Sei sulla pagina 1di 24

Giorno: Venerd.

Ore di Venere, il Venerd: da mezzogiorno alluna, dalle 7 alle 8 dopo mezzogiorno, dalle 2 alle 3 dopo mezzanotte e dalle 9 alle 10 del mattino seguente. Colore: verde Metallo: rame Gemme: smeraldo, zaffiro, lapislazzulo Profumi: zafferano, sandalo, benzoino, verbena Piante: rosa, giacinto, mughetto, violetta, ulivo, giglio, lill, gelsomino, peonia, ciclamino, mirto Numeri: 3, 7, 23 Gli angeli o geni di Venere, regnanti il Venerd, sono: Anael, Rachiel, Sachiel. Langelo dellAria Sarabotes e i suoi ministri si chiamano Amabiel, Aba, Abalidot e Flaef. Gli angeli del Terzo Cielo che regnano il Venerd e che bisogna chiamare dai quattro angoli del mondo sono: dallOriente: Serchiel, Chedusitaniel, Corat, Tanael, Tenaciel dallOccidente: Turiel, Coniel, Babiel, Kadiel, Maltiel, Husatiel dal Nord: Peniel, Penael, Penat, Raphael, Raniel, Dormiel dal Sud: Porna, Sachiel, Chermiel

Gli spiriti di Venere si congiurano con la seguente preghiera:

Io vi congiuro, angeli santi, forti e potenti, per i nomi On, Hey, Ia, Ie, Adonay, Saday che nel sesto giorno cre i quadrupedi, i rettili e gli uomini, e che confer ogni potere ad Adamo su tutti gli animali, che bened il nome del Signore, per gli angeli che servono nella Terza Legione, in presenza del grande angelo Agiel, principe forte e potente, per lastro di Venere, per il suo santo sigillo e per i nomi sopradetti, io vi congiuro, Anael, angelo grande, Voi che presiedete al sesto giorno, per il nome adorabile di Adonay che ha creato luniverso intero con tutto ci che contiene, affinch mi portiate soccorso, e mi concediate leffetto di tutte le mie richieste, secondo il mio desiderio, sia nei miei

amori, sia nella mia fortuna, e in generale in tutte le cose che mi saranno gradite e utili.

Si deve poi dire ci che si desidera e specificare bene i motivi di questa congiurazione.

Secondo i vecchi grimori, gli spiriti di Venere hanno il potere di portare denaro, di rendere gli uomini lussuriosi, di riconciliare gli avversari con la lussuria, di combinare matrimoni, di suscitare nel cuore degli uomini lamore per le donne e viceversa, e guarire le malattie.

Essi appaiono di bellaspetto, di taglia media, con viso amabile e gradevole, di colro bianco o verde e spesso brillante e dorato. Al loro avvicinarsi, ed quello il segno della loro apparizione, si scorgono delle seducenti giovani ragazze che giocano in cerchio invitando levocatore a voluttuosi giochi erotici.

Certi spiriti di Venere appaiono in forme varie e pittoresche, animali, graziose: un re che tiene uno scettro e cavalca un cammello, una ragazza nuda o vestita di belle vesti bianche o verdi, una capra, una colomba, un dromedario o una profusione di mazzi di fiori.

Il talismano di Venere si deve incidere di Venerd, nelle ore di Venere, su una lamina circolare di rame puro, delle dimensioni di una medaglia. La si lucider perfettamente su entrambe le faccie. Sulla prima faccia, si incider la lettera G, racchiusa in una stella pentagrammatica. Sulla seconda faccia, si incide una colomba, al centro di una stella a sei punte o sigillo di Salomone, formata da

due triangoli incrociati, uno con la punta in alto e laltro con la punta in basso, circondato dalle lettere che compongono il nome Suroth, genio di Venere.

Si potr anche disegnare un talismano di pergamena vergine, usando dellinchiostro verde. Sulla prima faccia, si rappresenter la figura geroglifica di Venere, cio una donna lascivamente abbigliata con vicino alla sua coscia destra un Cupido reggente unarco ed una freccia incendiaria, mentre lei terr nella mano sinistra uno strumento musicale, quale una chitarra, e sopra la sua testa una stella brillante con il nome: Venere. Sulla seconda faccia, si disegner il quadrato magico di Venere secondo la seguente tabella:

22 - 47 16 41 10 35 4 5 23 48 17 42 11 29 30 6 24 49 18 36 12 13 31 7 25 43 19 37 38 14 32 1 26 44 20 21 39 8 33 2 27 45 46 15 40 9 34 3 - 28

Per Agrippa questo talismano rappresentando Venere Fortunata, procura la concordia, distrugge le discussioni, dona lamore alle donne. Favorisce il concepimento, ostacola la sterilit e rende vigorosi nel coito. Toglie i malefici, riappacifica uomo e donna, stimola la nascita di ogni tipo di animali. Messo in una colombaia, aumenta il numero dei piccioni; giova alle malattie melanconiche e d gioia. Portato indosso favorisce il buon esito dei viaggi.

Questi talismani si consacreranno con una fumigazione di profumi venerei e si metteranno in un sacchetto di seta verde o rosa.

