Sei sulla pagina 1di 13

6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||

http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 1/13


LJA EDDA
Lja Edda. Edda poetica o antica
Vlusp. La profezia della Veggente
Hvaml. Il discorso di Hr
Vafrnisml. Il discorso di Vafrnir
Grmnisml. Il discorso di Grmnir
Skrnisml. Il discorso di Skrnir
Baldrs draumar. I sogni di Baldr
Grottasngr. La canzone del Grotti
Svipdagsml. Il discorso di Svipdagr
Schema

VAFRNISML - Saggio
VAFRNISML - Testo
Note
Bibliografia
BIBLIOTECA
GERMANI
Scandinavi
LJA EDDA
VAFRNISML
IL DISCORSO DI VAFRNIR
Titolo Vafrnisml, Discorso di Vafrnir
Genere Poema gnomico - Dialogo
Voci Dialogo (2 voci + 1)
Lingua Norreno
Epoca
Composizione:
Redazione:

Prima met del X secolo
XIII secolo
Manoscritti
[R] Reykjavk, Stofnun rna Magnssonar. Codex Regius, ms. GKS 2365 4to
[A] Reykjavk, Stofnun rna Magnssonar. Codex Arnamagnanus, ms. AM 748 4to
LJA EDDA
VAFRNISML
IL DISCORSO DI VAFRNIR
Il poema
Le redazioni
Genere e metrica
Edizioni italiane
Il poema
Terzo canto mitologico della Lja Edda, il Vafrnisml, o Discorso di Vafrnir segue l'Hvaml nel
manoscritto del Codex Regius. Non c' uniformit di vedute tra gli studiosi sull'epoca in cui il Vafrnisml venne
fissato, ma non sembra distaccarsi dallo stesso periodo in cui fu anche composta la Vlusp, cio intorno alla prima
met del X secolo. Il poemetto appare omogeneo ed anche se non possibile escludere del tutto eventuali
interpolazioni, sembra esserci pervenuto in buone condizioni.
Il poemetto completamente in forma dialogica, se si eccettua un'unica strofa narrativa, la quinta. Dopo un breve
colloquio introduttivo tra inn e sua moglie Frigg, incentrato sulla reputazione di sapienza del gigante Vafrnir,
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 2/13
inn decide di recarsi alla corte di quest'ultimo per disputare con lui un certamen di sapienza. Presentatosi col
nome di Gagnrr, inn comincia a disputare con Vafrnir sul sapere delle cose remote. Per primo il gigante
pone ad inn quattro domande che stabiliscano chi sia il pi saggio dei due. inn risponde correttamente e
quand' il suo turno di chiedere, rivolge a Vafrnir dodici domande riguardante la creazione e il passato del
mondo. A tutte, il gigante risponde. Allora inn pone a Vafrnir altre cinque domande riguardanti la fine del
mondo, il Ragnarkkr, nell'ultima delle quali chiede al gigante chi sar a uccidere inn nell'ultima battaglia. Di
nuovo il gigante risponde a tutte e finalmente inn pone la sua ultima domanda, a cui per non possibile dare
una risposta: Che cosa disse inn, a chi saliva sul rogo, lui stesso nell'orecchio del figlio? Vafrnir capisce
allora che il suo avversario non altri che lo stesso inn e riconosce la sconfitta.
Le redazioni
Il Vafrnisml ci pervenuta in due redazioni: quella del Codex Regius, a quanto pare completa, e quella del Codex
Arnamagnanus, che comprende il testo solo dalla strofa [20] in poi, essendo mutila nella parte iniziale. In entrambe
le fonti, due strofe (la [27] e la [31]) sono composte soltanto di due versi invece che quattro.
Snorri, nella sua Prose Edda, cita in tutto otto strofe del Vafrnisml, anche se in molti altri punti della sua opera
fa delle attenti parafrasi di altri passi. Nel citare la strofa [31], Snorri riporta anche i versi che mancano nei due
codici.
Genere e metrica
Il Vafrnisml un poema gnomico-sapienziale. Nel certamen tra il dio e l'antico gigante viene ricapitolata la
conoscenza mitica del mondo nordico. Allo stesso genere appartengono anche il Grmnisml e la Vlusp.
Il metro del Vafrnisml il cosiddetto ljahttr o metro strofico, che in genere legato alla poesia sentenziosa,
ai testi dai contenuti magico-formulari o proverbiali, e forse risente alla lontana del distico elegiaco (ed
epigrammatico) latino, il pi comune della poesia nordica. Ogni strofa formata di quattro versi, in cui due versi
lunghi, formati da due semiversi si alternano a due versi versi pieni formati da un semiverso ciascuno.
In questa pagina, per ragioni grafiche, i due semiversi che compongono i versi lunghi sono stati spezzati e disposti
su due righe. Cos le strofe risultano organizzate su un numero di righe diverso da quelle originali. Ecco, per
confronto, la versificazione della strofa [1]:
Heitr ertu, hripur, ok heldr til mikill;
gngomk firr, funi!
loi svinar, tt ek lopt berak,
brennomk feldr fyrir.
Edizioni italiane
Escludendo le strofe scorporate presenti nelle antologie, o quelle citate da Snorri e presenti nelle traduzioni della
Prose Edda, la prima traduzione integrale del Vafrnisml quella presente nel libro I canti dell'Edda, a cura di
Olga Gogala di Leesthal, pubblicato nella collana I grandi scrittori stranieri dalla UTET (Torino 1939). Con il
titolo reso nella lezione Vafthrudhnismal, una traduzione metrica in quartine di endecasillabi alternati a settenari.
Sebbene non possa essere considerata una traduzione letterale, sorretta da un buon corredo di note.
Dammi consiglio, Frigg! brama mi punge
delle case di Vafthrudhnir
ch grande il mio desir su antiche rune
con Iotun l'onnisciente gigante.
Segue la traduzione di Alberto Mastrelli, nel libro L'Edda. Carmi norreni, nella collana Classici della religione,
edita da Sansoni (Firenze 1951, 1982). Intitolata Vafthrudhnismal. Il carme di Vafthrudhnir, in versi liberi, con le
coppie di semiversi cucite in versi interi. Abbastanza libera, ma rigorosa, fittamente annotata.
Dammi ora un consiglio, Frigg; desidero andare
a visitare Vafthrudhnir!
mia gran brana parlare di antiche rune
con quel saggio gigante.
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 3/13
Un'altra traduzione, con il titolo tradotto in Canzone di Vafthrudhnir, quella fornita da Piergiuseppe Scardigli e
Marcello Meli, nell'antologia Il canzoniere eddico, edito da Garzanti (Milano 1982). Di nuovo versi liberi, sebbene i
semiversi siano finalmente evidenziati, presenta un corredo di note ridotto al minimo e non giustifica molte scelte,
non sempre felici, nella traduzione.
Consigliami, ora, Frigg, ho gran voglia di andare,
a trovare Vafthrudhnir!
Son curioso, confesso; di disputare sul sapere remoto,
con l'onnisciente gigante.
LJA EDDA
VAFRNISML
IL DISCORSO DI VAFRNIR
Colloquio di inn e Frigg (1-4)
Partenza di inn (5)
inn alla dimora di Vafrnir (6-10)
Vafrnir mette alla prova la sapienza di inn (11-19)
inn enumera a Vafrnir dodici domande sulle cose primordiali (20-43)
inn pone a Vafrnir cinque domande sul futuro del mondo (44-53)
L'ultima domanda: vittoria di inn (54-55)
Note


