Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Ex Provincia
Va via Mario Ortello
al suo posto Lauricella
funzionario regionale
A pagina undici
Il Prefetto visita il cimitero inglese
Rottweiler addenta un uomo
che fnisce in ospedale
E stato necessario il
ricovero allospedale
Cannizzaro per la per-
sona azzannata ieri
mattina da un rottwe-
lier al cumine di un
litigio fra fratelli.
A pagina quattro
POLITICA CALCIO
COMMENTI EDITORIALE
Taccuino
Lassessore Reale
sacrifcato
per la ragione politica
A pagina due
Economia. Ieri il primo incontro a cui ne seguir un altro il 14
Un manifesto funebre,
fatto affggere proprio
alla vigilia della comme-
morazione dei defunti.
A pagina tre
Manifesto
funebre
per lo sport
Oggi viene celebrata la giornata della commemora-
zione dei defunti. Come ieri, anche oggi sono tanti i
siracusani che si recano al cimitero per rendere omag-
gio o solo per apporre un fore alle tombe dei loro cari.
Il sindacato a difesa di tutti gli ex dipendenti
Lavoratori ex Sai 8
Si torna in Prefettura
di Giuseppe Bianca
Ma che ci avranno tanto
da ridere e di gusto i no-
stri parlamentari regionali
(il governatore Crocetta
in primis)? Se qualcuno
ha raccontato loro una
barzelletta tanto di meglio
perch da ridere in que-
sto momento storico della
nostra isola e della nostra
provincia non c da ride-
re proprio nulla.
Non dobbiamo di certo
essere noi a ricordare loro
che dipende dalla Regio-
ne il futuro economico e
sociale della nostra isola.
Non c
niente
da ridere
Il prefetto di Siracusa,
Armando Gradone, ha
ricostituito il tavolo per
affrontare la vicenda dei
lavoratori ex Sai 8. Alla
convocazione dellincon-
tro non hanno risposto
tutti i sindaci interessati:
presenti solo 5 delle 10
citt interessate (cera-
no i sindaci di Solarino e
Floridia - questultimo ha
rappresentato anche il suo
omologo di Pachino - e gli
assessori di Siracusa.
A pagina due
A pagina tre
domenica 2 novembre 2014 anno XXvii n. 253 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
E ancora del tutto in-
certa la presenza oggi in
campo del fantasista del
Siracusa, Mascara.
A pagina quindici
Mascara
in dubbio
per oggi
di Concetto Alota
Bonifche e risanamento
ambientale non trovano ri-
scontri nel territorio indu-
striale siracusano; e, al di
l degli elementi giudiziari
d'ordine civile.
A pagina sei
Quelle
bonifche
cos lontane
Gli appuntamenti
per commemorare
i cari estinti
A pagina quattro
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
Il prefetto di Siracusa,
Armando Gradone, ha
ricostituito il tavolo
per affrontare la vi-
cenda dei lavoratori
ex Sai 8. Alla convo-
cazione dellincontro
non hanno risposto
tutti i sindaci interes-
sati: presenti solo 5
delle 10 citt interes-
sate (cerano i sindaci
di Solarino e Floridia
- questultimo ha rap-
presentato anche il
suo omologo di Pachi-
no - e gli assessori di
Siracusa d Priolo). An-
che i deputati regionali
hanno declinato linvi-
to, eccezione fatta per
Vinciullo e Marziano.
Lincontro stato in-
terlocutorio, visto che
non stato possibile
affrontare la questio-
ne con tutti i soggetti
coinvolti, e pertanto il
tavolo stato aggior-
nato al 14 novembre.
Ci nonostante - af-
ferma il segretario
provinciale della Cgil,
Paolo Zappulla - la
riunione stata utile
per tracciare e condi-
videre un percorso da
proporre agli assenti.
Due sostanzialmente
i piani di intervento:
uno territoriale che
vede protagonisti i sin-
daci e il sindacato, per
trovare una soluzio-
ne occupazionale per
tutti gli ex 150 dipen-
denti, ribadendo cos
lobiettivo principale
che resta quello di as-
sicurare il lavoro. Lal-
tro piano di intervento
coinvolge i deputati
regionali perch chie-
dano la convocazione
di un incontro con il
nuovo assessore regio-
nale allEnergia- che
dovrebbe essere fra i
nominati di marted - a
cui dovrebbero pren-
dere parte i sindaci e il
sindacato, per affron-
tare il tema della legge
sulla ripubblicizzazio-
ne dellacqua e den-
tro quella legge, quali
norme e risorse saran-
no disponibili per la
provincia di Siracusa,
per risolvere la que-
stione idrica.
Questo percorso gi
condiviso da Siracusa
e Solarino, i due comu-
ni che hanno assegnato
il servizio a una socie-
t temporanea - spiega
Zappulla -. A breve
incontreremo la so-
ciet che ha acquisito
lappalto per verifcare
le linee adottate per le
assunzioni e quali le
normative contrattuali
da applicare. Obietti-
vo condiviso che la
legge regionale pos-
sa permettere lacqua
pubblica e contempo-
raneamente dia rispo-
sta di lavoro stabile
agli ex lavoratori. De-
terminante lazione del
prefetto nel sensibiliz-
zare i sindaci in questa
fase in cui occorre la
massima responsabili-
t e impegno da parte
di tutti, perch le fami-
glie dei lavoratori sono
realmente in condizio-
ni drammatiche e van-
no trovate soluzioni in
tempi rapidi.
Ritorna a fare capoli-
no, quindi, la questio-
ne del servizio idrico e
il sindacato che chiede
con insistenza di sal-
vaguardare i posti di
lavoro da parte dei 150
lavoratori ex Sai 8 che
rischiano di rimanere
senza un'occupazione
stabile.
Ex Sai 8
Si ritorna
a discutere
in Prefettura
Niente soldi
Il museo
chiude
la domenica
Situazione SeMPre in evoluzione
CULTURA
Dal museo archeologico di Agri-
gento e Mazara che custodisce il
Satiro a quello di Siracusa. Tanti
siti culturali in vari punti della
Sicilia resteranno chiusi nelle ore
pomeridiane nei festivi, almeno per
i prossimi due mesi. Anche il mu-
seo regionale Paolo Orsi domenica
chiuder i battenti. Non ci sono i
soldi per pagare i dipendenti e allora
la domenica pomeriggio liberi tutti.
Stop alle aperture pomeridiane, non
solo di domenica ma pi in generale
nei giorni festivi. La Regione non
ha infatti pi i fondi per pagare lo
straordinario al personale, che peral-
tro in molti casi ha anche superato
il tetto massimo previsto dei festivi.
Esiste una ragion di Stato che giu-
stifca le scorciatoie dei servizi segreti o
il segreto di Stato anche di fronte a casi
come il disastro aereo di Ustica: esiste
anche una Ragion politica cui si ap-
pellano i politici di professione quando
compiono atti che ben poco hanno a che
vedere con correttezza e saggezza comu-
ne.
Nel caso di cui mi accingo a scrivere,
il buon Crocetta non potendo salvare la
Scilabra, s fatto inventare che i partiti
della maggioranza gli avrebbero impo-
sto, violentando il suo disegno politico,
di mandare a casa tutti gli assessori per
farli tutti nuovi di zecca e tutti tecnici.
Di conseguenza, il buon onorevole Lean-
za patrono di articolo 4 dopo aver dato
prova a Paolo Reale di averlo difeso a ol-
tranza, s andato a creare un nuovo amico
sostituendolo senza battere ciglio.
A fronte della Ragion politica esiste anche
la solidariet politica in nome della quale
Paolo Reale e i suoi amici incluso il sotto-
scritto hanno dato quattro mesi da 8 mila
e 500 voti alla giornalista Giuffrida, candi-
data da Leanza, e facendola quindi eleggere
deputato europeo.
In nome di questa solidariet politica, si sa-
rebbe dovuto spiegare a Reale della impos-
sibilit di resistere sul suo nome, ma poich
esiste una solidariet politica lo stesso Pao-
lo avrebbe dovuto indicare il nome del suo
successore. E nomi non gli mancavano a
partire da Salvo Sorbello, a Massimo Mi-
lazzo. Ma cio sarebbe stato un nome fuori
da ogni discussione in una giunta di tecnici,
quello di Salvatore Giardina uno dei massi-
Lassessore Reale
sacrifcato sullaltare
della ragione politica
mi esperti italiani di agricoltura, tanto che
per oltre dieci anni stato vice presidente
nazionale di Confagricoltura.
Cos non stato; fno a oggi la solidarie-
t politica ha funzionato a binario unico. E
dire che questa provincia aveva diritto a un
surplus di solidariet per il passaggio del
notaio Coltraro ad Articolo 4.
Fatemi togliere un sassolino dalla scarpa:
non appena nominato Paolo Reale assesso-
re allAgricoltura, me ne uscii con un ar-
ticolo su questo giornale parlando proprio
di solidariet politica e di assunzione di
responsabilit politiche: la gente ci ha vo-
tato per rappresentarla l dove si assumono
le decisioni che la riguarda. Noi di progetto
Siracusa abbiamo spalle forti e abbiamo da
difendere gli interessi della gente.
Titta Rizza
Qui sopra, la Prefettura di Siracusa.
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Il Sono al terzo giorno di astinenza dal cibo e francamente pensavo fosse pi
semplice da sopportare. Sono circondato da bottiglie di acqua glucosata ed
integratori salini, ma la forza a darmela la solidariet espressa sia dai diversi
dipendenti provinciali, che da alcuni esponenti di spicco quali lon. Zito del
M5S, i sindacalisti Russo del SILPOL, Latina della CGIL, Altamore della UIL,
Franzutti della CISL. Solidale anche il Comitato infopoint e GPG, che luned
Terzo giorno di sciopero
della fame per i lavoratori Infopoint
Cara politica regionale
Non c nulla da ridere
La Regione deve
dare un segnale
di concretezza e di
strategia per fron-
teggiare la crisi
EDITORIALE. la criSi econoMica Stazioner Per cinque anni
Ma che ci avranno tanto
da ridere e di gusto i no-
stri parlamentari regionali
(il governatore Crocetta in
primis)? Se qualcuno ha
raccontato loro una bar-
zelletta tanto di meglio
perch da ridere in que-
sto momento storico della
nostra isola e della nostra
provincia non c da ridere
proprio nulla.
Non dobbiamo di certo
essere noi a ricordare loro
che dipende dalla Regio-
ne il futuro economico e
sociale della nostra isola.
E per quanto stato fno-
ra fatto non che si siano
gettate basi solide e con-
sistenti. Anzi, tutt'altro.
Appena un anno addietro
si era fatto passare il con-
certo che la soppressione
delle Province regionali di
Sicilia fosse un fatto epo-
cale, in netto anticipo con
quanto avrebbe fatto in se-
guito anche il governo na-
zionale per le altre regioni
non a statuto autonomo.
Le Province sino state can-
cellate ma il risparmio
davvero pochissima cosa.
Aveva ragione lex presi-
dente della Provincia re-
gionale di Siracusa Nicola
Bono, nel gridare ai quattro
venti l'inutilit del provve-
dimento che avrebbe man-
tenuto inalterati i costi del-
le strutture, penalizzando,
invece, il livello politico
che di fatto stato azzera-
to, sostituito da commissa-
ri che nulla possono fare se
non limitarsi allordinario.
Aun anno di distanza e con
un anno di anticipo rispetto
al resto dellItalia, ci vedia-
mo costretti a non sapere
che cosa fare di queste Pro-
vince o dei cosiddetti liberi
consorzi di comuni. Anzi,
i nostri politici non aspet-
tano altro di recepire la
norma che sta passando al
Parlamento nazionale, fa-
cendo della Sicilia lultima
ruota del carro. Confusio-
ne, pressapochismo, marce
indietro, fguracce ecco che
cos il governo regionale
siciliano. Con buona pace
dei loro massi resposabile
e protagonisti che, inve-
ce, se la ridono di gusto
e proprio in un momento
politico cruciale, quello
legato alla discussione e al
voto allAssemblea regio-
nale siciliana sulla mozio-
ne di sfducia al presidente
Crocetta. Evidentemente
Si torna a parlare di Asili nido
e di garanzie occupazionali che
potrebbero non essere estese per
un bando oramai datato come
sottolineato dallassessore alle
Politiche sociali Liddo Schiavo.
Ma non affatto vero che non si
pu far nulla per dare garanzie di
occupazione alle dipendenti degli
asili nido ha sottolineato il se-
gretario provinciale Uil Funzione
pubblica Gesualda Altamore -,
Dipendenti deboli non sono tutelati
la Segretaria della FP della uil, gaSualda altaMore
In foto, Marziano, Sorbello e Crocetta.
T A C C U I N O
presenzier davanti i cancelli del Palazzo di Giustizia e successivamente
davanti alla Prefettura. Marted, invece dovrebbe aggiungersi al mio
sciopero un altro collega, informatore chiave del processo in corso,
per non ancora ascoltato dal Giudice A. Gugliemino. Continuer a
scioperare, ma anche a lavorare regolarmente in questi otto giorni (da
gioved scorso a gioved prossimo, per come dispone il proprio Diri-
gente), poi, dopo un passaggio in Procura, mi accamper nel cortile
della Provincia per sei giorni consecutivi, corrispondenti al tempo libero
che sempre la stessa disposizione di servizio mi concede ciclicamente.
Alberto Scuderi
la verit che questa ammini-
strazione comunale ha scelto di
non tutelare dipendenti deboli,
che, incolpevoli, sono in mezzo
ad una evidente prova musco-
lare tutta interna alla politica.
Da aprile ripetiamo che solo le
clausole sociali scaturenti da un
protocollo dintesa tra Comune,
organizzazioni sindacali e datori
di lavoro avrebbe potuto salvare
le lavoratrici del settore, in una
citt nella quale la disoccupa-
zione femminile veleggia verso
percentuali da paura. Bene, ave-
te scelto di ignorarci.
Secondo il segretario Uil Fpl,
inoltre, ci sarebbero poi delle in-
congruenze nel bando sugli asili
nido in questione.
Avete scelto di non citare nel
bando aggiunge Altamore -,
cosa che nessuna legge vi vieta,
le procedure previste nel Con-
si erano fatti bene i calcoli
e giudicato quel tentativo
davvero maldestro.
