Sei sulla pagina 1di 24

N O RMA Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei UNI EN ISO

E U R OP E A materiali metallici 3834-3


Parte 3: Requisiti di qualità normali

NOVEMBRE 2006

Versione bilingue
del novembre 2009
Quality requirements for fusion welding of metallic materials
Part 3: Standard quality requirements

La norma definisce i requisiti di qualità normali per la saldatura per


fusione dei materiali metallici sia in officina che nel cantiere di
messa in opera.

TESTO INGLESE E ITALIANO

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese e italiana


della norma europea EN ISO 3834-3 (edizione dicembre 2005) e
tiene conto dell’errata corrige del dicembre 2005 (AC:2005).

La presente norma sostituisce la UNI EN 729-3:1996.

ICS 25.160.01

UNI © UNI
Ente Nazionale Italiano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
di Unificazione può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza
Via Sannio, 2 il consenso scritto dell’UNI.
20137 Milano, Italia www.uni.com

UNI EN ISO 3834-3:2006 Pagina I


PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua inglese e
italiana, della norma europea EN ISO 3834-3 (edizione
dicembre 2005 + errata corrige AC:2005), che assume così lo
status di norma nazionale italiana.

La presente norma è stata elaborata sotto la competenza della


Commissione Tecnica UNI
Saldature

La presente norma è stata ratificata dal Presidente dell’UNI ed è


entrata a far parte del corpo normativo nazionale il 23 novembre 2006.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conflittuale, per rappresentare il reale stato
dell’arte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dell’applicazione di questa norma, di poter fornire sug-
gerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dell’arte
in evoluzione è pregato di inviare i propri contributi all’UNI, Ente Nazionale Italiano di
Unificazione, che li terrà in considerazione per l’eventuale revisione della norma stessa.

Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o
di aggiornamenti.
È importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di essere in possesso
dell’ultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.
Si invitano inoltre gli utilizzatori a verificare l’esistenza di norme UNI corrispondenti alle
norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina II


EUROPEAN STANDARD EN ISO 3834-3
NORME EUROPÉENNE
EUROPÄISCHE NORM December 2005

ICS 25.160.01 Supersedes


EN 729-3:1994

English version

Quality requirements for fusion welding of metallic materials -


Part 3: Standard quality requirements (ISO 3834-3:2005)

Exigences de qualité en soudage par fusion des matériaux Qualitätsanforderungen für das Schmelzschweißen von
métalliques - Partie 3: Exigences de qualité normale metallischen Werkstoffen - Teil 3: Standard -
(ISO 3834-3:2005) Qualitätsanforderungen (ISO 3834-3:2005)

This European Standard was approved by CEN on 28 October 2005.

CEN members are bound to comply with the CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate the conditions for giving
this European Standard the status of a national standard without any alteration. Up-to-date lists and bibliographical references
concerning such national standards may be obtained on application to the Central Secretariat or to any CEN member.

This European Standard exists in three official versions (English, French, German). A version in any other language made by
translation under the responsibility of a CEN member into its own language and notified to the Central Secretariat has the same
status as the official versions.

CEN members are the national standards bodies of Austria, Belgium, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland,
France, Germany, Greece, Hungary, Iceland, Ireland, Italy, Latvia, Lithuania, Luxembourg, Malta, Netherlands, Norway, Poland,
Portugal, Slovakia, Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland and United Kingdom.

EUROPEAN COMMITTEE FOR STANDARDIZATION


COMITÉ EUROPÉEN DE NORMALISATION
EUROPÄISCHES KOMITEE FÜR NORMUNG

Management Centre: rue de Stassart, 36 B-1050 Brussels

© 2005 CEN All rights of exploitation in any form and by any means reserved worldwide Ref. No. EN ISO 3834-3:2005: E
for CEN national Members.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina III


