Sei sulla pagina 1di 2

Programma

5 febbraio 2014 dalle 18.30 alle 20.30


TRATTAMENTO DEL TRAUMA: NUOVI APPROCCI E TECNICHE
Dott.ssa Paola Boldrini
SENSORY MOTOR Spesso nel senso comune, a volte anche nel contesto psicoterapeutico, si ragiona sulle conseguenze del trauma, sulla reazione al trauma, ma la vera domanda potrebbe essere: cosa succede quando la vita della persona si spacca in un prima e in un dopo? Nel corso dellincontro verranno fornite informazioni su come, quando e perch si parla di Disturbi Post Traumatici, a partire dalla definizione degli eventi traumatici che autenticamente generano un disturbo e con cenni anche sulle casistiche pi complesse. Verranno illustrati i protocolli terapeutici evidence based per gli effetti del trauma nelle sue forme pi consuete.
Maria Paola Boldrini Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, docente di Studi Cognitivi srl. Si interessa principalmente di Disturbi di personalit, Disturbi Post Traumatici Complessi e non, Psicoterapia di Coppia e Individuale. Recentemente ha collaborato alla traduzione italiana dellultimo libro di S. Boon, K, Steele e O. Van der Hart La Dissociazione Traumatica, edito in Italia da MIMESIS.

cui essa viene vissuta. La mindfulness uno strumento utile per migliorare le capacit in tutti gli ambiti di relazione, da quelli familiari a quelli professionali.
Andrea Bassanini Psicologo Psicoterapeuta di formazione cognitiva e cognitivo-comportamentale di Terza Ondata, Fondatore del CentroPsico Milano, Socio S.I.T.C.C. (Societ Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva), Socio ACTItalia/ACBS International (Association for Contextual Behavioral Science). , inoltre, Docente presso Studi Cognitivi di Milano e Professore a Contratto presso il Dipartimento di Psicologia, Universit degli Studi di Milano-Bicocca.

i modelli cognitivi hanno mostrato che luso di alcool in pazienti gravi ha una funzione prevalentemente cognitivo-regolatoria, tesa a ridurre processi di pensiero deleteri come la ruminazione mentale. La ruminazione concettualizzata come uno stile di pensiero che caratterizzato da un attenzione focalizzata su di s e una modalit di dialogo interno composto di domande generiche, ripetitive e riguardanti il proprio malessere, le sue cause e le sue conseguenze.
Gabriele Caselli psicologo e psicoterapeuta cognitivo comportamentale, professore a contratto presso il dipartimento di Psicologia, Universit di Pavia, ricercatore e docente presso la scuola di specializzazione post-laurea in psicoterapia cognitiva Studi Cognitivi e socio della Societ Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC). autore di pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali su metacognizioni e psicopatologia delle dipendenze patologiche.

12 marzo 2014 dalle 18.30 alle 20.30


TRATTARE IL PAZIENTE BODERLINE IN GRUPPO: SKILL TRAINING
Dott. Francesco Centorame
Da pi di 15 anni si occupa della conduzione di gruppi per pazienti difficili e nel suo intervento illustrera i criteri di formazione, organizzazione e conduzione dei gruppi per pazienti borderline, le necessarie interazioni terapeutiche e le difficolt incontrate con maggior frequenza.
Francesco Centorame, medico-psicoterapeuta. Nato a Roma nel 1955, dopo aver lavorato in vari ospedali lombardi come psichiatra, dal 1993 svolge attivit libero professionale prevalentemente come psicoterapeuta ad orientamento cognitivo-comportamentale. Socio e didatta della scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva "Studi Cognitivi".

7 maggio 2014 dalle 18.30 alle 20.30


LIBET: UN MODELLO CONCETTUALE DEL CASO CLINICO
Dott.ssa Sandra Sassaroli La LIBET (Life themes and plans Implicated in Biases: Elicitation and Treatment) un modello integrativo di concettualizzazione del caso clinico, utile sia per la diagnosi che per la restituzione diagnostica al paziente che per la progettazione dellintervento clinico, che per la valutazione dellandamento della psicoterapia. La LIBET propone al paziente di lavorare sulla difesa delle sue convinzioni distorte ampliando la visione. Vi lipotesi che schemi e convinzioni distorte non siano solo errori, equivoci, distorsioni, ma qualcosa di pi, in termini evolutivi e scopistici. La LIBET mira allidentificazione del Tema di vita (come luogo mentale intollerabile) Piano di vita (come piano del metacontrollo inflessibile) Rottura del piano Ciclo sintomatologico di mantenimento (attuale) Lidentificazione dei bisogni innati frustrati offre

