Sei sulla pagina 1di 488

LA PROGETTAZIONE DEI

SISTEMI DI ANCORAGGIO
WÜRTH
WÜRTH ITALIA
Qualità e innovazione al servizio del Cliente

Würth è sempre più vicina ai suoi Clienti


Parte del Gruppo Würth Internazionale, presente nel mondo in 84 paesi con più di 400 Aziende, Würth Srl è oggi il
Partner di riferimento per 237.000 professionisti nel settore automotive, artigianato, edilizia ed industria.
Con i suoi 3 Centri Logistici di Egna (BZ), che è anche sede legale, Crespellano (BO) e Capena (Roma Nord),
e con un numero sempre crescente di Punti Vendita in tutta Italia (oltre 80), Würth è vicina ai propri clienti. I 3.400
collaboratori, di cui 2.500 Tecnici Venditori, offrono un supporto costante in termini di affidabilità, professionalità e
competenza. Würth è sinonimo di qualità superiore dei prodotti ed eccellenza nei servizi.

Würth è il Partner dei Professionisti dell’Edilizia, dell’Artigianato e dell’Industria


Würth è il Partner affidabile e competente che offre una serie di servizi e soluzioni sempre più ampia: consulenza
tecnica specializzata, servizio di back office, assistenza e consulenza tecnica in cantiere, consegna in 24 ore,
post-vendita, sistemi di gestione del materiale a magazzino con i servizi Orsy, Orsymobil e Orsyscan, Orsyfleet
(noleggio utensili a lungo termine) Servizi online (WOS), consegne a domicilio, e seminari tecnici.
Le soluzioni offerte sono sempre studiate su misura in base alle esigenze specifiche di ciascun Cliente.

Würth è qualità certificata


Würth è sinonimo di qualità e innovazione. Con un'attenzione particolare alla sicurezza.
Oltre 100.000 i prodotti in gamma garantiti da test rigorosi e dotati di certificati di qualità conformi alle normative,
schede di sicurezza e indicazioni per la tutela della salute degli utilizzatori.
Nel reparto "Ricerca e Sviluppo" del Gruppo Würth lavorano 120 persone per un servizio di qualità che ha ottenuto
numerosi brevetti, modelli di utilità e riconoscimenti.

Würth è un servizio di consulenza tecnica a 360°


L’ufficio tecnico Würth si avvale di un team qualificato di ingegneri e tecnici specializzati che segue il cliente
per offrire supporto in fase di progettazione e di installazione. La consulenza sui prodotti, l’assistenza in fase di
progettazione, il dimensionamento dei sistemi completi, lo studio di nuovi componenti, la predisposizione di manuali
tecnici e i sopralluoghi per una consulenza sul campo, sono alcune tra le principali attività svolte.
Inoltre, viene fornita una consulenza sui prodotti di supporto (schede per la richiesta di offerte, schede tecniche dei
prodotti, software per il dimensionamento) e sull’attività di formazione tecnica rivolta ai clienti.
Online si può ottenere una consulenza rapida e consultare la documentazione tecnica necessaria, come le schede di
progettazione, il programma per il dimensionamento e le voci di capitolato.

1
Technical software Würth

Rappresenta, grazie alla sua interfaccia semplice e intuitiva, un utile supporto alla progettazione di ancoranti mecca-
nici e chimici con barre filettate o barre ad aderenza migliorata, nel rispetto dei Benestare Tecnici Europei dei prodotti
e delle Linee Guida Europee di riferimento.

Contiene un database con documenti di omologazione, Benestare Tecnici Europei, schede tecniche, disegni in for-
mato dxf e video illustrativi della gamma degli ancoranti Würth, sempre attuali grazie a una semplice procedura di
aggiornamento online.

Include documentazione e software di dimensionamento di altri sistemi di installazione Würth, tra i quali i sistemi di
staffaggio per impianti meccanici e impianti fotovoltaici.

www.wuerth.it/ancoranti
Sito internet ufficiale che consente di conoscere le ultime novità della gamma degli ancoranti Würth
e di poter scaricare schede tecniche, documenti di omologazione, Benestare Tecnici Europei, sempre aggiornati.

2
PREFAZIONE

La tecnologia dei sistemi di ancoraggio rappresenta una soluzione sicura e ampiamente diffusa nella pratica di cantie-
re e artigianale odierna. Il presente manuale di progettazione mira a fornire gli elementi teorici e pratici per consentire
al progettista di eseguire un rapido calcolo dei fissaggi garantendo un elevato grado di sicurezza
dell’applicazione.

Nella parte iniziale del manuale vengono approfonditi i concetti che sono alla base delle Linee Guida Europee ETAG
per il dimensionamento dei fissaggi. Seguono poi le schede di progettazione dei singoli ancoranti.
In tali schede sono riportati il valore resistente caratteristico, di progetto e di esercizio degli ancoranti; sono forniti
i coefficienti correttivi per tenere conto della classe del calcestruzzo, dell’interasse degli ancoranti, della distanza
dal bordo, della fessurazione del calcestruzzo, della resistenza ai carichi d’incendio e in generale di tutte le
caratteristiche che possono influire sulla tenuta dell’ancorante, così come previsto dai rispettivi Benestare Tecnici
Europei per gli ancoranti certificati ETA e marcati CE.

Questa pubblicazione si affianca all’utile software di dimensionamento dei fissaggi Würth integrandolo e
permettendo così di avere sempre a disposizione un utile prontuario con le caratteristiche salienti degli ancoranti.

Würth Srl
Egna (BZ), 2011

3
INDICE

1 Introduzione 19

2 Tipologie di ancoranti 20

2.1 Ancoranti meccanici in acciaio ad espansione 20


2.1.1 Ancoranti ad espansione a controllo di coppia 20
2.1.2 Ancoranti ad espansione a controllo di spostamento 21
2.2 Ancorante a vite 22
2.3 Tasselli in nylon 22
2.4 Ancoranti chimici 24
2.4.1 Sistema a fiala 25
2.4.2 Sistema a iniezione 25
2.4.3 Resina vinilestere 26
2.4.4 Resina epossidica 27
2.4.5 Altre resine 27
2.4.6 Ancoraggio chimico di ferri d’armatura per cemento armato 27

3 Materiali base di ancoraggio 29

3.1 Generalità 29
3.2 Calcestruzzo 29
3.3 Muratura 31

4 Materiali costituenti gli ancoranti 33

4.1 Acciaio 33
4.1.1 Fenomeni corrosivi dell’acciaio 34

5 Sollecitazioni 35

5.1 Sollecitazioni dipendenti dal carico 35


5.2 Azione della temperatura 36
5.3 Esposizione agli agenti aggressivi 36

4
6 Meccanismi di rottura 37

6.1 Meccanismi di rottura degli ancoranti meccanici 37


6.1.1 Trazione degli ancoranti meccanici nel calcestruzzo 37
6.1.2 Taglio negli ancoranti meccanici 40
6.2 Meccanismi di rottura per sistemi di ancoraggio chimico 45
6.2.1 Trazione negli ancoranti chimici 45
6.2.2 Taglio negli ancoranti chimici 47
6.3 Meccanismi di rottura in muratura e in altri tipi di supporto 47

7 Installazione degli ancoranti 48

7.1 Generalità 48
7.2 Foratura del supporto 48
7.2.1 Forature errate 49
7.3 Montaggio dei tasselli 49
7.3.1 Tipologie di montaggio degli ancoranti 49
7.3.2 Montaggio dei tasseli ad espansione 50
7.3.3 Montaggio degli ancoranti a vite 50
7.3.4 Installazione degli ancoranti chimici 50

8 Modalità di utilizzo delle schede di progettazione 52



8.1 Generalità 52
8.2 Legenda simboli 53
8.3 Concetti di resistenza 54
8.4 Benestare tecnico europeo 55
8.5 Scheda di progettazione tipo 57
8.6 Scheda di progettazione fissaggio multiplo 82

9 Schede di progettazione 89

10 Bibliografia 484

5
Tabella riepologativa degli ancoranti
Sistemi di ancoraggio chimico
WIT-PE 500 WIT-PE 500 W-VIZ WIT-VM 200 W-VD
e barra e ferri (Sistema W-VI)
filettata d’armatura

p. 91 p. 91 p. 123 p. 151 e 179 p. 167


Benestare Tecnico
Europeo ■ ■ ■ ■ ■
marcatura CE ■ ■ ■ ■ ■
carico sismico ■ ■
carico max di 9,4÷76,2 8,8÷87,2 3,6÷66,7 7,6÷81 7,9÷35,7
trazione (kN)2)
carico max di taglio 6,3÷154 9,3÷149 8÷101,7 6,3÷153,9 6,3÷85,7
(kN)2)
diametri disponibili M8÷M30 ø8÷ø32 M8÷M24 M8÷M30 M8÷M24
(mm) 8)
calcestruzzo
fessurato ■ ■ ■
calcestruzzo
non fessurato ■ ■ ■ ■ ■
pietra naturale dura1) ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena 1)
■ ■ ■ ■ ■
muratura forata 1)
■ ■ ■ ■
calcestruzzo cellulare1) ■ ■ ■ ■
legno 1)

distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■ ■ ■ ■
foro trapanato ■ ■ ■ ■ ■
foro nel calcestruzzo
carotato ■
foro umido ■ ■ ■ ■ ■
foro bagnato
(riempito d’acqua) ■ ■ ■ ■
resistenza al fuoco ■ ■ ■ ■ ■
resistenza alle alte
temperature ■ ■ ■ ■ ■
resistenza agli agenti
chimici ed atmosferici ■ ■ ■ ■ ■
1) senza Benestare Tecnico Europeo
2) i carichi si intendono per installazioni in calcestruzzo senza influenza di ulteriori ancoranti e bordi del materiale
base vicini. Per informazioni complete si veda la scheda tecnica specifica del prodotto
8) con Benestare Tecnico Europeo
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.
6
Sistemi di ancoraggio chimico
WIT-C 100 WIT NORDIC WIT-C 140 WIT-C 150

p. 182 p. 185 p. 188 p. 192


Benestare Tecnico
Europeo
marcatura CE
carico sismico
carico max di trazione
1,2÷32,1 1,2÷32,1 2,0÷18,3 1,0÷14,63)
(kN)
carico max di taglio
1,2÷45,3 1,2÷45,3 3,0÷18,3 1,0÷14,63)
(kN)
diametri disponibili
(mm)
calcestruzzo
fessurato
calcestruzzo
non fessurato ■ ■ ■ ■
pietra naturale dura ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■
muratura forata ■ ■ ■
calcestruzzo cellulare ■ ■ ■ ■
legno ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■ ■ ■
foro trapanato ■ ■ ■ ■
foro nel calcestruzzo
carotato
foro umido ■
foro bagnato
(riempito d’acqua) ■
resistenza al fuoco
resistenza alle alte
temperature ■ ■ ■ ■
resistenza agli agenti
chimici ed atmosferici ■ ■ ■ ■
3) valore indipendente dalla direzione di applicazione
5) per applicazioni in calcestruzzo vedere il sistema di ancoraggio chimico W-VI
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

7
Sistemi di ancoraggio chimico
RP 401 MC 100

p. 195 p. 198
Benestare Tecnico
Europeo
marcatura CE
carico sismico
carico max di trazione
0,4÷9,5 8÷522)
(kN)
carico max di taglio
0,4÷9,5 6÷392)
(kN)
diametri disponibili
(mm)
calcestruzzo
fessurato
calcestruzzo
non fessurato ■ ■
pietra naturale dura ■ ■
muratura piena ■ ■
muratura forata ■
calcestruzzo cellulare
legno ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■
foro trapanato ■ ■
foro nel calcestruzzo
carotato
foro umido ■
foro bagnato
(riempito d’acqua) ■ N.B. La presente è una tabella di
resistenza al fuoco sintesi. Per informazioni complete
resistenza alle alte si veda la scheda specifica del
temperature ■ prodotto.
resistenza agli agenti
chimici ed atmosferici ■
2) i carichi si intendono per installazioni in calcestruzzo senza influenza di ulteriori ancoranti e bordi del materiale base vicini.
Per informazioni complete si veda la scheda tecnica specifica del prodotto

8
Ancoranti meccanici per carichi pesanti
W-HAZ W-SA W-FAZ W-FAZ-IG W-FA W-ED W-HD

p. 201 p. 223 p. 243 p. 277 p. 297 p. 319 p. 337


Benestare Tecnico
Europeo ■ ■ ■ ■ ■ ■
marcatura CE ■ ■ ■ ■ ■ ■
carico max di
2,4÷24,02) 1,7÷15,92) 2,4÷29,62) 2,0÷11,92) 2,9÷24,02) 2,9÷17,22) 0,35÷5,72)
trazione (kN)
carico max di taglio
9,1÷67,12) 3,3÷23,32) 7,4÷43,92) 2,9÷16,92) 2,9÷43,92) 1,6÷30,72) 0,35÷5,72)
(kN)
diametri
M6÷M20 Ø7,5÷Ø16 M8÷M24 M6÷M12 M6÷M20 M6÷M20 M6÷M12
disponibili (mm)
calcestruzzo
fessurato ■ ■ ■ ■ ■
calcestruzzo
non fessurato ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
fissaggio multiplo in
calcestruzzo fessurato ■ ■
muratura piena1) ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
fissaggi in
ambienti esterni ■ ■ ■ ■ ■
fissaggi in ambienti
molto aggressivi ■ ■ ■ ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■ ■ ■ ■
montaggio
passante ■ ■ ■ ■ ■
profondità di
ancoraggio ridotta ■ ■ ■
resistenza
al fuoco ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
resistenza a carichi
impulsivi (shock) ■ ■ ■
1) senza Benestare Tecnico Europeo
2) i carichi si intendono per installazioni in calcestruzzo senza influenza di ulteriori ancoranti e bordi del materiale base vicini.
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.
9
Ancoranti meccanici per carichi pesanti
W-TM WSL TG WMV W-SX W-HA W-TA

p. 339 p. 343 p. 346 p. 349 p. 352 p. 354 e 356 p. 358


Benestare Tecnico
Europeo ■
marcatura CE ■
carico max di
0,5÷6,52) 0,7÷7,52) 4,0÷18,02) 1,05÷5,72) 2,5÷6,02) 1,0÷3,52) 1,5÷3,92)
trazione (kN)
carico max di taglio
0,5÷6,52) 0,7÷7,52) 4,0÷18,02) 1,05÷5,72) 2,5÷6,02) 1,0÷3,52) 1,5÷3,92)
(kN)
diametri
M6÷M12 M6÷M12 M6÷M16 M6÷M10 Ø8÷Ø14 Ø8÷Ø12 Ø10÷Ø12
disponibili (mm)
calcestruzzo
fessurato
calcestruzzo
non fessurato ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
fissaggio multiplo in
calcestruzzo fessurato
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
fissaggi in
ambienti esterni ■
fissaggi in ambienti
molto aggressivi ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■ ■ ■
montaggio
passante ■ ■ ■
profondità di
ancoraggio ridotta
resistenza
al fuoco
resistenza a carichi
impulsivi (shock)
2) i carichi si intendono per installazioni in calcestruzzo senza influenza di ulteriori ancoranti e bordi del materiale base vicini.
Per informazioni complete si veda la scheda tecnica specifica del prodotto

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

10
Ancoranti per ponteggi
WTM-P WTM-PL TP-B e VS tassello GR e
ancorante occhiolo GS
chimico
WIT-VM 200

p. 360 p. 362 p. 364 p. 366 p. 368


rapporto di prova
ist. Giordano ■ ■ ■ ■
diametri disponibili
M12 M12 M12 Ø12 Ø14
(mm)
carico max di 8)
23,76) 456) 206) 0,5÷3,5
trazione (kN)
carico max di taglio
(kN)
calcestruzzo ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■
muratura forata ■
6) A questi valore si deve applicare un adeguato coefficiente di sicurezza
8) Per i valori di resistenza riferirsi ai valori relativi all’ancorante chimico WIT-VM 200 a parità di diametro e profondità di posa

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

11
Ancoranti meccanici per carichi leggeri
tassello in tassello in tassello in W-ZS W-DS TC
ottone ottone ad acciaio
espansione
guidata

p. 370 p. 372 p. 373 p. 375 p. 381 p. 382


Benestare Tecnico
Europeo ■
marcatura CE ■
carico max di
0,45÷3,45 6÷226) 7,5÷16,56) 0,83÷0,995) 0,80 0,30
trazione (kN)
carico max di taglio
0,30÷3,50 0,83÷0,995)
(kN)
diametri disponibili
M4÷M12 M6÷M10 M6÷M12 Ø6 Ø6
(mm)
calcestruzzo ■ ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■
muratura forata

cartongesso

legno ■ ■
fissaggi in ambienti
esterni ■ ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■
montaggio passante ■
resistenza al fuoco ■
resistenza alle alte
temperature
Valore indipendente dalla direzione di applicazione della forza
5)

A questi valori si deve applicare un adeguato coefficiente di sicurezza


6)

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

12
Ancoranti meccanici per carichi leggeri
MASTER ZEBRA ZEBRA W-RD MF in acciaio in nylon
SHARK SHARK bianco con con
W-ZX pitoneria pitoneria

p. 384 p. 386 p. 389 p. 392 p. 394 p. 396 p. 398


Benestare Tecnico
Europeo
marcatura CE
carico max di
0,15÷5,50 0,10÷2,505) 0,10÷2,505) 0,10÷0,455) 0,25÷0,95) 0,4÷1,85)6) 0,4÷1,85)6)
trazione (kN)
carico max di taglio
0,25÷6,20 0,10÷2,505) 0,10÷2,505) 0,10÷0,455) 0,25÷0,95) 0,4÷1,85)6) 0,4÷1,85)6)
(kN)
diametri disponibili
Ø4÷Ø20 Ø5÷Ø14 Ø5÷Ø14 Ø6-Ø8 Ø12-Ø14 M4-M5 M4-M5
(mm)
calcestruzzo ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
muratura forata ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■
cartongesso ■ ■
legno ■ 7) ■ 7)

fissaggi in ambienti
esterni ■ ■ ■ ■ ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■
montaggio passante ■ ■ ■
resistenza al fuoco
resistenza agli agenti
chimici ■
resistenza agli agenti
atmosferici ■ ■ ■
resistenza alle alte
temperature ■ ■ ■
5) Valore indipendente dalla direzione di applicazione della forza
6) A questi valore si deve applicare un adeguato coefficiente di sicurezza
7) valori relativi ad installazioni in pannelli in legno

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

13
Ancoranti in nylon prolungati
W-UR W-RD WE/WR WD WFS

p. 401 p. 428 p. 430 p. 432 p. 434


Benestare Tecnico
Europeo ■
marcatura CE ■
carico max di
0,09÷2,4 0,15÷0,25 0,6÷0,8 0,4÷0,6 0,3÷1,25)
trazione (kN)
carico max di taglio
0,09÷5,0 0,3÷1,25)
(kN)
diametri disponibili
Ø8-Ø10 Ø6-Ø8 Ø10 Ø10 Ø8-Ø10
(mm)
calcestruzzo ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■
muratura forata ■ ■ ■ ■
cemento spugno ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti ■ ■ ■ ■
montaggio passante ■ ■ ■ ■ ■
resistenza al fuoco ■
resistenza agli agenti
chimici ■ ■ ■ ■ ■
resistenza agli agenti
atmosferici ■ ■ ■ ■ ■
resistenza alle alte
temperature ■ ■ ■ ■ ■
5) Valoreindipendente dalla direzione di applicazione della forza
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

14
Ancoranti in metallo prolungati
WKS WUS WUL/ WUK

p. 436 p. 438 p. 440


Benestare Tecnico
Europeo
marcatura CE
carico max di
0,3÷0,8 0,1÷0,6 0,1÷0,4
trazione (kN)
carico max di taglio
0,3÷0,5 0,25÷0,4 0,2÷0,6
(kN)
diametri disponibili
Ø10 Ø10 Ø8
(mm)
calcestruzzo ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■
muratura forata ■ ■ ■
cemento spugno ■ ■ ■
distanze minime dai
bordi e interassi ridotti
montaggio passante ■ ■ ■
resistenza al fuoco ■
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la
scheda specifica del prodotto.

15
Ancoranti leggeri per cartongesso e pareti vuote
W-MH tassello per W-GS tassello in tassello in
pareti vuote nylon con nylon con
pitoneria pitoneria
ROSA

p. 442 p. 444 p. 446 p. 448 p. 450


carico max di
0,10÷0,30 0,085) 0,10÷0,16 0,20÷0,70 0,10÷0,805)
trazione (kN)
carico max di taglio
0,10÷0,60 0,085) 0,12÷0,20 0,35÷0,85 0,10÷0,805)
(kN)
diametri disponibili
M4÷M8 M5 Ø9
(mm)
cartongesso ■ ■ ■ ■ ■
pannelli in fibra ■ ■ ■ ■ ■
pannelli truciolari ■ ■ ■ ■ ■
mattoni forati ■ ■ ■ ■
cemento spugno ■
montaggio passante

resistenza al fuoco ■
resistenza all’umidità ■
resistenza agli
agenti atmosferici ■
resistenza alle alte
temperature ■
Valore indipendente dalla direzione di applicazione della forza
5)

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

16
Ancoranti leggeri per cartongesso e pareti vuote
ancora ancora W-KL W-GB W-MG
a farfalla basculante

p. 452 p. 454 p. 456 p. 458 p. 460


carico max di
0,1÷2,4 0,3÷13 0,01÷0,40 0,2÷1,155) 0,20÷1,205)
trazione (kN)
carico max di taglio
0,04÷0,40 0,2÷1,155) 0,20÷1,205)
(kN)
diametri disponibili
M3÷M5 M4÷M8 Ø10-Ø14 Ø5÷Ø10
(mm)
cartongesso ■ ■
pannelli in fibra ■ ■
pannelli truciolari ■ ■
mattoni forati ■ ■ ■
cemento spugno ■ ■ ■
montaggio passante

resistenza al fuoco ■
resistenza
all’umidità ■ ■
resistenza agli
agenti atmosferici ■
resistenza alle
temperature ■ ■
Valore indipendente dalla direzione di applicazione della forza
5)

N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

17
Ancoranti leggeri a chiodo Ancoranti per isolamenti
termoacustici
W-ZND tassello a tassello a W-DD W-IN
chiodo per chiodo
lattonieri in metallo

p. 470 p. 475 p. 476 p. 478 p. 480


carico max di
0,04÷0,55 0,55÷0,60 0,33÷0,40 0,10÷0,14 0,10
trazione (kN)
diametri disponibili
Ø5÷Ø10 Ø6 Ø5-Ø6.5 Ø10 Ø8
(mm)
calcestruzzo ■ ■ ■ ■ ■
muratura piena ■ ■ ■ ■ ■
muratura forata ■ ■ ■
cemento spugno ■ ■
legno ■
montaggio passante ■ ■ ■ ■ ■
resistenza agli
agenti chimici ■ ■
resistenza agli
agenti atmosferici ■ ■
resistenza alle
temperature ■
N.B. La presente è una tabella di sintesi. Per informazioni complete si veda la scheda specifica del prodotto.

18
1 INTRODUZIONE
Un ancorante rappresenta un sistema che installato in un supporto esistente, ha il compito di fissare un elemento. Gli ancoranti possono es-
sere dotati di Benestare Tecnico Europeo, il quale è un documento che consente al progettista di avere a disposizione i parametri necessari
per eseguire il dimensionamento di un ancoraggio secondo la Linea Guida Europea di riferimento, rispettando quindi un procedimento di
calcolo riconosciuto a livello europeo. La progettazione degli ancoranti al momento non è regolata infatti da leggi nazionali o da norme
europee. L’European Organisation for Technical Approvals (EOTA) comprende organismi nazionali con il compito di pubblicare documenti
di approvazione tecnica detti anche Benestare Tecnici Europei (European Technical Approvals-ETA), relativi a prodotti per l’edilizia. Un pro-
dotto dotato di documento ETA può ottenere la marcatura CE e quindi può essere messo nel marcato dei paesi facenti parte la Comunità
Economica Europea. Inoltre l’EOTA ha il compito di pubblicare linee guida (ETAG) e documenti tecnici (Technical Reports) che regolano le
procedure per la certificazione ETA e nel caso specifico degli ancoranti, forniscono metodi di determinazione e di verifica della resistenza.
Gli ancoranti si distinguono in base al loro principio di funzionamento, al materiale che costituisce l’ancorante o il supporto base dell’instal-
lazione, all’entità e alla natura della sollecitazione, alla capacità di resistere ai carichi in caso di incendio o agli agenti aggressivi.
Nella prima parte del manuale si descrivono le tipologie di ancoranti utilizzati in edilizia, in base al principio di tenuta e al materiale che
costituisce l’ancorante stesso. Si prendono in considerazione gli ancoranti meccanici in acciaio a controllo di coppia e a controllo di sposta-
mento, in materiale plastico e infine gli ancoranti di tipo chimico.
Successivamente si descrivono le caratteristiche dei materiali più utilizzati come base di supporto d’installazione e le caratteristiche dell’ac-
ciaio, materiale utilizzato nella realizzazione di gran parte degli ancoranti in commercio, con riferimento alle tecnologie utilizzate per la
protezione contro la corrosione.
Si descrivono quindi i tipi di sollecitazioni che possono agire sui sistemi di ancoraggio, le influenze della temperatura e degli agenti aggres-
sivi esterni.
Una parte importante è dedicata alla descrizione dei meccanismi di rottura, la cui comprensione permette di poter rapidamente riconosce-
re l’idoneità dei sistemi di ancoraggio in funzione del tipo e dell’entità del carico e del tipo di supporto. Inoltre la loro conoscenza consente
di poter eseguire le verifiche necessarie senza perdere il riferimento a ciò che accade realmente al sistema di ancoraggio posto in opera.
La descrizione delle modalità d’installazione spesso trascurate, permette di comprendere quanto esse siano determinanti ai fini del raggiun-
gimento della massima capacità portante del sistema di ancoraggio.
La parte introduttiva si conclude con un paragrafo che riporta una scheda di progettazione tipo e la integra con commenti e approfondi-
menti, con l’obiettivo di permettere all’utilizzatore di comprendere le varie parti del metodo di verifica proposto.
La scelta di un ancorante dipende quindi da molti parametri. Prima di scegliere un ancorante è necessario conoscere il tipo di supporto
in cui deve essere installato, il tipo di ambiente, se asciutto o umido, se sono presenti agenti aggressivi e di che entità, se il foro è asciutto,
umido o riempito d’acqua. Si deve conoscere in caso di installazioni in calcestruzzo, se il supporto è fessurato o meno e se l’ancorante
deve resistere alle sollecitazioni durante l’evento eccezionale di incendio. Nel caso di ancorante chimico è importante conoscere l’intervallo
di temperatura previsto per il funzionamento dello stesso. L’entità e il tipo di carico rappresentano ulteriori parametri importanti per la scelta
del tipo di sistema di fissaggio. Il tipo di elemento da fissare può rappresentare un’informazione fondamentale. È possibile ad esempio
collegare elementi strutturali in cemento armato con barre ad aderenza migliorata a strutture esistenti, ripristinando eventualmente una
continuità statica. Casi particolari possono orientare la scelta su altri ancoranti come nel caso di fissaggio in supporti sottili, ad esempio in
lastre predalles o nel getto di completamento di solai alleggeriti.

La presente pubblicazione si rivolge ai progettisti, ai direttori dei lavori, ai collaudatori ed ha il compito di guidare l’utente nella scelta o
nella verifica dell’idoneità del tipo di fissaggio al particolare impiego a cui è destinato.
Le finalità di questo manuale sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissaggio.
E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indica-
tivi, non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la com-
merciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo Benestare Tecnico
Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed i requisiti degli
ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

19
2 TIPOLOGIE DI ANCORANTI
Il meccanismo secondo cui un sistema di ancoraggio garantisce la resistenza nei confronti dell’azione dei carichi
esterni, dipende dal tipo di ancorante. In generale si possono distinguere:

• ancoranti meccanici
• ancoranti chimici

Gli ancoranti meccanici resistono alle azioni esterne trasferendo al supporto il carico, sfruttando l’attrito tra i materiali
o per scambio di forze per contatto. Essi possono essere in acciaio o in materiale plastico.
Gli ancoranti chimici resistono alle azioni esterne sfruttando il legame che si crea tra una resina sintetica e il materiale
base e tra resina e barra in acciaio. Lo scambio delle forze avviene per adattamento di forma della resina attorno al
filetto del tassello e nelle asperità del materiale base e per adesione.

2.1 Ancoranti meccanici in acciaio ad espansione


Questi tipi di ancoranti sono utilizzati generalmente su supporti pieni, a causa delle elevate forze che esercitano sul
materiale base. La tenuta avviene per attrito tra una boccola di espansione e le pareti del foro. Esistono tasselli per
carichi leggeri che possono essere utilizzati anche in muratura forata, mentre quelli per carichi pesanti sono idonei
per calcestruzzo e muratura in pietra naturale dura. Tra gli ancoranti ad espansione si distinguono quelli a controllo di
coppia e a controllo di spostamento.

2.1.1 Ancoranti ad espansione a controllo di coppia


L’espansione della boccola avviene dopo aver applicato la prescritta coppia di serraggio al dado o alla vite, per
mezzo di una chiave dinamometrica. Tale coppia crea un pretensionamento, secondo il quale il cono posto nella
parte terminale del tassello è spinto contro la boccola di espansione che si allarga, esercitando una pressione contro
le pareti del foro (fig. 2.1). L’applicazione del valore prescritto della coppia garantisce la corretta espansione della
boccola e di conseguenza l’ottimale funzionamento dell’ancorante. Sono ancoranti ad espansione a controllo di cop-
pia gli ancoranti ad esempio W-FAZ e W-HAZ.
Gli ancoranti meccanici a controllo di coppia adatti per installazioni in calcestruzzo fessurato sono caratterizzati da
una espansione secondaria. In presenza di una fessura nel calcestruzzo, il cono di espansione penetra ulteriormente
nella boccola, la quale si allarga garantendo la tenuta.

fig. 2.1 Funzionamento di un tassello a controllo di coppia

20
Un ancorante idoneo per installazioni sia in calcestruzzo fessurato che non, mostra resistenze inferiori di circa il 30%
in presenza di fessure di 0,3 mm di ampiezza (fig. 2.2), mentre un ancorante non idoneo per installazioni in calce-
struzzo fessurato, mostra per questo tipo di impiego valori di resistenza nettamente inferiori, manifestando diminuzioni
fino al 90% rispetto al caso di calcestruzzo non fessurato. La curva di fig. 2.2b è tipica per ancoranti meccanici a
controllo di spostamento, che in calcestruzzo fessurato mostrano spostamenti elevati. Questi tipi di ancoranti non sono
adatti a fissaggi in calcestruzzo fessurato se impiegati singolarmente, ma alcune tipologie possono essere impiegate
in fissaggi multipli, come nel caso di controsoffitti e fissaggio di facciate.

Carico N Carico N

100% 100%

70%

n calcestruzzo non fessurato


n calcestruzzo fessurato

Spostamento Spostamento

fig. 2.2 a) curve forza/spostamento per un ancorante idoneo per installazioni in calcestruzzo fessurato e non fessurato.
b) curve forza/spostamento per tassello meccanico non idoneo per installazioni in calcestruzzo fessurato (6)

2.1.2 Ancoranti ad espansione a controllo di spostamento


Gli ancoranti a controllo di spostamento detti anche a percussione, sono costituiti da una boccola filettata al suo
interno, la cui espansione si genera percuotendo il cono all’interno della boccola con un apposito utensile (fig. 2.3).

tassello

utensile di percussione

fig. 2.3 Funzionamento di un tassello ad espansione a controllo di spostamento

Le forze trasmesse dalla boccola al supporto sono maggiori rispetto ai tasselli a controllo di coppia, per cui sono
necessari interassi e distanze dal bordo del materiale base più elevati. Un esempio di tassello a controllo di
spostamento è l’ancorante W-ED. Questo tipo di ancorante ha il vantaggio di avere limitata profondità di posa,
con minor probabilità di intercettare armature nel calcestruzzo.

21
2.2 Ancorante a vite
Il meccanismo di trasmissione delle forze per questo tipo di ancorante è simile a quello delle barre ad aderenza
migliorata nel calcestruzzo. L’ancorante viene avvitato all’interno del calcestruzzo preforato con diametro del foro
inferiore rispetto a quello nominale del tassello, creando una filettatura nelle pareti del supporto. Le forze sono trasfe-
rite tramite diagonali compresse che si creano per effetto della presenza della dentatura della vite (fig. 2.4). Questo
tipo di ancorante è idoneo a installazioni in calcestruzzo fessurato e non fessurato.

fig. 2.4 Trasmissione del carico per l’ancorante a vite

2.3 Tasselli in nylon


I tasselli in nylon possono essere impiegati nel calcestruzzo, in muratura piena e forata, nel cartongesso. Essi sono
costituiti da una boccola con sezioni espandenti, accoppiata a una vite in acciaio. Per sistemi omologati, ogni tassello
è associato a una vite speciale, in modo da ottenere la massima tenuta dell’ancoraggio. A causa della sensibilità del
materiale plastico alla temperatura, normalmente è necessario che durante il montaggio la temperatura non scenda
sotto 0°C.
Nei supporti pieni la trasmissione del carico avviene per attrito tra la boccola di espansione e le pareti del materiale
base, per effetto dell’avvitamento della vite all’interno della boccola. Nel caso di supporti vuoti, la trasmissione del
carico avviene in parte per attrito e in parte per espansione del tassello nei vuoti del materiale del supporto.
In alternativa alla vite esistono tasselli accoppiati a chiodi, secondo cui l’espansione della boccola si genera mediante
la percussione del chiodo.
Il cedimento tipico in supporti pieni per questo tipo di tasselli è a sfilamento senza alcun danno sul supporto.
Nel caso di tasselli a percussione, si può avere sfilamento del chiodo a causa del basso attrito con la boccola.
L’umidità e la temperatura influenzano la capacità portante.
Essendo la portata dei tasselli in nylon determinata dall’attrito tra boccola espandente e le pareti del materiale,
essa è legata alle caratteristiche costruttive del tassello, per questo motivo ogni prodotto presenta resistenze differenti.
La fig. 2.5 mostra l’andamento della resistenza alla trazione di tasselli in nylon in materiale B3S e B3L in funzione della
temperatura, mentre fig. 2.6 è mostrato l’andamento della resistenza in funzione dell’umidità. L’umidità causa
un aumento di volume nel materiale che perde rigidità e durezza.
Il tempo provoca processi viscoelastici con scorrimento e rilassamento nel materiale plastico.
Ciò comporta che gli spostamenti possano aumentare nel tempo.
In muratura forata la tenuta dell’ancoraggio dipende dalla resistenza dei setti dei blocchi, di conseguenza ogni singolo
tassello potrà mostrare resistenze diverse in funzione del tipo di blocco in cui è installato.

22
Nu/Nu (20°C)

150

100

50 n B3S

n B3L
0
-50 0 50 100 150 200
Temperatura T [°C]

fig. 2.5 Andamento della resistenza di tasselli in nylon sollecitati a trazione in funzione della temperatura (7)

In caso di installazione di tasselli in nylon, deve essere rispettato il diametro del foro nel supporto, in quanto diametri
più grandi creerebbero tolleranze tra boccola e pareti del foro con forte diminuzione dell’attrito e quindi della resisten-
za allo sfilamento. Nel caso di supporto in calcestruzzo fessurato, per fessure con
ampiezza di 0,3mm, la resistenza allo sfilamento si riduce anche del 50%, in quanto si riduce la forza espandente.

Nu/Nu (f = 2,5%) [%]

150

100

50 n B3S

n B3L
0
0 2,5 5 7,5 10
Umidità f [%]

fig. 2.6 Andamento della resistenza alla trazione di tasselli in nylon in funzione dell’umidità (7), (8)

23
2.4 Ancoranti chimici
Gli ancoranti chimici utilizzati nei sistemi di ancoraggio strutturale sono bicomponenti e sono costituiti da una resina e
da un induritore (catalizzatore), i quali vengono miscelati tra loro al momento dell’estrusione. Altri additivi regolano le
proprietà e possono fungere da inibitore, da riempitivo o da colorante.
Le barre filettate per i sistemi di ancoraggio chimico certificati, sono tagliate in modo da presentare una punta con
una o due facce piatte, il cui compito è quello di contrastare l’eventuale tentativo di svitamento a indurimento avvenuto
della resina.
L’ancorante chimico non posato in opera ha una scadenza e un intervallo di temperatura di stoccaggio. È importante
non utilizzare ancoranti chimici oltre la loro data di scadenza.
L’indurimento della resina dipende dalla sua composizione chimica e varia in funzione della temperatura, in particolare
all’aumentare della temperatura diminuiscono i tempi di indurimento. È importante tener conto dei tempi di lavorabilità
e di indurimento durante le fasi di installazione, in funzione della temperatura e valutare in fase di progettazione che
al crescere della temperatura decresce la capacità portante. Un corretto funzionamento del sistema di ancoraggio può
essere garantito esclusivamente se sono rispettate le istruzioni di montaggio, con particolare attenzione alla pulizia del
foro e al rispetto dei tempi di indurimento.
Il sistema di ancoraggio chimico ha il vantaggio di non creare forze espandenti sulle pareti del materiale base, per
questo motivo se si adotta questo tipo di fissaggio, è possibile installare gli ancoranti con interasse e distanza dal
bordo del materiale base inferiori rispetto al caso degli ancoranti meccanici.
Gli ancoraggi chimici si distinguono in fissaggi in supporti pieni e in supporti forati.
Nel caso di supporti pieni si impiega la resina e una barra in acciaio. La trasmissione delle forze avviene a indurimento
completato, per effetto dell’adattamento di forma tra resina e barra e tra resina e le irregolarità delle pareti del mate-
riale base. Un ulteriore contributo alla resistenza è fornito dall’adesione tra barra e resina e tra resina e pareti del foro.

fig. 2.7 Trasmissione del carico per un ancorante chimico

Nel caso di supporti vuoti è necessario utilizzare una bussola (fig. 2.8).

24
muratrua forata incollaggio

resina

bussola a rete adattamento geometrico

fig. 2.8 Fissaggio di un ancorante chimico a iniezione in muratura forata

Nel caso di bussola in materiale plastico o a rete metallica, la resina riempie la bussola e fuoriesce dai fori creando
una dentatura contro il supporto. In alternativa è possibile utilizzare la bussola a calza, per cui l’introduzione della
resina provoca un rigonfiamento della calza stessa che genera contrasto contro le pareti del supporto cavo.
Sono disponibili inoltre bussole in acciaio con filetto interno che permettono lo svitamento ed il riavvitamento della
barra filettata.
Questa bussola può essere installata con ancorante chimico nel supporto pieno. La trasmissione degli sforzi con la
resina è garantita dalla scabrezza esterna della bussola. In muratura forata è necessario utilizzare una bussola a rete
all’interno della quale si inserisce la bussola metallica.
Negli elementi forati il cedimento si verifica generalmente per rottura dei setti del blocco, per cui si possono ottenere
valori di resistenza differenti, in funzione del tipo di blocco che costituisce la muratura. Test eseguiti negli ultimi decen-
ni hanno mostrato una riduzione delle resistenze, dovuta al fatto che in commercio si sono diffusi blocchi forati con
pareti più sottili.

Sono disponibili ancoranti chimici con sistema a fiala o ad iniezione.

2.4.1 Sistema a fiala


Il sistema a fiala è utilizzabile per supporti pieni ed è composto da una speciale barra filettata in acciaio e una fiala
in vetro contenente la resina, l’induritore e una carica di quarzo. Una volta eseguito e pulito il foro, viene introdotta la
fiala e in seguito viene installata la barra filettata a rotopercussione mediante martello elettropneumatico.
In questo modo la fiala si rompe e i componenti al suo interno si mescolano innescando la reazione chimica.
Il serraggio dell’elemento da fissare deve avvenire dopo il tempo di indurimento previsto.

2.4.2 Sistema a iniezione


I sistemi a iniezioni sono utilizzabili in calcestruzzo, in muratura piena e forata. La resina e l’induritore sono inseriti
in cartucce coassiali o affiancate (side by side) ed estruse mediante apposite pistole. Una volta eseguito e pulito
accuratamente il foro, viene estrusa la resina mediante un miscelatore, dopo aver scartato una prima quantità,
per verificare il perfetto mescolamento dei due componenti. L’estrusione deve avvenire da fondo foro fino all’esterno,
ponendo attenzione che non si formino bolle d’aria che comprometterebbero la tenuta del fissaggio. Ciò è possibile
mantenendo l’ugello sempre immerso nella resina. L’introduzione della barra filettata deve avvenire a mano e con
leggere rotazioni in modo da garantire un ottimale ingranamento tra resina e barra filettata.
Si può ottenere sfilamento della barra solo nel caso di utilizzo di resine a bassa prestazione.

25
2.4.3 Resina vinilestere
La resina vinilestere è indicata per ancoraggi pesanti in calcestruzzo, muratura piena e forata ed è molto resistente
agli agenti aggressivi. Tra queste la resina WIT-VM 200 è utilizzabile in fori asciutti, umidi, bagnati e anche in
installazioni subacquee. Il suo rapido indurimento permette di poter caricare l’ancoraggio in tempi rapidi,
rappresentando un indiscutibile vantaggio in cantiere.
La resina vinilestere può trovare impiego anche nel calcestruzzo fessurato in abbinamento con speciali barre in acciaio
“multicono” (fig. 2.9).

fig. 2.9 Barra multicono per ancoraggio in calcestruzzo fessurato

La forza esterna che tende a estrarre la barra trova in questo caso maggiore resistenza, poiché la barra dotata di parti
coniche alla sua estremità, esercita una pressione sulle pareti del foro, aumentando l’attrito tra parete in calcestruzzo
e resina ed esercitando quindi una forza espandente (fig. 2.10). Quest’ultima rende questo tipo di applicazione meno
sensibile alla mancata pulizia del foro, rispetto agli ancoranti chimici con barre filettate normali. In ogni caso l’effetto
espandente comporta pressioni inferiori rispetto al caso degli ancoranti meccanici, per cui sono possibili installazioni
con interasse inferiore tra ancoranti e con minori distanze da bordi del calcestruzzo. A causa della resistenza elevata
alla trazione della resina, la fessura si forma all’interfaccia calcestruzzo/resina. Nonostante ciò la forza espandente
garantisce la tenuta dell’ancorante.

fessura fessura

fig. 2.10 Schematizzazione delle forze espandenti nel caso di utilizzo delle barre multicono

La fig. 2.11 mostra tipiche curve carico/spostamento per ancoraggi realizzati con barre multicono ed evidenzia che
anche in calcestruzzo fessurato, l’ancorante offre un’ottima resistenza, inferiore di circa il 30% rispetto a installazioni in
calcestruzzo non fessurato. La curva corrispondente all’installazione senza pulizia del foro si discosta poco da quella
con perfetta pulizia. La maggior pendenza delle curve per calcestruzzo fessurato indica che l’ancorante non resiste per
adesione calcestruzzo/resina, ma per espansione secondaria.

26
Carico [kN]
n calcestruzzo non fessurato

n calcestruzzo fessurato, foro pulito

n calcestruzzo fessurato, foro non pulito

Spostamento [mm]
fig. 2.11 Curve tipiche forza/spostamento per ancorante chimico espandente per calcestruzzo fessurato e non fessurato (9)

2.4.4 Resina epossidica


La resina epossidica sfrutta in modo particolare la capacità di adesione con la barra di acciaio e con le pareti del foro.
Ciò permette di offrire elevate resistenze anche in fori realizzati con carotatrice, i quali presentano pareti molto più lisce
che nel caso di fori realizzati a rotopercussione o a martello elettropneumatico. La resina è particolarmente resistente
alle alte temperature e agli agenti aggressivi. Le cartucce sono del tipo “side by side”, cioè consistono in due cartucce
affiancate contenente rispettivamente la resina e l’induritore nel rapporto tre a uno.
La resina epossidica è particolarmente adatta per l’ancoraggio di barre filettate e di ferri ad aderenza migliorata.
Essa può essere utilizzata per applicazioni in calcestruzzo fessurato e non fessurato. Per l’impiego in abbinamento
con i ferri di armatura per cemento armato, si possono progettare ancoraggi e sovrapposizioni con barre esistenti
nell’elemento strutturale come se si trattassero di barre annegate nel getto.

2.4.5 Altre resine


La resina in epossiacrilato è particolarmente indicata nel caso di ancoraggi in murature in pietra naturale chiara,
in quanto si evita la formazione di macchie sulla superficie della muratura.
La resina in poliestere rappresenta storicamente il primo ancorante chimico adottato per l’esecuzione di fissaggi,
è più economica rispetto alle altre e ad oggi è indicata per l’esecuzione di ancoraggi di media portata in calcestruzzo
e muratura piena e forata.

2.4.6 Ancoraggio chimico di ferri d’armatura per cemento armato


L’ancorante chimico può essere utilizzato per collegare barre in acciaio ad aderenza migliorata in strutture esistenti,
in modo da realizzare riprese per nuove strutture. Allo stesso modo è possibile realizzare sovrapposizioni tra barre
installate con ancorante chimico e ferri esistenti negli elementi in cemento armato, in modo da ripristinare una parziale
o totale continuità strutturale. Per esempio si possono ancorare ferri per collegare un pilastro a una fondazione priva di
ferri di ripresa, collegare una soletta nuova e una esistente, realizzare sbalzi di nuove strutture in cemento armato.

27
La foratura può essere realizzata con trapano ad aria compressa, martello elettropneumatico o con corona
diamantata. L’ancoraggio può essere eseguito con malte a base di cemento, resine sintetiche a base di poliestere,
vinilestere o epossidiche o con sistema ibrido che prevede l’aggiunta di cariche di inerti.
I fori realizzati con trapano ad aria compressa presentano pareti molto ruvide, per cui si ottengono tensioni di
aderenza alte. Nel caso di fori con martello elettropneumatico, le pareti sono meno ruvide, tuttavia pulendo in
maniera ottimale il foro, si ottengono tensioni di aderenza leggermente inferiori.
La foratura con corona diamantata produce fori con pareti lisce. In questo caso è importante pulire bene il foro e
irruvidire meccanicamente le pareti. È quindi importante rispettare le indicazioni presenti nelle schede del prodotto.
Per la posa delle barre ad aderenza migliorata valgono le stesse indicazioni per le barre filettate.
Il tipo di ancorante da utilizzare deve avere caratteristiche che non variano nel tempo, deve proteggere il ferro
d’armatura dalla corrosione e quindi avere un PH sufficientemente alto.
In fig. 2.12 sono rappresentati i meccanismi di trasferimento del carico della forza di trazione, applicata alle barre
ad aderenza migliorata, installate con ancorante chimico nel calcestruzzo non armato e nel calcestruzzo armato
con sovrapposizione con i ferri esistenti. In quest’ultimo caso il trasferimento della forza avviene come per barre
sovrapposte e annegate nel getto, mediante puntoni compressi nel calcestruzzo.

F F F F

F F

fig. 2.12 Trasmissione del carico nel calcestruzzo non armato e nel calcestruzzo armato

28
3 MATERIALI BASE DI ANCORAGGIO
3.1 Generalità

Le caratteristiche che determinano la prestazione del materiale in funzione del suo impiego nelle costruzioni sono
influenzate dalla composizione, dal peso specifico, dalla durezza e da altre proprietà. I materiali edili si differenziano
in base alla resistenza nei confronti delle sollecitazioni dovute ai carichi esterni, agli agenti aggressivi, all’azione del
tempo ecc. Essi possono presentarsi sottoforma di elementi pieni, porosi, duri, teneri e possono quindi evidenziare
caratteristiche diverse in termini di resistenza nei confronti delle azioni esterne e che possono variare con l’età del
materiale stesso.
La tipologia del materiale base del supporto influenza in maniera rilevante la scelta del sistema di ancoraggio e la sua
capacità portante. I materiali edili utilizzati come supporto per sistemi di fissaggio considerati sono il calcestruzzo,
la muratura piena, la muratura forata e vari materiali leggeri.

3.2 Calcestruzzo
Il calcestruzzo è una pietra minerale artificiale ed è costituito da una miscela indurita di cemento, inerti, acqua ed
eventualmente da additivi. Come inerti si impiegano sabbia, ghiaia e pietrisco.
A maturazione raggiunta esso esibisce elevata resistenza alla compressione ma limitata resistenza alla trazione.
A seconda delle caratteristiche si distingue:
• calcestruzzo alleggerito: peso specifico da 0,8 a 2,0 kg/dm3
• calcestruzzo normale: peso specifico da 2,0 a 2,8 kg/dm3
• calcestruzzo pesante: peso specifico oltre 2,8 kg/dm3
Le caratteristiche del materiale dipendono dalla composizione, della quantità relativa dei singoli componenti, dalle
modalità di getto e di stagionatura. Il calcestruzzo può essere gettato in opera o prefabbricato. Esso è classificato dalle
norme vigenti in funzione della sua resistenza.
Le classi di resistenza considerate dalle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (1) sono le seguenti:

C8/10
C12/15
C16/20
C20/25
C25/30
C28/35
C32/40
C35/45
C40/50
C45/55
C50/60
C55/67
C60/75
C70/85
C80/95
C90/105
tab. 3.1 Classi di calcestruzzo secondo D.M. 14/01/2008 (1)

29
Secondo tale nomenclatura il primo valore indica la resistenza cilindrica misurata dopo 28 giorni di maturazione, su
provini cilindrici di diametro di 150 mm e altezza di 300 mm. Il secondo numero indica la resistenza cubica, misurata
dopo 28 giorni di maturazione su provini cubici di 150 mm di lato.
Il calcestruzzo strutturale corrisponde a una classe non inferiore a C20/25. Tutte le certificazioni dei sistemi di an-
coraggio si riferiscono a classi comprese tra C20/25 e C50/60. Il calcestruzzo si definisce armato quando si impie-
gano barre in acciaio specifiche, annegate nel getto. Il materiale che ne consegue esibisce maggiore resistenza alla
trazione, in funzione della quantità di acciaio impiegato e della sua disposizione geometrica.
Il calcestruzzo può essere fessurato e non fessurato. Le fessure si formano quando le tensioni raggiungono la resi-
stenza a trazione del materiale. Nelle costruzioni edili la presenza di fessure può essere tollerata quando esse non
superino un valore di ampiezza che è funzione della destinazione d’uso del manufatto ed è valutata dal progettista.
La resistenza di un sistema di ancoraggio è fortemente influenzata dalla presenza o meno di fessure.
La fessurazione può essere conseguenza del ritiro del calcestruzzo dopo il getto, oppure può essere dovuta a solleci-
tazioni termiche, oppure ai carichi esterni, oppure a un cedimento strutturale. Un elemento in cemento armato sotto-
posto a carico esterno, come nel caso di una trave semplicemente appoggiata e caricata trasversalmente, subisce la
fessurazione del calcestruzzo nella parte soggetta a tensioni di trazione (fig. 3.1). La sollecitazione di trazione viene
assorbita dalle armature presenti.
La fessurazione influenza in modo importante la scelta del tipo di ancorante da utilizzare. Esistono infatti ancoranti
meccanici che resistono a carichi elevati in calcestruzzo non fessurato ma che in caso di fessurazione perdono gran
parte della loro capacità di resistere alle sollecitazioni, raggiungendo a carichi bassi il meccanismo di rottura. In
questo caso la scelta deve orientarsi verso ancoranti meccanici idonei a installazioni per calcestruzzo fessurato, la cui
espansione secondaria permette di resistere a carichi elevati. I Benestare Tecnici Europei prevedono la possibilità di
testare il comportamento dei fissaggi anche in presenza di fessure, fornendo così al progettista i valori di progetto uti-
lizzabili nel dimensionamento. Impiegando ancoranti non certificati per tale applicazione, non è possibile garantire la
resistenza dell’ancorante nel tempo. La fessurazione è importante anche nel caso si utilizzi un sistema chimico. Esisto-
no resine adatte a questo tipo di utilizzo oppure barre speciali che abbinate alla resina chimica, una volta sollecitate,
creano forze espandenti che garantiscono la tenuta.

asse neutro zona tesa

fessure

armatura

fig. 3.1 Fessurazione del calcestruzzo in una trave in semplice appoggio

30
3.3 Muratura
Per muratura si intende un elemento realizzato con blocchi naturali o artificiali posti uno sugli altri in più strati. I giunti
tra i blocchi possono essere riempiti di malta o meno. Essa permette una più uniforme trasmissione dei carichi tra i bloc-
chi. Nel caso in cui non sia impiegata malta, si parla di muratura a secco. I giunti verticali generalmente possono non
essere riempiti di malta, per questo motivo si dovrebbe evitare l’installazione di ancoranti in corrispondenza di questi
giunti. Nel caso in cui si installi l’ancorante in corrispondenza del giunto orizzontale, è necessario considerare le limita-
zioni previste dalla relativa certificazione del sistema di ancoraggio. La resistenza della malta è importante in quanto in
caso di scarsa resistenza, può accadere che nel caso di un tassello sollecitato a trazione, si generi un meccanismo di
rottura che porti allo sfilamento del mattone.

sfalsato

giunto verticale

giunto orizzontale

elemento malta giunto verticale

giunto orizzontale

fig. 3.2 Disposizione dei mattoni e dei giunti nella muratura

La valutazione della profondità di ancoraggio deve considerare solo lo spessore nella struttura portante, escludendo
quindi lo spessore dei materiali di rivestimento.

La determinazione della resistenza di un ancorante installato nella muratura è complessa, poiché in commercio esistono
diversi tipi di blocchi e quindi lo stesso tipo di fissaggio può manifestare diversa capacità portante da caso a caso.
Anche l’umidità, l’età e lo stato di conservazione della muratura hanno un’influenza importante sulla resistenza. Solo
una prova di carico può fornire informazioni attendibili sulla resistenza di un sistema di ancoraggio nella muratura.
Il risultato della prova è inoltre dipendente dal punto in cui viene eseguita.

31
La muratura può essere composta da blocchi pieni o forati. I blocchi pieni possono essere costituiti da pietre naturali
o artificiali. Non tutti gli ancoranti possono essere impiegati in muratura piena. I tasselli meccanici a espansione per
carichi elevati esercitano forze che possono rompere la muratura e per questo motivo possono essere utilizzati in caso
di muratura in pietre naturali a elevata resistenza alla compressione. Diversamente per murature piene meno resistenti
e per murature forate devono essere utilizzati ancoranti meccanici per carichi leggeri o in materiale plastico, i quali
generano forze espandenti di minore entità. La distinzione tra muratura piena e forata è fondamentale anche nel caso
di impiego di ancoranti chimici. In supporti pieni il meccanismo di tenuta tra resina e supporto è garantito dall’ingrana-
mento della resina nelle asperità della superficie del foro e dal meccanismo di adesione. Nel caso di supporto forato
si utilizzano bussole che garantiscono la tenuta per effetto dell’adattamento di forma rispetto alle pareti interne del
blocco, della resina indurita che fuoriesce dalle cavità laterali della bussola o per effetto dell’espansione della busso-
la in caso essa sia di tipo a calza.

32
4 MATERIALI COSTITUENTI GLI ANCORANTI
4.1 Acciaio

Gli acciai più comunemente impiegati per la realizzazione degli ancoranti sono indicati in tab. 4.1,
secondo la norma UNI EN ISO 898-1 (2).

classe 4.6 5.6 5.8 8.8


fuk (N/mm2) 400 500 500 800
fyk (N/mm2) 240 300 400 640
tab. 4.1 Tensioni di resistenza e classi di resistenza degli acciai zincati

in cui fuk indica la tensione di rottura caratteristica, mentre fyk indica la tensione di snervamento caratteristica
dell’acciaio. Questi acciai sono generalmente protetti contro la corrosione mediante zincatura con procedimento
galvanico o a caldo. La zincatura realizzata con procedimento galvanico prevede un rivestimento protettivo di almeno
5μm, secondo quanto previsto dalla norma EN ISO 4042 (3). Essa prevede una prima fase in cui il materiale viene
adeguatamente trattato in superficie e successivamente viene immerso in una soluzione contenente sali di zinco.
Infine si crea un passaggio di corrente tra l’elemento e la soluzione, che fa depositare lo zinco sulla superficie
del materiale. Lo zinco ha un potenziale più elettronegativo, per cui funge da anodo sacrificale, consumandosi.
La zincatura a caldo è un trattamento superficiale, secondo cui l’acciaio dopo accurata pulitura è immerso in un
bagno di zinco fuso. Nel corso della procedura si crea, sulla superficie dell'acciaio, uno strato di lega ferro-zinco.
La zincatura a caldo prevede un rivestimento di spessore di almeno 40 μm, secondo quanto previsto dalla norma
EN ISO 1461 (4). Gli acciai zincati sia con procedimento galvanico sia con procedura a caldo, possono essere
utilizzati solo in ambienti interni e asciutti.

classe 50 70 80
fuk (N/mm2) 500 700 800
fyk (N/mm2) 210 450 600
tab. 4.2 Tensioni di resistenza e classi di resistenza degli acciai inossidabili

Le classi di resistenza degli acciai inossidabili sono indicati in tab. 4.2 secondo UNI EN 10088-1 (5).
Essi sono costituiti da leghe a base
di ferro molto resistenti alla corrosione. Ciò è dovuto alla presenza principalmente di cromo, in grado di passivarsi,
cioè di ricoprirsi di uno strato di ossido, che protegge il metallo dall'azione degli agenti chimici esterni.
Il fenomeno della passivazione avviene per reazione con l'ambiente ossidante (aria, acqua, soluzioni varie, ecc).
La natura dello strato passivante è autocicatrizzante e garantisce la protezione del metallo, anche se localmente si
generano abrasioni o asportazioni della pellicola. In particolare il film passivo può essere più o meno resistente in
funzione della concentrazione di cromo nella lega e in relazione all'eventuale presenza di altri elementi quali nichel,
molibdeno, titanio, ecc.
In caso di installazioni in ambienti esterni, umidi o in cui sono presenti agenti particolarmente aggressivi, è necessario
impiegare ancoranti che utilizzano acciai inossidabili, generalmente in acciaio inox A2 o A4. In presenza di agenti
molto aggressivi come nel caso di piscine al coperto, in prossimità di impianti di desolforazione fumi o in gallerie
stradali in cui si impiegano sostanze chimiche per sciogliere il ghiaccio, è necessario utilizzare ancoranti in acciaio
inossidabile HCR (high corrosive resistance).

33
4.1.1 Fenomeni corrosivi dell’acciaio

Tra i fenomeni corrosivi dell’acciaio si possono distinguere:


• corrosione per contatto
• corrosione per vaiolatura
• corrosione fessurante sotto tensione
Il meccanismo della corrosione per contatto detta anche galvanica o elettrochimica, si produce secondo un processo
ad umido e si innesca quando due materiali di diverso potenziale elettrico, sono posti a diretto contatto tra di loro.
In questa situazione si genera un flusso di elettroni dal materiale con potenziale maggiore, detto anodo che si
ossida, verso quello con potenziale minore, detto catodo che si riduce. L'entità della corrosione dipende dalla
differenza di potenziale tra i due elementi a contatto, dalla quantità di ossigeno presente nell'ambiente e dal
rapporto tra la superficie complessiva dei due metalli e quella del metallo.
In tab. 4.3 sono riportati i rischi di corrosione in funzione della tipologia dei metalli a contatto.

Materiale/
Superficie acciaio, acciaio, acciaio,
acciaio zincato zincato zincato acciaio
elem. alluminio rame ottone
A4 cromato cromato cromato a nudo
costr.
b/n giallo blu
tassello
acciaio A4 +++ +++ ++ ++ ++ ++ ++ ++
acciaio, zincato
- - - - +++ ++ ++ +
cromato b/n
acciaio, zincato
-- -- -- -- + +++ ++ +
cromato giallo
acciaio, zincato
-- -- -- -- + + +++ +
cromato blu
acciaio a nudo --- --- --- --- -- -- -- +++
+++ molto consigliabile - poco consigliabile
++ abbastanza consigliabile -- non consigliabile
+ consigliabile --- in nessun caso consigliabile
tab. 4.3 Compatibilità dei materiali in funzione della sensibilità alla corrosione

La corrosione per vaiolatura è un fenomeno localizzato e si manifesta in superficie con piccoli fori, mentre all’interno
dell’elemento si sviluppano cavità profonde. La corrosione è innescata dalla lacerazione dello strato protettivo di ossi-
do e dipende dall’ambiente esterno e dal tipo di strato protettivo.
La parte d'innesco diventa l’anodo, mentre la restante superficie passiva dell’acciaio funge da catodo, di conseguen-
za si genera una circolazione di corrente e la corrosione dell’acciaio in corrispondenza del punto d'innesco.
La corrosione avviene in profondità in quanto ioni provenienti dall’ambiente (ad esempio gli ioni cloruro) sono attratti
dalla positività elettrica dell’anodo e impediscono all’ossigeno di poter passivare la parte.
La corrosione sotto tensione è un fenomeno che abbina uno stato di sollecitazione, solitamente di trazione all’ambien-
te anche non particolarmente aggressivo. Il punto d'innesco è dovuto a presenza di cricche che solitamente hanno
sviluppo ortogonale alla direzione della trazione. Sollecitazioni non previste di trazione possono essere causate
da deformazioni impedite dovute a variazioni termiche, stati di tensioni indotte da forzature ad esempio nel caso di
piastre non combacianti con la superficie del supporto o dal raffreddamento di cordoni di saldatura. Questo tipo di
corrosione può essere evitata se in fase di progettazione si evita che l’acciaio sia impedito di dilatarsi a seguito di
variazioni termiche e in fase di montaggio curando l’assemblaggio delle parti e la fase di saldatura. L’utilizzo infine
di acciai inossidabili permette all’acciaio di resistere a questo tipo di fenomeno.