Ma a donna Peppina, a ma-
stro Pippo non importa un
fco secco delle beghe di
partito, delle lotte per le
poltrone. Alla gente comu-
ne, che ogni quattro anni
viene scomodata per recarsi
alle urne per votare i nostri
e i loro rapresentanti, serve
sapere quale strategia mette
in atto la Regione per fare
fronte alla crisi economica.
Quali le iniziative per col-
mare il pi possibile le lacu-
ne della disoccupazione che
ha raggiunto limiti ormai
insostenibili.
Basta leggere il rapporto Ip-
sos-Acri per rendersi conto
che gli italiani e a maggior
ragione i siciliani sono sco-
raggiati e intuiscono che da
qui ai prossimi cinque anni
non ci sar che lacrime e
sangue e che la crisi sol-
tanto allinizio del tunnel.
Bene, sapendo che ci sono
cos tanti problemi che la
sabbia del mare in confron-
to un granello, sarebbe
opportuno che enti impor-
tanti come la Regione Sici-
lia cominciassero a lavorare
sul serio. La nostra politica
cominciasse a riprendersi il
ruolo che le compete e co-
minci a legiferare in manie-
ra corretta e consona ai tem-
pi. Serve fnanziare progetti
esecutivi, serve dare nuova
linfa agli investimenti, ser-
ve essere davvero compe-
titivi sui mercati. Cosa che
fno ad oggi la Sicilia non
garantisce.
Giuseppe Bianca
tratto nazionale del lavoro di settore per i
cambi gestione. E avete scelto di mettere
le lavoratrici (spesso uniche lavoratrici in
famiglia) sullo stesso piano di una gene-
rica Corrispondenza del progetto con le
esigenze del territorio che n lassesso-
re Schiavo, n il dirigente comunale del
settore stato in grado di spiegare, n nel
bando n negli incontri avuti in merito.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
CRONACA
Siracusa
Rottweiler
addenta
un uomo
che fnisce
in ospedale
Una discussione fn
troppo animata fra fra-
telli, che sfocia nel li-
tigio, scatena la rabbia
del cane di uno dei due
che si avventa e azzan-
na il polpaccio delluo-
mo. Il rottweiler ha
lacerato il muscolo
della gamba ed stato
necessario il ricovero
allospedale Cannizza-
ro. Lepisodio avve-
nuto questa mattina in
una pescheria di viale
Zecchino a Siracusa.
Secondo una prima
dinamica, eseguita dai
poliziotti delle unit
Volanti della Questura
di Siracusa intervenuti
a seguito della segnala-
zione dellaggressione,
i due fratelli si erano
incontrati in pesche-
ria e tra i due sarebbe
scattato un diverbio dai
toni accesi. Ad un certo
punto, il cane ha reagi-
to per difendere il suo
padrone, addentando
al polpaccio il malca-
pitato. Sanguinante, la
vittima stata traspor-
tata al pronto soccorso
dellospedale Umberto
primo dove i sanitari
lo hanno visitato di-
sponendone il trasfe-
rimento allospedale
Cannizzaro di Catania
dove luomo si trova
ricoverato con una pro-
gnosi di trenta giorni.
Sul luogo dellaggres-
sione sono giunti an-
che gli agenti di polizia
municipale, che hanno
applicato le prescrizio-
ni del caso al proprieta-
rio del cane, adesso in
stato di osservazione.
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Oggi viene celebrata la
giornata della comme-
morazione dei defunti.
Come ieri, anche oggi
sono tanti i siracusani
che si recano al cimitero
per rendere omaggio o
solo per apporre un fore
alle tombe dei loro cari
estinti. Gi ieri sono sta-
te migliaia le persone che
si sono recate al campo
santo.
Ieri sono stati migliaia
i siracusani che, appro-
fttando della bella gior-
nata, si sono recati al ci-
mitero per porre un fore
alla tomba dei loro cari
estinti. Pulizie straordi-
narie da parte di squadre
che hanno raccolto fori
rinsecchiti e altri rifuti,
proprio per rendere il ci-
mitero il pi accogliente
possibile in vista della
giornata odierna. Mol-
te le persone che hanno
aperto le cappelle ed han-
no trascorso buona parte
della giornata vicino ai
loro cari.
Questa mattina, come
detta ormai la tradizione,
il prefetto di Siracusa,
Armando Gradone, e il
sindaco hanno anche loro
reso omaggio ai defunti.
E stata dapprima depo-
In foto, il cimitero di Siracusa.
La commemorazione
defunti in primo piano
La bella giornata ha incoraggiato parecchi
siracusani a recarsi a fare visita ai cari estinti
il PreFetto e il Sindaco in viSita oggi al ciMitero
sta una corona al cimite-
ro di guerra inglese, dove
giacciono i militari an-
glo-americani e canadesi
periti durante le opera-
zioni di sbarco nel luglio
1943 in terra di Sicilia.
Altro momento toccan-
te quanto tradizionale
stato quello della Mes-
sa presso la cappella del
Cimitero comunale in
ricordo dei Caduti. Il pri-
mo cittadino si anche
recato presso le tombe
degli illustri siracusani,
per rendere loro il dovuto
omaggio.
Intanto, tutto pronto per
i rituali festeggiamen-
ti legati al 4 novembre,
giornata dellUnit Na-
zionale e delle Forze Ar-
mate, che si svolgeranno
nel Capoluogo.
Alle ore 11.30, sar de-
posta una corona dallo-
ro presso il Pantheon da
parte del prefetto e del
sindaco Garozzo; segui-
r alle ore 12, al Castello
Maniace, la Cerimonia
Militare con la presen-
za del massimo rappre-
sentante del governo in
provincia di Siracusa e
dallAmmiraglio Rober-
to Camerini, Comandan-
te del Presidio Militare di
Augusta.
Nella circostanza verran-
no consegnate le onori-
fcenze dellOrdine Al
Merito della Repubblica
Italiana.
Stabile landamento
dei prezzi al consumo
La Commissione Prezzi al consu-
mo del Comune di Siracusa, presie-
duta dallassessore Antonio Grasso,
nel corso della sua riunione mensile
ha rilevato, per il mese di ottobre, che
lindice congiunturale dei prezzi al
consumo si attestato allo 0, mentre
lindice tendenziale generale si atte-
stato al +1% rispetto allo stesso mese
dellanno precedente . Le divisioni di
spesa che registrano una variazione in
pi del tasso congiunturale rispetto al
mese precedente sono: abbigliamento
e calzature 0,2; mobili per la casa 0,1;
abitazione, acqua, elettricit, combu-
stibili 0,9; servizi sanitari e spese per
lo ha rilevato la SPeciFica coMMiSSione
Augusta
Reportage
di National
Geographic
La battaglia,
la denuncia e la
proposta por-
tate avanti in
questo 2014 dal
movimento di
Fratelli d'Italia
per Augusta nel
reportage sull'im-
migrazione in
Italia a cura del
National Geo-
graphic Magazi-
ne. In particolare,
negli ultimi tre
paragraf titolati
"The high cost of
rescues", "The
business of altru-
ism", "What's to
be done?". Rin-
graziamo il gior-
nalista statuniten-
se Jeffrey Tayler
per l'attenzione e
la professionalit
dedicate alla no-
stra comunit cit-
tadina, prossima
al riscatto, su uno
dei magazine pi
letti al mondo.
La pubblicazione
arriva, per una
lieta coincidenza,
nel momento in
cui il governo
italiano annuncia
la dismissione
dell'operazione
Mare Nostrum e
la prefettura di
Siracusa dispone
la chiusura del
centro per immi-
grati irregolari di
Augusta. Un epi-
logo a conferma
che i cittadini che
hanno creduto in
una battaglia che
sembrava scomo-
da e impossibile
hanno vinto, su
tutto il fronte.
Al fanco delle imprese
agricole e turistiche
Marted
presso la
Camera di
Commercio
di Siracusa,
un incontro
alla quale
ci saranno,
ICE, il Ce-
ris, i Sistemi
di Sviluppo
E necessario
rafforzare il siste-
ma di aggregazione
mettendo insieme le
Aziende, sia della
fliera Agroalimenta-
re sia del Turismo, i
Sistemi di Sviluppo
Locali e le Struttu-
re della Ricerca e
del l Innovazi one,
per dare corpo e raf-
forzare quel Sistema
Sicilia che produce
offerte integrate di
sviluppo da collocare
nei mercati interna-
zionali.
quanto dichiarato
dal Vice Presidente
di AnciSicilia, Paolo
Amenta, sindaco di
Canicattini Bagni,
e responsabile delle
Politiche Sociali e di
Sviluppo dellAsso-
ciazione dei Comuni
Siciliani, in occasio-
ne dellincontro di
Marted 4 Novembre
alle ore 10,00 presso
la Camera di Com-
mercio di Siracusa,
in via Duca degli
Abruzzi, n 4, alla
quale prenderanno
parte, assieme ad
AnciSicilia, ICE, lI-
stituto del Commer-
cio Estero, il Ceris-
CNR, i Sistemi di
Sviluppo Locali (Gal
Agenzie ecc.) e le
Aziende della fliera
dellAgroalimentare
e del Turismo.
Il nostro, grazie alla
disponibilit di ICE
e il CNR continua
il Vice Presidente
di AnciSicilia il
tentativo, a mio giu-
dizio necessario, di
interfacciare i sog-
getti protagonisti
dello sviluppo del
territorio, ovvero le
Aziende produttrici,
in particolare dellA-
groalimentare e del
Turismo, che sono
le fliere di forza del-
la Sicilia, con quelle
strutture che in questi
anni hanno provato a
segnare percorsi lo-
cali di sviluppo inte-
grato, come i Gal e le
Agenzie, ed i sogget-
ti specializzati nella
ricerca dei mercati
come lIstituto per il
Commercio Estero,
con il supporto in-
novativo di Centri di
ricerca come il CNR,
per sostenere le Im-
prese. Lobiettivo
deve essere quello di
mettere insieme tutte
le energie per un pa-
niere di offerte inte-
grate interterritoriali,
quello che chiamo
Sistema Sicilia, da
commercializzare in
maniera organica in
quel sistema di in-
ternazionalizzazione
che guarda con inte-
resse alle produzioni
di qualit e alla stra-
ordinaria bellezza dei
luoghi della nostra
Isola.
In foto, la Camera
di Commercio.
Un manifesto
funebre
per lo sport
lha aFFiSSo il conSigliere coMunale Salvo caStagnino
Un manifesto
funebre, fatto af-
fggere proprio
alla vigilia della
commemorazi o-
ne dei defunti, per
protestare contro i
tagli al bilancio e
soprattutto al capi-
tolo delle attivit
sportive del Co-
mune di Siracusa.
La singolare ini-
ziativa stata fat-
ta dal consigliere
comunale del Nuo-
vo Centro Destra,
Salvo Castagnino, il
quale ieri mattina ha
tappezzato la citt di
questo manifesto fu-
nebre.
Il bilancio comu-
nale - spiega Casta-
gnino - approvato
dall'assessore allo
sport, prevede zero
euro per gli impian-
ti. l'atto che uccide
lo sport per mano di
chi dovrebbe rilan-
ciarlo.
Castagnino aveva
anticipato liniziati-
va allassessore co-
munale allo Sport,
Maria Grazia Cavar-
ra.
Per tutta risposta, il
sindaco Garozzo ha
replicato a Castagni-
no che i fondi non
destinati questanno
allo sport, saranno
previsti per il pros-
simo anno in misu-
ra anche maggiore.
Non questa la ri-
sposta che mi aspet-
tavo - dice Castagni-
no . anche perch i
problemi sorgono
oggi e lanno pros-
simo potrebbero es-
sere ormai irrisolvi-
bili.
la salute 0.1; comunicazioni 0.3%;
ricreazione, spettacoli e cultura 0,2;
istruzione 1.1. Per queste divisioni
di spesa, la variazione congiunturale
si attesta allo zero: prodotti alimen-
tari e bevande analcoliche; bevande
alcoliche e tabacchi; servizi ricettivi
e di ristorazione; altri beni e servizi.
Le variazioni del tasso congiuntu-
rale negativo riguardano le seguenti
divisioni di spesa: trasporti 0.7.
Le rilevazioni sono state effettuate
secondo le disposizioni e le norme
tecniche stabilite dallISTAT, e ap-
provate dalla Commissione Comu-
nale di controllo dei prezzi.
In foto, il manifesto funebre sullo sport a Siracusa.
di Concetto Alota
QuBonifche e risana-
mento ambientale non
trovano riscontri nel
territorio industriale si-
racusano; e, al di l de-
gli elementi giudiziari
d'ordine civili, messi in
campo dagli industriali
su chi , oppure non
obbligato a pagare il
costo del risanamento
dell'Ambiente in tutto
il territorio inquinato
da mezzo secolo d'in-
trallazzi e di connubi,
la questione sta assu-
mendo i toni dell'al-
larme per la salute
pubblica dei cittadini
interessati, cos col-
piti in maniera diretta
dall'inquinamento dei
rifuti stoccati in malo
modo nelle discariche,
autorizzate e o abusive,
disseminate in lungo
e in largo nei territo-
ri a ridosso della zona
industriale, ma anche
e sopratutto dei paesi
viciniori, Villasmundo,
Lentini, Augusta, Me-
lilli, Priolo; inoltre, nei
fondali del mare nella
rada di Augusta giac-
ciono rifuti inquinan-
ti pericolosissimi che
rimangono attivi fno
alla loro rimozione to-
tale.