19 febbraio 2014 dalle 18.30 alle 20.30


LA MINDFULNESS COGNITIVA
Dott. Andrea Bassanini Il termine mindfulness si riferisce a un tipo di attenzione consapevole, intenzionale e non giudicante alla propria esperienza nel momento in

NELLA

TERAPIA

9 aprile 2014 dalle 18.30 alle 20.30


LA RUMINAZIONE E L ALCOLISMO
Dott. Gabriele Caselli

una linea guida anche sui bisogni relazionali cui il paziente sensibile, e una guida per il monitoraggio della terapia. Nella LIBET si utilizzano -a seconda dei livelli dellintervento- strumenti provenienti dagli ambiti efficaci delle terapie attuali per il paziente difficile. Cos ci sono interventi di ambito CBT per lintervento sui circoli viziosi di mantenimento dei sintomi, tecniche di ricostruzione della storia di vita per i temi di vita dolorosi, tecniche di ricostruzione e messa in discussione dei piani inflessibili, secondo le moderne ricerche provenienti dal le terapie cognitive di terza ondata e dalle terapie efficaci in generale.
Sandra Sassaroli nata a Roma nel 1951, laureata in medicina nel 1975, specializzata in psichiatra dal 1980. Psicoterapista di indirizzo cognitivo. Ha contribuito con i suoi libri e le sue pubblicazioni su riviste internazionali allo sviluppo del cognitivismo in Italia. In particolare ha dato contributi importanti allo sviluppo del modello cognitivo dei disturbi alimentari e dansia. E Direttore della scuola di psicoterapia cognitiva: Studi Cognitivi di Milano.

11 giugno 2014 dalle 18.30 alle 20.30 LA CBT NEL PAZIENTE BIPOLARE
Dott. Filippo Turchi La psicoterapia per un soggetto con Disturbo Bipolare (DB) tipicamente una psicoterapia per un paziente difficile, ed sempre una terapia di associazione alla terapia farmacologica. solitamente una terapia lunga e complessa, in cui si deve esser preparati ad una grande flessibilit e ad una notevole esperienza clinica e tecnica, perch sottopone il terapeuta a problematicit pratiche e talvolta legali, problemi legati allalleanza terapeutica, alle diverse fasi della malattia, alla regolazione emotivo-affettiva, ai sintomi psicotici, problemi nelle relazioni interpersonali, familiari o di coppia, alla condivisione del caso con lo psichiatra, alla gestione del rischio di suicidio, ai deficit neuropsicologici, alla definizione di s e degli scopi individuali.

I MERCOLEDI DEL COGNITIVISMO

28 maggio 2014 dalle 18.30 alle 20.30


L'INTERVENTO SUI PROBLEMI EVOLUTIVI IN TERAPIA COGNITIVA
Dott.ssa Marta Vittoria Ferrari Si tratta di una panoramica delle principali applicazioni cliniche in ambito evolutivo della teoria cognitiva-comportamentale. A partire dallo sviluppo del modello clinico cognitivista, lintervento, senza la pretesa dellesaustivit, focalizzer lattenzione sulle caratteristiche del lavoro individuale con il bambino e con la coppia genitoriale nellottica cognitivista, sottolineandone specificit e caratteristiche distintive.
Dott.ssa Marta Vittoria Ferrari, psicologa sociale e dello Sviluppo, si specializzata in Psicoterapia cognitivacomportamentale presso Studi Cognitivi di Milano, dove ha perfezionato la sua formazione attraverso il Master in Psicoterapia cognitiva per il bambino e ladolescente. Esercita la libera professione di psicoterapeuta a Milano, occupandosi di adulti, bambini e adolescenti. Dott. Filippo Turchi Psichiatra Psicoterapeuta , Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell'Universit degli Studi di Firenze. Docente della Studi Cognitivi Argomenti di interesse clinico: i Disturbi dell'umore e le condotte suicidarie

Offerta formativa "Studi Cognitivi e Formazione CH

Gratuita e Aperta a tutti gli interessati.


Dalle 18.30 alle 20.30 presso IUFFP Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale Via Besso 84 Lugano Massagno

PER MOTIVI ORGANIZZATIVI E GRADITA LA CONFERMA AL SEGUENTE INDIRIZZO E-MAIL

info@studicognitivieformazione.ch
PER INFORMAZIONI

Monica Battistelli Cell: 0041.79.883.89.11