Sei sulla pagina 1di 30

TABELLA CEI-UNEL

N

O

R

M

A

Norma Italiana

CEI-UNEL 35024/1

I

T

A

L

I

A

N

A

CEI

Data Pubblicazione

1997-06

Classificazione

CEI 20

Fascicolo

3516

Titolo

Cavi elettrici isolati con materiale elastomerico o termoplastico per tensioni nominali non superiori a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua

Portate di corrente in regime permanente per posa in aria

Title

Elastomeric and thermoplastic insulated power cables for rated voltages not exceeding 1000 V a.c./1500 V d.c.

Continuous current capacities for cables laid in air

V d.c. Continuous current capacities for cables laid in air COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO CAVI E APPARECCHIATURE

COMITATO

ELETTROTECNICO

ITALIANO

for cables laid in air COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO CAVI E APPARECCHIATURE PER DISTRIBUZIONE NORMA TECNICA CNR

CAVI E APPARECCHIATURE PER DISTRIBUZIONE

NORMA TECNICA
NORMA TECNICA

CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE • AEI ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

SOMMARIO

La presente Norma CEI-UNEL è basata sul Rapporto CENELEC R 064001 (1991) e sostituisce, congiun- tamente alla 35024/2, la Tabella CEI-UNEL 35024-70. La Parte 2 della presente Norma riguarda le portate dei cavi a isolamento minerale.

DESCRITTORI

Cavi;

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI

Nazionali

Europei

Internazionali

Legislativi

 

INFORMAZIONI EDITORIALI

 

Norma Italiana

CEI 20

Pubblicazione Tabella CEI-UNEL

Carattere Doc.

Stato Edizione

In vigore

Data validità

1997-8-1

Ambito validità

Nazionale

Varianti

Nessuna

Ed. Prec. Fasc.

35024-70

Comitato Tecnico 20-Cavi per energia

 

Approvata dal Presidente del CEI

in Data 1997-6-17

 

in Data

Sottoposta a inchiesta pubblica come Progetto C.622

 

Chiusa in data

1995-7-31

Gruppo Abb.

4

Sezioni Abb.

A

ICS

CDU

INDICE GENERALE

Rif.

Argomento

Pag .

1

CAMPO DI APPLICAZIONE

1

2

VALORI DELLE PORTATE

1

2.1

Tabelle

1

2.2

Tipologie di cavo

2

2.3

Numero di conduttori caricati

2

2.4

Temperature massime di funzionamento

2

2.5

Temperatura ambiente

2

3

DESCRIZIONE DEI TIPI DI POSA DI RIFERIMENTO

2

3.1

Cavi posti in tubi protettivi installati in pareti termicamente isolanti

2

3.2

Cavi posti in tubi protettivi o canali su parete

3

3.3

Cavi fissati su parete

3

3.4

Cavi installati in aria libera

3

3.5

Condizioni particolari di installazione o di esercizio

4

4

FATTORI DI CORREZIONE

4

4.1

Circuiti installati in fascio o in strato

4

4.2

Fasci contenenti conduttori di sezione differente

4

4.3

Conduttori debolmente caricati

5

4.4

Carico intermittente e variabile

5

4.5

Conduttori in parallelo

5

 

Fig. 1

6

Tab. I Cavi unipolari senza guaina Tab. II Cavi multipolari Tab. III Fattore di correzione k 1 per temperature ambiente diverse da 30 ° C Tab. IV Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi installati in fascio o strato Tab. V Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi multipolari installati in strato su più supporti (es. passerelle) Tab. VI Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi unipolari installati in strato su più supporti (es. passerelle)

7

10

11

12

13

14

APPENDICE

 

A

15

1

CAMPO DI APPLICAZIONE

 

La

presente Norma CEI-UNEL si applica alle portate dei cavi elettrici utilizzati per

installazioni fisse le cui tipologie sono descritte nella Norma CEI 64-8, Parte 5.

Non si applica ad installazioni con cavi per servizio mobile che alimentano appa- recchi utilizzatori collegati ad installazioni fisse, a cavi interrati o posati in acqua, a cavi posti all’interno di apparecchi elettrici o quadri e a cavi per rotabili o aero- mobili.