E il caso di far notare qui una volta per tutte che non per caso o perch mossi da idee personali che vengono indicate queste materie, questi profumi, questi colori ecc. La tradizione magica si basa sulla legge delle corrispondenze, ed un elemento che sarebbe favorevole per le operazioni di odio sotto gli auspici di Marte, per esempio, sarebbe negativo per le operazioni erotiche sotto gli auspici di Venere. Massima cura e rigorosa attenzione vengono date nellosservazione delle prescrizioni rituali, perch il minimo errore sarebbe causa di insuccesso.

Quando un grimorio o un rituale magico prescrive un oggetto vergine significa che devessere nuovo o mai usato. Ogni oggetto profanato inadatto alloperazione magica. Il rame impiegato per lincisione dei talismani dovr uscire dalla fonderia e venire accuratamente lucidato. Non superfluo ricordare queste condizioni essenziali per portare a buon fine ogni operazione magica nella nostra epoca utilitaristica ad oltranza, e che ha spinto al pi alto grado larte di riciclare lusato, fabbricando oggetti di lusso con vecchie lattine di conserva!

Come si vede, il compito del mago difficile ma ostacoli grandi e piccoli nel compimento dellopera sono un eccellente esercizio per lacquisizione della Volont. Maggiori pene e difficolt vi coster la vostra arma e pi vi sar utile, ha scritto un iniziato inglese, Aleister Crowley, che aggiunge: se volete qualche cosa fatta bene, fatevela da voi.

Non crediamo inutile, infine, cogliere nellopera di questo stesso

iniziato questa preziosa raccomandazione:

Acquistate senza mai mercanteggiare tutto ci che vi serve per loperazione magica. Non bisogna cercare di stabilire un rapporto tra i valori di cose incommensurabili. I pi piccoli strumenti magici valgono molto di pi di tutto ci che possedete. Daltronde, se voi comprate senza mercanteggiare vi accorgerete che, durante lacquisto, il venditore avr gettato via la borsa di Fortunato. Che importa la situazione in cui vi trovate, allultimo momento le vostre difficolt si risolveranno; non c potere che non obbedisca ai bisogni di un mago! Ci che ha, non ce lha; ma ci che , c; e quel che sar sar, e n Dio, n tutte le schiere di Choronzon potranno fermarlo. Questo comandamento e questa promessa sono stati dati a tutti i maghi senza eccezione. Quando questo comandamento sar osservato, la promessa sar di certo esaudita.

Capitolo nono LINCANTESIMO DAMORE

LIncantesimo una preghiera, un grido, un appello irresistibile, proferito o, meglio, salmodiato nel corso di una cerimonia nella quale entrano in gioco i gesti, e come supporto magico diversi elementi, quali i profumi, i fiori, i colori ecc.

Lincantesimo pu venire praticato, cos come la fattura che daltronde completa e rafforza, a scopo di odio, per nuocere a un nemico. Non questo per il nostro ambito; a noi interessa lincantesimo dAmore.

Ogni volta che si concentrano i propri sentimenti in un raggio potente, animato dalla volont, c produzione di azioni psichiche, di cui sono incontestabili le ripercussioni sugli esseri viventi. E quindi comprensibile che lesteriorizzazione di un intenso desiderio damore, mediante il pensiero creatore, mediante il verbo formatore e il gesto che dissemina, inviato con empito vigoroso, deve colpire colui o colei che loggetto di questo desiderio.

Lincantesimo pertanto laccerchiamento e la penetrazione di un essere da parte di un altro essere, ununione fluidica astrale, coagulata e proiettata. Come vedremo nel rituale che segue, lincantesimo damore deve procedere con parole dolci e avvolgenti, pensieri voluttuosi, gesti carezzevoli. Bisogna immaginare, l, di fronte a s, la persona amata, e rivolgersi ad essa come se fosse presente realmente. Grazie allappassionato richiamo, magnetizzato da unintenso desiderio, loggetto del vostro amore presente in astrale e tutto quello che gli farete avr uninevitabile ripercussione sulla sua fisicit. A distanza, essa verr penetrata da unintensa sensazione di languore, nascer un sentimento, e se siete abbastanza energici, essa avr smania di corrispondere al vostro desiderio, di ricevere le carezze, di udire i vostri sussurri damore, di provare con voi, vicino a voi, assieme a voi, i pi voluttuosi piaceri sensuali.

Tale la forza dellincantesimo damore, che deve realmente avvolgere la persona amata con un impenetrabile rete di pensieri esclusivi e, beninteso, in una direzione favorevole a ci che vi aspettate da lei. Lincantesimo deve stringere lessere amato in una spirale di volutt, colpirlo nellintimo della carne e farne vibrare i sensi.

Lincantesimo damore venne impiegato fin dalla pi remota antichit; una preziosa eredit della tradizione magica. Le

tavolette cuneiformi e i papiri egiziani ci hanno tramandato un gran numero di formule incantatorie. Marcelin Berthelot, citando testi papiracei, rileva che le formule si appellano ad Iside, Osiride, Mithra, Serapide, Ermete, Horo, Iao ecc., cos come avverr nei grimori medievali, le cui formule sono daltronde improntate a fonti egiziane, arabe e greche. Queste formule, scrive il dotto autore, sono destinate ad evocare uno spirito che appare in sembiante di fanciullo o di ragazza, apprendista di Apollonio di Tiana, e ad ottenerne dei talismani o dei filtri damore e amicizia.

