Sei sulla pagina 1di 13

NORMA TECNICA DATA AUTORI TITOLO

UNI EN 12350-6:2001 30/06/2001


UNICEMENTO Prova sul calcestruzzo fresco - Massa volumica. Testing fresh concrete - Density.

SOMMARIO

La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 12350-6 (edizione ottobre 1999). La norma specifica un metodo per la determinazione sia in laboratorio sia in cantiere della massa volumica del calcestruzzo fresco compattato.

TESTO DELLA NORMA


CLASSIFICAZIONE ICS CLASSIFICAZIONE ARGOMENTO PARZIALMENTE SOSTITUITA GRADO DI COGENZA STATO DI VALIDITA' COLLEGAMENTI INTERNAZIONALI LINGUA PAGINE PREZZO EURO

91.100.30 AA10D0103

Raccomandata In vigore

Italiano 5 Non Soci 22,50 Euro - Soci 11,25 Euro

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

Prova sul calcestruzzo fresco


NORMA ITALIANA

Massa volumica

UNI EN 12350-6

GIUGNO 2001 Testing fresh concrete

Density

SOMMARIO

La norma specica un metodo per la determinazione sia in laboratorio sia in cantiere della massa volumica del calcestruzzo fresco compattato.

RELAZIONI NAZIONALI RELAZIONI INTERNAZIONALI

La presente norma sostituisce la UNI 6394-1:1983. = EN 12350-6:1999 La presente norma la versione ufciale in lingua italiana della norma europea EN 12350-6 (edizione ottobre 1999).

ORGANO COMPETENTE

UNICEMENTO - Ente di Normazione dei Leganti Idraulici, Malte, Calcestruzzi e Cemento Armato Presidente dellUNI, delibera del 20 giugno 2001

RATIFICA

UNI Ente Nazionale Italiano di Unicazione Via Battistotti Sassi, 11B 20133 Milano, Italia Gr. 3

UNI - Milano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microlm o altro, senza il consenso scritto dellUNI.

UNI EN 12350-6:2001

NORMA EUROPEA
Pagina I

CLASSIFICAZIONE ICS

91.100.30

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, della norma europea EN 12350-6 (edizione ottobre 1999), che assume cos lo status di norma nazionale italiana. La traduzione stata curata dallUNI. LUNICEMENTO, ente federato allUNI, segue i lavori europei sullargomento per delega della Commissione Centrale Tecnica. Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o di aggiornamenti. importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione e degli eventuali aggiornamenti. Si invitano inoltre gli utilizzatori a vericare lesistenza di norme UNI corrispondenti alle norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti interessate e di conciliare ogni aspetto conittuale, per rappresentare il reale stato dellarte della materia ed il necessario grado di consenso. Chiunque ritenesse, a seguito dellapplicazione di questa norma, di poter fornire suggerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dellarte in evoluzione pregato di inviare i propri contributi allUNI, Ente Nazionale Italiano di Unicazione, che li terr in considerazione, per leventuale revisione della norma stessa.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina II

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

INDICE
1 2 3 4 5 6 7 8 9
prospetto 1

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI NORMATIVI PRINCIPIO APPARECCHIATURA CAMPIONAMENTO PROCEDIMENTO CALCOLO DELLA MASSA VOLUMICA RESOCONTO DI PROVA PRECISIONE

1 1 1 1 2 2 3 3 4

Dati di precisione per la misurazione della massa volumica del calcestruzzo fresco ........... 4

APPENDICE (normativa)

