Sei sulla pagina 1di 116

10/15

cod. 20103428 rev. 0

ALUDOMUS SOLAR KV/200 20 ISC SOLAR


IT ISTRUZIONI PER L'INSTALLATORE, PER IL Servizio Tecnico di Assistenza

Conformit

I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R sono conformi a:

Direttiva Bassa Tensione (LVD) 2006/95/CE

Direttiva Compatibilt Elettromagnetica (EMC) 2004/108/CE

Normativa caldaie a condensazione 677

Direttiva Gas 2009/142/CE

Direttiva Rendimenti 92/42/CEE

Direttiva Progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all'energia 2009/125/CE

Direttiva Indicazione del consumo di energia mediante etichettatura 2010/30/UE

Regolamento delegato (UE) N. 811/2013

Regolamento delegato (UE) N. 813/2013

Regolamento delegato (UE) N. 814/2013

GAMMA

MODELLO CODICE
ALUDOMUS KV/200 20 ISC SOLAR 20101209

ACCESSORI

Per la lista accessori completa e le informazioni relative alla loro abbinabilit consultare il Listocatalogo R.

Gentile Tecnico,

ci complimentiamo con Lei per aver proposto un gruppo termico ALUDOMUS SOLAR R in grado di assicurare il mas-
simo benessere per lungo tempo con elevata affidabilit, efficienza, qualit e sicurezza. Con questo libretto deside-
riamo fornirLe le informazioni che riteniamo necessarie per una corretta e pi facile installazione dellapparecchio
senza voler aggiungere nulla alla Sua competenza e capacit tecnica.

Buon lavoro e rinnovati ringraziamenti


Riello S.p.A.

Garanzia

Il prodotto R gode di una garanzia convenzionale (valida per lItalia, la Repubblica di San Marino
e la Citt del Vaticano), a partire dalla data di convalida da parte del Servizio Tecnico di Assistenza
R della Sua Zona. La invitiamo quindi a rivolgersi tempestivamente al suddetto Servizio Tecnico di
Assistenza R il quale A TITOLO GRATUITO effettuer la messa in funzione del prodotto alle condizioni
specificate nel CERTIFICATO DI GARANZIA, certificato che verr fornito dal Servizio Tecnico di Assistenza
contestualmente alla messa in funzione del prodotto.

Indice

GENERALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Avvertenze generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Regole fondamentali di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Descrizione dellapparecchio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
Dispositivi di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
Identificazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Targa Tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Struttura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
Dati tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
Circuito idraulico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
Circolatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
Schema elettrico funzionale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18
Pannello di comando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
Unit ambiente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26

Installatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
Ricevimento del prodotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
Dimensioni e peso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
Movimentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33
Locale dinstallazione del gruppo termico . . . . . . . . . . . . . . . . 33
Installazione su impianti vecchi o da rimodernare . . . . . . . . . 34
L'acqua negli impianti di riscaldamento . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
Collegamenti idraulici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36
Raccolta condensa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Installazione unit ambiente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Collegamenti elettrici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
Collegamento sonda esterna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41
Collegamento gas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42
Scarico fumi e aspirazione aria comburente . . . . . . . . . . . . . . 42
Caricamento e svuotamento impianti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44

Servizio tecnico di assistenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47


Preparazione alla prima messa in servizio . . . . . . . . . . . . . . . 47
Prima messa in servizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47
Controlli durante e dopo la prima messa in servizio . . . . . . . . 49
Spegnimento temporaneo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
Spegnimento per lunghi periodi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
Manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
Bruciatore di gas PREMIX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
Posizionamento elettrodi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54
Regolazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54
Taratura dei parametri di combustione . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
Trasformazione da un tipo di gas all'altro . . . . . . . . . . . . . . . . 57
Impostazione dei parametri funzionali . . . . . . . . . . . . . . . . . 60
Codici anomalie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65
Lista completa dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79
Smontaggio dei componenti e pulizia del gruppo termico . . 110
Eventuali anomalie e rimedi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 112
Informazioni utili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 114

In alcune parti del libretto sono utilizzati i simboli:

99 ATTENZIONE = per azioni che richiedono


particolare cautela ed adeguata preparazione

00 VIETATO = per azioni che NON DEVONO


essere assolutamente eseguite

Questo libretto Cod. 20103428 - Rev. 0 (10/15) composto


da 116 pagine.

GENERALE

1 GENERALE

1.1 Avvertenze generali

99Dopo aver tolto l'imballo assicurarsi dellintegrit e 99Verificare periodicamente che la pressione di eser-
della completezza della fornitura ed in caso di non cizio dellimpianto idraulico sia compresa tra 1 e 1,2
rispondenza, rivolgersi allInstallatore/Rivenditore bar con limpianto a freddo. In caso contrario con-
che ha venduto il gruppo termico. tattare il Servizio Tecnico di Assistenza R oppure
personale professionalmente qualificato.
99L'installazione del gruppo termico ALUDOMUS SOLAR
deve essere effettuata da impresa abilitata che a 99Il non utilizzo del gruppo termico per un lungo pe-
fine lavoro rilasci al proprietario la dichiarazione di riodo comporta l'effettuazione almeno delle se-
conformit di installazione realizzata a regola dar- guenti operazioni:
te, cio in ottemperanza alle Norme vigenti ed alle posizionare linterruttore generale dellimpianto
indicazioni fornite dalla R nel libretto di istruzio- su spento
ne a corredo dell'apparecchio. chiudere i rubinetti del combustibile e dellacqua
99Il gruppo termico ALUDOMUS SOLAR deve essere de- dellimpianto termico
svuotare limpianto termico se c pericolo di
stinato alluso previsto per il quale stato espressa-
gelo.
mente realizzato. esclusa qualsiasi responsabilit
contrattuale ed extracontrattuale del costruttore per
danni causati a persone, animali o cose, da errori 99La manutenzione del gruppo termico deve essere
dinstallazione, di regolazione, di manutenzione e eseguita almeno una volta l'anno.
da usi impropri. 99La gestione di impianti a bassa temperatura (a pavi-
99In caso di fuoriuscite dacqua scollegare il gruppo mento) deve essere effettuata esclusivamente con i
termico dalla rete di alimentazione elettrica, chiu- kit accessori provvisti di valvola miscelatrice.
dere lalimentazione idrica ed avvisare, con solleci-
tudine, il Servizio Tecnico di Assistenza R oppure
99Questo libretto parte integrante del gruppo ter-
personale professionalmente qualificato. mico e di conseguenza deve essere conservato con
cura e dovr SEMPRE accompagnare il gruppo ter-
mico anche in caso di sua cessione ad altro pro-
prietario o utente oppure di un trasferimento su un
altro impianto. In caso di danneggiamento o smar-
rimento richiederne un altro esemplare al Servizio
Tecnico di Assistenza R di Zona.

1.2 Regole fondamentali di sicurezza

Per la sicurezza bene ricordare che:


00 vietato tirare, staccare, torcere i cavi elettrici, fuo-
riuscenti del gruppo termico, anche se questo
00 vietato luso del gruppo termico ai bambini ed alle scollegato dalla rete di alimentazione elettrica.
persone inabili non assistite. 00 vietato tappare o ridurre dimensionalmente le
00 vietato azionare dispositivi o apparecchi elettrici aperture di aerazione del locale di installazione. Le
quali interruttori, elettrodomestici, ecc. se si avver- aperture di aerazione sono indispensabili per una
te odore di combustibile o di incombusti. In questo corretta combustione.
caso:
aerare il locale aprendo porte e finestre; 00 vietato esporre il gruppo termico agli agenti at-
chiudere il dispositivo dintercettazione combu- mosferici. Esso non progettato per funzionare
stibile; allesterno.
fare intervenire con sollecitudine il Servizio Tec-
nico di Assistenza R oppure personale profes- 00 vietato spegnere il gruppo termico se la tempe-
sionalmente qualificato. ratura esterna pu scendere sotto lo ZERO (pericolo
di gelo).
00 vietato toccare il gruppo termico se si a piedi 00 vietato lasciare contenitori e sostanze infiamma-
nudi e con parti del corpo bagnate. bili nel locale dov' installato il gruppo termico.
00 vietato qualsiasi intervento tecnico o di pulizia 00 vietato disperdere nellambiente e lasciare alla
prima di aver scollegato il gruppo termico dalla rete portata dei bambini il materiale dellimballo in
di alimentazione elettrica posizionando linterrut- quanto pu essere potenziale fonte di pericolo.
tore generale dellimpianto su spento. Deve quindi essere smaltito secondo quanto stabi-
lito dalla legislazione vigente.
00 vietato modificare i dispositivi di sicurezza o di re-
golazione senza lautorizzazione e le indicazioni del
costruttore del gruppo termico.

GENERALE

1.3 Descrizione dellapparecchio

Il gruppo termico a condensazione ALUDOMUS SOLAR Le caratteristiche del corpo generatore, a sviluppo oriz-
R si configura come apparecchio produttore di acqua zontale, e del bruciatore consentono prestazioni termo-
calda, ad elevata efficienza termica, a bassa tempera- tecniche di primo piano.
tura, per impianti di riscaldamento e per uso sanitario, La camera di combustione e lo sviluppo delle superfi-
tramite bollitore solare a doppio serpentino della capa- ci di scambio sono progettate per mantenere bassa la
cit di 200 litri, predisposto di serie con gruppo idraulico temperatura sulla superficie del bruciatore, al fine di
di ritorno per l'abbinamento ai pannelli solari. com- contenere le emissioni, ottenere elevati rendimenti di
posto da uno scambiatore compatto in alluminio mo- combustione e migliorare laffidabilit in fase di ac-
noblocco, a basso contenuto di acqua e a bassa perdita censione. I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R sono
di carico e da un bruciatore premiscelato a microfiamme completi di valvole di sicurezza, valvole di sfiato, vasi
gestito da un quadro di controllo elettronico, il tutto po- di espansione, rubinetti di scarico, rubinetto di carico
sto allinterno di una solida mantellatura autoportante. impianto e circolatori per l'impianto di riscaldamento,
Lapparecchio a camera di combustione stagna e, a per il bollitore e per il circuito solare.
seconda dellaccessorio scarico fumi, classificato nel- Tramite accessori idraulici ed elettrici possibile gestire
le categorie B23, B23P, B53, B53P, C13, C33, C43, C53, C63. in modo automatico fino a 3 zone, di cui la prima di-
Il ventilatore, costantemente controllato dalla scheda retta e le successive sono miscelate.
elettronica, serve a smaltire i prodotti della combustio-
ne e ad aspirare dall'esterno laria comburente.

1.4 Dispositivi di sicurezza


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR sono dotati dei se- Sicurezza ventilatore attraverso un dispositivo contagi-
guenti dispositivi di sicurezza: ri ad effetto Hall la velocit di rotazione del ventilatore
viene sempre monitorata.
Valvola di sicurezza pressione impianto riscaldamento
che interviene scaricando limpianto se la pressione del 99Lintervento dei dispositivi di sicurezza indica un
circuito supera il limite (3 bar). malfunzionamento del gruppo termico potenzial-
mente pericoloso, pertanto contattare immediata-
Valvola di sicurezza pressione circuito sanitario che in- mente il Servizio Tecnico di Assistenza R.
terviene scaricando limpianto se la pressione del circu-
ito supera il limite (8 bar). Pertanto possibile, dopo una breve attesa, provare a
rimettere in servizio il gruppo termico (vedi capitolo pri-
Valvola di sicurezza pressione circuito solare che inter- ma messa in servizio).
viene scaricando limpianto se la pressione del circuito
supera il limite (6 bar). 00Il gruppo termico non deve, neppure temporanea-
mente, essere messo in servizio con i dispositivi di
Termostato sicurezza temperatura scambiatore che in- sicurezza non funzionanti o manomessi.
terviene ponendo il gruppo termico in stato di arresto di
sicurezza se la temperatura del circuito supera il limite 99La sostituzione dei dispositivi di sicurezza deve es-
su cui impostato (100C). La sonda che effettua il rilievo sere effettuata dal Servizio Tecnico di Assistenza
della temperatura posta sul tubo di mandata. R, utilizzando esclusivamente componenti ori-
ginali del costruttore.
Diagnosi circuito idraulico la portata minima del flui-
do termovettore controllata da un sistema elettronico Dopo aver eseguito la riparazione verificare il corretto
di sicurezza che controlla una sonda di mandata, una funzionamento del gruppo termico.
sonda di ritorno e un pressostato acqua. Lapparecchio
posto in sicurezza in caso di mancanza acqua o di cir-
colazione insufficiente.

Sicurezza evacuazione fumi il termostato fumi, posto


sulla parte inferiore dello scambiatore, provoca una-
nomalia in caso di alta temperatura dei fumi (> 90C).
Inoltre il galleggiante presente nel sifone impedisce il
passaggio dei fumi dallo scarico condensa.

GENERALE

1.5 Identificazione

I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR sono identificabili attraverso:

Targa Tecnica
Riporta i dati tecnici e prestazionali del gruppo termico.
Categoria :
LAND VON BESTEMMING:
PAESE DI DESTINAZIONE:

Combustibile : Combustible:
CALDAIA REGOLATA PER: CHAUDIERE REGLEE POUR:
VERWARMINGSKETEL INGESTELD OP:

Categorie:
Brandstof: Brennstoff :
Kategorie :
IT: G20=20mbar G31=37mbar II2H3P
RIELLO S.p.A.
Via Ing.Pilade Riello 7 FR:G20=20mbarG25=25mbarG31=37mb II2Esi3P 0694 / 08
European Directive

37045 Legnago (VR) - ITALY


0694 / 08

BE: G20=20mbar G25=25mbar


0694BS1412

I2E(S)B 0694BS1412
92/42/EEC:

l/min

B23-P,B53-P,C13,C33,C43,C53,C63
NOx: 5

T067657GE CH: G20=20mbar G31=37mbar II2H3P


G20 - 20 mbar

C63,C63x verboden in Belgi - C63,C63x dfendu en Belgique


Caldaia a condensazione - Chaudire condensation - Brennwertkessel - Condenserende verwarmingsketel
Caldaia a condensazione - Chaudire condensation - Brennwertkessel - Condenserende verwarmingsketel

D=
=

ALU DOMUS KV/200 20 ISC SOLAR


IT

Categoria :

Kategorie :

IP X4D
Categorie:

kW

kW

kW

kW

P.min.G20= 20 mbar European Directive


FR BE CH

92/42/EEC:
II2Esi3P
I2E(S)B

Cod. N
II2H3P

II2H3P

=
KESSEL GEREGELT FR

Qn(min)= NOx: 5
kW

kW
kW

kW

kW kW
BESTIMMUNGSLAND:
PAYS DE DESTINATION:

230 V ~ 50Hz W
Combustible:
Brennstoff :

Pn(min)= kW kW
FR:G20=20mbarG25=25mbarG31=37mb

P.min.G20= 20 mbar

Qn(max)=
Qn(min)=

Pn(min)=

Pn(max)=

Qn(max)= kW kW
D= l/min
BE: G20=20mbar G25=25mbar

Pmw= bar T = C
T067657GE CH: G20=20mbar G31=37mbar
IT: G20=20mbar G31=37mbar

Pn(max)= kW kW

Pms= bar T = C
Combustibile :

B23-P,B53-P,C13,C33,C43,C53,C63
Brandstof:

C63,C63x verboden in Belgi - C63,C63x dfendu en Belgique


C

C
N
IP X0D

bar T =

bar T =

Targhetta gas
37045 Legnago (VR) - ITALY

230 V ~ 50Hz

applicata vicino alla Targhetta Tecnica e riporta il tipo di


Via Ing.Pilade Riello 7

Pmw=

Pms=
ALU DOMUS

combustibile utilizzato dal gruppo termico, ed il paese per


RIELLO S.p.A.

cui destinato.
Cod.

CALDAIA REGOLATA PER: CHAUDIERE REGLEE POUR:


VERWARMINGSKETEL INGESTELD OP: KESSEL GEREGELT FR

G20 - 20 mbar
PAESE DI DESTINAZIONE: PAYS DE DESTINATION:
LAND VON BESTEMMING: BESTIMMUNGSLAND:
IT FR BE CH

99La manomissione, lasportazione, la mancanza delle targhette o quantaltro non permetta la sicura identificazio-
ne del prodotto, rende difficoltosa qualsiasi operazione di installazione e di manutenzione.

1.6 Targa Tecnica

Combustibile : Combustible: Categoria :


LAND VON BESTEMMING:
PAESE DI DESTINAZIONE:

CALDAIA REGOLATA PER: CHAUDIERE REGLEE POUR:


VERWARMINGSKETEL INGESTELD OP:

Categorie:
Esercizio sanitario Brandstof: Brennstoff :
Kategorie :

Esercizio riscaldamento IT: G20=20mbar G31=37mbar II2H3P


RIELLO S.p.A.
Via Ing.Pilade Riello 7 FR:G20=20mbarG25=25mbarG31=37mb II2Esi3P 0694 / 08

Qn Portata termica nominale 37045 Legnago (VR) - ITALY BE: G20=20mbar G25=25mbar I2E(S)B 0694BS1412
T067657GE CH: G20=20mbar G31=37mbar II2H3P
G20 - 20 mbar

Pn Potenza utile nominale Caldaia a condensazione - Chaudire condensation - Brennwertkessel - Condenserende verwarmingsketel

IP Grado di protezione elettrica ALU DOMUS KV/200 20 ISC SOLAR


IT

P.min Pressione minima IP X4D P.min.G20= 20 mbar European Directive


FR BE CH

92/42/EEC:
Pmw Pressione massima sanitario Cod. N =
KESSEL GEREGELT FR

Pms Pressione massima riscaldamento Qn(min)= kW kW NOx: 5


BESTIMMUNGSLAND:
PAYS DE DESTINATION:

T Temperatura 230 V ~ 50Hz W


Pn(min)= kW kW
Rendimento
Qn(max)= kW kW
D= l/min
D Portata specifica Pmw= bar T = C
Pn(max)= kW kW
NOx Classe di NOx
Pms= bar T = C B23-P,B53-P,C13,C33,C43,C53,C63
C63,C63x verboden in Belgi - C63,C63x dfendu en Belgique

GENERALE

1.7 Struttura

VISTA LATERALE DESTRO VISTA FRONTALE


1 33 34 49
2 32 35 48
31 32
3 36 33
30 30
4 3 4
29 37 50
51 28
38
28 27
5 39
27 27
40
6 26 26
25 24
41
24
7 23
23
7
47
22
8
18
9 9
21
10
10

11 42 11
20

12 12

19 43 46
13

14 45

18
15 15

44

16 16

17 17

1 Pannello coperchio 26 Valvola di non ritorno circuito bollitore


2 Pannello anteriore superiore 27 Attacchi primo impianto miscelato (accessorio)
3 Ventilatore 28 Torretta di distribuzione
4 Circolatore impianto diretto 29 Valvola di non ritorno impianto diretto
5 Quadro di comando 30 Valvola di sfiato manuale
6 Schede di controllo: LMU-RVS 31 Bicchiere di raccolta scarichi valvola di sfiato
7 Vaso di espansione riscaldamento (12 litri) 32 Valvola di sfiato automatica
8 Rubinetto carico impianto 33 Valvola di sicurezza impianto (3 bar)
9 Valvola miscelatrice termostatica 34 Attacco scarico fumi
10 Valvola di non ritorno circuito solare 35 Valvola gas
11 Circolatore circuito solare 36 Sonda di mandata
12 Regolatore di portata 37 Trasformatore d'accensione
13 Valvola di sicurezza circuito solare (6 bar) 38 Elettrodi accensione/rilevazione
14 Pannello anteriore inferiore 39 Circolatore bollitore
15 Pozzetto portasonda bollitore (inferiore) 40 Isolamento corpo caldaia
16 Valvola di sicurezza circuito sanitario (8 bar) 41 Sonda di ritorno
17 Rubinetto scarico bollitore 42 Pannello laterale sinistro
18 Bollitore 200 litri 43 Anodo di magnesio
19 Vaso di espansione sanitario (8 litri) 44 Flangia bollitore
20 Pozzetto portasonda bollitore (superiore) 45 Pannello laterale destro
21 Sifone scarico condensa 46 Manometro solare (8 bar)
22 Tubo scarico condensa 47 Manometro riscaldamento (6 bar)
23 Rubinetto scarico impianto 48 Presa analisi fumi
24 Attacchi secondo impianto miscelato (accessorio) 49 Attacco aspirazione aria comburente
25 Isolamento torretta di distribuzione 50 Pressostato acqua

GENERALE

1.8 Dati tecnici


ALUDOMUS
DESCRIZIONE
KV/200 20 ISC SOLAR
di riscaldamento
a condensazione
Tipo apparecchio
B23-B23P-B53-B53P-C13-
C33-C43-C53-C63
IT CH
Combustibile
G20-G31 G20-G31
IT CH
Categoria apparecchio
II 2H3P II 2H3P
Portata termica al focolare nominale massima riferita al PCS (PCI) 22,2 (20) kW
Portata termica al focolare nominale minima riferita al PCS (PCI) 5,6 (5) kW
Portata termica al focolare nominale riferita al PCS 22,2 kW
Portata termica al focolare nominale riferita al PCI 20 kW
Potenza termica utile (nominale) 19 kW
Potenza termica utile massima (60-80C) P4 19,4 kW
Potenza termica utile massima (50-30) 20,3 kW
Potenza termica 30% con ritorno 30C (P1) 5,8 kW
Potenza termica utile minima (80-60) 4,8 kW
Classe di efficienza in riscaldamento A
Classe di efficienza ACS B
Efficienza energetica stagionale del
hs 91 %
riscaldamento d'ambiente
Efficienza a portata termica nominale e utile Pn
h4 87,5 %
regime di Alta temperatura (PCS) (60-80C)
Efficienza al 30% della portata termica utile 30%
h1 97,4 %
nominale e regime di Bassa temperatura (PCS) di Pn
Efficienza energetica di riscaldamento
hwh 59 %
dell'acqua
Profilo di carico bollitore XL
Perdite termiche in modalit Standby Pstby 39 W
Rendimento di combustione 97,8 %
Consumo energetico annuo QHE 61 GJ
Consumo giornaliero energia elettrica Qelec 0,411 kWh
Consumo annuo di energia elettrica AEC 90,009 kWh
Consumo giornaliero di combustibile Qfuel 35,179 kWh
Consumo annuo di combustibile AFC 24,810 GJ
Rumorosit (potenza sonora) LWA 65 dB(A)
Nox (riferito al PCS) 31 mg/kWh
CO2 (**) 9,2 %
Emissioni a portata massima
CO s.a.< (**) 30 mg/kWh
T fumi 66,5 C
CO2 (**) 9,15 %
Emissioni a portata minima
T fumi 54 C
Portata massica fumi 0,009 Kg/s
Portata gas (min - max) (*) 0,7-2,9 Sm3/h
Pressione massima di esercizio 3 bar
Temperatura di intervento termostato di sicurezza 100 C
Temperatura massima di esercizio 80 C
Temperatura minima di ritorno (***) 30 C
Campo di selezione temperatura acqua caldaia 30-80 C
Contenuto d'acqua caldaia 1,6 l
Volume vaso di espansione (riscaldamento) 12 l
Precarica vaso di espansione (riscaldamento) 1,5 bar
Produzione condensa 50/30C 1 l/h
Alimentazione Elettrica 230-50 V-Hz
Grado di protezione elettrica X0D IP
Potenza elettrica assorbita (max) 133 W

GENERALE

ALUDOMUS
DESCRIZIONE
KV/200 20 ISC SOLAR
Potenza elettrica assorbita a pieno carico Elmax 80 W
Potenza elettrica assorbita a carico parziale Elmin 24 W
Potenza elettrica assorbita in modalit
P sb 15 W
Standby PSB
(*) Temp.: 15C ; Press.: 1013 mbar.
(**) Con parametri riferiti a 0% di O2 residuo nei prodotti della combustione e con pressione atmosferica al livello del mare.
(***) Solo se Temperatura di mandata 50C.

ALUDOMUS
DESCRIZIONE BOLLITORE
KV/200 20 ISC SOLAR
Tipo bollitore Vetrificato
Disposizione bollitore Verticale
Disposizione scambiatore Verticale
Potenza massima assorbita scambiatore superiore 20 kW
Potenza massima assorbita scambiatore inferiore 29 kW
Wh/
Costante di raffreddamento 0,38
K.l.24h
Perdite all'arresto bollitore 144 W
Campo di selezione temp. acqua calda sanitaria 2065 C
Capacit bollitore 200 l
Volume utile non solare (Vbu) 100 l
Contenuto acqua serpentino superiore 4,1 l
Contenuto acqua serpentino inferiore 5,7 l
Superficie di scambio serpentino superiore 0,68 m2
Superficie di scambio serpentino inferiore 0,94 m2
Produzione acqua sanitaria con T 25C 11,4 l/min
Produzione acqua sanitaria con T 35C 8,1 l/min
Prelievo in 10 con accumulo a 48C (*) 148 l
Prelievo in 10 con accumulo a 60C (*) 200 l
l/min x
Prelievo sanitario caldaia + solare 85C (UACS a 43C) 23 x 23
min
l/min x
Prelievo sanitario caldaia + solare 65C (UACS a 43C) 21,5 x 20
min
Portata specifica (EN625) 20,6 l/min
Portata specifica (EN13203-1) 18,4 l/min
Pressione massima di esercizio bollitore 8 bar
Volume vaso di espansione (sanitario) 8 l
Precarica vaso di espansione (sanitario) 3,5 bar
(*) Temperatura acqua entrata 13C. Temperatura media acqua scarico 43C.

10

GENERALE

Prestazioni sanitarie SOLO CALDAIA (periodo invernale


con apporto solare nullo)

ALUDOMUS SOLAR
DESCRIZIONE BOLLITORE KV/200 20 ISC
SOLAR
Prelievo in continuo con
11,4 l/min
T 25C e set Vmix = MAX
Prelievo in continuo con
8,1 l/min
T 35C e set Vmix = MAX
Prelievo in 10 con
accumulo a 60C (*) e set 200 l ACS
Vmix = MAX ACS
Prelievo in 10 con
accumulo a 48C (*) e set 148 l
Vmix = MAX
Portata specifica (EN625) IAF
20,6 l/min
con set Vmix = 3,1
IAF
Tempo di ripristino 20 min
(*) Temperatura acqua entrata 13C. Temperatura media
acqua scarico 43C.

Prestazioni sanitarie CALDAIA + SOLARE

ALUDOMUS SOLAR
DESCRIZIONE BOLLI-
KV/200 20 ISC
TORE
SOLAR
Prelievo in continuo MS
con T bollitore 85C 23 x 23 l/min x min MS RS
e set Vmix = 4 (52C)
RS
Prelievo in continuo ACS
con T bollitore 65C 21,5 x 20 l/min x min
ACS
e set Vmix = 4 (52C)

(*) Temperatura acqua entrata 13C. Temperatura media


acqua scarico 43C.
IAF
IAF

Valvola miscelatrice termostatica

Posizione
MIN 1 2 3 4 5 MAX
manopola Acqua Calda Sanitaria
Temperatura (C) - 30 38 42 52 65 - da BOLLITORE SOLARE

Utenze
Sanitarie

Acqua Fredda Sanitaria

11

GENERALE

1.9 Circuito idraulico

RI
1 2
MI
24 24 24 3 4
G

25

7
8 6

10

9 11

13
1
14
23
12
ACS

21

RC 15

22
1 16 17
18
IAF
20
19
RS
MS

1 Valvola di non ritorno 20 Rubinetto di scarico bollitore


2 Valvola di sicurezza impianto (3 bar) 21 Valvola di sicurezza sanitario (8 bar)
3 Valvola di sfiato manuale 22 Vaso espansione 8 litri
4 Valvola di sfiato automatico 23 Valvola termostatica
5 Circolatore impianto 24 Elettrovalvole o testine di sezionamento
6 Torretta di distribuzione 25 Detentore di By pass
7 Bruciatore
8 Corpo caldaia RI Ritorno impianto
9 Sifone scarico condensa MI Mandata impianto
10 Rubinetto di scarico impianto G Alimentazione gas
11 Circolatore bollitore ACS Uscita acqua calda sanitaria
12 Manometro (6 bar) RC Attacco per ricircolo sanitario
13 Rubinetto di carico impianto IAF Entrata acqua fredda sanitaria
14 Vaso espansione 12 litri RS Ritorno collettore solare
15 Bollitore MS Mandata collettore solare
16 Circolatore impianto solare
17 Misuratore di portata
18 Manometro (8 bar)
19 Valvola di sicurezza (6 bar)

99In caso di utilizzo di collettori muniti di elettrovalvole o testine di sezionamento, si consiglia di utilizzare collettori
con detentore idraulico.
99La scelta del detentore idraulico deve essere adeguata alla prevalenza max del circolatore di zona.
12

GENERALE

1
2
5

4 6

1 Sonda di mandata
2 Termostato di sicurezza
3 Termostato fumi 7
4 Sonda fumi
5 Sonda di ritorno
6 Sonda bollitore (caldaia)
7 Sonda bollitore (solare)

Caratteristiche sonde mandata, ritorno e bollitore


Temperatura rilevata (C) - Resistenza ().

