Sei sulla pagina 1di 76

HOFFRICHTER

CARAT I
Ventilatore

Manuale DUso
Versione software 2.100

Numero di serie Ogni prodotto HOFFRICHTER provvisto di un numero di serie che garantisce la tracciabilit del prodotto. Il numero di serie posto sulla targhetta di identificazione che si trova sul retro dellapparecchiatura. In caso di richieste o reclami, preghiamo sempre di comunicare il numero di serie.

Conformit Il prodotto conforme ai requisiti della direttiva europea 93/42/EEC.

Ventilatore CARAT I

1. Istruzioni per la Sicurezza . . . . . . . . . . . . . . .6 2. Legenda dei Simboli . . . . . . . . . . . . . . . . . .10 Sommario 3. Destinazione dUso . . . . . . . . . . . . . . . . . . .11 4. Descrizione del Ventilatore . . . . . . . . . . . . .12 4.1. Pannello Frontale . . . . . . . . . . . . . .12 4.2. Pannello Posteriore . . . . . . . . . . . .13 4.3. Display . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .14 4.3.1. Configurazione Display . . . . . . . . . .14 4.3.1.1. Barra Grafica della Pressione . . . . .14 4.3.1.2. Dati monitorati Paziente . . . . . . . .15 4.3.1.3. Area dei Simboli . . . . . . . . . . . . . . .15 4.3.1.4. Autonomia Residua Batteria . . . . . .16 4.3.1.5. Area di Testo . . . . . . . . . . . . . . . . .16 4.3.2. Display Standard . . . . . . . . . . . . . .17 4.3.3. Display dei Parametri Estesi . . . . . .18 4.3.3.1. Ora . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .18 4.3.3.2. Data . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .18 4.3.3.3. Luminosit Display . . . . . . . . . . . . .18 4.3.3.4. Tipo Display . . . . . . . . . . . . . . . . . .19 4.3.3.5. Volume dellAllarme . . . . . . . . . . . .20 4.3.3.6. Display I:E . . . . . . . . . . . . . . . . . . .20 4.3.3.7. Lingua . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .20 4.3.3.8. Parametri degli Allarmi Estesi . . . . .20 4.3.3.9. Valori Standard dei Parametri degli Allarmi Estesi . . . . . . . . . . . . .21 4.3.4. Display di Service . . . . . . . . . . . . . .21

Ventilatore CARAT I

4.3.5. Sommario

Display Monitoraggio in tempo reale22

5. Tecnologia del Ventilatore . . . . . . . . . . . . . .24 5.1. Parti Principali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .24 5.2. Descrizione delle Funzioni . . . . . . . . . . .27 6. Modalit di Ventilazione . . . . . . . . . . . . . . .29 6.1. Modalit PCV . . . . . . . . . . . . . . . . .29 6.2. Modalit PSV . . . . . . . . . . . . . . . . .30 6.3. Modalit SIMV . . . . . . . . . . . . . . . .31 6.4. Modalit VCV . . . . . . . . . . . . . . . . .32 7. Parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33 7.1. Parametri di ventilazione . . . . . . . . .33 7.1.1. Parametri di ventilazione Sul Display Standard . . . . . . . . . . .33 7.1.1.1. Impostazioni nella Modalit PCV . .33 7.1.1.2. Impostazioni nella Modalit PSV . . .34 7.1.1.3. Impostazioni nella Modalit SIMV . .35 7.1.1.4. Impostazioni nella Modalit VCV . .36 7.1.2. Descrizione dei Parametri di Ventilazione . . . . . . . . . . . . . . . . . .37 7.1.2.1. IPAP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .37 7.1.2.2. PS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .37 7.1.2.3. Volume . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .37 7.1.2.4. PEEP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .37 7.1.2.5. Frequenza / Frequenza SIMV . . . . .38 7.1.2.6. Limite di Apnea . . . . . . . . . . . . . . .38 7.1.2.7. Tempo Inspiratorio / I:E . . . . . . . . .38

7.1.2.8. 7.1.2.9. 7.1.2.10. 7.1.2.11. 7.1.2.12. 7.2. 7.2.1.

Rampa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .39 Trigger Inspiratorio . . . . . . . . . . . . .40 Trigger Espiratorio . . . . . . . . . . . . .41 Volume Minimo . . . . . . . . . . . . . . .41 Pressione Aggiuntiva . . . . . . . . . . .41 Parametri dAllarme . . . . . . . . . . . .42 Parametri dAllarme sul . . . . . . . . . . . Display Standard . . . . . . . . . . . . . .42 7.2.1.1. Impostazioni nelle Modalit PCV, PSV,SIMV . . . . . . . . . . . . . . .42 7.2.1.2. Impostazioni nelle Modalit VCV . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42 7.2.2 Parametri dall Allarme sul Display dei Parametri Estesi . . . .43 8. Avvio 8.1. 8.2. 8.3. 8.4. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44 Avvio del Ventilatore . . . . . . . . . . .44 Alimentazione Elettrica . . . . . . . . . .44 Connessione di un Circuito Paziente Monotubo . . . . .44 Accensione del Ventilatore . . . . . .45

9. Utilizzo dellOssigeno . . . . . . . . . . . . . . . . .46 10. Operazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .48 10.1. Accensione e Spegnimento . . . . .48 10.2. Inizio e Fine della Ventilazione . . . . .48 10.2.1 Inizio della Ventilazione . . . . . . . . . .48 10.2.2 Fine della Ventilazione . . . . . . . . . .48

Ventilatore CARAT I

10.3.

Abilitare e Disabilitare il Blocco di . . . Sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .49 10.4. Funzione del tasto esc | mode . . . .49 10.4.1 Escape . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .49 10.4.2. Selezionare la Modalit di Ventilazione . . . . . . . . . . . . . . . . . .50 10.4.2.1. Modifica della Modalit di Ventilazione con il Ventilatore in . . . . . Standby . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .50 10.4.2.2. Modifica della Modalit di Ventilazione durante a Ventilazione .50 10.5. Modifica dei Parametri di Ventilazione e dAllarme . . . . . . . . .50 10.6. Selezione del Display . . . . . . . . . . .51 10.7 Assegnazione delle Funzioni degli Elementi di Controllo . . . . . . .51 11. Allarmi e Messaggi dErrore . . . . . . . . . . . .52 11.1. Informazioni Generali . . . . . . . . . . .52 11.2. Allarmi Regolabili . . . . . . . . . . . . . .54 11.3. Definizione degli Allarmi e Messaggi dErrore . . . . . . . . . . . . .55 11.3.1 Messaggi dErrore relativi al Test Hardware durante laccensione . . . . . . . . . . . . . . . . .55 11.3.2. Definizione degli Allarmi di Alimentazione . . . . . . . . . . . . . . . . .56 11.3.3. Definizione Allarmi Vari . . . . . . . . . .57 11.3.4. Messaggi Addizionali . . . . . . . . . . .58

12. Pulizia e Disinfettazione . . . . . . . . . . . . . . .59 12.1. Utilizzo in Ospedale o a Domicilio . .59 12.2 Riutilizzo del Ventilatore su un altro Paziente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .61 13. Controllo delle Funzioni . . . . . . . . . . . . . . .62 14. Manutenzione e Controllo della Sicurezza Tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .64 15. Operazioni tramite energia elettrica esterna e Batteria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .65 15.1. Operazioni tramite energia elettrica Esterna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .65 15.2. Funzionamento con Batteria Interna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .65 16. Dati Tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .66 17. Indice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .68

Sommario

18. Dichiarazione di Conformit . . . . . . . . . . . .72

Ventilatore CARAT I

1. Istruzioni per la Sicurezza


1. Istruzioni per la Sicurezza 1.2. Istruzioni Fondamentali per la Sicurezza Le impostazioni sul ventilatore possono essere effettuate esclusivamente da personale medi co qualificato e sotto la supervisione di un medico. CARAT I deve essere utilizzato esclusivamente da persone che hanno letto e compreso perfettamente queste Istruzioni per l Utilizzo e che comunque hanno dimestichezza con il sistema. Qualunque non osservanza di queste istruzioni possono risultare pericolose per il paziente. Lutilizzo del CARAT I inteso principalmente per la cura domiciliare ed stato sviluppato in conformit a questi specifici standard. CARAT I raccomandato per le terapie di ventilazione non invasiva, e invasiva, temporanea o continua, tramite tracheotomia. I pazienti connessi a dispositivi salvavita devo no essere controllati costantemente. In caso di emergenza, deve essere disponibile, in qualsiasi momento una ventilazione opzionale, tipo un secondo ventilatore o di un sistema per la ventilazione di emergenza es.pallone ambu.

1.1.

1.1 Note Generali Avere sempre le Istruzioni per l Utilizzo accanto al ventilatore.

Il produttore responsabile della sicurezza, dellaffidabilit e della buona operativita del sistema unicamente se: il ventilatore viene utilizzato secondo le Istruzioni per l Utilizzo linstallazione, la riparazione, la manutenzione e le modifiche vengono apportate solo da per sonale tecnico si utilizzano esclusivamente parti di ricambio originali se le disposizioni sullassicurazione della qualit e della tracciabilit sono conformi

Ventilatore CARAT I

1. Istruzioni per la Sicurezza


CARAT I deve essere utilizzato esclusivamente sotto la responsabilit della prescrizione di un medico. Il ventilatore deve essere utilizzato esclusivamente sui pazienti, il cui quadro clinico necessita questa applicazione. Prestare attenzione per assicurarsi che il paziente rimanga connesso al circuito durante la ventilazione. E vietato operare sul ventilatore con anestetici infiammabili o camere daria contenenti gas esplosivi. Pericolo di incendio o di esplosione. Se l'ossigeno utilizzato in combinazione con la terapia respiratoria, la concentrazione di ossigeno in aria ambiente potrebbe aumentare. Prima di riutilizzare il dispositivo su un altro paziente, tutte le parti entrate in contatto con i gas di respirazione devono essere igienicamente trattati (v. Sezione 12). Le disposizioni fornite da queste Istruzioni per l Utilizzo e le normative applicabili da parte del singolo ospedale o casa di cura devono aderire al trattamento sull igiene e la pulizia del ventilatore. Per assicurare un funzionamento affidabile, posizionare il ventilatore su una base piana e sicura. Lingresso dellaria posteriore, cos come le fessure di ventilazione non devono mai essere coperte o ostruite. Si raccomanda di utilizzare il ventilatore con il circuito testato e fornito dal produttore. Qualsiasi utilizzo di altri circuiti possono portare a risultati differenti. Durante la ventilazione non invasiva, le maschere nasali o oro-nasali utilizzate non devono avere fori di espirazione o sistema Wisper. La valvola di espirazione controllata del circuito paziente non deve incontrare alcuna resistenza durante lespirazione e deve permettere una veloce deareazione del circuito paziente. Deve essere sempre eseguito un controllo prima dellutilizzo del ventilatore.

1.2.

Deve essere effettuato sempre un controllo di funzionamento ogni volta che il dispositivo viene utilizzato.

Ventilatore CARAT I

1. Istruzioni per la Sicurezza


Prima di cominciare la ventilazione, controllare il circuito paziente, complessivo di tutti gli accessori, quali umidificatore, filtro antibatterico, trappola raccogli condensa: il tutto per prevenire le perdite. Le perdite possono provocare una terapia inappropriata. Per assicurare laffidabilit di funzionamento, verificare che tutti gli allarmi del dispositivo siano stati regolati alle necessit del paziente. Non ignorare mai i segnali di allarme acustici. Questi segnali indicano condizioni che richiedono un intervento immediato. Sia il display del ventilatore che i LED degli allarmi non devono mai essere coperti, ma sempre ben visibili. Non posizionare alcun oggetto sopra il ventilatore. Il ventilatore deve essere sottoposto a controlli di sicurezza tecnici ogni sei mesi e alla completa manutenzione una volta allanno. Il sistema non genera alcuna pressione negativa nella fase di espirazione. Nel caso di sforzi straordinari da parte del paziente, si corre il rischio di iperventilazione in tutte le modalit ventilatorie con il trigger di inspirazione. Non usare alcun circuito paziente con conduzione elettrica o che possa caricarsi elettrostaticamente. Non posizionare mai il CARAT I nelle vicinanze di altri dispositivi quali defibrillatori, attrezzatura dia-termica, telefoni cellulari, forni a micro-onde, giochi telecomandati, ecc. I campi elettromagnetici che eccedono di 10V/m possono influenzare il perfetto funzionamento del ventilatore. Qualsiasi ventilatore, il cui utilizzo non effettuato in modo corretto, pu essere un rischio sia per il paziente che per loperatore. Se lavvio corretto del sistema fallisce o gli autotest eseguiti automaticamente sul sistema di avvio falliscono e non sono completati correttamente, non possibile continuare le operazioni successive. In questi casi, segnalare il guasto al servizio di Assistenza Tecnica.

