei Caduti per la Libert.
ore 12.00 Rinfresco a cura del Comitato Frazionale
Parteciper la Banda Cittadina di Alano di Piave
LA CITTADINANZA INVITATA A PARTECIPARE
ln caso di maltempo la manifestazione si terr presso la chiesa di Santa Maria

Il Sindaco di Quero Vas Bruno Zanolla Il Sindaco di Alano di Piave Serenella Bogana
2 CRONACA

In ricordo di Favero Guerrino


Vecchio panettiere di Quero
di Alessandro Bagatella
Un pezzo di pane non si nega a nessuno. Questo era il motto di Guerrino Favero, da tutti
conosciuto come Ino. Per tanti anni, assieme alla famiglia: la mamma Emilia, il pap Giro-
lamo e i fratelli, moglie e figli, Guerrino con il suo panificio ha sfamato tante persone, anche
quelle che non avevano i soldi per acquistarsi il pane. Assieme ai famigliari portava il pane
in tutti i paesi: Carpen, Santa Maria, Scalon, Caorera, Schievenin. Dapprima a piedi, poi in
bicicletta e ultimamente con la vettura. Il due giugno 2010 Guerrino fu insignito Cavalliere
della Repubblica proprio per la sua costanza nel fare del bene agli altri, oltre che il suo tra-
scorso di militare impegnato in diverse campagne militari, ricevendo encomi e decorazioni.
Negli ultimi tempi si vedeva poco, a causa dei tanti acciacchi che lo avevano colpito, per
era sempre sereno con chi lo accudiva, come il figlio Mimo e moglie. La scomparsa di Ino
a Quero, avvenuta l11.12.2016, non potr cancellare il pezzo di storia da lui rappresentato.
Speriamo che il bene che ha profuso in terra sia luce di grazia per il cielo.
Ai figli Mimo, Luca, alla nuora, al nipote Paolo e al pronipote le pi sentite condoglianze.

Fiera di S. Croce a Quero


a cura di Oliva De Rui
Il 23 Aprile a Quero si terr la tradizionale fiera
di S. Croce. Lappuntamento vedr lesposizione e
vendita dei prodotti del territorio da parte degli agri-
coltori locali.
Una rappresentanza degli animali allevati nelle no-
stre stalle potranno essere ammirati a ricordarci le
origini agricole delle fiere paesane.

Oltre alla degustazione dei formaggi, sopressa e vino a Km 0 ci


sar lo schiz e la polenta fatti in diretta come una volta. Vi aspet-
tiamo tutti per rivivere una antica tradizione e fare festa assieme.
3 CRONACA

La visita del Vescovo di Padova a Quero Vas


Foto cronaca di Settimo Rizzotto
La visita del 26 marzo scorso alle comunit parrocchiali di Quero Vas e Schievenin ha visto il Vescovo di Padova
Claudio Cipolla molto impegnato, ma sempre disponibile nei confronti dei fedeli. Ha visitato anche la locale Casa di Ri-
poso, scambiando qualche parola con gli ospiti. Molto sentito anche lincontro a Schievenin, dove il Vescovo si recato
per linaugurazione del nuovo portale della chiesa. Nelle foto alcuni momenti della impegnativa giornata.

rinnovo Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
abbonamenti Eviterai di perdere qualche numero della rivista.
4 CRONACA

Compleanni: i festeggiati dellAuser


Domenica 26 marzo, i soci dell'Auser al Caminetto si sono
ritrovati a pranzare a Quero nella sala delle Associazioni per
festeggiare i nati nel primo trimestre dell'anno in corso. Una
sessantina di partecipanti ha potuto gustare un menu semplice
nella forma, ma ricco nella sostanza tanto che i piatti sono
ritornati in cucina "ben spazzolati". Una soddisfazione per la
cuoca Maria Angela e l'aiuto Renata di Fener, che hanno lavorato
fin da sabato per la buona riuscita della festa aiutate anche dallo
Staff "Auserino" sempre pronto a collaborare con entusiasmo a
tutte le manifestazioni. Una quindicina di dolci di varie forme,
colori e sapori, offerti dai
festeggiati, hanno alla
fine soddisfatto il palato
dei partecipanti che
hanno brindato con un
ottimo spumante italiano
e cantato in coro.
Durante il pranzo
abbiamo avuto la bella
sorpresa di una visita
lampo del Comandante
dei Carabinieri della
Stazione di Quero Vas
Maresciallo De Leo che ha rivolto a tutti un simpatico saluto ed ha
fatto gli auguri ai festeggiati. La sottoscrizione a premi, utile per i nostri progetti di beneficenza, ha concluso la giornata,
prima per sono state consegnate le primule a tutti i festeggiati che sono usciti per la foto di gruppo scattata dal nostro
fotoreporter Renata di Quero Vas. La prossima festa dei compleanni si terr domenica 28 maggio nel Comune di
Alano di Piave, nella casa delle Associazioni, per i nati nel mese di aprile e maggio. Vi aspettiamo numerosi!
La presidente Elda Franzoia

In foto: da sinistra: Carla Franzoia, Luigi Serrangeli, Maria Stella Masocco Giacomina Mazzier, Celeste Roman, Ida
Bronca, Giuseppina Dal Canton, Guerrino Bazzacco, Maria Mazzocco, Stefano Zatta e, davanti a tutti, il piccolo
Riccardo.
5 MOSTRE

Con l'Auser alla mostra d'arte "Bellini e i Belliniani"


A Conegliano il 18 maggio nel 5 centenario della morte di Giovanni Bellini detto il Gianbellino.
di Guerrino Bazzacco
E' tanta l'attesa per la visita a questa mostra d'arte di grande importanza, di respiro internazionale! Le tele esposte pro-
vengono da musei italiani, europei ed americani: da S Pietroburgo, dalla collezione d'arte della regina Elisabetta, dalla
National Gallery di Washington, che difficilmente si avranno occasione di vedere. La mostra di Conegliano quindi as-
solutamente da non perdere per chi si diletta d'arte e soprattutto l'ami. Arte sorta in pieno Rinascimento tra il quattro-
cento e il cinquecento in particolare in Veneto, nelle citt di Padova e Venezia. In questi secoli sono vissuti uomini il cui
nome universalmente conosciuto: Giotto, Leonardo, Tiziano, Caravaggio, Michelangelo, ecc., mentre "I Bellini" fa-
miglia di riconosciuti artisti pittori: capostipite e maestro il padre lacopo, il fratello di Giovanni- Gentile, il cognato An-
drea Mantegna che hanno incarnato l'idea medesima della pittura sintetizzando al pi alto grado un segmento di cultu-
ra e civilt. In poche parole Giovanni Bellini fu un grande protagonista del suo tempo- anche in impegno civico e primo
artista apristrada del cosiddetto "tonalismo", dando luce ed effetti sorprendenti, delicati e naturali ai colori delle sue li-
bere pennellate, lasciando in secondo piano il soggetto del quadro che gli si commetteva.

La meravigliosa storia
di Giovanni Bellini e dei suoi allievi.
Gioved 18 maggio
visita guidata a Conegliano
Palazzo Sarcinelli
Partenza da Quero alle ore 13:30
Prenotazioni entro il 28 aprile in sede.
ATTUALIT

Unione dei Comuni del Basso Feltrino Sette Ville


Comuni di Alano di Piave e Quero Vas

CENTRO ESTIVO 2017


L'Unione dei Comuni del Basso Feltrino Sette Ville - Comuni di Alano di Piave e Quero Vas
avvisa le famiglie che anche quest'anno verr organizzato il Centro Estivo
per i ragazzi frequentanti la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di 1 grado.
Il Centro Estivo si svolger nel periodo giugno inizio agosto per 8
settimane consecutive
dal luned al venerd dalle 7,45 alle 17,30 come di seguito indicato:
- ad Alano di Piave da luned 12 giugno a venerd 7 luglio
- a Quero da luned 10 luglio a venerd 4 agosto
Campus in Inglese
Ci saranno 2 settimane anche a fine agosto-inizio settembre:
un campus con attivit e giochi per fare pratica con la lingua inglese
che si svolger a Quero dal 28 agosto all8 settembre
dal luned al venerd dalle 7,45 alle 17,30
Nel mese di maggio verranno comunicate informazioni pi dettagliate, costi e modalit di iscrizione.
6 ATTUALIT

AVVISO
NUOVI CERTIFICATI
NUOVI CERTIFICATI DIDI ESENZIONE
ESENZIONE PER
PER CONDIZIONE
CONDIZIONE ECONOMICA
ECONOMICA
EE DI
DI RIDUZIONE
RIDUZIONE DELLA
DELLA QUOTA
QUOTA FISSA
FISSA
Si informano gli assistiti che sono disponibili e stampabili i nuovi certificati di esenzione dal ticket per condizione
Sieconomica
informano7R2-7R4-7R5
gli assistiti eche sono disponibili
di riduzione fissa 7RQ i nuovi certificati di esenzione dal ticket per condizione
e stampabili
della quota
economica 7R2-7R4-7R5 e di riduzione della quota fissa 7RQ
dal sito https://salute.regione.veneto.it accedendo alla sezione Servizi al cittadino > Stampa certificati esenzione
dal sito https://salute.regione.veneto.it
reddito, accedendo
oppure dal sito www.ulss.belluno.it sezioneinServizi
allaPagine
alla voce Evidenzaal >cittadino > Stampa Esenzione
Stampa Certificati certificati esenzione
Reddito.
reddito,
Laccessooppure
avviene sito www.ulss.belluno.it
daltramite alla voceoltre
autenticazione indicando, Pagine in Evidenza
lAzienda ULSS >diStampa Certificati
appartenenza, il Esenzione Reddito.
codice fiscale ed il
Laccesso avviene tramite autenticazione indicando, oltre
numero della tessera sanitaria cartacea rilasciata dallULSS stessa; lAzienda ULSS di appartenenza, il codice fiscale ed il
numero della tessera sanitaria cartacea rilasciata dallULSS stessa;
presso gli sportelli anagrafici dell'ULSS n. 1 Dolomiti:
presso gli sportelli anagrafici dell'ULSS n. 1 Dolomiti:
DISTRETTO DI BELLUNO
DISTRETTO DI BELLUNO
Belluno, Servizio Convenzioni e Prestazioni (Dal 3/04/17 al 14/04/17 dal Lun. al Ven. 08:00-13:00, Lun. Merc. e
Belluno, Servizio
Giov. 14:00- Convenzioni
17:00; Dal 18/04/17 e Prestazioni
Lun. al Ven.(Dal 3/04/17 alLun.
08:00-12:00, 14/04/17
e Giov. dal
15:00-Lun.17:00-
al Ven.Tel.08:00-13:00,
0437 516757); Lun. Merc. e
Giov.
Pieve14:00- 17:00;
di Cadore (dalDal 18/04/17
Lun.al Lun. al Ven. 08:00-12:00,
Ven. 08:30-13:00, Mart. e Giov.Lun. e Giov. 15:00-
15:00-17:00 17:00- Tel. 0437 516757);
- Tel. 0435-341561);
Pieve
S. Stefano di Cadore
di Cadore (dal Lun.al
(dal Lun.al Ven. Ven. 10:00-12:30,
08:30-13:00, Mart.Giov 14:30-16:00
e Giov. - Tel.- Tel.
15:00-17:00 0435/62438);
0435-341561);
Auronzo di Cadore (dal Lun. al Ven. 10:00-13:00, Mart.
S. Stefano di Cadore (dal Lun.al Ven. 10:00-12:30, Giov 14:30-16:00 14:00-16:00 - Tel. 0435/402505);
0435/62438);
Auronzo
Cortina d'Ampezzo
di Cadore (dal (Lun. - Mart.
Lun. al Ven.- Merc. - Ven. 09:00-12:00,
10:00-13:00, Giov. 14:00-16:00
Mart. 14:00-16:00 - Tel. 0436/862101);
- Tel. 0435/402505);
Cortina
Longarone (Lun. - Mart.
d'Ampezzo (Lun. - Giov.
Mart.- -Ven. 08:00-12:00,
Merc. Merc. 11:00-12:00,
- Ven. 09:00-12:00, Lun. 14:30-18:00
Giov. 14:00-16:00 - Tel. 0437/770245);
- Tel. 0436/862101);
Puos d'Alpago (Lun.-Ven. 08:00-12:30 Tel. 0437/454031);
Longarone (Lun. - Mart. - Giov. - Ven. 08:00-12:00, Merc. 11:00-12:00, Lun. 14:30-18:00 - Tel. 0437/770245);
Puos
Agordo (Lun. (Lun.-Ven.
d'Alpago Ven. 07:30-13:00 Tel. 0437/645314);
08:00-12:30 Tel. 0437/454031);
Agordo (Lun. Ven. 07:30-13:00 Tel. 0437/645314);
DISTRETTO DI FELTRE
DISTRETTO
Feltre (Lun.DI FELTRE
- Mart. - Giov. - Ven. 08:30 - 12:00, Merc. 12:45 - 15:45 - Tel. 0439/883680)
Mel (Lun. e Giov. 9:00 - 12:00,
Feltre (Lun. - Mart. - Giov. mart.
- Ven. 14:30
08:30 - 17:00,
- 12:00, Tel:12:45
Merc. 0437- 541111)
15:45 - Tel. 0439/883680)
Lamon (Lun.-Sab. 7:00 10:00 Tel: 0439/700927)
Mel (Lun. e Giov. 9:00 - 12:00, mart. 14:30 - 17:00, Tel: 0437 541111)
S. Giustina (Lun. e Giov. 14:30 17:00, Merc. 9:00 12:00, Tel: 0437/882211)
Lamon (Lun.-Sab. 7:00 10:00 Tel: 0439/700927)
Sedico (Mart. e Ven. 9:00 - 12:00, Merc. 14:30 17:00, Tel: 0437/838205)
S. Giustina (Lun. e Giov. 14:30 17:00, Merc. 9:00 12:00, Tel: 0437/882211)
Sedicogli(Mart.
presso e Ven.
sportelli 9:00
Cassa - 12:00,
e Cup Merc. 14:30
dell'Ospedale SanMartino
17:00, Tel: 0437/838205)
di Belluno.