Si trovano incantesimi con formule identiche in Grecia e Italia. Le streghe tessale erano famose per la potenza della loro arte. Luciano lo afferma nei suoi Dialoghi di Cortigiane e Lucano nella Farsaglia. Virgilio nelle Egloghe e Teocrito negli Idilli ci hanno trasmesso dei veri e propri rituali dincantazione, come provano i testi seguenti:

Potenti carmi, riportate Dafni in questi luoghi Potenti sono le parole magiche: possono far scendere addirittura la luna dal cielo, cos come han permesso a Circe di trasformare in porci i marinai di Ulisse Io avvolgo la tua effigie con tre diversi nastri, per tre volte la faccio girare intorno allaltare, poich il numero dispari gradito alle divinit Stringi con tre nodi i nastri di diversi colori, stringili, Amarilli, ed esclama: io annodo i lacci di Venere. Lo stesso fuoco che compatta largilla e scioglie la cera possa fare altrettanto su Dafni a vantaggio del mio amore! Getta la sacra farina, brucia questi allori Dafni, meschino, mi abbraccia! Io, in questalloro, abbraccio Dafni! Potenti carmi, riconducete Dafni in questi luoghi! Che Dafni sia in preda allamore, come la giovenca che, stremata dalla ricerca per boschi e vaste foreste del giovane toro desiderato, si adagia ai bordi di un ruscello e, ansimante e disperata, dimentica lora tarda che dovrebbe ricondurla alla stalla. Che Dafni sia in preda allamore! (Virgilio, Egloghe).

Dove sono i miei allori? Portameli, Testili. Porta anche i filtri.

Prendi questa coppa e avvolgila col vello rosso di una pecora che voglio incantare questuomo crudele che amo e per cui soffro. Da oltre dodici giorni non bussa pi alla mia porta; non sa se sia viva o morta. Senza dubbio, Eros e Venere hanno portato altrove i loro spiriti leggieri Risplendi dunque, o pallida Luna! Ti canter, serena divinit, assiema alloscura Ecate che sinnalza tra le tombe, tra i vapori del sangue cupo di giovani cani sgozzati Salve, terribile Ecate! Sostienimi nellimprersa Magica pastorella, riconducilo alla mia dimora! Ardo di passione per colui che mi ha reso sfortunata, che non mi ha sposata e mabbandona dopo avermi tolto la verginit Venerabile Dea, ti offro tre libagioni e tre volte grido: Se una donna gli dorme accanto, o anche un uomo, che egli la possa scordare, come avvenne a Nasso, quando Teseo scord Arianna dalle belle trecce Che io possa veder entrare in casa Delfi! Magica pastorella, riportamelo. (Teocrito, Idilli).

Lincantesimo damore conosciuto e praticato ovunque: in India, in Cina, nei paesi musulmani, nelle contrade pi lontane Il formulario magico resta immutato nella sua essenza, sopravvive ai cataclismi, alle rivoluzioni, ai cambiamenti epocali. Ai nostri giorni, nulla ha perso della sua potenza e della sua efficacia.

Il rituale incantatorio che ora diamo si basa sulla tradizione magica, da cui deriva. Pu essere modificato in base alle circostanze, ma la base rimane quella. Recitato con attenzione ed impiegato con tutta la cura necessaria, sia nei gesti che nelle parole, produrr un risultato certo.

RITUALE DELLINCANTESIMO DAMORE Bisogna procurarsi dapprima una o pi fotografie della persona amata che si desidera colpire con lincantesimo. Se la fotografia raffigura la persona nuda, meglio. Questultimo requisito non ha

nulla di straordinario, considerati i costumi attuali.[2]

La fotografia, in quanto veicolo delle irradiazioni fluidiche, indispensabile. Sarebbe bene potergli aggiungere un oggetto che la persona amata portava con s: una sua lettera, un fazzoletto, dei guanti, una ciocca di capelli, ecc. Pi potrete disporre di simili cose che gli sono appartenute e rimangono impregnate della sua vitalit, maggiori saranno le vostre possibilit di poter agire sul suo astrale. La forza fluidica aumenter proporzionalmente al possesso di oggetti che sono stati in contatto diretto con la pelle della persona.

Bisogna racchiudere accuratamente tutto quanto in un sacchetto di seta verde e conservarlo in un posto segreto, lontano da sguardi profani. Poi, di Venerd, ad unora di Venere (vedi quanto detto a p.) e di preferenza la sera per beneficiare del massimo di calma e silenzio, isolatevi in un luogo che vi far da oratorio, e che avrete preventivamente purificato bruciandovi dellincenso.

Siate nudi sotto unampia veste di seta verde. In mancanza, un accappatoio bianco baster ma, in tal caso, mettetevi al collo una sciarpa verde a m di stola sacerdotale. Laltare magico sar costituito di un tavolo nuovo o che non mai stato usato a scopi profani; questultimo potr essere assai semplice, in legno grezzo per esempio, ma bisognera che sia assemblato a incastro, senza chiodi. Ogni oggetto metallico devessere accuratamente eliminato. Gli strumenti metallici dovranno essere invece di rame. Il tavolo verr coperto da una tovaglia di lino grezzo.

