Sei sulla pagina 1di 7

a cura di

Tomaso Kemeny
Ha paura della
Bellezza?
ARCIPELAGO EDIZIONI
Testi di
20,00
[IVA ASSOLTA DALLEDITORE]
h
a

p
a
u
r
a

d
e
l
l
a

B
e
l
l
e
z
z
a
?
y
n
e
m
e
K

o
s
a
m
o
T
i
d

a
r
u
c

a
Chi
C
h
i
La bellezza avventura proprio perch cercata, un efetto non di deriva,
ma di destino Esiste una bellezza cercata dai sensi. la bellezza sensuale.
Guai a chi non va oltre, ma guai anche a chi la sottovaluta Esiste una
bellezza cercata dallo spirito. la bellezza etica la libert che va innanzi
tutto data prima che presa. la generosit verso chi perde. lobbedienza a
un dovere riconosciuto come giusto, e per fare trionfare la giustiziaEsiste
una bellezza cercata dallenergia. la bellezza insurrezionale. La bellezza,
come il mito guida alla ribellione contro poteri illegittimi e ofensivi alla
dignit umana la nostra privata insurrezione contro noi stessi se cediamo
al conformismo, alla massifcazione, allappiattimento Esiste infne una
bellezza cercata dallamore. la bellezza metafsica. La pi alta
Giuseppe Conte
Alessandro Agostinelli, Claudia Azzola, Roberto Barbolini, Mario Baudino,
Donatella Bisutti, Robert Bly, Luisa Bonesio, Silvana Borutti, Antonino Bove,
Gabriella Brusa-Zappellini, Franco Bufoni, Giusi Busceti, Luigi Cannillo, Tiziana
Cera Rosco, Gabriella Cinti, Giuseppe Conte, Marina Corona, Giuseppe Curonici,
Nicoletta Czikk, Mary de Rachewiltz, Adele Desideri, Donato Di Poce, Alberto
Figliolia, Nicola Frangione, Alessandra Frison, Gabriella Galzio, Gyorgy Gmri,
Sebastiano Grasso, Gian Paolo Guerini, Tomaso Kemeny, Carlo Alessandro
Landini, Angelo Lumelli, Francesco Macci, Massimo Maggiari, Beppe Mariano,
Amos Mattio, Clirim Mua, Clara Mucci, Roberto Mussapi, Francesco Napoli,
Guido Oldani, Eros Olivotto, Fulvio Papi, Paolo Pietroni, Barbara Pietroni, Quirino
Principe, Alberto Princis, Maria Pia Quintavalla, Pietro Rabolli, Silvio Ramat, Erika
Reginato, Ottavio Rossani, Tiziano Rossi, Paolo Ruflli, Franco Sangermano,
Lorenzo Scandroglio, Alberto Scarponi, Dieter Schlesak, Arturo Schwarz,
Alessandro Serpieri, Jelena Stojsavljevi, Adele Succetti, Gza Szcs, Leonardo
Terzo, Silvia Tomasi, Angelo Tonelli, Adam Vaccaro, Vivetta Valacca, Silvia
Venuti, Isabella Vincentini, Beniamino Vizzini, Stefano Zecchi, Valentino Zeichen
In copertina: Lotz Kroly, Frd n (Donna al bagno), 1901;
Galleria Nazionale dUngheria.
954214 788876 9

