Sei sulla pagina 1di 22

Raddrizzatori trifase

Vengono utilizzate per potenze maggiori Consentono di migliorare le forme donda di tensione e corrente sia lato rete (corrente pi prossima ad una sinusoide), sia lato carico (tensione pi costante). Le configurazioni possono essere: Raddrizzatore a semi-onda Raddrizzatore ad onda intera (ponte) La configurazione pi utilizzata quella a ponte

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Lato alto v + (t) i(t) D1 D2 D3 v(t) R

neutro 0

eS1(t) eS2(t) eS3(t)

Raddrizzatore trifase a semi-onda


La conduzione avviene per il diodo con lanodo collegato al morsetto di rete che presenta il maggior potenziale, ovvero, la maggior tensione stellata

v(t) = v+(t) = max{eSk (t)}


conduce il diodo fase k La tensione di uscita risulta linviluppo delle eSk (t)

Raddrizzatore trifase a semi-onda


2/3

v + (t)

v(t) 0 t

eS2 (t)

eS3 (t)

eS1 (t)

Armonica fondamentale: 150 Hz

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Ne consegue che ogni diodo conduce per 1/3 di periodo: conduzione per diodo

T 2 120 3 3

Si ha in questo caso la conduzione di un solo diodo alla volta. Il funzionamento assimilabile a quello del raddrizzatore monofase con presa centrale.
Uneventuale L nel carico non influenza la conduzione dei diodi Uneventuale L lato rete influenza la conduzione dei diodi

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Esaminare le varie casistiche: carico R-E carico R-L (calcolo correnti medie) carico Io carico R-L-E

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Tensione di uscita: Valor medio, Vdc v() ESM cos () - /3 /3

Vdc Vdc

3ESM / 3 3 /3 = v( )d = cos d 2 - / 3 2 - / 3

3 ESM 3 3 3 /3 [sen] - / 3 = = ESM = VSM 2 2 2 Vdc 3 2 = VS = 0.67 VS = 1.17 ES 2

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Tensione di uscita: Picco-picco, Vpp v() ESM cos () - /3 /3

Vpp = ESM [cos (0) - cos (/3)] Vpp = ESM [1 -1/2] = 0.5 ESM Vpp= 0.605 Vdc

Raddrizzatore trifase a semi-onda


2/3

v(t) 0

is1 (t) eS1 (t)

Manca la semionda negativa lato rete: Le correnti hanno una componente continua

Raddrizzatore trifase a semi-onda


Lato basso v (t) D1 i(t) D2 D3 v(t) R

neutro 0

eS1(t) eS2(t) eS3(t)

Raddrizzatore trifase a semi-onda


La conduzione avviene per il diodo con il catodo collegato al morsetto di rete che presenta il minor potenziale, ovvero, la minor tensione stellata

v(t) = v(t) = min{eSk (t)}


conduce il diodo fase k La tensione di uscita risulta linviluppo delle eSk (t)

Raddrizzatore trifase a semi-onda


2/3

0 v(t) v (t) eS2 (t) eS3 (t) eS1 (t)

Armonica fondamentale: 150 Hz

Raddrizzatore trifase a ponte


Lato alto v + (t) D eS1(t) eS2(t) eS3(t) vS(t) D4 D5 D6 Lato basso v (t) i(t)
1

D2

D3 v(t) R

Raddrizzatore trifase a ponte


La conduzione avviene per la coppia di diodi collegati ai morsetti di rete che presentano la maggior differenza di potenziale, ovvero, la maggior tensione concatenata:

eSk(t) = max{eSj (t)} conduce il diodo alto fase k eSh (t) = min{eSj (t)} conduce il diodo basso fase h

Raddrizzatore trifase a ponte


2/3

v + (t) v(t) t v (t) eS3 (t) eS1 (t) eS2 (t)

Raddrizzatore trifase a ponte


Esempio: eS1 = max{eSj} eS3 = min{eSj} eS1(t) eS2(t) eS3(t) vS(t) D4 D5 D6 v(t) = eS1(t) eS3(t) = vS13(t) D1 D2 D3 v(t) R i(t)

Raddrizzatore trifase a ponte


Ne consegue che ogni diodo conduce per 1/3 di periodo: conduzione per diodo

T 2 120 3 3

Durante la conduzione dei diodi su ogni lato (altobasso) vi la commutazione tra due diodi sullatro lato

Raddrizzatore trifase a ponte


v(t)
/3 Vdc Vpp

vS31(t)

vS12(t)

vS23(t)

Armonica fondamentale: 300 Hz

Raddrizzatore trifase a ponte


Tensione di uscita: Valor medio, Vdc v() VSM cos () - /6 /6

Vdc Vdc

VSM / 6 1 /6 = v()d = cos d / 3 - / 6 / 3 - / 6

VSM 3 /6 [sen] - / 6 = VSM = 0.955 VSM = /3 Vdc 3 2 = VS = 1.35 VS

Raddrizzatore trifase a ponte


Tensione di uscita: Picco-picco, Vpp v() VSM cos () - /6 /6

Vpp = VSM [cos (0) - cos (/6)] Vpp = VSM [1 -3/2] = 0.134 VSM Vpp= 0.141 Vdc

Raddrizzatore trifase a ponte


2/3

eS1 (t) is1 (t)

D1 D4

D1

Sono presenti entrambe le semionde (+) e () : La corrente lato rete alternata

DF = cos 1 = 1 PF < 1

Raddrizzatore trifase a ponte


Altri casi (vedi PSpice): carico RL, RE, RLE, RC carico Idc = cost correnti lato rete