Sei sulla pagina 1di 32

Grammathque 406x260 D16_195x260 D16 09/12/09 15:33 Pagina 2

Grammathque Grammathque
Lidia Parodi

Marina Vallacco
Lidia Parodi
Marina Vallacco

Terza edizione
Strumento indispensabile per lo studio in classe, per lapprendimento autonomo o come
grammatica di riferimento, Grammathque terza edizione presenta in modo rigoroso e da un punto Grammatica contrastiva
di vista contrastivo le regole grammaticali, sintattiche e fonetiche della lingua francese.
per italiani
Grammathque terza edizione propone:

Grammathque
47 unit completamente riorganizzate in maniera da reperire facilmente gli argomenti. Ogni
argomento trattato in modo completo ed esauriente, attraverso una serie di punti che ne
rendono possibile luso a diversi livelli di approfondimento
una nuova unit sulle regole del francese familiare
differenze e parallelismi tra lingua francese e lingua italiana.

Altra opzione di vendita

Grammathque Grammathque exercices


+ CD audio/ROM
978-88-530-1030-8 978-88-530-1031-5

Questo simbolo identifica i libri di testo realizzati


in formato misto, ovvero cartaceo e digitale

Terza
edizione
CIDEB

Grammathque + Grammathque exercices

CIDEB
+ CD audio/ROM (indivisibili)
ISBN 978-88-530-1063-6-C

Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 1

Lidia Parodi

Grammathque
Marina Vallacco

Grammatica contrastiva
per italiani

Terza
edizione

Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 2

CIDEB La Casa Editrice certificata da

internet: www.blackcat-cideb.com in conformit alla norma UNI EN ISO 9001:2000


e-mail: info@blackcat-cideb.com per lattivit di Progettazione, realizzazione,
distribuzione e vendita di prodotti editoriali
(certificato n. 04.953)

Redazione: Marva Bernde, Cristina Spano


Progetto grafico: Nadia Maestri, Carla Devoto
Copertina: Nadia Maestri, Simona Corniola
Impaginazione: Carla Devoto
Coordinamento grafico: Simona Corniola
Illustrazione di copertina: Anna e Elena Balbusso

Art Direction: Nadia Maestri

Propriet letteraria riservata


2010 CIDEB Editrice, Genova
1a edizione: gennaio 2010
Printed in Italy

LEditore dichiara la propria disponibilit a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione.


Nel rispetto del DL 74/92 sulla trasparenza nella pubblicit, le immagini escludono ogni e qualsiasi possibile
intenzione o effetto promozionale verso i lettori.

Tutti i diritti riservati. Nessuna parte del materiale protetto da questo copyright potr essere riprodotta in
alcuna forma senza lautorizzazione scritta dellEditore.

Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro
pagamento alla SIAE del compenso previsto dallart. 68, comma 4, della legge 22 aprile 1941, n. 633.
Le riproduzioni ad uso differente da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non
superiore al 15% del presente volume, solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO Corso
di Porta Romana, 108 20122 Milano e-mail: segreteria@aidro.org; www.aidro.org.

Eventuali segnalazioni di errori o refusi e richieste di chiarimenti sulle scelte operate dagli autori e dalla Casa
Editrice possono essere inviate allindirizzo di posta elettronica della redazione.

Stampa: Stamperia Artistica Nazionale Trofarello, Torino

Ristampa: 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11
Anno: 2010 2011 2012 2013 2014 2015

Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 3

PREMESSA

Grammathque un testo di grammatica rivolto agli studenti italiani che desiderano intraprendere
uno studio approfondito delle strutture fondamentali della lingua francese.
Grammathque pu essere utilizzato a complemento di un qualunque corso di lingua o per attivit
di sostegno e recupero. Il testo destinato sia a studenti principianti, che desiderano avere un punto
di riferimento grammaticale, sia a studenti di livello intermedio o avanzato, che hanno bisogno di
approfondire o rivedere la grammatica francese.
Per favorire lapproccio e la consultazione, la terza edizione di Grammathque presenta una parte
teorica e una parte pratica, Grammathque exercices.

Grammathque
Il testo di teoria, pur mantenendo invariato il contenuto, stato interamente rivisto e riorganizzato
per poter reperire facilmente gli argomenti. Le unit sono 47, con laggiunta di ununit nuova sulla
grammatica del francese familiare.
Alla fine del volume si trovano:
alcune pagine di Annexes, in cui vengono trattati argomenti quali i faux amis, gli omofoni, i nomi
con due generi, i suffissi, i prefissi;
un dizionarietto del francese familiare, arricchito di nuove rubriche (le parole del francese
parlato, le sigle, le parole abbreviate, le espressioni idiomatiche);
le tavole di coniugazione dei principali verbi modello;
un indice analitico dettagliato che permette di reperire agevolmente i punti grammaticali trattati.

Per permettere uno studio autonomo, gli argomenti sono trattati in lingua italiana. Inoltre, grazie alla
chiarezza dellesposizione, al costante confronto con la lingua italiana e ai numerosi esempi con la
relativa traduzione, questa grammatica consente un apprendimento potenziato e consolidato. Un
efficace sistema di rimandi permette di correlare gli argomenti dando una visione pi completa della
lingua.
Lapprendimento non viene, quindi, inteso come un automatismo ma come il frutto di un processo
di interiorizzazione.
La successione degli argomenti segue una progressione linguistico-pedagogica che va dai pi semplici
elementi costitutivi della frase (larticolo, il nome, laggettivo) alla sintassi e allanalisi del periodo.
Ogni unit pu essere utilizzata in maniera flessibile, a seconda delle esigenze.

Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 4

Grammathque exercices
Grammathque corredato da un eserciziario, che sviluppa laspetto pratico dellapprendimento
della lingua. Grammathque exercices segue in modo rigoroso e graduale la progressione della parte
teorica.
Infatti, leserciziario mira allacquisizione, al consolidamento e al potenziamento delle conoscenze
linguistiche.
Lampio apparato di esercizi (trasformazione, completamento, traduzione, ecc.) di tipo strutturale
e comunicativo consente di svolgere le attivit anche a diversi stadi di apprendimento.
Per sottolineare la versatilit della lingua, numerose attivit traggono spunto da materiale autentico
(articoli, estratti di quotidiani e di riviste francesi).
Infine la nuova edizione si arricchisce di una nuovissima sezione, realizzata in collaborazione con la
casa editrice Garzanti, dedicata alluso del dizionario bilingue nella traduzione.
Un fascicolo contenente le soluzioni degli esercizi disponibile separatamente.

Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara


GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 5

INDICE

1 La fonetica 7 Il plurale
I. Lalfabeto 9 I. Regola generale 51
II. Lalfabeto fonetico internazionale II. Eccezioni 51
(A. P. I.) 10 III. Particolarit 53
III. Le regole di fonetica 11 IV. Plurale di categorie particolari 54

2 La divisione in sillabe, 8 Gli aggettivi invariabili


laccento, i segni ortografici I. Gli aggettivi composti 62
e la punteggiatura
II. Demi-, semi-, mi- e nu- 62
I. La divisione in sillabe 20
III. Gli aggettivi con valore avverbiale 63
II. Laccento 22
IV. Gli aggettivi di colore 63
III. I segni ortografici 24
V. Altri elementi grammaticali 64
IV. La punteggiatura 27
VI. Gli aggettivi sempre invariabili 64
3 Gli articoli
I. Larticolo determinativo 28
9 I possessivi
I. Gli aggettivi possessivi 65
II. Le preposizioni articolate 31
II. I pronomi possessivi 66
III. Larticolo indeterminativo 32
IV. Larticolo partitivo 33 10 I dimostrativi
I. Gli aggettivi dimostrativi 68
4 La forma negativa
II. I pronomi dimostrativi 69
I. Ne pas 36
III. I pronomi dimostrativi neutri 72
II. Altre forme negative 37
III. La negazione apparente 37 11 Ce/Il + tre
IV. Usi di non e pas 37 I. Uso di ce + tre 74
II. Uso di il + tre 77
5 La forma interrogativa
I. Le diverse forme interrogative 39 12 I pronomi personali
II. La forma interrogativa con I. I pronomi personali soggetto 78
gli avverbi interrogativi 40
II. I pronomi personali riflessivi 79
III. La forma interrogativa-negativa 41
III. I pronomi personali complemento
oggetto 80
6 Il femminile
IV. I pronomi personali complemento
I. Il femminile dei nomi 42
di termine 83
II. Il femminile delle professioni 46
V. I pronomi personali tonici 84
III. Il femminile degli aggettivi 47
VI. En e y 86
VII. I pronomi personali doppi 88

5
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 6

Indice

13 Gli aggettivi numerali 20 Gli ausiliari


I. Particolarit 92 I. Lausiliare avoir 133
II. I numeri e la matematica 95 II. Lausiliare tre 134
III. Lespressione della data 96 III. Osservazioni 135
IV. Lespressione dellora 98 IV. tre o avoir? 135
V. Lespressione dei pesi e delle misure 99 V. I semi-ausiliari 136
VI. I verbi tre e avoir 137
14 Il comparativo
I. Il comparativo di qualit 100 21 Lindicativo presente
II. Il comparativo di quantit 101 I. I verbi in -er (Io gruppo) 138
III. Il comparativo di azione 101 II. I verbi in -ir (IIo gruppo) 141
IV. Altre costruzioni comparative 102 III. I verbi in -ir, -oir, -re (III gruppo) 141
o

V. Osservazioni 102 IV. I verbi con una coniugazione


VI. Forme particolari di comparativo 103 particolare 148
V. Uso dellindicativo presente 149
15 Il superlativo
I. Il superlativo assoluto 105 22 Limperativo
II. Il superlativo relativo 105 I. Formazione 150
II. Limperativo negativo 151
16 I pronomi relativi III. La posizione dei pronomi personali
I. I pronomi relativi semplici 107 complemento 151
II. I pronomi relativi composti 109
23 Il participio passato
17 Gli interrogativi I. Formazione 152
I. Gli aggettivi interrogativi 110 II. Uso 154
II. I pronomi interrogativi 111 III. Laccordo 154

18 Gli indefiniti 24 Il passato prossimo


I. Gli aggettivi indefiniti 116 I. Formazione 158
II. I pronomi indefiniti 123 II. Osservazioni 159
III. Uso 160
19 Il paradigma dei verbi
I. I tre gruppi verbali 129 25 Limperfetto
II. I tempi 129 I. Limperfetto 161
III. Modello dei verbi del Io gruppo 130 II. Il trapassato prossimo 163
IV. Modello dei verbi del IIo gruppo 131
V. Desinenze dei verbi francesi 132
26 Il passato remoto
I. Formazione 164
II. Uso 167
III. Le forme composte 167

6
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 7

Indice

27 Il futuro 34 La forma passiva


I. Il futuro semplice 168 I. Generalit 195
II. Il futuro anteriore 170 II. Formazione 195
III. Il complemento dagente 196
28 Il condizionale
I. Formazione 171 35 I verbi pronominali
II. Uso 172 I. Generalit 198
III. Il condizionale passato 173 II. I verbi pronominali riflessivi 199
III. I verbi pronominali non riflessivi 200
29 Il participio presente, il grondif IV. Laccordo del participio passato 200
e laggettivo verbale
V. Verbi pronominali in italiano
I. Il participio presente 174 e in francese 201
II. Il grondif 175
III. Laggettivo verbale 177 36 Luso dei modi e dei tempi
I. Lindicativo in francese al posto del
30 Il congiuntivo congiuntivo in italiano 202
I. Il congiuntivo presente 179 II. Lindicativo presente in francese
II. Il congiuntivo imperfetto 181 al posto del futuro in italiano 205
III. Il congiuntivo passato 181 III. Il condizionale in francese
IV. Il congiuntivo trapassato 182 al posto del congiuntivo in italiano 205
V. Concordanza dei tempi 182 IV. Il condizionale presente in francese
al posto del condizionale passato
VI. Uso del congiuntivo 183
in italiano 206
V. Il congiuntivo presente in francese
31 Il ne expltif al posto del congiuntivo imperfetto
I. Uso dopo un verbo 188 in italiano 206
II. Uso dopo alcune locuzioni 189
III. Uso nelle proposizioni comparative 189 37 Lesclamazione
I. Con lintonazione 207
32 Linfinito II. Con laggettivo quel 207
I. I tempi 190 II. Con avverbi esclamativi 207
II. La forma negativa 190
III. Posizione nella frase 190 38 Lavverbio
IV. I diversi valori 191 I. Uso 209
V. Traduzione dellinfinito italiano 192 II. Avverbi e locuzioni avverbiali 209

33 I gallicismi 39 Le preposizioni
I. Il pass rcent 193 I. Generalit 217
II. Il prsent continu 193 II. Principali locuzioni prepositive 228
III. Il futur proche 194 III. Espressioni contenenti preposizioni
IV. Tabella riassuntiva 194 in francese o in italiano 229

7
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_Intro_p1-8_Layout 1 23/11/09 09:55 Pagina 8

Indice

40 La condizione e lipotesi 44 La concessione e lopposizione


I. Con lindicativo 231 I. Proposizioni 242
II. Con il congiuntivo 232 II. Traduzione di per quanto 244
III. Con il condizionale 232
IV. Con linfinito 233 45 Le espressioni di tempo
V. Con il grondif 233 I. Preposizioni e locuzioni prepositive 246
VI. Con le preposizioni/locuzioni II. Avverbi e locuzioni avverbiali 247
+ sostantivo 233 III. Le congiunzioni di subordinazione 248

41 La causa 46 Il discorso indiretto


I. Generalit 234 I. I tre tipi di frasi 250
II. Preposizioni e locuzioni prepositive 234 II. Passaggio dal discorso diretto
III. Locuzione avverbiale 235 al discorso indiretto 251
IV. Congiunzioni 235
47 La grammatica
del francese parlato
42 La conseguenza
I. Modifiche ortografiche e fonetiche 257
I. Locuzioni di subordinazione 237
II. Caratteristiche grammaticali 257
II. Congiunzioni di subordinazione 237
III. Altri modi per esprimere
la conseguenza 238

43 Lo scopo Annexes 259


I. Preposizioni o locuzioni prepositive 239
Petit dictionnaire du franais parl 268
II. Congiunzioni di subordinazione 240
III. Infinito 241 Verbi 274
IV. Proposizioni con il congiuntivo 241 Indice analitico 310

8
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 9

UNIT
La fonetica

I. Lalfabeto
Lalfabeto francese ha 26 lettere.
A, a B, b C, c D, d E, e F, f G, g H, h I, i
[a] [be] [se] [de] [] [f] [e] [a] [i]
J, j K, k L, l M, m N, n O, o P, p Q, q R, r
[i] [k] [l] [m] [n] [o] [pe] [ky] [r]
S, s T, t U, u V, v W, w X, x Y, y Z, z
[s] [te] [y] [ve] [dublve] [iks] [irk] [zd]

Le lettere dellalfabeto francese sono di genere maschile. Conoscere lalfabeto permette di chiarire come si
scrive una parola in caso di dubbio. Compitare una parola (cio farne lo spelling) si dice peler. Per
chiedere come si compita una parola si dice:
Vous pouvez peler, sil vous plat ? / Tu peux peler, sil te plat ?

