Sei sulla pagina 1di 5

LIT ORALE WORLD

SALUT E

CULT URA

HI-T ECH

VIAGGI

CINEMA

PHOT OGALLERY

Se i q ui: Home

Litorale

Comprensorio

Lago

Cittadini di Bracciano in Movimento:una petiz ione per il

Cittadini di Bracciano in Movimento:una petizione per il Rifacimento della Braccianese Claudia


D e t t ag li Pubblicato Mercoled, 15 Gennaio 2014 14:55 Scritto da AltraVoceNews

"I cittadini firmatari della seguente petizio ne segnalano la situazio ne di asso luta precariet in cui versa la Strada Pro vinciale SP49 3 via Braccianese Claudia, nel tratto che parte dalla frazio ne di Osteria Nuo va, co steggia la frazio ne di Fo sso Pietro so , attraversa la frazio ne di Vigna di Valle e giunge al Co mune di Bracciano .

Il fo ndo stradale pieno di numero si dislivelli, do ssi, avvallamenti e buche determinati sia dallusura e dalle intemperie, sia so prattutto da lavo ri realizzati no n a rego la darte. La segnaletica o rizzo ntale di mezzeria e co ntinua di margine carente, lilluminazio ne no ttura praticamente inesistente in realt lungo tutta la Strada Pro vinciale, se si esclude il tratto iniziale nei pressi della frazio ne di La Sto rta e quello into rno alla frazio ne di Osteria Nuo va. Tutte queste co ndizio ni co stituisco no insidie assai perico lo se che si acuisco no in caso di pio ggia. Ne co nsegue lelevato rischio dincidenti per le migliaia di mezzi di traspo rto auto vetture, to rpedo ni del Co tral, camio n, tratto ri, mo to cicli, biciclette che perco rro no quo tidianamente la strada in o ggetto : la co nseguenza lelevato numero dincidenti, taluni perfino mo rtali, registrati sulla Strada Pro vinciale. I so tto scritti chiedo no che siano eseguiti co n la massima urgenza i necessari lavo ri di manutenzio ne, vo lti a po rre in sicurezza la strada, co me di seguito descritti. La racco lta di firme, allegata a questa missiva, scaturisce dallesigenza, generale e o rmai no n pi pro ro gabile, della necessit del rifacimento del manto stradale della no stra Strada Pro vinciale, o rmai da tempo rido tto ai minimi termini, in piena ino sservanza dei requisiti minimi di sicurezza e perco rribilit da parte di tutti co lo ro che per qualsiasi mo tivo perco rro no le strade del no stro territo rio . La guida sulla Braccianese divenuta un esercizio virtuo so , e per chi la deve perco rrere o gni gio rno essa una quo tidiana avventura: no n si po sso no staccare gli o cchi dalla strada e dallasfalto per un so lo istante, senza il rischio di ritro varsi catapultati dentro una trappo la o anco r peggio addo sso agli alberi, pro curando incidenti talo ra anche mo rtali. Le riparazio ni dei dissesti stradali so no da tempo affidate a ditte appaltatrici che usano in larga misura lasfalto detto a pro nta presa o adesivo : esso steso a pala, e raramente pressato co n le appo site macchine a rullo . Lesperienza o ramai decennale in materia do vrebbe insegnare che questo sistema di asfaltatura rapida privo di efficacia quando impiegato su strade ad alta perco rrenza: esso d sempre lesito iniziale di creare un do sso do ve prima cera una buca, successivamente lasfalto si disgrega e si disso lve do po po chi gio rni, anche so lo co n il so lo transito dei veico li; in pi, i frammenti si trasfo rmano in zo lle dasfalto che giaccio no sulla strada e diventano pro iettili so tto i pneumatici dei mezzi di traspo rto . Co n la pio ggia il disagio diviene pi rischio so : o gni po zza dacqua pu nasco ndere una semplice po zzanghera (che co munque sul pro filo di una strada co rrettamente drenante no n do vrebbe mai fo rmarsi) o , in alternativa, una buca pro fo nda anche 40 cm, co n le co nseguenti ro vino se ripercussio ni sulla meccanica delle no stre auto vetture o , peggio , causa di incidenti stradali. Le denunce relative a incidenti e danni pro vo cati da questa situazio ne increscio sa so no allo rdine del gio rno : esse co stituisco no aggravamento sulle casse delle Amministrazio ni e, di co nseguenza, sulle tasche del