VAFRNISML
IL DISCORSO DI VAFRNIR



Colloquio di
inn e Frigg
1

inn kva: Disse inn:
Rd mr n, Frigg,
allz mik fara tiir
at vitja Vafrnis;
forvitni mikla
kve ek mr fornom stfom
vi ann inn alsvinna jtun.
Ora consigliami, Frigg,
di andare ho gran voglia
a trovare Vafrnir.
Confesso che son curioso
di disputare sulle cose remote
con quel gigante onnisciente.

2
Frigg kva: Disse Frigg:

Heima letja
ek mynda Heriafr
grom goa,
vat engi jtun
ek huga jafnramman
sem Vafrni vera.
A casa volentieri
tratterrei Herjafr,
nelle dimore degli di:
nessun gigante
credo sia tanto potente
quanto Vafrnir.

3
inn kva: Disse inn:

Fjl ek fr,
fjl ek freistaa,
fjl ek reynda regin;
hitt vil ek vita,
hv Vafrnis
salakynni s.
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Questo io voglio sapere:
come di Vafrnir
sia la dimora.


4
Frigg kva: Disse Frigg:
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 4/13

Heill farir,
heill aptr komir,
heill sinnom sr!
i r dugi,
hvars skalt, Aldafr,
orom mla jtun.
Salvo parti,
salvo torna indietro,
salvo tu sia nel cammino!
La sapienza ti assista
dovunque tu, Aldafr,
ti rivolgerai al gigante.
Partenza di inn
5
Fr inn
at freista orspeki
ess ins alsvinna jtuns;
at hllo hann kom,
ok tti ms fair;
inn gekk Yggr egar.
Part dunque inn
alla disputa di sapienza
con quel gigante onnisciente.
Giunse lui nella sala
che fu del padre di mr.
Subito Yggr vi fece ingresso.
inn alla dimora
di Vafrnir
6
inn kva: Disse inn:
Heill n, Vafrnir!
n em ek hll kominn,
ik sjlfan sj;
hitt vil ek fyrst vita,
ef frr sr
ea alsvir, jtunn.
Salute ora a te, Vafrnir!
Eccomi or giunto alla sala
a trovar proprio te.
Voglio per primo sapere
se tu sapiente sei
e onnisciente, o gigante.