TARATURA DEL CONTENITORE

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina III

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina IV

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

Prova sul calcestruzzo fresco


NORMA EUROPEA

Massa volumica

EN 12350-6

OTTOBRE 1999 Testing fresh concrete


EUROPEAN STANDARD

Density
Essai pour bton frais

NORME EUROPENNE

Masse volumique
Prfung von Frischbeton

EUROPISCHE NORM

Frischbetonrohdichte

DESCRITTORI

ICS

91.100.30

La presente norma europea stata approvata dal CEN il 5 settembre 1999. I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC che deniscono le modalit secondo le quali deve essere attribuito lo status di norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modiche. Gli elenchi aggiornati ed i riferimenti bibliograci relativi alle norme nazionali corrispondenti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centrale oppure ai membri del CEN. La presente norma europea esiste in tre versioni ufciali (inglese, francese e tedesca). Una traduzione nella lingua nazionale, fatta sotto la propria responsabilit da un membro del CEN e noticata alla Segreteria Centrale, ha il medesimo status delle versioni ufciali. I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

CEN COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE


European Committee for Standardization Comit Europen de Normalisation Europisches Komitee fr Normung
Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

1999 CEN Tutti i diritti di riproduzione, in ogni forma, con ogni mezzo e in tutti i Paesi, sono riservati ai Membri nazionali del CEN.
UNI EN 12350-6:2001 UNI Pagina V

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

PREMESSA
La presente norma europea stata elaborata dal Comitato Tecnico CEN/TC 104 "Calcestruzzo (prestazioni, produzione, posa in opera e criteri di conformit)", la cui segreteria afdata al DIN. Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o mediante la pubblicazione di un testo identico o mediante notica di adozione, entro aprile 2000, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro dicembre 2003. In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera. La presente norma fa parte di una serie di norme riguardanti le prove sul calcestruzzo fresco. Essa si basa sulla norma internazionale ISO 6276 "Concrete, compacted fresh - Determination of density". Sono stati presi in considerazione i risultati di una recente intercomparazione di laboratorio, parzialmente nanziata dalla CE nellambito del Programma di Misurazione e Prova, contratto MAT-CT 94-0043 mtp. La compattazione dei campioni utilizzando il pestello di compattazione, la tavola vibrante oppure il vibratore interno sono accettati come equivalenti. Tuttavia lutilizzo di un vibratore interno per compattare i campioni contenenti aria inglobata dovrebbe essere eseguito con cautela. Un procedimento per la taratura del contenitore stato inserito come appendice normativa A. Un progetto della presente norma stato pubblicato nel 1996 per linchiesta CEN come prEN 12383. Si trattava di una serie di metodi di prova numerati singolarmente per il calcestruzzo fresco o indurito. Per ragioni di convenienza, si ora deciso di raggruppare questi progetti di norme separati in tre nuove norme con parti separate per ogni metodo, come segue: - Testing fresh concrete (EN 12350:1999) - Testing hardened concrete (prEN 12390:1999) - Testing concrete in structures (prEN 12504:1999) La presente serie EN 12350 comprende le parti di seguito elencate, dove fra parentesi indicato il numero sotto cui i singoli metodi di prova erano stati pubblicati per linchiesta del CEN. EN 12350 Testing fresh concrete Parte 1: Sampling (gi prEN 12378:1996) Parte 2: Slump test (gi prEN 12382:1996) Parte 3: Vebe test (gi prEN 12350:1996) Parte 4: Degree of compactability (gi prEN 12357:1996) Parte 5: Flow table test (gi prEN 12358:1996) Parte 6: Density (gi prEN 12383:1996) Parte 7: Air content - Pressure methods (gi prEN 12395:1996) AVVERTENZA: Quando il cemento mescolato con acqua forma una soluzione alcalina. Durante la miscelazione del calcestruzzo evitare che la polvere di cemento entri negli occhi, nella bocca o nel naso. Evitare il contatto del cemento umido o del calcestruzzo con la pelle indossando adeguati indumenti protettivi. Se il cemento o il calcestruzzo entrano negli occhi, lavarli immediatamente ed energicamente con acqua pulita e ricorrere senza alcun ritardo a trattamento medico. Rimuovere immediatamente il calcestruzzo umido dalla pelle.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina VI

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente norma specica un metodo per la determinazione sia in laboratorio sia in cantiere della massa volumica del calcestruzzo fresco compattato.
Nota

Questo metodo non pu essere applicato a calcestruzzi molto consistenti, che non possono essere compattati mediante normale vibrazione.