presso
pressogli
glisportelli
uffici deiCassa
seguenti Comuni:
e Cup dell'Ospedale San Martino di Belluno.
- Agordino: Agordo,
presso gli uffici Alleghe, Comuni:
dei seguenti Cencenighe Agordino, Canale d'Agordo, Colle S. Lucia, Falcade, Gosaldo, La Valle
Agordina, Livinallongo, Rocca Pietore, San Tomaso Agordino, Selva di Cadore, Taibon Agordino, Vallada Agordina,
- Agordino: Agordo, Cadore:
Voltago Agordino; Alleghe,Auronzo
Cencenighe Agordino,
di Cadore, Canale
Calalzo d'Agordo,
di Cadore, ColleSuperiore,
Comelico S. Lucia,Cortina
Falcade, Gosaldo, Danta
d'Ampezzo, La Valle
di
Agordina, Livinallongo,
Cadore, Domegge Rocca Lorenzago
di Cadore, Pietore, San di Tomaso
Cadore, Agordino, Selva diPerarolo
Lozzo di Cadore, Cadore,diTaibon
Cadore,Agordino,
Pieve di Vallada
Cadore, Agordina,
S. Nicol
Voltago Agordino; Cadore: Auronzo di Cadore, Calalzo di Cadore, Comelico Superiore, Cortina
Comelico, S. Pietro di Cadore, S. Vito di Cadore, S. Stefano di Cadore, Sappada, Valle di Cadore, Vigo di Cadore, d'Ampezzo, Danta
Vodo di
Cadore,
di Cadore; Domegge
Belluno:di Belluno,
Cadore, Limana,
Lorenzago di Cadore, Lozzo di Cadore,
Longarone/Castellavazzo, Perarolo
Ospitale di Cadore,
di Cadore, Pieve
Ponte nelle di Cadore,
Alpi, Soverzene,S. Nicol
Val di
Comelico,
Zoldo, Zopp S. Pietro di Cadore,
di Cadore, S. Vito didAlpago-Tambre
Alpago-Chies Cadore, S. Stefano di Cadore,
(c/o Sappada,
Centro Servizi Valle
Socio di Cadore,dell'Alpago);
Assistenziali Vigo di Cadore, Vodo
Feltrino:
diAlano
Cadore; Belluno:
di Piave, Belluno,
Fonzaso, Mel,Limana, Longarone/Castellavazzo,
Quero Vas, Sedico. Ospitale di Cadore, Ponte nelle Alpi, Soverzene, Val di
Zoldo, Zopp di Cadore, Alpago-Chies dAlpago-Tambre (c/o Centro Servizi Socio Assistenziali dell'Alpago); Feltrino:
Alano di
Qualora Piave, Fonzaso,
il certificato Mel, Quero
non risultasse Vas, Sedico.
disponibile l'assistito dovr recarsi presso gli sportelli anagrafici del distretto di
residenza ed autocertificare il proprio diritto all'esenzione.
Qualora
Si ricordail che
certificato non risultasse
responsabilit disponibile
dell'assistito l'assistitodeldovr
destinatario recarsinel
certificato, presso
caso gli sportelli anagrafici
di avvenuta perdita deldel distretto
diritto, di nondi
residenza
usufruire ed autocertificare
dellesenzione il proprio
presente diritto
all'atto all'esenzione.
della prescrizione e di comunicare tempestivamente all'ULSS la perdita del
Sidiritto
ricordaall'esenzione.
che responsabilit dell'assistito destinatario del certificato, nel caso di avvenuta perdita del diritto, di non
usufruire dellesenzionesaranno
Tutte le certificazioni presente all'attodidella
oggetto prescrizione
controllo puntualee da di comunicare tempestivamente
parte dell'Azienda all'ULSS la
ULSS con recupero perdita
delle sommedel
non pagate
diritto ed eventuale sanzione nel caso di riscontro di insussistenza del diritto di esenzione.
all'esenzione.
Tutte le certificazioni saranno oggetto di controllo puntuale da parte dell'Azienda ULSS con recupero delle somme
30 marzo
non pagate2017 LA DIREZIONE
ed eventuale sanzione nel caso di riscontro di insussistenza del diritto AZIENDALE
di esenzione.

30 marzo 2017 LA DIREZIONE AZIENDALE


7 ATTUALIT

Il gruppo Fener I Giovani propone il tradizionale

PIC-NIC
ALLA CROCE DEL PIAJO
LUNEDI 1 MAGGIO 2017

PROGRAMMA
ore 8.00: ritrovo dei partecipanti a Fener, in Piazza Dante,
e partenza verso la Croce del Piajo
ore 10.00: merenda alla Croce del Piajo
ore 12.00: super-grigliata
con pollo, costesine, salsicce, braciole, polenta evino a volont
pomeriggio in allegria

(chi vuole, pu raggiungere la Croce del Piajo


per suo conto e nellorario che preferisce)

prenotazioni entro gioved 27 aprile 2017


presso Gelateria Due Valli di Fener, Mario Bozzato (cell. 349.4968107),
Massimo Storgato (cell. 328.9531007) o Silvio Forcellini (cell. 348.3142633)
8 CRONACA

Nuovi cittadini Italiani a Quero Vas


Si susseguono i giuramenti di
fedelt alla Repubblica Italiana ed
alla sua Costituzione da parte dei
nuovi cittadini che acquistano la
nuova cittadinanza dopo una lunga
permanenza nel nostro paese.
Stavolta stato il turno di Thierno
Diouf, senegalese di origine, ma da
17 anni in Italia.
Il 5 Aprile Thierno ha prestato
giuramento davanti allUfficiale di
Stato Civile delegato, prima di
posare per la foto ricordo assieme
alla sua famiglia, orgogliosa e felice
del passo appena compiuto.
Assieme a lui diventano ora
cittadini Italiani dal 06 aprile anche i
figli minori conviventi: altri tre nuovi
cittadini italiani. In foto: Thierno
Diouf con la sua famiglia e
lUfficiale di Stato Civile delegato di
Quero Vas Ivana Bizzotto.

ATTUALIT

Feltre: gemellaggio con lUngheria


Sempre pi intensa lattivit europea del liceo scientifico Giorgio Dal Piaz di Feltre, che in questi giorni ha ospitato una
quarantina di studenti del Mra Ferenc Gimnzium di Kiskunflegyhza, in quello che lottavo scambio gli due istituti
delle due citt gemelle sempre con il coordinamento del professor Giovanni Storti.
Il soggiorno feltrino dei giovani di Kiskunflegyhza e dei loro insegnanti durato una settimana dal 26 al 31 marzo
e sar ricambiato in aprile da studenti e in-
segnanti del Dal Piaz. Ancora una volta
lincontro stata unoccasione di confronto
tra giovani di due paesi dellUnione eu-
ropea, per scoprire i numerosi punti in co-
mune ed evidenziare le differenze che
caratterizzano le due culture, contribuendo
alla formazione di una coscienza europea.
Tra il tempo trascorso nelle famiglie ospi-
tanti e assieme ai pari et italiani, gli stu-
denti ungheresi hanno avuto modo di visi-
tare Verona e Venezia, oltre alla fabbrica
Lattebusche e alla citt di Feltre e al suo
territorio.
La giornata di luned ha visto tutti i ragazzi e
gli insegnanti ricevuti in Comune dal vice-
sindaco Sabrina Bellumat impegni istitu-
zionali dellultimo minuto hanno impedito al
sindaco Paolo Perenzin di portare il proprio
tradizionale saluto e da alcuni esponenti
del Comitato comunale per i Gemellaggi di Feltre.
E proprio il Comitato comunale per i Gemellaggi di Feltre esprime il proprio profondo ringraziamento al personale do-
cente del liceo Dal Piaz per la costanza con la quale porta avanti questi appuntamenti cos importanti in un momento
nel quale la comune appartenenza allUnione europea viene messa in discussione dallaumento dellindividualismo,
dalla recrudescenza di miopi nazionalismi, che minano le basi di una convivenza sociale e civile.
Grazie al lavoro degli insegnanti e delle scuole, che affiancano quello dei Comitati e delle Associazioni per i Gemellag-
gi, possibile porre un argine a questi tentativi di distruggere settantanni di coesistenza pacifica e di fratellanza, nella
consapevolezza che i gemellaggi sono sopra a tutto il sogno per una pacifica e civile convivenza tra i popoli, pur nella
diversit di razze, culture e religioni. Una diversit intesa non quale rinuncia alla propria identit, ma come momento di
stimolo da comprendere a da apprezzare, perch al centro di tutto vi luomo con i suoi pregi e i suoi difetti.
9

Comune di Alano di Piave Comune di Quero Vas

2007 / 2017
Dall impegno per la difesa e la tutela dei luoghi interessati dai progetti di escavazione,
alla valorizzazione dei territori del Basso Feltrino.
Il comitato col del Roro e i comuni di Alano di Piave e Quero Vas organizzano:

Col del Roro

Campo

Pont dei Osei

San Valentino
Schievenin
Mulino Banchieri

PASSI DI FESTA
TRA LE MONTAGNE E LE SORGENTI
domenica 7 maggio 2017
Partenza da Campo di Alano di Piave ore 9:30
Per programma regolamento e informazioni: www.comitatocolderoro.blogspot.com; www.prolocoalano.it;
www.prolocoquero.it; www.comune.alanodipiave.bl.it; www.comune.querovas.bl.it.
In collaborazione con: Pro Loco Alano di Piave, Pro Loco Quero Vas, Associazione Rivivi La Valle, Gruppo Alpini Quero Vas, Comitato festeggiamenti San Valentino, Plotone
Esploratori Feltre, Museo Storico Territoriale di Alano di Piave, Protezione Civile di Alano di Piave, Protezione Civile di Quero Vas, Area Pic-Nic Schievenin, Mulino La Vallina
Quero, Banda Cittadina Setteville.
Con ladesione di: C.A.I. Veneto, Mountain Wilderness, Ecoistituto Veneto, LIPU Pedemontana, Arianova.
Sponsor della manifestazione: Lattebusche, Vini Biasiotto, Frutta Borgato, Birrificio di Quero, Panificio Vidorin Trevignano, Alto Trevigiano Servizi, Museo Bellona Montebelluna.