T (C) R () T (C) R () T (C) R () T (C) R ()


-30.0 175203 30.0 8059 90.0 915 150.0 183
-25.0 129289 35.0 6535 95.0 786 155.0 163
-20.0 96360 40.0 5330 100.0 677 160.0 145
-15.0 72502 45.0 4372 105.0 586 165.0 130
-10.0 55047 50.0 3605 110.0 508 170.0 117
-5.0 42158 55.0 2989 115.0 443 175.0 105
0.0 32555 60.0 2490 120.0 387 180.0 95
5.0 25339 65.0 2084 125.0 339 185.0 85
10.0 19873 70.0 1753 130.0 298 190.0 77
15.0 15699 75.0 1481 135.0 262 195.0 70
20.0 12488 80.0 1256 140.0 232 200.0 64
25.0 10000 85.0 1070 145.0 206

13

GENERALE

1.10 Circolatore
DATI TECNICI CIRCOLATORE IMPIANTO/BOLLITORE

DESCRIZIONE ERP ready 2015


Potenza elettrica 53 W
EEI Part 3 (*) 0,20
P L,Avg (**) 24 W
Minima pressione in aspirazione circolatore 0,5 bar

(*) Indice di efficienza energetica secondo ERP 2015 (regolamenti 641/2009-622/2012)


(**) Indicazione annuale del consumo medio di potenza elettrica secondo ERP 2015 (regolamenti 641/2009-622/2012)

CURVA CIRCOLATORE IMPIANTO

p H
[kPa] [m]
7
60 6
Prevalenza residua

50 5
40 4
30 3

20 2

10 1

0 0
0,0 0,2 0,4 0,6 0,8 1,0 1,2 1,4 Q [m/h]

Portata
0,0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5 0,6 0,7 0,8 0,9 1,0 Q [l/s]
P1

[W]
50

40

30

20

10

0
0,0 0,2 0,4 0,6 0,8 1,0 1,2 1,4 1,6 1,8 2,0 2,2 2,4 2,6 2,8 3,0 3,2 3,4 Q [m/h]

Le curve fanno riferimento ad una densit di 983.2 Kg/m3 e una temperatura dellacqua di +20C
e fanno riferimento ad una viscosit cinematica di 0.474 mm2/s (0.474 cSt).

14

GENERALE

REGOLAZIONE DEL CIRCOLATORE

Il circolatore del bollitore ERP ready 2015, adatto ad % di fun-


applicazioni in modalit riscaldamento/produzione Visualizzazione Indicazione zionamen-
acqua sanitaria, pu essere controllato da un segna- to
le PWM esterno secondo un profilo determinato per le
applicazioni in riscaldamento con 4 differenti curve di LED n. 1 di colore verde Stand- by (solo 0
prevalenza. e lampeggiante se controllata
via PWM)
In presenza di segnale PWM, la pompa varia la sua ve- LED n.1 di colore verde Basso carico 0-25
locit in funzione della frequenza del segnale PWM ri- e LED n.2 di colore
cevuto e modula la prevalenza/portata in funzione del- giallo, entrambi accesi
la curva impostata . LED n.1 di colore verde Carico medio 25-50
e LED n.2,3 di colore basso
In assenza di segnale PWM, la pompa funziona alla ve- giallo, tutti accesi
locit massima e sviluppa la prevalenza/portata in fun- LED n.1 di colore verde Carico medio 50-75
zione della curva impostata. Ciascuna curva caratte- e LED n.2,3,4 di colore alto
rizzata da una prevalenza massima espressa in metri. giallo, tutti accesi
LED n.1 di colore verde Carico alto 75-100
Interfaccia utente e LED n.2,3,4,5 di colo-
L'interfaccia utente stata progettata con un solo pul- re giallo, tutti accesi
sante (1), un LED (2) rosso / verde e quattro LED gialli.

CURVA DI CARICO
PULSANTE (1) LED(2)

100 %
75 %
50 %
25 %

Attraverso l'interfaccia utente si pu accedere alla:


Modalit Funzionamento: durante il funziona-
mento, possibile visualizzare le prestazioni Modalit Funzionamento
della pompa. ovvero la % di potenza elettrica
assorbita rispetto al carico nominale o linter- A) Visualizzazione prestazioni
vento di un allarme attraverso la differente co- Quando la pompa in funzione, il LED n.1 verde; i
lorazione dei LED (2). quattro LED gialli indicano il consumo di potenza elet-
Modalit Impostazione: agendo sul pulsante (1), trica istantaneo come mostrato nella tabella preceden-
si accede alla modalit di impostazione, ove te. Quando la modalit di funzionamento attiva, tutti
possibile selezionare la tipologia di curva della i LED attivi sono costantemente accesi al fine di diffe-
pompa. renziare questa modalit dalla modalit selezione. Se
la pompa viene arrestata da un segnale esterno, il LED
n.1 lampeggia verde.

B) Visualizzazione allarmi
Se la pompa ha rilevato uno o pi allarmi, il LED n.1 pas-
sa dal verde al rosso. Quando un allarme attivo, i LED
indicano il tipo di allarme come definit nella seguen-
te tabella. Se pi allarmi sono attivi allo stesso tempo,
i LED mostrano solo l'errore con la priorit pi alta. La
priorit definita dalla sequenza della tabella.
Quando non c' pi nessun allarme attivo, l'interfaccia
utente ritorna alla modalit di visualizzazione dello sta-
to di funzionamento.

15

GENERALE

Visualizzazione Indicazione Operazione Azione

LED n.1 di colore rosso e Il rotore bloccato. Tentativo automatico di Attendere o controllare la
LED n.5 di colore giallo, ulteriore avvio ogni 1.5 rotazione dellalbero.
entrambi accesi secondi.

LED n.1 di colore rosso e Tensione di alimentazione Sola segnalazione. La pom- Controllare la tensione di
LED n.4 di colore giallo, troppo bassa pa rimane in funzione. alimentazione
entrambi accesi

LED n.1 di colore rosso e Controllo elettronico in La pompa viene arrestata Controllare la tensione di
LED n.3 di colore giallo, errore perch la tensione di ali- alimentazione o sostituire
entrambi accesi mentazione troppo bassa la pompa
o in presenza di errore
allelettronica interna

Modalit Impostazione C) Modifica delle impostazioni

A) Visualizzazione delle impostazioni Per accedere alla modifica delle impostazioni premere
il pulsante (1) per un tempo compreso tra 2 a 10 secondi,
possibile passare dalla modalit di visualizzazione l'utente pu selezionare una nuova impostazione solo
delle prestazioni alla modalit visualizzazione dellim- se la funzione blocca tasti disabilitata. Le impostazioni
postazione premendo il pulsante (1). I LED (2) indicano disponibili sono visualizzate in sequenza ed in un ordi-
l'impostazione attuale. Per linterpretazione dei LED si ne definito che si ripete, ogni volta che il pulsante vie-
veda la tabella seguente. ne premuto e brevemente rilasciato. Quando si rilascia
Tale modalit permette di visualizzare il tipo di controllo il pulsante per pi di 10 secondi si esce dalla modalit
o la curva caratteristica applicata alla pompa. Nessuna di modifica e si ritorna a quella di visualizzazione delle
impostazione pu essere fatta in questa fase. Dopo 2 prestazioni. L'ultima impostazione viene memorizzata.
secondi, il display passa di nuovo alla visualizzazione Per linterpretazione della sequenza dei LED, vedasi la
delle prestazioni. sopraccitata tabella.
Il LED n.1 rosso ed indica la presenza di un allarme o
che il controllo applicato alla pompa esterno (via PWM) PERFORMANCE SETTING >MENU
I LED n. 2 e 3 indicano la diversa tipologia di controllo 10 s.

interno ed i LED 4 e 5 indicano la tipologia (1,2,3 o 4) di


> 2 s.
curve impostata. Tali LED sono tutti di colore giallo.
X
SELECTED SETTING
2 s.

LED 1 LED 2 LED 3 LED 4 LED 5

PWM A Rosso ON - - -
10 s.
Curva 1 (4m) - - -

Curva 2 (5m) - ON -

Curva 3 (6m) - ON ON

Curva 4 (7m) - - ON

B) Funzione blocco tasti

Lo scopo della funzione di blocco evitare una modifica


accidentale delle impostazioni ed un uso improprio.
Quando la funzione di blocco dei tasti attivata, sa-
ranno ignorate le azioni sul pulsante. Questo impedisce
all'utente di entrare erroneamente nell'area "modifica
delle impostazioni " ma permette all'utente di vedere
solo l'area "visualizzazione delle impostazioni .
Se si preme il blocco tasti per pi di 10 secondi, si pu
passare da abilitare / disabilitare la funzione di blocco.
Nel far ci, tutti i LED, ad eccezione del LED rosso, lam-
peggiano per un secondo per indicare che la funzione
di blocco stata commutata.

16

GENERALE

DATI TECNICI CIRCOLATORE SOLARE

DESCRIZIONE ERP ready 2015


Potenza elettrica 60 W
EEI Part 3 (*) 0,20
P L,Avg (**) 27 W
Minima pressione in aspirazione circolatore 0,5 bar

(*) Indice di efficienza energetica secondo ERP 2015 (regolamenti 641/2009-622/2012)


(**) Indicazione annuale del consumo medio di potenza elettrica secondo ERP 2015 (regolamenti 641/2009-622/2012)

CURVA CIRCOLATORE SOLARE

p H
[kPa] [m]
7
60 6
Prevalenza residua

50 5
40 4
30 3

20 2

10 1

0 0
0,0 0,2 0,4 0,6 0,8 1,0 1,2 1,4 Q [m/h]

Portata
0,0 0,1 0,2 0,3 0,4 0,5 0,6 0,7 0,8 0,9 1,0 Q [l/s]

P1

[W]
50

40

30

20

10

0
0,0 0,2 0,4 0,6 0,8 1,0 1,2 1,4 1,6 1,8 2,0 2,2 2,4 2,6 2,8 3,0 3,2 3,4 Q [m/h]

Le curve fanno riferimento ad una densit di 983.2 Kg/m3 e una temperatura dellacqua di +20C
e fanno riferimento ad una viscosit cinematica di 0.474 mm2/s (0.474 cSt).

17

GENERALE

1.11 Schema elettrico funzionale

SCH2

T3
T2

T4
8888
T5

X30-1/14 T1 T6 T7 T8 T9 T10

A
B
TF C
Fan-PWM

X10-06-2
X10-06-1
X10-05-2
X10-05-1
X10-04-2
X10-04-1
X10-03-2
X10-03-1
X10-02-2
X10-02-1
X10-01-2
X10-01-1
X11-10
X11-11
X11-12
X14-1
X14-2
X14-3
X14-4

X11-1
X11-2
X11-3
X11-4
X11-5
X11-6
X11-7
X11-8
X11-9
GND Fan control

PWM Fan control


+UB Fan control
HALL Fan control

Pa
Pa

TA2-S QAA73
AN5 +5V SE

AN3 +5V SB

TA2-GND QAA73
AN4 Sfumi
Sic1
Sic2

Sic-
Sic-
AN2 SR

SBA AN3 I SB
AN3 BW1
PWM PI
+ 26V

AN5 -I-SE
GND

AN1 SM
+5V

TA1
TA1
VDC
IN

SCH1 X40-5
0
OCI420 D

VG 230VRC
VG 230VRC
IP X50-5
N ali. 230V

E
L ali. 230V

AGU2.5
N ali. fan

L Blocco
L ali. fan

L-Vmix

1 X30-14

N T-at
L T-at
N pi 1
N aux

L pi 1
L aux

Com.

AGU2.3
L-PB

0M
ER

Sic
Sic
PE

ER
RIV
X1-01-1
X1-01-2
X1-01-3
X1-02-1
X1-02-2

X2-01-1
X2-01-2
X2-02-1
X2-02-2
X2-03-1
X2-03-2
X2-04-1
X2-04-2
X2-04-3
X2-05-1

X3-01-1
X3-01-2

X3-02-1
X3-02-2
X3-03-1
X3-03-2
X3-04-1

H1
TAT1 EA
TS 1 AT

2 PE

H2
Lampada BLOCCO
PE

L1
N
FU1

DCV
M VG1
VE1
PVM

TAC
PE

+
-
5
4
3
2
1

Fan-PWM
F
L1 N PE
PE

PE

G
L1

L1
N

alimentazione H
230 VAC

PI PB

EA Elettrodo di accensione PI2 Circolatore impianto mix (accessorio)


ER Elettrodo di rivelazione fiamma PI3 Circolatore impianto mix 2 (accessorio)
FU1 Fusibile 6,3 AT SBA Sonda superiore bollitore
H1 Segnalazione alimentazione elettrica SBB Sonda inferiore bollitore
H2 Segnalazione di blocco SCH1 Scheda principale
IP Interruttore principale SCH2 Scheda display e comandi
OCI Interfaccia di comunicazione SCH3 Scheda RVS
PA Pressostato acqua SCH4 Scheda unit ambiente
PB Circolatore bollitore SCH5 Scheda clip-in (accessori)
PCS Circolatore impianto solare SCS Sonda collettore solare
PI Circolatore impianto diretto SE Sonda esterna (a corredo)
SF Sonda fumi

18

GENERALE

SCH4

8888

TA1
A
B
C
(*)

TA2
LMU DB-LPB

PA
MB-LPB

BX2 S.BB
BX1 S.CS
S.I2
BSB
LPB

CL+

CL+
OCI

X30
X50
X60

CL-

CL-
MB
DB

G+

H1
B2

B3

B9

B1
M

M
S esterna
S caldaia

S sanitari.1
massa

massa

massa

massa
S impian.1
X30-10p
BSB-4p
LPB-4p

X50-5p
X60-6p

G+
LPB

NA/0-10V

BX1

BX2
CL+

CL+
CL-

CL-

M
D
E
SCH3

Pimpianto1
Pbollitore
1 stadio

chiude

QX1
apre
SK1
SK2
PE

PE

PE

PE

PE

PE
S3

S3
T1
T2
L1
N

N
L

4
SK1
SK2
PE

PE

PE

PE

PE

PE
S3

S3

Q3

Q2
4
T1
T2

QX1
L1

L1

Y1

Y2
N

N
L

SCH5
NTC/10K
NTC 10K
C comun.
N 230V
L 230V

N P1
C val

A val
L P1

S.I3

P.CS
PI2
VM2

PI3 VM3
TA1 SE SM SR SBA SF
F
G
H

SM Sonda mandata
SR Sonda ritorno
TA1 Termostato ambiente
TA2 Termostato ambiente impianto mix (accessorio)
TAT1 Trasformatore di accensione
TF Termostato fumi
TS Termostato di sicurezza 100C (+0/-6)
VE1 Ventilatore a giri variabili
VG1 Valvola gas
VM2 Valvola miscelatrice (accessorio)
VM3 Valvola miscelatrice (accessorio)

(*) Da collegare in installazione

19

GENERALE

1.12 Pannello di comando

GESTIONE CALDAIA, IMPIANTO DIRETTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA


Informazioni primarie / Interfaccia comandi

QUADRO DI COMANDO IN POSIZIONE CHIUSA

1 2

QUADRO DI COMANDO IN POSIZIONE APERTA

3 4 5 6 7 8

15 14 13 12 11 10 9

1 Segnalazione di alimentazione elettrica (verde) 8 Tasto per selezione modo di funzionamento.


Si illumina per indicare la presenza di alimen- Una barra si posiziona in corrispondenza delle
tazione elettrica. icone:
2 Segnalazione blocco bruciatore (rosso) s Automatico: secondo il programma impostato
Si illumina se si verifica un blocco del brucia- o Continuo: regime nominale
tore.
3 Tasto attivazione/disattivazione modo sanitario l Ridotto: regime ridotto
Se attivato sul display compare l'icona v b Stand-by
4 Interruttore principale
5 Tasto regolazione temperatura riscaldamento o 9 Tasto informazioni
setpoint temperatura ambiente 10 Tasto per modifica valore parametro
6 Fusibile (accessibile ruotando leggermente il 11 Tasto per modifica valore parametro
quadro di comando) 12 Tasto per selezione parametri
7 Display 13 Tasto per selezione parametri
14 Tasto regolazione temperatura acqua calda
sanitaria
15 Tasto reset.
Permette di ripristinare il funzionamento dopo
un arresto per anomalia.

20

GENERALE

Informazioni secondarie/ Visualizzazione display

G D F E

A B H C

A Segnale sensore di pressione acqua (non attivo)


B Display numerico grande.
Visualizzazione del valore corrente
C Icona attivazione Spazzacamino o intervento Assistenza
D Simboli di visualizzazione:
v Temperatura acqua calda sanitaria o modo sanitario attivo
r Setpoint caldaia o ambiente, o modo riscaldamento attivo
c Temperatura esterna
o Regime nominale
l Regime ridotto
f Fiamma presente
n Errore
E Display numerico piccolo
Visualizzazione ora, impostazione parametri o codice errori
F Modi di funzionamento del circuito di riscaldamento:
s Automatico: secondo il programma impostato
o Continuo: regime nominale
l Ridotto: regime ridotto
b Stand-by
G Modo di funzionamento sanitario: ON o OFF
H Segnalazione ora corrente

21

GENERALE

Visualizzazione standard display

L1 B1 C1 A1 F D1

F1 G1 I1 E1 H1

A1 Modo di funzionamento.
Premendo il tasto M la barra si posiziona sotto licona del modo corrispondente.
B1 Modo sanitario.
Il modo si attiva/disattiva premendo il tastoV (posto sopra il display).
C1 Regime di funzionamento nominale
D1 Ora del giorno
E1 Valore attuale della temperatura di caldaia
F1 Pressione acqua (non attivo)
G1 Presenza fiamma
H1 Segnalazione ora corrente
I1 Funzionamento attuale riscaldamento
L1 Funzionamento attuale sanitario.

22

GENERALE

Note funzionali Funzione smaltimento calore


Il quadro di comando del gruppo termico Se per un qualsiasi motivo interviene il termostato limi-
ALUDOMUS SOLAR presidia: te (86C) il gruppo termico si spegne ed il calore accu-
mulato viene smaltito attivando la pompa del circuito
Funzione priorit sanitaria riscaldamento. Se la temperatura sale a 89C viene atti-
Prevede che con domanda di acqua calda sanitaria il vato anche il ventilatore.
gruppo termico possa servire il circuito riscaldamento.
Funzione controllo accensioni/spegnimenti
Funzione antigelo di caldaia Per evitare accensioni e spegnimenti ripetuti il gruppo
Se la temperatura di caldaia inferiore a 5C il brucia- termico rimane spento per un tempo minimo. Se per
tore si accende alla massima potenza finch la tempe- la differenza tra il setpoint e la temperatura attuale di
ratura di caldaia arriva a 10C. caldaia supera una soglia prestabilita il gruppo termico
riparte.
Funzione antigelo impianto
Attiva solamente con sonda esterna collegata. Se la
temperatura esterna minore di -5C si attivano le
pompe; se la temperatura esterna compresa tra -4 e
1,5C le pompe si attivano per 10 minuti ad intervalli di
6 ore; se la temperatura esterna maggiore di 1,5C le
pompe si spengono.

Livelli di impostazione dei parametri:

I parametri impostabili sono di tre tipi:

Utente finale
Installatore
Costruttore.

Per entrare in uno di questi livelli occorre seguire delle


precise istruzioni, descritte di seguito in tabelle in cui
mostrata la successione dei tasti da premere.

Livello utente Pulsanti Spiegazione


Possono essere effettuate diverse impostazioni per sod- Premere uno dei tasti per entrare nel
disfare le esigenze individuali dellutente finale: per DU livello programmazione UTENTE
esempio programmi giornalieri di riscaldamento e ac-
qua calda sanitaria (ACS) e temperatura di commutazio- Premere uno dei tasti fino a raggiun-
ne estate/inverno. DU gere il parametro desiderato: il display
mostra il parametro Pxx.
Per la lista completa dei parametri vedere il paragrafo
Lista completa dei parametri. Premere i tasti per variare il valore del
parametro.
+- Per memorizzare la modifica neces-
sario passare ad un altro parametro.
Nota 1: se nessun tasto viene premuto per circa 8 mi-
(*) Premere uno dei tasti per abban-
nuti, linterfaccia utente torna automaticamente alla
visualizzazione standard. Limpostazione non sar me- MV donare il livello utente. Limpostazio-
ne non memorizzata.
morizzata.
Premere il tasto per abbandonare il
Nota 2: quando si passa a un altro livello, limpostazio-
ne memorizzata. I livello utente. Limpostazione me-
morizzata.
(*) Tasto rubinetto sopra il display.

Livello installatore Pulsanti Spiegazione


La configurazione e limpostazione dei parametri de-
Premere uno dei tasti per entrare nel
vono essere eseguite solamente dal Servizio Tecnico di
Assistenza R.
DU livello programmazione UTENTE
Premere contemporaneamente i tasti
possibile impostare, tra gli altri la pendenza della cur-
va del circuito di riscaldamento 1 ed il setpoint ridotto
DU per almeno 3 secondi
ACS (se presente un bollitore remoto - accessorio). Premere uno dei tasti per seleziona-
DU re il parametro desiderato. Il display
mostra Hxxx.
Per la lista completa dei parametri vedere il paragrafo
Lista completa dei parametri. Premere i tasti per variare il valore del
parametro.
Nota 1: se nessun tasto viene premuto per circa 8 mi-
+- Per memorizzare la modifica neces-
nuti, linterfaccia utente torna automaticamente alla sario passare ad un altro parametro.
visualizzazione standard. Limpostazione non sar me- (*) Premere uno dei tasti per abban-
morizzata. MV donare il livello installatore.
Nota 2: quando si passa a un altro livello, limpostazio- Premere il tasto per abbandonare il
ne memorizzata.
I livello installatore. Limpostazione
memorizzata.
(*) Tasto rubinetto sopra il display.
23

GENERALE

Livello costruttore Pulsanti Spiegazione


La configurazione e limpostazione dei parametri de-
vono essere eseguite solamente dal Servizio Tecnico di Premere uno dei tasti per entrare
Assistenza R. DU nel livello programmazione UTENTE
Si tratta del livello riservato al costruttore della caldaia.
Premere contemporaneamente i
Numerati i tasti come
DU tasti per almeno 6 secondi
Inserire il codice di accesso. Se la
1 D U 2
DU combinazione di tasti corretta si
entra nel livello costruttore, altri-
e i due tasti adiacenti come +- menti si ritorna al livello installa-
tore.
3 - + 4
D U
Premere uno dei tasti per seleziona-
re il parametro desiderato. Il display
mostra Oxxx.
il codice di accesso risulta: 1 2 4 3 4. Premere i tasti per variare il valore
del parametro. Per memorizzare la
Per la lista completa dei parametri vedere il paragrafo - + modifica necessario passare ad un
Lista completa dei parametri. altro parametro.
(*) Premere uno dei tasti per abban-
Nota 1: se nessun tasto viene premuto per circa 8 mi- donare il livello costruttore.
nuti, linterfaccia utente torna automaticamente alla
visualizzazione standard. Limpostazione non sar me-
M V Limpostazione sar o meno memo-
rizzata a seconda della programma-
morizzata. zione dei parametri della scheda.
(*) Tasto rubinetto sopra il display. Premere il tasto per abbandonare il
I livello costruttore. Limpostazione
memorizzata

LivellO INFORMAZIONI: Pulsanti Spiegazione

Livello informazioni base v Temperatura ACS


Premere il tasto I per entrare nel livello informa- t
zioni base. I valori sotto elencati saranno visualizzati in t
successione premendo il tasto I t
Pressione acqua (NON ATTIVO)

(*) Tasto rubinetto sopra il display. t

X. Fase di funzionamento (vedere


tabella 1)

c Temperatura esterna

Codici errore regolatori (accessori)


Fasi di funzionamento (tabella 1) Ex (vedere paragrafo codici e anoma-
lie)
Visualizzazione Descrizione
00
01
Standby
Prevenzione accensione
r Temperatura di caldaia

02 Avvio ventilatore (*) Premere uno dei tasti per tornare


03 Preventilazione MV alla visualizzazione standard di
display.
04 Tempo attesa
05 Tempo preaccensione
06 Tempo di sicurezza, costante
07 Tempo di sicurezza, variabile
10 Modo riscaldamento
11 Modo sanitario
Funzionamento contemporaneo in
12
riscaldamento e sanitario
Postventilazione con l'ultimo
20
controllo usato
Postventilazione al livello della
21
preventilazione
22 Home run (*)
Blocco bruciatore (con
99
visualizzazione dell'errore)
(*)Home run = Stato della caldaia dopo il reset.

24

GENERALE

Livello informazioni esteso 1: temperature Livello informazioni esteso 3: livello assistenza

Premere il tasto I Premere il tasto I


Premere contemporaneamente i tasti DU per al- Premere contemporaneamente i tasti DU per al-
meno 3 secondi. meno 3 secondi.
Premere uno dei tasti +- per selezionare il para- Premere il tasto U per 2 volte.
metro desiderato.
Premere uno dei tasti +- per selezionare il para-
Premere uno dei tasti M V per ritornare metro desiderato.
alla visualizzazione standard di display.
Livello assistenza
Temperature N Descrizione
N Descrizione d0 Riservato
b0 Codice errore scheda Setpoint del controllore a due posizio-
d1
b1 Temperatura ritorno caldaia ni o modulante (PID)
b2 Non attivo d2 Setpoint di caldaia corrente
b3 Temperatura fumi d3 Setpoint temperatura ambiente
b4 Temperatura esterna d4 Setpoint ACS
b5 Temperatura esterna composta Massimo grado di modulazione in
d5
b6 Temperatura esterna attenuata riscaldamento
Massima velocit alla massima poten-
b7 Non attivo d6
za in riscaldamento
b8 Riservato d7 Riservato
b9 Riservato d8 Riservato
d9 Riservato

Livello informazioni esteso 2: valori di processo


Premere uno dei tasti M V per ritornare
alla visualizzazione standard di display.

Premere il tasto I
Premere contemporaneamente i tasti DU per al-
meno 3 secondi.
Premere il tasto U
Premere uno dei tasti +- per selezionare il para-
metro desiderato.
Premere uno dei tasti M V per ritornare
alla visualizzazione standard di display.

Valori di processo
N Descrizione
C0 Riservato
C1 Corrente Ionizzazione
C2 Velocit ventilatore
C3 Corrente controllo ventilatore (PWM)
C4 Potenza relativa di caldaia
C5 Setpoint pompa (PWM)
C6 Controllo differenziale
C7 Riservato
C8 Riservato
C9 Riservato

25

GENERALE

1.13 Unit ambiente

GESTIONE IMPIANTO SOLARE ED EVENTUALI IMPIANTI AGGIUNTIVI DISPONIBILI COME ACCESSORI

Informazioni primarie / Interfaccia comandi 1 Tasto attivazione/disattivazione modo sanitario. Se attivato


sul display compare una barra sotto il simbolo "v"
2 Display
3 Tasto uscita
1 5 4 Manopola per modifica valore
5 Tasto per selezione modo di funzionamento. Una barra si
posiziona in corrispondenza dei simboli:
s Automatico
o Comfort continuo
2 l Ridotto continuo
b Protezione antigelo. Sul display appare il simbolo "t"
6 Tasto per conferma valore impostato
7 Tasto presenza "o/l"
8 Tasto informazioni "i"

3 6

4 7

Informazioni secondarie A Modo di funzionamento sanitario: ON o OFF


Visualizzazione display B Modi di funzionamento del circuito di riscaldamento:
s Automatico
A B o Comfort continuo
l Ridotto continuo
b Protezione antigelo. Sul display appare il simbolo t
C Display numerico piccolo: visualizzazione ora
C D Area messaggi
E Segnalazione programma di riscaldamento giornaliero
F Display numerico grande: visualizzazione del
G valore corrente
G Simboli di visualizzazione:
F
f Bruciatore in funzione
D B Sostituire batteria (valido solo per modelli
WIRELESS)
E
w Funzione vacanze attiva
n Presenza errore. Premere il tasto i per visualizzare il
messaggio di errore ed il tasto ESC per tornare alla
visualizzazione standard
C Attendere: processo in esecuzione
h Manutenzione - modo di funzionamento manuale o
spazzacamino
A Riferimento al circuito di riscaldamento
ECO Riscaldamento temporaneamente OFF - funzione
ECO attiva

26

GENERALE

Visualizzazione standard display A1 Modo di funzionamento sanitario: ON o OFF.


