Sei sulla pagina 1di 4

Mm Avviamento di un ascensore

J1
Lascensore rappresentato schematicamente nella
J2 motore figura 1 costituito da due pulegge uguali, di
raggio R, sulle quali si avvolge una fune, recante
freno da un lato la cabina di massa mc e dallaltro un
Jp
riduttore
contrappeso di massa mp. La puleggia superiore
() mossa da un motore elettrico, attraverso un
riduttore con rapporto di trasmissione . Tra il
R motore ed il riduttore montatoil freno per
larresto della cabina.
Il motore elettrico asincrono ed eroga una
mp contrappeso
coppia motrice variabile in funzione della
x, x,
x velocit angolare, secondo landamento
rappresentato nella figura 2. Per semplicit,
supponiamo che il momento motore si mantenga
mc
cabina
costante ed uguale al valore di spunto Mm0 finch
la velocit angolare minore di un determinato
valore ; oltre questo valore, il momento motore
decresce linearmente, fino ad annullarsi alla
velocit di sincronismo s.
R
Jp M m0 per 0

M m ( ) M m 0 (1)
s per 0
s 0

Fig. 1

M m ( ) M m 0
Mm

M m0
M m0
M m ( )
s 0 s

0 s

Fig. 2

Lequazione dei lavori, scritta in termini infinitesimi, :

dLm dLr dLp dE . (2)


-1
c:\documenti di lavoro\didattica\mecc. appl. alle macch. t\aa 2010_11\esercizi\avviamento di un ascensore.doc
Calcoliamo lenergia cinetica del sistema:

1
2 2
x x
E mc m p x 2 2 J p J 2 J1
2 R R
1 2J p J2 J
mc m p 2 1 2 x 2 , (3)
2 R 2
R
1
mR x 2
2

2J p J2 J1
avendo indicato con mR mc m p la massa del sistema ridotta alla cabina.
R 2
R2
2

Dalla (3), essendo mR costante, si ricava:

dE mR xxdt
. (4)

Il lavoro motore svolto dal motore e dal contrappeso. Si ha:

x
dLm M m ( ) dt m p gxdt
, (5)
R

essendo g laccelerazione di gravit.


Il lavoro resistente utile compiuto dalla cabina e vale:

dLr mc gxdt
. (6)

Se trascuriamo le perdite, sostituendo le (4), (5) e (6) nella (2) e semplificando si ricava:

1
M m ( ) m p g mc g mR
x
R
. (7)
M m ( )
m p mc g
x
R
mR

Laccelerazione angolare del motore, , :

M m ( )
m p mc g

R . (8)
mR R

Allavviamento, per 0 , il momento motore costante e vale

-2
c:\documenti di lavoro\didattica\mecc. appl. alle macch. t\aa 2010_11\esercizi\avviamento di un ascensore.doc
M m ( ) M m 0 . (9)

Pertanto, detto t0 listante in cui la velocit angolare raggiunge il valore 0 , integrando la (8) si
ottiene:

M m0
m p mc g t
1
(10)
mR R R

0 mR R
t0 . (11)
m p mc g
M m0
R

Per 0 s il momento motore varia linearmente e si pu esprimere come

M m ( ) k (s ) , (12)

M m0
avendo posto k .
s 0
Si ottiene:

k s
m p mc g m p mc g ,
R ks k
(13)
mR R mR R mR R
2 2 2 2
mR R

ovvero

A B , (14)

con

A
k
B
ks

m p mc g . (15)
mR R 2 2
mR R
2 2
mR R

Lintegrale della (15) la somma dellintegrale dellomogenea associata e di un integrale


particolare:

B
Ce At , (16)
A

dove la costante C si determina ponendo la condizione che per t t0 sia 0 , ossia

B
0 Ce At
0
. (17)
A

Si ricava

-3
c:\documenti di lavoro\didattica\mecc. appl. alle macch. t\aa 2010_11\esercizi\avviamento di un ascensore.doc
B A t t0 B
0 e . (18)
A A

Esempio numerico
U

Dati:

Massa della cabina, mc = 1000 kg


Massa del contrappeso, mp = 600 kg
Mom. di inerzia puleggia, Jp = 0.02 kg m^2
Mom. di inerzia motore, J1 = 0.005 kg m^2
Mom. di inerzia albero puleggia, J2 = 0.001 kg m^2
Raggio puleggia, R = 0.02 m
Rapporto di trasmissione, tau = 0.25
Velocit angolare di sincronismo, ws = 314.1593 rad/s
Coppia di spunto motore, Mm0 = 60 N m

350

300
Velocit angolare del motore, 1 [rad/s]

250

200

150

100

50
t0=0.3552

0
0 0.2 0.4 0.6 0.8 1
Tempo, t[s]

-4
c:\documenti di lavoro\didattica\mecc. appl. alle macch. t\aa 2010_11\esercizi\avviamento di un ascensore.doc