Sei sulla pagina 1di 10

1) Una donna spirituale Stephen Dunn

Da una foto di Joyce Tenneson

E come se lei pregasse le mani palmo contro palmo avvolta in una trama di garza trasparente che svela il seno, e dalle spalle due strisce impalpabili si prolungano in gi in un magnifico accenno di ali. Queste mani oranti indicano, sono quasi una sostituzione, il posto in mezzo alle gambe. Se il suo corpo sta formulando un invito chiaramente interiore, a se stessa.. Sarebbe una catastrofe volerla. Il suo collo visibile, ma non il suo viso un placido laghetto di montagna, immaginoirraggiungibile se non hai scarpe da neve e fegato. Una donna che ha questo contegno pi nuda di quanto potr mai essere svestita.. Sarebbe bello essere in sua presenza dopo avere fatto lamore con qualcun altro, il mio cazzo sereno e piccolo e felice di essere addormentato. Le chiederei che cosa sta leggendo, che cosa fa per divertirsi, sarei curioso di sapere se lei potrebbe avere qualcosa da insegnarmi sulla pazienza e sul vuoto che cerco sempre di riempire. Non arriverebbe poi il momento di cercare di farla ridere, il riso un lasciapassare sicuro per il luogo in cui si trova lo spirituale.? O lei non si sarebbe ritirata ancora pi allinterno, via dalle mie fastidiose speculazioni e dal mio sguardo, pensando fra se (a torto), Nessun uomo mi seguir mai l. A Spiritual Woman After Joyce Tenneson's photograph "Body and Fabric" It's as if she's praying, hands palm-to-palm, a transparent gauzy fabric draping her, revealing her breasts, and from her shoulders two gossamer strips extending downward in a gorgeous hint of wings. Those praying hands point to, are almost in place of, the place between her legs. If her body is making an invitation it's clearly inward, to itself. It would be disastrous to want her.
1

Her neck is visible, but not her face a placid mountain tarn, I imagine unreachable except by snowshoes and guts. A woman who holds herself like this is more nude than she will ever be naked. It would be good to be in her presence after having made love to someone else, my cock unworried and small and happy to be asleep. I'd ask what she's been reading, what she does for fun, I'd wonder if she might have something to teach me about patience and the void I'm always trying to fill. Wouldn't it then be time to try to make her laugh, laughter one sure ticket to where the spiritual is? Or would she have gone further inward, away from my annoying speculations and stare, thinking to herself (wrongly), "No man will ever follow me there."

2) Lasciando la stanza vuota - Stephen Dunn


La porta aveva una doppia mandata ed ero io quello preso in giro Potresti chiamarla assicurazione sullio questa burla, e non era molto divertente. Tenevo la porta chiusa a chiave per ponderare bene. In quanto alla stanza: gingilli, delle sedie, e un divano, il normale equipaggiamento. Eppure era una stanza vuota, se sapete cosa voglio dire. Avevo un scheda in testa: ogni volta diceva, unaltra burla. Come avrei desiderato avere una scadenza per lasciare la stanza vuota, o che il corridoio l fuori si rivelasse un tunnel segreto, forse un cammino tortuoso. Forse avevo bisogno dellentusiasmo della partenza per darmi una mossa, come se fossi in attesa del mistero invece che del coraggio, o di qualcosaltro che non avevo. Senza dubbio
2

vi state chiedendo se altre persone abitavano nella stanza vuota. Certo. Che cos davvero il vuoto senza gli altri? Ponderai la cosa molte volte. Ma quando me ne andai non posso dire di avere preso una decisione. ho solo seguito il mio corpo che usciva dalla porta, veloce un passo dietro laltro, proprio mentre la stanza cominciava a riempirsi di quello che sono certo non fosse l.