Estraete dal sacchetto di seta il ritratto dellessere amato e gli altri oggetti che disporrete allintorno, in mezzo a due candele di cera verde. Spegnete ogni altra luce. In un bruciaprofumi di rame, posto al lato sinistro del tavolo, bruciate dellincenso, dellambra, della polvere di legno di sandalo, del benzoino e foglie secche di verbena.

Se vi possibile disporre anche di qualche fiore venereo, come rose, violette, gelsomini, penses, resede, lill, giacinti, la loro presenza aumenter la potenza benefica dellincantesimo ed un mazzo di questi fiori sar un prezioso veicolo di fluido venereo. Isolatevi, in modo che nessuno possa vedervi o solo spiarvi. Imposte chiuse o tendaggi spessi e opachi alle finestre. Lo ripetiamo, qualunque operazione magica necessita del segreto e dellisolamento pi assoluto. A meno che non operiate per conto di altri, in tal caso la loro presenza sar opportuna.

Avendo disposto tutto come si conviene, rimanete in silenzio di fronte allaltare, assorti nel pensiero dellessere amato. Rimanete in tale condizione per circa sette minuti, poi, con un forte sforzo di concentrazione, fissate con sguardo fermo ma dolce il ritratto, le braccia protese, le mani aperte, e pronunciate tre volte ad alta voce linvocazione che segue, alzando il tono ogni volta oppure, fatto che ne decuplicher la potenza, salmodiando molto lentamente come una preghiera liturgica:

N (nome della persona amata) vieni al mio richiamo, guidata da Anael che invoco. Di gi, con la mia volont, il tuo doppio si impregna degli effluvi del mio desiderio. Che il tuo spirito sia colpito, che la tua anima si unisca alla mia e che il tuo corpo si apra al piacere. Che i geni propizi, animati dal mio verbo, mi aiutino ad incatenarti e dirigerti a me. Sia fatta la mia volont e compiuta lopera. Amen!

In seguito, se necessario, spargete dei profumi venerei nella scatola di rame e, imponendo le mani aperte sul ritratto e sugli oggetti, chiedete mentalmente ci che volete dallessere amato; poi con voce dolce, avvolgente, carezzevole, parlate ad esso come se fosse presente in carne e ossa assieme a voi nella stanza. Ditegli frasi semplici, piane, schiette non contorte. Siate pressanti e imprimete forza al vostro desiderio.

Non calate di intensit; quando non avrete altro da aggiungere, non sforzatevi, che le parole diverrebbero banali, ed quello che si deve evitare. Prendete le foto e gli oggetti e baciateli amorosamente. Poi, portatevi lentamente le mani alla fronte, alle labbra, al cuore. Tendetele di nuovo verso il ritratto. Rinnovate un appassionato richiamo mentale e riponete il tutto. Se potete, offrite o fate offrire alla persona amata i fiori con i quali avete adornato laltare durante lincantesimo. Questoperazione condotta per una settimana (periodo Venereo) sar di efficacia sicura.

Gli antichi grimori ci hanno conservato delle curiose formule dincantesimo e di evocazione. Dai vecchi testi, abbiamo tratto quelli che seguono, assai caratteristici e pittoreschi. Non dubitiamo che mantengano le promesse se vengono svolti come si conviene.

Affinch una ragazza vi venga a cercare, per saggia che sia Bisogna cercare in luna crescente o calante, tra le undici e mezzanotte, una stella nel cielo ma, prima, fate ci: prendete della pergamena vergine, scriveteci sopra[3] il nome di colei che volete vi venga a cercare. Dallaltra parte, scrivete: Meschidael, Bareschas; ponete quindi la pergamena in terra col nome della persona verso il suolo, pressata dal piede destro mentre il ginocchio sinistro a terra; allora, mirando la stella pi lucente, reggendo nella mano destra una candela di cera bianca che possa durare unora, pronunciate la seguente congiurazione:

Ti saluto e congiuro, o bella luna e bella stella, lume brillante che

tengo nella mano, per laria che respiro, per laria che in me e per la terra che tocco. Vi congiuro per tutti i nomi degli spiriti supremi che risiedono in voi, per lineffabile nome On, creatore di tutto; per te bellangelo Gabriele, con Ermete onnipotente, Michael e Melchidael. Vi congiuro DERECHEF per tutti i nomi divini di andare ad ossessionare, tormentare, agitare nel corpo, nellanima, nello spirito e nei cinque sensi N, il cui nome scritto qui sotto, in modo che venga da me e compia la mia volont, e che non abbia amicizia con nessunaltro, specie per N (nome dei possibili rivali), fintantoch io gli sar indifferente; che non possa resistere, che sia ossessionata, tormentata e sofferente. Andate dunque senza indugio, Melchidael, Bareschas, Zazel, Tiriel, Malcha, e tutti quanti voi che gli obbedite; vi congiuro, per il gran Dio vivente, di inviarmela subito per soddisfare la mia volont. Io, N, prometto di soddisfarvi.

Dopo aver recitato tre volte questa congiurazione, appoggiate la candela accesa sopra la pergamena e lasciatela l tutta la notte. La mattina, prendete la pergamena e mettetela nella scarpa sinistra e lasciatevela fintantoch la persona desiderata non sia venuta a cercarvi. Bisogna specificare durante la congiurazione il giorno che desideriate che venga, ed essa verr.