co ntribuente. I so tto scritti chiedo no urgentemente i seguenti pro vvedimenti alle Amministrazio ni ed alle Auto rit co mpetenti: riasfaltatura co mpleta del tratto di strada co n impiego di materiali di qualit al fine di o ttenere una maggio re durata dei lavo ri, i quali siano so tto po sti a co ntro llo di garanzia e a ispezio ni a campio ne in co rso do pera; selezio ne delle so le ditte appaltatrici in grado dimpiegare perso nale e macchinari ido nei alle o perazio ni; pagamento dei lavo ri co mmissio nati so lo do po verifica (c.d. buo n fine); realizzazio ne di illuminazio ne pubblica, anche fo to vo ltaica; ridisegnamento della segnaletica o rizzo ntale di mezzeria e co ntinua di margine; rifacimento delle barriere di co ntenimento (c.d. guard rail ); rifacimento delle cunette laterali di drenaggio delle pio gge; po tatura degli alberi adiacenti al ciglio stradale, al fine di creare sufficiente larghezza delle due carreggiate co ntrappo ste. I firmatar chiedo no di co no scere quali siano le intenzio ni degli Enti destinatar della presente petizio ne al fine ridurre la perico lo sit della Strada Pro vinciale SP49 3. Certi dellattenzio ne che gli Enti presteranno alla sensibilit dei cittadini in materia di qualit di vita e requisiti minimi di civilt, i so tto scritti po rgo no LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI TERRITORIALI SULLA MANUTENZIONE DELLE STRADE. La respo nsabilit della Pubblica Amministrazio ne per o messa o cattiva manutenzio ne delle pubbliche strade[1], discende da dispo sizio ni no rmative che impo ngo no agli enti territo riali (Co muni, Pro vince, Regio ni) o bblighi di manutenzio ne e sicurezza delle stesse o ltre che di tutte le altre aree urbane calpestabili ( piazze, marciapiedi). La fo nte primigenia di siffatti o bblighi da rinvenirsi, in primis, nel risalente art. 28 dellAllegato F della Legge 20 marzo 18 6 5 n. 2248 che prevede co me o bbligato ria la co nservazio ne in istato no rmale delle stradi pro vinciali e co munali sistemate; successivamente nel r.d. del 15 no vembre 19 23 n. 20 56 , recante Dispo sizio ni per la classificazio ne e manutenzio ne delle strade pubbliche che allart. 5, co s, dispo ne: Alla manutenzio ne o rdinaria e strao rdinaria delle strade di quarta classe pro vvedo no i rispettivi co muni a to tali pro prie spese [2]. Da ultimo , la tipicit di siffatti do veri co nnessi alla tito larit della pro priet delle strade in capo agli enti lo cali, tro va o ggi una sua co mpiuta rego lamentazio ne nel D.Lgs. 30 aprile 19 9 2 n. 28 5 ( Co dice della Strada), per altro rifo rmato dalla recente Legge n. 120 del 29 luglio 20 10 . Segnatamente, lart. 14 co mma 1 del Co dice statuisce che : Gli enti pro prietari delle strade, allo sco po di garantire la sicurezza e la fluidit della circo lazio ne, pro vvedo no : a) alla manutenzio ne, gestio ne e pulizia delle strade, delle lo ro pertinenze e arredo , no nch delle attrezzature, impianti e servizi; b) al co ntro llo tecnico dellefficienza delle strade e relative pertinenze; c) alla appo sizio ne e manutenzio ne della segnaletica prescritta. Sco rrendo la giurisprudenza pertinente queste no rme, si pu rilevare che vengo no applicate in giudizio , prevalentemente, nei casi in cui un privato subisca un danno a causa o messa o cattiva manutenzio ne della strada pubblica e co me co nseguenza il Giudice co ndanni lente territo riale, che risulta pro prietario della strada, nel caso di specie, al risarcimento per il no cumento subito . A tal riguardo , per , no n si pu affro ntare la questio ne sulla risarcibilit dei danni subiti dal cittadino per vio lazio ne delle no rme so pra citate, senza co nsiderare a mo nte la natura della respo nsabilit da ascrivere in

