Sei sulla pagina 1di 5

Lesecuzione dei giunti e terminali sui cavi a MT

Andrea Gulinelli

Premessa
Un elemento essenziale che contribuisce a determinare la qualit del servizio elettrico (vedasi delibere dellAutorit per lEnergia Elettrica il Gas n. 4/04 e n. 247/04), sia sul versante del distributore sia su quello dellutilizzatore, costituito dallaffidabilit delle giunzioni e terminazioni sui cavi a MT (1020 kV). In alcuni casi la rete a MT della distribuzione, in cavo interrato o aereo, sta superando la consistenza di quella aerea in conduttori nudi e negli impianti utilizzatori, specialmente se di elevata potenza, sta diventando sempre pi importante. Occorre infatti considerare la presenza di terminali e giunti, oltre che nei raccordi quadro di protezione - trasformatore, anche nella rete interna in cavo a MT che raccorda le varie cabine di trasformazione MT/BT. Lesecuzione dei giunti e dei terminali rappresenta quindi sempre pi una attivit di carattere specialistico da affidare a profili professionali qualificati di consolidata competenza.

Competenza in passato rintracciabile solamente nellambito degli organici delle imprese della distribuzione e/o nel personale specializzato delle ditte costruttrici dellaccessoristica costituita da giunti e terminali. La liberalizzazione del mercato elettrico ha accresciuto le occasioni di lavoro delle imprese installatrici di impianti elettrici di MT anche verso le societ di distribuzione pubblica dellenergia elettrica che stanno affidando sempre pi in outsourcing gran parte delle attivit un tempo riservate alle risorse interne con il risultato di determinare una forte richiesta di ulteriori nuovi soggetti in grado di fornire le prestazioni specialistiche in argomento1. Il presente articolo si prefigge di illustrare: tipologia e struttura dei cavi MT; tipi di giunti e terminali per cavi MT; tecniche di confezionamento dei giunti e dei terminali MT; attrezzatura tipica per il montaggio di giunti e terminali formazione e competenze del profilo professionale del giuntista MT.

Tipi di cavi di MT

(Ethylene - Propylene - Rubber) 4 ; I cavi di cui si fa riferimento in que2 comumescola elastomerica reticolata basto rapporto sono i cavi a MT sata su un polimero etilpropinemente utilizzati lenico (norma CEI 20-13); negli impianti uti il polietilene reticolato, detto lizzatori ed in anche XLPE (Cross Linked quelli della distriPoly Ethylene; sigla CEI, E4)5. buzione pubbliAlcuni dei principali tipi di caca. I moderni cavi di MT sono: vi 3 in questione i cavi unipolari a campo rasono costituiti esdiale (fig. 1); senzialmente da i cavi tripolari cordati ad elica un conduttore, in visibile (fig. 2), che presentano filo unico od in la stessa struttura di quelli unicorda di pi fili polari ma le tre anime sono avelementari, di ravolte fra di loro in una cordatume nudo, ricotto o ra ad elica visibile; da qualche semicrudo o di Fig. 1 Cavo unipolare MT a campo radiale tempo viene prodotto un nuovo alluminio o lega dalluminio (limsigla CEI, R) piego dellalluminio prevalente riai materiali spetto al rame in media tensione), elastomeridallisolante (detto anche isolamento ci, a base di primario) e da una guaina esterna, gomme napure isolante, che assolve al compito turali o sindi protezione contro gli agenti chimitetiche (sici ed ambientali e, in certa misura, gla G), o a anche dalle azioni meccaniche esterbase di pone. Lisolamento pu essere realizzalietilene (sito con carta impregnata o con isolangla E). ti estrusi. Il primo costituito da carFig. 2 Cavo tripolare MT a elica visibile La differenta cellulosa porosa che per sua natuza degli ra possiede una rigidit dielettrica isolanti termoplastici e quelli elastotipo di cavo MT tripolare ad non superiore a qualche kV/mm. merici rappresentata dal fatto che elica visibile in alluminio, con Lisolamento in carta stato definitiguaina termoplastica antiurto i primi sotto leffetto del calore ramisolamento in polietilene retivamente abbandonato per la bassa molliscono sino ad una vera e procolato (XLPE) a spessore ridottensione. Sia per la bassa che per pria fusione; i secondi invece, suto (circa 4,3 mm anzich lalta tensione si da tempo consoliFig. 3 Cavo airbag - norma CEI 20-68. bendo un trattamento termico du5,5mm), schermo a nastro londata la diffusione degli isolanti estru(Fonte Pirelli) rante la loro formazione, non tornagitudinale in alluminio, sotto si, denominazione che deriva dal loro no pi alla stato plastico. guaina termoplastica avente procedimento di fabbricazione che
1Lesempio tipico costituito da Enel che nel quadro dei requisiti richiesti per ottenere la qualificazione alle imprese appaltatrici chiamate ad operare sulla rete di distribuzione pubblica in cavo, richiede la frequenza di un corso di formazione (vedasi la Specifica della Funzione Acquisti del luglio 2003, disponibile su internet) che prevede il rilascio dellattestazione di idoneit al profilo professionale di: Operatore esperto nellesecuzione di giunzioni e terminazioni su cavi aerei ed interrati a MT e BT (Profilo E). Il corso deve essere munito della certificazione di prodotto, ossia della certificazione di conformit alla riferita Specifica, rilasciata da un organismo accreditato ai sensi della norma EN 45011, ad un Istituto di formazione in