CONTENTS

FOREWORD 1

1 SCOPE 3

2 NORMATIVE REFERENCES 3

3 TERMS AND DEFINITIONS 3

4 USE OF THIS PART OF ISO 3834 3

5 REVIEW OF REQUIREMENTS AND TECHNICAL REVIEW 3

6 SUB-CONTRACTING 5

7 WELDING PERSONNEL 7

8 INSPECTION AND TESTING PERSONNEL 7

9 EQUIPMENT 9

10 WELDING AND RELATED ACTIVITIES 9

11 STORAGE AND HANDLING WELDING CONSUMABLES 11

12 STORAGE OF PARENT MATERIALS 11

13 POST-WELD HEAT TREATMENT 11

14 INSPECTION AND TESTING 13

15 NON-CONFORMANCE AND CORRECTIVE ACTIONS 15

16 CALIBRATION AND VALIDATION OF MEASURING, INSPECTION


AND TESTING EQUIPMENT 15

17 IDENTIFICATION AND TRACEABILITY 15

18 QUALITY RECORDS 17

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina IV


INDICE

PREMESSA 2

1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 4

2 RIFERIMENTI NORMATIVI 4

3 TERMINI E DEFINIZIONI 4

4 USO DELLA PRESENTE PARTE DELLA ISO 3834 4

5 RIESAME DEI REQUISITI E RIESAME TECNICO 4

6 SUBFORNITURA 6

7 PERSONALE DI SALDATURA 8

8 PERSONALE ADDETTO A ISPEZIONI, PROVE E CONTROLLI 8

9 ATTREZZATURE 10

10 SALDATURA E ATTIVITÀ CONNESSE 10

11 IMMAGAZZINAMENTO E MOVIMENTAZIONE DEI MATERIALI


D’APPORTO DI SALDATURA 12

12 IMMAGAZZINAMENTO DEI MATERIALI BASE 12

13 TRATTAMENTO TERMICO DOPO SALDATURA 12

14 ISPEZIONI E PROVE E CONTROLLI 14

15 NON-CONFORMITÀ ED AZIONI CORRETTIVE 16

16 TARATURA E VALIDAZIONE DI APPARECCHIATURE DI MISURA,


ISPEZIONE E CONTROLLO 16

17 IDENTIFICAZIONE E RINTRACCIABILITÀ 16

18 DOCUMENTI DI REGISTRAZIONE DELLA QUALITÀ 18

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina V


FOREWORD
This document (EN ISO 3834-3:2005) has been prepared by Technical Committee
ISO/TC 44 "Welding and allied processes" in collaboration with Technical Committee
CEN/TC 121 "Welding", the secretariat of which is held by DIN.
This European Standard shall be given the status of a national standard, either by
publication of an identical text or by endorsement, at the latest by June 2006, and
conflicting national standards shall be withdrawn at the latest by June 2006.
This document supersedes EN 729-3:1994.
According to the CEN/CENELEC Internal Regulations, the national standards
organizations of the following countries are bound to implement this European Standard:
Austria, Belgium, Cyprus, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland, France, Germany,
Greece, Hungary, Iceland, Ireland, Italy, Latvia, Lithuania, Luxembourg, Malta,
Netherlands, Norway, Poland, Portugal, Slovakia, Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland
and United Kingdom.

ENDORSEMENT NOTICE
The text of ISO 3834-3:2005 has been approved by CEN as EN ISO 3834-3:2005 without
any modifications.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 1


PREMESSA
Il presente documento (EN ISO 3834-3:2005) è stato elaborato dal Comitato Tecnico
ISO/TC 44 "Saldatura e tecniche affini", in collaborazione con il CEN/TC 121 "Saldatura"
la cui segreteria è affidata al DIN.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o
mediante pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro
giugno 2006, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro giugno 2006.
Il presente documento sostituisce la EN 729-3:1994.
In conformità alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei
seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Cipro,
Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia,
Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo,
Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e
Ungheria.

NOTIFICA DI ADOZIONE
Il testo della norma internazionale ISO 3834-3:2005 è stato approvato dal CEN come
EN ISO 3834-3:2005 senza alcuna modifica.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 2


1 SCOPE
This part of ISO 3834 defines standard quality requirements for fusion welding of metallic
materials both in workshops and at field installation sites.

2 NORMATIVE REFERENCES
The following referenced documents are indispensable for the application of this
document. For dated references, only the edition cited applies. For undated references,
the latest edition of the referenced document (including any amendments) applies.
ISO 3834-1 Quality requirements for fusion welding of metallic materials -
Part 1: Criteria for the selection of the appropriate level of quality
requirements
ISO 3834-5 Quality requirements for fusion welding of metallic materials - Part 5:
Documents with which it is necessary to conform to claim
conformity to the quality requirements of ISO 3834-2, ISO 3834-3
or ISO 3834-4.

3 TERMS AND DEFINITIONS


For the purposes of this document, the terms and definitions given in ISO 3834-1 apply.

4 USE OF THIS PART OF ISO 3834


For general information on the use of this part of ISO 3834, ISO 3834-1 shall be used.
In order to fulfil the quality requirements given in this part of ISO 3834, the conformity to
relevant documents given in ISO 3834-5 shall be verified.
In certain situations, e.g. where manufacturing is more suited to ISO 3834-4, or where
particular operations, such as heat treatment, are not undertaken, the requirements
detailed in this part of ISO 3834 may be selectively amended or deleted.
Otherwise, the requirements contained within this part of ISO 3834 shall be adopted in
full.

5 REVIEW OF REQUIREMENTS AND TECHNICAL REVIEW

5.1 General
The manufacturer shall review the contractual requirements and any other requirements,
together with any technical data provided by the purchaser or in-house data when the
construction is designed by the manufacturer. The manufacturer shall establish that all
information necessary to carry out the manufacturing operations is complete and
available prior to the commencement of the work. The manufacturer shall affirm its
capability to meet all requirements and shall ensure adequate planning of all
quality-related activities.
The review of requirements is carried out by the manufacturer to verify that the work
content is within its capability to perform, that sufficient resources are available to achieve
delivery schedules and that documentation is clear and unambiguous. The manufacturer
shall ensure that any variations between the contract and any previous quotation are
identified and the purchaser notified of any programme, cost or engineering changes that
may result.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 3


1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE
La presente parte della ISO 3834 definisce i requisiti di qualità normali per la saldatura a
fusione dei materiali metallici sia in officine sia in cantieri di installazione.