Ecco ora unaltra evocazione potentissima, per ottenere ci che si vuole, e principalmente lamore dellessere desiderato. Questa cerimonia si compie sotto gli auspici di Ecate, Dea degli incantesimi:

Per nove giorni consecutivi, con la luna crescente, dopo il suo quinto giorno, bruciate dellincenso in onore delle potenze protettrici delle anime del Purgatorio; recitate ogni volta un Pater

specificatamente per la pace di queste stesse anime e accendete allo stesso scopo una candela in onore degli spiriti protettori delle anime del Purgatorio per il loro stesso riposo con lintenzione che avete in mente. Dopo questo preliminare, per tre notti di seguito, accenderete del fuoco in uno scaldino e con questo in mano girerete tre volte intorno formando un cerchio. Posate poi il fuoco al centro e gettatevi dellincenso implorando mentalmente la Dea Ecate. Poi, con le braccia appena alzate, dite la seguente preghiera:

O Ecate, Dea nei cieli, Dea sulla terra e Proserpina negli inferi; o madre delle ombre, regina suprema dellesercito dei morti, non scagliarmi contro le tue legioni, o Ecate, ma fa piuttosto che queste mi obbediscano. O triplice Ecate, grande Dea degli incantesimi, in questo fuoco che ti offro lincenso brucia in tuo onore; o Ecate, che la tua divinit venga a me, che la tua potenza mi circondi, mio padre non ne rimarr offeso! Per Ecate, o genio maestro dellaria; per Ecate, anime dannate dei morti, per Ecate, o voi che vi agitate nel basso astrale; per Ecate, venite in mio aiuto, mia leva, mio esercito!

Riprendete lo scaldino dopo avervi gettato di nuovo dellincenso, ripercorrete una volta il cerchio ed alzatelo verso i quattro punti cardinali, formulando mentalmente la vostra richiesta ai geni. Dopo, gettatevi dentro del pane e del vino per le anime del Purgatorio e dite:

Per Ecate, ho chiamato nel silenzio delle notti le legioni dellaria, larmata fastosa degli Obs: agli uni ho offerto lincenso che li sollecita, agli altri il pane di cui sono affamati. Cos sotto la luce degli astri possano agire le forze chiamate, e come un sovrano nel suo mantello di porpora, il tuo servo fedele, o Ecate, si addormenta con fiducia.

Per finire, queste due formule, estratte anchesse da antichi grimori, semplici ed efficaci, se eseguite correttamente:

Mantenetevi casti per sei giorni, il settimo, obbligatoriamente un Venerd, mangiate e bevete alimenti di natura calda, che possano eccitarvi eroticamente. Quando vi sentirete in questo stato venereo, cercate di intrattenervi in amichevole conversazione con la persona desiderata, e fate in modo che vi guardi negli occhi e voi i suoi, per il tempo di unAve Maria. Infatti i raggi visivi che si incrociano sono dei potenti vettori dellamore, in grado di giungere fino al cuore n alcunch pu resistergli, n la pi grande ritrosa n la massima indifferenza. E molto difficile indurre una ragazza pudica a guardare fissamente un giovane uomo per un certo tempo[4], ma la si potr costringere dicendogli per scherzo che si conosce un segreto, che consiste nellindovinare tramite lo sguardo degli occhi, se ci si sposer presto, se si far un matrimonio felice, se si vivr a lungo, o qualcosa di simile tale da eccitare la curiosit della persona e che la induca a guardare fissamente.

Prendete una verghetta doro, adorna di un piccolo diamante, che non sia mai stata impugnata se non dallorefice che lha fabbricata; avvolgetela in un lembo di tessuto serico, e portatela per nove giorni e nove notti tra la pelle e la camicia, sul cuore. Il nono giorno, allalba, incidete con un punzone nuovo al centro della verghetta la parola Scheva. Poi fate in modo di procurarvi tre capelli della persona da cui volete essere amato, e accoppiateli con tre dei vostri, dicendo: O corpo, che tu mi possa amare, e che il tuo animo sia ardente quanto lo il mio, per la virt efficace di

Scheva.

Bisogner legare questi capelli con nodi damore, in modo che la verghetta sia pi o mena allaciata in mezzo ai lacci e, dopo averla avvolta nel tessuto, la indosserete subito sul cuore per ulteriori sei giorni, mentre il settimo giorno, libererete la verghetta dai lacci damore e farete in modo che questa sia accettata in dono dalla persona amata. Tutta questa operazione deve farsi allalba e a digiuno. Capitolo decimo

RITUALE DELLA FATTURA DAMORE

Le formule per la fattura damore sono numerose e svariate. I grimori antichi ne contengono di assai caratteristiche ma non prive di pericoli; i piccoli libri di stregoneria contrabbandati nelle campagne, pubblicano, pi o meno deformati, i rituali della fattura damore e di odio.

Per evitare degli infortuni che possono essere molto gravi, noi mettiamo in guardia i nostri lettori da tutte quelle formule in cui prescritto luso del sangue, specie quando si richiede del sangue che non sia il proprio. Non sappiamo esimerci dallinsistere su tale argomento, in quanto queste pratiche conducono alla malattia, alla follia e, qualche volta, anche a peggio.

