Sei sulla pagina 1di 4

16 12 2013

To rna Babbo Natale in biblio tec a Cupino ro , interviene Palio tta: Anc he Ladis po li ric o rrer c o ntro lampliamento La fanno bere e abus ano di una c o nnaz io nale: arres tati tre c ittadini ro meni

Home
ZONE

Blog
Ladispoli

Polit ica
Cerveteri

Cronaca
Civitavecchia

Cult ura
Santa Marinella

Ambient e
Fiumicino

Benessere
Roma

Bracciano

Tarq

Ho me Ambiente Nuo vo Piano rifiuti Laz io , Co mitati: So lo un elenc o di impianti, mentre lunic a riduz io ne e quella della rac c o lta differenz iata

PDF Editor
16 dicembre 2013 - 19:26 | 0 comment i
2

Nuovo Piano rifiuti Lazio, Comitati: Solo un elenco di impianti, mentre lunica TM riduzione e quella della raccolta differenziata
| Co mment a l'art ico lo

C o nsig lia

Twe e t

II 13 dicembre u.s., alla presenza del president e

della Giunt a regionale Zingaret t i e dellassessore allAmbient e Civit a, e st at o present at o uno st udio redat t o dalla Confservizi Lazio (Associazione regionale delle Imprese e degli Ent i che gest iscono servizi pubblici locali) e finalizzat o allanalisi della sit uazione della gest ione dei rifiut i nel Lazio. Ovviament e, quest o st udio , che rit eniamo essere la base per la co st ruzio ne del nuo vo Piano rifiut i del Lazio , necessit a di unanalisi appro fo ndit a, ma da subit o sent iamo il biso gno di manifest are la no st ra co nt rariet . Nulla di nulla infat t i appare sulla riduzio ne a mo nt e dei rifiut i, ment re la raccolt a differenziat a, assieme alla riduzione, unica via per leliminazione di impiant i nocivi dai nost ri t errit ori, rest a al palo. Approfit t ando della sponda del minist ro dellAmbient e Orlando, il raggiungiment o della soglia minima di RD al 65% viene rimandat o al 2020. Si programma un aument o del 5% lanno circa di raccolt a differenziat a nella regione dal 2014, quando il pat t o per Roma firmat o dal Minist ro Clini prevedeva il raggiungiment o del TM 50% di raccolt a differenziat a a Roma nel 2014 (40% del 2013).

PDF Editor

Anche i muri sanno che Roma produce olt re il 50% dei rifiut i della regione; un aument o del 10% a Roma, produce olt re il 5% di aument o in t ut t o il Lazio; si st a t ent ando di fat t o di t eorizzare lo st op alla differenziat a nel rest o del Lazio per almeno due anni? Oppure ci si arrende allincapacit a dellAMA di mant enere gli impegni presi? E se non si agisce sulla differenziat a, e evident e che nasce la necessit a di impiant ist ica per il t rat t ament o dellindifferenziat a, con condiment o di discariche, impiant i TMB e incenerit ori. In quest o cont est o quindi, si indica come necessario il riavvio dellincenerit ore di Malagrot t a (180.000 t onn/anno), basat o su una t ecnologia di fine anni 90, la necessit a della t erza

