Sei sulla pagina 1di 4

DUE POESIE DI IOSIF BRODSKIJ

Addio,
Addio,
dimentica
e perdona.
E brucia le lettere,
come un ponte.

E che sia il tuo viaggio


coraggioso,
che sia dritto
e semplice.
E che ci sia nelloscurit
a brillare per te
un filo di stelle argentato,
che ci sia la speranza
di scaldare le mani
vicino al tuo fuoco.
Che ci siano tormente,
nevi, piogge
e lo scoppiettio furioso della fiamma,
e che tu abbia in futuro
pi fortuna di me.
E che possa esserci una possente e splendida
battaglia
che risuona nel tuo petto.

Sono felice
per quelli che forse
sono
in viaggio con te.
1957 -

* in russo c un espressione idiomatica bruciarsi i ponti (di legno) alle spalle

UNO SPICCHIO DI LUNA DI MIELE

a M.B.

Non dimenticare mai


come sgorga lacqua nella banchina,
e come elastica laria
(come un salvagente).

Accanto i gabbiani gridano,


e i panfili guardano nel cielo,
e le nubi volano in alto,
come uno stormo di anatre.

Possa nel tuo cuore


dibattersi vivo e tremare
come un pesce un frammento
della nostra vita a due.

Possa sentirsi il fruscio delle ostriche,


e restare in piedi un cespuglio.
E possa la passione
che affiora fino alle labbra

aiutarti a capire senza laiuto di parole come la schiuma delle onde del mare,
per arrivare alla terra,
generi alte onde.

1963

-
2

.
,
.

,

.


,


.
,
,
,

, .

,
.
,
,
,
.
1957

,

- .
,
,
,
.
,
,

3

.
,
.

, ,
,
,
,
.
1964 (o 1963 ??)

La traduzione italiana di Silvia Comoglio si trova a questa pagina:


http://www.tellusfolio.it/stampa.php?iddoc=5446&stampa=true
Sul matrimonio di Brodskij e Marina Basmanova, che non fu per registrato.
http://www.imdb.com/name/nm1135458/bio
http://www.tabletmag.com/jewish-arts-and-culture/books/54932/nowhere-man