I diversi rituali di fatture damore che pubblichiamo sono senza pericolo. Per riuscire a fare una fattura, necessario creare il voult che una rappresentazione della persona su cui si vuole agire[5]. Nella magia antica questo voult era un pupazzo di legno o, pi spesso, di cera, a cui si dava la forma dellessere amato. Nella

fattura di odio, si adoperava il cuore sanguinolento di un animale, ma siccome non c qui posto per simili rituali, essendo il nostro lavoro consacrato alla sola magia damore, noi non ci soffermeremo su cose che concernono carni ed organi animali.

Oggi il voult ideale la fotografia. Si sa da quando si cominciato a parlare di radiestesia, che la fotografia il doppio vivente della persona rappresentata, ed essa emette delle radiazioni fluidiche. Abbiamo gi detto che sarebbe preferibile adoperare la foto di una persona nuda. Vi si aggiungeranno possibilmente oggetti impregnati dai suoi fluidi come calze, guanti, fazzoletti ecc o ancor meglio, parti corporee: capelli, framenti di unghie ecc.

Ma non si esageri come avvenne per gli stregoni medievali, che adoperavano anche lurina e gli escrementi. E evidente che tali materie sono fortemente sensibilizzate ma si pu procedere in modo altrettanto energico senza ricorrere a queste cose disgustose che profanano loratorio magico.

La pratica basilare della fattura damore consiste nellutilizzare, accarezzare, abbracciare la rappresentazione sensibile dellessere amato pupazzo di cera inpregnato di sostanze intime, o fotografia detta voult o dagyde. Gli innamorati che portano sempre indosso il ritratto del loro amore, e che lo guardano e lo abbracciano pi volte al giorno, effettuano una fattura inconscia sulla persona rappresentata; senza saperlo, agiscono in base ai principi magici di Paracelso, che pretendeva giustamente che limmagine di un essere veicola una parte della sua sensibilit. Ora, il soggetto risente per contraccolpo di ci che si fa subire alla sua immagine, in bene o in male. Soffre delle operazioni malevole o si sensibilizza alle carezze e alle pulsioni di desiderio erotico.

Ci sono stati dei fattucchieri che hanno praticato la magia sessuale, mettendo in contatto il ritratto dellessere concupito con

il loro sesso eretto. Noi siamo stati testimoni di successi insperati dovuti a fotografie contemplate, accarezzate, baciate per giorni e notti

Il seguente rituale, per quanto semplice, efficace, posto che sia eseguito alla lettera. Un Venerd, in ora venerea, si dispongano sullaltare magico gli oggetti seguenti: a sinistra, nellangolo superiore: il bruciaprofumi; nellangolo inferiore: del sale in un piccolo portacenere di rame. A destra, nellangolo superiore: un candeliere di rame, con un cero verde acceso; allangolo inferiore: un vaso di cristallo pieno dacqua, con un ramo di timo o di verbena. Tutti questi oggetti devono essere nuovi e purificati con profumazioni veneree prima di essere usati. Il sale, il cero, i profumi, i fiori, il timo e la verbena verranno comprati o raccolti di Venerd, in ora venerea.

Brucerete nel bruciaprofumi o scatoletta, dellincenso (profumo solare sintetico) e dellambra, del benzoino, foglie di verbena, del legno di sandalo, essenze di rosa e violetta (profumi venerei). Il centro dellaltare sar adorno con petali di rose e violette o altri fiori venerei, due bacchette di cera pura e vergine che si saranno preventivamente modellate con delle forbici dargento. Di fronte, a sinistra, disponete il rituale, confezionato con carta-pergamena sulla quale avrete trascritto direttamente con inchiostro verde, le formule e linvocazione.

Laltare sar cos orientato: a est, il bruciaprofumi; a ovest, lacqua; a nord, il sale; a sud, il cero. Avendo cos disposto le cose reciterete, con braccia tese e leggermente alzate, a mani aperte e dita divaricate, unorazione, uninvocazione ed una congiurazione agli angeli di Venere. Se ne trovano diverse in vari rituali. Le seguenti, estratte dalle Clavicole di Rabbi Salomon, ci sono parse interessanti da citare grazie alla potenza conferitagli dalla tradizione:

ORAZIONE Signore Abalidot, che ami i tuoi servitori, e da essi vuoi essere corrisposto, ti prego per lintercessione di quei geni celesti che pi ami, e cio Samael, Corath, Kadiel, Porna; ti prego di effondere sulla mia operazione i tesori della tua bont affinch quello che sto intraprendendo abbia un successo conforme alle mie aspettative, ed io possa renderti gloria con lopportuna riconoscenza.

INVOCAZIONE Giungete sulle ali di Zefiro, geni beati che presiedete alle operazioni dei cuori. Venite o celesti Sarabotes, Hufaltiel, Dormiel, Treviel; ascoltate benevolmente linvocazione che io recito in questo giorno destinato ai portenti dellamore. Compiacetemi e soccorretemi per riuscire con successo in ci che voglio intraprendere, con la speranza che voi mi siate favorevoli.

CONGIURAZIONE Vi congiuro in nome della venerazione che portate per il misterioso nome Setchiel, o geni benevoli che presiedete alle operazioni che oggi compio. Io vi congiuro Talaroth, Mivig, Crephaniel, Cleuros, affinch voi arriviate con tutta la potenza di cui siete capaci nello sbaragliare e mettere in fuga gli spiriti maligni e nemici delle buone operazioni. Fate dunque per mezzo della vostra potente virt che io riesca in ci che ho intenzione di fare in questo giorno sacro a Venere.