Leaving the empty room The door had a double lock, and the joke was on me. You might call it protection against self, this joke, and it wasnt very funny: I kept the door locked in order to think twice. The room itself: knickknacks, chairs, and a couch, the normal accoutrements. And yet it was an empty room, if you know what I mean. I had a ticket in my head: Anytime, it said, another joke. How I wished I had a deadline to leave the empty room, or that the corridor outside would show itself to be a secret tunnel, perhaps a winding path. Maybe I needed a certain romance of departure to kick in, as if I were waiting for magic instead of courage, or something else I didnt have. No doubt youre wondering if other people inhabited the empty room. Of course. Whats true emptiness without other people? I thought twice many times. But when I left, I cant say I made a decision. I just followed
3

my body out the door, one quick step after another, even as the room started to fill with what Id been sure wasnt there. Stephen Dunn

3) In Memoria di William Carlos Williams - Hans Magnus Enzensberger


Lultimo anno era quasi cieco, allegro e speciale, non esprimeva punti di vista, non guardava la televisione, non leggeva nessuna recensione, neanche LOOK o LIFE. In alcun modo una Figura Rappresentativa: medico condotto a Rutheford, N.J. Nessun pranzo di gala alla Casa Bianca: una veranda di legno dipinta di un verde bluastro che a me, bench sbiadito e corroso, piace pi di tutti gli altri colori. Per lAccademia di Stoccolma non del tutto giusto, per i reporter un magro affare, per LOOK non abbastanza cieco, per LIFE troppo vivo con i suoi ottantanni, ha visto pi lui nel suo cortile che New York su dodici canali: le galline e le persone malate, la luce e la tenebra Si toglieva gli occhiali: le prugne nel frigorifero cos dolci e fresche il passo del vecchio che raccoglie il letame pi maestoso di quello del Reverendo la domenica Ha visto la tenebra e la luce, non si scordato delle galline, era preciso, di unallegria speciale.

Zum andenken an william carlos Williams In seinem letzten jahr war er fast blind, heiter und sonderbar, vertrat keine Ansichten, guckte nicht in die rhre, las keine rezensionen, weder Look noch Life. keine reprsentative figur: landarzt in rutherford, new jersey. keine galadiners im weien haus: eine holzveranda, mit einem blaugrn bemalt, das mir, verwaschen, vergilbt, besser gefllt als alle anderen Frben. fr die Stockholmer akademie nicht ganz das richtige, fr die reporter nicht sehr ergiebig, fr look nicht blind genug, fr life lebendig. mit achtzig fahren, sah er in seinem hinterhof mehr als new york ber zwlf kanle: khner und kranke leute, das licht und die finsternis; nahm die brille ab: die pflaumen im eisschrank so s und so kalt der schritt des alten, der dnger sammelt, ist majesttischer als der von hochwrden am sormtag; sah die finsternis und das licht und verga der hhner nicht, war genau und sonderbar heiter

4) - E nostro - Charles Bukowski


c sempre quello spazio l prima che arrivino da noi quello spazio quella bella ricreazione
5

la ripresa di fiato mentre ad esempio ti butti sul letto e pensi a nulla o ad esempio ti riempi un bicchiere dacqua dal rubinetto mentre sei rapito dal nulla quello spazio puro delicato vale secoli di esistenza ad esempio solo grattarti il collo mentre guardi fuori dalla finestra un ramo spoglio quello spazio l prima che arrivino da noi ci garantisce che quando arriveranno non prenderanno mai tutto

( It's Ours there is always that space there just before they get to us that space that fine relaxer the breather while say flopping on a bed thinking of nothing or say pouring a glass of water from the spigot
6

while entranced by nothing that gentle pure space it's worth centuries of existence say just to scratch your neck while looking out the window at a bare branch that space there before they get to us ensures that when they do they won't get it all ever.) 5) La storia di un indomito Figlio di Puttana Charles Bukowski si present alla porta una notte bagnato percosso e terrorizzato un gatto bianco strabico e senza coda lo feci entrare gli diedi da mangiare e lui rimase aveva imparato a fidarsi di me finch un amico arrivato in macchina non lo invest io portai quel che era rimasto da un veterinario che dissele possibilit sono pochedagli queste pillolela sua spina dorsale schiacciata, ma stata schiacciata in precedenza e in qualche modo si aggiustata, se sopravvive non camminer pi, guarda la radiografia, gli hanno sparato, guarda qui, i proiettili sono ancora quiinoltre, una volta aveva una coda, qualcuno glielha tagliata.. riportai a casa il gatto, era unestate calda, una delle pi calde da decenni, lo misi sul pavimento
7