Camminata-passeggiata ludico motoria non competitiva

locandina-comitatoV4.indd 1 08/04/17 18:02


10 LIBRI

Stelle sul Grappa: torna in libreria


il capolavoro del feltrino Luigi Tatto
La nuova edizione del romanzo ha la prefazione di Paolo Malaguti, finalista al Premio Strega 2016
Torna in Libreria Stelle Sul Grappa il romanzo del feltrino Luigi Tatto che a
partire dagli anni Settanta ha incantato migliaia di lettori dal nord al sud Italia.
Pubblicato per la prima volta nel 1968 dalla casa editrice Paravia di Torino e
pi volte oggetto di ristampa, ora riproposto da DBS in un volume impreziosi-
to dalla prefazione di Paolo Malaguti e che riprende grafica, illustrazioni e co-
pertina della prima edizione. La storia narrata nel libro prende il via il 4 novem-
bre 1917, giorno in cui nel feltrino, alle porte delle Dolomiti ed a ridosso della
prima linea, si sparge la notizia della disfatta di Caporetto. E linizio di dodici
lunghissimi mesi che la storia ricorder come lanno della fame. Con gli occhi e
il cuore puntati sul vicino monte Grappa, dove il fratello Giovanni combatte con
gli alpini, Giacomo, la sua famiglia e quella dellamico Michele imparano a con-
vivere con la paura e lincertezza in un paese occupato dalle truppe austroun-
gariche. Senza mai perdere la speranza, mentre la guerra si fa sempre pi vi-
cina, bambini ed adulti sfideranno gli eventi per affermare il diritto di ogni esse-
re vivente alla sopravvivenza e al rispetto. Da subito amato e letto da ragazzi in
tutta Italia, Stelle sul Grappa stato un romanzo controcorrente. Lontano da
ogni esasperazione patriottica, in unepoca in cui ancora era vivo il ricordo del
primo conflitto, racconta infatti la guerra dalla parte delle popolazioni invase.
Con un linguaggio semplice e diretto, privo di qualsiasi retorica, Luigi Tatto dipinge in punta di pennello, con facilit
estrema, la dimensione umana e domestica delle vittime silenziose della guerra, di quelle migliaia di donne, bambini e
anziani che furono travolte dal conflitto, e che vissero il dramma del profugato o, come per i protagonisti del libro, la fa-
tica delloccupazione nemica, la fame, la malattia, lincertezza costante del domani (Paolo Malaguti). questo che
contribuisce a fare di Stelle sul Grappa un romanzo senza tempo; un classico per lettori di ogni et, che come nelle
intenzioni dellautore non solo omaggio ai caduti di tutte le patrie e di tutte le guerre, ma soprattutto un forte invito
alla pace.
Lautore. Luigi Tatto (1922-2003) trascorse linfanzia e gli anni giovanili nel paese natio di Lasen, frazione montana del
Comune di Feltre. Durante la guerra fu militare in Sicilia e poi prigioniero in Algeria e in Francia. Maestro elementare
nel secondo dopoguerra, dallesordio narrativo di Passerotti senza nido (1958) al romanzo storico Telita e lonagro del
deserto (1996) si fece apprezzare da lettori giovani e meno giovani, lasciando un segno nella letteratura per ragazzi a
livello nazionale. Amato per la genuinit della scrittura e per la sincerit dellispirazione, seppe offrire a pi di un lettore
il primo richiamo verso luniverso impagabile e sconfinato dei libri, della riflessione critica, della poesia. In fatto di am-
bientazione e genere, i suoi libri tracciano un percorso variegato e mai ripetitivo. Dal primo romanzo ambientato nella
campagna bellunese del primo Novecento, passa poi con grande slancio al libro di fantascienza per approdare cinque
anni pi tardi a Stelle sul Grappa. Nei successivi lavori sperimenta ancora nuove idee. Affronta il tema del rapporto pa-
dre-figlio e del farsi della memoria collettiva in relazione a trascorsi dolorosi e controversi. Altrove, in una vaga atmo-
sfera fantapolitica, si misura con temi scottanti della contemporaneit. Infine, fa ritorno al romanzo storico e conclude la
produzione letteraria con una fiaba tenera e intensa sul mistero del tempo.
Luigi Tatto, Stelle sul Grappa, Edizioni DBS, 2017. EAN 9788899369651 12,00

ASTERISCO

A proposito di nocciole
a cura di Oliva De Rui
Il 25 Marzo sono stata a Longarone Fiere dove, in concomitanza di Agrimont, ho potuto seguire gli incontri tenutosi al
mattino sulla valorizzazione del legname bellunese e al pomeriggio sulla coltivazione della nocciola.
Dai vari interventi dei relatori ho recepito alcune osservazioni che mi sembrano possano interessare ciascuno di noi.
Le 3 ricette per fare la crema di nocciole:
Prima ricetta: olio di palma e 13% di nocciole (straniere)
Seconda ricetta: olio di palma e 45% di nocciole
Terza ricetta : olio di palma e 65% di nocciole italiane
Queste ricette sono di 3 marchi italiani pi o meno famosi. La prima ricetta quella pi famosa e pi venduta.
I biscotti vengono fatti usando principalmente olio di palma; in questo modo si tolgono dal mercato 482.000.000,00
di kilogrammi di burro che rimanendo invenduto crea una eccedenza di difficile collocazione.
Stesso discorso per laranciata: se nellaranciata si usasse il 20% di arance al posto del 13% attuale non ci sarebbe
bisogno di lasciare i frutti sullalbero e nemmeno di schiacciarli con le ruote del trattore. Una proposta di legge in tal
senso ferma in parlamento da ormai 8 anni.
Nei prodotti italiani sono stati trovati lo 0,3% di residui di fitofarmaci ecc.
Nei prodotti europei il 1,61% di residui di fitofarmaci ecc.
Nei prodotti extraeuropei il 21% di residui di fitofarmaci ecc.
Stesso discorso per laranciata: se nellaranciata si usasse il 20% di arance al posto del 13% attuale non ci sarebbe
bisogno di lasciare i frutti sullalbero e nemmeno di schiacciarli con le ruote del trattore. Una proposta di legge in tal
senso ferma in parlamento da ormai 8 anni.
Nei prodotti italiani sono stati trovati lo 0,3% di residui di fitofarmaci ecc.
Nei prodotti europei il 1,61% di residui11di fitofarmaci ecc. ASTERISCO
Nei prodotti extraeuropei il 21% di residui di fitofarmaci ecc.
In Marocco si usano ancora 22 principi attivi gi banditi in Italia.
Ritornando alla nocciola dobbiamo sapere che il 60% delle nocciole utilizzate nel mondo proviene dalla Turchia.
LItalia ora ha un fabbisogno di 1.300.000 quintali
fra 10 anni avr un fabbisogno di 4.000.000 quintali
Il primo consumatore di nocciole in Italia Ferrero; forse perch il
mercato turco non da garanzie di stabilit o per altri motivi che
non sappiamo, fatto sta che la Ferrero assieme a Novi, Rigoni
ecc. sono interessate a che in provincia di Belluno vengano
messi a coltura circa 1.000 ettari di nocciolo. La variet migliore
come qualit la tonda gentile trilobata piemontese sia sotto
laspetto organolettico sia per la facilit con cui si stacca la
pellicina che la ricopre e per questo verrebbero utilizzate intere.
Nel 2016 la trilobata ha spuntato un prezzo di Euro 4,20 il kg. per
prodotto sgusciato.
La produzione media per ettaro si aggira sui 15-18 quintali
mentre per altre variet si possono ottenere anche 20-25 quintali,
ma, con una qualit inferiore, il prezzo scende a 2,30 -2,60 euro il
kg.
La resa per ettaro per la trilobata di 6.000,00 euro, sempre che
non ci siano gelate tardive e dopo 8 anni dallimpianto.
La sala congressi di Longarone fiere si riempita di tante persone interessate e curiose di conoscere questa coltura.
I relatori erano preparati e hanno risposto in modo esaustivo alle domande del pubblico. Al fine che la coltura possa
essere del tutto meccanizzata, specialmente per la raccolta, bisogner mettere assieme circa una ventina di ettari e
questo vuol dire creare delle cooperative allo scopo. Per il proseguo di quanto sopra e per ulteriori informazioni
aspettiamo levolversi della situazione.

LETTERE AL TORNADO

Schievenin: il nuovo pannello informativo

Il giorno di Pasqua ha riaperto il chiosco Bar-H presso larea pic-nic in Valle di Schievenin, momentaneamente
solo nei fine settimana. I gestori invitano tutti a partecipare agli eventi ed intrattenimenti previsti per la nuova stagio-
ne. Saranno riproposte le partite di calcetto e pallavolo, la mostra oggetti di un tempo, il concerto memorial con Gioia
nel cuore e molte altre novit. Doverosi ringraziamenti a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione degli
eventi della scorsa stagione e a tutti i clienti che hanno scelto di trascorrere qualche momento di relax con un caff o
un gelato al chiosco Bar-H. Un grazie particolare allautore del dipinto raffigurante le vie e i sentieri del fondo valle e si-
tuato allentrata dellarea pic-nic, realizzato gratuitamente da Aldo Rebuli con la collaborazione di Simone Codemo.
Seguiteci sulla pagina Facebook Area pic-nic Valle di Schievenin. Vi aspettiamo!
12 CRONACA
Due giovani alla riscoperta di antichi mestieri

Marta ed Due
Elisa, le
giovani alla ragazze
riscoperta del sapone
di antichi mestieri

Marta ed Elisa, dile Silvioragazze


Forcellini del sapone
Tutto Forcellini
di Silvio parte dalla passione per le cose naturali e fatte in casa e
dalla voglia di riscoprire antichi mestieri. E visto che una volta il
Tutto
saponeparte veniva dalla
fattopassione per le cose
in casa, perch no? Cinaturali
siamo edette:
fatteproviamoci
in casa e
dalla voglia di riscoprire antichi mestieri. E
anche noi e taaac, ecco i risultati. Siamo partite dalla ricetta visto che una voltapiil
sapone veniva fatto in casa, perch no?
classica, quella che ci ha permesso di ottenere il sapone piCi siamo dette: proviamoci
anche
naturalenoi e con e taaac,
un PH ecco i risultati. Siamo
non aggressivo perchpartite dalla
il nostro ricetta era
obiettivo pi
classica, quella che ci ha permesso
appunto lautoproduzione per uso personale. Unica modifica, di ottenere il sapone pi
naturale
lutilizzo solo e condiun PHdinon
olio aggressivo
origine vegetaleperch
e nonil nostro
animale obiettivo
perchera gli
appunto
scarti di grasso di maiale, al giorno doggi, non sono pimodifica,
lautoproduzione per uso personale. Unica quelli di
lutilizzo
una volta. soloPoi di abbiamo
olio di origineunito vegetale
la nostrae passione
non animale per perch
le piantegli
scarti di grasso di maiale, al giorno doggi, non sono pi quelli di
officinali ed aromatiche che ci autoproduciamo e che utilizziamo
una volta. Poi abbiamo unito la nostra passione per le piante
largamente anche in cucina. E allora abbiamo inventato nuovi
officinali ed aromatiche che ci autoproduciamo e che utilizziamo
gusti variando un po la classica ricetta, ovviamente rispettando
largamente anche in cucina. E allora abbiamo inventato nuovi
sempre dosi e temperature. Cos si presentano Marta ed Elisa
gusti variando un po la classica ricetta, ovviamente rispettando
(nella
sempre dosia esinistra),
foto temperature.luna residente a Campo, Marta
Cos si presentano laltra eda Falz,
Elisa
legate da una profonda amicizia e da molte passioni
(nella foto a sinistra), luna residente a Campo, laltra a Falz, in comune: gli
animali, la natura, la montagna, le cose naturali,
legate da una profonda amicizia e da molte passioni in comune: gli le piante officinali
ed aromatiche (anche per uso culinario), la coltivazione dellorto,
animali, la curiosit
la natura, la montagna,nel le cose naturali, le piante officinali
capire e provare a farsi le cose. Curiosit che le ha portate
ed aromatiche (anche per uso culinario), la coltivazione dellorto, la curiosit nel - come si usava un
tempo
capire e - aprovare
produrre con leleproprie
a farsi cose. mani il sapone,
Curiosit che le dalle forme -e come
ha portate dagli ingredienti
si usava un
pi disparati, creando in molti casi - come si pu
tempo - a produrre con le proprie mani il sapone, dalle forme e dagli vedere nelle foto cheingredienti
seguono -
delle vere e proprie opere darte. Tutto nasce - come
pi disparati, creando in molti casi - come si pu vedere nelle foto che seguono - detto - dallautoproduzione:
Marta ed Elisa
delle vere piantano,
e proprie operecoltivano e raccolgono
darte. Tutto nasce - come i prodotti detto dei- propri orti e giardini,
dallautoproduzione:
dislocati tra Campo e Quero, e producono lolio: in
Marta ed Elisa piantano, coltivano e raccolgono i prodotti dei propri orti sintesi, puntano a valorizzare
e giardini,i
prodotti
dislocati tra Campo e Quero, e producono lolio: in sintesi, puntano a valorizzarelai
naturali. Tra gli ingredienti usati per realizzare il sapone, ricordiamo
calendula, la lavanda,
prodotti naturali. Tra glilaingredienti
melissa, la saponaria,
usati il limone,
per realizzare il luppolo,
il sapone, laloe, la
ricordiamo
camomilla,
calendula, la menta, lavanda, lalloro, il rosmarino,
la melissa, lorigano, il timo
la saponaria, limone,Inoltre, grazielaloe,
il luppolo, alla lorola
camomilla, lariescono
esperienza, a produrre
menta, lalloro, il sapone lorigano,
il rosmarino, anche con il caff,Inoltre,
il timo la farina di polenta,
grazie alla loroil
esperienza,
sale marino,riescono
la curcuma,a produrre il sapone Insomma,
la cannella anche con prodottiil caff, la farina
usati di polenta,inil
solitamente
sale
cucina,marino,
ma chela- curcuma, la cannella
grazie allabilit di Marta ed Insomma, prodottiindubbi
Elisa - portano usati benefici
solitamente anche in
cucina,
alla pelle.maTra chele- novit,
grazie allabilit di Marta ed
la trasformazione delElisa - portano
loro sapone indubbi
solido beneficiliquido,
in sapone anche
alla pelle.
che trova Tra poileposto
novit,inla dispenser
trasformazione del loro sapone
riutilizzabili, a tutto solido beneficio in sapone liquido,
dellambiente
che trova poi
(ricordando anche posto in dispenser
in questo gli usi e i riutilizzabili,
costumi di una a volta).
tutto beneficio
Insomma,dellambiente
due ragazze
(ricordando
alla riscoperta anche in questo
di antichi gli usi che
mestieri e i costumi
sono statidi una volta). Insomma,
dimenticati. Sono ormai due ragazze
poche,
alla riscoperta di antichi mestieri che sono stati dimenticati.
infatti, le persone che si dedicano alla scoperta del fare con le proprie mani, Sono ormai poche,un
infatti, le persone che si dedicano alla scoperta del fare
fare creativo e che ripaga e soddisfa aprendo nuovi orizzonti. Ma per fortuna non con le proprie mani, un
fare creativo e che ripaga e soddisfa aprendo nuovi orizzonti. Ma per
tutto perduto e ci sono ancora giovani - come nel caso di Marta ed Elisa - che si avvicinano a questo mondofortuna non
tutto perduto e ci sono ancora giovani - come nel caso di Marta ed Elisa - che si avvicinano a questo mondo