In seguito, procederete alla benedizione dellacqua, e del fuoco

acceso nella scatola, recitando le seguenti orazioni ed invocazioni:

per il fuoco: Orazione: Dio di Mos, Dio di Aronne, Dio di Abramo, benedici e purifica questa creatura di Fuoco, affinch ti sia bene accetta, e purifica tutti i luoghi in cui essa arder. Amen. Fatto ci, si sparger prima lincenso dicendo: Agios, Athanatos, Beron, Ciel, Dedotois. E Tu, Eterno, Essere degli Esseri, Santificatore dellUniverso, benedici e consacra questincenso fino a Te. Similmente, degnati di esaudire le mie preghiere. Amen! Si getteranno poi i profumi venerei dicendo: Anael, Anael, Anael.

Per lacqua: Orazione: Concedete, Signore Dio di Mos, di Aronne e di Abramo, concedete, Signore, a questacqua una virt favorevole; e per lazione del vostro santo angelo Anael e dei benevoli geni di Venere, che sia consacrata, ritrovando la sua originaria purezza. Amen! Imponete poi le mani sul vaso dicendo: Anael, Anael, Anael.

Per il sale. Orazione: Che questo sale purissimo non venga mai corrotto, e mantenga la sua virt di Saggezza, per Hochmael e in virt di Rouach-Hochmael.

Prendendo allora il portacenere, gettate nellacqua, in forma di croce, quattro prese di sale dicendo: Che per questa miscela, Signore, questacqua si impregni della vostra saggezza e della vostra forza. Conferitegli il potere di benedire e di scacciare gli esseri impuri e gli spiriti malvagi. Amen!

Soffiate poi tre volte sullacqua, poi con il ramo di verbena, aspergetevi portando lacqua alla fronte, alle labbra e al petto. Aspergete in seguito laltare, i fiori e la cera. Indi prendete le due rondelle di cera e tenendole nella voluta dei profumi, dite: Gettate, o Signore, uno sguardo benigno su questa pura cera. Io la

consacro per lopera dellamore. Impregnatela con il celeste Sarabotes e gli angeli Anael e Samael, rendendola cos propizia per la ricezione dei fluidi che vi imprime la mia volont. Amen! Inserite quindi in una delle rondelle di cera dei capelli e dei ritagli di unghie della persona amata, una particella dellabito che indossa o di un fazzoletto di cui si servita e una fototessera; al di sotto incidete il suo nome con laiuto di un bulino o di una punta di rame. Nellaltra rondella, inserite similmente le stesse cose ma provenienti dalla vostra stessa persona, la vostra immagine e incidete il vostro nome.

Poi, in silenzio e molto lentamente, concentrando fortemente il pensiero e proiettando il desiderio, fate combaciare le due rondelle. Fermatele con un filo di seta rosa e racchiudetela assieme a petali di rosa e violetta in un sacchetto di seta verde. Mettete il sacchetto sotto il fumo dei profumi pronunciando tre volte il nome della persona amata. Infine, rimettendo tutto a posto, nascondete il sacchetto in un luogo noto a voi solo.

Si deve notare che la fattura damore non avr alcun effetto se la fede delloperatore non avr messo in moto le superiori potenze astrali. Invocazioni e congiurazioni da se stesse non hanno alcun potere deterministico. Servono a fissare la fede e la volont. Questa fattura potr venir fatta dalloperatore a vantaggio altrui. In tal caso questa persona deve portare indosso e custodire il sacchetto di seta verde con le rondelle di cera e i fiori.

Noi abbiamo visto effettuare una fattura damore: il testo delle invocazioni era tratta da Sar Pladan, meraviglioso mago del verbo, la cui opera prestigiosa contiene dei passi incantatori davvero degni di figurare in un Rituale dAmore. Le preghiere estratte dal romanzo del grande scrittore A coeur perdu, che fu

anche Gran Maestro dellOrdine della Rosa-Croce, sono rivolte a Istar. Ma abbiamo gi scritto che questa Dea non altri che leterna Afrodite, adorata e celebrata a Babilonia con altro nome. La grande Istar qui la rappresentazione divina dellAmata che ladoratore assorto identifica con Lei. Ci conforme alla pi antica Gnosi esoterica, in base alla quale la Dea si incarna per ogni uomo nella donna che lui ama.

Sopra laltare magico, ricoperto da una tovaglia di puro lino, circondato da dodici fiammelle, il ritratto dellAmata, in gigantografia, quasi a grandezza naturale, ritoccato con i veri colori[6] dei capelli, degli occhi, delle labbra e dellincarnato, adagiato su un letto di rose, violette e gigli. Su treppiedi, ai quattro punti cardinali, delle scatole in cui bruciano profumi venerei. Loperatore, rivestito con unampia tunica di seta verde, inginocchiato sullaltare, adora a lungo limmagine della Desiderata, come se si trovasse, distesa sullaltare, l, in carne ed ossa., baciandone, allorch si rialza, il ritratto su occhi, labbra, seni, coscie e piedi. Poi gettando in ogni scatola delle resine odorose e foglie di verbena, incanta con queste parole gli spiriti degli elementi:

Che le Silfidi non lascino circolare che il mio soffio, quando respirer la grande Isthar; solo ci che esce da me possa entrare in Lei. Che gli Gnomi tolgano la terra sotto i piedi di Isthar, se ella si allontanasse da me. Che le Ondine non lascino alcuna umidit in Istar, se non lacqua della mia bocca e dei miei occhi. Che le Salamandre non accendano in Isthar altra fiamma che la mia.

