Sei sulla pagina 1di 58

Fisiopatologia del sistema motorio

E. Capitani, 2013

La funzionalit motoria normale

Forza Coordinazione dei movimenti Cinesia

La funzionalit motoria normale

Forza Coordinazione dei movimenti Cinesia

La funzionalit motoria normale

Forza Coordinazione dei movimenti Cinesia

La funzionalit motoria normale

Forza Coordinazione dei movimenti Cinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

La disfunzione motoria

Forza Coordinazione Cinesia

Paralisi o paresi Atassia Bradi- ipocinesia

Corteccia motoria (+fascio piramidale)

Neuroni di tronco e midollo (+nervi)

Muscoli e tendini

Movimento

Forza

Forza

Muscoli e tendini

Movimento

Paralisi centrale

Paralisi periferica

Muscoli e tendini

Movimento

Cervelletto

Muscoli e tendini

Movimento

Coordinazione

Muscoli e tendini

Movimento

Atassia

Muscoli e tendini

Movimento

Sistema extra-piramidale

Muscoli e tendini

Movimento

Cinesia

Muscoli e tendini

Movimento

Ipocinesia e Bradicinesia

Muscoli e tendini

Movimento

Corteccia Motoria (+Fascio piramidale)

Sistema Extrapiramidale

Cervelletto

Neuroni di Tronco e Midollo (+Nervi)

Muscoli e tendini

Movimento

Forza

Cinesia

Coordinazione

Forza

Muscoli e tendini

Movimento

Paralisi centrale

Bradi-ipocinesia

Atassia

Paralisi periferica

Muscoli e tendini

Movimento

La funzionalit motoria normale e le alterazioni della forza


Normale forza nella contrazione dei muscoli striati Non tutta lattivit motoria provoca movimento I movimenti normali sono di vari tipi: - volontari e simili - riflessi e tono

Movimenti volontari
Si possono iniziare ed arrestare volontariamente (ad alto controllo cosciente) La maggior parte di essi pu essere eseguita senza controllo volontario Moltissimi movimenti sono controllati coscientemente quando vengono appresi e poi si automatizzano Alcuni movimenti hanno dei controlli automatici che non possono essere esclusi (per esempio la respirazione) Alcuni movimenti (sincinesie) sono eseguiti fin dallinizio senza controllo cosciente

Corteccia motoria (+fascio piramidale)

Neuroni di tronco e midollo (+nervi)

Muscoli e tendini

Movimento

Corteccia motoria (+fascio piramidale)

Neuroni di tronco e midollo (+nervi)

Muscoli Muscoli

Movimento

Placca Neuro-muscolare

Il quesito clinico fondamentale:


La paralisi o paresi derivano da una disfunzione: del muscolo, della placca neuro-muscolare, del sistema nervoso periferico, del sistema nervoso centrale?

Il quesito clinico fondamentale:


La paralisi o paresi derivano da una disfunzione: del muscolo, della placca neuro-muscolare, del sistema nervoso periferico, del sistema nervoso centrale? SI PUO CAPIRE DAL TIPO E DALLA DISTRIBUZIONE DEL DISTURBO DI FORZA

Il quesito clinico fondamentale:

La paralisi o paresi derivano da una disfunzione: del muscolo, della placca neuro-muscolare, del sistema nervoso periferico, del sistema nervoso centrale?

La base di una normale forza dei movimenti: Il sistema nervoso periferico


Neurone motorio del midollo o del tronco cerebrale (secondo motoneurone) [NB: sono anatomicamente centrali] Radici, plessi e nervi motori Placca neuromuscolare

La base di una normale forza dei movimenti: Il sistema nervoso periferico


Neurone motorio del midollo o del tronco cerebrale (secondo motoneurone) Radici, plessi e nervi motori Placca neuromuscolare

IL SECONDO MOTONEURONE FA PARTE ANATOMICAMENTE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE, MA LE SUE LESIONI HANNO CONSEGUENZE SIMILI A QUELLE DEL SISTEMA NERVOSO PERIFERICO

La base di una normale forza dei movimenti: Il sistema periferico


Secondo motoneurone: via ultima comune per tutti i movimenti (sia di quelli controllati dallencefalo sia dellattivit riflessa) Unit motoria: insieme di un secondo motoneurone (alfa-MN) e delle fibre muscolari innervate da esso. La forza sviluppata dal muscolo dipende dal numero dei motoneuroni attivati e dalla loro frequenza di scarica

I deficit di forza da lesione periferica


Tutti i tipi di attivit motoria sono compromessi, compresi i riflessi ed il tono

I deficit di forza da lesione periferica


Tutti i tipi di attivit motoria sono compromessi, compresi i riflessi ed il tono Le malattia pu interessare il secondo motoneurone, lassone, oppure la guaina mielinica.