Per i magistrati della
procura di Caltanis-
setta sull'inchiesta dei
rifuti nel territorio
nissseno e svolta dai
carabinieri del nucleo
operativo ecologico, ci
sarebbe un pericolo re-
ale per la salute dei cit-
tadini vista la presenza
nelle miniere dismes-
se da ventisei anni, di
vecchi capannoni in
cemento-amianto che
in parte sono crollati e,
quindi le polveri, origi-
nate in grande quantit,
dallo sfaldamento del
materiale sono traspor-
tate dal vento e dall'ac-
qua e tanti altri rifuti
dappertutto, con il so-
spetto che potrebbero
essere causa-effetto
per le tante patologie
tumorali che hanno
colpito gli abitanti de-
gli agglomerati urbani
e dei paesini viciniori
alle miniere abbando-
nate. Nel corso della
conferenza stampa in
cui i p.m. hanno illu-
strato nei giorni scorsi
i particolari dell'in-
dagine, il procuratore
capo, hanno sottoli-
neato che dal 1999 la
responsabilit del man-
tenimento del sito era
affdata alla Regione
Sicilia, ma l'ente non
sarebbe intervenuto in
maniera adeguata. La
Regione adesso sta-
ta incaricata, a seguito
Quelle bonifche
tanto lontane...
del provvedimento del
Gip, di procedere alla
bonifca e alla messa
in sicurezza dell'inte-
ra area. Tutta l'intera
faccenda davvero
sfuggita di mano alle
autorit competenti,
mentre la magistratu-
ra amministrativa, il
CGA, aveva disposto,
sotto forma pi di mera
precauzione che di for-
mula dispositiva, che,
la rimozione dei veleni
dai fondali del mare
all'interno della rada di
Augusta potrebbe es-
sere una cura peggiore
dello stesso male, e an-
cora laggi depositati
da oltre mezzo secolo
e insistenti per il si-
nistro pericolo degli
esseri umani; ma per
la peculiarit del mate-
riale velenoso trattato,
lo stesso continuer
ad agire in ogni modo
e in ogni maniera bat-
teriologicamente con-
tro ogni forma di vita,
compresa quella della
popolazione residente
che deve va per legge
salvaguardata, insieme
all'Ambiente circo-
stante intossicato dai
veleni industriali.
Si parla ormai da tanti
anni del risanamen-
to industriali nel SIN,
Sito Interesse Naziona-
le, denominato "Priolo
Gargallo", quindi fa-
cile riformulare il cat-
tivo e vecchio pensiero
che si tratta certamente
di un connubio legato
a doppio flo tra la po-
litica e le lobby della
chimica e della raffna-
zione. Il Sito d'Interes-
se Nazionale di Priolo
Gargallo, istituito con
la legge 426/98, peri-
metrato con decreto del
10 gennaio del 2000,
formato da circa 5800
ettari sulla terra ferma
e di circa 10,000 ettari
a mare; esteso per tutto
il tratto della costa sud
orientale della Sici-
lia per circa 30 km da
Augusta, Priolo, Melil-
li e Siracusa; l sotterra-
ti nel terreno e nei fon-
dali marini sono tanti i
metalli pericolosi che
hanno contaminato tut-
to il territorio nel tem-
po, mare e terra, sono
l'amianto e la pirite in
quantit elevatissima,
idrocarburi, inquinanti
da petrolio, metalli pe-
santi, come mercurio e
piombo che si sono dif-
fuse lungo la costa. Le
acque superfciali del
mare sono contaminate
da sostanze organiche e
i veleni scaricate han-
no creato la maggiore
criticit, mentre i sedi-
menti hanno invaso uno
strato di sostanze vele-
nose dei fondali marini.
Le acque di falda sono
inondate di cloruri e
di benzene, gasolio e
benzina fniti nel ciclo
alimentare di uomini,
animali e in agricoltu-
ra. L'emissione di gas
velenosi nell'aria ha
sempre rappresentato
un grosso problema per
le popolazioni dei pa-
esi del Petrolchimico,
con il sospetto di aver
moltiplicato senza fne
le malattie respiratorie,
mentre i metalli pesan-
ti, come il mercurio
stanza si parl anche
d'investimenti, di de-
naro necessario per far
fronte alle bonifche. Il
fabbisogno comples-
sivo stimato all'epoca,
ora certamente au-
mentato, ammontava a
circa 775.000.000,00
euro, suddivise: euro
200.000.000,00 cir-
ca per gli interventi di
messa in sicurezza e
bonifca di falda; euro
450.000.000,00 circa
per le attivit di boni-
fca all'interno della
rada di Augusta; euro
41.000.000,00 circa
per la bonifca dell'a-
rea marina esterna
della rada di Augusta
e antistante al sito in-
dustriale di Priolo;
euro 78.500.000,00
circa per gli interventi
da realizzare sull'area
del porto di Siracusa;
euro 2.000.000,00 per
interventi di riquali-
fcazione ambientale
della struttura dema-
niale ex-lazzaretto;
euro 2.000.000,00 per
attivit di valutazio-
ne epidemiologica;
2.500.000,00 per l'atti-
vit di monitoraggio e
controllo. Un vincolo
di fnanziamento pro-
veniente dalla Regione
Sicilia, e altre risorse
da parte del Ministero
dell'Ambiente, sono
stati elargiti ai territori
attraverso gli uffci pe-
riferici, ma da Palermo
i dirigenti della Regio-
ne hanno dichiarato di
non aver mai ricevuto
nessun rapporto di spe-
sa. Agli effetti pratici, il
pensiero per il pericolo
della salute pubblica
pi che valido e va ol-
tre ogni interesse delle
parti. E come per le
miniere di Caltanisset-
ta i presupposti per una
verifca giudiziaria ci
sono e come. Occorre
entrare nella logica che
si potrebbe trattare di
un'emergenza sanitaria
e non di una questione
di codice civile, di sem-
plici danni causati e da
risarcire; i fatti raccon-
tano una storia a mezza
testa, dove l'altra parte
non vuole riconoscere
il pericolo per la popo-
lazione residente con il
sospetto di essere a sua
volta contaminata dai
veleni delle industrie.
Occorre, oggi pi che
mai, un atto di corag-
gio, rifessione e un
momento d'orgoglio da
parte delle autorit pre-
poste e della classe po-
litica, senza per sca-
dere nel qualunquismo,
o peggio ancora, nella
strumentalizzazione e
nella demagogia poli-
tica .
e il piombo, sono la
causa prevalente delle
malformazioni nella
popolazione, entrata
in contatto con i vele-
ni, attraverso la catena
alimentare, come risul-
tate dalle varie perizie
in tal senso in seno
all'inchiesta della Pro-
cura della Repubblica
di Siracusa denomina-
ta, "Mare Rosso". L'a-
mianto, sparso in tutto
il territorio, ancora
tanto; stata compiu-
ta una parziale messa
in sicurezza ad opera
di alcune aziende, ma
le bonifche serie non
sono mai cominciate.
Stessa cosa per le cene-
re di pirite. La ditta ap-
paltatrice dei lavori so-
spese le operazioni di
bonifca per l'avvenuta
nuova classifcazione
del rifuto. Le ceneri di
pirite sono spinte dal
vento fn sopra la testa
dei bagnanti e dai venti
in quota dentro le case
degli abitanti di Priolo,
Augusta, Melilli, Citt
Giardino, Belvedere
e Siracusa nord. Studi
di fattibilit elaborati
dalle diverse aziende
della zona industriale
siracusana, sono ancora
al vaglio delle autorit
competenti sia a mare,
sia a terra. Una piccola
parte dei siti a terra e in
territori privati furono
a suo tempo bonifca-
te da alcune aziende,
mentre i progetti di
bonifca presentati e
approvati sono ancora
una piccola parte. So-
stanzialmente, la situa-
zione molto grave. Di
vera e propria bonifca
non si parla pi seria-
mente, e il problema
sempre trattato con
i guanti bianchi, in
eleganti convegni e
la diffusione di cifre,
percentuali, documenti
con studi e proposte,
ma tante, troppe, chiac-
chiere sono ormai a
iosa. La beffa delle bef-
fe, rimane il vecchio
impianto Cloro Soda,
da dove il micidiale
mercurio arrivato
dalla rada di Augusta
lungo il litorale fno a
oltre il mare azzurro
dell'Isola di Ortigia, ol-
tre a inquinare l'intero
territorio industriale.
Allo stato attuale non ci
sono norme legislative
che possono obbligare
le aziende responsabili
di quell'inquinamento
a bonifcare a proprie
spese i danni all'Am-
biente, sia a mare, sia a
terra. Nelle Conferenze
dei Servizi del 6 marzo
2008 e del 18 giugno
del 2008, i parteci-
panti presero atto dei
risultati preoccupanti
della caratterizzazione,
che evidenziavano una
contaminazione da me-
talli pesanti, arsenico,
piombo, rame, zinco,
mercurio e idrocarburi
policiclici aromatici,
e contaminazione di
origine fecale lungo la
fascia costiera, con la
presenza di miceti ri-
scontrati nei campioni
prelevati nelle vicinan-
ze degli arenili, dove la
gente s'immerge d'esta-
te per il turno estivo dei
bagni. In quella circo-
Come per
le miniere
di Caltanis-
setta i pre-
supposti per
una verifca
giudiziaria ci
sono e come.
Occorre en-
trare nella
logica che si
potrebbe trat-
tare di un'e-
mergenza
sanitaria
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
Thapsos con il carico
di cenere di pirite.
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Laffaire dei rifuti
destinati al Nord
e primancora al Sud
a ProPoSito dellinchieSta della Procura di breScia
Rifuti tossici dallAu-
stralia, dalla Slovenia e
dagli altri paesi dellEst,
fniti tutti in Lombardia.
Arrivano in container ma
anche su rotaie, quelle del-
le linee semi dismesse dei
distretti industriali. I rifuti
dallAustralia arrivava-
no in container trasportati
con delle navi attraverso
lOceano Indiano e il ca-
nale di Suez. Si tratta pre-
valentemente di carichi di
ceneri e scarti di demoli-
zione con concentrazioni
di cianuri, fuoruri e bau-
xite. Un carico arrivato a
Porto Marghera e fnito nel
bresciano fu individuato e
sequestrato, ma s'indaga
su altri possibili carichi e
rotte. Lo rivela il procu-
ratore generale di Brescia
Pier Luigi Maria DellOs-
so che aggiunge: Viag-
giano in cargo o di notte
sui vagoni. Il distretto
bresciano e quel contiguo
milanese il punto di rife-
rimento di tutto il traffco
di rifuti di ogni tipo e di
ogni genere che si spo-
stato da Sud a Nord.. Le
associazioni ambientaliste
parlano di oltre trenta mi-
lioni di tonnellate di scorie
accumulate sul territorio
bresciano dal dopoguerra
a oggi. Secondo i nostri
studi spiega lo storico
ambientalista bresciano
Marino Ruzzenenti - a pie-
no regime da queste parti
si producono anche fno a
un milione di tonnellate di
scorie l'anno.
La pattumiera dEuropa e
non solo, si spostata dalla
Terra dei Fuochi al Nord.
Anzi, i veleni industriali
sporto dei rifuti tossici in
Lombardia si preferiscono
i treni essendoci una rete
ferroviaria molto ftta che
attraversa il distretto in-
dustriale: Sono utilizza-
te le linee poco usate ma
ancora attive. I controlli
sono poco effcaci perch
possono avvenire solo in
entrata o in uscita dalle
stazioni e di notte c un
via vai di vagoni carichi di
rifuti tossici. Larea delle
discariche di Montichiari
impressionante: un pae-
se fatto di crateri e colline
di scorie. Tutto intorno ci
sono campi coltivati, esat-
tamente come nella terra
dei fuochi. Negli anni
Novanta i liquami indu-
striali erano spacciati ad-
dirittura per ammendanti
agricoli spiega il coman-
dante del corpo forestale di
Bergamo Rinaldo Mangili
- Le autobotti, approfttan-
do della pioggia aprivano i
bocchettoni lungo le strade
e spargevano via i liquami
che fnivano nei campi col-
tivati.
Anche in questa zona
lincidenza dei tumori
molto alta anche se (come
in Campania fno a poco
tempo fa) non stata mai
fatta un'indagine epide-
miologica specifca sul
territorio. Noi avevamo
chiesto proprio questo alle
istituzioni sanitarie pubbli-
che chiarisce Ruzzenenti
- unindagine epidemiolo-
gica e anche unindagine
dellArpa per vedere in
che stato la falda acqui-
fera perch siamo in una
zona in cui molto alta e
sopratutto molto fragile.
Abbiamo fatto questa ri-
chiesta anche perch lA-
zienda sanitaria locale e
lArpa di Mantova hanno
fatto unindagine sul ter-
ritorio immediatamente a
valle di Montichiari.
Anche il procuratore
DellOsso si sofferma sui
rischi per la salute dei cit-
tadini: Senza voler fare
inutili allarmismi chiaro
che se un territorio in-
quinato c un rischio per
la salute della gente. Basta
pensare ai dati che riguar-
dano la citt di Brescia
dove sono stati individua-
ti ben sette siti critici per
scorie radioattive. Ci sono
inoltre delle rilevazioni di
cromo esavalente che sap-
piamo, essere nocivo per
la salute.
Il riferimento per il pas-
sato anche indirizzato al
territorio siracusano, dove
migliaia di tonnellate di ri-
futi tossici e nocivi, ospe-
dalieri, speciali e di natura
industriale furono interrate
e stoccati nelle cave di pie-
tra dismesse, abbandonate
e disseminate nei territori
del triangolo industriale
siracusano dei comuni di
Priolo, Melilli, Villasmun-
do, Augusta, Lentini e Car-
lentini. I carabinieri sco-
prirono e sorpresero negli
Anni Novanta e tante volte
uomini che scaricavano
dai camion direttamente
nelle cave di Lentini rifu-
ti tossici di natura sanita-
ria provenienti da mezza
Italia, con quantit abba-
stanza signifcative, di cui
anche proprio dalla ricca
Lombardia, ma anche pro-
venienti da altre localit
sia italiane sia estere.
C.A.
arrivati nel casertano e nel
napoletano venivano gi
dagli anni 70, 80 e 90,
sversati anche nei distret-
ti settentrionali, in un'area
che parte dal milanese, at-
traversa Bergamo, si spin-
ge fno a Brescia e fnisce
fno in Emilia Romagna.
Analizzare il fenomeno
dello smaltimento illecito
dei rifuti tra la Lombar-
dia e lEmilia Romagna,
il procuratore generale
della Corte dAppello di
Brescia Pier Luigi Maria
DellOsso che fno allan-
no scorso era il procura-
tore nazionale antimafa
aggiunto, ha voluto che un
pool di magistrati si oc-
cupasse dei reati connessi
allo smaltimento illegale
dei rifuti. Le inchieste
aperte che riguardano pre-
valentemente la zona di
Montichiari sono ormai
decine e adesso in corso
una serie di approfondi-
menti investigativi affda-
ti al corpo forestale dello
Stato, su alcune aziende
che gestiscono discariche
nella zona.
