P. 1
Alfabeto, lettere, segni

Alfabeto, lettere, segni

|Views: 147|Likes:

More info:

Published by: Robinson Ferrari Barbosa on Mar 23, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/03/2015

pdf

text

original

ITALIANO

LEZIONE 1 – LE PRIME CONOSCENZE Pronuncia e segni
Cynthia Moraes

ALFABETO ITALIANO
Le lettere dell’alfabeto italiano sono ventuno: LETTERA A B C D E F G H L M N O P Q R S T U V Z PRONUNCIA a bi ci di e effe dgi acca elle emme enne o pi cu erre esse ti u vi / vu zeta

Le lettere straniere (che stanno fuori l’alfabeto italiano sono): LETTERA J K W X Y PRONUNCIA i lunga kappa vu d’doppja iks ‘ipsilon

La lettera x si trova soltanto in alcune expressioni come ex ministro, ex direttore, extra, ecc...

1

o. Esempio: stagione (estação do ano). coppa. penna. viene segnato graficamente. m. tuttavia vi sono alcuni casi in cui il raddoppiamento non è amesso. giovedì. 2 . tavolo. motore. r. f. t. Esempio: cenere. gola. cibo. Le consonanti c e g hanno suono palatale davanti alle vocali e. fiore. Non esistono regole che determino l’uso . u. concezione. Tutte le consonanti dell’alfabeto italiano ad eccezione della lettera h. In questo caso tutte le consonanti vanno pronunciate con un suono rafforzato (lungo e forte) La lettera q si rafforza premettendo la lettera c (in italiano esistono con la doppia q soltanto le parole soqquadro (desordem) e soqquadrare (desordenar). Se l’ accento cade sull’ultima sillaba. Quando g e z procedono la terminazione ione. v hanno sempre lo stesso suono. Esempio: inconcepibile. Le consonanti c e g hanno suono gutturale davanti alle vocali a. l. d. cuore. possono essere raddoppiate. gusto. voce. lacrima. Esempio: cadere. L’accento tonico nelle parole cade generalmente sulla penultima sillaba.ITALIANO LEZIONE 1 – LE PRIME CONOSCENZE Pronuncia e segni Cynthia Moraes Importante 1. terribile. nano. dito. Conoscendo alcune parole italiane: Le consonanti b.i. n. nelle parole di due o più sillabe. Esempio: balena. • • Quando la b è seguita dalla terminazione ile. Il raddoppiamento spesso muta il senso della parola: • • casa (abitazione) pala (utensile) cassa (contenitore) palla (oggetto sferico) 2. p. regalo. gente. gatto.

ghirlanda  Per ottenere il suono palatale di c e g seguite da a. luglio. obstaculo). guerra. gemelli. i. famiglia. ga ghe ghi go gu (pronuncia in portoghese) Esempio: Segheria.  gl seguito da i ha suono “molle”. giustizia. si aggiunge una h fra la consonante e la vocale: ca ca che que chi qui co co cu cu (pronuncia in portoghese) Esempio: perché. cipolla. vaglia (valor. cioccolata gia dgiá ge dgié gi dgí gio dgió giu dgiú (pronuncia in portoghese) Esempio: giacca. gu seguito da altra vocale prende il suono che si riscontra nelle parole: guida. aglio. guardia. meglio. scoglio (recife. o. cervo. u. occhio. giorno. 3 . Esempi: gli. ordem de pagamento). inguine. bottiglia.ITALIANO LEZIONE 1 – LE PRIME CONOSCENZE Pronuncia e segni Cynthia Moraes  c e g seguite dalle cinque vocali hanno i suoni: ca ca ga ga ce tie ge dge ci ti gi dgi co co go go cu cu (pronuncia in portoghese) gu gu (pronuncia in portoghese) paragonare paragone  Per ottenere il suono gutturale di c e g seguite da e. si aggiunge una i fra la consonante e la vocale: cia tiá ce tié ci ti cio tió ciu tiú (pronuncia in portoghese) Esempio: camicia. calcio. battaglia. foglio.

studente. stufa. impura se è seguita da consonante. asino. ci (suono di x del portoghese) Esempi: scena. quadro. qui. Esempi: quattro. Serve per dare il suono gutturale alle lettere c e g seguite da e. quartetto. insegnante. scuola. soqquadrare). Conserva il suono duro. oscuro.  Un suono particolare prende la s se è seguita da ce. glaciale. scarpa. hanno) e per formare alcune esclamazione: oh. questo.  h è l’unica lettera dell’alfabeto che non ha suono proprio. Esempi: globo. signore. ragno. scienza.  in qu. quotidiano. reliquia. gladio. questione. passione.ITALIANO LEZIONE 1 – LE PRIME CONOSCENZE Pronuncia e segni Cynthia Moraes  gl ha suono “duro” quando è seguito da altra vocale. anche se è seguito da i.  La s si dice pura se è seguita da vocale. quadrato. acquerello. ingegnere.  Per raddoppiare il suono di q si ricorre alla c: Esempi: acqua. inglese. ecc. cesta. spillo (alfinete). scopo. i. giugno. 4 . scimmia (macaco). s impura: stella. quindici. montagna. signorina. quanto. spada.. ganglio  gn ha il suono di nh del portoghese: Esempi: sogno. pesce. scialle (xale). hai . acquistare.. seta. castagna. È sempre muta. glicerina. scopa. quaranta. ah. suono. per distinguere alcune forme del verbo avere (ho. la lettera u è sempre pronunciata. quinto. acquedotto. acquirente (eccezioni: soqquadro. gloria. Esempi: s pura: sole. nelle seguenti parolle: negligente. ahi.

. Il punto fermo : I due punti . I puntini di sospensione _ La lineetta 5 .. La virgola . La dieresi ? Il punto interrogativo ! Il punto esclamativo .. Il punto e virgola << >> Le virgolette * L’asterisco ( ) Le parentesi Il trattino ´ L’ accento acuto ` L’ accento grave ’ L’appostrofo .ITALIANO LEZIONE 1 – LE PRIME CONOSCENZE Pronuncia e segni Cynthia Moraes Segni di interpunzione e segni ortografici .

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->