RIFERIMENTI NORMATIVI
La presente norma europea rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati del testo e vengono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive modiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte nella presente norma europea come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati vale lultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento. EN 12350-1:1999 Testing fresh concrete - Sampling

PRINCIPIO
Il calcestruzzo fresco viene compattato e quindi pesato in un contenitore rigido e a tenuta dacqua, di cui sono noti il volume e la massa.

4 4.1

APPARECCHIATURA Contenitore, a tenuta dacqua, sufcientemente rigido da non deformarsi, in metallo non
facilmente aggredibile dalla pasta cementizia, con il bordo superiore lavorato in modo da avere una supercie piana. Il bordo e la base devono essere paralleli. La dimensione minima del contenitore deve essere almeno quattro volte la dimensione massima nominale dellaggregato grosso nel calcestruzzo, ma non deve essere minore di 150 mm. Il volume del contenitore non deve essere minore di 5 l. Al 4.1, la norma richiede che il volume del contenitore non sia minore di 5 l, ma un volume minore pu dimostrarsi adatto per eseguire prove di controllo in produzione.

4.2

Telaio di riempimento (facoltativo)


Il riempimento pu essere facilitato utilizzando un telaio di riempimento incastrato saldamente al contenitore.

4.3

Mezzi per compattare il calcestruzzo, che possono essere i seguenti:


a) vibratore interno (poker) con frequenza minima di circa 120 Hz (7 200 cicli al minuto); il diametro del vibratore interno non deve superare circa un quarto della dimensione minima del contenitore; b) tavola vibrante con frequenza minima di circa 40 Hz (2 400 cicli al minuto); c) barra di costipazione a sezione circolare, diritta, di acciaio, avente diametro di circa 16 mm, lunghezza di circa 600 mm ed estremit arrotondate; d) pestello di costipazione a sezione quadrata, diritto, di acciaio, avente dimensioni di (25 25) mm e lunghezza di circa 380 mm.

4.4 4.5 4.6

Bilancia o bascula, in grado di determinare la massa del calcestruzzo compattato con accuratezza dello 0,1% sulla massa totale del calcestruzzo.

Regolo piano ad angoli retti, di acciaio, lungo non meno di 100 mm in pi della massima
dimensione interna della parte superiore del contenitore.

Sessola, larga circa 100 mm.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina 1

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

4.7 4.8

Due cazzuole o raschiatoi, di acciaio. Recipiente di riomogeneizzazione, vassoio piatto, rigido, costruito con materiale non assorbente e non facilmente aggredibile dalla pasta cementizia. Deve essere di dimensioni tali da consentire il rimescolamento del calcestruzzo utilizzando la pala a bocca quadrata.

4.9
Nota

Pala, a bocca quadrata.


La bocca quadrata necessaria per garantire unadeguata miscelazione del materiale nel recipiente di riomogeneizzazione.

4.10

Mazzuolo

CAMPIONAMENTO
Il campionamento deve essere effettuato in conformit alla EN 12350-1. Prima di eseguire la prova, il campione deve essere rimescolato usando il recipiente di riomogeneizzazione e la pala a bocca quadrata.

6 6.1

PROCEDIMENTO Taratura
Tarare il contenitore in conformit con lappendice A, per ottenere il volume del contenitore (V ).

6.2 6.3

Massa del contenitore


Pesare il contenitore per determinare la sua massa (m1) e registrare il valore indicato.

Riempimento del contenitore e compattazione del calcestruzzo


Se si usa il telaio di riempimento, assicurarsi che la quantit di calcestruzzo usata per riempire il contenitore sia tale da lasciare, dopo la compattazione, uno strato di calcestruzzo nel telaio di riempimento avente spessore dal 10% al 20% dellaltezza del contenitore. Compattare il calcestruzzo su almeno due strati.