1 5 Premendo il tasto relativo (1) la barra si atti-
va o disattiva.
B1 Modi di funzionamento del circuito di ri-
scaldamento: Premendo il tasto relativo
A1 B1
(5) la barra si posiziona sotto il simbolo del
modo corrispondente
C1 Ora corrente
C1 D1 Riscaldamento in modo COMFORT
E1 Area messaggi
D1 F1 Segnalazione programma di riscaldamento
giornaliero
H1 G1 Valore corrente della temperatura di caldaia
(se "param. 22=Permanente" verr visualiz-
G1
zata l'ultima informazione selezionata nel
Temperatura caldaia E1
"Modo Informazioni")
H1 Bruciatore in funzione
F1

Selezione modo di funzionamento

Premendo il tasto (5) la barra si posiziona sotto il simbo-


lo del modo di funzionamento corrispondente.
5
Automatico s
Nel modo automatico la temperatura ambiente rego-
lata secondo il programma orario impostato.

Caratteristiche:
Riscaldamento secondo il programma impostato
Setpoint di temperatura al setpoint comfort

" o l
" o al setpoint ridotto "
Funzioni di protezione attive
"

Commutazione automatica estate/inverno (fun-


zioni ECO) e limite riscaldamento 24h attivo.

Continuo o o l
Nel modo continuo la temperatura ambiente regolata
secondo il regime scelto:

o Riscaldamento al sepoint comfort


l Riscaldamento al setpoint ridotto

Caratteristiche:
Riscaldamento senza programma orario
Funzioni di protezione attive
Commutazione automatica estate/inverno (fun-
zioni ECO) e limite riscaldamento 24-h inattivo in
caso di riscaldamento al setpoint comfort (vede-
re param. 730, 732).

Protezione s
In modo protezione il riscaldamento disattivato, ma
limpianto protetto contro il gelo (se l'alimentazione
elettrica non viene a mancare).

Caratteristiche:
Riscaldamento spento
Setpoint di temperatura al setpoint antigelo.
Funzioni di protezione attive.

27

GENERALE

Acqua Calda Sanitaria (ACS) v


La produzione di ACS attivabile premendo il tasto (1). 1
Una barra si posiziona sotto il simbolo corrispondente.

ON
ACS preparata secondo il programma orario impostato
(param. 560566)
Temperatura caldaia
OFF
Nessuna preparazione, ma funzione protezione attiva

99Un ciclo di preparazione di ACS (PUSH) pu essere


attivato anche premendo il tasto (1) per almeno 3 s.

Impostazione setpoint temperatura ambiente


Per limpostazione della temperatura ambiente comfort
agire direttamente sulla manopola (4).
6
Per limpostazione della temperatura ambiente ridotta: 4
Premere il tasto "OK" (6)
Selezionare Circuito di riscaldamento 1
Impostare il setpoint della temperatura ambien-
te ridotta.

99Ogni volta che si effettua una modifica, attendere 8


circa 2 ore per permettere ladattamento della tem-
peratura ambiente.
99In mancanza di unit ambiente, il setpoint ambien-

i
te agisce con una traslazione della curva climatica.

Informazioni
Premendo il tasto informazioni (8) si possono visualiz-
zare:
Possibili errori o allarmi per manutenzione
(vedere par. Codici Errore/Manutenzione)
Messaggi speciali.

Altre visualizzazioni:

99Dipendendo dalla configurazione e dallo stato ope-


rativo, alcune delle righe di visualizzazione potreb-
bero non apparire.
Temperatura ambiente
Stato circuito 2 (non attivo)
Temperatura ambiente min
Stato circuito P
Temperatura ambiente max
Stato ACS
Temperatura caldaia
Stato caldaia
Temperatura esterna
Stato solare
Temperatura esterna min
Stato caldaia a legna
Temperatura esterna max
Stato accumulo
Temperatura ACS 1
Data e ora
Stato circuito 1
Telefono centro di assistenza

28

GENERALE

Presenza o/ l
Se i locali non vengono utilizzati per lunghi periodi
possibile ridurre la temperatura ambiente premendo il
tasto presenza (7) in modo da risparmiare energia.
Quando i locali vengono nuovamente utilizzati, pre-
7
mendo ancora il tasto presenza la temperatura am-
biente ritorna al valore impostato.

"o" Riscaldamento al sepoint comfort


8
"l" Riscaldamento al setpoint ridotto

99Il tasto presenza ha effetto solo nel modo automa-


tico. La selezione impostata rimane attiva fino al
prossimo cambiamento del programma riscalda-
mento.

Funzione RESET (param. 6205)


La funzione RESET per i contatori ed il reset della tabella
dei parametri appare nella riga inferiore del display se
tale operazione permessa nel livello operativo corren-
te (Utente, Messa in servizio, Installatore).

99Questa operazione deve essere effettuata esclusiva-


mente dal Servizio Tecnico di Assistenza R. Dopo 6
aver effettuato il RESET l'impostazione dei parametri
quella di fabbrica della "Lista completa dei para-
metri".

Prima dell'attivazione con il tasto "OK" (6) il display mo-


stra un "SI" lampeggiante.

Reset ?Errore
30: Sonda mandata 1 si

Casi speciali nh
In casi speciali il display mostra :

n se appare questo simbolo avvenuto un errore 8


di sistema.
Premere il tasto (8) per ottenere maggiori informazioni.

h se appare questo simbolo vi un allarme di ma-


nutenzione o il gruppo termico passato ad un modo
di funzionamento speciale.
Premere il tasto (8) per ottenere maggiori informazioni.

Vedere anche il par. "Codici Errore/Manutenzione". Attenzione


3: Superamento int. manutenz.

29

GENERALE

livelli di programmazione:
Vi sono 4 livelli di programmazione :
Utente
Messa in servizio
Specialista (Installatore)
OEM (Costruttore).

Per i parametri visualizzati in ciascun livello, vedere il


par. Lista completa dei parametri.

Per raggiungere il livello di programmazione desiderato,


operare come segue:
Temperatura caldaia
Portarsi alla visualizzazione standard di display.
Se non visualizzata, pu essere necessario pre-
mere pi volte il tasto "ESC"
Premere il tasto "OK".
Premere il tasto informazioni "i" per 3 s.
Livello utente finale. Scorrere il men con la ma-
nopola e selezionare il livello di programmazione
desiderato e premere il tasto "OK".

Per raggiungere il livello OEM, inserire la Password (12434)


confermando ogni cifra con il tasto "OK".
Per annullare l'inserimento premere "ESC".

Utente finale
99Premendo il tasto "ESC", si torna indietro di un pas- Messa in servizio
so: il valore impostato non salvato
Se non viene fatta nessuna modifica per 8 minu-
ti, si ritorna alla visualizzazione standard
Le righe di programmazione possono essere na-
scoste, in dipendenza dal tipo di configurazione
e dal livello (Utente, Messa in servizio, ...).
99I parametri dei livelli Messa in servizio, Specialista
(Installatore) e OEM (Costruttore) devono essere mo-
dificati solo dal Servizio Tecnico di Assistenza R.

Esempio: impostazione dellora corrente

Portarsi alla visualizzazione standard di display e


premere il tasto "OK".
Larea messaggi del display mostra un numero di
pagine operative. Girare la manopola fino a rag-
giungere la riga Ora e data.
Per confermare premere "OK".
Ora e data
Unit di comando

Larea messaggi del display mostra lora corrente.


Premere "OK".

Ora e data

Ore / minuti

30

GENERALE

Il display mostra lora lampeggiare. Ruotare la


manopola fino allimpostazione corretta.
Confermare con "OK".

Il display mostra i minuti lampeggiare. Ruotare la


manopola fino allimpostazione corretta.
Confermare con "OK".
Ora e data Ora e data

Ore / minuti Ore / minuti

Limpostazione salvata e il display smette di lampeg-


giare. Si pu continuare la programmazione oppure
premere il tasto di selezione modo di funzionamento 5
(5) per tornare alla visualizzazione standard.

Ora e data

Ore / minuti

Esempio di struttura del men

Ora e data Ore / minuti Ore 1...24 h


Unit di comando Giorno / mese Minuti 0...60 min
Programma orario CR 1 Anno
Programma orario 3/pompa CR Inizio ora legale
Vacanze CR 1 Fine ora legale

Parametri del livello Specialista (Installatore)


Parametri diagnostica

31

INSTALLATORE

2 Installatore

2.1 Ricevimento del prodotto


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R sono consegnati
in robusta gabbia di legno e sono protetti da un foglio
di PVC.
Inserito in una busta di plastica posizionata all'interno
del gruppo termico, viene fornito il seguente materiale:

Libretto istruzioni per l'utente, l'installatore e per


il Servizio Tecnico di Assistenza R
Catalogo ricambi
Certificato di garanzia
Certificato di prova idraulica
Kit per trasformazione da metano a GPL
Rubinetto Gas
Sonda esterna
Unit ambiente
Sonda collettore solare.

99Il libretto di istruzioni parte integrante dellappa-


recchio e quindi si raccomanda di leggerlo e di con-
servarlo con cura.

2.2 Dimensioni e peso


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR sono progettati e rea-
lizzati per essere installati su impianti di riscaldamento
e produzione di acqua calda sanitaria.

DESCRIZIONE
L 600 mm
P 775 mm
P1 635 mm
H 1900 mm
Peso netto 195 kg

L P1
P

32

INSTALLATORE

2.3 Movimentazione
Una volta tolto l'imballo, la movimentazione del grup-
po termico si effettua manualmente procedendo come C
segue:

Rimuovere le viti (A) che fissano il gruppo termico


al pallet in legno
Far presa nelle asole poste nei punti (B) del basa-
mento e (C) dello schienale e sollevare con cau-
tela.

99Non far presa sulla mantellatura del gruppo termico


ma sulle parti solide quali basamento e struttura
posteriore.

99Utilizzare adeguate protezioni antinfortunistiche.


00 vietato disperdere nellambiente e lasciare alla A
portata dei bambini il materiale dellimballo in
quanto pu essere potenziale fonte di pericolo.
Deve quindi essere smaltito secondo quanto stabi-
lito dalla legislazione vigente.
B A

2.4 Locale dinstallazione del gruppo termico


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R possono essere
installati in molteplici locali purch lo scarico dei pro-
dotti della combustione e laspirazione dellaria com-
burente siano portati allesterno del locale stesso. In
questo caso il locale non necessita di alcuna apertura
di aerazione perch ALUDOMUS SOLAR R sono grup- (*)
pi termici con circuito di combustione stagno rispetto 0 cm
2
allambiente di installazione. Se invece laria combu-
rente viene prelevata dal locale di installazione, questo
deve essere dotato di aperture di aerazione conformi
alle Norme Tecniche e adeguatamente dimensionate.

m
99Per il Belgio i gruppi termici devono essere installa- 19
0c

ti secondo la normativa NBN D51.003, la normativa


NBN B61.002 (potenza < 70 kW), la normativa NBN
B61.001 (potenza > 70 kW).

99Tenere in considerazione gli spazi necessari per 5


0c
m
laccessibilit ai dispositivi di sicurezza e regolazio-
cm

60
50

ne e per leffettuazione delle operazioni di manu- cm


tenzione.
cm

5
65

0c
m
99Verificare che il grado di protezione elettrica dellap-
cm

parecchio sia adeguato alle caratteristiche del loca-


0
10

le di installazione.
99Nel caso in cui i gruppi termici siano alimentati con
gas combustibile di peso specifico superiore a quel- (*) Distanza minima necessaria per l'installazione del kit
lo dellaria, le parti elettriche dovranno essere poste vaso di espansione circuito solare (accessorio).
ad una quota da terra superiore a 500 mm.

00I gruppi termici non possono essere installati alla-


perto perch non sono progettati per funzionare
allesterno e non dispongono di sistemi antigelo
automatici.

33

INSTALLATORE

2.5 Installazione su impianti vecchi o da rimodernare


Quando i gruppi termici ALUDOMUS SOLAR vengono in- I vasi di espansione assicurino il totale assor-
stallati su impianti vecchi o da rimodernare, verificare bimento della dilatazione del fluido contenuto
che: nellimpianto.
Limpianto deve essere ripulito da fanghi ed in-
La canna fumaria sia adatta per apparecchi a crostazioni.
condensazione, alle temperature dei prodotti Sia previsto un sistema di trattamento dellacqua
della combustione, calcolata e costruita secon- (vedere paragrafo Lacqua negli impianti di ri-
do Norma. Sia pi rettilinea possibile, a tenuta, scaldamento). Per lutilizzo di prodotti specifici
isolata e non abbia occlusioni o restringimenti. fare rifermento al Listocatalogo R.
La canna fumaria deve essere dotata di attacco
per levacuazione della condensa.
Limpianto elettrico sia realizzato nel rispetto 99Il costruttore non responsabile di eventuali danni
delle Norme specifiche e da personale qualifi- causati da una scorretta realizzazione del sistema di
cato. scarico fumi.
La portata, la prevalenza e la direzione del flusso
delle pompe di circolazione sia appropriata.
99I condotti di evacuazione fumi per caldaie a con-
La linea di adduzione del combustibile e leven- densazione sono in materiali speciali diversi rispet-
tuale serbatoio siano realizzati secondo le Norme to agli stessi realizzati per caldaie standard.
specifiche. 99Nella fase di lavaggio dell'impianto utilizzare esclu-
sivamente prodotti che non corrodono l'alluminio.

2.6 L'acqua negli impianti di riscaldamento


PREMESSA Fanghi, calcare e contaminanti presenti nellacqua pos-
sono portare a un danneggiamento irreversibile del ge-
Il trattamento dellacqua impianto una CONDIZIONE neratore di calore, anche in tempi brevi e indipenden-
NECESSARIA per il buon funzionamento e la garanzia di temente dal livello qualitativo dei materiali impiegati.
durata nel tempo del generatore di calore e di tutti i Per informazioni aggiuntive sul tipo e sull'uso degli ad-
componenti dellimpianto. ditivi rivolgersi al Servizio Tecnico di Assistenza R.
Questo vale non solo in fase di intervento su impianti
esistenti, ma anche nelle nuove installazioni.
99Attenersi alle disposizioni legislative vigenti nel pa-
ese di installazione.

Lacqua negli impianti di riscaldamento.


Indicazioni per progettazione, installazione e gestione degli impianti termici.

Caratteristiche chimico-fisiche

Le caratteristiche chimico-fisiche dellacqua devono rispettare la norma europea EN 14868 e le tabelle sotto riportate:

GENERATORI IN ALLUMINIO GENERATORI IN ALLUMINIO


con Potenza Focolare < 150 kW con Potenza Focolare > 150 kW
Acqua di primo Acqua a Acqua di primo Acqua a
riempimento regime (*) riempimento regime (*)
pH 6-8 7-8 pH 6-8 7-8
Durezza fH < 10 < 10 Durezza fH < 5 < 5
Conducibilit Conducibilit
s/cm < 200 s/cm < 150
elettrica elettrica
Cloruri mg/l < 25 Cloruri mg/l < 15
Solfuri mg/l < 25 Solfuri mg/l < 15
Nitruri mg/l < 25 Nitruri mg/l < 15
Ferro mg/l < 0,5 Ferro mg/l <0,5

(*) valori dell'acqua di impianto dopo 8 settimane di funzionamento

Nota generale per l'acqua di rabbocco:


se viene impiegata acqua addolcita obbligatorio verificare di nuovo a distanza di 8 settimane dal rabbocco il
rispetto dei limiti per l'acqua a regime e in particolare la conducibilit elettrica
se viene impiegata acqua demineralizzata non vengono richiesti controlli

34

INSTALLATORE

Gli impianti di riscaldamento Corrosione

Corrosione da sottodeposito
99Eventuali rabbocchi non vanno effettuati trami-
te l'utilizzo di un sistema di carico automatico, ma La corrosione da sottodeposito un fenomeno elettro-
vanno realizzati manualmente e devono essere re- chimico, dovuto alla presenza di sabbia, ruggine, ecc.
gistrati sul libretto di centrale. allinterno della massa dacqua. Queste sostanze soli-
de si depositano generalmente sul fondo della caldaia
99Nel caso siano presenti pi caldaie, nel primo pe- (fanghi), sulle testate tubiere e negli interstizi tubieri.
riodo di funzionamento devono essere tutte messe In questi punti si possono innescare fenomeni di micro
in funzione o contemporaneamente, o con un tem- corrosione a causa della differenza di potenziale elet-
po di rotazione molto basso in modo da distribuire trochimico che si viene a creare tra il materiale a contat-
in maniera uniforme il limitato deposito iniziale di to con limpurit e quello circostante.
calcare.
Corrosione da correnti vaganti
99Una volta terminata la realizzazione dell'impianto La corrosione da correnti vaganti pu manifestarsi a
provvedere a un ciclo di lavaggio per pulire l'im- causa di potenziali elettrici diversi tra lacqua di caldaia
pianto da eventuali residui di lavorazione. e la massa metallica della caldaia o della tubazione. Il
fenomeno lascia tracce inconfondibili e cio piccoli fori
99L acqua di riempimento e leventuale acqua di rab- conici regolari.
bocco dellimpianto devessere sempre filtrata (filtri
con rete sintetica o metallica con capacit filtrante
non inferiore ai 50 micron) per evitare depositi che
possono innescare il fenomeno di corrosione da 99 opportuno quindi collegare a una messa a terra i
sottodeposito. vari componenti metallici.

Eliminazione dellaria e dei gas negli impianti di ri-


99Prima di riempire impianti esistenti, il sistema di scaldamento.
riscaldamento deve essere pulito e lavato a regola
d'arte. Il gruppo termico pu essere riempito sol- Se negli impianti si verifica una immissione continua o
tanto dopo il lavaggio del sistema di riscaldamento. intermittente di ossigeno (ad es. riscaldamenti a pavi-
mento senza tubi in materiale sintetico impermeabili
I nuovi impianti di riscaldamento alla diffusione, circuiti a vaso aperto, rabbocchi fre-
quenti) si deve sempre procedere alla separazione dei
Il primo carico dell'impianto deve avvenire lentamente; sistemi.
una volta riempito e disaerato, l'impianto non dovrebbe
subire pi reintegri. Errori da evitare e precauzioni.
Durante la prima accensione l'impianto devessere por- Da quanto evidenziato risulta quindi importante evitare
tato alla massima temperatura di esercizio per facilitare due fattori che possono portare ai fenomeni citati e cio
la disaerazione (una temperatura troppo bassa impedi- il contatto tra laria e lacqua dellimpianto e il reintegro
sce la fuoriuscita dei gas). periodico di nuova acqua.
Per eliminare il contatto tra aria ed acqua (ed evitare
La riqualificazione di vecchi impianti di riscaldamento lossigenazione quindi di questultima), necessario
che:
In caso di sostituzione del gruppo termico, se negli im- il sistema di espansione sia a vaso chiuso, corret-
pianti esistenti la qualit dell'acqua conforme alle pre- tamente dimensionato e con la giusta pressione
scrizioni, un nuovo riempimento non raccomandato. di precarica (da verificare periodicamente);
Se la qualit dellacqua non fosse conforme alle prescri- limpianto sia sempre ad una pressione mag-
zioni, si raccomanda il ricondizionamento dell'acqua o giore di quella atmosferica in qualsiasi punto
la separazione dei sistemi (nel circuito caldaia i requisiti (compreso il lato aspirazione della pompa) ed in
di qualit dellacqua devono essere rispettati). qualsiasi condizione di esercizio (in un impian-
to, tutte le tenute e le giunzioni idrauliche sono
progettate per resistere alla pressione verso le-
sterno, ma non alla depressione);
limpianto non sia stato realizzato con materiali
permeabili ai gas (per esempio tubi in plastica
per impianti a pavimento senza barriera antios-
sigeno).

99Ricordiamo, infine, che i guasti subiti dalla caldaia,


causati da incrostazioni e corrosioni, non sono co-
perti da garanzia.

35

INSTALLATORE

2.7 Collegamenti idraulici


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R sono progetta-
ti e realizzati per essere installati su impianti di riscal-
damento e produzione di acqua calda sanitaria; sono
inoltre predisposti per il collegamento ad un circuito 37
solare.

Le caratteristiche degli attacchi idraulici sono le seguen-


ti: MI1
RI1

65 110 65 85 65
ALUDOMUS
DESCRIZIONE KV/200 20 ISC MI2
SOLAR RI2
Mandata impianto
MI1 1" M
diretto MI3
Ritorno impianto RI3
RI1 1" M
diretto
Mandata secondo im- MS
MI2 1" M
pianto miscelato (*)
RS

70
Ritorno secondo im- SC
RI2 1" M
pianto miscelato (*)
Mandata terzo impian- ACS
MI3 1" M
to miscelato (*)
Ritorno terzo impianto
RI3 1" M
miscelato (*)
Mandata impianto
MS 3/4" M
solare
1375

Ritorno impianto
RS 3/4" M
solare
ACS Uscita sanitario 3/4" M
1220

RC Ricircolo sanitario 3/4" M


1095

IAF Entrata sanitario 3/4" M


SC Scarico 1/2" F
(*) Con accessorio specifico.

99Gli scarichi delle valvole di sicurezza devono esse- RC


IAF
105 60

re collegati ad un adeguato sistema di raccolta ed


evacuazione. Il costruttore dell'apparecchio non
responsabile di eventuali allagamenti causati
dall'intervento della valvola di sicurezza.

99Nella fase di lavaggio dell'impianto utilizzare esclu-


sivamente prodotti che non corrodono l'alluminio.
99Gli impianti caricati con antigelo obbligano limpie-
go di disconnettori idrici.
99 La gestione di impianti a bassa temperatura (a pa-
vimento) deve essere effettuata esclusivamente con
i kit accessori provvisti di valvola miscelatrice.
99La scelta e linstallazione dei componenti dellim-
pianto sono demandate per competenza allinstal-
latore, che dovr operare secondo le regole della
buona tecnica e della Legislazione vigente.

36

INSTALLATORE

SCHEMA IDRAULICO DI PRINCIPIO

SE
1
5 MI 1
RI 1
5 MI 2 MIX
3
RI 2 MIX

2 MI 3 MIX
RI 3 MIX
5
4 MS
RS
3 Sc
5
ACS
2
3

4 5
4

11 11 12
M R
Sco
2

RC

IAF
7 5 5
5 6 5 10 9

13

1 Utenze impianto diretto MI1 Mandata Impianto diretto


2 Utenze impianto miscelato RI1 Ritorno Impianto diretto
3 Degasatore manuale MI2 Mix Mandata Impianto Miscelato 1
4 Rubinetto di sfiato RI2 Mix Ritorno Impianto Miscelato 1
5 Valvole di sezionamento MI3 Mix Mandata Impianto Miscelato 2 Accessori
6 Valvola di non ritorno RI3 Mix Ritorno Impianto Miscelato 2
7 Circolatore per eventuale ricircolo sanitario MS Mandata impianto Solare
8 Utenze sanitario RS Ritorno impianto Solare
9 Riduttore di pressione ACS Acqua Calda Sanitaria
10 Filtro / addolcitore RC Ricircolo
11 Collettore solare IAF Ingresso Acqua Fredda
12 Vaso di espansione circuito solare (accessorio) Sc Uscita scarichi
13 Orologio Sco Sonda collettore
SE Sonda esterna

37

INSTALLATORE

2.8 Raccolta condensa

99Mantenere langolo di inclinazione i sempre


maggiore a 3 ed il diametro del tubo di scarico del-
la condensa sempre maggiore a quello del raccordo
presente sul gruppo termico.
i3
99Il collettoramento verso la rete fognaria deve esse- i
re eseguito seguendo la legislazione vigente nel ri-
spetto di eventuali regolamentazioni locali.
99 consigliato far confluire sullo stesso condotto di
scarico sia i prodotti derivanti dallo scarico conden-
sa caldaia sia la condensa derivante dal camino.
99Il basamento della caldaia deve risultare orizzon-
tale e piano nella zona del telaio dappoggio onde
evitare difficolt nellevacuazione della condensa. uscita fumi

99Eventuali dispositivi di neutralizzazione della con- GRUPPO


densa potranno essere collegati dopo il sifone. Per il TERMICO
calcolo della durata della carica di neutralizzazione
deve essere valutato lo stato di consumo del neu-
tralizzatore dopo un anno di funzionamento. Sulla
base di tale informazione si potr estrapolare la du-
rata totale della carica.
condensa caldaia

condensa camino

allo scarico
o eventuale
neutralizzazione
della condensa

scarico

2.9 Installazione unit ambiente

1 3

2 4

99Vedere paragrafo "Collegamenti Elettrici".


38

INSTALLATORE

2.10 Collegamenti elettrici


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR R lasciano la fab-
brica completamente cablati e necessitano solamente
del collegamento alla rete di alimentazione elettrica,
all'unit ambiente, alla sonda esterna, alla sonda col-
lettore ed altri eventuali componenti dellimpianto.

Per effettuare i collegamenti:


Rimuovere il pannello anteriore superiore (1) ti-
randolo verso lesterno

Svitare la vite (2) e ruotare il quadro di comando 1 3


(3)

Accedere alla parte inferiore del quadro di co-


mando ed effettuare i collegamenti elettrici se-
guendo gli schemi di seguito riportati. 2

QUADRO COMANDO:

alimentazione sonda
esterna
N PE L1
N 2
1
N

termostato
1 N

ambiente TA

eventuale unit ambiente


termostato ambiente 2 zona

VISTA INFERIORE DEL QUADRO DI COMANDO

Una volta completati i collegamenti rimontare i componenti operando in maniera inversa a quanto finora descritto.

39

INSTALLATORE

UNIT AMBIENTE e sonda collettore

Scheda controllo RVS ...

CL+ CL+ CL+


M BX1 G+ CL- CL- CL-

Unit Unit Unit


Ambiente Ambiente Ambiente
1 2 3

12 3 12 3 12 3
+ - G+ + - G+ + - G+

Sonda
collettore

99L'unit ambiente va collegata tramite un cavo tripolare ai mor-


setti CL+, CL- e G+ della scheda principale, facendo attenzione a
non invertire la polarit.

99 obbligatorio: 00 vietato l'uso dei tubi gas e/o acqua per la messa a
l'impiego di un interruttore magnetotermico terra dell'apparecchio.
onnipolare, sezionatore di linea, conforme alle
Norme CEI-EN (apertura dei contatti di almeno
00 vietato far passare i cavi di alimentazione e del
3 mm); termostato ambiente in prossimit di superfici cal-
rispettare il collegamento L (Fase) - N (Neutro). de (tubi di mandata). Nel caso sia possibile il con-
Mantenere il conduttore di terra pi lungo di cir- tatto con parti aventi temperatura superiore ai 50C
ca 2 cm rispetto ai conduttori di alimentazione. utilizzare un cavo di tipo adeguato.
utilizzare cavi con sezione maggiore o uguale a
1,5 mm2, completi di puntalini capocorda;
riferirsi agli schemi elettrici del presente libretto Il costruttore non responsabile di eventuali danni
per qualsiasi intervento di natura elettrica. causati dalla mancanza di messa a terra dell'apparec-
collegare l'apparecchio ad un efficace impianto chio e dall'inosservanza di quanto riportato negli sche-
di terra. mi elettrici.