F Saper compitare una parola molto utile, soprattutto al telefono.


I In questi casi in francese si fa riferimento ad una lista di nomi propri, cos come in italiano si fa di
solito ricorso a nomi di citt (A come Ancona, ecc.).

Ecco i nomi propri convenzionalmente usati in francese.


A comme Anatole N comme Nicolas
B " Berthe O " Oscar
C " Clestin P " Pierre
D " Dsir Q " Quimper (citt)
E " Eugne R " Raoul
E " mile S " Suzanne
F " Franois T " Thrse
G " Gaston U " Ursule
H " Henri V " Victor
I " Irma W " William
J " Joseph X " Xavier
K " Klber Y " Yvonne
L " Louis Z " Zo
M " Marcel

9
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 10

La fonetica

II. Lalfabeto fonetico internazionale (A.P.I.)

Vocali Consonanti
Simbolo A.P.I. Esempio Trascrizione Simbolo A.P.I. Esempio Trascrizione
[a] banane [banan] [b] baguette [bat]
[] pte [pt] [d] deux [d]
[e] cit [site] [f] famille [famij]
[] pre [pr] [] grand [ra ]
[] de [d] [l] lit [li]
[i] pari, cycle [pari] [sikl] [m] mer [mr]
[o] rose [roz] [n] numro [nymero]
[] note [nt] [p] port [pr]
[] peu [p] [k] qualit [kalite]
[
] fleur [fl
r] [r] radio [radjo]
[u] tout [tu] [s] sac [sak]
[y] tu [ty] [t] trop [tro]
[] enfant [f] [v] verre [vr]
[ ] fin [f ] [z] zro [zero]
[ ] maison [mz ] [] chat [a]
[

] un [

] [] jardin [ard ]
[ ] ligne [li ]
[] parking [parki ]

Semivocali
[j] yeux [j]
[w] oui [wi]
[y] huile [yil]

N.B. I simboli fonetici internazionali che indicano la pronuncia vengono convenzionalmente riportati tra
parentesi quadra ([ ]).

F In francese le parole si scrivono in modo diverso da come si pronunciano. A un suono possono,


I cio, corrispondere diverse grafie. Questo rappresenta una delle principali difficolt
nellapprendimento della lingua. Esistono, tuttavia, regole di fonetica che permettono di acquisire
una pronuncia perfetta.

10
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 11

La fonetica

III. Le regole di fonetica


Con il termine regole di fonetica si indicano tutti i casi in cui a uno stesso segno grafico (cio una o pi
lettere scritte) corrisponde sempre una stessa pronuncia: ad esempio, oi si pronuncia [wa].

A Le vocali
1 Le vocali

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


a [] lunga 1: vase, pte
[a] breve 1: ami, bar, mal, patte, va
e [-] non pronunciata in finale di
parola: Italie, madame, rue, Sophie
sillaba allinterno di parola: compltement, boulevard,
samedi, petit 2
[] muta
in finale di sillaba 3: degr, entreprise, mercredi
nei monosillabi ce, de, le, je, me, ne se, te
[] aperta
allinterno della sillaba se seguita da due consonanti o x:
excs, mettre, nouvelle
in finale di sillaba, con accento grave (`) o circonflesso (^):
mre, rve, tte
[e] chiusa
in finale di sillaba o di parola, con accento acuto (): libert,
galit, posie
allinterno della sillaba des 4: descendre, dessin, dessert
di solito nei monosillabi ces, des, les, mes, ses, tes 5
i, y [i] ami, Paris, rti, vite, abme, cycle, stylo
o [o] chiusa: pot, cte, mme, photo, htel 6
[] aperta: fort, port, poste, or, photo
u [y] mur, surtout, tu, sr

1 Sono dette anche a posteriore [] e a anteriore [a].


2 In alcune parole, come petit [p()ti], la pronuncia della e facoltativa.
3 La e si pronuncia di solito []:
quando c una serie di consonanti difficilmente pronunciabili: appartement [apartm ];
davanti a l, m, n, r seguite dalla semiconsonante [j]: atelier [atlje].
4 il caso di des + consonante, tranne dessus [d()sy] e dessous [d()su].
5 Alcuni linguisti danno la pronuncia di questi monosillabi aperta.
6 In alcune parole, come htel, la o pu essere chiusa o aperta.

11
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 12

La fonetica

2 I gruppi di vocali

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


ai [e] chiusa: laisser
[] aperta: faire 7
au, eau [o] chiusa: eau, beau, cause
[] aperta: augmenter
ei [e] chiusa: renseigner
[] aperta: reine, treize
eu 8, u [] chiusa: eux, chanteuse, peu, vendeuse, vu
[
] aperta (prima di f, l, n, r, v): heure, jeune, neuf, seul, veuve
ou [u] tout, mou, fou, debout
oi [wa] moi, toi, trottoir Eccezione: oignon [ ]
ui [i] cuire, lui, puis
ay 9 [ei] pays, paysage
[ej] payer
[i] payant Eccezioni: Bayonne [bajn], Cayenne [kajn]
ey 9 [ej] Asseyez-vous ! Eccezione: Audrey 10 [odre]
oy [wa] voyage 9
uy [ij] appuyer Eccezione: puy 11 [pi]

3 Le vocali nasali
Si chiamano vocali nasali le vocali o i gruppi di vocali che, seguiti dalla consonante m o n,
costituiscono con questa una sola sillaba 12.
Grafia Simbolo A.P.I. Esempio
am, an, [] ambassade, enfant
em, en emploi, vent
aen, aon Caen, paon
Eccezioni: finali in [n] e [ ]
abdomen [abdmn] europen [rpe]
cyclamen [siklamn] examen [zam]
dolmen [dlmn] lycen [lise]
gluten [lytn] mditerranen [meditrane]
spcimen [spesimn] moyen [mwaj]

7 Nella coniugazione di faire, ai si pronuncia [] quando seguito da s: nous faisons [fz ] (indicativo presente),
nous faisions (indicativo imperfetto) e faisant [fz] (participio presente).
8 Nelle forme della coniugazione del verbo avoir, eu si legge sempre [y] perch la e muta: jeus, jai eu
9 La y si pronuncia come se fosse costituita da due i.
10 Si pronuncia anche [e] nelle parole straniere: hockey, volley, Mickey (Topolino), Walt Disney
11 Vengono chiamate puy le vette del Massif central.
12 Come in italiano, la p e la b sono di solito precedute dalla m. Eccezione: bonbon.