2 RIFERIMENTI NORMATIVI
I documenti richiamati di seguito sono indispensabili per l’applicazione del presente
documento. Per quanto riguarda i riferimenti datati, si applica esclusivamente l’edizione
citata. Per i riferimenti non datati vale l'ultima edizione del documento a cui si fa
riferimento (compresi eventuali aggiornamenti).
ISO 3834-1 Quality requirements for fusion welding of metallic materials -
Part 1: Criteria for the selection of the appropriate level of quality
requirements
ISO 3834-5 Quality requirements for fusion welding of metallic materials -
Parte 5: D Part 5: Documents with which it is necessary to conform
to claim conformity to the quality requirements of ISO 3834-2,
ISO 3834-3 or ISO 3834-4.

3 TERMINI E DEFINIZIONI
Ai fini del presente documento valgono i termini e le definizioni elencati nella ISO 3834-1.

4 USO DELLA PRESENTE PARTE DELLA ISO 3834


Per informazioni generali sull’uso della presente parte della ISO 3834 si deve usare la
ISO 3834-1.
Per soddisfare i requisiti di qualità indicati nella presente parte della ISO 3834 si deve
verificare la conformità ai documenti pertinenti indicati nella ISO 3834-5.
In certe situazioni, per esempio quando la fabbricazione è più applicabile alla ISO 3834-4,
o quando particolari operazioni, quale il trattamento termico, non vengono effettuate, i
requisiti indicati in dettaglio nella presente parte della ISO 3834 possono essere modificati
o eliminati selettivamente.
Altrimenti, i requisiti indicati in questa parte della ISO 3834 devono essere adottati
integralmente.

5 RIESAME DEI REQUISITI E RIESAME TECNICO

5.1 Generalità
Il costruttore deve riesaminare i requisiti contrattuali ed ogni altro requisito, unitamente ad
eventuali dati tecnici forniti dal committente o ai dati aziendali quando la costruzione è
progettata dal costruttore. Il costruttore deve verificare che tutte le informazioni
necessarie per effettuare le operazioni di fabbricazione siano complete e disponibili prima
dell’inizio del lavoro. Il costruttore deve dichiarare la sua capacità di soddisfare tutti i
requisiti e deve assicurare una pianificazione adeguata di tutte le attività legate alla
qualità.
Il riesame dei requisiti viene effettuato dal costruttore per verificare che il complesso del
lavoro rientri nella sua capacità di esecuzione, che siano disponibili risorse sufficienti per
rispettare i termini di consegna e che la documentazione sia chiara e priva di ambiguità.
Il costruttore deve accertarsi che eventuali variazioni tra il contratto e qualsiasi offerta
precedente siano identificate e che il committente sia informato in merito ad eventuali
programmi, costi o cambiamenti tecnici che possano derivarne.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 4


Items in 5.2 are typically considered at or before the time of the review of requirements.
Items in 5.3 usually form part of the technical review and are considered during the initial
planning stage.
When a contract does not exist, e.g. items made for stock, the manufacturer is required to
take into consideration the requirements of 5.2 while carrying out the technical review
(see 5.3).

5.2 Review of requirements


Aspects to be considered shall include the following:
a) the product standard to be used, together with any supplementary requirements;
b) statutory and regulatory requirements;
c) any additional requirement determined by the manufacturer;
d) the capability of the manufacturer to meet the prescribed requirements.

5.3 Technical review


Technical requirements to be considered shall include the following:
a) parent material(s) specification and welded joint properties;
b) quality and acceptance requirements for welds;
c) location, accessibility and sequence of welds, including accessibility for inspection
and for non-destructive testing;
d) the specification of welding procedures, non-destructive testing procedures and
heat-treatment procedures;
e) the approach to be used for the qualification of welding procedures;
f) the qualification of personnel;
g) selection, identification and/or traceability (e.g. for materials, welds);
h) quality-control arrangements, including any involvement of an independent
inspection body;
i) inspection and testing;
j) sub-contracting;
k) post-weld heat treatment;
l) other welding requirements, e.g. ferrite content of weld metal, ageing, hydrogen
content, permanent backing, use of peening, surface finish, weld profile;
m) use of special methods (e.g. to achieve full penetration without backing when welded
from one side only);
n) dimensions and details of joint preparation and completed weld;
o) welds which are to be made in the workshop, or elsewhere;
p) environmental conditions relevant to the application of the process (e.g. very
low-temperature ambient conditions or any necessity to provide protection against
adverse weather conditions);
q) handling of non-conformances.