40

INSTALLATORE

2.11 Collegamento sonda esterna


Il corretto posizionamento della sonda esterna fondamentale per il buon funzionamento del controllo climatico.
La sonda deve essere installata allesterno delledificio da riscaldare, a circa 2/3 dellaltezza della facciata a NORD o
NORD-OVEST e distante da canne fumarie, porte, finestre ed aree assolate.

Fissaggio al muro della sonda esterna

Svitare il coperchio della scatola di protezione


della sonda ruotandolo in senso antiorario per
accedere alla morsettiera ed ai fori di fissaggio
Tracciare i punti di fissaggio utilizzando la scatola
di contenimento come dima
Togliere la scatola ed eseguire la foratura per tas-
selli ad espansione da 5x25
Fissare la scatola al muro utilizzando i due tas-
selli forniti a corredo
Introdurre un cavo bipolare (con sezione da 0,5 a
1mm2, non fornito a corredo) per il collegamento
della sonda al gruppo termico
Collegare alla morsettiera i due fili del cavo senza
necessit di identificare le polarit
Collegare i cavi provenienti dalla sonda esterna al
gruppo termico, come indicato al paragrafo "Col-
legamenti elettrici".

99La sonda va posta in un tratto di muro liscio; in caso


di mattoni a vista o di parete irregolare, va prevista
unarea di contatto liscia.
99Il cavo di collegamento tra sonda esterna e quadro
di comando non deve avere giunte; nel caso fosse-
ro necessarie, devono essere stagnate e adeguata-
mente protette.

99Eventuali canalizzazioni del cavo di collegamento


devono essere separate da cavi in tensione (230Vac).

Tabella di corrispondenza
Temperatura rilevata (C) T (C) R () T (C) R () T (C) R ()
Valore resistivo della sonda esterna (). -50 43907 -5 3600 40 574,7
-45 31840 0 2857 45 482.8
-40 23374 5 2284 50 407.4
-35 17359 10 1840 55 345.3
-30 13034 15 1492 60 293.8
-25 9889 20 1218 65 250.8
-20 7578 25 1000 70 214.9
-15 5861 30 826.8 75 184.8
-10 4574 35 687.5

41

INSTALLATORE

2.12 Collegamento gas


l collegamento del gruppo termico all'alimentazione del
gas, sia metano che GPL, deve essere eseguito nel ri- 37
spetto delle Norme di installazione vigenti.
GAS 3/4M
Prima di eseguire il collegamento necessario assicu-
rarsi che:
il tipo di gas sia quello per il quale l'apparecchio
predisposto
le tubazioni siano accuratamente pulite

Si consiglia dinstallare sulla linea del gas un filtro di


opportune dimensioni qualora la rete di distribuzione
contenesse particelle solide.

99Limpianto di alimentazione gas deve essere ade-


guato alla portata del gruppo termico e deve essere
dotato di tutti i dispositivi di sicurezza e di controllo
previsti dalle Norme Vigenti.

1830
99Ad installazione effettuata verificare che le giun-
zioni eseguite siano a tenuta, come previsto dalle
Norme di installazione.

2.13 Scarico fumi e aspirazione aria comburente


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR devono essere dotati
di opportuni condotti di scarico fumi ed aspirazione aria
comburente da scegliere tra quelli riportati nel Listoca-
talogo R.
Senza di essi, gli apparecchi NON DEVONO essere fatti
funzionare.
I condotti sono parte integrante del gruppo termico, ma
vengono forniti dalla R in kit separati.
Per consentire maggior flessibilit impiantistica i con-
dotti terminali possono essere coassiali o sdoppiati.

99 obbligatorio luso di camini del tipo ad alto spes-


sore in alluminio per caldaie a condensazione (ve-
dere Listocatalogo R).
99 obbligatorio limpiego di un raccoglitore di con-
densa (vedere Listocatalogo R)
99In caso di configurazione C6 i camini devono soddi-
sfare la norma EN 1856-1.
99Prevedere uninclinazione del condotto scarico fumi
di 1% verso il raccoglitore di condensa.
99Collegare il sifone del raccoglitore di condensa ad
uno scarico delle acqua bianche.
99I condotti di scarico non isolati sono potenziali fonti
di pericolo.
42

INSTALLATORE

B23 Ventilatore a monte. Aspirazione aria combu-


rente direttamente dal locale dov' installato il
gruppo termico. Scarico gas combusti a mezzo
di condotti orizzontali o verticali, e predisposte
prese di ventilazione.
B23P Come B23 con condotto scarico fumi progettato
per operare ad una pressione positiva.
B53 Ventilatore a monte. Aspirazione aria combu-
rente direttamente dal locale dov' installato il
gruppo termico. Scarico gas combusti a mezzo
C53 C63 C33 C43 di condotti propri, e predisposte prese di venti-
lazione.
B53P Come B53 con condotto scarico fumi proprio e
progettato per operare ad una pressione positi-
va.
C13 Scarico a parete concentrico. I tubi possono an-
che essere sdoppiati, ma le uscite devono essere
concentriche o abbastanza vicine da essere sot-
C13 B23 C13 C13 toposte a simili condizioni di vento.
B23P
B53 C33 Scarico concentrico a tetto. Uscite come per C13.
B53P
C43 Scarico e aspirazione in canne fumarie comuni
separate, ma sottoposte a simili condizioni di
vento.
C53 Scarico e aspirazione separati a parete o a tetto
e comunque in zone a pressioni diverse ma mai
su pareti opposte.
C63 Ventilatore a monte. Aspirazione aria combu-
rente e scarico gas combusti senza terminali
(configurazione non ammessa in Belgio).
99Fare riferimento alle Normative vigenti.

Condotti sdoppiati ( 80)


SCARICO SDOPPIATO
I condotti sdoppiati possono essere orientati nella dire-
zione pi adatta alle esigenze del locale.
12
La tabella riporta le lunghezze ammesse (traiettoria ret- 0
tilinea).

20
0
99Le tenute delle giunzioni vanno realizzate con ma-
teriali resistenti a temperature di almeno 250C
(esempio: stucchi, mastici, preparati siliconici).
99La lunghezza rettilinea si intende senza curve, ter-
minali di scarico e giunzioni.

Scarico fumi 80 mm

Aspirazione aria 80 mm

Lunghezza massima
condotti (aspirazione + Perdite di carico (m)
scarico) (m)
curva 45 curva 90
26
0,5 1

43

INSTALLATORE

2.14 Caricamento e svuotamento impianti


I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR sono completi del ru-
binetto di carico impianto (1). 6

CARICAMENTO BOLLITORE 5
Verificare che il rubinetto di scarico bollitore (2)
sia chiuso
Aprire i rubinetti in Utenza 4
Aprire i dispositivi di intercettazione dell'impian-
to idrico e caricare lentamente fino ad avere, dai
rubinetti in Utenza, un flusso uniforme e senza
presenza di aria.

CARICAMENTO IMPIANTO RISCALDAMENTO 4


Verificare che il rubinetto di scarico impianto (3)
3
sia chiuso
Aprire le valvole di non ritorno (4) per facilitare il
riempimento: il punto posto allinterno della vite
deve essere posizionato come in figura. 1
Allentare il cappuccio della valvola di sfiato au-
tomatico (5) per favorire la disareazione iniziale
dell'impianto
Allentare il tappo della valvola di sfiato manuale
(6) (chiuderlo non appena si avverte la fuoriusci-
ta dell'acqua) CHIUSA
Aprire il rubinetto di carico (1) e caricare lenta-
mente fino a leggere sul manometro il valore a
freddo di 1,5 bar
Chiudere il rubinetto di carico impianto (1) e ri-
avvitare il cappuccio della valvola di sfiato au-
tomatico (5)
Chiudere le valvole di non ritorno (4): il punto
posto allinterno della vite deve essere posizio- APERTA
nato come in figura.

RIEMPIMENTO CIRCUITO SOLARE

Fluido termovettore

Il fluido termovettore deve essere propilenoglicole atos-


sico. Il glicole deve essere miscelato con acqua (prefe-
ribilmente demineralizzata) versando in un recipiente 2
il glicole nell'acqua e non viceversa. La concentrazione
di glicole nella miscela deve essere definita in base alla
tabella a lato che tiene conto delle temperature a cui si
deve assicurare la protezione antigelo.

Proporzioni glicole / acqua a diverse


temperature minime
Temperatura esterna
Glicole in peso %
minima C
10 -3,5
20 -8,0
26 -12,5
30 -15,0
36 -20,0
40 -24,0

44

INSTALLATORE

Procedura di riempimento

Aprire la valvola di non ritorno (8) per facilitare il


riempimento: il punto posto allinterno della vite
deve essere posizionato come in figura.
Aprire le valvole di sfiato manuali del degasatore
previsto nellimpianto
Prevedere un sistema di carico tra i rubinetti (A) e
(B) posti sul gruppo (9). Far circolare il fluido ter-
movettore con una pompa di carico esterna fino AUTOMATICO
ad eliminare tutte le bolle daria.
Pressurizzare fino a leggere, sul manometro (10),
il valore di 3 bar
Mettere in funzione il circuito solare per alcuni
minuti e accertarsi che questo sia completamen-
te disaerato
Regolare nuovamente la pressione del circuito, APERTA
se necessario
Posizionare la valvola di non ritorno (8) su fun-
zionamento automatico: il punto posto allin-
terno della vite deve essere posizionato come in 8
figura.
Chiudere le valvole di sfiato manuali del degasa-
tore, aperte precedentemente A
Regolare la portata ad un valore proporzionale al 11
numero di collettori solari installati agendo sulla 9
vite (11) (2 l/min. per ogni collettore). B
10
99 VIETATO riempire il circuito solare quando c forte
insolazione e con i collettori ad elevate temperatu-
re. Pericolo di ustione con il liquido contenuto nei
collettori.

99Azionare la valvola di sfiato soltanto se la tempera-


tura del liquido conduttore minore di 60C.
99Al momento di sfiatare limpianto, i collettori non
devono essere caldi. In ogni caso coprire i collettori
e sfiatare limpianto, possibilmente di mattina.

SVUOTAMENTO
Prima di iniziare lo svuotamento dell'impianto di ri-
scaldamento e del bollitore posizionare l'interruttore
principale del quadro di comando e quello generale ON
dell'impianto su "spento".

OFF

45

INSTALLATORE

SVUOTAMENTO IMPIANTO RISCALDAMENTO


6
Chiudere i dispositivi di intercettazione dell'im-
pianto termico e sanitario 5

Verificare che il rubinetto di carico (1) sia chiuso


4
Aprire le valvole di non ritorno (4) per facilitare lo
svuotamento: il punto posto allinterno della vite
deve essere posizionato come in figura

Collegare un tubo di plastica al portagomma del


rubinetto (3) ed aprirlo 4

A svuotamento ultimato chiudere il rubinetto (2) 3

Chiudere le valvole di non ritorno (4): il punto


posto allinterno della vite deve essere posizio- 1
nato come in figura.

SVUOTAMENTO BOLLITORE
CHIUSA
Chiudere i dispositivi di intercettazione dell'im-
pianto termico e sanitario

Verificare che il rubinetto di carico (1) sia chiuso

Collegare un tubo al rubinetto di scarico bollitore


(2) ed aprirlo
APERTA
A svuotamento ultimato chiudere il rubinetto (2).

NOTA:
Per facilitare lo svuotamento del bollitore aprire un ru-
binetto dell'acqua calda.

SVUOTAMENTO CIRCUITO SOLARE

Aprire la valvola di non ritorno (8) per facilitare lo


svuotamento: il punto posto allinterno della vite
deve essere posizionato come in figura. AUTOMATICA
Aprire le valvole di sfiato manuali del degasatore
previsto nellimpianto
Collegare il tubo proveniente dal recipiente pre-
visto per la raccolta della miscela acqua-glicole
al rubinetto (B) posto sul gruppo (9), aprirlo ed
attendere fino a che lo svuotamento del circuito
sia completato APERTA
Posizionare la valvola di non ritorno (8) su fun-
zionamento automatico: il punto posto allin-
terno della vite deve essere posizionato come in
figura. 8
Chiudere le valvole di sfiato manuali del degasa-
tore, aperte precedentemente.
A
9

46

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3 Servizio tecnico di assistenza

3.1 Preparazione alla prima messa in servizio

Prima di effettuare laccensione ed il collaudo funziona- Gli allacciamenti elettrici, alla rete di alimenta-
le dell'apparecchio indispensabile rimuovere il pan- zione ed ai dispositivi dellimpianto termico sia-
nello anteriore del gruppo termico e controllare che: no stati eseguiti correttamente
Il condotto di scarico dei prodotti della combu-
I rubinetti del combustibile e di intercettazione stione sia stato realizzato adeguatamente.
dellimpianto termico siano aperti
Il tipo di gas e la pressione di alimentazione si-
ano quelli per i quali il gruppo termico predi-
sposto
La pressione del circuito idraulico, a freddo, sia
superiore a 1 bar ed il circuito sia disaerato

3.2 Prima messa in servizio


Dopo aver effettuato le operazioni di preparazione alla
prima messa in servizio, per avviare il gruppo termico
necessario:

Regolare il termostato ambiente/sonda ambien-


te alla temperatura desiderata (20C).

Posizionare linterruttore generale dellimpianto


e quello principale del quadro di comando su
"acceso". Verificare laccensione della segnala-
zione verde.
ON

OFF

Il gruppo termico si accende e sul display viene


visualizzata la revisione software della scheda
elettronica.

Il display visualizza lo stato del sistema e la tem-


peratura misurata dalla sonda di caldaia.

47

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Premere il tasto T:
con sonda esterna: impostare il setpoint tempe-
ratura ambiente
senza sonda esterna: impostare il setpoint cir-
cuito riscaldamento.

Per variare il setpoint agire sui tasti + -.


Per uscire premere uno dei tasti

R T M V.
Limpostazione verr memorizzata.

Premere il tasto S
Per variare il setpoint acqua calda sanitaria agire
sui tasti + -.
Per uscire premere uno dei tasti

R T M V.
Limpostazione verr memorizzata.

99In presenza di sonda esterna impostare il parame-


tro installatore 532 pendenza della curva di riscal-
damento riferendosi al paragrafo Impostazione
dei parametri funzionali.

99Nel caso si verificassero anomalie di accensione o


funzionamento del gruppo termico, il display indi-
cher il tipo di errore.

Gli errori possono essere di due tipi:


errori di Tipo PERMANENTE che si disattivano solo

premendo il tasto S.
errori di Tipo TEMPORANEO, che si disattivano
quando scompare la causa che li determina (ve-
dere Codici Anomalie").
99Lintervento del termostato di sicurezza segnalato
sul display dall'errore PERMANENTE "E110".

Per ripristinare le condizioni di avviamento:


attendere che la temperatura nel gruppo termi-
co scenda sotto gli 80C

premere il tasto S
attendere che venga eseguita tutta la fase di av-
viamento fino all'accensione della fiamma.

99La configurazione delle eventuali zone aggiuntive si


effettua tramite l'unit ambiente (fare riferimento
alle istruzioni specifiche fornite con i kit accessori).

48

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.3 Controlli durante e dopo la prima messa in servizio

Ad avviamento effettuato deve essere verificato che il


gruppo termico esegua un arresto e la successiva riac-
censione:

Modificando la taratura del valore del setpoint


riscaldamento (vedere pag. 60)

Intervenendo sullinterruttore principale del


quadro di comando

Intervenendo sul termostato ambiente/sonda


ambiente o sul programmatore orario

Verificare la libera e corretta rotazione dei circolatori.

Verificare larresto totale del gruppo termico posizio-


nando linterruttore generale dellimpianto su "spen- ON
to".

OFF

99Effettuare la pulizia del sifone scarico condensa


(vedere pag. 111).

Se tutte le condizioni sono soddisfatte, riavviare il grup-


po termico ed eseguire l'analisi dei prodotti della com-
bustione.

49

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.4 Spegnimento temporaneo


In caso di assenze temporanee, fine settimana, brevi
viaggi, ecc. procedere come segue: 1

Tenere premuto il tasto M finch la barra (1)


si sposiziona sotto il modo "stand-by".

Restando attive lalimentazione elettrica segnalata dal


led verde e lalimentazione del combustibile, il gruppo
termico protetto dalla funzione antigelo:

Antigelo di caldaia: se la temperatura di caldaia infe-


riore a 5C il bruciatore si accende alla massima potenza
finch la temperatura di caldaia arriva a 10C;

Antigelo impianto: attiva solamente con sonda esterna


collegata. Se la temperatura esterna minore di -5C si
attivano le pompe; se la temperatura esterna compre-
sa tra -4 e 1,5C le pompe si attivano per 10 minuti ad
intervalli di 6 ore; se la temperatura esterna maggiore
di 1,5C le pompe si spengono.

3.5 Spegnimento per lunghi periodi


99Nel caso in cui l'apparecchio sia collegato ad un cir-
cuito solare, non effettuare le operazioni di seguito
descritte, ma mantenere l'apparecchio in stand-by.

Il non utilizzo del gruppo termico per un lungo periodo


comporta leffettuazione delle seguenti operazioni:

Posizionare l'interruttore principale del quadro


di comando su "spento" e verificare lo spegni-
mento della segnalazione verde
ON
Posizionare linterruttore generale dellimpianto
su "spento"
OFF

Chiudere i rubinetti del combustibile e dellacqua


dellimpianto termico e sanitario.

99In questo caso i sistemi antigelo sono disattivati.


Svuotare limpianto termico e sanitario se c pe-
ricolo di gelo.

50

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.6 Manutenzione
La manutenzione periodica un obbligo previsto dal
DPR 26 agosto 1993 no 412, ed essenziale per la sicu-
99Dopo aver effettuato le operazioni di manutenzione
rezza, il rendimento e la durata del gruppo termico. Essa necessarie devono essere ripristinate le regolazio-
consente di ridurre i consumi, le emissioni inquinanti e ni originali ed effettuata lanalisi dei prodotti del-
mantiene il prodotto affidabile nel tempo. la combustione per verificare il corretto funziona-
mento.
Prima di iniziare le operazioni di manutenzione:

Posizionare linterruttore generale dellimpian-


to su spento ed il selettore di funzione su (I)
spento
Chiudere i rubinetti di intercettazione del com-
bustibile.

3.7 Bruciatore di gas PREMIX

2 1 3 4 5 1

6 6 7

5 3 4

1 Elettrovalvola gas
2 Aspirazione aria
3 Sonda di rivelazione
4 Testa di combustione
5 Ventilatore
6 Elettrodo daccensione
7 Trasformatore di accensione
8 Attacco alimentazione gas

2 81

51

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Smontaggio del bruciatore

Liberare il bruciatore da tutte le connessioni elet-


triche con il gruppo termico
Svitare il dado della linea gas (1) e togliere il tu-
betto (2) della presa di pressione della valvola gas
Sfilare il condotto di aspirazione aria comburen-
te (3)
Svitare i dadi (4) ed estrarre il bruciatore facendo
attenzione a non danneggiare la guarnizione (5)
e gli elettrodi. Nel caso questa sia usurata prov-
vedere alla sua sostituzione.

Per il rimontaggio operare in maniera inversa a quanto


descritto.

99Con il bruciatore smontato possibile accedere alla


camera di combustione per la manutenzione e la
pulizia.

Smontaggio della testa di combustione

Svitare le viti (6) e liberare la testa di combustio-


ne dal bruciatore facendo attenzione a non dan-
neggiare la guarnizione (8). Nel caso questa sia
usurata provvedere alla sua sostituzione.

Per il rimontaggio operare in maniera inversa a quanto


descritto. 7

52

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Smontaggio della valvola gas e del gruppo aspirazione


aria

Svitare le viti (9) e liberare il gruppo valvola gas /


aspirazione aria dal ventilatore (10) facendo at-
tenzione a non danneggiare la guarnizione (11).
Nel caso questa sia usurata provvedere alla sua
sostituzione.
Svitare le viti (12) e liberare la valvola gas (13).

Per il rimontaggio operare in maniera inversa a quanto


descritto.

Smontaggio del ventilatore e degli elettrodi

Svitare le viti (14) e liberare il ventilatore dalla te-


sta di combustione (7) facendo attenzione a non
danneggiare la guarnizione (15). Nel caso questa
sia usurata provvedere alla sua sostituzione.

7
20
17
16

10

15

21

12
14 11
18
13
19

Svitare le viti (16) per smontare la sonda di rivela-


zione (17) e le viti (18) per smontare l'elettrodo di
accensione (19) facendo attenzione a non dan-
neggiare le relative guarnizioni (20) e (21).

Per il rimontaggio operare in maniera inversa a quanto


descritto.
53

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.8 Posizionamento elettrodi

Il posizionamento degli elettrodi di accensione e della


sonda di rivelazione fondamentale per ottenere affi-
dabili accensioni della fiamma.

17,0 mm
Dopo aver smontato il bruciatore verificare il loro stato
di usura ed il corretto posizionamento, come riportato
in figura. Sostituirli se necessario.

12,0 mm
99 obbligatorio rispettare le quote indicate in figura.

7,1 mm
3.9 Regolazioni

I gruppi termico ALUDOMUS SOLAR R vengono forniti


predisposti per il funzionamento a gas metano (G20), ALUDOMUS SOLAR
Descrizione
secondo quanto indicato dalla targhetta gas e sono gi KV/200 20 ISC SOLAR
stati regolati in fabbrica secondo i valori di tabella (tol- Tipo di gas G20
leranza 5 %). Indice di Wobbe 45,7 MJ/m3S
Le regolazioni si rendono necessarie dopo interventi di Pressione di alimentazione 20 mbar
manutenzione straordinaria o la sostituzione della val-
Pressione minima di 17 mbar
vola gas. alimentazione
Portata gas (minmax) (*) 0,52 2,090 m3/h
CO2 (minmax) (**) 9,15 9,2 %
CO (max) (**) 30 mg/kWh
99 Le regolazioni devono essere effettuate esclusiva- Diaframma 5,6 ( mm)
mente dal Servizio Tecnico di Assistenza R. (*) Temp.:15C ; Press.:1013 mbar
(**) Con parametri riferiti a 0% di O2 residuo nei prodotti
della combustione e con pressione atmosferica al livello
del mare.

54

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.10 Taratura dei parametri di combustione

I gruppi termici ALUDOMUS SOLAR sono regolati per G20/


G25 20/25mbar.
In caso di valori differenti dalla tabella sottostante,
contattare il Servizio Tecnico di Assistenza R.

Per effettuare la taratura dei parametri di combustione


necessario agire nel seguente modo:

Premere contemporaneamente i tasti T


e R da 3 a 6 secondi per entrare in modo
spazzacamino. Sul display il puntatore allo
spazzacamino lampeggia e si visualizza la
temperatura corrente di caldaia.

Per la taratura dei parametri di combustione alla


massima e minima potenza premere contem-

poraneamente i tasti T R e per


pi di 6 secondi. Il gruppo termico entra in mo-
dalit controllo velocit ventilatore.

Premere il tasto U.

A questo punto il ventilatore si porter alla massima


velocit.

Inserire lanalizzatore di combustione sullap-


posita presa posta sul raccordo scarico fumi.

Regolare la CO2 agendo con un cacciavite sulla


vite di regolazione (3) posta sul gruppo di venti-
lazione. Agendo in senso orario la CO2 diminui-
sce, in senso antiorario la CO2 aumenta. 3

Alla fine della regolazione i parametri devono rispec-


chiare quelli indicati nelle tabelle sottoriportate.

VALORE DI CO2 PER FUNZIONAMENTO


ALLA MASSIMA POTENZA
ALUDOMUS SOLAR KV/200 20 ISC
SOLAR
G20 9,20 %
G31 10,20 %

55

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Premere il tastoD .
A questo punto il ventilatore si porter alla mi-
nima velocit.

Regolare la CO2 agendo con una chiave TORX40


sulla vite di regolazione (2) posta sulla valvola.
Agendo in senso antiorario la CO2 diminuisce, in
senso orario la CO2 aumenta.

Alla fine della regolazione i parametri devono rispec-


chiare quelli indicati nelle tabelle sottoriportate.

VALORE DI CO2 PER FUNZIONAMENTO


ALLA MINIMA POTENZA
ALUDOMUS SOLAR KV/200 20 ISC SOLAR
G20 9,15 %
G31 9,9 %

Premere i tasti V M o
al modo di funzionamento normale.
per tornare

Una volta terminate le tarature:


chiudere accuratamente il tappo della presa per
l'analisi combustione
rimontare il pannello superiore.

99Tutte le operazioni di taratura devono essere ese-


guite dal Servizio Tecnico di Assistenza R.

56

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.11 Trasformazione da un tipo di gas all'altro


Il Gruppo Termico viene fornito per il funzionamento a
gas metano (G20). Pu per essere trasformato da me-
99Le trasformazioni devono essere eseguite solo dal
tano a G.P.L. (G31) utilizzando l'apposito Kit a corredo Servizio Tecnico di Assistenza R o da personale
dell'apparecchio. autorizzato dalla R, anche a Gruppo Termico gi
installato.
99Per il Belgio sono vietate tutte le modifiche di rego-
lazione gas. 99Eseguita la trasformazione, regolare nuovamente il
gruppo termico seguendo quanto indicato nel pa-
Contattare il Servizio Tecnico di Assistenza R. ragrafo specifico e applicare la nuova targhetta di
identificazione contenuta nel kit.

ALUDOMUS SOLAR
DESCRIZIONE
KV/200 20 ISC SOLAR
Tipo di gas G31
Indice di Wobbe inferiore (a 15C - 1013 mbar) 70,9 MJ/m3s
Pressione nominale di alimentazione 37 mbar
Pressione minima di alimentazione 30 mbar
Portata gas massima (*) 0,79 m3/h
Portata gas minima (*) 0,2 m3/h
CO2 (min-max) (**) 9,9-10,2 %
CO (max) (**) 26,85 mg/kWh
NOx (max) (**) 40 mg/kWh
Diaframma 3,6 mm

(*) Temp.:15C ; Press.:1013 mbar


(**) Con parametri riferiti a 0% di O2 residuo nei prodotti della combustione e con pressione atmosferica al livello del
mare.

Sostituzione del diaframma

Togliere lalimentazione elettrica posizionando


linterruttore generale dellimpianto su spento e
il selettore di funzione del pannello di comando
su (I) ON

OFF

Chiudere il rubinetto di intercettazione del com-


bustibile;

Rimuovere il pannello anteriore;

Scollegare la valvola gas dalla linea svitando la


ghiera (1)
Sfilare il condotto di aspirazione aria comburen- 3
te (2)
Scollegare la presa di pressione (3) della valvola
gas
2

57

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Con una chiave TORX svitare le viti (4) e liberare il


gruppo valvola gas / aspirazione aria dal venti-
latore facendo attenzione a non danneggiare la
guarnizione (5). 6
Svitare le viti (6) e liberare la valvola gas (7). 5 7

Sostituire il diaframma (D) montato sulla valvo-


la gas con quello fornito allinterno del kit, il cui
diametro riportato in tabella a pagina prece-
dente.

Completata l'operazione, rimontare i compo-


nenti operando in senso contrario a quanto de-
scritto.
D

Pressione di alimentazione
Allentare di due o tre giri la vite della presa di
pressione (P) a monte della valvola gas e colle-
P
garvi un manometro.

Mettere in servizio la caldaia come descritto nel


paragrafo "Prima messa in servizio".

Agire sul regolatore di pressione dellalimentazione G31


fino a leggere sul manometro il valore della pressione
nominale di alimentazione riportato nella tabella sot-
tostante.

Scollegare il manometro e chiudere la presa di


pressione (P)
Verificare la tenuta delle giunzioni scollegate in
precedenza

Parametri G31
Pressione alimentazione 37 mbar

58

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Taratura dei parametri di combustione


Per la procedura della taratura dei parametri di combu-
stione riferirsi al capitolo "Taratura e parametri di com-
bustione" e ai valori della tabella 2

Etichettatura
Togliere letichetta G20 presente allesterno della
pannellatura.
Applicare ladesivo G31 nella parte interna della
pannellatura sovrapponendola a quello per gas
G20

59

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.12 Impostazione dei parametri funzionali

QUADRO COMANDO: GESTIONE CALDAIA, IMPIANTO DIRETTO Quando la sonda esterna collegata il regolatore genera
E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA il setpoint della temperatura di mandata utilizzando la
curva di riscaldamento e consentendo al gruppo ter-
mico di mantenere una temperatura ambiente costante
99La configurazione delle eventuali zone aggiuntive si anche senza utilizzare un'unit ambiente. Quanto pi
effettua tramite l'unit ambiente. accentuata la pendenza della curva di riscaldamento,
tanto pi alto il setpoint della temperatura di mandata
con basse temperature esterne (par. 532 "Costruttore").

