Sei sulla pagina 1di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene Palo km 6,5 Loc. Cupinoro Bracciano cap 00062

Bracciano Ambiente S.p.A.


Comune di Bracciano Via Settevene - Palo - Localit Cupinoro
ISO9001

FS 540111

DISCARICA CONTROLLATA PER RIFIUTI NON PERICOLOSI DI CUPINORO - BRACCIANO

RELAZIONE DI CUI AL PUNTO P) E O) DELLE PRESCRIZIONI IN FASE DI ESERCIZIO IN BASE AL DECRETO N. 46 DEL 25 MAG. 2007 E ART. 13 D.LGS. 36/03 NONCHE ART. 10 COMMA 2 D.LGS. 372/99

ANNO 2008

REFERENTI AIA-IPPC: Ing. Marco Sanna Ing. Nicolas Assegbede

DIREZIONE TECNICA - UFFICIO TECNICO CUPINORO


COLLABORAZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO TECNICO-ACCETTAZIONE E PESA

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

INDICE

PREMESSA RIFIUTI GESTITI 1) GESTIONE OPERATIVA 2) MONITORAGGI E CONTROLLI AMBIENTALI 3) DATI CARATTERISTICI RELATIVI ALLE EMISSIONI IN ARIA, ACQUA E SUOLO ALLEGATI ESTERNI: RETE DI MONITORAGGIO IDROGEOLOGICO DELLE SOTTERRANEE REGISTRAZIONE SOGGIACENZA 2008 PER PIEZOMETRO A REGISTRAZIONE SOGGIACENZA 2008 PER PIEZOMETRO C

pag. pag. pag. pag. pag.

03 03 08 12 13

ACQUE

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 2 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

PREMESSA In Data 25/05/2007, lAutorit Competente nel ruolo del Commissario Delegato per lEmergenza ambientale nel territorio della Regione Lazio (O.P.C.M. n. 2992 del 23 giugno 1999 e smi), ha rilasciato lAutorizzazione Integrata Ambientale con decreto n. 46, alla Bracciano Ambiente SpA, per la gestione della discarica per rifiuti non pericolosi (art. 4 D.Lgs. 36/03 nonch D.M. 3 agosto 2005). Limpianto di discarica ricomprende, oltre alla discarica, le linee tecnologiche per la raccolta e gestione del percolato e per la captazoine del gas di discarica (biogas). Limpianto di discarica localizzato nel Comune di Bracciano, localit Cupinoro (RM). Il sito ove insiste limpianto inquadrato al Foglio n 143 Castel Giuliano, Tavoletta III Quadrante S.E. della carta I.G.M. e nei Fogli nn. 364100, 364140 e 364150, della C.T.R. Lo stesso stato realizzato e verr realizzato sul terreno dellUniversit Agraria di Bracciano, distinto al catasto del Comune di Bracciano ai fogli nn. 22/p, 7/p, 171/p, 6/p, 172/p, 170/p, 169/p, 81/p, 82, 77, 87, 86/p, 83/p, 88/p, 91, 89, 74/p, 75, 84/p, 80/p, 85 e 84. La superficie totale dellimpianto di 227.530 mq di cui 109.960 mq sono adibiti a discarica allinterno della quale sono stati realizzati i bacini per la messa a dimora dei rifiuti e le strutture a servizio delle attivit.

RIFIUTI GESTITI Dal 25 maggio 2007 al 31 dicembre 2007 sono state smaltite circa 87.243 tonnellate di rifiuti urbani e rifiuti non pericolosi compresi nella tabella di cui al punto 4 del decreto autorizzativo, in particolare i rifiuti urbani indifferenziati codice CER 200301 rappresentano il 93% del totale smaltito; i residui di pulizia delle srtade codice CER 200303, il 2%; i rifiuti da impianti di acque codici CER 190802, 190805, 190902, il 4% e altri scarti, l1%. Le tabelle seguenti riportano i dati merceologici ottenuti da analisi sui rifiuti di n. 3 comuni conferenti commissionate dalla Provincia di Roma e eseguite presso la discarica a cura della Societ GF ambiente Srl con lasssitenza dei tecnici della discarica . I comuni sono Bracciano, Anguillara e Castelnuovo di Porto.
GFambiente srl - Calderara di Reno (BO) Zona esecuzione analisi: Data esecuzione analisi: Metodologia di campionamento: Tipologia di rifiuto campionato: Indagine merceologica rifiuti urbani nell'area della Provincia di Roma Anno 2007 Discarica di Cupinoro 04/12/2007 Inquartamento (CTI - UNI 9246) con radomizzazione dei prelievi Rifiuto indifferenziato
Pagina 3 di 13

