Sei sulla pagina 1di 11
I MINERALI

I MINERALI

CHE COSA È UN MINERALE
CHE COSA È UN MINERALE
I minerali sono corpi inorganici naturali per lo più solidi di composizione definita variabile. Ogni
I minerali sono corpi inorganici naturali per lo più solidi di composizione definita variabile.
Ogni minerale ha proprietà e caratteristiche costanti.
I minerali possono essere formati da elementi che hanno una composizione definita o da
soluzioni solide con struttura e proprietà omogenee.
In ogni caso ogni minerale ha una formula mineralogica che esprime la sua composizione.
La maggior parte dei minerali si presentano allo stato cristallino; un cristallo è un corpo
solido delimitato da superfici piane ben determinate. Raramente i minerali si presentano
allo stato amorfo.
STRUTTURA CRISTALLINA STRUTTURA AMORFA
STRUTTURA CRISTALLINA
STRUTTURA AMORFA

Un solido amorfo ha una struttura interna disordinata che si riflette nella forma esterna. Talvolta una determinata sostanza può dare origine a minerali sia cristallini sia amorfi. Uno di questi composti è il silice SiO 2 che dà origine al quarzo (forma cristallina) e all’opale (amorfo).

La stessa sostanza può dare origine a cristalli con struttura diversa tra loro. Come ad esempio il carbonio ed il carbonato i calcio. Il primo, il carbonio, nasce come diamante, mentre il secondo come calcite. Un fenomeno che caratterizza i minerali è il polimorfismo in cui una stessa sostanza può esistere in forme diverse.

LA STRUTTURA DEI CRISTALLI

Un cristallo è un corpo solido che presenta una forma esterna delimitata da

facce. Le facce si intersecano lungo gli

spigoli formando angoli costanti per le stesse sostanze. I cristalli possono essere naturali o artificiali, possono essere di dimensioni variabili. Quelli di dimensioni più grandi possono trovarsi geminati regolari o geodi irregolari, in quanto

difficilmente raggiungono la veste

cristallina. Non solo nei cristalli molto grandi ma anche in quelli più piccoli sono presenti facce ben definite, all’interno delle quali il cristallo presenta un insieme di unità interne dette celle elementari.

Minerali che apparentemente sono simili

possono presentare celle differenti in quanto formati da ioni di dimensioni e cariche diversi. Nei minerali formati da celle isomorfe, gli ioni hanno dimensione e carica simile, in questo caso si parla di isomorfismo, un esempio è l’olivine.

gli ioni hanno dimensione e carica simile, in questo caso si parla di isomorfismo , un
gli ioni hanno dimensione e carica simile, in questo caso si parla di isomorfismo , un

LE PROPRIETA’ DEI MINERALI

Le

proprietà

dei

minerali

possono

essere

fisiche,

chimiche

ed

organolettiche.

Tra le proprietà fisiche viene analizzata:

La densità: rapporto tra massa e volume

La durezza: resistenza di un minerale ad un corpo appuntito

Sfaldatura: la facilità del minerale nel rompersi

La frattura: rottura irregolare di un minerale. Le fratture possono

essere dette concoide, terrosa, fibrosa.

Elasticità: proprietà di flettersi deformandosi fino ad un certo livello

Plasticità: proprietà di modificare plasticamente la propria forma

Malleabilità: proprietà di ridursi in lamine sottilissime

Duttilità: proprietà di lasciarsi ridurre in fili

Proprietà ottiche: colore, lucentezza, trasparenza, fluorescenza, angolo di rifrazione

Tra le proprietà organolettiche analizziamo:

L’untuosità: sapore salato o amaro

Le percentuali degli elementi che costituiscono i minerali differiscono a seconda del minerale, anche se presentano gli stessi elementi.

L’ossigeno è il più diffuso ed è quello più significativo nei valori, il carbonio invece ha una percentuale molto bassa. Tra gli elementi di massa rilevante troviamo il silicio, l’alluminio, il ferro, il calcio, il sodio, il potassio ed il

magnesio.

il silicio, l’alluminio, il ferro, il calcio, il sodio, il potassio ed il magnesio. LA COMPOSIZIONE

LA COMPOSIZIONE CHIMICA DEI MINERALI

LA CLASSIFICAZIONE DEI MINERALI

I minerali vengono suddivisi in otto classi. Ogni specie ha una formula mineralogica ed è definita da una struttura cristallina. I composti e le miscele vengono divisi in classi in base al nome dello ione negativo:

Silicati: caratterizzati dal gruppo (SiO 4 ) 4- Ossidi: in cui l’ossigeno è legato ad
Silicati: caratterizzati dal gruppo (SiO 4 ) 4-
Ossidi: in cui l’ossigeno è legato ad un elemento metallico
Solfuri: in cui lo ione negativo è S 2-
Solfati: con l’anione SO 4-
Carbonati: con lo ione carbonato (CO 3 ) 2-
Alogenuri: in cui è presente il cloro o un alogeno
Fosfati: con lo ione fosfato (PO 4 ) 3-

Tra gli elementi nativi sono presenti anche minerali con un solo elemento come l’oro, il carbonio etc

I SILICATI Sono composti da silicio ed ossigeno e contengono uno o più elementi metallici.

I SILICATI

Sono composti da silicio ed ossigeno e contengono uno o più elementi metallici. In tutti i silicati è presente la stessa struttura di base formata da gruppi silicato (SiO 4 ) 4- .

La struttura del silicato è quella tetraedrica,

formata cioè da un atomo di silicio la centro

e da quattro atomi di ossigeno disposti

all’esterno. I tetraedri possono unirsi

formando: legami con ioni metallici come il

ferro ed il sodio o mettendo in comune un

atomo di ossigeno in un vertice.

I tetraedri visto che possono avere quattro

possono trovarsi

contemporaneamente legati a vari elementi, formando strutture ad anello o a piani.

Tra i silicati è incluso anche il quarzo che forma una struttura tridimensionale.

In alcuni silicati l’atomo di silicio centrale è

sostituito da uno di alluminio, questi sono chiamato alluminosilicati.

I

categorie:

Silicati femici, che hanno una bassa percentuale di tetraedri con significativa presenza di ferro e magnesio

due

legami

silicati

possono

essere

suddivisi

in

Silicati sialici, che hanno una elevata

percentuale di tetraedri e spesso contengono alluminio.

essere suddivisi in Silicati sialici , che hanno una elevata percentuale di tetraedri e spesso contengono
LA GENESI DEI MINERALI I minerali possono formarsi sia sulla superficie terrestre che all’interno della

LA GENESI DEI MINERALI

I minerali possono formarsi sia sulla superficie terrestre che all’interno della litosfera con vari processi.

LA GENESI DEI MINERALI

Molti minerali si formano per solidificazione diretta di una massa fusa, il minerale viene a costituirsi quando raggiunge la temperatura di solidificazione che è diversa per ogni minerale.

Altri minerali si formano per precipitazione di sostante disciolte in una soluzione soprassatura, in cui si ha una precipitazione del sale sul fondo dell’acqua. Il deposito che si viene a formare dà vita al minerali.

I minerali possono anche derivare dal processo di sublimazione del vapore, come ad esempio nelle solfatare.

I minerali già formati, possono anche modificarsi ed il minerale prodotto è detto minerale di alterazione.

solfatare. I minerali già formati, possono anche modificarsi ed il minerale prodotto è detto minerale di