Curve di riscaldamento con setpoint temperatura ambiente=20C


90
Tm Temperatura di mandata
Tec Temperatura esterna composta
80
S Pendenza

S=20

70

Tm 60

50
S=10

40

30
S=2

20
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20
Tec

Se il setpoint ambiente diminuisce ogni curva trasler verso il basso.

Curva di riscaldamento con pendenza = 15


90
Tm Temperatura di mandata
Tec Temperatura esterna composta
80 Sa Setpoint temperatura ambiente

70

60 Sa=30C
Tm

50
Sa=20C

40
Sa=10C

30

20
-20 -15 -10 -5 0 5 10 15 20
Tec

60

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

La temperatura esterna composta calcolata utilizzan- Essa viene calcolata ad intervalli di 10 minuti sulla base
do la temperatura esterna effettiva e la temperatura della temperatura esterna effettiva ed agisce diretta-
esterna attenuata. mente sulla commutazione estate/inverno (par. 516).

Temperatura esterna attenuata

C Te

17

16

15 Tea

14
Te Temperatura esterna
Tea Temperatura esterna attenuata
13

18:00 06:00 18:00 06:00 18:00 t

Tipo di costruzione selezionato Temperatura esterna composta


Pesante (parametro 558-b1=1) Tec = 1/2Te + 1/2Tea
Leggero (parametro 558-b1=0) Tec = 3/4Te + 1/4Tea

Le temperatura esterna composta agisce come variabi- mandata, che viene cos abbinata alle condizioni mete-
le di compensazione sul controllo della temperatura di orologiche prevalenti.

Temperatura esterna composta

Te
C
Tec1

17 Tec0

16

15 Tea

14

13

18:00 06:00 18:00 06:00 18:00 t

Te Temperatura esterna
Tea Temperatura esterna attenuata
Tec0 Temperatura esterna composta per strutture edili pesanti
Tec1 Temperatura esterna composta per strutture edili leggere

61

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

IMPOSTAZIONI PARAMETRI RISCALDAMENTO

Premere il tasto T:
con sonda esterna: impostare il setpoint tem-
peratura ambiente. Questa impostazione ha
influenza sulla traslazione delle curve climati-
che (vedere il secondo grafico a pag. 60)

senza sonda esterna: impostare il setpoint di


caldaia con funzionamento a punto fisso.

Per variare il setpoint agire sui tasti + -.


Per uscire premere uno dei tasti

R T M V.
Limpostazione verr memorizzata.

Analogamente: per impostare il "setpoint temperatura


ambiente ridotto" o "setpoint ridotto di caldaia" impo-
stare il parametro 5 "Utente".

l parametro 555-b2 permette di scegliere se verr col-


legato al morsetto "TA" un termostato ambiente o un
cronotermostato.

Nella prima ipotesi (Termostato ambiente) all'apertura


del contatto il gruppo termico si spegne.

Nella seconda ipotesi (Cronotermostato/sonda am-


biente) la curva di riferimento sar quella determinata
dal setpoint ridotto temperatura ambiente appena im-
postato.

IMPOSTAZIONI PARAMETRI SANITARIO

Premere il tasto R.
Per variare il setpoint ACS agire sui tasti+ -.
Per uscire premere uno dei tasti

R T M V.
Limpostazione verr memorizzata.

62

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

UNIT AMBIENTE: GESTIONE IMPIANTO SOLARE ED EVEN- Impiego (param. 40)


TUALI IMPIANTI AGGIUNTIVI DISPONIBILI COME ACCESSORI
Impostabile solo sullunit ambiente.
Blocco comandi (param. 26)
Unit ambiente 1: lunit ambiente serve i circuiti de-
Se attivato, non pi possibile cambiare regime di ri- finiti al parametro 42 (Assegnazione unit ambiente 1)
scaldamento, il regime di ACS e il setpoint ambiente (con e attivi nel regolatore principale. I parametri 4248 ri-
la manopola) e operare sul tasto presenza (su unit am- mangono attivi.
biente).
Unit ambiente 2: lunit ambiente serve solamente il
circuito 2. I parametri 4248 diventano non attivi.
Blocco programmazione (param. 27)
Unit di comando/apparecchio di servizio: lunit am-
Se attivato, i valori dei parametri si possono solo visua- biente serve i circuiti di riscaldamento attivati nel rego-
lizzare e non modificare. latore principale. Il parametro 42 inattivo. I parametri
4448 rimangono attivi.
Sblocco temporaneo: nel livello programmazione il
blocco programmazione si pu disattivare tempora-
neamente. Per far ci, premere contemporaneamente
i tasti "OK" ed "ESC" per 3s. Lo sblocco temporaneo
99Quando usata come unit operatore / service lunit
mantenuto fino alluscita dal livello programmazione ambiente non acquisisce n comunica la tempera-
tura ambiente.
Sblocco permanente: realizzare lo sblocco temporaneo
e quindi portare il param. 27 su OFF.

Collettori solari:
N Descrizione Preimpostazione
3810 Differenziale temperatura ON 8
3811 Differenziale temperatura OFF 40
3812 Temperatura minima di carico bollitore 20
3812 Temperatura minima carico accumulo 30
Per caricare il bollitore solare, richiesta un differenziale minimo tra i collettori solari e il bollitore, e deve essere rag-
giunta la minima temperatura di carico.

T
Tkol

SdEin

SdAus
Tkol Temperatura collettori
ON/OFF Pompa collettore
SdEin Differenziale
di temperatura ON
SdAus Differenziale
TSp di temperatura OFF
TSp Temperatura bollitore
On
OFF t

63

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Funzione start

N Descrizione Preimpostazione
3830 Funzione avvio collettore --
3831 Tempo min. di funz.to pompa collettore 60
Funzione collettore start: se la temperatura di collettore non pu essere rilevata accuratamente quando la pompa non
in funzione (specialmente con tubi sottovuoto), la pompa pu essere attivata di tanto in tanto.

Tempo minimo di funzionamento pompa collettore: la funzione attiva la pompa di collettore per almeno il tempo
minimo selezionato.

Protezione antigelo per il collettore

N Descrizione Preimpostazione
3840 Protezione antigelo collettore 4

Se c il rischio di gelo nel collettore, la pompa di carico viene attivata per evitare il congelamento del liquido termo-
vettore.
Se la temperatura di collettore scende sotto la temperatura di protezione antigelo, la pompa di carico viene
attivata: TKol < TKolFrost
Quando la temperatura di collettore supera di 1K la temperatura di protezione antigelo collettore, la pompa di
carico disattivata: TKol > TKolFrost+1

Protezione sovratemperatura per il collettore

N Descrizione Preimpostazione
3850 Protezione surrisc. collettore 120

Se c il rischio di sovratemperatura nel collettore, il carico del bollitore continua per ridurre leccesso di calore.
Quando si raggiunge la temperatura di sicurezza del bollitore, il carico bloccato.

T
Tkol
TKolUe
1C

TSp
TSpSi
1C

TSp TSpMax

On
Off
t
TSpSi Temperatura di sicurezza bollitore
TSp Temperatura bollitore
TKolUe Temperatura collettore per protezione sovratemperatura
TSpmax Temperatura massima di carico
TKol Temperatura di collettore
On/Off Pompa di carico
T Temperatura
t Tempo

Temperatura di evaporazione del liquido termovettore

N Descrizione Preimpostazione
3860 Evaporazione liquido termovettore ---
Se c il rischio di evaporazione del liquido termovettore a causa di alte temperature, la pompa di carico sar disat-
tivata.

64

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.13 Codici anomalie

QUADRO COMANDO: GESTIONE CALDAIA, IMPIANTO DIRETTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA

Visualizzazione Errore temporaneo

Quando si verifica un errore temporaneo, il di-


splay mostra alternativamente lora e il codice di
errore

Premere il tasto I per mostrare il codice


di errore

Premere contemporaneamente i tasti U D e


per 3 s. Viene visualizzato il codice interno di er-
rore

Premere il tasto I per accedere al modo


informazioni

Premere i tasti V M o per tornare


alla visualizzazione standard di display.

65

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Visualizzazione Errore permanente

Quando si verifica un errore permanente, il di-


splay lampeggia . La scheda va in blocco. Esem-
pio: E154.

Premere il tasto I per visualizzare il codice


di errore

Premere contemporaneamente per 3 secondi i

tastiU De . Verr mostrato il codice interno.


Esempio: 435.

Premere il tasto I per accedere al modo


informazioni

Premere i tastiV M o per tornare alla


visualizzazione standard di display.

Nota: dopo la correzione dellerrore, premere il tasto di


S per sbloccare il gruppo termico.

66

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

TABELLA ERRORI

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Nessun codice
0 0 Nessun codice d'ingresso - -
d'ingresso
Nessun codice
0 473 Nessun codice d'ingresso Messaggio -
d'ingresso
Guasto senso-
Corto circuito sonda Controllare/sostituire
10 150 re temperatura Messaggio
esterna sonda esterna
esterna
Guasto senso-
Controllare/sostituire
10 151 re temperatura Rottura sonda esterna Messaggio
sonda esterna
esterna
Guasto sensore 1 Controllare/sostituire
20 142 Corto circuito sonda B2 Arresto di sicurezza
di Caldaia sonda di temperatura
Guasto sensore 1 Controllare/sostituire
20 143 Rottura sonda B2 Arresto di sicurezza
di Caldaia sonda di temperatura
Guasto sensore 1 Guasto sensore di 1 di Controllare/sostituire
20 405 Arresto di sicurezza
di Caldaia Caldaia sonda di temperatura
Guasto sensore 1 Guasto sensore di 1 di Controllare/sostituire
20 406 Arresto di sicurezza
di Caldaia Caldaia sonda di temperatura
Posizione di blocco
Guasto sensore 1 (permanente). Controllare/sostituire
20 410 Corto circuito sonda B2
di Caldaia Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore 1 (permanente). Controllare/sostituire
20 411 Rottura sonda B2
di Caldaia Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore 1 Nessuna ulteriore diffe- (permanente). Controllare/sostituire
20 412
di Caldaia renziazione Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore 1 Nessuna ulteriore diffe- (permanente). Controllare/sostituire
20 413
di Caldaia renziazione Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Guasto sensore Controllare/sostituire
28 152 Corto circuito sonda Messaggio
fumi sensore fumi
Guasto sensore Controllare/sostituire
28 153 Rottura sonda Messaggio
fumi sensore fumi
Guasto sensore La misura di temperatura Controllare/sostituire
28 507 Arresto di sicurezza
fumi non plausibile sensore fumi
Corto circuito sonda del
Guasto sensore di Controllare / sostituire
32 524 circuito di riscaldamen- Messaggio
mandata 2 sonda di temperatura
to 2
Guasto sensore di Rottura sonda del circui- Controllare / sostituire
32 525 Messaggio
mandata 2 to di riscaldamento 2 sonda di temperatura
Corto circuito sonda
Guasto sensore di Controllare / sostituire
32 546 clip-in zona aggiuntiva Messaggio
mandata 2 sonda di temperatura
(clip-in accessorio)
Rottura sonda clip-in
Guasto sensore di Controllare / sostituire
32 547 zona aggiuntiva (clip-in Messaggio
mandata 2 sonda di temperatura
accessorio)
Guasto sensore di Corto circuito sonda di Controllare/sostituire
40 144 Arresto di sicurezza
ritorno 1 ritorno caldaia (B7) sonda di temperatura
Guasto sensore di Rottura sonda di ritorno Controllare/sostituire
40 145 Arresto di sicurezza
ritorno 1 caldaia (B7) sonda di temperatura
Guasto sensore di Nessuna ulteriore diffe- Controllare/sostituire
40 407 Arresto di sicurezza
ritorno 1 renziazione sonda di temperatura
Guasto sensore di Nessuna ulteriore diffe- Controllare/sostituire
40 408 Arresto di sicurezza
ritorno 1 renziazione sonda di temperatura

67

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Posizione di blocco
Guasto sensore di Corto circuito sonda di (permanente). Controllare/sostituire
40 414
ritorno 1 ritorno caldaia (B7) Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore di Rottura sonda di ritorno (permanente). Controllare/sostituire
40 415
ritorno 1 caldaia (B7) Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore di Nessuna ulteriore diffe- (permanente). Controllare/sostituire
40 416
ritorno 1 renziazione Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Posizione di blocco
Guasto sensore di Nessuna ulteriore diffe- (permanente). Controllare/sostituire
40 417
ritorno 1 renziazione Richiesto reset del sonda di temperatura
blocco
Guasto sensore di Corto circuito sensore ACS Controllare/sostituire
50 146 Arresto di sicurezza
temperatura ACS 1 (B3) sonda di temperatura
Guasto sensore di Controllare/sostituire
50 147 Rottura sensore ACS (B3) Messaggio
temperatura ACS 1 sonda di temperatura
Guasto sensore di Corto circuito e rottura Controllare/sostituire
50 462 Messaggio
temperatura ACS 1 sensore ACS (B3) sonda di temperatura
Guasto sensore di Corto circuito sensore ACS Controllare/sostituire
52 148 Messaggio
temperatura ACS 2 (B3) sonda di temperatura
Guasto sensore di Controllare/sostituire
52 149 Rottura sensore ACS (B3) Messaggio
temperatura ACS 2 sonda di temperatura
Controllare / sostitu-
Guasto unit Nessuna ulteriore diffe-
61 126 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 renziazione
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Nessuna ulteriore diffe-
61 382 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 renziazione
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Nessuna ulteriore diffe-
61 383 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 renziazione
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Nessuna ulteriore diffe-
61 384 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 renziazione
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Identificato un errore
61 385 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 software
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Messaggio di tipo scono-
61 386 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 sciuto
sensore ambiente
Controllare / sostitu-
Guasto unit Nessuna ulteriore diffe-
61 387 Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1 renziazione
sensore ambiente
Richiesta di datapoint Controllare / sostitu-
Guasto unit
61 471 sconosciuta da unit Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1
ambiente sensore ambiente
Attesa di scrittura para- Controllare / sostitu-
Guasto unit
61 472 metro protetto da scrit- Messaggio ire unit ambiente,
ambiente 1
tura da unit ambiente sensore ambiente
Controllare con-
Connessione uni-
nessione con unit
t ambiente 1 o
62 438 Errore di connessione Messaggio ambiente / cronoter-
cronotermostato
mostato. Unit non
errata
riconosciuta
Errore sonda col- Controllare clip-in
Non disponibile una
lettore solare (se solare, controllare/
73 609 temperatura valida per il Messaggio
installato clip-in sostituire sonda di
collettore solare
solare: accessorio) temperatura
Guasto sensore
Controllare/sostituire
77 156 pressione aria Corto circuito del sensore Messaggio
pressostato aria
(non presente)
68

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Guasto sensore
Controllare/sostituire
77 157 pressione aria Rottura del sensore Messaggio
pressostato aria
(non presente)
Guasto sensore
Controllare/sostituire
78 154 pressione acqua Corto circuito del sensore Messaggio
pressostato acqua
(non presente)
Guasto sensore
Controllare/sostituire
78 155 pressione acqua Rottura del sensore Messaggio
pressostato acqua
(non presente)
La pressione dell'acqua Posizione di blocco
Guasto sensore
troppo alta o troppo (permanente). Controllare/sostituire
78 510 pressione acqua
bassa o la misura non Richiesto reset del pressostato acqua
(non presente)
plausibile blocco
Guasto sensore
La misura non plau- Controllare/sostituire
78 511 pressione acqua Arresto di sicurezza
sibile pressostato acqua
(non presente)
Controllare connes-
Guasto comuni- Circuito LPB in corto cir- sione LPB. Controllare
81 518 Messaggio
cazione LPB cuito o non alimentato alimentazione elet-
trica alla scheda
Errore indirizza- Controllare connes-
82 519 Indirizzo LPB in conflitto Messaggio
mento LPB sione LPB
Posizione di blocco
Perdita dati in (permanente). Contattare Centro
91 131 Guasto Hardware
EEPROM Richiesto reset del assistenza
blocco
Overflow dati per man- Posizione di blocco
Perdita dati in canza di alimentazione (permanente). Contattare Centro
91 258
EEPROM durante il funzionamen- Richiesto reset del assistenza
to blocco
Posizione di blocco
Perdita dati in (permanente). Contattare Centro
91 268 Guasto Hardware
EEPROM Richiesto reset del assistenza
blocco
Posizione di blocco
Perdita dati in Errore durante test di (permanente). Contattare Centro
91 583
EEPROM scrittura/lettura EEPROM Richiesto reset del assistenza
blocco
Posizione di blocco
Errori elettronici (permanente). Contattare Centro
92 293 Guasto Hardware
nel dispositivo Richiesto reset del assistenza
blocco
Posizione di blocco
Errori elettronici (permanente). Contattare Centro
92 294 Guasto Hardware
nel dispositivo Richiesto reset del assistenza
blocco
Errori elettronici L'input termostato am- Contattare Centro
92 484 Messaggio
nel dispositivo biente guasto assistenza
Errori elettronici L'input pressostato aria Contattare Centro
92 485 Messaggio
nel dispositivo guasto assistenza
Errori elettronici L'input pressostato gas Contattare Centro
92 486 Messaggio
nel dispositivo guasto assistenza
Errori elettronici L'output relais di sicurez- Contattare Centro
92 487 Messaggio
nel dispositivo za guasto assistenza
Errori elettronici L'output valvola di sicu- Contattare Centro
92 488 Messaggio
nel dispositivo rezza guasto assistenza
Errori elettronici L'input flussostato ACS Contattare Centro
92 489 Messaggio
nel dispositivo guasto assistenza
L'input flussostato del
Errori elettronici Contattare Centro
92 490 circuito di riscaldamento Messaggio
nel dispositivo assistenza
guasto
Errori elettronici L'output accensione Contattare Centro
92 491 Messaggio
nel dispositivo dinamica guasto assistenza

69

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Data del giorno L'orologio interno del Contattare Centro
95 538 Messaggio
non valida LMU non valido assistenza
Due orologi master pre-
Due orologi ma- Contattare Centro
100 520 senti nella connessione Messaggio
ster presenti assistenza
LPB
Due orologi ma- Due orologi master pre- Contattare Centro
100 539 Messaggio
ster presenti senti (su Qaa) assistenza
Il numero di ore di
Messaggio di funzionamento eccede Effettuare manuten-
105 560 Messaggio
manutenzione quelle previste dall'ulti- zione
ma manutenzione
Il numero di accensioni
Messaggio di eccede quelle previsti Effettuare manuten-
105 561 Messaggio
manutenzione dall'ultima manuten- zione
zione
Il numero di mesi di
Messaggio di funzionamento eccede Effettuare manuten-
105 562 Messaggio
manutenzione quelle previste dall'ulti- zione
ma manutenzione
Il limite di corrente di
Messaggio di Effettuare manuten-
105 563 ionizzazione di fiamma Messaggio
manutenzione zione
stato superato
Posizione di blocco
Intervento termo-
(permanente). Circuito aperto - veri-
110 17 stato di sicurezza Circuito aperto
Richiesto reset del ficare connessione
(SLT)
blocco
Intervento termo- Termostato SLT
Superamento della tem-
110 115 stato di sicurezza Arresto di sicurezza scattato - verificare
peratura massima
(SLT) impianto
Posizione di blocco Termostato SLT
Intervento termo-
Scatto del termostato per (permanente). scattato intempesti-
110 129 stato di sicurezza
eventuale calore residuo Richiesto reset del vamente - verificare
(SLT)
blocco impianto
Posizione di blocco Termostato SLT
Intervento termo-
Scatto del termostato per (permanente). scattato intempesti-
110 422 stato di sicurezza
eventuale calore residuo Richiesto reset del vamente - verificare
(SLT)
blocco impianto
Intervento termo- Termostato SLT
110 470 stato di sicurezza Circuito aperto Arresto di sicurezza scattato - verificare
(SLT) impianto
Temperatura troppo
Intervento termo- Intervento termostato
111 141 Arresto di sicurezza elevata - verificare
stato limite limite
impianto
Superamento del para- Verificare condotta
metro di temperatura Posizione di blocco espulsione fumi,
Intervento sonda TaAbschal (Soglia Tempe- (permanente). controllare misu-
113 506
fumi ratura Fumi per spegni- Richiesto reset del ra di temperatura,
mento Caldaia) o misura blocco controllare sostituire
non plausibile sensore
Superamento del para- Verificare pressione
Pressione dell'ac-
metro PH2Omax (massi- acqua, verificare
117 512 qua troppo alta Arresto di sicurezza
ma pressione acqua in impianto, controllare
(non attivo)
caldaia) sensore
Superamento del para-
Verificare pressione
Pressione dell'ac- metro dpH2OmaxPuOn
acqua, verificare
117 537 qua troppo alta (massimo differenziale Arresto di sicurezza
impianto, controllare
(non attivo) di pressione permesso
sensore
dopo avvio pompa).
La pressione inferiore
Verificare pressione
al valore del parametro
Pressione dell'ac- acqua, verificare
PH2OAbschalt (minima
118 513 qua troppo bassa Arresto di sicurezza impianto, controllare
soglia di pressione per
(non attivo) sensore, verificare
disattivazione pompa e
pompa
caldaia)

70

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Verificare pressione
La pressione inferiore
Pressione dell'ac- acqua, verificare
al valore del parame-
118 514 qua troppo bassa Messaggio impianto, controllare
tro PH2Omin (Pressione
(non attivo) sensore, verificare
minima)
pompa
La pressione inferiore Verificare pressione
Pressione dell'ac- al valore del parametro acqua, verificare
118 536 qua troppo bassa dpH2OminPuOn (diffe- Arresto di sicurezza impianto, controllare
(non attivo) renziale minimo dopo sensore, verificare
avvio pompa) pompa
Posizione di blocco Verificare pressione
Intervento termo- Intervento termostato (permanente). acqua, verificare
119 139
stato fumi fumi Richiesto reset del impianto, controllare
blocco sensore
Verificare pressione
Intervento termo- Intervento termostato acqua, verificare
119 140 Arresto di sicurezza
stato fumi fumi impianto, controllare
sensore
Mancanza fiam- Verificare presenza
Perdita di fiamma du-
128 98 ma durante le Arresto di sicurezza gas, stato valvole gas,
rante il funzionamento
operazioni verificare bruciatore
Mancanza fiam- Verificare presenza
Perdita di fiamma du-
128 99 ma durante le Arresto di sicurezza gas, stato valvole gas,
rante il funzionamento
operazioni verificare bruciatore
Posizione di blocco
Mancanza fiam- Verificare presenza
Perdita di fiamma du- (permanente).
128 100 ma durante le gas, stato valvole gas,
rante il funzionamento Richiesto reset del
operazioni verificare bruciatore
blocco
La corrente di ionizza-
zione al di sotto della
Mancanza fiam- soglia del parametro Verificare presenza
128 570 ma durante le IonLimitGrenz, avvio Arresto di sicurezza gas, stato valvole gas,
operazioni conteggio numero di ri- verificare bruciatore
levamenti per mancanza
di fiamma
La corrente di ionizza-
zione al di sotto della
Posizione di blocco
Mancanza fiam- soglia del parametro Verificare presenza
(permanente).
128 571 ma durante le IonLimitGrenz, raggiunto gas, stato valvole gas,
Richiesto reset del
operazioni limite dei rilevamenti di verificare bruciatore
blocco
mancanza di fiamma -
posizione bloccato
Verificare pressostato
Errore sistema Pressostato aria scat- aria, verificare con-
129 78 Arresto di sicurezza
aria comburente tato dotto aria, verificare
ventilatore
Il pressostato aria stato
chiuso in modo non
Verificare pressostato
ammissibile (assume la
Errore sistema aria, verificare con-
129 79 posizione di aperto e Arresto di sicurezza
aria comburente dotto aria, verificare
chiuso a ripetizione) o la
ventilatore
velocit del ventilatore
troppo elevata
Il pressostato aria stato
chiuso in modo non
Verificare pressostato
ammissibile (assume la
Errore sistema aria, verificare con-
129 80 posizione di aperto e Arresto di sicurezza
aria comburente dotto aria, verificare
chiuso in ripetizione) o la
ventilatore
velocit del ventilatore
troppo bassa
Verificare pressostato
Errore sistema Massima velocit ventila- aria, verificare con-
129 84 Arresto di sicurezza
aria comburente tore superata dotto aria, verificare
ventilatore

71

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Verificare pressostato
Errore sistema Minima velocit ventila- aria, verificare con-
129 85 Arresto di sicurezza
aria comburente tore superata dotto aria, verificare
ventilatore
Verificare pressostato
Errore sistema Minima velocit ventila- aria, verificare con-
129 86 Arresto di sicurezza
aria comburente tore superata dotto aria, verificare
ventilatore
Posizione di blocco Verificare pressostato
Errore sistema Minima velocit ventila- (permanente). aria, verificare con-
129 87
aria comburente tore superata Richiesto reset del dotto aria, verificare
blocco ventilatore
Verificare pressostato
Errore sistema Minima velocit ventila- aria, verificare con-
129 89 Arresto di sicurezza
aria comburente tore superata dotto aria, verificare
ventilatore
La velocit del ventilatore Posizione di blocco Verificare pressostato
Errore sistema si abbassata al di sotto (permanente). aria, verificare con-
129 90
aria comburente della velocit di prela- Richiesto reset del dotto aria, verificare
vaggio blocco ventilatore
Verificare condotto
fumi, verificare sen-
Superamento del para-
sore di temperatura,
Temperatura fumi metro TaAbschalt (Soglia
130 508 Arresto di sicurezza verificare bruciatore,
limite superata Temperatura Fumi per
verificare program-
spegnimento Caldaia)
mazione parametro
592
Verificare condotto
fumi, verificare sen-
Superamento del para-
sore di temperatura,
Temperatura fumi metro TaBegrenz (Soglia
130 509 Messaggio verificare bruciatore,
limite superata Temperatura Fumi per
verificare program-
riduzione potenza)
mazione parametro
591
L'input stato imposta-
to come un contatto di
Intervento pres- Verificare pressione
132 77 impedimento all'avvia- Arresto di sicurezza
sostato acqua impianto
mento (FaEinstellFlags2)
ed il contatto aperto
L'input stato imposta-
to come un contatto di
Intervento pres- Verificare pressione
132 92 impedimento all'avvia- Arresto di sicurezza
sostato acqua impianto
mento (FaEinstellFlags2)
ed il contatto aperto
L'input pressostato acqua
stato impostato come
un contatto di impedi-
Intervento pres- Verificare pressione
132 93 mento all'avviamento Arresto di sicurezza
sostato acqua impianto
(FaEinstellFlags2) ed il
contatto aperto duran-
te il tempo di sicurezza
L'input pressostato acqua
stato impostato come
un contatto di impedi-
mento all'avviamento
Intervento pres- Verificare pressione
132 94 (FaEinstellFlags2) ed il Arresto di sicurezza
sostato acqua impianto
contatto aperto duran-
te il tempo di sicurezza.
Avvio impedito per due
ore
Arresto intempestivo. Il
Intervento pres- tempo di mascheramen- Verificare pressione
132 285 Arresto di sicurezza
sostato acqua to dell'anomalia stato impianto
interrotto

