Sei sulla pagina 1di 15

Filename

filename2

NRIF AA014647
IDcompl

ITEM3

UNIN93307_2000_EIT.pdf
UNIN93307

UNI EN 933-7:2000 - 31-01-2000 - Prove per determinare le caratteristiche geometriche degli aggregati - Determinazione del contenuto di conchiglie - Percentuale di conchiglie negli aggregati grossi

UNICEMENTO

NORMA TECNICA
DATA

UNI EN 933-7:2000
31/01/2000

AUTORI

UNICEMENTO

TITOLO

Prove per determinare le caratteristiche geometriche degli aggregati - Determinazione


del contenuto di conchiglie - Percentuale di conchiglie negli aggregati grossi
Tests for geometrical properties of aggregates - Determination of shell content Percentage of shells in coarse aggregates

SOMMARIO

La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 933-7
(edizione marzo 1998). La norma specifica un metodo per la determinazione del
contenuto di conchiglie negli aggregati grossi. Essa si applica alla ghiaia o all'aggregato
misto contenente ghiaia. Il metodo di prova specificato in questa parte della presente
norma applicabile a classi granulometriche di/Di dove Di 63 mm e di 4 mm.

TESTO DELLA NORMA


CLASSIFICAZIONE ICS
CLASSIFICAZIONE ARGOMENTO

91.100.15
AA10D0102

PARZIALMENTE SOSTITUITA
GRADO DI COGENZA

Raccomandata

STATO DI VALIDITA' In vigore


RIFERIMENTI NAZIONALI
LINGUA

Italiano

PAGINE

PREZZO EURO

Non Soci 27,00 Euro - Soci 13,50 Euro

Prove per determinare le caratteristiche geometriche degli


N O R M A I T A L I A N A aggregati

UNI EN 933-7

Determinazione del contenuto di conchiglie


Percentuale di conchiglie negli aggregati grossi
GENNAIO 2000
Tests for geometrical properties of aggregates

Determination of shell content

DESCRITTORI

Aggregato, prova, caratteristica geometrica, determinazione, percentuale,


ghiaia

CLASSIFICAZIONE ICS

91.100.15

SOMMARIO

La norma specifica un metodo per la determinazione del contenuto di conchiglie negli aggregati grossi.
Essa si applica alla ghiaia o allaggregato misto contenente ghiaia.
Il metodo di prova specificato in questa parte della presente norma applicabile a classi granulometriche di/Di dove Di 63 mm e di 4 mm.

RELAZIONI NAZIONALI
RELAZIONI INTERNAZIONALI

= EN 933-7:1998
La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma
europea EN 933-7 (edizione marzo 1998).

ORGANO COMPETENTE

UNICEMENTO - Ente di Normazione dei Leganti Idraulici, Malte, Calcestruzzi e Cemento Armato

RATIFICA

Presidente dellUNI, delibera del 20 dicembre 1999

NORMA EUROPEA

Percentage of shells in coarse aggregates

RICONFERMA

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia
Gr. 4

UNI - Milano 2000


Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza
il consenso scritto dellUNI.

N di riferimento UNI EN 933-7:2000

Pagina I di IV

PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, della norma europea EN 933-7 (edizione marzo 1998), che assume cos lo status di norma nazionale italiana.
La traduzione stata curata dallUNI.
LUNICEMENTO (Ente di Normazione dei Leganti Idraulici, Malte,
Calcestruzzi e Cemento Armato - via Battistotti Sassi 11B, 20133
Milano), ente federato allUNI, che segue i lavori europei sullargomento, per delega della Commissione Centrale Tecnica, ha approvato il progetto europeo il 28 novembre 1997 e la versione in lingua
italiana della norma il 2 luglio 1999.
Per agevolare gli utenti, viene di seguito indicata la corrispondenza
tra le norme citate al punto "Riferimenti normativi" e le norme italiane vigenti:
EN 933-1
= UNI EN 933-1
EN 933-2
= UNI EN 933-2

Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove


edizioni o di aggiornamenti.
importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso
dellultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.
Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conflittuale, per rappresentare il reale stato
dellarte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dellapplicazione di questa norma, di poter fornire suggerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dellarte
in evoluzione pregato di inviare i propri contributi allUNI, Ente Nazionale Italiano di
Unificazione, che li terr in considerazione, per leventuale revisione della norma stessa.