12
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 13

La fonetica

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


im, in [ ] important, fin
ym, yn thym, syndicat
aim, ain faim, pain
eim, ein Reims [rs], plein
om, on [ ] tomber, coton
um, un [

] parfum, chacun
Eccezioni: aquarium, maximum, minimum, plantarium,
podium, rhum 13
oin [w ] loin, moins
yen, ien 14 [j ] citoyen, doyen, libyen, moyen
bien, italien, je viens, je viendrai, je tiens

Non c suono nasale quando:


la m o la n sono seguite da e muta o da vocale.
fin/fine [fin] moine [mwan] prune [pryn] Rome [rm] abme [abim]
panorama [panrama] fini [fini] menu [mny] casino [kazino]
quando la m e la n sono doppie e seguite da e muta o da una vocale.
pomme [pm] paysanne [peizan] Vienne [vjn]
Eccezioni: ennui [
nyi], sennuyer [s
nyije], emmener [
m(e)ne], emmagasiner [
maazine]

At tenzione! Alcune parole hanno una pronuncia irregolare.


femme [fam] solennel [slanl] e i suoi derivati

B Le consonanti
1 Le consonanti, i gruppi di consonanti e i gruppi di consonanti + vocali
In francese le consonanti doppie vengono pronunciate come consonanti semplici. Le consonanti
che non sono elencate si pronunciano come in italiano.
Grafia Simbolo A.P.I. Esempio
c + a, o, u [k] calme, cte, curiosit
Eccezione: second [s() ] e derivati: seconde [s() d]
au, ai, cause, caisse
oi, ou coin, cousin
ue, ui vacuer, biscuit

13 um in finale si pronuncia [m] in alcune parole, generalmente uguali al latino.


14 ien si pronuncia [j ] in finale di parola e nelle voci dei verbi venir e tenir.

13
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 14

La fonetica

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


c + e, i, y [s] mince, ici, cycle
ea, ei, eu pinceau, ceinture, ceux
ia, ie social, acier
+ a, o, u [s] amorage, leon, reu
cc + a, o, u [k] saccager, raccord, occuper
ou raccourcir
cc + e, i [ks] accs, occident
ch, sch [] chercher, psychique, chat, goulasch
tch [t] tchador, tchque
ch 15 [k] chaos [kao], Munich, Michel-Ange 16, munichois,
orchestre, orchide, psychiatre, psychologie,
Zurich, zurichois
ch + consonante [k] Christ [krist] , Jsus-Christ [ezykri], technique
Eccezione: fuchsia [fyja]
g + a, o, u [] garage, gorge, Gustave
ai, au portugais, gauche
oi, ou angoisse, gourmand, langouste
ue, ui bague, langue, dguisement
g + e, i, y [] sage, girafe, gymnastique
ea, eo, o, eu dcourageant, nous mangeons, gographie,
largeur
ie allergie
iai, eai, eoi stagiaire, je mangeais, bourgeois
gg + l, r [] agglomration, aggravation
gg + e [] suggrer
gu + vocale [] langue, guitare, guerre, ambigu
[yi] aiguille, linguistique, ambigut, contigut
h muta hrone, hroque, histoire, homme, htel
h aspirata 17 hache, hardi, havre, haie, harem, henn, haine,
hareng, hros 18, har, haricot, htre, hall, hasard,
Hollande, hamac, haschich, hollandais(e),
hameau, haut, homard, handicap, hauteur, honte
h tra due vocali: le vocali cahier [kaje], chahut [ay]
si leggono separatamente

15 Le parole con questo suono di solito derivano dal greco.


16 Di solito, per, Michel si pronuncia [mil].
17 Contrariamente a quanto accade in altre lingue, in francese la h non si pronuncia mai. Le definizioni di h muta e
h aspirata servono a differenziare una h che si comporta come una vocale (= h muta, es. lhomme, lhistoire)
dallaltra h che si comporta come una consonante (= h aspirata, es. le haricot). Con la h aspirata non si pu n
apostrofare larticolo, n fare la liaison. Generalmente, nella trascrizione fonetica sul dizionario, la h aspirata viene
indicata con un segno simile a un apostrofo o a un asterisco p. 267 .
18 I derivati di hros hanno la h muta (hrone, hroque, ecc.).

14
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 15

La fonetica

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


j [] je, jardin
k [k] kilo
ll preceduta da i [ij] (suono mouill) fille, Vintimille, Camille, camomille
[il] ville, tranquille, mille, million, millier, milliard
l, ll preceduta da ai [aj] travail, travailler
ei [j] pareil, ensoleill
eui, uei [
j] seuil, feuille, accueil, accueillir
oui [uj] fenouil, rouille, brouillon, grenouille
ill + , e, o, i, u allinizio [il] illgal, illettr, illogique, illimit, illusion
di una parola
p talvolta muta se baptme, baptistre, les fonts baptismaux,
seguita da t sept, compte, dompter, sculpture
Eccezioni: septembre [spt
br] , septennat,
aseptiseur, prsomption
ph [f] photo
qu + vocale [k] qui, que, quatre, quelquun, queue
[kw] quation, quateur, aquarelle, quadrupde,
quadrimestre Eccezione: le Quirinal [kyirinal]
qu + oi [kw] quoi, pourquoi
s
allinizio di una parola [s] soir
allinterno di
una parola + consonante tourisme, esprit, Isral
quando doppia russe
davanti a b e v sbire, svelte
tra due vocali [z] ruse, rose, case
sc + e, i [s] scne, disciple
ie science
Eccezione: fascisme [faism] o [fasism]
sc + a, o, u [sk] escale, scolaire, sculpteur
ou scout
th [t] bibliothque
ti + vocale [sj] motion, spatiale
[si] dmocratie, calvitie, bureaucratie
[tje] amiti, piti
[ti] amnistie, garantie
w 19 [w] walkman [wlkman], wallon(ne), western, kiwi
Eccezioni: wagon [va], W.-C. [vese]

19 Si tratta soprattutto di parole di origine anglosassone.

15
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 16

La fonetica

Grafia Simbolo A.P.I. Esempio


x [z] dixime, sixime p. 91
fra e e a, e, i, o, u [z] exagrer, exercice, exiger, exonrer, exulter
fra a e a, e, i, o [ks] taxation, axe, taxi, klaxon
fra o e a, e, i paradoxal, boxe, toxique
fra u e a, e, i luxation, luxe, auxiliaire
x + consonante [ks] prtexte
z [z] quinze, zro

2 Le consonanti finali e i gruppi finali di consonanti e vocali


Consonanti che non si pronunciano in finale di parola
In linea di massima le consonanti d, p, s, t (che ritroviamo nella parola deposito), g, x e z, in finale
di parola non si pronunciano.
]
grand [r trop [tro] prs [pr] tout [tu] bourg 20 [bur]
beaux [bo] nez [ne]
Di solito la c e la g sono mute in finale di parola dopo una nasale.
long [l
] sang [s
] banc [b
] blanc [bl
]

Eccezioni
d si pronuncia nelle parole David, Madrid, sud
N.B. Quando si fa la liaison la d si pronuncia [t].
un grandami [
r tami] p. 18, C, 1 .
g si pronuncia
nelle parole di origine straniere ping-pong [pip]
quando preceduta da una vocale airbag, goulag, (san)tiag 21, touareg
quando la parola abbreviata mag(azine), (san)tiag
p si pronuncia nelle parole cap, handicap, stop
s si pronuncia
nelle parole autobus, albatros, bus, express, hlas, mas,
mars, oasis, ours, sens, tennis, tous (pronome)
At tenzione! fils [fis] = figlio / figli
Ma: fils [fil] = fili
in alcune parole di origine anglus, humus, prospectus, cosinus,
latina che terminano in -us lapsus, terminus, eucalyptus, plus (a volte),
virus
in alcuni nomi propri Calvados, Damas, Marius, Clovis, Frjus,
Tunis
N.B. Quando si fa la liaison la s si pronuncia [z].
lesamis [lezami] p. 18, C, 1 .