7
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Hvat er at manna
er mnom sal
verpomk ori ?
t ne komir
rom hllom fr,
nema inn snotrari sr.
Chi tra gli uomini
che nella mia corte
si rivolge a me?
Non uscirai
da questa sala
se non risulterai tu il pi sapiente.


8
inn kva: Disse inn:

Gagnrr ek heiti;
n emk af gngo kominn
yrstr til inna sala,
laar urfi
hefi ek lengi farit
ok inna andfanga, jtunn.
Gagnrr mi chiamo,
ora sono di strada giunto,
assetato, alla tua corte.
Bisogno ho di ricovero
- ho a lungo viaggiato -
e della tua accoglienza, o gigante.

9
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Hv , Gagnrr,
mliz af glfi fyrir?
Faru sess sal!
skal freista,
hvrr fleira viti,
gestr ea inn gamli ulr.
E perch allora, Gagnrr,
ti rivolgi a me dall'ingresso?
Vieni a sedere in sala!
E metteremo alla prova
chi pi cose conosca
se l'ospite o il vecchio cantore.


10
inn kva: Disse inn:

auigr mar,
er til auigs kmr,
mli arft ea egi;
ofrmlgi mikil
hygg ek at illa geti
hveim er vi kaldrifjaan kmr.
L'uomo che non ricco
e che dal ricco va,
parli poco o taccia.
Credo che il parlar troppo
non sia conveniente
se sei venuto da chi maldisposto.
Vafrnir mette
alla prova la
sapienza di inn
11
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:
Seg mr, Gagnrr,
allz glfi vill
ns um freista frama,
hv s hestr heitir
er hverjan dregr
dag of drttmgo?
Di' tu a me, Gagnrr,
se dall'atrio vuoi
la tua sapienza provare.
Come si chiama il destriero
che uno ad uno trascina
il giorno per le schiere umane?


12
inn kva: Disse inn:

6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 5/13
Skinfaxi heitir,
er inn skra dregr
dag um drttmgu;
hesta beztr
ykkir hann me reigotom,
ey lsir mn af mari.
Skinfaxi si chiama
chi il chiaro trascina
giorno per le schiere umane.
Dei destrieri lo si stima
il migliore tra i Rei-Goti.
Di quel cavallo risplende la criniera.

13
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Seg mr, Gagnrr,
allz glfi vill
ns um freista frama,
hv s jr heitir
er stan dregr
nott of nyt regin?
Di' tu a me, Gagnrr,
se dall'atrio vuoi
la tua sapienza provare.
Come si chiama il cavallo
che da oriente trascina
la notte sugli di propizi?

14
inn kva: Disse inn:

Hrmfaxi heitir,
er hverja dregr
ntt of nt regin;
mldropa fellir
hann morgin hvern;
aan kemr dgg um dala.
Hrmfaxi si chiama
chi una ad una trascina
la notte sugli di propizi.
La schiuma dai denti
gocciola al mattino,
da cui viene la rugiada sulle valli.

15
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Segu at, Gagnrr,
allz glfi vill
ns um freista frama,
hv s heitir
er deilir me jtna sonom
grund ok med goom?
Di' tu a me, Gagnrr,
se dall'atrio vuoi
la tua sapienza provare.
Come quel fiume si chiama
che divide tra i figli dei giganti
la terra e tra gli di?


16
inn kva: Disse inn:

fing heitir ,
er deilir me jtna sonom
grund ok me goom;
opin renna
hn skal um aldrdaga,
verrat ss .
fing si chiama il fiume
che divide tra i figli dei giganti
la terra e tra gli di.
Libero scorrer
fino alla fine dei tempi:
non geler mai quel fiume.

17
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Segu at, Gagnrr,
allz glfi vill
ns um freista frama,
hv s vllr heitir
er finnaz vgi at
Surtr ok in svso go?
Di' tu a me, Gagnrr,
se dall'atrio vuoi
la tua sapienza provare.
Come il campo si chiama
dove scenderanno a battaglia
Surtr e gli di soavi?


18
inn kva: Disse inn:

Vgrir heitir vllr,
er finnaz vgi at
Surt ok in svso go;
hundra rasta
hann er a hverjan veg,
s er eim vllr vitar.
Vgrr si chiama il campo
dove si daranno battaglia
Surtr e gli di soavi.
Cento rastar
misura da ogni lato
il campo a loro destinato.

19
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Frr ertu n, gestr,
far bekk jtuns,
ok mlomk sessi saman,
hvi veja
vit skolom hllo ,
gestr, um gespeki.
Sapiente sei tu ora, ospite,
vieni alla panca del gigante
e converseremo seduti insieme.
La testa noi due
ci giocheremo nella sala,
ospite, in gara di sapienza.
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 6/13
inn enumera a
Vafrnir dodici
domande sulle
cose primordiali
20
inn kva: Disse inn:
Segu at it eina,
ef itt i dugir
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan jr um kom
ea uphiminn
fyrst, inn fri jtunn?
Di' tu questo per primo
se hai sufficiente saggezza
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove la terra provenne
e il cielo in alto
in principio, o saggio gigante?

21
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

r Ymis holdi
var jr um skpu,
en r beinom bjrg,
himinn r hausi
ins hrmkalda jtuns,
en r sveita sjr.
Dalla carne di Ymir
fu la terra creata
e dalle ossa i monti;
il cielo dal cranio
del gigante freddo di brina
e dal sangue il mare.

22
inn kva: Disse inn:

Segu at annat,
ef tt i dugir
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan mni um kom,
sv at ferr menn yfir,
ea sl it sama?
Di' tu questo per secondo
se hai sufficiente saggezza
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove la luna venuta,
lei che sugli uomini va,
e il sole ugualmente?


23
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Mundilfri heitir,
hann er mna fair
ok sv Slar it sama;
himin hverfa
au skolo hverjan dag
ldom at rtali.
Mundilfri si chiama
colui che fu il padre della luna
e del sole ugualmente;
il cielo percorreranno
quei due ogni giorno
per segnare agli uomini il tempo.

24
inn kva: Disse inn:

Segu at it rja,
allz ik svinnan kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan dagr um kom,
s er ferr drtt yfir,
ea ntt med niom?
Di' tu questo per terzo
se tutti ti chiamano accorto
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove il giorno venuto,
lui che sulla schiera degli uomini va,
e la notte e le fasi lunari?


25
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Dellingr heitir,
hann er Dags fair,
en Ntt var Nrvi borin;
n ok ni
skpo nt regin
ldom at rtali.
Dellingr si chiama
colui che fu il padre di Dagr,
e Ntt da Nrfi nacque;
luna piena e luna nuova
crearono gli di propizi
per segnare agli uomini il tempo.


26
inn kva: Disse inn:

Segu at it fjra,
allz ik fran kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan vetr um kom
ea varmt sumar
fyrst me fr regin?
Di' tu questo per quarto
se tutti ti chiamano sapiente
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove l'inverno venuto,
e la calda estate,
in principio tra gli di sapienti?


27
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Vindsvalr heitir,
hann er Vetrar fair,
en Svsur sumars.
Vindsvalr si chiama,
colui che fu il padre di Vetr,
e Svsur di Sumar.

28 Disse inn:
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 7/13
inn kva:

Segu at it fimat,
allz ik fran kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hverr sa elztr
ea Ymis nija
yri rdaga.
Di' tu questo per quinto
se tutti ti chiamano sapiente
e tu, Vafrnir, sai.
Chi era il pi vecchio degli sir
e della stirpe di Ymir
al principio dei tempi?


29
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

rfi vetra
r vri jr skpu,
var Bergelmir borinn,
rgelmir
var ess fair,
en Aurgelmir afi.
Innumerevoli inverni,
prima che la terra avesse forma,
allora venne Bergelmir alla luce,
rgelmir
gli fu padre
e Aurgelmir nonno.

30
inn kva: Disse inn:

Segu at it stta,
allz ik svinnan kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan Aurgelmir kom
me jtna sonom
fyrst, inn fri jtunn?
Di' tu questo per sesto
se tutti ti chiamano accorto
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove Aurgelmir venne
tra i figli degli jtnar
per primo, il sapiente gigante?

31
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

r livagom
stukkoo eitrdropar,
sv x, unz var r jtunn;
[ar rar ttir
kmu allar saman,
v er at allt til atalt].
Dagli livgar
scatur in gocce il veleno
e crebbe finch nacque un gigante.
[Da l le nostre stirpi
vennero tutte insieme,
per cui sempre feroci saranno].


32
inn kva: Disse inn:

Segu at it sjaunda,
allz ik svinnan kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hv s brn gat,
enn baldni jtunn,
er hann hafit ggjar gaman.
Di' tu questo per settimo
se tutti ti chiamano accorto
e tu, Vafrnir, sai.
Come gener figli
il possente gigante
se non si un ad alcuna gigantessa?


33
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Undir hendi vaxa
kvau hrmursi
mey ok mg saman;
ftr vi fti
gat ins fra jtuns
sexhfaan son.
Sotto il braccio crebbero,
dicono, del gigante di brina
la figlia e il figlio del pari.
Piede con piede
gener il sapiente gigante
il figlio dalle sei teste.