UNI EN 933-7:2000

Pagina II di IV

INDICE
PREMESSA

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

RIFERIMENTI NORMATIVI

TERMINI E DEFINIZIONI

PRINCIPIO

APPARECCHIATURA

PREPARAZIONE DELLA PORZIONE DI PROVA


prospetto

4
Massa del campione di prova ................................................................................................................... 5

PROCEDIMENTO

CALCOLO ED ESPRESSIONE DEI RISULTATI

RESOCONTO DI PROVA

ESEMPIO DI UN FOGLIO DATI DI PROVA

APPENDICE
(informativa)

UNI EN 933-7:2000

Pagina III di IV

UNI EN 933-7:2000

Pagina IV di IV

Prove per determinare le caratteristiche geometriche degli


aggregati
NORMA EUROPEA

EN 933-7

Determinazione del contenuto di conchiglie


Percentuale di conchiglie negli aggregati grossi
MARZO 1998
Tests for geometrical properties of aggregates

EUROPEAN STANDARD

Determination of shell content


Percentage of shells in coarse aggregates
Essais pour dterminer les proprits gomtriques des granulats

NORME EUROPENNE

Dtermination de la teneur en lments coquilliers


Pourcentage des coquilles dans les gravillons
Prfverfahren fr geometrische Eigenschaften von Gesteinkrnungen

EUROPISCHE NORM

Bestimmung des Muschelschalengehaltes


Prozentsatz von Muschelschalen in groben Gesteinkrnungen

DESCRITTORI

Aggregato, prova, caratteristica geometrica, determinazione, percentuale, ghiaia

ICS

91.100.15

La presente norma europea stata approvata dal CEN il 15 febbraio 1998.


I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC
che definiscono le modalit secondo le quali deve essere attribuito lo status di
norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modifiche. Gli elenchi
aggiornati ed i riferimenti bibliografici relativi alle norme nazionali corrispondenti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centrale oppure ai
membri del CEN.
La presente norma europea esiste in tre versioni ufficiali (inglese, francese e
tedesca). Una traduzione nella lingua nazionale, fatta sotto la propria responsabilit da un membro del CEN e notificata alla Segreteria Centrale, ha il medesimo status delle versioni ufficiali.
I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria,
Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito,
Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

CEN
COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE
European Committee for Standardization
Comit Europen de Normalisation
Europisches Komitee fr Normung
Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

1998 CEN
Tutti i diritti di riproduzione, in ogni forma, con ogni mezzo e in tutti i Paesi, sono
riservati ai Membri nazionali del CEN.
UNI EN 933-7:2000