1.2.

Ventilatore CARAT I

1. Istruzioni per la Sicurezza


Togliere la spina per disconnettere il CARAT I dallalimentazione elettrica. Per far funzionare il ventilatore, bisogna utilizzare unicamente lunit di alimentazione elettrica fornita (PCM120 PS24 o SNP-A129-M). Assicurarsi che la resistenza totale del circuito paziente e degli accessori non ecceda i 6 hPa con un flusso di 60 l/min (per gli adulti) e i 30 l/min (per bambini). Durante la somministrazione di ossigeno, notare che leccessiva quantit pu provocare severe complicazioni. Per questa ragione, la FiO2 dovrebbe sempre essere monitorata tramite il kit FiO2 opzionale. Linvolucro del ventilatore non fornisce alcuna protezione contro le infiltrazioni dacqua. Se la temperatura si abbassa a -5 C o si alza a +50 C, il corretto funzionamento di CARAT I pu essere compromesso. Lapparecchio non deve essere esposto a radiazioni solari dirette. Il dispositivo non deve mai essere n conservato n trasportato ad una temperatura ambiente al di sotto dei -10 C o superiore ai +50C. Non sterilizzare a vapore lapparecchio in autoclave. Sostituire, ad intervalli regolari, i filtri e le altre parti connesse al paziente. Smaltire le parti sostituite secondo le normative relative ai materiali medicali e/o in conformit alle regole di protezione ambientale.

1.2.

Ventilatore CARAT I

2. Legenda dei Simboli


2. Legenda dei Simboli

2.

Seguire le Istruzioni per lUtilizzo

LED alimentazione elettrica esterna

Tipo BF

LED alimentazione elettrica interna

Sicurezza Elettrica Classe II (con isolamento protettivo) Non eliminare il dispositivo in ambiente domestico Dichiarazione di Conformit CE

LED allarme

Allarme acustico tacitato

Blocco di sicurezza

Connettore linea Inspiratoria

Inspirazione spontanea/assistita (trigger)

Connettore linea di misura pressione

Autonomia residua batteria interna

Connettore controllo valvola espiratoria

Turbina on/off

Ingresso cella di misura O2

Allarme on/off

10

Ventilatore CARAT I

3. Destinazione dUso
3. Destinazione dUso CARAT I viene utilizzato per la ventilazione di quei pazienti non completamente dipendenti da ventilazione meccanica. Adatto alla ventilazione sia per adulti che per bambini, con un volume corrente uguale o superiore a 50 ml. CARAT I stato progettato nello specifico per lutilizzo a domicilio, ma anche applicabile in ospedale. La ventilazione sia a pressione controllata che a volume controllato e viene assicurata con limpostazione di una delle modalit di ventilazione descritte qui sotto: - PCV Pressure Controlled Ventilation Ventilazione a Pressione Controllata o Ventilazione a pressione assistita controllata (Con o senza Volume minimo garantito) - PSV Pressure Support Ventilation (Con o senza Volume garantito) - VCV Volume Controlled Ventilation Ventilazione a Volume Controllato o Ventilazione a volume assistita controllata

3.

Sono possibili sia la ventilazione invasiva (per tracheotomia) che quella non invasiva (con maschera). CARAT I in grado di fornire la ventilazione sia con circuito paziente monotubo che bitubo. Il sistema pu essere connesso ad una fonte dossigeno a bassa pressione per ventilazioni con concentrazioni dossigeno superiori al 21%. Inoltre, possibile collegare CARAT I ad un umidificatore. CARAT I un dispositivo medico e deve essere utilizzato unicamente se prescritto dal medico e sotto la responsabilit dello stesso.

- SIMV Synchronos Intermittent Mandatory Ventilation Ventilazione Controllata Sincronizzata Intermittente con o senza PSV

Ventilatore CARAT I

11

4. Descrizione del Ventilatore


4. Descrizione del Ventilatore

4.1.

4.1. Pannello Frontale

Maniglia transporto Connettore Cella di Misura O2 Connettore linea Inspiratoria

LED Allarme LED Alimentazione Elettrica Esterna LED Alimentazione Elettrica Interna Tacitazione Allarme

Connettore controllo valvola espiratoria Connettore linea di misura pressione

Tasto ON/OFF Manopola Multifunzione Tasto esc | modalit Indicatori Modalit Connettore Allarmi Esterni

Display

Connettore RS232

Fig. 4.1.01 Pannello Frontale del Ventilatore

12

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


4.2. Pannello Posteriore

4.2.

Filtro Ingresso Aria

Maniglia transporto

Interruttore Principale

Ingresso Ossigeno

Uscita sicurezza Ossigeno

Ingresso DC

Fig. 4.2.01 Panello Posteriore del Ventilatore

Ventilatore CARAT I

13

4. Descrizione del Ventilatore


4.3 Display Vedere Sezione 4.3.2 - 4.3.5

4.3.

4.3.1. Configurazione Display CARAT I pu utilizzare un display di tipo Standard durante il normale funzionamento e la modalit standby, cos come un display dei Parametri Estesi o di Service. Quando la selezione dei parametri non attiva, si possono selezionare i diversi display, nel seguente ordine, mantenendo premuta la manopola MFK per 1,5 secondi: Display Display Display Display Display Standard dei Parametri Estesi di Service Monitoraggio in tempo reale Standard La Barra Grafica della pressione indica il range della pressione durante la ventilazione. Le frecce indicano lIPAP o il PS impostati (freccia superiore) e la PEEP impostata (freccia inferiore). Una linea orizzontale indica la pressione di picco raggiunta durante lultimo atto respiratorio. La parte destra identica in ogni schermata e si suddivide nelle seguenti aree: Barra Grafica della pressione Valori reali paziente Area dei simboli Autonomia residua batteria Area di testo

4.3.1.1. Barra Grafica della Pressione

Nel momento in cui non si d linvio per 30 secondi, la schermata attiva corrente cambier automaticamente a quella Standard. La parte sinistra di ogni schermata diversa per funzione e display. Il Display Monitoraggio in tempo reale scompare automaticamente solo in caso di allarme. Si pu abbandonare manualmente questo display premendo il tasto esc/mode.

14

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.1.2 Valori monitorati Paziente 4.3.1.3. Area dei Simboli

4.3.

I valori indicano i parametri misurati, elencati qui sotto: Pressione delle vie aeree Volume inspirato Volume minuto Frequenza respiratoria Rapporto I:E

Se il ventilatore in modalit stand by, sul display compariranno le seguenti frasi. Durante il collegamento del sensore dossigeno (O2), al posto del rapporto I/E, compare il contenuto dossigeno attuale

Allarme acustico tacitato Questo simbolo indica che lallarme acustico stato tacitato per 2 minuti. Ogni nuovo allarme sar disattivato acusticamente fino a che lintervallo dei due minuti terminato. Premendo il tasto dallarme, il tono di allarme pu essere disattivato prima delleffettivo insorgere di una situazione di allarme. Premendo unaltra volta il tasto, in caso di situazione di allarme, il tono di allarme si riattiva. Nel caso di funzionamento a batteria, non possibile impostare lallarme per batteria interna scarica in funzione muto. Blocco di Sicurezza La chiave indica che attivato il blocco di sicurezza. Il simbolo di una chiave lampeggiante indica che labilitazione / disabilitazione del blocco di sicurezza stato attivato e che deve ancora essere confermato premendo lMFK.
Ventilatore CARAT I

15

4. Descrizione del Ventilatore


Inspirazione Spontanea (trigger inspiratorio) 4.3.1.5. Area di Testo

4.3.

Questo simbolo compare se stata rilevata uninspirazione spontanea. Il simbolo mostrato per tutto il tempo inspiratorio e scompare non appena incomincia lespirazione. 4.3.1.4. Autonomia Residua Batteria Larea di testo visualizza gli allarmi, i messaggi e gli errori del ventilatore. Questo display mostra sempre levento e ha la pi alta priorit. Se non ci sono eventi, il display mostra la data e lora.

Il simbolo della batteria rappresenta ed indica in percentuale lautonomia residua della batteria interna. Questo valore unicamente di riferimento. Al fine di ottenere quanta pi accuratezza possibile, la ventilazione dovrebbe essere attivata per circa 1 minuto, per permettere il calcolo della capacit della batteria. Se una fonte di voltaggio DC connessa al ventilatore, la batteria si carica automaticamente (indicato dal simbolo lampeggiante della batteria)

16

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.2. Display Standard Il Display Standard si utilizza per visualizzare e modificare i parametri di allarme e di ventilazione pi importanti, che si basano sempre sulla modalit di ventilazione selezionata. Vedere Sezione 7.

4.3.

Barra Grafica per la Pressione IPAP e PEEP Parametri reali Paziente Parametri di Ventilazione Area dei Simboli Parametri d'Allarme Autonomia residua batteria Area di Testo

Fig. 4.3.2.01 Display Standard in modalit PCV


Ventilatore CARAT I

17

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.3. Display dei Parametri Estesi 4.3.3.1. Ora Usare questo menu per impostare lora.

4.3.

Sul display dei Parametri Estesi, possono essere effettuate ulteriori preimpostazioni del ventilatore. Questo display visualizza inoltre i limiti dallarme, indipendenti dalle modalit del ventilatore, che possono essere modificati.

4.3.3.2. Data Usare questo menu per impostare la data.

4.3.3.3. Luminosit Display La luminosit del display relativa ad una retroilluminazione durante gli stati di buio pu essere impostata con un intervallo da 0 a 100%. La retroilluminazione si attiver automaticamente al valore impostato ogni qualvolta non ci siano attivati elementi di controllo e/o nessun evento sia stato rilevato per almeno 30 secondi durante la ventilazione. Non appena si presenta un allarme nella ventilazione o viene attuato un elemento di controllo, la luminosit sar impostata automaticamente al 100%. Fig.4.3.3.01 Display dei Parametri Estesi per tutte le modalit di ventilazione, con il sensore O2 collegato

18

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.3.4 Tipo Display Usando questo menu, si pu selezionare uno dei seguenti schermi, che possono essere visualizzati durante il corso della ventilazione e quando si attiva la retroilluminazione: STD Display Standard

4.3.

Fig. 4.3.3.4.02 Display XXL PAT Il display visualizza le informazioni minime senza n i valori attuali, n i parametri impostati. utilizzo appropriato: a domicilio

Fig. 4.3.3.4.01 Display STD XXL il display visualizza i valori attuali in una dimensione pi grande. utilizzo appropriato: in ospedale

Fig. 4.3.3.4.03 Display PAT

Ventilatore CARAT I

19

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.3.5. Volume dellAllarme 4.3.3.8. Parametri degli Allarmi Estesi I seguenti parametri dallarme possono essere impostati nel display dei Parametri Estesi: Tempo di Inspirazione massima [applicabile unicamente nelle modalit PSV e SIMV] Intervallo di Regolazione: 1 - 10 s Incrementi di: 1,0 s Differenza di Pressione Intervallo di Regolazione: Incrementi di: 1 - 10 hPa 0,5 hPa

4.3.

Il volume dellallarme pu essere impostato con valori tra 10 e 100%, ad incrementi del 10%.

4.3.3.6. Display I:E Usando questa funzione, si pu selezionare il tempo di inspirazione in secondi o il rapporto I:E e di conseguenza la possibilit di impostare e visualizzare tale parametro.

4.3.3.7. Lingua Funzione per la scelta della lingua da utilizzare. Lapparecchio CARAT I pu visualizzare i messaggi a video in tedesco (DEU), inglese (ENG), francese (FRA), italiano (ITA) e turco (TUR).

Ossigeno max. [applicabile unicamente con cella di misura O2-connessa] Intervallo di Regolazione: OFF, 30 - 100 % Incrementi di: 1,0 % Ossigeno min. [applicabile unicamente con cella di misura O2-connessa] Intervallo di Regolazione: OFF, 18 - 90 % Incrementi di: 1,0 %

20

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.3.9. Valori Standard dei Parametri degli Allarmi Estes Luminosit Display Tipo di Display Allarme acustico I:E Display Tempo max. di Inspirazione Differenza di Pressione Ossigeno min. Ossigeno max. 100% STD 50% I:E 4s 3,0 hPa OFF OFF

4.3.