La

presente Norma CEI-UNEL è applicabile ai cavi operanti in sistemi per tensio-

ne nominale fino a 1000 V in corrente alternata a frequenza industriale (50 o 60 Hz) e a 1500 V in corrente continua, aventi caratteristiche costruttive ri- spondenti alle norme CEI e CEI-UNEL vigenti. Vedasi in proposito anche l’art. 523.1.3 della Norma CEI 64-8.

2

VALORI DELLE PORTATE

2.1

Tabelle

Le Tabelle I e II specificano le portate dei cavi con conduttori di rame per i tipi

più comuni di posa.

Con riferimento alla Norma CEI 64-8, Parte 5, vengono indicate altre metodologie

di posa assimilabili, per le quali le portate indicate possono ritenersi ancora ap-

plicabili. I valori di portata non considerano l’eventuale azione del sole (per esempio per i cavi sospesi a fune portante o per installazioni esterne non protette da opportuni schermi).

La portata I z (A) di un cavo, in una determinata condizione di installazione, si ri-

cava con la seguente formula:

I z

=

I

o ×

k 1 ×

k 2

dove:

I o =

k 1 =

k 2 =

portata in aria a 30 ° C relativa al metodo di installazione previsto, ricavata dalle Tabelle I o II;

fattore

30 ° C

(Tabella III);

fattore di correzione per più circuiti installati in fascio o strato (Tabella IV, V o VI)

di

correzione

per

temperature

ambiente

diverse

da

Si danno nel seguito le definizioni di strato e di fascio.

Strato:

Insieme di più circuiti realizzati con cavi installati affiancati, distanziati o no, disposti in orizzontale o in verticale. I cavi su strato sono installati su muro, passerella, soffitto, pavimento o su scala portacavi.

Note:

1

Due cavi unipolari, appartenenti a circuiti diversi, sono distanziati quando la distanza tra loro supera due volte il diametro esterno del cavo di sezione superiore.

2

Due cavi multipolari sono distanziati quando la distanza tra loro è almeno uguale al dia- metro esterno del cavo più grande.

Fascio:

Insieme di più circuiti realizzati con cavi non distanziati e non installati in strato.

Nota Più strati sovrapposti su un unico supporto (es. passerella) sono da considerare un fascio.

2.2

Tipologie di cavo

 
 

I

valori di portata sono relativi a cavi non armati; essi possono essere applicati

anche a cavi multipolari armati a condizione che questi, per funzionamento in corrente alternata, contengano tutti i conduttori attivi appartenenti al circuito. Le portate sono anche applicabili a cavi multipolari con schermo, conduttore di neutro concentrico, o guaina metallica globale.

Nel caso di cavi unipolari armati o schermati con funzionamento in corrente al- ternata, è necessario calcolare la portata di corrente con il metodo indicato nella Norma CEI 20-21. Ciò in quanto essa è da ritenersi inferiore a causa delle perdite dovute alla corrente di circolazione nelle armature o schermi conseguenti, in par- ticolare, alla loro cortocircuitazione alle estremità del collegamento.

2.3

Numero di conduttori caricati

 

Il numero dei conduttori da prendere in considerazione è quello dei conduttori

“caricati”, cioè percorsi effettivamente da corrente. Per il calcolo della portata, il sistema trifase è supposto equilibrato. Nel caso che il sistema trifase sia soggetto

lievi squilibri, per il calcolo della portata deve essere considerata la fase più ca- ricata.

a

Per carichi trifase fortemente squilibrati la portata deve essere calcolata per il sin- golo caso particolare, verificando che anche il conduttore di neutro risulti di se- zione adeguata. In presenza di armoniche (in particolare la terza e multiple di es- sa) occorre calcolare di volta in volta il carico ed il numero dei conduttori attivi

da

considerare.

Nota Questo argomento è allo studio in ambito internazionale.

2.4

Temperature massime di funzionamento

 

Le

portate indicate nelle Tabelle I e II sono stabilite per la massima temperatura

di

funzionamento ammissibile, indicata in calce a ciascuna tabella, in funzione

del tipo di materiale isolante.