6 SUB-CONTRACTING
When a manufacturer intends to use sub-contracted services or activities (e.g. welding,
inspection, non-destructive testing, heat treatment), information necessary to meet
applicable requirements shall be supplied by the manufacturer to the sub-contractor. The
sub-contractor shall provide such records and documentation of his work as may be
specified by the manufacturer.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 5


Gli elementi citati nel punto 5.2 vengono considerati generalmente al momento o prima
del riesame dei requisiti. Gli elementi citati nel punto 5.3 fanno parte generalmente del
riesame tecnico e sono considerati durante lo stadio iniziale di pianificazione.
Quando non esiste un contratto, per esempio nel caso di prodotti a magazzino, il
costruttore deve tenere conto dei requisiti del punto 5.2 mentre effettua il riesame tecnico
(vedere punto 5.3).

5.2 Riesame dei requisiti


Gli aspetti da considerare devono comprendere i seguenti:
a) la norma di prodotto da usare, insieme ad eventuali requisiti supplementari;
b) requisiti di statuti e regolamenti;
c) eventuali requisiti supplementari stabiliti dal costruttore;
d) la capacità del costruttore di soddisfare i requisiti specificati.

5.3 Riesame tecnico


I requisiti tecnici da considerare devono comprendere i seguenti:
a) specifica del materiale(i) base e caratteristiche del giunto saldato;
b) requisiti di qualità ed accettabilità delle saldature;
c) posizione, accessibilità e sequenza delle saldature, inclusa l’accessibilità per
l’ispezione e per i controlli non distruttivi;
d) la specificazione delle procedure di saldatura, delle procedure di controllo non
distruttivo e delle procedure di trattamento termico;
e) la metodologia da usare per la qualificazione delle procedure di saldatura;
f) la qualificazione del personale;
g) la scelta, l’identificazione e/o la rintracciabilità (per esempio per materiali, saldature);
h) disposizioni di controllo qualità, incluso l’eventuale intervento di un organismo di
ispezione indipendente;
i) ispezione e controllo;
j) subfornitura;
k) trattamento termico dopo saldatura;
l) altri requisiti di saldatura, per esempio tenore di ferrite nel metallo depositato,
invecchiamento, tenore di idrogeno, sostegno permanente, uso di martellinatura,
finitura superficiale, profilo della saldatura;
m) uso di metodi particolari (per esempio per ottenere la piena penetrazione senza
sostegno saldando da un solo lato);
n) dimensioni e dettagli della preparazione del giunto e della saldatura completata;
o) saldature da eseguire in officina, o altrove;
p) condizioni ambientali relative all’applicazione del procedimento (per esempio
condizioni di ambiente a temperatura molto bassa oppure eventuale necessità di
provvedere ad una protezione contro le avverse condizioni del tempo);
q) trattamento delle non-conformità.

6 SUBFORNITURA
Quando un costruttore intende usare servizi od attività di subfornitura (per esempio
saldatura, ispezione, controlli non distruttivi, trattamenti termici), deve dare al subfornitore
le informazioni necessarie per soddisfare i requisiti applicabili. Il subfornitore deve fornire
tali informazioni e la documentazione del suo lavoro secondo le modalità specificate dal
costruttore.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 6


A sub-contractor shall work under the order and responsibility of the manufacturer and
shall fully comply with the relevant requirements of this part of ISO 3834. The
manufacturer shall ensure that the sub-contractor can comply with the quality
requirements as specified.
The information to be provided by the manufacturer to the sub-contractor shall include all
relevant data from the review of requirements (see 5.2) and the technical review (see 5.3).
Additional requirements may be specified as necessary to assure sub-contractor
compliance with technical requirements.

7 WELDING PERSONNEL

7.1 General
The manufacturer shall have at his disposal sufficient and competent personnel for the
planning, performing and supervising of the welding production according to specified
requirements.

7.2 Welders and welding operators


Welders and welding operators shall be qualified by an appropriate test.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 1, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

7.3 Welding coordination personnel


The manufacturer shall have at his disposal appropriate welding coordination personnel.
Such persons having responsibility for quality activities shall have sufficient authority to
enable any necessary action to be taken. The tasks and responsibilities of such persons
shall be clearly defined.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 2, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

8 INSPECTION AND TESTING PERSONNEL

8.1 General
The manufacturer shall have at his disposal sufficient and competent personnel for
planning, performing, and supervising the inspection and testing of the welding production
according to specified requirements.

8.2 Non-destructive testing personnel


The non-destructive testing personnel shall be qualified. For visual testing, a qualification
test may not be required. When a qualification test is not required, competence shall be
verified by the manufacturer.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 3, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 7


Ogni subfornitore deve lavorare secondo gli ordini e sotto la responsabilità del costruttore
e deve soddisfare completamente i requisiti pertinenti della presente parte della
ISO 3834. Il costruttore deve assicurare che il subfornitore sia in grado di soddisfare i
requisiti di qualità specificati.
Le informazioni che il costruttore deve fornire al subfornitore devono comprendere tutti i
dati pertinenti del riesame dei requisiti (vedere punto 5.2) e del riesame tecnico (vedere
punto 5.3). Possono essere specificati requisiti addizionali per quanto necessario ad
assicurare la conformità del subfornitore ai requisiti tecnici.