20 La g muta in bourg e tutti i suoi derivati: Strasbourg, Luxembourg, Fribourg, Saint-Ptersbourg


21 La parola santiag, in italiano camperos, spesso abbreviata in tiag.

16
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 17

La fonetica

t si pronuncia
nelle parole correct, direct, tact, exact, contact, transit,
dficit, huit, granit, Est (punto card.), Ouest,
net, sept, brut
in alcuni nomi propri Brest, Proust, Bucarest, Faust
At tenzione! Christ [krist]
Ma: Jsus-Christ [ezykri]
facoltativamente in but, aot, en fait, au fait 22
x si pronuncia
[s] nelle parole dix, six
[ks] nelle parole larynx, onyx, pharynx, sphinx
in alcuni nomi propri Aix, Flix, Alix, Oblix
N.B. Quando si fa la liaison la x si pronuncia [z].
dixans [diz].
z si pronuncia [z] nelle parole gaz, Suez Ma: Metz [ms]

Consonanti che si pronunciano in finale di parola


Le consonanti finali f, c, l, r (che ritroviamo nella parola focolare) si pronunciano abitualmente in
finale di parola.
chef [f] lac [lak] ciel [sjl] pour [pur]

Eccezioni
c muta
se preceduta da n banc, blanc, flanc, franc, il vainc, tronc
(cio dopo una nasale) Ma: zinc [z
]
nelle parole escroc, estomac, porc, tabac
f muta nelle parole bufs (al plurale), cerf, chef-duvre, nerf,
ufs (al plurale)
N.B. Quando si fa la liaison con le parole ans,
heures, e hommes la f si pronuncia [v].
neufans [n
v ], neufheures [n
v
r].
l muta
nelle parole fusil, gentil, outil, persil, sourcil
nei gruppi finali auld, ault La Rochefoucauld, Perrault, Renault
r er si pronuncia [e] nelle parole chanter (finale dei verbi in -er), dernier, grenier,
parler, pommier
[r] nelle parole amer, cher, divers, envers, fer, fier, hier, hiver,
mer, super, tiers, () travers, univers, ver, vers

22 La t si pronuncia nella parola fait solo nella lingua familiare.

17
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:24 Pagina 18

La fonetica

Altre finali
b muta nelle parole plomb, aplomb
ed si pronuncia [e] nella parola pied.
si pronuncia [d] nelle parole bled, Alfred.
ent ha suono nasale [
] in finale di sostantivo, aggettivo o avverbio: agent, lent, lentement
muta nelle desinenze verbali: ils parlent, ils parlaient, quils parlent
es muta tranne che nei monosillabi in cui si pronuncia [e]: ces, des, les, mes, ses, tes
et si pronuncia [] in finale di sostantivo o aggettivo: guichet, grassouillet
ez si pronuncia [e] nelle desinenze verbali: vous parlez, que vous parliez

C Il legamento
Fare il legamento (la liaison) significa pronunciare la consonante finale di una parola insieme alla
vocale o la h muta della parola seguente. Si ricorda, invece, che detta consonante muta se la parola
viene pronunciata da sola.
nous [nu] nousavons [nuzav] ils [il] ilsont [ilz]
petit [p()ti] petithomme [p()titm] ces [se] cesenfants [sez f
]
Quando ci sono pi consonanti in finale di parola la liaison si fa con lultima consonante.
centans [s t
] quatre-vingtsans [katrvz ] de tempsen temps [d()t z
t
]

1 Come si fa la liaison?
Quando si fa la liaison la consonante finale si pronuncia:
[z] se la parola termina in s o x.
les [le] lesamis [lezami] deux [d] deuxans [dz
]
des [de] desheures [dez
r] mes [me] mesenfants [mez
f
]
[t] se la parola termina in d.
grand [r ] grandamour [rtamur]
quand [k ] quandil mange [k
tilm
]
[r] anzich [e] se la parola termina in er 23.
premieramour [prmjramur] derniertage [drnjreta]
Se la parola termina con una nasale la m o la n si pronunciano.
bon [b] bonargument [bnarym ]

2 Liaison obbligatoria
La liaison si fa sempre:
tra un determinante (articolo determinativo, indeterminativo, aggettivo dimostrativo, numerale,
indefinito, possessivo, ecc.) e un nome o tra un aggettivo e un nome.
lesenfants ces bonsamis de vieuxordinateurs

23 Vengono spesso pronunciati come il loro equivalente femminile.

18
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 19

La fonetica

tra un pronome personale o on e il verbo, nonch tra un pronome personale o on e en, y.


Noustudions. Onarrive. Vousen voulez. Ony va.
tra il verbo e i pronomi on, en, y o i pronomi personali il, elle, ils, elles.
Dit-on. Prends-en ! Vas-y ! Disent-ils.
tra cest e una preposizione, un aggettivo, un articolo indeterminativo o un pronome tonico.
Cestavec moi. Cestintressant. Cestun chat. Ce sonteux.
tra un avverbio e il termine cui si riferisce.
Il est trsnerv.
tra le preposizioni avant, devant, pendant, dans, ds, sans, chez, sous e il termine cui si
riferiscono.
chezelle sousune chaise

3 Liaison facoltativa
La liaison facoltativa, ma si fa molto spesso:
dopo quand e dont.
Quandil vient Le film dontil parle.
tra il verbo e il nome o laggettivo che lo segue.
Il estarchitecte. Elle estheureuse.
tra lausiliare alla 3a persona e il participio passato.
Il estall Paris. Elle avaitappel.
con pas, plus, jamais seguiti da vocale.
Il nest pasencore arriv. Il nhabite plusici. Ils nont jamaiscrit.

4 Liaison scorretta
La liaison non si pu fare:
dopo la -s finale di un nome al plurale seguito da un verbo.
Nos amis ont tlphon. Ces enfants aiment le chocolat.
davanti ai nomi che iniziano per h aspirata.
des hros
con la congiunzione et e nelle parole citate come tali.
Paul et Isabelle Vingt et un Dans attendre , il faut mettre deux t .
dopo la consonante finale di un nome al singolare, quando essa non si pronuncia nel nome isolato.
un temps agrable
dopo la s interna del plurale dei nomi composti.
des vers soie
davanti a taluni aggettivi numerali: un, huit, huitime, onze, onzime.
Nous sommes onze.
dopo la 2a persona singolare dellindicativo presente e del congiuntivo presente, quando il
verbo termina in -es.
Tu restes en classe.