2.5

Temperatura ambiente

 
 

I

valori delle portate sono basati su una temperatura ambiente di 30 °C.

Per altre temperature ambiente, i valori delle portate devono essere moltiplicati per gli appropriati fattori di correzione deducibili dalla Tabella III.

3

DESCRIZIONE DEI TIPI DI POSA DI RIFERIMENTO

3.1

Cavi posti in tubi protettivi installati in pareti termicamente isolanti

 

La

parete consiste di una struttura esterna resistente alle intemperie, di un isolan-

te

termico e di un rivestimento interno di legno o materiale simile avente un co-

efficiente di trasmissione termica di almeno 10 W/m 2 x K.

Il tubo protettivo è fissato vicino, non necessariamente a contatto, al rivestimento interno. Si è assunto che il calore generato dal cavo si disperda solo attraverso il rivestimento interno. Il tubo può essere metallico o plastico.

3.2 Cavi posti in tubi protettivi o canali su parete

La conduttura può essere installata su parete in legno o similare. Il tubo protetti- vo o canale può essere metallico o isolante. Dove la conduttura è fissata a una parete in muratura, o incassata nella stessa, la portata può essere più elevata, tut- tavia si assume la medesima portata. Si considerano su pareti condutture per le quali la distanza dalla parete sia infe- riore a 0,3 volte il diametro del tubo protettivo.

3.3 Cavi fissati su parete

Cavo installato su una parete in legno o similare. Dove il cavo è fissato su (o in- cassato in) una parete in muratura, la portata può essere più elevata; si assume la stessa portata a favore della sicurezza. Si considerano su pareti cavi la cui distanza dalla parete sia inferiore a 0,3 volte il diametro del cavo. La situazione di cavi unipolari con isolamento elastomerico o termoplastico fissati direttamente su parete, non distanziati, è tuttora allo studio. Per questa metodolo- gia di installazione possono essere assunti i valori relativi ai cavi multipolari su parete, essendo dalla parte della sicurezza.

3.4 Cavi installati in aria libera

Il cavo è montato in modo tale che la dissipazione totale del calore non sia impe- dita e risultino trascurabili i riscaldamenti provenienti dal terreno e da altre sor- genti di calore. Precauzioni devono essere prese per non impedire la convezione naturale dell’aria. In pratica, una distanza libera tra il cavo e la parete almeno uguale a 0,3 volte il diametro esterno del cavo è sufficiente per permettere l’applicazione delle portate appropriate per la posa in aria libera. I cavi su passerella sono da considerarsi in aria libera se la passerella risulta per- forata in maniera tale che i fori occupino più del 30% della superficie della base. Se per ragioni di protezione meccanica un cavo è posato entro un tubo o un ca- nale aperti alle estremità oppure il tubo protettivo o il canale è installato in aria o su una superficie verticale, non si tiene conto di alcuna riduzione di portata allor- ché la lunghezza dell’attraversamento non ecceda i seguenti limiti:

0,5 m per cavi di sezione dei conduttori fino a 10mm 2 ; 1,0 m per sezioni oltre 10 e fino a 95 mm 2 ; 1,5 m per sezioni oltre 95 mm 2 . Dove la canalizzazione risulti passante o installata su un materiale avente resistività termica maggiore di 2 K m/W (es. materiali plastici o coibenti) non deve essere superata una lunghezza di 0,2 m, a meno che la portata non sia ri- dotta in modo appropriato. Ulteriori informazioni possono essere ricavate dalla Tabella IV della Norma CEI 20-21.

3.5

Condizioni particolari di installazione o di esercizio

 

Allorché esistano condizioni particolari di servizio o di installazione dei cavi (ad

es. condutture esposte ad intensa radiazione solare diretta, cavi in galleria o cuni- colo non aerato), la determinazione dei valori di portata viene eseguita servendo-

si

del metodo descritto nelle Pubblicazioni CEI 20-21 e CEI 20-42/1.