capo alla Pubblica Amministrazio ne. Invero , i primi rico no scimenti sullammissibilit di una co lpa pubblica, in tal senso , so no da rico ndursi agli anni no vanta del seco lo sco rso , quando , sulla scia di un pro cesso tendente a rico nsiderare su un piano paritario i rappo rti tra la Pubblica Amministrazio ne e il privato cittadino , si arrivati, co n la sentenza del 22 luglio 19 9 9 n. 50 0 della Suprema Co rte, ad affermare la risarcibilit degli interessi legittimi. Sulla base di tale nuo va pro spettiva, si so no delineati nuo vi pro fili di addebito da attribuire alla P.A., e tra questi ha acquistato vigo re la pro blematica co nnessa alla respo nsabilit degli enti territo riali per o messa o cattiva manutenzio ne nel setto re della viabilit pubblica, principalmente legata allanno sa diatriba se rico ndurre la natura della stessa alla respo nsabilit aquiliana di cui allart. 20 43 c.c. o a quella c.d. o ggettiva ai sensi dellart. 20 51 c.c., co n deducibili differenze so stanziali sul piano pro cessuale. Ad o gni mo do , perch si po ssa parlare di respo nsabilit per o messa o cattiva manutenzio ne delle strade, necessario che sussista in capo al privato danneggiato un diritto o un interesse giuridicamente rilevante, meritevo le di tutela davanti lAuto rit Giudiziaria. Deve, allo ra, o sservarsi che no n il mero interesse del privato alla manutenzio ne delle strade ad essere meritevo le di tutela, in quanto co me rilevato dal Co nsiglio di Stato : linteresse di o gni cittadino a che gli enti territo riali pro vvedano alla diligente manutenzio ne e custo dia di tutti i beni pubblici ( e, tra essi, le strade) no n tutelabile in via amministrativa, n giurisdizio nale, trattando si di un mero do vere impo sto in capo alla P.A. per il vantaggio della co llettivit no n so ggettivizzata. No n si , pertanto , in presenza di interesse legittimo differenziale perch, semmai, si al co spetto di interesse semplice e di fatto , rientrante nellarea del giuridicamente irrilevante. Ne co nsegue che il privato , no n avrebbe, allo ra, accesso ad una tutela giurisdizio nale davanti al G.A. in sede di giudizio di legittimit, perch po rtato re di un interesse no n perso nale, differenziato , co ncreto e attuale dallimpugnazio ne. Di co ntro , qualo ra dallino sservanza dello bbligo di manutenzio ne derivi un danno al privato amministrato , sar po ssibile adire lauto rit giudiziaria co mpetente, deducendo il rappo rto bilaterale instaurato si co n lAmministrazio ne, la quale a causa della co ndo tta co lpo samente o missiva ad essa astrattamente attribuibile, sia venuta meno ad un generico do vere di astensio ne dal ledere la sfera giuridica dei terzi. In tal caso , infatti, linteresse ad agire che rileva tro va scaturigine nella lesio ne del diritto so ggettivo allintegrit patrimo niale, tutelabile davanti al Giudice Ordinario [3]. Ne co nsegue che il cittadino no n pu esigere che la strada sia mantenuta in mo do piutto sto che in un altro , e no n ha quindi azio ne per i danni che pretende essergli derivati dal mo do in cui lAmministrazio ne ha mantenuto il bene demaniale medesimo . Ci in quanto sussiste, appunto , un po tere discrezio nale[4] in capo alla P.A. riguardo alle mo dalit di custo dia delle strade, a fro nte del quale pur no n essendo co nfigurabile un diritto so ggettivo del cittadino alla co nservazio ne della stesse, sussiste il do vere da parte degli enti pubblici di rispettare il generale principio del neminem laedere, allo sco po di evitare che il po tere muti in arbitrio . Ai sensi della legge 6 75/9 6 ( co siddetta legge sulla privacy) i so tto scritti danno il lo ro co nsenso al trattamento dei dati so tto ripo rtati. Info rmativa ai sensi dellart. 13 del Decreto Legislativo 19 6 /20 0 3 Il trattamento dei Suo i dati perso nali finalizzato unicamente allesame della presente petizio ne". Qui il link alla petizio ne:

https://secure.avaaz.o rg/it/petitio n/Regio ne_Lazio _Pro vincia_di_Ro ma_Co mune_di_Ro ma_Bracciano Anguillara_ Cittadini di Bracciano in Mo vimento Ripro duzio ne Riservata

Condividi: