Sei sulla pagina 1di 3

IL NOME

IL NOME: la categoria grammatica o parte del discorso che serve ad indicare una persona, un
animale o una cosa ecc.

Il NOME anche detto SOSTANTIVO (per cui nome e sostantivo hanno lo stesso significato).

Il NOME ha delle caratteristiche:


- ha un genere (maschile o femminile) [gatto/gatta]
- varia secondo il numero (singolare o plurale) [casa/case]
- preceduto da un articolo [il, lo, la, le ecc].

Ad esempio: Ciclista, giornalaio, professore ecc nomi di persona


Scimmia, cane, gatto ecc nomi di animali
Penna, tavolo ecc nomi di oggetti/cose
Piazza, fiume ecc nomi di luoghi
Partenza, operazione ecc nomi di attivit
Gioia, paura ecc nomi di emozioni
Inizio, fine, pausa ecc nomi di eventi
Fortuna, problema, geografia ecc nomi di enti astratti.

Il NOME pu essere suddiviso in varie classi (CLASSI DI NOMI):

a) NOMI COMUNI: indicano un individuo di una certa categoria NOMI COMUNI DI


PERSONA (avvocato, barbiere, madre ecc), NOMI COMUNI DI ANIMALI (elefante,
serpente, cane ecc), NOMI COMUNI DI COSE (fumo, penna, tavolo ecc)

b) NOMI PROPRI: indicano un individuo particolare distinto da altri e hanno liniziale


maiuscola NOMI PROPRI DI PERSONA (Maria, Mario ecc), NOMI PROPRI DI
ANIMALI (Billy, Fido ecc), NOMI PROPRI DI LUOGHI GEOGRAFICI (Roma, Po,
Monte Bianco ecc), NOMI PROPRI DI FILM; OPERE; GIORNALI che vanno tra
virgolette o in corsivo (Pinocchio, Il Corriere della sera, Amleto ecc), NOMI PROPRI
DI PERIODI STORICI (Seicento, anni Sessanta ecc)

c) NOMI CONCRETI: indicano esseri e cose che si percepiscono con i sensi (uomo, insetto,
forchetta) oppure esseri e cose della fantasia come visibili e tangibili (unicorno, fantasma,
fata ecc)

d) NOMI ASTRATTI: indicano idee, qualit morali, sentimenti ecc, ci che pu essere
rappresentato soltanto mentalmente (giustizia, povert, virt, cattiveria, amore ecc)

e) NOMI INDIVIDUALI: indicano un solo individuo o elemento (impiegato, alunno, tavolo


ecc)

f) NOMI COLLETTIVI: indicano un insieme di persone di animali di cose anche se al


singolare (classe, squadra, mandria, stormo, vasellame, mobilia ecc)

g) NOMI DI MASSA: indicano qualcosa che non si pu contare, una quantit indistinta, in
genere la sostanza di cui fatto un elemento (latte, acqua, sale, acciaio, rame ecc)
IL NOME o SOSTANTIVO insieme al VERBO la parte pi importante della frase, dove
svolge due funzioni fondamentali:

1) NOME CON FUNZIONE DI SOGGETTO La musica bella

2) NOME CON FUNZIONE DI COMPLEMENTO Ho sentito una musica


dolcissima

3) NOMI SOSTANTIVATI: parole che appartengono ad altre categorie che assumono


il ruolo di nomi:

a) aggettivi Non sopporto il caldo eccessivo (c.oggetto)


b) participi il presidente, il cantante, lammalato ecc
c) verbi Conoscere unattivit. (soggetto)
d) pronomi Chieder ai miei (c. di termine)
e) avverbi Pensava al domani (c. di termine)
f) congiunzioni Vorrei sapere il perch (c.oggetto)
g) esclamaz. Si levato un coro di oh! (c. specificazione)
h) onomatopee Hai sentito questo toc? (c. oggetto)

4) NB Larticolo il marcatore del sostantivo.

Molti nomi possono cambiare genere (CAMBIAMENTO DI GENERE DEI NOMI):


-a:
il poeta la poetessa
il duca la duchessa
-ista, - cida, - -iatra, - eta:
il/la giornalista
lo/la omicida
il/la pediatra
lo/la atleta

-o: il compagno la compagna il gatto la gatta


-e: il signore la signora il padrona la padrona
il presidente la presidentessa lelefante lelefantessa
- tore: lo scrittore la scrittrice il lavoratore la lavoratrice
il dottore la dottoressa ecc

Casi particolari:
il re/la regina, il dio/la dea, leroe/leroina, il gallo/la gallina, il cane/la cagna, maschio/femmina,
uomo/donna, padre/madre, fratello/sorella, genero/nuora, marito/moglie, toro/vacca,
montone/pecora

Nomi di professioni, cariche, ruoli (Medico, architetto, senatore ecc): si usa generalmente il
maschile, in alcuni casi il femminile: architetto, medico, avvocato/avvocatessa, vigile/vigilessa,
professore/professoressa, senatore/senatrice ecc.

NB Molti nomi non cambiano per il femminile, ci che cambia larticolo il/la custode, il/la
nipote, il/la cantante, il/la dirigente, il/la pianista ecc
N.B. Alcuni nomi di animali hanno una sola forma: la lepre maschio/la lepre femmina o il maschio
della lepre/la femmina della lepre ecc
NOMI SOVRABBONDANTI: sono quei nomi maschili che hanno due forme per il plurale uno
maschile ed uno femminile:

i ciglio i cigli/le ciglia


il dito i diti/ le dita
il filo i fili/ le fila
il fondamento i fondamenti/le fondamenta
il lenzuolo i lenzuoli/ le lenzuola
il muro i muri/ le mura
il braccio i bracci/le braccia
il calcagno i calcagni/le calcagna
il corno i corni/le corna
il gesto i gesti/le gesta
il grido i gridi/le grida
il labbro i labbri/le labbra
il membro i membri/le membra
losso gli ossi/le ossa
lurlo gli urli/le urla
il frutto/la frutta i frutti/le frutta
lorecchio gli orecchi
lorecchia le orecchie
la strofa le strofe
la strofe le strofi
ecc

N.B.
IL PLURALE DEI NOMI STRANIERI:
- il film/i film, lo sport/gli sport, il ring/i ring, il leader/i leader
- il fan/i fans, il rapper/i rappers, il file/i files

I NOMI ALTERATI: il significato di un nome pu essere alterato/modificato con laggiunta di


particolari suffissi.
Lalterazione dei nomi riguarda:
- la quantit:
a) diminutivo = foglio foglietto
b) accrescitivo = stanza stanzone
- la qualit:
a) vezzeggiativo = casa casuccia
b) dispregiativo = medico medicastro
- nomi propri:
ad es. Teresina, Giuseppina, Pinuccio ecc