4

FATTORI DI CORREZIONE

4.1

Circuiti installati in fascio o in strato

 

Quando più circuiti in cavo sono installati nello stesso fascio posti in uno o più strati orizzontali o verticali distanziati, la portata deve essere moltiplicata per l’ap- posito fattore di correzione dato nelle Tabelle IV, V o VI. Ulteriori commenti sono riportati in calce alle suddette tabelle. Per gruppi contenenti cavi con diversa massima temperatura ammissibile di eser- cizio (es. EPR e PVC), la portata di tutti i cavi nel gruppo deve essere basata sulla tipologia di cavo avente la minore temperatura ammissibile di esercizio, insieme con l’appropriato fattore di correzione in fascio o strato.

4.2

Fasci contenenti conduttori di sezione differente

 

I fattori di correzione per fascio o strato sono stati calcolati supponendo che i fa- sci siano costituiti da cavi simili e uniformemente caricati. Il calcolo dei fattori di riduzione per fasci contenenti cavi con sezioni differenti, dipende dal numero to- tale di cavi nel fascio e dalle loro sezioni. Tali fattori non possono essere tabulati ma calcolati per ogni fascio o strato.

Nota Un gruppo è considerato di cavi simili quando il calcolo della portata per tutti i cavi è basato sulla stessa temperatura massima permissibile di esercizio e quando la variazione della sezio- ne dei conduttori risulta compresa entro tre sezioni adiacenti unificate (ad esempio, tra 10 e 25 mm 2 ).

4.2.1

Fascio di cavi in tubi protettivi o canali

Il fattore di correzione, a favore della sicurezza, per un fascio contenente cavi di

diversa sezione è dato da:

F

=

1

------- n
-------
n

dove:

F

=

fattore di correzione (sostituisce k 2 )

n

=

numero di circuiti del fascio

Il

fattore di correzione ottenuto dalla equazione soprariportata riduce il rischio di

sovraccarico dei cavi aventi sezione minore, ma può portare ad una sotto-utiliz- zazione dei cavi con sezione maggiore. Questa sotto-utilizzazione può essere evi- tata se il fascio di cavi è costituito solo da cavi simili.

4.2.2

Strato di cavi su passerella

Quando uno strato contiene cavi con sezioni differenti, occorre porre particolare attenzione al carico relativo ai cavi di sezione minore. In tal caso, è preferibile adottare un metodo di calcolo adatto. L’impiego del fattore di correzione calcola- to come in 4.2.1 fornisce risultati a favore della sicurezza.

4.3

Conduttori debolmente caricati

 

Quando risulta dalle condizioni di funzionamento dell’installazione che il carico per tutti i conduttori attivi è inferiore al 100% della portata, il fattore di correzione può essere superiore. Per fasci e strati di cavi simili, se per un circuito è nota con certezza la condizio- ne di esercizio e qualora essa comporti una corrente di valore inferiore al 30% di quella ottenuta previa applicazione di tutti gli opportuni coefficienti di correzione relativi a tutto il fascio o strato di cavi, allora tale circuito può non essere preso in considerazione ai fini del calcolo del fattore di correzione per i restanti cavi del fascio o strato.

4.4

Carico intermittente e variabile

 

Il fattore di correzione per fascio o strato è stato calcolato a partire dal funziona- mento permanente con un carico del 100% della portata per tutti i conduttori ca- ricati. Se per alcune condizioni di funzionamento il carico dei conduttori attivi è variabile o intermittente, i fattori possono essere più elevati. In ogni caso, per il calcolo in regime variabile o intermittente occorre tenere con- to della corrente termicamente equivalente che, in regime continuo, porterebbe i conduttori alla stessa temperatura nominale di riferimento.