34
5 SOLLECITAZIONI
Il sistema di fissaggio deve essere scelto anche in funzione dell’entità e della tipologia del carico applicato.
Devono inoltre essere considerate le sollecitazioni non dipendenti dal carico e la geometria del supporto nella zona
d’installazione. Il sistema di fissaggio oltre che sopportare il carico previsto deve mantenere le proprie caratteristiche
nel tempo, in funzione dell’importanza dell’elemento da fissare e della destinazione d’uso della costruzione.

5.1 Sollecitazioni dipendenti dal carico


Le sollecitazioni dipendenti dal carico si distinguono in funzione della loro frequenza e della loro variazione nel
tempo. Si definiscono statici quei carichi che non variano nel tempo, come nel caso del peso proprio della struttura
o che variano in maniera lenta come nel caso del peso degli elementi di finitura, degli arredi, della neve.
Si definiscono dinamici, i carichi che variano rapidamente nel tempo, come ad esempio quello dovuto a urti,
ai terremoti, al passaggio di veicoli o al funzionamento di macchinari, come nel caso degli ascensori.
In fig. 5.1 sono mostrati tipici andamenti del carico in funzione del tempo.

carico sollecitazione statica carico sollecitazione


dinamica progressiva

facciata, pensilina tempo tempo

carico carico sollecitazione


dinamica alternata

terremoti, urti, macchine tempo macchine rotative tempo


per stampaggio eccentriche

fig. 5.1 Tipologie di carico e tipico andamento in funzione del tempo

Sul singolo ancorante possono agire forze di trazione, di compressione, di taglio o oblique (fig. 5.2). Nel caso in cui
l’elemento fissato sia mantenuto a distanza rispetto al materiale base, si parla di ancoraggio distanziato e sul tassello
agisce una combinazione di taglio e flessione (fig. 5.3).

F
V

N
Carico a trazione/compressione Carico a taglio Carico obliquo

fig. 5.2 Direzione del carico applicato al sistema di ancoraggio

35
Se l’ancoraggio distanziato è di tipo a incastro (fig. 5.3c), il braccio di leva è la distanza tra la superficie del
materiale base e l’asse parallelo ad essa, passante per il punto di applicazione della forza. Nel caso senza incastro
(fig. 5.3a -b), il braccio di leva e1 deve essere incrementato della distanza a3, la cui determinazione è possibile in
base alle linee guida europee (10) (11).

d d d

F F

a3 e1 e1
l
V l
a3 e1
l

fig. 5.3 Carico applicato in caso di ancoraggio distanziato

5.2 Azione della temperatura


L’azione della temperatura può influenzare la capacità portante del sistema di ancoraggio. Nel caso di ancoraggi
chimici, all’aumentare della temperatura si osserva una perdita di resistenza della resina, mentre nel caso di tasselli in
nylon si osserva un peggioramento delle caratteristiche del materiale plastico.
Nel caso di ancoranti in acciaio, sbalzi di temperatura possono causare, per effetto della dilatazione termica,
sollecitazioni non previste, quando ad esempio sono impediti gli allungamenti indotti dall’aumento della temperatura.
È quindi importante conoscere in fase di progettazione l’intervallo di temperatura in cui il sistema di ancoraggio deve
svolgere la sua funzione.
In caso di incendio, l’aumento della temperatura è tale che l’acciaio perde capacità di resistenza.
È possibile dimensionare il sistema di ancoraggio in modo che sia garantita la capacità portante per la durata di
tempo prescritta.

5.3 Esposizione agli agenti aggressivi


Fenomeni ambientali esterni possono influenzare nel tempo la tenuta di un ancoraggio. Gli agenti atmosferici come
l’umidità, possono innescare fenomeni di corrosione, fino a portare al parziale o totale degrado del sistema di anco-
raggio. Essi possono asportare nel tempo, nel caso di ancoranti in acciaio, i rivestimenti protettivi presenti sul tassello,
provocando la corrosione e quindi l’indebolimento della sezione, compromettendo il funzionamento dell’ancoraggio
fino alla perdita della capacità portante. La scelta del tipo di strato protettivo del tassello è fortemente legata al tipo
di ambiente di destinazione del sistema di ancoraggio. Si veda il par. 4.1 per informazioni più approfondite riguardo
alla protezione degli acciai nei confronti della corrosione.

36
6 MECCANISMI DI ROTTURA
6.1 Meccanismi di rottura degli ancoranti meccanici
I meccanismi di rottura si distinguono in base al tipo di carico applicato e al tipo di supporto.

6.1.1 Trazione degli ancoranti meccanici nel calcestruzzo


I meccanismi di rottura a trazione da tener conto in fase di progettazione e che si possono manifestare sui sistemi di
ancoraggio installati nel calcestruzzo, sono i seguenti:
• rottura dell’acciaio;
• rottura per sfilamento (sfilamento dell’intero ancorante o sfilamento dell’anello di espansione nel caso di ancoranti
in metallo a controllo di coppia);
• rottura conica del calcestruzzo;
• rottura per fessurazione del calcestruzzo.

6.1.1.1 Rottura dell’acciaio


Questo meccanismo si verifica quando la forza esterna supera la resistenza del materiale. In questo caso si può
ottenere la rottura del perno (fig. 6.1), della vite o della boccola. L’entità della forza dipende dalla classe dell’acciaio
e dal diametro dell’ancorante. Generalmente questo tipo di meccanismo di rottura avviene per elevate profondità di
posa o per installazioni in calcestruzzo a elevata resistenza.

fig. 6.1 Meccanismo di rottura dovuto al cedimento dell’acciaio per rottura del perno

37
6.1.1.2 Rottura per sfilamento (pull-out)
La rottura per sfilamento si ottiene quando la forza esterna supera quella di attrito tra la boccola di espansione e le
pareti del materiale, oppure tra boccola e perno (fig. 6.2). Questo meccanismo di rottura si verifica ad esempio, nel
caso di tassello a controllo di spostamento, quando il cono non è correttamente penetrato dentro l’anello di espan-
sione e quindi la forza espandente non è sufficiente a mantenere in posizione l’ancorante. Nel caso di ancorante a
controllo di coppia, ciò è dovuto quando non è stata applicata sufficiente coppia di serraggio, la quale garantisce la
corretta penetrazione del cono nella boccola di espansione. Lo sfilamento dell’ancorante può avvenire anche quando
non è stato impiegato l’ancorante adatto in calcestruzzo fessurato. Gli ancoranti idonei per questo tipo di applicazio-
ne sono caratterizzati da un’espansione secondaria. Al progressivo allargamento della fessura, il cono di espansione
penetra ulteriormente nella boccola, garantendo la tenuta dell’ancorante.
Negli ancoranti a vite si ha rottura per sfilamento quando è insufficiente l’indentamento dell’ancorante nelle pareti di
calcestruzzo.

fig. 6.2 Rottura per sfilamento

6.1.1.3 Rottura conica del calcestruzzo


La rottura conica del calcestruzzo si ottiene quando la tensione supera la resistenza a trazione del calcestruzzo.
La rottura avviene lungo una superficie conica attorno al tassello, con un’inclinazione di circa 35° rispetto alla
superficie del materiale base. La resistenza dipende dal tipo di calcestruzzo e dalla profondità di posa.

35°

fig. 6.3 Rottura conica del calcestruzzo

La resistenza diminuisce per installazioni in prossimità di un bordo, poiché la superficie di rottura conica non può
svilupparsi interamente, poiché essa intercetta il bordo del materiale base. Ciò avviene anche quando si hanno
ancoranti vicini tra loro. Le singole superfici coniche si sovrappongono e la rottura avviene lungo una superficie unica
(fig. 6.4). In questo caso la resistenza dell’insieme di ancoranti è inferiore alla somma delle resistenze a rottura conica
dei singoli tasselli.

38
fig. 6.4 Rottura conica del calcestruzzo per un ancoraggio quadruplo (10)

Per semplificazione la proiezione della superficie conica di rottura sulla superficie del materiale base, può essere
considerata quadrata con inscritta la circonferenza, la quale è base effettiva del cono di rottura (Concrete Capacity
Design) (11). L’inclinazione di 35° corrisponde al lato del quadrato lungo 1,5 volte la profondità di ancoraggio
effettiva hef e ciò vale per la maggior parte degli ancoranti meccanici (fig. 6.5). L’ancoraggio quindi non risente della
presenza di un bordo, se si trova a distanza maggiore o uguale a 1,5 hef (fig. 6.6), mentre non subisce alcuna ridu-
zione di resistenza, per sistemi di ancoranti posti a interasse maggiore o uguale a 3 volte hef. In fig. 6.7a sono rappre-
sentate le superfici coniche di rottura di due ancoranti a distanza tale per cui non si ha alcuna riduzione di resistenza,
la quale è pari alla somma delle resistenze dei singoli ancoranti. In fig. 6.7b è rappresentato un sistema composto da
due ancoranti vicini, per cui le due superfici di rottura si sovrappongono e la resistenza a trazione per rottura conica
del calcestruzzo è inferiore alla somma delle resistenze dei singoli ancoranti.

cono di rottura

fig. 6.5 Dimensioni del cono di rottura per tassello singolo

39
3 hef 3 hef

1,5 hef 1,5 hef c < 1,5 hef 1,5 hef

a) lontano dal bordo b) vicino al bordo

fig. 6.6 Superficie di rottura conica del calcestruzzo per ancorante lontano dal bordo a) e per ancorante vicino al bordo b) (12)

3 hef 3 hef

hef
hef

1,5 hef s = 3 hef 1,5 hef 1,5 hef s < 3 hef 1,5 hef

a) interasse grande b) interasse piccolo

fig. 6.7 Superficie di rottura conica per due ancoranti con interasse grande e con interasse piccolo (12)

6.1.1.4 Rottura per fessurazione


Il meccanismo di rottura per fessurazione si verifica quando il supporto presenta uno spessore ridotto o se l’ancorante
è vicino al bordo e/o vicino ad altri ancoranti. La fessura in questo caso intercetta gli ancoranti vicini o si innesca in
corrispondenza dell’ancorante e raggiunge il bordo vicino.

6.1.2 Taglio negli ancoranti meccanici


Nel calcestruzzo i meccanismi di rottura a taglio da tener conto in fase di progettazione sono i seguenti:
• rottura dell’acciaio;
• rottura del calcestruzzo vicino al bordo;
• rottura per scalzamento del calcestruzzo.

La distribuzione del carico per un gruppo di ancoranti sollecitati da una forza esterna di taglio, non è uniforme.
Le linee guida europee propongono un metodo di calcolo che ipotizza che la forza di taglio sia interamente assorbita
dai tasselli più vicini al bordo di calcestruzzo (fig. 6.8).

40
Vs/2

Vs Vs/2 Vs/2

Vs/2
fig. 6.8 Esempi di distribuzione della forza su singoli tasselli sollecitati a taglio

È possibile tuttavia modificare la distribuzione delle forze sui singoli ancoranti eseguendo fori con asole nella piastra
metallica da fissare (fig. 6.9).

Vs/2 Vs/2

fig. 6.9 Distribuzione della forza di taglio sui tasselli interni

La fessurazione del calcestruzzo influenza la capacità portante dei tasselli sollecitati a taglio in funzione della direzio-
ne della forza agente. Se la forza sollecitante è perpendicolare alla direzione delle fessure, non si notano importanti
differenze rispetto al caso di calcestruzzo non fessurato. In caso contrario si osservano spostamenti superiori.

6.1.2.1 Rottura a taglio dell’acciaio


Il meccanismo a rottura a taglio dell’acciaio si verifica generalmente nel caso di ancoranti installati lontano dai bordi
del materiale base. Prima di ottenere la rottura dell’acciaio, si osserva uno sfaldamento conoidale sulla superficie di
calcestruzzo immediatamente davanti al tassello, di profondità pari al diametro dell’ancorante.

6.1.2.2 Rottura del calcestruzzo vicino al bordo


Il meccanismo di rottura del bordo per ancoranti sollecitati a taglio si ha quando la tensione nel materiale supera la
resistenza a trazione del calcestruzzo, in modo analogo al meccanismo di rottura conica per sollecitazione di trazio-
ne. Nel caso di ancorante singolo, la proiezione del volume di rottura sulla superficie sollecitata del materiale A0c,V
in condizioni ideali, senza influenza dovuta alla vicinanza di ulteriori ancoranti o di ulteriori bordi, ha altezza 1,5c1
nello spessore del supporto e larghezza 3c1 (fig. 6.10). Nel caso di influenza di un ulteriore bordo o di un ulteriore
ancorante o di entrambi, l’area Ac,V si determina in base alle espressioni riportate in fig. 6.11, fig. 6.12 e fig. 6.13. La
verifica può essere omessa per distanze dal bordo superiori o uguali a 10 hef.

41
V

c1

1,5c1 A0c,V = (2 • 1,5c1) • 1,5c1


= 4,5 • c1 • c1

1,5c1 1,5c1

fig. 6.10 Determinazione di A0c,V per ancorante singolo

c1

1,5c1 Ac,V = 1,5c1 • (1,5c1 + c2)


h > 1,5c1
c2 ≤ 1,5c1
1,5c1 1,5c1

fig. 6.11 Determinazione di Ac,V per ancorante singolo influenzato da due bordi

c1
h Ac,V = (2 • 1,5c1 + s2) • h
h ≤ 1,5c1
s2 ≤ 3c1
1,5c1 s2 1,5c1

fig. 6.12 Determinazione di Ac,V per una coppia di ancoranti

42
V

c1
h Ac,V = (1,5c1 + s2 + c2) • h
h ≤ 1,5c1
s2 ≤ 3c1
c2 ≤ 1,5c1
1,5c1 s2 c2

fig. 6.13 Determinazione di Ac,V per una coppia di ancoranti influenzati da due bordi

6.1.2.3 Rottura per scalzamento del calcestruzzo (pryout)


Il meccanismo di rottura per scalzamento si verifica per ancoranti con bassa profondità di ancoraggio e può
interessare un insieme di tasselli adiacenti (fig. 6.14). Esso si manifesta quando la tensione sul calcestruzzo supera
la resistenza a trazione nella porzione opposta rispetto all’ancorante e al verso del taglio. In caso di calcestruzzo
fessurato la resistenza si riduce di circa il 30%.

V
V

fig. 6.14 Meccanismo di rottura per scalzamento (o per rottura del calcestruzzo sul lato opposto al carico)

In fig. 6.15 è mostrato un confronto tra la curva forza/spostamento di un tassello sollecitato a trazione e di un
tassello sollecitato a taglio lontano dai bordi di calcestruzzo. Nel caso di taglio, una volta superato l’attrito tra la
piastra di ancoraggio e il calcestruzzo, si osserva un brusco aumento dello spostamento. Successivamente la sollecita-
zione nel calcestruzzo sul lato opposto rispetto all’ancorante e al verso del taglio cresce. All’aumentare della solleci-
tazione, si osserva il progressivo sfaldamento conico e un aumento dello spostamento, fino a raggiungere nel caso di
tasselli con sufficiente lunghezza di ancoraggio, la rottura della sezione di acciaio del tassello.

43
Carico F
n carico a taglio
n carico assiale

Rottura

Sfaldamento
del calcestruzzo

Appoggio del tassello

Scivolamento della piastra

Trasmissione del carico per attrito

Spostamento verso la direzione del carico

fig. 6.15 Confronto tra la curva forza/spostamento di un tassello sollecitato a trazione e la curva forza/spostamento di un tassello sollecitato
a taglio lontano dai bordi (10)

44
6.2 Meccanismi di rottura per sistemi di ancoraggio chimico

6.2.1 Trazione negli ancoranti chimici


In fig. 6.16 sono raffigurati i meccanismi tipici di rottura nel caso di ancoranti chimici.
Le verifiche devono essere eseguite nei confronti dei seguenti meccanismi:
• rottura dell’acciaio;
• rottura combinata sfilamento/rottura conica;
• rottura conica del calcestruzzo;
• rottura per fessurazione.

a) rottura conica del b) cedimento c) cedimento barra/ d) cedimento e) cedimento


calcestruzzo resina/calcestruzzo resina combinato dell’acciaio

fig. 6.16 Meccanismi di rottura per sistemi di ancoraggio chimico (13)

6.2.1.1 Rottura dell’acciaio


In caso di elevate profondità di ancoraggio, la rottura avviene nell’acciaio (fig. 6.16e), poiché la resistenza del cono
di calcestruzzo e dell’aderenza resina/calcestruzzo e resina/acciaio sono maggiori. La forza di rottura dipende dalla
classe dell’acciaio e dal diametro della barra impiegata.

6.2.1.2 Rottura combinata sfilamento/rottura conica


Per profondità di posa limitate, si osserva un meccanismo di collasso di tipo combinato, secondo cui si verifica il
distacco di un cono di calcestruzzo in superficie, con profondità di circa 2-3 volte il diametro della barra e lo sfilamen-
to della barra. Tale sfilamento può essere dovuto alla rottura tra resina e calcestruzzo, tra barra e resina oppure da
una combinazione tra rottura resina/calcestruzzo nella parte più superficiale e tra resina e barra nella porzione più
profonda (fig. 6.16b –c -d). Generalmente lo sfilamento avviene per cedimento resina/calcestruzzo.

45
Carico N ancorante chimico

n calcestruzzo non fessurato

n calcestruzzo fessurato, foro pulito

n calcestruzzo fessurato, foro non pulito

Spostamento [mm]

fig. 6.17 Curve forza/spostamento per ancoranti chimici in calcestruzzo fessurato e non fessurato (15)

In fig. 6.17 sono rappresentate tipiche curve forza/spostamento per ancoranti chimici. La resistenza è inferiore nel
caso di calcestruzzo fessurato. Quando il carico esterno supera la resistenza tra resina e calcestruzzo, si ottiene lo
sfilamento dell’ancorante. Nel caso di foro non pulito lo sfilamento avviene per carichi inferiori, poiché è minore
l’attrito tra la resina e la superficie della parete del foro.
In calcestruzzo fessurato gli ancoranti chimici sollecitati a trazione, presentano spostamenti che aumentano
all’aumentare dell’ampiezza delle fessure. La resistenza è in media il 50% rispetto all’installazione in calcestruzzo
non fessurato, per cui solo determinati sistemi di ancoraggio chimico sono idonei per applicazioni in calcestruzzo
fessurato. Il meccanismo di rottura a sfilamento è sensibile alla fessurazione, poiché essendo la resina molto resistente
a trazione, l’eventuale fessura tende a formarsi all’interfaccia calcestruzzo/resina rompendo il legame tra i due
materiali. La fessurazione del calcestruzzo ha poca influenza invece sulla resistenza a taglio dell’ancorante.
L’influenza della classe di calcestruzzo sulla capacità portante di un ancoraggio chimico è meno sensibile rispetto ad
un ancorante meccanico. Si può considerare che la resistenza allo sfilamento di un ancorante, calcolata per la classe
C20/25 sia uguale anche per classi fino alla C50/60. Calcestruzzi più resistenti presentano pareti del foro meno
scabre e ciò può influenzare l’ingranamento resina/calcestruzzo e conseguentemente si possono registrare resistenze
allo sfilamento leggermente inferiori.
Il mancato rispetto della pulizia del foro può avere influenze notevoli sulla capacità portante del sistema di ancorag-
gio in funzione della tipologia di ancorante. In caso di sistema a iniezione si possono avere riduzioni di resistenza di
circa il 60% (16), mentre per il sistema a fiala la riduzione è di circa il 20%, poiché la polvere presente nelle pareti
del foro è in parte inglobata nella resina durante l’operazione d’inserimento a rotopercussione della barra filettata e
quindi di mescolamento tra resina e induritore.

46
La presenza di acqua nel foro riduce la resistenza a sfilamento, in misura che dipende dal tipo di resina impiegata.
La resistenza della resina diminuisce inoltre all’aumentare della temperatura. Le resine in poliestere manifestano a
80°C una resistenza che è circa il 70% rispetto a quella misurata a 20°C. Ciò vale anche per la resina in vinilestere,
tuttavia per temperature ancora maggiori, l’ulteriore diminuzione di resistenza è meno sensibile rispetto alla resina in
poliestere. Nel caso di resina epossidica si ottengono maggiori riduzioni di resistenza all’aumentare della temperatura.
La rottura per sfilamento può avvenire anche per sistemi di ancoranti vicini. In questo caso la resistenza complessiva
è minore della somma delle resistenze dei singoli ancoranti chimici considerati isolati. Nel caso di ulteriore riduzione
dell’interasse si registra la rottura del calcestruzzo.
La resistenza della resina è sensibile alla durata delle sollecitazioni. Per ambienti asciutti la resistenza per carichi di
lunga durata è circa il 60% rispetto al caso di carichi di breve durata.

6.2.1.3 Rottura conica del calcestruzzo


Per profondità di posa limitate, di circa 3- 5 volte il diametro nominale della barra, si verifica una rottura di tipo conico
(fig. 6.16a). Nel caso di tasselli ravvicinati generalmente il meccanismo di collasso che si genera è del tipo a rottura del
calcestruzzo lungo una superficie conica unica, mentre per fissaggi in prossimità di bordi o spigoli del materiale base si
può manifestare la rottura del bordo o dello spigolo.
Nel caso di ancoranti chimici, l’influenza della presenza di un bordo vicino o di altri ancoranti adiacenti è inferiore,
poiché non si hanno forze espandenti.

6.2.1.4 Rottura per fessurazione


Come nel caso degli ancoranti meccanici la rottura per fessurazione si verifica nel caso di spessori ridotti del
materiale base o nel caso di ancoranti con interasse ridotto o molto vicini al bordo di calcestruzzo.

6.2.2 Taglio negli ancoranti chimici


Il cedimento degli ancoranti chimici sollecitati a taglio presenta le stesse caratteristiche rispetto al caso degli ancoranti
meccanici.

6.3 Meccanismi di rottura in muratura e in altri tipi di supporto


A causa dell’eterogeneità dei materiali edili esistenti sul mercato per la realizzazione di murature, è difficile poter
descrivere precisamente i meccanismi di rottura dei sistemi di ancoraggio. Generalmente in supporti vuoti, come nel
caso di muratura forata, il meccanismo di collasso del sistema di ancoraggio avviene per rottura delle pareti del
supporto. In murature piene particolarmente resistenti come nel caso d’impiego di pietre naturali, può accadere che
si instauri il meccanismo di collasso a sfilamento o a rottura dell’acciaio. In murature piene non particolarmente
resistenti, si ottiene in genere la rottura del supporto.

47
7 INSTALLAZIONE DEGLI ANCORANTI
7.1 Generalità
Ogni tassello può svolgere la propria funzione di tenuta, solo se è stato installato a regola d’arte. Ciò significa che
devono essere rispettate le prescrizioni riguardo alle modalità di realizzazione e di pulizia del foro, di inserimento
dell’ancorante e di serraggio dello stesso. Nel caso di ancoranti chimici devono inoltre essere rispettati i tempi di
lavorabilità e di indurimento della resina.

Fissaggio

Strato non portante


Supporto Elemento da fissare

Profondità di Lunghezza utile tfix


posa hef

Profondità del foro

fig. 7.1 Profondità del foro, lunghezza di ancoraggio e spessore serrabile per un tipico ancorante

7.2 Foratura del supporto


Il foro deve essere sempre realizzato in direzione perpendicolare alla superficie del materiale, evitando di danneggia-
re o tagliare l’armatura, in caso di installazioni in cemento armato. Il diametro e la profondità del foro devono avere
dimensioni precise, in funzione della tipologia del tassello da installare. La profondità deve essere tale per cui la lun-
ghezza di ancoraggio prevista sia considerata interamente nel supporto portante, escludendo lo spessore di eventuali
coibentazioni e rivestimenti. Il mancato rispetto di queste operazioni può compromettere il funzionamento del sistema
di fissaggio.
I parametri da rispettare sono elencati nelle certificazioni dei prodotti e in mancanza di queste, dalle informazioni
generali fornite dal produttore.
L’elemento da fissare deve essere sufficientemente rigido e a contatto per l’intera superficie al materiale base, salvo in
caso di montaggi di tipo distanziato.
I metodi di foratura più comuni sono i seguenti:
• foratura a rotazione;
• foratura a rotopercussione;
• foratura con martello elettropneumatico;
• foratura con corona diamantata.
La foratura a rotazione si esegue in supporti pieni a bassa resistenza e su mattoni forati. Gli altri metodi danneggereb-
bero questi tipi di supporto, poiché si otterrebbero diametri di foro più grandi o la rottura dei setti dei blocchi in caso
di muratura forata.

48
La foratura a rotopercussione si esegue su murature piene a bassa resistenza, come nel caso di muratura in
mattoni pieni o in calcestruzzo a bassa resistenza.
La foratura con martello elettropneumatico si utilizza prevalentemente nel calcestruzzo. Essa si differenzia dalla roto-
percussione soprattutto per una minore frequenza delle percussioni e per una maggiore intensità delle stesse.
La foratura con corona diamantata permette di realizzare fori di grande diametro, in assenza di vibrazioni e può
essere a secco o con acqua ed è utilizzata prevalentemente nel calcestruzzo ad alta resistenza. Si ottengono pareti
del foro particolarmente lisce e i ferri d’armatura sono facilmente tagliati. Questo tipo di foratura si utilizza in casi
speciali di ancoraggio chimico di ferri d’armatura.

7.2.1 Forature errate


In caso di forature errate è necessario eseguire un nuovo foro a una distanza che dipende dal tipo di ancorante da
installare. In generale valgono le seguenti regole:

Tipo di tasselli distanza / intervento


Tassello in metallo ad espansione > 2 x profondità del foro errato
Tassello in nylon > 1 x profondità del foro errato e
> 5 x diametro esterno del tassello
Ancorante chimico cementazione del foro errato
Ancorante chimico espandente > 2 x profondità del foro errato e cementazione dello stesso
tab. 7.1 Procedure da rispettare nel caso di foratura errata

7.3 Montaggio dei tasselli

7.3.1 Tipologie di montaggio degli ancoranti


Generalmente esistono tre tipi di montaggio di un ancorante: il montaggio passante, non passante e distanziato.
In fig. 7.2 sono raffigurate le tre tipologie.

a) montaggio non passante b) montaggio passante c) montaggio distanziato

fig. 7.2 Tipologie di montaggio di un ancorante

49
Il montaggio non passante prevede la foratura del supporto, la posa del tassello, il posizionamento dell’elemento da
fissare e il serraggio della vite o del dado. Il montaggio passante prevede che sia posizionato l’elemento da fissare e
che la foratura avvenga attraverso l’elemento stesso. Ciò permette di evitare forature errate e di agevolare il fissaggio
di strutture pesanti e il fissaggio multiplo.
Il montaggio distanziato è realizzato nel caso di fissaggio di controsoffitti e di facciate. In quest’ultimo caso si genera
nel tassello soggetto prevalentemente al carico di taglio, una sollecitazione addizionale di flessione. Questo tipo di
ancorante deve avere lunghezza superiore al normale e una maggiore porzione filettata.

7.3.2 Montaggio dei tasselli ad espansione


Una volta eseguite le operazioni di foratura e di pulizia del foro, si inserisce il tassello e si posiziona l’elemento
da fissare nel caso di montaggio non passante. Il serraggio della vite o del dado nel caso di tassello a controllo
di coppia, deve avvenire mediante chiave dinamometrica tarata, in modo da esercitare la coppia prescritta.
Questa garantisce che la boccola si espanda correttamente e che l’elemento sia correttamente fissato.
Un’insufficiente coppia di serraggio comporta una non corretta espansione della boccola e un’inferiore capacità por-
tante del tassello. Ciò può provocare lo sfilamento dell’ancorante per valori di trazione sensibilmente inferiori rispetto
a quelli corrispondenti a un’installazione a regola d’arte. Un’eccessiva coppia di serraggio può invece rompere la
testa della vite. Nel caso di tassello a controllo di spostamento l’espansione si realizza utilizzando l’apposito utensile
di percussione, il quale spinge il cono all’interno della boccola. Il fine corsa del cono di espansione è verificabile,
poiché l’utensile provoca un intaglio sulla parte del tassello a filo del supporto.

7.3.3 Montaggio degli ancoranti a vite


La foratura per questo tipo di tassello prevede un diametro del foro minore rispetto a quello nominale dell’ancorante.
Il tassello deve essere avvitato nel calcestruzzo, in modo che si crei una filettatura interna nelle pareti.
Anche in questo caso una coppia di serraggio eccessiva può provocare la rottura della testa della vite o la rottura del
filetto del tassello stesso. Deve essere quindi utilizzata una chiave dinamometrica tarata.

7.3.4 Installazione degli ancoranti chimici


L’installazione degli ancoranti chimici prevede una serie di operazioni più delicate rispetto al caso dei tasselli meccani-
ci. Particolare attenzione deve essere posta alla pulizia del foro, le cui modalità e accessori da utilizzare sono descritti
nei rispettivi Benestare Tecnici Europei. La presenza di polvere dovuta all’operazione di foratura compromette la
capacità portante dell’ancorante, poiché essa occupa le asperità delle pareti del foro e impedisce che la resina sfrutti
la sua capacità d'ingranamento e di adesione con le pareti del foro.

7.3.4.1 Sistema a fiala


Per i sistemi a fiala è fondamentale la fase d’inserimento della barra. Questa operazione, infatti comporta la rottura
della fiala e il conseguente mescolamento della resina con l’induritore e quindi l’innesco della reazione chimica di
presa. Contemporaneamente si realizza l’ingranamento della resina nella filettatura della barra, la quale deve essere
inserita a rotopercussione, collegando l’apposita barra con inserto in testa all’elettroutensile.

50
7.3.4.2 Sistema ad iniezione
L’ancoraggio chimico di barre filettate prevede che la pulizia del foro sia eseguita mediante una serie di operazioni
in sequenza precisa. In generale per prodotti dotati di Benestare Tecnico Europeo, è necessario pulire due volte con
pompa d’aria, due con spazzolino metallico e infine altre due volte con pompa d’aria. Per diametri elevati, il soffiag-
gio deve essere eseguito con pompa ad aria compressa con pressione minima di 6 bar. In tutti i casi l’estrusione deve
essere eseguita utilizzando gli accessori prescritti nelle relative certificazioni. Prima della fase d’iniezione è necessario
scartare una prima parte del prodotto estruso, finché il colore della resina sia omogeneo. Ciò assicura che la resina e
l’induritore siano correttamente miscelati. L’operazione di estrusione deve avvenire da fondo foro, lasciando immerso
l’ugello del miscelatore statico o della relativa prolunga, nella resina al fine di evitare che si formino bolle d’aria. Il
foro deve essere riempito per 2/3 del volume del foro nel supporto pieno. La barra filettata deve essere inserita con
leggere rotazioni al fine di creare il corretto ingranamento tra filettatura e resina.
Nel caso d’installazioni di barre in acciaio ad aderenza migliorata, la procedura di pulizia del foro varia in funzione
delle modalità di realizzazione del foro. Per foro eseguito a martello o a martello ad aria compressa è necessario
pulire quattro volte il foro con pompa ad aria compressa.
Nel caso di foratura eseguita con carotatrice (diamante), il foro deve essere preventivamente pulito con acqua finché
essa non fuoriesca limpida dal foro. Successivamente si procede alla pulizia con spazzolino e nuovamente con acqua
come descritto in precedenza. L’installazione di barre ad aderenza migliorata, che interessa generalmente elevate
profondità di posa, prevede in aggiunta l’utilizzo di un adattatore d’iniezione che impedisce durante la fase di estru-
sione da fondo foro, che possano formarsi bolle d’aria.
Informazioni più dettagliate riguardo alle operazioni d’installazione e agli accessori sono presenti nelle relative sche-
de del prodotto e nelle certificazioni.

51
8 MODALITÀ DI UTILIZZO DELLE SCHEDE DI PROGETTAZIONE
8.1 Generalità
Le schede degli ancoranti dotati di Benestare Tecnico Europeo rappresentano un metodo semplificato per la progetta-
zione dei sistemi di ancoraggio, il quale si basa sulle linee guida europee (ETAG) e sui Technical Reports. Esse guida-
no il progettista ad affrontare le verifiche
corrispondenti ai vari meccanismi di collasso senza perdere il riferimento alle citate pubblicazioni e ai Benestare
Tecnici Europei (BTE) dei vari prodotti.
La scelta dell’ancorante più idoneo al tipo d'impiego è facilitata da simboli che in maniera sintetica permettono di
individuare le caratteristiche principali del singolo prodotto.
Agli ancoranti non dotati di Benestare Tecnico Europeo non corrisponde una scheda di progettazione. Per questi esi-
stono valori di resistenza empirici che possono rappresentare un valore indicativo dell'effettiva resistenza. Per fissaggi
di particolare importanza può essere utilie eseguire prove in sito.

52
8.2 Legenda simboli

Simbolo Descrizione Simbolo Descrizione

ancorante dotato di installazione vicino ai bordi


Benestare Tecnico Europeo e con interassi ridotti

ancorante dotato installazione con profondità


di marcatura CE di posa ridotta

ancorante dotato resistenza al fuoco


di certificazione sismica

impiego in calcestruzzo installazione in fori bagnati

impiego in calcestruzzo
installazione in fori umidi
fessurato

impiego in muratura piena, in


pietra naturale, muratura semipie-
-40° intervallo di temperatura di
na, forata e calcestruzzo cellulare +120° utilizzo

resistenza nei confronti di SHOCK resistenza a carichi di tipo


Kg carichi pesanti impulsivo

esecuzione del foro con


trapano o con corona ZTV certificazione ZTV Tunnel
TUNNEL per installazione in galleria
diamantata
FORO CAROTATO
O TRAPANATO

INOX certificazione per fissaggi


ancorante in acciaio inox A4
A4 di controsoffitti
ensiona
dim
ancorante in acciaio inox sistema di ancoraggio
m
i
tware d

ento

INOX
HCR (high corrosive progettabile con il
HCR
resistance)
Sof

software tecnico Würth

50
Z-21.8-1834

vita utile dell’ancorante A.B. ZUL. ferri di ripresa


ANNI

certificazione VdS
per impianti di spegnimento
a solaio

53
8.3 Concetti di resistenza

In questo paragrafo si riportano le definizioni dei concetti di resistenza comunemente usati nei metodi moderni di
tecnica delle costruzioni e presenti nelle schede.

resistenza caratteristica: è il valore di resistenza che ha il 5% di probabilità di essere superato e


corrisponde al frattile 5% inferiore della curva di distribuzione statistica
di Gauss, che descrive le frequenze dei valori della resistenza nella
campagna di prove eseguite (fig. 8.1).

carico frequenza

carico massimo

spostamento carico F

frattile -5% valore medio

fig. 8.1 Carico massimo (resistenza) misurato in una prova e distribuzione di Gauss dei valori di resistenza misurati durante le prove

resistenza di progetto (di design): è il valore utilizzato nelle verifiche di resistenza e si calcola secondo la
seguente equazione:
Rk
Rd =
γM
in cui Rk è il valore caratteristico della resistenza e γM è il coefficiente di
sicurezza del materiale.
resistenza ammissibile: è il valore massimo del carico, al di sotto del quale l’elemento conserva
la sua funzionalità, senza perdita di resistenza e senza spostamenti che
possano ridurre la prestazione in esercizio. Esso si ricava a partire dal
valore caratteristico divedendone il valore per un coefficiente globale
di sicurezza.
carico consigliato: è il valore massimo a cui è possibile sollecitare l’elemento senza
perdita di resistenza o spostamenti eccessivi. Si tratta di un valore
sperimentale dichiarato dal produttore.
carico di rottura: è il valore del carico misurato in una prova sperimentale,
in corrispondenza del quale si ha rottura dell’ancoraggio.

54
Verifica agli stati limite ultimi (slu)

Le Nuove Norme Tecniche delle Costruzioni (1) definiscono uno Stato Limite Ultimo, il crollo, la perdita di equilibrio, il
dissesto grave totale o parziale, che possa compromettere l’incolumità delle persone ovvero comportare la perdita di
beni, ovvero provocare gravi danni ambientali e sociali, ovvero mettere fuori servizio l’opera. La verifica si esegue in
base alla seguente disuguaglianza:

Sd ≤ Rd

in cui Sd è la sollecitazione di progetto (o di design), mentre Rd è la resistenza di progetto (o di desing).


La sollecitazione di progetto si ricava a partire dal valore caratteristico della sollecitazione Sk, che corrisponde al
frattile superiore della distribuzione di Gauss dei valori di sollecitazione. Esso corrisponde alla probabilità del 95%
di non essere superato.

Sd = Sk
cM

in cui γM è il coefficiente di sicurezza del materiale.

8.4 Benestare Tecnico Europeo


In tab. 8.1 sono elencate le caratteristiche che distinguono le tipologie di Benestare Tecnico Europeo disponibili per
installazioni nel calcestruzzo. Esse si differenziano in base alla fessurazione o meno del materiale base, alla
variabilità o meno della classe di calcestruzzo, al tipo di resistenza che se ne ricava, alla disponibilità o meno di
valori minimi di distanza dal bordo o d'interasse tra ancoranti e al tipo di procedura di dimensionamento (11).
Le opzioni da 1 a 6 riguardano ancoranti per calcestruzzo fessurato, mentre le opzioni da 7 a 12 riguardano il
calcestruzzo non fessurato. Al decrescere del numero corrispondente dell’opzione si ha un sistema di ancoraggio più
performante.
Il procedimento di dimensionamento A è il più articolato e fornisce valori di resistenza in funzione della direzione del
carico applicato. Il procedimento B fornisce invece un valore unico di resistenza a prescindere dalla direzione di
applicazione del carico. Il procedimento C si differenzia dal B per il fatto che non sono disponibili valori minimi di
distanza dal bordo e d'interasse tra gli ancoranti.
I valori scr e ccr rappresentano rispettivamente i valori dell’interasse e della distanza dal bordo al di sopra delle quali, gli
ancoranti non subiscono alcuna diminuzione di portata e possono essere considerati come isolati ai fini della
determinazione della resistenza.
I valori smin e cmin rappresentano rispettivamente i valori dell’interasse e della distanza dal bordo al di sotto delle quali
non è determinabile analiticamente la resistenza del sistema di ancoraggio.

55
dalla direzione
FRk dipendente
non fessurato

accertamento
non fessurato

procedura di
da C 20/25
a C 50/60
fessurato e

C 20/25

un valore
Opzione

cmin

smin
FRk

ccr

scr
1 X X X X X X X A
2 X X X X X X X A
3 X X X X X X X B
4 X X X X X X X B
5 X X X X X C
6 X X X X X C
7 X X X X X X X A
8 X X X X X X X A
9 X X X X X X X B
10 X X X X X X X B
11 X X X X X C
12 X X X X X C

tab. 8.1 Opzioni disponibili per il Benestare Tecnico Europeo

56
8.5 Scheda di progettazione tipo
Nel presente paragrafo sono riportate le varie parti di una scheda di progettazione tipo, con le spiegazioni che guida-
no il progettista passo passo nella lettura della scheda stessa e nella progettazione dell’ancoraggio.
Nella prima parte della scheda è indicato il nome generale dell’ancorante, mentre a fianco sono riportate le immagini
delle versioni disponibili con il nome completo.
I simboli permettono di individuare le caratteristiche più importanti del tipo di ancorante. Per una descrizione più
approfondita, si veda il paragrafo 8.2.
Il simbolo riguardante il Benestare Tecnico Europeo, fa riferimento al numero dell’opzione. Ciò si riferisce al tipo di prove
che sono state eseguite, al tipo informazioni che sono ricavabili dalla certificazione stessa e al tipo di dimensionamento
possibile. Si veda tab. 8.1 per una descrizione completa delle opzioni.

ancorante in acciaio W-faz

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
So
W-FAZ/S W-FAZ/A4 W-FAZ/HCR

Certificazioni Cartatteristiche
Bte opzione 1 Marcatura ce Idoneità Vds Calcestruzzo Carichi Resistenza
fessurato pesanti corrosione

INOX
Kg A4

Resistenza al fuoco Certificazioni Ztv Carico impulsivo High corrosive Interasse e distanza Vita utile
resistance dai bordi ridotti
ZTV
TUNNEL
SHOCK
INOX
HCR
50
 ANNI

57
Nella parte successiva sono descritti i campi d’impiego, i vantaggi, le versioni disponibili e le certificazioni di cui è
dotato l’ancorante.

Campi di impiego e vantaggi


• ancorante per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• espansione a controllo di coppia
• vite utile dell'ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• W-FAZ/S in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-FAZ/A4 in acciaio inossidabile A4
• W-FAZ/HCR in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-03/0018 e ETA-99/0011, Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• resistenza al fuoco secondo Technical Report TR 020, R30-R120 (ETA-03/0018 e ETA-99/0011)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3722/8573 secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a.
• certificazione ZTV secondo curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5 per W-FAZ/HCR M8-M16
• certificazione BZS per resistenza a carichi impulsivi (shock)

Le prime tabelle nella scheda forniscono al progettista valori di resistenza alla trazione e a taglio riferiti al singolo anco-
rante in condizioni ideali. Ciò significa che l’ancorante è posto a una distanza dai bordi del materiale base maggiore o
uguale alla distanza critica (ccr,N e ccr,sp) e a distanza da un ancorante adiacente maggiore dell’interasse critico (scr,N e
scr,sp). Il valore con asterisco indica che la resistenza si riferisce alla rottura lato acciaio

Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Resistenza W-FAZ/S caratteristica NRk 5,0 9,0 12,0 25,0 36,0 44,4
a trazione W-FAZ/A4 di progetto NRd 3,3 6,0 8,0 16,7 24,0 29,6
(kN) W-FAZ/HCR ammissibile NRamm 2,4 4,3 5,7 11,9 17,1 21,1
caratteristica VRk 15,0* 22,0* 33,0* 56,4 69,0* 88,8
W-FAZ/S di progetto VRd 12,0* 17,6* 25,2 37,6 48,0 59,2
Resistenza
ammissibile VRamm 8,6* 12,6* 18,0 26,9 34,3 42,3
a taglio
caratteristica VRk 13,0* 20,0* 30,0* 55,0* 72,0 -
(kN) W-FAZ/A4
di progetto VRd 10,4* 16,0* 24,0* 37,6 48,0 -
W-FAZ/HCR
ammissibile VRamm 7,4* 11,4* 17,1* 26,9 34,3 -
*diametro disponibile solo per FAZ/S

58
Calcestruzzo non fessurato
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Resistenza W-FAZ/S caratteristica NRk 12,0 16,0 20,0 35,0 40,0 62,2
a trazione W-FAZ/A4 di progetto NRd 8,0 10,7 13,3 23,3 26,7 41,4
(kN) W-FAZ/HCR ammissibile NRamm 5,7 7,6 9,5 16,7 19,1 29,6
caratteristica VRk 15,0* 22,0* 33,0* 60,0* 69,0* 114*
W-FAZ/S di progetto VRd 12,0* 17,6* 26,4* 48,0* 51,9* 82,9
Resistenza
ammissibile VRamm 8,6* 12,6* 18,9* 34,3* 37,1* 59,2
a taglio
caratteristica VRk 13,0* 20,0* 30,0* 55,0* 86,0* -
(kN) W-FAZ/A4
di progetto VRd 10,4* 16,0* 24,0* 44,0* 61,4* -
W-FAZ/HCR
ammissibile VRamm 7,4* 11,4* 17,1* 31,4* 43,9* -
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg
a)diametro disponibile solo per FAZ/S

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• spessore minimo standard del supporto

Si veda il par. 8.3 per una descrizione del significato delle resistenze caratteristiche, di progetto e ammissibile.
In caso di classe di calcestruzzo diverso, presenza di bordi di calcestruzzo o di ancoranti vicini, è necessario eseguire
il calcolo analitico proposto in seguito.
Le tabelle riguardanti le condizioni di posa indicano le grandezze necessarie per la corretta installazione, al variare
del diametro dell’ancorante. I valori della profondità effettiva di ancoraggio, delle distanze critiche (dall’ancorante
adiacente o dal bordo di calcestruzzo), delle distanze minime dai bordi e dell’interasse minimo tra ancoranti sono
necessarie in fase di progettazione del sistema di ancoraggio.

Condizioni di posa

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


Diametro nominale punta del trapano mm d0 8 10 12 16 20 24
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 9 12 14 18 22 26
Coppia di serraggio per W-FAZ/S Nm Tinst 20 25 45 90 160 200
Coppia di serraggio per W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR Nm Tinst 20 35 50 110 200 -
Profondità del foro mm h1 60 75 90 110 125 145
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 46 60 65 85 100 115
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N 3 hef
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N 1,5 hef

59
W-FAZ/S

Spessore minimo del supporto standard

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Spessore minimo del supporto mm hmin 100 120 130 170 200 230
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 60 95 100
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 70 70 100 100 150 180
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 40 45 60 60 95 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 80 90 140 180 200 220
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 65 90 100
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 70 120 120 180 180
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 50 75 80 130 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 100 100 150 150 240 220
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 184 240 260 340 440 345
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 92 120 130 170 220 172
(…)
h1
hef tfix
c
s
c
c s
hmin Tinst

hmin

Dimensioni dell'ancorante

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Dado esagonale sw mm 13 17 19 24 30 36
Area della sezione filettata As mm2 36,6 58 84,3 157 245 303

La seguente tabella, di cui si riporta un estratto, fornisce informazioni riguardo alle varie dimensioni disponibili
dell’ancorante e specifica la lunghezza totale, della parte filettata e dello spessore serrabile.

W-FAZ/S, W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR


 lunghezza lunghezza spessore serrabile
totale (mm) filetto (mm) tfix (mm)
75 20 10
802) 252) 152)
M8 95 40 30
115 60 50
165 80 100
902) 202) 102)
95 25 15
M10 110 40 30
130 60 50
1802) 802) 1002)
(…)

60
Le tabelle che seguono descrivono i materiali dei componenti che costituiscono l’ancorante.

W-FAZ/S
Elemento Denominazione M8, M10, M12, M16 e M20 M24
Perno filettato, acciaio classe
8.8 secondo EN ISO 898-1
Acciaio per ricalcatura fredda o acciaio
1 Perno con cono Cono d’espansione, acciaio,
automatico, cono con rivestimento plastico
classe 8 secondo EN ISO
20898-2
Acciaio secondo EN 10088,
2 Anello di espansione Acciaio secondo EN 10139
materiale no. 1.4301 oppure 1.4401
3 Dado esagonale Classe di resistenza 8 secondo EN 20898-2, zincato galvanicamente
Rondella secondo EN ISO
4 7089, o EN ISO 7093, Acciaio zincato galvanicamente
o EN ISO 7094
(…)

Istruzioni di posa

W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

Forare con Pulizia: pulire con Inserire l'an- Serrare mediante


trapano cura il foro. Si con- corante alla chiave dinamome-
a rotopercus- siglia l'utilizzo profondità trica applicando la
sione di pompa d'aria di infissione coppia di serraggio
e spazzolino nominale prescritta

Le istruzioni di posa devono essere rispettate affinché l’ancoraggio resista ai carichi per cui è progettato. Il mancato
rispetto comporta un’installazione non eseguita correttamente e valori di resistenza inferiori rispetto a quelli ricavati
dalle presenti schede.

61
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Il procedimento di calcolo si basa sul metodo proposta dalla Linea Guida Europea ETAG 001 Allegato C (11) nel
caso di calcolo di ancoranti meccanici. Gli ancoranti chimici di ultima generazione sono regolati dal Technical Report
TR029 (16) o TR023 (17).
Ogni valore di resistenza è calcolato per l’ancorante singolo più sollecitato.

Trazione

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =
cM,s

Il valore di progetto della resistenza a trazione del singolo ancorante è ricavato dividendo il valore caratteristico per
il coefficiente di sicurezza del materiale. Valore di progetto e coefficiente di sicurezza sono riportati nelle seguenti
tabelle in funzione del tipo e del diametro dell’ancorante.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 10,5 17,6 25,5 40,0 53,8 84,0
NRd,s (kN) W-FAZ/A4
10,7 18,0 26,7 42,7 64,3 -
W-FAZ/HCR

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 1,53 1,50 1,60 1,50
cMs W-FAZ/A4
1,50 1,68 -
W-FAZ/HCR

62
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N Rd,p,C20/25 $ }cls,N

La resistenza allo sfilamento dipende dalla classe di resistenza del calcestruzzo. I valori della tabella sono calcolati
per calcestruzzo di classe C20/25 fessurato e non fessurato. Nel caso di calcestruzzo di classe superiore è necessario
moltiplicare la resistenza per il coefficiente }cls,N . Il valore di progetto della resistenza a trazione del singolo ancorante è
riportato nella seguente tabella ed è ricavato dividendo il valore caratteristico per il coefficiente di sicurezza del materiale.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24

W-FAZ/S cls fessurato 3,3 6,0 8,0 16,7 - -


NRd,p,C20/25 (kN) W-FAZ/A4
W-FAZ/HCR cls non fessurato 8,0 10,7 13,3 23,3 26,74) - 4)

Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica a sfilamento non è determinante
4) Non sono consentiti ancoraggi con spessore minimo del supporto ridotto per W-FAZ/S

N Rk,p
N Rd,p = cM,p = 1, 5
cM,p

Influenza della resistenza del calcestruzzo


classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60
}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

Il coefficiente che tiene conto della classe di calcestruzzo corrisponde al rapporto tra la radice del valore di resistenza
cubica della particolare classe di resistenza e il corrispondente per classe C20/25, se non diversamente specificato
dal Benestare Tecnico Europeo.

A c,N
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,c N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
A 0c,N

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


W-FAZ/S cls fessurato 7,5 11,2 12,6 18,8 24,0 29,6
N 0Rd,c (kN) W-FAZ/A4
cls non fessurato 10,5 15,6 17,6 26,3 33,6 41,4
W-FAZ/HCR
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

63
0
Il valore di progetto N Rd,c della resistenza a trazione del singolo ancorante è riportato nella precedente tabella ed è
ricavato dividendo il valore caratteristico per il coefficiente di sicurezza del materiale.
Se non specificato dal documento ETA del prodotto, il valore di N 0Rk,c , si calcola con la seguente espressione, in cui
Rck è la resistenza cubica del calcestruzzo a 28 giorni:

0 1,5
N
Rk,c = 7, 2 $ R ck $ h ef per calcestruzzo fessurato

N 0Rk,c = 10, 1$ R ck $ h ef1,5 per calcestruzzo non fessurato

Le modalità determinazione di Rck, la forma dei provini cubici e altre informazioni sono riportate nelle norme
UNI EN 12390-1 (18), UNI EN 12390-3 (19) e UNI EN 12390-4 (20).

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e lontano dai bordi di calcestruzzo). Ac,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo
ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Il metodo semplificato proposto
dalla linea guida ETAG 001 Allegato C (11), considera la base del cono di rottura di forma quadrata.

A 0c,N = s cr,N $ s cr,N

Per una coppia di ancoranti a interasse s e distanza dal bordo c, Ac,N si calcola nel modo seguente:

$` + cj
s cr,N + s s cr,N
A c,N =
2 2

Nelle tabelle seguenti è possibile ricavare il rapporto A c,N nel caso di influenza di un ulteriore ancorante posto a
A 0c,N
interasse s e nel caso di presenza di un bordo del calcestruzzo a distanza c.
Il valore del rapporto varia in funzione del tipo di ancorante scelto, in quanto variano i valori critici.
L’installazione e quindi il calcolo del rapporto, devono rispettare i valori minimi d'interasse e di distanza dal bordo smin
e cmin. I valori unitari della tabella indicano che il singolo ancorante si trova nelle condizioni ideali senza influenza di
ancoranti o bordi vicini.

64
W-FAZ/S A c,N s
= 0, 5 +
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante A 0c,N 2 $ s cr,N

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)


40 0,64
45 0,66 0,63c)
50 0,68 0,64c)
55 0,70 0,65c)
60 0,72 0,67 0,65 0,62d) b)

65 0,74 0,68 0,67 0,63b)


70 0,75 0,69 0,68 0,64e)
75 0,77 0,71 0,69 0,65e)
80 0,79 0,72 0,71 0,66
85 0,81 0,74 0,72 0,67
90 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65f)
95 0,84 0,76 0,74 0,69 0,66
100 0,86 0,78 0,76 0,70 0,67 0,64
105 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68 0,65
110 0,90 0,81 0,78 0,72 0,68 0,66
115 0,92 0,82 0,79 0,73 0,69 0,67
120 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70 0,67
125 0,95 0,85 0,82 0,75 0,71 0,68
130 0,97 0,86 0,83 0,75 0,72 0,69
140 1 0,89 0,86 0,77 0,73 0,70
150 1 0,92 0,88 0,79 0,75 0,72
160 1 0,94 0,91 0,81 0,77 0,73
170 1 0,97 0,94 0,83 0,78 0,75
180 1 1 0,96 0,85 0,80 0,76
195 1 1 1 0,88 0,83 0,78
215 1 1 1 0,92 0,86 0,81
235 1 1 1 0,96 0,89 0,84
255 1 1 1 1 0,93 0,87
275 1 1 1 1 0,96 0,90
300 1 1 1 1 1 0,93
325 1 1 1 1 1 0,97
345 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

(…)

65
W-FAZ/S A c,N
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,N c cr,N

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)


40 0,69h)
45 0,74h) 0,64b) d)
50 0,79 0,67e)
55 0,84 0,71e)
60 0,90 0,75e) 0,71h) 0,62b)
65 0,95 0,79e) 0,75h) 0,64b)
70 1 0,83e) 0,79h) 0,67b)
75 1 0,87e) 0,82 0,70b)
80 1 0,91e) 0,86 0,72e)
85 1 0,96e) 0,90 0,75e)
90 1 1 0,94 0,78
95 1 1 0,98 0,81 0,73h)
100 1 1 1 0,83 0,75h) 0,69
110 1 1 1 0,89 0,80h) 0,73
120 1 1 1 0,95 0,85h) 0,77
130 1 1 1 1 0,90 0,81
140 1 1 1 1 0,95 0,85
150 1 1 1 1 1 0,90
160 1 1 1 1 1 0,94
170 1 1 1 1 1 0,99
180 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

(…)

66
Nel caso di influenza dovuta alla presenza del bordo di calcestruzzo, il valore del rapporto delle aree ingloba il coef-
ficiente }s,N che tiene conto della distribuzione non uniforme delle sollecitazioni, a causa della presenza di un bordo:

}s,N = ` 0, 7 + 0, 3 $ c j
c cr,N
In caso di presenza di più bordi (ancorante posizionato vicino a un angolo o in un elemento stretto) c è la distanza
minima dal bordo.
Per semplicità, il calcolo non prevede la presenza di armatura nel calcestruzzo. Essa può essere presa in considera-
zione inserendo nel calcolo della resistenza a rottura conica del calcestruzzo e a fessurazione, il coefficiente }re,N che
è proporzionale alla profondità di ancoraggio hef ed è minore di 1, tranne nel caso in cui nell’area dell’ancoraggio ci
sia armatura con interasse ≥ 150 mm oppure con interasse ≥ 100 mm e diametro ≤ 10 mm. In questo caso il coeffi-
ciente può essere assunto unitario a prescindere dalla profondità di ancoraggio (11).

}re,N = 0, 5 + h ef # 1
200
L’eccentricità del carico può essere considerata utilizzando un coefficiente }ec,N , il quale considera l’effetto di gruppo
quando differenti carichi di trazione agiscono sul sistema di ancoraggio (11).

}ec,N = 1 #1
1+ 2e N /S cr,N

in cui eN rappresenta l’eccentricità della risultante del carico di trazione agente sugli ancoranti tesi. In caso di ec-
centricità in due direzioni, il coefficiente è il prodotto dei singoli coefficienti calcolati separatamente per entrambe le
direzioni. Per semplicità le schede di progettazione proposte non considerano l’effetto della presenza di armature e
dell’eccentricità.

A c,N
Resistenza di progetto a trazione per fessurazione NRd,sp N Rd,sp = N 0Rd,sp $ $ }cls,N $ }h,sp
A 0c,N

La rottura a fessurazione non è determinante se la distanza dal bordo più vicino e c ≥ 1,5ccr,sp (1,2 ccr,sp in caso di
ancorante chimico) e lo spessore del materiale base è h ≥ 2hef.
Per ancoranti idonei per calcestruzzo fessurato, il meccanismo di rottura a fessurazione non è determinante se nel
calcestruzzo è presente un’armatura che limiti le fessure a un’ampiezza wk ≈ 0,3 mm e se le resistenze caratteristiche
per rottura del cono di 0calcestruzzo e per sfilamento sono calcolate per calcestruzzo fessurato.
Il valore di progetto N Rd,sp della resistenza a trazione del singolo ancorante è riportato nella precedente tabella ed è
ricavato dividendo il valore caratteristico per il coefficiente di sicurezza del materiale.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M204) M244)


W-FAZ/S cls fessurato 7,5 11,2 12,6 18,8 24,0 29,6
N 0Rd,sp (kN) W-FAZ/A4
cls non fessurato 8,0 10,7 13,3 23,3 26,7 -
W-FAZ/HCR
4) Non sono consentiti ancoraggi con spessore minimo del supporto ridotto per W-FAZ/S
2
}h,sp = c h m # 1, 5
3
2h ef
cM,sp = 1, 5

N 0Rk,sp
N 0Rd,sp =
cM,sp

Il rapporto delle aree si calcola in modo analogo al caso di rottura conica del calcestruzzo

67
W-FAZ/S
caso spessore minimo standard del supporto
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
40 0,61 A c,N cr,sp
45 0,62 0,59
50 0,64 0,60
55 0,65 0,61
60 0,66 0,63 0,62 0,59* s
65 0,68 0,64 0,63 0,60
70 0,69 0,65 0,63 0,60
75 0,70 0,66 0,64 0,61
80 0,72 0,67 0,65 0,62
85 0,73 0,68 0,66 0,63
90 0,74 0,69 0,67 0,63 0,65**
95 0,76 0,70 0,68 0,64 0,66
100 0,77 0,71 0,69 0,65 0,67 -
110 0,80 0,73 0,71 0,66 0,68 -
120 0,83 0,75 0,73 0,68 0,70 -
130 0,85 0,77 0,75 0,69 0,72 -
140 0,88 0,79 0,77 0,71 0,73 -
150 0,91 0,81 0,79 0,72 0,75 -
160 0,93 0,83 0,81 0,74 0,77 -
170 0,96 0,85 0,83 0,75 0,78 -
185 1 0,89 0,86 0,77 0,81 -
190 1 0,90 0,87 0,78 0,82 -
200 1 0,92 0,88 0,79 0,83 -
220 1 0,96 0,92 0,82 0,87 -
240 1 1 0,96 0,85 0,90 -
260 1 1 1 0,88 0,93 -
280 1 1 1 0,91 0,97 -
300 1 1 1 0,94 1 -
320 1 1 1 0,97 1 -
340 1 1 1 1 1 -

= Ancoraggio non conforme al BTE

(…)

68
W-FAZ/S
caso spessore minimo standard del supporto A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24


40 0,52*
45 0,55* 0,48*
50 0,59 0,51
55 0,63 0,53
60 0,67 0,56 0,57* 0,53*
65 0,72 0,59 0,60* 0,55* c
70 0,75 0,62 0,63* 0,57*
75 0,75 0,65 0,66 0,60*
80 0,75 0,68 0,69 0,62
85 0,75 0,72 0,72 0,64
90 0,75 0,75 0,75 0,67
95 0,77 0,75 0,78 0,69 0,73*
100 0,79 0,75 0,80 0,72 0,75* -
110 0,85 0,75 0,80 0,77 0,80* -
120 0,90 0,75 0,80 0,82 0,85* -
130 0,96 0,79 0,80 0,86 0,90 -
140 1 0,83 0,80 0,86 0,95 -
150 1 0,87 0,82 0,86 1 -
160 1 0,92 0,86 0,86 1 -
170 1 0,96 0,90 0,86 1 -
180 1 1 0,94 0,86 1 -
190 1 1 0,99 0,86 1 -
200 1 1 1 0,86 1 -
220 1 1 1 0,90 1 -
240 1 1 1 0,96 1 -
260 1 1 1 1 1 -

(…)

= Ancoraggio non conforme al BTE

NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c; NRd,sp)

La resistenza a trazione del singolo ancorante è il minor valore tra quelli i precedenti calcolati e individua il
meccanismo di collasso critico.

69
TAGLIO

V
V

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 12,0 17,6 26,4 48,0 51,9 91,2
VRd,s (kN) W-FAZ/A4
10,4 16,0 24,0 44,0 61,4 -
W-FAZ/HCR

Il carico di taglio agisce sugli ancoranti senza braccio di leva, se l’elemento da fissare è in metallo ed è collegato
direttamente al calcestruzzo senza uno strato intermedio o con uno strato di malta di spessore non maggiore di 3 mm.
Inoltre l’elemento da fissare deve essere a contatto per l’intero spessore con l’ancorante (11). Il valore di progetto
VRd,s della resistenza a taglio lato acciaio del singolo ancorante è riportato nella precedente tabella ed è ricavato
dividendo il valore caratteristico per il coefficiente di sicurezza del materiale.
aM $ M Rk,s
VRk,s =
l
In presenza di braccio di leva la resistenza caratteristica a taglio per meccanismo di rottura lato acciaio deve essere
valutata in base alla seguente espressione:

in cui aM dipende dal grado di vincolo dell’ancorante sul lato dell’elemento da fissare. Se il fissaggio è in grado di
ruotare (fig. 5.3a) aM =1, mentre se il fissaggio non può ruotare e il foro nell’elemento da fissare non è troppo gran-
de, oppure l’ancorante è collegato all’elemento da fissare con dado e rondella (fig. 5.3c), aM =2.