4.3.4. Display di Service Il Display di Service contiene tutte le informazioni sul numero di serie e sulla versione software dellapparecchio. In aggiunta sono indicate le ore di terapia, di funzionamento e di ventilazione. Le ore di ventilazione possono essere cancellate, premendo MFK nel men. La memoria degli ultimi 15 allarmi pu essere selezionata. I valori che sono misurati durante lallarme, sono indicati nellindicatore del valore attuale. Questa funzione pu essere utilizzata solamente durante il funzionamento in stand-by. Il Display di Service permette di effetuare test e calibrazioni del ventilatore solo ed esclusivamente da personale tecnico autorizzato.

Fig. 4.3.4.01 Display di Service

Ventilatore CARAT I

21

4. Descrizione del Ventilatore


4.3.5. Display Monitoraggio in tempo reale

4.3.

Questo display visualizza le curve di pressione, flusso e volume in tempo reale durante la ventilazione. La posizione corrente delle curve segna) sulla parte superiore ed lata da frecce ( inferiore dello schermo. Un atto spontaneo evidenziato da una freccia ( ) sulla parte superiore fino al passaggio delle curve successive (Fig. 4.3.5.01).

Fig. 4.3.5.02 Display Monitoraggio in tempo reale in Modalit PCV

Fig. 4.3.5.01 Display Monitoraggio in tempo reale in Modalit PSV

22

Ventilatore CARAT I

4. Descrizione del Ventilatore


La scala delle curve e dellasse del tempo possono essere modificate. Per cambiare la scala, selezionare il simbolo girando la manopola e confermare premendo la manopola (MFK). Il valore massimo e lunit saranno evenziate. La scala pu essere cambiata girando la manopola e la curva verr visualizzata nuovamente. Se si sceglie una scala troppo piccola le curve verranno visualizzate solo con valori al confine della scala Scala e risoluzione delle curve: Scala Risoluzione

4.3.

Pressione

0 - 60 hPa 0 - 30 hPa -200 - 200 l/min -100 - 100 l/min -50 - 50 l/min 0 - 2,5 l 0 - 1,25 l 0 - 0,625 l 0 - 12,5 s 0 - 25 s 0 - 50 s

1,0 hPa / Pixel 0,5 hPa / Pixel 5,0 l/min / Pixel 2,5 l/min / Pixel 1,25 l/min / Pixel 0,05 l / Pixel 0,025 l / Pixel 0,0125 l / Pixel 0,05 s / Pixel 0,1 s / Pixel 0,2 s / Pixel

Flusso

Volume

Tempo

Ventilatore CARAT I

23

5. Tecnologia del Ventilatore


5. Tecnologia del Ventilatore
Ingresso Ossigeno Alimentazione Electrica tipo switched 85 ... 265 VAC

5.

5.1. Parti Pricipali Il ventilatore CARAT I si compone delle seguenti parti: Turbina Unit Pneumatica Alimentazione elettrica (batteria interna, unit di alimentazione di tipo switched) Unit di Gestione dell Alimentazione Controller (Unit di Controllo del Funzionamento) Interfacce esterne

Ventilatore
Batteria Interna

Unit di Gestione dell'Alimentazione

Controller (unit di controllo e operazione) / Display Sensori / Valvole RS232 / Allarme Remoto

Turbina

Circuito Paziente Monotubo con Valvola Espiratoria

Inserimento Manuale Parametri

PC Chiamata Infermieristica

Fig. 5.1.01 Schema blocchi del ventilatore

24

Ventilatore CARAT I

5. Tecnologia del Ventilatore


Turbina La turbina installata in un contenitore insonorizzato e fornisce una pressione massima di 50 hPa con un flusso di 250 l/min. Al suo ingresso, la turbina provvisto di un sistema a doppio filtraggio (microfiltro e ultrafiltro). Unit di Gestione dell Alimentazione Questa unit permette la selezione del voltaggio di operazione (DC o batteria), cos come quella dello spegnimento del monitor. Il valore della corrente del motore dipende dalla pressione e dal flusso impostati. La corrente di ricarica per la batteria interna limitata a 1 A. L unit di gestione dellalimentazione serve anche per visualizzare lo stato operativo corrente, come, ad esempio, le operazioni tramite batteria o tramite alimentazione elettrica esterna. Inoltre, determina la capacit e lo stato di ricarica della batteria interna. I dati della batteria sono trasferiti al processore per essere visualizzati. Alimentazione elettrica Lenergia elettrica viene fornita o tramite lunit di alimentazione AC/DC (PCM120 PS24 o SNP-A129M) oppure tramite batteria interna. Lunit di alimentazione elettrica ha un ingresso compreso tra 90240 V a 50/60 Hz. Il voltaggio di uscita di 24 V / 5A La batteria interna una batteria al litio ione, con una tensione di 24 V e una capacit di 2,25 Ah. Anche il AKKUPACK CARAT esterno pu essere utilizzato come alimentazione elettrica (rivolgersi allAssistenza Tecnica locale) Unit pneumatica LUnit pneumatica lassieme di collegamento per il circuito paziente monotubo o bitubo e consiste nelle seguenti unit: Unit di inspirazione con sensore di flusso,valvola di controllo e connettore del tubo standard (M22) Connettore linea di pressione ( = 305 mm) Connettore per il Controllo valvola di connessione con innesto rapido (SMM 02) Ingresso ossigeno provvisto di blocco con valvola controllata automaticamente Valvola di controllo con valvola proporzionale e valvole pneumatiche per inspirazione ed espirazione

5.1.

Ventilatore CARAT I

25

5. Tecnologia del Ventilatore

Uscita Ossigeno

5.1.

Unit di Controllo
Connettore Ossigeno Valvola Meccanica Valvola O2 Valvola a Membrana 1 Sensore di Flusso 1 Sensore di Pressione 1 Sensore di Pressione 2 Uscita Aria Valvola Proporzionale Valvola Meccanica Connettore Tubo per l'Inspirazione

Ingresso Aria

Turbina

Connettore Tubo di Misura Connettore Tubo di Controllo

Fig.5.1.02 Diagramma blocchi dellunit pneumatica

26

Ventilatore CARAT I

5. Tecnologia del Ventilatore


Controller (Unit di Controllo del Funzionamento) Il controller controlla la turbina e le valvole, al fine di permettere le modalit di ventilazione impostate. Tale unit stata anche progettata per il rilevamento delle situazioni dallarme. Inoltre, questa unit scambia i dati con il controller funzionale e con la gestione dellalimentazione. Usando lunit operativa, si possono selezionare e visualizzare le modalit di ventilazione; questa permette anche di inserire i parametri di ventilazione per mezzo della manopola MFK e di mostrare quindi tali parametri sul display LCD. La ventilazione avviata tramite questa unit operativa. I parametri impostati della ventilazione ed i relativi allarmi vengono salvati e compaiono sul display cos come viene indicato dal LED. Lassemblaggio operativo fornito di un clock a tempo reale. Comunica sia con linterfaccia esterna RS232 che con lallarme remoto, cos come con il controller dellinterfaccia seriale. Il display monocromatico di tipo 1/4 VGA, con misure 320 x 240 mm. Interfacce Il sistema provvisto di uninterfaccia seriale per il collegamento a PC tramite software CaratControl e per gli aggiornamenti software. E presente anche una connessione per le chiamate infermieristiche o per lallarme remoto. 5.2. Descrizione delle Funzioni Il principio operativo del ventilatore CARAT I basato su un meccanismo servo controllato in grado di regolare la capacit della turbina in funzione del flusso daria richiesto dalla terapia. Luscita della turbina controllata dal segnale della pressione delle vie aeree e dal segnale del flusso inspiratorio. Avvio del Sistema Quando il sistema avviato, i parametri vengono letti dalla memoria (EEPROM) e la loro validit viene controllata, cos come i sensori di flusso e pressione, il sistema segnale acustico. In caso derrore, questo viene salvato e visualizzato. I dati della calibrazione vengono scaricati dall EEPROM e viene controllata la loro validit. Se connesso, il sensore dellossigeno calibrato in funzione dellaria ambiente.

5.2.

Ventilatore CARAT I

27

5. Tecnologia del Ventilatore


Misura dei Parametri I valori di misura analogici del sistema vengono letti e valutati. I valori target sono calcolati sulla base dei parametri impostati e/o delle modalit di ventilazione. Dopodich, questi valori vengono trasferiti al controller del motore attraverso un convertitore digitale-analogico. (DAC) I valori misurati sono: la pressione prossimale, la pressione di controllo della valvola, il flusso inspiratorio. Questi dati calcolano la frequenza, e il volume inspirato. Inoltre, il flusso inspirato dal paziente tiene conto delle perdite. Se installato un sensore dellossigeno, misurata la quantit di ossigeno inspirata (FiO2). I sensori di flusso o di pressione rilevano il respiro spontaneo del paziente ed avviano i trigger; vengono compensate le perdite dalla maschera. La sensibilit del trigger pu essere regolata. Il trigger inspiratorio di tipo a pressione. Il trigger espiratorio un trigger a flusso ed impostato in percentuale rispetto al valore del flusso di picco. Allarmi Le condizioni dallarme vengono monitorate in modo continuo. In caso di allarme, lo stesso viene segnalato sia acusticamente sia con indicatori visivi. Non appena la condizione dallarme viene eliminata, il segnale acustico si disattiva; lallarme visivo rimane attivo sul display fino allavvenuto riconoscimento da parte delloperatore. La causa dellallarme, le impostazioni del dispositivo e lora dellallarme vengono memorizzate. Gli allarmi sono memorizzati nel sistema e possono essere letti tramite il software del PC (CaratControl). Inoltre, possibile visualizzare le curve di pressione e di flusso del minuto precedente e del minuto successivo dellevento dallarme. E anche possibile estrarre gli allarmi di priorit media e alta tramite la funzione dellallarme remoto.

5.2.

28

Ventilatore CARAT I

6. Modalit di Ventilazione
6. Modalit di Ventilazione 6.1. Modalit PCV PCV Pressure Controlled Ventilation Ventilazione a pressione controllata o Ventilazione assistita a pressione controllata Ventilazione Assistita a Pressione Controllata Nei suoi parametri, la ventilazione assistita a pressione controllata uguale in tutto e per tutto a quella controllata. Impostando un trigger inspiratorio, il paziente pu iniziare la fase inspiratoria una volta raggiunta la soglia del trigger. Come nel caso della ventilazione controllata, latto respiratorio controllato dal ventilatore per tutta la durata del tempo inspiratorio. Il paziente pu solo accorciare il tempo espiratorio aumentando la frequenza respiratoria. Nella modalit PCV, i parametri dallarme che possono essere impostati sono il volume massimo e quello minimo, cos come la frequenza massima. Nella modalit della ventilazione assistita, particolarmente importante definire la frequenza massima, in quanto il paziente pu aumentare da solo la frequenza attraverso i suoi sforzi respiratori.

6.1.

Ventilazione a Pressione Controllata In questa modalit, la ventilazione esclusivamente controllata dal ventilatore. Il respiro spontaneo da parte del paziente non possibile. Per assicurare esclusivamente la ventilazione controllata, il trigger inspiratorio deve essere impostato sull OFF. Il periodo di ventilazione basato sulla frequenza impostata e richiede un rapporto I:E definito. La pressione inspiratoria (IPAP), cos come la pressione di fine espirazione (PEEP) definiscono lintervallo della pressione per la ventilazione del paziente. Laumento della pressione pu essere selezionata impostando una rampa che definisce il corso della curva di flusso. Il volume inspiratorio derivato automaticamente alle condizioni polmonari (compliance e resistenza). Per assicurare un volume minimo, possibile impostare un valore minimo di volume e di una pressione addizionale. Questultima modifica automaticamente il valore di IPAP per ottenere il volume minimo.

Ventilatore CARAT I

29

6. Modalit di Ventilazione
6.2. Modalit PSV PSV derivato dalle condizioni polmonari (compliance e resistenza). Per assicurare un volume minimo, possibile impostare un valore e aumentare opzionalmente la pressione (IPAP + pressione addizionale). Nella modalit PSV, i parametri dallarme che possono essere impostati sono il volume massimo e quello minimo, cos come la frequenza massima. In modalit PSV, la frequenza ed il limite di apnea (in quanto dipendenti uno allaltro) pu essere impo-stato su OFF. Con questa impostazione, comparir il seguente messaggio sullArea di Testo: PSV-S ATTENZIONE! Con questa impostazione, il ventilatore reagisce unicamente sul respiro spontaneo del paziente.

6.2.