I deficit di forza da lesione periferica


Tutti i tipi di attivit motoria sono compromessi, compresi i riflessi ed il tono Le malattia pu interessare il secondo motoneurone, lassone, oppure la guaina mielinica. Per disfunzione di motoneurone ed assone il muscolo va incontro precocemente ad atrofia muscolare. Pu presentare attivit motoria involontaria di tipo patologico (fascicolazioni)

La base di una normale forza dei movimenti: Il sistema centrale


Fascio cortico-spinale Altre vie discendenti (rubro-spinale, vestibolo-spinale, reticolo-spinale)

La base di una normale forza dei movimenti: Il sistema centrale


Fascio cortico-spinale o Piramidale Altre vie discendenti (rubro-spinale, vestibolo-spinale, reticolo-spinale)

I deficit di forza da lesione centrale (i)


In pratica sono sinonimo di Sindrome piramidale. Una lesione piramidale si pu verificare per: -lesione della corteccia motoria -lesione della capsula interna -lesione del tronco cerebrale -lesione del midollo spinale

I deficit di forza da lesione centrale (ii)


Lesioni macroscopiche del sistema nervoso centrale (p.es. dopo un ictus) non danno una lesione strettamente limitata al fascio piramidale, ma interessano altre fibre discendenti Tuttavia non vi sono differenze rilevanti tra gli effetti clinici di una lesione piramidale a livello corticale, della capsula interna, del tronco cerebrale o del midollo spinale

Il lavoro diagnostico clinico


Capire se una paralisi o paresi centrale o periferica

Il lavoro diagnostico clinico


Capire se una paralisi o paresi centrale o periferica
Se centrale, localizzarla (corteccia, capsula interna, tronco cerebrale, midollo spinale)

Il lavoro diagnostico clinico


Capire se una paralisi o paresi centrale o periferica
Se centrale, localizzarla (corteccia, capsula interna, tronco cerebrale, midollo spinale) Se periferica, localizzarla (corna anteriori del midollo, radici, plessi, nervi)

Il quesito clinico fondamentale:

La paralisi o paresi derivano da una disfunzione: del sistema nervoso periferico, o del sistema nervoso centrale?

Il quesito clinico fondamentale:

La paralisi o paresi derivano da una disfunzione: del sistema nervoso periferico, o del sistema nervoso centrale? SI PUO CAPIRE DAL TIPO E DALLA DISTRIBUZIONE DEL DISTURBO DI FORZA

Paralisi centrale o periferica? Tipo di movimenti interessati


CENTRALE ACUTA
Tutti i movimenti sono aboliti, incluso sincinesie e riflessi osteotendinei Ipotono Abolizione o inversione dei riflessi superficiali (Babinski)

PERIFERICA
Tutti i movimenti sono aboliti, incluso sincinesie e riflessi di tutti i tipi Ipotono Abolizione dei riflessi superficiali. (Mai segno di Babinski)

Paralisi centrale o periferica? Tipo di movimenti interessati


CENTRALE CRONICA
Movimenti volontari aboliti. Alcuni movimenti presenti (p.es. riflessi OT) e aumentati. Ipertono Spastico Riflessi superficiali aboliti o invertiti (Babinski) Conservate alcune sincinesie (p.es. movimenti mimici su stimolo emotivo)

PERIFERICA
Tutti i movimenti sono aboliti, incluso sincinesie e riflessi di tutti i tipi Ipotono Abolizione dei riflessi superficiali. (Mai segno di Babinski)

Paralisi centrale o periferica? Tipo di movimenti interessati


CENTRALE CRONICA
Movimenti volontari aboliti. Alcuni movimenti presenti (p.es. riflessi OT) e aumentati. Ipertono Spastico Riflessi superficiali aboliti o invertiti (Babinski) Conservate alcune sincinesie (p.es. movimenti mimici su stimolo emotivo)

PERIFERICA
Tutti i movimenti sono aboliti, incluso sincinesie e riflessi di tutti i tipi Ipotono Abolizione dei riflessi superficiali. (Mai segno di Babinski)

Ipertono spastico
Riguarda i flessori agli arti superiori e gli estensori e gli adduttori agli arti inferiori Corrisponde ad una particolare alterazione posturale La resistenza cambia durante la mobilizzazione dellarto, a seconda della sua posizione, ed maggiore allinizio della flessione agli arti superiori e lestensione agli inferiori

Paralisi centrale o periferica? Tipo di movimenti interessati


Paralisi periferica (acuta = cronica): ipotono ed iporeflessia osteotendinea Paralisi centrale acuta: ipotono ed iporeflessia o.t., spesso segno di Babinski
Paralisi centrale cronica: ipertono spastico, iperreflessia o.t. e segno di Babinski

Paralisi centrale o periferica? Possibili quadri topografici


CENTRALE
Emiplegia Paralisi facciale* Monoplegia Paraplegia

PERIFERICA
-----------------Paralisi facciale** Geografia di plessi, radici e nervi Distribuzione distale simmetrica