6.4
6.4.1

Compattazione del calcestruzzo


Generalit
Compattare il calcestruzzo immediatamente dopo avere posizionato il contenitore in modo da produrre una compattazione completa del calcestruzzo, n con eccessiva segregazione n con formazione di lattime. Compattare ogni strato usando uno dei metodi descritti in 6.4.2 o 6.4.3.
Nota 1

La compattazione completa si ottiene usando le vibrazioni meccaniche, quando non vi sono evidenti segni di grosse bolle daria sulla supercie del calcestruzzo e la supercie stessa diventa relativamente liscia con un aspetto vetroso senza segregazione eccessiva. Il numero di colpi necessari per ogni strato al ne di ottenere una completa compattazione manuale dipende dalla consistenza del calcestruzzo.

Nota 2

6.4.2 6.4.2.1

Vibrazioni meccaniche Compattazione con vibratore interno


Applicare le vibrazioni per la durata minima necessaria per ottenere una compattazione completa del calcestruzzo. Evitare eccessive vibrazioni che possono causare la perdita dellaria inglobata.
Nota

Fare attenzione a non danneggiare il contenitore. Si raccomanda lutilizzo di un telaio di riempimento.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina 2

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

Assicurarsi che il vibratore sia tenuto in verticale e che non possa toccare il fondo o i lati del contenitore. Prove di laboratorio hanno dimostrato che, quando si usa un vibratore interno necessario porre cura al ne di evitare la perdita dellaria inglobata.

6.4.2.2

Compattazione con tavola vibrante


Applicare le vibrazioni per la durata minima necessaria ad ottenere la completa compattazione del calcestruzzo. Possibilmente il contenitore dovrebbe essere attaccato alla tavola o mantenuto contro la stessa. Evitare la sovravibrazione che potrebbe causare la perdita dellaria inglobata.

6.4.3

Compattazione manuale con la barra di costipazione o con il pestello


Distribuire i colpi della barra di costipazione o del pestello in modo uniforme sulla sezione trasversale dello stampo. Assicurarsi che la barra di costipazione o il pestello non colpiscano con forza il fondo del contenitore durante la compattazione del primo strato e che non penetrino in modo signicativo nello strato sottostante. Sottoporre il calcestruzzo ad almeno 25 colpi per strato. Al ne di rimuovere le sacche daria intrappolata, ma non laria inglobata, dopo la compattazione di ogni strato battere i lati del contenitore dolcemente con il mazzuolo no a quando le grosse bolle daria smettono di aforare alla supercie e spariscono le impronte provocate dalla barra o dal pestello.

6.5

Rasatura superciale
Se si usa un telaio di riempimento, toglierlo subito dopo la compattazione. Dopo la compattazione dello strato superiore, livellare il calcestruzzo rispetto al bordo del contenitore usando un raschiatoio di acciaio. Rasare la supercie e lisciarla con il regolo, quindi asciugare e pulire il contenitore allesterno.

6.6

Pesata
Pesare il contenitore con il suo contenuto per determinarne la massa (m2) e registrare il valore indicato.

CALCOLO DELLA MASSA VOLUMICA


La massa volumica si calcola con la formula:

m2 m1 D = -------------------V
dove: D la massa volumica del calcestruzzo fresco, in kilogrammi per metro cubo; m1 la massa del contenitore, in kilogrammi; m2 la massa del contenitore pi la massa del campione di calcestruzzo nel contenitore, in kilogrammi; V il volume del contenitore, in metri cubi. La massa volumica del calcestruzzo fresco arrotondata ai 10 kg/m3 pi vicini.

RESOCONTO DI PROVA
Il resoconto di prova deve comprendere gli elementi seguenti: a) identicazione precisa del campione di prova; b) luogo di esecuzione della prova; c) data di esecuzione della prova; d) metodo di compattazione; e) calcolo della massa volumica del calcestruzzo fresco; f) ogni deviazione rispetto al metodo di prova descritto dalla presente norma;

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina 3

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

g) una dichiarazione della persona tecnicamente responsabile della prova che attesti che la stessa stata eseguita in conformit con la presente norma, eccetto quanto indicato in f). Il resoconto pu comprendere: h) temperatura del campione di calcestruzzo al momento della prova; i) ora di esecuzione della prova; j) consistenza del calcestruzzo.