19
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:26 Pagina 20

UNIT
La divisione in sillabe, laccento, i segni
ortografici e la punteggiatura

I. La divisione in sillabe
A Regole generali
La divisione in sillabe avviene generalmente come in italiano.
Quando c una sola consonante tra due vocali la parola si divide prima della consonante.
cli - mat cli - ma

Quando c una doppia consonante la prima appartiene alla sillaba precedente, la seconda a quella
seguente.
of - fre of - fer - ta
mes - sa - ge mes - sag - gio
som - me som - ma

Lo stesso accade se le due consonanti sono diverse.


fer - me fer - mo (col significato di saldo, compatto)
tor - ve tor - vo

At tenzione! Quando la e seguita da una doppia consonante non pu essere


accentata poich non si trova in finale di sillaba, anche se si pronuncia [e] o [].
bel - le [bl] mouet - te [mwt]

B Particolarit
1 I gruppi di consonanti inseparabili
I seguenti gruppi di consonanti sono inseparabili.
ch pch p - ch
chercher cher - cher
technique tech - ni - que
gn rgner r - gner
Ma: diagnostic diag - nos - tic
stagnation stag - na - tion
ph philosophe phi - lo - so - phe
th mathmatiques ma - th - ma - ti - ques

Due consonanti sono, inoltre, inseparabili se la prima non r o l e la seconda r o l.


pou - tre ci - ble ai - gle trou - ble Ma: par - ler
N.B. I seguenti gruppi di consonanti sono, pertanto, inseparabili: bl, br, cl, cr, dr, fl, fr, gl, gr, pl,
pr, tr, vr.

20
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 21

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

2 Le consonanti consecutive
Quando vi sono tre consonanti consecutive, si divide tra la seconda e la terza, purch non ci siano
due consonanti inseparabili.
comp - ter domp - teur Ma: cher - cher

At tenzione! Se la terza consonante una r o una l si divide tra la prima e la seconda.


ar - bre con - trat exem - ple com - plet

Quando ci sono tre consonanti, di cui due uguali, la sillaba si divide tra le doppie.
at - tri - buer af - fron - ter
Quando ci sono quattro consonanti si divide dopo la seconda purch non ci siano due consonanti
inseparabili.
ins - truc - tion Ma: ar - thro - se

3 La s impura, la x e ct
In francese la s impura, cio la s seguita da una consonante, appartiene sempre alla sillaba che
precede, mentre in italiano appartiene alla sillaba che segue.
pis - tou pe - sto res - tau - rant ri - sto - ran - te
La x appartiene sempre alla sillaba che precede. Se si trova tra due vocali non pu essere separata
da queste.
tex - te exa - men
La c seguita da t appartiene alla sillaba precedente.
di - rec - teur rec - tan - gu - laire

At tenzione! Quando la e seguita da una s impura, da una x o da ct non pu essere


accentata poich non si trova in finale di sillaba, anche se si pronuncia [e] o [] 1.
mes - se des - sin des - cen - dre
exercice bes - tio - le di - rec - tion

4 I gruppi di vocali
Cos come accade per la x, non si pu dividere una parola n prima n dopo la y se questa
preceduta e seguita da vocali.
royau - me pay - sa - ge
I gruppi di vocali restano a far parte di ununica sillaba.
beau - coup oc - ca - sion th - tre (nonostante laccento acuto)

1 Tuttavia, la e si pronuncia [] se fa parte del prefisso re- (che diventa res- davanti a una parola che comincia per s):
ressource, se ressaisir, ressac

21
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:26 Pagina 22

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

II. Laccento
A Laccento tonico
In francese laccento tonico cade solitamente sullultima sillaba. Nelle parole che terminano con una
finale muta (e, es, ent) laccento tonico cade sulla penultima sillaba o, comunque, sulla vocale che
precede la finale muta.

Ultima sillaba accentata Penultima sillaba accentata (finale muta)


panorama photo Rome tu tudies ils parlent
climat absolu Londres il tudie ils parlaient
oubli parler vue ils tudiaient mre
Paris pied il parle
dpt guichet

F Da quanto detto sopra si deduce che in francese, a differenza dellitaliano, le vocali


I a, i, o e u in finale di parola si pronunciano accentate senza che ci sia laccento grafico.
papa in italiano pap menu in italiano men
casino in italiano casin lundi in italiano luned
Tali accenti, infatti, sarebbero superflui.
Si trovano, per, accenti in finale di parola sulla e e, raramente, sulla a e sulla u.
cur parl dj l cr d

B Laccento grafico
In francese esistono tre tipi di accento.
laccento acuto [] suono chiuso sulla e parl [e]
laccento grave [`] suono aperto sulla e pre []
laccento circonflesso [] suono aperto sulla e fte []
[] suono chiuso sulla o cte [o] diverso da cote []

Gli accenti cambiano la pronuncia della e e della o, mentre sulle altre vocali essi aiutano semplicemente
a distinguere una parola da unaltra, oppure non hanno nessuna influenza sulla pronuncia n sul
significato della parola.
In alcune parole laccento circonflesso indica che il suono della vocale lungo.

Ecco alcuni esempi di accenti situati sulle vocali.


Vocale Accento acuto Accento grave Accento circonflesso
a l, voil, dj, pte [pt] (a allungata)
diverso da patte [a]
e parl [parle] mre [mr] tte [tt]
i le, abme
o Cme, cte
u o sr, aot

22
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 23

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

1 La e accentata
La e pu essere accentata:
solo in finale di sillaba.
respect res - pec - t cinma ci - n - ma vrit v - ri - t
mre m - re ttu t - tu
tranne che:
in alcune parole che finiscono per es o et.
prs succs dcs ds fort intrt arrt
nelle finali di un sostantivo al singolare.
arrive
nelle finali di un sostantivo al plurale.
possibilits
nel participio passato al femminile e al plurale dei verbi in -er.
mange mang(e)s

2 Laccento acuto
La e con laccento acuto pu essere presente solo in finale di sillaba oppure davanti a una e o una
s in finale di parola.
v ri - t r us - sir (laccento divide il dittongo eu)
arrive difficults mangs cre

La e con laccento acuto ha il suono [e].


N.B. Accade, per, che la e abbia questo stesso suono anche se non accentata. Ci possibile
solo se la e non in finale di sillaba, ma si trova tra due consonanti o tra vocale e consonante.
nez les - si - ve pied

3 Laccento grave
La e prende laccento grave quando in finale di sillaba e nella sillaba seguente vi una e muta.
m - re cr - me je con - si - d - re
I verbi come considrer, celer e cder p. 139, E .

Fanno eccezione alcune parole che terminano per es.


ds procs progrs succs

At tenzione! Talvolta si pu trovare una e con laccento acuto davanti a una sillaba con e muta.
m - de - ci-ne cr - me - rie je con - si - d - re - rai

La e con laccento grave ha il suono [].