72

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
La fiamma non si genera
Mancanza fiam- al completamento del Controllare collega-
133 101 Arresto di sicurezza
ma tempo di sicurezza --> menti al bruciatore
Ripetizione
Posizione di blocco
La fiamma non si genera
Mancanza fiam- (permanente). Controllare collega-
133 102 al completamento del
ma Richiesto reset del menti al bruciatore
tempo di sicurezza
blocco
Inammissibile numero di
Indirizzo LPB non Contattare Centro
140 521 segmento o numero del Messaggio
ammissibile assistenza
dispositivo LPB
Incompatibilit Incompatibilit LPB tra
Contattare Centro
148 517 LPB interfaccia/ unit di interfaccia ed Messaggio
assistenza
unit base unit base
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore interno Errore software o guasto Contattare Centro
151 1 Posizione di blocco
scheda interno assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore interno Errore software o guasto Contattare Centro
151 Posizione di blocco
scheda interno assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore interno Errore software o guasto Contattare Centro
151 632 Posizione di blocco
scheda interno assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore settaggio Contattare Centro
152 6 Errore settaggio Posizione di blocco
parametri assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore settaggio Contattare Centro
152 Errore settaggio Posizione di blocco
parametri assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Possibile sia un
Messaggio o Arre-
sto di sicurezza o
Errore settaggio Contattare Centro
152 610 Errore settaggio Posizione di blocco
parametri assistenza
(permanente) con
richiesta di reset
manuale del blocco
Posizione di blocco
Errore software non
Blocco provocato Errore generale o guasto (permanente).
153 259 definito. Resettare
dall'unit interno Richiesto reset del
scheda
blocco
Parametro OEM non
La temperatura di ritorno
modificabile via
della caldaia > del-
QAA. Errore generico.
154 400 Errore generico la soglia di sicurezza Arresto di sicurezza
Verificare impianto.
(temperatura di caldaia +
Temperatura di ritor-
Sd_RL_groesser_VL)
no troppo alta

73

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Parametro OEM non
La temperatura di ritor-
modificabile via
no della caldaia > o
QAA. Errore generico.
154 401 Errore generico uguale a temperatura di Arresto di sicurezza
Verificare impianto.
caldaia + Sd_RL_groes-
Temperatura di ritor-
ser_VL - 2K)
no troppo alta
Nessuna ulteriore diffe- Errore software non
154 402 Errore generico Arresto di sicurezza
renziazione definito
Parametro OEM non
L'errore 400 si verificato
Posizione di blocco modificabile via
un numero di volte mag-
(permanente). QAA. Errore generico.
154 404 Errore generico giore a quanto permesso
Richiesto reset del Verificare impianto.
dal parametro bruciatore
blocco Temperatura di ritor-
GrenzeRL_groesserVL
no troppo alta
Parametro OEM non
L'errore 426 si verificato modificabile via
Posizione di blocco
un numero di volte mag- QAA. Errore generico.
(permanente).
154 425 Errore generico giore a quanto permesso Verificare impianto.
Richiesto reset del
dal parametro bruciatore Temperatura di cal-
blocco
GrenzeGradient daia aumenta troppo
velocemente
Parametro OEM non
La temperatura di caldaia modificabile via
aumentata pi ve- QAA. Errore generico.
154 426 Errore generico locemente di quanto Arresto di sicurezza Verificare impianto.
permesso dal parametro Temperatura di cal-
TempGradMax daia aumenta troppo
velocemente
Parametro OEM non
Il criterio di reset per er- modificabile via
rore 426 non raggiunto QAA. Errore generico.
154 427 Errore generico (criterio: temperatura Arresto di sicurezza Verificare impianto.
di caldaia < setpoint di Temperatura di cal-
caldaia e dT < dTkTrSTB) daia aumenta troppo
velocemente
Parametro OEM non
modificabile via QAA.
Errore generico. Veri-
154 433 Errore generico dT > dTkTrSTB + 16K Arresto di sicurezza
ficare impianto. Delta
T in caldaia troppo
elevato
Parametro OEM non
modificabile via QAA.
Il criterio di reset per er-
Errore generico. Veri-
154 434 Errore generico rore 433 non raggiunto Arresto di sicurezza
ficare impianto. Delta
(criterio: dT < dTkTrSTB)
T in caldaia troppo
elevato
Parametro OEM non
L'errore 433 si verifi- Posizione di blocco modificabile via QAA.
cato un numero di volte (permanente). Errore generico. Veri-
154 435 Errore generico
superiore al parametro Richiesto reset del ficare impianto. Delta
bruciatore GrenzeDeltaT blocco T in caldaia troppo
elevato
Parametro OEM 508,
modificabile con
Il setpoint ACS per HMI password. Verifi-
154 474 Errore generico Messaggio
< TbwSmin care impianto ACS,
temperatura troppo
bassa
Parametro OEM 508,
modificabile con
Il setpoint ACS per HMI password. Verifi-
154 475 Errore generico Messaggio
> TbwSmax care impianto ACS,
temperatura troppo
bassa

74

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Parametro installa-
La temperatura del flusso tore 503. Verificare
154 476 Errore generico Messaggio
del HMI < TkSmin impianto, setpoint
caldaia
Parametro installa-
La temperatura del flusso tore 505. Verificare
154 477 Errore generico Messaggio
del HMI > TkSnorm impianto, setpoint di
caldaia
Setpoint di temperatura Parametro utente 501.
154 478 Errore generico ambiente del HMI < Messaggio Verificare impianto,
TrSim setpoint zona
Setpoint di temperatura Parametro utente 501.
154 479 Errore generico ambiente del HMI > Messaggio Verificare impianto,
TrSim setpoint zona
Schema idraulico con
circuito di riscaldamento Verificare program-
154 498 Errore generico Messaggio
2 ed unit ambiente non mazione HMI
disponibile
La gamma ammissibile
Posizione di blocco
Soglia velocit di velocit per il carico
(permanente). Contattare Centro
160 83 ventilatore non dell'accensione non
Richiesto reset del assistenza
raggiunta stata raggiunta durante
blocco
la partenza
Parametro OEM non
La velocit del ventilato-
Posizione di blocco modificabile via QAA.
Soglia velocit re inferiore alla soglia
(permanente). Superamento dei
160 281 ventilatore non richiesta, fase Ph_TLO:
Richiesto reset del delta del ventilatore.
raggiunta (N_TL-N_TH_Delta), fase
blocco Contattare Centro
Ph_TNN: NoG_Null.
assistenza
Superamento delle soglie Parametro OEM non
di velocit, PH_THL1_1: Posizione di blocco modificabile via QAA.
Soglia velocit
(N_Vor - N_Vor_Delta), (permanente). Superamento dei
160 282 ventilatore non
PH_THL1_2: (N_ZL - N_ZL_ Richiesto reset del delta del ventilatore.
raggiunta
Delta), PH_THL2_2: (N_Vor blocco Contattare Centro
- N_Vor_Delta). assistenza
Parametro OEM non
Posizione di blocco modificabile via QAA.
Superata velocit
Superata velocit massi- (permanente). Superamento dei
161 110 massima venti-
ma ventilatore Richiesto reset del delta del ventilatore.
latore
blocco Contattare Centro
assistenza
Mancata chiusura Posizione di blocco
del contatto pres- Contatto del pressostato (permanente). Verificare pressostato
162 82
sostato aria (non aria non chiuso Richiesto reset del aria. Errore esterno.
presente) blocco
Guasto presso-
Posizione di blocco
stato acqua/ flus- Verificare Circuito di
Nessuna ulteriore diffe- (permanente).
164 137 sostato circuito riscaldamento. Errore
renziazione Richiesto reset del
di riscaldamento Esterno
blocco
(non presente)
Guasto presso- Verificare Circuito di
Nessuna ulteriore diffe-
164 138 stato aria (non Arresto di sicurezza riscaldamento. Errore
renziazione
presente) Esterno
Posizione di blocco
Pressostato aria Pressostato aria non
(permanente). Verificare pressostato
166 81 non apre (non apre. Verificare se con-
Richiesto reset del aria. Errore esterno.
presente) tatti sono incollati
blocco
Posizione di blocco
(permanente). Contattare Centro
169 164 Guasto interno Guasto interno
Richiesto reset del assistenza
blocco
Posizione di blocco
Feedback del
Feedback su motore pas- (permanente). Contattare Centro
169 167 motore passo
so passo non o.k. Richiesto reset del assistenza
passo non o.k.
blocco

75

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice
Info Descrizione Tipologia di azione
Errore Tipologia di guasto Procedura
Diagnostica Errore del sistema
via QAA
Libero da asse- Nessuna ulteriore diffe-
169 362 Arresto di sicurezza NA
gnare renziazione
Libero da asse- Nessuna ulteriore diffe-
169 Arresto di sicurezza NA
gnare renziazione
Posizione di blocco
Libero da asse- Nessuna ulteriore diffe- (permanente).
169 373 NA
gnare renziazione Richiesto reset del
blocco
Posizione di blocco
(permanente). Contattare Centro
169 375 Circuito aperto Circuito aperto
Richiesto reset del assistenza
blocco
Libero da asse- Nessuna ulteriore diffe-
169 586 Messaggio NA
gnare renziazione
Posizione di blocco Parametro OEM non
Controllo di differenza ha
(permanente). modificabile via QAA.
169 587 Errore software superato il limite supe-
Richiesto reset del Contattare Centro
riore (645)
blocco assistenza
Posizione di blocco Parametro OEM non
Controllo di differenza
(permanente). modificabile via QAA.
169 588 Errore software sceso al di sotto del
Richiesto reset del Contattare Centro
limite inferiore (646)
blocco assistenza
Parametro OEM non
Controllo di differenza ha
modificabile via QAA.
169 595 Errore software superato il limite supe- Messaggio
Contattare Centro
riore (694)
assistenza
Parametro OEM non
Controllo di differenza ha
modificabile via QAA.
169 596 Errore software superato il limite supe- Messaggio
Contattare Centro
riore (695)
assistenza
Parametro OEM non
Drift test ha superato il
modificabile via QAA.
169 597 Errore software limite di programmazio- Messaggio
Contattare Centro
ne W1 (655)
assistenza
Parametro OEM non
Drift test ha superato li-
modificabile via QAA.
169 598 Errore software mite di programmazione Messaggio
Contattare Centro
W2 (656)
assistenza
Funzione spazza- Funzione spazzacamino Attenzione funzione
180 168 Messaggio
camino attiva attiva spazzacamino attiva
Funzione inter- Attenzione modalit
Stop del regolatore - Messaggio (Arresto
181 169 vento assistenza programmazione/tra-
funzioni attive del solo regolatore)
attiva sferimento parametri
Scheda in moda- Attenzione modalit
Cambio a modalit pro-
183 104 lit impostazione Arresto di sicurezza programmazione/tra-
grammazione (PC tool)
parametri sferimento parametri
Posizione di blocco
Scheda in moda- (permanente). Attenzione modalit
Unit in modalit pro-
183 105 lit impostazione Richiesto reset del programmazione/tra-
grammazione (PC tool)
parametri blocco (Modalit sferimento parametri
Programma)
Scheda in moda- Attenzione modalit
Richiesta di programma-
183 279 lit impostazione Arresto di sicurezza programmazione/tra-
zione via OT bus
parametri sferimento parametri
Scheda in moda- Richiesta di program- Attenzione modalit
183 497 lit impostazione mazione dei parametri Arresto di sicurezza programmazione/tra-
parametri via LPB sferimento parametri
Funzione modem Attenzione funzione
184 602 Funzione modem attiva Messaggio
attiva modem attiva
Funzione Masset-
Funzione Massetto (floor Attenzione funzione
185 608 to (floor curing) Messaggio
curing) attiva massetto attiva
attiva

76

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

UNIT AMBIENTE: GESTIONE IMPIANTO SOLARE ED EVENTUALI IMPIANTI AGGIUNTIVI DISPONIBILI COME ACCESSORI

Quando si verifica un errore n si pu visualizzare il


messaggio relativo premendo il tasto (6).
Il display descrive la causa dell'errore.
In presenza di errore un allarme pu attivare un'usci-
ta QX... che deve essere opportunamente configurata.
Questo parametro serve ad azzerare il rel di allarme.

N Descrizione
6710 Reset rel di allarme Errore
30: Sonda mandata 1
La differenza tra il setpoint e la temperatura corrente
monitorata. Se la differenza persiste oltre il tempo qui 6
impostato il sistema genera un errore.

N Descrizione
6740 Allarme temp. mandata 1
6741 Allarme temp. mandata 2
6743 Allarme temp. caldaia

Il regolatore memorizza il codice e la data in cui si sono


verificati gli ultimi 10 errori.

N Descrizione
Cronologia...

TABELLA ERRORI
Codice Errore Descrizione
0 Nessun errore
10 Sonda esterna
20 Attenzione
Sonda gruppo termico 1
3: Superamento int. manutenz.
25 Sonda caldaia a combustibile solido (non attivo)
26 Sonda collettore di mandata 6
28 Sonda fumi
30 Sonda mandata 1
32 Sonda mandata 2
38 Sonda mandata regolatore primario
40 Sonda ritorno 1
50 Sonda ACS 1 (*)
52 Sonda ACS 2 (*)
57 Sonda pompa di circolazione ACS (*)
60 Sonda ambiente 1
65 Sonda ambiente 2
68 Sonda ambiente P
70 Sonda accumulo 1
71 Sonda accumulo 2
73 Sonda collettore 1
81 Cortocircuito LPB
82 Collisione indirizzi LPB
83 Cortocircuito BSB
84 Collisione indirizzi BSB
(*) Solo in presenza di bollitore remoto

77

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Codice Errore Descrizione


85 Comunicazione radio
98 Modulo estensione 1
99 Modulo estensione 2
100 2 orologi master
102 Riserva orologio mancante
109 Supervisione temperatura gruppo termico
110 Blocco per intervento termostato di sicurezza
Errore
117 30: Sonda
Pressione acqua troppo mandata
elevata 1
(non attivo)
118 Pressione acqua troppo bassa (non attivo)
121 Temperatura di mandata circuito 1 6
122 Temperatura di mandata circuito 2
127 Temperatura antilegionella
131 Errore bruciatore
146 Configurazione sonda/elemento di controllo
171 Allarme contatto 1 attivo
172 Allarme contatto 2 attivo
173 Allarme contatto 3 attivo
176 Pressione acqua 2 troppo elevata (non attivo)
177 Pressione acqua 2 troppo bassa (non attivo)

Quando appare questo simbolo h vi un allarme


di manutenzione o il gruppo termico passato ad un
modo di funzionamento speciale.
Premere il tasto (6) per ottenere maggiori informazioni.
N Descrizione
7040 Intervallo ore fz. bruciatore
7041 Ore fz. bruc. dopo manut.
Attenzione
7042 Intervallo avviamenti bruc.
3: Superamento int. manutenz.
7043 Avviamenti br. dopo manut.
7044 Intervallo di manutenzione 6
7045 Tempo trascorso dopo man.

Non appena il numero di ore di funzionamento del bru-


ciatore o il numero di accensioni supera i valori impo-
stati verr visualizzato un messaggio di allarme.

Codici di manutenzione

Codice manutenzione Descrizione


1 Superamento ore funzionamento bruciatore
2 Superamento numero accensioni bruciatore
3 Superamento intervallo manutenzione
5 Pressione acqua circuito risc.to troppo bassa (pressione scesa sotto il limite inferiore 1)
18 Pressione acqua secondo circuito risc.to troppo bassa (pressione scesa sotto il limite inf. 2)
10 Sostituire batteria sonda esterna

78

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.14 Lista completa dei parametri

QUADRO COMANDO: GESTIONE CALDAIA, IMPIANTO DIRETTO E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA

LISTA PARAMETRI UTENTE

N Descrizione Campo U/M Imp.


di fabbrica

1 Ora del giorno 023.59 h/min ---



Setpoints

5 (*) Parametro non attivo se collegata unit ambiente:
Setpoint temperatura ambiente ridotta 1030 C 20
Setpoint di caldaia ridotto 30...setpoint di caldaia

Programma riscaldamento circuito 1

11 Inizio riscaldamento periodo 1 00:0024:00 hh:mm 06:00
12 Fine riscaldamento periodo 1 00:0024:00 hh:mm 22:00
13 Inizio riscaldamento periodo 2 00:0024:00 hh:mm 24:00
14 Fine riscaldamento periodo 2 00:0024:00 hh:mm 24:00
15 Inizio riscaldamento periodo 3 00:0024:00 hh:mm 24:00
16 Fine riscaldamento periodo 3 00:0024:00 hh:mm 24:00

Programma acqua calda sanitaria (attivo solo in presenza di bollitore)

31 Inizio preparazione ACS periodo 1 00:0024:00 hh:mm 06:00
32 Fine preparazione ACS periodo 1 00:0024:00 hh:mm 22:00
33 Inizio preparazione ACS periodo 1 00:0024:00 hh:mm 24:00
34 Fine preparazione ACS periodo 2 00:0024:00 hh:mm 24:00
35 Inizio preparazione ACS periodo 3 00:0024:00 hh:mm 24:00
36 Fine preparazione ACS periodo 3 00:0024:00 hh:mm 24:00
45 Programmi standard per riscaldamento e acqua calda sanitaria No/Yes --- No
(premere contemporaneamente i tasti - e + per 3 s.)

516 Temperatura di commutazione estate / inverno 830 C 20
(30=commutazione disattivata)
520 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 10
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
629 Visualizzazione allarme manutenzione (0/1=disattivato/attivato) 0
726 Codice di manutenzione: contiene il valore numerico sulla 0255 0
causa della manutenzione

(*) Sonda esterna collegata: impostazione setpoint ridotto temperatura ambiente


Sonda esterna non collegata: impostazione setpoint ridotto di caldaia.

79

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

LISTA PARAMETRI INSTALLATORE

N Descrizione Campo U/M Imp.


di fabbrica
90 Setpoint ridotto ACS 20setpoint ACS C 20
91 Programma ACS 0=secondo il prog. ACS
1=24h/24h 0
93 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
506 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 20
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
507 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 45
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
516 THG= temperatura di commutazione automatica Estate/Inverno 830 C 20
(THG=30C: commutazione disabilitata)
520 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 10
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
532 Pendenza circuito di riscaldamento circuito 1 140 20
533 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 10
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
534 Modifica setpoint ambiente circuito riscaldamento 1 -3131 K 0
535 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO. 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
629 Visualizzazione allarme manutenzione (0/1=disattivato/attivato) 0

726 Codice di manutenzione: 0255 0
contiene il valore numerico dellallarme manutenzione
727 102

80

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

LISTA PARAMETRI COSTRUTTORE

N Descrizione Campo U/M Imp.


di fabbrica

501 Minimo setpoint temperatura ambiente


Impostabile solo con sonda esterna collegata 1030 C 10
502 Massimo setpoint temperatura ambiente
Impostabile solo con sonda esterna collegata 1030 C 30
506 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 20
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
507 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 45
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
511 Temperatura attivazione funzione antigelo caldaia
5C<=par. 511<=par. 512 550 C 5
512 Temperatura disattivazione funzione antigelo caldaia
par. 511<=par. 512<=50C 550 C 10
514 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 5
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
516 Temperatura di commutazione automatica Estate/Inverno
(30C=commutazione disabilitata) 830 C 20
517 Differenziale massimo di controllo
Se setpoint caldaia-temp. caldaia >=par. 517 il tempo minimo di
pausa dopo lo spegnimento del bruciatore interrotto 090 K 30
519 Temperatura esterna di progetto -5020 C -5
520 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 10
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
532 Pendenza curva di riscaldamento 1 140 20
533 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 3
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
534 Aggiustamento setpoint ambiente circuito di riscaldamento 1 -3131 K 0
535 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
552 Impostazione circuito idraulico 0255 66
553 Assegnazione circuiti unit ambiente a circuiti caldaia 0255 10
555 Parametro con 8 bit (= b7b6b5b4b3b2b1b0)
b0b1=Priorit ACS 00
b0b1=00 ----> Priorit assoluta
b0b1=01 ----> Senza priorit
b2= Assegnazione morsetto Termostato ambiente (TA) 0
b2=1-------> Cronotermostato
b2=0-------> Termostato ambiente
b3=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b4=Attivazione funzione Antigelo impianto 1
(0/1=OFF/ON)
b5=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b6=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b7=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE

81

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

LISTA PARAMETRI COSTRUTTORE

N Descrizione Campo U/M Imp.


di fabbrica

558 Parametro con 8 bit (= b7b6b5b4b3b2b1b0)


b0=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b1=Tipo di edificio 0
0/1=struttura leggera/pesante
b2=Connessione sonda/termostato bollitore 0
b2=1-------> Termostato bollitore
b2=0-------> Sonda
b3=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b4=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
b7b6b5=PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 000
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
596 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE s 120
604 Parametro con 8 bit (= b7b6b5b4b3b2b1b0) 0255
b1b0=Comportamento scheda o tempo locale/di sistema 00
00= Autonomo
01= Slave senza aggiustamenti remoti
10=Tempo master di sistema
b2=Alimentazione distribuita bus LPB 0
0=Alimentazione distribuita bus OFF
1=Alimentazione distribuita bus AUTOMATICA
b3=Stato alimentazione distribuita bus LPB 0
0=Alimentazione distribuita bus OFF
1=Alimentazione distribuita bus ON
b4=Memorizzazione non volatile di eventi su bus LPB 1
0=Non permesso
1=Permesso
b6b5=DHW caricato da proprio circuito, proprio segmento, sistema 00
00 = Locale
01 = Segmento
10 = Sistema
b7=Priorit richiesta regolatore accessorio su altra uscita esterna predefinita 0
0/1=priorit no/si
605 Indirizzo LPB 1
606 Segmento LPB 0
618 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
619 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
620 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
621 PARAMETRO NON UTILIZZABILE IN QUESTO MODELLO 0
NON MODIFICARE LA PROGRAMMAZIONE
625 Limite per il numero di ore di funzionamento dall'ultimo
intervento di Assistenza 09998 h 0

82

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

LISTA PARAMETRI COSTRUTTORE

N Descrizione Campo U/M Imp.


di fabbrica
626 Limite per il numero di accensioni dall'ultimo intervento di Assistenza 09995 0
627 Limite per il numero di mesi dall'ultimo intervento di Assistenza 0255 mesi 0
628 Limite velocit ventilatore per intervento di Assistenza 09950 1/min 0
629 Visualizzazione allarme manutenzione (0/1=disattivato/attivato) 0
630 Opzioni per allarme manutenzione 0255
b0=b1=...=b7 0
633 Periodo di tempo ripetizione allarme manutenzione dopo visualizzazione0255 giorni 0
634 Ore di funzionamento dall'ultimo intervento di Assistenza 010000 h 2
635 Numero di accensioni dall'ultimo intervento di Assistenza 10000 5
636 Numero di mesi dall'ultimo intervento di Assistenza 0255 mesi 0
647 Segnalazione allarme corrente ionizzazione (0/1=disattivata/attivata) 01 0
700 Primo valore passato contatore codice blocco
701 Primo valore passato fase blocco
702 Primo valore passato codice diagnostica interna
703 Secondo valore passato contatore codice blocco
704 Secondo valore passato fase blocco
705 Secondo valore passato codice diagnostica interna
706 Terzo valore passato contatore codice blocco
707 Terzo valore passato fase blocco
708 Terzo valore passato codice diagnostica interna
709 Quarto valore passato contatore codice blocco
710 Quarto valore passato fase blocco
711 Quarto valore passato codice diagnostica interna
712 Quinto valore passato contatore codice blocco
713 Quinto valore passato fase blocco
714 Quinto valore passato codice diagnostica interna
715 Valore corrente contatore codice blocco
716 Valore corrente fase blocco
717 Valore corrente codice diagnostica interna
718 Ore totali di funzionamento bruciatore 0131070 h
719 Ore di funzionamento in riscaldamento 0131070 h
720 Ore di funzionamento in sanitario 0131070 h
721 Ore di funzionamento di zona 0131070 h
722 Inizio contatore 0327675 h
723 Potenza media di caldaia
724 Selezione modo di funzionamento estate/inverno 0255 h
b0=b2=1; b1=b3=b4=...=b7=0
725 Versione software scheda di caldaia su livello impostazione
parametri Open Therm 0131070 h
726 Codice di manutenzione: contiene il valore numerico sulla
causa di manutenzione 0255 0
727 102
728 Primo valore passato codice guasto regolatore accessorio
729 Secondo valore passato codice guasto regolatore accessorio
730 Terzo valore passato codice guasto regolatore accessorio
731 Quarto valore passato codice guasto regolatore accessorio
732 Quinto valore passato codice guasto regolatore accessorio
733 Valore attuale codice guasto regolatore accessorio
755 Valore misurato corrente di ionizzazione

83

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

UNIT AMBIENTE: GESTIONE IMPIANTO SOLARE ED EVENTUALI IMPIANTI AGGIUNTIVI DISPONIBILI COME ACCESSORI

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Ora e data
1 U Ora / minuti - 0:00 23:59 hh:mm
2 U Mese, giorno - 01.01 31.12 gg.mm
3 U Anno - 2004 2099 aaaa
5 I Inizio ora legale 25.03 01.01 31.12 gg.mm
6 I Fine ora legale 25.10 01.01 31.12 gg.mm
Unit di comando
Lingua
20 U Italiano -
Tedesco
Visualizza funzionamento speciale
21 O On
Off On
Informazione
22 I Temporanea -
Temporanea Permanente
Blocco comandi
26 I Off -
Off On
Blocco programmazione
27 I Off -
Off On
Regolazione diretta
Salvataggio con
28 T Salvataggio automatico Salvataggio con -
conferma
conferma
Salva impostazioni di base
30 O No -
No S
Attiva impostazioni di base
31 O No -
No S
Impiego per
Unit ambiente 1 Unit ambiente 2
40 (*) T Unit ambiente P Unit comando 1 Unit ambiente 1 -
Unit di comando 2 Unit di comando P
Unit di servizio
Assegnazione unit amb. 1
Circuito riscaldamento 1 (CR1) Circuiti ri- Circuito
42 T -
scaldamento 1 e 2 Circuiti riscaldamento riscaldamento 1
1 e P tutti i circuiti riscaldamento
Comando CR2
44 T Insieme a CR1 -
Insieme a CR1 Indipendente
Funzionamento pompa CR
46 T Insieme a CR1 -
Insieme a CR1 Indipendente
Effetto tasto presenza
Circuito
48 (*) T Nessuno Circuito riscaldamento 1 Cir- -
riscaldamento 1
cuito riscaldamento 2 CR1 e CR2
54 (*) T Correzione sonda ambiente 0.0 T 3 C
70 T Versione software - T 99.9 -
Radio
Collegamento
120 T No T
No Si
Modalit test
121 T Off T
Off On
Unit ambiente 1
130 T Assente Pronto Nessuna ricezione - T -
Sostituzione batterie
Unit ambiente 2
131 T Assente Pronto Nessuna ricezione - T -
Sostituzione batterie
Unit ambiente 2
132 T Assente Pronto Nessuna ricezione - T
Sostituzione batterie

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

84

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Sonda esterna
133 T Assente Pronto Nessuna ricezione - T -
Sostituzione batterie
Ripetitore
134 T - T -
Assente Pronto Nessuna ricezione
Unit di comando 1
135 T Assente Pronto Nessuna ricezione - T
Sostituzione batterie
Unit di comando 2
T
136 Assente Pronto Nessuna ricezione T
Sostituzione batterie
Unit di comando P
T
137 Assente Pronto Nessuna ricezione T -
Sostituzione batterie
Apparecchio di servizio
T
138 Assente Pronto Nessuna ricezione - T -
Sostituzione batterie
T Cancella tutti gli apparecchi
140 No T -
No S
Programma orario circuito di riscaldamento 1
Preselezione
500 U Lu -Do Lu -Ve Sa -Do Lu Ma Me Lu - Do -
Gi Ve Sa Do
501 U 1 periodo On 6:00 00:00 24:00 hh:mm
502 U 1 periodo Off 22:00 00:00 24:00 hh:mm
503 U 2 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
504 U 2 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
505 U 3 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
506 U 3 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
Valori standard
516 U No -
No Si
Programma orario circuito di riscaldamento 2
Preselezione
520 U Lu - Do Lu - Ve Sa - Do Lu Ma Me Lu - Do -
Gio Ve Sa Do
521 U 1 periodo On 6:00 00:00 24:00 hh:mm
522 U 1 periodo Off 22:00 00:00 24:00 hh:mm
523 U 2 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
524 U 2 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
525 U 3 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
526 U 3 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
Valori standard
536 U No -
No Si
Programma orario 3/pompa CR
Preselezione
540 U Lu - Do Lu - Ve Sa - Do Lu Ma Me Lu - Do -
Gio Ve Sa Do
541 U 1 periodo On 6:00 00:00 24:00 hh:mm
542 U 1 periodo Off 22:00 00:00 24:00 hh:mm
543 U 2 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
544 U 2 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
545 U 3 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
546 U 3 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
Valori standard
556 U No -
No Si
Programma orario 4/pompa ACS

