Sei sulla pagina 1di 3

Il Carburatore, funzionamento, cenni sulla carburazione

Il carburatore un dispositivo di fondamentale importanza, che permette il


funzionamento di un motore attraverso la trasformazione di due componenti
(combustibile e comburente), preparando la miscela aria-benzina necessaria
al regolare funzionamento, e pertanto un componente del sistema
dalimentazione da cui dipende il corretto funzionamento di un motore...
Il carburatore deve avere la capacit di preparare una miscela di aria-benzina
omogenea, quindi deve essere in grado di nebulizzare la benzina attraverso
gli spruzzi e polverizzatori, e mescolare la benzina nebulizzata con laria
creando una miscela infiammabile, questa miscela ovviamente costituita da
una quantit daria ed una di benzina, questo rapporto e definito rapporto
Stechiometrico. Il valore del rapporto stechiometrico stabilito nella misura
di 14/1 - 15/1, tale apporto compreso tra questi valori permette la completa
combustione della miscela garantendo il massimo rendimento, e quindi
lerogazione della massima potenza, il carburatore deve garantire il corretto
rapporto di miscela a tutti i regimi di rotazione del motore. Altra funzione
importante del carburatore, e quella di permettere la variazione della portata
della miscela variando la sezione del condotto di aspirazione agendo sulla
valvola principale comandata dallacceleratore.

La parte fondamentale del carburatore il condotto principale detto anche


tubo di venturi. Il tubo venturi permette allaria di acquistare una velocit
elevata creando una forte depressione in prossimit del restringimento del
condotto, infatti il tubo di venturi ha la forma interna di due tronchi di cono
uniti nella base minore. Leffetto del tubo di venturi la forte depressione
generata tra diffusore e la vaschetta del carburante favorir il carburante a
miscelarsi con laria, infatti il carburante polverizzato verr investito da un
getto daria ad alta pressione creando appunto una miscela omogenea.

La Carburazione.
Il carburatore ci permette di variare a secondo delle condizioni il valore del
rapporto stechiometrico, il variare di questo rapporto pu appunto essere
magro o grasso, e ci significa:
Miscela Grassa.
Considerando il normale rapporto-aria benzina ottimale, se variamo la
quantit di benzina facendo in modo che sia maggiore rispetto alla quantit

di aria, avremo una miscela pi ricca di benzina (grassa), stessa cosa


otterremo nel caso si diminuisce la quantit d'aria rispetto alla benzina.
Miscela Magra.
Facendo sempre riferimento al rapporto aria-benzina ottimale, se
impoveriamo la quantit di benzina rispetto all'aria avremo una miscela
magra, stessa cosa otterremo nel caso aumentiamo la quantit di aria a
parit di quantit di benzina.
I carburatori sono caratterizzati da tre livelli di carburazione, (carburazione
regime minimo, carburazione medio regime e carburazione alti regimi), infatti
i componenti di taratura che regolano il rapporto aria benzina dipendono
dalla apertura della valvola del gas. Quando il motore al minimo la
depressione generata molto bassa ed insufficiente portare la miscela nel
cilindro, pertanto la benzina viene aspirata da un circuito secondario a valle
del diffusore, aspirandola dal getto del minimo. Per agire sulla carburazione
del minimo e sufficiente regolare la quantit di carburante immessa da tale
getto agendo sulla vite apposita.

I componenti che influenzano la regolazione della carburazione durante il


passaggio ai medi regimi sono il polverizzatore, il getto del massimo e lo
spillo conico, infatti regolando laltezza dello spillo conico andremo a regolare
la sezione interna del polverizzatore, permettendo il passaggio di una
maggiore o minore quantit di carburante. Tale regolazione dello spillo
influenzer la regolazione della carburazione fino ai 3/4 dellapertura della
valvola, superato questa soglia, la regolazione dipender solo dal getto del
massimo.