7 PERSONALE DI SALDATURA

7.1 Generalità
Il costruttore deve disporre di personale sufficiente e competente per la pianificazione,
l’esecuzione e la supervisione della produzione di saldatura in conformità ai requisiti
prescritti.

7.2 Saldatori ed operatori di saldatura


I saldatori e gli operatori di saldatura devono essere qualificati mediante una prova
adeguata.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 1, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

7.3 Personale di coordinamento delle attività di saldatura


Il costruttore deve disporre di idoneo personale di coordinamento delle attività di
saldatura. Tali persone, essendo responsabili delle attività riguardanti la qualità, devono
avere autorità sufficiente per permettere che vengano prese le azioni necessarie. I
compiti e le responsabilità di tali persone devono essere definiti chiaramente.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 2, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

8 PERSONALE ADDETTO A ISPEZIONI, PROVE E CONTROLLI

8.1 Generalità
Il costruttore deve disporre di personale sufficiente e competente per la pianificazione e
l’esecuzione, nonché per la supervisione, l’ispezione e i controlli della produzione di
saldatura secondo i requisiti specificati.

8.2 Personale addetto ai controlli non distruttivi


Il personale addetto ai controlli non distruttivi deve essere qualificato. Per l’esame visivo
può non essere richiesta una prova di qualificazione. Quando non è richiesta una prova di
qualificazione la competenza deve essere verificata dal costruttore.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 3, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 8


9 EQUIPMENT

9.1 Production and testing equipment


The following equipment shall be available, when necessary:
- power sources and other machines;
- equipment for joint and surface preparation and for cutting, including thermal cutting;
- equipment for preheating and post-heat treatment including temperature indicator;
- jigs and fixtures;
- cranes and handling equipment used for the production;
- personal protective equipment and other safety equipment, directly associated with
the applicable manufacturing process;
- ovens, quivers, etc. used for treatment of welding consumables;
- facilities for surface cleaning;
- destructive and non-destructive testing facilities.

9.2 Description of equipment


The manufacturer shall maintain a list of essential equipment, used for the production.
This list shall identify items of major equipment, essential for an evaluation of workshop
capacity and capability. This includes, for example:
- maximum capacity of crane(s);
- size of components that the workshop is able to handle;
- capability of mechanised or automatic welding equipment;
- dimensions and maximum temperature of furnaces for post-weld heat treatment;
- capacities of rolling, bending and cutting equipment.
Other equipment only needs to be specified by approximate total numbers which cover
each general type (e.g. total number of power sources for the different processes).

9.3 Suitability and maintenance of equipment


The equipment shall be adequate for the application concerned and properly maintained.
Records of maintenance are recommended.

10 WELDING AND RELATED ACTIVITIES

10.1 Production planning


The manufacturer shall carry out adequate production planning.
Items to be considered shall include at least:
- specification of the sequence by which the construction shall be manufactured (e.g.
as single parts or sub-assemblies, and the order of subsequent final assembly);
- identification of the individual processes required to manufacture the construction;
- reference to the appropriate procedure specifications for welding and allied
processes;
- sequence in which the welds are to be made, if required;

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 9


9 ATTREZZATURE

9.1 Attrezzature per la produzione ed i controlli


Quando necessario, devono essere disponibili le seguenti attrezzature:
- saldatrici ed altre macchine;
- attrezzature per la preparazione dei lembi e delle superfici e per il taglio, incluso il
taglio termico;
- attrezzature per il preriscaldo e il trattamento termico dopo saldatura, inclusi
dispositivi di misura della temperatura;
- dispositivi di accoppiamento e di fissaggio delle parti;
- gru ed attrezzature di movimentazione usate per la produzione di saldatura;
- dispositivi di protezione individuale ed altre attrezzature di sicurezza, direttamente
attinenti al processo di fabbricazione applicabile;
- forni, fornetti per elettrodi, ecc. usati per il trattamento dei materiali d’apporto di
saldatura;
- attrezzature per la pulitura delle superfici;
- attrezzature per le prove distruttive e per i controlli non distruttivi.

9.2 Descrizione delle attrezzature


Il costruttore deve tenere una lista delle attrezzature essenziali usate per la produzione.
Tale lista deve indicare le caratteristiche delle attrezzature principali, essenziali per la
valutazione della capacità di lavoro e dell’idoneità dell’officina. La medesima lista include,
per esempio:
- portata massima della(e) gru;
- dimensioni dei componenti che l’officina è in grado di movimentare;
- idoneità delle macchine per la saldatura meccanizzata od automatica;
- dimensioni e temperatura massima dei forni per il trattamento termico dopo
saldatura;
- capacità di lavoro delle attrezzature per calandratura, piegatura e taglio.
Per quanto riguarda le altre attrezzature, per ciascun tipo generale è necessario indicare
solamente il numero totale approssimato (per esempio, numero totale di saldatrici per i
differenti procedimenti di saldatura).

9.3 Idoneità e manutenzione delle apparecchiature


Le attrezzature devono essere idonee per l’applicazione prevista e devono essere in
adeguate condizioni di manutenzione. Si raccomanda l’uso di resoconti di manutenzione.