In
In questa
questa pagina
pagina e
e nella
nella pagina
pagina seguente
seguente alcune
alcune

delle seguente
In questa pagina e nella pagina creazionialcune
di Martadelle
ed Elisa ed alcuni
creazioni di degli
Martaingredienti
ed Elisa ednaturali
alcuni usati
deglinel realizzarle.naturali usati nel realizzarle.
ingredienti
13 CRONACA

Per Bortolo Dal Bon


pensione e festaa sorpresa
(s.for.) Per il nostro affezionato lettore Bortolo Dal Bon, di Colmirano, si sono
finalmente aperte le porte della sospirata pensione. La conferma lha avuta proprio il
giorno del suo compleanno, il 20 marzo e, per festeggiare levento, in men che non si
dica le figlie Giulia e Lisa gli hanno organizzato una festa a sorpresa, che si tenuta
sabato 25 marzo presso il bar Acli di Campo e alla quale sono intervenuti amici e
parenti. Nella foto a sinistra, vediamo Bortolo posare davanti alla torta di rito indossando
una maglietta personalizzata recante la sua immagine e la scritta Finalmente VIP Vecio
In Pension.

Detto, fatto !!!


(s.for.) Un noto proverbio arabo recita: Spazza
davanti alla tua porta, e la citt sar pulita. Neanche il tempo di leggere sul
Tornado larticolo Fener, una nuova discarica? (che si riferiva alle finestre della ex
banca usate abitualmente come cestini per i rifiuti) e i nuovi titolari del Bar
Gelateria Due Valli, in particolare Julio Cebin, hanno provveduto alla pulizia
dellintera area, piazza compresa. Un gesto che ci sembrava giusto sottolineare su
queste pagine.

COME ERAVAMO

Accadde nel 1997


a cura di Sandro Curto
LUIGI CODEMO DIVENTA SINDACO DI ALANO Le elezioni comunali di Alano dellaprile 1997 vedono una sola lista,
quella di Alleanza Democratica, in corsa. Nonostante gli inviti di una parte politica allastensionismo, si reca alle urne
circa il 70% degli alanesi che esprime la sua fiducia al candidato sindaco Luigi Codemo con il 76,24% dei consensi.
Questi i dodici candidati eletti consiglieri con, fra parentesi, le preferenze ricevute: Sandro Curto (209), Oscar Dal Canton
(90), Giampaolo Spada (61), Antonio Spada (59), Clotilde Mondin (43), Mario Durighello (39), Guido Collavo (38),
Cristiano Mazzoni (34), Olga Bertin Romanatti (32), Gianluca Bottin (30), Sergio Errandi (23), Giovanna Re (19).
Assessori saranno nominati Sandro Curto e Umberto Candiani (esterno).
14 CRONACA

Quero Vas: la C.I.E. tocca e supera quota 100


A Mirko Gualtierotti lonore del 100 rilascio
Dal 1 febbraio continua a pieno regime il ri-
lascio della nuova Carta di Identit Elettroni-
ca negli uffici demografici del Comune di
Quero Vas. Si prenota il proprio turno online
(https://agendacie.interno.gov.it) o, per chi
non ha accesso alla rete, chiedendo allo
sportello anagrafe di fissare un appuntamen-
to. Una foto tessera uso passaporto recente,
la vecchia carta di identit, il tesserino sanita-
rio che fa da codice fiscale tutto quel che
serve per ottenere il rilascio della nuova
C.I.E., che sar recapitata a casa o in muni-

cipio in sei giorni lavorativi al costo di 22,00 uro. Se le linee internet


sono libere possibile cavarsela in un quarto dora, fra acquisizione
delle immagini, delle impronte e firme. Al momento del rilascio della
C.I.E. anche possibile manifestare la propria volont in merito alla
donazione degli organi. Una comodit per chi sente di voler compiere
questa scelta generosa senza dover rivolgersi agli uffici dellUsl, al me-
dico o cercare la sede Aido. Finora la risposta dei cittadini meritevole
di nota con una cinquantina di risposte, di cui il 94% a favore della do-
nazione. In foto: Mirko al momento del rilevamento delle impronte.

CONTROLLARELASCADENZADEIPROPRIDOCUMENTI
In considerazione dei nuovi tempi di emissione e consegna della carta di identit elettronica: sei (6) giorni con re-
capito a domicilio o in Comune, necessario avere sempre sotto controllo la regolarit dei propri documenti di
identit, verificando che non siano scaduti. Il rinnovo si pu fare sei mesi prima della naturale scadenza.

Aldo Mazzocco
designato Amministratore Delegato
e Direttore Generale di Generali Real Estate
Milano Il Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali, riunitosi sotto la presi-
denza di Gabriele Galateri di Genola, ha approvato la designazione come Amministratore
Delegato e Direttore Generale di Generali Real Estate di Aldo Mazzocco, che entrer a far
parte del Consiglio di Amministrazione di Generali Real Estate entro met giugno. Tim
Ryan, Generali Group Chief Investments Officer, ha dichiarato: Sono molto contento di da-
re il benvenuto ad Aldo Mazzocco in Generali Real Estate. La sua riconosciuta esperienza
e competenza nel settore immobiliare saranno fondamentali per perseguire le nostre ambi-
zioni per Generali Real Estate, e consolidare ed espandere ulteriormente il ruolo di leader
in questo settore. Desidero ringraziare Francesco Benvenuti per il suo valido contributo nel
guidare, come Direttore Generale ad interim di Generali Real Estate, il business nel corso
dellultimo anno.
Aldo Mazzocco, 55 anni, (originario di Quero N.d.R.) vanta una lunga esperienza nel set-
tore immobiliare. Ricopre attualmente il ruolo di responsabile del Real Estate in Cassa De-
positi e Prestiti dopo essere stato, in precedenza, Presidente di InvestiRE SGR. Fra il 2001
ed il 2015 stato Amministratore Delegato di Beni Stabili SpA SIIQ; tra il 2010 ed il 2015,
stato Directeur Gnral Dlgu presso Fonciere des Rgions, ed ha ricoperto posizioni chiave nel management di
Beni Stabili Gestioni SGR. Dal 2011, anche Presidente di Assoimmobiliare. Mazzocco ha conseguito un master in
Business Administration presso lUniversit Bocconi, ed una laurea in Ingegneria Civile presso lUniversit di Padova.
Il gruppo Generali
Generali un Gruppo assicurativo indipendente, italiano e con una forte presenza internazionale. Nato nel 1831, tra i
maggiori player globali ed presente in oltre 60 Paesi con una raccolta premi complessiva superiore a 70 miliardi nel
2016. Con quasi 74 mila dipendenti nel mondo e 55 milioni di clienti, il Gruppo vanta una posizione di leadership nei
Paesi dellEuropa Occidentale ed una presenza sempre pi significativa nei mercati dellEuropa Centro-orientale ed in
quelli asiatici. Nel 2017 il Corporate Knights ranking ha incluso il Gruppo Generali tra le compagnie pi sostenibili al
mondo.
Generali Real Estate
Generali Real Estate S.p.A. uno dei principali asset manager immobiliari del mondo, con oltre 25 miliardi di attivi in
gestione a fine 2016.
16/03/2017 comunicato stampa
15 RASSEGNA STAMPA

Il 25 marzo chiusa la filiale Unicredit in piazza Papa Luciani: conti trasferiti a Fener.
Il sindaco Lio: Ora stiamo cercando attivit che prendano in affitto lo spazio

Lultima banca se ne va: Segusino senza sportelli


SEGUSINO. Se ne va da Segusino anche lUnicredit, lultima banca rimasta nel piccolo Co-
mune ai confini con la provincia di Belluno. Da sabato 25 marzo il servizio di sportello non
sar pi disponibile. I cittadini dovranno invece attraversare il lungo ponte sul Piave per rag-
giungere laltro punto aperto al pubblico a Fener in cui saranno trasferiti automaticamente i
loro risparmi. Lo sportello Unicredit era lunico sopravvissuto dopo il caso delle Popolari che
aveva coinvolto anche la filiale della Banca Popolare di Vicenza di piazza Roma portandola
alla chiusura. Da fine marzo, dunque, sar vuota anche la sede della Unicredit nella centra-
lissima piazza Papa Luciani. Lo stabile concesso in affitto allistituto di credito con direzione
generale a Milano, di propriet del Comune. Il privato ogni mese versava alle casse del
comune circa 14 mila euro. Cifra a cui ora Segusino dovr temporaneamente rinunciare e
che far sentire un contraccolpo sul bilancio. Si tratta di un locale di circa un centinaio di me-
tri quadrati ad uso commerciale. Purtroppo - commenta il sindaco Guido Lio - anche le banche fanno i loro interessi tro-
vandosi in situazioni pi difficili del passato. Non stato possibile trovare nessuna soluzione alternativa con lUnicredit, la
decisione della sede centrale quella di chiudere le filiali pi piccole e lasciare i locali in affitto a favore di quelli di propriet
come Fener. Non previsto nemmeno il mantenimento del servizio di sportello esterno per il prelievo di denaro (banco-
mat). Dunque nel Comune di Segusino dal 25 marzo le uniche operazioni bancarie ammesse saranno quelle effettuate da
casa on-line. questa propensione al virtuale, per Lio, una concausa della chiusura degli sportelli fisici. Il destino - conti-
nua il primo cittadino - quello di fare tutto tramite internet. Certo che, guardando gli effetti di ci sul territorio, sembra di re-
trocedere anzich avanzare. Sembra quasi di essere tornati agli Anni Settanta-Ottanta dove non vi era la presenza di quasi
nessun servizio nel Comune. Da qui l'appello di Lio perch un'attivit alternativa alla filiale della banca in chiusura si faccia
avanti per subentrare nella locazione dellimmobile che altrimenti resterebbe desolatamente vuoto in pieno centro cittadino.
Tramite un bando pubblico i locali di piazza Papa Luciani potranno essere nuovamente concessi in affitto anche ad una cifra
inferiore allattuale basata su termini e condizioni ormai sorpassati.
da La Tribuna del 25 febbraio 2017