N.B. Accade, per, che la e abbia questo suono anche senza che vi sia laccento grave. Questo avviene
quando la e si trova tra due consonanti allinterno di una sillaba o tra una vocale e una
consonante.
fer - me res - tau - rant mer r - el
ma - nu - el in - dus - tri - el ac - tu - el

23
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 14:31 Pagina 24

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

Laccento grave sulla a e sulla u non cambia la pronuncia ma aiuta a distinguere due parole.
a 3a persona singolare del verbo avoir preposizione
ou congiunzione di coordinazione o pronome relativo o avverbio

4 Laccento circonflesso
Laccento circonflesso presente soprattutto nelle parole in cui, nellevoluzione della lingua, caduta
una s. Essendo anche litaliano una lingua di origine latina, in italiano c spesso una s dove in
francese c un accento circonflesso.
tte testa conqute conquista fte festa
tempte tempesta abme abisso cte costa

Anche laccento circonflesso si mette soltanto in finale di sillaba, eccetto in alcune parole che
terminano in et: fort arrt

Laccento circonflesso si trova inoltre sulla:


o dei pronomi possessivi.
le ntre le vtre
vocale della penultima sillaba delle due prime persone plurali del passato remoto (pass simple).
Nous arrivmes. Vous arrivtes.
vocale dellultima sillaba della 3a persona singolare del congiuntivo imperfetto.
quil prt quil aimt
i dei verbi in -atre o -otre quando questa seguita da t.
Il connat. Il connatra.

Laccento circonflesso serve a distinguere tra loro gli omonimi.


du preposizione articolata d participio passato di devoir Ma: due (f.)
sur preposizione sr aggettivo
mur sostantivo mr aggettivo
cru participio passato di croire cr participio passato di crotre Ma: crue (f.)

In alcune parole laccento circonflesso indica che il suono della vocale lungo.
pte [pt] anzich patte [pat] p. 11, III, A, 1 .

III. I segni ortografici


A La cediglia
La cediglia (la cdille) un segno [ ] che la c prende davanti alle vocali a, o, u per mantenere il
suono [s].
a faon reu

24
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 25

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

B La dieresi
La dieresi (le trma) un segno [ ] che si pone solitamente nei dittonghi sulle vocali e, i, u e indica
che le due vocali si pronunciano separatamente.
Nol goste mas naf Sal
In questi casi la dieresi ha la stessa funzione dellaccento acuto o della lettera h tra due vocali.
russir runion cahier chahut

La dieresi serve anche per formare il femminile di certi aggettivi perch permette di mantenere il suono
dellaggettivo maschile p. 49, III, B, 1 .
aigu [ey] aigu [ey] ambigu [biy] ambigu [ biy]
exigu [eziy] exigu [eziy] contigu [k
tiy] contigu [k
tiy]

C Lapostrofo
Lapostrofo (lapostrophe) indica lelisione delle vocali a, e, i davanti a vocale o h muta.
1 Elisione della a
Si elide la a dellarticolo e del pronome personale complemento la.
lamie llve lide lharmonie je lai vue

2 Elisione della e
Si fa lelisione
nei seguenti monosillabi che terminano per e muta: le, ne, de, que, je, me, te, se.
lami je naime pas les sports dhiver quil en soit
jhabite quoi je mappelle, tu tappelles, il sappelle

F Contrariamente a quanto accade in italiano larticolo indeterminativo femminile


I singolare une non si apostrofa mai.
une arche unarca une amie unamica

nelle parole jusque, lorsque, puisque, quoique, quelquun, quelquune.


jusquici lorsquil a tlphon
puisquelle le veut quoiquils affirment
della e di ce davanti al verbo tre.
Cest

3 Elisione della i
La i si elide nella congiunzione si davanti a il e ils. Non si elide davanti a elle, elles, on o davanti
a nome che inizia per vocale.
sil/sils Ma: si elle/si elles si on 2 dcide si Isabelle

2 Nel registro soutenu on preceduto da l (eufonica) per rendere pi elegante la pronuncia.


Si lon veut

25
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 26

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

4 Casi in cui non si mette lapostrofo


Non si mette lapostrofo davanti:
a una parola che inizia per consonante o h aspirata p. 267 .
le bois la musique la harpe le hibou
alle parole che iniziano con le semivocali y [j] e w [w].
le yoga le yaourt le week-end le whisky
agli aggettivi numerali un, huit, onze, huitime (m. e f.) e onzime (m. e f.).
Le numro gagnant est le un. Il numero vincente luno.
Le locataire du huit (de lappartement n 8) Linquilino del numero 8.
Nous sommes le onze. Ne abbiamo undici.
Cest la huitime fois que je viens ici. lottava volta che vengo qui.

D Il trattino
Il trattino (le trait dunion) si usa:
con molti nomi composti.
un hors-duvre un pot-au-feu
dopo
la parola Saint nei nomi di citt, vie, chiese, feste
rue Saint-Denis la Saint-Nicolas
non-, presque-, quasi- nelle parole composte.
la non-activit la presque-neutralit un quasi-dlit
demi-, mi-, semi- nelle parole composte p. 62, II .
une demi-heure la mi-mai une semi-remorque
tra
il verbo e il pronome personale soggetto nelle frasi interrogative con inversione del soggetto.
O est-il ? Que veux-tu ?
il verbo allimperativo e il pronome personale.
Vas-y ! Prends-en ! Prte-les-lui !
un pronome personale e laggettivo mme.
toi-mme elles-mmes
con gli aggettivi numerali inferiori a cento per unire le decine e le unit.
trente-trois trois cent vingt-deux
N.B. Il trattino non si usa con i numeri in cui decine e unit sono unite dalla congiunzione et.
trente et un quarante et un
prima e dopo ci e l.
ce livre-ci ci-joint celui-l l-bas

26
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 09/12/09 12:27 Pagina 27

La divisione in sillabe, laccento, i segni ortografici e la punteggiatura

IV. La punteggiatura
La punteggiatura (la ponctuation) viene utilizzata per distinguere, a seconda del senso, le frasi e le parti
di una frase e indica le pause da fare nel corso della lettura.

Punteggiatura Simboli della punteggiatura


le point .
les points de suspension
le point dexclamation !
le point dinterrogation ?
les parenthses ()
les crochets []
les guillemets
la virgule ,
le point-virgule ;
le tiret 3
les deux points :

Ecco alcune espressioni usate durante un dettato.


la ligne ouvrir/fermer les guillemets
a capo aprire/chiudere le virgolette
entre parenthses ouvrir/fermer la parenthse
tra parentesi aprire/chiudere la parentesi

Anche in informatica si usano certi simboli di punteggiatura.

trois w www
arobas(e) @
slash [sla] /
double slash //
le signe moins -
le tiret bas ou underscore _

3 Il tiret indica la lineetta nella punteggiatura. Il trattino (trait dunion) invece si usa per unire le parole composte
p. 26 .

27
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 28

UNIT
Gli articoli
In francese esistono tre tipi di articoli: larticolo determinativo (larticle dfini), larticolo indeterminativo
(larticle indfini) e larticolo partitivo (larticle partitif).
Larticolo precede il nome con il quale concorda in genere e in numero.

I. Larticolo determinativo
F A volte sottinteso in italiano, larticolo determinativo viene sempre espresso in francese.
I Au revoir, les filles ! Pierre oublia la fatigue et la douleur.
Arrivederci, ragazze! Pierre dimentic fatica e dolore.