avviene appunto per estrusione. Negli ultimi anni si passati rapidamente dallimpiego dei materiali termoplastici (mescole a base di PVC

la gomma etilpropilenica, EPR

In particolare i pi usati sono:

caratteristiche di resistenza allurto. L e f o r m a z i o n i p rev i s t e s o n o l e stesse del cavo tradizionale. Il nuovo cavo conforme alle norma CEI 20-68. Questo tipo di cavo, detto anche airbag , stato concepito principalmente per economizzare nel costo di realizzazione delle linee in cavo essendo possibile la sua posa in opera sotterranea senza la messa in opera di una protezione meccanica supplementare (fig. 3). I cavi cinturati a campo elettrico non radiale con isolamento in carta impregnata (ormai non pi in produzione ma che occorre conoscere per tutti gli interventi di giunzione e terminazione da effettuarsi sugli impianti esistenti).

possesso di un Sistema di Gestione per la Qualit (SGQ) conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2000, per le attivit di progettazione ed erogazione di corsi di formazione ed addestramento (Settore dell istruzione EA 37). 2Per brevit e semplificando i cavi di MT sono quelli con tensione nominale disolamento Uo/U pari a 12(15)/20 kV; indicazione sintetica che viene riportata sulla guaina esterna e si riferisce alla tensione nominale di esercizio applicabile al cavo tra fase e terra e tra fase- e fase. 3Per lindividuazione dei cavi prevista una sigla di designazione stabilita dalla tabella CEI UNEL 35011. La sigla di designazione di un cavo formata da simboli che rappresentano i vari componenti del

cavo stesso. Tali simboli sono riportati nella successione che si ottiene procedendo dallinterno verso lesterno del cavo. In funzione del posto che occupa nella sigla lo stesso simbolo pu assumere significati diversi. Prendiamo ad esempio il cavo a MT 3x(1x185) ARG7H1RX 12/20 kV, dove lindicazione 3x(1x185) sta ad indicare che si tratta di un cavo tripolare della sezione di 185 mm2, e la cui sigla di designazione ha il significato sotto riportato. A conduttore in alluminio; R conduttore in corda rigida rotonda; G7 mescola isolante a base di gomma EPR ad alto modulo; H1 schermo in fili di rame; R guaina esterna a base di PVC; X anime riunite ad elica visibile;

12/20 tensioni nominali disolamento fra fase e fase e fra fase e terra. 4 Lultima versione la mescola detta HERP (Hard - Ethylene - Propylene - Rubber), recepita dalla norma CEI 20-11 sotto la denominazione G7. Essa presenta prestazioni elettriche, termiche e meccaniche particolarmente elevate che consentono di funzionare in condizioni di emergenza per durate significative senza determinare riduzioni della durata di vita. 5 Si tratta di una mescola di varie sostanze, tra le quali la pi caratteristica il polietilene, che dopo aver subito un opportuno trattamento fisico chimico, detto di reticolazione, presenta caratteristiche fisiche particolarmente adatte allisolamento elettrico ed alla protezione dei cavi.

Gli isolamenti di qualit G7 e lXLPE presentano in pratica caratteristiche assai simili, in particolare: le temperaure di funzionamento in regime permanente, in emergenza, per alcune ore, ed corto circuito, per alcuni secondi. Per tutti i cavi con tensione di esercizio superiore a 56 kV la struttura viene completata con uno schermo metallico (detto anche schermo fisico perch da collegare fisicamente a terra) a nastro o a fili immediatamente sotto la guaina esterna di protezione. La necessit di segregare perfettamente il campo elettrico, al fine di evitare il formarsi di bolle daria che originano il fenomeno delle scariche parziali, comporta linterposizione, fra conduttore e isolante primario e fra questo e lo schermo, di strati di materiale semiconduttore in modo da realizzare un condensatore perfetto dove tutto il campo elettrico si localizza ai capi del materiale isolante (fig. 1). Lo strato di semiconduttore collocato fra lo schermo metallico e la guaina protettiva esterna prende il nome anche di schermo elettrico. Il primo strato di semiconduttore, quello fra il conduttore e lisolante serve a determinare fra gli stessi un perfetto interfacciamento, essendo il conduttore costituito dai fili elementari che non descrivono una circonferenza perfetta tanto da lasciare nel contatto con lisolante degli interstizi entro cui si crea presenza daria.

Di seguito si riportano le definizioni fornite dalle norme CEI di giunto e terminale. Giunzione (Norme CEI 20-24 art. 1.2.01): accessorio che consente di connettere i conduttori di due o pi cavi, ripristinandone lisolamento, la continuit elettrica degli eventuali schermi o guaine metalliche e la protezione dagli agenti esterni. Terminazione (Norma CEI 20-24 - art. 1.2.13): accessorio che realizza lunione di un cavo ad un altro elemento di un sistema elettrico; essa chiude lestremit del cavo e provvede al passaggio dei conduttori dallisolante del cavo ad altro mezzo isolante, generalmente laria, nonch al collegamento elettrico (per la messa a terra o altro scopo) degli eventuali schermi o guaine metalliche. I moderni giunti e terminali per cavi sono quasi tutti 7 , indipendentemente dal tipo di isolamento del Configurazione e controllo cavo, costituiti del campo elettrico da componenti Eseguire una giunzione o una terminapreformati che Fig. 5. Il materiale riportato, ad elevata permettivit, zione significa in pratica ricostruire mavengono mesesegue una rifrazione delle linee di campo nualmente la struttura del cavo modifisi in opera a cata da una sua interruzione ad esemcaldo o a fred(concentrazione allinterno dello stesso) pio intervenuta per effetto della elimido seguendo nazione di una parte dello schermo. in modo punintervenire riportando del materiale Occorre quindi conoscere la configutuale le istruzioni che il costruttore di elevata permettivit6 che operi una razione del campo elettrico, nel caso acclude sempre alla confezione. Ci rifrazione elettrica (simile a quella otin esame quello di tipo radiale, che si si traduce in una: tica) delle linee di forza in corrisponinstaura fra il conduttore in tensione e maggior facilit di installazione; denza di ogni superficie di confine lo schermo collegato a terra. Le linee pi elevata affidabilit; tra due materiali di costante dielettridi flusso del campo presentano una m i n o re i n c i d e n z a d e l l a m a n o ca diversa. In particolare le linee di distribuzione radiale del tutto uguale a dopera. flusso uscenti dal conduttore subiquella di un condensatore cilindrico. Rispetto ad un tempo quindi il monscono una rifrazione passando dalliIn ogni punto esse intersecano pertaggio dellaccessorio un po sotsolamento del cavo (r = 2,53,5) al pendicolarmente lisolante, quindi setratto alla specifica abilit delloperamateriale riportato ad alta costante condo la direzione di massima tenuta tore che attualmente si estrinseca esdielettrica (r=2040) e proseguono dielettrica dello stesso (fig. 4). senzialmente nella fase di preparaentro questultimo per zione del cavo (tagli, sguainamenti giungere allo schermo. senza incorrere in incisioni dei conScegliendo un valore duttori e degli isolanti che permettaconvenientemente alto no il formarsi di bolle daria foriere di di costante dielettrica, si pu ottenere un angolo di rifrazione elevato, in modo da mantenere le linee di flusso del campo elettrico completamente allinterno di questo materiale ausiliario. Nella fig. 5 si pu notare la rifrazione delle linee di flusso e la tendenza a concentrarsi nel materiale per il controllo delle sollecitazioni piuttosto che nellisolamento del cavo Fig. 4 Andamento del campo elettrico radiale adiacente alla interruFig. 6 Giunto termoretraibile diritto su cavo ad isolamento estruso in un cavo di MT zione dello schermo.
= 1/; dove la costante dielettrica relativa del materiale. La permettivit si definisce quindi come lattitudine dei materiali a farsi attraversare dalle linee di flusso del campo elettrico. 7Va precisato tuttavia che sono tuttora reperibili sul mercato anche accessori costruiti secondo precedenti tecnologie, ovvero giunti e terminali in resina iniettata a freddo o colata a caldo, utilizzati in passato per i cavi MT isolati in carta impregnata di miscela migrante, non migrante o stabilizzata.
6Permettivit

Le linee equipotenziali di una sezione trasversale del cavo fanno parte delle superfici equipotenziali longitudinali; esse evidenziano i punti dellisolamento sottoposti alla medesima sollecitazione dielettrica. Queste linee equipotenziali, fra loro coassiali, si estinguono in corrispondenza dello schermo fisico. Lintensit del campo elettrico, o gradiente, non costante (presenta un andamento logaritmico), per cui a parit di spessori stanno valori di gradienti diversi. Il valore massimo in corrispondenza del conduttore ed minimo in corrispondenza dello schermo. Il gradiente rappresenta la sollecitazione elettrica a cui sottoposto uno strato di spessore infinitesimo dellisolante. Si esprime in kV/mm. Se la configurazione del campo viene deformata (fig. 5), per effetto della eliminazione di una parte dello schermo, si creano punti di addensamento delle linee di forza sui quali occorre

Tipologia e tecnologia degli accessori per cavi (giunti e terminali)