4.5

Conduttori in parallelo

Quando due o più conduttori sono collegati in parallelo nella stessa fase o polo del sistema, è necessario prendere in considerazione particolari accorgimenti al fine di assicurare che la corrente sia equamente suddivisa tra di essi. Questi prov- vedimenti risultano ottemperati se:

a) i conduttori hanno uguale sezione e sono costituiti dallo stesso materiale;

b) i conduttori hanno approssimativamente la stessa lunghezza e non hanno de- rivazioni intermedie di altri circuiti;

c) i conduttori in parallelo appartengono tutti a cavi multipolari o unipolari cor-

dati ad elica o trasposti lungo il percorso. Per cavi unipolari non cordati o trasposti, disposti a trifoglio o in piano, aventi conduttori in rame con sezione > 50 mm 2 o in alluminio con sezione > 70 mm 2 , si devono adottare particolari accorgimenti di installazione relativamente alla spa- ziatura delle fasi e la sequenza ottimale delle stesse. La Figura 1 fornisce alcuni esempi di tali accorgimenti.

Fig. 1

Numero di conduttori per fase

Disposizione dei conduttori (fasi L 1 L 2 L 3 )

2

2
2

3

3
3

2

2

Continua

Tab. I Cavi unipolari senza guaina (1)

   

630

 

500

 

400

 

300

 

240

320

286

424

380

415

369

 

555

490

461

415

185

273

245

362

324

353

314

 

472

417

392

353

150

240

216

318

285

309

275

 

402

355

344

309

120

210

188

278

249

269

239

 

354

312

299

269

Portata (A)

Sezione (mm 2 )

 

95

182

164

241

216

232

207

 

306

269

258

232

327

293

 

70

151

136

200

179

192

171

 

253

222

213

192

270

242

 

50

119

108

158

141

151

134

 

198

175

168

151

212

190

   

35

99

89

131

117

125

110

 

164

144

138

125

175

157

25

80

73

106

95

101

89

 

133

117

112

101

142

127

16

61

56

81

73

76

68

 

100

88

85

76

107

96

10

46

42

61

54

57

50

 

75

66

63

57

80

71

6

34

31

45

40

41

36

 

54

48

46

36

58

48

4

26

24

36

31

32

28

 

42

37

35

28

45

37

2,5

19,5

18

26

23

24

21

 

31

28

26

21

33

28

1,5

14,5

13,5

19

17

17,5

15,5

 

23

20

19,5

15,5

24

20

 

(5)

1

13,5

12

 

17

15

 

Numero

cond.

caricati

2

3

2

3

2

3

 

2

3

2

3

2

3

 

isolamento

Tipo di

 

PVC (2)

 

EPR (3)

PVC (2)

 

EPR (3)

 

PVC (2)

 

EPR (3)

Altri tipi di posa Rif. Appendice A

(4)

1-51-71

73-74

 

3-4-5-22

23-24-31-32-

33-34-41-42-

72

 

18

 

Metodologia tipica di installazione

   
  Metodologia tipica di installazione     Cavi in tubo incassato in parete isolante   Cavi

Cavi in tubo incassato in parete isolante

 

Cavi in tubo in aria

Cavi in tubo in aria
 
in tubo incassato in parete isolante   Cavi in tubo in aria   Cavi in aria

Cavi in aria libera in posizione non accessibile

Continua

Continua

   

630

855

 

1088

1005

905

 

1254

1151

1138

1138

1454

1454

500

656 749

 

823 946

868

789

 

1083

868 998

982

982

1253

1253

400

   

754

689

 

940

852

852

1085

1085

300

561

 

703

629

587

 

783

736

709

709

902

902

240

485

 

607

546

507

 

679

634

615

615

781

781

185

409

 

510

463

427

 

575

533

521

521

661

661

150

356

 

444

406

372

 

504

464

456

456

577

577

Sezione (mm 2 )

 

120

264 308

 

328 383

352

321

 

437

400

396

396

500

500

Portata (A)

 

95

   

304

275

 

377

342

341

341

430

430

 

70

167 216

 

207 268

251

225

 

310

279

281

281

353

353

   

50

   

196

174

 

242

216

219

219

275

275

35

137

 

162

143

 

200

176

181

181

226

226

25

85 110

 

107 135 169

131

114

 

161

141

146

146

182

182

16

   

96

85

 

119

107

10

63

 

80

71

63

 

88

80

6

46

 

58

52

46

 

64

58

4

35

 

45

40

35

 

50

45

2,5

   

33

30

26

 

37

33

1,5

19,5 26

 