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

85

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Preselezione
560 U Lu - Do Lu - Ve Sa - Do Lu Ma Me Lu - Do -
Gio Ve Sa Do
561 U 1 periodo On 6:00 00:00 24:00 hh:mm
562 U 1 periodo Off 22:00 00:00 24:00 hh:mm
563 U 2 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
564 U 2 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
565 U 3 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
566 U 3 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
Valori standard
576 U No -
No Si
Programma orario 5
Preselezione
600 U Lu - Do Lu - Ve Sa - Do Lu Ma Me Lu - Do -
Gio Ve Sa Do
601 U 1 periodo On 6:00 00:00 24:00 hh:mm
602 U 1 periodo Off 22:00 00:00 24:00 hh:mm
603 U 2 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
604 U 2 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
605 U 3 periodo On 24:00 00:00 24:00 hh:mm
606 U 3 periodo Off 24:00 00:00 24:00 hh:mm
Valori standard
616 U No -
No Si
Vacanze CR 1
Preselezione
Periodo 1 Periodo 2 Periodo 3 Perio- -
641 U Periodo 1
do 4 Periodo 5 Periodo 6 Periodo 7
Periodo 8
642 U Inizio --.-- 01.01 31.12 gg.mm
643 U Fine --.-- 01.01 31.12 gg.mm
Livello di funzionamento
648 U Protezione antigelo -
Protezione antigelo Ridotto
Vacanze CR 2
Preselezione
Periodo 1 Periodo 2 Periodo 3 Perio-
651 U Periodo 1 -
do 4 Periodo 5 Periodo 6 Periodo 7
Periodo 8
652 U Inizio --.-- 01.01 31.12 gg.mm
653 U Fine --.-- 01.01 31.12 gg.mm
Livello di funzionamento
658 U Protezione antigelo -
Protezione antigelo Ridotto
Vacanze CR P
Preselezione
Periodo 1 Periodo 2 Periodo 3 Perio-
661 U Periodo 1 -
do 4 Periodo 5 Periodo 6 Periodo 7
Periodo 8
662 U Inizio --.-- 01.01 31.12 gg.mm
663 U Fine --.-- 01.01 31.12 gg.mm
Livello di funzionamento
668 U Protezione antigelo -
Protezione antigelo Ridotto
Circuito riscaldamento 1
710 U Setpoint Comfort 20.0 BZ 712 BZ 716 C
712 U Setpoint Ridotto 16 BZ 714 BZ 710 C
714 U Setpoint protezione antigelo 10.0 4 BZ 712 C
716 I Setpoint comfort massimo 35.0 BZ 710 35 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

86

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
720 U Ripidit curva caratteristica 1.50 0.10 4.00 -
721 I Slittamento della curva di riscaldamento 0.0 -4.5 4.5 C
Adattamento della curva di riscaldamen-
726 I Off -
to Off On
730 U Valore limite estate/inverno 18 /8 30 C
/
732 I Limite riscaldamento 24 ore -3 10 C
-10
Setpoint temperatura
740 T 8 8 BZ 741 C
di mandata min
Setpoint temperatura
741 T 80 BZ 740 95 C
di mandata max
750 I Influenza ambiente 20 /1 100 %
/
760 I Limite temperatura ambiente 4 C
0.5
770 I Riscaldamento accelerato 5 /0 20 C
Spegnimento accelerato
Fino a Setpoint
780 I Off Fino a Setpoint ridotto Fino a pro- -
ridotto
tezione antigelo
790 I Ottimizzazione allaccensione max 0 0 360 min
791 I Ottimizzazione allo spegnimento max 0 0 360 min
/
800 I Inizio aumento setpoint ridotto 10 C
-30
801 I Fine aumento setpoint ridotto -15 -30 BZ 800 C
Antisurriscaldamento pompa CR
820 I On -
Off On
830 I Boost valvola miscelatrice 5 0 50 C
Tipo di attuatore
832 I 3-posizioni -
2-posizione 3-posizione
833 I Differenziale commutazione 2-pos 2 0 20 C
834 I Tempo di corsa attuatore 120 30 873 s
835 O Banda P Xp valvola miscelatrice 32 1 100 C
836 O Tempo integrale Tn valvola miscelatrice 80 10 873 s
850 T Ottimizzazione allaccensione massima Off -
Ottimizzazione allo spegnimento mas-
851 T 25 0 95 C
sima
Dissipazione del calore in eccesso
861 I Off -
Off Modalit di riscaldamento Sempre
Con accumulo
870 I No -
No S
Con regolatore primario/pompa di siste-
872 I Si -
ma No S
882 (***) I Velocit pompa - minima 100 0 100 %
883 (***) I Velocit pompa - massima 100 0 100 %
Commutazione della modalit duso
900 I Nessuna Protezione Ridotto Comfort Protezione -
Automatico
Circuito di raffreddamento 1
Modalit duso
901 (**) U Automatica -
off Automatico
902 (**) U Setpoint al valore di comfort 24.0 15 40 C
Rilascio
907 (**) U 24h al giorno Programma orario circuito 24h/Giorno -
riscaldamento Programma orario 5
Setpoint temperatura di mandata a TA
908 (**) T 20 8 35 C
25C
Setpoint temperatura di mandata a TA
909 (**) T 16 8 38
35C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

87

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Limite del raffreddamento in TA
912 (**) T 20 /8 355 C
(Temp. esterna)
913 (**) I Durata blocco secondo il riscaldamento 24 /8 100 h
918 (**) I Inizio compensazione estiva in TA 26 20 35 C
919 (**) I Fine compensazione estiva in TA 35 20 35 C
Aumento Setpoint
920 (*) I 4 /1 10 C
compensazione estiva
Setpoint temperatura di mandata min a
923 (**) I 18 8 35 C
TA 25C
Setpoint temperatura di mandata min a
924 (**) I 18 8 35 C
TA 35C
928 (**) I Influenza ambientale 80 /1 10 C
/
932 (**) I Limitazione temperatura ambientale 0.5 4 C
0.5
938 (**) I Iperraffreddamento valvola miscelatrice 0 0 20 C
Tipo di attuatore
939 (**) I 3-posizioni
2-posizioni 3-posizioni
940 (**) I Differenziale di interruttore 2-posizioni 2 0 20 C
941 (**) I Tempo di corsa dellattuatore 120 30 873 s
942 (**) O Valvola miscelatrice Xp 12 1 100 C
943 (**) O Valvola miscelatrice Tn 90 10 873 s
Valvola miscelatrice nel circuito del
945 (**) I riscaldamento Regolata
Regolata Aperta
946 (**) I Durata blocco controllo punto 60 / 10 600 min
947 (**) I Aumento hygro Setpoint di mandata 3 /1 10 C
948 (**) T Inizio aumento mandata in R.H. 60 0 100 %
T Differenziale temperatura di mandata al
950 (**) 2 /0 10 C
punto di corda
Con accumulo
962 (**) I No
N o S
Con regolatore primario/pompa di siste-
963 (**) I No
ma No S
Commutazione del modo duso
969 (**) I Off
Nessuna Off Automatica
Circuito di riscaldamento 2
1010 U Setpoint Comfort 20.0 BZ 1012 BZ 1016 C
1012 U Setpoint Ridotto 16 BZ 1014 BZ 1010 C
1014 U Setpoint protezione antigelo 10.0 4 BZ 1012 C
1016 I Setpoint comfort massimo 35.0 BZ 1010 35 C
1020 U Ripidit curva caratteristica 1.50 0.10 4.00 -
1021 I Slittamento curva 0.0 -4.5 4.5 C
Adattamento curva
1026 I Off -
Off On
1030 U Limite commutazione estate / inverno 18 /8 30 C
/
1032 I Limite riscaldamento 24 ore -3 10 C
-10
1040 T Setpoint temperatura di mandata min 8 8 BZ 1041 C
1041 T Setpoint temperatura di mandata max 80 BZ 1040 95 C
1050 I Influenza ambiente 20 /1 100 %
/
1060 I Limite temperatura ambiente 4 C
0.5
1070 I Riscaldamento accelerato 5 /0 20 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

88

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Spegnimento accelerato
Fino a Setpoint
1080 I Off Fino a Setpoint ridotto Fino prote- -
ridotto
zione antigelo
1090 I Ottimizzazione all'accensione max 0 0 360 min
1091 I Ottimizzazione allo spegnimento max 0 0 360 min
Inizio aumento Setpoint /
1100 I 10 C
ridotto -30
Fine aumento Setpoint
1101 I -15 -30 BZ 1100 C
ridotto
Antisurriscaldamento pompa CR
1120 I On -
Off On
Boost valvola miscelatrice 5 0 50 C
1130 I
1132 I Tipo attuatore 3 Posizioni -
2-posizione 3-posizione
1133 I Differenziale commutazione 2-pos 2 0 20 C

1134 I Tempo di corsa attuatore 120 30 873 s

1135 O Valvola miscelazione Xp


32 1 100 C
1136 O Valvola miscelazione Tn 120 10 873 s
Setpoint massetto manuale
Off Riscaldamento funzionale Riscal-
1150 I Off -
damento pronto posa Risc. funzionale/
pronto Manuale
1151 I Setpoint massetto manuale 25 0 95 C
Dissipazione del calore in eccesso
1161 I Sempre -
Off Modalit di riscaldamento Sempre
Con accumulo
1170 I Si -
No Si
Con regolatore prim/pompa di sistema
1172 I Si -
No Si
1182 (***) I Velocit pompa - minima 100 0 100 %
1183 (***) I Velocit pompa -massima 100 0 100 %
Conversione della modalit operativa
1200 I Protezione -
Protezione Ridotta
Circuito riscaldamento P
Modalit operativa
1300 U Protezione Automatico Ridotto Automatico -
Comfort
1310 U Setpoint Comfort 20.0 BZ 1312 BZ 1316 C
1312 U Setpoint Ridotto 16 BZ 1314 BZ 1310 C
1314 U Setpoint Protezione antigelo 10.0 4 BZ 1312 C
1316 I Setpoint comfort massimo 35.0 BZ 1310 35 C
1320 U Ripidit curva caratteristica 1.50 0.10 4.00 -
1321 I Slittamento curva 0.0 -4.5 4.5 C
Adattamento curva
1326 I Off -
Off On
1330 U Limite commutazione estate / inverno 18 /8 30 C
/
1332 I Limite riscaldamento 24 ore -3 10 C
-10
Setpoint temperatura di
1340 I 8 8 BZ 1341 C
mandata min
1341 I Setpoint temperatura di mandata max 80 BZ1340 95 C
1350 I Influenza ambiente 20 /1 100 %
/
1360 I Limite temperatura ambiente 4 C
0.5

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

89

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
1370 I Riscaldamento accelerato 5 /0 20 C
Spegnimento accelerato
Fino a Setpoint
1380 I Off Fino a Setpoint ridotto Fino a pro- -
ridotto
tezione antigelo
1390 I Ottimizzazione allaccensione 0 0 360 min
1391 I Ottimizzazione allo spegnimento 0 0 360 min
/
1400 I Inizio aumento Setpoint ridotto 10 C
-30
1401 I Fine aumento Setpoint ridotto -15 -30 BZ 1400 C
Antisurriscaldamento pompa CR
1420 I On -
Off On
Setpoint massetto manuale
Off Riscaldamento funzionale Riscal-
1450 T Off -
damento pronto posa Risc. funzionale/
pronto Manuale
1451 T Massetto Setpoint manuale 25 0 95 C
1455 I Massetto Setpoint attuale 0 0 95 C
1456 I Massetto giorno attuale 0 0 32
1457 (**) I Massetto giorno completo 0 0 32
Dissipazione del calore in eccesso
1461 I Sempre -
Off Modalit di riscaldamento Sempre
Con accumulo
1470 I Si -
No S
Con pompa prim contr/sistema
1472 I Si -
No S
1482 (***) I Velocit pompa - minima 100 0 100 %
1483 (***) I Velocit pompa - massima 100 0 100 %
Con regolatore prim/pompa di sistema
1500 I Modalit Protezione -
No S
Acqua calda ad uso domestico ACS
BZ 1614
1610 U Setpoint nominale 80 BZ 1612 C
OEM
1612 I Setpoint ridotto 40 8 BZ 1610 C
1614 O Setpoint nominale - massimo 80 8 80 C
Rilascio
Programma orario
24h al giorno Programma orario circuito
1620 T circuito di riscalda- -
di riscaldamento Programma orario 4 /
mento
TWW
Priorit di carico
1630 T Assoluta Slittante Nessuna Slittante Assoluta -
MC, Assoluta PC
Funzione antilegionella
Giorno della
1640 I Off Periodicamente Giorno della setti- -
settimana fisso
mana fisso
1641 I Funzione antilegionella periodicamente 3 1 7 Giorno
Funzione antilegionella giornaliera
1642 I Luned Marted Mercoled Gioved Sabato
Venerd Sabato Domenica
Ora del giorno per la funzione antilegio- /
1644 I 23:50 hh:mm
nella 00:00
1645 I Setpoint funzione Antilegionella 65 55 95 C
1646 I Durata funzione antilegionella 30 / 10 360 min
Pompa di circolazione funz. antilegio-
1647 I nella Off -
Off On

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

90

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Rilascio pompa di circolazione
Rilascio acqua sa-
1660 I Programma orario 3/HCP Rilascio acqua -
nitaria
sanitaria Programma orario 4/ACS
Ciclizzazione pompa di circolazione
1661 I Off -
Off On
1663 I Setpoint circolazione 45 8 80 C
Pompa H
H1 priorit carico ACS
2008 O Si -
No Si
H1 dissipazione del calore in eccesso
2010 I On -
Off On
H1 con accumulo
2012 I Si -
No S
H1 regolatore prim/pompa di sistema
2014 I Si -
No S
H1 richiesta freddo
2015 (**) I 2-sistema guida
2-sistema guida* 4-sistema guida
H2 Priorit di carico ACS
2033 O Si -
No s
H2 dissipazione del calore in eccesso
2035 I On -
Off On
H2 con accumulo
2037 I Si -
No S
H2 regolatore prim/pompa di sistema
2039 I Si -
No S
H2 richiesta freddo
2040 (***) I 2-sistema guida
2-sistema guida* 4-sistema guida
H3 Priorit di carico ACS
2044 (***) O S
No S
H3 dissipazione del calore in eccesso
2046 (***) I On
Off On
H3 con accumulo
2048 (***) I S
No S
H3 regolatore prim/pompa di sistema
2050 (***) I S
No S
Piscina
2055 U Setpoint riscaldamento solare 26 8 80 C
2056 U Setpoint riscaldamento produttore 22 8 80 C
Priorit di carico solare
2065 I No
No S
2070 O Temperatura massima piscina 32 8 95 C
Con collegamento solare
2080 I S
No S
Regolatore primario/pompa di sistema
Setpoint minimo temperatura di man-
2110 O 8 8 95 C
data
Setpoint massimo temperatura di man-
2111 O 80 8 95 C
data
Setpoint di mandata, minimo raffredda-
2112 O 8 8 20 C
mento
2130 O Apertura della valvola miscelatrice 10 0 50 C
Offset di raffreddamento della valvola
2131 O 0 0 20 C
miscelatrice
Tipo di attuatore
2132 O 3-posizioni -
2-posizione 3-posizione
2133 O Differenziale commutazione 2-pos 2 0 20 C
2134 O Tempo di corsa attuatore 120 30 873 C
2135 O Valvola di miscelazione Xp 32 1 100 C
2136 O Valvola di miscelazione Tn 120 10 873 s

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

91

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Regolatore prim/pompa di sistema
2150 T Dopo accumulo -
Prima di accumulo Dopo accumulo
Caldaia
Modalit di funzionamento
2200 O Funzionamento continuo Automatica Automatica -
Auto, tempo di esercizio esteso
/
2203 I Rilascio sotto la temperatura esterna 50 C
-50
Modalit Economy
2205 I Off
Off On ACS On
Caricamento complete buffer
2208 I Off
Off On
Controllo
BZ 2211
2210 I Setpoint minimo 40 manuale C
OEM
setpoint
2211 O Setpoint minimo OEM 40 8 95 C
Controllo
BZ 2213
2212 I Setpoint massimo 80 manuale C
OEM
setpoint
2213 O Setpoint massimo OEM 85 8 120 C
2220 (***) O Rilascio integrale stadio 2 50 0 500 C min
2221 (***) O Reset integrale stadio 2 10 0 500 C min
Tempo di apertura dellattuatore
2232 (***) O 60 7.5 480 s
di smorzamento
2233 (***) O Modulazione Xp 20 1 200 C
2234 (***) O Modulazione Tn 150 10 873 s
2235 (***) O Modulazione Tv 4.5 0 30 s
2240 O Diff. di commutazione della caldaia 8 0 20 C
2241 O Tempo minimo di esercizio del bruciatore 4 0 20 min
2250 O Tempo di sovraccarico della pompa 5 0 20 min
Avvio di Protezione della caldaia su uti-
2260 O lizzatori On -
Off On
Avvio di Protezione della caldaia su
2261 O pompa della caldaia On -
Off On
Controllo di Avvio Ottimale
2262 O Off -
Off On
2270 I Setpoint minimo di ritorno 8 8 95 C
2271 O Setpoint minimo di ritorno OEM 8 8 95 C
Influenza del ritorno sugli utilizzatori
2272 O On -
Off On
2282 O Tempo di apertura dellattuatore 120 30 873 s
2283 O Valvola di miscelazione Xp 32 1 100 C
2284 O Valvola di miscelazione Tn 120 10 873 s
2285 O Valvola di miscelazione Tv 10 0 60 s
Pompa di bypass differenziale
2290 O 6 0 20 C
di commutazione
Controllo della pompa di bypass
Temperatura di
2291 O Funzionamento in parallelo del brucia- -
ritorno
tore Temperatura di ritorno
Protezione dal gelo della pompa della
2300 O caldaia dellimpianto Off
Off On
Funzione di limitazione del termostato
2310 O On -
Off On
2315 O Differenziale minimo di temperatura /0 80 C
2316 O Differenziale massimo di temperatura /0 80 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

92

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
2322 (***) O Velocit minima della pompa 40 0 100 %
2323 (***) O Velocit massima della pompa 100 0 100 %
2324 (***) O Velocit di Xp 32 1 100 C
2325 (***) O Velocit di Tn 120 10 873 s
2326 (***) O Velocit di Tv 10 0 60 s
2330 I Nominale delluscita 50 0 1000 kW
2331 I Uscita fase di base 30 0 1000 kW
2340 (***) I Sorgente auto cascata seq 2x1 500 / 10 990 h
Generatori di calore in cascata
Strategia di conduzione
Accensione ritardata, spegnimento Accensione ritar-
3510 O anticipato Accensione ritardata, spegni- data, spegnimento
mento ritardato Accensione anticipata, ritardato
spegnimento ritardato
3511 O Banda minima in uscita 40 0 100 %
3512 O Banda massima in uscita 90 0 100 %
Rilascio della sequenza integrale della
3530 O 50 0 500 C min
sorgente
Reset della sequenza integrale della
3531 O 20 0 500 C min
sorgente
3532 I Blocco riavvio 300 0 1800 s
3533 I Rallentamento allo spegnimento 5 0 120 min
3534 O Stadio di base a orario forzato 60 0 1200 s
Commutazione automatica successione
3540 I 500 / 10 990 h
del produttore
Limitazione automatica successione del
3541 I produttore nessuno primo ultimo Nessuna
primo e ultimo
Fonte principale
3544 I Fonte 1
Fonte 1 Fonte 2 Fonte 16
Avvio di protezione della pompa a ca-
3550 O scata On
Off On
3560 I Setpoint del minimo di ritorno 8 8 95 C
3561 O Setpoint OEM del minimo di ritorno 8 8 95 C
Influenza del ritorno sugli utilizzatori
3562 O On
Off On
3570 O Tempo di apertura dellattuatore 120 30 873 s
3571 O Valvola di miscelazione Xp 32 1 100 C
3572 O Valvola di miscelazione Tn 120 10 873 s
3590 O Differenziale minimo di temperatura /0 20 C
Collettore Solare
3810 I Temperatura differenziale ON 8 0 40 C
3811 I Temperatura differenziale solare OFF 40 0 40 C
Temp di carico min cisterna acqua sani-
3812 I 20 /8 95 C
taria
Buffer di ON del differenziale di tempe-
3813 O /0 40 C
ratura
Buffer di OFF del differenziale di tempe-
3814 O /0 40 C
ratura
3815 I Temp di carico minima buffer 30 /8 95 C
Differenziale di temperatura ON alla
3816 O /0 40 C
piscina
Differenziale di temperatura OFF alla
3817 O /0 40 C
piscina

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

93

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
3818 I Temp di carico minima piscina /8 95 C
Salvataggio priorit di carico
Deposito acqua
3822 I nessuno deposito acqua sanitaria
sanitaria
deposito buffer
3825 I Tempo di carico della relativa priorit /2 60 min
3826 I Tempo di attesa della relativa priorit 5 1 40 min
3827 I Tempo di attesa funzionamento parallelo /0 40 min
3828 I Rallentamento pompa secondaria 60 0 600 s
3830 O Funzione avvio collettore /5 60 min
3831 I Tempo minimo funz. pompa collettore 20 5 120 s
3832 O Funzione di avvio del collettore on 07:00 00:00 23:50 hh:mm
3833 O Funzione di avvio del collettore off 19:00 00:00 23:50 hh:mm
3834 I Gradiente inizio funzione collettore /1 20 C
/
3840 I Protez. antigelo collettore 4 5 C
-20
3850 I Protez. antisurr. collettore 120 / 30 350 C
/
3860 I Evaporazione termovettore 350 C
60
3870 (***) I Numero di giri della pompa min 40 0 100 %
3871 (***) I Numero di giri della pompa max 100 0 100 %
3872 (***) O Velocit Xp 32 1 100 C
3873 (***) O Velocit Tn 120 10 873 s
Mezzo protezione antigelo
Nessuno Glicole etileniche- Glicole
3880 I Nessuno
Polipropileniche - Etileniche e Polipropi-
leniche
Concentrazione mezzo protezione anti-
3881 I 30 1 100 %
gelo
3884 I Flusso della pompa 200 10 1500 l/h
Caldaia a combustibile solido
Blocco altre fonti di riscaldamento
4102 I On -
Off On
4110 I Setpoint minimo 40 8 120 C
4130 I Differenziale di temp solare ON 8 1 40 C
4131 I Differenziale di temp solare OFF 4 0 40 C
Temp comparativa
B3 sensore acqua sanitaria B31 sensore
Punto di funziona-
4133 I acqua sanitaria B4 sensore accumulo
mento min
B41 sensore accumulo Setpoint temp
flusso Setpoint min
4140 O Tempo di sovraccarico della pompa 20 0 120 min
4141 O Scarico del calore eccedente 90 60 140 C
Protezione dal gelo pompa della caldaia
4170 O dellimpianto Off
Off On
Accumulo
Blocco generazione automatica
4720 I Con B4 -
Nessuno Con B4
Blocco SD automatico della generazione
4721 O 8 0 20 C
di calore
4722 I Diff temperatura buffer/HC -5 -20 20 C
4723 I Differenziale temperatura serbatoio/CC 0 -20 20 C
Temperatura minima del serbatoio in
4724 I /8 95 C
modalit di riscaldamento

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

94

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Temperatura massima del serbatoio in
4726 I 25 / 10 40 C
modalit di raffreddamento
Protezione strato
4739 (**) I Off
Off sempre
Protezione dalla stratificazione del diffe-
4740 (**) O 5 0 20 C
renziale massima di temperatura
4743 (**) O Tempo di protezione dalla stratificazione 60 0 240 s
Protezione dalla stratificazione del tem-
4744 (**) O 120 10 200 s
po di azione integrale
Protezione combinata ACS
4746 (**) O Off
Off On
4750 I Temperatura di carico massima 80 8 95 C
4751 O Temperatura massima del serbatoio 90 8 95 C
4755 I Temperatura di riscaldamento 60 8 95 C
ACS/HC riscaldamento
4756 I Off -
Off On
Regolatore riscaldamento
4757 I Off
Off Estate Sempre
Con integrazione solare
4783 I No
No S
4790 I Diff temp ON su deviaz ritorno 10 0 40 C
4791 I Diff temp OFF su deviaz ritorno 5 0 40 C
Comfr temp su deviaz ritorno
4795 I B42
B4 B41 B42
Azione Optg su deviaz ritorno Aumento di tempe-
4796 I
Aumento di temp Diminuzione di temp ratura
4800 I Setpoint di caricamento parziale /8 95 C
Ricarica completa
4810 O Off
Off Modalit riscaldamento Sempre
Temperatura minima della ricarica com-
4811 O 8 8 80 C
pleta
Sensore di ricarica completa
4813 O Con B42/B41
Con B4 Con B42/B41
ACS (Acqua calda sanitaria)
Carico
5010 O Pi volte al giorno -
Una volta al giorno Pi volte al giorno
Aumento del Setpoint di temperatura di
5020 I 16 0 30 C
mandata
5021 I Aumento del trasferimento boost 8 0 30 C
Tipo di caricamento
5022 I Con B3 Con B3/B31 Con B3, legion B3/ Con B3/B31 -
B31
5024 I Differenziale di commutazione 5 0 20 C
5030 I Limitazione del periodo di carica ___ / 10 600 min
Protezione dallo svuotamento
5040 O Automatica -
Off Sempre Automatica
BZ 5051
5050 I Temperatura massima di carica 80 8 C
OEM
5051 O Temp. max accum. 90 8 95 C
5055 I Temp. di raffreddamento 80 8 95 C
Raffreddamento caldaia//HC
5056 I Off -
Off On
Raffreddamento collettore
5057 I Estate -
Off Estate Sempre
Regime resistenza elettrica
5060 I Sostituzione -
Sostituzione Estate Sempre
Funzionamento resistenza elettrica
5061 I 24 ore al giorno Consenso ACS Pro- Consenso ACS -
gramma orario 4/ACS

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

95

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Controllo resistenza elettrica
5062 I Sensore ACS -
Termostato esterno Sensore ACS
Spinta automatica
5070 O On -
Off On
Spinta nel periodo di priorit della rica-
5071 O 0 0 120 min
rica
Assorbimento eccessivo di calore
5085 I On -
Off On
Con accumulo
5090 I No -
No S
Con regolatore prim/pompa di sistema
5092 I No -
No S
Con integrazione solare
5093 I S -
No S
5101 (***) I Numero minimo giri della pompa 40 0 100 %
5102 (***) I Numero massimo giri della pompa 100 0 100 %
5103 (***) O Velocit Xp 32 1 100 %
5104 (***) O Velocit Tn 120 10 873 s
5120 O Innesco della valvola miscelatrice 2 0 50 C
5124 O Tempo di apertura dellattuatore 120 10 873 s
5125 O Valvola miscelazione Xp 32 1 100 C
5126 O Valvola miscelazione Tn 120 10 873 s
Strategia di trasferimento
5130 O Sempre
Sempre rilascio ACS
Trasferimento temperatura di raffronto
5131 O ACS sensore B3
ACS sensore B3 ACS sensore B31
Riscaldatore istantaneo ACS
Minimo differenziale di Setpoint tempe-
5406 (***) I 4 0 20 C
ratura di deposito
5544 I Tempo di apertura attuatore 60 7.5 480 s
5545 O Valvola miscelazione Xp 20 1 200 C
5546 O Valvola miscelazione Tn 150 10 873 s
5547 O Valvola miscelazione Tv 4.5 0 30 s
Configurazione
Circuito riscaldamento 1
5710 T On -
Off On
Cirucito di raffreddamento 1
5711 (**) T Off
off 4-sistema guida 2-sistema guida
Utilizzo miscelatore 1
5712 (**) T Caldo
Nessuno Caldo Freddo Caldo e freddo
Circuito riscaldamento 2
5715 T Off -
Off On
Sensore ACS B3
5730 T Termostato -
Sensore Termostato
Organo di regolazione ACS Q3
5731 T Nessuno Pompa di carico Valvola Nessuno -
deviatrice
Circuito ACS separato
5736 T Off -
Off On
Tipologia di fonte di riscaldamento
1-fase 2-fase (***) Mod. a 3-pos. (***) 1-fase 4)
5770 T -
Mod. UX (***) Senza sensore 2x1 in 2-fase 6)
cascata (***)
Elemento di controllo solare
5840 T Pompa di carico -
Pompa di carico; valvola deviatrice
Scambio solare esterno
Deposito di acqua
5841 T Insieme deposito di acqua sanitaria -
sanitaria
deposito buffer