innescare scariche parziali, pulizia, ecc.), nelle giunzioni e connessioni elettriche e nell uso appropriato dellattrezzatura di volta in volta prevista in funzione del tipo di cavo in lavorazione. I principali costruttori di accessori per cavi MT utilizzano abituamente due tecnologie diverse, ambedue affidabili, perfettamente alterntive e parimenti disponibili sul mercato: accessoristica termoretraibile; accessoriristica autoretraibile. In genere i componenti retraibili dei giunti e dei terminali termoretraibili, ossia i tubi di controllo del campo elettrico, di semiconduttore, ecc., sono realizzati in materiale elastomerico reticolato per radiazione elettronica. Il processo di reticolazione origina una memoria elastica che si attiva unicamente con il calore, consentendo ai componenti di contrarsi fino ad un diametro predeterminato. Sono impiegabili su tutti i tipi di cavi MT unipolari o tripolari isolati in EPR-HEPR, in XLPE e anche in carta impregnata. Linstallazione di questi accessori va eseguita con lausilio di una fonte di calore da applicare in modo uniforme. Se viene utilizzato un cannello con fiamma libera (anzich aria calda) si deve evitare, con un continuo brandeggio del cannello, lalternarsi di surriscaldamenti localizzati e zone fredde. Laccessorio autoretraibile costituito da un unico elemento tubolare, prodotto con gomma siliconica speciale, caratterizzato da eccellenti prestazioni isolanti e di controllo del campo elettrico. Il processo costruttivo determina una memoria elastica che si attiva, realizzando una continua pressione radiale, con lasportazione di un supporto cilindrico predisposto internamente, realizzato, nella maggioranza dei casi, con una spirale in nylon ovvero con un tubo plastico. Sono impiegabili su una vasta gamma di cavi MT, anche alle basse temperature, senza lausilio di utensili speciali o fonti di calore. In genere si usa classificare i giunti in due grandi categorie8: giunti diritti: quelli che si eseguono su sullo stesso tipo di cavo (nella figura 6 rappresentato un classico giunto realizzato su cavo ad isolamento estruso); giunti misti (o di transizione): quelli che si eseguono su cavi fra

Tali accessori trovano per sempre minor impiego in quanto richiedono una maggior manualit (e quindi maggior esperienza) nel confezionamento e i tempi necessari per lesecuzione degli stessi risultano sensibilmente superiori a quelli necessari per il montaggio dei retraibili. Il deciso orientamento dei costruttori verso le nuove tecnologie di componenti preformati ha inoltre inciso negativamente sui costi decretandone in pratica labbandono. 8A volte si parla anche di giunti di ripa-

razione, ma realt non si tratta di veri e propri giunti. Consistono pi che altro in interventi di manutenzione effettuati su cavi in esercizio danneggiati da attrezzi meccanici di scavo quando intaccano la guaina esterna e/o lievemente lo schermo fisico senza arrivare a danneggiare lo schermo elettrico. Cos come abbastanza improprio parlare di giunti di isolamento. Nella pratica si tratta di un particolare accorgimento, che viene attuato quasi sempre in corrispondenza del giunto vero e proprio, che consiste nellinter-

rompere la continuit dello schermo metallico e nel creare una sovrapposizione isolata, geometricamente concentrica, degli estremi tagliati in grado di reggere una tensione a frequenza industriale dellordine di 1020 kV per qualche secondo. Questo serve ad impedire che la continuit metallica dello schermo mantenga in collegamento gli impianti di terra a cui sono collegati gli estremi del cavo, al fine evitare che in caso di guasto il potenziale di terra di un impianto si trasferisca sullaltro impianto di terra.

loro diversi come isolamento (isolamento in carta impregnata/isolamento solido estruso tipo EPR o XLPE) o con diversa configurazione del campo (giunto fra cavo cinturato a campo elettrico non radiale con cavo a campo elettrico radiale, ecc.). I terminali servono a collegare i cavi alle apparecchiature (quadri a MT e trasformatori MT/BT e, nella rete pubblica di distribuzione, anche le linee aeree in conduttori nudi). Hanno forme diverse che tengono conto anche delle condizioni ambientali dinstallazione. I principali tipi sono: terminali tradizionali da interno, fig 7 a); terminali tradizionali da esterno, fig. 7 b); caratterizzato da una campanatura che altro non un isolatore che allunga la linea di fuga, ossia il percorso superficiale tra il punto in tensione e la messa a terra dello schermo del cavo. In questo modo diminuisce il rischio di scarica superficiale, specialmente quando il terminale montato in ambiente inquinato ed umido9; terminali sconnettibili a spina di contatto per prese con isolatore a cono interno, fig. 7 c); sono utilizzati per il collegamento dei quadri a MT, di sezionamento e protezione, con i trasformatori MT/BT non protetti mediante
9Lalettatura o campanatura serve in pratica ad aumentare la distanza superficiale pi breve fra il punto in tensione e la massa. Nei terminali da esterno tipico il formarsi del tracking. Sulla superficie esterna dei terminali si forma normalmente uno deposito

difesa contro i contatti accidentali o per collegare i quadri compatti a MT totalmente isolati in SF6; terminali sconnettibili per prese con isolatori a cono esterno; servono per collegare i quadri MT di sezionamento e protezione con i trasformatori MT/BT a secco oltre che per il collegamento dei quadri totalmente in SF6, dove il collegamento viene eseguito connettendo il terminale su un isolatore a forma di cono che fuoriesce dallapparecchiatura.