Pagina 1 di 10

PREMESSA
La presente norma europea stata elaborata dal Comitato Tecnico CEN/TC 154 "Aggregati", la cui segreteria affidata al BSI.
La presente norma fa parte di una serie di prove per determinare le caratteristiche geometriche degli aggregati. Metodi di prova per altre caratteristiche degli aggregati saranno
trattati da parti delle seguenti norme europee:
EN 932
Tests for general properties of aggregates [Metodi di prova per determinare le propriet generali degli aggregati]
EN 1097
Tests for mechanical and physical properties of aggregates [Prove
per determinare le propriet meccaniche e fisiche degli aggregati]
EN 1367
Tests for thermal and weathering properties of aggregates [Prove per
determinare le propriet termiche e la degradabilit degli aggregati]
EN 1744
Tests for chemical properties of aggregates [Prove per determinare
le propriet chimiche degli aggregati]
in preparazione la norma europea "Tests for filler aggregate used in bituminous mixtures
[Prove per filler usati negli impasti bituminosi]".
Le altre parti della EN 933 saranno:
Parte 1:
Determination of particle size distribution - Sieving method [Determinazione della distribuzione granulometrica - Analisi granulometrica per stacciatura]
Parte 2:
Determination of particle size distribution - Test sieves, nominal size
of apertures [Determinazione della distribuzione granulometrica Stacci di controllo, dimensioni nominali delle aperture]
Parte 3:
Determination of particle shape - Flakiness index [Determinazione
della forma dei granuli - Coefficiente di appiattimento]
Parte 4:
Determination of particle shape - Shape index [Determinazione
della forma dei granuli - Coefficiente di forma]
Assessment of surface characteristics - Percentage of crushed
Parte 5:*)
and broken surfaces in coarse aggregates [Valutazione delle caratteristiche superficiali - Percentuale di superfici frantumate negli
aggregati grossi]
Parte 6:
Assessment of surface characteristics - Flow coefficient of coarse
aggregates [Determinazione della tessitura/forma - Coefficiente di
scorrimento degli aggregati grossi]
Parte 8:
Assessment of fines - Sand equivalent test [Valutazione dei fini Prova dellequivalente in sabbia]
Parte 9:
Assessment of fines - Methylene blue test [Valutazione dei fini Prova del blu di metilene]
Parte 10:
Assessment of fines - Grading of fillers (air jet sieving) [Determinazione dei fini - Granulometria dei fillers (stacciatura a getto daria)]
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o mediante
la pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro settembre 1998,
e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro dicembre 1999**).
In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimarca,
Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia,
Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

*)

**)

Nota nazionale - La norma stata pubblicata nel 1998 con il seguente titolo: "Determination of percentage of crushed
and broken surfaces in coarse aggregate particles [Determinazione della percentuale di superfici frantumate negli aggregati
grossi]".
Nota nazionale - A seguito di decisioni del Bureau Technique del CEN, ammesso, in casi ben definiti e per un periodo
transitorio fissato dal CEN, di mantenere in vigore norme nazionali contrastanti con norme europee.
Al termine del periodo transitorio, le norme nazionali contrastanti devono essere ritirate.
In relazione al gruppo di norme europee, per le prove per determinare le caratteristiche geometriche degli aggregati, il
CEN ha fissato per la presente norma europea un periodo transitorio con scadenza dicembre 1999.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 2 di 10

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente norma europea specifica un metodo per la determinazione del contenuto di
conchiglie negli aggregati grossi. Essa si applica alla ghiaia o allaggregato misto contenente
ghiaia.
Il metodo di prova specificato in questa parte della presente norma europea applicabile
a classi granulometriche di/Di, dove Di 63 mm e di 4 mm.
Nota

Per dimensioni di aggregati con D > 63 mm e/o d < 4 mm, la prova pu essere effettuata sulla frazione di/Di
dove Di 63 mm e di 4 mm.

RIFERIMENTI NORMATIVI
La presente norma europea rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni
contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati
del testo e vengono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive
modifiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte
nella presente norma europea come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati vale lultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento.
prEN 932-2*)
Tests for general properties of aggregates - Methods for reducing
laboratory samples [Metodi di prova per determinare le propriet
generali degli aggregati - Metodi per la riduzione dei campioni di
laboratorio]
*)
Tests for general properties of aggregates - Common equipment
prEN 932-5
and calibration [Metodi di prova per determinare le propriet generali degli aggregati - Attrezzatura comune e calibrazione]
EN 933-1
Tests for geometrical properties of aggregates - Determination of
particle size distribution - Sieving method [Prove per determinare
le caratteristiche geometriche degli aggregati - Determinazione della
distribuzione granulometrica - Analisi granulometrica per stacciatura]
EN 933-2
Tests for geometrical properties of aggregates - Determination of
particle size distribution - Test sieves, nominal size of apertures
[Prove per determinare le caratteristiche geometriche degli aggregati
- Determinazione della distribuzione granulometrica - Stacci di
controllo, dimensioni nominali delle aperture]

TERMINI E DEFINIZIONI
Ai fini della presente norma europea si applicano le definizioni seguenti:

3.1

dimensione dellaggregato: Definizione di aggregato in termini di dimensioni dello staccio minore (d ) e maggiore (D).
Nota

Questa definizione accetta la presenza di alcune particelle che verranno trattenute dallo staccio superiore (sopra
staccio) ed alcune che passeranno dallo staccio inferiore (sotto staccio).

classe granulometrica di/Di: Percentuale di un aggregato passante attraverso il pi grande

3.2

(Di) di due stacci e trattenuta dal pi piccolo (di).