34
inn kva: Disse inn:

Segu at it tta,
allz ik svinnan kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hvat fyrst mant
ea fremst um veitzt,
ert alsvir, jtunn.
Di' tu questo per ottavo
se tutti ti chiamano accorto
e tu, Vafrnir, sai.
Cosa tu per primo ricordi
o innanzi a tutto conosci?
Tu sei onnisciente, o gigante.


35
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

rfi vetra
r vri jr om skpu,
var Bergelmir borinn;
at ek fyrst um man
Innumerevoli inverni,
prima che la terra fosse foggiata,
Bergelmir era gi nato.
Questo per primo io rammento:
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 8/13
er s inn fri jtunn
var lr um lagir.
vidi quel saggio jtunn
ch'era steso su un mulino.

36
inn kva: Disse inn:

Segu at it nunda,
allz ik svinnan kvea
ok , Vafrnir, vitir,
hvaan vindr um kmr,
sv at ferr vg yfir;
menn han sjlfan um sj.
Di' tu questo per nono
se tutti ti chiamano accorto
e tu, Vafrnir, sai.
Da dove il vento proviene
che spira sul mare in burrasca?
Mai gli uomini riescono a scorgerlo.


37
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Hrsvelgr heitir,
er sitr himins enda,
jtunn arnar ham;
af hans vngjom
kva vind koma
alla menn yfir.
Hrsvelgr si chiama
chi siede alla fine del cielo,
jtunn in forma d'aquila:
dalle sue ali,
dicono, giunga il vento
sopra tutti gli uomini.

38
inn kva: Disse inn:

Segu at it tunda,
allz tva rk
ll, Vafrunir, vitir,
hvaan Njrr um kom
me sa sonom,
hofom og hrgom
hann rr hunnmrgom,
ok varat hann som alinn.
Di' tu questo per decimo
se il destino degli di
tutto, Vafrnir, conosci.
Da dove Njrr provenne
tra i figli degli sir?
Templi e altari
regge in gran numero
ed egli non stato dagli sir generato.

39
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Vanaheimi
skpo hann vs regin
ok seldo at gslingo goum;
aldar rk
hann mun aprt koma
heim me vsom vnom.
In Vanaheimr
lo crearono i saggi numi
e lo diedero in ostaggio agli di.
Alla fine del tempo
egli di nuovo torner
a casa, tra i saggi Vanir.


40
inn kva: Disse inn:

Segu at et ellipta
hvar tar tnom
hggvaz hverjan dag?
Di' tu questo per undicesimo
dove nelle corti gli uomini
si battono ogni giorno?



Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

41
Allir einherjar
ins tnum
hggvaz hverjan dag;
val eir kjsa
ok ra vgi fr,
sitja meirr um sttir saman.
Tutti gli Einherjar
alla corte di inn
si battono ogni giorno.
Scelgono i caduti,
poi dalla battaglia cavalcano via
e in concordia siedono insieme.

42
inn kva: Disse inn:

Segu at it tlfta,
hv tva rk
ll, Vafrnir, vitir;
fr jtna rnom
ok allra goa
segir it sannasta,
inn alsvinni jtunn.
Di' tu questo per dodicesimo
come mai il destino degli di
tutto, Vafrnir, conosci?
Delle rune dei giganti
e di tutti gli di,
dici tu quel che vero,
onnisciente gigante.

43
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Fr jtna rnom Delle rune dei giganti
e di tutti gli di,
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 9/13
ok allra goa
ek kann segja satt,
vat hvern hefi ek heim um komit;
no kom ek heima
fyr Nflhel nean,
hinig deyja r heljo halir.
posso dire il vero,
poich in ogni mondo son giunto:
giunsi nei nove mondi
fino al Niflhel in basso,
presso Hel, dove vanno i morti.

inn pone a
Vafrnir cinque
domande sul
futuro del mondo
44
inn kva: Disse inn:
Fjl ek fr,
fjl ek freistaak,
fjl ek reynda regin;
hvat lifir manna,
er inn mra lr
fimbulvetr me firom?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Chi vivr degli uomini
quando sar trascorso quel famoso
Fimbulvetr tra i mortali?


45
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Lf ok Lifrasir,
en au leynaz muno
holti Hoddmmis;
morgindggvar
au sr at mat hafa;
aan af aldir alaz.
Lf e Lifrasir,
si nasconderanno
nel bosco di Hoddmmir.
Le rugiade del mattino
avranno come cibo;
da qui torneranno a sorgere le stirpi.