Dopo ci, circondato dalle volute di fumo che salgono dallaltare, il mago-amante, in posa ieratica e reggente in alto il Pentagramma delle evocazioni, continua:

Per il santo Pentagramma, che io sia ubbidito nei tre mondi: materia, io ordino; anima, io voglio; spirito, io congiuro. Al mio

ordine, al mio volere, al mio pensiero, che sia obbedito secondo le Norme, per la virt dei pentacoli!

Il fattucchiere recita poi delle invocazioni ai geni benefici di Venere, estratte da un antico rituale magico, poi dopo aver baciato per primo il ritratto sulla fronte, tra le labbra e sul ventre, salmodier lammirevole preghiera del Pladan che i nostri lettori ritroveranno in A coeur perdu.

Aprite le porte o voi che ormai conosco; che siano spalancate le tue porte, o Istar, poich io ti sono consacrato come Re di Gloria.

Loperatore traccia poi col suo dito sul ritratto una croce sormontata da un cerchio, cio il segno di Venere, dicendo:

Con questo segno, svaniscano i fantasmi del tuo pudore ormai inutile. Voglio con labbra possessive prenderti i seni e suggerli; ogni tua bellezza io marchier come fosse bestiame, perch ne sono diventato il padrone e pastore; nessun altro ormai potr avanzare diritti allo stringere le tue bianche mammelle e alla vista del tuo vello.

Posando ogni volta un bacio sulla parte corrispondente del prestigioso ritratto, che deve sembrare potersi animare e vivere sotto limpulsione di questa liturgia erotica, il fattucchiere prosegue nella straordinaria invocazione:

La tua fronte, sede del pensiero indipendente, diverr solo il docile specchio del mio dispotico volere. I tuoi occhi, questi frutti da cui lanima riceve la spiritualit delle forme e dei colori, vedranno solo me, unico spettacolo permesso al loro sguardo, unico uomo concesso di contemplare. Le tue guance, come frutti

vermigli, non arrossiranno pi di fronte al desiderio che le scruta: appartengono solo al mio mordere. La tua bocca non dispenser pi sorrisi agli altri; solo io schiuder le tue labbra; solo i miei denti toccheranno i tuoi e tu non berrai altra acqua che quella della mia bocca. Il tuo collo avr per collana solo il mio abbraccio ed incliner elegante la sua rotondit per anticipare i miei baci. Le spalle sopporteranno solo il peso delle volutt che ti offrir; solo per me saranno dolci cuscini al mio languore. Le braccia, edere sul mio corpo, non serreranno nientaltro che me, come belle liane. Le mani non stringeranno che le mie, essendo io tutto lorizzonte e tutta la terra da accarezzare.I tuoi seni non si inturgidiranno che per me; la tua gola non scandir che la violenta armonia che io ti insegner. Il tuo ventre, tabernacolo di spasmi, non si schiuder che alla mia pretesa damore; unico fra tutti, vi imprimo ritmo e scansioni. I tuoi fianchi non si cingeranno che del mio abbraccio e non trarranno piacere che dai miei occhi vaghi. Le tue cosce resteranno chiuse e come custodite dal basilisco. I ginocchi saranno uniti e non si allontaneranno che al mio inginocchiarsi di ierofante del tuo fascino. I tuoi piedi, inchiodati a terra piuttosto che percorrere strade in cui non sei lunica ad andare se non quelle della mia volont e volutt; ho bagnato i tuoi piedi con olio di cedro affinch mi siano fedeli, per poter fuggire come quelli di una gazzella una tentazione lasciva, o mio vero tesoro; ad una statua di basalto per poter attendere poich io ti consacro, con questa mia invocazione, tempio vivente di ogni mio ideale, dove verr ad effondere la benevolenza del mio cuore, dove verr ad effondere due auguste libagioni: i fiori del sangue e il carbonchio del pianto.

I profumi magici diffondono nellambiente, vero oratorio damore, una pesante coltre di odori che amalgama i mobili, gli oggetti e i tre esseri privilegiati che assistono a questa strana liturgia. Le fiammelle dei dodici ceri verdi non si scorgono pi se non attraverso una leggera caligine che ne accresce il riverbero, illuminando limmagine nuda che sembra sorridere con unattitudine languida e voluttuosa. Si sarebbe detta una donna reale, adagiata sullaltare a ricevere gli omaggi dei suoi adoratori. Ora regna il silenzio, e nella concentrazione della propria volont il fattucchiere proietta mentalmente la sua forza damore,

formando leggregoro destinato a colpire lAmata e a far nascere in lei il desiderio.

In nessun momento abbiamo dubitato della riuscita e successivamente abbiamo saputo che lo scopo della cerimonia era stato conseguito, perch dopo qualche tempo, le cronache mondane dei giornali annunciarono il matrimonio del magoamante con la figlia di uno dei pi noti diplomatici.