Madonna del Piave: messo in sicurezza


il pennone a Marziai
QUERO VAS. Intervento di messa in sicurezza per il pennone dedicato alla Madonna del Piave a Marziai.
I vigili del fuoco di Feltre hanno risposto alla richiesta di don Sisto Berton accorciando il pennone issato
nel 1965.
da Il Corriere delle Alpi del 16 marzo 2017

Zanella e Di Leonardo, due volontari dellassociazione che sono andati avanti

La Pro Loco di Caorera ricorda Saverio e Marcello


QUERO VAS. Una manifestazione per ricordare Marcello Di Leonardo, loperaio morto lo scorso dicembre alla Pandolfo Al-
luminio. questa la volont espressa dagli amici. Nella mattinata di domenica, la Pro Loco di Caorera si riunita nellan-
nuale assemblea dei soci. Durante lincontro stato impossibile non ricordare due volontari che nel corso dellanno sono
andati avanti. Saverio Zanella in luglio ci ha lasciati improvvisamente e Marcello Di Leonardo ci mancato proprio duran-
te le feste di Natale, ha sottolineato il presidente Walter Zanella. Hanno lasciato un vuoto nelle nostre file, ma soprattutto
nelle loro famiglie. A loro va il nostro ricordo del tempo trascorso insieme con tanti momenti belli. Saverio era tuttofare, in-
dispensabile nei lavori ai quali era sempre presente: era bello lavorare con lui; Marcello aveva la passione per la cucina, pa-
ziente e preparato, si dilettava ai fornelli e grazie alla sua competenza e alle sue conoscenze era diventato il responsabile
del concorso di cucina alla Sagra della Zucca. Siamo usciti tutti sconvolti da questi avvenimenti, ha sottolineato il presiden-
te. Nei nostri limiti siamo stati e siamo tuttora vicino alle loro famiglie. Ci mancheranno soprattutto come persone altruiste
che, nonostante i loro impegni, riuscivano a trovare il tempo di aiutarci. Per ricordare il 39enne Di Leonardo stata espres-
sa la volont, da parte degli amici, di organizzare per il prossimo 3 giugno, al capannone di Caorera, una manifestazione in
suo ricordo. Era la notte tra il 15 e il 16 dicembre quando loperaio stava lavorando alla pressa dellimpianto produttivo della
Pandolfo di Lentiai quando partita una scheggia e si infilata in un occhio, trapassandogli il cervello. Di Leonardo morto
qualche giorno dopo. Proseguono le indagini per ricostruire quanto accaduto. Sul luogo dellincidente sono stati raccolti dei
pezzi di metallo che, insieme alla scheggia estratta dal cervello delluomo, sono stati portati presso una ditta di Ronchi dei
Legonari dove in corso la specifica perizia. Dalle prime indiscrezioni sembra confermata la notizia che i pezzi siano parte
del macchinario e non del pezzo in lavorazione. Sono invece concluse le consulenze sul macchinario fatte dallingegner Re-
stan; tant che la pressa, dopo essere stata rimessa a norma, tornata in funzione.
da Il Gazzettino del 29 marzo 2017

Pro Loco e Comune uniti nel turismo

Bar, tavoli e barbecue nel Parco del Piave di Caorera


QUERO VAS. Il Parco del Piave di Caorera punta a diventare un luogo di aggregazione sociale, ma anche una valida at-
16 RASSEGNA STAMPA

trattiva a livello turistico. Gli investimenti fatti dallAmministrazione comunale di Quero Vas, dalla Pro loco di Caorera e da
altri enti del territorio, sono ingenti e stanno portando a una vera rivoluzione dellarea. Largomento stato trattato domenica
scorsa, durante lannuale assemblea dei soci della Pro Loco. Il 2016 stato per noi un anno impegnativo, spiega il presi-
dente dei sodalizio Walter Zanella. Abbiamo provveduto alla messa in sicurezza degli impianti (elettrico, gas e aspirazione
dei fumi) e abbiamo reso ignifuga la cucina, con un investimento di 36mila euro. Abbiamo ora una potenza di fuoco degna di
un albergo da 400 persone e un capannone certificato per 700 posti. LAmministrazione comunale ci ha sostenuto, aiutan-
doci economicamente con 12.500 euro. Questo quanto realizzato dalla Pro Loco ma, come detto, gli investimenti sono a
pi ampio raggio. Grazie ai fondi per i comuni di confine (360mila euro di contributo) - prosegue il presidente - il Comune
andr a valorizzare lintera area. Sono partiti con la cementazione del pavimento del capannone e si proseguir con la rea-
lizzazione dei campo da volley e spiaggetta serviti da un bar mobile a forma d zucca; verr realizzato un impianto elettrico
con 24 lampioni e un impianto di videosorveglianza per garantire la sicurezza in tutto il Parco. Verranno poi posizionate fon-
tane, docce, panchine, tavoli e barbecue. Il tutto dovrebbe essere terminato entro il mese di maggio. Sempre a livello di
interventi strutturali, grazie a un contributo del Gal, stata realizzata una casetta che funge da sede e punto informativo
(107mila euro il costo totale). Lauspicio della Pro Loco di Caorera che si porti avanti il progetto di una ciclabile. Vorrem-
mo fosse realizzata una pista ciclabile che attraversi i nostri paesi partendo dalle Alpi fino al mare, spiega Zanella. Sap-
piamo che entro lestate verr resa operante una ciclabile su terra battuta che da Fener porta al mare con varie deviazioni
per toccare Montello, Maser e Asolo. I dati rilevano come il turismo su due ruote sia in costante crescita; una grande op-
portunit che non dobbiamo lasciarci sfuggire. da anni che la chiediamo. La realizzazione sarebbe il giusto completamen-
to delle nostre opere.
da Il Gazzettino del 31 marzo 2017

Limprenditore Andrea Mondin: Gravi ripercussioni per i residenti e i turisti

Val di Prada muta, scatta la raccolta firme


QUERO VAS. Una petizione per far riattivare il ripetitore nella Valle di Prada. Lisolamento della vallata del comune di Quero
Vas ormai un problema che sembra non trovare soluzione. da mesi e mesi che i residenti e le istituzioni chiedono alla
Tim di sistemare la questione, ma di fatto tutte le richieste sono cadute nel vuoto. Lunico gestore con segnale in Val di
Prada fino ad agosto 2016 era la Tim, spiega Andrea Mondin, titolare del ristorante Castel Prada. Poi per, con la di-
smissione della stazione, la valle rimasta irraggiungibile. Sono state aperte tantissime segnalazioni, i tecnici della Tim so-
no venuti in sopralluogo un paio di volte ma ad oggi nulla cambiato. Nel settembre 2016 stata inviata anche una lettera
al presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il quale per non ha mai risposto. Limprenditore ormai stufo di questo dis-
servizio. In Val di Prada la situazione inaccettabile, prosegue. La zona molto frequentata da turisti, sportivi, clienti
che frequentano lattivit e che si lamentano della mancanza di copertura di un gestore. Sarebbe interessante potenziare il
segnale soprattutto per i servizi online che le attivit devono avere. Ecco quindi che i residenti della zona hanno deciso, in
prima istanza, di raccogliere le firme affinch venga risintonizzato il ripetitore e poi di appellarsi alle altre compagnie telefo-
niche affinch decidano di investire nel potenziamento della telefonia mobile a Schievenin. Il problema della Valle impor-
tante; abbiamo fatto diverse sollecitazioni, sia alla compagnia telefonica che alla Regione Veneto, che di fatto sono rimaste
inascoltate commenta cos il grosso disservizio che riguarda la valle il sindaco di Quero Vas Bruno Zanolla. La valle at-
tualmente molto frequentata, c un turismo diffuso e questo fa s che ci sia la necessit di avere una copertura adeguata,
prosegue il sindaco. Anche per una questione di sicurezza, di soccorsi e quantaltro. Purtroppo per, ad oggi, nonostante
le sollecitazioni e i contatti che abbiamo cercato di avere, non si risolto nulla. Un vero peccato se si considera che
lamministrazione comunale, proprio nella valle, sta investendo risorse importanti per la sua valorizzazione.
da Il Gazzettino del 6 aprile 2017

Petizione per unindagine sulla salute nel territorio, da sottoscrivere anche online. Pressione sulla Via

Una raccolta di firme contro la Cementi Rossi,


con lobiettivo delle centomila sottoscrizioni
PEDEROBBA. Lobiettivo ambizioso: arrivare a centomila firme in calce alla petizione che chiede che venga fatta
unindagine epidemiologica prima di rilasciare qualsiasi nuova autorizzazione a bruciare altri tipi di combustibile da parte
della Cementi Rossi. Mettendo assieme le firme raccolte nei moduli cartacei a quelle raccolte nella petizione lanciata online,
e che nelle prime ore ha gi superato le 600 firme. Un obiettivo che AriaCheVoglio, il coordinamento che riunisce le asso-
ciazioni ambientaliste e i gruppi di opposizione in consiglio comunale, pensa di raggiungere online coinvolgendo tutta la pia-
nura padana e i pedemontani che vivono allestero. Intanto venerd sera, allincontro con loncologa e il pediatra per parlare
sempre del progetto della Cementi Rossi di bruciare plastiche nei suoi forni, cerano 250 persone. Il coordinamento sar poi
in piazza a Onigo oggi, in occasione della Festa di primavera, per raccogliere ulteriori firme. Una petizione che proseguir
probabilmente anche per tutta lestate dal momento che, scaduto tra poco pi di due settimane il termine per presentare le
osservazioni al progetto, la commissione Via ha cinque mesi di tempo per decidere e gli ambientalisti vogliono far sentire il
peso di una montagna di firme per avere uno studio epidemiologico sullo stato di salute della popolazione di Pederobba e
della Pedemontana prima di pronunciarsi sulla richiesta della Cementi Rossi di sostituire in parte gli pneumatici esausti con
plastiche come combustibile. Laltra sera, nel capannone della Pro Loco, loncologa Patrizia Gentilini e il pediatra Giacomo
Toffol dellassociazione Isde - che riunisce i medici per lambiente - hanno ricordato che Arpav ha rilevato a Pederobba un
problema di inquinamento da ossidi di azoto derivante dal comparto industriale, e gli ossidi di azoto sono proprio uno dei
principali inquinanti emessi dal cementificio: ogni anno da 800 a mille tonnellate. Hanno aggiunto che il dato pi preoccu-
pante che i soggetti pi vulnerabili sono le donne e i bambini. Tutti i limiti di legge sono tarati sui soggetti adulti ma le stes-
se quantit di inquinanti sui bambini fanno molti pi danni.
da La Tribuna del 2 aprile 2017
17 RASSEGNA STAMPA

In relazione al possibile utilizzo di plastiche come combustibile da parte della Cementi Rossi