M Rk,s = M 0Rk,s $ c 1 - N sd m
N Rd,s
dove NSd è il valore di design della sollecitazione di trazione, NRd,s è la resistenza a trazione dell’ancorante lato
0
acciaio, mentre M Rk,s è indicato nella tabella seguente.
In generale il braccio di leva è determinabile con la seguente espressione:

l = a3 + e 1

in cui e1 è la distanza tra la superficie del calcestruzzo e l’asse dell’elemento da fissare;

a3 = 0 in caso di fissaggio che non può ruotare


0,5d in caso di fissaggio che può ruotare con d diametro nominale dell’ancorante.

70
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
Modulo di resistenza W1) mm3 31,2 62,3 109,2 277,5 540,9 743,9
W-FAZ/S 18,4 37,6 65,6 167,2 272,9 718,4
Resistenza di progetto M 0Rd,s
W-FAZ/A4 Nm
a flessione 20,8 41,6 73,6 186,4 324,3 -
W-FAZ/HCR
1) Valore relativo alla parte filettata

M 0Rk,s cM,s = 1,25 per i diametri M8, M10, M12, M16, M24 per W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR
M 0Rd,s =
cM,s 1,33 per M20 e W-FAZ/S
1,40 per M20 e W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

Resistenza di progetto per pryout/scalzamento VRd,cp = k $ N Rd,c


del calcestruzzo VRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio. Per ancoranti
chimici, la cui procedura di dimensionamento è regolata dal Technical Report TR029 (11), il valore di k moltiplica il
minimo tra i valori a rottura conica del calcestruzzo e a rottura combinata sfilamento/rottura conica.

k = 2,0 per W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5•c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
}h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
A 0c,V

0
Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5c, le aree A c,N e A c,N hanno altezza pari a h.
}h,v considera il fatto che la resistenza a taglio non diminuisce proporzionalmente allo spessore dell’elemento come
ipotizzato nel rapporto delle aree (11).
L’espressione fornita per il calcolo della resistenza è valida per influenza di un solo bordo. Quando il sistema di anco-
raggio è influenzato da due bordi (fig. 6.11 o fig. 6.13), la resistenza deve essere moltiplicata per il coefficiente }s,v ,
in cui c1 e c2 sono le distanze dai due bordi.

71
}s,v = 0, 7 + 0, 3 c2 # 1
1, 5 $ c 1

La valutazione della resistenza semplificata non considera gli effetti dell’eccentricità del carico. Essa può essere presa
in considerazione moltiplicando la resistenza per il coefficiente }ec,V , in cui ev rappresenta l’eccentricità del carico di
taglio risultante.

}ec,V = 1 #1
1+ 2e V /3c 1
Per ancoraggi in elementi di calcestruzzo piccoli e sottili in cui c2,max ≤ 1,5c1 e h ≤ 1,5c1 (fig. 8.2), dove c2,max è la
distanza maggiore dal bordo in direzione perpendicolare a quella della sollecitazione di taglio, si ottengono risultati
più precisi valutando c1, anche nella determinazione di A 0c,N e A c,N , come il massimo valore tra cmax/1,5 e h/1,5.
In caso contrario si ottengono risultati a favore di sicurezza. cmax è il massimo valore tra le distanze dal bordo.

fig. 8.2 Taglio agente in elementi di calcestruzzo sottili e di limitate dimensioni

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

calcestruzzo fessurato calcestruzzo non fessurato


}ucr 1 1,4

}ucr permette calcolare la resistenza per calcestruzzo fessurato e non.


V 0Rd,c rappresenta la resistenza al taglio per un singolo ancorante posto a distanza c dal bord non influenzato dalla
presenza di ulteriori ancoranti e ulteriori bordi del materiale base. Il rapporto A c,V è quindi unitario.
A 0c,V
I valori di progetto V Rd,c e V 0Rd,c di si ottengono dividendo il valore caratteristico per il coefficiente di sicurezza del
materiale

72
W-FAZ/S

0
Valori della resistenza V Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25
di un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)
40 1,52h) V
45 1,82h) 2,05b) h)
50 2,13 2,40e)
55 2,46 2,77e)
60 2,80 3,15e) 3,39h) 3,89b) h)
65 3,15 3,56e) 3,82h) 4,39b) h)
70 3,53 3,98e) 4,27h) 4,91b) h)
75 3,91 4,41e) 4,73 5,44b) h)
80 4,31 4,86e) 5,21 6,00e)
85 4,72 5,32e) 5,71 6,57e)
90 5,14 5,80 6,22 7,15
95 5,57 6,29 6,75 7,76 8,57h)
100 6,02 6,79 7,28 8,38 9,26h) 10,05
105 6,48 7,30 7,84 9,02 9,96h) 10,82
120 7,91 8,92 9,58 11,01 12,17h) 13,21
130 8,92 10,06 10,80 12,42 13,72 14,90
140 9,97 11,24 12,07 13,88 15,33 16,65
150 11,06 12,47 13,38 15,39 17,00 18,47
180 14,54 16,39 17,59 20,24 22,35 24,28
200 17,03 19,20 20,61 23,70 26,18 28,43
220 19,64 22,15 23,77 27,34 30,20 32,80
240 22,38 25,24 27,09 31,16 34,41 37,38
250 23,79 26,83 28,80 33,12 36,59 39,74
300 31,28 35,27 37,85 43,54 48,09 52,24
340 37,74 42,55 45,67 52,53 58,03 63,02
420 51,81 58,42 62,71 72,12 79,67 86,53
500 67,30 75,89 81,45 93,68 103,48 112,4

= Ancoraggio non conforme al BTE

(…)

classe }cls }a,V aV area 2


C20/25 1 1 0°≤aV≤55° area 3
V
C25/30 1,1 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90° area 1
C28/35 1,18 2 90°<aV≤180°
C32/40 1,26 aV
aV è l’angolo di inclinazione della forza
C35/45 1,34 di taglio rispetto alla normale al bordo
C40/50 1,41 considerato
C45/55 1,48
C50/60 1,55

73
Il coefficiente }cls permette di estendere i risultati per classi di calcestruzzo diverse ed è il rapporto tra la radice della
resistenza cubica del calcestruzzo utilizzato, rispetto alla radice della resistenza cubica per calcestruzzo di classe
C20/25. }a tiene conto dell’inclinazione della forza di taglio rispetto alla direzione del bordo.

0
Il valore di V Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato
per A c,V .
A 0c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo
di due ancoranti posti a una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula: A c,V = 1 $ ` 1 + s j
0 2 3c
A c,V

Generalizzando al caso con n ancoranti d'interasse costante s, posti a una distanza c dal bordo, si può utilizzare la
seguente formula:

1 c ^n - 1h $ s
m
A c,V
0 = $ 1+
A c,V n 3c

La tabella seguente permette all’utente di conoscere il valore del rapporto A c,V 0


per una coppia di ancoranti posti a
distanza c dal bordo e con interasse s. A c,V

Per valori s ≥ scr e c ≥ ccr il singolo tassello si trova in condizioni ideali, cioè non risente di influenze dovute alla vici-
nanza di ulteriori ancoranti e di bordi di calcestruzzo. In questo caso il rapporto è unitario.

74
A 0c,V
A c,V
Distanza dal bordo c (mm)
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,9 0,94 1 120
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180
0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420
0,88 0,92 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 550
Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante

75
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

La resistenza a taglio è il minimo tra i valori precedentemente calcolati, il quale individua il meccanismo di collasso
critico.

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

h =2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio


c m c m
N sd h + Vsd h # 1
N Rd VRd h =1,5 altrimenti

NSd e VSd rappresentano le sollecitazioni di trazione e di taglio di progetto del singolo ancorante.
NRd e VRd rappresentano le resistenze di progetto a trazione e taglio per il singolo ancorante precedentemente calcolati.

Resistenza al fuoco
Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura

I valori elencati in tabella rappresentano la resistenza a trazione del singolo ancorante, in caso eccezionale d'incendio,
per la corrispondente classe di resistenza R. Esse si riferiscono a fuoco agente su un solo lato, corrispondente a quello
di installazione degli ancoranti. La tabella permette all’utente il confronto tra il valore di sollecitazione con quello relativo
alla resistenza, senza dover eseguire un calcolo analitico.

Classe di resistenza
Misura dell'ancorante
al fuoco (minuti)
M8 M10 M12 M16
2,00 5,60 9,00 16,00 R30
1,00 2,20 3,50 7,00 R60
W-FAZ/S
0,65 1,30 2,00 4,30 R90
Resistenza 0,50 0,80 1,30 3,00 R120
a trazione
9,00 15,0 19,0 30,0 R30
Nmax (kN)
W-FAZ/A4 5,00 9,00 12,0 15,0 R60
W-FAZ/HCR 1,80 4,00 5,00 7,50 R90
1,00 2,00 3,00 6,00 R120
W-FAZ/HCR 1,005) 1,905) 3,005) 5,505) -
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante.
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
5) Valore secondo la curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5-2003

76
Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso d’incendio
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C (par. 5.3),
sul Technical Report TR 020 “Valutazione degli ancoranti nel calcestruzzo relativamente alla resistenza al fuoco”
e sulla relativa certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto.

W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Distanza minima tra gli ancoranti mm smin vedi valori in assenza di incendio
W-FAZ/S mm cmin6) 92 120 130 170 200 230
Distanza minima dal bordo W-FAZ/A4
mm cmin6) vedi valori in assenza di incendio
W-FAZ/HCR
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,fi 184 240 260 340 400 460
Distanza critica dai bordi mm ccr,fi 92 120 130 170 200 230
a) diametro disponibile solo per FAZ/S
6) In caso di incendio agente sulla faccia di installazione degli ancoranti.
In caso di incendio agente su più lati cmin=300 mm

I valori delle distanze e degli interassi critici e minimi sono generalmente diversi rispetto a quelli a temperatura
ambiente. Il procedimento di calcolo vale anche per incendio agente su più lati.
In modo analogo alla procedura di verifica a temperatura ambiente, si distinguono i casi di trazione e taglio.

TRAZIONE IN CASO DI INCENDIO

N Rk,s,fi
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s,fi N Rd,s,fi =
cM,s,fi

cM,s,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 1,4 2,2 3,2 6,0 9,4 13,6
R60 1,1 1,8 2,8 5,2 8,2 11,8
W-FAZ/S
R90 0,8 1,4 2,4 4,4 6,9 10,0
R120 0,7 1,2 2,2 4,0 6,3 9,1
NRd,s,fi (kN)
R30 3,8 6,9 11,5 21,5 33,5 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 5,2 8,6 16,0 25,0 -
W-FAZ/HCR R90 2,0 3,5 5,6 10,5 16,4 -
R120 1,6 2,7 4,2 7,8 12,1 -

77
La precedente tabella fornisce la resistenza di progetto riferita al meccanismo di rottura lato acciaio, in funzione del
diametro e della classe di resistenza al fuoco.

N Rk,p,fi
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p,fi N Rd,p,fi =
cM,p,fi

cM,p,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


R30 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
W-FAZ/S
R60 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
NRd,p,fi (kN) W-FAZ/A4
R90 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
W-FAZ/HCR
R120 1,0 1,8 2,4 5,0 7,2 8,8
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

La precedente tabella fornisce la resistenza di progetto riferita al meccanismo di rottura per sfilamento dell’ancorante, in
funzione del diametro e della classe di resistenza al fuoco. Essa è valutata indipendentemente dalla classe di resistenza
del calcestruzzo.

Resistenza di progetto a trazione per rottura 0 A c,N


N Rd,c,fi = N Rd,c,fi $
conica del calcestruzzo NRd,c,fi A 0c,N

N Rk,c,fi
N Rd,c,fi = cM,c,fi = 1, 0
cM,c,fi

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


R30 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
W-FAZ/S
R60 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
N Rd,c,fi (kN) W-FAZ/A4
R90 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
W-FAZ/HCR
R120 2,1 4,0 4,9 9,6 14,4 20,4
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

La precedente tabella fornisce la resistenza di progetto riferita al meccanismo di rottura conica del calcestruzzo,
in funzione del diametro, della classe di resistenza al fuoco ed è calcolata indipendentemente dalla classe di calcestruzzo.
La valutazione del rapporto A c,N avviene in modo analogo al caso a temperatura ambiente.
A 0c,N

78
W-FAZ/S
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b) A c,N s


40 0,61 0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr, fi
45 0,62 0,59e)
50 0,64 0,60e)
55 0,65 0,61e)
60 0,66 0,63 0,62 0,59b) h)
65 0,68 0,64 0,63 0,60b)
70 0,69 0,65 0,63 0,60e) s
75 0,70 0,66 0,64 0,61
80 0,72 0,67 0,65 0,62
85 0,73 0,68 0,66 0,63
90 0,74 0,69 0,67 0,63 0,61f)
95 0,76 0,70 0,68 0,64 0,62
100 0,77 0,71 0,69 0,65 0,63 0,61
110 0,80 0,73 0,71 0,66 0,64 0,62
120 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65 0,63
130 0,85 0,77 0,75 0,69 0,66 0,64
140 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68 0,65
150 0,91 0,81 0,79 0,72 0,69 0,66
160 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70 0,67
170 0,96 0,85 0,83 0,75 0,71 0,68
185 1 0,89 0,86 0,77 0,73 0,70
200 1 0,92 0,88 0,79 0,75 0,72
220 1 0,96 0,92 0,82 0,78 0,74
240 1 1 0,96 0,85 0,80 0,76
260 1 1 1 0,88 0,83 0,78
300 1 1 1 0,94 0,88 0,83
340 1 1 1 1 0,93 0,87
400 1 1 1 1 1 0,93
460 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

(…)

0
Per W-FAZ/S e influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N /A c,N = 1 nel rispetto dei valori di distanza dal
bordo minimi cmin

(…)

NRd,fi = min (NRd,s,fi; NRd,p,fi; NRd,c,fi)

79
TAGLIO IN CASO DI INCENDIO

VRk,s,fi
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s,fi VRd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 1,6 2,6 3,8 7,0 11,0 16,0
R60 1,5 2,5 3,6 6,8 11,0 15,0
W-FAZ/S
R90 1,2 2,1 3,5 6,5 10,0 15,0
VRd,s,fi (kN) R120 1,0 2,0 3,4 6,4 10,0 14,0
R30 3,8 6,9 11,5 21,5 33,5 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 5,2 8,6 16,0 25,0 -
W-FAZ/HCR R90 2,0 3,5 5,6 10,5 16,4 -
R120 1,6 2,7 4,2 7,8 12,1 -

cM,s,fi = 1, 0

La precedente tabella fornisce la resistenza di progetto a taglio, riferita al meccanismo di rottura a trazione dell’acciaio, in
funzione del diametro e della classe di resistenza al fuoco.
In modo analogo al caso a temperatura ambiente la resistenza a taglio con braccio di leva si calcola in base alla seguen-
te espressione:
aM $ M Rk,s,fi
VRk,sfi =
l
in cui aM e l si calcolano in modo analogo al caso di assenza d'incendio.
N Sd,fi
M Rk,s,fi = M 0Rk,s,fi $ c 1 - m
N Rd,s,fi
dove NSd,fi è il valore di design della sollecitazione di trazione, NRd,s,fi è la resistenza a trazione dell’ancorante lato accia-
io, mentre M 0Rk,s,fi è indicato in tabella.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 1,7 3,3 5,9 15,0 29,0 50,0
R60 1,6 3,2 5,6 14,0 28,0 48,0
W-FAZ/S
R90 1,2 2,7 5,4 14,0 27,0 47,0
M 0Rd,s,fi (Nm) R120 1,1 2,5 5,3 13,0 26,0 46,0
R30 3,8 9,0 17,9 45,5 88,8 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 6,8 13,3 33,9 66,1 -
W-FAZ/HCR R90 2,1 4,5 8,8 22,2 43,4 -
R120 1,6 3,4 6,5 16,4 32,1 -

M 0Rk,s,fi
M 0Rd,s,fi = cM,s,fi = 1, 0
cM,s,fi

80
Resistenza di progetto a pryout/scalzamento VRk,cp,fi
VRd,cp,fi =
del calcestruzzo VRd,cp,fi cM,cp,fi

cM,cp,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
W-FAZ/S
VRd,cp,fi R60 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
(kN) W-FAZ/A4
R90 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
W-FAZ/HCR
R120 4,2 8,0 9,8 19,2 28,8 40,8

La precedente tabella fornisce la resistenza di progetto riferita al meccanismo di rottura a scalzamanto del calcestruzzo,
in funzione del diametro e della classe di resistenza al fuoco

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c,fi = V 0Rd,c,fi $ $ }a,V
di calcestruzzo VRd,c,fi A 0c,V

Il valore della resistenza V 0Rd,c,fi si calcola in base alle espressioni presenti nel Technical Report TR020 (18).

V 0Rd,c,fi = 0, 25 $ V 0Rd,c per R30, R60, R90

V 0Rd,c,fi = 0, 20 $ V 0Rd,c per R120

con V 0Rd,c valido per calcestruzzo fessurato C20/25 a temperatura ambiente


V 0Rk,c,fi
V 0Rd,c,fi =
cM,c,fi
cM,c,fi = 1, 0

A c,V
Il rapporto 0 è lo stesso del caso in assenza di incendio.
A c,V
Per }a,V si veda la verifica a temperatura ambiente.

81
8.6 Scheda di progettazione tipo fissaggio multiplo
Nel presente paragrafo sono riportate le parti della scheda di progettazione dell’ancorante W-FA, relative al metodo di
dimensionamento per fissaggio multiplo.
Nella prima parte della scheda è indicato il nome generale dell’ancorante, mentre a fianco sono riportate le immagini
delle versioni disponibili con il nome completo.

AncoRAnTe In AccIAIo W-fA

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
So
W-FA/S W-FA/F W-FA/A4 W-FA/HCR
Certificazioni Caratteristiche
BTE opzione 7 BTE fiss. multiplo Marcatura CE Calcestruzzo Calcestruzzo Carichi Resistenza
fessurato pesanti corrosione
fiss. multiplo

INOX
Kg A4
Resistenza al fuoco Idoneità VdS Certificazione ZTV
High Interasse e Profondità Vita utile
ZTV Corrosive distanza dai variabile
TUNNEL Resistance bordi ridotti

INOX
HCR
50 ANNI
Campi di impiego e vantaggi
• ancorante per calcestruzzo non fessurato
• ancorante per fissaggio multiplo in elementi non portanti in calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• spessore fissabile elevato
• espansione a controllo di coppia
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo
Versioni
• W-FA/S in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-FA/F in acciaio zincato a caldo ≥ 40μm
• W-FA/A4 in acciaio inossidabile A4
• W-FA/HCR in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)
82
Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-02/0001 e ETA-05/0019, Opzione 7 per calcestruzzo non fessurato
• Benestare Tecnico Europeo ETA-06/0162 e ETA-06/0235 per fissaggio multiplo in calcestruzzo fessurato
e non fessurato per M6 W-FA-A4 e W-FA/HCR
• resistenza al fuoco Technical Report TR020 per fissaggio multiplo R30-R120 (ETA-06/0162)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3006/0057-1 secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a. per W-FA/S e A4 diametri M8 e M10
• certificazione ZTV secondo curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5 per W-FAZ/HCR M6
(…)

Metodo semplificato B - Procedura di calcolo allo stato limite ultimo


Fissaggio multiplo in calcestruzzo fessurato e non fessurato
Si definisce ancoraggio multiplo, un fissaggio composto da più ancoranti che in caso di spostamento eccessivo o
cedimento di un ancorante, permette di trasferire il carico agli elementi vicini, senza che vengano meno i requisiti di
progetto agli stati limite ultimo e di esercizio. Deve essere verificata una delle seguenti condizioni:
n1 ≥ 4; n2 ≥ 1 e f ≤ 3kN oppure
n1 ≥ 3; n2 ≥ 1 e f ≤ 2kN

dove n1 = numero punti di fissaggio;


n2 = numero tasselli per punto di fissaggio;
f = sollecitazione massima per punto di fissaggio.

Il metodo semplificato Würth CCD-B proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C (par. 5.3)
e sulla relativa certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Il valore di progetto della resistenza
caratteristica viene assunto indipendente dalla direzione dalla sollecitazione e dalla tipologia di cedimento critico.
Si trascura la presenza di eventuale armatura nel calcestruzzo.

Resistenza di progetto FRd a Trazione e Taglio FRd = A0c $ F Rd


0
$ }ucr
Ac

A 0c è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali. Ac è l’area della base del cono di rottu-
ra del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introdutti-
va del manuale per ulteriori chiarimenti.

La seguente tabella fornisce le grandezze da rispettare in fase di installazione e di verifica.


Le distanze critiche permettono di conoscere le condizioni ideali per un ancorante senza influenze dovute ad ancoran-
ti o bordi di calcestruzzo vicini. Esse permettono di calcolare il rapporto Ac/A 0c in condizioni non ideali.
W-FA/A4 e W-FA/HCR
Misura dell'ancorante per fissaggio multiplo M6x30 M6x40
Profondità del foro mm h1 45 55
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 30 40
Spessore minimo del supporto mm hmin 80 80
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 50 50
Distanza minima dai bordi mm cmin 50 50
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr 260 370
Distanza critica dai bordi mm ccr 130 185
In caso di incendio agente da più di un lato, la distanza dai bordi minima deve essere ≥ 300 mm

83
FRd = FRk cM = 2,16 per M6x30
cM
1,80 per M6x40

W-FA/A4 e W-FA/HCR
Misura del’ancorante M6x30 M6x40
0
F Rd (kN) 2,3 3,3
}ucr = 1,0 per calcestruzzo fessurato
}ucr = 1,4 per calcestruzzo non fessurato

Il metodo di progettazione proposto non distingue le sollecitazioni di taglio e di trazione. La resistenza calcolata è
indipendente dalla direzione. In modo analogo al metodo precedente il coefficiente }ucr permette di calcolare la
resistenza nei casi di calcestruzzo fessurato e non fessurato.

Ac = 1
se s≥ scr e c≥ ccr
A 0c
Ac =
vedi tabelle sottostanti se smin ≤ s <scr e cmin ≤ c <ccr
A 0c

Le seguenti tabelle forniscono rispettivamente il valore del rapporto Ac/A 0c in funzione del tipo di tassello e dell’interas-
se, in caso di influenza dovuta alla presenza di un ulteriore ancorante e in caso di influenza dovuta alla presenza di
un bordo vicino di calcestruzzo.

W-FA/A4 e W-FA/HCR
A c /A 0c : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante
s (mm) 50 60 70 80 90 100 120 140 160 180 200 220 240 260 280 310 340 370 400
M6x30 0,60 0,62 0,63 0,65 0,67 0,69 0,73 0,77 0,81 0,85 0,88 0,92 0,96 1 1 1 1 1 1
M6x40 0,57 0,58 0,59 0,61 0,62 0,64 0,66 0,69 0,72 0,74 0,77 0,80 0,82 0,85 0,88 0,92 0,96 1 1

W-FA/A4 e W-FA/HCR
A c /A 0c : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
c (mm) 50 60 70 80 90 100 110 120 130 140 155 170 185 200
M6x30 0,56 0,61 0,66 0,71 0,77 0,82 0,88 0,94 1 1 1 1 1 1
M6x40 0,50 0,53 0,56 0,59 0,63 0,66 0,70 0,74 0,78 0,81 0,87 0,94 1 1

84
Resistenza di progetto a taglio in presenza di braccio aM $ M Rd,s
VRd,s =
di leva VRd,s I

La verifica non è necessaria in assenza di braccio di leva. Si veda il par. 8.5 per la definizione di taglio con braccio
di leva e per la valutazione di aM e di l.

M Rd,s = M 0Rd,s $ c 1 - N0sd m


F Rd

0
in cui NSd è il valore della sollecitazione di trazione dell’ancorante più sollecitato, mentre F Rd è il valore di resistenza
precedentemente calcolato.

W-FA/A4 e W-FA/HCR
Misura dell'ancorante M6x30 M6x40
M 0Rd,s (Nm) 8,0 8,0

M 0Rk,s
M 0Rd,s = cMs = 1, 25
cM,s

Rd = min (FRd ; VRd,s)

La resistenza è il minimo valore tra la forza resistente ed il taglio con braccio di leva se presente.

85
Resistenza al fuoco

I valori elencati in tabella rappresentano per fissaggio multiplo, la resistenza a trazione del singolo ancorante, in caso
eccezionale di incendio per la corrispondente classe di resistenza R. Esse si riferiscono a fuoco agente su un solo
lato, corrispondente a quello di installazione degli ancoranti. La tabella permette all’utente il confronto tra il valore di
sollecitazione con quello relativo alla resistenza senza dover eseguire un calcolo analitico.

Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura
Classe di
Misura dell'ancorante
resistenza
al fuoco
M6 M8 M10 M12 M16 M20
(minuti)
0,90 1,40 2,20 3,20 6,00 10,0 R30
W-FA/S 0,50 0,80 1,20 1,80 3,40 5,25 R60
W-FA/F 0,30 0,50 0,80 1,20 2,20 3,60 R90
0,25 0,40 0,60 0,90 1,70 2,75 R120 

0,90 2,30 3,60 5,20 9,70 15,0 R30


Resistenza 0,50 1,70 2,60 3,80 7,00 10,2 R60
W-FA/A4
a trazione 0,30 1,40 2,20 3,20 6,00 8,20 R90
Nmax 0,25 1,30 2,00 2,90 5,40 7,00 R120
(kN) 0,90 2,30 3,60 5,20 9,70 15,0 R30
0,50 1,70 2,60 3,80 7,00 10,2 R60
W-FA/HCR
0,30 1,40 2,20 3,20 6,00 8,20 R90
0,25 1,30 2,00 2,90 5,40 7,00 R120
W-FA/HCR 0,251) - - - - - -
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante.
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
1) Valore per M6/40 secondo la curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5-2003

Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso d’incendio per fissaggio multiplo in calcestruzzo fessurato e non
fessurato
Il metodo semplificato Würth CCD-B proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C (par. 5.3), sul
Technical Report TR 020 “Valutazione degli ancoranti nel calcestruzzo relativamente alla resistenza al fuoco” e sulla
relativa certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto.
Il valore di progetto della resistenza caratteristica viene assunto indipendente dalla direzione della sollecitazione e
dalla tipologia di cedimento critico. Si trascura la presenza di eventuale armatura nel calcestruzzo.

Resistenza di progetto per rottura del calcestruzzo FRd,fi = A0c $ F Rd,fi


0
in caso di incendio FRd,fi Ac

La progettazione del fissaggio multiplo è simile al caso in assenza d'incendio. Il rapporto Ac/ A 0c è calcolato in base
0
alle distanze critiche scr,fi e ccr,fi, mentre il valore di F Rd,fi è descritto in tabella in funzione della classe di resistenza al
fuoco R.

86
W-FA/A4 e W-FA/HCR
Misura dell'ancorante per fissaggio multiplo M6x30 M6x40
Distanza critica tra gli ancoranti (caso d’incendio) mm scr,fi 4hef
Distanza critica dai bordi (caso d’incendio) mm ccr,fi 2hef

FRk,fi
FRd,fi = cM,fi = 1, 0
cM,fi

W-FA/A4 e W-FA/HCR
0
Misura dell'ancorante F Rd,fi (kN)
R30 0,6
30 M6 R60 0,5
40 M6 R90 0,3
R120 0,3
Ac = 1
A 0c se s≥ scr,fi e c≥ ccr,fi
Ac =
vedi tabella sottostante se smin ≤ scr,fi cmin ≤ c <ccr,fi
A 0c

Le seguenti tabelle forniscono il valore di Ac/A 0c in funzione del diametro e dell’interasse tra ancoranti o della distanza
dal bordo.

W-FA/A4 e W-FA/HCR
A c /A 0c : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante
s (mm) 50 60 70 80 90 100 110 120 130 140 150 160
30 M6 0,71 0,75 0,79 0,83 0,88 0,92 0,96 1 1 1 1 1
40 M6 0,66 0,69 0,72 0,75 0,78 0,81 0,84 0,88 0,91 0,94 0,97 1

W-FA/A4 e W-FA/HCR
A c /A 0c : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
c (mm) 50 60 70 80 90 100 110
30 M6 0,87 0,93 1 1 1 1 1
40 M6 0,72 0,76 0,81 0,86 0,90 0,95 1

Resistenza di progetto a taglio in presenza di braccio aM $ M Rd,s


di leva in caso di incendio VRd,s,fi VRd,s,fi =
I

La verifica non è necessaria in assenza di braccio di leva. Si veda il par. 8.5 per la definizione di taglio con braccio
di leva e per la valutazione di aM e di l.

87
Verifica non necessaria in assenza di braccio di leva. Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

N sd,fi
M Rd,s,fi = M 0Rd,s,fi $ c 1 - 0 m
F Rd, fi

NSd,fi è la sollecitazione di trazione agente sull’ancorante


più sollecitato nel caso di incendio

M 0Rk,fi
M 0Rd,fi = cM,fi = 1, 0
cM,fi

W-FA/A4 e W-FA/HCR 
V
Misura dell'ancorante M 0Rd,fi (Nm)
R30 0,5
30 M6 R60 0,4
40 M6 R90 0,3
R120 0,2

Rd,fi = min (FRd,fi; VRd,s,fi)

La resistenza è il minimo valore tra la forza resistente ed il taglio con braccio di leva se presente.

88
SCHEDE DI
PROGETTAZIONE

89
90
sIsTeMA AD InIeZIone WIT-Pe 500

WIT-PE 500
barra barra barra barra ad
filettata filettata filettata aderenza
zincata in acciaio in acciaio migliorata
inox A4 HCR
Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
resina

So
WIT-PE 500
Certificazioni Cartatteristiche
BTE TR 029 BTE secondo Marcatura Calcestruzzo Carichi Resistenza High Corrosive
opzione 1 EC2 TR 023 CE fessurato pesanti corrosione Resistance

INOX INOX
Kg A4 HCR

ICC-ES (ACI A.B. ZUL. Resistenza al Interasse e Foro bagnato Vita utile
Foro carotato
318) Progetta- ferri di fuoco distanza dai
o trapanato
zione sismica ripresa bordi ridotti
Z-21.8-1834

50
ANNI

FORO CAROTATO
O TRAPANATO

Campi d’impiego e vantaggi


•sistema di ancoraggio composto da una resina ed una barra filettata in acciaio zincato bianco o a caldo 5.8 e
8.8 o in acciaio inossidabile A4 o HCR, oppure da un ferro di armatura
•calcestruzzo fessurato e non fessurato asciutto, bagnato ed in ambienti particolarmente aggressivi, in relazione
al materiale impiegato
•giunzioni di sovrapposizione con le armature esistenti per il ripristino di continuità strutturale
•utilizzabile sia in fori trapanati che carotati secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo
•ottimizzazione del consumo di resina
•fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
•utilizzabile con profondità di infissione elevate
•vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo
Versioni
•Cartuccia contenente resina epossidica senza stirene con rapporto di miscelazione resina e induritore 3:1
•barra filettata pretagliata in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
•barra filettata pretagliata in acciaio zincato a caldo ≥ 40μm
•barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile A4
•barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)
Certificazioni
•Benestare Tecnico Europeo (ETA 09-0040) Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato, dimensionamento
degli ancoranti con barre filettate e ferri di ripresa mediante linee guida europee ETAG 001 (TR029)
• Benestare Tecnico Europeo (ETA 07-0313), dimensionamento dei ferri di ripresa mediante Eurocodice 2 (TR023)
• Omologazione Allgemeine bauaufsichtliche Zulassung Z-21.8-1834, dimensionamento dei ferri di ripresa
con resistenza a carico d’incendio
• Certificazione ICC-ES ERS 3051secondo ACI 318 per la progettazione di ancoranti in zone ad elevato rischio sismico
91
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi
Calcestruzzo non fessurato

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8


Misura dell’ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30
caratteristica NRk 16,5* 26,1* 37,9* 70,6 110,3* 153,7 187,8 224
Resistenza
di progetto NRd 13,2* 20,9* 30,3* 39,2 53,3 73,2 89,4 106,7
a trazione (kN)
ammissibile NR am 9,4* 14,9* 21,7* 28,0 38,1 52,3 63,9 76,2
caratteristica VRk 11,0* 17,4* 25,3* 47,1* 73,5* 105,9* 138 * 168*
Resistenza
di progetto VRd 8,8* 13,9* 20,2* 37,7* 58,8* 84,7* 110* 135*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 6,3* 9,9* 14,5* 26,9* 42,0* 60,5* 78,7* 96,2*

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 8.8


Misura dell’ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30
caratteristica NRk 26,4* 41,8* 58,3 70,6 111,9 153,7 187,8 224
Resistenza
di progetto NRd 16,8 23,6 32,4 39,2 53,3 73,2 89,4 106,7
a trazione (kN)
ammissibile NR am 12,0 16,8 23,1 28,0 38,1 52,3 63,9 76,2
caratteristica VRk 17,6* 27,8* 40,5* 75,4* 117,6* 169,4* 220* 269*
Resistenza
di progetto VRd 14,1* 22,3* 32,4* 60,3* 94,1* 135,6* 176* 215*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 10,0* 15,9* 23,1* 43,1* 67,2* 96,8* 126* 154*

Ancoranti con barre filettate in acciaio inox A4 e HRC classe 70 (le barre di diametro M27 ed M30 sono in acciaio inox classe 50)
Misura dell’ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30
caratteristica NRk 26,0* 41,0* 58,3 70,6 111,9 153,7 187,8 224
Resistenza
di progetto NRd 13,9* 21,9* 31,6* 39,2 53,3 73,2 80,4* 98,3*
a trazione (kN)
ammissibile NR am 9,9* 15,7* 22,5* 28,0 38,1 52,3 57,4* 70,2*
caratteristica VRk 15,4* 24,4* 35,4* 65,9* 102,9* 148,3* 137* 168*
Resistenza
di progetto VRd 9,9* 15,6* 22,7* 42,3* 66,0* 95,0* 57,9* 70,7*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 7,0* 11,2* 16,2* 30,2* 47,1* 67,9* 41,3* 50,5*

Ancoranti con barre ad aderenza migliorata BSt 500 S


Misura dell’ancorante ø8 ø10 ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 ø28 ø32
caratteristica NRk 22,1* 31,1 41,5 55,0 59,7 96,1 148,4 201,9 256
Resistenza
di progetto NRd 12,3* 17,3 23,0 30,5 33,2 45,8 70,7 96,1 122
a trazione (kN)
ammissibile NR am 8,8* 12,3 16,5 21,8 23,7 32,7 50,5 68,7 87,2
caratteristica VRk 16,6* 25,9* 37,3* 50,8* 66,4* 103,7* 162* 203* 265*
Resistenza
di progetto VRd 11,1* 17,3* 24,9* 33,9* 44,2* 69,1* 108* 135* 177*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 7,9* 12,3* 17,8* 24,2* 31,6* 49,4* 77,1* 96,8* 126*

Ancoranti con barre ad aderenza migliorata B 450 C


Misura dell’ancorante ø8 ø10 ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 ø28 ø32
caratteristica NRk 22,1 31,1 41,5 55,0 59,7 96,1 148,4 201,9 256
Resistenza
di progetto NRd 12,3 17,3 23,0 30,5 33,2 45,8 70,7 96,1 122
a trazione (kN)
ammissibile NR am 8,8 12,3 16,5 21,8 23,7 32,7 50,5 68,7 87,2
caratteristica VRk 16,3* 25,4* 36,6* 49,9* 65,1* 101,8* 159* 199* 260*
Resistenza
di progetto VRd 13,0* 20,4* 29,3* 39,9* 52,1* 81,4* 127* 159* 208*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 9,3* 14,5* 20,9* 28,5* 37,2* 58,2* 90,9* 114* 149*
La resistenza a taglio delle barre in acciaio B 450 C è valutata in base alla norma NTC 2008 (D.M. 14 gennaio 2008).
(*) Rottura lato acciaio 1kN ≈ 100kg

92
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

WIT-PE 500
Calcestruzzo fessurato

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8


Misura dell’ancorante M12 M16 M20 M24
caratteristica NRk 31,1 40,8 64,1 87,1
Resistenza
di progetto NRd 17,3 22,7 30,5 41,5
a trazione (kN)
ammissibile NR am 12,3 16,2 21,8 29,6
caratteristica VRk 25,3* 47,1* 73,5* 105,9*
Resistenza
di progetto VRd 20,2* 37,7* 58,8* 84,7*
a taglio (kN)
ammissibile VR am 14,5* 26,9* 42,0* 60,5*

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 8.8


Misura dell’ancorante M12 M16 M20 M24
caratteristica NRk 31,1 40,8 64,1 87,1
Resistenza a
di progetto NRd 17,3 22,7 30,5 41,5
trazione (kN)
ammissibile NR am 12,3 16,2 21,8 29,6
caratteristica VRk 40,5* 75,4* 117,6* 169,4*
Resistenza a
di progetto VRd 32,4* 54,5 85,5 116,1
taglio (kN)
ammissibile VR am 23,1* 38,9 61,0 82,9
Ancoranti con barre filettate in acciaio inox A4 e HRC classe 70
Misura dell’ancorante M12 M16 M20 M24
caratteristica NRk 31,1 40,8 64,1 87,1 I valori di resistenza riportati
Resistenza a nelle tabelle si riferiscono a:
di progetto NRd 17,3 22,7 30,5 41,5
trazione (kN)
ammissibile NR am 12,3 16,2 21,8 29,6
caratteristica VRk 35,4* 65,9* 102,9* 148,3* •metodo basato sul Benestare Tecnico
Resistenza a Europeo ETAG001-TR029
di progetto VRd 22,7* 42,3* 66,0* 95,0*
taglio (kN)
ammissibile VR am 16,2* 30,2* 47,1* 67,9*
•calcestruzzo di classe C20/25

Ancoranti con barre ad aderenza migliorata BSt 500 S •foro asciutto o umido realizzato
Misura dell’ancorante ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 con trapano a rotopercussione

caratteristica NRk 22,8 24,7 28,3 42,7 57,7 •installazione secondo
Resistenza a
di progetto NRd 12,7 13,7 15,7 20,3 27,5 le modalità descritte di seguito
trazione (kN)
ammissibile NR am 9,1 9,8 11,2 14,5 19,6
caratteristica VRk 37,3* 49,5 56,5 85,5 115,5 •assenza di influenze dovute a
Resistenza a
di progetto VRd 24,9* 33,0 37,7 57,0 77,0 presenza di bordi del materiale
taglio (kN)
ammissibile VR am 17,8* 23,6 26,9 40,7 55,0 base e presenza di altri
ancoranti
Ancoranti con barre ad aderenza migliorata B 450 C
Misura dell’ancorante ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 •temperatura max temporanea
di +40°C e continuativa
caratteristica NRk 22,8 24,7 28,3 42,7 57,7 di +24°C
Resistenza a
di progetto NRd 12,7 13,7 15,7 20,3 27,5
trazione (kN)
ammissibile NR am 9,1 9,8 11,2 14,5 19,6 •valori ammissibili ricavati
caratteristica VRk 36,6* 49,5 56,5 85,5 115,5 dividendo le resistenze di
Resistenza a progetto per un coefficiente
di progetto VRd 29,3* 33,0 37,7 57,0 77,0
taglio (kN) pari a 1,4
ammissibile VR am 20,9* 23,6 26,9 40,7 55,0

La resistenza a taglio dell’acciaio è valutata in base alla norma NTC 2008 (D.M. 14 gennaio 2008)
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

93
Condizioni di posa

Barra filettata
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30
Diametro
nominale punta mm d0 10 12 14 18 24 28 32 35
del trapano
mm hef,min 60 60 70 80 90 96 108 120
Profondità
di infissione
mm hef,max 96 120 144 192 240 288 324 360
Spessore minimo hef + 30 mm
mm hmin ≥ 100
hef + 2·d0
del supporto
Diametro
foro passante
mm df 9 12 14 18 22 26 30 33
nell’elemento
da fissare
Coppia
Nm Tinst 10 20 40 80 120 160 180 200
di serraggio
Interasse minimo
mm smin 40 50 60 80 100 120 135 150
tra gli ancoranti
Distanza minima
mm cmin 40 50 60 80 100 120 135 150
dai bordi
Dado esagonale mm sw 13 17 19 24 30 36 41 46
Area della
mm2 As 36,6 58 84,3 157 245 353 459 561
sezione reagente
Modulo
mm3 W 31,2 62,3 109,2 277,5 540,9 935,5 1387 1874
di resistenza

Barra ad aderenza migliorata


Misura dell'ancorante ø8 ø10 ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 ø28 ø32
Diametro
nominale punta mm d0 12 14 16 18 20 24 32 35 37
del trapano
mm hef,min 60 60 70 75 80 90 100 112 128
Profondità
di infissione
mm hef,max 96 120 144 168 192 240 300 336 384
Spessore minimo hef + 30 mm
mm hmin hef + 2·d0
del supporto ≥ 100
Interasse minimo
mm smin 40 50 60 70 80 100 125 140 160
tra gli ancoranti
Distanza minima
mm cmin 40 50 60 70 80 100 125 140 160
dai bordi
Area della
mm2 As 50,3 78,5 113 154 201 314 491 616 804
sezione reagente

94
h0

WIT-PE 500
hef
c
s
c
s

Ødf
c
hmin.

≥h tfix

Dimensioni della barra pretagliata

Ø x lunghezza (mm) M8 M8 M10 M10 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12
x110 x150 x115 x130 x165 x190 x135 x160 x220 x250 x300
spessore max
20 60 15 30 65 90 10 35 85 125 175
serrabile (mm)
Profondità di posa (mm) 80 90 110

M16 M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24
Ø x lunghezza (mm) M27 M30
x165 x190 x230 x250 x300 x220 x260 x300 x260 x300

Barra non

Barra non
spessore max

standard

standard
20 45 85 105 155 20 60 100 15 55
serrabile (mm)
Profondità di posa (mm) 125 170 210

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30


Area della sezione
As 36,6 58 84,3 157 245 353 459 561
reagente [mm2]

Misura dell'ancorante ø8 ø10 ø12 ø14 ø16 ø20 ø25 ø28 ø32
Area della sezione
As 50,3 78,5 113,1 153,9 201,1 314,2 490,9 615,8 804,2
reagente [mm2]

Classe del materiale 5.8 8.8 A470 e HCR A450 e HCR BSt 500 S B 450 C
Resistenza caratteristica
ultima a trazione fuk 500 800 700 500 550 540
(N/mm2)
Resistenza caratteristica
di snervamento a trazione fyk 400 640 450 210 500** 450
(N/mm2)

(**) Resistenza a snervamento Rp 0,2 secondo DIN 488


95
Acciaio zincato con
procedimento Acciaio zincato a caldo
Componente Denominazione
galvanico ≥ 5μm, fvz ≥ 40μm, secondo EN ISO 1461
secondo EN ISO 4042
Acciaio, EN 10087 o EN
Acciaio, EN 10087 o EN 10263.
10263. Acciaio di classe di
1 Barra d’ancoraggio Acciaio di classe di resistenza 5.8, 8.8
resistenza 5.8, 8.8 secondo
secondo EN ISO 898-1
EN ISO 898-1
Dado esagonale Classe di resistenza 5 o 8 Classe di resistenza 5 o 8 secondo
2
secondo EN 24032 secondo EN 20898-2 EN 20898-2
Rondella, EN ISO 7089,
Acciaio zincato con Acciaio zincato con procedimento
3 EN ISO 7093
procedimento galvanico galvanico
o EN ISO 7049

Acciaio inox ad alta resistenza


Componente Denominazione Acciaio inox A4
alla corrosione HCR
Acciaio inox, 1.4401/ Acciaio inox ad alta resistenza
1.4571, EN 10088 alla corrosione, 1.4529 / 1.4565,
-1:2005 EN 10088-1:2005
1 Barra d’ancoraggio > M24: classe di resistenza > M24: classe di resistenza 50 EN ISO
50 EN ISO 3506 3506
≤ M24: classe di resistenza ≤ M24: classe di resistenza 70 EN ISO
70 EN ISO 3506 3506
Acciaio inox, 1.4401/
Acciaio inox ad alta resistenza
1.4571, EN 10088
alla corrosione, 1.4529/1.4565,
> M24: classe di resistenza
EN 10088
Dado esagonale 50 (per barre di classe 50)
2 > M24: classe di resistenza 50
secondo EN 24032 EN ISO 3506
(per barre di classe 50) EN ISO 3506
≤ M24: classe di resistenza
≤ M24: classe di resistenza 70
70 (per barre di classe 70)
(per barre di classe 70) EN ISO 3506
EN ISO 3506
Rondella, EN ISO 7089, Acciaio inox ad alta resistenza
Acciaio inox, 1.4401 o
3 EN ISO 7093 alla corrosione, 1.4529/1.4565,
1.4571, EN 10088
o EN ISO 7049 EN 10088
Documento di controllo tipo 3.1 secondo EN 10204:2004

96
Tempi di indurimento fino all'applicazione del carico

WIT-PE 500
Tempi minimi di indurimento, resina indisturbata
Temperatura nel foro Tempo di lavorabilità
Calcestruzzo asciutto Calcestruzzo umido
+5°C 60 min 72 h 142 h
+10°C 45 min 45 h 90 h
+20°C 30 min 10 h 20 h
+30°C 20 min 6h 12 h
+40°C 12 min 4h 8h

L’ancorante con ferri di armatura è certificato per applicazioni da -40°C a +80°C secondo ETAG001-TR023
(temperatura temporanea max +80°C, temperatura continuativa max +50°C).
Al momento del montaggio la temperatura nel supporto di ancoraggio deve essere non inferiore a -5°C e durante
l’indurimento non deve superare i +40°C.
L’ancorante con barre filettate è certificato per applicazioni da -40°C a +72°C secondo ETAG001-TR029
(temperatura temporanea max +72°C, temperatura continuativa max +43°C). Al momento del montaggio
e durante l’indurimento la temperatura nel supporto di ancoraggio deve essere non inferiore a +5°C.

Istruzioni di posa
Foratura a martello o martello ad aria compressa:
Procedura Benestare Tecnico Europeo – TR023: per barre ad aderenza migliorata progettate secondo EC2

Forare con Pulizia: 4 Applicare la marcatura Avvitare il miscelato- Estrudere


trapano a soffiaggi con di profondità e re statico alla min. 10 cm di
rotopercussio- ugello pneumati- controllare la profondità cartuccia ed resina prima
ne o martello co a min. del foro inserirla nella pistola dell’utilizzo
ad aria com- 6 bar come scarto
pressa

Montare prolunga Inserire il ferro Attesa dell’in- Esecuzione del


e adattatore ed di armatura fino durimento in nuovo getto dopo
iniettare partendo alla marcatura funzione della il tempo di induri-
dal basso del foro mento
con leggere temperatura
rotazioni

97
Foratura a martello o martello ad aria compressa:
Procedura Benestare Tecnico Europeo – TR029: per barre filettate e barre ad aderenza migliorata

Forare con Pulizia: 2 Spazzolare il foro 2 Applicare la marca- Estrudere


trapano a roto- soffiaggi con volte con apposito sco- tura di profondità min. 10 cm di
percussione ugello pneumatico volino mediante trapano. e controllare la resina prima
a min. 6 bar Soffiare nuovamente il profondità del foro. dell’utilizzo
(o pompa a mano foro per 2 volte Avvitare il miscelato- come scarto
fino a Ø 20, re statico alla cartuc-
hef < 240 mm) cia ed inserirla nella
pistola

Montare prolunga Inserire il ferro Attesa dell’in- Dopo il tempo di


e adattatore ed di armatura fino durimento in indurimento l’anco-
iniettare la resina alla marcatura funzione della rante può essere
partendo dal con leggere temperatura sollecitato
basso del foro rotazioni
riempendolo per
2/3

98
Foratura a diamante (con acqua):

WIT-PE 500
Secondo Benestare Tecnico Europeo – TR023: barre ad aderenza migliorata

Foratura 1° Pulizia: lavare finchè l’acqua 2° Pulizia: 2 soffiaggi con ugello Applicare la marcatura
a diamante esce trasparente; 2 spazzolate; pneumatico a min. 6 bar; di profondità e controllare
lavare nuovamente 2 spazzolate; 2 soffiaggi la profondità del foro

Avvitare il misce- Estrudere min.10 Montare prolunga Inserire il ferro di Attesa dell’induri- Esecuzione del
latore statico alla cm di resina prima e adattatore ed armatura fino alla mento in funzione nuovo getto dopo
cartuccia ed inse- dell’utilizzo come iniettare partendo marcatura con della temperatura il tempo di induri-
rirla nella pistola scarto dal basso del foro leggere rotazioni. mento

L’installazione di barre filettate e barre ad aderenza migliorata secondo TR029 può essere effettuata in calcestruzzo asciutto o umido ed in
fori riempiti d’acqua. Fissare la barra con idonei cunei nel caso di fissaggi sopratesta.
Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel BTE a cui si
rimanda. L’installazione dei ferri di armatura secondo TR023 può essere effettuata in calcestruzzo asciutto o umido.
Per profondità di infissione differenti da quella nominale, è necessario tagliare le barre con angolo di 45° rispetto all’asse.

99
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Dimensionamento secondo Teoria dell'ancoraggio (ETAG001-TR029)
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001-TR029 e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

trazione

Resistenza di progetto a trazione lato acciaio N Rd,s = A s $ fuk


NRd,s cMs

cMs = 1,25 per barre filettate classi 5.8 e 8.8


1,87 per barre filettate classe 70 e 2,86 per i soli diametri M27 e M30
1,4 per barre ad aderenza migliorata classe BSt 500 S
1,15 per barre ad aderenza migliorata classe B450C
calcolato rispetto fyk
Misura barra filettata M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30
NRd,s Classe 5.8 (kN) 13,2 20,9 30,3 56,5 88,2 127,1 165,2 202,0
NRd,s Classe 8.8 (kN) 21,1 33,4 48,6 90,4 141,1 203,3 264,4 323,1
NRd,s Classe 70 (kN) 13,9 21,9 31,6 58,8 91,4 132,1 80,4 a) 98,3 a)
a) Le barre in acciaio inox sono di classe 70 eccetto i diametri M27 ed M30 che sono di classe 50.
I valori NRd,s delle classi di acciaio 5.8 ed 8.8 sono conformi alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni
N Rd,s = 0, 9 $ fuk $ A s /cM,s
e all’ Eurocodice 3:

Misura barra
Ø8 Ø10 Ø12 Ø14 Ø16 Ø20 Ø25 Ø28 Ø32
ad aderenza migliorata
NRd,s Classe BSt 500 S (kN) 20 30,7 44,3 60,7 79,3 123,6 192,9 242,1 315,7
NRd,s Classe B 450 C (kN) 19,7 30,7 44,3 60,2 78,7 122,9 192,1 240,9 314,7
I valori NRd,s della classe di acciaio B 450 C è conforme alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni.

Resistenza di progetto a trazione per 0 A p,N


N Rd,p = N Rd,p $ $ }w,p $ }c $ }Lp $ }g,Np
sfilamento dell'ancorante NRd,p A 0p,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali
(ancorante isolato e lontano dai bordi di calcestruzzo).
A c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza
di ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

100
WIT-PE 500
N 0Rk,c cMc = 1,8
N 0Rd,p =
cMc 2,1 per diametri non inferiori a 20 mm

Calcestruzzo non fessurato classe C20/25


diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
ancorante 0 (mm)
N Rk,c
N 0Rd,p =(kN) 16,8 23,6 34,6 - 48,9 66,1 90,5 - 116,3 - 145,4 -
c
barre filettateM,c
0
N Rk,c
N 0Rd,p =(kN) 12,3 17,3 23,0 30,5 33,2 45,8 - 70,7 - 96,1 - 122,1
cM,c
barre aderenza migliorata

Calcestruzzo fessurato classe C20/25


diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
ancorante (mm)
0 N 0Rk,c
N Rd,p =(kN) - - 17,3 19,9 22,7 30,5 41,5 39,3 - - - -
cM,c
barre filettate0
N Rk,c
N 0Rd,p =(kN) - - 12,7 13,7 15,7 20,3 30,2 27,5 - - - -
cM,c
barre aderenza migliorata

diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
ancorante (mm)
hef,nom (mm) 80 90 110 125 125 170 210 210 240 270 270 300
scr,Np (mm)
226 270 330 375 375 510 607 630 683 708 759 809
per pull-out
ccr,Np (mm)
113 135 165 187 187 255 304 315 341 354 379 405
per pull-out

Temperatura media di esercizio pari a 24°C e temperatura massima temporanea pari a 40°C.
I valori di scr indicati variano se viene utilizzata una profondità di infissione differente da quella nominale

s cr,Np = 20 $ d $ c m # 3 $ h ef ; c cr,Np = 0, 5 $ s cr,Np


xRk,ucr 0,5
7, 5

Presenza di acqua durante l'installazione dell'ancorante

diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
ancorante (mm)
}w,p
0,86 0,79 0,76 0,69 0,64 0,73 0,71 0,61 0,63 0,59 0,58 0,59
calcestruzzo non fessurato
}w,p
- - 0,86 0,86 0,78 0,86 0,82 0,86 - - - -
calcestruzzo fessurato

101
Classe del calcestruzzo
}c = 1 Per calcestruzzo C 20/25
}c = 1,04 Per calcestruzzo C 30/37
}c = 1,08 Per calcestruzzo C 40/50
}c = 1,10 Per calcestruzzo C 50/60

Profondità di infissione
La profondità di infissione può essere ridotta o incrementata rispetto
}Lp = h ef al valore nominale hef,nom precedentemente indicato.
h ef,nom
Vedere le condizioni di posa per ulteriori informazioni circa i limiti
di applicazione.

Incremento resistenza con un gruppo di ancoranti


caso con 1 ancorante }g,Np = 1
caso con n ancoranti
}g,Np = }0g,Np - c s m $ ^}0g,Np - 1h $ 1
0,5

s cr,Np

1, 8 $ N 0Rd,p $ }w,p $ }c
1,5

}0g,Np = n - ^ n - 1h $ e o $1
r $ h ef $ k $ h ef $ fck,cube

n = numero di ancoranti
k = 2,3 in calcestruzzo fessurato
k = 3,2 in calcestruzzo non fessurato

Nel calcolo di }0g,Np il valore di N 0Rd,p può essere incrementato per i diametri non inferiori a 20 mm moltiplicando per un coefficiente pari
a 1,17.

102
A p,N /A 0p,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

WIT-PE 500
s (mm) 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
40 0,59
45 0,60
50 0,61 0,59
55 0,62 0,60
60 0,63 0,61 0,59
65 0,64 0,62 0,60
70 0,65 0,63 0,61 0,59
75 0,67 0,64 0,61 0,60
80 0,68 0,65 0,62 0,61 0,61
85 0,69 0,66 0,63 0,61 0,61
90 0,70 0,67 0,64 0,62 0,62
95 0,71 0,68 0,64 0,63 0,63
100 0,72 0,69 0,65 0,63 0,63 0,60
105 0,73 0,69 0,66 0,64 0,64 0,60
120 0,77 0,72 0,68 0,66 0,66 0,62 0,60
125 0,78 0,73 0,69 0,67 0,67 0,62 0,60 0,60
130 0,79 0,74 0,70 0,67 0,67 0,63 0,61 0,60
135 0,80 0,75 0,70 0,68 0,68 0,63 0,61 0,61 0,60
140 0,81 0,76 0,71 0,69 0,69 0,64 0,62 0,61 0,60 0,60
150 0,83 0,78 0,73 0,70 0,70 0,65 0,62 0,62 0,61 0,61 0,60
160 0,85 0,80 0,74 0,71 0,71 0,66 0,63 0,63 0,62 0,61 0,61 0,60
200 0,94 0,87 0,80 0,77 0,77 0,70 0,66 0,66 0,65 0,64 0,63 0,62
220 0,99 0,91 0,83 0,79 0,79 0,72 0,68 0,67 0,66 0,66 0,64 0,64
230 1 0,93 0,85 0,81 0,81 0,73 0,69 0,68 0,67 0,66 0,65 0,64
250 1 0,96 0,88 0,83 0,83 0,75 0,71 0,70 0,68 0,68 0,66 0,65
300 1 1 0,95 0,90 0,90 0,79 0,75 0,74 0,72 0,71 0,70 0,69
380 1 1 1 1 1 0,87 0,81 0,8 0,78 0,77 0,75 0,73
420 1 1 1 1 1 0,91 0,85 0,83 0,81 0,80 0,78 0,76
500 1 1 1 1 1 0,99 0,91 0,90 0,87 0,85 0,83 0,81
600 1 1 1 1 1 1 1 0,98 0,94 0,92 0,90 0,87
710 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,97 0,94
760 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,97
810 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

A p,N 1+ s /s cr,Np
=
A 0p,N 2

I coefficienti indicati fanno riferimento alla profondità di infissione nominale hef,nom. Nel caso in cui hef ≠ hef,nom, per ricavare i coefficienti
A p,N /A 0p,N , utilizzare la formula indicata in calce.

103
A p,N /A 0p,N : influenza dovuta alla vicinanza vicinanza di un bordo

c (mm) 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
40 0,55
45 0,57
50 0,60 0,56
55 0,63 0,58
60 0,66 0,60 0,55
65 0,69 0,63 0,57
70 0,72 0,65 0,59 0,56
75 0,75 0,67 0,61 0,57
80 0,78 0,70 0,63 0,59 0,59
85 0,81 0,72 0,65 0,61 0,61
90 0,84 0,75 0,67 0,62 0,62
95 0,88 0,78 0,69 0,64 0,64
100 0,91 0,80 0,71 0,66 0,66 0,57
105 0,94 0,83 0,73 0,68 0,68 0,58
120 1 0,91 0,79 0,73 0,73 0,62 0,57
125 1 0,94 0,81 0,75 0,75 0,63 0,58 0,57
130 1 0,97 0,84 0,77 0,77 0,64 0,59 0,58
135 1 1 0,86 0,79 0,79 0,66 0,60 0,59 0,57
140 1 1 0,88 0,81 0,81 0,67 0,61 0,60 0,58 0,57
150 1 1 0,93 0,85 0,85 0,70 0,63 0,62 0,60 0,59 0,57
160 1 1 0,98 0,89 0,89 0,72 0,66 0,64 0,62 0,61 0,59 0,57
200 1 1 1 1 1 0,83 0,74 0,73 0,69 0,68 0,66 0,63
220 1 1 1 1 1 0,89 0,79 0,77 0,73 0,72 0,69 0,67
230 1 1 1 1 1 0,92 0,81 0,80 0,75 0,74 0,71 0,68
250 1 1 1 1 1 0,98 0,86 0,84 0,80 0,78 0,74 0,72
300 1 1 1 1 1 1 0,99 0,96 0,90 0,88 0,84 0,80
380 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,95
420 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

A p,N s cr,Np $ ^c cr,Np + ch


= $ }s,Np con }s,Np = c 0, 7 + 0, 3 $ c
m #1
A 0p,N s 2cr,Np c cr,Np

I coefficienti indicati fanno riferimento alla profondità di infissione nominale hef,nom. Nel caso in cui hef ≠ hef,nom, per ricavare i coefficienti
A p,N /A 0p,N , utilizzare la formula indicata in calce.

104
WIT-PE 500
Resistenza di progetto a trazione per A c,N
N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N $ }w,c $ }Lc $ }h,sp $ }g,Nc
rottura conica del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cMc = 1,8
cMc
2,1 per diametri non inferiori a 20 mm

Diametro
ancorante 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
(mm)
N 0Rd,c (kN)
calcestruzzo
20,1 23,95 32,37 39,21 39,21 53,3 73,18 73,18 89,41 106,69 106,69 124,96
C20/25
non fessurato
N 0Rd,c (kN)
calcestruzzo
- - 23,07 27,95 27,95 38,0 52,17 52,17 - - - -
C20/25
fessurato

hef,nom (mm) 80 90 110 125 125 170 210 210 240 270 270 300
scr,Nc (mm)
per rottura 240 270 330 375 375 510 630 630 720 810 810 900
conica cls
ccr,Nc (mm)
per rottura 120 135 165 188 188 255 315 315 360 405 405 450
conica cls

I valori indicati fanno riferimento a foro asciutto o umido. In presenza d’acqua e per i soli diametri compresi tra 8 mm e 16 mm, tali valori
devono essere ridotti moltiplicando N 0Rd,c per il coefficiente }w,c = 0,86. Il coefficiente è unitario per gli altri diametri. La temperatura
media di esercizio è pari a 24°C e la temperatura massima temporanea è pari a 40°C. Per spessori del supporto in calcestruzzo minori di
2hmin o distanza dal bordo c ≤ 1,2 · ccr,sp si è assunto che sia presente un’armatura che limiti la fessurazione a wk = 0,3 mm e sia
considerata la fessurazione del calcestruzzo.

I valori di scr indicati variano se viene utilizzata una profondità di infissione differente da quella nominale secondo
le seguenti formule: s cr,Nc = 3 $ h ef ; c cr,Nc = 0, 5 $ s cr,Nc

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


}cls,N 1 1,1 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

Profondità di infissione
La profondità di infissione può essere ridotta o incrementata rispetto al valore
}Lc = c h
m
1,5
ef
h ef,nom nominale hef,nom precedentemente indicato. Vedere le condizioni di posa per ulteriori
informazioni circa i limiti di applicazione.