Il 50% della metallur-
gia nazionale da rottame,
cosiddetta metallurgia se-
condaria concentrata in
questa provincia. - spiega
Ruzzenenti - Lo smalti-
mento di queste scorie,
fno agli anni Ottanta non
era assolutamente regola-
mentato si entrava con un
camion nella fabbrica, si
prendevano i fanghi e le
scorie e poi la prima buca
che s'incontrava si butta-
vano l. La verit che non
si sapeva dove metterle e
allora un po sono fnite
dai nostri amici campani
e molto altro fnito qui
sul territorio. Qui cam-
biato il paesaggio. Questa
era una zona pianeggiante
diventata una zona colli-
nare: le colline sono deter-
minate da queste enormi
discariche. Quelle cono-
sciute sono dodici.
Il pericolo arriva anche
dallestero: una serie di
indagini hanno portato gli
inquirenti a individuare un
traffco di rifuti dallAu-
stralia, dalla Slovenia e
dai Paesi dellEst diretto
nel distretto bresciano.
Un traffco che avveni-
va attraverso una serie di
triangolazioni societarie,
cartiere e un giro di false
fatturazioni. Questo av-
viene perch chiaramente
il problema dei rifuti un
problema per tutti i paesi
spiega DellOsso - il fatto
che il territorio bresciano
abbia una grossa esperien-
za di cui faremo volentieri
a meno, e un'articolazione
territoriale di discariche
lecite e illecite, fa s che
diventi un territorio par-
ticolarmente appetibile.
Infatti, pu essere compe-
titivo dal punto di vista dei
costi perch una realt
di grandissima estensione
ed evidentemente ha an-
che un'organizzazione che
rende pi sicure le consor-
terie criminali mafose che
operano in questo settore.
Un settore che un vero
business e su cui anche la
nuova ndrangheta, quel-
la di ultima generazione
capace di infltrarsi nel
mondo economico e f-
nanziario, vuole mettere
le mani. Il procuratore
svela inoltre che per il tra-
In foto, rifuti pericolosi.
La nave Borsini della Marina militare
e una motovedetta della Guardia costiera
hanno sbarcato ad Augusta 151 immigrati.
Gli stranieri sono stati soccorsi ieri al largo
di Portopalo di Capo Passero.
Sbarcati 151
immigrati
ad Augusta
Sono Stati SoccorSi ieri a largo delle coSte di PortoPalo di caPoPaSSero
Intanto, venerd, il ministro dell'Interno
Angelino Alfano ha annunciato la fne dell'o-
perazione Mare Nostrum e l'inizio di Triton,
la nuova operazione europea che sostituir
la sorveglianza e il soccorso al largo delle
coste italiane. In questa prima fase in realt
la Marina continuer immutato il suo lavoro
con una grande nave a Lampedusa e un pat-
tugliamento di tre navi pi piccole, mentre
attualmente vengono usate cinque grandi
navi. L'operazione Triton coster 3 milioni
di euro al mese, totalmente a carico dell'a-
genzia Frontex fnanziata da fondi europei,
a differenza di Mare Nostrum. Sopra, sbarco migranti.
PROSSIMA INSERZIONE:
05/11/2014
LeASTE GIUDIZIARIE saranno inseritedalladatadi pubbli-
cazione del bando fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
TRIBUNALE DI SIRACUSA
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 9 ASTE GIUDIZIARIE
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
concordato Preventivo n. 5/13 r. conc. Prev.
Si rende noto che giorno 17/12/14, ore 12.00, presso il proprio studio
sito a Siracusa nel viale Santa Panagia 136/n, lavv. giuseppe librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e se del caso
allaggiudicazione, dei seguenti beni:
LOTTI 1 e 2: box auto siti a Siracusa con accesso da via Carlo Forlanini
2/L e da via necropoli Grotticelle 25/P, piano cantinato, interni 35 e 64,
estesi mq. 21 e 25 ca., cat. c/6; in catasto Fg. 29 p.lla 58 sub 88 e sub
117. Prezzo base dasta 16.000,00 ed 19.000,00 (al netto dei costi
meglio indicati in perizia per il rilascio del certifcato di abitabilit).
Minima offerta in aumento 1.000,00. LoTTo 3: locale destinato a
magazzino sito a Priolo Gargallo con accesso dalla via brenta 44/46,
piano seminterrato, esteso mq. 117 ca., cat. c/2; in catasto Fg. 79 p.lla
582 sub 10. Prezzo base dasta 67.000,00. minima offerta in aumento
5.000,00. LOTTO 4: lotto di terreno (progetto costruttivo approvato
secondo le specifche meglio descritte in perizia) esteso mq. 1.536 ca.
risultante dalla demolizione di un fabbricato gi censito nel c.d.F. del
comune di Siracusa al foglio 30, p.lla 71, insistente sulla particella censita
al c.d.T. nel foglio 30, p.lla 71 (ente urbano), ricadente in zona omogenea
b4b del vigente P.r.G.. Prezzo base dasta 757.000,00. minima offerta
in aumento 15.000,00. LoTTo 5: appartamento sito a Siracusa in via
archia 45 / via eumelo 73/e, piano 3, vani 4, esteso mq. 47 ca., cat. a/2; in
catasto Fg. 45 p.lla 1427 sub 28. Prezzo base dasta 166.000,00. minima
offerta in aumento 10.000,00. LOTTO 6: box auto sito a Siracusa in via
archia 45 / via eumelo 73/e, esteso mq. 22 ca., cat. c/6; in catasto Fg.
45 p.lla 1427 sub 11. Prezzo base dasta 35.000,00. minima offerta in
aumento 2.000,00. LOTTI 7-8-9: appartamenti destinato ad uffcio sito
a Siracusa nel viale Tica 160-162, cat. a\10: a) piano 1, vani 4, esteso
mq. 77 ca. con terrazza di pertinenza estesa mq. 115 ca.; in catasto Fg.
33 p.lla 2792 sub 48. Prezzo base dasta 282.000,00; b) piano 1, vani
4, esteso mq. 92 ca. con terrazza di pertinenza estesa mq. 95 ca.; in
catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 49. Prezzo base dasta 309.000,00; c)
piano 2, vani 4, esteso mq. 103 ca. con terrazze di pertinenza estese
mq. 71 e mq. 43 ca.; in catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 53. Prezzo base
dasta 349.000,00. minima offerta in aumento 10.000,00. LOTTO 10:
posto auto sito a Siracusa nel viale Tica 160-162, piano terra, esteso
mq. 15 ca., cat. c/6; in catasto Fg. 33 p.lla 2792 sub 10. Prezzo base
dasta 5.000,00. minima offerta in aumento 1.000,00. LOTTI da 11 a
19: garage siti a Siracusa nel viale Tica 160-162, piano seminterrato, cat.
c\6, in catasto Fg. 33 p.lla 2792: sub 24 (mq. 21), prezzo base dasta
22.000,00, minima offerta in aumento 2.000,00; sub 29 (mq. 19), prezzo
base dasta 20.000,00, minima offerta in aumento 1.000,00; sub 30
(mq. 19), prezzo base dasta 21.000,00, minima offerta in aumento
2.000,00; sub 32 e sub 34 (mq. 35 ciascuno), prezzo base dasta
38.000,00 (ciascuno), minima offerta in aumento 2.000,00; sub 36
(mq. 21), prezzo base dasta 20.000,00, minima offerta in aumento
1.000,00; sub 39 (mq. 21), prezzo base dasta 22.000,00, minima offerta
in aumento 2.000,00; sub 40 e sub 41 (mq. 19 ciascuno), prezzo base
dasta 20.000,00 (ciascuno), minima offerta in aumento 1.000,00.
LOTTO 20: appartamento in villa con annesso terreno di pertinenza
esteso mq. 940, in catasto Fg. 34 p.lla 1218 sito a Siracusa in via Filisto
93, piano T, vani 5,5, esteso mq. 158 ca. (comprensivi delle pertinenze),
cat. a/3; in catasto Fg. 34 p.lla 1079. Prezzo base dasta 583.000,00.
minima offerta in aumento 15.000,00.
in caso di esito negativo della vendita senza incanto, il 23/12/2014, ore
12.00, sempre presso il proprio studio, lavv. giuseppe librizzi proceder alla
vendita allincanto dei suddetti beni. le offerte o le domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa, presso lo studio del suddetto
professionista, entro le ore 12.00 del giorno precedente a quello fssato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10% e deposito spese del 20%, con
2 assegni circolari non trasferibili intestati allavv. giuseppe librizzi. avviso
integrale e relazione dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it
ovvero presso lo studio predetto.
Il liquidatore
avv. giuseppe librizzi
CANICATTINI
VENDESI 3000 mq di
terreno agricolo vicino
Canicattini Bagni, con
piccolo caseggiato di 60
mq c/a da ristrutturare E
16.000 Tel. 334/9280779
FLORIDIA
C.DAMonasteri di Sopra,
vendesi giovaneagrumeto
pianeggiante, due lotti
confnanti uno di 4000
mq e uno di 3200 mq,
con due ore di acqua
settimanali ciascuno da
un pozzo condominiale
Tel. 339/2467145
LENTINI
VENDESI 27.000 mq di
terreno a tre km dallo-
spedale di Lentini, sulla
strada per Scordia, incol-
to, con acqua e caseggiato
di 200 mq, semidiroccato,
ma accatastato e ripristi-
nabile. Prezzo Affare Tel.
393/6252963
PACHINO
VENDESI oscambiasi 13
Tumuli di terreno con vi-
gneto di uva nero davola
da mosto, uliveto, frutteto
e casa abitabile sito in c.da
luparello Pachino con
casa o villetta sita in paese
o citt Tel. 0931/492256
- 340/0914511
VENDESI 8 Tumuli
di terreno con vigneto
di uva nero davola da
mosto con casa di mq
70 Tel. 0931/492256 -
340/0914511
VENDESI 5 Tumuli di
terreno con vigneto di
uva nero davola da mo-
sto Tel. 0931/492256 -
340/0914511
SORTINO
VENDESI zona Manzo
Sortino terreno mq 1800
c/a agricolo panoramico
prezzo da concordare
Tel.0931/782761 ore se-
rali
TERRENO
VENDESI terreno edif-
cabile con destinazione
ricettiva alberghiera di
23000mq in zona arenella
costa del sole. Superf-
cie che si pu realizza-
re 3700 mq Telefonare
0931/702714
VIA Cozzo Villa a 3 km
dal mare e a 5 km da SR
terreno 1000 mq edif-
cabile, inter. recintato
zona abitata con pro-
getto approvato 120 mq
vendesi 65.000 E. Solo
privati. Scrivere sms Tel.
393/3039433
VENDESI terreno edi-
fcabile recintato, zona
Fanusa, mq 972, Via
Olivieri vicinanze Ho-
tel. ore negozio escluso
mercoled Telefonare
0931/759065
LOCALI COMM.LI
CERCO/OFFRO
AFFITTASI locali per
deposito a 10 km da
Siracusa su strada sta-
tale con buone possib.
parcheggio. Classe Ener.
G Tel. 050/552237 -
333/6968504
AFFITTASI basso com-
merciale totalmente ri-
strutturato per uso studio
medico/agenzia immob.
ecc. mq 55, 2 stanze +
bagno zona Borgata, con
ingresso direttamente su
piazza S. Lucia. E 350
C.E. G Tel. 389/6238966
AFFITTASI locale com-
merciale a Siracusa in
viale S. Panagia, n. 2
vetrine su strada, c/a
170mq. Con adiac.locale
per possibilit scarico/
carico merci. C.E. G E
1300 Tel. 0931/756562 -
348/7387296
AFFITTASI basso com-
merciale mq 40 c/a, sito
in Via Tagliamento. No
intermediari. C.E. G Tel.
335/6469098
AFFITTASI locale di mq
200 per uso commerciale,
in Via Montegrapppa. E
950 Classe Energetica G
Tel. 348/2419041
AFFITTASI locale com-
merciale cat C/1 di c/a
52 mq, sito in Via Adige
angolo Corso Gelone,
compl. ristrutturato, con
bagno, condizionatore,
cassaforte, rifniture di
pregio. Alta visibilit,
ideale per qualunque
attivit. Classe Ener-
getica in defnizione E
800,00 poco trattabili Tel.
333/4379139 ore pasti
AFFITTO locale comm-
merciale zona Gelone, 90
mq circa, 4 luci, clima.
Classe Energetica G.
ChiamareTel.091/334230
- 339/2029954
AFFITTASI locale-depo-
sito, mq 60, soppalcabile,
zona M. Teresa di Calcut-
ta. C.E. GTel. 050/552237
- 333/6968504
AFFITTASI uffcio piano
terra, fnemente ristrut-
turato, con bagno, piano
terra indipendente, com-
prensivo di fornitura di
energia elettrica, acqua e
condominio. ClasseEn. G
Tel. 335/8004135
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 124/07 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/2014, ore 13.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/n, lavv. giuseppe librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: fabbricato sito nel Comune di
Francofonte (Sr) in c.da Grassure con terreno
di pertinenza esteso are 12 e centiare 1, in N.C.T.
Fg. 25 p.lla 588 (precedentemente identifcato
537/b), qualit agrumeto di classe 3 costituito
da un seminterrato, in n.c.e.U. Fg. 25 p.lla 537
sub 1 (al catasto erroneamente soppresso
e sostituto con il sub 3 con lindicazione di
unestensione di mq. 15), cat. c\2, classe 1,
consistenza 270 mq., e da un piano terra, in
n.c.e.U. Fg. 25 p.lla 537/2, cat. a\2, classe 2,
consistenza 11.5 vani, superfcie catastale 301
mq.. Prezzo base dasta 31.197,68. minima
offerta in aumento 2.000,00.
in caso di esito negativo, il 23/12/14, ore 13.00,
sempre presso il proprio studio, lavv. giuseppe
librizzi proceder alla vendita allincanto dei
suddetti beni.
le offerte o domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa,
presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 12.00 del giorno precedente a
quello fssato per la vendita, accompagnate da
cauzione del 10% e deposito spese del 20%,
con 2 assegni circolari non trasferibili intestati
allavv. giuseppe librizzi.