Pressure Support Ventilation Ventilazione a Pressione di Supporto

La ventilazione a pressione di supporto intesa per supportare la respirazione spontanea e per iniziare la ventilazione meccanica nel caso la respirazione spontanea venisse meno. La pressione di supporto (Plns), cos come la pressione positiva di fine espirazione (PEEP) definiscono lintervallo di pressione per la ventilazione del paziente. Le soglie del trigger inspiratorio e di quello espiratorio possono essere regolate secondo le esigenze del paziente. E possibile impostare una frequenza di sicurezza. Fintanto che la frequenza del paziente uguale o superiore alla frequenza impostata, il ventilatore fornir una pressione di supporto ad ogni atto spontaneo del paziente. Se la frequenza del paziente inferiore alla frequenza di sicurezza, il ventilatore fornisce una ventilazione meccanica (PCV) finch non rileva un atto spontaneo. Per permettere unadeguata pausa respiratoria tra due atti spontanei del paziente, possibile impostare un tempo dapnea per ritardare lattivazione della ventilazione meccanica controllata. La salita di pressione tra PEEP e Plns pu essere selezionata con limpostazione di una rampa che definisce la pendenza della curva di flusso. Il volume corrente

30

Ventilatore CARAT I

6. Modalit di Ventilazione
6.3. Modalit SIMV SIMV Synchronous Intermittend Mandatory Ventilation Ventilazione Controllata Sincronzzata Intermittente Il paziente pu attivare atti spontanei solo tra due atti controllati dal ventilatore e dopo aver raggiunto la soglia del trigger inspiratorio. Durante linspirazione, il respiro spontaneo supportato da una pressione (Plns) che pu essere impostata allinizio ed indipendente dallIPAP. La durata dellatto spontaneo e del tempo inspiratorio sono definiti esclusivamente dal paziente. Gli atti controllati dal ventilatore vengono regolati in termini di tempo agli atti spontanei. Se, ad esempio, avviene uninspirazione spontanea poco prima dellavvio del periodo di una SIMV (allinterno di una finestra di un periodo di tempo specifico atteso = 2 secondi), il ventilatore inizia un atto controllato, sincronizzandolo con latto appena iniziato dal paziente. Nella modalit SIMV, i parametri dallarme che possono essere impostati sono i volumi massimo e minimo, cos come la frequenza massima.

6.3.

La modalit SIMV fornisce una combinazione di ventilazione a pressione controllata con ventilazione a pressione di supporto. La ventilazione controllata si basa su una frequenza respiratoria definita (frequenza SIMV) e su un tempo inspiratorio definito. La pressione di supporto (IPAP), cos come la pressione positiva di fine espirazione (PEEP) definiscono lintervallo di pressione per la ventilazione del paziente. Laumento della pressione pu essere selezionata impostando una rampa che definisce il corso della curva di flusso. Il volume inspiratorio automaticamente regolato alle condizioni polmonari (compliance e resistenza). Il paziente non pu influenzare questi atti respiratorio, ma pu soltanto iniziare atti spontanei.

Ventilatore CARAT I

31

6. Modalit di Ventilazione
6.4. Modalit VCV Ventilazione Assistita a Volume Controllato Nei suoi parametri, la ventilazione assistita a volume controllato uguale in tutto e per tutto a quella controllata. Impostando un trigger inspiratorio, il paziente pu iniziare la fase inspiratoria una volta raggiunta la soglia del trigger, aggiungendo cos atti respiratori. Come nel caso della ventilazione controllata, latto respiratorio controllato dal ventilatore per tutta la durata del tempo inspiratorio. Il paziente pu solo accorciare il tempo espiratorio aumentando la frequenza respiratoria. Nella modalit VCV, i parametri dallarme che possono essere impostati sono la pressione massima e quella minima, cos come la frequenza massima. Nella modalit della ventilazione assistita, particolarmente importante definire la frequenza massima, in quanto il paziente pu aumentare da solo la frequenza attraverso i suoi sforzi respiratori.

6.4.

VCV

Volume Controlled Ventilation Ventilazione a volume controllato o Ventilazione assistita a volume controllato

In questa modalit, la ventilazione esclusivamente controllata dal ventilatore. Il respiro spontaneo da parte del paziente non possibile. Per assicurare esclusivamente la ventilazione controllata, il trigger inspiratorio deve essere impostato sull OFF. Il periodo di ventilazione basato sulla frequenza impostata e richiede un rapporto I:E definito. Il volume inspiratorio definito ,mentre la pressione e derivata in base alle condizioni polmonari (compliance e resistenza). E anche possibile impostare la pressione di fine espirazione (PEEP). Il flusso inspiratorio (rampa) pu essere selezionato come flusso costante o decelerato.

32

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
7. Parametri 7.1. Parametri di Ventilazione 7.1.1. Parametri di Ventilazione sul Display Standard I parametri di ventilazione di seguito elencati sono mostrati sulla parte sinistra dello schermo del Display Standard e possono essere modificati. I parametri modificabili dipendono dalla modalit di ventilazione selezionata. Lunit di misura della pressione pu essere convertita da hPa a cm H2O e mbar, tramite lutilizzo del software del PC. 7.1.1.1 Impostazioni nella Modalit PCV Incrementi di: IPAP Intervallo di Regolazione: Incrementi di: PEEP Intervallo di Regolazione: da 4 a 50 hPa 0,5 hPa da 0 a 20 hPa [PEEP < IPAP 3 hPa] 0,5 hPa Frequenza Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Tempo di Inspirazione Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 4 a 50 bpm 1 bpm da 0,3 a 8,0 s 0,1 s

7.1.

Oppure I:E Intervallo di Regolazione: da 1:0,3 a 1:4,0 Incrementi di: 0,1 Rampa Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Inspiratorio Intervallo di Regolazione: da livello 1 a livello 5 1 livello OFF; da livello 1 a livello 5; AUTO 1 livello

Volume minimo Intervallo di Regolazione: OFF; da 0,05 a 2 l [se IIPAP > 47 hPa, allora sempre OFF] Incrementi di: 0,01 l Pressione Aggiuntiva Intervallo di Regolazione: da 3 a 10 hPa [Pressione aggiuntiva < 50 hPa - IPAP] Incrementi di: 0,5 hPa

Incrementi di:

Ventilatore CARAT I

33

7. Parametri
7.1.1.2. Impostazioni nella Modalit PSV Rampa Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Inspiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Espiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da livello 1 a livello 5 1 livello da livello 1 a livello 5; AUTO 1 livello AUTO; da 10 a 90 % 10 %

7.1.

PS Intervallo di Regolazione: Incrementi di:

da 4 a 50 hPa 0,5 hPa

PEEP Intervallo di Regolazione: da 0 a 20 hPa [PEEP < Plns 3 hPa] Incrementi di: 0,5 hPa Frequenza Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Limite dApnea Intervallo di Regolazione: 60s, Incrementi di: da 4 a 50 bpm, OFF 1 bpm AUTO; da 3 a OFF 1s

Volume minimo Intervallo di Regolazione: OFF; da 0,05 a 2 l [se Plns > 47 hPa, allora sempre OFF] Incrementi di: 0,01 l Pressione Aggiuntiva Intervallo di Regolazione: da 3 a 10 hPa [Pressione aggiuntiva < 50 hPa Plns] Incrementi di: 0,5 hPa

ATTENZIONE! Se il limite di apnea impostato ad un valore > 15 s, deve essere confermato con un messaggio corrispondente. ATTENZIONE! Se la frequenza impostata su OFF, il ventilatore lavora in modalit PSV-S e reagisce unicamente sul respiro spontaneo del paziente.

34

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
7.1.1.3. Impostazioni nella Modalit SIMV IPAP Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Plns Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Tempo Inspiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Rampa Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Inspiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Espiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 0,3 a 8,0 s 0,1 s da livello 1 a livello 5 1 livello da livello 1 a livello 5; AUTO 1 livello AUTO; 10 a 90 % 10 %

da 4 a 50 hPa 0,5 hPa da 4 a 50 hPa 0,5 hPa

7.1.

PEEP Intervallo di Regolazione: da 0 a 20 hPa [PEEP < IPAP / PS 3 hPa] Incrementi di: 0,5 hPa Frequenza SIMV Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 4 a 50 bpm 1 bpm

Ventilatore CARAT I

35

7. Parametri
7.1.1.4. Impostazioni nella Modalit VCV Tempo Inspiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 0,3 a 8,0 s 0,1 s

7.1.

Volume Intervallo di Regolazione: da 0,05 a 2 l [V < 1,5 l/sec x Tempo Inspir.] Incrementi di: 0,01 l PEEP Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Frequenza Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 0 a 20 hPa 0,5 hPa da 4 a 50 bpm 1 bpm

Oppure I:E Intervallo di Regolazione: da 1:0,3 a 1:4,0 Incrementi di: 0,1 Rampa Intervallo di Regolazione: Incrementi di: Trigger Inspiratorio Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da livello 1 a livello 2 1 livello da livello 1 a livello 5; AUTO 1 livello

36

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
7.1.2. Descrizione dei Parametri di Ventilazione 7.1.2.1. IPAP IPAP (= Inspiratory Positive Airway Pressure) la pressione terapeutica nelle modalit PCV e SIMV, somministrata al paziente ad ogni atto respiratorio controllato durante la fase inspiratoria. Il valore IPAP impostato, non sommato alla PEEP impostata, ma rappresenta la pressione inspiratoria massima. 7.1.2.3. Volume E il volume inspiratorio regolabile, somministrato al paziente durante ogni inspirazione nella modalit VCV.

7.1.

7.1.2.4. PEEP PEEP (= Positive End Expiratory Pressure) la pressione positiva disponibile per il paziente alla fine di ogni espirazione e prima di una nuova inspirazione, sia spontanea che controllata. La PEEP pu essere impostata in tutte le modalit di ventilazione.

7.1.2.2. Plns La Plns (= Pressure Support) la pressione somministrata al paziente nella modalit PSV, che lo supporta nella sua inspirazione spontanea, oppure la pressione inspiratoria somministrata con il ventilatore quando il respiro autonomo del paziente fallisce. Nella modalit SIMV, la Plns intesa esclusivamente come pressione di supporto dellinspirazione spontanea del paziente. Il valore Plns impostato non sommato alla PEEP impostata, ma rappresenta la pressione inspiratoria massima.

Ventilatore CARAT I

37

7. Parametri
7.1.2.5. Frequenza / Frequenza SIMV 7.1.2.7. Tempo Inspiratorio / I:E Il tempo inspiratorio o rapporto I:E pu essere impostato nelle modalit PCV e VCV. Il Display dei Parametri Estesi fornisce lopzione di selezionare le regolazioni per entrambi. Nella modalit SIMV, il tempo inspiratorio lunico parametro regolabile. Il tempo inspiratorio definisce la durata di inspirazione (in secondi). Quando si imposta questo parametro, si deve prendere in considerazione la frequenza selezionata. Se viene impostato un tempo inspiratorio, il rapporto I:E calcolato in relazione alla frequenza. Il rapporto I:E il rapporto tra linspirazione lespirazione allinterno di un ciclo respiratorio totale. Se viene impostato un rapporto I:E, il tempo inspiratorio dipende dalla frequenza impostata.

7.1.

Quando viene impostata una frequenza nelle modalit di ventilazione controllata (PCV / VCV), viene specificata una frequenza definita. Nella modalit PSV e in quelle assistite PCV o VCV, la frequenza impostata definita come frequenza minima, che pu essere aumentata dal respiro spontaneo del paziente. Nella modalit SIMV, la frequenza SIMV definita come una frequenza utilizzata dal ventilatore per fornire la IPAP impostata al paziente, con un tempo inspiratorio specifico. Perci, la frequenza SIMV assicura la frequenza minima al paziente. Tra due atti controllati dal ventilatore, il paziente pu aumentare la sua frequenza per mezzo dellinspirazione spontanea.

7.1.2.6. Limite di Apnea Nella modalit PSV, pu essere impostato un limite di apnea che permette pause respiratorie tra atti spontanei del paziente. Il limite di apnea serve per impostare un ritardo di tempo che, dopo essere trascorso, avvier atti controllati del ventilatore. Se il limite di apnea viene impostato su AUTO, gli atti controllati del ventilatore inizieranno senza ritardo, in funzione della frequenza impostata.