del bagno, gli diedi lacque e le pillole, non mangiava, non toccava lacqua, io ci misi dentro le dita e gli inumidii la bocca e gli parlavo, non andavo da nessuna parte, passavo molto tempo in bagno e gli parlavo e lo toccavo con delicatezza e lui mi guardava con quegli occhi celesti strabici e mentre i giorni passavano fece il suo primo movimento trascinandosi con le zampe anteriori (quelle posteriori non funzionavano) arriv alla lettiera scivol per scavalcarla ed entr, era come la tromba di una vittoria possibile che suonava in quel bagno e nella citt, io com-pativo quel gatto me ne erano capitate di cose, non di cos brutte ma di abbastanza brutte una mattina si alz, fece per stare dritto ma cadde di nuovo e non faceva che guardarmi. ce la puoi fare, gli dissi lui continu a provare, ad alzarsi e a cadere, infine fece alcuni passi, sembrava come ubriaco, le zampe posteriori non volevano andare e cadde di nuovo, si ripos, e poi si alz, il resto lo sapete: adesso sta pi bene che mai, strabico quasi senza denti, ma la grazia tornata, e quello sguardo non ha pi lasciato i suoi occhi e adesso a volte mi intervistano, vogliono sapere di letteratura e vita e io mi ubriaco e tengo su il mio gatto strabico, impallinato, investito, senza coda e dicoguardate, guardate qui! ma loro non capiscono, dicono qualcosa comelei dice di essere stato influenzato da Celine? noio tengo su il gattoda quello che succede, da cose come questa! io muovo il gatto, lo tengo su nella luce fra il fumo e i vapori dellalcool, lui rilassato lui sa allora che le interviste finiscono anche se a volte sono orgoglioso quando dopo vedo le foto in cui io e il gatto siamo fotografati assieme The History Of One Tough Motherfucker by Charles Bukowski he came to the door one night wet thin beaten and terrorized a white cross-eyed tailless cat I took him in and fed him and he stayed grew to trust me until a friend drove up the driveway
8

and ran him over I took what was left to a vet who said,not much chancegive him these pillshis backbone is crushed, but is was crushed before and somehow mended, if he lives hell never walk, look at these x-rays, hes been shot, look here, the pellets are still therealso, he once had a tail, somebody cut it off I took the cat back, it was a hot summer, one of the hottest in decades, I put him on the bathroom floor, gave him water and pills, he wouldnt eat, he wouldnt touch the water, I dipped my finger into it and wet his mouth and I talked to him, I didnt go anywhere, I put in a lot of bathroom time and talked to him and gently touched him and he looked back at me with those pale blue crossed eyes and as the days went by he made his first move dragging himself forward by his front legs (the rear ones wouldnt work) he made it to the litter box crawled over and in, it was like the trumpet of possible victory blowing in that bathroom and into the city, I related to that cat-Id had it bad, not that bad but bad enough one morning he got up, stood up, fell back down and just looked at me. you can make it, I said to him. he kept trying, getting up falling down, finally he walked a few steps, he was like a drunk, the rear legs just didnt want to do it and he fell again, rested, then got up. you know the rest: now hes better than ever, cross-eyed almost toothless, but the grace is back, and that look in his eyes never left and now sometimes Im interviewed, they want to hear about life and literature and I get drunk and hold up my cross-eyed, shot, runover de-tailed cat and I say,look, look at this! but they dont understand, they say something like,you say youve been influenced by Celine? no, I hold the cat up,by what happens, by things like this, by this, by this! I shake the cat, hold him up in the smoky and drunken light, hes relaxed he knows its then that the interviews end although I am proud sometimes when I see the pictures
9

later and there I am and there is the cat and we are photographed together.

10

Potrebbero piacerti anche