Avviso integrale, ordinanza di delega e relazione
dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.
it ovvero presso lo studio predetto.
Il professionista delegato
TRIBUNALE DI SIRACUSA
eSec. imm. n. 198/09 r.G.e.
lotto 1 - comune di Pachino (Sr), via trieste,
4. appartamento ai p. 1 e 2, int. 7 composto
da ingresso, cucina, soggiorno, 3 camere, bagno
e ripostiglio al p. 1 di ca. mq. 146 e terrazza
coperta uso locale di sgombero al p. 2 di ca.
mq. 14. Prezzo base: euro 42.714,84 in caso
di gara aumento minimo Euro 1.000,00. Vendi-
ta senza incanto: 05/12/2014 ore 11.30, innanzi
al g.e. dott. luigi la battaglia presso il tribu-
nale di Siracusa viale Santa Panagia, 109. de-
posito offerte entro le ore 12 del 04/12/2014 in
Cancelleria EE.II. In caso di mancanza di offerte
vendita con incanto: 16/01/2015 ore 11.30 allo
stesso prezzo base e medesimo aumento. De-
posito domande entro le ore 12 del 15/01/2015.
Maggiori info in Cancelleria EE.II. e su www.tri-
bunalesiracusa.it, www.giustizia.catania.it, www.
corteappellocatania.it e www.astegiudiziarie.it.
(a148160).
ASTE GIUDIZIARIE 8 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
TRIBUNALE DI SIRACUSA
PROSSIMA INSERZIONE:
05/11/2014
LE VENDITE GIUDIZIARIE
Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassi-
stenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fscali (IVAo Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione defnitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura cata-
stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
allaproceduradel Giudice, ordinalimmediataliberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e le-
secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
inserite dalla data di pubblicazione del ban-
do fno alla data prevista per l'asta sul sito:
www.astetribunale.com
VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI
COME PARTECIPARE
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato alleffcacia delle offerte relative ai
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita.
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le
societ), il proprio cod. fscale, se intende avvalersi dellagevolazione fscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si
trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente
(che consenta allo stesso lidentifcazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. Achi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in
calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale
alluffcio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio;
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile alluffcio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Uffcio
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e
recapito tel. Luffcio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affnch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.
INSERZIONI GRATUITE
LOCAZIONI
CERCO/OFFRO
MONOLOCALE arre-
dato, ascensorato, posto
al 5 piano, luminoso,
con 2 terrazze con vista
sul mare. Posto auto.
C.E. G Tel. 050/552237
- 333/6968504
ORTIGIA vicino al So-
larium e al Largo della
Gancia affttasi mono-
locale ristrutturato e
arredato a studenti tra-
sfertisti, persone con
reddito dimostrabile E
300 mensili oltre spese.
C.E. G Tel. 333/3990415
PALAZZINAresidenzia-
le, zona verde tranquilla,
via Filisto, affttasi mini
app.to signorilmente
arredato, risc. autonomo,
solo privati. Classe Ener-
getica G Tel. 0931/30459
PENTAVANI zona Piz-
zuta, affittasi solo a
referenziati. Solo privati.
Classe Energetica G Tel.
349/3169145 ore pasti
PI AZZA ADDA 3
vani arredato anche
con elettrodomestici e
condizionatori, affitta-
si, massimo 3 persone.
C.E. G Tel. 0931/68840
- 333/ 6084416 -
340/8089707
PRESSI C.so Gelone,
affttasi bivani ammo-
biliato a non residenti a
persone referenziate, 1
piano con cam. da letto
matrimoniale + cucina-
sogg, bella, abitabile
con angolo tv e prezioso
bagno nuovo con doccia,
lavab. e aria condizio-
nata. Sofftto con faretti
e climatizzato. Prezzo
abitabile. Classe ener-
getica C Tel. 0931/24112
- 339/1076347
QUADRI VANI del
2006, vista mare, ascen-
sorato, terrazzato, con
parcheggio interno e
possibilit di garage, ter-
mosingolo, buone rifni-
ture, luminoso, 4 piano,
affttasi Tel. 050/552237-
333/6968504
RIVIERA Dionisio il
Grande, affttasi non resi-
denti, app.tobenarredato,
risc. autonomo, ampio
ingresso, 2 vani, salone,
bagno cucina abit., con
patio Classe Energeti-
ca G Tel. 0931/790987
- 3 6 8 / 7 4 3 9 7 2 9 -
0931/69528
SCALAGRECAaffttasi
locale uso ufficio, 1
piano: composto da 3
ampi vani con servizio e
ripostiglio, mq 75, ottimo
contesto, con posteggio
condominiale recintato,
adatto per studio legale
o medico. E 400 C.E.
G Tel. 0931/493268 -
334/2588553
VIA MALFITANIA,
pressi Piazza Archimede
affttasi bivani + servizi
arredato. Classe Energe-
tica G Tel. 347/5553579
VIA FILISTO, in picco-
lo codominio recintato,
affittasi attico trivani,
luminoso, termoascen-
sorato, con ampia ter-
razza livello. Possibilit
posto altro. C.E. G Tel.
0931/30459
VIALE ZECCHINO,
fttasi non residenti anche
x brevi periodi luminoso
bivani arredato + am-
pia cucina- soggiorno,
termoascensorato e p.
auto in cortile chiuso da
cancello elettrico. C.E.
G Tel. 339/6786365 -
339/5817583
VIALE TERACATI af-
fttasi in condominio con
portiere, appartamento
quadrivani, piano 7
con doppio ascensore,
riscaldamento autono-
mo, cucina abitabile,
doppi servizi. Classe
Energetica G. Per infor-
mazioni Tel. 0931/33378
- 339/4517438
VIALE S. Panagia fron-
te Tribunale affittasi a
non residenti grazioso
appartamento ammobi-
liato, posto all8 piano
ascensorato, composto
da 2 camere, cameretta,
cucina e bagno. E 450.
Soli privati. C.E. G Tel.
338/8858647 dopo le 16
VIALE TEOCRITO si
afftta app.to di 105 mq,
posto al 2 piano, ascen-
sorato, ottima espos. Ben
servito. Vista mare. Com-
posto da ingr., cameretta,
c. da letto, salone, cu-
cina abit. Bagno e rip.
Classe En. G. Per info
328/9817988 solo privati
VILLINO nuovo ben ar-
redato affttasi settim. per
weekend o lunghi periodi,
zona Siracusa Belvede-
re con ottimi comfort.
Comp. da 2 c. letto, in-
gresso salone con angolo
cucina, ampia veranda,
con prato e parco giochi
per bambini, ottima vista
panoramica, la tua oasi
in mezzo al verde, posto
auto. Classe Energetica
G Tel. 338/9599693 -
389/0215372
ZONA BORGATA afft-
tasi bivani arredato con
posto auto E 380. C.E. G
Tel. 331/4420188
ZONAS. Giovanni afft-
tasi quadrivani arredato
elegantemente, solo a
referenziati. C.E G Tel.
338/3898065
ZONATERACATI, afft-
tasi quadrivani arredato,
termoascensorato, posto
al 1 piano. C.E. G Tel.
0931/33322
ZONA Pizzuta affttasi
appartamento quadri-
vani libero, in elegante
condominio. C.E. G Tel.
0931/33322
ZONA ZECCHINO, af-
fttasi appartamento lu-
minoso, balconato, com-
posto da salone, 3 camere,
cucina abitabile + doppi
servizi. Ascensorato con
posto auto recintato. C.
E. G Tel. 050/552237 -
333/6968504
ZONAZECCHINO afft-
tasi appartamentocompo-
sto soggiorno con divano
letto e angolo cottura,
camera da letto e bagno,
CASEVACANZE
CERCO/OFFRO
AFFITTO terreno di
3500mq recintato, situa-
to su un punto strategi-
co. Adetto per qualsiasi
attivit commerciale Tel.
330/847391
AFFITTASI terreno 2000
mq x qualsiasi uso a
km 7 da Sr Telefonare
per info 328/8057615 -
328/5681091
BELVEDERE Villaggio
S. Lucia, (Via Mario
Francese) vendesi 1 ap-
pezzamento di terreno di
3000 mq, panoramico,
provvistodi acquapotabi-
le, luce Tel. 0931/891260
- 388/1288170
TERRENO mq 18.000,
c.da Cugni (km 4 da
Cassibile), 3 lotti, a corpo,
favolosa posizione pa-
noramica, prezzo affare,
vendesi Tel. 0931/36514
- 333/9590258
TREMILIA vendesi ter-
reno di 17.500 mq (sulla
strada) P.R.G., zona C4,
possibilit realizzare n. 8
ville in lotti da 2000 mq.
Prezzo ribassato, ottimo
affare Tel. 338/1378751
VENDESI terreno re-
cintato di 8000 mq con
struttura di 600 mq su
due livelli compresa
mansarda zona Cassibi-
le - contrada Cavasecca
siracusa, prezzo affare
Tel. 320/0249206
VENDESI appezzamento
di terreno di c/a 500 mq,
zona Villaggio Miano,
con progetto approvato
per una costruzione di c/a
140mq. Occasionedanon
perdere E 90.000 tratt Tel.
339/2067818
VENDESI 7000mq di
terreno, con acqua ed edi-
fcio diroccato ma accata-
stato a 3km dallOspedale
di Lentini sulla provincia-
le Lentini-Scordia Tel.
393/6252963
BUCCHERI
BUCCHERI vendesi
terreno 13000 mq zona
medievale a 1 km c/a
dal paese E 50.000 Tel.
0931/767641
TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 124/07 r.e.i.
Si rende noto che giorno 17/12/2014, ore 13.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/n, lavv. giuseppe librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: fabbricato sito nel Comune di
Francofonte (Sr) in c.da Grassure con terreno
di pertinenza esteso are 12 e centiare 1, in N.C.T.
Fg. 25 p.lla 588 (precedentemente identifcato
537/b), qualit agrumeto di classe 3 costituito
da un seminterrato, in n.c.e.U. Fg. 25 p.lla 537
sub 1 (al catasto erroneamente soppresso
e sostituto con il sub 3 con lindicazione di
unestensione di mq. 15), cat. c\2, classe 1,
consistenza 270 mq., e da un piano terra, in
n.c.e.U. Fg. 25 p.lla 537/2, cat. a\2, classe 2,
consistenza 11.5 vani, superfcie catastale 301
mq.. Prezzo base dasta 31.197,68. minima
offerta in aumento 2.000,00.
in caso di esito negativo, il 23/12/14, ore 13.00,
sempre presso il proprio studio, lavv. giuseppe
librizzi proceder alla vendita allincanto dei
suddetti beni.
le offerte o domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa,
presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 12.00 del giorno precedente a
quello fssato per la vendita, accompagnate da
cauzione del 10% e deposito spese del 20%,
con 2 assegni circolari non trasferibili intestati
allavv. giuseppe librizzi.
Avviso integrale, ordinanza di delega e relazione
dellesperto disponibile sul sito www.astegiudiziarie.
it ovvero presso lo studio predetto.
Il professionista delegato
TRIBUNALE DI SIRACUSA
eSec. imm. n. 198/09 r.G.e.
lotto 1 - comune di Pachino (Sr), via trieste,
4. appartamento ai p. 1 e 2, int. 7 composto
da ingresso, cucina, soggiorno, 3 camere, bagno
e ripostiglio al p. 1 di ca. mq. 146 e terrazza
coperta uso locale di sgombero al p. 2 di ca.
mq. 14. Prezzo base: euro 42.714,84 in caso
di gara aumento minimo Euro 1.000,00. Vendi-
ta senza incanto: 05/12/2014 ore 11.30, innanzi
al g.e. dott. luigi la battaglia presso il tribu-
nale di Siracusa viale Santa Panagia, 109. de-
posito offerte entro le ore 12 del 04/12/2014 in
Cancelleria EE.II. In caso di mancanza di offerte
vendita con incanto: 16/01/2015 ore 11.30 allo
stesso prezzo base e medesimo aumento. De-
posito domande entro le ore 12 del 15/01/2015.
Maggiori info in Cancelleria EE.II. e su www.tri-
bunalesiracusa.it, www.giustizia.catania.it, www.
corteappellocatania.it e www.astegiudiziarie.it.
(a148160).
Agrippa spie-
g l'ordinamento
sociale romano
metaforicamente,
paragonandolo ad
un corpo umano
nel quale, come
in tutti gli insiemi
costituiti da parti
connesse tra loro,
se collaborano
insieme soprav-
vivono, se discor-
dano tra loro peri-
scono.
E che, effettiva-
mente, se le brac-
cia (il popolo) si
rifutasse di la-
vorare (pagare le
tasse), lo stomaco
(i parlamentari)
non riceverebbe
pi cibo.
Ma ribatt che,
ove lo stoma-
co non ricevesse
cibo non lavo-
rerebbe e ,non
lavorando, tutto
il corpo braccia
comprese depe-
rirebbe per man-
canza di nutri-
mento.
Il popolo che si
era messo in scio-
pero, cap l'apolo-
go e ritorn a la-
vorare.
fuori d'ogni
dubbio che que-
sto racconto della
prima secessione
della plebe sia nei
suoi particolari
indegno di fede:
forse il Monte
Sacro stesso fu
collegato con la
secessione soltan-
to al fne di poter
spiegare il suo
nome per mezzo
delle leggi sacra-
te, e sta il fatto
che nel racconto
pi antico (Pisone
presso Liv., II, 32,
3) la secessione
avviene sull'A-
ventino, e presso
altri autori paro-
la dell'Aventino e
del Monte Sacro
insieme. Circa
l'intervento e l'a-
pologo di M. A., i
cui elementi sem-
brano attinti al pa-
trimonio comune
della novellistica
aria, tutte le fonti
erano concordi e
dunque le notizie
a loro relative ap-
partengono a uno
strato antico del-
la tradizione, ma
non basta questo
per affermarne la
verit storica.