10 SALDATURA E ATTIVITÀ CONNESSE

10.1 Pianificazione della produzione


Il costruttore deve eseguire una adeguata pianificazione della produzione.
Gli elementi da considerare devono comprendere almeno:
- indicazione della sequenza di fabbricazione della costruzione (per esempio se a
componenti singoli od a sottogruppi, e l’ordine del successivo montaggio finale);
- identificazione dei singoli procedimenti richiesti per la realizzazione della
costruzione;
- riferimento alle specifiche di procedura appropriate per la saldatura ed i
procedimenti connessi;
- la sequenza di esecuzione delle saldature, se richiesta;

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 10


- specification for inspection and testing, including the involvement of any
independent inspection body;
- environmental conditions (e.g. protection from wind and rain);
- identification of components or parts, as appropriate;
- allocation of qualified personnel;
- arrangement for any production test.

10.2 Welding-procedure specifications


The manufacturer shall prepare the welding-procedure specification(s) and shall ensure
that these are used correctly in production.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 4, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

10.3 Qualification of the welding procedures


Welding procedures shall be qualified prior to production. The method of qualification
shall be in accordance with relevant product standards or as stated in the specification.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 5, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.
Note 1 Qualification of other procedures may be required in the relevant product standards and/or the specifications.

10.4 Work instructions


The manufacturer may use the welding-procedure specification directly in the workshop
for instruction purposes. Alternatively, dedicated work instructions may be used. Such
dedicated work instructions shall be prepared from a qualified welding-procedure
specification and do not require separate qualification.

11 STORAGE AND HANDLING WELDING CONSUMABLES


The manufacturer shall produce and implement procedures for storage, handling,
identification and use of welding consumables which avoid moisture pick-up, oxidation,
damage, etc. The procedures shall be in accordance with the supplier‘s
recommendations.

12 STORAGE OF PARENT MATERIALS


Storage shall be such that the material, including material supplied by the client, will not be
adversely affected. Identification shall be maintained during storage.

13 POST-WELD HEAT TREATMENT


The manufacturer shall be fully responsible for the specification and the performance of
any post-weld heat treatment. The procedure shall be compatible with the parent material,
welded joint, construction etc. and in accordance with the product standard and/or
specified requirements. A record of the heat treatment shall be made during the process.
The record shall demonstrate that the specification has been followed.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 11


- specificazione delle ispezioni e dei controlli, incluso l’eventuale intervento di un
organismo ispettivo indipendente;
- condizioni ambientali (per esempio protezione contro il vento e la pioggia);
- identificazione di componenti o parti, secondo il caso;
- previsione di personale qualificato;
- disposizioni per eventuali prove di produzione.

10.2 Specifiche di procedura di saldatura


Il costruttore deve preparare la specifica(e) di procedura di saldatura e deve assicurarsi
che questa(e) sia usata(e) correttamente in produzione.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 4, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

10.3 Qualificazione delle procedure di saldatura


Le procedure di saldatura devono essere qualificate prima della produzione. Il metodo di
qualificazione deve essere conforme alle norme di prodotto pertinenti od alle prescrizioni
della specifica.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 5, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.
Nota 1 Nelle pertinenti norme di prodotto e/o specifiche può essere richiesta la qualificazione di altre procedure.

10.4 Istruzioni di lavoro


Il costruttore può usare la specifica di procedura di saldatura direttamente in officina, a
scopo di istruzione. In alternativa, egli può usare istruzioni di lavoro apposite. Tali
istruzioni di lavoro apposite devono essere preparate sulla base di una specifica di
procedura di saldatura qualificata e non richiedono una qualificazione separata.

11 IMMAGAZZINAMENTO E MOVIMENTAZIONE DEI MATERIALI D’APPORTO DI


SALDATURA
Il costruttore deve preparare ed applicare delle procedure per l’immagazzinamento, la
movimentazione, l’identificazione e l’impiego dei materiali d’apporto, in modo da evitare
assorbimento di umidità, ossidazione, danneggiamenti, ecc. Le procedure devono essere
conformi alle raccomandazioni del fornitore.

12 IMMAGAZZINAMENTO DEI MATERIALI BASE


L’immagazzinamento deve essere fatto in modo che i materiali, inclusi quelli forniti dal
committente, non subiscano danneggiamenti. L’identificazione deve essere mantenuta
durante l’immagazzinamento.

13 TRATTAMENTO TERMICO DOPO SALDATURA


Il costruttore deve essere completamente responsabile della specificazione e della
esecuzione di qualsiasi trattamento termico dopo saldatura. La procedura deve essere
compatibile con il metallo base, il giunto saldato, il tipo di costruzione, ecc. e conforme alla
norma di prodotto e/o ai requisiti prescritti. Durante il processo deve essere fatta una
registrazione del trattamento termico. Tale registrazione deve dimostrare che la specifica
è stata seguita.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 12


The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 6, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

14 INSPECTION AND TESTING

14.1 General
Applicable inspections and tests shall be implemented at appropriate points in the
manufacturing process to assure conformity with contract requirements. Location and
frequency of such inspections and/or tests will depend on the contract and/or product
standard, the welding process and the type of construction (see 5.2 and 5.3).
Note The manufacturer may carry out additional tests without restriction. Reporting of such tests is not required.