46
inn kva: Disse inn:

Fjl ek fr,
fjl ek freistaak,
fjl ek reynda regin;
hvaan kmr sl
inn sltta himin,
er essa hefir Fenrir farit?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Da dove verr un sole
nel liscio cielo
quando questo Fenrir l'avr divorato?


47
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Eina dttur
berr lfrull,
r hana Fenrir fari;
s skal ra,
er regin deyja,
mur brautir, mr.
Una sola figlia
genera lfrull,
prima che Fenrir la divori;
Cavalcher
quando i potenti morranno,
i sentieri della madre, la fanciulla.

48
inn kva: Disse inn:

Fjl ek fr,
fjl ek freistaak,
fjl ek reynda regin;
hverjar ro r meyjar
er la mar yfir,
frgejaar fara?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Quali sono le fanciulle
che scivolano sul mare,
viaggiando con animo saggio?


49
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

rjr jr
falla orp yfir
meyja Mgrasis,
hamingjor einar
eira heimi ero
r me jtnom alaz.
Tre stirpi
giungono in campo
delle fanciulle di Mgrasir.
Sole protettrici
sono esse nel mondo
anche se tra i giganti nutrite.

50
inn kva: Disse inn:

Fjl ek fr
fjl ek freistaak,
fjl ek reyna regin;
hverir ra sir
eignom goa,
er sloknar Surtalogi?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Quali sir reggono
le propriet degli di,
una volta spenta la fiamma di Surtr?

6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 10/13

51
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:


Varr ok Vli
byggja v goa,
er sloknar Surtalogi,
Mi ok Magni
skolo Mjllni hafa
Vingnis at vgroti.
Varr e Vli
abiteranno i santuari degli di
quando si spegner il fuoco di Surtr.
Mi e Magni
possederanno Mjllnir
di Vingnir, alla fine delle battaglie.

52
inn kva: Disse inn:

Fjl ek fr
fjl ek freistaak,
fjl ek reyna regin;
hvat verr ni
at aldrlagi,
er rjfaz regin?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Che ne sar di inn,
alla fine dei tempi
quando gli di mancheranno?


53
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

lfr gleypa
mun Aldafr,
ess mun Varr reka;
kalda kjapta
hann klyfja mun
vitnis vgi at.
Il lupo sbraner
con le fauci Aldafr.
Varr lo vendicher.
Le fredde mascelle
egli far a pezzi
combattendo col lupo.
L'ultima
domanda: vittoria
di inn
54
inn kva: Disse inn:
Fjl ek fr
fjl ek freistaak,
fjl ek reyna regin;
hvat mlti inn,
r bl stigi,
sjlfr eyra syni?
Molto viaggiai,
molto feci esperienza,
molto misi alla prova gli di.
Che cosa disse inn,
a chi saliva sul rogo
lui stesso nell'orecchio del figlio?

55
Vafrnir kva: Disse Vafrnir:

Ey manne at veit,
hvat ardaga
sagir eyra syni;
feigom munni
mlta ek mna forna stafi
ok um ragna rk;
n ek vi Oin deildak
mna orspeki;
ert vsastr vera!
Nessun uomo sa
quel che tu in principio
dicesti nell'orecchio del figlio.
Con la bocca di chi sta per morire
ho parlato sulle cose antiche
e sul destino degli di.
Adesso con inn ho provato
la mia conoscenza.
Sei tu il pi sapiente.