A ogni modo, an-
che se a una seces-
sione della plebe
sull'Aventino e a
una pace ricom-
posta per mezzo
dell'apologo vo-
gliamo prestare
fede, dobbiamo
considerare bene
che l'apologo non
ha nesso organi-
co n con le leggi
sacrate n con le
origini del tribu-
nato della plebe, e
che la cronologia
ne rimarr sempre
incerta, perch
Menenio non ap-
pare nella leggen-
da come magistra-
to; e vano sarebbe
cercare la ragione
della collocazione
di questo episodio
nel 494 a. C.
Adesso, nel 2014,
l'apologo non fa
una grinza, ma
c' un MA quanto
una casa.
L'apologo funzio-
na se lo stomaco
riceve una giusta
quantit di cibo,
ma se riceve con-
tinue abbuffate
produrr nell'or-
ganismo: glice-
mia, azotemia,
pressione alta, co-
lesterolo ed infne
l'ictus.
Quindi, l'apolo-
go di Agrippa per
funzionare, deve
esserci uno sto-
maco che riceve
la giusta quantit
di cibo.
Meditate gente,
meditate.
Giorgio Guarnaccia
SOCIET 10 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
Lattualit dellapologo
di Menenio Agrippa
la metafora
chiarissima la
plebe si lamentava
che i patrizi
traessero proftto
dalle fatiche
e dalle sofferenze
del popolo
In foto, artigiani
romani.
Le celebrazioni della vita, e del sonno
eterno oggi due novembre, confermano la
nostra incapacit di rimediare allevento ine-
luttabile del congedo umano dallesistenza
terrena. La forzata accettazione del defnitivo
distacco da chi ci fu caro, in questi giorni ci
sollecita maggiormente a deporre almeno
un fore nella sua ultima dimora. Sostituir-
lo poi, ogni volta che sar avvizzito, potr
essere un accorto e costante espediente per
rasserenare appena le nostre coscienze per
le troppe trascurate visite. Inoltre la nostra
pubblica ostentazione della memoria di
chi ormai non c pi ci eviter importuni,
anche se ineffcaci commenti dei casuali
visitatori del camposanto. Credenti o no
nella vita eterna non ci nuocer per niente,
insieme ad un pensiero, dedicare anche una
preghiera a coloro che in vita conoscemmo
e apprezzammo.
Tuttavia, nel prendere atto che la nostra
pur limitata realt terrena deve comunque
procedere nel migliore dei modi, doveroso
prenderci cura della nostra costante effcienza
fsica e mentale. Dedicarsi regolarmente alla
prevenzione, uneffcace risorsa contro tanti
mali seriamente nocivi per il nostro corpo,
lapprezzata attivit di tanti volontari dogni
et che a ci dedicano con impegno e seriet
la disponibilit del loro tempo.
Lintenso dinamismo della LILT (Lega Ita-
liana per la Lotta contro i Tumori), in ottobre
stato riservato alla Campagna Nastro Rosa
2014, per sensibilizzare tutte le donne sulla
corretta prevenzione e la diagnosi precoce
dei tumori della mammella. Purtroppo in
tutto il mondo occidentale, il primo tumore
femminile proprio quello al seno, una vera e
propria malattia sociale in costante aumento,
con oltre quarantacinquemila nuovi casi ogni
anno in Italia. Lo slogan Siamo pi forti
insieme ha coinvolto effcacemente anche
la Confcommercio siracusana e un buon nu-
mero di esercenti, che hanno apprestato con
singolare creativit la loro Vetrina in Rosa,
ricevendo al termine dalla LILT una coppa
in rosa per il pi originale allestimento.
Anche ad ottobre, come consuetudine, la
LILT ha effettuato numerose visite senolo-
giche gratuite per le donne associate di et
compresa tra i venti e i quarantaquattro anni,
poich non coperte da screening regionale,
insieme allabituale attivit di divulgazione
delle iniziative e degli eventi, in collabora-
zione con associazioni e singoli sostenitori.
Telefonando allo 0931-461769 o collegan-
dosi al sito internet www.legatumorisr.it
possibile conoscere i giorni e gli orari di
apertura dellambulatorio LILT pi vicino.
In questo giorno riservato alla memoria di chi
visse, ribadiamo dunque lintensa attenzione
per la costante evoluzione della nostra vita.
E un naturale evento che deve coinvolgerci
nel suo straordinario e singolare dipanarsi
quotidiano, senza inopportune noncuranze
degli autentici valori della nostra esistenza.
LILT e donne:
pi forti insieme
eX Provincia
Lauricella
commissario
ad acta
a tempo
sostituir
Mario Ortello
Tempo scaduto per
il commissario Mario
Ortello, un funziona-
rio regionale lo sosti-
tuir. A Siracusa arri-
va Nicol Lauricella.
Altri funzionari regio-
nali affancheranno
i dirigenti ancora in
servizio delle ex Pro-
vince.
Fino ad oggi manca
una legge che permet-
ta ulteriori proroghe e
la riforma che dovreb-
be dare vita ai nuovi
consorzi di Comuni
resta al palo allArs, e
ironia della sorte non
c' nemmeno un as-
sessore regionale agli
Enti Locali.
Cos, il governatore
Rosario Crocetta e il
dirigente degli Enti
locali Giuseppe Mora-
le (il pi alto in grado
in assessorato) avreb-
bero individuato una
soluzione transitoria:
dieci funzionari re-
gionali che affanche-
ranno i dirigenti in
servizio nelle Provin-
ce che, se urgente e
necessario, potranno
frmare provvedimen-
ti in sostituzione del
commissario ad acta.
L'insediamento do-
vrebbe avvenire lune-
d e durare poche set-
timane: nel frattempo
la prossima settimana
si dovrebbe approva-
re allArs la "leggina"
per rinnovare i com-
missari in attesa della
riforma delle ex Pro-
vince.
Il funzionario forma-
lizzato per Siracusa
dovrebbe essere Nico-
l Lauricella dellas-
sessorato regionale
Enti locali, nominato
fno allinsediamento
del commissario che
resteranno fno alla
fne di marzo. Insom-
ma sembra una lunga
telenovela quelle delle
ex Province in attesa
della riforma che non
c.
Il dr Gianni Failla,
vicedirettore del set-
timanale "Cammi-
no" come Diogene di
Sinope, nell'odierna
Turchia, sempre in
cammino alla ricerca
dell'uomo attraverso
la conoscenza di espe-
rienze di vita condivi-
se.
Infatti nelle sue pub-
blicazioni ha dato
voce e signifcato alle
azioni di singoli citta-
dini, ad avvenimenti
pubblici, a fgure del-
la societ religiosa e
civile.
In "Cammino d'in-
contri e vita" e poi in
"Siracusani in cammi-
no" ha consegnato ai
lettori un mosaico di
umanit appartenenti
a mondi diversi della
citt aretusea.
E ancora nell'ultimo
libro "Cammino di
popolo" ci pone di
fronte a una raccolta
di esperienze di citta-
dini, i quali con il loro
operato continuano a
incidere nel migliora-
re la qualit dell'esse-
re, delle scelte a lungo
In foto, Diogene era fglio di un banchiere di Sinope.
Un mosaico di umanit
appartenente a mondi diversi
in cammino d'incontri e vita e poi in Siracusani in cammino
Gianni Failla come diogene di Sinope, nell'odierna Turchia
" ci Pone di Fronte a una raccolta di eSPerienze di cittadini
e breve termine.
Sono fgure, quel-
le proposte, come ha
scritto l'Autore e che
riassumiamo, di una
periferia pensante che
ricerca il bene, che
con i loro itinerari non
si sentono estranei
alla citt, che per le
loro azioni coraggiose
lasciano un segno nel-
la storia degli uomini
a Siracusa e nella pro-
vincia.
Le pagine di "Cammi-
no di popolo", come
comment Monsignor
Alfo Inserra che sin-
tetizziamo, ripercor-
rono momenti pecu-
liari di uomini e realt
che animano il vasto e
complesso tessuto so-
ciale siracusano, sce-
nario del cammino di
gente e dei loro fatti
semplici, intrisi di ric-
chezza di vita, le quali
ridisegnano il volto
nuovo di una societ.
Per tali motivi il libro
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 11 SOCIET
pu defnirsi uno scri-
gno di vita condivisa,
dona momenti di ri-
fessione e opportu-
nit per guardare con
atteggiamento rinno-
vato le sfde dell'esi-
stenza.
Il libro del Dotto-
re Gianni Failla un
diario delle opere di
cittadini, i quali han-
no dato un contribu-
to, anche se potrebbe
sembrare di poco con-
to, come ecclesiasti,
volontari, letterati, ar-
tisti, poeti. Non man-
cano considerazioni
sul matrimonio e la
famiglia nella odier-
na societ, cronache
sportive, la satira
politico-economica,
racconti di storia e di
tradizioni.
Insomma in "Cammi-
no di popolo" ritro-
viamo parte di noi nel
vissuto, nelle speran-
ze e nelle aspirazioni
degli altri, l'unit con
il prossimo. In ci la
continua attualit del
contenuto del volu-
me.
Giovanna Marino
Polizia, denunciati 2 giovani
per tentato furto in abitazione
gli agenti del coMMiSSariato di Pachino, in Servizio di controllo del territorio
I ladri si sa non conosco-
no festivit, ogni momento
buono per compiere un
furto, ed quello che hanno
fatto due giovani pachinesi
sorpresi per
dagli agenti del locale
Commissariato che in ser-
vizio di controllo del terri-
torio, hanno bloccato e de-
nunciato in stato di libert
i due ladruncoli di 18 e 19
anni entrambi residenti a
Pachino, per il reato di ten-
tato furto in abitazione.
Invece a Siracusa agen-
ti delle Volanti hanno de-
nunciato in stato di liber-
t un giovane G.D. di 22
anni, polacco, domiciliato
in Siracusa, per violazioni
dellobbligo di dimora cui
sottoposto.
SPECIALE 12 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 13 SPECIALE
Il 28,4% degli italiani
a rischio povert
rispetto al 2012, lindicatore diminuisce di 1,5 punti percentuali, a seguito
della diminuzione della quota di persone in famiglie gravemente deprivate
rubrica a cura della conFeSercenti di SiracuSa
nel 2013 calato
il numero degli ita-
liani a rischio di
povert o esclusio-
ne sociale ma la
percentuale resta
sempre elevata, al
28,4% dei residenti
nel nostro paese.
lo comunica listat
ricordando come
lindicatore di po-
vert o esclusio-
ne sociale segue la
defnizione adottata
nellambito della
strategia Europa
2020 e deriva dalla
presenza di almeno
un elemento fra
rischio di povert
(calcolato sui redditi
2012), grave depri-
vazione materiale e
bassa intensit di
lavoro.
Rispetto al 2012,
lindicatore dimi-
nuisce di 1,5 punti
percentuali, a se-
guito della diminu-
zione della quota
di persone in fa-
miglie gravemen-
te deprivate (dal
14,5% al 12,4%).
Resta stabile in-
vece la quota di
persone in famiglie
a rischio di povert
(19,1%) mentre
e in leggero au-
mento quel l a di
chi vive in famiglie
a bassa intensi-
t lavorativa (dal
10,3% all11,0%).
Rispetto al 2012
segnala listat la
diminuzione della
grave deprivazione
determinata dalla
riduzione della quo-
ta di individui in fa-
miglie che non po-
trebbero permetter-
si un pasto proteico
adeguato ogni due
giorni (dal 16,8%
al 14,2%), di coloro
che non riescono
a sostenere spese
impreviste di 800
euro (dal 42,5% al
40,3%) o non han-
no potuto riscaldare
adeguatamente la
propria abitazio-
ne (dal 21,2% al
19,1%). il rischio di
povert o esclusio-
ne sociale mostra
la diminuzione pi
accentuata al Cen-
tro e al nord (-7,7%
e -5,9% rispettiva-
mente), mentre nel
Mezzogiorno, dove
si registra una dimi-
nuzione del 3,7%,
il valore si attesta
al 46,2% (pi che
doppio rispetto al
resto del Paese).
oltre che nel Sud
e nelle isole, listat
registra valori ele-
vati dellindicatore
tra le famiglie nu-
merose (39,8%),
con un solo per-
cettore (46,1%),
con fonte di reddito
principale prove-
niente da pensione
o altri trasferimenti
(34,9%) e tra quel-
le con altri reddi-
ti non provenienti
da attivit lavorativa
(56,5%); inoltre
pi elevato tra le
famiglie con red-
dito principale da
lavoro autonomo
(30,3%) rispetto a
quelle con reddito
da lavoro dipenden-
te (22,3%). rispetto
al 2012, listituto
segnala come il
rischio di povert
o esclusione so-
ciale diminuisca tra
gli anziani soli (dal
38,0% al 32,2%), i
mono-genitori (dal
41,7% al 38,3%),
le coppie con un
figlio (dal 24,3%
al 21,7%), tra le
famiglie con un mi-
nore (dal 29,1%
al 26,8%) o con un
anziano (dal 32.3%
al 28,9%). tra le
famiglie con tre o
pi fgli si osserva,
invece, un peggio-
ramento: dal 39,8%
si sale al 43,7%,
a seguito dellau-
mento del rischio di
povert (dal 32,2%
al 35,1%).
Il Ministro dellE-
conomia annun-
cia lavvio di
mille progetti di
investimento per
oltre 10 miliardi
di euro
litalia presente-
r alla task force
composta da Com-
missione Europea,
Banca europea in-
vestimenti e Stati
membri pi di mille
progetti concreti di
investimento so-
stenibili e realiz-
zabili nel prossimo
triennio per un va-
lore superiore ai
10 miliardi. lo ha
annunciato il mini-
stro delleconomia
Pier Carlo Pado-
an, a Napoli per la
conferenza Femip
organizzata dalla
Bei. Per Padoan si
tratta di uno sfor-
zo importantissimo
che speriamo potr
dare una svolta all
economia italiana
ed europea. I pro-
getti riguarderanno
in particolare alcuni
settori strategici, ha
spiegato Padoan:
Banda ultra larga
in particolare nel-
le cosiddette zone
bianche, la messa
in sicurezza della
rete stradale, lef-
fcientamento ener-
getico degli edifci
pubblici, il supporto
alle piccole e medie
imprese, lalta velo-
cit Napoli-Bari.
il governo for-
temente impegna-
to con la legge di
stabilit per creare
occupazione, ha
aggiunto, e a met-
tere l e i mprese
nelle condizioni di
assumere e il mer-
cato del lavoro in
condizione per es-
sere pi fessibile
per assumere. Il
ministro ha poi con-
cluso: Nella legge
di stabilit ci sono
importanti risorse
per gli ammortizza-
tori sociali e gli inve-
stimenti per ricerca
e sviluppo.