Nota

Il limite inferiore pu essere pari a zero.

3.3

campione di prova: Campione utilizzato completamente in una singola prova.

3.4

massa costante: Pesature successive dopo essiccazione effettuate a distanza di almeno


1 h che non differiscono di pi dello 0,1%.

*)

Nota nazionale - La norma stata pubblicata nel 1999.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 3 di 10

Nota

In molti casi la massa costante pu essere ottenuta dopo essiccazione di una porzione di prova per un periodo
predeterminato in un forno specifico (vedere 5.3) a una temperatura di (110 5) C. Prove di laboratorio potranno determinare il tempo necessario per ottenere una massa costante per particolari tipi e dimensioni di
campioni, in relazione alla capacit di essiccazione del forno impiegato.

3.5

conchiglia: Rivestimento esterno di un mollusco.

PRINCIPIO
La prova consiste nel selezionare manualmente conchiglie e frammenti di conchiglia da
un campione di prova di aggregato grosso. Il contenuto di conchiglie viene determinato
come rapporto tra la massa delle conchiglie e frammenti di conchiglie rispetto alla massa
del campione di prova. Il contenuto di conchiglie, SC, viene espresso come percentuale.

APPARECCHIATURA
Se non diversamente specificato, tutte le apparecchiature devono essere conformi ai requisiti
generali del prEN 932-5.

5.1

Stacci di prova, con dimensione nominale delle aperture in conformit con la EN 933-2.

5.2

Recipiente di raccolta e coperchio con chiusura a tenuta per gli stacci.

5.3

Forno ventilato, termostaticamente controllato per mantenere una temperatura di (110 5) C,


o attrezzatura per essiccare l'aggregato che non provochi alcuna riduzione delle dimensioni delle
particelle.

5.4

Bilancia o strumento graduato, di capacit adatta, con accuratezza di 0,1% della massa da pesare.

5.5

Vassoi

5.6

Spazzole

5.7

Stacciatrice per vagliare, facoltativa.

PREPARAZIONE DELLA PORZIONE DI PROVA


Il campione deve essere ridotto in conformit con le prescrizioni del prEN 932-2.
Essiccare il campione a (110 5) C fino a massa costante. Pesare e registrare la massa
come M0.
Stacciare con appropriati stacci di prova, agitando con vigore sufficiente ad assicurare la
completa separazione delle particelle pi grandi di 4 mm. Scartare le particelle trattenute
dallo staccio di prova da 63 mm e quelle passanti allo staccio di prova da 4 mm.
Se necessario, ridurre il campione in conformit al prEN 932-2 per produrre un campione
di prova. Registrare la massa del campione di prova come M1. La massa del campione di
prova deve essere come specificato nel prospetto 1.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 4 di 10

prospetto

Nota

Massa del campione di prova


Dimensione maggiore
dellaggregato D
mm

Massa del campione di


prova (min.)
kg

63

45

32

16

0,1

Per altre dimensioni dellaggregato D, masse di campioni di prova appropriate possono essere interpolate tra
quelle fornite nel prospetto 1.
La riduzione del campione deve produrre una massa del campione di prova maggiore di
quella minima, ma non pari a un esatto valore predeterminato.
Eseguire la prova su ciascuna classe granulometrica di/Di dove Di 2 di.
I campioni in cui D > 2 d devono essere preventivamente separati in classi granulometriche, di/Di, dove Di 2 di.

PROCEDIMENTO

7.1

Campioni di prova in cui D 2 d


Distendere le particelle del campione di prova su una superficie piana e separare manualmente le conchiglie e i frammenti di conchiglia.
Determinare la massa delle conchiglie e dei frammenti di conchiglia ed annotare la loro
massa M2.