Comune di Pederobba, bando per lo studio


epidemiologico e lindagine sullinquinamento
PEDEROBBA. Fatto il primo passo per indagare sullo stato di inquinamento esistente a Pederobba e sulle malattie in modo
da capire se ci sono picchi anomali che colleghino linquinamento a determinate patologie. E' stato infatti pubblicato lavviso
per affidare l'incarico a un professionista che predisponga le schede in base alle quali vanno fatte le indagini epidemiologica
e sullo stato dell'inquinamento nella zona. Poi le indagini saranno fatte da una agenzia specializzata, che sar individuata in
base a ci che le schede chiederanno di individuare. Vogliamo capire che incidenza di inquinamento c a Pederobba -
spiega il sindaco Marco Turato - e in base a ci che malattie incidono di pi sulla popolazione. Capire insomma se ci sono
malattie tumorali o altre patologie pi diffuse in altre zone e quale collegamento possono avere con un possibile inquina-
mento. E quindi abbiamo deciso di dare un incarico a un professionista che predisponga dalla A alla Z quale lavoro deve
essere fatto per avere una fotografia precisa ed approfondita della situazione esistente nel territorio di Pederobba. Era un
progetto che il Comune aveva gi messo in campo assieme ad altri comuni della Pedemontana, ma poi si era arenato. La
richiesta della Cementi Rossi di utilizzare anche le plastiche come combustibile nei propri forni lha fatto tornare alla ribalta
ed il primo passo stato fatto. Un procedimento che abbiamo concordato in commissione ambiente - aggiunge il sindaco -
tutti daccordo. Non ci saranno, almeno per ora, contributi a tale studio da parte della Cementi Rossi, che pur aveva fatto
capire la sua disponibilit, n da parte delle altre aziende. Non ne abbiamo poi pi chiesti - precisa il sindaco Marco Turato
- faremo tutto con fondi comunali. Per ora limpegno finanziario limitato: 4500 euro per predisporre il quadro in base al
quale poi andare a scegliere lagenzia o il centro specializzato o lequipe di specialisti che condurr poi lindagine
sullinquinamento ed effettuer lo studio epidemiologico. Nei suoi programmi infatti il Comune ha la realizzazione di progetti
di monitoraggio ambientale permanente e specifici approfondimenti sulla problematica legata alla relazione tra inquinamento
ambientale e salute della popolazione. E che il Comune intenda procedere in fretta lo testimonia il fatto che la scadenza per
la presentazione delle candidature per predisporre queste schede stata fissata per il prossimo 22 aprile e per fare tutto il
lavoro sar concesso un mese di tempo dalla sottoscrizione del contratto.
da La Tribuna del 7 aprile 2017

ATTUALIT

Assemblea Pubblica
gioved 27 aprile 2017 - ore 20.30
c/o Villa Cinespa - Alano di Piave
Lassociazione Libero Pensiero lieta di invitare la cittadinanza a un incontro pubblico per presentare le proprie
attivit passate e future, accogliere nuove proposte e interessi e rinnovare il Direttivo dellassociazione.
Programma:
- resoconto e bilancio delle attivit svolte da Libero Pensiero;
- progetti futuri;
- rinnovo cariche associative.
LASSEMBLEA E APERTA A TUTTI GLI INTERESSATI !!!
Il Direttivo dellassociazione Libero Pensiero

Il Mercatino del Tornado


A Fener, in localit Fornaci, affittasi locale ad uso artigianale di circa 260 mq su due piani con ampio parcheggio
esterno. Per informazioni chiamare il 328.8957930.
A Quero, in piazza Marconi, affittasi (affitto dazienda) il bar Centrale. Per informazioni chiamare il 335.6044454
(Fabrizio).
Vendesi, anche separatamente, mobili da ufficio in ottimo stato e della stessa linea (colore bianco): una scrivania,
una poltrona da ufficio, tre sedie, varie mensole, otto mobiletti (sei bianchi e due grigi). E possibile visionare il tutto a
Fener, in localit Faveri, chiamando lo 0439.779461 oppure il 329.2978378 (Luigi).
18 ATTUALIT

FARFALLE A SCHIEVENIN
Studio e ricerca in un territorio ricco di biodiversit
Una serata per tutti dedicata alla
divulgazione di una importante ricerca
sulle farfalle di Schievenin, territorio di
significativa importanza per la conservazione
della fauna di insetti nella Regione Veneto.

venerd 28 aprile 2017 ore


20.30
Centro Culturale a Quero
Tra le valli che solcano il versante settentrionale del Massiccio del Monte Grappa, la Valle di Schievenin, scavata
dal torrente Tegorzo, presenta caratteristiche simili agli ambienti delle Dolomiti malgrado la quota bassa. Questa
Valle, che rientra tra i siti della Rete Natura 2000 della Regione Veneto come sito d'importanza comunitaria ai fini
della tutela e conservazione, accoglie una significativa biodiversit floristica e faunistica.
Il Museo Civico di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna, presente fin dal 1984 con una piccola sede
naturalistica staccata presso il Centro Parrocchiale di Schievenin, fedele alla propria mission di ente di ricerca
scientifica sul territorio, ha promosso una campagna di studio sui Lepidotteri della Valle. Il professionista incaricato
delle indagine Giovanni Timossi, entomologo, conservatore naturalista del Museo di Storia Naturale "Brandolini"
di Oderzo e Presidente della Societ Veneziana di Scienze Naturali, esperto di farfalle e ricercatore molto attivo
con numerosi studi faunistici nel Nord-Est, dal Parco Naturale del Paneveggio alla Laguna di Venezia. La ricerca,
svolta tra il 2009 ed il 2014, ha indagato alcuni gruppi di farfalle notturne e microlepidotteri, mettendo in luce una
straordinaria biodiversit: delle 270 specie reperite, 26 sono segnalate per la prima volta nel Veneto, mentre 79
specie sono segnalate per la prima volta per la provincia di Belluno. Questi studi rappresentano una prima fase di
ricerca e aprono prospettive interessanti riguardo future indagini per approfondire la conoscenza di questo
complesso ordine d'insetti.
L'iniziativa "Farfalle a Schievenin" propone, con taglio divulgativo e rivolto a tutti, un'introduzione al gruppo delle
farfalle con l'ausilio di esemplari di collezioni del Museo di Montebelluna e del Dott. Timossi e presenta i metodi di
campionamento degli animali ed i risultati degli studi svolti a Schievenin, mettendo in evidenza l'importanza di
quest'area per la conservazione della biodiversit nella Regione Veneto.
Relatore: Giovanni Timossi - conservatore naturalista, Museo di Storia Naturale "Brandolini" di Oderzo e Presidente
della Societ Veneziana di Scienze Naturali.
Introduzione di Giorgio Vaccari - conservatore naturalista, Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna
La foto : Metzneria aprilella, piccola farfalla segnalata a Schievenin per la prima volta nel Veneto.
E' una proposta delle Biblioteche di Alano di Piave e Quero Vas Unione Sette Ville
Info: Biblioteca di Alano di Piave 0439.778718 biblioteca.alano@feltrino.bl.it
orari: luned 15-18.30, mercoled 9-12.30 e 15.18.30, venerd 15-18.30
Biblioteca di Quero 0439.787097 biblioteca.querovas@feltrino.bl.it
orari: marted 9.30-12.30 e 16-19, gioved 14.30-18.30, sabato 10.30-12.30
Biblioteca di Vas 0439.780270 biblioteca.querovas@feltrino.bl.it
orari:luned 16-18.30, mercoled 16-18, sabato 9-10.30
ASTERISCO

I giardini di Marzo
(M.M.) Prendiamo a prestito il titolo della bella canzone di
Mogol-Battisti per accompagnare questo collage di foto
che ritraggono lesplosione di colori che, come ogni
primavera, investe i nostri giardini.
I giardini di Marzo si vestono di nuovi colori.
E proprio il caso di ripetere questo ritornello e riempirsi
gli occhi in questa nuova stagione che torna a riscaldarci
gli animi grazie alla fioritura di molte variet di piante. Un
viaggio multicolore che non richiede nemmeno di
percorrere grandi distanze. Lo spettacolo lo abbiamo
sotto gli occhi e lo possiamo ammirare semplicemente
con una breve, rilassante passeggiata nelle nostre
campagne. La primavera di questanno stata
caratterizzata dalla scarsit di precipitazioni e le piante
hanno risentito di questo clima secco. Ciononostante
bello liberare lo sguardo tuttattorno e godere di questa
naturale, grandiosa tavolozza dartista.
19 CRONACA

In memoria di Luigia Mondin


di Alessandro Bagatella
Il due aprile scorso, Luigia (che tutti conoscevano come Luisa), di settantacinque anni,
di Quero, dopo una breve malattia deceduta allospedale di Feltre, lasciando nel dolo-
re i figli, nipoti, il fratello e quanti le volevano bene.
Nata a Quero, poi emigrante in Isvizzera in giovane et, Luigia arriv fino in Olanda,
dove visse per circa ventanni.
E tornata poi in paese per godersi la pensione, assieme ai figli Johannes e Frederica,
che gli amici conoscono come Jantje e Ricki.
A loro, che lhanno ricordata sullepigrafe con la dedica che recitava: lAmore che ci ha
dato vive nel nostro cuore e nel nostro ricordo, al fratello, generi e nipoti e parenti le
pi sentite condoglianze.

Seminario Fiori di Bach a Quero Vas


5 maggio 2017 Presentazione corso dalle ore 16 alle 19
6 e 7 maggio 2017 Seminario teorico e pratico dalle ore 10 alle 18 (pausa dalle 13 alle 15)
Organizzato e proposto da "Il Giardino di Amanda" di Nicoletta Puppo
a cura di Roberta Medda Farris
Master in Floriterapia descrittiva con il metodo del dr. Ricardo Orozco
I fiori di Bach sono 38 e ciascuno interessa un particolare
stato danimo o emozione. Sono semplici fiori dei campi dove
tutto in armonia ed entrando in risonanza con noi ci
riportano in contatto con la nostra anima. Trasformare i nostri
difetti e le nostre debolezze in virt con i fiori di Bach
Programma:
5 maggio dalle ore 16 alle ore 19: Presentazione del corso
6 maggio dalle ore 10 alle ore 18: Teoria in aula
7 maggio dalle ore 10 alle ore 18 : Teoria e pratica
(pausa pranzo dalle 13 alle 15)
Verranno analizzati i ritratti di tutti i fiori di Bach e di altri fiori
facilmente reperibili nel territorio italiano
-propriet riconosciute di ogni singolo fiore per carattere o
stato emotivo
-riconoscimento della pianta -preparazione dellessenza
floreale secondo il metodo Bach
-Aspetti simbolici di ogni fiore
-Che fiore siamo noi?
-Che lezione dobbiamo imparare?
Escursione per lezione sul campo per la preparazione delle
essenze floreali (condizioni climatiche permettendo)
Contatti per informazioni e adesioni : 3920138372 ilgiardinodiamanda@gmail.com
20 ATTUALIT

Patentino Trattori
a cura di Oliva De Rui
Slitta al 31-12-2017 lentrata in vigore dellobbligo di abilitazione alluso delle macchine
agricole. La norma prevede che chiunque utilizza trattori agricoli e forestali deve essere
in possesso di formazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire
lutilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai danni che
possono essere causati ad altre persone.
21 CRONACA

I campioni delle due ruote Davide Malacarne


e Tiago Ferreira in visita alla Mictu di Quero
di Silvio Forcellini
La Mictu di Quero non conosciuta solo per la
produzione di utensili per lavorazioni meccani-
che di precisione, ma anche per il sostegno che
d al mondo del ciclismo, in particolare a quello
giovanile. Gioved 5 aprile, titolari e dipendenti
dellazienda sita nella zona industriale querese
hanno avuto la bella sorpresa della visita di due
campioni delle due ruote, Davide Malacarne
e Tiago Ferreira, entrambi attualmente in forza
alla squadra marchigiana di mountain bike ma-
rathon DMT Racing Team by Marconi, impe-
gnata nella Coppa del Mondo di specialit e di
cui la Mictu tra gli sponsor. Due campioni iri-
dati, per giunta: Malacarne ha vinto nel 2005 il
mondiale juniores di ciclocross, mentre Ferreira
si laureato nel 2016 campione mondiale di
mountain bike marathon (gare lungo sentieri
contrassegnati da continui saliscendi e di di-
stanza ragguardevole, a volte addirittura supe-
riore ai 100 chilometri). Belle le parole con le
quali il lamonese Malacarne, ciclista professio-
nista su strada dal 2009 al
2016, ha descritto la visita:
Ieri con Tiago siamo andati in visita da uno dei nostri sponsor... Laccoglienza ricevuta da tutti sta-
ta grandissima, vista la grande passione che hanno verso il ciclismo sia professionistico che giovani-
le. Voglio ringraziare lazienda Mictu per il supporto che d al team DMT Racing Team (come pro-
team mtb) e al Uc Foen (squadra giovanile feltrina) dando la possibilit a tanti giovani di poter essere
sia campioni futuri nello sport ma soprattutto nella vita. Grazie a Antonello Collavo e Andrea Collavo
per il supporto che date al ciclismo bellunese e non solo.... Nelloccasione, Malacarne ne ha approfit-
tato anche per un allenamento per i sentieri di Alano, che - vista la difficolt degli stessi - ha definito
molto utile per affinare la tecnica. Allenamento che ha toccato San Daniele, Madal e San Lorenzo,
scortato da Andrea Collavo, socio della Mictu, grande appassionato di mtb e profondo conoscitore
dei sentieri della nostra zona (grazie al quale, tra breve, abbiamo in programma una piacevole sor-
presa per tutti i lettori del Tornado amanti delle nostre montagne).
Davide Malacarne
Nato a Feltre l11 luglio 1987 ma originario di Lamon, comincia con il ciclismo allet di 6 anni,
mentre a 13 esordisce nel ciclocross: proprio in questa specialit, dopo diversi titoli italiani tra gli
esordienti e gli allievi, nella stagione 2004-2005 conquista il campionato italiano e il campionato
mondiale juniores, nonch la Coppa del Mondo juniores (dopo essersi aggiudicato due prove di
calendario). Passa poi al ciclismo su strada, correndo tra i dilettanti Under 23 dal 2006 al 2008.
Nel 2009 il passaggio tra i professionisti, tra i quali correr sino al 2016: con la Quickstep dal
2009 al 2011, con il Team Europcar dal 2012 al 2014, con lAstana (nelle vesti di prezioso gre-
gario di Fabio Aru e Vincenzo Nibali) dal 2015 al 2016. Nella sua esperienza professionistica ha
partecipato a 5 Giri dItalia, 2 Tour de France e 3 Vuelta Espaa, oltre ad importanti classiche
come la Milano-Sanremo, il Giro delle Fiandre e la Liegi-Bastogne-Liegi. Attualmente milita nella
DMT Racing Team by Marconi di mountain bike marathon, compagno di squadra di Ferreira.