105
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
40 0,58
45 0,59
50 0,60 0,59
55 0,61 0,60
60 0,63 0,61 0,59
65 0,64 0,62 0,60
70 0,65 0,63 0,61 0,59
75 0,66 0,64 0,61 0,60
80 0,67 0,65 0,62 0,61 0,61
85 0,68 0,66 0,63 0,61 0,61
90 0,69 0,67 0,64 0,62 0,62
95 0,70 0,68 0,64 0,63 0,63
100 0,71 0,69 0,65 0,63 0,63 0,60
105 0,72 0,69 0,66 0,64 0,64 0,60
120 0,75 0,72 0,68 0,66 0,66 0,62 0,60
125 0,76 0,73 0,69 0,67 0,67 0,62 0,60 0,60
130 0,77 0,74 0,70 0,67 0,67 0,63 0,60 0,60
135 0,78 0,75 0,70 0,68 0,68 0,63 0,61 0,61 0,59
140 0,79 0,76 0,71 0,69 0,69 0,64 0,61 0,61 0,60 0,59
150 0,81 0,78 0,73 0,70 0,70 0,65 0,62 0,62 0,60 0,59 0,59
160 0,83 0,80 0,74 0,71 0,71 0,66 0,63 0,63 0,61 0,60 0,60 0,59
200 0,92 0,87 0,80 0,77 0,77 0,70 0,66 0,66 0,64 0,62 0,62 0,61
225 0,97 0,92 0,84 0,80 0,80 0,72 0,68 0,68 0,66 0,64 0,64 0,63
240 1 0,94 0,86 0,82 0,82 0,74 0,69 0,69 0,67 0,65 0,65 0,63
270 1 1 0,91 0,86 0,86 0,76 0,71 0,71 0,69 0,67 0,67 0,65
330 1 1 1 0,94 0,94 0,82 0,76 0,76 0,73 0,70 0,70 0,68
375 1 1 1 1 1 0,87 0,80 0,80 0,76 0,73 0,73 0,71
505 1 1 1 1 1 1 0,90 0,90 0,85 0,81 0,81 0,78
625 1 1 1 1 1 1 1 1 0,93 0,89 0,89 0,85
715 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,94 0,94 0,90
810 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,95
900 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

A c,N 1+ s /s cr,Nc
=
A 0c,N 2

I coefficienti indicati fanno riferimento alla profondità di infissione nominale hef,nom.


Nel caso in cui hef ≠ hef,nom, per ricavare i coefficienti A c,N /A 0c,N , utilizzare la formula indicata in calce.

106
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo

WIT-PE 500
c (mm) 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
40 0,53
45 0,56
50 0,58 0,56
55 0,61 0,58
60 0,64 0,60 0,55
65 0,66 0,63 0,57
70 0,69 0,65 0,59 0,56
75 0,72 0,67 0,61 0,57
80 0,75 0,70 0,63 0,59 0,59
85 0,78 0,72 0,65 0,61 0,61
90 0,81 0,75 0,67 0,62 0,62
95 0,84 0,78 0,69 0,64 0,64
100 0,87 0,80 0,71 0,66 0,66 0,57
105 0,90 0,83 0,73 0,68 0,68 0,58
120 1 0,91 0,79 0,73 0,73 0,62 0,56
125 1 0,94 0,81 0,75 0,75 0,63 0,57 0,57
130 1 0,97 0,84 0,77 0,77 0,64 0,58 0,58
135 1 1 0,86 0,79 0,79 0,66 0,59 0,59 0,56
140 1 1 0,88 0,81 0,81 0,67 0,60 0,60 0,57 0,54
150 1 1 0,93 0,85 0,85 0,70 0,62 0,62 0,58 0,56 0,56
160 1 1 0,98 0,89 0,89 0,72 0,66 0,64 0,62 0,61 0,59 0,57
190 1 1 1 1 1 0,81 0,71 0,71 0,66 0,62 0,62 0,59
220 1 1 1 1 1 0,89 0,77 0,77 0,71 0,67 0,67 0,63
230 1 1 1 1 1 0,92 0,80 0,80 0,73 0,68 0,68 0,64
255 1 1 1 1 1 1 0,85 0,85 0,78 0,72 0,72 0,68
315 1 1 1 1 1 1 1 1 0,90 0,83 0,83 0,77
370 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,93 0,93 0,86
400 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,91
460 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

A c,N s cr,Np $ ^c cr,Np + ch


}s,Nc = ` 0, 7 + 0, 3 $
c cr,Nc j
= $ }s,Nc c #1
A 0c,N s 2cr,Np

I coefficienti indicati fanno riferimento alla profondità di infissione nominale hef,nom.


Nel caso in cui hef ≠ hef,nom, per ricavare i coefficienti A c,N /A 0c,N , utilizzare le formule indicate in calce.

107
NRd = min (NRd,s ; NRd,p ; NRd,c)

TAGLIO

Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s = 0, 6 $ A s $ fuk


cMS

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30


VRd,s classe 5.8 [kN] 8,8 13,9 20,2 37,7 58,8 84,7 110,2 134,6
VRd,s classe 8.8 [kN] 14,1 22,3 32,4 60,3 94,1 135,6 176,3 215,4
VRd,s classe 70 [kN] 9,9 15,6 22,7 42,3 66,0 95,0 57,9 70,7

Misura barra ad
Ø8 Ø10 Ø12 Ø14 Ø16 Ø20 Ø25 Ø28 Ø32
aderenza migliorata
VRd,s classe BSt 500 S [kN] 11,1 17,3 24,9 33,9 44,2 69,1 108 135,5 176,9
VRd,s Classe B 450 C [kN] 13,0 20,4 29,3 39,9 52,1 81,4 127,2 159,6 208,5
In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h. Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del
0

manuale. La valutazione della resistenza a taglio dell’acciaio si basa sulle Nuove Norme Tecniche per le costruzioni
(D.M. 14 gennaio 2008) par. 4.2.8.
Le barre in acciaio inox A4 e HCR sono di classe 70 eccetto i diametri M27 ed M30 che sono di classe 50.
cMs vale: 1,25 per le barre filettate in acciaio classe 5.8 e 8.8
1,56 per le barre filettate in acciaio classe 70 nei diametri inferiori fino all’M24
2,38 per le barre filettate in acciaio classe 50 nei diametri M27 ed M30
1,50 per le barre ad aderenza migliorata in acciaio BSt 500 S
1,25 per le barre ad aderenza migliorata in acciaio B 450 C

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M27 M30


Modulo di resistenza W mm3 31,2 62,3 109 278 541 936 1387 1874
cl. 5.8 15 30 52 133 259 448 666 898
Resistenza di progetto M 0Rd,s
cl. 8.8 Nm 24 48 84 213 415 717 1066 1438
a flessione
cl. 70 17 33 59 149 291 503 350 473

Le barre in acciaio inox A4 e HCR sono di classe 70 eccetto i diametri M27 ed M30 che sono di classe 50.

M 0Rk,s 1, 2 $ W $ fuk
cMs = 1,25 per le barre filettate in acciaio classe 5.8 e 8.8
0
M Rd,s =
= 1,56 per la classe 70 (2,38 per i diametri M27 ed M30)
cMs cMs

108
WIT-PE 500
Resistenza di progetto per scalzamento VRd,cp = k $ min ^N Rd,p ; N Rd,ch
dell’ancorante VRd,cp

NRd,p e NRd,c sono rispettivamente la resistenza a sfilamento e la resistenza a rottura conica a trazione
del calcestruzzo relative agli ancoranti efficaci a taglio.

VRk,cp cM,cp = 1, 5
VRd,cp =
cM,cp

V
Diametro
ancorante 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
(mm)
K 2,4 2,4 2,4 2,4 2,4 2,8 2,8 2,8 2,8 2,8 2,8 2,8

Resistenza di progetto per rottura A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }k $ }cls,N $ }a,V
del bordo di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5•c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente.
}h,v = (1,5c/h)1/2 ≥ 1. In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo. Si veda il capitolo
0
introduttivo. A c,V
0
A c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo). A c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo
del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo.

V 0Rd,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

Coefficiente di fessurazione del calcestruzzo


}k = 1,0 Per calcestruzzo non fessurato
}k = 0,7 Per calcestruzzo fessurato

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


}cls,N 1 1,1 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

Direzione del taglio rispetto al bordo


Il fattore }a,V tiene conto dell’angolo a,V ≤ 90° tra la forza VSd
}a,V = 1 $1
applicata all’ancorante e la direzione perpendicolare al bordo
del calcestruzzo ed uscente da esso. Nel caso in cui αv > 90°,
(cos aV) + c m
2 sin aV 2
2, 5 deve essere considerata la sola componente del taglio agente
parallelamente al bordo.

109
Valori della resistenza a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di un singolo ancorante sollecitato a taglio
ortogonalmente al bordo:

V 0Rd,c = 2, 4 $ d a $ h bef $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)

A c,V
a = 0, 1$ c h ef m b = 0, 1$ c d m
0,5 0,2
=1
c c A 0c,V

Distanza
c dal Diametro ancoranti (mm)
bordo
(mm) 8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
40 3,7
45 4,3
50 5,0 5,3
55 5,6 6,0
60 6,3 6,8 7,3
65 7,0 7,5 8,1
70 7,8 8,3 8,9 9,5
75 8,5 9,0 9,7 10,3
80 9,3 9,8 10,6 11,2 11,5
85 10,1 10,7 11,4 12,1 12,4
90 10,9 11,5 12,3 13,0 13,3
95 11,7 12,3 13,2 13,9 14,3
100 12,6 13,2 14,1 14,9 15,2 17,2
105 13,4 14,1 15,1 15,9 16,2 18,2
120 16,1 16,9 17,9 18,8 19,3 21,5 23,6
125 17,0 17,8 18,9 19,9 20,3 22,6 24,8 25,0
135 18,9 19,8 21,0 22,0 22,5 24,9 27,2 27,5 29,0
140 19,9 20,8 22,0 23,1 23,5 26,1 28,5 28,7 30,3 31,6
150 21,8 22,8 24,1 25,3 25,8 28,5 31,0 31,3 32,9 34,3 34,8
160 23,9 24,9 26,3 27,5 28,1 30,9 33,6 33,9 35,6 37,1 37,6 39,3
220 37,1 38,5 40,5 42,1 42,8 46,7 50,2 50,5 52,8 54,7 55,4 57,7
240 41,9 43,5 45,6 47,3 48,1 52,3 56,1 56,5 58,9 61,0 61,7 64,2
250 44,3 46,0 48,2 50,0 50,8 55,2 59,1 59,5 62,1 64,2 65,0 67,5
300 57,2 59,2 61,9 64,0 65,0 70,2 74,9 75,3 78,3 80,8 81,7 84,6
340 68,2 70,5 73,5 76,0 77,1 83,0 88,2 88,7 92,0 94,8 95,8 99,1
420 92,0 94,8 98,5 101,6 103,0 110,2 116,6 117,2 121,2 124,6 125,8 129,8
500 117,7 121,2 125,6 129,2 130,9 139,5 147,1 147,8 152,6 156,5 158,0 162,6
600 152,6 156,8 162,1 166,5 168,6 178,9 187,9 188,8 194,5 199,1 200,9 206,3
700 190,1 195,1 201,4 206,6 209,0 221,0 231,5 232,6 239,2 244,5 246,6 252,9

I valori indicati si riferiscono alla profondità nominale di infissione hef,nom. = Ancoraggio non conforme al BTE

110
0
Distanza dal bordo c (mm)

A c,V
A c,V
A 0c,V
A c,V

=
2 A 0c,V
1 A c,V
140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40

n
=
2
1

1 c
0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40

$ 1+

0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45

$ 1+
s
3c

3c
0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50

^n - 1h $ s
0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55

m #1
0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70

ancorante e deve essere poi moltiplicato per


0
0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,8 0,83 80

A c,V

bordo e con interasse s secondo la seguente formula:


A c,V .
0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,9 0,94 1 120
0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
Rapporto delle aree in presenza di due ancoranti:

0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180

0
0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300

Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la seguente formula:
0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390

I coefficienti indicati in tabella permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo di due ancoranti posti ad una distanza c dal
Rispettare i valori minimi Smin e Cmin in funzione del diametro dell’ancorante. Il valore di V Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420

111
WIT-PE 500
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

Verifica combinata taglio/trazione

c m c m
N sd h + Vsd h # 1 Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio a trazione e taglio
N Rd
VRd h = 1,5 altrimenti
Verifiche di esercizio

Nello stato limite di servizio deve essere dimostrato che gli spostamenti che si verificano nel corso delle azioni caratte-
ristiche non superino lo spostamento ammissibile. Lo spostamento ammissibile dipende dal tipo di applicazione e deve
essere valutato dal progettista. Lo spostamento caratteristico viene definito nel Benestare Tecnico Europeo in corrispon-
denza di una definita sollecitazione di trazione e di taglio.
Si può assumere che lo spostamento sia una funzione lineare del carico applicato che interpola tale valore
caratteristico. Nel caso di azioni combinate a taglio e trazione si può effettuare la somma vettoriale degli spostamenti
delle singole componenti. Sotto le azioni di taglio è necessario tenere in considerazione l’influenza della larghezza
del foro nell’eventuale piastra di fissaggio rispetto al diametro della barra dell’ancorante.
Questa verifica richiede normalmente l’impiego di fattori di sicurezza parziali sulle azioni e sulle resistenze unitari.

Il calcolo degli spostamenti corrispondenti alle sollecitazioni di progetto si ricavano dalle seguenti formule:
dN0 = DN0 $ xSd /1, 4
dN3 = DN3 $ xSd /1, 4
dV0 = DV0 $ VSd /1, 4
dV3 = DV3 $ VSd /1, 4

In cui dN0 e dV0 sono gli spostamenti dovuti a sollecitazioni di breve durata a trazione e taglio rispettivamente.
I valori dN3 e dV3 sono, invece, gli spostamenti dovuti a sollecitazioni a lungo termine. I coefficienti D sono riportati
nelle tabelle seguenti. I valori xSd e VSd sono rispettivamente le tensioni tangenziali di trazione agenti sulla barra e la
sollecitazione di taglio di progetto.

xSd = N Sd
r $ d barra $ h ef

Misura diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
dell'ancorante [mm]

Calcestruzzo non fessurato classe C20/25

Spostamenti DN0 [mm/(N/mm2)] 0,01 0,01 0,02 0,02 0,02 0,02 0,03 0,03 0,03 0,03 0,04 0,04
dovuti alla
trazione DN3 [mm/(N/mm2)] 0,04 0,05 0,06 0,07 0,08 0,10 0,11 0,12 0,13 0,13 0,14 0,15

Calcestruzzo fessurato classe C20/25

Spostamenti DN0 [mm/(N/mm2)] - - 0,03 0,04 0,04 0,04 0,05 0,05 - - - -


dovuti alla
trazione DN3 [mm/(N/mm2)] - - 0,21 0,21 0,21 0,21 0,21 0,21 - - - -

112
Calcestruzzo fessurato e non fessurato classe C20/25

WIT-PE 500
Misura diametro
8 10 12 14 16 20 24 25 27 28 30 32
dell'ancorante [mm]

Spostamenti DV0 [mm/kN] 0,06 0,06 0,05 0,04 0,04 0,04 0,03 0,03 0,03 0,03 0,03 0,03
dovuti
al taglio DV3 [mm/kN] 0,09 0,08 0,08 0,06 0,06 0,05 0,05 0,05 0,05 0,04 0,04 0,04

Procedura di calcolo allo stato limite ultimo


Dimensionamento secondo Eurocodice 2 (ETAG001-TR023)

In alternativa al metodo di calcolo precedentemente indicato che fa riferimento alla teoria dell’ancoraggio classica, è
possibile utilizzare il metodo di seguito riportato (teoria dei ferri di ripresa post-installati) che consente di effettuare le
verifiche per l’ancoraggio di ferri di ripresa post-installati con resine certificate utilizzando le prescrizioni dell’Eurocodi-
ce 2 integrate da quelle del Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti o umidi.
Le barre post-installate con la resina WIT-PE500 hanno un comportamento ed un diagramma forza/spostamento nelle
riprese di getto analogo a quello delle barre pre-installate rispettando le indicazioni di posa. Possono, tuttavia, essere
trasferite unicamente le sollecitazioni di trazione agenti sulle barre. Le azioni di taglio devono essere trasferite prepa-
rando opportunamente la superficie di contatto tra il getto fresco e quello esistente rendendola scabra e predisponen-
do apposito staffaggio secondo le prescrizioni dell’EC2 al pari di una normale ripresa di getto. L’eventuale fessurazio-
ne del calcestruzzo non influisce sulla progettazione dell’ancoraggio chimico come ferro di ripresa. Il calcestruzzo si
assume non carbonatato. In caso contrario, è necessario asportare tale strato rimuovendo uno strato di calcestruzzo
non inferiore a Ø 60 mm. Si raccomanda di asportare comunque dal materiale base lo spessore di copriferro in
funzione della classe di esposizione ambientale secondo EN 1992-1-1:2004. Seguono alcuni esempi di applicazioni:

113
La definizione del copriferro deve tenere conto delle prescrizioni dell’EC2, normativa EN 1992-1-1 par. 4.4.1.2. oltre che delle seguenti indicazioni:

Perforazione senza Perforazione con l’ausilio


Tipo di foratura f barra
dima di foratura di una dima di foratura
<25 mm 30 mm + 0,06 mv ≥ 2ϕ 30 mm + 0,02 mv ≥ 2ϕ
A martello o a diamante
≥25 mm 40 mm + 0,06 mv ≥ 2ϕ 40 mm + 0,02 mv ≥ 2ϕ
<25 mm 50 mm + 0,08 mv 50 mm + 0,02 mv
A martello pneumatico
≥25 mm 60 mm + 0,08 mv 60 mm + 0,02 mv

Dima di foratura.

Profondità di ancoraggio di progetto mbd mbd = 6a1@ $ a2 $ 6a3@ $ 6a4@ $ a5 $ }c $ mb,rqd

I coefficienti 6a1@, 6a3@, 6a4@ = 1 sono unitari in quanto la tecnologia di applicazione delle barre post-installate
con resina contempla unicamente l’installazione di barre dritte, prive di armatura a taglio.

114
Lunghezza di ancoraggio base mb,rqd = c m
4 ` fbd j
6mm@ in calcestruzzo classe C20/25
z vsd

WIT-PE 500
Misura
8 10 12 14 16 18 20 22 24 25 26 28
dell'ancorante
1 17,3 13,8 11,5 9,9 8,7 7,7 6,9 6,3 5,8 5,5 5,3 4,9
2 34,6 27,7 23,1 19,8 17,3 15,4 13,8 12,6 11,5 11,1 10,7 9,9
3 51,9 41,5 34,6 29,7 26,0 23,1 20,8 18,9 17,3 16,6 16,0 14,8
7 121,2 96,9 80,8 69,2 60,6 53,8 48,5 44,1 40,4 38,8 37,3 34,6
10 173,1 138,5 115,4 98,9 86,5 76,9 69,2 62,9 57,7 55,4 53,3 49,5
15 259,6 207,7 173,1 148,4 129,8 115,4 103,8 94,4 86,5 83,1 79,9 74,2
20 346,2 276,9 230,8 197,8 173,1 153,9 138,5 125,9 115,4 110,8 106,5 98,9
31 429,2 357,7 306,6 268,3 238,5 214,6 195,1 178,9 171,7 165,1 153,3
44 507,7 435,2 380,8 338,5 304,6 276,9 253,9 243,7 234,3 217,6
60 593,4 519,2 461,6 415,4 377,6 346,2 332,3 319,5 296,7
79 683,7 607,7 546,9 497,2 455,8 437,6 420,7 390,7
100 769,3 692,3 629,4 576,9 553,9 532,6 494,5
123 851,6 774,1 709,6 681,3 655,0 608,3
149 937,8 859,6 825,3 793,5 736,8
FORZA [kN]

177 1021,2 980,3 942,6 875,3


192 1063,4 1022,5 949,5
208 1107,7 1028,6
241 1191,8

Influenza della resistenza del calcestruzzo }c :

C12/15 C16/20 C20/25 C25/30 C30/37 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


Foratura a
martello, a
0,70 0,87 1,00 1,17 1,30 1,48 1,61 1,74 1,87
martello ad
aria compressa
Foratura a
0,70 0,87 1,00 1,17 1,30 1,30 1,48 1,61 1,61
diamante

a 2: 0, 7 # a2 = 1 - 0, 15 ^c d - zh /z # 1 nel caso di armatura in trazione



a 2 = 1 nel caso di armatura in compressione
C d: min ` a , c j
2
a: interasse delle barre
c: copriferro minimo rispetto ai bordi più vicini

a 5: 0, 7 # a5 = 1 - 0, 04p # 1 nel caso di armatura in trazione


p: pressione trasversale alla barra [MPa] allo SLU nella zona di ancoraggio

mb,min: mbd $ mb,min = max " 0, 3 $ mb,rqd;10z;100 mm , nel caso di armatura in trazione

mb,min: mbd $ mb,min = max " 0, 6 $ mb,rqd;10z;100 mm , nel caso di armatura in compressione

Con foratura ad umido a diamante i valori sono da moltiplicare per 1,5

115
Lunghezza di sovrapposizione m0 m0 = 6a1@ $ a2 $ 6a3@ $ a5 $ a6 $ mb,rqd

I coeficienti 6a1@, 6a3@ = 1 sono unitari in quanto la tecnologia di applicazione delle barre post-installate con resina
contempla unicamente l’installazione di barre dritte, prive di armatura a taglio. La profondità di posa della barra è
pari alla lunghezza di sovrapposizione maggiorata del copriferro. Se la distanza tra due barre sovrapposte è
maggiore di 4 z, la lunghezza di sovrapposizione deve essere incrementata della differenza della distanza meno i
4ϕ. La progettazione di dettaglio quale ad esempio il copriferro, l’interasse tra le barre, lo staffaggio, ecc. deve
comunque rispettare le prescrizioni dell’Eurocodice 2.

a 2: 0, 7 # a2 = 1 - 0, 15 ^c d - zh /z # 1 nel caso di armatura in trazione



a 2 = 1 nel caso di armatura in compressione
C d: min ` a , c j
2
a: interasse delle barre
c: copriferro minimo rispetto ai bordi più vicini

a5: 0, 7 # a5 = 1 - 0, 04p # 1 nel caso di armatura in trazione



p: pressione trasversale alla barra [MPa] allo SLU nella zona di ancoraggio

a6 : il coefficiente si ricava dalla seguente tabella, i valori intermedi possono essere determinati per interpolazione.

Area barre sovrapposte


<25% 33% 50% >50%
diviso area totale
a6 1 1,15 1,4 1,5

m0,min: m0 $ m0,min = max " 0, 3 $ a6 $ mb,rqd;15z; 200 mm ,


Con foratura ad umido a diamante i valori sono da moltiplicare per 1,5.

116
Resistenza al fuoco

WIT-PE 500
Massima forza F S,T secondo DIN 1045-1:2001-07
(certificato DIBT Z-21.8-1834).
FS,T in funzione della classe di esposizione al fuoco per una barra ad aderenza
migliorata in acciaio BSt 500 S inghisata con la resina in una parete di
calcestruzzo. Disposizione ortogonale alla superficie lambita dall’incendio.
Teoria dei ferri di ripresa secondo ETAG001 - TR023, Eurocodice 2.
max FS,T = r $ d 2s $ 500
4 1, 15 $ 1, 35
Max trazione Profondità Classe di esposizione al fuoco (minuti)
Diametro
sulla barra di infissione R30 R60 R90 R120 R180
ds FS,T lV FS,T
[mm] [kN] [mm] [kN]
80 1,7 0,5 0,14 0 0
120 7,5 2,3 1,1 0,6 0,1
170 16,2 9,1 5,3 3,1 1,1
8 16,2 215 16,2 13,2 9,9 3,7
235 16,2 13,4 6,5
255 16,2 10,0
295 16,2
100 5,0 1,5 0,6 0,2 0
150 16,0 6,9 3,6 2,2 0,7
195 25,3 16,9 12,1 7,9 2,7
10 25,3 235 25,3 20,9 16,7 8,1
260 25,3 22,2 13,6
275 25,3 16,9
315 25,3
120 11,3 3,5 1,6 0,9 0,2
180 27,2 16,3 10,6 6,2 2,2
220 36,4 26,8 21,1 16,1 6,4
12 36,4 260 36,4 31,7 26,7 16,4
280 36,4 31,9 21,6
300 36,4 26,9
340 36,4
140 19,4 7,3 3,7 2,2 0,7
200 37,8 25,1 18,5 12,6 4,4
240 49,6 37,4 30,8 25,0 12,9
14 49,6 280 49,6 43,1 37,3 25,2
305 49,6 45,0 32,9
325 49,6 39,1
360 49,6
160 29,2 14,6 7,9 4,7 1,6
210 46,8 32,2 24,6 18,0 6,5
265 64,8 51,6 44,0 37,3 23,6
16 64,8 305 64,8 58,0 51,4 37,6
325 64,8 58,4 44,7
345 64,8 51,7
385 64,8
117
Diametro Max trazione Profondità Classe di esposizione al fuoco (minuti)
sulla barra di infissione

R30 R60 R90 R120 R180


ds FS,T lV FS,T
[mm] [kN] [mm] [kN]
200 54,0 35,9 26,4 18,0 6,2
250 76,0 57,9 48,4 40,0 22,8
310 101,2 84,3 74,8 66,4 49,2
20 101,2 350 101,2 92,4 84,0 66,8
375 101,2 95,0 77,8
390 101,2 84,4
430 101,2
250 95,0 72,4 60,5 50,1 28,6
300 122,5 99,9 88,0 77,5 56,0
365 158,1 135,6 123,7 113,3 91,8
25 158,1 410 158,1 148,4 138,0 116,5
430 158,1 149,0 127,5
450 158,1 138,5
490 158,1
280 124,9 99,5 86,2 74,5 50,5
340 161,9 136,5 123,2 111,5 87,4
400 198,3 173,4 160,1 148,4 124,3
28 198,3 445 198,3 187,8 176,1 152,1
465 198,3 188,4 164,4
485 198,3 176,7
525 198,3

118
WIT-PE 500
Massima tensione tangenziale xT (certificato DIBT Z-21.8-1834).
xT in funzione della classe di esposizione al fuoco per una barra ad
aderenza migliorata in acciaio BSt 500 S inghisata con la resina in una
soletta o in un setto di calcestruzzo. Disposizione parallela alla superficie
lambita dall’incendio. Teoria dei ferri di ripresa secondo EOTA - TR023,
Eurocodice 2.
max FS,T = ^l v - c 1 h $ d s $ r $ xT
con ^l v - c 1h non superiore ad 80•dS

Classe di esposizione al fuoco (minuti)


copriferro
R30 R60 R90 R120 R180
c FS,T
[mm] [N/mm2] [N/mm2] [N/mm2] [N/mm2] [N/mm2]
30 0,32
35 0,40
40 0,50
45 0,62
50 0,79 0,31
55 0,95 0,37
60 1,16 0,44
65 1,50 0,53
70 2,20 0,65 0,32
75 0,78 0,36
80 0,94 0,42
85 1,06 0,49 0,30
90 1,20 0,58 0,36
95 1,40 0,68 0,41
100 2,20 0,82 0,48
105 0,94 0,57
110 1,09 0,68 0,30
115 1,28 0,80 0,33
120 2,20 0,94 0,38
125 1,08 0,43
130 1,25 0,50
135 1,47 0,55
140 2,20 0,60
145 0,67
150 0,71
155 0,80
160 0,89
165 1,02
170 1,19
175 1,40
180 1,67
185 2,20

119
Caratteristiche meccanico-fisiche
Tabella riassuntiva dei valori medi

Densità componente A (EN ISO 1675) 1,49 g/cm3


Densità componente B (EN ISO 1675) 1,08 g/cm3
Densità resina indurita (DIN 53479) 1,43 g/cm3
Sforzo massimo dopo 2 giorni 169 ± 14 MPa
(UNI EN ISO 604: 2008) dopo 7 giorni 166 ± 13 MPa
Modulo di elasticità
5,97 GPa
(ASTM D 695: 2010)
Proprietà a compressione
Sforzo allo snervamento
129 ± 1,4 MPa
(ASTM D 695: 2010)
Deformazione allo snervamento
3,6%
(ASTM D 695: 2010)
Modulo di elasticità 4,11 GPa
Proprietà a flessione
Sforzo a rottura 86 ± 28 MPa
(UNI EN ISO 178: 2006)
Deformazione a rottura 2,0%
Proprietà a trazione Sforzo a rottura 41,7 ± 3,3 MPa
(ASTM D 638: 2010) Deformazione a rottura 0,74%
Durezza Shore D/15 (UNI EN ISO 868: 2005) 80
Resistività di volume (ASTM D 257: 2007) 4·1015 Ω·cm
Assorbimento d’acqua (ASTM D 570: 2010) 0,109 ± 0,010 %
Coefficiente lineare di ritiro (UNI 4285) 0,0035 mm/mm

120
Voce di capitolato

WIT-PE 500
Ancoraggio di elementi strutturali pesanti quali piastre metalliche, profilati metallici, inghisaggio di ferri di ripresa del
getto su elementi strutturali in calcestruzzo fessurato e non fessurato (opzione 1), mediante sistema composto da car-
tuccia tipo side-by-side contenente ancorante chimico a due componenti (resina epossidica senza stirene + induritore
nel rapporto 3:1) e da barre filettate o barre ad aderenza migliorata come indicato dal relativo Benestare Tecnico
Europeo in acciaio zincato bianco, a caldo (classe 5.8 o 8.8), inox (classe A4/70 o HCR/70) o acciaio per ferri di
armatura. La procedura di installazione dell’ancorante deve avvenire secondo le specifiche e con gli accessori pre-
scritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo anche in ambienti chimicamente aggressivi. Il sistema dovrà conservare
le sue caratteristiche a temperature di esercizio comprese tra -40°C e +72°C (+80°C).
L’ancorante deve presentare marcatura CE.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio zincato a caldo: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: in ambienti interni e umidi, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità
del mare), in ambienti interni e umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive,
quali la ripetuta immersione in acqua marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse)
Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità
del mare), in ambienti interni e umidi e in condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta immersione
in acqua marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento
chimico, ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze
chimiche per sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissaggio. E’ necessario
tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it. Ci riserviamo il diritto di eseguire modifi-
che non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi, non risponderemo di errori di stampa, interpretazione,
comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza
delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei
prodotti. Non viene altresì garantita la commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel
relativo Benestare Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed i requisiti
degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

121
sIsTeMA AD InIeZIone W-VIZ con AncoRAnTe cHIMIco WIT-VM 100

W-VIZ
Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
W-VIZ/S W-VIZ/A4 W-VIZ/HCR

So
RESINA WIT-VM100
Certificazioni Caratteristiche
BTE Marcatura Calcestruzzo Carichi Resistenza High Corrosive
opzione 1 CE fessurato pesanti corrosione Resistance

INOX INOX
Kg A4 HCR

Resistenza Carico Interasse e distanza Foro bagnato Temperatura Vita utile


al fuoco impulsivo dai bordi ridotti

SHOCK -40° 50

+120° ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• sistema di ancoraggio composto da una resina ed una barra multicono in acciaio zincato bianco o in acciaio
inossidabile A4 o HCR
• calcestruzzo fessurato e non fessurato asciutto, bagnato ed in ambienti particolarmente aggressivi,
in relazione al materiale impiegato
• ottimizzazione del consumo di resina
• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti. Rapido indurimento
• montaggio passante
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• W-VIZ/S con barra multicono in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-VIZ/A4 con barra multicono in acciaio inossidabile A4
• W-VIZ/HCR con barra multicono in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo, ETA 04/0095 Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• Resistenza al fuoco MPA-IBMB N. 3714/0105 secondo DIN-EN 1363-1: 1999-10
• Certificazione BZS per resistenza a carichi impulsivi (shock)

123
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

calcestruzzo fessurato
40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
W-VIZ/
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
S NRk 9,1 12,7 16,7 23,4 23,4 21,1 25,8 33,3 36,0 41,5 50,3
A4 NRd 6,1 8,5 11,2 15,6 15,6 14,1 17,2 22,2 24,0 27,7 33,5
HCR NRamm 4,3 6,1 8,0 11,1 11,1 10,0 12,3 15,9 17,1 19,8 24,0
VRk 14,0* 14,0* 21,0* 21,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0*
S VRd 11,2* 11,2* 16,8* 16,8* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2*
VRamm 8,0* 8,0* 12,0* 12,0* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4*
VRk 15,0* 15,0* 23,0* 23,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0*
A4
VRd 12,0* 12,0* 18,4* 18,4* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2*
HCR
VRamm 8,6* 8,6* 13,1* 13,1* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4*

calcestruzzo fessurato
90 105 125 145 115 170 190 170 200 225
W-VIZ/ M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
S NRk 30,7 38,7 50,3 62,9 44,4 79,8 94,3 79,8 101,8 121,5
A4 NRd 20,5 25,8 33,5 41,9 29,6 53,2 62,9 53,2 67,9 81,0
HCR NRamm 14,6 18,4 24,0 29,9 21,1 38,0 44,9 38,0 48,5 57,9
VRk 61,5 63,0* 63,0* 63,0* 70,0* 149,0* 149,0* 159,6 178,0* 178,0*
S VRd 41,0 50,4* 50,4* 50,4* 50,0* 106,4 119,2* 106,4 135,8 142,4*
VRamm 29,3 36,0* 36,0* 36,0* 35,7* 76,0 85,1* 76,0 97,0 101,7*
VRk 61,5 63,0* 63,0* 63,0* 86,0* 131,0* 131,0* 156,0* 156,0* 156,0*
A4
VRd 41,0 50,4* 50,4* 50,4* 59,2 104,8* 104,8* 106,4 124,8* 124,8*
HCR
VRamm 29,3 36,0* 36,0* 36,0* 42,3 74,9* 74,9* 76,0 89,1* 89,1*

calcestruzzo non fessurato


40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
W-VIZ/
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
S NRk 7,5 9,0 16,0 20,0 20,0 20,0 36,1 30,0 40,0 40,0 40,0
A4 NRd 5,0 6,0 10,7 13,3 13,3 13,3 24,1 20,0 26,7 26,7 26,7
HCR NRamm 3,6 4,3 7,6 9,5 9,5 9,5 17,2 14,3 19,0 19,0 19,0
VRk 14,0* 14,0* 21,0* 21,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0*
S VRd 11,2* 11,2* 16,8* 16,8* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2*
VRamm 8,0* 8,0* 12,0* 12,0* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4*
VRk 15,0* 15,0* 23,0* 23,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0* 34,0*
A4
VRd 12,0* 12,0* 18,4* 18,4* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2* 27,2*
HCR
VRamm 8,6* 8,6* 13,1* 13,1* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4* 19,4*

124
calcestruzzo non fessurato
90 105 125 145 115 170 190 170 200 225
W-VIZ/ M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
S NRk 40,0 50,0 50,0 60,0 62,3 111,9 115,0 111,9 142,8 140,0
A4 NRd 26,7 33,3 33,3 40,0 41,5 74,6 76,7 74,6 95,2 93,3

W-VIZ
HCR NRamm 19,0 23,8 23,8 28,6 29,7 53,3 54,8 53,3 68,0 66,7
VRk 63,0* 63,0* 63,0* 63,0* 70,0* 149,0* 149,0* 178,0* 178,0* 178,0*
S VRd 50,4* 50,4* 50,4* 50,4* 50,0* 119,2* 119,2* 142,4* 142,4* 142,4*
VRamm 36,0* 36,0* 36,0* 36,0* 35,7 85,1 85,1 101,7 101,7 101,7
VRk 63,0* 63,0* 63,0* 63,0* 86,0* 131,0* 131,0* 156,0* 156,0* 156,0*
A4
VRd 50,4* 50,4* 50,4* 50,4* 61,4* 104,8* 104,8* 124,8* 124,8* 124,8*
HCR
VRamm 36,0* 36,0* 36,0* 36,0* 43,9* 74,9* 74,9* 89,1* 89,1* 89,1*

(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

NRk, NRd, NRamm sono rispettivamente la resistenza a trazione caratteristica, di progetto e ammissibile
VRk, VRd, VRamm sono rispettivamente la resistenza a taglio caratteristica, di progetto e ammissibile

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• i valori ammissibili sono ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• i valori si riferiscono allo spessore minimo standard del supporto
• temperatura continuativa massima di 50°C e temperatura temporanea massima di 72°C
• le resistenze a taglio per M20 e M24 si riferiscono al caso in cui la parte filettata si trovi ad una distanza di almeno 0,5tfix dal bordo del
materiale base. In caso contrario è necessario ridurre i valori di resistenza a taglio per 1,52 per M20 e 1,26 per M24

125
Condizioni di posa

40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
d0 mm 10 10 12 12 12 14 14 14 14 14 14
df1) mm 9 9 12 12 14 14 14 14 14 14 14
df2) mm - - 14 14 143)/16 16 16 16 16 16 16
Tinst Nm 10 10 15 15 25 25 25 25 30 30 30
h1 mm 42 55 65 80 80 75 85 100 105 115 130
hef mm 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
hmin4) mm 100 100 120 150 150 140 160 190 200 220 250
scr,N mm 3 hef
ccr,N mm 1,5 hef

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
d0 mm 18 18 18 18 22 24 24 26 26 26
df1) mm 18 18 18 18 22 24(22) 24(22) 26 26 26
df2) mm 20 20 20 20 24 26 26 28 28 28
Tinst Nm 50 50 50 50 80 80 80 100 120 120
h1 mm 98 113 133 153 120 180 200 185 215 240
hef mm 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225
hmin4) mm 180 200 250 290 230 340 380 340 400 450
scr,N mm 3 hef
ccr,N mm 1,5 hef

1) installazione non passante


2) installazione passante. Dopo l’installazione il vuoto tra l’elemento da fissare e la barra deve essere riempito di resina
3) se df ≤ 14 mm può essere omesso il riempimento con resina del vuoto tra la barra e l’elemento da fissare
4) installazione standard. Per installazioni con spessori inferiori si veda il Benestare Tecnico Europeo

d0: diametro nominale della punta del trapano


df : diametro foro passante nell’elemento da fissare
Tinst: coppia di serraggio
h1 : profondità del foro
hef: profondità effettiva di ancoraggio
hmin: spessore minimo del materiale base
scr,N: distanza critica tra gli ancoranti (rottura conica del calcestruzzo)
ccr,N: distanza critica dai bordi (rottura conica del calcestruzzo)

126
calcestruzzo fessurato
40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
smin mm 40 40 40 40 50 55 40 40 50 50 50
cmin mm 40 40 40 40 50 55 50 50 50 50 50

W-VIZ
90 105 125 145 115 170 190 170 200 225
M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
smin mm 50 50 60 60 80 80 80 80 80 80
cmin mm 50 50 60 60 80 80 80 80 80 80

calcestruzzo non fessurato


40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
smin mm 40 40 50 50 50 55 55 55 805) 805) 805)
cmin mm 40 40 50 50 50 55 55 55 555) 555) 555)
ccr,sp mm 1,5 hef

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
smin mm 50 60 60 60 80 80 80 80 105 105
cmin mm 50 60 60 60 80 80 80 80 105 105
ccr,sp mm 1,5 hef
5) per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, l’interasse minimo tra gli ancoranti deve essere smin = 55 mm

smin: distanza minima tra gli ancoranti


cmin: distanza minima dai bordi
scr,sp: distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione del calcestruzzo)
ccr,sp: distanza critica dai bordi (fessurazione del calcestruzzo)

127
Dimensioni dell’ancorante

lunghezza spessore serrabile


versione
totale (mm) tfix (mm)
M8-40-15/65 65 15
M8-50-15/80 80 15
M8
M8-50-30/95 95 30
M8-50-45/110 110 45
M10-60-10/85 85 10
M10-60-20/95 95 20
M10-60-30/105 105 30
M10
M10-60-60/135 135 60
M10-60-100/175 175 100
M10-75-20/110 110 20
M12-70-25/115 115 25
M12-80-10/110 110 10
M12-80-25/125 125 25
M12-80-50/150 150 50
M12-80-100/200 200 100
M12-80-125/225 225 125
M12 M12-80-165/265 265 165
M12-95-25/140 140 25
M12-100-25/145 145 25
M12-100-60/180 180 60
M12-100-100/220 220 100
M12-110-25/155 155 25
M12-125-25/170 170 25
M16-90-30/145 145 30
M16-105-30/160 160 30
M16-125-30/180 180 30
M16 M16-125-60/210 210 60
M16-125-100/250 250 100
M16-125-165/315 315 165
M16-145-30/200 200 30
M20-115-30/175 175 30
M20-170-25/230 230 25
M20 M20-170-50/255 255 50
M20-170-100/305 305 100
M20-190-50/275 275 50
M24-200-50/290 290 50
M24 M24-200-100/340 340 100
M24-225-50/315 315 50

128
Acciaio inox HCR
Acciaio zincato
Elemento Denominazione Acciaio inox A4 high corrosive
galvanicamente
resistance
Acciaio secondo Acciaio inox 1.4404, Acciaio inox HCR
DIN EN 10087, 1.4404, 1.4571, 1.4529, 1.4565,
1 Perno
zincato con procedimento 1.4362, secondo secondo EN 10088,

W-VIZ
galvanico e rivestito EN 10088, rivestito rivestito
Acciaio inox HCR
Acciaio zincato Acciaio inox, 1.4401,
1.4529, 1.4565,
2 Rondella con procedimento 1.4571, secondo
secondo EN 10088,
galvanico EN 10088
rivestito
ISO 3506, classe di
Classe di resistenza 8 ISO 3506, A4-70,
resistenza 70, acciaio
3 Dado esagonale secondo EN 20898-2, 1.4401, 1.4571,
inox 1.4529, 14565,
zincato galvanicamente secondo EN 10088
secondo EN 10088

129
Istruzioni di posa

Forare con trapa- Controllare lo Pulizia:2 soffiaggi con Avvitare il misce- Estrudere min.10
no a roto- percus- stato d’usura dello pompa manuale, 2 latore statico alla cm di resina prima
sione spazzolino con spazzolate, altri 2 cartuccia ed inse- dell’utilizzo come
apposita dima soffiaggi con pompa rirlo nella pistola scarto finché non
manuale. manifesti una colo-
Per diametri superiori razione uniforme
a M20 utilizzare pom-
pa ad aria compressa
(min 6 bar)

Iniettare partendo Inserire immedia- La resina deve Attesa dell’induri- Serrare mediante
dal basso del foro ta-mente la barra arrivare fino alla men-to in funzione chiave dinamome-
riempiendo min. a mano con leg- superficie di calce- della temperatura trica applicando
2/3 del volume gere rotazioni fino struzzo la coppia di ser-
alla marcatura raggio prescritta

Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

130
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO. Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla
linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa certificazione ETA (European Technical Approval)
del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo ed eventuali eccentricità del carico applicato.
Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

W-VIZ
Trazione V

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =
cM,s

40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
NRd,s S 10,0 12,0 16,7 16,7 23,3 32,7 36,0 36,0 38,0 38,0 38,0
(kN) A4/HCR 10,0 12,0 16,7 16,7 23,3 32,7 36,0 36,0 38,0 38,0 38,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
NRd,s S 58,7 63,3 74,0 74,0 57,1 125,3 125,3 148,0 148,0 148,0
(kN) A4/HCR 58,7 63,3 74,0 74,0 67,9 110,0 110,0 129,3 129,3 129,3

cM,s = 1,5

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N Rd,p,C20/25 $ }cls,N

131
calcestruzzo fessurato
40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
NRd,p,C20/25 50°C/80°C verifica non determinante
(kN) 72°C/120°C 3,3 5,0 8,0 8,0 8,0 10,7 13,3 13,3 20,0 20,0 20,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
NRd,p,C20/25 50°C/80°C verifica non determinante
(kN) 72°C/120°C 13,3 20,0 33,3 33,3 20,0 40,0 40,0 50,0 50,0 50,0

calcestruzzo non fessurato


40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
NRd,p,C20/25 50°C/80°C 5,0 6,0 10,7 13,3 13,3 13,3 6) 20,0 26,7 26,7 26,7
(kN) 72°C/120°C 4,0 6,0 10,7 10,7 10,7 10,7 16,7 16,7 20,0 20,0 20,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
6) 6) 6) 6)
NRd,p,C20/25 50°C/80°C 26,7 33,3 33,3 40 76,7 93,3
(kN) 72°C/120°C 16,7 26,3 33,3 33,3 26,7 50 50 63,3 63,3 63,3
6) verifica non determinante

N Rk,p cM,s = 1,5


N Rd,p =
cM,p

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

132
Resistenza di progetto a trazione per rottura conica A c,N
N Rd,c = N 0Rd,c $ }cls,N
del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante isolato e lontano dai bordi

W-VIZ
di calcestruzzo). A c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti
vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
fessurato 6,1 8,5 11,2 15,6 15,6 14,1 17,2 22,2 24,0 27,7 33,5
N 0Rd,c (kN)
non fessurato 8,5 11,9 15,6 21,9 21,9 19,7 24,1 31,2 33,7 38,8 47,1

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
N 0Rd,c (kN) fessurato 20,5 25,8 33,5 41,9 29,6 53,2 62,9 53,2 67,9 81,0
non fessurato 28,7 36,2 47,1 58,8 41,5 74,6 88,2 74,6 95,2 113,6

N 0Rk,c cM,c = 1,5


N Rd,c =
cM,c

133
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

A c,V
= 0, 5 + s
A 0c,V 2 $ s cr

s 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


(mm) M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M128) M128) M128)
40 0,67 0,63 0,617) 0,597) 0,587) 0,577)
45 0,69 0,65 0,637) 0,607) 0,597) 0,587)
50 0,71 0,67 0,64 0,61 0,61 0,607) 0,597) 0,587) 0,587) 0,577)
55 0,73 0,68 0,65 0,62 0,62 0,63 0,61 0,60 0,597) 0,587) 0,577)
60 0,75 0,70 0,67 0,63 0,63 0,64 0,63 0,61 0,607) 0,597) 0,587)
70 0,79 0,73 0,69 0,66 0,66 0,67 0,65 0,62 0,627) 0,617) 0,597)
80 0,83 0,77 0,72 0,68 0,68 0,69 0,67 0,64 0,63 0,62 0,61
90 0,88 0,80 0,75 0,70 0,70 0,71 0,69 0,66 0,65 0,64 0,62
100 0,92 0,83 0,78 0,72 0,72 0,74 0,71 0,68 0,67 0,65 0,63
110 0,96 0,87 0,81 0,74 0,74 0,76 0,73 0,69 0,68 0,67 0,65
120 1 0,90 0,83 0,77 0,77 0,79 0,75 0,71 0,70 0,68 0,66
130 1 0,93 0,86 0,79 0,79 0,81 0,77 0,73 0,72 0,70 0,67
140 1 0,97 0,89 0,81 0,81 0,83 0,79 0,75 0,73 0,71 0,69
150 1 1 0,92 0,83 0,83 0,86 0,81 0,76 0,75 0,73 0,70
160 1 1 0,94 0,86 0,86 0,88 0,83 0,78 0,77 0,74 0,71
170 1 1 0,97 0,88 0,88 0,90 0,85 0,80 0,78 0,76 0,73
180 1 1 1 0,90 0,90 0,93 0,88 0,82 0,80 0,77 0,74
190 1 1 1 0,92 0,92 0,95 0,90 0,83 0,82 0,79 0,75
200 1 1 1 0,94 0,94 0,98 0,92 0,85 0,83 0,80 0,77
210 1 1 1 0,97 0,97 1 0,94 0,87 0,85 0,82 0,78
225 1 1 1 1 1 1 0,97 0,89 0,88 0,84 0,80
240 1 1 1 1 1 1 1 0,92 0,90 0,86 0,82
270 1 1 1 1 1 1 1 0,97 0,95 0,91 0,86
285 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98 0,93 0,88
300 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,95 0,90
315 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98 0,92
330 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,94
375 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE
8) Per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, smin = 55 mm

134
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

A c,V
= 0, 5 + s
A 0c,V 2 $ s cr

s 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225

W-VIZ
(mm) M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
50 0,59 0,587)
55 0,60 0,597)
60 0,61 0,60 0,58 0,57
70 0,63 0,61 0,59 0,58
80 0,65 0,63 0,61 0,59 0,62 0,58 0,57 0,58 0,577) 0,567)
90 0,67 0,64 0,62 0,60 0,63 0,59 0,58 0,59 0,587) 0,577)
100 0,69 0,66 0,63 0,61 0,64 0,60 0,59 0,60 0,587) 0,577)
105 0,69 0,67 0,64 0,62 0,65 0,60 0,59 0,60 0,59 0,58
120 0,72 0,69 0,66 0,64 0,67 0,62 0,61 0,62 0,60 0,59
130 0,74 0,71 0,67 0,65 0,69 0,63 0,61 0,63 0,61 0,60
140 0,76 0,72 0,69 0,66 0,70 0,64 0,62 0,64 0,62 0,60
150 0,78 0,74 0,70 0,67 0,72 0,65 0,63 0,65 0,63 0,61
160 0,80 0,75 0,71 0,68 0,73 0,66 0,64 0,66 0,63 0,62
170 0,81 0,77 0,73 0,70 0,75 0,67 0,65 0,67 0,64 0,63
180 0,83 0,79 0,74 0,71 0,76 0,68 0,66 0,68 0,65 0,63
190 0,85 0,80 0,75 0,72 0,78 0,69 0,67 0,69 0,66 0,64
200 0,87 0,82 0,77 0,73 0,79 0,70 0,68 0,70 0,67 0,65
210 0,89 0,83 0,78 0,74 0,80 0,71 0,68 0,71 0,68 0,66
225 0,92 0,86 0,80 0,76 0,83 0,72 0,70 0,72 0,69 0,67
240 0,94 0,88 0,82 0,78 0,85 0,74 0,71 0,74 0,70 0,68
270 1 0,93 0,86 0,81 0,89 0,76 0,74 0,76 0,73 0,70
285 1 0,95 0,88 0,83 0,91 0,78 0,75 0,78 0,74 0,71
300 1 0,98 0,90 0,84 0,93 0,79 0,76 0,79 0,75 0,72
315 1 1 0,92 0,86 0,96 0,81 0,78 0,81 0,76 0,73
330 1 1 0,94 0,88 0,98 0,82 0,79 0,82 0,78 0,74
375 1 1 1 0,93 1 0,87 0,83 0,87 0,81 0,78
435 1 1 1 1 1 0,93 0,88 0,93 0,86 0,82
470 1 1 1 1 1 0,96 0,91 0,96 0,89 0,85
510 1 1 1 1 1 1 0,95 1 0,93 0,88
570 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98 0,92
600 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,94
675 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE

135
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo

A c,N
= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,N c cr,N

c 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


(mm) M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M128) M128) M128)
40 0,75 0,66 0,607) 0,557)
45 0,81 0,70 0,647) 0,577)
50 0,87 0,75 0,67 0,60 0,60 0,587) 0,547) 0,537) 0,527) 0,497)
55 0,93 0,80 0,71 0,63 0,63 0,65 0,61 0,57 0,55 0,53 0,51
60 1 0,85 0,75 0,66 0,66 0,68 0,64 0,59 0,57 0,55 0,53
65 1 0,90 0,79 0,69 0,69 0,72 0,66 0,61 0,59 0,57 0,54
70 1 0,95 0,83 0,72 0,72 0,75 0,69 0,63 0,62 0,59 0,56
75 1 1 0,87 0,75 0,75 0,78 0,72 0,65 0,64 0,61 0,57
80 1 1 0,91 0,78 0,78 0,82 0,75 0,68 0,66 0,63 0,59
85 1 1 0,96 0,81 0,81 0,85 0,78 0,70 0,68 0,65 0,61
90 1 1 1 0,85 0,85 0,89 0,81 0,73 0,70 0,67 0,62
95 1 1 1 0,88 0,88 0,93 0,84 0,75 0,73 0,69 0,64
100 1 1 1 0,91 0,91 0,96 0,87 0,77 0,75 0,71 0,66
105 1 1 1 0,95 0,95 1 0,90 0,80 0,77 0,73 0,68
110 1 1 1 1 1 1 0,93 0,83 0,80 0,75 0,69
115 1 1 1 1 1 1 0,97 0,85 0,82 0,77 0,71
120 1 1 1 1 1 1 1 0,88 0,85 0,79 0,73
130 1 1 1 1 1 1 1 0,93 0,90 0,84 0,77
140 1 1 1 1 1 1 1 1 0,95 0,88 0,81
150 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,93 0,85
160 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98 0,89
170 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,93
180 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,97
190 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE
8) Per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, smin = 55 mm

136
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo

A c,N
= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,N c cr,N

c 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225

W-VIZ
(mm) M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
50 0,56 0,527)
55 0,58 0,547)
60 0,60 0,56 0,53 0,50
65 0,63 0,58 0,54 0,51
70 0,65 0,60 0,56 0,53
75 0,67 0,62 0,57 0,54
80 0,70 0,64 0,59 0,55 0,61 0,52 0,50 0,52 0,497) 0,487)
85 0,72 0,66 0,61 0,57 0,63 0,53 0,51 0,53 0,507) 0,497)
90 0,75 0,68 0,62 0,58 0,65 0,55 0,52 0,55 0,517) 0,497)
95 0,78 0,71 0,64 0,60 0,67 0,56 0,53 0,56 0,527) 0,507)
100 0,80 0,73 0,66 0,61 0,69 0,57 0,54 0,57 0,537) 0,517)
105 0,83 0,75 0,68 0,63 0,71 0,58 0,55 0,58 0,54 0,52
110 0,86 0,77 0,69 0,64 0,73 0,59 0,57 0,59 0,55 0,53
115 0,88 0,80 0,71 0,66 0,75 0,61 0,58 0,61 0,56 0,54
120 0,91 0,82 0,73 0,67 0,77 0,62 0,59 0,62 0,57 0,55
130 0,97 0,86 0,77 0,70 0,81 0,64 0,61 0,64 0,59 0,56
140 1 0,91 0,81 0,73 0,85 0,67 0,63 0,67 0,62 0,58
150 1 0,96 0,85 0,77 0,90 0,70 0,65 0,70 0,64 0,60
160 1 1 0,89 0,80 0,94 0,72 0,68 0,72 0,66 0,62
170 1 1 0,93 0,83 0,99 0,75 0,70 0,75 0,68 0,64
180 1 1 0,97 0,87 1 0,78 0,73 0,78 0,70 0,66
190 1 1 1 0,90 1 0,81 0,75 0,81 0,73 0,68
200 1 1 1 0,94 1 0,83 0,77 0,83 0,75 0,70
220 1 1 1 1 1 0,89 0,83 0,89 0,80 0,74
240 1 1 1 1 1 0,95 0,88 0,95 0,85 0,78
260 1 1 1 1 1 1 0,93 1 0,90 0,82
280 1 1 1 1 1 1 0,99 1 0,95 0,87
300 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,91
320 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,96
340 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE

137
Resistenza di progetto a trazione A c,N
N Rd,sp = N 0Rd,sp $ }cls,N $ }h,sp
per fessurazione NRd,sp A 0c,N

calcestruzzo fessurato
40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
50°C/80°C 6,1 8,5 11,2 15,6 15,6 14,1 17,2 22,2 24,0 27,7 33,5
N 0Rd,sp (kN)
72°C/120°C 3,3 5,0 8,0 8,0 8,0 10,7 13,3 13,3 20,0 20,0 20,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
50°C/80°C 20,5 25,8 33,5 41,9 29,6 53,2 62,9 53,2 67,9 81,0
N 0Rd,sp (kN)
72°C/120°C 13,3 20,0 33,3 33,3 20,0 40,0 40,0 50,0 50,0 50,0

calcestruzzo non fessurato


40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
N 0Rd,sp (kN) 50°C/80°C 5,0 6,0 10,7 13,3 13,3 13,3 24,1 20,0 26,7 26,7 26,7
72°C/120°C 4,0 6,0 10,7 10,7 10,7 10,7 16,7 16,7 20,0 20,0 20,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
50°C/80°C 26,7 33,3 33,3 40,0 41,5 74,6 76,7 74,6 95,2 93,3
N 0Rd,sp (kN)
72°C/120°C 16,7 23,3 33,3 33,3 26,7 50,0 50,0 63,3 63,3 63,3

}h,sp = c h m # 1, 5
3

2h ef

N 0Rk,sp
N 0Rd,c = cM,sp = 1, 5
cM,sp

138
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

A c,N s
0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr, sp

s 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125

W-VIZ
(mm) M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M128) M128) M128)
40 0,67 0,63 0,617) 0,59
45 0,69 0,65 0,637) 0,60
50 0,71 0,67 0,64 0,61 0,61
55 0,73 0,68 0,65 0,62 0,62 0,63 0,61 0,60
60 0,75 0,70 0,67 0,63 0,63 0,64 0,63 0,61
70 0,78 0,73 0,69 0,66 0,66 0,67 0,65 0,62
80 0,80 0,77 0,72 0,68 0,68 0,69 0,67 0,64 0,63 0,62 0,61
90 0,83 0,80 0,75 0,70 0,70 0,71 0,69 0,66 0,65 0,64 0,62
105 0,86 0,85 0,79 0,73 0,73 0,75 0,72 0,68 0,68 0,66 0,64
120 0,90 0,90 0,83 0,77 0,77 0,79 0,75 0,71 0,70 0,68 0,66
130 0,93 0,93 0,86 0,79 0,79 0,81 0,77 0,73 0,72 0,70 0,67
150 0,98 1 0,92 0,83 0,83 0,86 0,81 0,76 0,75 0,73 0,70
170 1 1 0,97 0,88 0,88 0,90 0,85 0,80 0,78 0,76 0,73
190 1 1 1 0,92 0,92 0,95 0,90 0,83 0,82 0,79 0,75
210 1 1 1 0,97 0,97 1 0,94 0,87 0,85 0,82 0,78
230 1 1 1 1 1 1 0,98 0,90 0,88 0,84 0,81
250 1 1 1 1 1 1 1 0,94 0,92 0,86 0,83
270 1 1 1 1 1 1 1 0,97 0,95 0,88 0,86
300 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,91 0,90
325 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,93 0,93
350 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,96 0,97
375 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98 1
400 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A 0c,N .
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE
8) Per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, smin = 55 mm

139
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

A c,N s
0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr, sp

s 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


(mm) M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
50 0,59 0,587)
55 0,60 0,597)
60 0,61 0,60 0,58 0,57
70 0,63 0,61 0,59 0,58
80 0,65 0,63 0,61 0,59 0,62 0,58 0,57 0,58 0,577) 0,567)
90 0,67 0,64 0,62 0,60 0,63 0,59 0,58 0,59 0,587) 0,577)
105 0,69 0,67 0,64 0,62 0,65 0,60 0,59 0,60 0,59 0,58
120 0,72 0,69 0,66 0,64 0,67 0,62 0,61 0,62 0,60 0,59
130 0,73 0,71 0,67 0,65 0,69 0,63 0,61 0,63 0,61 0,60
150 0,76 0,74 0,70 0,67 0,72 0,65 0,63 0,65 0,63 0,61
170 0,79 0,76 0,73 0,70 0,75 0,67 0,65 0,67 0,64 0,63
190 0,82 0,79 0,75 0,72 0,78 0,69 0,67 0,69 0,66 0,64
210 0,85 0,82 0,78 0,74 0,80 0,71 0,68 0,71 0,68 0,66
230 0,88 0,84 0,81 0,76 0,83 0,73 0,70 0,73 0,69 0,67
250 0,91 0,87 0,83 0,79 0,86 0,75 0,72 0,75 0,71 0,69
270 0,94 0,89 0,86 0,81 0,89 0,76 0,74 0,76 0,73 0,70
300 0,99 0,93 0,90 0,84 0,93 0,79 0,76 0,79 0,75 0,72
325 1 0,96 0,93 0,87 0,97 0,82 0,79 0,82 0,77 0,74
350 1 1 0,97 0,90 1 0,84 0,81 0,84 0,79 0,76
375 1 1 1 0,93 1 0,87 0,83 0,87 0,81 0,78
400 1 1 1 0,96 1 0,89 0,85 0,89 0,83 0,80
425 1 1 1 0,99 1 0,92 0,87 0,92 0,85 0,81
450 1 1 1 1 1 0,94 0,89 0,94 0,88 0,83
500 1 1 1 1 1 0,99 0,94 0,99 0,92 0,87
550 1 1 1 1 1 1 0,98 1 0,96 0,91
600 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,94
650 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,98
700 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A 0c,N .
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE

140
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
A c,N
0 = c 0, 5 + s mc 0, 7 + 0, 3 $ m
c c
A c,N cr, sp c cr, sp

c 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125

W-VIZ
(mm) M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M128) M128) M128)
40 0,56 0,66 0,607) 0,557)
45 0,58 0,70 0,647) 0,577)
50 0,60 0,75 0,67 0,60 0,60 0,507) 0,547) 0,537) 0,507) 0,497)
55 0,62 0,80 0,70 0,63 0,63 0,65 0,51 0,57 0,55 0,51 0,51
60 0,64 0,85 0,72 0,66 0,66 0,68 0,53 0,58 0,57 0,51 0,52
65 0,66 0,90 0,74 0,69 0,69 0,71 0,55 0,59 0,59 0,52 0,53
70 0,68 0,95 0,76 0,72 0,72 0,73 0,57 0,60 0,60 0,53 0,53
75 0,70 1 0,78 0,74 0,74 0,74 0,58 0,61 0,61 0,53 0,54
80 0,72 1 0,80 0,75 0,75 0,76 0,60 0,62 0,62 0,54 0,55
85 0,74 1 0,82 0,76 0,76 0,78 0,62 0,63 0,63 0,55 0,55
90 0,76 1 0,84 0,77 0,77 0,79 0,64 0,65 0,65 0,56 0,56
95 0,79 1 0,86 0,78 0,78 0,81 0,65 0,66 0,66 0,56 0,57
100 0,81 1 0,88 0,79 0,79 0,83 0,67 0,67 0,67 0,57 0,58
105 0,83 1 0,90 0,81 0,81 0,85 0,69 0,68 0,68 0,58 0,58
120 0,90 1 0,97 0,84 0,84 0,90 0,75 0,71 0,72 0,60 0,61
130 0,95 1 1 0,87 0,87 0,94 0,79 0,73 0,75 0,61 0,62
140 1 1 1 0,89 0,89 0,97 0,83 0,76 0,78 0,63 0,64
150 1 1 1 0,92 0,92 1 0,87 0,78 0,80 0,64 0,65
160 1 1 1 0,94 0,94 1 0,92 0,80 0,83 0,66 0,67
170 1 1 1 0,97 0,97 1 0,96 0,83 0,86 0,67 0,69
180 1 1 1 1 1 1 1 0,85 0,89 0,69 0,70
190 1 1 1 1 1 1 1 0,88 0,92 0,70 0,72
200 1 1 1 1 1 1 1 0,90 0,95 0,72 0,74
220 1 1 1 1 1 1 1 0,95 1 0,75 0,77
240 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,78 0,80
260 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,82 0,84
280 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,85 0,88
300 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,88 0,91
320 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,92 0,95
340 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,96 0,99
360 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0,99 1
400 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
0
I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A c,N .
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE
8) Per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, smin = 55 mm

141
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo

A c,N
0 = c 0, 5 + s mc 0, 7 + 0, 3 $ m
c c
A c,N cr, sp c cr, sp

c 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


(mm) M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
50 0,48 0,477)
55 0,49 0,487)
60 0,50 0,49 0,53 0,50
65 0,51 0,50 0,54 0,51
70 0,53 0,51 0,56 0,53
75 0,54 0,52 0,57 0,54
80 0,55 0,53 0,59 0,55 0,52 0,46 0,49 0,46 0,447) 0,487)
85 0,56 0,54 0,61 0,56 0,53 0,47 0,49 0,47 0,457) 0,497)
90 0,57 0,55 0,62 0,57 0,54 0,47 0,50 0,47 0,457) 0,497)
95 0,58 0,56 0,64 0,58 0,55 0,48 0,50 0,48 0,467) 0,507)
100 0,60 0,57 0,66 0,59 0,56 0,49 0,51 0,49 0,477) 0,517)
105 0,61 0,58 0,68 0,60 0,58 0,50 0,51 0,50 0,47 0,52
120 0,65 0,61 0,73 0,62 0,61 0,52 0,53 0,52 0,49 0,55
130 0,67 0,63 0,76 0,64 0,64 0,54 0,54 0,54 0,50 0,56
140 0,70 0,65 0,78 0,66 0,66 0,55 0,55 0,55 0,52 0,58
150 0,73 0,67 0,81 0,67 0,69 0,57 0,56 0,57 0,53 0,60
160 0,75 0,70 0,83 0,69 0,72 0,58 0,58 0,58 0,54 0,62
170 0,78 0,72 0,85 0,71 0,74 0,60 0,59 0,60 0,56 0,64
180 0,81 0,74 0,88 0,73 0,77 0,62 0,60 0,62 0,57 0,66
190 0,84 0,77 0,90 0,74 0,80 0,63 0,61 0,63 0,59 0,68
200 0,87 0,79 0,93 0,76 0,83 0,65 0,62 0,65 0,60 0,69
220 0,93 0,84 0,98 0,80 0,89 0,69 0,65 0,69 0,63 0,72
240 0,99 0,89 1 0,84 0,95 0,72 0,67 0,72 0,66 0,75
260 1 0,94 1 0,88 1 0,76 0,70 0,76 0,69 0,79
280 1 1 1 0,92 1 0,80 0,72 0,80 0,72 0,82
300 1 1 1 0,96 1 0,84 0,75 0,84 0,75 0,85
320 1 1 1 1 1 0,88 0,78 0,88 0,78 0,88
340 1 1 1 1 1 0,92 0,81 0,92 0,81 0,92
360 1 1 1 1 1 0,96 0,83 0,96 0,85 0,95
380 1 1 1 1 1 1 0,86 1 0,88 0,99
400 1 1 1 1 1 1 0,89 1 0,92 1
450 1 1 1 1 1 1 0,97 1 1 1
500 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A 0c,N .
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE

142
NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c; NRd,sp)

W-VIZ
Taglio

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s V Rd,s =
cM,s

40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125


M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
VRd,s S 11,2 11,2 16,8 16,8 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2
(kN) A4/HCR 12,0 12,0 18,4 18,4 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2 27,2

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
VRd,s S 50,4 50,4 50,4 50,4 50,0 119,2 119,2 142,4 142,4 142,4
(kN) A4/HCR 50,4 50,4 50,4 50,4 61,4 104,8 104,8 124,8 124,8 124,8
le resistenze a taglio per M20 e M24 si riferiscono al caso in cui la parte filettata si trovi ad una distanza di almeno 0,5 tfix dal bordo del
materiale base. In caso contrario è necessario ridurre i valori di resistenza a taglio per 1,52 per M20 e 1,26 per M24

In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M 0Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h


Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.
40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M12 M12 M12
S 24 24 48 48 84 84 84 84 84 84 84
M 0Rd,s (Nm)
A4/HCR 24 24 48 48 84 84 84 84 84 84 84

90 105 125115 145 170 190 170 200 225


M20 M20 M20 M24 M24 M24
M16 M16 M16 M16
(LG) (LG) (LG) (LG) (LG) (LG)
S 212,8 212,8 212,8 212,8 280 415,2 415,2 716,8 716,8 716,8
M 0Rd,s (Nm) A4/HCR 212,8 212,8 212,8 212,8 324,3 363,2 363,2 627,2 627,2 627,2

143
M 0Rk,s cM,s = 1,25
M 0Rd,s =
cM,s 1,40 per 115 M20

Resistenza di progetto per pryout/scalzamento del VRd,cp = k $ N Rd,c


calcestruzzoVRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

k = 2,0

VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5 • c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato
}h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
per il coefficiente
Si veda il capitolo introduttivo. A 0c,V
0 è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
A c,V
isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo). A c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo
del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del
manuale per ulteriori chiarimenti.

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

calcestruzzo calcestruzzo
fessurato non fessurato
}ucr 1,0 1,4

144
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di un singolo ancorante sollecitato a taglio
ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1

W-VIZ
A 0c,V
c 40 50 60 75 75 70 80 95 100 110 125
(mm) M8 M8 M10 M10 M12 M12 M12 M12 M128) M128) M128)
40 1,58 1,66 1,817) 1,907)
45 1,89 1,98 2,167) 2,267)
50 2,21 2,31 2,53 2,65 2,65 2,817) 2,917) 2,947) 3,007) 3,077)
55 2,55 2,67 2,92 3,06 3,06 3,16 3,24 3,36 3,39 3,46 3,55
60 2,91 3,04 3,33 3,48 3,48 3,60 3,70 3,83 3,87 3,94 4,04
65 3,28 3,43 3,76 3,93 3,93 4,06 4,17 4,31 4,36 4,44 4,56
70 3,67 3,83 4,20 4,39 4,39 4,54 4,66 4,82 4,87 4,96 5,09
75 4,07 4,25 4,66 4,87 4,87 5,03 5,17 5,35 5,40 5,51 5,65
80 4,48 4,68 5,13 5,36 5,36 5,54 5,69 5,89 5,95 6,07 6,22
85 4,90 5,13 5,62 5,87 5,87 6,07 6,23 6,45 6,52 6,64 6,81
90 5,34 5,59 6,12 6,40 6,40 6,61 6,79 7,03 7,10 7,24 7,42
95 5,80 6,06 6,64 6,94 6,94 7,17 7,36 7,62 7,70 7,85 8,05
100 6,26 6,54 7,17 7,50 7,50 7,74 7,95 8,23 8,32 8,48 8,70
105 6,73 7,04 7,71 8,07 8,07 8,33 8,56 8,86 8,95 9,12 9,36
120 8,23 8,60 9,42 9,85 9,85 10,18 10,45 10,82 10,93 11,14 11,43
130 9,28 9,70 10,63 11,11 11,11 11,48 11,79 12,20 12,33 12,56 12,89
140 10,37 10,84 11,88 12,42 12,42 12,83 13,17 13,64 13,78 14,04 14,40
150 11,50 12,02 13,17 13,77 13,77 14,23 14,61 15,12 15,28 15,57 15,98
180 15,12 15,80 17,31 18,10 18,10 18,70 19,21 19,88 20,08 20,47 21,00
200 17,70 18,51 20,28 21,20 21,20 21,90 22,50 23,28 23,52 23,97 24,60
220 20,42 21,36 23,39 24,46 24,46 25,27 25,95 26,86 27,14 27,66 28,38
240 23,27 24,33 26,66 27,87 27,87 28,79 29,57 30,60 30,92 31,52 32,33
250 24,74 25,87 28,34 29,63 29,63 30,61 31,44 32,54 32,87 33,51 34,37
300 32,52 34,01 37,25 38,95 38,95 40,24 41,33 42,77 43,21 44,04 45,18
340 39,24 41,03 44,95 47,00 47,00 48,55 49,86 51,61 52,14 53,14 54,52
420 53,87 56,33 61,71 64,53 64,53 66,65 68,46 70,85 71,58 72,96 74,85
500 69,98 73,17 80,16 83,81 83,81 86,58 88,92 92,03 92,98 94,77 97,22
600 91,99 96,19 105,37 110,18 110,18 113,81 116,89 120,98 122,22 124,58 127,80
7) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato = Ancoraggio non conforme al BTE
8) Per distanze dal bordo c ≥ 80 mm, smin = 55 mm

145
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di un singolo ancorante sollecitato a taglio
ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V

c 90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


(mm) M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
50 3,10 3,207)
55 3,58 3,697)
60 4,08 4,21 4,36 4,49
65 4,60 4,75 4,91 5,06
70 5,14 5,30 5,49 5,66
75 5,70 5,88 6,09 6,27
80 6,28 6,48 6,71 6,91 7,01 7,78 7,95 7,97 8,237) 8,437)
85 6,88 7,10 7,35 7,57 7,68 8,52 8,71 8,73 9,017) 9,237)
90 7,50 7,73 8,01 8,25 8,36 9,28 9,49 9,51 9,827) 10,067)
95 8,13 8,38 8,68 8,94 9,07 10,07 10,29 10,31 10,657) 10,907)
100 8,78 9,06 9,38 9,66 9,79 10,87 11,11 11,13 11,507) 11,787)
105 9,45 9,74 10,09 10,39 10,54 11,70 11,96 11,98 12,38 12,67
120 11,54 11,90 12,33 12,70 12,87 14,29 14,61 14,64 15,12 15,48
130 13,01 13,42 13,90 14,32 14,52 16,11 16,47 16,50 17,05 17,46
140 14,54 15,00 15,53 16,00 16,22 18,01 18,41 18,44 19,05 19,51
150 16,13 16,64 17,23 17,75 17,99 19,97 20,42 20,46 21,13 21,63
180 21,20 21,87 22,64 23,33 23,65 26,25 26,84 26,89 27,78 28,44
200 24,84 25,61 26,52 27,32 27,70 30,75 31,44 31,49 32,53 33,31
220 28,65 29,55 30,60 31,52 31,96 35,47 36,27 36,33 37,53 38,43
240 32,65 33,67 34,86 35,91 36,41 40,42 41,33 41,40 42,77 43,79
250 34,71 35,79 37,07 38,18 38,71 42,97 43,94 44,01 45,47 46,55
300 45,63 47,05 48,72 50,19 50,89 56,48 57,75 57,86 59,77 61,19
340 55,05 56,77 58,79 60,56 61,40 68,15 69,68 69,81 72,11 73,83
420 75,58 77,94 80,71 83,14 84,30 93,57 95,67 95,84 99,01 101,4
500 98,17 101,20 104,80 108 110 121,5 124,3 124,5 128,6 131,7
600 129,10 133,10 137,80 142 144 159,80 163,40 163,60 169,10 173,10

= Ancoraggio non conforme al BTE


V

146
classe }cls }a,V aV area 2
C20/25 1 1 0°≤aV≤55° area 3
C25/30 1,1 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90° V
area 1
C28/35 1,18 2 90°<aV≤180°
C32/40 1,26 αV
C35/45 1,34 aV è l’angolo di inclinazione della

W-VIZ
C40/50 1,41 forza di taglio rispetto alla normale
C45/55 1,48 al bordo considerato
C50/60 1,55
Il valore di V 0Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per A c,V .
0
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo A c,V
di due ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula:
A c,V 1
0 = 2 $ ` 1+ 3c j
s
A c,V
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la seguente
formula:
A c,V 1 ^n - 1h $ s
0 = n $ c 1+ 3c
m
A c,V

147
148
Distanza dal bordo c (mm)

A 0c,V
A c,V
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,90 0,94 1 120
0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180
0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,93 0,95 0,97

Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante


0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420
0,88 0,92 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 550
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

Verifica combinata taglio/trazione

W-VIZ
c m c m
N sd h + Vsd h # 1 Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio
N Rd VRd h = 1,5 altrimenti

Verifiche di esercizio

Nello stato limite di servizio deve essere dimostrato che gli spostamenti che si verificano nel corso delle azioni
caratteristiche non superino lo spostamento ammissibile. Lo spostamento ammissibile dipende dal tipo di applicazione
e deve essere valutato dal progettista. Lo spostamento caratteristico viene definito nel Benestare Tecnico Europeo in
corrispondenza di una definita sollecitazione di trazione e di taglio.
Si può assumere che lo spostamento sia una funzione lineare del carico applicato che interpola tale valore
caratteristico. Nel caso di azioni combinate a taglio e trazione si può effettuare la somma vettoriale degli spostamenti
delle singole componenti. Sotto le azioni di taglio è necessario tenere in considerazione l’influenza della larghezza
del foro nell’eventuale piastra di fissaggio rispetto al diametro della barra dell’ancorante.
Questa verifica richiede normalmente l’impiego di fattori di sicurezza parziali sulle azioni e sulle resistenze unitari.

40 50 60 75 7075 80 95 100 110 125


Misura dell'ancorante
M8 M8 M10 M10 M12
M12 M12 M12 M12 M12 M12
Trazione N kN 4,3 6,1 8,0 11,1 11,1
10,0 12,3 15,9 17,1 19,8 24,0
Spostamenti cls dN0 mm 0,5 0,5 0,5 0,6 0,6
0,6 0,6 0,6 0,6 0,7 0,7
fessurato dN3 mm 1,3
Trazione N kN 4,3 8,5 11,1 15,6 15,6 14,1 17,2 19,0 24,0 23,8 23,8
Spostamenti cls dN0 mm 0,2 0,4 0,4 0,4 0,4 0,4 0,4 0,4 0,4 0,4 0,6
non fessurato dN3 mm 1,3
Taglio cls non
V kN 8,3 8,3 13,3 13,3 19,3 19,3 19,3 19,3 19,3 19,3 19,3
fessurato
Spostamenti dV0 mm 2,4 2,5 2,9 2,9 3,3 3,3 3,3 3,3 3,3 3,3 3,3
corrispondenti dV3 mm 3,6 3,8 4,4 4,4 5,0 5,0 5,0 5,0 5,0 5,0 5,0

90 105 125 145 115 170 190 170 200 225


Misura dell'ancorante
M16 M16 M16 M16 M20 M20 M20 M24 M24 M24
Trazione N kN 14,6 18,4 24,0 30,0 21,1 38,0 44,9 38,0 48,5 57,9
Spostamenti dN0 mm 0,7 0,7 0,7 0,8 0,7 0,8 0,8 0,8 0,9 0,9
cls fessurato dN3 mm 1,3 1,1 1,3
Trazione N kN 20,5 25,9 33,0 35,7 29,6 53,3 63,0 53,3 67,9 81,1
Spostamenti dN0 mm 0,6 0,6 0,6 0,6 0,5 0,6 0,6 0,6 0,6 0,6
cls non fessurato dN3 mm 1,3 1,1 1,3
Taglio cls non 75 75 89 89 89
V kN 36 36 36 36 44
fessurato (49) (49) (71) (71) (71)
4,3 4,3 4,6 4,6 4,6
dV0 mm 3,8 3,8 3,8 3,8 3,0
Spostamenti (3,0) (3,0) (3,5) (3,5) (3,5)
corrispondenti 6,5 6,5 6,9 6,9 6,9
dV3 mm 5,7 5,7 5,7 5,7 4,5
(4,5) (4,5) (5,3) (5,3) (5,3)
149
Resistenza al fuoco
Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura
Classe di resistenza
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
al fuoco (minuti)
3,00 7,00 10,00 12,00 18,70 27,00 R30
Resistenza a trazione
0,30 0,90 2,80 6,30 9,90 14,30 R60
Nmax (kN)
- 0,30 1,30 4,40 6,90 9,90 R90
- - 0,80 3,40 5,30 7,60 R120
hef,min (mm) 50 60 80 125 170 200

I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante.
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 1363-1: 1999-10

Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo di classi C20/25 a C50/60
fessurato e non fessurato (opzione 1), mediante sistema composto da una cartuccia contenente ancorante chimico a
due componenti (resina in vinilestere senza stirene + induritore) Würth WIT-VM100 e da barre con parte sagomata
con coni, comprensive di dado e rondella, come indicato dal relativo Benestare Tecnico Europeo in acciaio zincato
bianco, a caldo (classe 5.8 o 8.8) o inox classe A4/70 o HCR/70. La procedura di installazione dell’ancorante deve
avvenire secondo le specifiche e con gli accessori prescritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo, in fori asciutti o
bagnati per diametri M12, M16, M20 e M24 e in fori asciutti o umidi per diametri M8 e M10 e in ambienti
chimicamente aggressivi. Il sistema deve essere idoneo all’impiego a temperature comprese tra -40°C e +120°C.
La temperatura di esercizio è comunque prevista dal progettista. L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere
certificazione di resistenza al fuoco IBMB secondo DIN-EN 1363-1:1999-10.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta o permanente
immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua di mare, in atmosfera contenente cloro
ad es. piscine chiuse, atmosfere con estremo inquinamento chimico quali impianti di desolforazione fumi oppure
gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per sciogliere il ghiaccio);
Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni, in ambienti umidi e in condizioni particolarmente
aggressive, quali la ripetuta o permanente immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua
di mare, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento chimico,
ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per
sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissaggio.
E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo
Benestare Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed
i requisiti degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

150
Sistema ad iniezione W-VI con ancorante chimico WIT-VM 200

W-VI
Technical
software
dimensio
di

na
ftware
resina barra filettata con barra filettata barra filettata in barra filettata

mento
WIT-VM 200 zincatura galvanica zincata a caldo acciaio inox A4 in acciaio hcr

So
Certificazioni Cartatteristiche
Bte opzione 7 Marcatura ce Calcestruzzo Carichi Resistenza High corrosive
pesanti corrosione resistance

INOX INOX
Kg A4 HCR

Resistenza al fuoco Interasse e distan- Foro bagnato Temperatura Vita utile


za dai bordi ridotti

-40° 50
 +120° ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• sistema di ancoraggio composto da una resina ed una barra filettata in acciaio zincato bianco,
a caldo 5.8 e 8.8, in acciaio inossidabile A4 o HCR
• calcestruzzo non fessurato asciutto, bagnato ed in ambienti particolarmente aggressivi,
in relazione al materiale impiegato
• ottimizzazione del consumo di resina e rapido indurimento
• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• Cartuccia contenente resina vinilestere ed induritore – senza stirene
• barra filettata pretagliata in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• barra filettata pretagliata in acciaio zincato a caldo ≥ 40μm
• barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile A4
• barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA 05/0034, Opzione 7 per calcestruzzo non fessurato
• Resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3531/501/08 secondo DIN EN 1363-1:1999-10

151
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi
Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Resistenza caratteristica N Rk 16,0 25,0 35,0 50,0 95,0 115,0 170,0
kN di progetto NRd 10,7 16,7 23,3 33,3 63,3 76,7 113,3
a trazione ammissibile NRamm 7,6 11,9 16,7 23,8 45,2 54,8 81,0
Resistenza caratteristica VRk 11,0* 17,4* 25,3* 47,1* 73,5* 105,9* 168,3*
kN di progetto VRd 8,8* 13,9* 20,2* 37,7* 58,8* 84,7* 134,6*
a taglio ammissibile VRamm 6,3* 9,9* 14,5* 26,9* 42,0* 60,5* 96,2*
Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 8.8
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Resistenza caratteristica N Rk 16,0 25,0 35,0 50,0 95,0 115 170
kN di progetto NRd 10,7 16,7 23,3 33,3 63,3 76,7 113,3
a trazione ammissibile NRamm 7,6 11,9 16,7 23,8 45,2 54,8 81,0
Resistenza caratteristica VRk 17,6* 27,8* 40,5* 75,4* 117,6* 169,4* 269,3*
kN di progetto VRd 14,1* 22,3* 32,4* 60,3* 94,1* 135,6* 215,4*
a taglio ammissibile VRamm 10,0* 15,9* 23,1* 43,1* 67,2* 96,8* 153,9*
Ancoranti con barre filettate in acciaio inox A4 e HCR classe 70
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Resistenza caratteristica N Rk 16,0 25,0 35,0 50,0 95,0 115,0 170,0
kN di progetto NRd 10,7 16,7 23,3 33,3 63,3 76,7 97,9*
a trazione ammissibile NRamm 7,6 11,9 16,7 23,8 45,2 54,8 69,9*
Resistenza caratteristica VRk 15,4* 24,4* 35,4* 65,9* 102,9* 148,3* 235,6*
kN di progetto VRd 9,9* 15,6* 22,7* 42,3* 66,0* 95,0* 99,0*
a taglio ammissibile VRamm 7,0* 11,2* 16,2* 30,2* 47,1* 67,9* 70,7*
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg
I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:
• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• foro asciutto
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• temperatura continuativa massima di 50°C e temperatura temporanea massima di 80°C
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• resistenza a taglio dell’acciaio valutata in base alla norma NTC 2008 (D.M. 14 gennaio 2008)
Condizioni di posa
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Diametro nominale punta del trapano mm d0 10 12 14 18 22 26 32
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 9 12 14 18 22 26 33
Profondità del foro mm h0 80 90 110 125 170 210 270
Profondità di ancoraggio mm hef 80 90 110 125 170 210 270
Coppia di serraggio Nm Tinst 10 20 40 60 120 150 300
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 55 65 85 105 135
Distanza minima dai bordi mm cmin 40 45 55 65 85 105 135
Spessore minimo del supporto standard
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 130 160 200 220 280 350
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr 160 180 220 250 340 420 540
Distanza critica dai bordi mm ccr 80 90 110 125 170 210 270
Spessore minimo del supporto ridotto
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
Spessore minimo ridotto del supporto mm hmin,red - 120 140 160 - - -
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,red - 145 180 200 - - -
Distanza critica dai bordi mm ccr,red - 290 360 400 - - -

152
L
c h0
s hef
c
c s
h

Ødf
>h tfix
Dimensioni dell’ancorante

W-VI
Øx
lunghezza M8x110 M8x150 M10x115 M10x130 M10x165 M10x190 M12x135 M12x160 M12x220 M12x250 M12x300
(mm)
spessore
max
20 60 15 30 65 90 10 35 85 125 175
serrabile
(mm)
Profondità
di posa 80 90 110
(mm)

Øx
lunghezza M16x165 M16x190 M16x230 M16x250 M16x300 M20x220 M20x260 M20x300 M24x260 M24x300
(mm)
spessore
max
20 45 85 105 155 20 60 100 15 55
serrabile
(mm)
Profondità
di posa 125 170 210
(mm)

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30


Area della sezione reagente As mm2 36,6 58 84,3 157 245 353 561

Classe del materiale 5.8 8.8 50 70


Resistenza caratteristica ultima a trazione (N/mm2) fuk 500 800 500 700
Resistenza caratteristica di snervamento a trazione (N/mm2) fyk 400 640 210 450
Acciaio zincato con Acciaio zincato a caldo
Componente Denominazione procedimento galvanico ≥ 5μm, fvz ≥ 40μm,
secondo EN ISO 4042 secondo EN ISO 1461
Acciaio di classe di resistenza 5.8, 8.8 Acciaio di classe di resistenza
1 Barra d’ancoraggio
secondo EN ISO 898-1 5.8, 8.8 secondo EN ISO 898-1
Classe di resistenza 8 secondo EN
Dado esagonale secon- Classe di resistenza 8 secondo
2 20898-2, zincato con procedimento
do DIN 934 EN 20898-2, zincato a caldo
galvanico
Acciaio zincato con procedimento
3 Rondella Acciaio zincato a caldo
galvanico
4 Ancorante chimico Resina vinilestere senza stirene

153
Compo- Acciaio inox ad alta resistenza alla
Denominazione Acciaio inox A4
nente corrosione HCR
Acciaio inox, 1.4401, 1.4404, 1.4571, Acciaio inox ad alta resistenza alla corrosione,
Barra EN 10088 1.4529, 1.4565, EN 10088
1
d’ancoraggio > M24: classe di resistenza 50 EN ISO 3506 > M24: classe di resistenza 50 EN ISO 3506
≤ M24: classe di resistenza 70 EN ISO 3506 ≤ M24: classe di resistenza 70 EN ISO 3506
Acciaio inox, 1.4401, 1.4404, 1.4571, Acciaio inox ad alta resistenza alla corrosione,
Dado esagonale EN 10088 1.4529, 1.4565, EN 10088
2
secondo DIN 934 > M24: classe di resistenza 50 EN ISO 3506 > M24: classe di resistenza 50 EN ISO 3506
≤ M24: classe di resistenza 70 EN ISO 3506 ≤ M24: classe di resistenza 70 EN ISO 3506
Acciaio inox, 1.4401 o 1.4404, 1.4571, Acciaio inox ad alta resistenza alla corrosione,
3 Rondella
EN 10088 1.4529, 1.4565, EN 10088
4 Ancorante chimico Resina vinilestere senza stirene

Tempi di indurimento/lavorabilità

Tempo massimo Tempi minimi di indurimento (minuti)


Temperatura nel foro
di lavorabilità (minuti) Calcestruzzo asciutto Calcestruzzo bagnato
-5°C 90 330 660
0°C 45 180 360
+5°C 20 120 240
+10°C 12 80 160
+20°C 6 45 90
+30°C 4 25 50
+35°C 2 20 40
+40°C 1,4 15 30
L’ancorante può essere impiegato da -40°C a +120°C (temperatura temporanea max +120°C, temperatura continuativa max +72°C).
Al momento del montaggio la temperatura nel supporto di ancoraggio deve essere di min +5°C e durante l’indurimento non deve scendere
sotto -5°C.

154
Istruzioni di posa

W-VI
Forare con Verificare che lo Pulizia:2 soffiaggi con Avvitare il Estrudere min.10
trapano a roto- spazzolino non pompa manuale, 2 miscelatore cm di resina prima
percussione sia consumato: spazzolate, altri 2 statico alla dell’utilizzo come
nella dima deve soffiaggi con pompa cartuccia ed scarto finché non
fare resistenza manuale inserirlo nella manifesti una colo-
pistola razione uniforme

Iniettare Inserire imme- La resina deve Attesa dell’induri- Posizionare


partendo dal diatamente la arrivare fino alla mento in funzione l’elemento da
basso del foro barra a mano superficie di della temperatura fissare e serra-
riempiendo con leggere calcestruzzo re con chiave
min. 2/3 del rotazioni fino dinamometrica
volume alla marcatura

L’installazione può essere effettuata in calcestruzzo asciutto o bagnato, ovvero in condizioni di saturazione d’acqua.
Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

155
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Trazione V

Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s = A s $ fuk


cMs

cMs = 1,25 per classi di acciaio 5.8 e 8.8


1,87 per classe 70
2,86 per la classe 70 e diametro M30

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30


Classe 5.8 13,2 20,9 30,3 56,5 88,2 127,1 202
NRd,s
Classe 8.8 21,1 33,4 48,6 90,4 141,1 203,3 323,1
(kN)
Classe 70 13,9 21,9 31,6 58,8 92,0 132,1 97,9
Le barre in acciaio inox A4 e HCR sono di classe 70 eccetto il diametro M30 che è di classe 50
I valori NRd,s delle classi di acciaio 5.8 ed 8.8 sono conformi alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni e
all’ Eurocodice 3:
N Rd,s = 0, 9 $ fuk $ A s /cM,s

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento/rottura A c,N


N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
conica del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

Per spessori del supporto in calcestruzzo hmin ≤ h ≤ 2hef o per distanza dal bordo c ≤ 1,5ccr, il valore della resistenza NRd,c deve essere
moltiplicato per il coefficiente }h,sp = ^ h/2h ef h2/3 # 1 (fessurazione del calcestruzzo).
Per spessori del supporto in calcestruzzo hmin,red ≤ h ≤ hmin, è necessaria un’ulteriore verifica a fessurazione del calcestruzzo oltre alla
verifica per sfilamento/rottura conica.

A c,N,red
N Rd,sp = N 0Rd,c $ $ }cls,N $ }h,sp in cui }h,sp = (h/2h ef) 2/3 # 1, 5
A 0c,N ,red

156
A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante isolato e lontano dai
bordi di calcestruzzo).
Ac,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante, tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi
di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c
1,8 per M20 e M24
in caso di foro bagnato

W-VI
Temperatura continuativa Misura dell'ancorante
max/ temporanea max M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
50°C/80°C 10,7 16,7 23,3 33,3 63,3 76,7 113,3
N 0Rd,c (kN)
72°C/120°C 8,0 10,7 16,7 26,7 40 50 76,7

0
Per fori riempiti d’acqua il valore di N Rd,c per i diametri M20 e M24 deve essere moltiplicato per 0,83
La temperatura temporanea massima è il valore più alto della temperatura registrato in un contenuto periodo di tempo
(es. variazione termica giornaliera)

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe }cls,N
C30/37 1,12
C40/50 1,23
C50/60 1,30

157
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di caso con spessore cls ridotto (hmin,red)
un ulteriore ancorante influenza dovuta alla vicinanza di un
ulteriore ancorante
s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
40 0,63 A c,N,red s
= 0, 5 +
45 0,64 0,63
0
A c,N,red 2 $ s cr, red

50 0,66 0,64
55 0,67 0,65 0,63 s (mm) M10 M12 M16
60 0,69 0,67 0,64 45 0,58
65 0,70 0,68 0,65 0,63 50 0,58
70 0,72 0,69 0,66 0,64 55 0,59 0,58
75 0,73 0,71 0,67 0,65 60 0,60 0,58
80 0,75 0,72 0,68 0,66 65 0,61 0,59 0,58
85 0,77 0,74 0,69 0,67 0,63 70 0,62 0,60 0,58
90 0,78 0,75 0,70 0,68 0,63 80 0,63 0,61 0,60
95 0,80 0,76 0,72 0,69 0,64 90 0,65 0,62 0,61
100 0,81 0,78 0,73 0,70 0,65 100 0,67 0,64 0,62
105 0,83 0,79 0,74 0,71 0,65 0,63 120 0,70 0,67 0,65
110 0,84 0,81 0,75 0,72 0,66 0,63 140 0,74 0,69 0,67
115 0,86 0,82 0,76 0,73 0,67 0,64 160 0,77 0,72 0,69
120 0,88 0,83 0,77 0,74 0,68 0,64 180 0,80 0,75 0,72
125 0,89 0,85 0,78 0,75 0,68 0,65 200 0,84 0,78 0,74
130 0,91 0,86 0,80 0,76 0,69 0,65 230 0,89 0,82 0,78
135 0,92 0,88 0,81 0,77 0,70 0,66 0,63 260 0,94 0,86 0,82
140 0,94 0,89 0,82 0,78 0,71 0,67 0,63 290 1 0,90 0,85
150 0,97 0,92 0,84 0,80 0,72 0,68 0,64 320 1 0,94 0,89
160 1 0,94 0,86 0,82 0,74 0,69 0,65 360 1 1 0,94
180 1 1 0,91 0,86 0,76 0,71 0,67 400 1 1 1
200 1 1 0,95 0,90 0,79 0,74 0,69
220 1 1 1 0,94 0,82 0,76 0,70 Nei soli casi relativi ai diametri M10, M12 e M16
250 1 1 1 1 0,87 0,80 0,73 è possibile avere spessori ridotti del supporto di
300 1 1 1 1 0,94 0,86 0,78 ancoraggio hmin,red.
340 1 1 1 1 1 0,90 0,81 In questi casi valgono i rapporti A c,N,red /A 0c,N ,red
420 1 1 1 1 1 1 0,89 della tabella sopra.
450 1 1 1 1 1 1 0,92 = Ancoraggio non conforme al BTE
500 1 1 1 1 1 1 0,96
540 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE


s

A c,N s
0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr

158
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di caso con spessore cls ridotto (hmin,red)
un bordo influenza dovuta alla vicinanza di un
ulteriore ancorante
A c,N A c,N,red
= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr c cr A 0c,N,red s cr,red c cr,red

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30 c (mm) M10 M12 M16
40 0,64 45 0,52
45 0,68 0,64 50 0,54

W-VI
50 0,72 0,67 55 0,56 0,52
55 0,76 0,71 0,64 60 0,58 0,53
60 0,81 0,75 0,67 65 0,60 0,55 0,52
65 0,86 0,79 0,70 0,65 70 0,62 0,57 0,54
70 0,90 0,83 0,73 0,68 80 0,67 0,60 0,57
75 0,95 0,87 0,76 0,70 90 0,71 0,64 0,60
80 1 0,91 0,79 0,73 100 0,76 0,68 0,63
85 1 0,96 0,83 0,76 0,64 110 0,81 0,71 0,66
90 1 1 0,86 0,79 0,66 120 0,86 0,75 0,70
95 1 1 0,89 0,82 0,68 130 0,91 0,79 0,73
100 1 1 0,93 0,85 0,70 0,62 140 0,97 0,83 0,76
105 1 1 1 0,88 0,72 0,64 150 1 0,87 0,80
110 1 1 1 0,91 0,74 0,65 160 1 0,92 0,84
115 1 1 1 0,94 0,76 0,67 170 1 0,96 0,87
120 1 1 1 0,97 0,78 0,68 180 1 1 0,91
125 1 1 1 1 0,8 0,70 190 1 1 0,95
130 1 1 1 1 0,82 0,72 200 1 1 0,99
135 1 1 1 1 0,84 0,73 0,64 210 1 1 1
140 1 1 1 1 0,86 0,75 0,65
Nei soli casi relativi ai diametri M10, M12 e M16
170 1 1 1 1 1 0,85 0,72
è possibile avere spessori ridotti del supporto di
180 1 1 1 1 1 0,89 0,75 ancoraggio hmin,red
190 1 1 1 1 1 0,93 0,78 In questi casi valgono i rapporti A c,N,red /A 0c,N ,red
200 1 1 1 1 1 1 0,80 della tabella sopra riportata
210 1 1 1 1 1 1 0,83
230 1 1 1 1 1 1 0,88 = Ancoraggio non conforme al BTE
250 1 1 1 1 1 1 0,94
270 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

NRd = min (NRd,s ; NRd,c; NRd,sp)

159
taglio

Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s = 0, 6 $ A s $ fuk


cMs

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30


Classe 5.8 (kN) 8,8 13,9 20,2 37,7 58,8 84,7 134,6
VRd,s Classe 8.8 (kN) 14,1 22,3 32,4 60,3 94,1 135,6 215,4
Classe 70 (kN) 9,9 15,6 22,7 42,3 66,0 95,0 99,0
La valutazione della resistenza a taglio dell’acciaio si basa sulle Nuove Norme Tecniche per le costruzioni (D.M. 14 gennaio 2008) par. 4.2.8

In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h .


0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30


Modulo di resistenza W mm3 31,2 62,3 109 277 541 935 1874
Resistenza di cl. 5.8 15 30 52 133 260 449 899
progetto cl. 8.8 M 0Rd,s Nm 24 48 84 213 415 718 1439
a flessione cl. 70 21 42 74 186 363 627 562
Le barre in acciaio inox A4 e HCR sono di classe 70 eccetto il diametro M30 che è di classe 50

M 0Rk,s
M 0Rd,s = cMs = 1,25 per le classi di acciaio 5.8 e 8.8
cM,s 1,56 per la classe 70 e diametro M8÷M24
2,38 per la classe 70 e diametro M30

Resistenza di progetto a taglio per scalzamento VRd,cp VRd,cp = 2 $ N Rd,c

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

cM,cp = 1, 5

VRk,cp
VRd,cp =
cM,cp

160
Resistenza di progetto per rottura del bordo A 0c,V
V Rd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

A 0c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo).
Ac,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di
ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.
Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5℅c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato
per il coefficiente }h,v = ^ 1, 5c/h h1/3 $ 1. In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
A 0c,V

W-VI
Si veda il capitolo introduttivo.

V 0Rk,c cM,c = 1, 5
V 0Rd,c =
cM,c

classe }cls }a,V aV area 2


C20/25 1 1 0°≤aV≤55°
C25/30 1,1 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90°
area 3 V
area 1
C28/35 1,18 2 90°<aV≤180°
C32/40 1,26
C35/45 1,34 aV è l’angolo di inclinazione della forza aV
C40/50 1,41 di taglio rispetto alla normale al bordo
C45/55 1,48 considerato
C50/60 1,55

161
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di
un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 $ 1, 4/1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30
40 2,38 V
45 2,84 3,11
50 3,33 3,64
55 3,84 4,20 4,62
60 4,38 4,79 5,27
65 4,93 5,40 5,94 6,64
70 5,51 6,04 6,64 7,42
75 6,11 6,69 7,36 8,23
80 6,74 7,37 8,11 9,07
85 7,38 8,08 8,88 9,93 11,29
90 8,04 8,80 9,67 10,82 12,30
95 8,72 9,54 10,49 11,73 13,34
100 9,41 10,31 11,33 12,67 14,41
105 10,13 11,09 12,19 13,63 15,50 17,08
120 12,37 13,55 14,89 16,66 18,94 20,87
130 13,95 15,28 16,79 18,78 21,36 23,53
140 15,59 17,07 18,77 20,99 23,87 26,3 29,57
150 17,29 18,93 20,82 23,28 26,47 29,17 32,79
180 22,73 24,89 27,36 30,60 34,8 38,34 43,11
200 26,63 29,15 32,05 35,84 40,75 44,90 50,49
220 30,72 33,63 36,97 41,35 47,02 51,80 58,25
240 35,00 38,32 42,13 47,11 53,57 59,03 66,37
250 37,21 40,70 44,79 50,09 56,95 62,75 70,56
300 48,92 53,60 58,88 65,84 74,87 82,49 92,75
350 61,64 67,50 74,19 82,97 94,35 104,00 116,9
400 75,31 82,40 90,64 101,4 115,3 127,00 142,8
450 89,90 98,40 108,2 121,0 137,5 151,6 170,4
500 105,3 115,2 126,7 141,7 161,1 177,5 199,6
550 121,4 132,9 146,2 163,5 185,9 204,8 230,2
600 138,4 151,5 166,5 186,2 211,8 233,3 262,3
= Ancoraggio non conforme al BTE

A c,V
Il valore di V 0Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per 0
A c,V

I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo di due
ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula:
0 = 2 $ ` 1 + 3c j
A c,V
1 s
A
c,V
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la seguente
formula:
1 c ^n - 1h $ s
m
A c,V
0 = n
$ 1+
3c
A c,V

162
Distanza dal bordo c (mm)

A 0c,V
A c,V
240 220 200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,53 0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,53 0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,53 0,54 0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,54 0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,55 0,55 0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,56 0,56 0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,56 0,57 0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,57 0,58 0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,58 0,59 0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,90 0,94 1 120
0,59 0,60 0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,60 0,61 0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,61 0,63 0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,63 0,64 0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180
0,64 0,65 0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,65 0,66 0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,66 0,67 0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225

Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante


0,67 0,68 0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,68 0,69 0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,69 0,70 0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,70 0,72 0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,71 0,73 0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,72 0,74 0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,75 0,77 0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,77 0,80 0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,79 0,82 0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420


0,81 0,84 0,88 0,92 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,88 0,91 0,95 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 540

163
W-VI
VRd = min (VRd,s; VRd,c; VRd,cp)

Verifica combinata taglio/trazione

c m c m
N sd h + Vsd h # 1 Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia
N Rd VRd a trazione che a taglio
h = 1,5 altrimenti

Verifiche di esercizio

Nello stato limite di servizio deve essere dimostrato che gli spostamenti che si verificano nel corso delle azioni caratte-
ristiche non superino lo spostamento ammissibile. Lo spostamento ammissibile dipende dal tipo di applicazione e deve
essere valutato dal progettista. Lo spostamento caratteristico viene definito nel Benestare Tecnico Europeo in corrispon-
denza di una definita sollecitazione di trazione e di taglio.
Si può assumere che lo spostamento sia una funzione lineare del carico applicato che interpola tale valore caratteri-
stico. Nel caso di azioni combinate a taglio e trazione si può effettuare la somma vettoriale degli spostamenti delle
singole componenti. Sotto le azioni di taglio è necessario tenere in considerazione l’influenza della larghezza del foro
nell’eventuale piastra di fissaggio rispetto al diametro della barra dell’ancorante.
Questa verifica richiede normalmente l’impiego di fattori di sicurezza parziali sulle azioni e sulle resistenze unitari.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30


Trazione N kN 7,6 11,9 16,7 23,8 42,9 54,8 81
dN0 mm 0,1 0,3 0,5
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,2 0,6 0,1
Taglio acciaio cl. 5.8 V kN 5,1 8,3 12,1 22,4 34,9 50,3 80
dV0 mm 0,5 0,4 0,8 1,2 1,4
Spostamenti corrispondenti
dV3 mm 0,8 0,7 1,2 1,8 2,1
Taglio acciaio cl. 8.8 V kN 8,6 13,2 19,3 35,9 56 81 128
dV0 mm 0,8 0,7 1,2 1,9 2,2
Spostamenti corrispondenti
dV3 mm 1,3 1,1 1,9 2,8 3,4
Taglio acciaio inox cl. 70 V kN 7,3 11,6 16,9 31,4 49 70 50
dV0 mm 0,7 0,6 1,1 1,7 2,0 2,0 0,8
Spostamenti corrispondenti
dV3 mm 1,0 0,9 1,7 2,6 2,9 2,9 1,3

Resistenza al fuoco
metodo semplificato: valori di resistenza a trazione pura
Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8 e 8.8 e in acciaio inox A4 e HCR classe 70
Misura dell'ancorante Classe di resistenza
M8 M10 M12 M16 M20 M24 M30 al fuoco (minuti)
1,90 4,50 6,00 11,0 16,0 19,83 31,52 R30
Resistenza
0,85 2,10 3,00 6,60 9,00 11,49 18,25 R60
a trazione
0,55 1,35 2,00 4,90 6,40 7,31 11,62 R90
Nmax (kN)
0,40 1,00 1,50 4,00 5,00 5,23 8,31 R120
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante per classi di calcestruzzo C20/25÷C50/60
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 1363-1:1999-10

164
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo di classi da C20/25 a C50/60 non
fessurato (opzione 7), mediante sistema composto da una cartuccia contenente ancorante chimico a due componenti
(resina in vinilestere senza stirene + induritore) Würth WIT-VM200 e da barre filettate comprensive di dado e rondella,
come indicato dal relativo Benestare Tecnico Europeo in acciaio zincato bianco, a caldo (classe 5.8 o 8.8) o inox classe
A4/70 o HCR/70 (ancoranti superiori a M24 di classe A4/50 o HCR/50). La procedura di installazione dell’ancorante
deve avvenire secondo le specifiche e con gli accessori prescritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti o
bagnati, anche in ambienti chimicamente aggressivi. Il sistema deve essere idoneo all’impiego a temperature comprese tra
-40°C e +120°C. La temperatura di esercizio è comunque prevista dal progettista. L’ancorante deve presentare marcatura

W-VI
CE e avere certificazione di resistenza al fuoco IBMB secondo DIN-EN 1363-1:1999-10.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio zincato a caldo: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti interni e umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta
immersione in acqua marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse)
Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti interni e umidi e in condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta immersione in acqua
marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento chimico,
ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche
per sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissaggio.
E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo
Benestare Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed
i requisiti degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

165
Sistema a fiala chimica W-VD

Technical
software
dimensio
di

W-VD
na
ftware
fiala chimica barra filettata con barra filettata barra filettata in barra filettata

mento
W-VD zincatura galvanica zincata a caldo acciaio inox A4 in acciaio hcr

So
Certificazioni Cartatteristiche
Bte opzione 8 Marcatura ce Calcestruzzo Carichi Resistenza High corrosive
pesanti corrosione resistance

INOX INOX
Kg A4 HCR

Resistenza al fuoco Interasse e distanza Foro Vita utile


dai bordi ridotti umido


50
ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• sistema di ancoraggio composto da una fiala ed una barra filettata in acciaio zincato bianco o
a caldo 5.8 e 8.8 o in acciaio inossidabile A4 o HCR
• calcestruzzo non fessurato asciutto, umido ed in ambienti particolarmente aggressivi,
in relazione al materiale impiegato
• ottimizzazione del consumo di resina e rapido indurimento
• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• fiala in vetro contenente resina vinilestere e induritore – senza stirene
• barra filettata pretagliata in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• barra filettata pretagliata in acciaio zincato a caldo ≥ 40μm
• barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile A4
• barra filettata pretagliata in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA 06/0074, Opzione 8 per calcestruzzo non fessurato
•Resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3333/273/08 secondo DIN EN 1363-1:1999-10

167
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
caratteristica NRk 16,5* 26,1* 37,9* 50,0 75,0 90,0
Resistenza
kN di progetto NRd 11,1 16,7 22,2 27,8 41,7 50,0
a trazione
ammissibile NRamm 7,9 11,9 15,9 19,8 29,8 35,7
caratteristica VRk 11,0* 17,4* 25,3* 47,1* 73,5* 105,9*
Resistenza
kN di progetto VRd 8,8* 13,9* 20,2* 37,7* 58,8* 84,7*
a taglio
ammissibile VRamm 6,3* 9,9* 14,5* 26,9* 42,0* 60,5*

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 8.8


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
Resistenza caratteristica N Rk 20,0 30,0 40,0 50,0 75,0 90,0
kN di progetto NRd 11,1 16,7 22,2 27,8 41,7 50,0
a trazione ammissibile NRamm 7,9 11,9 15,9 19,8 29,8 35,7
Resistenza caratteristica V Rk 17,6* 27,8* 40,5* 75,4* 117,6* 169,4*
kN di progetto VRd 14,1* 22,3* 32,4* 60,3* 94,1* 120
a taglio ammissibile VRamm 10,0* 15,9* 23,1* 43,1* 67,2* 85,7

Ancoranti con barre filettate in acciaio inox A4 e HCR classe 70


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
Resistenza caratteristica N Rk 20,0 30,0 40,0 50,0 75,0 90,0
kN di progetto NRd 11,1 16,7 22,2 27,8 41,7 50,0
a trazione ammissibile NRamm 7,9 11,9 15,9 19,8 29,8 35,7
Resistenza caratteristica VRk 15,4* 24,4* 35,4* 65,9* 102,9* 148,3*
kN di progetto VRd 9,9* 15,6* 22,7* 42,3* 66,0* 95,0*
a taglio ammissibile VRamm 7,0* 11,2* 16,2* 30,2* 47,1* 67,9*
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• temperatura continuativa massima di 50°C e temperatura temporanea massima di 80°C
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• resistenze a trazione e taglio dell’acciaio classi 5.8 e 8.8 valutate in base alla norma NTC 2008 (D.M. 14 gennaio 2008)
• resistenza a taglio dell’acciaio inox valutata in base alla norma NTC 2008 (D.M. 14 gennaio 2008)

Condizioni di posa
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
Diametro nominale punta del trapano mm d0 10 12 14 18 25 28
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 9 12 14 18 22 26
Profondità del foro mm h0 80 90 110 125 170 210
Profondità di ancoraggio mm hef 80 90 110 125 170 210
Spessore minimo del supporto mm hmin 110 120 140 160 220 260
Coppia di serraggio Nm Tinst 10 20 40 80 120 180
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr 240 180 220 250 340 420
Distanza critica dai bordi mm ccr 120 90 110 125 170 210
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 55 65 85 105
Distanza minima dai bordi mm cmin 40 45 55 65 85 105
Per il diametro M8 i valori di scr e ccr valgono rispettivamente 3 hef e 1,5 hef ,per gli altri diametri 2 hef e 1 hef

168
c
s
c

c s
hmin

Dimensioni dell’ancorante

Øx

W-VD
lunghezza M8x110 M8x150 M10x115 M10x130 M10x165 M10x190 M12x135 M12x160 M12x220 M12x250 M12x300
(mm)
spessore
max
20 60 15 30 65 90 10 35 85 125 175
serrabile
(mm)
Profondità
di posa 80 90 110
(mm)

Øx
lunghezza M16x165 M16x190 M16x230 M16x250 M16x300 M20x220 M20x260 M20x300 M24x260 M24x300
(mm)
spessore
max
20 45 85 105 155 20 60 100 15 55
serrabile
(mm)
Profondità
di posa 125 170 210
(mm)

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Lunghezza fiala lp mm 80 80 95 95 175 210
Diametro fiala dp mm 9 11 13 17 22 24
Lunghezza barra di ancoraggio L≥ mm 90 100 120 140 190 235
Dado esagonale sw mm 13 17 19 24 30 36
Area della sezione reagente As mm2 36,6 58 84,3 157 245 353

Classe del materiale 5.8 8.8 70


Resistenza caratteristica ultima a trazione (N/mm2) fuk 500 800 700
Resistenza caratteristica di snervamento a trazione (N/mm2) fyk 400 640 450

169
Acciaio zincato con Acciaio zincato a caldo
Componente Denominazione procedimento galvanico ≥ 5μm, fvz ≥ 40μm,
secondo EN ISO 4042 secondo EN ISO 1461
Acciaio di classe di resistenza 5.8, 8.8 Acciaio di classe di resistenza
1 Barra d’ancoraggio
secondo EN ISO 898-1 5.8, 8.8 secondo EN ISO 898-1
Classe di resistenza 8
Dado esagonale Classe di resistenza 8 secondo
2 secondo EN 20898-2, zincato con
secondo DIN 934 EN 20898-2, zincato a caldo
procedimento galvanico
Acciaio zincato con procedimento
3 Rondella Acciaio zincato a caldo
galvanico
4 Fiala chimica Fiala in vetro, sabbia di quarzo, resina, induritore

Acciaio inox ad alta resi-


Componente Denominazione Acciaio inox A4
stenza alla corrosione HCR
Acciaio inox ad alta resistenza
Acciaio inox, 1.4401, 1.4404,
alla corrosione, 1.4529,
1.4571, 14578,
1 Barra d’ancoraggio 1.4565, EN 10088 classe di
EN 10088, classe di resistenza 70
resistenza 70 secondo EN ISO
secondo EN ISO 3506
3506
Acciaio inox ad alta resistenza
Acciaio inox, 1.4401, 1.4404,
alla corrosione, 1.4529,
Dado esagonale 1.4571,
2 1.4565, EN 10088
secondo DIN 934 EN 10088, classe di resistenza 70
classe di resistenza 70 secondo
secondo EN ISO 3506
EN ISO 3506
Acciaio inox, 1.4401 , 1.4404, Acciaio inox ad alta resistenza
3 Rondella 1.4571, alla corrosione, 1.4529,
EN 10088 1.4565, EN 10088
4 Fiala chimica Fiala in vetro, sabbia di quarzo, resina, induritore

Tempi di indurimento
Tempi minimi di indurimento (minuti)
Temperatura nel foro
Calcestruzzo asciutto Calcestruzzo umido
-5°C 300 600
0°C 300 600
+5°C 60 120
+10°C 60 120
+20°C 20 40
+30°C 10 20
+35°C 10 20
L’ancorante può essere impiegato da -40°C a +80°C (temperatura temporanea max +80°C, temperatura continuativa max +50°C). Al momento
del montaggio la temperatura nel supporto di ancoraggio deve essere di min +5°C e durante l’indurimento non deve scendere sotto -5°C.

170
Istruzioni di posa

Forare con Verificare che lo Pulizia: 1 soffiaggio Controllo integrità: a temperatura della
trapano a spazzolino non con pompa manuale, mano la resina deve scorrere come fosse
roto-percussione sia consumato: 1 spazzolata, miele
nella profondità nella dima deve 1 soffiaggio con pompa

W-VD
corretta fare resistenza manuale, 1 spazzolata

Inserire la fiala Inserire la La resina deve Attesa dell’induri- Posizionare l’ele-


nel foro barra con arrivare fino mento in funzione mento da fissare e
elettro-utensile alla superficie della temperatura serrare con chiave
a roto- percus- di calcestruzzo dinamometrica
sione in breve
tempo

L’installazione può essere effettuata in calcestruzzo asciutto o umido. Non idoneo per applicazioni in fori riempiti d’acqua e per installazioni
sopratesta. Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

171
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Trazione N

Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s = A s $ fuk


cM,s

cM,s = 1,25 per le classi 5.8 e 8.8


1,87 per l’inox A4 e HCR classe 70

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Classe 5.8 13,2 20,9 30,3 56,5 88,2 127,1
NRd,s
Classe 8.8 21,1 33,4 48,6 90,4 141,1 203,3
(kN)
Classe 70 13,9 21,4 31,6 58,8 92 132,1
I valori NRd,s delle classi di acciaio 5.8 ed 8.8 sono conformi alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni e all’ Eurocodice 3:

N Rd,s = 0, 9 $ fuk $ A s /cM,s

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento/rottura A c,N


N Rd,c = N 0Rd,c $
conica del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

Per spessori del supporto in calcestruzzo minori di h=2hef, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il
coefficiente }h,sp = ^h/2h ef h2/3 # 1, 0 (fessurazione del calcestruzzo).
A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali
(ancorante isolato e lontano dai bordi di calcestruzzo).
Ac,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di
ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.
I valori di si riferiscono a classi di calcestruzzo da C20/25 a C50/60.

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 8
cM,c

172
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
N 0Rd,c (kN) 11 ,1 16,7 22,2 27,8 41,7 50

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di
un ulteriore ancorante un bordo

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24
40 0,58 40 0,53
45 0,59 0,63 45 0,56 0,64
50 0,60 0,64 50 0,58 0,67
55 0,61 0,65 0,63 55 0,61 0,71 0,64
60 0,63 0,67 0,64 60 0,64 0,75 0,67
65 0,64 0,68 0,65 0,63 65 0,67 0,79 0,70 0,65
70 0,65 0,69 0,66 0,64 70 0,69 0,83 0,73 0,68

W-VD
75 0,66 0,71 0,67 0,65 75 0,72 0,87 0,76 0,70
80 0,67 0,72 0,68 0,66 80 0,75 0,91 0,79 0,73
85 0,68 0,74 0,69 0,67 0,63 85 0,78 0,96 0,83 0,76 0,64
90 0,69 0,75 0,70 0,68 0,63 90 0,81 1 0,86 0,79 0,66
95 0,70 0,76 0,72 0,69 0,64 95 0,84 1 0,89 0,82 0,68
100 0,71 0,78 0,73 0,70 0,65 105 0,90 1 0,96 0,88 0,72 0,64
105 0,72 0,79 0,74 0,71 0,65 0,63 110 0,94 1 1 0,91 0,74 0,65
120 0,75 0,83 0,77 0,74 0,68 0,64 120 1 1 1 0,97 0,78 0,68
130 0,77 0,86 0,80 0,76 0,69 0,65 125 1 1 1 1 0,80 0,70
140 0,79 0,89 0,82 0,78 0,71 0,67 140 1 1 1 1 0,86 0,75
150 0,81 0,92 0,84 0,80 0,72 0,68 170 1 1 1 1 1 0,85
180 0,88 1 0,91 0,86 0,76 0,71 180 1 1 1 1 1 0,89
200 0,92 1 0,95 0,90 0,79 0,74 200 1 1 1 1 1 0,96
220 0,96 1 1 0,94 0,82 0,76 210 1 1 1 1 1 1
240 1 1 1 0,98 0,85 0,79
= Ancoraggio non conforme al BTE
250 1 1 1 1 0,87 0,80
300 1 1 1 1 0,94 0,86 A c,N
0 = ` 0, 5 + s j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
c c
340 1 1 1 1 1 0,90 A c,N cr cr
420 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

A c,N s
0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr c

NRd = min (NRd,s ; NRd,c)

173
taglio

Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s = 0, 6 $ A s $ fuk


cM,s

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Classe 5.8 (kN) 8,8 13,9 20,2 37,7 58,8 84,7
Classe 8.8 (kN) 14,1 22,3 32,4 60,3 94,1 135,6
Classe 70 (kN) 9,9 15,6 22,7 42,3 66,0 95,0
La valutazione della resistenza a taglio dell’acciaio si basa sulle Nuove Norme Tecniche per
le costruzioni (D.M. 14 gennaio 2008) par. 4.2.8

In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Modulo di resistenza W mm3 31,2 62,3 109,0 277,0 541,0 935,0
Resistenza di cl. 5.8 15,2 29,6 52,0 132,8 260,0 448,8
progetto cl. 8.8 M 0Rd,s Nm 24,0 48,0 84,0 212,8 415,2 718,4
a flessione cl. 70 16,7 33,3 59,0 149,4 291 503,2

M 0Rk,s cM,s = 1,25 per le classi 5.8 e 8.8


M 0Rd,s =
cM,s 1,56 per l’inox A4 e HCR classe 70

Resistenza di progetto a taglio per scalzamento VRd,cp VRd,cp = 2 $ N Rd,c

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

cM,cp = 1, 5
VRk,cp
VRd,cp =
cM,cp

Resistenza di progetto per rottura del bordo di A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V
calcestruzzo VRd,c A 0c,V

174
A 0c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante iso-
lato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo). Ac,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del
singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale
per ulteriori chiarimenti.
Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5℅c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
}h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo. Si veda il capitolo
introduttivo. A 0c,V

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di

W-VD
un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 1, 4/1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 }a,V aV
40 2,38 1 0°≤aV≤55°
45 2,84 3,11 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90°
50 3,33 3,64 2 90°<aV≤180°
55 3,84 4,20 4,62
60 4,38 4,79 5,27 aV è l’angolo di inclinazione della forza
65 4,93 5,40 5,94 6,64 di taglio rispetto alla normale al bordo
70 5,51 6,04 6,64 7,42 considerato
75 6,11 6,69 7,36 8,23
80 6,74 7,37 8,11 9,07
85 7,38 8,08 8,88 9,93 11,29 area 2
90 8,04 8,80 9,67 10,82 12,30 area 3
95 8,72 9,54 10,49 11,73 13,34 V
area 1
100 9,41 10,31 11,33 12,67 14,41
105 10,13 11,09 12,19 13,63 15,50 17,08 aV
120 12,37 13,55 14,89 16,66 18,94 20,87
130 13,95 15,28 16,79 18,78 21,36 23,53
140 15,59 17,07 18,77 20,99 23,87 26,30
150 17,29 18,93 20,82 23,28 26,47 29,17
180 22,73 24,89 27,36 30,60 34,80 38,34
200 26,63 29,15 32,05 35,84 40,75 44,90
220 30,72 33,63 36,97 41,35 47,02 51,80
240 35,00 38,32 42,13 47,11 53,57 59,03
250 37,21 40,74 44,79 50,09 56,95 62,75
300 48,92 53,55 58,88 65,84 74,87 82,49
340 59,02 64,61 71,03 79,44 90,33 99,53
420 81,03 88,70 97,53 109,07 124,02 136,65
500 105,25 115,22 126,68 141,67 161,09 177,49 = Ancoraggio non conforme al BTE

Il valore di V 0Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per A c,V .
A 0c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo di due
ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula: A c,V = 1 $ ` 1 + s j
0 2 3c
A c,V
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la seguente
formula: A c,V 1 ^n - 1h $ s
0 = $ c1+ m
A c,V n 3c

175
176
Distanza dal bordo c (mm)
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,90 0,94 1 120
0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180

Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante


0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
A 0c,V

0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
A c,V Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420


VRd = min (VRd,s ; VRd,cp; VRd,c)

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

c m c m
N sd h + Vsd h # 1 Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio
N Rd VRd h = 1,5 altrimenti

Resistenza al fuoco

W-VD
metodo semplificato: valori di resistenza a trazione pura

Ancoranti con barre filettate in acciaio zincato classe 5.8 e 8.8 e in acciaio inox A4 e HCR classe 70
Misura dell'ancorante Classe di resistenza
M8 M10 M12 M16 M20 M24 al fuoco (minuti)
Resistenza a 2,30 3,64 5,26 9,79 15,28 22,01 R30
trazione 1,29 2,04 3,07 5,72 8,93 12,86 R60
Nmax (kN) 0,79 1,30 2,00 3,68 5,75 8,28 R90
0,53 1,00 1,50 2,67 4,16 6,00 R120
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante per classi di calcestruzzo
C20/25÷C50/60
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 1363-1:1999-10

177
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo non fessurato (opzione 8),
mediante sistema composto da una fiala in vetro contenente ancorante chimico a due componenti (resina in vinilestere
senza stirene + induritore) Würth W-VD e da barre filettate come indicato dal relativo Benestare Tecnico Europeo in
acciaio zincato bianco, a caldo (classe 5.8 o 8.8) o inox (classe A4/70 o HCR/70). La procedura di installazione
dell’ancorante deve avvenire secondo le specifiche e con gli accessori prescritti dal relativo Benestare Tecnico Euro-
peo in fori asciutti o umidi, anche in ambienti chimicamente aggressivi. Il sistema dovrà conservare le sue caratteri-
stiche a temperature di esercizio comprese tra -40°C e +80°C. L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere
certificazione di resistenza al fuoco IBMB secondo DIN-EN 1363-1:1999-10.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio zincato a caldo: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti interni e umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta
immersione in acqua marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse)
Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti interni e umidi e in condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta immersione in acqua
marina, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento chimico,
ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche
per sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissag-
gio. E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo
Benestare Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed
i requisiti degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

178
Ancorante chimico universale WIT-VM 200
Fissaggi su muratura

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi pesanti in supporti pieni (mattoni pieni, cemento spugno),
supporti forati (mattoni e blocchi forati e semipieni), ed anche utilizzo subacqueo
• impiego universale: un solo ancorante per tutti tipi di supporto
• elevata resistenza agli agenti chimici ed atmosferici
• privo di stirene, non odora in modo forte ed è quindi ideale anche per utilizzi in ambienti chiusi
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ferri di armatura,
ganci e occhioli, bussole filettate ecc.
• resistenza alle alte temperature: massima continuativa +72°C,
massima temporanea +120°C
• in muratura forata, eseguire il foro a sola rotazione (senza percussione)
onde salvaguardare le camere interne dei mattoni e utilizzare con l’ausilio di bussole a rete o a calza

Caratteristica
• cartuccia contenente resina vinilestere ed induritore – senza stirene

179
Ancoraggi in supporti pieni: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misura M 8 M 10 M 12 M 16 M 20 M 24
in muratura piena trazione (kN) 2,5 3,0 3,5 3,5 3,5 3,5
taglio (kN) 3,0 3,5 4,0 4,0 4,0 4,0
in calcestruzzo cellulare e spugno trazione e taglio (kN) 1,2 1,2 1,2 - - -
distanza critica tra ancoranti scr,N (mm) 160 180 220 250 340 420
distanza minima tra ancoranti smin (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza critica dai bordi ccr,N (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza minima dai bordi cmin (mm) 40 50 60 70 80 100
diametro del foro d0 (mm) 10 12 14 18 24 28
profondità del foro h0 (mm) 80 90 110 125 170 210
profondità di ancoraggio hef (mm) 80 90 110 125 170 210
spessore minimo supporto h (mm) 130 140 160 175 220 280
coppia di serraggio (Nm) 10 20 40 60 120 200

(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra descritti si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o altri ancoranti.

Ancoraggi in muratura forata: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misura M6 M8 M 10 M 12
mattoni e blocchi semipieni (es. doppio UNI) trazione e taglio (kN) 1,0 2,0 2,0 2,0
mattoni e blocchi forati leggeri trazione e taglio (kN) 0,6 1,0 1,0 1,0
distanza tra gli ancoranti ≥ (mm) 200
distanza dai bordi ≥ (mm) 200
dimensioni del foro In dipendenza dalle dimensioni della bussola
coppia di serraggio (Nm) 3 5 8 8

(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche dei materiali forati non è possibile indicare precisi carichi ammissibili o di rottura.
Per il fissaggio di carichi superiori a 1,0 kN si raccomanda di verificare la tenuta della muratura effettuando delle prove
in cantiere.
In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante chimico è superiore alla tenuta del mattone forato.

Ancoraggi subacquei: Pulizia dei fori:


• raddoppiare il tempo di indurimento M8 – M16: 2 soffiate (con pompetta) c
s
• diminuire i carichi sopra descritti del + 2 spazzolate c
30% (con spazzolino metallico) c s
+ 2 soffiate h
M20 – M24:
soffiate (con ugello, min. 6 bar)
+ 2 spazzolate
+ 2 soffiate

180
Istruzioni di posa: muratura piena

Forare Pulire accura- Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire Una piccola Attesa dell’in- Posizionare
tamente il miscelatore min. 10 cm la resina la barra fuoriuscita di durimento l’elemento
foro statico alla di resina partendo dal filettata con resina indica in funzione da fissare e
cartuccia prima basso del leggere il corretto della tempe- serrare con
dell’utilizzo foro riempen- rotazioni riempimento ratura chiave dina-
come scarto do min. 2/3 del foro mometrica
del volume

in calcestruzzo cellulare e cemento spugno

Forare a Pulire accura- Avvitare il Estrudere Iniettare la Inserire la Una piccola Attesa Posizionare
coda di tamente il miscelatore min. 10 cm resina barra filettata fuoriuscita di dell’induri- l’elemento
rondine foro statico alla di resina partendo dal con leggere resina indica mento in fun- da fissare e
cartuccia prima basso del rotazioni il corretto zione della serrare con
dell’utilizzo foro riempen- riempimento temperatura chiave
come scarto do min. 2/3 del foro dinamome-
del volume trica

in muratura forata

Forare a sola Pulire accura- Inserire la Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire la Attesa Serrare con
rotazione tamente il bussola a miscelatore min. 10 cm la resina barra filetta- dell’induri- chiave
foro rete statico alla di resina pri- partendo dal ta con mento in fun- dinamome-
cartuccia ma dell’uti- basso della leggere zione della trica
lizzo come bussola riem- rotazioni temperatura
scarto pendo 100%
del volume
Tempi di lavorazione e di indurimento:

Temperature nel fondo Tempi max. Tempi minimi di indurimento (minuti) h0


del foro (utilizzare un di lavorazione supporto supporto hef
termometro ad infrarossi) (minuti) asciutto bagnato
-5°C - 360 720
0°C - 180 360
Ødf

+5°C 25 120 240


+10°C 15 80 160
+20°C 6 45 90
+30°C 4 25 50 >h tfix
+35°C 2 20 40
Temperatura della resina: minimo +5°C (utilizzare un termometro ad infrarossi).
Temperatura di immagazzinamento: tra +5°C e +25°C, in luogo asciutto ed al riparo dal sole.

181
Ancorante chimico per muratura piena WIT-C 100

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi pesanti in calcestruzzo, mattoni pieni, calcestruzzo cellulare, cemento spugno e tufo
• elevata resistenza agli agenti chimici ed atmosferici
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ganci ed occhioli, bussole filettate, ecc.
• opera attraverso due principi di ancoraggio: l’adesione e l’adattamento di forma
• fissaggi in prossimità dei bordi e con distanze tra gli ancoranti ridotte
• sfruttamento massimo delle capacità portanti delle murature piene
• resistenza a temperatura: continuativa massima +72°C, massima temporanea +120°C

Versioni
• cartuccia contenente resina vinilestere ed induritore - senza stirene

182
Ancoraggi in muratura piena: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misura M8 M 10 M 12 M 16 M 20 M 24
in calcestruzzo non fessurato C20/25 trazione (kN) 5,1 6,8 10,7 17,2 25,8 32,1
taglio (kN) 4,6 7,7 10,8 20,1 31,4 45,3
in muratura piena trazione (kN) 2,5 3,0 3,5 3,5 3,5 3,5
taglio (kN) 3,0 3,5 4,0 4,0 4,0 4,0
in calcestruzzo cellulare e spugno trazione e taglio (kN) 1,2 1,2 1,2 – – –
distanza critica tra ancoranti scr,N (mm) 160 180 220 250 340 420
distanza minima tra ancoranti smin (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza critica dai bordi ccr,N (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza minima dai bordi cmin (mm) 40 50 60 70 80 100
diametro del foro d0 (mm) 10 12 14 18 24 28
profondità del foro h0 (mm) 80 90 110 125 170 210
profondità di ancoraggio hef (mm) 80 90 1110 125 170 210
spessore minimo supporto hmin (mm) 130 140 160 175 220 280
coppia di serraggio (Nm) 10 20 40 60 120 200
(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra descritti si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o di altri ancoranti.

Tempi di lavorazione e di indurimento:

Temperature nel fondo del foro Tempi max. Tempi minimi Pulizia dei fori:
(utilizzare un termometro di lavorazione di indurimento M8 – M16:
ad infrarossi) (minuti) (minuti) 2 soffiate (con pompetta)
+35°C 2 20 + 2 spazzolate
+30°C 4 25 + 2 soffiate
+20°C 6 45 M20-M24:
+10°C 12 80 2 soffiate (con ugello, min. 6 bar)
+5°C 20 120 + 2 spazzolate
0°C 45 180 + 2 soffiate
-5°C 90 330
Temperatura della resina: minimo +5°C (utilizzare un termometro ad infrarossi).
Temperatura di immagazzinamento: tra +5°C e +25°C, in luogo asciutto ed al
riparo dal sole.

c h0
s hef
c
c s
h
Ødf

>h tfix

183
Istruzioni di posa: in calcestruzzo e muratura piena

Forare Pulire accura- Avvitare il Estrudere Iniettare la Inserire Una piccola Attesa dell’in- Posizonare
tamente il miscelatore min. 10 cm resina la barra fuoriuscita di durimento l’elemento
foro statico alla di resina pri- partendo dal filettata con resina indica in funzione da fissare e
cartuccia ma dell’uti- basso del leggere il corretto della tempe- serrare con
lizzo come foro riempen- rotazioni riempimento ratura chiave dina-
scarto do min. 2/3 del foro mometrica
del volume

in calcestruzzo cellulare e cemento spugno

Forare a Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare la re- Inserire la Una piccola Attesa Posizonare
coda di ratamente il miscelatore min. 10 cm sina partendo barra fuoriuscita di dell’induri- l’elemento
rondine foro statico alla di resina dal basso del filettata resina indica mento in fun- da fissare e
cartuccia prima foro riempen- con leggere il corretto zione della serrare con
dell’utilizzo do min. 2/3 rotazioni riempimento temperatura chiave
come scarto del volume del foro dinamome-
trica

184
Ancorante chimico invernale WIT NORDIC

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi pesanti in muratura piena (calcestruzzo, mattoni pieni, cemento spugno),
muratura forata (mattoni e blocchi forati e semipieni)
• specifico per l’impiego durante il periodo invernale con temperature basse, anche fino a - 20 °C
• utilizzabile e immagazzinabile in ambienti freddi fino a -20°C
• impiego universale: un solo ancorante per tutti tipi di muratura
• elevata resistenza agli agenti chimici ed atmosferici
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ferri di armatura, ganci e occhioli, bussole filettate ecc.

• opera attraverso due principi di ancoraggio: l’adesione e l’adattamento di forma


• fissaggi in prossimità dei bordi e con distanze tra gli ancoranti ridotte
• sfruttamento massimo delle capacità portanti delle murature forate
• privo di stirene, non odora in modo forte ed è quindi ideale anche per utilizzi in ambienti chiusi
• in muratura forata, eseguire il foro a sola rotazione (senza percussione) onde salvaguardare le camere interne
dei mattoni e utilizzare con bussole a rete o a calza

Versioni
• cartuccia contenente resina vinilestere ed induritore – senza stirene

185
Ancoraggi in muratura piena: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misure M8 M10 M12 M16 M20 M24
trazione (kN) 5,1 6,8 10,7 17,2 25,8 32,1
in calcestruzzo C20/25
taglio (kN) 4,6 7,7 10,8 20,1 31,4 445,3
trazione (kN) 2,5 3,0 3,5 3,5 3,5 3,5
in muratura piena
taglio (kN) 3,0 3,5 4,0 4,0 4,0 4,0
in calcestruzzo cellulare e spugno trazione e taglio (kN) 1,2 1,2 1,2 – – –
distanza critica tra ancoranti scr,N (mm) 160 180 220 250 340 420
distanza minima tra ancoranti smin (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza critica dai bordi ccr,N (mm) 80 90 110 125 170 210
distanza minima dai bordi cmin/min 40 50 60 70 80 100
diametro del foro d0 (mm) 10 12 14 18 24 28
profondità del foro h0 (mm) 80 90 110 125 170 210
profondità di ancoraggio hef (mm) 80 90 110 125 170 210
spessore minimo supporto hmin (mm) 130 140 160 175 220 280
coppia di serraggio (Nm) 10 20 40 60 120 200
(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra descritti si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o di altri ancoranti.
I carichi inerenti al calcestruzzo includono un coefficente di sicurezza ≥ 3.

Ancoraggi in muratura forata: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misura M6 M8 M 10 M 12
mattoni e blocchi semipieni (es. doppio UNI) trazione e taglio (kN) 1,0 2,0 2,0 2,0
mattoni e blocchi forati leggeri trazione e taglio (kN) 0,6 1,0 1,0 1,0
distanza tra gli ancoranti ≥ (mm) 200
distanza dai bordi ≥ (mm) 200
dimensioni del foro In dipendenza dalle dimensioni della bussola
coppia di serraggio (Nm) 3 5 8 8

(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche dei materiali forati non è possibile indicare precisi carichi ammissibili o di rottura.
Per il fissaggio di carichi superiori a 1,0 kN si raccomanda di verificare la tenuta della muratura effettuando delle prove
in cantiere.
In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante chimico è superiore alla tenuta del mattone forato.

Tempi di lavorazione e di indurimento:


Temperature nel fondo del foro Tempi max. Pulizia dei fori:
Tempi minimi M8 – M16: 2 pompate
(utilizzare un termometro ad di lavorazione
di indurimento + 2 spazzolate
infrarossi) (minuti)
+ 2 pompate
+15°C 3 min. 45 min.
M20 – M24:
+5°C 10 min. 80 min.
+ 2 spazzolate
0°C 25 min. 150 min.
+ 2 soffiate con aria compressa
-5°C 50 min. 5h
(min. 6 bar)
-10°C 60 min. 10 h
-20°C 90 min. 24 h
Temperatura della resina: tra -20°C e + 15°C (utilizzare un termometro ad infra-
rossi). Temperatura di immagazzinamento: tra -20°C e +25°C, in luogo asciutto
ed al riparo dal sole.

186
c h0
s hef
c
c s
h

Ødf
>h tfix

Istruzioni di posa: in calcestruzzo e muratura piena

Forare Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare la Inserire Una piccola Attesa Posizionare
ratamente il miscelatore min. 10 cm resina parten- la barra fuoriuscita di dell’induri- l’elemento
foro statico alla di resina pri- do dal basso filettata con resina indica mento in fun- da fissare e
cartuccia ma dell’uti- del foro leggere il corretto zione della serrare con
lizzo come riempendo rotazioni riempimento temperatura chiave dina-
scarto min. 2/3 del del foro mometrica
volume

in calcestruzzo cellulare e cemento spugno

Forare a Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare la Inserire la Una piccola Attesa Posizionare
coda di ratamente il miscelatore min. 10 cm resina parten- barra filettata fuoriuscita di dell’induri- l’elemento
rondine foro statico alla di resina do dal basso con leggere resina indica mento in fun- da fissare e
cartuccia prima del foro rotazioni il corretto zione della serrare con
dell’utilizzo riempendo riempimento temperatura chiave
come scarto min. 2/3 del del foro dinamome-
volume trica

in muratura forata

Forare a Pulire accu- Inserire la Avvitare il Estrudere Iniettare la Inserire la Attesa Serrare con
sola ratamente il bussola a miscelatore min. 10 cm resina parten- barra filetta- dell’induri- chiave
rotazione foro rete statico alla di resina pri- do dal basso ta con mento in fun- dinamome-
cartuccia ma dell’uti- della bussola leggere zione della trica
lizzo come riempendo rotazioni temperatura
scarto 100% del
volume

187
AncoRAnTe cHIMIco UnIVeRsALe WIT c-140

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi pesanti in muratura piena (calcestruzzo, mattoni pieni, cemento spugno) e muratura forata
(mattoni, blocchi forati e semipieni)
• su muratura forata, eseguire il foro a sola rotazione (senza percussione) onde salvaguardare le camere interne dei
mattoni e utilizzare con l’ausilio di bussole a rete o a calza
• buona resistenza agli agenti chimici ed atmosferici
• utilizzabile anche in presenza d’acqua e su legno
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ferri di armatura, ganci e occhioli, bussole filettate, ecc.

• opera attraverso due principi di ancoraggio: l’adesione e l’adattamento di forma


• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
• sfruttamento massimo delle capacità portanti delle murature forate
• impiego tramite comuni pistole per siliconi/sigillanti
• senza stirene e quindi poco odorante
• sistema di apertura rapido – non servono forbici o coltellini
• una sola cartuccia per impiego in tutti i tipi di muratura

Caratteristiche
• cartuccia contenente resina vinilestere – senza stirene

188
Ancoraggi in muratura piena: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misure M8 M10 M12 M16 M20
calcestruzzo non fessurato trazione (kN) 4,2 6,1 8,9 11,4 18,3
C20/25 taglio (kN) 4,6 6,2 8,9 11,4 18,3
in muratura piena trazione (kN) 2,0 2,6 2,8 – –
taglio (kN) 3,0 3,4 3,9 – –
distanza critica tra ancoranti scr,N (mm) 165 200 240 290 420
distanza minima tra ancoranti smin (mm) 80 90 95 110 120
distanza critica dai bordi cr,N (mm) 85 100 120 150 210
distanza minima dai bordi cmin (mm) 40 45 50 55 65
diametro del foro d0 (mm) 10 12 14 18 24
profondità del foro h0 (mm) 85 95 115 130 175
profondità di ancoraggio hef (mm) 80 90 110 125 170
spessore minimo supporto hmin (mm) 130 140 160 175 240
coppia di serraggio (Nm) 10 20 40 80 150
consumo teorico con cart. 300 ml N° fori 56 38 25 15 6
consumo teorico con cart. 165 ml N° fori 28 19 12 8 3
(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra indicati si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o altri ancoranti.

Ancoraggi in presenza d‘acqua:


In caso di ancoraggi in presenza di acqua, si deve raddoppiare il tempo di indurimento della resina e diminuire del
20 % i carichi sopra indicati.

Ancoraggi in muratura forata: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misure M6 M8 M10 M12
mattoni e blocchi semipieni (es. doppio UNI) trazione e taglio (kN) 1,0 2,0 2,0 2,0
mattoni e blocchi forati leggeri trazione e taglio (kN) 0,6 1,0 1,0 1,0
distanza tra gli ancoranti ≥ (mm) 200
distanza dai bordi ≥ (mm) 200
dimensioni del foro in dipendenza dalle dimensioni della bussola
coppia di serraggio (Nm) 3 5 8 8
(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche dei materiali forati non è possibile indicare precisi carichi ammissibili o di rottura.
Per il fissaggio di carichi superiori a 1,0 kN si raccomanda di verificare la tenuta della muratura effettuando delle
prove in cantiere. In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante chimico è superiore alla tenuta del mattone forato.

Ancoraggio su legno: carichi consigliati alla trazione con barre filettate in acciaio zincato cl. 5.8
o inox A2 o A4 cl. 50 e condizioni di posa
misure M8 M10 M12 M16
in legno lamellare (kN) 3,2 4,2 6,1 10,7
interassi > (mm) 100 125 150 200
distanza dai bordi > (mm) 80 100 120 160
Ø x profondità (mm) 10x85 12x105 14x125 18x165
spessore minimo supporto (mm) il doppio della profondità di foro
(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche (struttura, stagionatura e durezza) del legno non è possibile indicare precisi
carichi massimi consigliabili o di rottura.
Si raccomanda di verificare la tenuta effettuando delle prove in cantiere. In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante
chimico è superiore alla tenuta del legno.

189
Tempi di indurimento e di applicazione del carico:
temperatura della tempo di lavorabilità
tempo indurimento (ore)
resina (minuti)
+5°C 20 6
+10°C 15 5
+20°C 7 3
+25°C 5 2
+30°C 3 1

Istruzioni di posa in muratura piena: (calcestruzzo, mattoni pieni, pietre naturali dure)

Forare Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire la Una piccola Attesa dell’in- Posizionare
ratamente il miscelatore min.10 cm di la resina barra filetta- fuoriuscita di durimento l’elemento
foro statico alla resina prima partendo ta con resina indica in funzione da fissare e
cartuccia dell'utilizzo dal basso leggere il corretto della tempe- serrare con
come scarto del foro rotazioni riempimento ratura chiave dina-
riempendo del foro mometrica
min.2/3del
volume

Istruzioni di posa in muratura forata: (mattoni e blocchi forati e semipieni)

Forare a sola Pulire Inserire la Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire la Attesa Serrare con
rotazione accurata- bussola a miscelatore min. 10 cm la resina barra filetta- dell’induri- chiave
mente il foro rete statico alla di resina partendo dal ta con mento dinamome-
cartuccia prima dell’uti- basso della leggere in funzione trica
lizzo come bussola riem- rotazioni della
scarto pendo 100% temperatura
del volume

190
Recupero e consolidamento di solai in legno con ancorante chimico WIT-C 140

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggio di connettori metallici su travi di legno per il ripristino e consolidamento dei solai
• garantisce ottime proprietà di adesione sul legno, resistenza all’umidità ed un elevata resistenza alle sollecitazioni

• non saldare l’elemento metallico annegato nella resina


• connettori metallici devono essere dimensionati in funzione dello sforzo di taglio all'interfaccia tra le sue strutture
(legno/calcestruzzo)
• la nuova soletta può essere collegata alle murature perimetrali esistenti mediante ferri
d’armatura ancorati con resina Würth WIT-PE 500

Ancorante su legno: carichi consigliati alla trazione con barre filettate


in acciaio zincato cl. 5,8 o inox A2 o A4 cl. 50 e condizioni di posa

misure M8 M10 M12 M16


in legno lamellare (kN) 3,2 4,2 6,1 10,7
interassi ≥ (mm) 100 125 150 200
distanza dai bordi ≥ (mm) 80 100 120 160
Ø x profondità foro (mm) 10 x 85 12 x 05 14 x 125 18 x 165
spessore minimo supporto ≥ (mm) il doppio della profondità del foro
(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche (classe, stagionatura, stato di conservazione e durezza) del legno non è possibi-
le indicare valori precisi carichi massimi consigliati ammissibili o di rottura. Si raccomanda di verificare la tenuta effet-
tuando delle prove in cantiere. In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante chimico è superiore alla tenuta del legno.

191
Ancorante chimico universale WIT-C 150

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi medio/pesanti in muratura piena (calcestruzzo, mattoni pieni, cemento spugno)
e muratura forata (mattoni e blocchi forati e semipieni)
• in muratura forata utilizzare con l’ausilio di bussole a rete o a calza
• in muratura forata il foro deve essere eseguito con sola rotazione
(senza percussione onde salvaguardare le camere interne dei mattoni
• resistenza a temperatura continuativa +80°C, massima temporanea +110°C
• una sola cartuccia per impiego in tutti i tipi di muratura
• particolarmente idoneo per impiego su pietra naturale,
• contiene stirene ed è quindi consigliato l’utilizzo in ambienti ventilati
• elevata resistenza agli agenti chimici ed atmosferici
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ferri di armatura, ganci e occhioli, bussole filettate ecc.

• opera attraverso due principi di ancoraggio: l’adesione e l’adattamento di forma


• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
• sfruttamento massimo delle capacità portanti delle murature forate

Versioni
• cartuccia contenente 150 ml o 410 ml di resina epossiacrilato – con stirene

192
Ancoraggi in muratura piena: carichi consigliati in kN con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misure M8 M 10 M 12 M 16 M 20
calcestruzzo C20/25 3,7 5,0 7,1 9,5 14,6
cemento spugno 1,0 1,0 1,0 – –
distanza critica tra ancoranti ≥ (mm) 160 180 220 250 340
distanza minima tra ancoranti ≥ (mm) 80 90 110 125 170
distanza critica dai bordi ≥ (mm) 80 90 110 130 170
distanza minima dai bordi ≥ (mm) 40 50 60 70 170
diametro del foro (mm) 10 12 14 18 24
profondità minima del foro ≥ (mm) 80 90 110 125 170
spessore minimo supporto ≥ (mm) 130 140 160 175 220
coppia di serraggio (Nm) 10 20 40 60 120
(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra descritti si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o altri ancoranti.
Valori di resistenza indipendenti dalla direzione del carico.

Istruzioni di posa: in calcestruzzo e muratura piena

Forare Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire Una piccola Attesa dell’in- Posizonare
ratamente il miscelatore min. 10 cm la resina la barra fuoriuscita di durimento l’elemento
foro statico alla di resina partendo dal filettata con resina indica in funzione da fissare e
cartuccia prima dell’uti- basso del leggere il corretto della tempe- serrare con
lizzo come foro riempen- rotazioni riempimento ratura chiave dina-
scarto do min. 2/3 del foro mometrica
del volume

in calcestruzzo cellulare e cemento spugno

Forare a Pulire accu- Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire la Una piccola Attesa Posizonare
coda di ratamente il miscelatore min. 10 cm la resina barra fuoriuscita di dell’induri- l’elemento
rondine foro statico alla di resina partendo dal filettata con resina indica mento in fun- da fissare e
cartuccia prima dell’uti- basso del leggere il corretto zione della serrare con
lizzo come foro riempen- rotazioni riempimento temperatura chiave
scarto do min. 2/3 del foro dinamome-
del volume trica

193
Ancoraggi in muratura forata: carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa
misure M6 M8 M10 M12
mattoni e blocchi semipieni (es. doppio UNI) trazione e taglio (kN) 0,8 1,4 1,4 1,4
mattoni e blocchi forati leggeri trazione e taglio (kN) 0,5 0,8 0,8 0,8
distanza tra gli ancoranti ≥ (mm) 200
distanza dai bordi ≥ (mm) 200
dimensioni del foro In dipendenza dalle dimensioni della bussola
coppia di serraggio (Nm) 3 5 8 8

(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche dei materiali forati non è possibile indicare precisi carichi ammissibili o di rottura.
Per il fissaggio di carichi superiori a 1,0 kN si raccomanda di verificare la tenuta della muratura effettuando delle
prove in cantiere.
In ogni caso il carico di rottura dell’ancorante chimico è superiore alla tenuta del mattone forato.

Istruzioni di posa: in muratura forata

Forare a sola Pulire Inserire la Avvitare il Estrudere Iniettare Inserire la Attesa Serrare con
rotazione accurata- bussola a miscelatore min. 10 cm la resina barra dell’induri- chiave
mente il foro rete statico alla di resina partendo dal filettata con mento dinamome-
cartuccia prima dell’uti- basso della leggere in funzione trica
lizzo come bussola riem- rotazioni della
scarto pendo 100% temperatura
del volume

194
Ancorante chimico universale RP 401

Campi di impiego e vantaggi


• ancoraggi di media portata in muratura piena (calcestruzzo, pietre naturali dure, mattoni pieni)
e muratura forata (mattoni e blocchi semipieni e forati)
• fissaggi in prossimità dei bordi e con interassi ridotti
• sfruttamento massimo delle capacità portanti delle murature forate
• resistenza fino a + 50°C
• una sola cartuccia per impiego in tutti i tipi di muratura
• ancoraggio di diversi accessori come barre filettate, ferri di muratura, ganci e occhioli, bussole filettate, ecc.
• su muratura forata, il foro va eseguito in sola rotazione e la resina va utilizzata con l’ausilio di bussole a rete
• ancorante per impieghi statici o poco vibranti

Versioni
• cartuccia contenente 400 ml di resina poliestere ed induritore – senza stirene

195
Ancoraggi in calcestruzzo:
Carichi consigliati in kN con barre filettate ≥ cl.4.6:
misure M8 M 10 M 12 M 16
calcestruzzo C20/25 2,8 3,8 5,1 9,5
(1 kN ~
= 100 kg) Per il fissaggio in zona compressa per i seguenti tipi di sollecitazione, trazione assiale, taglio e trazione obliqua sotto
ogni angolo.
Coefficiente di sicurezza: >4

Condizioni di posa: M8 M 10 M 12 M 16
Ø foro mm 10 12 14 18
profonditá del foro/di posa mm 80 90 110 125
distanza tra ancoranti critica/minima* mm 200/40 220/50 270/60 310/70
distanza dal bordo critica/minima* mm 100/40 110/50 135/60 155/70
spessore supporto minimo mm 130 140 160 175
coppia di seraggio Nm 10 20 40 80
*distanza minima consentita per la quale è necessaria la riduzione del carico ammissibile

Consumo teoretico di resina per fissaggi in materiali pieni: riempimento foro min. 2/3 del volume
Ø barra Ø foro x quantità di riempimento nr. fissaggi con
filettata profondità (mm) min. (ml) cartuccia da 400 ml
M8 10 x 80 5 ± 70
M10 12 x 90 7 ± 50
M12 14 x 110 11 ± 30
M16 18 x 125 24 ± 15

Istruzioni di posa: in calcestruzzo, muratura piena

120

Forare Pulire Avvitare il Estrudere Riempire il Inserire Una Attesa Posizio-


accurata- miscelato- ca. 10 cm foro l’elemento piccola dell’induri- nare
mente re statico di resina partendo di fissag- fuoriuscita mento in l’elemento
il foro sulla prima dal basso gio con di resina funzione da fissare
cartuccia dell’utilizzo leggere indica il della tem- e serrare
rotazioni corretto ri- peratura con chia-
empimento ve dinamo-
del foro metrica

Ancoraggi in muratura forata:


Carichi consigliati in kN con barre filettate ≥ cl.4.6:
misure M6 M 8 M 10 M 12
mattoni e blocchi forati leggeri 0,4 0,5 0,5 0,5
mattoni e blocchi semipieni (es. doppio UNI) 0,8 0,9 0,9 0,9
(1 kN ~
= 100 kg) A causa delle differenti caratteristiche dei materiali forati non è possibile indicare precisi carichi ammissibili o di rottura.
Per il fissaggio di carichi superiori a 0,9 kN si raccomanda di verificare la tenuta della muratura effettuando delle
prove in loco.

196
Condizioni di posa:
misure M6 M8 M 10 M 12
distanza tra ancoranti mm 200
distanza dal bordo mm 200
coppia di serraggio con barra filettata Nm 3 5 8 8
coppia di serraggio con bussola filettata Nm 3 5 5 5
Importante: su materiali forati è indispensabile l’impiego delle bussole a rete o a calza per impedire che la resina si disperda nelle cavità del
forato e per centrare l’elemento di fissaggio.

Consumo teoretico di resina per fissaggi in materiali forati: riempimento foro al 100% del volume
bussola Ø barra bussola quantità di riempimento nr. fissaggi con
a rete filettata filettata min. (ml) cartuccia da 400 ml
12 x 60 M6 M6 x 50 4 ± 80
16 x 85 M8 - M12 M8 x 80 13 ± 25
16 x 130 M8 - M12 M8 x 80 19 ± 15
18 x 95 M8 - M12 M8 x 80 21 ± 14
20 x 85 M12 M10 x 80/M12 x 80 23 ± 13

Istruzioni di posa:

120

Forare a Inserimen- Avvitare il Estrudere Riempire Inserire Attesa dell’in- Posizionare


sola to della miscelato- ca. 10 cm la bussola l’elemento durimento l’elemento da
rotazione bussola a re statico di resina partendo di fissaggio in funzione fissare e serra-
rete sulla car- prima dal basso con leggere della tempe- re con chiave
tuccia dell’utilizzo rotazioni ratura dinamome-
trica

Tempi di applicazione e di indurimento:


temperatura tempo max lavorabilità tempo min indurimento
della resina (minuti) (minuti)
+ 5° C 20 240
+10° C 10 180
+15° C 8 150
+20° C 6 120
+25° C 5 60
+30° C 4 45

197
Malta chimica colabile MC 100

Certificazioni:
Prove eseguite da Elletipi,
laboratorio autorizzato dal Ministero
delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Campi di impiego e vantaggi


Per ancoraggi di:
• barre filettate e ferri di ripresa
• barriere stradali, guard rail
• binari, gru e carrelli
• travi portanti
• pali e segnaletica stradale

Per riempimenti di:


• giunti e crepe confinati
• fori o angoli in strutture danneggiate
• riempimenti di cavità per il ripristino strutturale
• impiego universale: calcestruzzo, pietra naturale dura, muratura piena, acciaio e legno
• per sollecitazioni statiche e dinamiche
• resistenza alle alte temperature: contiunativa massima +60°C, massima temporanea +100°C
• ritiro minimo
• ottime caratteristiche meccaniche
• resistente agli agenti atmosferici e chimici
• impiego facile e veloce
• privo di solventi, diluenti e plastificanti

Caratteristiche
• malta chimica epossidica in secchio in acciaio (5000 g)
• induritore in latta in acciaio (850 g)
• colore grigio scuro

198
Carichi consigliati con barre filettate 5.8 e condizioni di posa:
misure M12 M16 M20 M24 M30
in calcestruzzo C20/25 trazione (kN) 8 12 21 28 52
(zona compressa) taglio (kN) 6 11 17 24 39
distanza critica tra ancoranti scr,N (mm) 220 250 340 420 560
distanza minima tra ancoranti smin (mm) 55 65 85 105 140
distanza critica dai bordi ccr,N (mm) 110 125 170 210 280
distanza minima dai bordi cmin (mm) 55 65 65 105 140
diametro del foro d0 (mm) 14 18 24 28 35
profondità del foro h0 (mm) 110 125 170 210 280
profondità di ancoraggio hef (mm) 110 125 170 210 280
spessore minimo supporto hmin (mm) 150 165 210 250 320
coppia di serraggio (Nm) 40 60 120 150 300
(1 kN ~
= 100 kg) Note: I carichi sopra descritti si riferiscono ad ancoranti montati senza influenza da bordi o altri ancoranti.
I carichi sopra descritti includono un coefficiente di sicurezza = 3.

h0
c hef
s
c
c s Ødf
h

≥h tfix

Tempi di lavorazione e di indurimento:


Temperature nel fondo del foro Tempi max. Tempi minimi di indurimento (ore)
(utilizzare un termometro ad infrarossi) di lavorazione supporto supporto
(minuti) asciutto bagnato
+5°C 90 18 25
+10°C 70 15 24
+20°C 30 8 12
+30°C 25 3,5 5
+35°C 20 3 3,5
Temperatura della malta: minmo +5°C.
Temperatura di immagazzinamento: tra +5°C e +25°C, in luogo asciutto ed al riparo dal sole.

Istruzioni di posa:

8/12 ore

Forare Pulire accu- Versare tutto Miscelare Versare nei Inserire Una piccola Attesa dell’in- Posizonare
ratamente il l‘induritore lentamente fori senza la barra fuoriuscita durimento in l’elemento
foro da pol- nel secchio con una fru- incorporare filettata con di resina funzione della da fissare e
vere, liquidi della malta sta per min. aria leggere indica il temperatura serrare con
e grassi 3 minuti rotazioni corretto chiave dina-
riempimento mometrica
del foro

199
Importante:
Si consiglia di effettuare un’accurata pulizia dei fori, possibilmente con pompetta di soffiaggio e spazzolini a macchina;
per esempio: 4 pompate, 4 spazzolate e 4 pompate.

Indicazioni generali:
Il supporto deve essere pulito, asciutto e privo di olii, grassi, polvere o parti friabili ed incoerenti.
Supporti metallici vanno sabbiati o ravvivati con altri mezzi in modo da eliminare tracce di ruggine, calamina, etc.
Temperatura del supporto min. +5 °C, umidità max. del supporto 5%.
Versare l’induritore nel secchio della malta e miscelare lentamente i due componenti con agitatore meccanico a frusta
per almeno 3 minuti assicurandosi di rimuovere anche il materiale lungo le pareti della confezione. La frusta va lavata
immediatamente dopo la lavorazione con un solvente.

Impieghi:
Come inghisante: il prodotto va colato nei fori in quantità tale da evitare tracimazioni all’immersione dell’elemento
metallico da ancorare. Fori stretti: versando in fori stretti è necessario assicurarsi dell’assenza di bolle d’aria nel foro.
Come adesivo strutturale: idoneo per adesioni di metallo, materiale lapideo, legno o altro materiale da costru-
zione tra di loro o su calcestruzzo; per giunzioni o riparazioni di manufatti in calcestruzzo.
Applicare mediante spatola, rullo o pennello in spessori inferiori a 3 mm.
Cavità: per riempire giunti o crepe è necessario versare lentamente ed iniziare da un lato.
Malta da riempimento: per realizzare riempimenti in cavità o ripristini strutturali di dimensioni importanti,
aggiungere, miscelando in un contenitore opportuno, ad ogni confezione di MC 100 dai 15 ai 25 kg di sabbia di
quarzo di granulometria 1,5 – 2 mm a seconda della fluidità che si desidera raggiungere.
Primer nelle riprese di getto: spalmare il prodotto sulla superficie di cemento vecchio mediante pennello o rullo;
procedere subito, umido su umido, col nuovo getto.

Esempi di applicazione:

Pali Barre filettate in asfalto Riempimento di crepe

Primer per riprese di getto Fluidità regolabile in base all’aggiunta di Incollaggio di vari materiali edili
sabbia di quarzo

200
AncoRAnTe AD eLeVATe PResTAZIonI W-HAZ

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
W-HAZ-B W-HAZ-S W-HAZ-SK

So
Certificazioni Caratteristiche

W-HAZ
BTE Marcatura Resistenza Calcestruzzo Carichi
opzione 1 CE al fuoco fessurato pesanti

Kg

Idoneità Carico Interasse e distanza Vita utile
VdS impulsivo dai bordi ridotti

SHOCK 50
ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• ancorante per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• varie tipologie di teste
• espansione a controllo di coppia
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-HAZ-B: vite testa esagonale classe 8.8 e rondella
• W-HAZ-S: con barra filettata classe 8.8, rondella e dado
• W-HAZ-SK: con vite testa piana svasata classe 8.8 con rondella svasata

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-02/0031, Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• resistenza al fuoco secondo Technical Report TR 020, R30-R120 (ETA-02/0031)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3551/4455 secondo DIN-EN1363-1: 1999-10
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a. per diametri M8÷M20
• certificazione BZS per resistenza a carichi impulsivi (shock)

201
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20
Resistenza caratteristica NRk 5,0 12,0 16,0 25,8 36,0 44,4 50,3
a trazione di progetto NRd 3,3 8,0 10,7 17,2 24,0 29,6 33,5
(kN) ammissibile NRamm 2,4 5,7 7,6 12,3 17,1 21,1 24,0
VRk1) 16,0* 24,5* 36,2*
caratteristica 51,5 72,0 88,8 100,6
VRk2) 17,7* 29,9* 43,1
Resistenza
VRd1) 12,8* 19,6*
a taglio di progetto 28,7 34,3 48,0 59,2 67,1
VRd2) 14,2* 22,3
(kN)
VRamm1) 9,1* 14,0*
ammissibile 20,5 24,5 34,3 42,3 47,9
VRamm2) 10,1 15,9

Calcestruzzo non fessurato


Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20
Resistenza caratteristica NRk 12,0 16,0 25,0 30,0 40,0 62,2 50,0
a trazione di progetto NRd 8,0 10,7 16,7 20,0 26,7 41,4 33,3
(kN) ammissibile NRamm 5,7 7,6 11,9 14,3 19,0 29,6 23,8
VRk1) 16,0* 24,5* 36,2* 63,2* 91,2* 91,2* 122,0*
caratteristica
VRk2) 17,7* 29,9* 48,1* 72,1 100,8 124,3 140,9
Resistenza
VRd1) 12,8* 19,6* 29,0* 73,0*
a taglio di progetto 48,1 67,2 93,9
VRd2) 14,2* 23,9* 38,5* 82,9
(kN)
VRamm1) 9,1* 14,0* 20,7* 52,1*
ammissibile 34,3 48,0 67,1
VRamm2) 10,1* 17,1* 27,5* 59,2
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg
1) W-HAZ-B
2) W-HAZ-S, W-HAZ-SK

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• M16 e M20 non disponibili per W-HAZ-SK

202
Condizioni di posa

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


Diametro nominale punta del trapano mm d0 10 12 15 18 24 24 28
Diametro foro passante
mm df 12 14 17 20 26 26 31
nell’elemento da fissare
Dado esagonale W-HAZ-S/-B 10 13 17 19 24 24 30
mm sw
Inserto esagonale W-HAZ-SK 4 5 6 8 - - -
Coppia di serraggio Nm Tinst 15 30 50 80 160 160 280
Coppia di serraggio (W-HAZ-SK) Nm Tinst 10 25 55 70 160 160 280
Profondità del foro ≥ mm h1 65 80 95 105 130 145 160
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 50 60 71 80 100 115 125
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 120 140 160 200 230 250
smin 50 60 70 80 100 100 125
Interasse minimo tra gli ancoranti mm
per c ≥ 80 100 120 160 180 180 300
cmin 50 60 70 80 100 100 180
Distanza minima dai bordi mm

W-HAZ
per s ≥ 100 120 175 200 220 220 540
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr 3 hef
Distanza critica dai bordi mm ccr 1,5 hef

c
s d0 M Tinst
c
c s
hmin hef tfix
h1
hmin

W-HAZ-S W-HAZ-B W-HAZ-SK tfix


tipo
lunghezza totale (mm) lunghezza totale (mm) lunghezza totale (mm) (mm)
M6-10 75 77 70 10
M6-25 - - 85 25
M6-30 95 97 - 30
M6
M6-40 - - 100 40
M6-50 115 117 - 50
M6-100 - 167 - 100
M8-10 87 90 80 10
M8-25 - - 95 25
M8 M8-30 107 110 - 30
M8-50 127 130 120 50
M8-100 - 180 - 100
M10-10 - - 95 10
M10-15 108 111 - 15
M10-25 118 121 110 25
M10 M10-35 - - 120 35
M10-45 138 141 - 45
M10-50 - - 135 50
M10-95 - 191 - 95
203
W-HAZ-S W-HAZ-B W-HAZ-SK tfix
tipo
lunghezza totale (mm) lunghezza totale (mm) lunghezza totale (mm) (mm)
M12-10 117 122 - 10
M12-20 127 132 115 20
M12 M12-40 147 152 135 40
M12-70 177 182 - 70
M12-100 - 212 - 100
M16-20 152 157 - 20
M16 M16-50 182 187 - 50
M16-100 - 237 - 100
M20-10 172 181 - 10
M20-30 192 201 - 30
M20
M20-60 222 231 - 60
M20-100 262 271 - 100

Materiali zincati galvanicamente ≥ 5μm,


Elemento Denominazione
secondo EN ISO 4042
1 barra filettata Acciaio, classe 8.8 EN-ISO 898-1
2 rondella piana Acciaio, EN 10139
3 bussola distanziatrice Tubo in acciaio di precisione DIN 2394/2393
4 anello di compressione polietilene
5 boccola di espansione Acciaio, EN 10139
6 cono di espansione Acciaio, classe 8 EN 20898-2
7 dado esagonale Acciaio, classe 8 EN 20898-2
8 vite a testa esagonale Acciaio, classe 8.8 EN-ISO 898-1
9 vite a testa piana svasata Acciaio, classe 8.8 EN-ISO 898-1
8
10 rondella svasata Acciaio, EN 10083-2

6 5 4 3 2 71 W-HAZ-S

W-HAZ-B W-HAZ-SK

9 10
Istruzioni di posa:

Forare con Pulire con cura il foro. Inserire l’ancorante Serrare mediante
trapano a roto- Si consiglia l’uso di attraverso l’oggetto chiave dinamome-
percussione. pompa d’aria e spaz- da fissare. La trica applicando la
zolino tacca di posa deve coppia di serrag- Le modalità di installazione e di pulizia del
essere a filo con gio prescritta. foro, nonché gli accessori da utilizzare sono
la superficie del descritti nel Benestare Tecnico Europeo.
calcestruzzo.

204
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Trazione

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =

W-HAZ
cM,s

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20


NRd,s (kN) 10,7 19,3 30,7 44,7 84,0 130,7

cM,s = 1, 5

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N 0Rd,p $ }cls,N

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20


calcestruzzo fessurato 3,3 8,0 10,7 - - -
N 0Rd,p (kN)
calcestruzzo non fessurato 8,0 10,7 16,7 20,0 26,7 33,3
Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica a sfilamento non è determinante

N Rk,p
N Rd,p = cM,p = 1, 5
cM,p

Influenza della resistenza del calcestruzzo


classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60
}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

205
Resistenza di progetto a trazione per rottura conica A c,N
N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e lontano dai bordi di calcestruzzo). A c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo
ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del
manuale per ulteriori chiarimenti.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


calcestruzzo fessurato 8,5 11,2 14,4 17,2 24,0 29,6 33,5
N 0Rd,c (kN)
calcestruzzo non fessurato 11,9 15,6 20,1 24,0 33,6 41,4 47,0

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20 A c,N


50 0,67 = 0, 5 + s
A 0c,N 2 $ s cr
55 0,68
60 0,70 0,67
65 0,72 0,68
70 0,73 0,69 0,66
75 0,75 0,71 0,68
80 0,77 0,72 0,69 0,67
85 0,78 0,74 0,70 0,68 s
90 0,80 0,75 0,71 0,69
95 0,82 0,76 0,72 0,70
100 0,83 0,78 0,73 0,71 0,67 0,64
105 0,85 0,79 0,75 0,72 0,68 0,65
110 0,87 0,81 0,76 0,73 0,68 0,66
115 0,88 0,82 0,77 0,74 0,69 0,67
120 0,90 0,83 0,78 0,75 0,70 0,67
125 0,92 0,85 0,79 0,76 0,71 0,68 0,67
130 0,93 0,86 0,81 0,77 0,72 0,69 0,67
135 0,95 0,88 0,82 0,78 0,73 0,70 0,68
140 0,97 0,89 0,83 0,79 0,73 0,70 0,69
130 0,93 0,86 0,81 0,77 0,72 0,69 0,67
140 0,97 0,89 0,83 0,79 0,73 0,70 0,69
150 1 0,92 0,85 0,81 0,75 0,72 0,70
160 1 0,94 0,88 0,83 0,77 0,73 0,71
170 1 0,97 0,90 0,85 0,78 0,75 0,73
180 1 1 0,92 0,88 0,80 0,76 0,74
200 1 1 0,97 0,92 0,83 0,79 0,77
215 1 1 1 0,95 0,86 0,81 0,79 = Ancoraggio non conforme al BTE
240 1 1 1 1 0,90 0,85 0,82
260 1 1 1 1 0,93 0,88 0,85
280 1 1 1 1 0,97 0,91 0,87 I valori dell’interasse s devono essere
300 1 1 1 1 1 0,93 0,90 compatibili con i valori minimi della distanza
345 1 1 1 1 1 1 0,96 dal bordo c.
375 1 1 1 1 1 1 1
206
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo

c (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20 A c,N


0 = ` 0, 5 + s j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
c c
50 0,75 A c,N cr cr
55 0,80
60 0,85 0,75
65 0,90 0,79
70 0,95 0,83 0,74
75 1 0,87 0,78
80 1 0,91 0,81 0,75
85 1 0,96 0,84 0,78
90 1 1 0,88 0,81
95 1 1 0,92 0,84
100 1 1 0,95 0,87 0,75 0,69
105 1 1 0,99 0,90 0,77 0,71
110 1 1 1 0,93 0,80 0,73
115 1 1 1 0,97 0,82 0,75
120 1 1 1 1 0,85 0,77
130 1 1 1 1 0,90 0,81
140 1 1 1 1 0,95 0,85

W-HAZ
150 1 1 1 1 1 0,90
160 1 1 1 1 1 0,94
170 1 1 1 1 1 0,99
180 1 1 1 1 1 1 0,97
190 1 1 1 1 1 1 1
I valori della distanza dal bordo c devono essere compatibili con i valori minimi di interasse s.

= Ancoraggio non conforme al BTE

207
Resistenza di progetto a trazione A c,N
N Rd,sp = N 0Rd,sp $ $ }cls,N $ }h,sp
per fessurazione NRd,sp A 0c,N

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


calcestruzzo fessurato 8,5 11,2 14,4 17,2 24,0 29,6 33,5
N 0Rd,sp (kN)
calcestruzzo non fessurato 8,0 13,3 20,0 20,0 26,7 - 33,3
Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica non è determinante.
Per calcestruzzo non fessurato la verifica può essere omessa se l’interasse tra gli ancoranti s ≥ 5hef e la distanza dal bordo c ≥ 2,5hef ad
eccezione dei diametri M8 e M10.

N 0Rk,sp
N 0Rd,sp = cM,sp = 1, 5
cM,sp

2
}h,sp = c h m # 1, 5
3
2h ef

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore


ancorante-calcestruzzo fessurato

s (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20 A c,N s


50 0,67 0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr
55 0,68
60 0,70 0,67
65 0,72 0,68
70 0,73 0,69 0,66
75 0,75 0,71 0,68
80 0,77 0,72 0,69 0,67
85 0,78 0,74 0,70 0,68 s
90 0,80 0,75 0,71 0,69
95 0,82 0,76 0,72 0,70
100 0,83 0,78 0,73 0,71 0,67 0,64
105 0,85 0,79 0,75 0,72 0,68 0,65
110 0,87 0,81 0,76 0,73 0,68 0,66
115 0,88 0,82 0,77 0,74 0,69 0,67
120 0,90 0,83 0,78 0,75 0,70 0,67
125 0,92 0,85 0,79 0,76 0,71 0,68 0,67
130 0,93 0,86 0,81 0,77 0,72 0,69 0,67
135 0,95 0,88 0,82 0,78 0,73 0,70 0,68
140 0,97 0,89 0,83 0,79 0,73 0,70 0,69
130 0,93 0,86 0,81 0,77 0,72 0,69 0,67
140 0,97 0,89 0,83 0,79 0,73 0,70 0,69
150 1 0,92 0,85 0,81 0,75 0,72 0,70
160 1 0,94 0,88 0,83 0,77 0,73 0,71
170 1 0,97 0,90 0,85 0,78 0,75 0,73
180 1 1 0,92 0,88 0,80 0,76 0,74
200 1 1 0,97 0,92 0,83 0,79 0,77
215 1 1 1 0,95 0,86 0,81 0,79
240 1 1 1 1 0,90 0,85 0,82 = Ancoraggio non conforme al BTE
260 1 1 1 1 0,93 0,88 0,85
280 1 1 1 1 0,97 0,91 0,87
300 1 1 1 1 1 0,93 0,90 I valori dell’interasse s devono essere com-
345 1 1 1 1 1 1 0,96 patibili con i valori minimi della distanza dal
375 1 1 1 1 1 1 1 bordo c.

208
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore
ancorante-calcestruzzo non fessurato

s (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M20 A c,N s


50 0,67 0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr
60 0,70 0,60
70 0,73 0,62 0,60
80 0,77 0,63 0,61 0,67
90 0,80 0,65 0,63 0,69
100 0,83 0,67 0,64 0,71 0,67
110 0,87 0,68 0,65 0,73 0,68
125 0,92 0,71 0,68 0,76 0,71 0,67
135 0,95 0,73 0,69 0,78 0,73 0,68
150 1 0,75 0,71 0,81 0,75 0,70
160 1 0,77 0,73 0,83 0,77 0,71
170 1 0,78 0,74 0,85 0,78 0,73
180 1 0,80 0,75 0,88 0,80 0,74
180 1 0,80 0,75 0,88 0,80 0,74
200 1 0,83 0,78 0,92 0,83 0,77
215 1 0,86 0,80 0,95 0,86 0,79

W-HAZ
240 1 0,90 0,84 1 0,90 0,82
260 1 0,93 0,87 1 0,93 0,85
280 1 0,97 0,89 1 0,97 0,87
300 1 1 0,92 1 1 0,90
320 1 1 0,95 1 1 0,93
340 1 1 0,98 1 1 0,95
360 1 1 1 1 1 0,98
375 1 1 1 1 1 1
400 1 1 1 1 1 1
450 1 1 1 1 1 1
500 1 1 1 1 1 1
550 1 1 1 1 1 1
600 1 1 1 1 1 1
650 1 1 1 1 1 1
I valori dell’interasse s devono essere compatibili con i valori minimi della distanza dal bordo c.

= Ancoraggio non conforme al BTE

209
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N
calcestruzzo fessurato = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr c cr

c (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


50 0,75
55 0,80
60 0,85 0,75
65 0,90 0,79 c
70 0,95 0,83 0,74
75 1 0,87 0,78
80 1 0,91 0,81 0,75
85 1 0,96 0,84 0,78
90 1 1 0,88 0,81
95 1 1 0,92 0,84
100 1 1 0,95 0,87 0,75 0,69
105 1 1 0,99 0,90 0,77 0,71
110 1 1 1 0,93 0,80 0,73
115 1 1 1 0,97 0,82 0,75
120 1 1 1 1 0,85 0,77
130 1 1 1 1 0,90 0,81
140 1 1 1 1 0,95 0,85 = Ancoraggio non conforme al BTE
150 1 1 1 1 1 0,90
160 1 1 1 1 1 0,94
170 1 1 1 1 1 0,99 I valori della distanza dal bordo c devono
180 1 1 1 1 1 1 0,97 essere compatibili con i valori minimi di
190 1 1 1 1 1 1 1 interasse s.

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N


= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
calcestruzzo non fessurato A 0c,N s cr c cr

c (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M20


50 0,75
55 0,80
60 0,85 0,60 c
65 0,90 0,63
70 1 0,66 0,62
75 1 0,70 0,65
80 1 0,73 0,68 0,75
85 1 0,76 0,70 0,78
90 1 0,80 0,73 0,81
95 1 0,80 0,76 0,84
100 1 0,80 0,83 0,87 0,75
110 1 0,80 0,83 0,93 0,80
120 1 0,80 0,83 1 0,85
130 1 0,80 0,83 1 0,90
140 1 0,80 0,83 1 0,95
150 1 0,80 0,83 1 1 = Ancoraggio non conforme al BTE
160 1 0,80 0,83 1 1
170 1 0,81 0,83 1 1
180 1 1 0,83 1 1 1 I valori della distanza dal bordo c devono
190 1 1 0,83 1 1 1 essere compatibili con i valori minimi di
200 1 1 1 1 1 1 interasse s.

I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A 0c,N .
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c; NRd,sp)

210
TAGLIO

V
V

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s =
cM,s

In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h .


0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

W-HAZ
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20
W-HAZ-B 12,8 19,6 29,0 50,6 73,0 73,0 97,6
VRd,s (kN)
W-HAZ-S, W-HAZ-SK 14,2 23,9 38,5 58,2 100,8 100,8 120,0
W-HAZ-B, W-HAZ-S, W-HAZ-SK M 0Rd,s (Nm) 9,6 24,0 48,0 84,0 212,8 212,8 415,2

M 0Rk,s
M 0Rd,s = cM,s = 1, 25
cM,s

Resistenza di progetto per pryout/scalzamento


VRd,cp = k $ N Rd,c
del calcestruzzo VRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

Misura dell'ancorante
M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20
k
1,8 2 2 2 2 2 2

211
Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V
VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5∙c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato
per il coefficiente }h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 .
In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
A 0c,V
A 0c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condi-
zioni ideali (ancorante isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo).

Ac,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto
conto della presenza di ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del
manuale per ulteriori chiarimenti.

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

212
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25 di
un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20
50 2,31 V
55 2,67
60 3,04 3,33
65 3,43 3,76
70 3,83 4,20 4,64
75 4,25 4,66 5,15
80 4,68 5,13 5,67 6,14
85 5,13 5,62 6,21 6,72
90 5,59 6,12 6,77 7,32
95 6,06 6,64 7,34 7,94
100 6,54 7,17 7,93 8,58 9,78 10,05
105 7,04 7,71 8,53 9,23 10,52 10,82
110 7,55 8,27 9,15 9,89 11,28 11,60
115 8,07 8,84 9,78 10,58 12,06 12,40

W-HAZ
120 8,60 9,42 10,42 11,27 12,85 13,21
125 9,15 10,02 11,08 11,99 13,66 14,05
130 9,70 10,63 11,75 12,71 14,49 14,90
140 10,84 11,88 13,13 14,21 16,19 16,65
150 12,02 13,17 14,56 15,76 17,96 18,47
160 13,25 14,51 16,05 17,36 19,78 20,35
170 14,51 15,89 17,57 19,01 21,67 22,28
180 15,80 17,31 19,15 20,71 23,61 24,28 25,85 = Ancoraggio non conforme al BTE
190 17,14 18,78 20,76 22,46 25,60 26,33 28,04
200 18,51 20,28 22,42 24,26 27,65 28,43 30,28
250 25,87 28,34 31,34 33,90 38,64 39,74 42,32
300 34,01 37,25 41,20 44,56 50,80 52,24 55,63 calcestruzzo calcestruzzo
350 42,85 46,94 51,91 56,16 64,01 65,83 70,10
400 52,36 57,35 63,42 68,61 78,21 80,42 85,65 fessurato non
450 62,47 68,44 75,68 81,87 93,32 95,97 102,2 fessurato
500 73,17 80,16 88,64 95,88 109,3 112,4 119,69 }ucr 1,0 1,4

classe }cls }a,V aV area 2


C20/25 1,0 1 0°≤aV≤55° area 3 V
C25/30 1,10 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90° area 1
C28/35 1,18 2 90°<aV≤180°
C32/40 1,26 aV
C35/45 1,34 aV è l’angolo di inclinazione della forza
C40/50 1,41 di taglio rispetto alla normale al bordo
C45/55 1,48
C50/60 1,55 considerato
A
Il valore di V 0Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un A 0c,V
gruppo di due ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula:

0 = 2 $ ` 1 + 3c j
A c,V 1 s
A c,V
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la
seguente formula:
1 c ^n - 1h $ s
m
A c,V
0 = n
$ 1+
3c
A c,V

213
214
Distanza dal bordo c (mm)

A c,V
500 450 400 350 300 280 260 240 220 200 180 160 140 120 100 90 80 70 60 50
0,52 0,52 0,52 0,52 0,53 0,53 0,53 0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,57 0,58 0,59 0,60 0,62 0,64 0,67 50
0,52 0,52 0,53 0,53 0,53 0,54 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,60 0,61 0,63 0,64 0,67 0,70 60
0,52 0,53 0,53 0,53 0,54 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,60 0,62 0,63 0,65 0,67 0,69 0,73 70
0,53 0,53 0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,58 0,60 0,61 0,63 0,65 0,67 0,69 0,72 0,77 80
0,53 0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,61 0,63 0,65 0,67 0,69 0,71 0,75 0,80 90
0,53 0,54 0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,62 0,64 0,67 0,69 0,71 0,74 0,78 0,83 100
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,63 0,65 0,68 0,70 0,73 0,76 0,81 0,87 110
0,54 0,54 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,63 0,64 0,67 0,70 0,72 0,75 0,79 0,83 0,90 120
0,54 0,55 0,55 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,64 0,65 0,68 0,72 0,74 0,77 0,81 0,86 0,93 130
A 0c,V Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,55 0,55 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 0,69 0,73 0,76 0,79 0,83 0,89 0,97 140
0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,64 0,66 0,68 0,71 0,75 0,78 0,81 0,86 0,92 1 150
0,55 0,56 0,57 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 0,69 0,72 0,77 0,80 0,83 0,88 0,94 1 160
0,56 0,56 0,57 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,68 0,70 0,74 0,78 0,81 0,85 0,90 0,97 1 170
0,56 0,57 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 0,75 0,80 0,83 0,88 0,93 1 1 180
0,56 0,57 0,58 0,59 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,68 0,70 0,73 0,76 0,82 0,85 0,90 0,95 1 1 190
0,57 0,57 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 0,74 0,78 0,83 0,87 0,92 0,98 1 1 200
0,57 0,58 0,59 0,60 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 0,76 0,81 0,87 0,91 0,96 1 1 1 220

I valori dell’interasse s e della distanza dal bordo c devono essere compatibili con i valori minimi.
0,58 0,59 0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 0,79 0,83 0,90 0,94 1 1 1 1 240
0,59 0,60 0,61 0,62 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,74 0,77 0,81 0,86 0,93 0,98 1 1 1 1 260
0,59 0,60 0,62 0,63 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 0,83 0,89 0,97 1 1 1 1 1 280
0,60 0,61 0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,75 0,78 0,81 0,86 0,92 1 1 1 1 1 1 300
0,62 0,63 0,65 0,67 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,79 0,82 0,86 0,92 0,99 1 1 1 1 1 1 350
0,63 0,65 0,67 0,69 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 400
0,65 0,67 0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,84 0,88 0,92 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,67 0,69 0,71 0,74 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,92 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 500
0,68 0,70 0,73 0,76 0,81 0,83 0,85 0,88 0,92 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 550
0,70 0,72 0,75 0,79 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 600
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio


c m c m
N sd h + Vsd h # 1
N Rd VRd h = 1,5 altrimenti

Resistenza al fuoco

Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura

Misura dell'ancorante Classi di

W-HAZ
resistenza al
M6 M8 M10 M12 M16 M20 fuoco (minuti)
1,80 2,60 7,00 10,0 16,0 22,0 R30
W-HAZ-B 0,85 1,40 2,90 4,10 6,90 10,0 R60
W-HAZ-S 0,55 0,95 1,75 2,50 4,25 6,30 R90
Resistenza 0,40 0,75 1,20 1,70 3,00 4,50 R120
a trazione
Fmax (kN) 1,80 2,60 7,00 10,0 - - R30
0,85 1,40 2,90 4,10 - - R60
W-HAZ-SK
0,55 0,95 1,75 2,50 - - R90
0,40 0,75 1,20 1,70 - - R120
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante. In caso di incendio su più lati,
il metodo di dimensionamento può essere usato se la distanza dei tasselli dal bordo è c ≥ 300 mm.
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 1363-1: 1999-10

Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso d’incendio

Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO validi per calcestruzzo fessurato e non fessurato. Il metodo
semplificato Würth CCD proposto si basa sulle disposizioni del Technical Report TR020 e sulla relativa certificazione
ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo ed eventuali
eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,fi 200 240 284 320 400 460 500
Distanza critica dai bordi mm ccr,fi 100 120 142 160 200 230 250

215
TRAZIONE IN CASO DI INCENDIO

N Rk,s,fi
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s,fi (kN) N Rd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


R30 1,0 1,9 4,3 6,3 11,6 11,6 18,3
R60 0,8 1,5 3,2 4,6 8,6 8,6 13,5
NRd,s,fi (kN)
R90 0,6 1,0 2,1 3,0 5,0 5,0 7,7
R120 0,4 0,8 1,5 2,0 3,1 3,1 4,9

cM,s,fi = 1, 0

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p,fi N Rd,p,fi = N Rd,p,fi,C20/25

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


R30 1,3 3,0 4,0 6,3 8,8 8,8 15,9
R60 1,3 3,0 4,0 6,3 8,8 8,8 15,9
NRd,p,fi,C20/25 (kN)
R90 1,3 3,0 4,0 6,3 8,8 8,8 15,9
R120 1,0 2,4 3,2 5,0 7,0 7,0 12,7

N Rk,p,fi cM,p,fi = 1, 0
N Rd,p,fi =
cM,p,fi

Resistenza di progetto a trazione 0 A c,N


N Rd,c,fi = N Rd,c,fi $
per rottura conica del calcestruzzo NRd,c,fi A 0c,N

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


R30 3,1 5,0 7,6 10,3 18,0 18,0 31,4
0 R60 3,1 5,0 7,6 10,3 18,0 18,0 31,4
N Rd,c,fi (kN)
R90 3,1 5,0 7,6 10,3 18,0 18,0 31,4
R120 2,5 4,0 6,1 8,3 14,4 14,4 25,1
216
N Rk,c,fi cM,c,fi = 1, 0
N Rd,c,fi =
cM,c,fi

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante A c,N


= 0, 5 + s
A 0c,N 2 $ s cr,fi

s (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


50 0,63
55 0,64
60 0,65 0,63
65 0,66 0,64
70 0,68 0,65 0,62
75 0,69 0,66 0,63

W-HAZ
80 0,70 0,67 0,64 0,63
85 0,71 0,68 0,65 0,63
90 0,73 0,69 0,66 0,64
95 0,74 0,70 0,67 0,65
100 0,75 0,71 0,68 0,66 0,63 0,61
105 0,76 0,72 0,68 0,66 0,63 0,61
110 0,78 0,73 0,69 0,67 0,64 0,62
115 0,79 0,74 0,70 0,68 0,64 0,63
120 0,80 0,75 0,71 0,69 0,65 0,63
125 0,81 0,76 0,72 0,70 0,66 0,64 0,63
130 0,83 0,77 0,73 0,70 0,66 0,64 0,63
135 0,84 0,78 0,74 0,71 0,67 0,65 0,64
140 0,85 0,79 0,75 0,72 0,68 0,65 0,64
130 0,83 0,77 0,73 0,70 0,66 0,64 0,63
140 0,85 0,79 0,75 0,72 0,68 0,65 0,64
150 0,88 0,81 0,76 0,73 0,69 0,66 0,65
160 0,90 0,83 0,78 0,75 0,70 0,67 0,66
170 0,93 0,85 0,80 0,77 0,71 0,68 0,67
180 0,95 0,88 0,82 0,78 0,73 0,70 0,68
200 1 0,92 0,85 0,81 0,75 0,72 0,70
220 1 0,96 0,89 0,84 0,78 0,74 0,72
240 1 1 0,92 0,88 0,80 0,76 0,74
260 1 1 0,96 0,91 0,83 0,78 0,76
285 1 1 1 0,95 0,86 0,81 0,79
300 1 1 1 0,97 0,88 0,83 0,80
320 1 1 1 1 0,90 0,85 0,82
360 1 1 1 1 0,95 0,89 0,86
400 1 1 1 1 1 0,93 0,90
430 1 1 1 1 1 0,97 0,93
460 1 1 1 1 1 1 0,96
500 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

217
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N
= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,fi c cr,fi

c (mm) M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


50 0,64
55 0,67
60 0,70 0,64
65 0,74 0,66
70 0,77 0,69 0,63
75 0,81 0,72 0,66
80 0,85 0,75 0,68 0,64
85 0,88 0,78 0,70 0,66
90 0,92 0,81 0,73 0,68
95 0,96 0,84 0,75 0,70
100 1 0,87 0,78 0,72 0,64 0,60
105 1 0,90 0,80 0,74 0,65 0,61
110 1 0,93 0,83 0,76 0,67 0,62
115 1 0,97 0,85 0,79 0,69 0,64
120 1 1 0,88 0,81 0,70 0,65
125 1 1 0,91 0,83 0,72 0,67
130 1 1 0,93 0,86 0,74 0,68
135 1 1 0,96 0,88 0,76 0,70
140 1 1 0,99 0,90 0,77 0,71
145 1 1 1 0,93 0,79 0,72
150 1 1 1 0,95 0,81 0,74
155 1 1 1 0,98 0,83 0,76
160 1 1 1 1 0,85 0,77
170 1 1 1 1 0,88 0,80
180 1 1 1 1 0,92 0,83 0,79
190 1 1 1 1 0,96 0,87 0,82
200 1 1 1 1 1 0,90 0,85
210 1 1 1 1 1 0,93 0,88
220 1 1 1 1 1 0,97 0,91
230 1 1 1 1 1 1 0,94
240 1 1 1 1 1 1 0,97
250 1 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

Per fuoco agente da un lato, i valori minimi di interasse tra ancoranti smin e di distanza dal bordo cmin sono quelli validi in assenza di incendio.
Per fuoco agente da più lati la distanza dal bordo minima cmin ≥ 300 mm.

NRd,fi = min (NRd,s,fi; NRd,p,fi; NRd,c,fi)

218
Taglio in caso di incendio

V
V

VRk,s,fi
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s,fi VRd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20

W-HAZ
R30 1,0 1,9 4,3 6,3 11,6 11,6 18,3
VRd,s,fi (kN) R60 0,8 1,5 3,2 4,6 8,6 8,6 13,5
R90 0,6 1,0 2,1 3,0 5,0 5,0 7,7
R120 0,4 0,8 1,5 2,0 3,1 3,1 4,9

cM,s,fi = 1, 0

In presenza di braccio di leva VRd,s,fi = aM $ M Rd,s,fi /l dove M Rd,s,fi = M 0Rd,s $ ^1 - N Sd,fi /N Rd,s,fih .
Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


R30 0,8 2,0 5,6 9,7 24,8 24,8 42,4
R60 0,6 1,5 4,1 7,2 18,3 18,3 29,8
M 0Rd,s,fi (Nm)
R90 0,4 1,0 2,7 4,7 11,9 11,9 17,1
R120 0,3 0,8 1,9 3,1 6,6 6,6 10,7

M 0Rk,s,fi
M 0Rd,s,fi = cM,s,fi = 1, 0
cM,s,fi

219
Resistenza di progetto per pryout/scalzamento VRk,cp,fi
VRd,cp,fi =
del calcestruzzo VRd,cp,fi cM,cp,fi

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M16L M20


R30 5,6 10,0 15,2 20,6 36,0 36,0 62,8
R60 5,6 10,0 15,2 20,6 36,0 36,0 62,8
VRd,cp,fi (kN)
R90 5,6 10,0 15,2 20,6 36,0 36,0 62,8
R120 4,5 8,0 12,2 16,6 28,8 28,8 50,2

cM,cp,fi = 1, 0

V 

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c,fi = V 0Rd,c,fi $ $ }a,V
di calcestruzzo VRd,c,fi A 0c,V

V 0Rd,c,fi = 0, 25 $ V 0Rd,c per R30, R60, R90

V 0Rd,c,fi = 0, 20 $ V 0Rd,c per R120

con V 0Rd,c valido per calcestruzzo fessurato C20/25 a temperatura ambiente


V 0Rk,c,fi
V 0Rd,c,fi =
cM,c,fi
cM,c,fi = 1, 0

per }a,V si veda la verifica a temperatura ambiente

VRd,fi = min (VRd,s,fi; VRd,cp,fi; VRd,c,fi)

220
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo fessurato o non fessurato (opzione
1), mediante ancorante meccanico Würth W-HAZ-B, W-HAZ-S, W-HAZ-SK, come indicato dal relativo Benestare Tecnico
Europeo. La procedura di installazione dell’ancorante deve avvenire secondo le specifiche e con gli accessori prescritti dal
relativo Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti ed ambienti interni. L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere
certificazione di resistenza al fuoco secondo il Technical Report TR 020 e MPA-IBMB secondo DIN-EN1363-1: 1999-10

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissag- W-HAZ
gio. E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo
Benestare Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed
i requisiti degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

221
Ancorante a vite W-SA

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
So
W-SA W-SA A4

Certificazioni Caratteristiche
Bte opzione 1 Marcatura CE Calcestruzzo Carichi Resistenza
fessurato pesanti corrosione

INOX
Kg A4

W-SA
Resistenza al fuoco Idoneità VdS Interasse e distanza Vita utile
dai bordi ridotti


50
ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• ancorante per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• diametro di foratura ridotto
• rapidità di montaggio e smontaggio
• montaggio a controllo di coppia
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• W-SA in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-SA A4 in acciaio inossidabile A4
• varie tipologie di teste

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-05/0012 e ETA-06/0277, Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• resistenza al fuoco secondo Technical Report TR 020, R30-R120 (ETA-05/0012 e ETA-06/0277)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3232/2228 secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a. per W-SA Ø7,5÷16
e per W-SA A4 Ø 7,5÷12
223
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16
caratteristica NRk 5,0 9,0 12,0 20,0 29,5
W-SA di progetto NRd 2,8 5,0 6,7 11,1 16,4
Resistenza
ammissibile NRamm 2,0 3,6 4,8 7,9 11,7
a trazione
caratteristica NRk 5,0 9,0 12,0 - -
(kN)
W-SA A4 di progetto NRd 2,4 5,0 6,7 - -
ammissibile NRamm 1,7 3,6 4,8 - -
caratteristica VRk 6,9* 16,0* 26,0* 36,0* 49,0*
Resistenza W-SA di progetto VRd 4,6* 10,7* 17,3* 24,0* 32,7*
a taglio ammissibile VRamm 3,3* 7,6* 12,4* 17,1* 23,3*
(kN) caratteristica VRk 9,1 20,0* 29,0 - -
W-SA A4 di progetto VRd 6,1 13,3* 19,3 - -
ammissibile VRamm 4,3 9,5* 13,8 - -

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16
caratteristica NRk 7,5 12,0 16,0 30,0 40,0
W-SA di progetto NRd 4,2 6,7 8,9 16,7 22,2
Resistenza
ammissibile NRamm 3,0 4,8 6,3 11,9 15,9
a trazione
caratteristica NRk 7,5 12,0 16,0 - -
(kN)
W-SA A4 di progetto NRd 3,6 6,7 8,9 - -
ammissibile NRamm 2,6 4,8 6,3 - -
caratteristica VRk 6,9* 16,0* 26,0* 36,0* 49,0*
Resistenza W-SA di progetto VRd 4,6* 10,7* 17,3* 24,0* 32,7*
a taglio ammissibile VRamm 3,3* 7,6* 12,4* 17,1* 23,3*
(kN) caratteristica VRk 12,3* 20,0* 33,0* - -
W-SA A4 di progetto VRd 8,2* 13,3* 22,0* - -
ammissibile VRamm 5,9* 9,5* 15,7* - -
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4

224
Condizioni di posa

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 141) Ø 161)


Diametro nominale punta del trapano mm d0 6 8 10 12 14
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 9 12 14 16 18
Diametro gambo mm dk 5,7 7,6 9,7 11,3 13,3
W-SA 7,5 10,1 12,0 14,3 16,7
Diametro esterno mm ds
W-SA A4 7,5 10,1 12,4 - -
Potenza max avvitamento Nm Tinst 100 250 250 350 500
W-SA 65 75 85 105 130
Profondità del foro mm h1
W-SA A4 75 90 100 - -
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 40 47,5 54,5 71,5 87,5
W-SA 100 115 125 150 180
Spessore minimo del supporto mm hmin
W-SA A4 105 130 140 - -
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 50 60 90 100
Distanza minima dai bordi mm cmin 40 50 60 90 100
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr 3 hef
Distanza critica dai bordi mm ccr 1,5 hef
1) diametro non disponibile per W-SA A4

hmin

W-SA
c df
s
c d0
c s
hmin
tfix
hnom
h1

225
Dimensioni dell’ancorante

W-SA
Misura lunghezza tfix (mm)
dell’anco- Tipo testa gambo spessore avvitamento
rante (mm) serrabile
60 5
esagonale W-SA-S 80 25 chiave 13
100 45
60 5
80 25
100 45
piana svasata W-SA-SK Torx 40
120 65
140 85
Ø 7,5 160 105
cilindrica W-SA-P 65 10 Torx 40

mezza tonda3) W-SA-MS 60 5 Torx 30


80 25
filetto M8X14 W-SA-St chiave 10
100 45
filetto int. M8/
W-SA-I 60 5 chiave 13
M103)
70 5
80 15
100 35
Ø 10 esagonale W-SA-S chiave 16
120 55
140 75
160 95
90 15
100 25
esagonale W-SA-S 120 45
140 65
160 85
Ø 12 chiave 18
180 105
200 125
esagonale2) W-SA-SU 240 165
280 205
320 245
Ø 14 esagonale W-SA-S 110 15 chiave 21
80 10
Ø 16 esagonale W-SA-S chiave 24
130 15
Ø 203) esagonale W-SA-S 100 10 chiave 30

2) testa esagonale con rondella maggiorata Ø int 13,5 – Ø est 44


3) senza Benestare Tecnico Europeo

226
W-SA A4
Misura lunghezza tfix (mm)
dell’anco- Tipo testa gambo spessore avvitamento
rante (mm) serrabile
esagonale W-SA-S A4 75 10 chiave 13
75 10
Ø7,5 piana svasata W-SA-SK A4 95 30 Torx 30
115 50
cilindrica W-SA-P A4 75 10 Torx 30
85 10
Ø10 esagonale W-SA-S A4 chiave 16
95 20
100 10
Ø12 esagonale W-SA-S A4 chiave 18
120 30

W-SA

W-SA
W-SA A4

La profondità di ancoraggio hef tiene conto a trazione della lunghezza efficace del gambo

Istruzioni di posa:

Forare con trapa- Pulire con cura il foro. Inserire l’ancoran- Avvitare mediante
no a rotopercus- Si consiglia l’utilizzo te attraverso l’og- chiave dinamometrica
sione di pompa d’aria e getto da fissare applicando la coppia
spazzolino di serraggio prescritta

Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.
L’ancorante una volta smontato non può essere riutilizzato.

227
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo

Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.


Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

N
trazione

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø10 Ø 12 Ø 14 Ø 16


W-SA 13,9 11,4 17,9 21,4 30,7
NRd,s (kN)
W-SA A4 16,4 11,4 17,9 - -

cM,s = 1, 4

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N Rd,p,C20/25 $ }cls,N

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16


calcestruzzo fessurato 2,8 5,0 6,7 11,1 16,7
W-SA
NRd,p,C20/25 calcestruzzo non fessurato 4,2 6,7 8,9 16,7 22,2
(kN) calcestruzzo fessurato 2,4 5,0 6,7 - -
W-SA A4
calcestruzzo non fessurato 3,6 6,7 8,9 - -

228
N Rk,p cM,p = 1,8
N Rd,p =
cM,p 2,1 per W-SA A4 Ø 7,5
N

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

Resistenza di progetto a trazione per rottura conica A c,N


N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante isolato e lontano dai
bordi di calcestruzzo). Ac,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di
ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.
Per spessori del supporto in calcestruzzo minori di h=2hef, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
} = ^h/2h ef h2/3 # 1 (fessurazione del calcestruzzo)
h, sp

W-SA
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16
calcestruzzo fessurato 5,1 6,5 8,0 12,1 16,4
W-SA
calcestruzzo non fessurato 7,1 9,2 11,3 16,9 22,9
N 0Rd,c (kN)
calcestruzzo fessurato 4,3 6,5 8,0 - -
W-SA A4
calcestruzzo non fessurato 6,1 9,2 11,3 - -

N 0Rk,c cM,c = 1,8


N 0Rd,c = 2,1 per W-SA A4 ø7,55
cM,c

229
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di
un ulteriore ancorante un bordo

A c,N A c,N
0 = ` 0, 5 + s j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
s c c
0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr A c,N cr cr

s (mm) Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16 c (mm) Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16


40 0,67 40 0,75
45 0,69 45 0,81
50 0,71 0,68 50 0,87 0,77
55 0,73 0,69 55 0,93 0,83
60 0,75 0,71 0,68 60 1 0,88 0,80
65 0,77 0,73 0,70 65 1 0,93 0,84
70 0,79 0,75 0,71 70 1 0,99 0,89
75 0,81 0,76 0,73 75 1 1 0,93
80 0,83 0,78 0,74 80 1 1 0,98
85 0,85 0,80 0,76 85 1 1 1
90 0,88 0,82 0,78 0,71 90 1 1 1 0,88
95 0,90 0,83 0,79 0,72 95 1 1 1 0,91
100 0,92 0,85 0,81 0,73 0,69 100 1 1 1 0,95 0,82
110 0,96 0,89 0,84 0,76 0,71 110 1 1 1 1 0,87
120 1 0,92 0,87 0,78 0,73 120 1 1 1 1 0,93
130 1 0,96 0,90 0,80 0,75 130 1 1 1 1 0,99
140 1 0,99 0,93 0,83 0,77 140 1 1 1 1 1
150 1 1 0,96 0,85 0,79
160 1 1 0,99 0,87 0,80 = Ancoraggio non conforme al BTE
170 1 1 1 0,90 0,82
180 1 1 1 0,92 0,84
190 1 1 1 0,94 0,86
200 1 1 1 0,97 0,88
220 1 1 1 1 0,92 c
240 1 1 1 1 0,96
260 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c)

230
taglio

V V

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante Ø7,5 Ø10 Ø12 Ø14 Ø16


W-SA 4,6 10,7 17,3 24,0 32,7
VRd,s (kN)
W-SA A4 8,2 13,3 22,0 - -

cM,s = 1, 5

W-SA
In presenza di braccio di leva VRd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^1 - N Sd /N Rd,sh .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16


Resistenza di progetto W-SA 12,7 25,3 54,7 88,0 144,7
M 0Rd,s
a flessione (Nm) W-SA A4 14,7 30,0 62,0 - -

M 0Rk,s
M 0Rd,s = cM,s = 1, 5
cM,s

Resistenza di progetto per pryout/scalzamento VRd,cp = k $ N Rd,c


del calcestruzzoVRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

Misura dell'ancorante
Ø7,5 Ø10 Ø12 Ø14 Ø16
k 1 2 2 2 2

231
VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

Resistenza di progetto per rottura del bordo di calcestruzzo A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5•c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
}h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.

Si veda il capitolo introduttivo. A0 c,V

V 0Rk,c cM,c = 1, 5
V 0Rd,c =
cM,c

Calcestruzzo fessurato Calcestruzzo non fessurato


}ucr 1,0 1,4

classe }cls }a,V aV area 2


C20/25 1,00 1 0°≤aV≤55° area 3
C25/30 1,10 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90° V
area 1
C28/35 1,18 2 90°<aV≤180°
C32/40 1,26 aV
C35/45 1,34 aV è l’angolo di inclinazione della forza
C40/50 1,41 di taglio rispetto alla normale al bordo
C45/55 1,48 considerato
C50/60 1,55

232
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25
di un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) Ø7,5 Ø10 Ø12 Ø141) Ø161)
40 1,36 V
45 1,62
50 1,90 2,14
55 2,19 2,47
60 2,50 2,82 3,09
65 2,81 3,17 3,49
70 3,14 3,55 3,90
75 3,49 3,94 4,32
80 3,84 4,34 4,76
85 4,21 4,75 5,22
90 4,58 5,17 5,69 6,34
95 4,97 5,61 6,17 6,88
100 5,37 6,06 6,66 7,43 8,10
110 6,19 6,99 7,68 8,57 9,34
120 7,06 7,96 8,75 9,76 10,64
130 7,96 8,98 9,87 11,01 12,00

W-SA
140 8,89 10,04 11,03 12,30 13,41
150 9,86 11,13 12,23 13,64 14,88
160 10,87 12,26 13,48 15,03 16,39
170 11,90 13,43 14,76 16,46 17,95
180 12,97 14,63 16,08 17,93 19,55
190 14,06 15,87 17,44 19,45 21,21
200 15,19 17,14 18,83 21,00 22,90
220 17,52 19,77 21,73 24,23 26,42
240 19,96 22,53 24,76 27,61 30,11
260 22,51 25,40 27,91 31,13 33,95
280 25,16 28,39 31,20 34,79 37,94
300 27,90 31,48 34,60 38,58 42,07
325 31,46 35,50 39,01 43,50 47,44
350 35,16 39,67 43,60 48,62 53,02
375 38,99 44,00 48,35 53,92 58,80
400 42,96 48,47 53,27 59,40 64,78
425 47,05 53,08 58,34 65,06 70,94
450 51,26 57,83 63,56 70,88 77,29
500 60,03 67,73 74,44 83,02 90,53
1) diametro non disponibile per W-SA A4

= Ancoraggio non conforme al BTE

0 A c,V
Il valore di V Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per 0 .
A c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un
gruppo di due ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula:
0 = 2 $ ` 1 + 3c j . Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può
A c,V 1 s

A c,V
^n - 1h $ s
utilizzare la seguente formula: 0 = 1 $ c 1 + m
A c,V
A c,V n 3c

233
234
Distanza dal bordo c (mm)

A 0c,V
A c,V
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,90 0,94 1 120
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180

Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante


0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

Con h =2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio


c m c m
N sd h + Vsd h # 1
N Rd VRd h =1,5 altrimenti

Verifiche di esercizio

Nello stato limite di servizio deve essere dimostrato che gli spostamenti che si verificano nel corso delle azioni
caratteristiche non superino lo spostamento ammissibile. Lo spostamento ammissibile dipende dal tipo di applicazione
e deve essere valutato dal progettista. Lo spostamento caratteristico viene definito nel Benestare Tecnico Europeo in
corrispondenza di una definita sollecitazione di trazione e di taglio.
Si può assumere che lo spostamento sia una funzione lineare del carico applicato che interpola tale valore
caratteristico. Nel caso di azioni combinate a taglio e trazione si può effettuare la somma vettoriale degli spostamenti
delle singole componenti. Sotto le azioni di taglio è necessario tenere in considerazione l’influenza della larghezza
del foro nell’eventuale piastra di fissaggio rispetto al diametro della barra dell’ancorante.
Questa verifica richiede normalmente l’impiego di fattori di sicurezza parziali sulle azioni e sulle resistenze unitari.

W-SA
W-SA
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16
Trazione in calcestruzzo fessurato N kN 2,0 3,0 4,0 7,2 9,7
dN0 mm 0,1 0,1 0,2 0,3 0,4
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,2 0,3 0,6 0,8 0,8
Trazione in calcestruzzo non fessurato N kN 3,0 4,0 5,3 10,1 13,7
dN0 mm 0,1 0,1 0,2 0,3 0,4
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,2 0,3 0,6 0,8 0,8

W-SA A4
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12
Trazione in calcestruzzo fessurato N kN 1,7 3,0 4,0
dN0 mm 0,1 0,1 0,1
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,2 0,2 0,6
Trazione in calcestruzzo non fessurato N kN 2,6 4,0 5,3
dN0 mm 0,1 0,1 0,2
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,2 0,2 0,6

235
Resistenza al fuoco
Metodo semplificato
valori di resistenza a trazione pura

Classe di
Misura dell'ancorante resistenza al fuoco
(minuti)
Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16
1,50 2,70 4,40 - - R30
Resistenza W-SA 1,10 2,00 3,20 - - R60
Fmax (kN) W-SA A4 0,80 1,50 2,40 - - R90
0,50 1,00 1,50 - - R120
hef,min (mm) 40 50 60 - -
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09 per classi di calcestruzzo ≥ C20/25

Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso di incendio
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO validi per calcestruzzo fessurato e non fessurato di classe
C20/25÷C50/60.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sul Technical Report TR020 e sulla relativa certificazione ETA
(European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo ed eventuali
eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 14 Ø 16


Distanza minima tra gli ancoranti mm smin vedi valori in assenza di incendio
Distanza minima dal bordo mm cmin 80 95 109 143 175
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,fi 160 190 218 286 350
Distanza critica dai bordi mm ccr,fi 80 95 109 143 175
Per fuoco agente da più lati la distanza dal bordo minima è cmin ≥ 300 mm

TRAZIONE IN CASO DI INCENDIO

N Rk,s,fi
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s,fi N Rd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 141) Ø 161)


R30 1,7 3,4 5,9 8,3 10,8
R60 1,2 2,5 4,4 6,3 8,1
NRd,s,fi (kN)
R90 0,8 1,7 3,0 4,2 5,4
R120 0,6 1,2 2,2 3,1 4,1
1) diametro non disponibile per W-SA A4

236
W-SA St e W-SA St A4
Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10
R30 1,7 1,8
R60 1,2 1,5
NRd,s,fi (kN)
R90 0,8 1,1
R120 0,6 1,0

cM,s,fi = 1, 0

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p,fi N Rd,p,fi = N Rd,p,fi,C20/25

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 141) Ø161)


R30 1,3 2,3 3,0 5,0 7,5
NRd,p,fi,C20/25 R60 1,3 2,3 3,0 5,0 7,5
(kN) R90 1,3 2,3 3,0 5,0 7,5

W-SA
R120 1,0 1,8 2,4 4,0 6,0
1) diametro non disponibile per W-SA A4

N Rk,p,fi
N Rd,p,fi = cM,p,fi = 1, 0
cM,p,fi

Resistenza di progetto a trazione per rottura conica 0 A c,N


N Rd,c,fi = N Rd,c,fi $
del calcestruzzo NRd,c,fi A 0c,N

Misura dell'ancorante Ø7,5 Ø10 Ø12 Ø141) Ø161)


R30 1,8 2,8 3,9 7,8 12,9
0 R60 1,8 2,8 3,9 7,8 12,9
N Rd,c,fi (kN)
R90 1,8 2,8 3,9 7,8 12,9
R120 1,5 2,2 3,2 6,2 10,3
1) diametro non disponibile per W-SA A4

N Rk,c,fi
N Rd,c,fi = cM,c,fi = 1, 0
cM,c,fi

237
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore A c,N
= 0, 5 + s
ancorante A 0c,N 2 $ s cr,fi

s (mm) Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø14 Ø 16


40 0,63
45 0,64
50 0,66 0,63
55 0,67 0,64
60 0,69 0,66 0,64
65 0,70 0,67 0,65
70 0,72 0,68 0,66
75 0,73 0,70 0,67
80 0,75 0,71 0,68
85 0,77 0,72 0,69
90 0,78 0,74 0,71 0,66
95 0,80 0,75 0,72 0,67
100 0,81 0,76 0,73 0,67 0,64
110 0,84 0,79 0,75 0,69 0,66
120 0,88 0,82 0,78 0,71 0,67
130 0,91 0,84 0,80 0,73 0,69
140 0,94 0,87 0,82 0,74 0,70
150 0,97 0,89 0,84 0,76 0,71
160 1 0,92 0,87 0,78 0,73
170 1 0,95 0,89 0,80 0,74
180 1 0,97 0,91 0,81 0,76
190 1 1 0,94 0,83 0,77
200 1 1 0,96 0,85 0,79
220 1 1 1 0,88 0,81
240 1 1 1 0,92 0,84
260 1 1 1 0,95 0,87
280 1 1 1 0,99 0,90
300 1 1 1 1 0,93
320 1 1 1 1 0,96
350 1 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE
0
Per influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N /A c,N = 1 nel rispetto dei valori di distanza dal bordo minimi cmin

NRd,fi = min (NRd,s,fi; NRd,p,fi; NRd,c,fi)

238
TAGLIO IN CASO DI INCENDIO

VRk,s,fi
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s,fi VRd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 141) Ø 161)


R30 1,7 3,4 5,9 8,3 10,8
R60 1,2 2,5 4,4 6,3 8,1
VRd,s,fi (kN)
R90 0,8 1,7 3,0 4,2 5,4
R120 0,6 1,2 2,2 3,1 4,1
1) diametro non disponibile per W-SA A4

cM,s,fi = 1, 0

In presenza di braccio di leva VRd,sfi = aM $ M Rd,s,fi /l dove M Rd,s,fi = M Rd,s $ ^1 - N Sd,fi /N Rd,s,fih .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante Ø7,5 Ø10 Ø12 Ø141) Ø161)


R30 1,5 4,0 8,8 15,0 22,0

W-SA
0 R60 1,1 3,0 6,6 11,0 17,0
M Rd,s,fi (Nm)
R90 0,7 2,0 4,4 7,4 11,0
R120 0,5 1,5 3,3 5,6 8,3
1) diametro non disponibile per W-SA A4

M 0Rk,s,fi
M 0Rd,s,fi = cM,s,fi = 1, 0
cM,s,fi

Resistenza di progetto a pryout/scalzamento VRk,cp,fi


VRd,cp,fi =
del calcestruzzo VRd,cp,fi cM,cp,fi

Misura dell'ancorante Ø 7,5 Ø 10 Ø 12 Ø 141) Ø 161)


R30 1,8 5,6 7,8 15,6 25,8
R60 1,8 5,6 7,8 15,6 25,8
VRd,cp,fi (kN)
R90 1,8 5,6 7,8 15,6 25,8
R120 1,5 4,4 6,4 12,4 20,6
1) diametro non disponibile per W-SA A4

239
cM,cp,fi = 1, 0

Resistenza di progetto per rottura del bordo di calcestruzzo A c,V


VRd,c,fi = V 0Rd,c,fi $ $ }a,V
VRd,c,fi A 0c,V

V 0Rd,c,fi = 0, 25 $ V 0Rd,c per R30, R60, R90

V 0Rd,c,fi = 0, 20 $ V 0Rd,c per R120

con V 0Rd,c valido per calcestruzzo fessurato C20/25 a temperatura ambiente


V 0Rk,c,fi
V 0Rd,c,fi =
cM,c,fi
cM,c,fi = 1, 0

per }a,V si veda la verifica a temperatura ambiente

VRd,fi = min (VRd,s,fi; VRd,cp,fi; VRd,c,fi)

240
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo fessurato o non fessurato
(opzione 1), mediante ancorante a vite Würth W-SA o W-SA A4 come indicato dal relativo Benestare Tecnico
Europeo. La procedura di installazione dell’ancorante deve avvenire secondo le specifiche e con gli accessori
prescritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti ed ambienti interni per W-SA o in ambienti esterni e
umidi per W-SA-A4. L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere certificazione di resistenza al fuoco secondo
il Technical Report TR 020 e MPA-IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta o permanente
immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua di mare, in atmosfera contenente cloro
ad es. piscine chiuse, atmosfere con estremo inquinamento chimico quali impianti di desolforazione fumi oppure
gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per sciogliere il ghiaccio);

W-SA
Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissag-
gio. E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo Benestare
Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed i requisiti
degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

241
ancorante in acciaio W-faz

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
So
W-FAZ/S W-FAZ/A4 W-FAZ/HCR

Certificazioni Cartatteristiche
Bte Marcatura Idoneità Calcestruzzo Carichi Resistenza
opzione 1 ce Vds fessurato pesanti corrosione

INOX
Kg A4

Resistenza Certificazioni Carico High corrosive Interasse e distanza Vita utile


al fuoco Ztv impulsivo resistance dai bordi ridotti

W-FAZ
ZTV
TUNNEL
SHOCK INOX
HCR
50
ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• ancorante per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• espansione a controllo di coppia
• vite utile dell'ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• W-FAZ/S in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-FAZ/A4 in acciaio inossidabile A4
• W-FAZ/HCR in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-03/0018 e ETA-99/0011, Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• resistenza al fuoco secondo Technical Report TR 020, R30-R120 (ETA-03/0018 e ETA-99/0011)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3722/8573 secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a.
• certificazione ZTV secondo curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5 per W-FAZ/HCR M8-M16
• certificazione BZS per resistenza a carichi impulsivi (shock)

243
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Resistenza W-FAZ/S caratteristica NRk 5,0 9,0 12,0 25,0 36,0 44,4
a trazione W-FAZ/A4 di progetto NRd 3,3 6,0 8,0 16,7 24,0 29,6
(kN) W-FAZ/HCR ammissibile NRamm 2,4 4,3 5,7 11,9 17,1 21,1
caratteristica VRk 15,0* 22,0* 33,0* 56,4 69,0* 88,8
W-FAZ/S di progetto VRd 12,0* 17,6* 25,2 37,6 48,0 59,2
Resistenza
ammissibile VRamm 8,6* 12,6* 18,0 26,9 34,3 42,3
a taglio
caratteristica VRk 13,0* 20,0* 30,0* 55,0* 72,0 -
(kN) W-FAZ/A4
di progetto VRd 10,4* 16,0* 24,0* 37,6 48,0 -
W-FAZ/HCR
ammissibile VRamm 7,4* 11,4* 17,1* 26,9 34,3 -
*diametro disponibile solo per FAZ/S

Calcestruzzo non fessurato


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Resistenza W-FAZ/S caratteristica NRk 12,0 16,0 20,0 35,0 40,0 62,2
a trazione W-FAZ/A4 di progetto NRd 8,0 10,7 13,3 23,3 26,7 41,4
(kN) W-FAZ/HCR ammissibile NRamm 5,7 7,6 9,5 16,7 19,1 29,6
caratteristica VRk 15,0* 22,0* 33,0* 60,0* 69,0* 114*
W-FAZ/S di progetto VRd 12,0* 17,6* 26,4* 48,0* 51,9* 82,9
Resistenza
ammissibile VRamm 8,6* 12,6* 18,9* 34,3* 37,1* 59,2
a taglio
caratteristica VRk 13,0* 20,0* 30,0* 55,0* 86,0* -
(kN) W-FAZ/A4
di progetto VRd 10,4* 16,0* 24,0* 44,0* 61,4* -
W-FAZ/HCR
ammissibile VRamm 7,4* 11,4* 17,1* 31,4* 43,9* -
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg
a)diametro disponibile solo per FAZ/S

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4
• spessore minimo standard del supporto

244
Condizioni di posa

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


Diametro nominale punta del trapano mm d0 8 10 12 16 20 24
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 9 12 14 18 22 26
Coppia di serraggio per W-FAZ/S Nm Tinst 20 25 45 90 160 200
Coppia di serraggio per W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR Nm Tinst 20 35 50 110 200 -
Profondità del foro mm h1 60 75 90 110 125 145
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 46 60 65 85 100 115
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N 3 hef
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N 1,5 hef

W-FAZ/S

Spessore minimo del supporto standard

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Spessore minimo del supporto mm hmin 100 120 130 170 200 230
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 60 95 100
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 70 70 100 100 150 180
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 40 45 60 60 95 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 80 90 140 180 200 220
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 65 90 100
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 70 120 120 180 180
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 50 75 80 130 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 100 100 150 150 240 220

W-FAZ
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 184 240 260 340 440 345
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 92 120 130 170 220 172

Spessore minimo del supporto ridotto


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
Spessore minimo del supporto mm hmin,red 80 100 110 140 - -
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 70 - -
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 70 90 100 160 - -
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 40 50 60 80 - -
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 80 115 140 180 - -
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 60 60 80 - -
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 140 120 180 - -
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 90 75 90 - -
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 100 140 150 200 - -
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 5 hef - -
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 2,5 hef - -
Per spessori del materiale base compresi tra hmin e hmin,red, i valori di scr,sp e ccr,sp possono essere interpolati linearmente.

245
W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR

Spessore minimo del supporto standard


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 120 130 160 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 50 60 60 95
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 70 75 100 100 150
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 40 55 60 60 95
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 80 90 140 180 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 50 60 65 90
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 75 120 120 180
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 60 75 80 130
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 100 120 150 150 240
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 230 250 260 400 440
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 115 125 130 200 220

Spessore minimo del supporto ridotto


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20
Spessore minimo del supporto mm hmin 80 100 110 140 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 45 60 70 95
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 70 90 100 160 150
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 40 50 60 80 95
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 80 115 140 180 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 40 60 60 80 90
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 140 120 180 180
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 90 75 90 130
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 100 140 150 200 240
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 5 hef 4,4 hef
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 2,5 hef 2,2 hef
Per spessori del materiale base compresi tra hmin e hmin,red, i valori di scr,sp e ccr,sp possono essere interpolati linearmente.

h1
hef tfix
c
s
c
c s
hmin Tinst

hmin

246
Dimensioni dell'ancorante

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Dado esagonale sw mm 13 17 19 24 30 36
Area della sezione filettata As mm2 36,6 58 84,3 157 245 303

W-FAZ/S, W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR


 lunghezza lunghezza spessore serrabile
totale (mm) filetto (mm) tfix (mm)
75 20 10
802) 252) 152)
M8 95 40 30
115 60 50
165 80 100
90 2) 202) 102)
95 25 15
M10 110 40 30
130 60 50
1802) 802) 1002)
110 30 15
115 2) 352) 202)
125 45 30
145 65 50
1603) 803) 653)
180 80 85
200 3) 803) 1053)
M12
220 80 125
2403) 803) 1453)

W-FAZ
255 80 160
2752) 802) 1802)
2853) 803) 1903)
300 2) 802) 2052)
325 80 230
145 45 25
170 70 50
220 80 100
2603) 803) 1403)
M16
2802) 802) 1602)
300 80 180
3252) 802) 2052)
3402) 802) 2202)
165 50 30
195 70 60
M20
265 80 130
285 80 150
1903) 553) 303)
M24 2203) 853) 603)
235 3) 1003) 753)
2) per W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
3) per W-FAZ/S

247
W-FAZ/S
Elemento Denominazione M8, M10, M12, M16 e M20 M24
Perno filettato, acciaio classe
8.8 secondo EN ISO 898-1
Acciaio per ricalcatura fredda o acciaio
1 Perno con cono Cono d’espansione, acciaio,
automatico, cono con rivestimento plastico
classe 8 secondo EN ISO
20898-2
Acciaio secondo EN 10088,
2 Anello di espansione Acciaio secondo EN 10139
materiale no. 1.4301 oppure 1.4401
3 Dado esagonale Classe di resistenza 8 secondo EN 20898-2, zincato galvanicamente
Rondella secondo EN ISO
4 7089, o EN ISO 7093, Acciaio zincato galvanicamente
o EN ISO 7094

W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
Elemento Denominazione Acciaio inox A4 Acciaio inox HCR
Acciaio inox 1.4529 o
Acciaio inox 1.4401, 1.4404, 1.4571,
1.4565 secondo
1 Perno con cono 1.4362 o 1.4578 secondo EN 10088
EN 10088
cono con rivestimento plastico
cono con rivestimento plastico

2 Anello di espansione Acciaio inox 1.4401 o 1.4571 secondo EN 10088

ISO 3506, classe di


ISO 3506, classe di resistenza 70,
resistenza 70,
3 Dado esagonale acciaio inox 1.4401 o 1.4571 secondo
acciaio inox 1.4529 o
EN 10088
1.4565 secondo EN 10088
Rondella secondo
Acciaio inox 1.4429 o
EN ISO 7089, Acciaio inox 1.4401 o 1.4571 secondo
4 1.4565 secondo
o EN ISO 7093, EN 10088
EN 10088
o EN ISO 7094

248
Istruzioni di posa

W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

Forare con Pulizia: pulire con Inserire l'an- Serrare mediante


trapano cura il foro. Si con- corante alla chiave dinamome-
a rotopercus- siglia l'utilizzo profondità trica applicando la
sione di pompa d'aria di infissione coppia di serraggio
e spazzolino nominale prescritta

Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonchè gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

Procedura di calcolo allo stato limite ultimo


Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

Trazione

W-FAZ
N

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 10,5 17,6 25,5 40,0 53,8 84,0
NRd,s (kN) W-FAZ/A4
10,7 18,0 26,7 42,7 64,3 -
W-FAZ/HCR

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 1,53 1,50 1,60 1,50
cMs W-FAZ/A4
1,50 1,68 -
W-FAZ/HCR

249
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N Rd,p,C20/25 $ }cls,N

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24

W-FAZ/S cls fessurato 3,3 6,0 8,0 16,7 - -


NRd,p,C20/25 (kN) W-FAZ/A4
W-FAZ/HCR cls non fessurato 8,0 10,7 13,3 23,3 26,74) - 4)

Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica a sfilamento non è determinante
4) Non sono consentiti ancoraggi con spessore minimo del supporto ridotto per W-FAZ/S

N Rk,p
N Rd,p = cM,p = 1, 5
cM,p

Influenza della resistenza del calcestruzzo


classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60
}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

A c,N
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,c N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
A 0c,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e lontano dai bordi di calcestruzzo). A c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo
ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del
manuale per ulteriori chiarimenti.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


W-FAZ/S cls fessurato 7,5 11,2 12,6 18,8 24,0 29,6
N 0Rd,c (kN) W-FAZ/A4
cls non fessurato 10,5 15,6 17,6 26,3 33,6 41,4
W-FAZ/HCR
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

250
W-FAZ/S A c,N s
= 0, 5 +
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante A 0c,N 2 $ s cr,N

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)


40 0,64
45 0,66 0,63c)
50 0,68 0,64c)
55 0,70 0,65c)
60 0,72 0,67 0,65 0,62d) b)

65 0,74 0,68 0,67 0,63b)


70 0,75 0,69 0,68 0,64e)
75 0,77 0,71 0,69 0,65e)
80 0,79 0,72 0,71 0,66
85 0,81 0,74 0,72 0,67
90 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65f)
95 0,84 0,76 0,74 0,69 0,66
100 0,86 0,78 0,76 0,70 0,67 0,64
105 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68 0,65
110 0,90 0,81 0,78 0,72 0,68 0,66
115 0,92 0,82 0,79 0,73 0,69 0,67
120 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70 0,67
125 0,95 0,85 0,82 0,75 0,71 0,68
130 0,97 0,86 0,83 0,75 0,72 0,69
140 1 0,89 0,86 0,77 0,73 0,70
150 1 0,92 0,88 0,79 0,75 0,72
160 1 0,94 0,91 0,81 0,77 0,73
170 1 0,97 0,94 0,83 0,78 0,75

W-FAZ
180 1 1 0,96 0,85 0,80 0,76
195 1 1 1 0,88 0,83 0,78
215 1 1 1 0,92 0,86 0,81
235 1 1 1 0,96 0,89 0,84
255 1 1 1 1 0,93 0,87
275 1 1 1 1 0,96 0,90
300 1 1 1 1 1 0,93
325 1 1 1 1 1 0,97
345 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE


b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
c) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
d) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo standard del supporto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
f) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo fessurato

251
W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR A c,N s
= 0, 5 +
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante A 0c,N 2 $ s cr,N

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20


40 0,64
45 0,66 0,63g) e)

50 0,68 0,64e)
55 0,70 0,65e)
60 0,72 0,67 0,65 0,62b) d)

65 0,74 0,68 0,67 0,63b)


70 0,75 0,69 0,68 0,64e)
75 0,77 0,71 0,69 0,65e)
80 0,79 0,72 0,71 0,66
85 0,81 0,74 0,72 0,67
90 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65f)
95 0,84 0,76 0,74 0,69 0,66
100 0,86 0,78 0,76 0,70 0,67
105 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68
110 0,90 0,81 0,78 0,72 0,68
115 0,92 0,82 0,79 0,73 0,69
120 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70
125 0,95 0,85 0,82 0,75 0,71
130 0,97 0,86 0,83 0,75 0,72
140 1 0,89 0,86 0,77 0,73
150 1 0,92 0,88 0,79 0,75
160 1 0,94 0,91 0,81 0,77
170 1 0,97 0,94 0,83 0,78
180 1 1 0,96 0,85 0,80
195 1 1 1 0,88 0,83
215 1 1 1 0,92 0,86
235 1 1 1 0,96 0,89
255 1 1 1 1 0,93
275 1 1 1 1 0,96
300 1 1 1 1 1
325 1 1 1 1 1
345 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
d) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo standard del supporto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
f) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo fessurato
g) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo standard del supporto

252
W-FAZ/S A c,N
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,N c cr,N

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)


40 0,69h)
45 0,74h) 0,64b) d)
50 0,79 0,67e)
55 0,84 0,71e)
60 0,90 0,75e) 0,71h) 0,62b)
65 0,95 0,79e) 0,75h) 0,64b)
70 1 0,83e) 0,79h) 0,67b)
75 1 0,87e) 0,82 0,70b)
80 1 0,91e) 0,86 0,72e)
85 1 0,96e) 0,90 0,75e)
90 1 1 0,94 0,78
95 1 1 0,98 0,81 0,73h)
100 1 1 1 0,83 0,75h) 0,69
110 1 1 1 0,89 0,80h) 0,73
120 1 1 1 0,95 0,85h) 0,77
130 1 1 1 1 0,90 0,81
140 1 1 1 1 0,95 0,85
150 1 1 1 1 1 0,90
160 1 1 1 1 1 0,94
170 1 1 1 1 1 0,99
180 1 1 1 1 1 1

W-FAZ
= Ancoraggio non conforme al BTE

b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
d) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo standard del supporto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

253
W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR A c,N
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,N c cr,N

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20


40 0,69h)
45 0,74h)
50 0,79 0,67g) e)
55 0,84 0,71h)
60 0,90 0,75e) 0,71h) 0,62b) c
65 0,95 0,79e) 0,75h) 0,64b)
70 1 0,83e) 0,79h) 0,67b)
75 1 0,87e) 0,82 0,70b)
80 1 0,91e) 0,86 0,72e)
85 1 0,96e) 0,90 0,75e)
90 1 1 0,94 0,78
95 1 1 0,98 0,81 0,73h)
100 1 1 1 0,83 0,75h)
110 1 1 1 0,89 0,80h)
120 1 1 1 0,95 0,85h)
130 1 1 1 1 0,90
140 1 1 1 1 0,95
150 1 1 1 1 1
160 1 1 1 1 1
170 1 1 1 1 1
180 1 1 1 1 1 = Ancoraggio non conforme al BTE
b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
g) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo standard del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

A c,N
Resistenza di progetto a trazione per fessurazione NRd,sp N Rd,sp = N 0Rd,sp $ $ }cls,N $ }h,sp
A 0c,N

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M204) M244)


W-FAZ/S cls fessurato 7,5 11,2 12,6 18,8 24,0 29,6
N 0Rd,sp (kN) W-FAZ/A4
W-FAZ/HCR cls non fessurato 8,0 10,7 13,3 23,3 26,7 -
4) Non sono consentiti ancoraggi con spessore minimo del supporto ridotto per W-FAZ/S

2
}h,sp = c h m # 1, 5
3
2h ef
cM,sp = 1, 5

N 0Rk,sp
N 0Rd,sp =
cM,sp

254
W-FAZ/S
caso spessore minimo standard del supporto
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
40 0,61 A c,N cr,sp
45 0,62 0,59
50 0,64 0,60
55 0,65 0,61
60 0,66 0,63 0,62 0,59* s
65 0,68 0,64 0,63 0,60
70 0,69 0,65 0,63 0,60
75 0,70 0,66 0,64 0,61
80 0,72 0,67 0,65 0,62
85 0,73 0,68 0,66 0,63
90 0,74 0,69 0,67 0,63 0,65**
95 0,76 0,70 0,68 0,64 0,66
100 0,77 0,71 0,69 0,65 0,67 -
110 0,80 0,73 0,71 0,66 0,68 -
120 0,83 0,75 0,73 0,68 0,70 -
130 0,85 0,77 0,75 0,69 0,72 -
140 0,88 0,79 0,77 0,71 0,73 -
150 0,91 0,81 0,79 0,72 0,75 -
160 0,93 0,83 0,81 0,74 0,77 -
170 0,96 0,85 0,83 0,75 0,78 -
185 1 0,89 0,86 0,77 0,81 -
190 1 0,90 0,87 0,78 0,82 -

W-FAZ
200 1 0,92 0,88 0,79 0,83 -
220 1 0,96 0,92 0,82 0,87 -
240 1 1 0,96 0,85 0,90 -
260 1 1 1 0,88 0,93 -
280 1 1 1 0,91 0,97 -
300 1 1 1 0,94 1 -
320 1 1 1 0,97 1 -
340 1 1 1 1 1 -

= Ancoraggio non conforme al BTE

Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica a fessurazione non è determinante
Per diametro M20 scr,sp = 3hef, ccr,sp = 1,5hef
* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato
** Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo fessurato

255
W-FAZ/S
caso spessore minimo ridotto del supporto
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
40 0,59 A c,N cr,sp
45 0,60 0,58*
50 0,61 0,58*
60 0,63 0,60 0,59 
70 0,65 0,62 0,61 0,58* s
80 0,67 0,63 0,62 0,59
90 0,70 0,65 0,64 0,61
100 0,72 0,67 0,65 0,62
120 0,76 0,70 0,68 0,64
140 0,80 0,73 0,72 0,66
160 0,85 0,77 0,75 0,69
180 0,89 0,80 0,78 0,71
200 0,93 0,83 0,81 0,74
220 0,98 0,87 0,84 0,76
240 1 0,90 0,87 0,78
260 1 0,93 0,90 0,81
280 1 0,97 0,93 0,83
300 1 1 0,96 0,85
325 1 1 1 0,88
350 1 1 1 0,91
375 1 1 1 0,94
400 1 1 1 0,97
425 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

256
W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
caso spessore minimo standard del supporto
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
40 0,59 A c,N cr,sp
45 0,60
50 0,61 0,60
55 0,62 0,61
60 0,63 0,62 0,62 0,58* s
65 0,64 0,63 0,63 0,58
70 0,65 0,64 0,63 0,59
75 0,66 0,65 0,64 0,59
80 0,67 0,66 0,65 0,60
85 0,68 0,67 0,66 0,61
90 0,70 0,68 0,67 0,61 0,65**
95 0,71 0,69 0,68 0,62 0,66
100 0,72 0,70 0,69 0,63 0,67
110 0,74 0,72 0,71 0,64 0,68
120 0,76 0,74 0,73 0,65 0,70
130 0,78 0,76 0,75 0,66 0,72
140 0,80 0,78 0,77 0,68 0,73
150 0,83 0,80 0,79 0,69 0,75
160 0,85 0,82 0,81 0,70 0,77
170 0,87 0,84 0,83 0,71 0,78
185 1 0,87 0,86 0,73 0,81
190 1 0,88 0,87 0,74 0,82

W-FAZ
200 1 0,90 0,88 0,75 0,83
220 1 0,94 0,92 0,78 0,87
240 1 1 0,96 0,80 0,90
260 1 1 1 0,83 0,93
280 1 1 1 0,85 0,97
300 1 1 1 0,88 1
320 1 1 1 0,90 1
340 1 1 1 0,93 1
400 1 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

257
W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
caso spessore minimo ridotto del supporto
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 A c,N s


= 0, 5 +
40 0,59 A 0c,N 2 $ s cr,sp
45 0,60 0,58*
50 0,61 0,58*
55 0,62 0,59*
60 0,63 0,60 0,59 s
65 0,64 0,61 0,60
70 0,65 0,62 0,61 0,58*
75 0,66 0,63 0,62 0,59*
80 0,67 0,63 0,62 0,59
85 0,68 0,64 0,63 0,60
90 0,70 0,65 0,64 0,61 0,60**
95 0,71 0,66 0,65 0,61 0,61
100 0,72 0,67 0,65 0,62 0,61
120 0,76 0,70 0,68 0,64 0,64
140 0,80 0,73 0,72 0,66 0,66
160 0,85 0,77 0,75 0,69 0,68
180 0,89 0,80 0,78 0,71 0,70
200 0,93 0,83 0,81 0,74 0,73
230 1 0,88 0,85 0,77 0,76
240 1 0,90 0,87 0,78 0,77
270 1 0,95 0,92 0,82 0,81
300 1 1 0,96 0,85 0,84
325 1 1 1 0,88 0,87
350 1 1 1 0,91 0,90
375 1 1 1 0,94 0,93
400 1 1 1 0,97 0,95
425 1 1 1 1 0,98
440 1 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

258
W-FAZ/S
caso spessore minimo standard del supporto A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20 M24


40 0,52*
45 0,55* 0,48*
50 0,59 0,51
55 0,63 0,53
60 0,67 0,56 0,57* 0,53*
65 0,72 0,59 0,60* 0,55* c
70 0,75 0,62 0,63* 0,57*
75 0,75 0,65 0,66 0,60*
80 0,75 0,68 0,69 0,62
85 0,75 0,72 0,72 0,64
90 0,75 0,75 0,75 0,67
95 0,77 0,75 0,78 0,69 0,73*
100 0,79 0,75 0,80 0,72 0,75* -
110 0,85 0,75 0,80 0,77 0,80* -
120 0,90 0,75 0,80 0,82 0,85* -
130 0,96 0,79 0,80 0,86 0,90 -
140 1 0,83 0,80 0,86 0,95 -
150 1 0,87 0,82 0,86 1 -
160 1 0,92 0,86 0,86 1 -
170 1 0,96 0,90 0,86 1 -
180 1 1 0,94 0,86 1 -

W-FAZ
190 1 1 0,99 0,86 1 -
200 1 1 1 0,86 1 -
220 1 1 1 0,90 1 -
240 1 1 1 0,96 1 -
260 1 1 1 1 1 -

= Ancoraggio non conforme al BTE


Per i diametri per cui non si indica il valore di resistenza, la verifica a fessurazione non è determinante.
0
I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A c,N ma è comunque a favore di sicurezza.
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.
*Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

259
W-FAZ/S
caso spessore minimo ridotto del supporto A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M8 M10 M12 M16


40 0,54*
45 0,57*
50 0,60 0,53*
55 0,62 0,55*
60 0,65 0,57* 0,56*
65 0,68 0,59* 0,57* c
70 0,71 0,62* 0,59*
75 0,74 0,64* 0,61
80 0,77 0,66* 0,63 0,56*
90 0,83 0,70 0,67 0,59
100 0,90 0,75 0,71 0,62
110 0,97 0,80 0,76 0,65
120 1 0,85 0,80 0,68
130 1 0,90 0,85 0,71
140 1 0,95 0,89 0,74
150 1 1 0,94 0,78
160 1 1 0,99 0,81
170 1 1 1 0,85
180 1 1 1 0,88
190 1 1 1 0,92
200 1 1 1 0,95
220 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

260
W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
caso spessore minimo standard del supporto A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20


40 0,52*
45 0,55*
50 0,59
55 0,63 0,53*
60 0,67 0,56 0,57* 0,53*
65 0,72 0,59 0,60* 0,55* c
70 0,75 0,62 0,63* 0,57*
75 0,75 0,65 0,66 0,60*
80 0,75 0,68 0,69 0,62
85 0,75 0,72 0,72 0,64
90 0,75 0,75 0,75 0,67
95 0,75 0,75 0,78 0,69 0,73*
100 0,75 0,75 0,80 0,72 0,75*
110 0,75 0,75 0,80 0,77 0,80*
120 0,77 0,75 0,80 0,82 0,85*
130 0,81 0,77 0,80 0,86 0,90
140 1 0,81 0,80 0,86 0,95
150 1 0,85 0,82 0,86 1
160 1 0,89 0,86 0,86 1
170 1 0,93 0,90 0,86 1
180 1 1 0,94 0,86 1

W-FAZ
190 1 1 0,99 0,86 1
200 1 1 1 0,86 1
220 1 1 1 0,86 1
240 1 1 1 0,86 1
260 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A 0c,N , ma è comunque a favore di sicurezza.
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.
* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato
** Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo fessurato

261
W-FAZ/A4 e W-FAZ/HCR
caso spessore minimo ridotto del supporto A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo
A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20


40 0,54*
45 0,57*
50 0,60 0,53*
55 0,62 0,55*
60 0,65 0,57* 0,56*
65 0,68 0,59* 0,57*
c
70 0,71 0,62* 0,59*
75 0,74 0,64* 0,61
80 0,77 0,66* 0,63 0,56*
85 0,80 0,68* 0,65 0,57*
90 0,83 0,70 0,67 0,59
95 0,87 0,73 0,69 0,60 0,59*
100 0,90 0,75 0,71 0,62 0,61*
110 0,97 0,80 0,76 0,65 0,64*
120 1 0,85 0,80 0,68 0,67*
130 1 0,90 0,85 0,71 0,70
140 1 0,95 0,89 0,74 0,73
150 1 1 0,94 0,78 0,76
160 1 1 0,99 0,81 0,79
170 1 1 1 0,85 0,83
180 1 1 1 0,88 0,86
190 1 1 1 0,92 0,89
200 1 1 1 0,95 0,93
220 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

* Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c; NRd,sp)

262
TAGLIO

V
V

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


W-FAZ/S 12,0 17,6 26,4 48,0 51,9 91,2
VRd,s (kN) W-FAZ/A4
10,4 16,0 24,0 44,0 61,4 -
W-FAZ/HCR

In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h .


0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


Modulo di resistenza W1) mm3 31,2 62,3 109,2 277,5 540,9 743,9
W-FAZ/S 18,4 37,6 65,6 167,2 272,9 718,4

W-FAZ
Resistenza di progetto M 0Rd,s
W-FAZ/A4 Nm
a flessione 20,8 41,6 73,6 186,4 324,3 -
W-FAZ/HCR
1) Valore relativo alla parte filettata

M 0Rk,s cM,s = 1,25 per i diametri M8, M10, M12, M16, M24 per W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR
M 0Rd,s =
cM,s 1,33 per M20 e W-FAZ/S
1,40 per M20 e W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

Resistenza di progetto per pryout/scalzamento VRd,cp = k $ N Rd,c


del calcestruzzo VRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

k = 2,0 per W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

263
Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V
VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5•c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
}h,v = ^1, 5c/hh1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
0 A 0c,V
A c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo).
Ac,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di
ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

calcestruzzo fessurato calcestruzzo non fessurato


}ucr 1 1,4

264
W-FAZ/S

0
Valori della resistenza V Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25
di un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b)
40 1,52h) V
45 1,82h) 2,05b) h)
50 2,13 2,40e)
55 2,46 2,77e)
60 2,80 3,15e) 3,39h) 3,89b) h)
65 3,15 3,56e) 3,82h) 4,39b) h)
70 3,53 3,98e) 4,27h) 4,91b) h)
75 3,91 4,41e) 4,73 5,44b) h)
80 4,31 4,86e) 5,21 6,00e)
85 4,72 5,32e) 5,71 6,57e)
90 5,14 5,80 6,22 7,15
95 5,57 6,29 6,75 7,76 8,57h)
100 6,02 6,79 7,28 8,38 9,26h) 10,05
105 6,48 7,30 7,84 9,02 9,96h) 10,82
120 7,91 8,92 9,58 11,01 12,17h) 13,21
130 8,92 10,06 10,80 12,42 13,72 14,90
140 9,97 11,24 12,07 13,88 15,33 16,65

W-FAZ
150 11,06 12,47 13,38 15,39 17,00 18,47
180 14,54 16,39 17,59 20,24 22,35 24,28
200 17,03 19,20 20,61 23,70 26,18 28,43
220 19,64 22,15 23,77 27,34 30,20 32,80
240 22,38 25,24 27,09 31,16 34,41 37,38
250 23,79 26,83 28,80 33,12 36,59 39,74
300 31,28 35,27 37,85 43,54 48,09 52,24
340 37,74 42,55 45,67 52,53 58,03 63,02
420 51,81 58,42 62,71 72,12 79,67 86,53
500 67,30 75,89 81,45 93,68 103,48 112,4

= Ancoraggio non conforme al BTE


b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

265
W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR

0
Valori della resistenza V Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25
di un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M8 M10 M12 M16 M20
40 1,52h)
45 1,82h)
50 2,13 2,40g) h)
55 2,46 2,77h) V
60 2,80 3,15e) 3,39h) 3,89b) h)
65 3,15 3,56e) 3,82h) 4,39b) h)
70 3,53 3,98e) 4,27h) 4,91b) h)
75 3,91 4,41e) 4,73 5,44b) h)
80 4,31 4,86e) 5,21 6,00h) classe }cls
85 4,72 5,32e) 5,71 6,57h) C20/25 1
90 5,14 5,80 6,22 7,15 C25/30 1,1
95 5,57 6,29 6,75 7,76 8,57h) C28/35 1,18
100 6,02 6,79 7,28 8,38 9,26h) C32/40 1,26
105 6,48 7,30 7,84 9,02 9,96h) C35/45 1,34
120 7,91 8,92 9,58 11,01 12,17h) C40/50 1,41
130 8,92 10,06 10,8 12,42 13,72 C45/55 1,48
140 9,97 11,24 12,07 13,88 15,33 C50/60 1,55
150 11,06 12,47 13,38 15,39 17,00
180 14,54 16,39 17,59 20,24 22,35
200 17,03 19,20 20,61 23,70 26,18 }a,V aV
220 19,64 22,15 23,77 27,34 30,20 1 0°≤aV≤55°
240 22,38 25,24 27,09 31,16 34,41 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90°
250 23,79 26,83 28,80 33,12 36,59 2 90°<aV≤180°
300 31,28 35,27 37,85 43,54 48,09 aV è l’angolo di inclinazione della forza
340 37,74 42,55 45,67 52,53 58,03 di taglio rispetto alla normale al bordo
420 51,81 58,42 62,71 72,12 79,67 considerato
500 67,30 75,89 81,45 93,68 103,48
area 2
= Ancoraggio non conforme al BTE V
area 3
b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto area 1
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo
ridotto del supporto aV
g) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo standard del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

0
Il valore di V Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato
per A c,V .
A 0c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante di un gruppo
di due ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula: A c,V = 1 $ ` 1 + s j
0 2 3c
A c,V

266
A 0c,V
A c,V
Distanza dal bordo c (mm)
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
A c,V

0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
n 0 =
si può utilizzare la seguente formula: A c,V 1

0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,9 0,94 1 120
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
$ c1+

0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
3c

0,78 0,79 0,81 0,82 0,84


^n - 1h $ s

0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180
0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
m #1

0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo

0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360


0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420
0,88 0,92 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 550
Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante

267
W-FAZ
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

h =2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio


c m c m
N sd h + Vsd h # 1
N Rd VRd h =1,5 altrimenti

Resistenza al fuoco
Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura
Classe di resistenza
Misura dell'ancorante
al fuoco (minuti)
M8 M10 M12 M16
2,00 5,60 9,00 16,00 R30
1,00 2,20 3,50 7,00 R60
W-FAZ/S
0,65 1,30 2,00 4,30 R90
Resistenza 0,50 0,80 1,30 3,00 R120
a trazione
9,00 15,0 19,0 30,0 R30
Nmax (kN)
W-FAZ/A4 5,00 9,00 12,0 15,0 R60
W-FAZ/HCR 1,80 4,00 5,00 7,50 R90
1,00 2,00 3,00 6,00 R120
W-FAZ/HCR 1,005) 1,905) 3,005) 5,505) -
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante.
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
5) Valore secondo la curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5-2003

Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso d’incendio
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C (par. 5.3),
sul Technical Report TR 020 “Valutazione degli ancoranti nel calcestruzzo relativamente alla resistenza al fuoco”
e sulla relativa certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto.

W-FAZ/S, W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR


Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)
Distanza minima tra gli ancoranti mm smin vedi valori in assenza di incendio
W-FAZ/S mm cmin6) 92 120 130 170 200 230
Distanza minima dal bordo W-FAZ/A4
mm cmin6) vedi valori in assenza di incendio
W-FAZ/HCR
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,fi 184 240 260 340 400 460
Distanza critica dai bordi mm ccr,fi 92 120 130 170 200 230
a) diametro disponibile solo per FAZ/S
6) In caso di incendio agente sulla faccia di installazione degli ancoranti.
In caso di incendio agente su più lati cmin=300 mm

268
TRAZIONE IN CASO DI INCENDIO

N Rk,s,fi
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s,fi N Rd,s,fi =
cM,s,fi

cM,s,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 1,4 2,2 3,2 6,0 9,4 13,6
R60 1,1 1,8 2,8 5,2 8,2 11,8
W-FAZ/S
R90 0,8 1,4 2,4 4,4 6,9 10,0
R120 0,7 1,2 2,2 4,0 6,3 9,1
NRd,s,fi (kN)
R30 3,8 6,9 11,5 21,5 33,5 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 5,2 8,6 16,0 25,0 -
W-FAZ/HCR R90 2,0 3,5 5,6 10,5 16,4 -
R120 1,6 2,7 4,2 7,8 12,1 -

W-FAZ
N Rk,p,fi
Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p,fi N Rd,p,fi =
cM,p,fi

cM,p,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


R30 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
W-FAZ/S
R60 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
NRd,p,fi (kN) W-FAZ/A4
R90 1,3 2,3 3,0 6,3 9,0 11,0
W-FAZ/HCR
R120 1,0 1,8 2,4 5,0 7,2 8,8
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

269
Resistenza di progetto a trazione per rottura 0 A c,N
N Rd,c,fi = N Rd,c,fi $
conica del calcestruzzo NRd,c,fi A 0c,N

N Rk,c,fi
N Rd,c,fi = cM,c,fi = 1, 0
cM,c,fi

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24a)


R30 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
W-FAZ/S
R60 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
N Rd,c,fi (kN) W-FAZ/A4
R90 2,6 5,0 6,1 12,0 18,0 25,5
W-FAZ/HCR
R120 2,1 4,0 4,9 9,6 14,4 20,4
a) diametro disponibile solo per FAZ/S

W-FAZ/S
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20b) M24b) A c,N s


40 0,61 0 = 0, 5 + 2 $ s
A c,N cr, fi
45 0,62 0,59e)
50 0,64 0,60e)
55 0,65 0,61e)
60 0,66 0,63 0,62 0,59b) h)
65 0,68 0,64 0,63 0,60b)
70 0,69 0,65 0,63 0,60e) s
75 0,70 0,66 0,64 0,61
80 0,72 0,67 0,65 0,62
85 0,73 0,68 0,66 0,63
90 0,74 0,69 0,67 0,63 0,61f)
95 0,76 0,70 0,68 0,64 0,62
100 0,77 0,71 0,69 0,65 0,63 0,61
110 0,80 0,73 0,71 0,66 0,64 0,62
120 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65 0,63
130 0,85 0,77 0,75 0,69 0,66 0,64
140 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68 0,65
150 0,91 0,81 0,79 0,72 0,69 0,66
b) Ancoraggio non conforme al BTE
160 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70 0,67
170 0,96 0,85 0,83 0,75 0,71 0,68 per spessore minimo del supporto ridotto
e) Ancoraggio non conforme al BTE
185 1 0,89 0,86 0,77 0,73 0,70
per calcestruzzo non fessurato con
200 1 0,92 0,88 0,79 0,75 0,72
spessore minimo ridotto del supporto
220 1 0,96 0,92 0,82 0,78 0,74 f) Ancoraggio non conforme al BTE
240 1 1 0,96 0,85 0,80 0,76 per calcestruzzo fessurato
260 1 1 1 0,88 0,83 0,78 h) Ancoraggio non conforme al BTE
300 1 1 1 0,94 0,88 0,83 per calcestruzzo non fessurato
340 1 1 1 1 0,93 0,87
400 1 1 1 1 1 0,93
460 1 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE


270
W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M8 M10 M12 M16 M20 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
40 0,61 A c,N cr, fi
45 0,62 0,59g) h)
50 0,64 0,60e)
55 0,65 0,61e)
60 0,66 0,63 0,62 0,59b) h) s
65 0,68 0,64 0,63 0,60b)
70 0,69 0,65 0,63 0,60e)
75 0,70 0,66 0,64 0,61e)
80 0,72 0,67 0,65 0,62
85 0,73 0,68 0,66 0,63
90 0,74 0,69 0,67 0,63 0,61f)
95 0,76 0,70 0,68 0,64 0,62
100 0,77 0,71 0,69 0,65 0,63
110 0,80 0,73 0,71 0,66 0,64
120 0,83 0,75 0,73 0,68 0,65
130 0,85 0,77 0,75 0,69 0,66
140 0,88 0,79 0,77 0,71 0,68
150 0,91 0,81 0,79 0,72 0,69
160 0,93 0,83 0,81 0,74 0,70
170 0,96 0,85 0,83 0,75 0,71
185 1 0,89 0,86 0,77 0,73
200 1 0,92 0,88 0,79 0,75
220 1 0,96 0,92 0,82 0,78

W-FAZ
240 1 1 0,96 0,85 0,80
260 1 1 1 0,88 0,83
300 1 1 1 0,94 0,88
340 1 1 1 1 0,93
400 1 1 1 1 1
460 1 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
g) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo standard del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

0
Per W-FAZ/S e influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N /A c,N = 1 nel rispetto dei valori di distanza dal
bordo minimi cmin

271
W-FAZ/A4, W-FAZ/HCR A c,N
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo = ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,fi c cr,fi

c (mm) M8 M10 M12 M16 M20


40 0,60h)
45 0,63h)
50 0,67 0,58g) h)
55 0,70 0,61h)
60 0,74 0,64e) 0,61h) 0,55b) h)
65 0,78 0,66e) 0,64h) 0,56b) h) c
70 0,82 0,69e) 0,66h) 0,58b) h)
75 0,86 0,72e) 0,69 0,60b) h)
80 0,90 0,75e) 0,71 0,62e)
90 0,98 0,81 0,77 0,66
95 1 0,84 0,80 0,68 0,62h)
110 1 0,93 0,88 0,74 0,67h)
120 1 1 0,94 0,78 0,70h)
125 1 1 0,97 0,80 0,72h)
130 1 1 1 0,82 0,74
135 1 1 1 0,84 0,76
160 1 1 1 0,95 0,85
170 1 1 1 1 0,88
180 1 1 1 1 0,92
190 1 1 1 1 0,96
200 1 1 1 1 1

= Ancoraggio non conforme al BTE

b) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo del supporto ridotto
e) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato con spessore minimo ridotto del supporto
g) Ancoraggio non conforme al BTE per spessore minimo standard del supporto
h) Ancoraggio non conforme al BTE per calcestruzzo non fessurato

NRd,fi = min (NRd,s,fi; NRd,p,fi; NRd,c,fi)

272
TAGLIO IN CASO DI INCENDIO

VRk,s,fi
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s,fi VRd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 1,6 2,6 3,8 7,0 11,0 16,0
R60 1,5 2,5 3,6 6,8 11,0 15,0
W-FAZ/S
R90 1,2 2,1 3,5 6,5 10,0 15,0
VRd,s,fi (kN) R120 1,0 2,0 3,4 6,4 10,0 14,0
R30 3,8 6,9 11,5 21,5 33,5 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 5,2 8,6 16,0 25,0 -
W-FAZ/HCR R90 2,0 3,5 5,6 10,5 16,4 -
R120 1,6 2,7 4,2 7,8 12,1 -

cM,s,fi = 1, 0

In presenza di braccio di leva VRd,s,fi = aM $ M Rd,s,fi /l dove M Rd,s,fi = M Rd,s,fi $ ^1 - N Sd,fi /N Rd,s,fih .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

W-FAZ
Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24
R30 1,7 3,3 5,9 15,0 29,0 50,0
R60 1,6 3,2 5,6 14,0 28,0 48,0
W-FAZ/S
R90 1,2 2,7 5,4 14,0 27,0 47,0
M 0Rd,s,fi (Nm) R120 1,1 2,5 5,3 13,0 26,0 46,0
R30 3,8 9,0 17,9 45,5 88,8 -
W-FAZ/A4 R60 2,9 6,8 13,3 33,9 66,1 -
W-FAZ/HCR R90 2,1 4,5 8,8 22,2 43,4 -
R120 1,6 3,4 6,5 16,4 32,1 -

M 0Rk,s,fi
M 0Rd,s,fi = cM,s,fi = 1, 0
cM,s,fi

273
Resistenza di progetto a pryout/scalzamento VRk,cp,fi
VRd,cp,fi =
del calcestruzzo VRd,cp,fi cM,cp,fi

cM,cp,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M8 M10 M12 M16 M20 M24


R30 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
W-FAZ/S
VRd,cp,fi R60 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
(kN) W-FAZ/A4
R90 5,2 10,0 12,2 24,0 36,0 51,0
W-FAZ/HCR
R120 4,2 8,0 9,8 19,2 28,8 40,8

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c,fi = V 0Rd,c,fi $ $ }a,V
di calcestruzzo VRd,c,fi A 0c,V

V 0Rd,c,fi = 0, 25 $ V 0Rd,c per R30, R60, R90

V 0Rd,c,fi = 0, 20 $ V 0Rd,c per R120

con V 0Rd,c valido per calcestruzzo fessurato C20/25 a temperatura ambiente


V 0Rk,c,fi
V 0Rd,c,fi =
cM,c,fi
cM,c,fi = 1, 0

A c,V
Il rapporto 0 è lo stesso del caso in assenza di incendio.
A c,V
Per }a,V si veda la verifica a temperatura ambiente.

274
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo fessurato e non fessurato
(opzione 1), mediante ancorante meccanico Würth W-FAZ/S o W-FAZ/A4, o W-FAZ/HCR come indicato dal relativo
Benestare Tecnico Europeo. La procedura di installazione dell’ancorante deve avvenire secondo le specifiche e con
gli accessori prescritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti ed ambienti interni per W-FAZ/S o
in ambienti esterni e umidi per W-FAZ/A4, W-FA/HCR.
L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere certificazione di resistenza al fuoco IBMB secondo
DIN-EN 4102-2: 1977-09 e avere certificazione di resistenza al fuoco secondo il Technical Report TR 020.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta o permanente
immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua di mare, in atmosfera contenente cloro ad
es. piscine chiuse, atmosfere con estremo inquinamento chimico quali impianti di desolforazione fumi oppure
gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per sciogliere il ghiaccio);
Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni, in ambienti umidi e in condizioni particolarmente
aggressive, quali la ripetuta o permanente immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua
di mare, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento chimico,
ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per
sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissag- W-FAZ
gio. E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo Benestare
Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed i requisiti
degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

275
AncoRAnTe In AccIAIo W-fAZ-IG

+
tipo S tipo SK tipo B

W-FAZ-IG/S
montaggio non passante (tipo V)

+
tipo S tipo SK tipo B Technical
montaggio passante (tipo D)
software
dimensio
di

na
ftware

mento
W-FAZ-IG/A4

So
W-FAZ-IG/HCR

Certificazioni Cartatteristiche
BTE Marcatura Idoneità Calcestruzzo Carichi Resistenzea
opzione 1 CE VdS fessurato pesanti corrosione

INOX
Kg A4

Resistenza Carico High corrosive Interasse e distanza Vita utile


al fuoco impulsivo resisteance dei bordi

W-FAZ-IG
SHOCK INOX
HCR
50
ANNI

Campi di impiego e vantaggi


• ancorante per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• tassello a scomparsa
• espansione a controllo di coppia
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo

Versioni
• W-FAZ-IG/S in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-FAZ-IG/A4 in acciaio inossidabile A4
• W-FAZ-IG/HCR in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)

Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-02/0017, Opzione 1 per calcestruzzo fessurato e non fessurato
• resistenza al fuoco Technical Report TR 020, R30-R120 (ETA-02/0017)
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a. per M8÷M12

277
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Calcestruzzo fessurato
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
W-FAZ-IG/S caratteristica NRk 5,0 9,0 12,0 20,0
Resistenza
W-FAZ-IG/A4 di progetto NRd 2,8 5,0 6,7 11,1
a trazione (kN)
W-FAZ-IG/HCR ammissibile NRamm 2,0 3,6 4,8 7,9
caratteristica VRk 5,8* 6,9* 10,4* 25,8*
W-FAZ-IG/S
di progetto VRd 4,6* 5,5* 8,3* 20,6*
non passante
ammissibile VRamm 3,3* 3,9* 5,9* 14,7*
caratteristica VRk 5,1* 7,6* 10,8* 24,3*
W-FAZ-IG/S
di progetto VRd 4,1* 6,1* 8,6* 19,4*
passante
Resistenza ammissibile VRamm 2,9* 4,3* 6,2* 13,9*
a taglio (kN) W-FAZ-IG/A4 caratteristica VRk 5,7* 9,2* 10,6* 23,6*
W-FAZ-IG/HCR di progetto VRd 4,6* 7,4* 8,5* 18,9*
non passante ammissibile VRamm 3,3* 5,3* 6,1* 13,5*
W-FAZ-IG/A4 caratteristica VRk 7,3* 7,6* 9,7* 29,6*
W-FAZ-IG/HCR di progetto VRd 5,8* 6,1* 7,8* 23,7*
passante ammissibile VRamm 4,2* 4,3* 5,5* 16,9*

Calcestruzzo non fessurato


Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
W-FAZ-IG/S caratteristica NRk 12,0 16,0 20,0 30,0
Resistenza
W-FAZ-IG/A4 di progetto NRd 6,7 8,9 11,1 16,7
a trazione (kN)
W-FAZ-IG/HCR ammissibile NRamm 4,8 6,3 7,9 11,9
caratteristica VRk 5,8* 6,9* 10,4* 25,8*
W-FAZ-IG/S
di progetto VRd 4,6* 5,5* 8,3* 20,6*
non passante
ammissibile VRamm 3,3* 3,9* 5,9* 14,7*
caratteristica VRk 5,1* 7,6* 10,8* 24,3*
W-FAZ-IG/S
di progetto VRd 4,1* 6,1* 8,6* 19,4*
passante
Resistenza ammissibile VRamm 2,9* 4,3* 6,2* 13,9*
a taglio (kN) W-FAZ-IG/A4 caratteristica VRk 5,7* 9,2* 10,6* 23,6*
W-FAZ-IG/HCR di progetto VRd 4,6* 7,4* 8,5* 18,9*
non passante ammissibile VRamm 3,3* 5,3* 6,1* 13,5*
W-FAZ-IG/A4 caratteristica VRk 7,3* 7,6* 9,7* 29,6*
W-FAZ-IG/HCR di progetto VRd 5,8* 6,1* 7,8* 23,7*
passante ammissibile VRamm 4,2* 4,3* 5,5* 16,9*
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25
• installazione non passante (tipo V) secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4

278
Condizioni di posa

W-FAZ-IG/S, W-FAZ-IG/A4, W-FAZ-IG/HCR


Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
Diametro nominale punta del trapano mm d0 8 10 12 16
passante 7 9 12 14
Diametro foro nell’elemento da fissare mm df
non passante 9 12 14 18
vite Tipo S 10 30 30 55
W-FAZ-IG/S vite Tipo SK 10 25 40 50
vite Tipo B 8 25 30 45
Coppia di serraggio Nm Tinst
W-FAZ-IG/A4 vite Tipo S 15 40 50 100
vite Tipo SK 12 25 45 60
W-FAZ-IG/HCR vite Tipo B 8 25 40 80
Profondità del foro mm h1 60 75 90 105
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 45 58 65 80
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N 3 hef
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N 1,5 hef
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 5 hef
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 2,5 hef
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 120 130 160
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 50 60 70 80
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 60 80 100 120
Distanza minima dai bordi fessurato mm cmin 50 60 70 80
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 75 100 100 120
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 50 60 65 80
Distanza dal bordo associata a smin calcestruzzo mm c≥ 80 100 120 160
Distanza minima dai bordi non fessurato mm cmin 50 60 70 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 115 155 170 210

Dimensioni dell’ancorante
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
Dado esagonale (tipo S e B) sw mm 10 13 17 19

W-FAZ-IG
Area della sezione filettata As1) mm2 20,1 36,6 58 84,3
1) Valore relativo alla vite

lunghezza lunghezza spessore serr. tfix (mm)


totale (mm) filetto (mm) testa -S testa -SK
502) 20 12 14
60 20 10 14
M6
70 20 20 24
80 20 30 34
622) 22 8 15
72 22 10 15
M8
82 22 20 25
92 22 30 35
702) 23 19 11
80 23 10 16
M10
90 23 20 26
100 23 30 36
862) 27 21 14
96 27 10 17
M12
106 27 20 27
116 27 30 37
2) installazione non passante

279
Acciaio zincato
galvanicamente
Elemento Denominazione ≥ 5μm, Acciaio inox A4 Acciaio inox HCR
secondo EN ISO
4042
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
Acciaio automatico 1.4404, 1.4571, 1.4362 1.4565 secondo
Perno con cono
1 Cono con rivestimento secondo EN 10088 EN 10088
con filetto interno
plastico cono con rivestimento cono con rivestimento
plastico plastico
Acciaio inox 1.4301,
Acciaio inox 1.4401,
2 Anello di espansione 1.4303 secondo
1.4571 secondo EN 10088
EN 10088
Rondella secondo
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
EN ISO 7089, o Acciaio secondo
3 1.4571 secondo 1.4565 secondo
EN ISO 7093, o EN 10025-2
EN 10088 EN 10088
EN ISO 7094
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
Vite a testa classe 8.8 secondo 1.4571 secondo 1.4565 secondo
4
esagonale EN ISO 898-1 EN 10088, classe 70 EN 10088, classe 70
secondo EN ISO 3506 secondo EN ISO 3506
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
Acciaio secondo 1.4404, 1.4571 secondo 1.4565 secondo
5 Rondella svasata
EN 10083-2 EN 10088, zincato EN 10088, zincato
galvanicamente galvanicamente
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
classe 8.8 secondo 1.4571 secondo 1.4565 secondo
6 Vite a testa svasata
EN ISO 898-1 EN 10088, classe 70 EN 10088, classe 70
secondo EN ISO 3506 secondo EN ISO 3506
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
classe 8 secondo 1.4571 secondo 1.4565 secondo
7 Dado esagonale
EN 20898-2 EN 10088, classe 70 EN 10088, classe 70
secondo EN ISO 3506 secondo EN ISO 3506
Acciaio inox 1.4401, Acciaio inox 1.4529,
classe 8.8 secondo
1.4571 secondo 1.4565 secondo
8 Barra filettata EN ISO 898-1
EN 10088, classe 70 EN 10088, classe 70
A5 > 8% duttilità
secondo EN ISO 3506 secondo EN ISO 3506

S-IG
W-FAZ-IG

SK-IG

MU-IG

280
Istruzioni di posa
W-FAZ/IG-S, W-FAZ/IG-A4, W-FAZ/IG-HCR – montaggio non passante

W-FAZ/IG-S, W-FAZ/IG-A4, W-FAZ/IG-HCR – montaggio passante

Forare con Pulire con cura il foro. Inserire l’anco- Inserire la rondella
trapano a Si consiglia l’utilizzo rante con l’ap- e la vite e serrare
rotopercussione di pompa d’aria e posito utensile mediante chiave
spazzolino di posa dinamometrica ap-
plicando la coppia
di serraggio
prescritta

W-FAZ-IG
Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

281
Procedura di calcolo allo stato limite ultimo
Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.
Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C e sulla relativa
certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto. Si trascura la presenza di armatura nel calcestruzzo
ed eventuali eccentricità del carico applicato. Per assistenza contattare l’ufficio tecnico Würth.

TRAZIONE

N Rk,s
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s N Rd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


W-FAZ-IG/S 10,7 15,1 17,3 37,7
NRd,s (kN) W-FAZ-IG/A4
7,5 13,7 19,1 31,6
W-FAZ-IG/HCR

cM,s = 1,50 per W-FAZ-IG/S


1,87 per W-FAZ-IG/A4
W-FAZ-IG/HCR

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p N Rd,p = N Rd,p,C20/25 $ }cls,N

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


W-FAZ-IG/S cls fessurato 2,8 5 6,7 11,1
NRd,p,C20/25
W-FAZ-IG/A4
(kN) cls non fessurato 6,7 8,9 11,1 16,7
W-FAZ-IG/HCR

N Rk,p
N Rd,p = cM,p = 1, 8
cM,p

Influenza della resistenza del calcestruzzo

classe C20/25 C25/30 C28/35 C32/40 C35/45 C40/50 C45/55 C50/60


}cls,N 1,00 1,10 1,18 1,26 1,34 1,41 1,48 1,55

282
Resistenza di progetto a trazione per rottura conica A c,N
N Rd,c = N 0Rd,c $ $ }cls,N
del calcestruzzo NRd,c A 0c,N

A 0c,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante isolato e lontano dai
bordi di calcestruzzo).
Ac,N è l’area della base del cono di rottura del calcestruzzo del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di bordi
di calcestruzzo. Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


0
N Rd,c W-FAZ-IG/S cls fessurato 6,0 8,8 10,5 14,3
W-FAZ-IG/A4 cls non
(kN) 8,5 12,4 14,7 20,0
W-FAZ-IG/HCR fessurato

N 0Rk,c
N 0Rd,c = cM,c = 1, 8
cM,c

W-FAZ-IG

283
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M6 M8 M10 M12 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
50 0,69 A c,N cr, N
55 0,70
60 0,72 0,67
65 0,74 0,69 0,67a)
70 0,76 0,70 0,68
75 0,78 0,72 0,69 s
80 0,80 0,73 0,71 0,67
85 0,81 0,74 0,72 0,68
90 0,83 0,76 0,73 0,69
95 0,85 0,77 0,74 0,70
100 0,87 0,79 0,76 0,71
105 0,89 0,80 0,77 0,72
110 0,91 0,82 0,78 0,73
115 0,93 0,83 0,79 0,74
120 0,94 0,84 0,81 0,75
125 0,96 0,86 0,82 0,76
130 0,98 0,87 0,83 0,77
135 1 0,89 0,85 0,78
145 1 0,92 0,87 0,80
155 1 0,95 0,90 0,82
165 1 0,97 0,92 0,84
175 1 1 0,95 0,86
195 1 1 1 0,91
215 1 1 1 0,95 a) Ancoraggio non conforme al BTE per
240 1 1 1 1 calcestruzzo fessurato

= Ancoraggio non conforme al BTE

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N


0 = ` 0, 5 + s j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
c c
A c,N cr,N cr,N

c (mm) M6 M8 M10 M12


50 0,80
55 0,86
60 0,91 0,77 c
65 0,97 0,81
70 1 0,85 0,79
75 1 0,89 0,82
80 1 0,94 0,86 0,75b)
85 1 0,98 0,90 0,78b)
90 1 1 0,94 0,81b)
95 1 1 0,98 0,84b)
100 1 1 1 0,87
110 1 1 1 0,93 b)Ancoraggio non conforme al BTE per
120 1 1 1 1 calcestruzzo non fessurato

= Ancoraggio non conforme al BTE

284
Resistenza di progetto a trazione A c,N
N Rd,sp = N 0Rd,sp $ $ }cls,N $ }h,sp
per fessurazione NRd,sp A 0c,N

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


W-FAZ-IG/S cls fessurato 6,0 8,8 10,5 14,3
0
N Rd,sp (kN) W-FAZ-IG/A4
cls non fessurato 6,7 8,9 11,1 16,7
W-FAZ-IG/HCR

N 0Rk,sp
N 0Rd,sp = cM,sp = 1, 8
cM,sp

2
}h,sp = c h m # 1, 5
3
2h ef

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M6 M8 M10 M12 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
50 0,61 A c,N cr,sp
55 0,62
60 0,63 0,60
65 0,64 0,61 0,60a)
70 0,66 0,62 0,61
80 0,68 0,64 0,62 0,60 s
100 0,72 0,67 0,65 0,63
120 0,77 0,71 0,68 0,65

W-FAZ-IG
140 0,81 0,74 0,72 0,68
160 0,86 0,78 0,75 0,70
180 0,90 0,81 0,78 0,73
200 0,94 0,84 0,81 0,75
225 1 0,89 0,85 0,78
250 1 0,93 0,88 0,81
275 1 0,97 0,92 0,84
290 1 1 0,95 0,86
325 1 1 1 0,91
350 1 1 1 0,94
375 1 1 1 0,97 a)Ancoraggio non conforme al BTE
400 1 1 1 1 per calcestruzzo fessurato

= Ancoraggio non conforme al BTE

285
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N
= c 0, 5 + c mc 0, 7 + 0, 3 $ c m
A 0c,N s cr,sp c cr,sp

c (mm) M6 M8 M10 M12


50 0,60
55 0,64
60 0,68 0,58 c
65 0,73 0,61
70 0,75 0,64 0,63
75 0,75 0,67 0,66
80 0,78 0,70 0,69 0,63b)
85 0,81 0,74 0,72 0,65b)
90 0,85 0,75 0,75 0,67b)
95 0,88 0,75 0,78 0,70b)
100 0,91 0,77 0,80 0,73
110 0,98 0,82 0,80 0,78
120 1 0,87 0,80 0,83
130 1 0,92 0,85 0,83
140 1 0,97 0,89 0,83
150 1 1 0,94 0,83
160 1 1 0,99 0,85
170 1 1 1 0,88
180 1 1 1 0,92
b)Ancoraggio non conforme al BTE per
190 1 1 1 0,96
calcestruzzo non fessurato
200 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

0
I valori in tabella possono non corrispondere alla formula data per A c,N /A c,N , ma è comunque a favore di sicurezza.
Per un calcolo approfondito vedere il Benestare Tecnico Europeo.

NRd = min (NRd,s; NRd,p; NRd,c; NRd,sp)

286
TAGLIO

V
V

VRk,s
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s VRd,s =
cM,s

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


W-FAZ-IG/S
4,6 5,5 8,3 20,6
Tipo V
W-FAZ-IG/S
4,1 6,1 8,6 19,4
Tipo D
W-FAZ-IG/A4
VRd,s (kN)
W-FAZ-IG/HCR 4,6 7,4 8,5 18,9
Tipo V
W-FAZ-IG/A4
W-FAZ-IG/HCR 5,8 6,1 7,8 23,7
Tipo D
In presenza di braccio di leva V Rd,s = aM $ M Rd,s /l dove M Rd,s = M Rd,s $ ^ 1 - N Sd /N Rd,s h .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

W-FAZ-IG
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
Modulo di resistenza W1) mm3 12,7 31,2 62,3 109,2
W-FAZ-IG/S
9,8 24,0 47,8 83,7
Tipo V
W-FAZ-IG/S
28,8 42,6 60,8 165,6
Tipo D
Resistenza
W-FAZ-IG/A4
di progetto M 0Rd,s Nm
W-FAZ-IG/HCR 6,9 16,8 33,5 58,7
a flessione
Tipo V
W-FAZ-IG/A4
W-FAZ-IG/HCR 22,6 35,4 55,9 153,0
Tipo D 1) Valore relativo alla vite

M 0Rk,s
M 0Rd,s = cM,s = 1,25
cM,s
1,56 per W-FAZ-IG/A4 e W-FAZ-IG/HCR tipo V con braccio di leva

287
Resistenza di progetto per pryout/scalzamento VRd,cp = k $ N Rd,c
del calcestruzzo VRd,cp

NRd,c è la resistenza a rottura conica a trazione del calcestruzzo relativo agli ancoranti efficaci a taglio.

k = 1,5 per diametri M6, M8


k = 2,0 per diametri M10, M12

VRk,cp
VRd,cp = cM,cp = 1, 5
cM,cp

Resistenza di progetto per rottura del bordo A c,V


VRd,c = V 0Rd,c $ $ }a,V $ }cls $ }ucr
di calcestruzzo VRd,c A 0c,V

Per valori di spessore del supporto in calcestruzzo minori di h=1,5·c, il valore della resistenza deve essere moltiplicato per il coefficiente
}h,v = ^ 1, 5c/h h 1/3 $ 1 . In questo caso il rapporto A c,V deve essere calcolato secondo il Benestare Tecnico Europeo.
Si veda il capitolo introduttivo. A 0c,V

A 0c,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo del singolo ancorante in condizioni ideali (ancorante
isolato e in presenza di un solo bordo di calcestruzzo). Ac,V è l’area della base del cono di rottura sulla superficie laterale del calcestruzzo
del singolo ancorante tenuto conto della presenza di ancoranti vicini e di ulteriori bordi di calcestruzzo.
Si veda la parte introduttiva del manuale per ulteriori chiarimenti.

V 0Rk,c
V 0Rd,c = cM,c = 1, 5
cM,c

calcestruzzo calcestruzzo
fessurato non fessurato
}ucr 1 1,4

288
Valori della resistenza V 0Rd,c a rottura del bordo di calcestruzzo C20/25
di un singolo ancorante sollecitato a taglio ortogonalmente al bordo:
0,2
V 0Rd,c = 0, 45 $ d 0 $ c h ef m $ fck,cube $ c 1,5 /1, 5 (kN)
d0
A c,V
=1
A 0c,V
c (mm) M6 M8 M10 M12
50 2,12 V
55 2,44
60 2,79 3,13
65 3,14 3,53
70 3,51 3,95 4,27
75 3,89 4,38 4,73
80 4,29 4,82 5,21 5,92b)
85 4,70 5,28 5,71 6,49b)
90 5,12 5,76 6,22 7,07b)
95 5,55 6,24 6,75 7,67b)
100 5,99 6,74 7,28 8,28
105 6,45 7,25 7,84 8,91
120 7,88 8,86 9,58 10,88
130 8,88 9,99 10,8 12,27
140 9,93 11,17 12,07 13,71
150 11,01 12,39 13,38 15,21
180 14,47 16,28 17,59 19,99
200 16,95 19,07 20,61 23,41
220 19,56 22,00 23,77 27,01
240 22,28 25,07 27,09 30,78
250 23,69 26,65 28,80 32,72
300 31,14 35,03 37,85 43,02
340 37,57 42,27 45,67 51,90 b) Ancoraggio
420 51,59 58,03 62,71 71,26 non conforme al BTE per
500 67,01 75,38 81,45 92,56 calcestruzzo non fessurato

W-FAZ-IG
= Ancoraggio non conforme al BTE

classe }cls }a,V aV area 2


C20/25 1,00 1 0°≤aV≤55° area 3 V
C25/30 1,10 1/(cos aV +0,5sin aV) 55°<aV≤90°
area 1

C28/35 1,18 2 90°<aV≤180° αV


C32/40 1,26
C35/45 1,34
C40/50 1,41 aV è l’angolo di inclinazione della forza
di taglio rispetto alla normale al bordo
C45/55 1,48 considerato
C50/60 1,55
A
Il valore di V 0Rd,c è quello precedentemente indicato per il caso con un solo ancorante e deve essere poi moltiplicato per c,V
I coefficienti indicati nella tabella seguente permettono di ricavare il valore resistente del singolo ancorante A 0c,V
di un gruppo di due ancoranti posti ad una distanza c dal bordo e con interasse s secondo la seguente formula:

0 = 2 $ ` 1 + 3c j
A c,V 1 s
A c,V
Generalizzando al caso con n ancoranti di interasse costante s posti ad una distanza c dal bordo si può utilizzare la
seguente formula:
1 c ^n - 1h $ s
m
A c,V
0 = n
$ 1+
3c
A c,V

289
290
Distanza dal bordo c (mm)

A 0c,V
A c,V
200 180 150 140 130 120 105 100 95 90 85 80 75 70 65 60 55 50 45 40
0,53 0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,57 0,57 0,58 0,58 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,65 0,67 40
0,54 0,54 0,55 0,55 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 45
0,54 0,55 0,56 0,56 0,56 0,57 0,58 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,71 50
0,55 0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,59 0,59 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,73 55
0,55 0,56 0,57 0,57 0,58 0,58 0,60 0,60 0,61 0,61 0,62 0,63 0,63 0,64 0,65 0,67 0,68 0,70 0,72 0,75 60
0,56 0,56 0,58 0,58 0,59 0,60 0,61 0,62 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,73 0,76 0,79 70
0,57 0,57 0,59 0,60 0,60 0,61 0,63 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,71 0,72 0,74 0,77 0,80 0,83 80
0,58 0,58 0,60 0,61 0,62 0,63 0,64 0,65 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,73 0,75 0,77 0,80 0,83 0,88 90
0,58 0,59 0,61 0,62 0,63 0,64 0,66 0,67 0,68 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,76 0,78 0,80 0,83 0,87 0,92 100
0,60 0,61 0,63 0,64 0,65 0,67 0,69 0,70 0,71 0,72 0,74 0,75 0,77 0,79 0,81 0,83 0,86 0,90 0,94 1 120
0,61 0,63 0,65 0,66 0,67 0,69 0,71 0,73 0,74 0,75 0,76 0,78 0,80 0,82 0,85 0,88 0,91 0,95 1 1 135
0,63 0,64 0,67 0,68 0,69 0,71 0,74 0,75 0,76 0,78 0,79 0,81 0,83 0,86 0,88 0,92 0,95 1 1 1 150
0,64 0,65 0,68 0,70 0,71 0,73 0,76 0,78 0,79 0,81 0,82 0,84 0,87 0,89 0,92 0,96 1 1 1 1 165
0,65 0,67 0,70 0,71 0,73 0,75 0,79 0,80 0,82 0,83 0,85 0,88 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 180

Rispettare i valori minimi smin e cmin in funzione del diametro dell’ancorante


0,66 0,68 0,72 0,73 0,75 0,77 0,81 0,83 0,84 0,86 0,88 0,91 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 195
0,68 0,69 0,73 0,75 0,77 0,79 0,83 0,85 0,87 0,89 0,91 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 210
0,69 0,71 0,75 0,77 0,79 0,81 0,86 0,88 0,89 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 225
0,70 0,72 0,77 0,79 0,81 0,83 0,88 0,90 0,92 0,94 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 240
0,71 0,74 0,78 0,80 0,83 0,85 0,90 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 255
0,73 0,75 0,80 0,82 0,85 0,88 0,93 0,95 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 270
0,74 0,76 0,82 0,84 0,87 0,90 0,95 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 285
0,75 0,78 0,83 0,86 0,88 0,92 0,98 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 300
0,76 0,79 0,85 0,88 0,90 0,94 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 315
0,80 0,83 0,90 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 360
0,83 0,86 0,93 0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 390
Interasse s tra due ancoranti (mm)

0,85 0,89 0,97 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 420


0,88 0,92 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 450
0,96 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 550
VRd = min (VRd,s; VRd,cp; VRd,c)

VERIFICA COMBINATA TAGLIO/TRAZIONE

Con h = 2 nel caso di cedimento dell’acciaio sia a trazione che a taglio


c m c m
N sd h + Vsd h # 1
N Rd VRd h = 1,5 altrimenti

Verifiche di esercizio

Nello stato limite di servizio deve essere dimostrato che gli spostamenti che si verificano nel corso delle azioni caratte-
ristiche non superino lo spostamento ammissibile. Lo spostamento ammissibile dipende dal tipo di applicazione e deve
essere valutato dal progettista. Lo spostamento caratteristico viene definito nel Benestare Tecnico Europeo in corrispon-
denza di una definita sollecitazione di trazione e di taglio.
Si può assumere che lo spostamento sia una funzione lineare del carico applicato che interpola tale valore caratteri-
stico. Nel caso di azioni combinate a taglio e trazione si può effettuare la somma vettoriale degli spostamenti delle
singole componenti. Sotto le azioni di taglio è necessario tenere in considerazione l’influenza della larghezza del foro
nell’eventuale piastra di fissaggio rispetto al diametro della barra dell’ancorante.
Questa verifica richiede normalmente l’impiego di fattori di sicurezza parziali sulle azioni e sulle resistenze unitari.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


Trazione (calcestruzzo fessurato) N kN 2,0 3,6 4,8 8,0
dN0 mm 0,6 0,6 0,8 1,0
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,8 0,8 1,2 1,4
Trazione (calcestruzzo non fessurato) N kN 4,8 6,4 8,0 12
dN0 mm 0,4 0,5 0,7 0,8
Spostamenti corrispondenti
dN3 mm 0,8 0,8 1,2 1,4

W-FAZ-IG
Taglio (calcestruzzo fessurato e non fess.) V kN 4,2 5,3 6,2 16,9
dV0 mm 2,8 2,9 2,5 3,6
Spostamenti corrispondenti
dV3 mm 4,2 4,4 3,8 5,3

Resistenza al fuoco
Metodo semplificato
Valori di resistenza a trazione pura
Misura dell'ancorante Classe di resistenza
M6 M8 M10 M12 al fuoco (minuti)
8,0 10,0 16,0 22,0 R30
Resistenza
2,5 3,5 8,0 11,0 R60
a trazione W-FAZ/IG-A4
1,3 1,8 5,3 7,3 R90
Nmax (kN)
0,8 1,2 4,0 5,5 R120
I valori di resistenza si riferiscono al caso di incendio agente sulla faccia di installazione dell’ancorante
Valori ricavati dal rapporto di prova IBMB secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09

291
Metodo analitico
Procedura di calcolo in caso d’incendio

Si distinguono i casi di calcolo a TRAZIONE e TAGLIO.


Il metodo semplificato Würth CCD proposto si basa sulla linea guida europea ETAG 001 Allegato C (par. 5.3), sul
Technical Report TR 020 “Valutazione degli ancoranti nel calcestruzzo relativamente alla resistenza al fuoco” e sulla
relativa certificazione ETA (European Technical Approval) del prodotto.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


Distanza minima tra gli ancoranti mm smin vedi valori in assenza di incendio
Distanza minima dal bordo mm cmin3) vedi valori in assenza di incendio
Distanza critica tra gli ancoranti mm scr,fi 180 232 260 320
Distanza critica dai bordi mm ccr,fi 90 116 130 160
3) In caso di incendio agente sulla faccia di installazione degli ancoranti.
In caso di incendio agente su più lati cmin = 300 mm

TRAZIONE IN CASO DI INCENDIO

N Rk,s,fi
Resistenza di progetto a trazione lato acciaio NRd,s,fi N Rd,s,fi =
cM,s,fi

cM,s,fi = 1, 0

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


R30 0,7 1,4 2,5 3,7
R60 0,6 1,2 2,0 2,9
W-FAZ-IG/S
R90 0,5 0,9 1,5 2,2
R120 0,4 0,8 1,3 1,8
NRd,s,fi (kN)
R30 2,9 5,4 8,7 12,6
W-FAZ-IG/A4 R60 1,9 3,8 6,3 9,2
W-FAZ-IG/HCR R90 1,0 2,1 3,9 5,7
R120 0,5 1,3 2,7 4,0

Resistenza di progetto a trazione per sfilamento NRd,p,fi N Rd,p,fi = N Rd,p,fi,C20/25

N Rk,p,fi
N Rd,p,fi = cM,p,fi = 1, 0
cM,p,fi

292
Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12
R30 1,3 2,3 3,0 5,0
W-FAZ-IG/S
R60 1,3 2,3 3,0 5,0
NRd,p,fi (kN) W-FAZ-IG/A4
R90 1,3 2,3 3,0 5,0
W-FAZ-IG/HCR
R120 1,0 1,8 2,4 4,0

Resistenza di progetto a trazione per rottura conica 0 A c,N


N Rd,c,fi = N Rd,c,fi $
del calcestruzzo NRd,c,fi A 0c,N

N Rk,c,fi
N Rd,c,fi = cM,c,fi = 1, 0
cM,c,fi

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


R30 2,4 4,6 6,1 10,3
W-FAZ-IG/S
R60 2,4 4,6 6,1 10,3
N 0Rd,c,fi (kN) W-FAZ-IG/A4
R90 2,4 4,6 6,1 10,3
W-FAZ-IG/HCR
R120 2,0 3,7 4,9 8,2

A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un ulteriore ancorante

s (mm) M6 M8 M10 M12 A c,N s


0 = 0, 5 + 2 $ s
50 0,64 A c,N cr, fi
55 0,65
60 0,67 0,63

W-FAZ-IG
65 0,68 0,64 0,63a)
70 0,69 0,65 0,63 s
80 0,72 0,67 0,65 0,63
90 0,75 0,69 0,67 0,64
100 0,78 0,72 0,69 0,66
110 0,81 0,74 0,71 0,67
120 0,83 0,76 0,73 0,69
130 0,86 0,78 0,75 0,70
140 0,89 0,80 0,77 0,72
150 0,92 0,82 0,79 0,73
160 0,94 0,84 0,81 0,75
170 0,97 0,87 0,83 0,77
180 1 0,89 0,85 0,78
190 1 0,91 0,87 0,80
200 1 0,93 0,88 0,81
230 1 1 0,94 0,86
260 1 1 1 0,91
a) Ancoraggio non conforme al BTE
290 1 1 1 0,95
per calcestruzzo fessurato
320 1 1 1 1
= Ancoraggio non conforme al BTE

293
A c,N /A 0c,N : influenza dovuta alla vicinanza di un bordo A c,N
= ` 0, 5 + c j` 0, 7 + 0, 3 $ c j
A 0c,N s cr,fi c cr,fi
c (mm) M6 M8 M10 M12
50 0,67
55 0,71
60 0,75 0,65
65 0,79 0,68
70 0,83 0,71 0,66
75 0,87 0,74 0,69
80 0,91 0,77 0,71 0,64b) c
85 0,96 0,80 0,74 0,66 b)
90 1 0,83 0,77 0,68b)
95 1 0,86 0,80 0,70b)
100 1 0,89 0,82 0,72
110 1 0,96 0,88 0,76
120 1 1 0,94 0,81
130 1 1 1 0,86
140 1 1 1 0,90
150 1 1 1 0,95 b)Ancoraggio non conforme al BTE
160 1 1 1 1 per calcestruzzo non fessurato

= Ancoraggio non conforme al BTE

NRd,fi = min (NRd,s,fi; NRd,p,fi; NRd,c,fi)

TAGLIO IN CASO DI INCENDIO

VRk,s,fi
Resistenza di progetto a taglio lato acciaio VRd,s,fi VRd,s,fi =
cM,s,fi

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


R30 0,7 1,4 2,5 3,7
R60 0,6 1,2 2,0 2,9
W-FAZ-IG/S
R90 0,5 0,9 1,5 2,2
R120 0,4 0,8 1,3 1,8
VRd,s,fi (kN)
R30 2,9 5,4 8,7 12,6
W-FAZ-IG/A4 R60 1,9 3,8 6,3 9,2
W-FAZ-IG/HCR R90 1,0 2,1 3,9 5,7
R120 0,5 1,3 2,7 4,0
cM,s,fi = 1, 0

294
In presenza di braccio di leva VRd,s,fi = aM $ M Rd,s,fi /l dove M Rd,s,fi = M Rd,s,fi $ ^1 - N Sd,fi /N Rd,s,fih .
0

Per aM e l si veda il paragrafo introduttivo del manuale.

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


R30 0,5 1,4 3,3 5,7
R60 0,4 1,2 2,6 4,6
W-FAZ-IG/S
R90 0,4 0,9 2 3,4
M 0Rd,s,fi (Nm) R120 0,3 0,8 1,6 2,8
R30 2,2 5,5 11,2 19,6
W-FAZ-IG/A4 R60 1,5 3,9 8,1 14,3
W-FAZ-IG/HCR R90 0,7 2,2 5,1 8,9
R120 0,4 1,3 3,5 6,2

M 0Rk,s,fi
M 0Rd,s,fi = cM,s,fi = 1, 0
cM,s,fi

Resistenza di progetto a pryout/scalzamento VRk,cp,fi


VRd,cp,fi =
del calcestruzzo VRd,cp,fi cM,cp,fi

cM,cp,fi = 1, 0

V 

Misura dell'ancorante M6 M8 M10 M12


R30 3,6 6,9 12,2 20,6
W-FAZ-IG/S
R60 3,6 6,9 12,2 20,6

W-FAZ-IG
VRd,cp,fi (kN) W-FAZ-IG/A4
R90 3,6 6,9 12,2 20,6
W-FAZ-IG/HCR
R120 3,0 5,6 9,8 16,4

Resistenza di progetto per rottura del bordo di A c,V


VRd,c,fi = V 0Rd,c,fi $ $ }a,V
calcestruzzo VRd,c,fi A 0c,V

V 0Rd,c,fi = 0, 25 $ V 0Rd,c per R30, R60, R90

V 0Rd,c,fi = 0, 20 $ V 0Rd,c per R120

con V 0Rd,c valido per calcestruzzo fessurato C20/25 a temperatura ambiente


V 0Rk,c,fi
V 0Rd,c,fi =
cM,c,fi
cM,c,fi = 1, 0

A c,V
Il rapporto è lo stesso del caso in assenza di incendio.
A 0c,V
Per }a,V si veda la verifica a temperatura ambiente.
295
Voce di capitolato

Ancoraggio di piastre metalliche/profilati metallici su elementi strutturali in calcestruzzo fessurato e non fessurato
(opzione 1), mediante ancorante meccanico Würth W-FAZ/IG-S o W-FAZ/IG-A4, o W-FAZ/IG-HCR come indicato
dal relativo Benestare Tecnico Europeo. La procedura di installazione dell’ancorante deve avvenire secondo le
specifiche e con gli accessori prescritti dal relativo Benestare Tecnico Europeo in fori asciutti ed ambienti interni per
W-FAZ/IG-S o in ambienti esterni e umidi per W-FAZ/IG-A4, e W-FAZ/IG-HCR.
L’ancorante deve presentare marcatura CE e avere certificazione di resistenza al fuoco IBMB secondo
DIN-EN 4102-2: 1977-09 e avere certificazione di resistenza al fuoco secondo il Technical Report TR 020.

Note di utilizzo:
Acciaio zincato bianco: utilizzo in ambienti interni e asciutti;
Acciaio inox A4: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni (inclusi atmosfere industriali e in prossimità del mare),
in ambienti umidi (se non sono presenti condizioni particolarmente aggressive, quali la ripetuta o permanente
immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua di mare, in atmosfera contenente cloro ad
es. piscine chiuse, atmosfere con estremo inquinamento chimico quali impianti di desolforazione fumi oppure
gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per sciogliere il ghiaccio);

Acciaio inox HCR: utilizzo in ambienti interni e asciutti, in ambienti esterni, in ambienti umidi e in condizioni particolarmente
aggressive, quali la ripetuta o permanente immersione in acqua marina, in ambienti esposti a spruzzi di acqua
di mare, in atmosfera contenente cloro ad es. piscine chiuse, in atmosfera con estremo inquinamento chimico,
ad es. impianti di desolforazione fumi e gallerie stradali nelle quali vengono impiegate sostanze chimiche per
sciogliere ghiaccio.

Le finalità di questa scheda di progettazione sono quelle di agevolare il progettista nel realizzare un rapido predimensionamento del fissag-
gio. E’ necessario tuttavia assicurarsi che la scheda sia aggiornata, verificandone la versione consultando il sito internet www.wuerth.it.
Ci riserviamo il diritto di eseguire modifiche non essenziali ai prodotti anche senza preavviso. I dati qui comunicati sono da ritenersi indicativi,
non risponderemo di errori di stampa, interpretazione, comprensione rimandando alle certificazioni ufficiali, scaricabili dal sito internet
www.wuerth.it. Si raccomanda di verificare la rispondenza e l’ottemperanza delle normative tecniche vigenti con particolare riguardo alle
linee guida europee. Würth srl non sarà responsabile per fatti correlati all’uso improprio dei prodotti. Non viene altresì garantita la
commerciabilità e l’idoneità a particolari finalità d’uso differenti rispetto a quanto indicato nella scheda tecnica e nel relativo Benestare
Tecnico Europeo del prodotto. Prima di procedere alla posa in opera è necessario verificare le condizioni presenti in cantiere ed i requisiti
degli ancoranti. La Direzione Lavori dovrà valutare la necessità di effettuare prove di carico in cantiere.

296
AncoRAnTe In AccIAIo W-fA

Technical
software
dimensio
di

na
ftware

mento
So
W-FA/S W-FA/F W-FA/A4 W-FA/HCR
Certificazioni Caratteristiche
BTE opzione 7 BTE fiss. multiplo Marcatura CE Calcestruzzo Calcestruzzo Carichi Resistenza
fessurato pesanti corrosione
fiss. multiplo

INOX
Kg A4
Resistenza al fuoco Idoneità VdS Certificazione ZTV
High Interasse e Profondità Vita utile
ZTV Corrosive distanza dai variabile
TUNNEL Resistance bordi ridotti

INOX
HCR
50 ANNI
Campi di impiego e vantaggi
• ancorante per calcestruzzo non fessurato
• ancorante per fissaggio multiplo in elementi non portanti in calcestruzzo fessurato e non fessurato
• montaggio passante – facilità e versatilità di messa in opera
• spessore fissabile elevato W-FA
• espansione a controllo di coppia
• vita utile dell’ancorante secondo le prescrizioni del Benestare Tecnico Europeo
Versioni
• W-FA/S in acciaio zincato bianco ≥ 5μm
• W-FA/F in acciaio zincato a caldo ≥ 40μm
• W-FA/A4 in acciaio inossidabile A4
• W-FA/HCR in acciaio inossidabile HCR (high corrosive resistance)
Certificazioni
• Benestare Tecnico Europeo ETA-02/0001 e ETA-05/0019, Opzione 7 per calcestruzzo non fessurato
• Benestare Tecnico Europeo ETA-06/0162 e ETA-06/0235 per fissaggio multiplo in calcestruzzo fessurato
e non fessurato per M6 W-FA-A4 e W-FA/HCR
• resistenza al fuoco Technical Report TR020 per fissaggio multiplo R30-R120 (ETA-06/0162)
• resistenza al fuoco MPA-IBMB n. 3006/0057-1 secondo DIN-EN 4102-2: 1977-09
• idoneità VdS per fissaggi di impianti di spegnimento a solaio in c.a. per W-FA/S e A4 diametri M8 e M10
• certificazione ZTV secondo curva di incendio nei tunnel ZTV-ING parte 5 per W-FAZ/HCR M6
297
Valori di resistenza del singolo ancorante isolato senza influenze dei bordi

Profondità di ancoraggio standard hef


Misura dell’ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20
caratteristica NRk 8,7* 12,0 16,0 26,4 37,4 50,4
W-FA/S
di progetto NRd 5,8* 8,0 10,7 17,6 24,9 33,6
W-FA/F
Resistenza ammissibile NRamm 4,1* 5,7 7,6 12,6 17,8 24,0
a trazione (kN) caratteristica NRk 8,0 12,0 16,0 25,0 30,0 40,0
W-FA/A4 di progetto NRd 5,0 8,0 10,7 16,7 20,0 26,7
ammissibile NRamm 3,6 5,7 7,6 11,9 14,3 19,0
caratteristica VRk 5,0* 11,0* 16,8 25,0* 44,0* 69,0*
W-FA/S
di progetto VRd 4,0* 8,8* 11,2 20,0* 33,1* 51,9*
W-FA/F
Resistenza ammissibile VRamm 2,9* 6,3* 8,0 14,3* 23,6* 37,1*
a taglio (kN) caratteristica VRk 7,0* 12,0* 16,8 27,0* 50,0* 86,0*
W-FA/A4 di progetto VRd 5,6* 9,6* 11,2 21,6* 35,7* 61,4*
ammissibile VRamm 4,0* 6,9* 8,0 15,4* 25,5* 43,9*

Profondità di ancoraggio ridotta hef,red


Misura dell’ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20
caratteristica NRk 6,0 10,4 13,7 17,8 25,8 34,7
W-FA/S
di progetto NRd 4,0 7,0 9,1 11,9 17,2 23,1
W-FA/F
Resistenza ammissibile NRamm 2,9 5,0 6,5 8,5 12,3 16,5
a trazione (kN) caratteristica NRk 6,0 9,0 12,0 17,8 25,8 34,7
W-FA/A4 di progetto NRd 4,0 6,0 8,0 11,9 17,2 23,1
ammissibile NRamm 2,9 4,3 5,7 8,5 12,3 16,5
caratteristica VRk 5,0* 10,4 13,7 17,8 44,0* 69,0*
W-FA/S
di progetto VRd 4,0* 7,0 9,1 11,9 33,1* 46,3
Resistenza W-FA/F
ammissibile VRamm 2,9* 5,0 6,5 8,5 23,6* 33,1
a taglio (kN)
caratteristica VRk 7,0* 10,4 13,7 17,8 50,0* 69,4
W-FA/A4 di progetto VRd 5,5 7,0 9,1 11,9 34,4 46,3
ammissibile VRamm 3,9 5,0 6,5 8,5 24,6 33,1
(*) Rottura lato acciaio. 1kN ≈ 100kg

I valori di resistenza riportati nelle precedenti tabelle si riferiscono a:


• metodo basato sul Benestare Tecnico Europeo
• calcestruzzo di classe C20/25 non fessurato
• installazione secondo le modalità descritte di seguito
• assenza di influenze dovute a presenza di bordi del materiale base e presenza di altri ancoranti
• ancoranti di diametro M6 e M8 con profondità di ancoraggio ridotta hef,red utilizzati solo in sistemi staticamente non determinati
• valori ammissibili ricavati dividendo le resistenze di progetto per un coefficiente pari a 1,4

298
Condizioni di posa

W-FA/S e W-FA/F
Misura dell’ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20
Diametro nominale punta del trapano mm d0 6 8 10 12 16 20
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 7 9 12 14 18 22
Coppia di serraggio per W-FA/S Nm Tinst 8 15 30 50 100 200
Coppia di serraggio per W-FA/F Nm Tinst - 15 30 40 90 120

Profondità di ancoraggio standard


Profondità del foro mm h1 55 65 70 90 110 130
Profondità di posa mm hnom 49 56 62 82 102 121
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 40 44 48 65 82 100
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 100 100 130 170 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 35 40 55 75 90 105
Distanza minima dai bordi mm cmin 40 45 65 90 105 125
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N 3 hef
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N 1,5 hef
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 160 220 240 330 410 500
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 80 110 120 165 205 250

Profondità di ancoraggio ridotta


Profondità del foro mm h1,red 45 55 65 75 95 110
Profondità di posa mm hnom,red 39 47 56 67 84 99
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef,red 30 35 42 50 64 78
Spessore minimo del supporto mm hmin,red 80 80 100 100 130 160
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin,red 35 40 55 100 100 140
Distanza minima dai bordi mm cmin,red 40 45 65 100 100 140
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N,red 3 hef,red
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N,red 1,5hef,red
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp,red 180 210 230 240 320 400
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp,red 90 105 115 120 160 200
W-FA/A4
Misura dell’ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20
Diametro nominale punta del trapano mm d0 6 8 10 12 16 20
Diametro foro passante nell’elemento da fissare mm df 7 9 12 14 18 22
Coppia di serraggio Nm Tinst 6 15 25 50 100 160
W-FA
Profondità di ancoraggio standard M6 M8 M10 M12 M16 M20
Profondità del foro mm h1 55 65 70 90 110 130
Profondità di posa mm hnom 49 56 62 81 99 121
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef 40 44 48 65 80 100
Spessore minimo del supporto mm hmin 100 100 100 130 160 200
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin 35 35 45 60 80 100
Distanza dal bordo associata a smin mm c≥ 40 65 70 100 120 150
Distanza minima dai bordi mm cmin 35 45 55 70 80 100
Interasse tra ancoranti associata a cmin mm s≥ 60 110 80 100 140 180
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N 3 hef
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N 1,5 hef
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp 160 220 240 340 240 300
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp 80 110 120 170 120 150

299
Profondità di ancoraggio ridotta M6 M8 M10 M12 M16 M20
Profondità del foro mm h1,red 45 55 65 75 95 110
Profondità di posa mm hnom,red 39 47 56 66 83 99
Profondità effettiva di ancoraggio mm hef,red 30 35 42 50 64 78
Spessore minimo del supporto mm hmin,red 80 80 100 100 130 160
Interasse minimo tra gli ancoranti mm smin,red 35 60 55 100 110 140
Distanza minima dai bordi mm cmin,red 40 60 65 100 110 140
Distanza critica tra gli ancoranti (rottura cls) mm scr,N,red 3 hef,red
Distanza critica dai bordi (rottura cls) mm ccr,N,red 1,5 hef,red
Distanza critica tra gli ancoranti (fessurazione) mm scr,sp,red 180 210 230 300 320 400
Distanza critica dai bordi (fessurazione) mm ccr,sp,red 90 105 115 150 160 200

hmin.
h1
hnom
c hef tfix
s Tinst
c Ød0
s
c Ødf Tinst
hmin.
hef,red tfix
hnom,red
h1,red
hmin

Istruzioni di posa:

Forare con Pulire con cura il foro. Inserire l’ancoran- Serrare mediante
trapano a Si consiglia l’utilizzo te alla profondità chiave dinamome-
rotopercus- di pompa d’aria e di infissione trica applicando la
sione spazzolino nominale coppia di serraggio
o a quella ridotta prescritta

Le modalità di installazione e di pulizia del foro, nonché gli accessori da utilizzare sono
descritti nel Benestare Tecnico Europeo.

300
Dimensioni dell’ancorante

Misura dell’ancorante M6 M8 M10 M12 M16 M20


Dado esagonale mm sw 10 13 17 19 24 30
Area della sezione filettata mm2 As 20,1 36,6 58,0 84,3 157 245
W-FA/S e W-FA/F W-FA/A4
spessore serrabile spessore serrabile
lungh. lungh. fix (mm)
t tfix (mm) lungh. lungh. tfix (mm) tfix (mm)
hef/ hef/
totale filetto per applica- per appli- totale filetto per appli- per appli-
hef,red hef,red
(mm) (mm) zione cazione (mm) (mm) cazione cazione
(mm) (mm)
standard ridotta standard ridotta
hef hef,red hef hef,red
40 16 - 51) -/18 67 30 10 20
67
M6 82 30 10 20 M6 82 35 25 35 40/30
35 25 35 40/30 97 35 40 50
97 35 40 50 75 40 10 19
50 22 - 51) -/24 80 45 15 24
75 40 10 19 M8 95 60 30 39 44/35
80 45 15 24 44/35 120 85 55 64
M8 90 55 25 34 85 40 10 16
95 60 30 39 90 45 15 21
110 75 45 54 M10 95 50 20 26 48/42
120 85 55 64 105 60 30 36
60 25 - 101) -/29 120 75 45 51
85 40 10 16 110 65 15 30
90 45 15 21 125 80 30 45
95 50 20 26 M12 145 100 50 65 65/50
M10 105 60 30 36 48/42 180 80 85 100
120 75 45 51 200 80 105 120
145 80 70 76 150 90 30 46
175 80 100 106 M16 220 80 100 116 80/64
215 80 140 146 M20 180 70 35 57 100/78
75 30 - 51)
105 60 10 25
110 65 15 30 W-FA/HCR
115 70 20 35 spessore serrabile
125 80 30 45 lungh. lungh. tfix (mm) tfix (mm)
145 100 50 65 hef/
M12 160 65/50 totale filetto per appli- per appli-
100 65 80 hef,red
180 100 85 100 (mm) (mm) cazione cazione W-FA
(mm)
200 100 105 120 standard ridotta
220 80 125 140 hef hef,red