(180.000 t onn/anno), basat o su una t ecnologia di fine anni 90, la necessit a della t erza linea di inceneriment o a San Vit t ore (per un t ot ale di olt re 300.000 t onn/anno), il mant eniment o delle due linee di inceneriment o a Colleferro. Alt ro che risanament o della Valle Galeria o bonifica della Valle del Sacco! Quant o alle discariche, per adesso sembra che si voglia ampliare quelle esist ent i nel Lazio, rimandando il problema di t rovarne nuove a quando i t empi saranno migliori. Percio , Cupino ro , Falco gnana, Invio lat a, Ro ncigliano e t ut t e le alt re del rest o della regio ne co st it uiranno anco ra lo pzio ne preferenziale di ist it uzio ni che vo glio no co muni e cit t adini che no n differenziano . Unico provvediment o su quest o versant e appare linnalzament o del cost o di conferiment o, mediant e laument o del t ribut o speciale legat o al raggiungiment o o meno degli obiet t ivi comunali o di ATO. Quest o aument o andra a finire sulla TARES, o come si chiamera, e quindi il cost o della malagest ione verra diret t ament e at t ribuit o ai cit t adini cont ribuent i. E, come appare dagli int endiment i della maggioranza di governo, la t ariffa rifiut i sara annacquat a nel mare magnum della supert ariffa comunale. Quindi no n siamo in presenza di un Piano ma di una banale presa dat t o di quello che esist e, di una sit uazio ne di vo lut a diffico lt a nel deco llo della RD, a cui non si sa ufficialment e fare front e. In quest o cont est o, quindi, si indica come necessari il riavvio dellincenerit ore di Malagrot t a (180.000 t onn/anno e basat o su una t ecnologia di fine anni 90), la necessit a della t erza linea di inceneriment o a San Vit t ore (per un t ot ale di olt re 300.000 t onn/anno), il mant eniment o delle due linee di inceneriment o a Colleferro per olt re 200.000 t onn/anno. Ci si present a al 2020 anno in cui lUnione europea prevede la fine dellinceneriment o di TM mat erie prime seconde con poco meno di 700.000 t onn/anno di capacit a di inceneriment o a cui aggiungere le pot enzialit a dei cement ifici. Addirit t ura, con un surplus di impiant i TMB per la produzione di CDR/CSS figli dellat t uale emergenza e di una incapacit a di programmazione! In quest o quadro sembra scomparire lincenerit ore di Albano, ma solo perche i numeri propost i non consent ono la conferma di quella scelt a. Infat t i, anche se quest impiant o dovesse realment e sparire dal Piano, bisogna ricordare che la prat ica di finanziament o del gassificat ore giace ancora sospesa negli uffici del Minist ero dello Sviluppo ed i solert i t ecnici minist eriali non vedono le ragioni dellint erruzione del regalo da mezzo miliardo di euro (in cert ificat i verdi) promesso a Cerroni.

PDF Editor

Ricapit o lando : nulla per la riduzio ne della pro duzio ne dei rifiut i, rallent ament o e scarsi invest iment i per la differenziat a, assenza di impiant i di selezio ne del mat eriale secco differenziat o , assenza di rico nversio ne a recupero di mat erie degli impiant i T MB per la pro duzio ne, invece, di CDR/CSS co n lunico sco po di creare cibo per gli incenerit o ri e per i cement ifici (mai cit at i nel document o, ma che sappiamo essere unopzione assai concret a e ghiot t a per la lobby dei cement ieri). In ult imo, part endo dalla giust a necessit a di impiant i di compost aggio, si condisce quest o minest rone infernale con impiant i biogas nascost i diet ro la dizione compost aggio (quello di Maccarese, il mega impiant o biogas da 95.000 t onn/anno allocat o genericament e su Roma e non piu su Fiumicino). In sint esi, un Piano senza pro get t o , o ppure se lo si preferisce, un Piano che e una banale presa dat t o di quello che esist e, indirizzat o ad un co nt o purament e eco no mico ed al so ddisfaciment o dei so lit i int eressi. Ma quest o e un Piano predispost o dalla Confservizi Lazio, quindi di scelt a essenzialment e padronale e TM sono rimandat e, percio, di salut e e t ut ela dellambient e, nessuna t raccia: le scelt e virt uose forse, al 2021.

PDF Editor
dirit t o di cit t adinanza.

Di front e a quest o quadro di conservazione dei privilegi a favore degli int eressi privat i connessi al business dei rifiut i, di front e alla polit ica di cont inuit a dello sfrut t ament o del t errit orio e delle devast azioni ambient ali, i comit at i dei cit t adini in lot t a nel Lazio chiamano ad un maggiore induriment o delle mobilit azioni gia in at t o per la difesa dei t errit ori e per ribadire che, senza il coinvolgiment o delle popolazioni della regione, nessun Piano rifiut i avra Co o rdinament o dei Co mit at i Rifiiut i-Energia del Lazio