24

22

19,5

 

27

24

 

(5)

1

 

 

 

Numero

cond.

caricati

3

 

3

2

3

 

2

3

2

3

2

3

 

isolamento

Tipo di

 

PVC (2)

 

EPR (3)

PVC (2)

 

EPR (3)

 

PVC (2)

 

EPR (3)

Altri tipi di posa Rif. Appendice A

(4)

 

11-12-21-25-

43-52-53

 

13-14-15-16-

17

 

14-15-16

 

Metodologia tipica di installazione

 
  Metodologia tipica di installazione   Cavi in aria libera a trifoglio Cavi in aria libera

Cavi in aria libera a trifoglio

di installazione   Cavi in aria libera a trifoglio Cavi in aria libera in piano a

Cavi in aria libera in piano a contatto

 
libera a trifoglio Cavi in aria libera in piano a contatto   Cavi in aria libera

Cavi in aria libera distanziati su un piano orizzontale

Fine Tab.

Continua

   

630

1070

1070

1362

1362

 

500

920

920

1169

1169

400

795

795

1008

1008

300

659

659

833

833

240

569

569

719

719

185

480

480

605

605

150

419

419

527

527

Sezione (mm 2 )

 

120

362

362

454

454

Portata (A)

 

95

311

311

389

389

 

70

254

254

318

318

   

50

197

197

246

246

 

(3) Mescola elastomerica reticolata a base di gomma etilenpropilenica o similari (temperatura massima del conduttore = 90 °C).

52C). relative norme CEI o CEI-UNEL

(Tabella dalle

consentiti

casi 64-8

Norma ai CEI

è limitato

1 mm della 2

3 a edizione

dalla sezione

cavi con

assunte

Condizioni dei

(4) L’impiego

(5)

35

162

162

201

201

25

130

130

161

161

16

10

6

 

(2) Mescola termoplastica a base di polivinicloruro (temperatura massima del conduttore = 70 °C).

4

2,5

1,5

(1) Per i cavi con guaina e posa in tubo possono essere adottate le stesse portate.

 

(5)

1

 

Numero

cond.

caricati

2

3

2

3

 

isolamento

Tipo di

 

PVC (2)

 

EPR (3)

Altri tipi di posa Rif. Appendice A

(4)

 

14-15-16

 
 

Metodologia tipica di installazione

   
 

Cavi in aria libera distanziati su piano verticale

Cavi in aria libera distanziati su piano verticale

Tab. II Cavi multipolari

   

300

334

298

442

396

394

339

 

532

455

593

497

 

741

621

530

464

 

693

576

 

240

291

261

386

346

344

297

 

459

398

514

430

 

641

538

461

403

 

599

500

185

248

223

329

295

294

255

 

384

340

434

364

 

542

456

392

341

 

506

424

150

219

196

290

259

258

225

 

334

300

379

319

 

473

399

344

299

 

441

371

120

192

172

253

227

232

206

 

305

268

328

276

 

410

346

299

259

 

382

322

95

167

150

220

197

201

179

 

265

233

282

238

 

352

298

258

223

 

328

278

Sezione (mm 2 )

70

139

125

183

164

168

149

 

221

194

232

196

 

289

246

213

184

 

269

229

Portata (A)

50

110

99

145

130

133

118

 

175

154

180

153

 

225

192

168

144

 

209

179

35

92

83

121

109

111

99

 

146

128

148

126

 

185

158

138

119

 

171

147

 

(3) Mescola elastomerica reticolata a base di gomma etilenpropilenica o similari (temperatura massima del conduttore = 90 °C).

 
   

25

75

68

99

89

90

80

 

119

105

119

101

 

149

127

112

96

 

138

119

16

57

52

76

68

69

62

 

91

80

94

80

 

115

100

85

76

 

107

96

10

43

39

57

51

52

46

 

69

60

70

60

 

86

75

63

57

 

80

71

(1) L’impiego dei cavi con sezione 1 mm 2 è limitato ai casi consentiti dalle relative norme CEI o CEI-UNEL

 

6

32

29

42

38

38

34

 

51

44

51

43

 

63

54

46

41

 

58

52

4

25

23

33

30

30

27

 

40

35

40

34

 

49

42

36

32

 

45

40

(2) Mescola termoplastica a base di polivinicloruro (temperatura massima del conduttore = 70 °C).