Da Napoli ha
sottolineato il mini-
stro parte la so-
lidariet ai nostri
vicini e un invito a
rafforzare la part-
nership. leuropa
non pu rimanere
lontana, vorrei invi-
tare la Bei a raffor-
zare la partnership
con i Paesi della-
rea del Mediter-
raneo, dobbiamo
unire le nostre for-
ze per sostenere
le riforme in corso
in tutta larea.
E-commerce: in
edicola per ritira-
re gli acquisti su
internet. Accordo
Fenagi Confe-
sercenti-IndaBox
per evitare code
e ritardi
Basta code al l a
posta, ai depositi
o salti mortali per
essere in casa a
ricevere dal corriere
il nostro ultimo ac-
quisto su internet. A
breve sar possibile
fare comodamente
acquisti dal pc ed
altrettanto comoda-
mente ritirarli pres-
so il proprio edico-
lante di fducia. e
questo infatti lobiet-
tivo dellaccordo
siglato dalla Fenagi,
lorganizzazione
degli edicolanti di
Confesercenti, ed
IndaBox, la prima
Azi enda i tal i ana
specializzata nel
ritiro dei prodotti ac-
quistati su internet,
che consente alle
edicole di diventare
punto di recapito
per chi acquista
prodotti online. Il
rivenditore di gior-
nali che sceglier
di aderire gratuita-
mente alliniziativa
potr cosi consen-
tire ai clienti di far
recapitare i prodotti
acquistati presso il
proprio punto ven-
dita, in modo che
possano ritirarli in
tutta comodit, sen-
za preoccuparsi
di farsi trovare in
casa dal corriere
o evitando lunghe
code per ritirarlo.
Si tratta di una no-
vit importante per
il nostro settore e
per i consumatori,
ha sottolineato gio-
vanni lorenzetti,
Presidente di Fe-
nagi, annunciando
liniziativa. da una
parte infatti permet-
ter alle nostre edi-
cole di entrare in un
sistema di servizi e,
sfruttando gli orari
gi in vigore e la ca-
pillarit delle nostre
attivit, contribuire a
risollevare i redditi,
oggi drasticamente
ridotti dalla crisi di
vendita della car-
ta stampa. dallal-
tra permetter alle
stesse edicole di
offrire alla clientela
un servizio aggiun-
tivo, considerando
il grande sviluppo
delle-commerce e
la frequente diff-
colt da parte dei
consumatori a far
quadrare il rispar-
mio ottenuto con gli
acquisti telematici
con le diffcolt nel
recuperarli. Siamo
convinti - ha con-
cluso lorenzetti - di
aver dato, con que-
sto Accordo, una
risposta effcace ed
effciente a questo
problema.
Balneari: avviato
il confronto con
il governo
Si svolto questa
mattina, a Roma, il
tavolo di confronto
tra tutte le Asso-
ciazioni Sindacali
degli Imprenditori
balneari e il gover-
no presso il Mini-
stero del Turismo.
Valutiamo assolu-
tamente positivo il
confronto odierno
affermano in una
nota condivisa Sib/
Confcommerci o,
Fiba/confesercen-
ti, cna/balneatori,
assobalneari/con-
findustria, oaSi/
Conf ar t i gi anat o
e Federbalneari/
confmprese in
quanto da una parte
abbiamo constatato
la disponibilit e la
determinazione del
governo a trovare
una soluzione con-
divisa, e dallaltra
le nostre proposte
unitarie segnano un
importante passo in
avanti per sempli-
fcare il confronto
con il governo. gli
Imprenditori Bal-
neari hanno, poi,
apprezzato il dia-
logo franco e co-
struttivo espresso
dai Sottosegretari
Francesca Barrac-
ciu e Sandro gozi,
i quali hanno affer-
mato che il gover-
no intenzionato
a portare avanti
le ragioni generali
del settore, di chi
ci lavora e di chi ci
ha lavorato, con so-
luzioni solide. Per
quanto riguarda la
tempistica emer-
so chiaramente che
occorre arri vare
quanto prima ad
una soluzione def-
nitiva del problema,
tempi necessari ad
elaborare una so-
luzione adeguata
e soprattutto condi-
visa, che consenta
al nostro Paese
di conservare la
tipicit del nostro
sistema balneare,
che con 30.000
imprese e 100.000
addetti diretti contri-
buisce a realizzare
il 65% del prodotto
turistico.
29 Salone del
Franchising di
Milano. Dal 7 al
10 novembre
con Federfran-
chising-Con-
fesercenti uno
spazio di ap-
profondimento
per lo sviluppo
e linnovazione
delle imprese del
settore
Federfranchising
la Federazione
Italiana Franchising
aderente a Con-
fesercenti sar
presente, anche
questanno come
partner istituziona-
le, alla 29^ Edizione
del Salone del Fran-
chising di Milano
che si terr dal 7
al 10 novembre a
Fieramilanocity, or-
ganizzato da rdS
& Company con
la collaborazione
di Fiera Milano. la
collaborazione tra
Federfranchising-
Confesercenti ed il
Salone del Franchi-
sing prosegue con
lobiettivo di pro-
muovere lo svilup-
po del franchising,
un settore capace
di crescere in media
del 5% negli ultimi
tre anni e garanti-
re, nel 2014, circa
200mila occupati
per un giro di affari
di oltre 21 miliardi di
euro, pari all1,2%
del Pil. Si amo
convinti che il fran-
chising rappresenti
davvero la nuova
frontiera della distri-
buzione commer-
ciale ed una nuova
importante occa-
sione di sviluppo
per le imprese af-
ferma il Presidente
di Federfranchising
Confesercenti Pa-
trizia de luise -.
Proprio per questo
Federfranchising-
Confesercenti in-
tende fornire ri-
sposte adeguate
agli imprenditori a
vocazione innovati-
va, ai giovani e alle
donne imprenditri-
ci che progettano
sviluppo, non si
arrendono e non
improvvisano e che
accettano la sfda
a competere sui
mercati sfruttando
le opportunit del si-
stema franchising.
Anche in questa
edizione, lorganiz-
zazione del Salone
predisporr larea
Franchising Facto-
ry, che avr come
partner, Federfran-
chising-Confeser-
centi. Il supporto
della Federazione
si articoler come
un vero e proprio
Franchising Point,
dunque un servizio
di consulenza gra-
tuito per gli esposi-
tori e per i visitatori
attivo nei giorni del
Salone dove sar
possibile incontra-
re i Responsabili
della Federazione
che serviranno da
guida per muovere
i primi passi verso
laffiliazione com-
merciale. Il Desk
Franchising Point
fornir informazioni
sui diversi aspetti
necessari per met-
tersi in proprio, dagli
obblighi di legge
alla contrattuali-
stica, dalla forma-
zione allaccesso
al credito ed alle
relative garanzie
sui fnanziamenti.
In poche parole uno
Sportello al servizio
di espositori e visi-
tatori.
un luogo dove in-
contrare professio-
nisti esperti e rice-
vere indicazioni per
fare il primo passo
verso una nuova
attivit o per svilup-
pare una attivit gi
avviata.
la Federazi one
avr un ruolo rile-
vante anche nellat-
tivit convegnistica
in calendario duran-
te la Manifestazio-
ne. In particolare,
nella giornata di
venerd 7 novem-
bre alle ore 12.00,
la Federazione or-
ganizzer la Tavola
Rotonda Il rilancio
del commercio e dei
servizi attraverso la
creazione di attivit
in franchising con
la partecipazione,
oltre della Presi-
dente de luise, di
autorevoli relatori
della materia e delle
massima Autori-
t della Regione
lombardia per il
commercio. Nella
stessa giornata di
venerd 7 novem-
bre alle ore 14.00,
la Federazione par-
teciper alla Tavola
Rotonda 10 anni
di legge sul fran-
chising: abbiamo
un settore pi tra-
sparente e tutela-
to? nella quale si
approfondir quali
siano i cambiamenti
che la normativa
abbia apportato al
settore e se sia un
settore pi traspa-
rente e consolidato
come prospettava il
legislatore con lap-
provazione della
legge nel 2004.
le gi ornate del
Salone del Fran-
chising di Milano
saranno, infne, una
importante occasio-
ne per confrontarsi
con gli esperti di
Federfranchising-
Confesercenti, per
approfondire i tool
ed i servizi a dispo-
sizione per lo svi-
luppo delle aziende
in franchising.
Saremo lieti di in-
contrare gli opera-
tori e gli aspiranti a
lavorare nel setto-
re del franchising
presso il nostro
Stand istituzionale
c70 al Padiglione
2. Per la richiesta di
informazioni e con-
sulenza possibile
inviare una e-mail
a: fif@confeser-
centi.it
Visita il sito: www.
salonefranchising-
milano.com
PRESSO LA
CONFESERCEN-
TI SONO APER-
TE LE ISCRIZIO-
NI PER I NUOVI
CORSI ABILITAN-
TI E PREPARA-
TORI
Sono aperte le iscri-
zioni per frequenta-
re i corsi abilitanti
obbligatori per chi
intende esercitare
lattivit di vendita
di generi alimentari,
di somministrazio-
ne di alimenti e
bevande, di risto-
razione, di agente
e rappresentante di
commercio.
Sono anche aperte
le iscrizioni ai corsi
preparatori obbliga-
tori per sostenere
gli esami abilitanti
presso la Camera di
Commercio per chi
intende esercitare
lattivit di agente
immobiliare.
I corsi per gli aspi-
ranti commercianti
nel settore degli
alimenti, per chi
intende esercitare
lattivit di sommi-
nistrazione e risto-
razione hanno la
durata di 100 ore
articolate nellarco
temporale di due
mesi. le lezioni si
svol geranno nei
giorni di luned,
Mercoled e Vener-
d dalle ore 15.30
alle ore 19.30.
Per quanto riguarda
gli aspiranti agenti
e rappresentan-
ti di commercio e
gli aspiranti agenti
immobiliari i corsi
hanno la durata di
80 ore articolate
nellarco tempora-
le di due mesi. le
lezioni si svolge-
ranno nei giorni di
Marted e gioved
dalle ore 15.30 alle
ore 19.30.
Chi intendesse fre-
quentarli pu recarsi
presso la Confeser-
centi in Via Ticino n.
8 (tel. 0931/22001)
e compilare la sche-
da di iscrizione.
CULTURA 14 Sicilia 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
Signifcato e storia della
Commemorazione dei defunti
Il culto dei
morti anti-
chissimo e la
data del 2 di
novembre sem-
brerebbe riferir-
si al periodo del
grande Diluvio
di cui parla la
Genesi, quel-
lo per cui No
costru larca
Il giorno dei mor-
ti la festivit che
la Chiesa cattolica
dedica alla com-
memorazione dei
defunti. La festa
ha origini antiche,
che uniscono paesi
lontani per epoche
e distanze. La data
del festeggiamen-
to, il 2 novembre,
non casuale.
Il culto dei mor-
ti antichissimo
e la data del 2 di
novembre sem-
brerebbe riferir-
si al periodo del
grande Diluvio di
cui parla la Gene-
si, quello per cui
No costru lar-
ca e che secondo
il racconto cadde
nel diciassettesi-
mo giorno del se-
condo mese, che
corrisponderebbe
al nostro novem-
bre. Secondo la
tradizione, la Festa
dei Morti nacque
dunque in onore
delle persone che
Dio stesso ave-
va condannato, al
fne di esorcizzare
la paura di nuovi
eventi simili. Una
storia ovviamente
sospesa tra religio-
ne e leggenda, ma
quale che sia stata
la vera origine del-
la festa del 2 di no-
vembre, certe sono
le testimonianze
storiche che atte-
stano lusanza di
commemorare i
morti gi in civilt
antichissime, di-
stanti tra loro per
spazio e tempo.
Dallantica Roma,
alle civilt celti-
che, fno al Mes-
sico e alla Cina,
un proliferare di
riti, dove il comu-
ne denominatore
consolare le anime
dei defunti, perch
siano propizie per
i vivi. Certamen-
te origini e riti si
ricollegano allan-
tica usanza del
banchetto funebre,
un tempo comu-
ne a tutti i popoli
lendario celtico
era infatti la notte
di Samhain, notte
di tutti i morti e di
tutte le anime, che
si festeggiava tra il
31 ottobre e il 1
novembre.
Allepoca dei pri-
mi cristiani, queste
tradizioni erano
ancora molto pre-
senti e la Chiesa
cattolica faticava a
sradicare i culti pa-
gani. Cos, nel 835,
Papa Gregorio II
ai culti pagani. Nel
998 Odilo, abate di
Cluny, aggiungeva
poi al calendario
cristiano il 2 no-
vembre come data
per commemorare
i defunti.
Motivo ricorren-
te nella tradizione
popolare ancora
la credenza che
in questo giorno i
cari scomparsi tor-
nino a farci visita
sulla terra. Il viag-
stati buoni e han-
no pregato per le
anime care, i morti
torneranno a por-
tar loro dei doni.
Quando i fanciulli
sono a dormire, i
genitori preparano
i tradizionali "pupi
di zuccaro" (bam-
bole di zucchero),
con castagne, cioc-
colatini e monetine
e li nascondono.
Al mattino i bimbi
iniziano la ricer-
ca, convinti che
durante la notte i
morti siano usci-
ti dalle tombe per
portare i regali.
E' tradizione sici-
liana festeggiare
i defunti. E una
festa dei sapori, di
colori di gioia, per
i piccoli, un modo
felice di ricordare
i propri cari. Af-
fonda le sue radici
nella storia antica:
egiziana e romana.