NOTE
1 inn kva, Vafrnir kva. Tutte le strofe sono introdotte da una frase che informa a chi vada attribuito il dialogo
seguente (disse inn, disse Vafrnir), In entrambi i manoscritti del Vafrnisml, tuttavia, la frase appare in forma
abbreviata.
2 (b) Herjafr Padre dell'esercito, epiteto di inn.
4 (e) Aldafr Padre degli uomini, epiteto di inn.
5 l'unica strofa narrativa (non dialogica) del poemetto, che alcuni presumono essere un'interpolazione pi tarda
rispetto al resto del testo (Bellows 1936). (e) mr Scuro, presumibilmente il nome del figlio di Vafrnir. (f)
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 11/13
Yggr Terribile, epiteto di inn.
8 (a) Gagnrr (nelle ulur, Gangrr) Che conosce la via. Nei suoi viaggi, inn si dissimula sempre sotto diversi
epiteti.
10 Questa sentenza, L'uomo che non ricco e che dal ricco va..., ricorda molto da vicino il genere di consigli che
inn dispensa nella prima parte dell'Hvaml. probabile che questa strofa sia stata introdotta qui da qualche fonte di
quel genere.
12 e 14 Skinfaxi e Hrmfaxi, i cavalli che trascinano rispettivamente il giorno e la notte, sono citati da Snorri
(Gylfaginning [10]). [MITO]
13 Nel manoscritto originale, in questo e in altri passi del poemetto, la formula che introduce la strofa - e che viene
ripetuta per molte strofe successive - sovente abbreviata.
16 (a) Il fiume fing non attestato in altre fonti.
18 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [51 {54}]). (d) Cento leghe si tradotto letteralmente ma bisogna ricordare
che il norreno classico utilizzava una numerazione duodecimale e hundra significava centoventi (solo in epoca tarda venne
a indicare cento ma per lungo tempo i due sistemi di numerazione convissero l'uno accanto all'altro). In ogni caso il
numero qui una cifra simbolica.
19 Vafrnir, impressionato dalla sapienza del suo ospite, lo invita ad accedere in sala. Egli propone di rendere
interessante la gara giocando la testa su chi dei due sia il pi sapiente.
20 La versione del Vafrnisml tramandata dal Codex Arnamagnanus inizia dal secondo semiverso del primo verso di
questa strofa.
21 Il dettaglio della creazione del mondo a partire dal sacrificio di Ymir ripreso nel Grmnisml [21], in una strofa
talmente simile da far pensare a un'interpolazione. Queste sono le fonti citate da Snorri (Gylfaginning [10]). [MITO]
23 Il mito della nascita del sole e della luna (Sl e Mni) narrato da Snorri (Gylfaginning [10-11]) [SAGGIO]. Tuttavia in
Snorri, Mundilfri non fu padre tanto del sole e della luna, quanto di due ragazzi che vennero chiamati Sl e Mni poich
erano talmente belli e splendenti da essere paragonabili al sole e alla luna. Per questo inn li rap e li pose in cielo a
guidare rispettivamente il carro solare e il carro lunare. [MITO]
27 Questa strofa formata soltanto di due versi (uno lungo e uno pieno), e cos la troviamo sia nel Codex Regius che nel
Codex Arnamagnanus. Vi probabilmente una lacuna, come testimoniata dall'esempio della strofa [31], formata anch'essa
di soli due versi ma a cui Snorri aggiunge i due mancanti. In alcuni manoscritti recenti, la strofa completata con questi
due versi: e questi due rimarranno per sempre | finch gli di andranno alla distruzione. Ingegnosamente, ma con scarsa
verosimiglianza, Sophus Bugge propone di integrare la parte difettiva della strofa con una presunta parafrasi tratta da Snorri
(Gylfaginning [19]), e scrive: Vsar si chiamava il padre di Vindsvalr | gelida nell'intimo la loro schiatta (Bugge 1867).
29 (d) Si ritiene comunemente - pur senza prove esplicite - che questo rgelmir sia il gigante dalle sei teste generato
da Ymir piede con piede di cui si parla qui (Vafrnisml [33]) e in Snorri (Gylfaginning [6]). (f) Secondo Snorri,
Aurgelmir il nome con cui i giganti di brina chiamavano Ymir (Gylfaginning [5]).
30-31 La seconda met della strofa [30] e tutta la [31] vengono citate da Snorri (Gylfaginning [5 {8}]). Si noti chenei
due manoscritti del Vafrnisml, la strofa [31] conteneva soltanto la prima met: Fuori dagli Elivgar | schizzavano gocce
di veleno | e crebbero finch ne sort un gigante. Snorri a citare la strofa completa, aggiungendo: la seconda met del
verso: Di l le nostre stirpi | vennero tutte del pari originate, | sono per questo progenie perversa.. Che noi abbiamo
integrato.
35 Questa strofa citata da Snorri (Gylfaginning [7 {9}]). L'interpretazione del passo su Bergelmir molto discussa e la
spiegazione di Snorri sembra allontanarsi dalle intenzioni del passo originale [MITO]. Si veda qui per un'interpretazione pi
dettagliata del testo [SAGGIO].
37 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [18 {28}]).
38 Con questa strofa la formula introduttiva cambia leggermente: ma molto interessante notare il gioco di variazioni