Campioni di prova in cui D > 2 d

7.2

Separare il campione di prova in classi granulometriche di/Di, dove Di 2 di stacciando in


conformit con la EN 933-1.
Registrare la massa di ciascuna classe granulometrica come Mi e calcolare e registrare
come Vi la percentuale in massa di ciascuna classe granulometrica di/Di in rapporto alla
massa del campione di prova M1.
Scartare ogni classe granulometrica di/Di che comprenda meno del 10% di M1.
Nota 1

Ogni classe granulometrica di/Di rimanente, che contenga meno di 100 particelle, dovrebbe, se richiesto, essere registrata nel resoconto di prova.

Nota 2

Le classi granulometriche di/Di contenenti un numero eccessivo di particelle possono essere ulteriormente
ridotte in conformit al prEN 932-2.

Nota 3

Le classi granulometriche possono essere ulteriormente ridotte se sono costituite da un numero significativamente maggiore di 200 particelle.
Registrare la massa M1i delle particelle che devono essere provate in ciascuna classe
granulometrica rimanente di/Di e separare come descritto in 7.1.
Registrare la massa M2i di conchiglie e frammenti di conchiglia in ognuna di queste classi
granulometriche di/Di.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 5 di 10

CALCOLO ED ESPRESSIONE DEI RISULTATI

8.1

Campioni di prova in cui D 2 d


Calcolare il contenuto di conchiglie SC in conformit con lequazione seguente:

S C = ( M 2 M 1 ) 100
dove:
M1
la massa del campione di prova, espressa in grammi;
M2
la massa di conchiglie e frammenti di conchiglia, espressa in grammi.
Registrare il valore di SC arrotondandolo al numero intero pi vicino.

8.2

Campioni di prova in cui D > 2 d

8.2.1

Classi granulometriche non ridotte


Se nessuna classe granulometrica stata ridotta, calcolare il contenuto di conchiglie in
conformit con lequazione seguente:

M 2i 100
SC = -------------- M 1i
dove:
M 1i la somma delle masse delle classi granulometriche provate, in grammi;

M 2i

la somma delle masse delle conchiglie e frammenti di conchiglia in ciascuna

delle classi granulometriche provate, in grammi.


Registrare il valore di SC arrotondandolo al numero intero pi vicino.

8.2.2

Classi granulometriche ridotte


Se una delle classi granulometriche stata ridotta, calcolare la percentuale in massa di conchiglie e frammenti di conchiglia in ogni classe granulometrica e registrarla come SCi.
Calcolare il valore medio ponderato della percentuale di conchiglie e frammenti di conghiglia conformemente allequazione seguente:

(V i S C i )SC = ----------------------------V i
dove:
Vi
la percentuale in massa della classe granulometrica nel campione provato;
SCi
la percentuale in massa di conchiglie e frammenti di conchiglia nella classe granulometrica i.
Registrare la percentuale media ponderata di conchiglie e frammenti di conchiglia arrotondandola al numero intero pi vicino.

RESOCONTO DI PROVA

9.1

Dati richiesti
Il resoconto di prova deve comprendere le informazioni seguenti:
a) riferimento della presente norma europea;
b) identificazione del campione;
c) identificazione del laboratorio;
d) data di ricevimento del campione;
e) contenuto di conchiglie SC, arrotondato al numero intero pi vicino;
f) dove applicabile, la percentuale media ponderata.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 6 di 10

9.2

Dati facoltativi
Il resoconto di prova pu includere le informazioni seguenti:
a) nome e ubicazione del luogo di origine del campione;
b) descrizione del materiale e del procedimento di riduzione del campione;
c) descrizione visiva delle conchiglie (per esempio, concave o piatte);
d) massa del campione M0;
e) massa della porzione di prova M1;
f) massa di conchiglie e frammenti M2;
g) ogni classe granulometrica composta da meno di 100 particelle;
h) rapporto di campionamento, se disponibile;
i) data della prova.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 7 di 10