2,5

18,5

17,5

25

22

23

20

 

30

26

30

25

 

36

32

27

24

 

33

30

1,5

14

13

18,5

16,5

16,5

15

 

22

19,5

22

18,5

 

26

23

19,5

17,5

 

24

22

(1)

1

13,5

12

 

17

15

15

13,6

 

19

17

15

13,5

 

19

17

(4) Condizioni assunte dalla 3 a edizione della Norma CEI 64-8 (Tabella 52C).

 

Numero

cond.

caricati

2

3

2

3

2

3

 

2

3

2

3

 

2

3

2

3

 

2

3

 

isolamento

Tipo di

 

PVC (2)

 

EPR (3)

PVC (2)

 

EPR (3)

 

PVC (2)

 

EPR (3)

PVC (2)

 

EPR (3)

 

Altri tipi di posa Rif. Appendice A

(4)

 

2-51-73-74

 

3A-4A-21-

22A-5A-21A-

25-33A-31-

34A-43-32

 

13-14-15-16-

17

 

11-11A-52-

53

 

Metodologia tipica di installazione

 
  Metodologia tipica di installazione   Cavo in tubo incassato in parete isolante Cavo in tubo

Cavo in tubo incassato in parete isolante

  Cavo in tubo incassato in parete isolante Cavo in tubo in aria Cavo in aria

Cavo in tubo in aria

in tubo incassato in parete isolante Cavo in tubo in aria Cavo in aria libera, distanziato

Cavo in aria libera, distanziato dalla parete/soffitto o su passerella

 
aria libera, distanziato dalla parete/soffitto o su passerella   Cavo in aria libera, fissato alla parete/soffitto

Cavo in aria libera, fissato alla parete/soffitto

Tab. III Fattore di correzione k 1 per temperature ambiente diverse da 30 °C

 

Tipo di isolamento

Temp. ambiente

PVC

EPR

10

1,22

1,15

15

1,17

1,12

20

1,12

1,08

25

1,06

1,04

35

0,94

0,96

40

0,87

0,91

45

0,79

0,87

50

0,71

0,82

55

0,61

0,76

60

0,50

0,71

65

– 0,65

70

– 0,58

75

– 0,50

80

– 0,41

Tab. IV Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi installati in fascio o strato

Appendice A Numero di circuiti o di cavi multipolari Disposizione Articolo (cavi a 1 2
Appendice A
Numero di circuiti o di cavi multipolari
Disposizione
Articolo
(cavi a
1
2
3
4
5
6
7
8
9
12
16
20
contatto)
Condizioni
di posa
non
previste
negli
Raggruppati
articoli
1 1,00
a
fascio,
0,80
0,70
0,65
0,60
0,57
0,54
0,52
0,50
0,45
0,41
0,38
2-3-4-5-
annegati
seguenti e
nelle
tabelle V e
VI
Singolo
strato su
muro,
11-12-25
2 pavimento o
1,00
0,85
0,79
0,75
0,73
0,72
0,72
0,71
0,70
passerelle
non
perforate
Strato a
11A
3 0,95
0,81
0,72
0,68
0,66
0,64
0,63
0,62
0,61
soffitto
Strato su
passerelle
perforate
orizzontali
Nessuna ulteriore
riduzione per più
di 9 circuiti o cavi
multipolari
13
4 1,00
0,88
0,82
0,77
0,75
0,73
0,73
0,72
0,72
o
verticali
(perforate o
non
perforate)
Strato su
scala posa
14-15
5 cavi o
1,00
0,87
0,82
0,80
0,80
0,79
0,79
0,78
0,78
16-17
graffato ad
un sostegno
(1) Questi fattori sono applicabili a fascio o strato di cavi simili, uniformemente caricati.
(2) Dove le spaziature orizzontali fra cavi adiacenti, appartenenti a circuiti diversi, superano di due volte il diametro esterno del cavo di sezione
maggiore, non è necessario applicare il fattore di correzione.
(3) Sono applicabili gli stessi fattori per:
circuiti di cavi unipolari;
cavi multipolari.
(4) Se un sistema consiste sia di cavi bipolari sia tripolari, il numero di cavi è preso pari al numero dei circuiti e il corrispondente fattore è appli-
cato alle tabelle per due conduttori caricati per i cavi bipolari e a quella per tre conduttori caricati per cavi tripolari.
Esempio: un fascio di cavi multipolari installati su passerella, distanziati dalla parete, contiene 4 cavi bipolari da 25 mm 2
2
in PVC e 4 cavi tripolari da 35 mm
in PVC.
Il numero totale di cavi (o circuiti) simili è pari a 8, a cui corrisponde un coefficiente di correzione di 0,52 (caso 1).
Tale coefficiente si applica sia ai valori di portata relativi a cavi con 2 conduttori caricati da 25 mm 2 sia a 3 conduttori caricati da 35 mm 2
(119 e 126 A rispettivamente) ricavati dalla Tabella II.
(5) Se un fascio o strato consiste di “n” cavi unipolari carichi, si possono considerare sia come n/2 circuiti bipolari per sistemi fase-fase o fa-
se-terra, sia come n/3 circuiti tripolari per sistemi trifase.
(6) I valori dati sono la media sulla gamma delle dimensioni dei conduttori e dei tipi di installazione. La tolleranza dei valori riportati è entro il 5%.