38

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
7.1.2.8. Rampa PCV / PSV / SIMV Nelle modalit di ventilazione a pressione, le impostazioni di rampa permettono la regolazione della salita della pressione durante la fase inspiratoria. Questa salita della pressione non impostata come un tempo, ma si traduce come una modifica della curva di flusso nella fase inspiratoria, es. limitando laumento del flusso. Sono anche presi in considerazione la resistenza e la compliance polmonari dei pazienti, le quali, variando da paziente a paziente, danno come risultato anche tempi di salita della pressione diversi. Quando si imposta la rampa, bisogna considerare il tempo inspiratorio attualmente impostato nel quale deve essere raggiunta pressione. Ad esempio, la tabella qui a lato fornisce una panoramica su diversi tempi nellaumento della pressione in funzione alle diverse impostazioni di rampa, nel caso di polmoni sani.
Impostazioni 1 2 3 4 5 Tempo salita pressione 1,7 sec * 1,0 sec * 0,6 sec * 0,4 sec * 0,3 sec *

7.1.

Tavola. 7.1.2.8.01: Tempo di salita della pressione in secondi con un IPAP di 20 hPa e una PEEP di 5 hPa. * I valori specificati sono i tempi di riferimento e variano in relazione allintervallo di pressione impostato e alle condizioni dei polmoni del paziente. VCV Limpostazione di rampa nella modalit a volume controllato, si intende come una variazione della curva di flusso inspiratorio, che pu essere a flusso costante (livello 1) o a flusso decelerato (livello 2 - 4)

Ventilatore CARAT I

39

7. Parametri
7.1.2.9. Trigger Inspiratorio ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Prestare sempre la massima attenzione e considerare sempre il quadro clinico del paziente quando si impostano i livelli del trigger, al fine di evitare il rischio di autotrigger

7.1.

Il trigger inspiratorio specifica lo sforzo inspiratorio del paziente per ottenere supporto di pressione o di volume dal ventilatore in caso di atti spontanei. Trigger a Pressione Un inspirazione viene attivata quando il paziente genera una pressione negativa attraverso il circuito grazie ai propri sforzi inspiratori, ad esempio quando la pressione scende dal valore attualmente impostato. Trigger automatico Il trigger automatico pu essere attivato indipendentemente dalla scelta del circuito paziente utilizzato (monotubo/bitubo). Se si sceglie lopzione AUTO, lapparecchio comunica in modo autonomo, da una combinazione di flow trigger e di volume, il punto esatto di trigger e inizia linspirazione.
Livello Trigger 1 2 3 4 5 Trigger a Pressione 0,2 hPa 0,5 hPa 0,8 hPa 1,0 hPa 1,5 hPa

7.1.2.10. Trigger Espiratorio Il trigger espiratorio un trigger di flusso. Il picco di flusso dellinspirazione misurato ad ogni atto respiratorio. Limpostazione del trigger espiratorio definisce la percentuale del picco di flusso al quale il ventilatore commuta nella fase espiratoria.
FLUSSO (l/min) Picco di flusso (100%)

Trigger Espiratorio (25%) 0 TEMPO (s)

Diagramma 7.1.2.10.01: Curva di respirazione con picco di flusso e soglia di trigger

40

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
Con la funzione AUTO, la soglia di trigger comunicata in modo dinamico e dipende dalla durata di inspirazione. In aggiunta analizzato il flusso massimo nel corso dellinspirazione. La soglia aumenta proporzionalmente alla durata dinspirazione e corrisponde, dopo 3s al 100 % del flusso dinspirazione massimo (dopo 1s 33 % e dopo 2s 66 % ecc.). Se il flusso attuale risulta inferiore a questa soglia, ha luogo linversione nellespirazione.
FLUSSO (l/min) Picco di flusso (100%)

7.1.2.11. Volume minimo Nelle modalit PCV e PSV, possibile impostare il volume corrente minimo, inteso per assicurare il volume necessario durante la ventilazione a pressione.

7.1.

7.1.2.12. Pressione Aggiuntiva Per assicurare il volume minimo, possibile specificare una pressione aggiuntiva, che pu essere aggiunta a quella IPAP o Plns, se il volume minimo non viene raggiunto. Il valore dellimpostazione della pressione aggiuntiva un valore massimo. Per calcolare la pressione aggiuntiva richiesta, il volume minimo impostato in relazione al volume attuale e la pressione inspiratoria necessaria viene calcolata dalla pressione inspiratoria corrente. Da un lato, laumento della pressione limitato dalla pressione aggiuntiva, impostata come valore massimo; dallaltro limitato da una pressione massima aggiuntiva di 2 hPa comparata con la pressione inspiratoria dellatto respiratorio precedente.

TEMPO (s)

Ventilatore CARAT I

41

7. Parametri
7.2. Parametri di Allarme 7.2.1.2. Impostazioni nelle Modalit VCV

7.2.

7.2.1. Parametri di Allarme sul Display Standard I parametri di allarme elencati di seguito, sono visualizzati sulla parte sinistra del Display Standard e possono essere modificati. Il display particolare dei parametri modificabili dipende dalla modalit ventilatoria selezionata.

Pressione Massima Intervallo di Regolazione: da 11 a 50 hPa [Press. Max. > PEEP + 3 hPa] Incrementi di: 0,5 hPa Pressione Minima [Press. min. > PEEP + 2 hPa Press. min < Press. max] Intervallo di Regolazione: Incrementi di:

7.2.1.1. Impostazioni nelle Modalit PCV-, PSV-, SIMV Volume Massimo Intervallo di Regolazione: Incrementi di:

da 2 a 40 hPa 0,5 hPa

OFF; da 0,20 a 2,50 l 0,01 l

Frequenza Massima [Freq. Max. > Frequenza + 5 bpm] Intervallo di Regolazione: OFF;da 10 a 120 bpm Incrementi di: 1 bpm

Volume Minimo [Volume Min- < Volume Max. - 0,1 l] Intervallo di Regolazione: OFF; da 0,01 a 2,00 l Incrementi di: 0,01 l Frequenza Massima PCV/SIMV [Freq. Max. > Frequenza + 5 bpm] Intervallo di Regolazione: OFF; da 10 a 120bpm Incrementi di: 1 bpm

42

Ventilatore CARAT I

7. Parametri
7.2.2. Parametri di Allarme sul Display dei Parametri Estesi I parametri di allarme elencati di seguito, sono visualizzati sulla parte sinistra in basso del Display dei Parametri Estesi e possono essere modificati. Questi parametri sono visualizzati indipendentemente dalla modalit di ventilazione selezionata. Vedere Sezione 4.3.3. Tempo Inspiratorio Massimo [applicabile unicamente nelle modalit PSV] Intervallo di Regolazione: da 1 a 10 sec Incrementi di: 1 sec Differenza di Pressione Intervallo di Regolazione: Incrementi di: da 1 a 10 hPa 0,5 hPa

7.2.

Ossigeno Massimo [applicabile unicamente con cella O2 connessa] Intervallo di Regolazione: OFF; da 30 a 100 % Incrementi di: 1% Ossigeno Minimo [applicabile unicamente con cella O2 connessa] [Ossigeno Min. < Ossigeno Max. - 10 %] Intervallo di Regolazione: OFF; da 18 a 90 % Incrementi di: 1%

Ventilatore CARAT I

43

8. Avvio
8. Avvio 8.3. Connessione di un Circuito Paziente Monotubo

8.

8.1. Avvio del Ventilatore Posizionare il CARAT I su una superficie piana e stabile. Il ventilatore pu comunque operare in ogni altra posizione, basta che lingresso dellaria sia sempre libero e mai bloccato. Connettere il tubo linea pressione al connettore di misura della pressione posta sul ventilatore . Connettere il tubo di controllo della valvola espiratoria al connettore posta sul ventilatore (SMM 02) . Connettere il tubo principale al connettore linea inspiratoria posta sul ventilatore (FM 22) .

8.2. Alimentazione Elettrica Per utilizzare il CARAT I con una alimentazione elettrica esterna, connettere lunit di alimentazione alla presa DC, posta sulla parte posteriore del ventilatore. Dopodich, connettere il ventilatore a una fonte di voltaggio di 100-250 V (-20%/+10%), 50-60 Hz attraverso il cavo di alimentazione ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Quando una maschera nasale o oronasale viene usata per la ventilazione non invasiva, questa maschera non deve essere dotata di alcun sistema di evacuazione CO2.

44

Ventilatore CARAT I

8. Avvio
8.4. Accensione del Ventilatore confermato premendo la manopola MFK. ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Allavvio del ventilatore, il circuito paziente deve gi essere connesso al ventilatore, ma non al paziente. Se una cella per la misura dellO2 era stata connessa prima che il ventilatore fosse acceso, questa cella calibrata automaticamente durante lavvio del sistema. Se il ventilatore non connesso allalimentatore esterno durante laccensione, viene emesso un segnale acustico, accompagnato dal messaggio Funzionamento Batteria. La richiesta deve essere confermata con una breve pressione sul tasto di allarme.

ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Se c una grande differenza tra la temperatura dove viene utilizzato il ventilatore e quella dove il ventilatore era posizionato in precedenza, bisogner far passare almeno mezzora prima del suo utilizzo. ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Prima dellutilizzo del ventilatore per la prima volta e comunque sempre quando si cambia il paziente, bisogna eseguire un controllo delle sue funzioni. ( Vedere Sezione 13.). Accendere CARAT I attraverso il pulsante principale sulla parte posteriore del sistema. Emetter un segnale acustico. Sul display dellapparecchio vengono visualizzati il numero di serie, la versione del software, il contatore dei trattamenti ed il contagiri dellapparecchio. Il dispositivo esegue un test interno dellhardware e controlla tutti i parametri. Se il test interno dellhardware completato con successo, il ventilatore visualizzer automaticamente lo schermo Standard. Nel caso ci fosse un errore, questo verr evidenziato con un messaggio. Il ventilatore non torner al Display Standard fino a che questo messaggio derrore non

8.4.

Ventilatore CARAT I

45

9. Utilizzo dellOssigeno
9. Utilizzo dellOssigeno

9.

ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Lossigeno deve essere fornito esclusivamente sotto prescrizione medica. Uneccessiva somministrazione di ossigeno pu risultare dannosa per il paziente. Se si somministra ossigeno tramite ventilatore, deve essere eseguita una misura della FiO2. Osservare ed eseguire attentamente le istruzioni duso del produttore o del distributore dossigeno. CARAT I permette la misura della FiO2 attraverso una cella dellO2 (accessorio opzionale). Si raccomanda di utilizzare esclusivamente questa cella. La pressione dellossigeno non deve eccedere un valore di 200 hPa; il suo flusso non pu eccedere 15 l/min. Lossigeno deve essere dosato attraverso un flussimetro esterno.

Non collegare ossigeno umidificato allingresso del ventilatore. Lumidit pu causare difetti al ventilatore. Se necessario, un umidificatore pu essere connesso tra luscita daria del ventilatore ed il paziente. Assicurarsi che ladattatore allingresso dossigeno sia ben collegato alla fonte esterna, altrimenti potrebbero verificarsi fuoriuscite dossigeno durante la ventilazione. La somministrazione dossigeno dovrebbe essere sospesa nel caso la ventilazione venisse interrotta. Si raccomanda anche di utilizzare il ventilatore senza la somministrazione di ossigeno per alcuni atti respiratori, prima di incominciare e dopo aver terminato il processo di ventilazione. Nel caso di perdite dossigeno, la fonte deve essere chiusa immediatamente. In questo caso, assicurarsi di evitare scintille, o potenziali fonti di fuoco nelle vicinanze dello strumento e aerare la stanza subito dopo.

46

Ventilatore CARAT I

9. Utilizzo dellOssigeno
Lossigeno pu essere fornito in tutte le modalit ventilatorie. Il connettore ingresso ossigeno situato sulla parte posteriore del ventilatore. Lunico adattatore da utilizzare quello fornito con il ventilatore, altrimenti si rischia di danneggiare il connettore di ingresso ossigeno. Si fa presente che, cambiando i parametri ventilatori quali la pressione respiratoria, la I:E e la frequenza, cambia anche il valore della FiO2. Misura O2 La misura O2 eseguita con la cella O2 opzionale. Inserire la cella nelladattatore T tra il ventilatore ed il circuito paziente. Ladattatore T fornito con un connettore ( = 22mm) che deve essere fissato sul connettore della linea inspiratoria. Connettere il cavo della cella O2 al connettore di misura O2, posto sulla parte frontale del ventilatore. La cella O2 viene calibrata automaticamente allavvio. Se la cella viene connessa pi tardi, nel campo di testo comparir il seguente messaggio: Calibrare cella O2. In modalit stand-by, possibile effettuare la calibratura del sensore selezionando la funzione Calibratura O2 sullo schermo di servizio. La calibrazione avviene in aria ambiente, che si assume contenga il 21% dossigeno. NOTA: Leliminazione della cella O2 considerata rifiuto speciale. Non buttare la cella nella pattumiera comune.