Tiago Ferreira
Nato a Viseu (Portogallo) il 7 dicembre 1988, uno specialista di
corse cosiddette cross country, quali appunto le mountain bike ma-
rathon. Il 2016 stato il suo anno di grazia: dapprima, a Sigulda
(Lettonia), ha vinto la medaglia dargento ai campionati europei; poi,
a Laissac (Francia), si laureato campione del mondo sempre di
mountain bike marathon (una delle discipline del mountain biking,
nota con la sigla di XCM). E ha iniziato anche il 2017 alla grande,
vincendo la prima gara di Coppa del Mondo, con Malacarne che ha
ottenuto allesordio un brillante ottavo posto.
22 ATTUALIT

dal Peralba a Cortellazzo il 6/7 Maggio


La Marcia dei Centanni
LAdunata del Piave, la 90a Adunata Nazionale de-
gli Alpini-Treviso 2017 voluta nel territorio del Piave
per commemorare il centenario della Grande Guerra,
non poteva non prevedere una manifestazione che
rendesse omaggio al fiume sacro alla Patria. La mar-
cia dei CentAnni di qua e di l del Piave una staf-
fetta podistica non competitiva che il 6 e 7 maggio
percorrer il tragitto del Piave dalla sorgente, ai
piedi del Monte Peralba in comune di Sappada
(2037 metri sul livello del mare), fino alla foce di
Cortellazzo in Comune di Jesolo. Sono 239,7 chi-
lometri di staffetta con un calendario di appuntamenti
poich, accanto allavvenimento prettamente sporti-
vo, ci saranno momenti di commemorazione che
coinvolgeranno la popolazione e i sindaci, con la de-
posizione di una corona presso i 63 Cippi, Monumen-
ti, Lapidi, Cimiteri Militari, Sacrari lungo il percorso.
Non mancheranno momenti di aggregazione e festa,
sabato sera a Valdobbiadene e domenica sera a San
Don di Piave.
Il ruolo del fiume nella storia della Patria non sfugge
a nessuno, vuoi per la strenua difesa che lungo i suoi
argini oppose lesercito italiano, vuoi per la canzone
La leggenda del Piave cara a generazioni di italiani,
vuoi per lepopea dei ragazzi del 99, vuoi per le im-
prese degli Arditi, il Piave rientra a tutti gli effetti nella
leggenda... Il Piave il fiume della cacciata dello straniero, il fiume della resistenza ad oltranza, e poi della vittoria.
Per questo motivo e per limportante occasione verranno imbandierati i ponti lungo il fiume.
La Marcia dei CentAnni spiegano gli Alpini - intende promuovere, in occasione dellAdunata del Piave nella ricor-
renza dei cento anni della Grande Guerra, la conoscenza del territorio sotto il profilo paesaggistico e storico, valoriz-
zando il recupero dei monumenti dedicati alla memoria dei caduti. Con il passaggio nei comuni bagnati dal Piave in-
tendiamo portare un messaggio di pace, di amicizia, di fratellanza e di solidariet tra le genti del fiume sacro.
Dettagli tecnici
La manifestazione promossa dalla Sezione ANA di Conegliano, in collaborazione con le Sezioni ANA di Treviso, Val-
dobbiadene, Vittorio Veneto (organizzatrici dellAdunata) insieme alle Sezioni ANA di Belluno, Cadore, Feltre, Venezia
e con lASD Marcia del Piave. I partecipanti alla staffetta dovranno provvedere al tesseramento ANA (indispensabile
per la copertura assicurativa). I cambi programmati per il passaggio del testimone sono 27 (ogni dieci chilometri circa).
La staffetta sar composta da un minimo di 6 ad un massimo di 15 persone, andatura di Km 10,5 orari in gruppo, con
cambi regolari presso i ristori. Partenza sabato 6 maggio alle ore 6.45 dalle sorgenti del Piave (monte Peralba) e arrivo
a Valdobbiadene alle ore 20.30; prevista una sosta di met corsa e la partecipazione alla festa Suoni Canti Immagini
della Grande Guerra. Domenica 7 maggio partenza ore 8 da Valdobbiadene e arrivo alla foce del Piave (Cortellazzo)
alle ore 18. I partecipanti dovranno rispettare il codice della strada e saranno preceduti e seguiti da mezzi
dellorganizzazione con i lampeggianti; sar garantita la presenza di unambulanza. La manifestazione avr luogo con
qualsiasi tempo.

Il Passaggio della staffetta previsto nel territorio di Quero Vas il giorno 06 maggio a Cao-
rera tra le ore 18,24 e le 18,44; a Scalon tra le ore 18,47 e le 19,07; a Vas tra le ore 19,06 e le
19,26. La delegazione si recher al cimitero Militare Germanico tra le ore 17,45 e le 18,15.
info: http://www.ana.it/home/

Associazione Feltrina
Donatori Volontari
Sangue
23
24 CRONACA

Il meeting giovani 2017 a Caltanissetta


Giovani donatori di sangue a confronto
di Vanessa Burtet
Nelle giornate tra il 24 e il 26 marzo si svolto, come
ogni anno, il Meeting dei giovani donatori, ormai giunto
alla 18a edizione: ragazzi donatori tra i 18 e i 28 anni
sono stati gentilmente accolti dalla Fidas Caltanissetta
in Sicilia, per confrontarsi sul tema della Fidelizzazio-
ne dei giovani, uniti dallhashtag creato per loccasione #CalMe2017. Il
programma delle tre giornate era ampio e ricco, con interventi mirati ad
istruire i giovani presenti sui metodi e gli strumenti utili per incrementare il
numero di giovani donatori e per stimolarli sulle attivit di volontariato firma-
te Fidas. Una volta che i giovani partecipanti sono giunti allHotel San Mi-
chele di Caltanissetta, i saluti di Aldo Ozino Caligaris, presidente Nazionale
Fidas, di Alessia Balzanello, coordinatrice nazionale giovani, di Carmelo
Giardina, presidente Fidas Caltanissetta e del sindaco di Caltanissetta Gio-
vanni Ruvolo hanno inaugurato questo 18 Meeting giovani. A dare il via ai
lavori stato Aldo Ozino Caligaris, con un intervento in cui ha potuto rac-
contare la storia della Fidas dal 1959 ad oggi, sottolineando limportanza
degli obiettivi che Fidas si prefigge, ovvero il mantenimento dell'identit del-
le federate e la volontariet della donazione. Andrea Bortolon, consigliere
nazionale e delegato giovani Fidas, ha illustrato la crescita di Fidas Giovani
a partire dai suoi natali e limportanza di avere i giovani come gruppo attivo
nella Federazione: Da quando nato, il meeting ha legato persone da tutta
Italia afferma le ha messe a confronto e le ha aiutate a crescere nel
mondo del volontariato del sangue, permettendo lo scambio di idee e azioni
pratiche da realizzare poi nelle proprie realt territoriali. Proprio per questo
il meeting si muove, cambia citt ogni anno bilanciando le distanze, ma
sempre con lo scopo di unire e di essere usato da chi lo ospita come mez-
zo di propaganda a 360. seguito poi lintervento di Giovanni Garozzo,
delegato regionale SIMTI, il quale ha spiegato passo passo tutti i punti del
nuovo questionario che devono compilare i volontari in Centro Trasfusiona-
le. Chiara Ferrarelli poi ha illustrato la ricerca Giovani e volontariato del
dono, svolta grazie alla professoressa Maria Paola Piccini, in seguito ai da-
ti raccolti dai questionari per giovani che erano arrivati nelle sezioni in que-
sti mesi. Infine Marco Cannemi ha illustrato la nuova App per i donatori
chiamata SMART DONOR e disponibile su Play Store, introdotta a Calta-
nissetta e poi in Italia, in modo da conoscere i veri bisogni di sangue nella
propria federata. Nella seconda giornata i ragazzi hanno potuto veramente
attivarsi grazie a quanto imparato. Cristiano Lena, responsabile della co-
municazione FIDAS, e Giuseppe Natale hanno illustrato le fasi di recluta-
mento e fidelizzazione, sottolineando il fatto che se su 100 persone posso-
no donare 35 di queste, solo 4 persone effettivamente sono donatori: per
questo che importante che le singole federate si applichino in modo da
sensibilizzare i cittadini alla donazione e alle attivit di volontariato. Nel po-
meriggio i partecipanti hanno progettato cos vari metodi per questa fideliz-
zazione e sensibilizzazione, che avrebbero poi potuto riportare alle federate
di provenienza: Sono stati elaborati video, brochure, e possibili eventi o le-
zioni formative. Infine hanno potuto intrattenere e coinvolgere i nisseni, in
modo da informarli sulla donazione, attraverso lattivit in piazza. La giorna-
ta si conclusa con la festa del sabato, che ha permesso ai ragazzi di lega-
re ancora di pi tra loro e trascorrere una serata allinsegna del divertimen-
to nello stile unico e incredibile della Fidas giovani. La federata di Feltre
era rappresentata da Vanessa Burtet, Veronica Burtet
ed Emily Gorza (nelle foto dallalto in basso). Per Veroni-
ca questo era il primo meeting e nella serata di sabato
stata premiata dal presidente Aldo Ozino Caligaris e da
Carmelo Giardina come pi giovane partecipante del
Meeting, rendendo la federata di Feltre orgogliosa di tale
merito. Inoltre abbiamo partecipato assieme nella realiz-
zazione del nuovo video promosso da Giovani Fidas Fac-
ce da Fidas, per trasmettere il messaggio della donazione
di sangue dai giovani ai giovani. Come ogni anno speria-
mo che sempre pi giovani si interessino e partecipino a
queste attivit, le quali ci hanno permesso esperienze
davvero uniche, e per questo dobbiamo ringraziare la federata di Feltre che ci permette di essere presenti. Ogni
anno ci rendiamo conto di quante realt diverse esistano in Italia, di come cambino i modi di pensare o i modi di
agire e di quanto differenti siano i nostri dialetti, ma nonostante tutto ci i legami che riusciamo a stringere ogni vol-
ta, uniti da questa unica passione per il volontariato del sangue, ci rende ununica e grande famiglia.
25 ATTUALIT
26 ATTUALIT