Tab. V Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi multipolari installati in strato su più supporti (es. passerelle)

   

Metodo di

installazione

 

Numero di cavi

 

Appendice A

Numero di

           
 

passerelle

1

2

3

4

6

9

 

Passerelle

               

13

perforate

(Nota 1)

13 perforate (Nota 1) 2 3 1,00 1,00 0,87 0,86 0,80 0,79 0,77 0,76 0,73 0,71

2

3

1,00

1,00

0,87

0,86

0,80

0,79

0,77

0,76

0,73

0,71

0,68

0,66

2 1,00 0,99 0,96 0,92 0,87 –

2

1,00

0,99

0,96

0,92

0,87

3

1,00

0,98

0,95

0,91

0,85

 

Passerelle

  Passerelle              
             

verticali

perforate

2

1,00

0,88

0,81

0,76

0,71

0,70

13

(Nota 2)

2 1,00 0,91 0,88 0,87 0,85 –

2

1,00

0,91

0,88

0,87

0,85

 

Scala posa

               

cavi o

cavi o

elemento di

sostegno

2

3

1,00

1,00

0,86

0,85

0,80

0,79

0,78

0,76

0,76

0,73

0,73

0,70

14-15

(Nota 1)

16-17

16-17

2

1,00

0,99

0,98

0,97

0,96

3

1,00

0,98

0,97

0,96

0,93

Nota Questi fattori sono applicabili a cavi simili uniformemente caricati (1) I valori sono relativi a distanze verticali tra le passerelle di 300 mm. Per distanze verticali minori i fattori dovrebbero essere ridotti (2) I valori sono relativi a distanze orizzontali tra le passerelle di 225 mm, con passerelle montate dorso a dorso. Per distanze minori i fattori dovrebbero essere ridotti.

Tab. VI Fattori di correzione k 2 per circuiti realizzati con cavi unipolari installati in strato su più supporti (es. passerelle)

Per circuiti che hanno più cavi in parallelo per fase, ciascun gruppo trifase di conduttori dovrebbe essere considerato come un circuito ai fini dello scopo di questa tabella

   

Metodo di

installazione

 

Numero di circuiti trifasi

   

Appendice A

Numero di

       

Utilizzato per

 

passerelle

1

2

3

 
 

Passerelle

  Passerelle         3 Cavi in
  Passerelle         3 Cavi in
       

3

Cavi in

13

perforate

(Nota 1)

2

3

0,96

0,95

0,87

0,85

0,81

0,78

formazione

orizzontale

Passerelle

13

verticali

2

0,95

0,84

3

formazione