9.

Ventilatore CARAT I

47

10. Operazioni
10. Operazioni 10.1. Accensione e Spegnimento recchio si spegne. NOTA: Una volta spento il ventilatore, tutti i parametri impostati saranno preservati. 10.2. Inizio e Fine della Ventilazione 10.2.1. Inizio della Ventilazione Iniziare la ventilazione attivando il tasto ON/OFF. Durante la ventilazione, i valori visualizzati indicano tutti valori attualmente misurati. 10.2.2. Fine della Ventilazione Per fermare la ventilazione bisogna premere brevemente il tasto ON/OFF. Sulla parte sinistra del display appare il seguente messaggio accompagnato da un segnale acustico:

10.
Accendere e spegnere il ventilatore attraverso il pulsante sul retro. Dopo laccensione, il ventilatore effettuer automaticamente un test dell hardware.. Verdere Sezione 8.5. Il ventilatore pu essere spento solo quando la ventilazione terminata. Se linterruttore principale posizionato su OFF durante la ventilazione, compare la richiesta: interrompere la ventilazione? S/No. In aggiunta risuona un allarme acustico. Se si conferma con si, la rianimazione viene interrotta. Se si sceglie no compare lavviso:

Lapparecchio rimane acceso e la ventilazione prosegue. Lallarme rimane in funzione, fino a quando linterruttore generale viene riposizionato su I o la ventilazione conclusa. Se la ventilazione conclusa e lapparecchio spento, per mezzo dellinterruttore generale, compare la richiesta i dati saranno assicurati, lapparecchio viene spento. Dopo la conclusione della memorizzazione dei dati, lappa48
Ventilatore CARAT I

Se il tasto viene premuto una seconda volta il messaggio scompare. Premere ancora e tenere premuto il tasto ON/OFF (> 3 sec) per confermare il messaggio e completare la ventilazione.

10. Operazioni
10.3. Abilitare e Disabilitare il Blocco di Sicurezza CARAT I fornito con un blocco di sicurezza come protezione a modifiche accidentali non autorizzate dei parametri di allarme e della ventilazione. Una volta abilitato il blocco di sicurezza, tutte le impostazioni sul Display Standard e su quello dei Parametri Estesi saranno disabilitate. Non sar pi accessibile neppure il Display Service. Lattivazione del blocco di sicurezza indicato dal simbolo di una chiave visualizzato sullarea dei simboli. Per abilitare e disabilitare il blocco di sicurezza, premere e mantenere premuto il tasto di modalit (> 1.5 sec.) e poi confermare premendo la manopola MFK, mentre il simbolo con la chiave sta lampeggiando. Pu essere attivato un blocco di sicurezza automatico attraverso il PC software CaratControl. Questo blocco si attiver automaticamente se non verr premuto alcun pulsante per 30 secondi. 10.4. Funzione del tasto esc | mode Il tasto esc | mode ha due funzioni. La prima funzione la funzione esc (escape), per es. per annullare degli inserimenti non voluti e la seconda la funzione mode (modus), ovvero per cambiare la modalita di ventilazione. 10.4.1. Escape Premendo il tasto esc, si possono annullare degli inserimenti non ancora confermati. Se un parametro stato scelto e modificato, senza essere stato ancora confermato con il tasto MFK, allora linserimento pu essere annullato premendo il tasto esc | mode. A prescindere da quale schermo ci si trovi, premendo il tasto esc | mode, si ritorna sempre al display standard. Se ci si trova sul display standard e si conferma il tasto esc | mode, si arriva nel men di scelta della modalita di ventilazione. Se questo avviene accidentalmente, anche in questo caso, premendo il tasto esc | mode, possibile annullare linserimento.

10.4.

Ventilatore CARAT I

49

10. Operazioni
10.4.2.Selezionare la Modalit di Ventilazione bile selezionare la modalit di ventilazione desiderata. Premendo lMFK si conferma poi la nuova modalit come preselezione il LED di modalit continua a lampeggiare. In seguito, sulla met sinistra del display, possibile regolare o eventualmente modificare i parametri di ventilazione e di allarme della nuova modalit. La modalit precedente, tuttora attiva, caratterizzata dalla spia luminosa del LED di modalit costantemente accesa. Una volta regolati i parametri per la nuova modalit, possibile, ruotando lMFK, selezionare la funzione accettare regolazioni sul display e, premendo lMFK, confermare la selezione. Con linspirazione successiva, si attiva la nuova modalit di ventilazione.

10.4.

10.4.2.1. Modifica della Modalit di Ventilazione con il Ventilatore in Standby La modalit di ventilazione pu essere modificata solo quando viene visualizzata la schermata standard. Per poter modificare la modalit, non deve essere selezionato alcun parametro. Lattuale modalit di ventilazione indicata con laccensione fissa del relativo LED. Premendo il tasto esc | mode si apre il men modalit. Ruotando lMFK, possibile selezionare la modalit di ventilazione desiderata. Premendo lMFK, si conferma la selezione e lapparecchio si avvia nella modalit desiderata.

10.4.2.2. Modifica della Modalit di Ventilazione durante la Ventilazione La modalit di ventilazione pu essere modificata solo quando viene visualizzata la schermata standard. Per poter modificare la modalit, non deve essere selezionato alcun parametro. Eventualmente premere il tasto esc | mode. La modalit di rianimazione selezionata al momento caratterizzata da una spia fissa del rispettivo LED di modalit. Premendo il pulsante esc | mode si apre il men modalit. Ruotando lMFK possi-

10.5. Modifica dei Parametri di Ventilazione e dAllarme Ruotare la manopola MFK per selezionare i parametri di ventilazione o di allarme. Il parametro attualmente selezionato evidenziato con una barra nera per 3 secondi. Confermare la selezione di questo parametro premendo la manopola MFK. Dopodich, sia il parametro che il suo valore saranno evidenziati con una barra nera. Per cambiare il valore del parametro, ruotare la manopola MFK.

50

Ventilatore CARAT I

10. Operazioni
Se il valore del parametro modificato collegato ad uno o pi parametri ad esso dipendenti (che cambieranno anchessi), allora anche i valori di questi parametri sono evidenziati da una barra nera. Per confermare la modifica del valore o i diversi valori dei parametri, premere ancora una volta la manopola MFK. Una volta confermato, i valori cambiati saranno applicati immediatamente. NOTA: Se la modifica di un valore di un parametro non confermata con la manopola MFK, la selezione d quel parametro sar respinta dopo 30 secondi ed il valore modificato non sar applicato. Premendo il tasto esc | mode si ritorna sempre immediatamente alla schermata standard. NOTA: Se non azionato alcun elemento di controllo nel Display dei Parametri Estesi o in quello Service per 30 secondi, il sistema torner automaticamente al Display Standard. NOTA: Se il blocco di sicurezza abilitato, allora il Display Service disabilitato. In questo caso, possono essere selezionati soltanto il Display Standard o quello dei Parametri Estesi.

10.7.

10.6. Selezione del Display Il display pu essere modificato solo se nessuno dei parametri selezionato. Eventualmente premere il tasto esc | mode. Ci si pu muovere tra il Display Standard, quello dei Parametri Estesi o Service mantenendo premuta la manopola MFK (> 1.5 sec.): Display Display Display Display Display Standard dei Parametri Estesi Service Monitoraggio in tempo reale Standard

Ventilatore CARAT I

51

10. Operazioni
10.7 Assegnazione delle Funzioni degli Elementi di Controllo 11. Allarmi e Messaggi dErrore 11.1. Informazioni Generali ISTRUZIONI DI SICUREZZA: I limiti di allarme possono essere impostati solo da personale capace e qualificato ed esclusiva mente sotto la supervisione di un medico. Gli allarmi del CARAT I sono sia predefiniti che regolabili in relazione alla particolare modalit di ventilazione (Vedere Sezione 7.5.). Tutti gli allarmi regolabili sono preservati una volta che il ventilatore spento e torneranno attivi al suo riavvio. Tutti gli allarmi ed i messaggi derrore sono indicati visivamente, acusticamente e per mezzo di messaggi di testo. Le indicazioni acustiche e visive variano a secondo della priorit dellallarme: Priorita ALTA 10 emissioni veloci (ripetute ogni 5 secondi); lampeggio ad intermittenza di luce rossa ad una frequenza di 2 Hz Priorita MEDIA 3 emissioni lente (ripetute ogni 5 secondi); lam-

10.7.

Elemento di Controllo Tasto ON/OFF

Funzione Avvio Ventilazione Conferma fine ventilazione

Azione Premere brevemente Premere e mantenere (> 3 s) Premere brevemente Premere brevemente Ruotare Premere brevemente Ruotare

Tacitazione Allarme

Tacita tono di allarme Riconoscimento dellallarme

Manopola Multi Funzione

Seleziona i parametri Imposta i parametri Attiva i parametri

Conferma la selezione dei para- Premere metri brevemente Conferma la modifica dei valori dei parametri Riconosce Funzionamento Batteria Modifica dei Display Tasto esc | mode Attivazione del men modalit di ventilazione Uscita dal parametro/schermata selezionati Attivazione/disattivazione del blocco di sicurezza Premere brevemente Premere brevemente Premere e mantenere (> 1,5 s) Premere brevemente Premere brevemente Premere e mantenere

52

Ventilatore CARAT I

11. Allarmi e Messaggi dErrore


peggio ad intermittenza di luce gialla ad una frequenza di 0.5 Hz Priorita BASSA 1 emissione; luce gialla fissa Se si attivano pi di un allarme uno dopo laltro o tutti insieme, verr sempre visualizzato quello con la priorit pi alta. Una volta eliminata la causa dallarme, il segnale acustico si spegner; tuttavia, lallarme visivo e il messaggio continueranno ad essere attivi fino a che lallarme non verr confermato premendo il tasto di controllo (arancione). Lallarme acustico pu essere tacitato per 2 minuti premendo il tasto di controllo. Durante questo intervallo, lallarme acustico di qualsiasi altro allarme successivo rimarr tacitato, ad eccezione dei i seguenti allarmei: Batteria Interna Scarica, Errore Batteria Interna, Errore Sistema Alimentazione, che non si tacitano in nessun caso. I LED nel tasto di controllo continuano ad indicare lallarme visuale, anche se il tono tacitato. A meno che non venga eliminata la causa dellallarme, lallarme acustico sar nuovamente emesso dopo 2 minuti. Il volume del segnale acustico pu essere regolato sul display dei Parametri Estesi allinterno di un intervallo di 10 livelli. Sul Display di Service dellapparecchio, possono essere visti gli ultimi 15 allarmi con data, momento dellallarme, causa dellallarme e i valori attuali misurati al momento dellallarme. Gli allarmi possono inoltre essere selezionati tramite il software del PC. La causa dellallarme, la regolazione dellapparecchio ed il momento dellallarme sono memorizzati. In aggiunta sono memorizzate ogni volta, un minuto prima dallinsorgere della causa dallarme e un minuto dopo, le curve di pressione e di flusso. E anche possibile estrarre gli allarmi di media ed alta priorit grazie alla funzione dellallarme remoto.

11.1.

Ventilatore CARAT I

53

11. Allarmi e Messaggi dErrore


11.2 Allarmi Regolabili In caso dallarme, il relativo allarme verr evidenziato da una barra nera sul Display Standard.

11.2.

ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Prima di cambiare le impostazioni dei parametri dallarme, controllare la condizione del paziente.

Allarme/Messaggio Priorita Causa Pressione alta ALTA Pressione maggiore di quella massima impostata o deviazione di pressione positiva maggiore di quella impostata Pressione minore di quella minima impostata o deviazione di pressione negativa maggiore di quella impostata Lintervallo misurato eccede la frequenza massima Il volume corrente maggiore del volume massimo Il volume corrente minore del volume minimo FiO2 misurata maggiore dellossigeno massimo impostato FiO2 misurata minore dellossigeno minimo impostato Il volume corrente minore del volume minimo impostato

Intervento 15 sec. o 3 atti consecutivi

Pressione bassa

ALTA

15 sec. o 3 atti consecutivi

Frequenza alta Volume alto Volume basso Ossigeno alto Ossigeno basso Volume Minimo non raggiunto

ALTA ALTA ALTA MEDIA MEDIA BASSA

3 atti consecutivi 3 atti consecutivi 3 atti consecutivi

3 atti consecutivi

54

Ventilatore CARAT I

11. Allarmi e Messaggi dErrore


11.3. Definizione degli Allarmi e Messaggi dErrore 11.3.1. Messaggi dErrore relativi al Test Hardware durante laccensione
Messaggio Errore Parametro Causa Parametri non validi / errore checksum Soluzione Sono stati rilevati parametri ed impostazioni invalidi e resettati alle impostazioni di fabbrica; devono essere controllati tutti parametri, sia quelli degli allarmi che quelli della ventilazione Sia lora che la data devono essere reimpostate; se lorologio difettoso, necessario un controllo del ventilatore Ventilazione non possibile o possibile solo ad un grado limitato; necessario un controllo del ventilatore La misura della pressione e del volume inaccurata; necessario un controllo del ventilatore Ventilazione possibile solo con alimentazione elettrica esterna; necessario un controllo del ventilatore Ventilazione possibile solo ad un grado limitato; nessuna visualizzazione dello stato batteria o dalla gestione alimentazione; necessario un controllo del ventilatore

11.3.