A Forme e generalit

Singolare Plurale
le 1
Maschile
l 2
les
la 1
Femminile
l 2

F A differenza dellitaliano, al plurale esiste ununica forma per il maschile e per il femminile.
I
Singolare Plurale
le garon les garons
lavion les avions
Maschile
le hros les hros
lhomme les hommes
la fille les filles
lamie les amies
Femminile
la harpe les harpes
lherbe les herbes

B Uso
Larticolo determinativo si usa per indicare cose o persone determinate, cio gi conosciute.
Etimologicamente, infatti, larticolo determinativo deriva dal latino ille, cio quello. Larticolo
determinativo pu anche essere usato per indicare una specie o una categoria.
Le chien est fidle.
Il cane fedele.

1 Davanti a consonante o h aspirata.


2 Davanti a vocale o h muta.

28
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 29

Gli articoli

Larticolo determinativo pu svolgere la funzione di:


un dimostrativo (aggettivo).
Oh, la belle cravate !
Che (= questa) bella cravatta!

un possessivo.
Jai la tte qui tourne. (= ma)
Mi gira la testa. (= mia)
Il se lave les dents. (= ses)
Si lava i denti. (= suoi)
Il a perdu la mmoire. (= sa)
Ha perso la memoria. (= sua)
N.B. Si osservi che, in questo caso, i termini che seguono larticolo indicano una parte del corpo o
una facolt dellanima.
un distributivo (aggettivo indefinito).
Ces oranges cotent un euro le kilo. Il djeune chez ses parents le vendredi.
Queste arance costano un euro al chilo. Pranza dai genitori il venerd.

Si mette larticolo determinativo davanti:


ai nomi di continenti, nazioni, regioni, fiumi, montagne, mari.
lEurope la France la Provence
lEuropa la Francia la Provenza
la Loire les Pyrnes la Mditerrane
la Loira i Pirenei il Mediterraneo

ai nomi di citt solo quando sono determinati da un aggettivo o da un complemento.


le vieux Paris 3 le Paris 3 des annes 30
la vecchia Parigi la Parigi degli anni 30

ai nomi che indicano un popolo, una famiglia.


les trusques les Grecs
gli Etruschi i Greci
les Bourbons les Tudor(s) les Dupont 4
i Borboni i Tudor i Dupont

al cognome solamente.
se il cognome preceduto da un aggettivo.
le grand Flaubert il grande Flaubert
per indicare alcuni cognomi italiani di importanti figure del passato.
le Tasse le Prugin le Titien lArioste
il Tasso il Perugino il Tiziano lAriosto

3 Generalmente in francese i nomi di citt sono maschili, eccetto quelli che terminano per e o es. Tuttavia, anche in
questi casi, il maschile tende a prevalere.
4 Senza s (non un nome famoso nella storia) p. 59, B .

29
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 30

Gli articoli

Larticolo determinativo si ripete nel superlativo relativo p. 105, II .


La fille la plus gentille. Le travail le mieux russi.
La ragazza pi gentile. Il lavoro riuscito meglio.

F A differenza dellitaliano, in francese si usa larticolo determinativo in alcune espressioni.


I Nous avons le temps. Les enfants vont lcole. Je suis all la banque.
Abbiamo tempo. I bambini vanno a scuola. Sono andato in banca.
Je vais prendre lair. Il est une heure moins le quart. Il a lintention de partir.
Vado a prendere aria. luna meno un quarto. Ha intenzione di partire.

C Omissione

F A differenza di quanto accade in italiano, in francese non si mette larticolo determinativo davanti a
I monsieur, madame e mademoiselle usati al vocativo o seguiti dal cognome o dal nome della
persona.
madame Dupont monsieur Dupont madame Sophie
la signora Dupont il signor Dupont la signora Sophie
mademoiselle Dupont Vous dsirez autre chose, madame ?
la signorina Dupont La signora desidera altro?/Desidera altro, signora?

At tenzione! Signora, signorina e signore, non seguiti dal cognome o dal nome, si traducono in
francese rispettivamente con dame, demoiselle e monsieur p. 53, F; p. 54, IV, 1 .
Tali sostantivi possono essere preceduti da un articolo determinativo o indeterminativo oppure da
un aggettivo dimostrativo.
Tu connais la dame l-bas ? Un monsieur est dans lentre.
Conosci la signora laggi? Un signore allentrata.
Cette demoiselle est charmante.
Questa signorina incantevole.

Come in italiano, larticolo determinativo si omette:


nelle enumerazioni.
Soleil, mer, baignades, voil mes vacances idales.
Sole, mare, bagni, ecco le mie vacanze ideali.

davanti a unapposizione.
Strasbourg, chef-lieu de lAlsace, est une ville de charme.
Strasburgo, capoluogo dellAlsazia, una citt affascinante.

davanti alla parte nominale per indicare la professione, la nazionalit, le opinioni religiose e politiche,
se il soggetto del verbo non ce/c p. 74, I .
Ma mre est architecte. Il est espagnol. Mon ami est musulman.
Mia madre architetto. spagnolo. Il mio amico musulmano.

30
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara
GrTheque_U1-6_p9-50_Layout 1 23/11/09 09:58 Pagina 31

Gli articoli

dopo en p. 224, 14 .
en Italie, en voiture
In Italia, in macchina

nei titoli.
Tour dItalie 8 jours de Milan Rome 1 300 euros.
Giro dItalia 8 giorni da Milano a Roma 1300 euro.

in alcune locuzioni verbali.


avoir faim, soif, sommeil, peur, besoin, envie, mal
aver fame, sete, sonno, paura, bisogno, voglia, male

At tenzione! Avoir mal quelque part Ma: avoir du mal + infinito.


Jai mal la tte. Jai du mal faire cet exercice.
Ho mal di testa. Faccio fatica a fare questo esercizio.

F A differenza dellitaliano, in francese si omette larticolo determinativo davanti allora, alle percentuali,
I ai mesi, agli anni p. 96, III; p. 98, IV , agli aggettivi possessivi p. 65, B .
Je me lve huit heures. Une remise de 10%. En avril 1944.
Mi alzo alle otto. Uno sconto del 10%. Nellaprile del 1944.
Je lai rencontr en 1996. Jai oubli mon livre de maths.
Lho incontrato nel 1996. Ho dimenticato il (mio) libro di matematica.

II. Le preposizioni articolate


Gli articoli le e les preceduti dalle preposizioni e de si trasformano in preposizioni articolate (les
articles contracts).

Singolare Plurale
+ le = au
+ les = aux
+ l = l
Maschile
de + le = du
de + les = des
de + l= de l
la
+ les = aux
l
Femminile
de la
de + les = des
de l

Nous demandons un renseignement la fille. Je parle au garon.


Chiediamo uninformazione alla ragazza. Parlo al ragazzo.
Il habite aux Antilles. Je tlphone du Brsil.
Abita nelle Antille. Telefono dal Brasile.
Ils parlent des cousins et des amis. Il parle aux lves.
Parlano dei cugini e degli amici. Parla agli alunni.

31
Grammathque - CIDEB 2011 De Agostini Scuola S.p.A. - Novara