Le principali fasi operative per lesecuzione di un giunto a MT


P re m e s s o ch e l o p e r a t o re d eve sempre seguire puntualmente le istruzioni di montaggio fornite dal costruttore, accluse alla confezione dellaccessorio, nel seguito vengono illustrate alcune delle fasi operative dinstallazione, aventi un carattere generale, di un classico giunto unipolare termorestringent e p e r c avo M T a d i s o l a m e n t o estruso in HEPR ovvero in XLPE. In assenza di indicazioni specifiche questi tipi daccessori possono essere messi in tensione appena confezionati. decisamente sconsigliabile lutilizzo di componenti
salino, generalmente umido. Il passaggio di correnti superficiali, anche di breve entit, pu provocare levaporazione dellumidit creando la cosiddetta dry band, banda asciutta. Ai capi della dry band si pu avere una forte differenza di potenziale tale da provocare un arco elettrico, con conse-

prelevati da confezioni di c o s t r u t tori d i v e r s i . Ogni accessorio viene infatti progettato in funzione della tecnologia dei materiali utilizzati (ad esempio per il cont ro l l o d e l campo elettrico posson o e s s e re impiegati sistemi a deflessione geometrica o materiali per realizz a re l a r i Fonte 3M frazione elettrica, ecc.). Soluzioni Fig. 7 Terminali: cos divera) da interno, b) da esterno, c) sconnettibile a spina di se sono gecontatto a cono interno neralmente incompatibili tanto guente deposito di residui carboniosi da provocare rapidamente, nel caconduttivi che diminuiscono di fatto la so degli impropri utilizzi di cui solinea di fuga delle correnti superficiali. pra, il cedimento dellaccessorio. Il ripetersi nel tempo di questo fenomePrima di iniziare i lavori quindi no pu portare alla creazione di una necessario verificare che la confetraccia carboniosa estesa a tutta la zione del giunto o del terminale sia lunghezza del terminale, con consecompleta di tutti i componenti e guente guasto a terra. i materiali indicati nellelenco

Segnare codice 604

completa lesecuzione del giunto. guaina isolante semiconduttiva, di cui La fase successiva allintroduzione alla figure 8 c) e d), devono essere apdelle guaine consiste nella esecuzioplicati solamente dopo aver riempito ne delle giunzioni elettriche ossia la zona dello smusso del connettore, nella connessione (o crimpatura) del oltre il livello dellisolante, e le zone connettore sugli estremi sguainati di raccordo (su entrambi i lati) fra il dei conduttori dei due tronchi di casemiconduttore esistente e lisolante, vo. Se si tratta di cavi in alluminio si mediante mastice ad alta costante devono praticare, mediante punzoni, dielettrica. Queste due operazioni dedelle indentature profonde (riemvono essere effettuate operando oppiendo portuni sormonti allo scopo di non gli alimprigionare aria. Si procede poi alla veoli con spalmatura di grasso siliconico sulle mastice) superfici dellisolante adeguatamenovvero te pulito di ogni traccia di polvere. Ald e l l e lo scopo di equalizzare il campo eletcomprestrico viene eseguita una nastratura sioni memetallica, adeguatamente sormontadiante ta, o installata una vera e propria calmatrici za metallica schermante bloccabile circolari agli estremi con molla a spirale. Si o esagoprovvede quindi al ripristino dello nali, se si schermo metallico mediante lattorcitratta di gliamento, da entrambi gli estremi, connetdei fili degli schermi e la loro giunziotori per ne mediante apposito connettore, cogiuntare me mostrato in fig 6.Vanno praticati, condutprima della messa in opera della tori i raguaina esterna di protezione, gli acme. Le corgimenti antiumidit. Nel caso di compresaccessori retraibili12 la funzione di sioni s i tenuta idraulica viene svolta dalla eseguono pressione dei tubi restringenti sul cacon presvo, eventualmente associata a nastrasa oleoditure e/o allapplicazione di mastici namica da tamponanti. Questi vengono applicati 130 kN, a cavallo del taglio della guaina fig. 9 a), e esterna, da entrambe i lati, fino a riapposite coprire le legature predisposte per Fig. 8 Alcune delle principali fasi operative del montaggio punzoni mantenere fermo linizio dellattorcidi un giunto termoretraibile (fonte Nexan) e matrici. gliamento dei fili dello schermo. In La sucmodo sintetico riportiamo di seguito cessione delle compressioni quella le fasi principali di carattere generaNelle fasi di sguainamento del cavo, rappresentata in fig. 9 b) e c). Luso di le che contraddistinguono lesecuche comunque devono sempre essepunzoni e matrici improprie o danzione di un terminale autoretraibire congruenti con la tipologia delneggiate non garantisce una comle13: laccessorio quindi da eseguire anpressione perfetta mettendo il gioco chesse seguendo le istruzioni del co preparare la testa del cavo; valori elevati di resistenza elettrica struttore (in particolare le quote di inserire e serrare il capocorda; della giunzioni che nel tempo danno taglio dellisolante e del semicondut eliminare le asperit dovute al serorigine a pericolosi surriscaldamenti tore), sono assolutamente da evitare raggio/punzonatura, riempendo con (cottura dellisolante). Devono esincisioni sul conduttore, sul semiconmastice le cavit sul capocorda (cavi sere eliminate tutte le eventuali bave duttore e sullisolante primario. Al) e fra capocorda e isolante; o asperit causate dalla matrice di A questultimo riguardo si devono applicare il nastro isolante sulle compressione o da attrezzi da taglio, usare utensili diversi per asportare il estremit dello schermo in Pb che rischiano di incidere, lacerare o semiconduttore estruso sullisolante (solo per cavi isolati in carta); forare gli straa secondo se questo in EPR o in XLti sovrastanti. PE. Nel primo caso si tratta infatti di La presenza effettuare una spellatura del semidi punte o conduttore evitando incisioni, nella bave, anche seconda ipotesi invece lattrezzo dese non perfove eseguire una vera e propria tornirano gli strati tura molto fine in modo di non lasciasovrastanti, re tracce di materiale semiconduttivo sono causa sullisolante stesso. Su uno dei trondi gradienti chi di cavio da giuntare vanno poi inconcentrati serite le guaine termorestringenti che portano che sono generalmente tre, (fig. 8 b) a scariche dallinterno verso lesterno), ossia la : p a r z i a l i guaina per il controllo del campo il aventi andacui compito quello di ridare al cammento radiapo elettrico un andamento regolare e le (effetto trauniformemente distribuito come illupano). Per strato in precedenza (possono essere lazionamenusati a detto scopo sia tecniche di to della testa deflessione geometrica che prevedooleodinamino limpiego di nastrature semiconca di cui soduttive, deflettori metallici, ecc., oppra si fa uso pure tecniche di rifrazione elettrica di un tubo che consistono nellimpiego di tubi o flessibile ad nastri ad alta costante dielettrica o a alta pressioresistivit non lineare); Fig.9 Pressa oleodinamica a), sequenza delle compressioni ne che si col guaina isolante semiconduttiva in nei connettori b), e nei capocorda c). lega con la genere formata da due strati; pompa. Que guaina di protezione esterna, ben sta pu esseevidente nella fig. 6, che viene applire a pedale oppure, come avviene in cata mediante termorestrizione (con lubrificare con silicone il tratto di modo sempre pi diffuso, del tipo aliattrezzo che a volte il costruttore imcavo interessato alla giunzione per mentata a batteria11 o a rete. Il manipone sia del tipo ad aria calda e non facilitare lo scorrimento dellelemena fiamma libera); questa guaina to tubolare; cotto per il controllo di campo e la predisposto dal costruttore. Il posto di lavoro deve essere adeguatamente allestito e devono essere preparati tutti gli attrezzi occorrenti allesecuzione dellaccessorio. Una fase sicuramente comune a tutti i tipi di accessori la preparazione del cavo, fig. 8 a). Essa prevede innanzitutto la pulizia esterna del cavo mediante solventi10.
ovviamente da evitare luso di solventi tossici e con basso punto dinfiammabilit quali: il clorotene, benzine, trieline ed altri. 11In molti casi i terminali, dove c da crimpare un capocorda sul conduttore, devono essere realizzati in elevazione e
10Sono

tenendo forzatamente posizionato lelemento tubolare, svolgere la spirale o sfilare il tubo; applicare una nastratura autoagglomerante allestremit dellelemento tubolare gi collassato; collegare la treccia di collegamento a terra sullo schermo del cavo bloccandola con molla a spirale (per cavi aerei caratterizzati dallavere una schermo di alluminio di spessore molto sottile il collegamento realizzato mediante la pressione di una grattugia fissata con nastro in acciaio; per cavi con schermo Pb il collegamento viene effettuato mediante saldobrasatura); applicare sulla stessa una nastratura autoagglomerante rifinendo con nastro in PVC.
Attrezzatura da lavoro14 per il montaggio di giunti e terminali
Una buona qualit e un corretto mantenimento dellattrezzatura costituisce una garanzia di affidabilit nellesecuzione dellaccessorio. Si tratta di una attrezzatura spesso di costo significativo che deve essere periodicamente sottoposta a manutenzione dintesa con le istruzioni della ditta costruttrice, alla quale pu essere opportuno affidarla per gli interventi pi delicati. Attrezzatura per la giunzione elettrica Pressa idraulica a mano da 45 kN Pressa idraulica con pompa a pedale o elettrica da 130 kN Pressa meccanica Serie completa di matrici e punzoni per connettori e capicorda in rame ed alluminio. Attrezzatura da taglio (per lasportazione della guaina esterna, dellisolante e del semiconduttore). Sguainacavi per cavi MT Spellacavi per isolante in gomma etilenpropilenica o in polietilene reticolato di cavi MT Spellacavi per semiconduttore di cavi MT isolati in gomma etilenpropilenica [HEPR] Spellacavi per semiconduttore di cavi MT isolati in polietilene reticolato [XLPE] Tranciacavo a cremagliera Cesoia manuale idraulica per conduttori in alluminio-acciaio Attrezzatura per termorestringere. Apparecchiatura a gas per saldare e termorestringere Attrezzatura per saldo-brasatura.

Leggi e normative per lesecuzione e lesercizio delle linee in cavo.


La progettazione e la costruzione delle linee in cavo interrato sono disciplinate dalla norma CEI 1117, anche per quanto attiene le distanze di rispetto da mantenere nelle interferenze con gli altri servizi a rete presente nel sottosuolo (acquedotti, reti gas e di telecomunicazioni, ecc.). Esistono poi le norme CEI, che costituiscono le specifiche di prodotto (specifiche tecniche che stabiliscono le prescrizioni per la costruzione, il collaudo e la fornitura), afferenti le varie tipologie di cavi e di accessori, le strutture di protezione (cavidotti, profili in resina o in cav, ecc.), resine e miscele di riempimento, teli antincendio, altri materiali di confezionamento.
14 Per

limpiego di una pompa a pedale riesce difficoltoso. 12 Luso di solventi inadeguati sui cavi isolati in carta impregnata, che lasciano sulle superfici residui oleosi o similari, possono essere causa della mancata presa dei componenti sul piombo dello

schermo e sul PVC della guaina protettiva. Su questi cavi, spesso sono per le raspature parziali a non dare garanzie di tenuta alla penetrazione di umidit. 13Ben inteso, allatto pratico, come sempre valgono le istruzioni di montaggio del costruttore

laccesso a cavi in esercizio necessitano ulteriori attrezzature, riguardanti lapplicazione delle misure di sicurezza previste dalle norme di legge e tecniche per il controllo del rischio elettrico, che non rientrano nella presente trattazione.

completa lesecuzione del giunto. guaina isolante semiconduttiva, di cui La fase successiva allintroduzione alla figure 8 c) e d), devono essere apdelle guaine consiste nella esecuzioplicati solamente dopo aver riempito ne delle giunzioni elettriche ossia la zona dello smusso del connettore, nella connessione (o crimpatura) del oltre il livello dellisolante, e le zone connettore sugli estremi sguainati di raccordo (su entrambi i lati) fra il dei conduttori dei due tronchi di casemiconduttore esistente e lisolante, vo. Se si tratta di cavi in alluminio si mediante mastice ad alta costante devono praticare, mediante punzoni, dielettrica. Queste due operazioni dedelle indentature profonde (riemvono essere effettuate operando oppiendo portuni sormonti allo scopo di non gli alimprigionare aria. Si procede poi alla veoli con spalmatura di grasso siliconico sulle mastice) superfici dellisolante adeguatamenovvero te pulito di ogni traccia di polvere. Ald e l l e lo scopo di equalizzare il campo eletcomprestrico viene eseguita una nastratura sioni memetallica, adeguatamente sormontadiante ta, o installata una vera e propria calmatrici za metallica schermante bloccabile circolari agli estremi con molla a spirale. Si o esagoprovvede quindi al ripristino dello nali, se si schermo metallico mediante lattorcitratta di gliamento, da entrambi gli estremi, connetdei fili degli schermi e la loro giunziotori per ne mediante apposito connettore, cogiuntare me mostrato in fig 6.Vanno praticati, condutprima della messa in opera della tori i raguaina esterna di protezione, gli acme. Le corgimenti antiumidit. Nel caso di compresaccessori retraibili12 la funzione di sioni s i tenuta idraulica viene svolta dalla eseguono pressione dei tubi restringenti sul cacon presvo, eventualmente associata a nastrasa oleoditure e/o allapplicazione di mastici namica da tamponanti. Questi vengono applicati 130 kN, a cavallo del taglio della guaina fig. 9 a), e esterna, da entrambe i lati, fino a riapposite coprire le legature predisposte per Fig. 8 Alcune delle principali fasi operative del montaggio punzoni mantenere fermo linizio dellattorcidi un giunto termoretraibile (fonte Nexan) e matrici. gliamento dei fili dello schermo. In La sucmodo sintetico riportiamo di seguito cessione delle compressioni quella le fasi principali di carattere generaNelle fasi di sguainamento del cavo, rappresentata in fig. 9 b) e c). Luso di le che contraddistinguono lesecuche comunque devono sempre essepunzoni e matrici improprie o danzione di un terminale autoretraibire congruenti con la tipologia delneggiate non garantisce una comle13: laccessorio quindi da eseguire anpressione perfetta mettendo il gioco chesse seguendo le istruzioni del co preparare la testa del cavo; valori elevati di resistenza elettrica struttore (in particolare le quote di inserire e serrare il capocorda; della giunzioni che nel tempo danno taglio dellisolante e del semicondut eliminare le asperit dovute al serorigine a pericolosi surriscaldamenti tore), sono assolutamente da evitare raggio/punzonatura, riempendo con (cottura dellisolante). Devono esincisioni sul conduttore, sul semiconmastice le cavit sul capocorda (cavi sere eliminate tutte le eventuali bave duttore e sullisolante primario. Al) e fra capocorda e isolante; o asperit causate dalla matrice di A questultimo riguardo si devono applicare il nastro isolante sulle compressione o da attrezzi da taglio, usare utensili diversi per asportare il estremit dello schermo in Pb che rischiano di incidere, lacerare o semiconduttore estruso sullisolante (solo per cavi isolati in carta); forare gli straa secondo se questo in EPR o in XLti sovrastanti. PE. Nel primo caso si tratta infatti di La presenza effettuare una spellatura del semidi punte o conduttore evitando incisioni, nella bave, anche seconda ipotesi invece lattrezzo dese non perfove eseguire una vera e propria tornirano gli strati tura molto fine in modo di non lasciasovrastanti, re tracce di materiale semiconduttivo sono causa sullisolante stesso. Su uno dei trondi gradienti chi di cavio da giuntare vanno poi inconcentrati serite le guaine termorestringenti che portano che sono generalmente tre, (fig. 8 b) a scariche dallinterno verso lesterno), ossia la : p a r z i a l i guaina per il controllo del campo il aventi andacui compito quello di ridare al cammento radiapo elettrico un andamento regolare e le (effetto trauniformemente distribuito come illupano). Per strato in precedenza (possono essere lazionamenusati a detto scopo sia tecniche di to della testa deflessione geometrica che prevedooleodinamino limpiego di nastrature semiconca di cui soduttive, deflettori metallici, ecc., oppra si fa uso pure tecniche di rifrazione elettrica di un tubo che consistono nellimpiego di tubi o flessibile ad nastri ad alta costante dielettrica o a alta pressioresistivit non lineare); Fig.9 Pressa oleodinamica a), sequenza delle compressioni ne che si col guaina isolante semiconduttiva in nei connettori b), e nei capocorda c). lega con la genere formata da due strati; pompa. Que guaina di protezione esterna, ben sta pu esseevidente nella fig. 6, che viene applire a pedale oppure, come avviene in cata mediante termorestrizione (con lubrificare con silicone il tratto di modo sempre pi diffuso, del tipo aliattrezzo che a volte il costruttore imcavo interessato alla giunzione per mentata a batteria11 o a rete. Il manipone sia del tipo ad aria calda e non facilitare lo scorrimento dellelemena fiamma libera); questa guaina to tubolare; cotto per il controllo di campo e la predisposto dal costruttore. Il posto di lavoro deve essere adeguatamente allestito e devono essere preparati tutti gli attrezzi occorrenti allesecuzione dellaccessorio. Una fase sicuramente comune a tutti i tipi di accessori la preparazione del cavo, fig. 8 a). Essa prevede innanzitutto la pulizia esterna del cavo mediante solventi10.
ovviamente da evitare luso di solventi tossici e con basso punto dinfiammabilit quali: il clorotene, benzine, trieline ed altri. 11In molti casi i terminali, dove c da crimpare un capocorda sul conduttore, devono essere realizzati in elevazione e
10Sono

tenendo forzatamente posizionato lelemento tubolare, svolgere la spirale o sfilare il tubo; applicare una nastratura autoagglomerante allestremit dellelemento tubolare gi collassato; collegare la treccia di collegamento a terra sullo schermo del cavo bloccandola con molla a spirale (per cavi aerei caratterizzati dallavere una schermo di alluminio di spessore molto sottile il collegamento realizzato mediante la pressione di una grattugia fissata con nastro in acciaio; per cavi con schermo Pb il collegamento viene effettuato mediante saldobrasatura); applicare sulla stessa una nastratura autoagglomerante rifinendo con nastro in PVC.
Attrezzatura da lavoro14 per il montaggio di giunti e terminali
Una buona qualit e un corretto mantenimento dellattrezzatura costituisce una garanzia di affidabilit nellesecuzione dellaccessorio. Si tratta di una attrezzatura spesso di costo significativo che deve essere periodicamente sottoposta a manutenzione dintesa con le istruzioni della ditta costruttrice, alla quale pu essere opportuno affidarla per gli interventi pi delicati. Attrezzatura per la giunzione elettrica Pressa idraulica a mano da 45 kN Pressa idraulica con pompa a pedale o elettrica da 130 kN Pressa meccanica Serie completa di matrici e punzoni per connettori e capicorda in rame ed alluminio. Attrezzatura da taglio (per lasportazione della guaina esterna, dellisolante e del semiconduttore). Sguainacavi per cavi MT Spellacavi per isolante in gomma etilenpropilenica o in polietilene reticolato di cavi MT Spellacavi per semiconduttore di cavi MT isolati in gomma etilenpropilenica [HEPR] Spellacavi per semiconduttore di cavi MT isolati in polietilene reticolato [XLPE] Tranciacavo a cremagliera Cesoia manuale idraulica per conduttori in alluminio-acciaio Attrezzatura per termorestringere. Apparecchiatura a gas per saldare e termorestringere Attrezzatura per saldo-brasatura.

Leggi e normative per lesecuzione e lesercizio delle linee in cavo.


La progettazione e la costruzione delle linee in cavo interrato sono disciplinate dalla norma CEI 1117, anche per quanto attiene le distanze di rispetto da mantenere nelle interferenze con gli altri servizi a rete presente nel sottosuolo (acquedotti, reti gas e di telecomunicazioni, ecc.). Esistono poi le norme CEI, che costituiscono le specifiche di prodotto (specifiche tecniche che stabiliscono le prescrizioni per la costruzione, il collaudo e la fornitura), afferenti le varie tipologie di cavi e di accessori, le strutture di protezione (cavidotti, profili in resina o in cav, ecc.), resine e miscele di riempimento, teli antincendio, altri materiali di confezionamento.
14 Per

limpiego di una pompa a pedale riesce difficoltoso. 12 Luso di solventi inadeguati sui cavi isolati in carta impregnata, che lasciano sulle superfici residui oleosi o similari, possono essere causa della mancata presa dei componenti sul piombo dello

schermo e sul PVC della guaina protettiva. Su questi cavi, spesso sono per le raspature parziali a non dare garanzie di tenuta alla penetrazione di umidit. 13Ben inteso, allatto pratico, come sempre valgono le istruzioni di montaggio del costruttore

laccesso a cavi in esercizio necessitano ulteriori attrezzature, riguardanti lapplicazione delle misure di sicurezza previste dalle norme di legge e tecniche per il controllo del rischio elettrico, che non rientrano nella presente trattazione.