Sei sulla pagina 1di 13

IL NOME - ECCEZIONI

NOMI DIFETTIVI
Sono difettivi del plurale:
a) numerosi nomi astratti, come musica, giustizia, bont, superbia, schiavit, medicina,
pittura (ma le pitture di Raffaello; le medicine contro la tosse vanno scritti in questa forma);
b) i nomi di elementi chimici o di metalli: bario, cromo, alluminio, ferro (salvo che non
assumano significati speciali: i bronzi di Riace, i ferri del mestiere);
c) i nomi che designano tutto un genere di cose, come grano, pepe, miele, fame, sete, brio,
senape;
d) certi nomi collettivi, come copia, prole, plebe, roba, ciarpame;
e) certi nomi di festa, come Natale, Pasqua, Pentecoste;
f) i nomi propri maschili (tranne alcuni casi; per esempio, quando stanno ad indicare le opere
di un autore, purch i nomi non terminino in a: i Tiziani, i Raffaelli, anche se fanno
eccezione gli Andrea, i Luca).
I nomi propri femminili possono assumere il plurale anche se finiscono in a: le Marie, le
Claudie.

NOMI DIFETTIVI
Sono difettivi del singolare:
a) i nomi che indicano oggetti composti di varie parti, come brache,
mutande, calzoni, cesoie, forbici, tenaglie, occhiali, stoviglie, molle,
sartie;
b) i nomi di cose che si possono considerare soltanto al plurale,
come adiacenze, vicinanze, dintorni, spiccioli, spezie, viveri;
c) i nomi derivati da un plurale latino, come nozze, annali, calende,
ferie, posteri, penati, esequie, tenebre.

NOMI SOVRABBONDANTI
Nomi con due singolari e un plurale
SINGOLARI
arma
arme
cavaliero cavaliere
destriero destriere
forestiero forestiere
mestiero mestiere
nocchiero nocchiere
scudiero scudiere
sparviero sparviere

PLURALE
armi
cavalieri
destrieri
forestieri
mestieri
nocchieri
scudieri
sparvieri

NOMI SOVRABBONDANTI
Nomi con due singolari e due plurali
SINGOLARI
frutto, frutta
legno, legna
orecchio, orecchia

quercia, querce
sorta, sorte
strofa, strofe
vesta, veste

PLURALI
frutti (di una pianta o del lavoro)
frutta (che si servono a tavola)
legni (quelli adoperati per lavorare)
legna (quelle da ardere)
orecchi (organo dell'udito)
orecchie (in senso figurato: ad
esempio, le orecchie del vaso)
querci, querce
sorti, sorte
strofe, strofi
veste, vesti

NOMI SOVRABBONDANTI
Nomi con un singolare e due plurali
SINGOLARE
braccio
calcagno
cervello
ciglio
corno
dito
filo
fondamento
ginocchio

PLURALI
bracci (di un fiume, di una croce)
braccia (del corpo umano)
calcagni (uso normale)
calcagna (in senso figurato,
come avere uno alle calcagna)
cervelli (intelligenze)
cervella (dell'uomo, degli animali)
cigli (del fosso, delle strade)
ciglia (degli occhi)
corni (della luna, strumenti musicali)
corna (degli animali)
diti (es. i diti mignolo e anulare)
dita (le cinque dita della mano)
fili (dell'erba, del telefono)
fila (di una tela, del discorso, di una congiura)
fondamenti (di una scienza)
fondamenta (di un edificio)
ginocchi (forma meno comune)
ginocchia (di una persona)

NOMI SOVRABBONDANTI
Nomi con un singolare e due plurali
SINGOLARE

PLURALI

gomito

gomiti (anfratti, incurvature)


gomita (dell'uomo)
gridi (di una persona)
grida (di tante persone)
labbri (di un vaso, di una ferita)
labbra (dell'uomo)
lenzuoli (presi separatamente)
lenzuola (il paio che si mette nel letto)
membri (della famiglia, di una societ)
membra (del corpo umano)
muri (di una casa)
mura (di una citt, oppure le mura domestiche)
ossi (di un animale spolpato)
ossa (di un animale vivo)
risi (la pianta)
risa (il ridere)
urli (di una persona)
urla (di tante persone)

grido
labbro
lenzuolo
membro
muro
osso
riso
urlo

NOMI COMPOSTI
I nomi composti sono formati dall'unione di
due parole
portalettere
capostazione
Essi, di regola, formano il plurale come se
fossero semplici:
pomodoro-pomodori
guardaroba-guardarobe.

NOMI COMPOSTI - ECCEZIONI


a) i nomi composti da due sostantivi mettono di regola al
plurale solo il secondo elemento:
l'arcobaleno - gli arcobaleni
il cavolfiore - i cavolfiori
il melograno - i melograni
la banconota - le banconote
la cartapecora - le cartapecore
il manoscritto - i manoscritti
la madreperla - le madreperle
il terrapieno - i terrapieni
la ferrovia - le ferrovie
il tassametro - i tassametri

NOMI COMPOSTI - ECCEZIONI


b) i nomi composti da capo e da un nome, quando il secondo
elemento complemento del primo, mettono di solito al
plurale la voce capo:
capoclasse-capiclasse
capostazione-capistazione
caposquadra-capisquadra
ma capocomico, capogiro, capoverso, capolavoro, capoluogo rientrano
nella regola generale e fanno capocomici, capogiri, capoversi,
capolavori, capoluoghi

NOMI COMPOSTI - ECCEZIONI


c) i nomi composti da un sostantivo e da un aggettivo mettono al plurale
entrambi gli elementi:
cassaforte-casseforti
terraferma-terreferme
cartastraccia-cartestracce
fanno eccezione palcoscenico-palcoscenici, pianoforte-pianoforti
d) quando l'aggettivo precede il sostantivo, si mette al plurale il secondo
termine:
francobollo-francobolli
bassorilievo-bassorilievi
mezzogiorno-mezzogiorni
fanno eccezione mezzaluna-mezzelune, mezzanotte-mezzenotti,
mezzatinta-mezzetinte; il purosangue, i purosangue restano invariati

NOMI COMPOSTI - ECCEZIONI


e) i nomi composti da un verbo e da un sostantivo al plurale restano naturalmente
invariati:
il lustrascarpe, i lustrascarpe
il paracadute, i paracadute
il cavatappi, i cavatappi
il portaombrelli, i portaombrelli
f) se il sostantivo al singolare, talvolta il nome composto resta invariato:
il posacenere, i posacenere
il cacciavite, i cacciavite
il battistrada, i battistrada
il bucaneve, i bucaneve
il gabbamondo, i gabbamondo
alle volte invece viene declinato:
rompicollo-rompicolli, parasole-parasoli, parafango-parafanghi, battibecco-battibecchi

NOMI COMPOSTI - ECCEZIONI

g) i nomi composti da due verbi o da un verbo e un avverbio restano


invariati al plurale: i
i parapiglia - i parapiglia
il dormiveglia - i dormiveglia
il saliscendi - i saliscendi
il posapiano - i posapiano
h) i nomi composti da una parte invariabile del discorso
(preposizione, avverbio) e da un sostantivo restano di solito
invariati, ma non esiste una regola precisa:
il doposcuola - i doposcuola
il dopolavoro - i dopolavoro
il senzatetto - i senzatetto
Ma il dopopranzo, i dopopranzi; la retrobottega, le retrobotteghe