APPENDICE
(informativa)

A ESEMPIO DI UN FOGLIO DATI DI PROVA

EN 933-7

Laboratorio:

Identificazione del campione:

Data:
Operatore:

M0 =

Classe granulometrica di/Di in cui


Di 2di

Massa M1

Massa M2

Contenuto di conchiglie
SC = (M2/M1) 100
(arrotondate al numero intero
pi vicino)

mm

Nota - Quando una classe granulometrica di/Di stata ridotta, si dovrebbe utilizzare un foglio dati prova appropriato e i valori medi ponderati dovrebbero essere calcolati come specificato in 8.2.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 8 di 10

UNI EN 933-7:2000

Pagina 9 di 10

PUNTI DI INFORMAZIONE E DIFFUSIONE UNI

Milano (sede)

Via Battistotti Sassi, 11B - 20133 Milano - Tel. 0270024200 - Fax 0270105992
Internet: www.unicei.it - Email: diffusione@uni.unicei.it

Roma

Via delle Colonnelle, 18 - 00186 Roma - Tel. 0669923074 - Fax 066991604


Email: uni.roma@uni1.inet.it

Ancona

c/o SO.GE.S.I.
Via Filonzi - 60131 Ancona - Tel. 0712900240 - Fax 0712866831

Bari

c/o Tecnopolis CSATA Novus Ortus


Strada Provinciale Casamassima - 70010 Valenzano (BA) - Tel. 0804670301 - Fax 0804670553

Bologna

c/o CERMET
Via A. Moro, 22 - 40068 San Lazzaro di Savena (BO) - Tel. 0516250260 - Fax 0516257650

Brescia

c/o AQM
Via Lithos, 53 - 25086 Rezzato (BS) - Tel. 0302590656 - Fax 0302590659

Cagliari

c/o Centro Servizi Promozionali per le Imprese


Viale Diaz, 221 - 09126 Cagliari - Tel. 070349961 - Fax 07034996306

Catania

c/o C.F.T. SICILIA


Piazza Buonarroti, 22 - 95126 Catania - Tel. 095445977 - Fax 095446707

Firenze

c/o Associazione Industriali Provincia di Firenze


Via Valfonda, 9 - 50123 Firenze - Tel. 0552707206 - Fax 0552707204

Genova

c/o CLP Centro Ligure per la Produttivit


Via Garibaldi, 6 - 16124 Genova - Tel. 0102476389 - Fax 0102704436

La Spezia

c/o La Spezia Euroinformazione, Promozione e Sviluppo


Piazza Europa, 16 - 19124 La Spezia - Tel. 0187728225 - Fax 0187777961

Napoli

c/o Consorzio Napoli Ricerche


Corso Meridionale, 58 - 80143 Napoli - Tel. 0815537106 - Fax 0815537112

Pescara

c/o Azienda Speciale Innovazione Promozione ASIP


Via Conte di Ruvo, 2 - 65127 Pescara - Tel. 08561207 - Fax 08561487

Reggio Calabria

c/o IN.FORM.A. Azienda Speciale della Camera di Commercio


Via T. Campanella, 12 - 89125 Reggio Calabria - Tel. 096527769 - Fax 0965332373

Torino

c/o Centro Estero Camere Commercio Piemontesi


Via Ventimiglia, 165 - 10127 Torino - Tel. 0116700511 - Fax 0116965456

Treviso

c/o Treviso Tecnologia


Via Roma, 4/D - 31020 Lancenigo di Villorba (TV) - Tel. 0422608858 - Fax 0422608866

Udine

c/o CATAS
Via Antica, 14 - 33048 San Giovanni al Natisone (UD) - Tel. 0432747211 - Fax 0432747250

Vicenza

c/o TECNOIMPRESA I.P.I. S.r.l.


Piazza Castello, 2/A - 36100 Vicenza - Tel. 0444232794 - Fax 0444545573

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia

La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci,
dellIndustria e dei Ministeri.
Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.

UNI EN 933-7:2000

Pagina 10 di 10