14.2 Inspection and testing before welding


Before the start of welding, the following shall be checked:
- suitability and validity of welders’ and welding operators’ qualification certificates;
- suitability of welding-procedure specification;
- identity of parent material;
- identity of welding consumables;
- joint preparation (e.g. shape and dimensions);
- fit-up, jigging and tacking;
- any special requirements in the welding-procedure specification (e.g. prevention of
distortion);
- suitability of working conditions for welding, including environment.

14.3 Inspection and testing during welding


During welding, the following shall be checked at suitable intervals or by continuous
monitoring:
- essential welding parameters (e.g. welding current, arc voltage and travel speed);
- preheating/interpass temperature;
- cleaning and shape of runs and layers of weld metal;
- back gouging;
- welding sequence;
- correct use and handling of welding consumables;
- control of distortion;
- any intermediate examination (e.g. checking of dimensions).
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 7, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

14.4 Inspection and testing after welding


After welding, the compliance with relevant acceptance criteria shall be checked:
- by visual inspection;
- by non-destructive testing;
- by destructive testing;
- form, shape and dimensions of the construction;
- results and records of post-weld operations (e.g. post-weld heat treatment, ageing).

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 13


I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 6, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

14 ISPEZIONI E PROVE E CONTROLLI


14.1 Generalità
Si devono effettuare ispezioni e controlli negli stadi opportuni del processo di
fabbricazione, in modo da assicurare la conformità ai requisiti del contratto. La
localizzazione e la frequenza di tali ispezioni e/o controlli dipendono dal contratto e/o dalla
norma di prodotto, dal procedimento di saldatura e dal tipo di costruzione (vedere punti
5.2 e 5.3).
Nota Il costruttore può effettuare controlli ulteriori senza restrizioni. Non sono richiesti rapporti di questi controlli.

14.2 Ispezioni e prove e controlli prima della saldatura


Prima dell’inizio della saldatura devono essere verificati i seguenti elementi:
- l’idoneità e la validità dei certificati di qualificazione dei saldatori e degli operatori di
saldatura;
- l’idoneità delle specifiche di procedura di saldatura;
- l’identificazione dei materiali base;
- l’identificazione dei materiali d’apporto di saldatura;
- la preparazione dei lembi (per esempio la forma e le dimensioni);
- l’accostamento dei lembi, il fissaggio e la puntatura del giunto;
- eventuali requisiti particolari della specifica di procedura di saldatura (per esempio la
prevenzione di distorsioni);
- l’idoneità delle condizioni di lavoro per la saldatura, incluse le condizioni ambientali.

14.3 Ispezioni e prove e controlli durante la saldatura


Durante la saldatura devono essere verificati ad intervalli opportuni o con controllo
continuo i seguenti elementi:
- i parametri essenziali di saldatura (per esempio corrente di saldatura, tensione
d’arco e velocità di avanzamento);
- le temperature di preriscaldo e tra le passate;
- la pulizia e la forma delle passate e degli strati di metallo depositato;
- la solcatura al rovescio;
- la sequenza di saldatura;
- l’uso e la manipolazione corretti dei materiali d’apporto;
- il controllo delle distorsioni;
- eventuali controlli intermedi (per esempio controlli dimensionali).
I documenti ISO ai quali è necessario conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 7, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

14.4 Ispezioni e controlli dopo la saldatura


Dopo la saldatura si deve verificare la conformità ai criteri di accettabilità pertinenti:
- mediante controllo visivo;
- mediante controlli non distruttivi;
- mediante prove distruttive;
- forma e dimensioni della costruzione saldata;
- risultati e documenti di registrazione delle operazioni dopo saldatura (per esempio
trattamento termico dopo saldatura, invecchiamento).

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 14


The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 8, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

14.5 Inspection and test status


Measures shall be taken, as appropriate, to indicate, e.g. by marking of the item or a
routing card, the status of inspection and test of the welded construction.

15 NON-CONFORMANCE AND CORRECTIVE ACTIONS


Measures shall be implemented to control items or activities which do not conform to
specified requirements in order to prevent their inadvertent acceptance. When repair
and/or rectification is undertaken by the manufacturer, descriptions of appropriate
procedures shall be available at all workstations where repair or rectification is performed.
When repair is carried out, the items shall be re-inspected, tested and examined in
accordance with the original requirements. Measures shall also be implemented to avoid
recurrence of non-conformances.

16 CALIBRATION AND VALIDATION OF MEASURING, INSPECTION AND TESTING


EQUIPMENT
The manufacturer shall be responsible for the appropriate calibration or validation of
measuring, inspection and testing equipment, if required.
The ISO documents to which it is required to conform to fulfil the quality requirements are
specified in ISO 3834-5:2005, Table 9, for arc welding, electron beam welding, laser
beam welding and gas welding, and in ISO 3834-5:2005, Table 10, for other fusion
welding processes.