In Egitto i mor-
ti vivevano nella
tomba e a Roma
erano i protettori
del focolare dome-
stico. Noi diciamo
la festa dei morti
e non la comme-
morazione dei de-
funti, quindi non
un giorno di lutto,
ma una giornata
felice: i cimiteri si
riempiono di fori,
soprattutto crisan-
temi, e di gente che
si ferma persino a
pranzare e a parla-
re con il caro estin-
to. Il giorno della
"festa dei morti" le
tavole e le creden-
ze di ogni casa, si
riempiono di ceste
di frutta di mar-
torana tutta colo-
rata, di mandorle,
dolci, cioccolato e
caramelle. una
festa soprattutto di
sapori e di colori,
le pasticcerie si ri-
empiono di colori
e tutti comprano
la frutta di marto-
rana, ma c' anche
chi la prepara in
casa e tutta la fa-
miglia collabora,
grandi e piccini.
giorni che verran-
no, la tradizione
culinaria della Fe-
sta dei Morti che
accomuna per si-
gnifcato e fnali-
t tutte le regioni
della penisola. Ci
dimostra che, se
vero che oggi il
culto commemora
i defunti attraver-
so il suffragio e la
preghiera, altret-
tanto vero che
molte delle antiche
usanze continuano
leggiano dunque i
doni che i defunti
portano dal cielo
e contemporane-
amente lofferta
di ristoro dei vivi
per il loro viaggio.
Un modo per esor-
cizzare la paura
dellignoto e della
morte.In Sicilia il
2 novembre una
festa particolar-
mente gioiosa per
i bambini. Infatti
vien fatto loro cre-
dere che, se sono
indo-europei, ma
la tradizione cel-
tica fu quella che
ebbe maggiore
eco in Europa. La
celebrazione pi
importante del ca-
spost la festa di
Tutti i Santi dal
13 maggio al 1
novembre, pen-
sando, in questo
modo, di dare un
nuovo signifcato
gio che li separa
dal mondo dei vivi
lungo e fatico-
so, nasce cos, per
ristorare i propri
cari e per renderli
benevoli verso i
a vivere nel comu-
ne intento di acco-
gliere, confortare
e placare le anime
degli avi defunti.
Gli odierni dolci
dei morti simbo-
Il giorno non considerato festivo, ma senza dubbio molto sentito dalla popolazione italiana,
che viaggia spesso verso i propri luoghi di origine per portare fori e lumini a parenti ed amici scomparsi
2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Di penalizzazioni
non si muore, ma si
possono perdere i
campionati . Com
accaduto nel 2012
al Siracusa che sul
campo era riuscito a
guadagnarsi la pro-
mozione in B se non
fosse stato per quei
sei, maledettissimi
punti di penalizza-
zione per infrazio-
ni amministrative
che vanifcarono gli
sforzi profusi e fe-
cero da preludio alla
mancata iscrizio-
ne della squadra
al campionato di
LegaPro al quale,
tuttavia, avrebbe
avut o, comunque,
sacrosanto diritto . E
non si pu dire che il
Siracusa sia rimasto
impassibile per len-
nesima tegola che
gli caduta inopi-
natamente addosso,
perch il Vittoria
che ha cos portato a
tre il suo vantaggio
sugli azzurri, rischia
di raddoppiarlo nel
recupero col Via-
grande di mercoled
prossimo e, addirit-
tura, di triplicarlo se
riuscir a battere gli
azzurri nellincontro
diretto di domenica
prossima . E anche
se il campionato
ancora lungo, nove
punti di svantaggio
non sarebbero pro-
prio una bazzecola.
Con ogni probabilit
il Vittoria non sar
capace di tanto e
lallarme rosso fni-
r per rientrare, ma
intanto la situazione
questa e non per
nulla rosea. Giusti-
fcata, dunque, la
rabbia del Siracusa
e di tutto lambiente
che gli ruota attorno
per questa decisio-
ne che lo penalizza
pesantemente, pur
ritenendolo mate-
rialmente estraneo
alla vicenda . Rab-
bia che, se incana-
lata nei binari giusti
di una sana reazione,
pu comportare una
salutare spinta a far
sempre meglio . A
cominciare dallim-
pegno di oggi col
Taormina, reduce
dalla seconda vitto-
ria di questa prima
parte di stagione e
non con una squadra
qualsiasi, bens con
una delle pretenden-
ti alla promozione
come LIgea Virtus,
Squadra dunque in
ripresa quella di Saro
De Cento che mira
a dare continuit al
suo momento ten-
tando di uscire alme-
no imbattuta dal De
Simone, confdando
su una difesa piut-
tosto arcigna, im-
perniata su giocatori
esperti come Filistad
e lex azzurro Mim-
mo Porchia e nella
linea di centrocam-
po, sui sempreverdi
Fenech, Mastronardi
e Pasca. Il Siracusa
non deve per farsi
guidare solo dalla
rabbia, ma deve ma-
novrare con lucidit
e discernimento,
cercando di sbloc-
care gi dalle prime
battute lincontro,
pur mancando di
una pedina impor-
tante come Ignazio
Panatteri, appiedato
dal giudice sportivo.
Deve convincersi
questa squadra, e
Anastasi deve ado-
perarsi in tal senso,
che il campionato
cui partecipa, impro-
priamente chiamato
di Eccellenza in
verit il torneo della
sofferenza in cui
tutti sono chiama-
ti, chi per un verso
e chi per un altro, a
soffrire. Protagonisti
naturalmente in pri-
mo luogo . Sia colo-
ro che vanno in cam-
po che colui che li
dirige dalla panchi-
na. Anche perch le
vittorie sofferte sono
anche le pi esaltanti
e le pi belle .
Armando Galea
La rabbia del Siracusa
sul risorto Taormina?
Azzurri senza alternative: col Vittoria gi in fuga servono solo
i tre punti per non perderlo di vista - assente Panatteri, affdato
a Mascara, a contino e a dagosta il compito di superare
la difesa biancoazzurra imperniata sull ex azzurro Porchia
Basket, al PalaKradina per la Kama Italia
Aretusa arriva il Milazzo
In foto, azione di gioco dell'Aretusa
Non stata indubbiamente una settimana agevole per coach Bordieri ai fni
della preparazione della diffcile gara in programma ogg contro Milazzo e
valevole per la quinta di andata del campionato di C nazionale. Il tecnico in-
fatti non ha potuto disporre dellintero roster a disposizione, ma confda nella
voglia di riscatto della propria squadra, dopo linopinata battuta darresto di
sabato scorso a Crotone.
"Anche per la rifnitura non eravamo al completo commenta il tecnico sira-
cusano viste le assenze, per impegni professionali, di Agosta e Ferraro che
saranno comunque della partita. Si tratta di una gara molto diffcile, sia per la
consistenza dellavversario che rispetto alla passata stagione si rinforzato
con larrivo di Rath e Rahaman, sia per le diffcolt di poter sostenere sedute
regolari con la rosa al completo. Malgrado ci, dovremmo presentarci con
lorganico al completo, pronti a dare battaglia e vincere la partita". Quindi
l'appuntamento per oggi con inizio alle 18, al Palakradina.
Per le formiche arrivano oggi al PalaLoBel-
lo la seconda forza di questo campionato, le
pugliesi della Salinis. Per le rosanero quarto
successo consecutivo, domenica scorsa, con-
tro la Salandra che ha permesso alle pugliesi
di consolidare il secondo posto e , portarsi a
meno tre dal Real Statte. Per le ragazze di
mister La Bianca, sicuramente, in avversario
temibile e di tutto rispetto da non sottova-
lutare. Lappuntamento alle 17.00 al Pal-
LOBello di Siracusa , arbitreranno i sign.
Manuel Urban (San Don Di Piave), Diego
Fanton (Vicenza) crono: Nicol Leanza (Aci-
reale)
Salvatore Cavallaro
Calcio a 5 A1/F, per le Formiche match ad alta
quota con le seconde della classe Salinis
gli azzurri in coro: penalizzazione ingiusta
SPORT Pagina 16 2 NOVEMBRE 2014, DOMENICA
Sicilia
Calcio, scontro al vertice nel derby
tra Palazzolo e Leonzio
Affrontiamo
una delle
squadre
meglio
organizzate
del torneo
Non scenderanno in campo nel derby,
oltre accardo e lentini anche il difensore accaputo
Rugby,
Syrako
in cerca
di continuit
contro
la Iron Team
Dopo aver festeg-
giato la vittoria
sullAcireale, la
Syrako a lavorato
tutta la settima-
na per preparare
il match di oggi.
Anche se in set-
timana, le condi-
zioni meteorologi-
che non sono state
delle migliori, la
squadra ha comun-
que lavorato bene,
anche servendo-
si della palestra
del Di Natale.
Buscema e il suo
staff, hanno pre-
parato una Syra-
ko dassalto, che
riesca ad imporsi
sullIron Team di
Palermo.
Tranne i lungode-
genti, compreso
Nizza, ancora alle
prese con fastidi
alla spalla, sono
tutti disponibili.
Rientra anche Di
Paola, che a causa
di un trauma crani-
co alla prima gior-
nata, ha dovuto
saltare le seguenti
partite.
Partita, quella di
oggi, molto impor-
tante, infatti, la
prima di un trittico
fondamentale per
il raggiungimento
dellobiettivo fna-
le. La Syrako nel
mese di novembre
dovr fare il pieno
di punti, altrimenti
diventa diffcile,
pensare ad une-
ventuale promo-
zione.
Nellunico prece-
dente in casa, la
Syrako ha vinto
per 25-3, con le
mete di Bronzi, De
Luca e due di Faz-
zino. L'appunta-
mento alle 14,30
al "Pippo Di Nata-
le".
Buone notizie, per
il Palazzolo, in vista
dello scontro al ver-
tice con la Leonzio
in programma dome-
nica allo Scrofani
Salustro: il difenso-
re Christian Ricca,
lattaccante Attilio
Sirugo ed il portiere
Giuseppe Aglian,
infatti, hanno recupe-
rato dai rispettivi in-
fortuni e sono tornati
a disposizione del tec-
nico Massimo Attar-
do, che, dunque, nella
gara con i lentinesi (la
terza di questa stagio-
ne dopo il doppio con-
fronto di Coppa Italia)
potr schierare la for-
mazione migliore.
Ancora out, invece,
gli acciaccati Alean-
dro Accardo e Lucia-
no Lentini, che con
ogni probabilit non
saranno nemmeno
convocati. La squadra
ha sostenuto una par-
titella in famiglia per
provare gli schemi ed
il modulo da adottare
oggi contro la Leon-
zio.
A non poter scendere
in campo con la Leon-
zio (oltre ad Accardo
e Lentini) c anche
il difensore Carmelo
Accaputo, che deve
ancora fnire di scon-
tare la lunga squalif-
ca infittagli dopo la
partita col Macchitel-
la Gela. In relazione
alla decisione della
giustizia sportiva, co-
munque, la societ del
presidente Graziano
Cutrufo ha presenta-
to ricorso chiedendo
una riduzione della
sanzione applicata a
carico del giocatore,
che stato fermato
per 6 turni.Cresce,
intanto, lattesa per
quella che rappresenta
gi una gara fonda-
mentale e che, in caso
di successo, consenti-
rebbe ai gialloverdi di
agguantare la Sicula
Leonzio in vetta alla
classifca del girone D
di Promozione. Af-
frontiamo una delle
squadre meglio orga-
nizzate del torneo, -
spiega mister Attardo
ma, come sempre,
scenderemo in campo
con lintento di fare
la partita e di vincer-
la. Se non dovessimo
riuscirci, comunque,
non bisogner farne
una tragedia perch il
campionato ancora
lungo e anche il pari ci
consentirebbe di man-
tenere invariate le di-
stanze. Siamo reduci
da una serie dimpe-
gni ravvicinati e, pian
piano, stiamo recupe-
rando tutti gli infor-
tunati, - ha aggiunto
lallenatore degli iblei
per fare bene oggi,
per, contiamo molto
anche sul fattore cam-
po e sulla spinta del
pubblico, che dovr
essere il dodicesimo
uomo in campo.
Rinascita netina 0
Real Avola 1
Arriva le seconda
vittoria consecutiva
per il Real Avola.
Oggi nel match di-
sputato a Noto a
porte chiuse contro
la Rinascitaneti-
na 2008 Cancemi
ha portato in van-
taggio la propria
squadra con un
pallonetto. Gran-
de entusiasmo non
solo per i tifosi ma
anche e soprattutto
per la dirigenza, il
direttore sportivo
Sebastiano Patan
ed il nuovo mister
Rosario Monaca.
Sono molto or-
goglioso per come
stanno lavorando
i ragazzi e per i ri-
sultati che stanno
ottenendo. Vederli
cos partecipi, sere-
ni e pieni di grinta
mi riempie il cuore
di gioia e mi da una
carica di adrenalina
in pi per poter an-
dare avanti e con-
tinuare a fare bene
per la nostra squa-
dra queste le paro-
le del responsabile
marketing Gabriele
Li Gioi.
In foto, la statistica
delle due squadre
Grazie alla collaborazione
tra il II istituto comprensivo
Bianca di Avola, il comita-
to Uisp e con il patrocinio
dell'amministrazione co-
munale, per il terzo anno
consecutivo sar avviata li-
niziativa solidale promossa
dei SuperAbili Onlus dal ti-
tolo Baskin a Scuolauno
sport per tutti. La prima
scuola a partire sar proprio
l'istituto Bianca di via Manin.
Grande entusiasmo da parte
degli insegnanti di sostegno
che vedono in questa nuova
pratica sportiva uno strumen-
to di alto proflo educativo.
Una disciplina che coniuga
al meglio il concetto di inte-
grazione, di cooperazione e
di crescita motoria e intellet-
Ad Avola Baskin
a Scuola... uno
sport per tutti
tiva di tutti i ragazzi che pra-
ticheranno questa sport. La
dirigente Maria Grazia Ficara
sottolinea la voglia di tutti i
ragazzi (normodotati e disa-
bili) di giocare insieme con-
fermando come la pratica del
baskin abbia effetti educativi
immediati e facilmente verif-
cabili nei ragazzi, miglioran-
do l'approccio alla diversit e
arricchendo il loro bagaglio
culturale. Soddisfatto anche
il presidente dei SuperAbili,
Giuseppe Cataudella, che evi-
denzia come tutto questo sia
possibile grazie al contributo
di tutti i volontari dellasso-
ciazione, alla disponibilit dei
docenti e all impegno costan-
te degli istruttori Uisp.
una diSciPlina che coniuga il concetto d'integrazione