Anche a maggio continuano gli appuntamenti


di Euklidea con tante proposte dedicate a
bambini e adulti, itinerari di conoscenza e
riflessione sulle tematiche scientifiche,
naturalistiche, tecnologiche. Occasioni per
incontrare libri, fare laboratori, conoscere
meglio la scienza: un modo interessante e
simpatico per stimolare la curiosit, la
creativit, la logica.
Venerd 5 maggio ore 17 in Biblioteca ad
Alano di Piave si apre infatti la mostra
Euklidea percorsi e letture per adulti e
bambini per tuffarsi dentro ai libri che
soddisfano le curiosit sulla scienza, la
natura, le cose, l'universo. In questo
momento di inaugurazione sar presente
Vera Salton, libraia appassionata del "Il
Treno di Bogot" di Vittorio Veneto, che
legger e illustrer le migliori proposte
dell'editoria italiana per adulti e bambini.
La mostra sar aperta dal 5 al 13 maggio
negli orari luned 15-19, mercoled 9-13 e 15-19, venerd 15-19, sabato 10 -12.30. Per tutto il periodo della mostra si
pu fare un salto in Euklidea, lo scaffale scientifico della tua Biblioteca: visite per piccoli gruppi e per le classi su
prenotazione nelle Biblioteche di Alano, Quero e Vas.
Gioved 11 maggio ore 17.00 in Biblioteca ad Alano di Piave i bambini dai 5 agli 8 anni potranno partecipare a
Giocosamente chimica: un laboratorio alla scoperta dell'infinitamente piccolo con la costruzione del libro-molecola
con Sabina di Barchetta Blu.
La partecipazione gratuita, necessario segnalare la presenza alla Biblioteca di Alano 0439.778718. Alle ore 14.30
in Biblioteca a Quero il laboratorio sar proposto anche alla classe 2a della scuola Primaria di Quero.
E allora dai, tuffiamoci in Euklidea!
E' una proposta delle Biblioteche di Alano di Piave e Quero Vas Unione Sette Ville
con l'Aib Veneto, la Regione Veneto e le Biblioteche Bellunesi.
Info: Biblioteca di Alano di Piave 0439.778718 biblioteca.alano@feltrino.bl.it
orari: lened 15-18.30, mercoled 9-12.30 e 15.18.30, venerd 15-18.30
Biblioteca di Quero 0439.787097 biblioteca.querovas@feltrino.bl.it
orari: marted 9.30-12.30 e 16-19, gioved 14.30-18.30, sabato 10.30-12.30
Biblioteca di Vas 0439.780270 biblioteca.querovas@feltrino.bl.it
orari:luned 16-18.30, mercoled 16-18, sabato 9-10.30

POESIA

Al Rumor
Al mondo na roba la vera che la presente e contenta
ogni arte che casca par tera de ogni d che se presenta .
al fa an rumor diferente. Rumori, rumori, rumori,
Se parlon de an poc de coton regalo che cancela i malori
opur den carton e che fa capir la vita presente
o inveze se precipita in bas con suono ogni volta diferente.
an grant e pesante sass, Ma ghe n na roba pi importante
le nostre rece le fa prest che la centra anca ela coi suoni:
a capir cossa che cadest l al vero silenzio, al star in tuti i cantoni
e al parch de sti rumori. senza parlar, senza sonar, senza trambusto
Quando che pasa tanti motori in cima a na montagna co tanto gusto
par la strada se sofre in te la testa o in medo an immenso deserto o in te na vasta campagna
ma inveze se fa gran festa e veder brillar le stele in tel cielo
quando la riva, portada dal vent, e tut al tas, veramente al tas intorno a ti.
la musica de qualche strument
o le campane che le sona, le sona Marcello Geom. Meneghin
par ricordar a ogni persona
27 LETTERE AL TORNADO

Federfarma Belluno
Associazione Sindacale Provinciale
dei titolari di farmacia di Belluno
Via Tissi Attilio, 2/b 32100 Belluno Tel. 0437.943048 Fax 0437.292354
E-mail: federfarmabl@mclink.it - P.E.C. belluno@pec.federfarma.it
COMUNICATO STAMPA

Elettrocardiogramma in farmacia
Servizio attivo in tutta la provincia
Al via la sperimentazione voluta da Federfarma Belluno per
garantire servizi vicini e innovativi a popolazione e turisti
BELLUNO. Per i bellunesi e i visitatori della provincia dolomitica lelettrocardiogramma diventa pi accessibile grazie
alle farmacie. Federfarma Belluno, infatti, ha coinvolto tutte le farmacie private del territorio per sperimentare il servizio
di telecardiologia, che permette di effettuare lesame in pochi secondi e nel giro di minuti avere una valutazione del
tracciato da parte del cardiologo. Tutto ci senza bisogno di raggiungere le strutture ospedaliere.
Non a caso Belluno la prima provincia veneta a sperimentare questo servizio spiega Roberto Grubissa, presidente
di Federfarma Belluno sappiamo, infatti, come per molti cittadini, specialmente per gli anziani, recarsi nelle strutture
ospedaliere possa essere difficoltoso a causa dellorografia del territorio. La farmacia un presidio sanitario vicino a
tutti i cittadini e questo la rende il luogo ideale in cui effettuare screening ed esami come lelettrocardiogramma.
Liniziativa bellunese commenta Alfredo Orlandi, presidente del sindacato delle farmacie rurali Federfarma-Sunifar
conferma il ruolo della farmacia come fondamentale presidio sanitario, a volte l'ultimo rimasto sul territorio, e come
punto di riferimento per la popolazione. Auspichiamo che lalleanza tra farmacie rurali e istituzioni locali possa garantire
non solo di difendere la sostenibilit futura del servizio in questa provincia montana, ma anche di affiancare altri servizi
innovativi a beneficio di tutti, in particolare delle fasce pi deboli della popolazione.
La sperimentazione durer due mesi e interessa tutte le 73 farmacie private della provincia, che si stanno tutte
dotando di un elettrocardiografo fornito da Cardionline Europe. I farmacisti hanno svolto nei giorni scorsi attivit
formative per garantire il perfetto utilizzo della strumentazione.
Come funziona
Le persone interessate a un esame potranno quindi recarsi in farmacia, dove sar registrato un ECG a 12 derivazioni,
trasmesso in tempo reale a una centrale operativa attiva 24 ore su 24 che in pochi minuti risponder con il refertazione
del cardiologo. A seconda dei casi, gli esiti possono essere di tre tipi. Il tracciato pu presentarsi normale, meritevole di
approfondimenti oppure, nel caso siano evidenziate patologie acute in atto, consigliare un pronto ricorso al proprio
medico di medicina generale oppure nei casi pi urgenti richiedere lintervento del 118.
Cos lEGC
Lelettrocardiogramma la rappresentazione grafica dellattivit elettrica del cuore, un esame chiave per riscontrare
eventuali anomalie cardiache. Pu essere richiesto per un normale controllo di routine, ma anche per verificare la
gravit di eventuali sintomi sospetti.

Nelle foto:
Roberto Grubissa, presidente
Federfarma Belluno, Alfredo Orlandi,
presidente nazionale Federfarma-
Sunifar, Luigi Vito Sauro, vice
presidente Federfarma-Sunifar,
Claudio Lopriore, titolare Cardionline
Europe, durante la conferenza stampa
che ha presentato il servizio.

BOCCE

Federazione Italiana Bocce Comitato Belluno Feltre


ASD PONTE TEGORZO
50 ANNI al VOLO
Gara selezione Campionato Italiano a coppie cat. D
Domenica 7 maggio 2017
dalle ore 8,30
Sede Bocciodromo Ponte Tegorzo
28 LETTERE AL TORNADO

ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DEL VENETO


Le aree protette del Veneto stanno subendo un duro attacco da diverse parti: qualche consigliere regionale mira a
ridurne drasticamente i confini, la Regione ne vuole comprimere i finanziamenti gi oggi limitati. Il rischio che polmoni
di natura, aree di grande biodiversit, esperienze di economia agricola naturale vadano in fumo. Il rischio che un
patrimonio di futuro in pochi anni non ci sia pi.
Nove grandi associazioni hanno lanciato un appello a tutte/i voi, chiedendo ladesione. Se saremo in tante/i potremo
imporre una discussione che indirizzi il Consiglio Regionale verso una legge ben ponderata ed efficace.
Solo ladesione di tutti voi pu assicurarci la forza per sostenere la nostra richiesta e il raggiungimento del risultato.
Inviate la vostra adesione tramite il sito www.parchitesoroveneto.it in cui trovate il testo dellappello
Vi ringrazio a nome delle associazioni promotrici: AIIG, CAI Veneto, FAI, FIAB, Italia Nostra, LAC, Legambiente
Veneto, LIPU, WWF
Angelo Mancone - Responsabile aree protette Legambiente Veneto

Aree Protette Tesoro del Veneto


La Strategia Nazionale per la Biodiversit afferma a chiare lettere che unarea protetta unarea geograficamente
determinata, regolamentata e gestita al fine di conseguire obiettivi specifici di conservazione della biodiversit.
Per questa ragione i Parchi italiani sono tra gli strumenti pi efficaci per conservare la natura, arrestare il declino della
biodiversit, contrastare lespandersi della cementificazione, praticare forme innovative di green economy, difendere il
paesaggio e i preziosi beni culturali in essi custoditi.
Beni che il Veneto ha in abbondanza nelle sue aree protette, ma che subiscono oggi un attacco senza precedenti,
un attacco che mira a limitarne lestensione, a
ridurne lefficacia di gestione e di controllo del
territorio aprendo le porte a chi voglia abusarne.
Un approccio dinamico al problema della
Conservazione della natura concepisce per la
tutela del territorio non solo come un vincolo
che inibisce determinate destinazioni duso del
suolo, ma anche e soprattutto come un potente
motore dello sviluppo locale, in forme che
rispondono ai dettami della sostenibilit ambientale
e in qualche modo anticipano, anche dal punto di
vista tecnologico, le modalit di una riconversione
ecologica destinata a investire nel tempo tutte le
forme della vita associata, su tutto il territorio del
Pianeta.
Le aree naturali protette devono essere soprattutto
un laboratorio in cui sperimentare le soluzioni pi
avanzate di un percorso di fuoriuscita dagli
inconvenienti indotti dallo sviluppo industriale e dai
rischi planetari connessi alla riproduzione
dellattuale modello di sviluppo.
Riconosciamo che i Parchi nel Veneto non hanno
dato spesso una grande prova di s e richiedono
un rafforzamento del sistema, a partire dal
miglioramento della legge che li regola.
Il tentativo di smembrarli, di ridurli accentuer la loro marginalit e quello che dovrebbe essere un sistema
diventerebbe ancor di pi una sommatoria di microscopiche situazioni che procederebbe senza una funzione
riconoscibile, senza unanima in cui tutti si riconoscano.
I diversi problemi di cui soffrono i parchi vanno affrontati con mezzi conoscitivi straordinari, cui segua una
nuova legge. Non bastano le audizioni di routine e i successivi patteggiamenti fra forze politiche in Consiglio
Regionale.
La Giunta regionale abbandoni dunque i tentativi di taluni consiglieri di asservire linteresse generale cui
obbediscono i parchi a interessi particolari di precise, limitate (e potenti) categorie di persone.
La strada indicata dagli articoli 70 e 71 della legge di bilancio produrr strappi che sar difficile sanare.
Occorre perseguire una riforma che sappia sostenere gli Enti locali in una pianificazione coerente agli obiettivi di
conservazione dei parchi, che spesso non possono essere perseguiti solo da azioni sviluppate allinterno dei confini
dellarea protetta.
Gli Enti parco non vanno consegnati alle logiche di degenerazioni localistiche e partitiche. Sono logiche che spingono
le aree protette sempre di pi sotto il controllo di politiche opache e degli interessi che le guidano. La Giunta
Regionale promuova una Conferenza regionale sulle aree protette quale luogo e momento dedicato a
fotografare la situazione regionale con dati scientifici e a individuare i punti da aggiornare o modificare della legge. La
Conferenza lunico strumento in grado di dare una visione organica e dinsieme delle varie problematiche delle aree
protette.
Da essa scaturiranno i contenuti che, siamo certi, il Consiglio Regionale accoglier e che garantiranno alla
nuova legge una piattaforma largamente condivisa e basata su unanalisi fattiva e ponderata.
Zona industriale - 31040 Segusino (TV)
Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

grafica - stampa
editoria - libreria

z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)


Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113
commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via F.lli Agrizzi - FENER - ALANO di PIAVE (BL)
Cell. 339.2242637
Azienda Agricola
SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER CONSEGNA A DOMICILIO
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)
Tel. 0439 776002 - 349 1466314

ONORANZE FUNEBRI SPADA VIVAIO - PIANT E


MARMI E BRONZI
VALENTINO

SPADA
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI di Mondin Duilio
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H
Realizzazione e Manutenzione Giardini
TEL. 0423 69054 - 348 5435137 Prati - Irrigazione - Potature
SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA, E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO