Sei sulla pagina 1di 20

1) Il latte destinato alla produzione di questo prodotto non sottoposto all'azione del caglio:

a. Ricotta
b. Mascarpone
c. Mozzarella
d. La coagulazione del latte con il caglio necessaria per tutti questi prodotti
2) L'acidificazione del latte
a. necessaria per la formazione di aggregati caseinici nel processo di formazione del coagulo presamico
b. Non necessaria per la formazione di aggregati caseinici nel processo di formazione del coagulo presamico
c. Ostacola la formazione di aggregati caseinici nel processo di formazione del coagulo presamico
d. Influenza il distacco del caseino macropeptide nella prima fase della coagulazione presamica
3) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per selvaggina selvatica grossa si intende:
a. Mufloni stambecchi ed alci
b. I mammiferi terrestri selvatici che vivono in libert i quali non appartengono alla categoria della
selvaggina selvatica piccola
c. Cinghiali, daini, cervi e porcospini
d. Nessuna risposta esatta
4) Il pollame e i lagomorfi vivi che presentano sintomi di malattia o provenienti da allevamenti che risultano contaminati da
agenti nocivi per la salute pubblica devono:
a. Essere distrutti immediatamente previo incenerimento e le ceneri sotterrate dopo essere state racchiuse in un
cofano a tenuta stagna
b. Possono essere trasportati al macello se il trasporto non supera le due ore, sentita lautorit competente
c. Non possono assolutamente essere trasportati, ma deve essere informato il veterinario che li incenerir seduta
stante, pensando allinfluenza aviaria
d. Possono essere trasportati al macello solo con lautorizzazione dellautorit competente
5) Gli operatori del settore alimentare devono garantire che non siano utilizzati per la preparazione di prodotti a base di
carne:
a. Gli organi dellapparato genitale maschile e femminile, ad esclusione del pene
b. Gli organi dellapparato urinario, ad esclusione dei testicoli
c. Le cartilagini encondrali dei setti extralobulari
d. Nessuna risposta esatta
6) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per carcassa si intende:
a. Il corpo di un animale dopo il macello e la toelettatura
b. La carcassa di un animale macellato e tenuto ancora sotto pelle
c. Tutto quello che di un animale idoneo al consumo
d. Il corpo di un animale dopo lo stordimento ed il dissanguamento
7) Per evidenziare la presenza di residui di sulfamidici in derrate di origine animale si utilizzano:
a. Le matrici cosiddette edibili
b. Qualsiasi tessuto che possa rendere possibile l'analisi quali-quantitativa dei sulfamidici
c. Solo i tessuti considerati di accumulo
d. I tessuti per cui si conosca l'organotropismo del principio attivo
8) Cos lumami?
a. Un pesce abissale
b. Un sottoprodotto del surimi
c. Un gusto base
d. Unalterazione post mortale del muscolo di tonno
9) Alla valutazione qualitativa della composizione in acidi grassi dei lipidi, quali di questi alimenti ittici la fonte pi ricca di
acidi grassi polinsaturi della serie w-3?
a. Gamberetto
b. Salmone di allevamento
c. Polipo
d. Anguilla di allevamento

10) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per carni fresche si intende:


a. Tutte le carni degli animali appena macellati
b. Solo le carni degli animali macellati in ambiente condizionato
c. Tutte le carni che non hanno subito alcun trattamento di conservazione
d. Carni che non hanno subito alcun trattamento salvo la refrigerazione, il congelamento o la surgelazione,
comprese quelle confezionate sotto vuoto in atmosfera controllata
11) Per carne si intende:
a. Tutte le parti muscolari degli animali da macello, escluso il sangue
b. Tutte le parti muscolari, escluse ossa e grassi, degli animali da macello compreso il sangue
c. Tutte le parti commestibili degli animali da macello, compreso il sangue
d. Tutte le parti commestibili degli animali da macello, escluse la teste e compreso il sangue
12) Secondo il Reg. (CE) 852/2004 per lagomorfi si intende:
a. Carni di conigli e lepri, nonch carni di roditori
b. Carni di conigli, lepri e ratiti
c. Carni di conigli, lepri e anfibi
d. Nessuna risposta esatta
13) Secondo il Reg. (CE) 882/2004 per controllo di identit si intende:
a. Il controllo delle carte di identit degli operatori del settore alimentare
b. Unispezione visuale per assicurare che i certificati o altri documenti di accompagnamento della partita
coincidano con letichettatura e il contenuto della partita stessa
c. Unispezione visuale per assicurare che i dati dellanagrafe bovina corrispondano con il passaporto e quindi con
la marca auricolare degli animali macellati
d. Nessuna risposta esatta
14) Nei bovini di et superiore ai sei mesi e negli ovi-caprini, la colangite catarrale cronica da distomi epatici viene
confermata con un'incisione:
a. Della cistifellea
b. Dei linfonodi periportali
c. Del fegato sulla faccia diaframmatica
d. Del fegato sulla faccia gastrica
15) Secondo il Reg. (CE) 882/2004 per controllo materiale si intende:
a. Il controllo sulle materie prime per accertare la sicurezza degli alimenti
b. Il controllo organolettico sulle materie prime per accertare la qualit degli alimenti
c. Il controllo sulle materie prime per verificare i punti critici nellambito dellhaccp
d. Nessuna risposta esatta
16) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per uova liquide si intende:
a. Contenuto non trasformato delle uova dopo la rimozione del tuorlo
b. Contenuto non trasformato delle uova dopo la rimozione dellalbume
c. Contenuto leggermente riscaldato delle uova al fine di renderle liquide
d. Contenuto non trasformato delle uova dopo la rimozione del guscio
17) Secondo il Reg. (CE) 852/2004 per acqua pulita si intende:
a. Acqua decalcificata e clorata
b. Acqua chiarificata con allume di rocca
c. Acqua di mare pulita e acqua dolce di qualit analoga
d. Acqua di mare pulita e acqua dolce ricca di ossigeno e povera di sodio
18) Secondo il Reg. (CE) 852/2004 per recipiente ermeticamente chiuso si intende:
a. Contenitore destinato ad impedire la penetrazione al suo interno di pericoli
b. Scatolette in banda stagnata non arrugginite
c. Contenitore per alimenti cotti, apribile con idoneo apriscatole
d. Scatole, vasi e ogni contenitore che aperti fanno flop
19) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per frattaglie si intende:
a. Le carni fresche, inclusi i visceri e il sangue
b. Le carni fresche diverse da quelle della carcassa, inclusi i visceri e il sangue
c. Le carni diverse da quelle della carcassa dopo un trattamento di conservazione
d. Tutte le carni dopo la toelettatura

20) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per visceri si intende:


a. Organi della cavit toracica, addominale e pelvica, nonch la trachea e lesofago e il gozzo degli uccelli
b. Organi della cavit toraco-addominale
c. Tutti gli organi che non rientrano tra le frattaglie
d. Nessuna delle risposte esatta
21) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per carni macinate si intende:
a. Carni disossate che sono sottoposte a unoperazione di macinazione in frammenti e contengono meno dello 0,50
% di sale
b. Carni disossate che sono sottoposte a unoperazione di macinazione in frammenti
c. Carni disossate che sono sottoposte a unoperazione di macinazione in frammenti e contengono meno dello
1% di sale
d. Carni disossate che sono sottoposte a macinazione fine
22) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per preparazioni di carni si intende:
a. Carni fresche, incluse le carni ridotte in frammenti, che hanno subito unaggiunta di prodotti alimentari,
condimenti o additivi o trattamenti sufficienti a modificare la struttura muscolo-fibrosa interna della carne e ad
eliminare quindi le caratteristiche delle carni fresche
b. Carni fresche, incluse le carni ridotte in frammenti, che hanno subito unaggiunta di prodotti alimentari,
condimenti o additivi o trattamenti NON sufficienti a modificare la struttura muscolo-fibrosa interna della
carne e ad eliminare quindi le caratteristiche delle carni fresche
c. Gli alimenti preparati con carni cotte
d. Gli alimenti preparati con carni marinate
23) Secondo il Reg. (CE) 854/2004 sono rischi specifici nella macellazione degli animali le seguenti malattie:
a. TSE, Sarcosporidiosi, Trichinosi, Morva, Tubercolosi, Brucellosi
b. TSE, Cisticercosi, Trichinosi, Morva, Tubercolosi, Brucellosi
c. BSE, Cisticercosi, Trichinosi, Morva, Tubercolosi, Brucellosi
d. TSE, Cisticercosi, Trichinosi, Melanosi, Tubercolosi, Brucellosi
24) Secondo il Reg. (CE) 854/2004 tra i compiti ispettivi del veterinario ufficiale per quanto riguarda le carni fresche vi :
a. Lindividuazione delle malattie di cui allelenco delloie
b. Lindividuazione delle malattie di cui allelenco della FAO
c. Lindividuazione delle malattie di cui allelenco delloms
d. Lindividuazione delle malattie di cui allelenco dellasl
25) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per centro di lavorazione della selvaggina si intende:
a. Ogni stabilimento in cui la selvaggina viene fatta lavorare per favorire lampliamento della pet terapy
b. Ogni stabilimento in cui la selvaggina e le carni di selvaggina oggetto di attivit venatorie sono preparate
per essere immesse sul mercato
c. Ogni stabilimento in cui la selvaggina viene macellata e le carni sono etichettate per essere immesse sul mercato
d. Nessuna delle risposte esatta
26) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per molluschi bivalvi si intende:
a. Tutti i molluschi eduli
b. I molluschi presenti nellelenco delloie
c. I molluschi lamellibranchi filtratori
d. Tutti i molluschi pescati dalle navi officina
27) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per biotossine marine si intende:
a. Sostanze tossiche accumulate dai molluschi bivalvi in particolare quale risultato dellassorbimento di
plancton contenete tossine
b. Sostanze tossiche accumulate da qualsiasi prodotto pescato in acqua salmastra
c. Sostanze tossiche accumulate da qualsiasi prodotto pescato in acqua dolce
d. Sostanze tossiche accumulate da qualsiasi prodotto pescato in acque sub-tropicali
28) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per produttore di molluschi bivalvi vivi si intende:
a. La persona fisica o giuridica che raccoglie molluschi bivalvi vivi con la turbo-soffiante in una zona di raccolta
allo scopo di trattarli e di immetterli sul mercato
b. La persona fisica che raccoglie molluschi bivalvi vivi a mano libera in una zona di raccolta allo scopo di trattarli
e di immetterli sul mercato
c. La persona fisica o giuridica che raccoglie molluschi bivalvi vivi con qualsiasi mezzo in una zona di
raccolta allo scopo di trattarli e di immetterli sul mercato
d. Nessuna delle risposte esatta

29) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per zona di stabulazione si intende:


a. Le parti di mare, di laguna o di estuario, chiaramente delimitate e segnalate mediante boe, paletti o
qualsiasi altro strumento fisso e destinate esclusivamente alla DEPURAZIONE dei molluschi bivalvi vivi
b. Le parti di mare, di laguna o di estuario, chiaramente delimitate e segnalate mediante boe, paletti o qualsiasi altro
strumento fisso e destinate esclusivamente alla coltivazione dei molluschi bivalvi vivi
c. Le parti di mare, di laguna o di estuario, chiaramente delimitate e segnalate mediante boe, paletti o qualsiasi altro
strumento fisso e destinate esclusivamente al lavaggio dei molluschi bivalvi vivi
d. Nessuna delle risposte esatta
30) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per nave officina si intende:
a. La nave deputata a riparare i guasti che possono verificarsi nella flotta peschereccia;
b. La nave deputata a verificare lo stato delle acque delle aree destinate allacquacoltura;
c. La nave deputata a delimitare con reti tratti di mare, lagune o estuari individuati come zone per lacquacoltura;
d. Nessuna risposta esatta
31) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per prodotto della pesca separato meccanicamente si intende:
a. Prodotto ottenuto rimuovendo la carne dai prodotti della pesca utilizzando mezzi meccanici che non conducono
alla perdita della struttura della carne
b. Prodotto ottenuto rimuovendo la carne dai prodotti della pesca utilizzando mezzi meccanici che
CONDUCONO ALLA PERDITA della struttura della carne
c. Prodotto ottenuto rimuovendo le spine dai prodotti della pesca utilizzando mezzi meccanici che non conducono
alla perdita della struttura della carne
d. Prodotto ottenuto rimuovendo la carne dai pesci utilizzando mezzi chimici che non conducono alla perdita della
struttura della carne
32) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per prodotti della pesca freschi si intendono:
a. I pesci appena pescati
b. I pesci pescati allalbeggiar del sol
c. I prodotti della pesca che sono stati addizionati solamente dell1% di cloruro di sodio
d. Nessuna delle risposte esatta
33) Durante il dissanguamento, la trachea e lesofago devono rimanere:
a. Aderenti alla carcassa
b. Possono essere tagliati se il sangue non viene raccolto per uso alimentare umano
c. Devono assolutamente rimanere intatti
d. Intatti, salvo nel caso di macellazione effettuata secondo unusanza religiosa
34) In fase di macellazione, durante la rimozione delle pelli e dei velli:
a. Deve assolutamente essere evitato che le pelli si sporchino
b. Deve essere evitato qualsiasi contatto tra la parte esterna della cute e la carcassa
c. tollerato un lieve contatto tra la parte esterna della cute e la carcassa qualora lanimale sia stato shampato
d. Se durante la rimozione delle pelli e dei velli la carcassa si dovesse sporcare deve essere immediatamente lavata
con acqua salmastra
35) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per uova incrinate si intende:
a. Uova il cui guscio danneggiato ma in cui la membrana ancora intatta
b. Uova il cui guscio e la membrana testacea sono danneggiati
c. Uova il cui guscio incrinato al punto da poter osservare il tuorlo
d. Uova il cui guscio danneggiato e la membrana testacea flottante nellalbume
36) Indicare quale di queste affermazioni falsa:
a. Il clenbuterolo pu essere utilizzato come tocolitico nella bovina da latte
b. Il clenbuterolo pu essere usato nel cavallo come broncodilatatore
c. Il clenbuterolo non pu essere utilizzato nel bovino come broncodilatatore
d. Il clenbuterolo non pu essere usato negli animali produttori perch in allegato IV del decr. 2377/90
37) Qual il parametro o la tecnica cui si fa ricorso per stimare la freschezza di un miele?
a. Tenore in idrossimetilfurfurale
b. Tenore in furosina
c. Tenore in saccarosio
d. Analisi melissopalinologica

38) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per ovoprodotti si intende:


a. I prodotti trasformati risultanti dalla congelazione di uova o vari componenti o miscugli di uova o dallulteriore
trasformazione di detti prodotti trasformati
b. I prodotti trasformati risultanti dalla trasformazione di uova o vari componenti o miscugli di uova o
dallulteriore trasformazione di detti prodotti trasformati
c. I prodotti trasformati risultanti dalla microfiltrazione di uova o vari componenti o miscugli di uova o
dallulteriore trasformazione di detti prodotti trasformati
d. I prodotti trasformati risultanti dalla sonicazione di uova o vari componenti o miscugli di uova o dallulteriore
trasformazione di detti prodotti trasformati
39) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per cosce di rana si intende:
a. Le parti posteriori del corpo sezionato trasversalmente dietro alle membra anteriori, eviscerate e spellate,
provenienti dalla specie Rana sp (famiglia ranidi)
b. Le coscette pulite e massaggiate, provenienti dalla specie Rana sp (famiglia ranidi)
c. I muscoli glutei spellati, provenienti dalla specie Rana sp (famiglia ranidi)
d. I muscoli semitendinosus, semimembranosus e vastus medialis spellati, provenienti dalla specie Rana sp
(famiglia ranidi)
40) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per lumache si intende:
a. I gasteropodi terrestri delle specie Helix pomatia L., Helix aspersa Muller, Helix lucorum e specie
appartenenti alla famiglia acatinidi
b. I gasteropodi terrestri e marini delle specie Helix pomatia L., Helix aspersa Muller, Helix lucorum e specie
appartenenti alla famiglia acatinidi
c. I gasteropodi marini e di acqua dolce delle specie Helix pomatia L., Helix aspersa Muller, Helix lucorum e specie
appartenenti alla famiglia acatinidi
d. I gasteropodi terricoli delle specie Helix pomarola L., Helix dispersa Muller, Helix lucrorum e specie
appartenenti alla famiglia accatonidi
41) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per prodotti a base di carne si intende:
a. I prodotti trasformati risultanti dalla trasformazione di carne o dallulteriore trasformazione di tali prodotti
trasformati in modo tale che la superficie di taglio permette di constatare il mantenimento delle caratteristiche
delle carni fresche
b. I prodotti trasformati risultanti dalla trasformazione di connettivi, gelatine e grassi o dallulteriore trasformazione
di tali prodotti trasformati in modo tale che la superficie di taglio permette di constatare la scomparsa delle
caratteristiche delle carni fresche
c. I prodotti trasformati risultanti dalla trasformazione di carnicci, frattaglie e visceri o dallulteriore trasformazione
di tali prodotti trasformati in modo tale che la superficie di taglio permette di constatare la scomparsa delle
caratteristiche delle carni fresche
d. I prodotti trasformati risultanti dalla trasformazione di carne o dallulteriore trasformazione di tali
prodotti trasformati in modo tale che la superficie di taglio permette di constatare la scomparsa delle
caratteristiche delle carni fresche
42) I prodotti della pesca che vanno consumati crudi o praticamente crudi, i prodotti della pesca quali aringhe, sgomberi,
spratti e salmone (selvatico) dellatlantico e del Pacifico che sono sottoposti a trattamenti di affumicatura a freddo, durante
il quale la temperatura allinterno del prodotto non supera i 60 C e i prodotti della pesca salati e/o marinati se il
trattamento non garantisce la distruzione delle larve di nematodi, devono essere congelati a una temperatura non superiore
a:
a. -12 C per 30 ore
b. -15 C per 28 ore
c. -18 C per 26 ore
d. -20 C per 24 ore
43) Durante la macellazione delle femmine lasportazione delle mammelle:
a. Deve avvenire dopo che sia stato raccolto il latte o il colostro
b. Non si possono asportare mammelle contenenti latte o colostro
c. Lasportazione delle mammelle non deve dar luogo alla contaminazione della carcassa con il latte o il
colostro
d. Nessuna delle risposte esatta

44) Le carcasse devono essere esenti da contaminazioni fecali visibili:


a. Ogni contaminazione visibile deve essere eliminata senza indugio mediante lavaggi abbondanti con acqua
dolciastra
b. Ogni contaminazione visibile deve essere eliminata senza indugio mediante lavaggi leggeri con acqua salmastra
c. Ogni contaminazione visibile deve essere eliminata senza indugio mediante lavaggi abbondanti con acqua pulita
d. Ogni contaminazione visibile deve essere eliminata senza indugio mediante rifilatura o operazione
alternativa di effetto equivalente
45) LAmnesic Shellfish Poison (ASP) provocata dalle seguenti biotossine marine:
a. Acido domoico
b. Acido okadaico
c. Yessotossine
d. Azaspiracidi
46) La ricerca di lesioni riferibili alla morva nei solipedi richiede un esame accurato:
a. Delle mucose delle vie respiratorie extrapolmonari
b. Della cute
c. Dell'occhio
d. Dell'apparato gastro-enterico
47) Secondo il Reg. (CE) 854/2004 il numero di personale ufficiale (veterinari ufficiali e assistenti specializzati ufficiali) che
deve essere presente sulla linea di macellazione di ogni macello determinato in seguito alla valutazione:
a. Del numero di animali macellati
b. Del numero di celle frigorifere presenti
c. Dei rischi connessi con lattivit dello stabilimento di macellazione
d. Nessuna risposta esatta
48) Secondo il Reg. (CE) 854/2004 il veterinario ufficiale effettua lispezione ante mortem:
a. Quando lo ritiene opportune viste le condizione di luce che devono essere ottimali
b. Quando viene avvisato dagli operatori dello stabilimento di macellazione
c. Entro 24 ore dallarrivo degli animali al macello e meno di 24 ore prima della macellazione
d. Entro 96 ore dallarrivo degli animali al macello e meno di 96 ore prima della macellazione
49) Secondo il Reg. (CE) 854/2004 il veterinario ufficiale per quanto riguarda le carni fresche deve assicurare lidoneo
campionamento, conformemente al Reg. (CE) 999/2001, per:
a. LEB
b. Maedi
c. TSE
d. Nessuna risposta esatta
50) Il bollo sanitario deve essere un bollo ovale di almeno 6,5 cm di larghezza per 4,5 cm di altezza ma le dimensioni e i
caratteri del bollo:
a. Possono essere ridotti nei macelli che hanno una ridotta macellazione
b. Possono essere ridotti nei macelli che macellano quasi esclusivamente per singoli privati
c. Possono essere ridotti nel caso di agnelli, capretti e porcellini
d. Nessuna risposta esatta
51) Le carni di animali che sono stati sottoposti a macellazione speciale durgenza, macellazione demergenza al di fuori del
macello secondo il Reg. (CE) 854/2004, devono recare:
a. Il bollo sanitario previsto dal Reg. (CE) 854/2004
b. Il marchio di identificazione previsto dal Reg. (CE) 853/2004
c. Un timbro a fuoco con la scritta EMERGENCY
d. Nessuna risposta esatta
52) Non sono dichiarate idonee al consumo umano le carni di animali:
a. Macellati prima dei 7 giorni di vita
b. Macellati prima dei 21 giorni di vita
c. Macellati prima del mese di vita
d. Nessuna risposta esatta
53) Secondo il Reg. (CE) 854/2004, sono nominati veterinari ufficiali soltanto i veterinari che:
a. Hanno ottenuto il diploma di specializzazione in Ispezione degli alimenti di origine animale
b. Hanno superato un esame organizzato dallautorit competente
c. Hanno ottenuto liscrizione allordine professionale
d. Nessuna delle risposte esatta

54) Per quanto riguarda luso delle carni degli animali macellati durgenza gli operatori del settore devono:
a. Attenersi alla loro esperienza e mai consumare le carni di qualsiasi animale se non brasate
b. Mai consumare le carni n commercializzarle per alcun motivo
c. Seguire tutte le eventuali istruzioni del veterinario ufficiale dopo lispezione post mortem
d. Sentito il veterinario ufficiale dopo lispezione post mortem, devono assolutamente friggere le carni dopo averle
ridotte in pezzi non superiori ai 55 mm
55) Secondo il Reg. (CE) 854/2004, sono nominati assistenti specializzati ufficiali (ASU) soltanto persone che:
a. Hanno seguito una formazione e hanno superato un esame organizzato dallautorit competente
b. Hanno ottenuto una laurea breve nel settore biologico
c. Che sono stati formati dal veterinario ufficiale
d. Nessuna risposta esatta
56) Lautorit competente secondo il Reg. (CE) 854/2004 :
a. Lautorit centrale di uno Stato membro responsabile per effettuare controlli veterinari o qualsiasi
autorit cui sia stata delegata tale competenza
b. Lautorit centrale di uno Stato membro o qualsiasi autorit cui sia stata delegata la competenza di effettuare
qualsiasi controllo utile per la sicurezza alimentare
c. lIstituto Superiore di Sanit
d. Il Sindaco
57) Per audit si intende:
a. Un esame sistematico effettuato da un Ente terzo certificatore e volto a controllare lefficacia delletichettatura
dei prodotti alimentari prima dellimmissione sul mercato
b. Un esame sistematico da parte di un Ente indipendente che ha lobiettivo di raggiungere la sicurezza alimentare
dei prodotti immessi al consumo
c. Un esame sistematico e indipendente per accertare se determinate attivit e i risultati correlati sono
conformi alle disposizioni previste e se tali disposizioni sono adeguate per raggiungere determinati obiettivi
d. Nessuna risposta esatta
58) Secondo il Reg. (CE) 853/2004 per rifinitura dei molluschi bivalvi vivi si intende:
a. Il massaggio dei molluschi bivalvi vivi fino allapertura delle valve
b. Il massaggio e il lavaggio dei molluschi bivalvi vivi prima di essere venduti al consumatore finale
c. Il massaggio dei molluschi bivalvi vivi per aumentarne la vitalit prima della vendita al consumatore finale
d. Nessuna delle risposte esatta
59) Secondo il Reg. (CE) 882/2004 per non conformit si intende:
a. La mancata conformit alla normativa in materia di mangimi o di alimenti e alle norme per la tutela della
salute e del benessere degli animali
b. La mancata conformit alla normativa in materia di alimenti e alle norme per la tutela della salute e del benessere
degli animali in fase di macellazione
c. La mancata conformit, in materia di alimenti e per la tutela della salute e del benessere degli animali, tra la
normativa comunitaria e quella locale
d. Nessuna risposta esatta
60) Secondo il Reg. (CE) 852/2004 per prodotti primari si intendono:
a. I prodotti che sono fabbricati prima dei secondari e dopo i naturali
b. I prodotti che vengono fabbricati nei primi lotti di produzione durante la giornata
c. I prodotti alimentari primari ovvero primitivi, che quindi vengono commercializzati senza aggiunta di additivi,
quali conservanti, antiossidanti
d. Nessuna risposta esatta
61) Indicare quale di queste affermazioni vera:
a. Il PNR una normativa concernente il divieto di utilizzazione di sostanze ad azione ormonica, tireostatica e
anabolizzante
b. Il PNR 2005 si struttura tenendo conto delle prescrizioni del D. L.vo 4 agosto 1999, n. 336.
c. Il PNR viene emesso dalla Comunit Europea
d. Lanalisi dei campioni previsti dal PNR viene effettuata nei laboratori delle facolt di medicina veterinaria
62) Indicare quale di questi farmaci non pu essere utilizzato in animali da produzione:
a. Cloramfenicolo
b. Sulfadiazina
c. Clenbuterolo
d. Enrofloxacin

63) Nella formula delladi il fattore di sicurezza (SF):


a. Non pu mai essere uguale a 10
b. Generalmente pari a 100
c. Pu essere 500 per le sostanze teratogene
d. Pu essere 1000 per le sostanze cancerogene
64) Con il termine MRL si intende:
a. La dose massima di farmaco tollerata dall'animale bersaglio
b. La dose massima di farmaco tollerata dall'uomo
c. La quantit massima di farmaco che pu essere presente in un alimento di origine animale destinato
all'alimentazione umana
d. La dose massima di farmaco tollerata dall'animale da esperimento
65) Lattitudine casearia del latte determinata da:
a. La percentuale in caseina
b. La percentuale di acqua
c. La qualit dei grassi
d. La quantit di proteine
66) Sono batteri tossigeni in grado di produrre tossina in preparazioni a base di carne
a. Bacillus cereus
b. Clostridium perfringens
c. Vibrio cholerae
d. Staphylococcus aureus
67) E' una patogeno per il quale si conosce la persistenza nell'ambiente in forma vitale ma non coltivabile
a. Vibrio parahaemolyticus
b. Clostridium botulinum
c. Staphylococcus aureus
d. Bacillus cereus
68) Non sono adatti ad essere utilizzati come metodi di monitoraggio in un CCP
a. Controlli documentali
b. Controlli strumentali
c. Controlli microbiologici tradizionali
d. Controlli chimici
69) Nelle macellazioni durgenza al di fuori del macello:
a. Un assistente specializzato ufficiale (ASU) deve eseguire lispezione ante mortem
b. Fino al 2023 anche un facente funzioni ASU pu eseguire lispezione ante mortem
c. Un veterinario deve eseguire lispezione ante mortem dellanimale
d. Solo un ricercatore veterinario di sesso femminile e confermato pu eseguire lispezione ante mortem
dellanimale
70) In quali dei punti dell'haccp auspicabile l'applicazione del cosiddetto albero delle decisioni
a. Definizione delle azioni correttive
b. Definizione di limiti critici
c. Definizione dei punti critici di controllo
d. Definizione dei pericoli da controllare
71) Il sistema di controllo di uno stabilimento lattiero caseario richiesto dallart. 13 del DPR 54/97 deve essere basato su:
a. Identificazione e controllo dei CCP per assicurare ligiene del latte
b. Controllo delle sostanze detergenti e disinfettanti utilizzate nellimpianto
c. Controllo analitico di campioni di prodotto
d. Nessuno dei precedenti
72) Nellambito di un sistema di autocontrollo di uno stabilimento lattiero caseario, il pericolo pi importante nelle fasi di
produzione e confezionamento della mozzarella rappresentato da:
a. Lo stoccaggio del latte crudo in una cisterna non sanitizzata
b. Un trattamento termico del latte insufficiente
c. Lo stoccaggio della mozzarella a temperature di 8 C
d. Una bassa percentuale di proteine del latte

73) La formula che consente di stabilire ladi :


a. SF x NOEL/60
b. SF x 60/NOEL
c. NOEL x 60/SF
d. SF x NOEL/100
74) Per definire la prevalenza di una malattia alimentare in una popolazione necessario specificare:
a. Se si tratta di nuovi casi
b. Il periodo di tempo preso in considerazione
c. Se si tratta di casi autoctoni o importati
d. La dimensione della popolazione
75) Il tempo di sospensione :
a. L'intervallo di tempo che deve intercorrere tra la fine del trattamento e lutilizzo delle derrate provenienti
dagli animali trattati
b. L'intervallo di tempo che deve intercorrere tra una somministrazione e l'altra per evitare fenomeni di accumulo
c. L'intervallo di tempo in cui il farmaco risulta stabile nella preparazione farmaceutica liquida utilizzata
d. L'intervallo di tempo necessario per l'instaurarsi dell'attivit farmacologica del farmaco stesso
76) Nel PNR il campionamento completamente casuale prevede il prelievo di:
a. 1 unica aliquota
b. 4 aliquote se effettuato in allevamento
c. 5 aliquote se effettuato al macello
d. 2 aliquote
77) Quale il carattere correttamente associato a una carne suina che manifesti leffetto Hampshire?
a. Ha un ph finale minore del normale
b. Ha unelevata capacit di ritenzione idrica
c. Quando ossigenata, ha colore rosso molto intenso
d. Quando cotta, presenta un elevato sforzo di taglio
78) Il prosciutto cotto pu essere prodotto con:
a. Cosce refrigerate
b. Cosce congelate
c. Spalle congelate
d. Con tutti gli ingredienti sopra citati
79) I bovini parassitati da Taenia saginata presentano:
a. Tenie adulte nellintestino
b. Forme larvali nella parete intestinale
c. Forme larvali nella muscolatura striata
d. Sia tenie adulte nellintestino sia forme larvali nella muscolatura striata
80) Il PNR si struttura tenendo conto delle prescrizioni del D Lvo:
a. 335/04
b. 336/04
c. 336/99
d. 335/99
81) Le cisti di Toxoplasma gondii si localizzano:
a. Nellintestino del gatto
b. Nellintestino di tutti gli animali infetti
c. Nei muscoli di tutti gli animali infetti
d. Solo nei muscoli delluomo infetto
82) La normativa base per i prodotti della pesca :
a. D Lvo 537/80
b. D Lvo 537/92
c. D Lvo 531/92
d. DPR 327/80

83) Le trichinelle adulte si riscontrano:


a. Nellintestino
b. Sia nellintestino, sia nei muscoli
c. Sia nellintestino, sia nei visceri
d. Nei muscoli
84) La temperatura di pastorizzazione per la produzione di latte fresco pastorizzato :
a. 135C per 1 secondo
b. 60,2C per 15 secondi
c. 121C per 15 minuti
d. 71,7C per 15 secondi
85) Quale tecnica pi appropriata per la determinazione della capacit di ritenzione idrica della carne?
a. Perdite di sgocciolamento
b. Metodo di Grau & Hamm
c. Perdite di cottura
d. La scelta della tecnica dipende dal contesto di impiego del risultato
86) Il caglio deriva dalla seguente porzione del digerente di ruminanti:
a. Abomaso
b. Rumine
c. Reticolo
d. Omaso
87) Lanisakiasi si trasmette alluomo per ingestione di:
a. Larve presenti in carni di uccelli
b. Larve presenti in carni di bovini
c. Larve presenti in carni di pesci
d. Larve presenti in carni di suini
88) in grado di provocare una sindrome emolitico-uremica
a. Salmonella thypimurium
b. Escherichia coli O26
c. Clostridium perfringens
d. Nessuno dei batteri citati
89) In accordo al Reg. CE 178/02 la rintracciabilit deve essere sviluppata ed applicata:
a. Nelle fasi della produzione agricola/zootecnica degli alimenti
b. Nelle fasi industriali di trattamento e trasformazione
c. In tutte le fasi dalla produzione primaria alla distribuzione
d. Nella distribuzione dei prodotti al fine di permetterne il ritiro in caso di pericolo per il consumatore
90) Il limite per coliformi fecali nei molluschi bivalvi vivi non pu essere superiore a:
a. 300 per 100 g di polpa
b. 100 per 100 g di polpa
c. 200 per 200 g di polpa
d. 400 per 200 g di polpa
91) La forma larvale di Taenia saginata :
a. Unidatide
b. Un cisticerco
c. Un cenuro
d. Uno strobilocerco
92) Nel sistema HACCP le azioni correttive devono essere avviate quando:
a. necessario dimostrare allorganismo di controllo che il sistema HACCP stato sviluppato
b. Gli operatori non applicano le procedure operative
c. necessario identificare e rimuovere la causa di una non conformit
d. Nessuna delle risposte precedenti
93) Nel PNR il campionamento del pelo scuro dei bovini si effettua per la ricerca di:
a. Antibiotici beta-lattamici
b. Beta-agonisti
c. Tireostatici
d. Cloramfenicolo

94) Le forme larvali di Echinococcus granulosus si riscontrano preferibilmente:


a. Nellintestino
b. Nel fegato e nel polmone
c. Nel polmone e nella milza
d. Nei muscoli
95) Tra i seguenti piani di campionamento quale il pi restrittivo:
a. M=0 ufc/g; n=5; c=0
b. M=0 ufc/10g; n=5; c=0
c. M=50 ufc/g; M=500 ufc/g; n=10; c=1
d. M=5 ufc/g; M=50 ufc/g; n=10; c=2
96) La normativa base per le carni macinate :
a. DPR 327/80
b. D Lvo 286/94
c. DPR 309/98
d. D Lvo 109/92
97) Cosa accade durante la frollatura della carne?
a. Le miofibrille vengono frammentate
b. La capacit di ritenzione idrica diminuisce
c. Il complesso actomiosinico viene scisso
d. Il collagene viene gelatinizzato
98) La micotossina pi frequentemente presente nel latte e per la quale fissato un limite dalla normativa :
a. Ocratossina
b. Aflatossina M2
c. Aflatossina M1
d. Zearalenone
99) Ai sensi dellart. 13 del DPR 54/97, chi il responsabile per lapplicazione di un sistema di autocontrollo in un impianto
di trattamento e trasformazione del latte?
a. Il servizio veterinario pubblico
b. Il responsabile dellimpianto
c. Il Ministero della Sanit in accordo con le rappresentanze dellindustria
d. Nessuno dei precedenti
100)

S. Aureus un microrganismo:
a. Psicrotrofo
b. Sporigeno
c. Produttore di enterotossine
d. Nessuna delle risposte precedenti

101)

Quale la caseina determinante per il processo di coagulazione del latte?


a. As1-caseina
b. G-caseina
c. K-caseina
d. B-caseina

102)

Il tempo di sospensione:
a. Deve essere valutato sperimentalmente su almeno due specie animali (roditore e non roditore)
b. Deve essere valutato utilizzando la specie animale pi sensibile
c. Deve essere valutato sperimentalmente sulla specie animale di destinazione
d. Pu essere valutato sperimentalmente su una specie qualsiasi di animale da laboratorio (es. Ratto)

103)

Il clenbuterolo :
a. Un beta-agonista
b. Un antibiotico
c. Un alfa-agonista
d. Un ormone

104)

Nellambito di questi quattro alimenti di origine animale, qual il pi ricco in ferro per unit di peso?
a. Milza di bovino
b. Fegato di cavallo
c. Caviale
d. Carne di fagiano

105)

Nella formula per la determinazione delladi, SF (=fattore di sicurezza) rappresenta:


a. Un fattore di sicurezza per gli animali da esperimento
b. Un fattore di sicurezza che pu variare da 1 a 100
c. Un fattore di sicurezza che tiene in considerazione le differenze intraspecifiche e interspecifiche
d. Un fattore di sicurezza per gli animali da allevamento

106)

Tra i fattori che riducono il rischio di sviluppo di B. Cereus il pi importante :


a. Limpiego di additivi
b. La salagione
c. La refrigerazione a T inferiore a 10 C
d. Nessuna delle risposte precedenti

107)

Il NOEL:
a. Deve essere valutato sperimentalmente sulla specie animale di destinazione
b. Deve essere valutato direttamente sulluomo
c. Deve essere valutato sperimentalmente su almeno due specie animali (roditore e non roditore)
d. Pu essere valutato sperimentalmente su una specie qualsiasi di animale da laboratorio (es. Ratto)

108)

Nel PNR il campionamento casuale mirato viene effettuato:


a. Prendendo in considerazione le caratteristiche dellanimale che lo fanno ritenere potenzialmente a rischio
b. Esclusivamente per le sostanze della categoria B
c. Esclusivamente per le sostanze presenti in allegato II del Reg. CE 2377/90
d. Non prevede in nessun caso il sequestro cautelativo

109)

Quali di questi alimenti ittici pu presentare elevati tenori di urea?


a. Crostacei
b. Selaci
c. Molluschi
d. Teleostei

110) ritenuta la temperatura minima alla quale possibile la produzione di enterotossina stafilococcica:
a. +8C
b. +10C
c. +4C
d. +15C
111)La marinatura un processo che comporta:
a. Aggiunta di acidi organici (acetico, citrico)
b. Copertura del prodotto con sale marino
c. Raffreddamento del prodotto con acqua di mare
d. Nessuno dei trattamenti sopraelencati
112)Le proglottidi di Taenia saginata si possono trovare nelle feci di:
a. Uomo
b. Bovino
c. Suino
d. Sia bovino, sia uomo
113)Il tenore di cellule somatiche (media trimestrale) massimo ammesso dalla normativa per il latte alimentare :
a. 300.000/ml
b. 400.000/ml
c. 100.000/ml
d. 1000/ml
114)La normativa base per i molluschi bivalvi vivi ;
a. D Lvo 530/92
b. D Lvo 531/92
c. D Lvo 529/92
d. D Lvo 537/92

115)Nel sistema HACCP il monitoraggio dei punti critici deve essere basato su:
a. Prove analitiche su campioni di prodotto secondo procedure ufficiali
b. Esperienza degli operatori dellimpianto di trattamento e trasformazione
c. Controllo sistematico dei parametri critici per valutare il superamento dei limiti critici
d. Nessuno dei precedenti
116)Nel PNR il campionamento dellocchio dei bovini si effettua per la ricerca di:
a. Antibiotici beta-lattamici
b. Beta-agonisti
c. Tireostatici
d. Cloramfenicolo
117)Quale il tenore minimo di materie grasse richiesto per legge nel burro di qualit?
a. 80%
b. 60%
c. 39%
d. 82%
118)L'effetto della pastorizzazione del latte pu essere verificato:
a. Rilevando la temperatura registrata del termometro a mercurio (MIG) posto nel circuito del latte alla fine della
fase di mantenimanto
b. Dosando l'attivit della fosfatasi alcalina residua nel latte
c. Rilevando la temperatura ed il tempo di trattamento del latte nella sezione di mantenimento del pastorizzatore
d. Nessuno dei precedenti
119)La cottura, anche se prolungata, non inattiva:
a. Brucella abortus
b. Yersinia enterocolitica
c. Staphyloccocus aureus
d. Norovirus
120)

La normativa base per le carni fresche :


a. D Lvo 284/96
b. DPR 327/80
c. D Lvo 537/80
d. D Lvo 286/94

121)
fondamentale il ricorso ad un metodo di conteggio delle ufc nelle indagini microbiologiche per il controllo di
alimenti alla fine del processo produttivo:
a. Per la ricerca di spore di Clostridium perfringens in paste ripiene fresche
b. Per la ricerca di Salmonella spp. In carni di pollame
c. Per la ricerca di Listeria monocytogenes in carni macinate destinate alla cottura prima del consumo
d. Nei casi a e b
122)

Nei formaggi a pasta molle L. Monocytogenes deve essere:


a. Inferiore a 110/g di prodotto
b. Inferiore a 1100/g di prodotto
c. Assente in 1 g di prodotto
d. Assente in 25 g di prodotto

123)

Un suino si infesta di Taenia solium ingerendo:


a. Forme larvali del parassita presenti nei muscoli di altri animali
b. Forme larvali del parassita emesse con le feci dalluomo
c. Uova del parassita emesse con le feci dalluomo
d. Forme larvali del parassita emesse con le feci da altri suini

124)

L. Monocytogenes un microrganismo:
a. Sporigeno
b. Resistente alla pastorizzazione
c. Psicrotrofo
d. Produttore di enterotossine

125)

Il concetto di residuo zero stato sostituito da:


a. NOEL
b. ADI
c. MRL
d. SF

126)

Le lesioni al fegato dei suini denominate milk spots, riscontrabili al macello, sono dovute a:
a. Larve di trichinelle
b. Larve di nematodi in generale
c. Larve di tenie
d. Larve di ascaridi

127)

Perch una carne DFD appare pi scura rispetto a una carne normale?
a. Perch assorbe in maggiore misura le radiazioni luminose
b. Perch contiene pi citocromi
c. Perch contiene pi mioglobina
d. Perch lo spazio tra i miofilamenti pi ridotto

128)

Quale la differenza sostanziale tra una ricotta e un quark?


a. La ricotta deriva da coagulazione acida
b. La ricotta ha un tenore di lattosio estremamente ridotto
c. La ricotta contiene microrganismi omofermentanti
d. La ricotta non un formaggio

129)

La fagotipizzazione un metodo di caratterizzazione di microrganismi quali:


a. Batteri lattici
b. Batteri Gram negativi
c. Virus
d. Nessuno dei precedenti

130)

Quanti gradi centigradi pu raggiungere la cagliata per la produzione di un formaggio a pasta cotta?
a. 95
b. 55
c. 40
d. 75

131)

La forma larvale di Echinococcus granulosus :


a. Un cenuro
b. Unidatide
c. Un cisticerco
d. Uno strobilocerco

132)

Il concetto di residuo zero un concetto:


a. Nuovo riportato dalla Gazzetta Ufficiale della CEE
b. Che pu essere ritenuto valido solo per le sostanze presenti nellallegato I del Reg. CE 2377/90
c. Che pu essere ritenuto valido solo per le sostanze presenti nellallegato II del Reg. CE 2377/90
d. Ormai superato

133)

I campioni prelevati in attuazione del PNR vengono analizzati quasi esclusivamente:


a. Dai laboratori Universitari
b. Dagli Istituti Zooprofilattici Sperimentali
c. Dallistituto Superiore di Sanit
d. Dalle Aziende Sanitarie Locali

134)

Il sistema di controllo di uno stabilimento lattiero caseario richiesto dallart. 13 del DPR 54/97 deve essere basato su:
a. Identificazione e controllo dei punti critici di controllo nel processo produttivo
b. Identificazione degli impianti pericolosi per ligiene dei prodotti
c. Identificazione degli impianti che potrebbero potenzialmente causare inquinamento ambientale
d. Identificazione degli impianti che potrebbero potenzialmente essere fonte di rischio per gli operatori

135)

Linattivazione di quale enzima conferma che un latte stato sottoposto a pastorizzazione alta?
a. Fosfatasi alcalina
b. Lattoperossidasi
c. Fosfatasi acida
d. Plasmina

136)

Il rischio collegato alla presenza di enterococchi negli alimenti riferibile a:


a. Produzione di tossine
b. Trasmissione di antibiotico resistenza
c. Produzione di batteriofagi
d. Inibizione degli starter

137)

Il PNR viene elaborato:


a. Dagli Istituti Zooprofilattici
b. Dal Ministero della Salute
c. Dagli Istituti Universitari di Ispezione degli Alimenti
d. Dalle Facolt di Medicina Veterinaria

138)
Nellambito di un sistema di autocontrollo di uno stabilimento lattiero caseario, il pericolo pi importante nella fase di
raccolta del latte rappresentato da:
a. La presenza di acqua nel latte
b. Una percentuale di grasso bassa del latte
c. La presenza di residui di farmaci veterinari
d. Assenza dei documenti necessari a dimostrare la rintracciabilit del latte
139)

La normativa base per i prodotti a base di carne :


a. D Lvo 537/80
b. DPR 327/80
c. DPR 309/98
d. D Lvo 537/92

140)
a.
b.
c.
d.

Negli ovicaprini domestici lispezione dellapparato respiratorio avviene:


Con la sola ispezione visiva dei polmoni, linfonodi bronchiali e mediastinici, trachea ed esofago
Nessuna risposta esatta
Ispezione e palpazione dei polmoni, linfonodi bronchiali e mediastinici, trachea ed esofago; sempre tali organi e
linfonodi devono essere incisi e esaminati
Ispezione e palpazione dei polmoni, linfonodi bronchiali e mediastinici, trachea ed esofago; in caso di dubbio tali
organi e linfonodi devono essere incisi e esaminati

141)
a.
b.
c.
d.

Nei solipedi domestici lispezione del diaframma


visiva, ma occorre sempre anche eseguire la palpazione
Nessuna risposta esatta
solamente visiva
visiva, ma occorre sempre eseguire anche la sezione per la ricerca delle trichine

142)
a.
b.
c.
d.

V. Vulnificus e V. Parahaemolythicus sono stati inseriti nel Reg. (CE) 2073/2005


Si
Al loro posto sono state inserite le Enterobatteriacee
No
Nessuna risposta esatta

143)
a.
b.
c.
d.

Il veterinario ufficiale esegue nel pollame personalmente lispezione post-mortem


Non esegue personalmente nessuna ispezione, ma questa deve essere effettuata dallasu
Nessuna risposta esatta
Giornalmente dei visceri e delle cavit di tutti i volatili macellati
Giornalmente dei visceri e delle cavit di un campione significativo di volatili

144)
a.
b.