ISBN 978-88-7695-421-4
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
chi ha paura della bellezza1.pdf 12-11-2010 17:20:41
Bellezza mistero
Angelo Tonelli
Simboli attraverso il cosmo il nos paterno insemin,
egli che intuisce gli intuibili,
ed essi sono detti bellezze ineffabili
Cos folgora il frammento degli Oracoli Caldaici (fr. 108
Tonelli = p. 50 Kroll),
Per Giuliano il Teurgo, portavoce della cerchia mistica e inizia-
tica dei theourgo tardoellenici, che verso la fine del II secolo d. C.
traspose in esametri omerici le rivelazioni ottenute nel corso di
esperienze estatiche, bellezza smbolon.
Ma di che cosa? Sicuramente degli intuibili.
E cosa sono gli intuibili?
c un intuibile che devi cogliere con il fiore dellintuire
perch se inclini verso di esso il tuo intuire
e lo concepisci come se intuissi qualcosa di determinato,
non lo coglierai. il potere di una forza irradiante
che abbaglia per fendenti intuitivi.
Non si deve cogliere con veemenza, quellintuibile,
ma con la fiamma sottile di un sottile intuire
che tutto sottopone a misura, fuorch quellintuibile;
e non devi intuirlo con intensit ma,
recando il puro sguardo della tua anima distolto,
tendere verso lintuibile, per intenderlo, un vuoto intuire,
ch al di fuori dellintuire esso dimora.
(fr. 1 Tonelli = p. 11 Kroll)
Lintuibile lAssoluto, e gli intuibili sono pluralit noume-
niche radicali, il primo articolarsi della molteplicit nel cuore del-
lUno, ma a un livello prerappresentativo, prediscorsivo.
Allo stesso modo Anassimandro parlava di una pluralit di cen-
tri di irradiamento metafisico:
le cose dalle quali origine alle cose che sono quelle verso cui si
sviluppa anche la rovina, secondo ci che deve essere: le cose che
sono, infatti, subiscono luna dallaltra punizione e vendetta per la
loro ingiustizia, secondo il decreto del tempo.
(Anaxim., fr. 12 B1 DK)
I simboli sono detti bellezze ineffabili: viceversa, le bellezze
ineffabili sono simboli, ovvero strumenti di ricongiungimento
(symbllein).
Con che cosa? Con linvisibile radice di tutte le cose.
La bellezza il visibile delle cose invisibili, per dirla con il Sa-
piente greco.
il modo in cui il Divino si manifesta allumano e prende co-
scienza di s attraverso lumano che di esso una forma.
Lo sguardo della bellezza sguardo che unifica:
Belle per il dio sono tutte le cose, e giuste; ma gli umani ne hanno
ritenute giuste alcune, ingiuste le altre
(Eraclito, fr 22 B 102 DK)
Perch i Molti sono Uno, nel profondo:
per chi ascolta non me, ma il lgos, sapienza intuire che tutte le
cose sono Uno, e lUno tutte le cose
(Eraclito, fr. 22 B 50 DK)
Larte lo sguardo della bellezza, e se non vi bellezza non c
arte, ma soltanto forme di espressione psichica. Se c arte, il brutto
bello. Ma mai viceversa.
Pu confondere il brutto con il bello, e viceversa, soltanto una
cultura che abbia perso il contatto con lIntuibile, ovvero lAssoluto.
Con il sacro.
26 ANGELO TONELLI
Desacralizzata ma non nel senso liturgico del termine: parlo
di una sacralit spirituale e animica, non religiosa larte propone
lacerti di cosmo e di psiche che hanno smarrito il contatto con
lineffabile che d senso, e di cui la bellezza, nella sua ineffabilit,
serba traccia: nuda e potente ostensione del mistero che sta alla ra-
dice delle cose, la bellezza non trova mai parole adeguate degli
umani per dirsi.
Molta produzione psichica moderna che viene passata per arte
non lo : ha perso auraticit, che capacit di irradiare mistero e
fascino, e si ridotta a mero stimolo emozionale o intellettuale, a
cui manca il diapason noetico-animico. Perdendo questo, ha perso
senso: specchio di una civilt disgregata nel profondo pur nellappa-
rente interconnessione di superf icie fornita dai mass media, non fa
altro che ricalcarne il vuoto.
Avere lo sguardo della bellezza significa essere in uno stato di co-
scienza che porta lumano al di sopra di se stesso, nella medesima
postazione da cui guarda il dio di Eraclito, e lopera darte che si fa
convocazione a questo stato di coscienza azione che trasforma la
psiche collettiva e fa evolvere la civitas, purch si abbia ben chiaro
che esiste una responsabilit etica in questo sguardo: giocando sulla
parola, potremmo parlare di est-etica, che poi quanto i Greci ave-
vano sintetizzato nella formula kals kagaths, bello-e-eccellente.
Ma leccellenza dellArtista non frutto della rimozione delle
Ombre, perch egli, alla maniera di Orfeo, che ne larchetipo, di-
scende agli Inferi, che simbolicamente sono le Ombre individuali
e collettive, e ne risale, portandole alla luce e purificandole al fuoco
della creativit e dellespressione.
In Orfeo magia, parola, musica, presenza auratica del poiets si
fondono in unit compiuta, per generare e comunicare una bellezza
che coincide con il Bene di Platone spogliato di eccessive costru-
zioni spiritualistiche o intellettuali, nudo incantesimo che origine
di tutte le cose, ed mana e bellezza radicata nellAssoluto e cir-
condata dallaura dellineffabilit.
Alla luce di questo Orfeo redivivo il mito, il rito, e lo sguardo
