Sei sulla pagina 1di 24

Letteratura cavalleresca medievale

Generi letterari
Epica cavalleresca Romanzi d’amore
e di avventura
Carlo Magno e i suoi Paladini in
Francia( Canzone di Orlando),
Cantares in Spagna ( Poema del mio
Cid), in Germania- Inghilerra Re Artù e le avventure dei
( Beowulf, Canzone dei Nibelunghi) Cavalieri della Tavola
Rotonda

Lirica provenzale

Raffinati testi poetici


accompagnati da musica
CONTESTO STORICO: SOCIETA’ FEUDALE
(‘700-’900)
NASCE IL VASSALLAGGIO

COLLEGATO AL FEUDALESIMO

NASCE LA CAVALLERIA: IL NOBILE CAVALIERE SOSTITUISCE LA FIGURA DEL


GUERRIERO

DIFENDE I DEBOLI
DIFENDE LA FEDE CRISTIANA
E’ NOBILE E CORAGGIOSO
Cultura e mentalità
esigenza di una in lingua
nuova volgare: perché
in Francia verso la rafforzamento della non in latino?
fine dell’XI secolo cavalleria produzione
letteraria

cavalleria: classe sociale


composta dai cadetti (figli
non primogeniti senza
basata sul nuovo
diritto di successione) e repertorio di valori
dai nobili senza feudo e di modelli di
comportamento

- la prodezza
- il senso dell’onore
- la lealtà
- la generosità con i vinti
- il rispetto della parola data
- la fedeltà al signore o al
sovrano
- la nobiltà d’animo

2 | L’età cortese
Cultura e mentalità
il cavaliere deve
impegnarsi al
servizio dei deboli e
L’evoluzione i valori cavallereschi degli oppressi
vengono rielaborati nasce il
del codice GUERRA SANTA
dalla cultura concetto
cavalleresco religiosa la guerra deve avere di
come obiettivo
la difesa della
vera fede le Crociate la Reconquista

liberazione liberazione
della Terra della Spagna
Santa dai dal dominio
musulmani arabo

che ispirano la
composizione delle

CANZONI DI GESTA

poemi epici che esaltano le


imprese eroiche dei cavalieri in
difesa
della fede cristiana
Dal codice cavalleresco all’ideale cortese

sopravvivono alcuni • prodezza


valori tipici del codice virtù militaresche • onore
nel corso del XII cavalleresco • lealtà
secolo all’interno
delle corti feudali
del Sud e del Nord
della Francia
virtù civili • liberalità
si affermano nuovi modelli
di comportamento più • magnanimità
raffinati ed eleganti • senso della
misura
centralità della
donna

IDEALE CORTESE
MEDIOEVO (‘800-1300 d.C.)
NASCE IL POEMA CAVALLERESCO-MEDIEVALE
CHE RIPRENDE IL MODELLO DEL POEMA CLASSICO
PER DUE MOTIVI

1. ESALTARE LA CULTURA DI UNA


NAZIONE: I FRANCHI CHE LOTTANO
CONTRO L’AVANZATA ARABA (CICLO
CAROLINGIO)

2. ESALTARE LE AZIONI DEI CAVALIERI, I


NOBILI DEL TEMPO (CICLO BRETONE)
CAVALIERE DELLE 3 D:

FEDELE A DIO
FEDELE AL DOMINO (SIGNORE)
FEDELE ALLA DONNA

PROTAGONISTA DEI GRANDI CICLI (RACCOLTE DI SCRITTI) FRANCESI:


•CICLO CAROLINGIO: IMPRESE DEI CAVALIERI DI CARLO MAGNO
•CICLO BRETONE: IMPRESE DI RE ARTU’ E CAVALIERI DELLA TAVOLA ROTONDA

PROTAGONISTA DEI CICLI MINORI:


•CICLO GERMANICO (DEI NIBELUNGHI): IMPRESE DEI NOBILI SIGNORI DEL
RENO
•CICLO SPAGNOLO “EL CID CAMPEADOR”: IMPRESE DI UN PICCOLO
FEUDATARIO DI CASTIGLIA (RECONQUISTA)
Parole e immagini
eroi e paladini

Orlando, paladino di Carlo Sigfrido, eroe della saga Rodrigo Diaz de Vivar, detto il Cid
Magno dei Nibelunghi Campeador (signore delle
battaglie)

8 | L’età cortese
LA LINGUA DELLA LETTERATURA CAVALLERESCA
MEDIEVALE

LA LINGUA LA LINGUA
D’OIL, SI D’OC, SI
SVILUPPA NELLA SVILUPPA NELLA
FRANCIA DEL FRANCIA DEL
NORD(PARIGI SUD
E DINTORNI) (PROVENZA)

SARA’ LA
LINGUA DEI
POEMI DEL SARA’ LA
CICLO LINGUA
CAROLINGIO DELLE
E BRETONE POESIE
D’AMORE
DEI
TROVATORI
E GIULLARI
LA TRASMISSIONE DEI POEMI
DA CHI?
COME?
MENESTRELLI: poeti
ORALMENTE perché girovaghi di piazza e
nel Medioevo la corte
maggior parte delle
persone erano GIULLARI: poeti
analfabete girovaghi di città e
villaggi;
accompagnavano la
recita con canto e
danze
TROVATORI: dal
provenzale “trobar”,
che significa “poetare”; l’amore può
non solo recitano ma risiedere solo in
scrivono poesie. un animo cortese
CARATTERISTICHE DI UN TESTO EPICO MEDIEVALE