17 IDENTIFICATION AND TRACEABILITY


Identification and traceability shall be maintained throughout the manufacturing process,
if required.
Documented systems to ensure identification and traceability of the welding operations
shall include, if required:
- identification of production plans;
- identification of weld locations in construction;
- identification of non-destructive testing procedures and personnel;
- identification of welding consumable (e.g. designation, trade name, manufacturer of
welding consumables);
- identification of parent material (e.g. type);
- identification of location of repairs;
- traceability of welder and welding operators to specific welds;
- traceability of welding-procedure specifications to specific welds.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 15


I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 8, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

14.5 Stato delle ispezioni e dei controlli


Devono essere prese misure appropriate per indicare, per esempio mediante marcatura
del pezzo o su una scheda di lavoro, lo stato delle ispezioni e dei controlli della
costruzione saldata.

15 NON-CONFORMITÀ ED AZIONI CORRETTIVE


Si devono prendere misure per controllare i pezzi o le attività che non sono conformi ai
requisiti specificati, in modo da prevenire la loro impropria accettazione. Quando la loro
riparazione e/o rilavorazione viene eseguita dal costruttore, la descrizione delle
procedure appropriate deve essere disponibile presso tutti i posti di lavoro dove viene
eseguita la riparazione o la rilavorazione. Quando viene eseguita la riparazione, i pezzi
devono essere nuovamente sottoposti ad ispezioni e controlli ed esaminati in conformità
ai requisiti originali. Inoltre devono essere prese misure per evitare il ripetersi delle
non-conformità.

16 TARATURA E VALIDAZIONE DI APPARECCHIATURE DI MISURA, ISPEZIONE E


CONTROLLO
Il costruttore deve essere responsabile della appropriata taratura e validazione delle
apparecchiature di misura, ispezione e controllo, se richiesto.
I documenti ISO ai quali è richiesto conformarsi per soddisfare i requisiti di qualità sono
specificati nella ISO 3834-5:2005, prospetto 9, per la saldatura ad arco, la saldatura a
fascio elettronico, la saldatura laser e la saldatura a gas, e nella ISO 3834-5:2005,
prospetto 10, per altri procedimenti di saldatura a fusione.

17 IDENTIFICAZIONE E RINTRACCIABILITÀ
L’identificazione e la rintracciabilità devono essere mantenute attraverso tutto il processo
di fabbricazione, se richiesto.
I sistemi documentati per assicurare l’identificazione e la rintracciabilità delle operazioni di
saldatura devono includere, se richiesto:
- identificazione dei piani di produzione;
- identificazione della posizione delle saldature nella costruzione;
- identificazione delle procedure di controllo non distruttivo e del personale addetto;
- identificazione dei materiali d’apporto (per esempio designazione, nome
commerciale, fabbricante dei materiali d’apporto);
- identificazione del materiale base (per esempio tipo);
- identificazione della posizione delle riparazioni;
- rintracciabilità di saldatori ed operatori di saldatura in relazione a particolari
saldature;
- rintracciabilità di specifiche di procedura di saldatura in relazione a particolari
saldature.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 16


18 QUALITY RECORDS
Quality records shall include, when necessary:
- record of requirement/technical review;
- material inspection documents;
- welding consumable inspection documents;
- welding-procedure specifications;
- welding-procedure qualification records (WPQR);
- welder or welding-operator qualification certificates;
- non-destructive testing personnel certificates;
- heat-treatment procedure specification and records;
- non-destructive testing and destructive testing procedures and reports;
- dimensional reports;
- records of repairs and non-conformance reports;
- other documents, if required.
Quality records shall be retained for a minimum period of five years in the absence of any
other specified requirements.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 17


18 DOCUMENTI DI REGISTRAZIONE DELLA QUALITÀ
Quando necessario, i documenti di registrazione della qualità devono comprendere:
- documentazione del riesame dei requisiti e del riesame tecnico;
- documenti di ispezione del materiale base;
- documenti di ispezione dei materiali d’apporto;
- specifiche delle procedure di saldatura;
- verbali di qualificazione delle procedure di saldatura (WPQR);
- certificati di qualificazione dei saldatori o degli operatori di saldatura;
- certificati di qualificazione del personale addetto ai controlli non distruttivi;
- specifiche delle procedure di trattamento termico e registrazioni dei trattamenti;
- procedure e rapporti dei controlli non distruttivi e delle prove distruttive;
- rapporti dei controlli dimensionali;
- rapporti sulle riparazioni e rapporti sulle non-conformità;
- altri documenti, se richiesti.
Se non sono prescritti requisiti diversi, i documenti di registrazione della qualità devono
essere conservati per un periodo minimo di cinque anni.

UNI EN ISO 3834-3:2006 © UNI Pagina 18


UNI
Ente Nazionale Italiano Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 Nº 633 e successivi aggiornamenti.
di Unificazione
Via Sannio, 2
20137 Milano, Italia

Potrebbero piacerti anche