Nei bovini di et superiore alle 6 settimane lispezione dellapparato gastro-enterico avviene:


Nessuna risposta esatta
Con lispezione del tubo entero-gastrico, del mesenterio e dei linfonodi gastrici e mesenterici; palpazione e
sempre con lincisione dei linfonodi gastrici e mesenterici
Con lispezione del tubo entero-gastrico, del mesenterio e dei linfonodi gastrici e mesenterici; palpazione e,
se del caso, con lincisione dei linfonodi gastrici e mesenterici
Con la sola ispezione visiva del tubo entero-gastrico, del mesenterio e dei linfonodi gastrici e mesenterici

c.
d.
145)
a.
b.
c.
d.

Le carni sono dichiarate non idonee al consumo umano se:


Provengono da animali macellati prima dei 17 giorni di et
Nessuna risposta esatta
Provengono da animali macellati prima dei 37 giorni di et
Provengono da animali macellati prima dei 27 giorni di et

146)
a)
b)
c)
d)

Per carne si intendono


Tutte le parti commestibili degli animali da macello, escluso il sangue
Nessuna risposta esatta
La carcassa, le frattaglie e i visceri degli animali da macello, escluso il sangue
Tutte le parti commestibili degli animali da macello, compreso il sangue

147)
a)
b)
c)
d)

I controlli ufficiali per le TSE vengono eseguiti secondo:


Reg. (CE) 852/2004
Reg. (CE) 853/2004
Nessuna risposta esatta
Reg. (CE) 999/2001

148)
a)

Le carni sono dichiarate non idonee al consumo umano se:


Provengono da animali non sottoposti a visita ante-mortem escluse le carni degli animali macellati a domicilio
per utilizzo familiare
b) Provengono da animali non sottoposti a visita ante-mortem escluse le carni degli animali macellati durgenza
c) Provengono da animali non sottoposti a visita ante-mortem escluse le carni della selvaggina cacciata
d) Nessuna risposta esatta

149)
a)
b)
c)
d)

Per carni fresche si intendono:


Nessuna risposta esatta
Esclusivamente le carni conservate refrigerate a 7 --o- 3:C
Tutte le carni refrigerate e anche quelle conservate sotto vuoto e in atmosfera protettiva
Carni che non hanno subito nessun trattamento, salvo l'applicazione del freddo sotto qualunque forma.
Sono comprese le carni conservate sotto vuoto e quelle in atmosfera protettiva

150)
a)
b)
c)
d)

Per la ricerca delle Trichine il metodo di riferimento :


Nessuna risposta esatta
Esame trichinoscopico
Metodo dell'agitatore magnetico con digestione artificiale di campioni aggregati
ELISA

151)
a)
b)
c)
d)

Nel D. MI MIPAF 31.1.2008 la cozza pelosa inserita come mollusco di interesse commerciale
La cozza pelosa non esiste
Nessuna risposta esatta
No
Si

152)
a)
b)
c)
d)

Nei solipedi domestici (stalloni e giumente) lispezione dei genitali avviene con:
Ispezione e palpazione
La sola ispezione
Ispezione, palpazione e la sezione, soprattutto del pene
Nessuna risposta esatta

153)
a)
b)
c)
d)

Nei suini domestici lispezione del fegato avviene:


Ispezione, palpazione e la sezione del fegato e dei suoi linfonodi
Con ispezione visiva dei fegato e dei linfonodi periportali fegato e dei suoi linfonodi
Ispezione e sezione del fegato nella faccia gastrica, anche i linfonodi periportali vanno sezionati
Nessuna risposta esatta

154)
Negli ovini e caprini domestici lispezione della mammella
a) Non viene sezionata per il rischio di contrarre la Brucellosi
b) Nessuna risposta esatta
c) Avviene con l'ispezione visiva, la palpezione e sezione almeno della cisterna del latte. Occorre anche ispezionare
i relativi linfonodi che vanno sempre sezionati
d) Avviene con la sola ispezione visiva, anche i linfonodi mammari vanno ispezionati visivamente
155)
a)
b)
c)
d)

Nella famiglia dei Pleuronectidae abbiamo:


L'orata
La passera
Nessuna risposta esatta
La spigola

156)
La gelatina :
a) Nessuna risposta esatta
b) Una proteina naturale e solubile, che pu anche gelificare, ottenuta per idrolisi parziale del collagene
prodotto a partire da ossa, pelli, tendini e nervi di animali
c) Un composto a base di trigliceridi, naturale e solubile, che pu anche gelificare, ottenuto per idrolisi parziale del
collagene prodotto a partire da ossa, pelli, tendini e nervi di animali
d) Unamminoacido naturale e solubile, che pu anche gelificare, ottenuto per idrolisi parziale del collagene
prodotto a partire da ossa, pelli, tendini e nervi di animali
157)
a)
b)
c)
d)

Le carni sono dichiarate non idonee al consumo umano se:


Se sono trattate con raggi UV
Se sono trattate con N
Sono trattate con CO2
Nessuna risposta esatta

158)
Animali diversi dai suini nei quali si ricercano le trichine sono:
a) Equini, cinghiali, orsi, trichechi, coccodrilli e uccelli
b) Equini, cinghiali, orsi, trichechi, coccodrilli e polli
c) Nessuna risposta esatta
d) Equini, cinghiali, orsi, trichechi coccodrilli e quaglie
159)
Nei bovini di et superiore alle 6 settimane il pericardio e il cuore vanno ispezionati
a) Nessuna risposta esatta
b) Visivamente. Solo negli animali dopo i 48 mesi di et il cuore va inciso longitudinalmente in modo da aprire i
ventricoli e tagliare il setto inter-ventricolare
c) Visivamente. Il cuore va sempre inciso longitudinalmente in modo da aprire i ventricoli e tagliare il setto
inter-ventricolare
d) Visivamente. Il cuore va inciso, in caso di dubbio, longitudinalmente in modo da aprire i ventricoli e tagliare il
setto inter-ventricolare
160)
a)
b)
c)
d)

Nella famiglia Scophthalmidae abbiamo:


Nessuna risposta esatta
Razza
Rombo liscio
Halibut

161)
Nei bovini di et superiore alle 6 settimane lispezione del fegato avviene:
a) Ispezione visiva e palpazione anche dei linfonodi peri-portali; incisione del fegato sulla faccia gastrica e
incisione alla base del lobo caudato per l'esame dei dotti biliari
b) Ispezione visiva e palpazione anche dei linfonodi peri-portali; incisione del fegato sulla faccia gastrica e incisione
alla base del lobo crociato per l'esame dei dotti biliari
c) Nessuna risposta esatta
d) Con ispezione visiva e incisione del fegato sulla faccia gastrica e incisione alla base del lobo caudato per l'esame
dei dotti biliari
162)
a)
b)
c)
d)

Nel Reg.. (CE) 2073 2005 stato inserito E. Coli O157 H7?
Si
No
Nessuna risposta esatta
Al suo posto sono state inserite le Enterobatteriacce

163)
a)
b)
c)
d)

Nel D. MI. PAAF 31.1.2008 il pesce topo pelagico inserito come pesce di interesse commerciale
Si
No
Non esiste
Nessuna risposta esatta

164)
a)
b)
c)
d)

Nei solipedi domestici i reni


Nessuna risposta esatta
Vanno ispezionati visivamente e palpati e sempre sezionati insieme ai linfonodi renali
Vanno prima scapsulati e poi sempre sezionati insieme ai linfonodi renali
Vanno ispezionati visivamente e palpati; se necessario vanno sezionati insieme ai linfonodi renali

165)
a)
b)
c)
d)

Le carni sono dichiarate non idonee al consumo umano se:


Se provengono da animali troppo vecchi
Provengono da animali magri
Nessuna risposta esatta
Provengono da animali troppo grassi

166)
a)
b)
c)
d)

Le carni fresche durante il trasporto devono essere mantenute


A -15C con tolleranza di + 3C
Da 1 a 7C con tolleranza di + 3C
Da 4 a 7C con tolleranza di + 4C
Nessuna risposta esatta