1. ELEMENTO CRISTIANO

5. ELEMENTI DI MAGIA

2. IL CAVALIERE 6. LINGUAGGIO SEMPLICE,


RIPETITIVO, CON LA LINGUA
NAZIONALE

7. L’AUTORE INTERVIENE NELLA


3. PERSONAGGI FEMMINILI NARRAZIONE
IL CICLO CAROLINGIO
LA CANZONE DI ORLANDO
CANZONE DI GESTA
TRAMA
RACCONTA LE IMPRESE DI CARLO MAGNO E DEI SUOI
PALADINI (?) CONTRO I SARACENI (?) (742-814)

PROTAGONISTA
ORLANDO, NIPOTE DI CARLO
MAGNO, MODELLO DEL CAVALIERE
MEDIEVALE, FEDELE AL SUO
SIGNORE, DIFENSORE DELLA FEDE
CRISTIANA E AMANTE DELLA
GIUSTIZIA
AUTORE
NON SI E’ CERTI.
SI PENSA AD UN CERTO TUROLDO

STRUTTURA METRICA

POEMA COMPOSTO DA 4002 VERSI,

TUTTI DECASILLABI

DIVISI IN 292 LASSE (= STROFE DI


LUNGHEZZA VARIABILE)
LA LEGGENDA LA STORIA

RE MARSILIO ELEMENTI FANTASTICI I BASCHI


GANO
GANO
ETA’ CARLO MAGNO
ALDA

Vedi testo pag. 162-163-164


IL CICLO BRETONE
RACCOGLIE LE LEGGENDE NARRATE NELLA REGIONE
DELLA BRETAGNA (NELLA FRANCIA DEL NORD) NEL XII sec.

RACCONTA LE
IMPRESE DI RE
ARTU’ E DEI SUOI
CAVALERI DELLA
TAVOLA ROTONDA
STRUTTURA METRICA
IN ORIGINE SI TRATTAVA DI POEMI IN
LINGUA D’OIL

IN VERSI OTTOSILLABI (OTTONARI)

IN RIMA BACIATA (AA BB …)

SENZA SUDDIVISIONE IN STROFE

IN SEGUITO VENNERO REDATTE


VERSIONI IN PROSA (NON PIU’ IN
VERSI)

SI INIZIA A PARLARE NON PIU’ DI POEMI,


MA DI ROMANZI CORTESI
ROMANZI CORTESI:

CORTESIA= SI BASA SU UN
CODICE DI COMPORTAMENTO
PRECISO DEL CAVALIERE:
• NON E’ ATTACCATO AI BENI
MATERIALI
• COMPIE IMPRESE EROICHE
•E’ GENEROSO E NOBILE DI
CUORE
AUTORE
SONO TANTISSIMI GLI AUTORI DELLE LEGGENDE CHE
COSTITUISCONO IL CICLO BRETONE

IL PIU’ FAMOSO E’ IL FRANCESE


CHRETIEN DE TROYES (1160-1190)

TRAMA
RE ARTU’, DOPO AVER ESTRATTO LA SPADA NELLA
ROCCIA (EXCALIBUR)

RIUNISCE A CAMELOT ATTORNO ALLA TAVOLA


ROTONDA

UNA DELLE IMPRESE PIU’ COINVOLGENTI E’ LA RICERCA


DEL SACRO GRAAL
SACRO GRAAL
1. PER I CRISTIANI NEL MEDIOEVO
E’ LA COPPA DALLA QUALE
GESU’ BEVVE NELL’ULTIMA
CENA
2. PER I CELTICI E’ UNA PIETRA
SANTA PORTATA DAGLI ANGELI
SULLA TERRA
3. PER I GRECI UN VASO MAGICO
(VASO DI PANDORA)

LA LEGGENDA PIU’ DIFFUSA DICE CHE ERA UNA COPPA


PORTATA IN INGHILTERRA DAI MONACI CHE
ANNUNCIAVANO IL VANGELO E CHE POI SI SAREBBE
PERDUTA.
PER SCIOGLIERE LA MALEDIZIONE E’ INIZIATA LA RICERCA DA
PARTE DI CAVALIERI TRA CUI PERCIVAL (PARSIFAL) E
GALAHAD
LANCILLOTTO
Il cavaliere più RE ARTU’
nobile Personaggio
storico (VI sec.
Guida i Britanni
GALAHAD contro i Sassoni)
Figlio di Ginevra CAMELOT è terra
e Lancillotto. leggendaria

GINEVRA
Moglie di Artù, lo
tradisce con
MERLINO LANCILLOTTO
Mago saggio,
maestro di Artù
MORGANA
Sorellastra di Artù, fata
potente che aiuta i cavalieri
La poesia in età cortese

zona d’origine e repertorio di


genere temi principali autori pubblico
lingua usata personaggi e situazioni

EPICA - Francia del - guerra ciclo carolingio giullari e il popolo


(canzoni di Nord (in difesa della (la corte di Carlo Magno canterini nelle piazze e
lingua d’oïl fede cristiana) e i suoi paladini) nei mercati
gesta) -

NARRATIVA - Francia del - amore ciclo bretone chierici dame e


(romanzo Nord - avventura (la corte di re Artù e i cavalieri
cortese) - lingua d’oïl - magia cavalieri della Tavola presso le corti
Rotonda)
feudali
LIRICA - Francia del - amore il codice dell’amor trovatori dame e cavalieri
(poesia per Sud - attualità cortese presso le corti
musica) - lingua d’oc - politica feudali
Costruisci una mappa dal titolo
EPICA CAVALLERESCA
MEDIEVALE CHE COMPRENDA
LE DIFFERENZE FRA CICLO
BRETONE E CICLO CAROLINGIO

Potrebbero piacerti anche