Sei sulla pagina 1di 4

CITTADINI DI BRACCIANO IN MOVIMENTO

COMITATO DI CITTADINI NO PROFIT P.IVA/C.FISC.: 97744780582 BRACCIANO


Via dei Pioppi, 25 int. 12 Bracciano 00062 rm Tel 06 60666947 meetupbraccianom5s@gmail.com

cittadinidi-braccino-in-movimento@poste-certificate.it

COMUNE DI BRACCIANO

Piazza IV Novembre 6 - 00062 Bracciano (Rm) Alla cortese attenzione del Sindaco Giuliano Sala vs. Presidente del Consiglio Maurizio Capparella Ufficio del Consiglio Comunale

Con la presente il Comitato Cittadini di Bracciano in Movimento richiede lautorizzazione per poter videoregistrare le future sedute del Consiglio Comunale. Riteniamo che le registrazioni audio e video delle sedute della massima assemblea cittadina siano uno strumento necessario e fondamentale per consentire la partecipazione dei residenti allattivit della Pubblica Amministrazione locale, in modo da restituire senso ai principi della democrazia partecipativa cos come contenute anche nello Statuto del Comune.

OGGETTO: richiesta di riprendere le sedute del Consiglio Comunale

Considerato che la trasparenza uno dei principi informatori dellazione della Pubblica Amministrazione (ex art. 1 L. 241/1990), recepito dallart. 22 dello Statuto Comunale; che il Codice dellAmministrazione Digitale (Dlgs. 82/2005), come modificato dal Dlgs. 159/2006, promuove lutilizzo di tecnologie elettroniche ed informatiche al fine di favorire una maggiore

partecipazione dei cittadini, anche residenti all' estero, al processo democratico e per facilitare l' esercizio dei diritti politici e civili sia individuali che collettivi (art. 9);

che le sedute del Consiglio Comunale sono pubbliche e sono la massima espressione del lavoro istituzionale dellAmministrazione Comunale; tutti i consiglieri sono pubblicamente eletti e svolgono una funzione pubblica durante il Consiglio Comunale; tutti i consiglieri ricevono un compenso per la loro presenza in Consiglio Comunale, pagato dalle pubbliche finanze; molti cittadini, per problemi di salute, di lavoro, famigliari, non possono partecipare direttamente a tali sedute il Garante della privacy sera gi espresso nel 2002 nel merito della pubblicazione in streaming dei Consigli Comunali in riferimento alle normative vigenti (Dlgs. 267/2000).

Visto lart. 37 del Regolamento del Consiglio Comunale

Chiediamo Che il Consiglio Comunale deliberi in merito alla proposta per lemanazione del seguente Regolamento

REGOLAMENTO PER LE RIPRESE AUDIOVISIVE DEL CONSIGLIO COMUNALE ART. 1 Finalit II Comune di Bracciano, in attuazione dei criteri di trasparenza e pubblicit, attribuisce alla diffusione audio e video (on line, radiofonica e televisiva) delle sedute del consiglio comunale, su internet tramite pagina web o su rete televisiva, la funzione utile di favorire la partecipazione dei cittadini allattivit politico/amministrativa dellEnte. II presente Regolamento ha lo scopo di favorire Iaccoglimento di domande di riprese audiovisive delle adunanze pubbliche comunali e di facilitare lo svolgimento di tali riprese in modo che venga assicurato iI rispetto dei diritti della cittadinanza e nel contempo iI regolare svolgimento dellattivita consiliare. II Regolamento disciplina altresi Ieventuale servizio di ripresa e trasmissione televisiva e radiofonica e in streaming o di registrazione delle riunioni del consiglio comunale a cura dellAmministrazione Comunale.

ART. 2 Informazioni sullesistenza di telecamere

II Presidente del Consiglio Comunale ha Ionere di fornire, preventiva informazione a tutti i partecipanti alla seduta circa Iesistenza di videocamere o di strumenti di ripresa radiofonica e della successiva trasmissione audio e video. Ai fini della conoscenza da parte del pubblico che nella sala consiliare esiste la possibilit di riprese audiovisive e fatto obbligo allAmministrazione di affiggere specifici avvisi, cartelli o contrassegni all ingresso della sala. Le riprese dovranno essere tali da non rendere chiaramente distinguibile alcuna persona del pubblico, senza Iautorizzazione della stessa, nel pieno rispetto della normativa a tutela della privacy. ART. 3 Soggetti sottoposti a video ripresa Le riprese dovranno riguardare esclusivamente i componenti del Consiglio Comunale, gli Assessori nonch i soggetti di cui all Art. 37 del vigente Regolamento disciplinante iI funzionamento del Consiglio Comunale. ART. 4 Rispetto della privacy I soggetti di cui al precedente art. 3 manifestano per iscritto, nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali di cui al D.Lgs 196/2003, il loro assenso, durante Ie sedute consiliari, alla ripresa e conseguente divulgazione della propria immagine durante Ie sedute consiliari in caso contrario dovr essere mandato in onda lintervento e/o dichiarazione del consigliere ripreso solo da lontano. Le riprese dovranno riguardare esclusivamente i componenti del consiglio comunale. I soggetti di cui innanzi, durante i lavori del consiglio, non possono in alcun modo impedire che la propria voce venga registrata. ART.5 Tutela dei dati sensibili Per tutelare ed assicurare la riservatezza dei soggetti interessati e fatto esplicito divieto di fare riprese televisive o radiofoniche di sedute nelle quali si discute sullo stato di salute o su altri dati personali definiti sensibili ai sensi del D.Lgs 196/2003, nonch nel rispetto dell Art. 37 comma 1 del Regolamento disciplinante iI funzionamento del Consiglio Comunale. ART. 6 Autorizzazione per Iaccesso delle strumentazioni e riprese audiovisive nelle sedute pubbliche, Persone o enti che desiderano effettuare riprese o registrazioni presentano preventiva comunicazione scritta al Presidente del Consiglio Comunale. A tal fine i soggetti interessati dovranno presentare apposita istanza di autorizzazione, diretta al Presidente del Consiglio, nella quale dovranno essere chiaramente evidenziati: Modalit delle riprese; Finalit perseguite; Modalit di trasmissione (radiotelevisiva, web, diretta, differita). II Presidente del Consiglio Comunale, raccolta la richiesta (sentita la conferenza dei capigruppo consiliare), rilascia al richiedente Iautorizzazione ad effettuare Ie riprese che potr essere espressa anche con il tacito assenso , entro e non oltre le ventiquattro ore precedenti alla riunione consiliare. I soggetti autorizzati alle riprese audiovisive si impegnano a non disturbare o arrecare pregiudizio durante la ripresa, a non utilizzare Ie immagini a scopo di lucro, a utilizzare iI materiale registrato allunico scopo per cui la ripresa e stata autorizzata, a non esprimere opinioni o commenti durante Ie riprese, a non manipolare artificiosamente iI contenuto della ripresa in modo da renderla mendace o distorsiva rispetto Iessenza ed iI significato delle opinioni espresse. I soggetti autorizzati avranno altresi Iobbligo di rispettare Ie norme del presente Regolamento, e per quanto non espresso tutta la normativa in materia di privacy ai sensi del D.Lgs

196/2003 e successive modifiche e integrazioni. Restano in questo caso a carico della stesso ogni responsabilit in caso di violazione delle norme richiamate. Ogni violazione alle norme regolamentari determiner la revoca dellautorizzazione alle riprese da parte del Presidente del Consiglio Comunale. ART. 7 Ai fini di consentire una pi larga diffusione dei lavori del Consiglio Comunale consentito effettuare riprese audiovisive delle pubbliche sedute del Consiglio stesso ad opera di emittenti eventualmente interessate. Valutato iI pubblico interesse dei lavori del Consiglio comunale consentito Iallacciamento della strumentalizzazione di ripresa alla rete elettrica comunale anche alle emittenti eventualmente interessate alleffettuazione delle riprese audiovisive solo per il tempo strettamente necessario alle riprese stesse. ART.8 Gli amministratori e consiglieri comunali potranno concedere interviste, al fine di evitare ogni intralcio ai lavori del consiglio durante lo svolgimento delle sedute, esclusivamente allesterno dellaula consiliare. ART. 9 Trasmissione in Streaming e Archivio comunale. Detto regolamento attribuisce alla diffusione in streaming/differita delle sedute pubbliche la funzione utile di favorire la partecipazione dei cittadini dellattivit politico-amministrativa dellEnte. Le trasmissioni streaming delle sedute consiliari dovranno essere integrali e svolte in diretta o in differita. Le riprese video, effettuate in house o dal soggetto affidatario del servizio per conto del Comune, dovranno poi essere messe a disposizione dei cittadini in un archivio consultabile sul sito del comune o presso un sito pubblico . ART. 10 Disposizioni finali. Per quanto non espressamente disciplinato col presente regolamento si applicano Ie disposizioni di cui al Codice in materia di protezione dei dati personali.

II presente regolamento avr efficacia dallintervenuta esecutivit della relativa deliberazione consiliare di approvazione.