Sei sulla pagina 1di 6

PEGGIORATIVI, SUFFISSI

La grammatica italiana (2012)

I suffissi peggiorativi (detti anche spregiativi) indicano un peggioramento di tipo


quantitativo o qualitativo.

Possono essere aggiunti a:

nomi carattere caratteraccio

aggettivi giovane giovinastro

avverbi male malaccio

I suffissi spregiativi pi comuni sono -accio e -astro

donna donnaccia

campo campaccio

poeta poetastro

ricco riccastro

Il suffisso -accio presenta anche la forma alternativa -azzo

amore amorazzo

Alcuni nomi in -astro hanno ormai perduto il loro originario valore spregiativo

figlio figliastro (figlio avuto da altra moglie o marito)

fratello fratellastro (fratello avuto da altra moglie o marito)

pollo pollastro (pollo giovane)

Con gli aggettivi, il suffisso -astro indica di solito unattenuazione della qualit

bianco biancastro (leggermente bianco)

Valore spregiativo hanno anche alcuni suffissi meno comuni come -aglia, -icchio, -iciattolo,
-otto, -onzolo, -uccio, -ucolo
gente gentaglia

governo governicchio

uomo omiciattolo

provinciale provincialotto

medico mediconzolo

impiegato impiegatuccio

poeta poetucolo.

USI

Spesso i suffissi -accio e -astro, soprattutto nel parlato, assumono un valore affettivo o
ironico, per nulla spregiativo

Wojtylaccio! (R. Benigni durante il Festival di Sanremo del 1980)

Cuginastro, come stai?


DIMINUTIVI, SUFFISSI
La grammatica italiana (2012)

I suffissi diminutivi sono suffissi che indicano una diminuzione di tipo quantitativo o
qualitativo.

Possono essere usati in combinazione con:

nomi: casa casetta

aggettivi: caro caruccio

avverbi: tardi tardino

I suffissi diminutivi pi usati sono -etto, -ino, -ello

chiesa chiesetta

paese paesino

vino vinello

Il suffisso -ino si pu aggiungere ulteriormente ai suffissi -ello, -etto, -otto, creando cos
un doppio suffisso

storia storiella storiellina

foglio foglietto fogliettino

basso bassotto bassottino

Inoltre, i suffissi -ino, -ello possono essere preceduti dallinterfisso -ic-, -ol-

posto post -ic- ino

topo top -ol- ino

sole sol -ic- ello

Il suffisso -otto ha un valore attenuativo, ma anche spregiativo

stupidotto, sempliciotto, borghesotto, provincialotto


oppure si usa per i cuccioli di alcuni animali

tigre tigrotto

passero passerotto

Nella forma -acchiotto ha un valore vezzeggiativo

lorsacchiotto preferito di Giulia

Il suffisso -uccio pu avere significato vezzeggiativo o peggiorativo

Che bel calduccio!

Un povero impiegatuccio

Il suffisso -uzzo la variante dialettale di -uccio, spesso cristallizzata in nomi di luoghi e


persone

viuzza, pietruzza, Galluzzo, Santuzza

Ormai poco usati sono -icchio e -ucolo, che hanno valore dispregiativo

Che avvocaticchio!

Un misero professorucolo

Poco frequenti sono anche -icciolo, -(u)olo, -iciattolo

La barca nel porticciolo

Il film pieno di mostriciattoli.

USI

Tra i vari usi del diminutivo ci sono anche casi che hanno una particolare funzione
comunicativa:

attenuare un ordine, addolcire una richiesta (il cosiddetto diminutivo sociale)

Sta fermo un attimino

possibile avere uno sconticino?


sminuire, almeno apparentemente, qualcosa (diminutivo di modestia)

Ho una casettina con piscina a Montecarlo

ironizzare (diminutivo ironico)

Ha un caratterino!
VEZZEGGIATIVI, SUFFISSI
La grammatica italiana (2012)

I suffissi vezzeggiativi sono suffissi che esprimono una connotazione affettiva.

Possono essere usati in combinazione con vari elementi:

nomi

fratello fratellino

aggettivi

piccolo piccolino

verbi

cantare canticchiare

I suffissi vezzeggiativi sono formati con gli stessi suffissi diminutivi, soprattutto -etto, -
ino, -uccio, e hanno le stesse caratteristiche

naso nasetto

gatto gattino

bocca boccuccia

Anche i suffissi -otto e -acchiotto hanno valore vezzeggiativo

Non sai quanto vorrei anke io un picciolotto tutto nostro (www.forum.alfemminile.com)

Eh, ci tiene lui ai suoi giocattoli, eh ci tiene allorsacchiotto che gli ha regalato la sua
nonna! (D. Buzzati, Sessanta racconti)

Il suffisso -uccio pu avere un significato vezzeggiativo o peggiorativo

Che bel calduccio!

Un povero impiegatuccio.