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

Zona provenienza rifiuti: Tipologia zona di prelievo: Trasporto rifiuto: Peso totale rifiuto conferito (kg) Peso del campione analizzato (kg) Sito campionamento: Condizioni metereologiche Numero analisti

Comune di Bracciano Intero territorio Autocompattatore 3 assi 292 esterno Buone 5

ANALISI N. 1

DICEMBRE 2007

GFambiente srl - Calderara di Reno (BO) Zona esecuzione analisi: Data esecuzione analisi: Metodologia di campionamento: Tipologia di rifiuto campionato: Zona provenienza rifiuti: Tipologia zona di prelievo: Trasporto rifiuto: Peso totale rifiuto conferito (kg) Peso del campione analizzato (kg) Sito campionamento: Condizioni metereologiche Numero analisti

Indagine merceologica rifiuti urbani nell'area della Provincia di Roma Anno 2007 Discarica di Cupinoro 04/12/2007 Inquartamento (CTI - UNI 9246) con radomizzazione dei prelievi Rifiuto indifferenziato Comune di Anguillara Intero territorio Autocompattatore 3 assi 257 esterno Buone 5

ANALISI N. 2

DICEMBRE 2007

GFambiente srl - Calderara di Reno (BO) Zona esecuzione analisi: Data esecuzione analisi: Metodologia di campionamento: Tipologia di rifiuto campionato: Zona provenienza rifiuti: Tipologia zona di prelievo: Trasporto rifiuto: Peso totale rifiuto conferito (kg) Peso del campione analizzato (kg) Sito campionamento: Condizioni metereologiche Numero analisti

Indagine merceologica rifiuti urbani nell'area della Provincia di Roma Anno 2007 Discarica di Cupinoro 04/12/2007 Inquartamento (CTI - UNI 9246) con radomizzazione dei prelievi Rifiuto indifferenziato Comune di Castelnuovo di P. Intero territorio Autocompattatore 3 assi 238 esterno Buone 5
Pagina 4 di 13

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

ANALISI N. 3

DICEMBRE 2007

GFambiente srl - Calderara di Reno (BO) TABELLA A

Indagine merceologica rifiuti urbani Peso rifiuti analisi sperimentale

% in peso delle singole frazioni

Bracciano Intero territorio

Anguillara Intero territorio

Castelnuovo P. Intero territorio

Frazione mm20 Organico da cucina Organico da giardino Giornali e riviste Altra carta Cartone ondulato e teso Imballaggi cellulosi poliaccoppiati Imballaggi in alluminio Imballaggi in acciaio Altri metalli Imballaggi in vetro Vetro non imballaggi Imballaggi in plastica (non bottiglie flaconi) Imballaggi in plastica (bottigle e flaconi) Polistirolo da imballo Altra plastica non imballo Imballaggi in legno Legno Tessili Pelle, cuoio e gomme Materiali inerti Pannolini Rifiuti urbani pericolosi (pile, farmaci) TOTALE

% in peso 9,94% 21,39% 6,23% 7,48% 4,51% 7,11% 2,61% 0,75% 3,03% 0,90% 3,44% 2,36% 6,28% 4,76% 0,77% 2,10% 0,43% 1,95% 5,11% 1,77% 1,82% 5,22% 0,02% 100,00%

% in peso 8,44% 24,46% 4,78% 9,19% 5,22% 5,54% 1,78% 1,12% 2,50% 1,32% 4,56% 0,50% 4,47% 4,38% 0,37% 1,93% 0,68% 2,98% 7,45% 1,68% 2,51% 4,14% 0,01% 100,00%

% in peso 9,93% 27,22% 4,21% 7,74% 4,79% 6,82% 2,80% 0,66% 2,51% 1,38% 5,08% 0,74% 4,71% 6,28% 0,55% 2,92% 0,79% 1,96% 3,68% 0,92% 1,25% 3,05% 0,00% 100,00%

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 5 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

Dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2008 sono state invece smaltite 135.824 tonnellate di rifiuti urbani e rifiuti non pericolosi compresi nella tabella di cui al punto 4 del decreto autorizzativo, in particolare i rifiuti urbani indifferenziati codice CER 200301 rappresentano il 96% del totale smaltito; i residui di pulizia delle strade codice CER 200303, il 3%; i rifiuti da impianti di acque codici CER 190802, 190805, 190902, il 1% e altri scarti, l0%. Landamento stagionale dei rifiuti conferiti si presenta come di seguito:
rifiuti conferiti tonnellate 1 trimestre ( inverno) 30.589 2 trimestre (primavera) 37.471 3 trimestre (estate) 37.243 4 trimestre (autunno) 30.520 135.824

23% 28% 27% 22% 100%

Il prezzo di conferimento dei rifiuti urbani indifferenziati rimane quello stabilito dalla delibera GR Lazio 494 del 19 aprile 2002 relativa alla tariffa e viene applicato a quasi la totalit dei rifiuti conferiti. Il percolato raccolto e inviato a trattamento fuori sito presso impianti autorizzati con D8 (biologico) e D9 (chimico fisico) presenta il seguente andamento:
percolato tonnellate 1 trimestre ( inverno) 3.993 2 trimestre (primavera) 5.291 3 trimestre (estate) 3.444 4 trimestre (autunno) 6.045 18.773

21% 28% 18% 32% 100%

Causa trivellazione nuovi pozzi e spostamento del motore esistente nonch la messa in opera del secondo motore endotermico previsto dallAIA e lavori collegati, la quantit di biogas prodotto ed estratto nel 2008 (codice CER 190699) pari a 211,782 tonn ceduti alla Entec Srl (come da dichiarazione MUD 2009) per lalimentazione del motore a combustione interna e conseguente produzione di energia elettrica ceduta interamente al Gestore della Rete Elettrica. Durante il fermo del solo motore, altre quantit di biogas vengono immesse nella torcia ad accensione automatica da 700 Nmc/h per la combustione. Come da dichiarazione MUD 2009, il volume occupato dai rifiuti abbancati in discarica pari a 104.477 mc e la capacit residua nominale pari a 11.182 mc.
BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO
Pagina 6 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

I controlli effettuati sui rifiuti conferiti ai fini della loro assimilabilit in discarica nonch sulle matrici ambientali rivelano una forte indifferenziazione degli stessi. In mezzo a tali rifiuti sono state riscontrate con lausilio dellescavatore munito di benna a polipo prevalentemente bombole di gas semi vuoti e vuoti le quali sono state confinate in attesa di adeguata procedura autorizzativa di gestione delle stesse.

Foto 1: confinamento del rifiuto insolito non conforme scartato dal rifiuto tal quale conferito. Posizione: N4202.858 E01210.090

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 7 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

1) GESTIONE OPERATIVA Il rifiuto viene accettato in discarica solo dopo precisa procedura di verifica e di omologazione da parte dei tecnici Bracciano Ambiente SpA consistente nel: Controllo, per ogni tipologia di rifiuto, delle analisi chimico-fisiche, emesse da un laboratorio chimico certificato attestanti la conformit del rifiuto ai criteri di assimilabilit in discarica secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento. Verifica della scheda di caratterizzazione del rifiuto compilata dal produttore del rifiuto da smaltire che descriva il ciclo di produzione del rifiuto che si intende conferire in discarica. I rifiuti autoprodotti vengono caratterizzati prima di destinarli al trattamento fuori sito. Si tratta essenzialmente del percolato di discarica e delle soluzioni acquose formatosi con il dilavamento di acque di piazzale, acque meteoriche di prima pioggia e di ruscellamento superficiale. Le analisi di caratterizzazione del percolato in base alla Delibera 2001/532/CE avviene sia per il periodo invernale che per quello estivo in modo da verificare landamento stagionale dello stesso. Il controllo delle analisi chimiche-fisiche e delle schede di caratterizzazione garantiscono che allimpianto vengano conferiti esclusivamente i rifiuti previsti dallautorizzazione. Una volta che il rifiuto omologato dai tecnici, lautomezzo trasportante il rifiuto arriva in discarica dove laddetto alla pesa verifica che la documentazione (formulario) di identificazione del rifiuto sia in regola. A seguito della verifica positiva e della pesatura, lautomezzo raggiunge il fronte di scarico, dove, durante lo smaltimento, loperatore preposto alla movimentazione dei rifiuti, con la supervisione del tecnico capo impianto, indica dove depositare il rifiuto ed effettua ulteriori controlli visivi sulla conformit del rifiuto. Nel caso di anomalie, verr redatto un verbale di non conformit che pu portare al respingimento parziale o totale del carico. La Bracciano Ambiente SpA, in aggiunta alle analisi del rifiuto, provvede a prelevare dai rifiuti in ingresso allimpianto dei campioni e a farli analizzare da proprio laboratorio, per ulteriori accertamenti analitici. A scarico avvenuto lautomezzo lascia il fronte e torna a essere pesato, previo passaggio d al sistema di lavaggio automatico degli pneumatici prima di lasciare limpianto al fine di non sporcare le strade comunali e provinciali.