Errore RCT

Errore orologio generale, ora o data non valide

Errore Sensore

Segnale sensore al di fuori dellintervallo valido

Dati Calibrazione non corretti Errore Batteria Interna Errore Sistema Alimentazione

Dati di calibrazione non corretti/errore checksum Batteria difettosa

Errore generale di Alimentazione

Ventilatore CARAT I

55

11. Allarmi e Messaggi dErrore


11.3.2. Definizione degli Allarmi di Alimetazione
Allarme / Messaggio Priorita Causa ALTA ALTA Errore generale Sistema Alimentazione Batteria Scarica Soluzione E necessario un controllo del ventilatore La batteria ha bisogno di ricarica; Ventilazione possibile solo con alimentazione elettrica esterna E necessario un controllo del ventilatore La batteria ha bisogno di ventilatore

11.3.

Errore Sistema Alimentazione Batteria Interna Scarica

Errore Batteria Interna Batteria Interna Bassa

MEDIA MEDIA

Batteria difettosa Capacit batteria < 10 %

56

Ventilatore CARAT I

11. Allarmi e Messaggi dErrore


11.3.3. Definizione Allarmi Vari
Allarme / Messaggio Perdite Controllare Tubo di Misura Errore Sensore di Pressione Stenosi Alta Pressione Errore del Dispositivo Priorita Causa ALTA ALTA Flusso di inspirazione troppo alto per un lungo periodo (> 15 sec.) Differenza di pressione dal secondo sensore di pressione maggiore di 3 hPa (> 15 sec.) Soluzione Controllare il sistema circuito o maschera Controllare la connessione del tubo di misura alla porta di connessione

11.3.

ALTA

Compensazione al di fuori dellintervallo / errore di E necessario un controllo del calibrazione / pressione costante per un lungo ventilatore periodo (> 15 sec.) Volume corrente misurato inferiore a 30 ml Flusso constante per un periodo oltre 15 sec. Controllare il circuito paziente ed I tubi per eventuali occlusioni

ALTA ALTA ALTA


(tono continuo)

Pressione maggiore di 60 hPa / errore del sistema E necessario un controllo del ventilatore Errore di comunicazione tra i controllers E necessario un controllo del ventilatore Sostituire o ricalibrare la cella ossigeno Richiesta ulteriore calibrazione attraverso il display Service

Errore Cella Ossigeno Calibrare Cella O2

MEDIA BASSA

Cella difettosa / errore di calibrazione La cella O2 stata inserita dopo laccensione del ventilatore

Ventilatore CARAT I

57

11. Allarmi e Messaggi dErrore


11.3.4. Messaggi Addizionali
Messaggio Causa Il ventilatore sconnesso dallalimentazione elettrica esterna e sta funzionando con la batteria interna; confermare il messaggio premendo la tasto allame Nessun atto spontaneo del paziente: frequenza minima assicurata dal ventilatore; unicamente in modalit PSV I dati sono salvati dopo lattivazione del pulsante principale La modalit stata modificata durante la ventilazione; per attivare una nuova modalit, selezionare questo messaggio ruotando la manopola MFK e confermarla premendolo I dati sono trasferiti di continuo dal ventilatore al PC o viceversa Linterruttore generale stato attivato nel corso della ventilazione, il segnale acustico attivo. Per terminare la ventilazione occorre confermare la richiesta con SI, attraverso il MFK Il tasto ON /OFF stato premuto solo brevemente, nel corso della ventilazione. Per interrompere la ventilazione occorre azionare questo tasto pi a lungo (> 3 s) Nella modalit PSV stato scelto, per il limite dapnea, un valore > di 15 s. Questa indicazione deve essere confermata premendo il MFK

11.3.

Funzionamento Batteria Modalit di Sicurezza Salvataggio Dati / Spegnimento Ventilatore Accetta Impostazioni

Comunicazione attiva Fermare la ventilazione? SI NO mantenere premuto per 3 secondi per fermare la ventilazione Apnea > 15 s impostare

58

Ventilatore CARAT I

12. Pulizia e Disinfezione


12. Pulizia e Disinfezione 12.1. Utilizzo in Ospedale o a Domicilio ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Disconnettere la presa elettrica prima di pulire il ventilatore Non ci sono metodi standard per la sterilizzazione del CARAT I Non usare solventi abrasivi (es. acetone) per la pulizia Non immergere il ventilatore nellacqua o nei solventi Osservare le istruzioni del produttore per la pulizia e la disinfezione Superficie Utilizzare un panno inumidito con acqua e sapone per la pulizia della superficie esterna del ventilatore. Strofinare il ventilatore con un panno inumidito di acqua pulita per rimuovere i residui di sapone. Se il ventilatore in ospedale deve essere disinfettato ad intervalli regolari e, comunque, in caso di contaminazione sospetta. Per la disinfezione della superficie esterna, si consiglia SAGROTAN Med. Possono essere utilizzati anche disinfettanti riconosciuti dalla Guida RKI. Prima di rientrare in uso, il ventilatore deve essere perfettamente asciutto. Filtro dellAria Pulire il filtro nero una volta alla settimana. Per fare ci, rimuovere il filtro alloggiato nella cassetta filtro. Per continuare la ventilazione, inserire un filtro nero di ricambio o utilizzare una cassetta completa nuova. Lavare il filtro con acqua tiepida e sapone, poi sciacquare con acqua pulita. Prima dellinserimento, il filtro nero deve essere completamente asciutto.

12.1.

Ventilatore CARAT I

59

12. Pulizia e Disinfezione


Il filtro bianco, al contrario, non pu essere pulito. Deve essere controllato una volta alla settimana e sostituito una volta al mese o, se molto sporco, anche pi spesso. Per cambiare il filtro bianco, rimuovere prima il filtro nero dalla cassetta porta filtro. Dopodich si pu rimuovere e sostituire quello bianco. ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Non utilizzare mai il ventilatore senza il filtro dellaria. Usare solo ed esclusivamente filtri originali HOFFRICHTER. In caso contrario, non sar valida la garanzia del ventilatore. Circuito Paziente e Maschera Pulire e disinfettare i circuiti paziente e le maschere riutilizzabili come descritto sulle istruzioni del fabbricante. Nel caso fossero molto danneggiate o usurate, sia la meschera che il circuito paziente devono essere sostituiti. Buttare via qualsiasi circuito paziente per cui non previsto il riutilizzo. Cella Ossigeno Non immergere la cella di ossigeno (opzionale) nella soluzione di lavaggio e neppure sterilizzarla. Se necessario, si pu pulire la sua superficie con un panno umido. Prima della riconnessione, la cella di ossigeno deve essere completamente asciutta. Umidificatore Pulire e disinfettare ogni umidificatore riutilizzabile come descritto sulle istruzioni del fabbricante. Filtro Antibatterico Sostituire il filtro antibatterico ad intervalli specificati dal fabbricante. Per scongiurare ogni contaminazione biologica, i filtri antibatterici devono sempre essere posizionati tra il ventilatore ed il circuito paziente, specialmente in caso di utilizzo in ospedale.

12.

60

Ventilatore CARAT I

12. Pulizia e Disinfezione


12.2. Riutilizzo del Ventilatore su un altro paziente Prima di usare il ventilatore su un altro paziente, pulirlo e disinfettarlo perfettamente per eliminare tutti i fattori patogeni umani. Dopodich, deve essere eseguito un controllo di sicurezza tecnico e funzionale sullo strumento. Queste operazioni devono essere eseguite esclusivamente da aziende con un Sistema QM e da personale propriamente qualificato, autorizzato e con esperienza in merito. Sistemare correttamente la borsa per il trasporto e tutti gli accessori componenti. Smontare il blocco sensore del sistema. Eliminare la valvola di espirazione e sostituirla con una nuova. Le parti in plastica del blocco sensore possono essere autoclavate. I sensori non devono entrare in contatto con i liquidi detergenti. E permesso lutilizzo di spray disinfettanti come, ad es. SAGROTAN Med. Prima della reinstallazione nel blocco, i sensori devono essere completamente asciutti. Tutte le parti interne e le porte di connessione devono essere disinfettate con agenti specifici, come il SAGROTAN Med. Eliminare la cassetta completa dei filtri e sostituirla con una nuova. Dopo lassemblaggio deve essere effettuato un controllo sulla sicurezza e la funzionalit. Assicurarsi che tutte le parti utilizzate, come gli strumenti per la misura ed il pallone simulatore, siano completamente puliti da fattori patogeni umani. Fino al nuovo riutilizzo, il ventilatore deve essere conservato in un luogo pulito e protetto da ogni tipo di contaminazione. ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Si raccomanda luso di filtri antibatterici tra le parti di inspirazione ed espirazione e le porte di connessione del tubo, durante la ventilazione

12.2.

Ventilatore CARAT I

61

13. Controllo delle Funzioni


13. Controllo Funzionale Allarme Errore Energia Elettrica Disconnettere il ventilatore dalla presa elettrica esterna. Verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Funzionamento Batteria. Allarme delle Perdite Disconnettere il pallone simulatore dal ventilatore. Dopo 15 secondi verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Perdita.

13.

ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Prima dellutilizzo del ventilatore, controllare il funzionamento di tutti gli allarmi. Per il controllo delle funzioni sono necessari il circuito paziente ed un pallone simulatore. Connettere il circuito paziente ed il pallone simulatore al ventilatore. Connettere lalimentatore elettrico alla presa DC sulla parte posteriore del ventilatore. Connettere il ventilatore ad una fonte di energia elettrica attraverso il cavo di alimentazione. Accendere il ventilatore con il pulsante principale sul retro e avviare la ventilazione premendo il tasto di controllo.

Allarme Frequenza alta Utilizzare il ventilatore nella modalit PSV. Impostare lallarme di frequenza massima ad un valore pi alto di quello attualmente misurato. Simulare atti spontanei utilizzando il pallone simulatore, fino a quando non verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Frequenza alta.

62

Ventilatore CARAT I

13. Controllo delle Funzioni


Allarme Pressione bassa Utilizzare il ventilatore nella modalit VCV. Impostare lallarme di pressione minima pi alta di quella attualmente raggiunta. Dopo 15 secondi verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Pressione bassa. Allarme Volume basso Utilizzare il ventilatore nella modalit VCV. Impostare lallarme di pressione massima pi bassa di quella attualmente raggiunta. Dopo 15 secondi verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Volume basso. Allarme Volume basso Utilizzare il ventilatore nella modalit PSV. Impostare lallarme di volume minimo pi alto di quello attualmente misurato. Impostare il volume minimo garantito su OFF. Dopo 3 atti verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Volume basso. Allarme Volume alto Utilizzare il ventilatore nella modalit PSV. Impostare lallarme di volume massimo pi basso di quello attualmente misurato. Impostare il volume minimo garantito su OFF. Dopo 3 atti verr emesso un segnale acustico e comparir il seguente messaggio : Volume alto. NOTA: Se uno dei test sopra descritti fallisce, contattare LAssistenza Tecnica.

13.

Ventilatore CARAT I

63

14. Manutezione e Controllo della Sicurezza Tecnica


14. Manutenzione e Controllo della Sicurezza Tecnica Inoltre, i componenti richiesti devono essere sostituiti nel corso del controllo tecnico. Questi sono contenuti nel kit 1. Ogni 12 mesi, il CARAT I deve essere sottoposto a misure di manutenzione. Queste misure includono la sostituzione dei componenti contenuti nel kit 1 della manutenzione.

14.