167)
a)
b)
c)
d)

I laboratori ufficiali che eseguono controlli sugli alimenti devono:


Essere accreditati secondo la norma UNI ISO/IEC 17025
Essere accreditati secondo il Reg. (CE) 882/2004
Essere accreditati secondo il Reg. (CE) 854/2004
Nessuna risposta esatta

168)
Lispezione ante-mortem dei volatili in azienda accerta:
a) Nessuna risposta esatta
b) Che gli animali siano sani, vivi e vitali e abbiano raggiunto il peso idoneo per la macellazione
c) La presenza di malattie trasmissibili agli animali e all'uomo, alterazioni che possono rendere le carni
inidonee al consumo umano, presenza di residui chimici e il controllo dei registri aziendali comprese le
informazioni sulla catena alimentare
d) Che gli animali siano sani e di robusta costituzione
169)
a)
b)
c)
d)

La ricerca della melanosi e dei melanomi deve essere fatta


Nei suini soprattutto nelle razze pigmentate come la cinta senese e la mora romagnola
Nei bovini soprattutto nel polmone e nel fegato
In tutti i solipedi domestici
Nessuna risposta esatta

170)
a)
b)
c)
d)

Appartiene alla famiglia delle Pleuronectidae


La passera pianuzza
La razza
Il pesce S. Pietro
Il tonno

171)
a)
b)
c)
d)

Tutte le carni degli animali che hanno reagito in modo positivo o dubbio al controllo della brucellosi vanno:
Congelate a -25C per 48 ore prima di essere destinate al consumo umano
Nessuna risposta esatta
Essere sottoposte a completa cottura prima di essere destinate al consumo umano
Distrutte

172)
a)
b)
c)
d)

L'Anisakis un parassita che colpisce quasi al 100%:


Le triglie
Il pesce siluro
Il pesce sciabola
I merluzzi

173)
Per la ricerca della melanosi e dei melanomi in tutti i cavalli grigi o bianchi occorre
a) Nessuna risposta esatta
b) Esaminare i muscoli e i linfonodi delle spalle sotto la cartilagine scapolare previo distacco del legamento di
una spalla
c) Esaminare i muscoli e i linfonodi delle spalle sotto la cartilagine scapolare previo distacco del legamento di
entrambe le spalle
d) ?????
174)
a)
b)
c)
d)

La rana pescatrice onde evitare frodi in commercio, deve essere commercializzata


Nessuna risposta esatta
Solo in filetti
Solo essiccata e salata
Solo in tranci

175)
a)
b)
c)
d)

Per valutare lo stato di freschezza dei pesci si utilizza:


La percentuale di Hg presente nelle carni
Nessuna risposta esatta
La percentuale di ABVT presente nelle carni
La percentuale di CO presente nelle carni

176)
Nei bovini di et superiore alle 6 settimane occorre eseguire allesame post- mortem
a) Lispezione visiva del pericardio e del cuore; questultimo va anche palpato per evidenziare eventuali anomalie
b) Nessuna risposta esatta
c) Lispezione visiva del pericardio e del cuore; questultimo va sezionato longitudinalmente in modo da
aprire i ventricoli e tagliare i setti interventricolari
d) Lispezione visiva del pericardio e del cuore; questultimo pu essere sezionato longitudinalmente in modo da
aprire i ventricoli e tagliare i setti interventricolari
177)
a)
b)
c)
d)

Per carni separate meccanicamente (CSM) si intendono


Nessuna risposta esatta
Carni ottenute con disosso chimico
Carni ottenute con disosso meccanico
Carni ottenute con disosso elettromagnetico

178)
a)
b)
c)
d)

Per frattaglie si ntendono:


Le carni fresche comprese i visceri della cavit toracica, ma non della cavit addominale
Nessuna risposta esatta
Le carni fresche diverse da quelle della carcassa esclusi i visceri e il sangue
Le carni fresche diverse da quelle della carcassa inclusi i visceri e il sangue

179)
a)
b)
c)
d)

Lintossicazione da istamina si verifica consumando


Latterini
Alici
Merluzzi
Nessuna risposta esatta

180)
Gli ovo prodotti s ottengono:
a) Dalle uova di gallina previo
b) Dalle uova di anatra disidratate
c) Dalle uova di gallina trattate con calore
d) Nessuna risposta esatta
181)
a)
b)
c)
d)

Il test rapido per la diagnosi della BSE sullobex del bovino va eseguito, nellanno 2011 in animali di:
12 mesi
24 mesi
48 mesi
36 mesi

182)
Nei suini domestici lispezione della testa avviene con:
a) Ispezione visiva della testa e della gola; incisione ed esame linfonodi sottomascellari; ispezione visiva della
cavit buccale retrobuccale e della lingua
183)
a)
b)
c)
d)

Il Reg. 2075/2005 prevede la ricerca di:


Enterobatteri nei prodotti della pesca
Nessuna risposta esatta
Salmonelle nelle uova
Trichine nei trichechi

184)
La carne di cavallo nella quale stata diagnosticata la morva dichiarata:
a) Non idonea al consumo umano
185)
a)
b)
c)
d)

I laboratori di analisi che operano nel settore alimentare devono essere accreditati?
No
Si
Se lo vogliono possono accreditarsi
Nessuna risposta esatta

186)
Nell'ispezione post- mortem della selvaggina selvatica il veterinario deve tenere conto delle informazioni
fornite:
a) Nessuna risposta esatta
b) Dall'operatore del settore alimentare (OSN)
c) Dall'assistente specializzato ufficiale (ASU)
d) Dalla persona formata partecipante alla caccia dell' animale
187)
La carne d bovino infettata da cisticerco dichiarata:
a) Nessuna risposta esatta
b) Non idonea al consumo umano, se tuttavia l'animale non generalmente infettato da cisticerco le parti non
infettate possono essere dichiarate idonee al consumo umano dopo aver subito un trattamento a freddo
c) Non idonea al consumo umano, se tuttavia l'animale non generalmente infettato da cisticerco le parti non
infettate possono essere dichiarate idonee al consumo umano dopo aver subito un trattamento a caldo
d) Non idonea al consumo umano, se tuttavia l'animale non generalmente infettato da cisticerco le parti non
infettate possono essere dichiarate idonee al consumo umano dopo aver subito un trattamento con raggi UV
188)
a)
b)
c)
d)

Fanno parte della famiglia degli Acipenseridae:


Latterini
Nessuna risposta esatta
Paganelli
Murene

189)
a)
b)
c)
d)

I livelli di istamina consentiti nei prodotti della pesca sono riportati nel
Reg. (CE) 2074/2005
Reg. (CE) 2075/2005
Reg. (CE) 2073/2004
Nessuna risposta esatta

190)
a)
b)
c)
d)

Il materiale specifico a rischio (MSR ) nelle TSE regolamentato da:


Reg. (CE) 999/2001
Reg. (CE) 853/2004
Nessuna risposta esatta
Reg. (CE) 854/2004

191)
a)
b)
c)
d)

La coccidiosi epatica una malattia sostenuta da:


E. Coli 0104 114
Nessuna risposta esatta
E. Stiediae
Pseudomonas aeruginosa

192)
a)
b)
c)
d)

Tutte le carni che hanno reagito in modo positivo o dubbio a tubercolinoreazione devono:
Essere distrutte
Essere congelate a -30C prima d essere destinate al consumo umano
Essere sottoposte a completa cottura prima d essere destinate al consumo umano
Nessuna risposta esatta

193)
Secondo il Reg. (CE) 854/2004 la carne di animali infettati da Trichine :
a) Dichiarata non idonea al consumo umano
b) Dichiarata idonea al consumo umano dopo bollitura completa
c) Dichiarata non idonea al consumo umano dopo essere stata cotta per 48 ore
d) Nessuna risposta esatta