PRECISIONE
I dati di precisione sono riportati nel prospetto 1 e si riferiscono alle misurazioni della massa volumica eseguite su calcestruzzo appartenente allo stesso campione e quando ogni risultato di prova rappresenta una singola determinazione della massa volumica.
prospetto 1

Dati di precisione per la misurazione della massa volumica del calcestruzzo fresco
Campo
3

Condizioni di ripetibilit

Condizioni di riproducibilit

sr
kg/m kg/m 5,5
3

r
kg/m 15
3

sR
kg/m
3

R
kg/m3 29

da 2 300 a 2 400

10,2

Nota 1

I dati di precisione sono stati determinati quale parte di un esperimento eseguito nel Regno Unito nel 1987, durante il quale sono stati ottenuti i dati di precisione per varie prove descritte nella BS 1881. Allesperimento hanno partecipato 16 operatori. I calcestruzzi sono stati ottenuti utilizzando normale cemento Portland, sabbia della Thames Valley ed aggregati con grana grossa da 10 mm e 20 mm sempre provenienti dalla Thames Valley. [ stato adottato il metodo di compattazione manuale eseguito con un pestello]. I contenitori usati erano conformi ai requisiti della BS 1881: Parte 107: capacit nominale 0,01 m3 diametro interno (200 1,5) mm altezza interna (320 1,5) mm spessore minimo metallo 4 mm raggio tra base e parete 20 mm La differenza fra due risultati di prova ottenuti sullo stesso campione da parte di un operatore che utilizzi la stessa attrezzatura entro il pi breve intervallo di tempo possibile, eccede il valore di ripetibilit r mediamente non pi di una volta su 20 casi, se il metodo eseguito in modo corretto e normale. I risultati di prova sullo stesso campione ottenuti entro il pi breve intervallo di tempo possibile da due operatori che utilizzino ognuno la propria attrezzatura, differiscono del valore di riproducibilit R mediamente non pi di una volta su 20 casi, se il metodo eseguito in modo corretto e normale. I dati di precisione comprendono le procedure di campionamento oltre alla determinazione della massa volumica del calcestruzzo fresco. Per ulteriori informazioni sulla precisione e per le denizioni dei termini statistici usati in relazione alla precisione, vedere ISO 5725.

Nota 2

Nota 3

Nota 4

Nota 5

Nota 6

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina 4

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

APPENDICE (normativa) A.1


A.1.1 A.1.2

A TARATURA DEL CONTENITORE

Apparecchiatura
Bascula o bilancia, in grado di pesare il contenitore sia vuoto sia pieno dacqua, con accuratezza dello 0,1%. Lastra di vetro

A.2

Procedimento
Pesare il contenitore vuoto e la lastra di vetro con accuratezza dello 0,1% e registrare la massa indicata. Mettere il contenitore su di una supercie piana e riempirlo dacqua ad una temperatura di (20 5) C. Riempire il contenitore no a farlo traboccare e far scorrere la lastra di vetro sopra il contenitore per eliminare le bolle daria. Pesare il contenitore, la lastra di vetro e lacqua con accuratezza dello 0,1% e registrare la massa indicata. Calcolare il volume del contenitore dividendo la massa totale dacqua (in kilogrammi), necessaria per riempire il contenitore, per 998 kg/m3. Esprimere il volume (V ) del contenitore in metri cubi con accuratezza dello 0,1%.

UNI EN 12350-6:2001

UNI

Pagina 5

Documento contenuto nel prodotto UNIEDIL STRUTTURE edizione 2006.2 E' vietato l'uso in rete del singolo documento e la sua riproduzione. E' autorizzata la stampa per uso interno.

UNI Ente Nazionale Italiano di Unicazione Via Battistotti Sassi, 11B 20133 Milano, Italia

La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci, dellIndustria e dei Ministeri. Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.