della bellezza possono far germinare i semi di una nuova cultura e
E lavventura mitomodernista continua 27
di una nuova civilt dello spirito dalle ceneri dellarte moderna
svuotata di aura sacra.
ANGELO TONELLI, poeta, performer, autore e regista teatrale, noto in Italia e al-
lestero, tra i maggiori studiosi e traduttori italiani di classici greci. Edizioni di
classici: Oracoli caldaici, Coliseum 1993 Rizzoli 1995 e 2005; Eraclito, Del-
l Origine, Feltrinelli 1993 e ristampa riveduta 2005; Properzio, Il libro di Cinzia,
Marsilio 1993 (4 edizioni); T. S. Eliot, La Terra desolata e Quattro Quartetti, Fel-
trinelli 1995 (9 edizioni, con ristampa riveduta per il 2005); Seneca, Mondadori
1998; Zosimo di Panopoli, Coliseum 1988, Rizzoli 2004; Eschilo, tutte le tragedie,
Marsilio 2000 (vincitore Premio Citt dei Trulli per la traduzione); Empedocle,
Origini e Purif icazioni, Bompiani 2002; Sofocle, tutte le tragedie, Marsilio 2003.
Euripide, tutte le tragedie, Marsilio 2007. I lavori sui tragici sono raccolti in un
unico cofanetto di 1750 pagine: Tulla la tragedia greca, Marsilo 2007.
Opere di poesia: Canti del Tempo (vincitore premio Eugenio Montale), Crocetti
1988; DellAmore, Abraxas 1994; DallAde, Abraxas 1995; Poemi per lera dellAc-
quario, Abraxas 1996; Della morte, Abraxas 1997; Frammenti del perpetuo poema,
Campanotto 1998; Alphaomega, variazioni per violino e voce, Abraxas/Kerauns
2000; Poemi dal Golfo degli Dei/Poems from the Gulf of the Gods, Agor 2003;
Canti di apocalisse e destasi, con appendice di traduzioni in inglese, tedesco, un-
gherese, latino (Campanotto 2008, vincitore assoluto Premio Citt di Atri).
Tra la letteratura critica sulla sua opera poetica si segnalano giudizi positivi in
lettere di Vittorio Sereni (non datata) e di Attilio Bertolucci (6/2/1988); M.
Bacigalupo, Angelo Tonelli, un neoromantico poeta estivo, Il Secolo XIX,
22/10/1998; S. Crespi, Leterno canto dell amore l dove stridono i gabbiani, Il
Sole 24 ore, 10/07/1988 e Il frammento e il perpetuo, Il Sole XIV ore
12/7/1998; G. Galzio, Angelo Tonelli, in G. Galzio, a cura di, Gli Argonauti.
Eretici della poesia per il XXI secolo, Milano, Archivi del Novecento, 2001, pp.
199-202. E. Grasso, Nota su Canti del tempo, Cenacoli esoterici, 4, 1989 (Be-
nevento, Ripostes); J. Marban, Closing Remarks in M. Maggiari, a cura di, The
Waters of Hermes, II, Agor, La Spezia 2002; S.Verdino, Angelo Tonelli, in S.
Verdino, a cura di, La poesia in Liguria, Forum Quinta generazione, Forl 1986;
M. L. Vezzali, Peregrinare nella luce, Steve 21. Rivista di poesia, Edizioni del
Laboratorio, Modena autunno 2000.
Tra i testi filosofici si segnala: Apokalypsis, pensieri intorno all apocalissi in atto
nel pianeta Terra. E altro. Opere teatrali: Apoklypsis, 1995; Katbasis, 1996; Mi-
nomai, 1997; Mysterium, 1998; Eleusis, 1999; Drmena, 2000; Alphaomega, 2002
(da Sette contro Tebe di Eschilo); New World Order, 2003; V.I.T.R.I.O.L.U.M. Al-
chimia per Edipo re, 2004; Orghia, ovvero il trionfo della sapienza sul potere (da
28 ANGELO TONELLI
Baccanti di Euripide), 2005; La terra desolata di T. S. Eliot, 2005; Orestea, 2006;
Alcesti, mysterium mortis mysterium amoris, 2007; Antigone, ovvero la legge del cuore
contro la logica spietata del potere, 2008. intervenuto in programmi culturali
della RAI tra cui, nel dicembre 2000 Tutti dicono poesia (Rai 1) con una perfor-
mance mistico-apocalittica. Dal 1998, su incarico della Citt di Lerici, Presi-
dente della Associazione Culturale Arthena e della omonima Scuola di Arti e
Mestieri, e Direttore Artistico di Altramarea, Rassegna Nazionale di Poesia Con-
temporanea, giunta alla X edizione. Nella primavera del 2005 ha pubblicato Per
un teatro iniziatico, un libro sui primi dieci anni del teatro, e del genere di teatro,
da lui stesso fondato. Nellottobre del 2007 ha dato alle stampe Alla ricerca del
S (Tipografia Stella-Edizioni dellArthena) una miscellanea di saggi e confe-
renze intorno ai temi della sapienza, della psicoanalisi e della meditazione. Suoi
testi, con una nota introduttiva di Roberto Bertoni, compaiono in Sei poeti liguri,
Bertolani, Bugliani, Conte, Giudici, Sanguineti, Tonelli, a cura di Roberto Bertoni
(Trauben, 2004) e nella antologia dedicata a 9 poeti liguri e curata da Roberto
Bertoni e Roberto Bugliani, Voci di Liguria, Manni editore, 2007. Figura nel
Dizionario di scrittori liguri a cura di Francesco de Nicola (De Ferrari 2007). Le
opere pi recenti sono: Sulle tracce della sapienza (Moretti e Vitali 2009), in cui
sintetizza trenta anni di ricerche intorno alla Sapienza presso i greci, in Oriente,
in Jung e in Eliot; Le parole dei Sapienti. Senofane, Parmenide, Zenone, Melisso
(Feltrinelli 2010) il primo di sette volumi dedicati ai sapienti greci preplatonici;
Sperare l insperabile. Per una democrazia sapienziale (Armando editore 2010).
E lavventura mitomodernista continua 29
a cura di
Tomaso Kemeny
Ha paura della
Bellezza?
ARCIPELAGO EDIZIONI
Testi di
20,00
[IVA ASSOLTA DALLEDITORE]
h
a