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 8 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

Foto 2: sistema di lavaggio automezzi prima delluscita.

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 9 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

Gli operatori dislocati sul fronte di scarico, con speciali mezzi dopera, compattano e spianano il rifiuto depositato previa triturazione ed a fine giornata lavorativa effettuano la copertura dei rifiuti scaricati con un strato di terra al fine diminuire le eventuali esalazioni maleodoranti ed impediscono che, per lazione del vento, la frazione pi leggera dei rifiuti voli al di fuori della discarica.

Foto 3: utilizzo escavatore munito di benna a polipo per carico rifiuti tal quale nel trituratore.

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 10 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

Foto 4: carico trituratore e compattazione del rifiuto triturato Il riempimento del volume disponibile al conferimento avviene per fasi successive. Il vecchio corpo discarica in via di sistemazione con copertura di teli.

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 11 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

2) MONITORAGGI E CONTROLLI AMBIENTALI La Bracciano Ambiente SpA provvede, ai sensi della normativa vigente (D.Lgs. 36/03) ed in accordo con gli Enti, a monitorare costantemente secondo metodologie e frequenze stabilite dalla nrmativa vigente e in accordo con gli Enti di controllo: la qualit dellaria; la qualit dellacqua di falda; la qualit del suolo; il rumore; il percolato della discarica; il biogas formato dalla decomposizione dei rifiuti;

i rifiuti conferiti. In aggiunta a quanto prescritto dalla normativa, Bracciano Ambiente SpA esegue il monitoraggio in continuo delle acque sottostanti la discarica, al fine di conoscere in tempo reale i valori dei parametri e quindi riscontrare eventuali anomalie che potrebbero richiedere ulteriori accertamenti analitici. I dati qualitativi delle acque sono rilevate dalle sonde fisse installate nei piezzometri A (a monte lato lago di Bracciano) e C (a valle lato mare Cerveteri-Ladispoli) di monitoraggio ed acquisiti giornalmente dai computer della Prometeo Srl incaricata dalla Regione Lazio che possono registrali e memorizzarli. I riscontri di alcuni monitoraggi effettuati, come prevista dallAIA, vengono trasmessi mensilmente alla Regione, ARPA e Comuni limitrofi, mentre per lanno stiamo inoltrando la relazione tecnica riassuntiva di tutti i dati gestionali ed analitici dellimpianto. Ad ogni modo tutti i dati sono pubblicati on-line sul sito istituzionale della Bracciano Ambiente SpA www.braccianoambiente.com. Gli Enti di controllo effettuano inoltre autonomamente ulteriori prove sulle matrici ambientali, al fine di monitorare direttamente la discarica controllata e verificare i controlli effettuati e trasmessi dal gestore, in modo che sia assicurata la gestione nel rispetto delle disposizioni di legge vigenti sia per la protezione dellambiente che per la salute dei cittadini. Allatto dei due sopralluoghi effettuati congiuntamente con ARPA e Regione Lazio nel corrente mese, ai fini della presa datto del nuovo lotto di discarica e collaudo degli impianti percolato e biogas, sono stati consegnati allARPA tutti i referti analitici e documentazione di monitoraggio delle matrici ambientali. I parametri dellarsenico, fluoro e manganese che superavano i limiti tabellari sono stati oggetto di specifico studio e pertanto rientrano nei nuovi limiti stabiliti dallAutorit Competente inseriti nella Determinazione A 3918 del 05/11/2008 di modifica e dintegrazione al decreto n. 46/07.
BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO
Pagina 12 di 13

BRACCIANO AMBIENTE S.p.A.

Emissione 30/4/2009 Rev. 0

Via Settevene - Palo Loc. Cupinoro - Bracciano

3) DATI CARATTERISTICI RELATIVI ALLE EMISSIONI IN ARIA, ACQUA E SUOLO (VEDI DATI DI MONITORAGGIO)

BRACCIANO AMBIENTE SPA DIR. UFFICIO TECNICO CUPINORO


Pagina 13 di 13