Ogni 6 mesi, del personale autorizzato deve effettuare controlli sulla sicurezza tecnica del CARAT I. Tale controllo comprende: un controllo dei danni esterni un controllo delle funzioni test sugli allarmi un controllo degli accessori per possibili danni test batteria

64

Ventilatore CARAT I

15. Operazioni tramite energia elettrica esterna a Batteria


15. Operazioni tramite energia elettrica esterna e Batteria CARAT I rileva automaticamente le fonti di voltaggio disponibili. Se il ventilatore connesso ad una fonte di alimentazione esterna attraverso lalimentatore (PMC120 PS24 o SNP-A129-M), questultima viene sempre utilizzata con la massima priorit; soltanto in un secondo momento sar utilizzata la batteria interna. La fonte di alimentazione in uso sempre indicata dallaccensione del relativo LED. 15.1. Operazioni tramite energia elettrica ester na ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Per utilizzare il ventilatore tramite lenergia elettrica esterna, utilizzare unicamente lalimentatore in dotazione (PMC120 PS24 o SNP-A129-M) Se CARAT I connesso ad una fonte di alimentazione 90-240V, 50/60 Hz tramite alimentatore, il LED alimentatore esterno emette una luce verde. Questo avviene anche se linterruttore principale spento, in quanto, in caso di necessit, la batteria interna viene ricaricata. Se, al contrario, il ventilatore non connesso allalimentatore esterno, sar emesso un allarme acustico quando il ventilatore acceso, il LED emetter una luce gialla e comparir il messaggio Funzionamento Batteria. Confermare il messaggio premendo la tasto allarme. La ricarica della batteria interna indicata dal LED alimentazione interna e dal simbolo lampeggiante di una batteria. 15.2. Funzionamento con Batteria Interna Se CARAT I acceso senza alcuna connessione allenergia elettrica esterna o disconnesso da questa durante il funzionamento, sar emesso un segnale acustico e comparir il messaggio Funzionamento Batteria. Premere la tasto allarme per spegnere il segnale acustico e per confermare il messaggio. A secondo del residuo di carica della batteria, il LED dell alimentazione elettrica interna si accende come segue: da 80 a 100% . . . . .verde da 30 a 79% . . . . . .giallo da 0 a 29 % . . . . . . .rosso ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Per evitare che la batteria si scarichi completamente, il ventilatore dovrebbe rimanere connesso ad una fonte di corrente elettrica esterna durante la sua modalit di standby. La ricarica completa di una batteria scarica impiega circa 4 ore. Riciclare le batterie sostituite secondo le norme locali. Contattare il distributore.

15.2.

Ventilatore CARAT I

65

16. Dati Tecnici


16. Dati Tecnici Specifiche e Prestazioni Dimensioni: 305 x 250 x 165 mm Peso: 4,6 kg Pressione Massima: 50 hPa Condizione anomalia: 60 hPa Flusso Massimo: 250 l/min Volume Minuto Massimo Modalit PCV (IPAP = 50, PEEP = 0) R5 / C50 45 l/min R5 / C20 33 l/min R20 / C20 26 l/min R20 / C50 30 l/min Modalit VCV limitata a 90 l/min Resistenza Resistenza Inspiratoria dellintero sistema:

16.

Alimentazione Voltaggio: 100 - 250 V bei 50 / 60 Hz Media di consumo elettrico: 52 VA Classe di Sicurezza Elettrica: Classe II, tipo BF Batteria Interna: Batteria al litio ione conduttore, 24 V 2,25 Ah ISTRUZIONI DI SICUREZZA: Per utilizzare il ventilatore tramite lenergia elet trica esterna, utilizzare unicamente lalimentatore in dotazione (PMC120 PS24 o SNP-A129-M) Impostazioni di fabbrica: Modalit I:E Display Unit di Misura Pressione Tipo di Display Blocco di Sicurezza (software) Blocco di Sicurezza Volume dellAllarme Differenza di Pressione Tempo max. di Inspirazione Perdite Ossigeno max. Ossigeno min. Lingua

PCV I:E hPa STD manuale OFF 50% 3,0 hPa 4s OFF OFF OFF Inglese

3,6 hPa bei 60 l/min

Condizioni Operative Temperatura Operativa: da - 5 C d + 50 C Umidit relativa: da 10 % a 95 % Pressione Atmosferica: da 600 a 1100 hPa Condizioni di Stoccaggio da - 10 C a + 50 C (conservare in un luogo asciutto e in posizione verticale e senza pericolo di sbalzi o vibrazioni; conservare sia il ventilatore che gli accessori nelle scatole originali)

66

Ventilatore CARAT I

16. Dati Tecnici


Requisiti Tecnici per gli accessori Ingresso Ossigeno Tipo porta di connesione: Pressione: Flusso: Filtro Antibatterico Connessione: Resistenza: Volume Comprimibile: Volume Interno: Marchio CE richiesto! Resistenza totale del Sistema: < 6 hPa con 60 l/min Allarme Remoto Le chiamate infermieristiche o lallarme remoto (opzionale) sono connessi alla presa sulla parte frontale del sistema. Standard Il ventilatore conforme ai seguenti standard e Linee Guida: 93/42/EWG DIN EN 60601-1 DIN EN 60601-1-2 DIN EN 60601-1-4 DIN EN 60601-1-8 DIN EN ISO 10651-2 DIN EN ISO 14971 DIN EN ISO 10651-6 DIN EN 794-2 DIN EN 1041 DIN EN 980 DIN EN 13328-2 ISO/DIS 15001 ANSI F1246-91

innesto rapido < 200 hPa < 15 l/min

16.

22 / 15 mm (conforme a EN1281-1) < 2,3 hPa con 60 l/min < 66 ml < 200 ml

Dati soggetti a modifiche tecniche.

Ventilatore CARAT I

67

17. Indici
A Accensione e Spegnimento 50 Accetta Impostazioni 60 Alimentazione 68 Alimentazione elettrica 27, 46 Allarme acustico tacitato 10, 15 Allarme delle Perdite 64 Allarme Errore Energia Elettrica 64 Allarme Frequenza alta 64 Allarme Pressione alta 65 Allarme Pressione bassa 65 Allarme Remoto 69 Allarme Volume alto 65 Allarme Volume basso 65 Allarmi 30 Allarmi e Messaggi dErrore 54 Alta Pressione 59 Area dei simboli 14, 17 Area di testo 14, 16, 17 Autonomia residua batteria 10, 14, 16, 17 Avvio 46 Avvio del Sistema 29 Avvio del Ventilatore 46 B Barra Grafica della pressione 14 Barra Grafica per la Pressione IPAP e PEEP 17 Batteria Interna Bassa 58 Batteria Interna Scarica 58 Blocco di sicurezza 10, 15 C Calibrare Cella O2 59 Cella di misura O2 non connessa 10 Cella Ossigeno 62 Circuito Paziente e Maschera 62 Comunicazione attiva 60 Condizioni di Stoccaggio 68 Condizioni Operative 68 Connettore Cella di Misura O2 12 Connettore controllo valvola espiratoria 10, 12 Connettore linea di misura pressione 10, 12 Connettore linea Inspiratoria 10, 12 Controllare Tubo di Misura 59 Controller 29 Controllo Funzionale 64 Coperchio Connettori RS232 e Allarmi Esterni 12 D Data 18 Dati Calibrazione non corretti 57 Dati di targa 13 Dati Tecnici 68 Descrizione delle Funzioni 29 Dichiarazione di Conformit CE 10 Differenza di Pressione 20, 45 Display 12 Display dei Parametri Estesi 14, 53

17.

68

Ventilatore CARAT I

17. Indici
Display Display Display Display Display di Service 14, 21 I:E 20 Monitoraggio in tempo reale 14, 22, 53 Service 53 Standard 14, 17, 53 Frequenza Massima 44 Frequenza respiratoria 15 Frequenza SIMV 37, 40 Funzionamento Batteria 60 Funzione della Maniglia 24 I I:E 31, 35, 38, 40 Impostazioni nella Modalit PCV 35 Impostazioni nella Modalit PSV 36 Impostazioni nella Modalit SIMV 37 Impostazioni nella Modalit VCV 38 Indicatori Modalit 12 Ingresso cella di misura O2 10 Ingresso DC 13 Ingresso Ossigeno 13, 69 Inizio della Ventilazione 50 Inspirazione Spontanea 16 Inspirazione spontanea/assistita 10 Interfacce 29 Interruttore Principale 13 IPAP 14, 31, 32, 33, 35, 37, 39 L LED alimentazione elettrica interna 10, 12 LED alimentazione elettrica esterna 10, 12 Limite di Apnea 36, 40 Luminosit Display 18

17.

E Errore Batteria Interna 57, 58 Errore Cella Ossigeno 59 Errore del Dispositivo 59 Errore Parametro 57 Errore Processore 57 Errore RCT 57 Errore Sensore 57 Errore Sensore di Pressione 59 Errore Sistema Alimentazione 57, 58 Escrizione delle Funzioni 29 F Fermare la ventilazione? 60 Fermare la ventilazione! 60 Filtro Antibatterico 62, 69 Filtro dellAria 61 Filtro Ingresso Aria 12, 13 Fine della Ventilazione 50 FiO2 30, 48 Flusso 23 Frequenza 35, 36, 38 Frequenza alta 56

Ventilatore CARAT I

69

17. Indici
M Manopola Multifunzione (MFK) 12 Misura dei Parametri 30 Misura O2 49 Modalit di Sicurezza 60 Modalit PCV 31 Modalit PSV 32 Modalit SIMV 33 Modalit VCV 34 N Note Generali 6 O O2 45, 47, 48, 49, 59 Operazioni 50 Ora 18 Ossigeno alto 56 Ossigeno basso 56 Ossigeno Massimo 20, 45 Ossigeno Minimo 20, 45 P Parametri 35 Parametri di Allarme 17 Parametri degli Allarmi Estesi 20 Parametri di Ventilazione 17, 35 Parametri di Ventilazione sul Display Standard 35 Parti Principali 26 PCV 11, 20, 31, 41 PEEP 14, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39 Perdite 59 Pressione 23 Pressione Aggiuntiva 35, 36, 43 Pressione alta 56 Pressione bassa 56 Pressione delle vie aeree 15 Pressione Massima 44 Pressione Minima 44 Priorita ALTA 54 Priorita BASSA 54 Priorita MEDIA 54 Plns 14, 32, 33, 36, 37, 39 PSV 11, 32, 41 R Rampa 35, 36, 37, 38, 41 Resistenza 68 Risoluzione 23 S Salvataggio Dati 60 Scala 23 Seguire le Istruzioni per lUtilizzo 10 Selezione del Display 53 Sicurezza Elettrica Classe II 10 SIMV 11, 33, 41

17.

70

Ventilatore CARAT I

17. Indici
Slitta di Sblocco 13 Specifiche e Prestazioni 68 Spegnimento Ventilatore 60 Standard 69 STD 19 Stenosi 59 Superficie 61 T Tasto di Controllo 12, 53 Tasto Modalit 12, 53 Tasto Multifunzione 53 Tempo 23 Tempo di Inspirazione massima 20 Tempo di Inspirazione 35 Tempo Inspiratorio 37, 38, 40 Tempo Inspiratorio Massimo 45 Tipo BF 10 Tipo Display 19 Trigger a Pressione 42 Trigger Espiratorio 36, 37, 43 Trigger Inspiratorio 35, 36, 37, 38, 42 Turbina 27 Turbina on/off 10 U Umidificatore 62 Unit di Gestione dell Alimentazione 27 Unit pneumatica 27 Uscita sicurezza Ossigeno 13 V Valori Attuali 17 Valori reali paziente 14 VCV 11, 20, 34 Ventilazione a Pressione Controllata 31 Ventilazione Assistita a Pressione Controllata 31 Volume 23, 38, 39 Volume alto 56 Volume basso 56 Volume di Allarme 20 Volume inspirato 15 Volume Massimo 44 Volume Minimo 44 Volume minimo 35, 36, 43 Volume Minimo non raggiunto 56 Volume Minuto Massimo 68 X XXL 19

17.

Ventilatore CARAT I

71

18. Dichiarazione di Conformit

18.

72

Ventilatore CARAT I

Nota

Ventilatore CARAT I

73

Nota

74

Ventilatore CARAT I

Nota

Ventilatore CARAT I

75

Numero di serie:

Fabbricato: HOFFRICHTER GmbH Mettenheimer Str. 12/14 D-19061 Schwerin Germanny Telefon: +49-385-39925-0 Fax: +49-385-39925-25 www.hoffrichter.de info@hoffrichter.de
Distribuito da: MEDIGAS ITALIA Via Edison, 6 20090 Assago (MI) Tel.: +39 02 4888111 Fax: +39 02 48881155 www.medigas.it

CARAT I-ita-0907-06