nelle varie formule, che preludono al finale.
41 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [41 {48}]).
42 (d) Si preferito letteralmente con rune la parola originale rnar. Naturalmente si pu anche intendere questo
rnar, come fanno molti commentatori, in senso traslato. Piergiuseppe Scardigli traduce ad esempio dei misteri dei giganti
e degli di tutti tu dici quel ch' senz'ombra vero (Scardigli 1982). Ma in questa parola rnar compresa, in pi, la
conoscenza delle cose occulte e profonde. Pi etimologicamente, ma un po' forzando il significato, si pu ancora intendere
rnar con quelle parole di conoscenza e di potere di cui si pu soltanto sussurrare a bassa voce. Riguardo a cosa
mormorano tra loro gli di e i giganti tu, Vafrnir, dici il vero. La parola rnar comprende insieme tutto questo: quindi
la nostra decisione di tradurre con rune. Stessa traduzione al verso [43a].
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 12/13
45 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [53]).
47 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [53]). (b) Alfrull Splendore degli elfi, gloria degli elfi una kenning, o
forse un epiteto, di Sl. Il sostantivo rull indica l'aureola o la gloria regale. Si tratta di un concetto-chiave del pensiero
indoeuropeo col quale viene intesa l'aura di maest che ammantava i legittimi sovrani; ne troviamo un perfetto parallelo in
antico persiano, dove questo concetto veniva indicata col termine xvarnh, a cui corrispondeva il termine xvar- sole.
Anche in norreno, come nel nostro caso, il termine viene utilizzato nei costrutti poetici col significato di sole.
49 (c) Chi sono le fanciulle di Mgrasir? Quest'ultimo nome, il cui significato desideroso di figli, non citato in
nessun'altra fonte. Si tratta di un riferimento a un mito sconosciuto, su cui non si pu dir nulla.
51 Strofa citata da Snorri (Gylfaginning [53]). (f) Vingnir epiteto di rr.
53 (b) Qui, come in precedenza al verso [4e], Aldafr Padre degli uomini epiteto di inn.
54 (f) Il figlio di inn Baldr, di cui Snorri narra diffusamente il funerale (Gylfaginning [49]), anche se il dettaglio
delle parole misteriose che inn avrebbe sussurrato all'orecchio del figlio morto, presente soltanto in questa fonte.
55 Solo inn pu sapere cosa ha egli sussurrato alle orecchie di Baldr: da questo dettaglio, Vafrnir comprende che
la persona che ha di fronte altri non che inn stesso. Naturalmente il gigante non pu rispondere alla domanda che il
dio gli ha posto, diciamo pure, un po' slealmente. Ma quale fosse quella domanda, i testi hanno mantenuto il segreto.
Bibliografia
BELLOWS Henry Adams [trad.], The Poetic Edda. Translated from the Icelandic with an Introduction and Notes. American-
Scandinavian Foundation, New York 1923.
BUGGE Sophus, Smundar Edda hins fra. In: Norrn fornkvi. Christiania [Oslo] 1867.
CLEASBY Richard ~ VIGFSSON Gubrandur, An Icelandic-English Dictionary. Oxford, 1874.
GERING Hugo [trad.], Die Edda. Die Lieder der sogenannten lteren Edda. Bibliographisches Institut, Liepzig/Wien 1892,
1927.
GRUNDTVIG Nikolai Frederik Severin, Lidet om Sangene i Edda. Kbenhavn 1806.
HILDEBRAND Karl von, Die Lieder der lteren Edda. Schningh, Paderborn 1876
JNSSON Finnur, Smundar Edda, Reykjavk 1926.
LEESTHAL Olga Gogala di [cura], Canti dell'Edda. UTET, Torino 1939.
MASTRELLI Alberto [cura], L'Edda. carmi norreni. Classici della religione. Sansoni, Firenze 1951, 1982.
MLLENHOFF Karl, Deutsche Alterertumskunde. Berlino, 1908.
NECKEL Gustav, Edda. Die Lieder des Codex Regius nebst verwandten Denkmlern, vol. I. Heidelberg 1962.
NIEDNEL Felix, Edda Heldendichtung / Gtterdichtung. Diederichs, Jena 1962.
PRAMPOLINI Giacomo, Letterature germaniche insulari. In: Storia universale della letteratura, vol. III. UTET, Torino 1949.
RASK Rasmus Christian [trad.], Smundar Edda. Stockholm 1818.
REICHBORN-KJENNERUD Ingjald, Lgerdene i den eldre Edda. In: Maal og Minne. Novus Forlag, Kristiania [Oslo]
1923.
RYDBERG Viktor, Underskningar i germanisk mythologi. Adolf Bonnier, Stockholm 1886. ID., Teutonic Mythology. Gods
and Goddesses of the Northland. Norrna Society, London 1889.
SCARDIGLI Piergiuseppe [cura] ~ MELI Marcello [trad.], Il canzoniere eddico. Garzanti, Milano 1982.
SIJMONS Barend, Lieder der Edda. Halle 1906.
BIBLIOGRAFIA


Lja Edda
HVAML

Lja Edda
GRMNISML

Archivio: Biblioteca - Guglielmo da Baskerville


Sezione: Fonti - Nab-kudurri-uur
Area: Germanica - Brynhilldr
Traduzione e note della Redazione Bifrst.
6/9/2014 Edda Poetica > VAFRNISML - Il discorso di Vafrnir || Bifrst | Biblioteca ||
http://bifrost.it/GERMANI/Fonti/Eddapoetica-3.Vafthrudhnismal.html 13/13
Creazione pagina: 07.01.2005
Ultima modifica: 27.08.2014

POSTA
BIFRST
Tutti i diritti riservati