p
a
u
r
a

d
e
l
l
a

B
e
l
l
e
z
z
a
?
y
n
e
m
e
K

o
s
a
m
o
T
i
d

a
r
u
c

a
Chi
C
h
i
La bellezza avventura proprio perch cercata, un efetto non di deriva,
ma di destino Esiste una bellezza cercata dai sensi. la bellezza sensuale.
Guai a chi non va oltre, ma guai anche a chi la sottovaluta Esiste una
bellezza cercata dallo spirito. la bellezza etica la libert che va innanzi
tutto data prima che presa. la generosit verso chi perde. lobbedienza a
un dovere riconosciuto come giusto, e per fare trionfare la giustiziaEsiste
una bellezza cercata dallenergia. la bellezza insurrezionale. La bellezza,
come il mito guida alla ribellione contro poteri illegittimi e ofensivi alla
dignit umana la nostra privata insurrezione contro noi stessi se cediamo
al conformismo, alla massifcazione, allappiattimento Esiste infne una
bellezza cercata dallamore. la bellezza metafsica. La pi alta
Giuseppe Conte
Alessandro Agostinelli, Claudia Azzola, Roberto Barbolini, Mario Baudino,
Donatella Bisutti, Robert Bly, Luisa Bonesio, Silvana Borutti, Antonino Bove,
Gabriella Brusa-Zappellini, Franco Bufoni, Giusi Busceti, Luigi Cannillo, Tiziana
Cera Rosco, Gabriella Cinti, Giuseppe Conte, Marina Corona, Giuseppe Curonici,
Nicoletta Czikk, Mary de Rachewiltz, Adele Desideri, Donato Di Poce, Alberto
Figliolia, Nicola Frangione, Alessandra Frison, Gabriella Galzio, Gyorgy Gmri,
Sebastiano Grasso, Gian Paolo Guerini, Tomaso Kemeny, Carlo Alessandro
Landini, Angelo Lumelli, Francesco Macci, Massimo Maggiari, Beppe Mariano,
Amos Mattio, Clirim Mua, Clara Mucci, Roberto Mussapi, Francesco Napoli,
Guido Oldani, Eros Olivotto, Fulvio Papi, Paolo Pietroni, Barbara Pietroni, Quirino
Principe, Alberto Princis, Maria Pia Quintavalla, Pietro Rabolli, Silvio Ramat, Erika
Reginato, Ottavio Rossani, Tiziano Rossi, Paolo Ruflli, Franco Sangermano,
Lorenzo Scandroglio, Alberto Scarponi, Dieter Schlesak, Arturo Schwarz,
Alessandro Serpieri, Jelena Stojsavljevi, Adele Succetti, Gza Szcs, Leonardo
Terzo, Silvia Tomasi, Angelo Tonelli, Adam Vaccaro, Vivetta Valacca, Silvia
Venuti, Isabella Vincentini, Beniamino Vizzini, Stefano Zecchi, Valentino Zeichen
In copertina: Lotz Kroly, Frd n (Donna al bagno), 1901;
Galleria Nazionale dUngheria.
954214 788876 9

ISBN 978-88-7695-421-4
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
chi ha paura della bellezza1.pdf 12-11-2010 17:20:41