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

96

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Uscita rel QX1
Nessuno Pompa Q4 Resistenza elettrica
ACS K6 Pompa collettore Q5 Pompa H1
Q15 Pompa caldaia Q1 Pompa by-pass
Q12 Uscita allarme K10 Stadio 2 pompa
CR1 Q21 Stadio 2 pompa CR2 Q22 Stadio
2 pompa PCR Q23 Pompa circ risc CRP Q20
Pompa H2 Q18 Pompa sistema Q14
Valvola blocco produttore Y4 Pompa ci-
sterna di carico Q10 Programma orario 5
5890 T K13 Valvola di ritorno buffer Y15; Valvola Pompa collettore -
deviatrice raffreddamento Y21 (**) Pom-
pa solare scambio esterno K9 Elemento
di controllo solare buffer K8 Elemento
di controllo piscina K18 Pompa collet-
tore 2 Q16 Pompa H3 Q19 Rel gas di
scarico K17 Ventilatore K30 Pompa di
cascata Q25 Pompa cisterna di carico Q11
Pompa miscelazione ACS Q35 Pompa
circolaz. Interna ACS Q33 Richiesta calore
K27 Richiesta di refrig. K28 (**)
Uscita rel QX2
Nessuno Pompa Q4 Resistenza elettrica
ACS K6 Pompa collettore Q5 Pompa H1
Q15 Pompa caldaia Q1 Pompa by-pass
Q12 Uscita allarme K10 Stadio 2 pompa
CR1 Q21 Stadio 2 pompa CR2 Q22 Stadio
2 pompa PCR Q23 Pompa circ risc CRP Q20
Pompa H2 Q18 Pompa sistema Q14
Valvola blocco produttore Y4 Pompa ci-
sterna di carico Q10 Programma orario 5
5891 (***) T K13 Valvola di ritorno buffer Y15; Valvola Nessuno -
deviatrice raffreddamento Y21 (**) Pom-
pa solare scambio esterno K9 Elemento
di controllo solare buffer K8 Elemento
di controllo piscina K18 Pompa collet-
tore 2 Q16 Pompa H3 Q19 Rel gas di
scarico K17 Ventilatore K30 Pompa di
cascata Q25 Pompa cisterna di carico Q11
Pompa miscelazione ACS Q35 Pompa
circolaz. Interna ACS Q33 Richiesta calore
K27 Richiesta di refrig. K28 (**)
Uscita rel QX3
Nessuno Pompa Q4 Resistenza elettrica
ACS K6 Pompa collettore Q5 Pompa H1
Q15 Pompa caldaia Q1 Pompa by-pass
Q12 Uscita allarme K10 Stadio 2 pompa
CR1 Q21 Stadio 2 pompa CR2 Q22 Stadio
2 pompa PCR Q23 Pompa circ risc CRP Q20
Pompa H2 Q18 Pompa sistema Q14
Valvola blocco produttore Y4 Pompa ci-
sterna di carico Q10 Programma orario 5
5892 (***) T K13 Valvola di ritorno buffer Y15; Valvola Nessuno -
deviatrice raffreddamento Y21 (**) Pom-
pa solare scambio esterno K9 Elemento
di controllo solare buffer K8 Elemento
di controllo piscina K18 Pompa collet-
tore 2 Q16 Pompa H3 Q19 Rel gas di
scarico K17 Ventilatore K30 Pompa di
cascata Q25 Pompa cisterna di carico Q11
Pompa miscelazione ACS Q35 Pompa
circolaz. Interna ACS Q33 Richiesta calore
K27 Richiesta di refrig. K28 (**)

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

97

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Uscita rel QX4
Nessuno Pompa Q4 Resistenza elettrica
ACS K6 Pompa collettore Q5 Pompa H1
Q15 Pompa caldaia Q1 Pompa by-pass
Q12 Uscita allarme K10 Stadio 2 pompa
CR1 Q21 Stadio 2 pompa CR2 Q22 Stadio
2 pompa PCR Q23 Pompa circ risc CRP Q20
Pompa H2 Q18 Pompa sistema Q14
Valvola blocco produttore Y4 Pompa ci-
sterna di carico Q10 Programma orario 5
5894 (***) T K13 Valvola di ritorno buffer Y15; Valvola Nessuno -
deviatrice raffreddamento Y21 (**) Pom-
pa solare scambio esterno K9 Elemento
di controllo solare buffer K8 Elemento
di controllo piscina K18 Pompa collet-
tore 2 Q16 Pompa H3 Q19 Rel gas di
scarico K17 Ventilatore K30 Pompa di
cascata Q25 Pompa cisterna di carico Q11
Pompa miscelazione ACS Q35 Pompa
circolaz. Interna ACS Q33 Richiesta calore
K27 Richiesta di refrig. K28 (**)
Ingresso sonda BX1
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda colletto-
re B6 Sonda ritorno B7 Sonda circo-
lazione ACS B39 sonda accumulo B4
sonda accumulo B41 Sonda temp. Comb
gas B8 Sonda mandata comune B10
5930 T Sonda collettore B6 -
Sonda caldaia comb. solidoB22 Sonda
caricamento ACS B36 Sonda buffer B42
Sonda ritorno comune B73 Sonda di
ritorno cascata B70 Sonda piscina B13
Sonda collettore 2 B61 Sonda mandata
solare B63 Sonda ritorno solare B64
Ingresso sonda BX2
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda colletto-
re B6 Sonda ritorno B7 Sonda circo-
lazione ACS B39 sonda accumulo B4
sonda accumulo B41 Sonda temp. Comb
gas B8 Sonda mandata comune B10
5931 I Sonda ACS B31 -
Sonda caldaia comb. solidoB22 Sonda
caricamento ACS B36 Sonda buffer B42
Sonda ritorno comune B73 Sonda di
ritorno cascata B70 Sonda piscina B13
Sonda collettore 2 B61 Sonda mandata
solare B63 Sonda ritorno solare B64
Ingresso sonda BX3
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda colletto-
re B6 Sonda ritorno B7 Sonda circo-
lazione ACS B39 sonda accumulo B4
sonda accumulo B41 Sonda temp. Comb
gas B8 Sonda mandata comune B10
5932 (***) I Nessuno -
Sonda caldaia comb. solidoB22 Sonda
caricamento ACS B36 Sonda buffer B42
Sonda ritorno comune B73 Sonda di
ritorno cascata B70 Sonda piscina B13
Sonda collettore 2 B61 Sonda mandata
solare B63 Sonda ritorno solare B64

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

98

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Ingresso sonda BX4
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda colletto-
re B6 Sonda ritorno B7 Sonda circo-
lazione ACS B39 sonda accumulo B4
sonda accumulo B41 Sonda temp. Comb
gas B8 Sonda mandata comune B10
5933 (***) I Nessuno -
Sonda caldaia comb. solidoB22 Sonda
caricamento ACS B36 Sonda buffer B42
Sonda ritorno comune B73 Sonda di
ritorno cascata B70 Sonda piscina B13
Sonda collettore 2 B61 Sonda mandata
solare B63 Sonda ritorno solare B64
Funzione ingresso H1
Commutaz. regime CR+ACS Commu-
tazione regime HCs Commutazione
regime HC1 Commutazione regime HC2
Commutazione regime HCP Blocco
produz calore Avviso di errore/allarme
Setpoint minimo mandata Scarico Commutazione
5950 T -
calore in eccesso Rilascio piscina pool regime HC1
Piscina Controllo punto condensazione
Aumento Setpoint di mandata Hygro
richiesta raffreddamento Richiesta di
calore10V Domanda Refrig. 10V Misuraz.
pressione 10V Umidit relative ambien-
te10V Temperatura ambiente 10V
Logica contatto H1
5951 T NC (normalmente chiuso) NO (normal- Contatto NO -
mente aperto)
5952 (**) T Setpoint minimo mandata H1 70 8 130 C
Setpoint temperature minima mandata
5952 (***) 70 8 120 C
H1
5953 (**) I Livello voltaggio 1 H1 0 0 10 Volt
5954 (**) I Valore funzione 1 H1 0 -100 500 -
5954 (***) Valore temperatura 10V H1 100 5 130 C
5955 (**) I Livello voltaggio 2 H1 10 0 10 Volt
5956 (**) I Valore funzione 2 H1 100 -100 500 -
5956 (***) Valore pressione 3.5V H1 5.0 0.0 10.0 bar
Funzione ingresso H3
Commutaz. regime CR+ACS Commu-
tazione regime HCs Commutazione
regime r HC1 Commutazione regime
HC2 Commutazione regime HCP Blocco
produz calore Avviso di errore/allarme
Setpoint minimo mandata Scarico Commutazione
5960 (***) I -
calore in eccesso Rilascio piscina pool regime CR+ACS
Piscina Controllo punto condensazione
Aumento Setpoint di mandata Hygro
richiesta raffreddamento Richiesta di
calore10V Domanda Refrig. 10V Misuraz.
pressione 10V Umidit relative ambien-
te10V Temperatura ambiente 10V
Logica contatto H2
Normalmente
5961 (***) T NC (normalmente chiuso) NO (normal- -
aperto
mente aperto)
Setpoint temperatura minima mandata
5962 (***) I 70 8 120 C
H3
5964 (***) T Valore temperatura 10V H3 100 5 130 C
5966 (***) T Valore di pressione 3.5V H3 5.0 0.0 10.0 bar

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

99

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Funzione ingresso EX2
Contatore per la seconda fase del brucia- Contatore per la
5982 (***) I tore Blocco generazione calore Mes- seconda -
saggio errore/allarme Messaggio errore fase del bruciatore
SLT Scarico calore eccessivo
Tipo di contatto di ingresso EX2
Normalmente
5983 (***) I NC (normalmente chiuso) NO (normal-
aperto
mente aperto)
Gruppo miscelazione funzione 1
Circuito di riscaldamento Regolatore
temp ritorno Regolatore prim/pompa di
sistema Controllo primario ACS Ri- Circuito riscalda-
6014 T -
scaldatore istamt. ACS Controllo ritorno mento
cascate Circuito di raffreddamento 1(**)
Circuito riscaldamento / Circuito di raf-
freddamento 1 (**)
Gruppo miscelazione funzione 2
Circuito di riscaldamento Regolatore
temp ritorno Regolatore prim/pompa di
sistema Controllo primario ACS Ri-
6015(++ T
scaldatore istamt. ACS Controllo ritorno
cascate Circuito di raffreddamento 1(**)
Circuito riscaldamento / Circuito di raf-
freddamento 1 (**)
Modulo di espansione funzione 1
Nessuno Multifunzionale Circuito ca-
lore 2 Controllo temp. Di ritorno Solare
6020 T ACS Pompa prim, contr/sistema Con- Nessuno -
trollo primario ACS Riscaldatore istamt.
ACS Controllo ritorno cascate Circuito di
raffreddamento (**)
Modulo di espansione funzione 2
Nessuno Multifunzionale Circuito ca-
lore 2 Controllo temp. Di ritorno Solare
6021 T ACS Pompa prim, contr/sistema Con- Nessuno -
trollo primario ACS Riscaldatore istamt.
ACS Controllo ritorno cascate Circuito di
raffreddamento (**)
Rel di Uscita QX21
Nessuno Pompa circolazione Q4 Resi-
stenza elettrica ACS K6 Pompa collettore
Q5 Pompa H1 Q15 Pompa caldaia Q1
Pompa di Bypass Q12 Uscita allarme K10
Velocit seconda pompa HC1 Q21 Ve-
locit seconda pompa HC2 Q22 Velocit
seconda pompa HCP Q23 Pompa circuito
calore HCP Q20 Pompa H2 Q18 Pompa
di sistema Q14 Valvola di gen. calore
Y4 Pompa caldaia com. solido Q10
6030 T Programma orario 5 K13 Valvola ritorno Nessuno
buferY15 Valvola deviatrice raffredda-
mento Y21 (**) Pompa solare scambio
esterno K9 Elemento di controllo solare
buffer K8 Elemento di controllo piscina
K18 Pompa collettore 2 Q16 Pompa H3
Q19 Rel gas di scarico K17 Ventilatore
K30 Pompa di cascata Q25 Pompa ci-
sterna di carico Q11 Pompa miscelazione
ACS Q35 Pompa circolaz. Interna ACS Q33
Richiesta calore K27 Richiesta di refrig.
K28 (**) Deumidificazione aria K29 (**)

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

100

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Rel di Uscita QX22
Nessuno Pompa circolazione Q4 Resi-
stenza elettrica ACS K6 Pompa collettore
Q5 Pompa H1 Q15 Pompa caldaia Q1
Pompa di Bypass Q12 Uscita allarme K10
Velocit seconda pompa HC1 Q21 Ve-
locit seconda pompa HC2 Q22 Velocit
seconda pompa HCP Q23 Pompa circuito
calore HCP Q20 Pompa H2 Q18 Pompa
di sistema Q14 Valvola di gen. calore
Y4 Pompa caldaia com. solido Q10
6031 T Programma orario 5 K13 Valvola ritorno Nessuno
buferY15 Valvola deviatrice raffredda-
mento Y21 (**) Pompa solare scambio
esterno K9 Elemento di controllo solare
buffer K8 Elemento di controllo piscina
K18 Pompa collettore 2 Q16 Pompa H3
Q19 Rel gas di scarico K17 Ventilatore
K30 Pompa di cascata Q25 Pompa ci-
sterna di carico Q11 Pompa miscelazione
ACS Q35 Pompa circolaz. Interna ACS Q33
Richiesta calore K27 Richiesta di refrig.
K28 (**) Deumidificazione aria K29 (**)
Rel di Uscita QX23
Nessuno Pompa circolazione Q4 Resi-
stenza elettrica ACS K6 Pompa collettore
Q5 Pompa H1 Q15 Pompa caldaia Q1
Pompa di Bypass Q12 Uscita allarme K10
Velocit seconda pompa HC1 Q21 Ve-
locit seconda pompa HC2 Q22 Velocit
seconda pompa HCP Q23 Pompa circuito
calore HCP Q20 Pompa H2 Q18 Pompa
di sistema Q14 Valvola di gen. calore
Y4 Pompa caldaia com. solido Q10
6032 T Programma orario 5 K13 Valvola ritorno Nessuno
buferY15 Valvola deviatrice raffredda-
mento Y21 (**) Pompa solare scambio
esterno K9 Elemento di controllo solare
buffer K8 Elemento di controllo piscina
K18 Pompa collettore 2 Q16 Pompa H3
Q19 Rel gas di scarico K17 Ventilatore
K30 Pompa di cascata Q25 Pompa ci-
sterna di carico Q11 Pompa miscelazione
ACS Q35 Pompa circolaz. Interna ACS Q33
Richiesta calore K27 Richiesta di refrig.
K28 (**) Deumidificazione aria K29 (**)
Ingresso sonda BX21
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda col-
lettore B6 Sonda di ritorno B7 Sonda
circolazione ACS B39 Sonda buffer B4
Sonda buffer B41 Flue gas temp sensor
B8 Sonda di mandata comune B10
6040 T Nessuno -
Sonda gas di scarico B22 Sonda di carico
ACS B36 Sonda buffer Sonda di ritorno
comune B73 Sonda di ritorno cascata
B70 Sonda piscina B13 Sonda collettore
2 B61 Sonda di mandata solare B63
Sonda di ritorno solare B64

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

101

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Ingresso sonda BX22
Nessuno Sonda ACS B31 Sonda col-
lettore B6 Sonda di ritorno B7 Sonda
circolazione ACS B39 Sonda buffer B4
Sonda buffer B41 Flue gas temp sensor
B8 Sonda di mandata comune B10
6041 T Nessuno -
Sonda gas di scarico B22 Sonda di carico
ACS B36 Sonda buffer Sonda di ritorno
comune B73 Sonda di ritorno cascata
B70 Sonda piscina B13 Sonda collettore
2 B61 Sonda di mandata solare B63
Sonda di ritorno solare B64
Funzione ingresso H2
Commutaz. regime CR+ACS Commu-
tazione regime HCs Commutazione
regime r HC1 Commutazione regime
HC2 Commutazione regime HCP Blocco
produz calore Avviso di errore/allarme
Setpoint minimo mandata Scarico Commutazione
6046 T
calore in eccesso Rilascio piscina pool regime CR+ACS
Piscina Controllo punto condensazione
Aumento Setpoint di mandata Hygro
richiesta raffreddamento Richiesta di
calore10V Domanda Refrig. 10V Misuraz.
pressione 10V Umidit relative ambien-
te10V Temperatura ambiente 10V
Tipo contatto H2
Normalmente
6047 T NC (normalmente chiuso) NO (normal-
aperto
mente aperto)
6048 (**) T Valore funzione contatto H2 70 8 130 C
Setpoint temperature minima di man-
6048(***) T 70 8 120 C
data H2
6049 (**) T Livello voltaggio 1 H2 0 0 10 Volt
6050 (**) T Valore funzione 1 H2 0 -100 500 -
6050 (***) T Valore temperatura 10V H2 100 5 130 C
6051 (**) T Livello voltaggio 2 H2 10 0 10 Volt
6052 (**) T Valore funzione 2 H2 100 -100 500 -
6052 (***) T Valore pressione 3.5V H2 5.0 0.0 10.0 bar
Funzione Uscita UX
Nessuna Pompa caldaia Q1 Pompa ACS
Q3 Pompa ACS circolaz. Interna Q33
Pompa circ. calore HC1 Q2 Pompa circ.
calore HC2 Q6 Pompa circ. calore HCP
6070 (***) T Nessuna
Q20 Pompa collettore Q5 pompa solare
scambio esterno K9 Pompa solare
buffer K8 Pompa solare piscina K18
Pompa collettore 2 Q16 setpoint caldaia
setpoint di rendimento Richiesta calore
Segnale logico uscita UX
6071 (***) T Standard
Standard Invertito
6075 (***) T Valore temperatura 10V UX 100 5 130 C
Tipo sensore temp gas condotto di sca-
6097 I rico NTC 10k -
NTC* Platinum 1000
6098 I Correzione sonda collettore 0 -20 20 C
6099 I Correzione sonda collettore 2 0 -20 20 C
6100 I Correzione sonda esterna 0.0 -3.0 3.0 C
Tipo sensore temp gas condotto di sca-
6101 I rico NTC 10k -
NTC 10k Platinum 1000

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

102

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Sonda riposizionamento gas condotto di
6102 I 0 -20 20 C
scarico
6110 I Costante di tempo edificio 15 0 50 h
6112 O Modello del gradiente della stanza 60 0 300 min/C
Compensazione della costante di tempo
6116 (**) O 5 0 14 min
del Setpoint
6117 O Compensazione del Setpoint centrale 20 /1 100 C
Ritardo di riduzione del punto di funzio-
6118 (**) O 60 /1 200 k/min
namento
Protezione antigelo impianto
6120 I On -
Off On
/
6128 I Richiesta di calore sotto OT 50 C
-50
/
6129 I Richiesta di calore sopra OT 50 C
-50
RIchiesta di calore in modalit economy
6131 I Off
Off On ACS On
Deumidificatore
6135 I Off
Off On
Rilascio deumidificatore
6136 I 24h/Giorno Progr. Giorn. Circuito calore 24h/Giorno
Programma giornaliero 5
6137 I Deumidificatore r.F. EIN 55 0 100 %
6138 I Deumidificatore r.F. SD
/
6140 O Pressione massima dellacqua 1 10.0 bar
0.0
/
6141 O Pressione minima dellacqua 1 10.0 bar
0.0
/
6142 O Pressione critica minima dellacqua 1 10.0 bar
0.0
/
6150 O Pressione massima dellacqua 2 10.0 bar
0.0
/
6151 O Pressione minima dellacqua 2 10.0 bar
0.0
/
6152 O Pressione critica minima dellacqua 2 10.0 bar
0.0
/
6180 (***) O Pressione massima dellacqua 3 10.0 bar
0.0
/
6181 (***) O Pressione minima dellacqua 3 10.0 bar
0.0
/
6182 (***) O Pressione critica minima dellacqua 3 10.0 bar
0.0
Memorizzare sonda
6200 T No -
No Si
Memorizzare parametri
6204 O No -
No Si
Reset a parametri di default
6205 T No -
No Si
6212 T Verifica numero generatore 1 100 0 199999 -
6213 T Verifica numero generatore 2 0 0 199999 -
6215 T Verifica numero cisterne di deposito 2 0 199999 -
6217 T Verifica numero circuiti di riscaldamento 3 0 199999 -
6220 I Versione software 3,4 0 99.9 -
6222 O Ore di funzionamento apparecchio 56 0 65535 h
Sistema LPB
6600 I Indirizzo apparecchio 2 0 16 -
6601 I Indirizzo segmento 0 0 14 -
Funzione Bus DI Alimentazione
6604 I Automatico -
Off Automatico

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

103

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Stato Bus Alimentazione
6605 I On -
Off On
6610 O Visualiz. messaggi sistema No Si Si -
6612 O Ritardo di allarme /2 60 min
Funzioni di conversione azione
6620 I Sistema -
Segmento Sistema
Conversione estate
6621 I Locale -
Localmente Centralmente
Modalit op. di commutazione
6623 I Centrale
Locale Centrale
Manual source lock
6624 I Locale
Locale Segmento
Assegnazione acqua sanitaria Tutti i circuiti di
6625 I HC locali Tutti gli HC nel segmento Tutti riscaldamento nel -
gli HC nel sistema sistema
Richiesta freddo
6627 (**) I Locale
Locale Centrale
Gestore della cascata
6630 I Automatico
Sempre Automatico
Uscita sorgente in modalit eco
6631 I Off
Off On ACS On
Modo orologio
6640 T Autonomo Slave senza impost. remota Autonomo -
Slave con impost. remota Master
6650 I Fonte temperatura esterna 0 0 239 -
Errore
Reset rel di allarme
6710 T No -
No Si
6740 I Allarme temp. mandata 1 / 10 240 min
6741 I Allarme temp. mandata 2 / 10 240 min
6743 I Allarme temp. caldaia / 10 240 min
6745 I Allarme caricamento acqua / 10 48 h
Allarme temperatura mandata raffred-
6746 (**) I / 10 240 min
damento 1
6800 I Cronologia 1 - -
I Codice errore 1 - 0 255 -
6802 I Cronologia 2 - -
I Codice errore 2 - 0 255 -
6804 I Cronologia 3 - -
I Codice errore 3 - 0 255 -
6806 I Cronologia 4 - -
I Codice errore 4 - 0 255 -
6808 I Cronologia 5 - -
I Codice errore 5 - 0 255 -
6810 I Cronologia 6 - -
I Codice errore 6 - 0 255 -
6812 I Cronologia 7 - -
I Codice errore 7 - 0 255 -
6814 I Cronologia 8 - -
I Codice errore 8 - 0 255 -
6816 I Cronologia 9 - -
I Codice errore 9 - 0 255 -
6818 I Cronologia 10 - -
I Codice errore 10 - 0 255 -

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

104

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
O
6820 Reset cronologia No Si No -
Manutenzione / Assistenza
7040 I Intervallo ore funzionamento bruciatore / 10 10000 h
Ore funzionam. bruc. dopo manuten-
7041 I 0 0 10000 h
zione
/
7042 I Intervallo avviamenti bruciatore 65535 -
60
7043 I Avviamenti bruc. dopo manutenzione 0 0 65535 -
7044 I Intervallo Manutenzione /1 240 mesi
7045 I Tempo trascorso dopo manutenzione 0 0 240 mesi
7053 I Limite di temperatura del gas di scarico /0 350 C
7054 I Messaggio di ritardo gas di scarico 0 0 120 min
Funzioni ECO
7119 I Bloccate
bloccate libere
Funzionamento ECO
7120 I Off
Off On
Funzione spazzacamino
7130 U Off -
Off On
Funzionamento manuale
7140 U Off -
Off On
7150 T Simulazione temp. esterna - -50.0 50 C
7170 T Telefono servizio clienti - -
Test input/output
Test ingresso/uscita
Nessun test Tutto off 1 stadio bru-
ciatore T2 1+ 2 stadio bruciatoreT2/
QX4 (***) Pompa ACS Q3 Pompa circu-
ito calore Q2 Miscelatore CR aperto Y1
Miscelatore CR chiuso Y2 Pompa circuito
calore Q6 (***) Miscelatore CR aperto Y5
7700 T (***) Miscelatore circuito calore chiuso Nessun test -
Y6 (***) Uscita rel QX1 Uscita rel QX2
(***) Uscita rel QX3 (***) Uscita rel QX
(**) Uscita rel QX21 modulo 1 Usci-
ta rel QX22 modulo 1 Uscita rel QX23
modulo 1 Uscita rel QX21 modulo 2
Uscita rel QX22 modulo 2 Uscita rel
QX23 modulo 2
7710 (***) T Test Uscita UX - 0 100 %
7711 (***) T Tensione segnale UX 0 0 10 Volt
7730 T Temperatura esterna B9 - -50.0 50 C
7732 T Temperatura mandata B1 - 0.0 140 C
7734 (***) T Temperatura di mandata B12 - 0.0 140 C
7750 T Temperatura caricamento acqua B3 - 0.0 140 C
7760 T Temperatura caldaia B2 - 0.0 140 C
7820 T Temperatura sonda BX1 - -28.0 350 C
7821 T Temperatura sonda BX2 - -28.0 350 C
7822 (***) T Temperatura sonda BX3 0 -28 350 C
7823 (***) T Temperatura sonda BX4 0 -28 350 C
7830 T Temp. sonda BX21 modulo 1 0 -28 350 C
7831 T Temp. sonda BX22 modulo 1 0 -28 350 C
7832 T Temp. sonda BX21 modulo 2 0 -28 350 C
7833 T Temp. sonda BX22 modulo 2 0 -28 350 C
7840 T Segnale di tensione H1 - 0 10 Volt

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

105

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
Logica contatto H1
7841 T - -
Aperto Chiuso
7845 T Segnale di tensione H2 0 0 10 C
Logica contatto H2
7846 T - -
Aperto Chiuso
7854 (***) T Segnale di tensione H3 0 0 10 Volt
Logica contatto H3
7855 (***) T -
Aperto Chiuso
Guasto bruciatore S3
7870 T - -
0V 230V
1 stadio bruciatore E1
7881 T - -
0V 230V
Ingresso EX2
7912 (***) T - -
0V 230V
Stato
8000 T Stato circuito riscaldamento 1 - -
8001 T Stato circuito riscaldamento 2 - -
8002 T Stato circuito riscaldamento P - -
8003 T Stato ACS - -
8005 T Stato caldaia - -
8007 T Stato solare - -
8008 T Stato caldaia a combustibile solido - -
8010 T Stato accumulo - -
8011 T Stato piscina - -
Diagnostica generazione di calore
8100
fino a T Priori di generazione 116
8130
Stato generatore 116
manca In carico azionamento manua-
8101
le attivo blocco produttore attivi effetto
fino a T
spazzacamino attivo TWW commuta-
8131
zione attiva limitazione temperatura
esterna attiva Nessun rilascio rilascio
Temperatura di mandata generatore in
8138 T 0 0 140 C
cascata
Setpoint di mandata generatore in ca-
8139 T 0 0 140 C
scata
Temperatura di ritorno generatore in
8140 T 0 0 140 C
cascata
8141 T Setpoint di ritorno generatore in cascata 0 0 140 C
8150 T Commutazione attuale produttore 0 0 990 h
Parametri diagnostica
1 stadio bruciatore T2
8300 T - -
Off On
2 stadio bruciatore
8301 (***) T - -
Off On
8308 (***) T Velocit pompa caldaia 0 0 100 %
8310 T Temperatura caldaia - 0.0 140.0 C
8311 T Setpoint caldaia - 0.0 140.0 C
8312 T Punto di commutazione della caldaia 0 0 140 C
8314 T Temperatura ritorno caldaia - 0.0 140.0 C
8315 T Setpoint Temperatura ritorno caldaia 0 0 140 C
8316 T Temperatura gas di scarico 0 0 350 C
8318 T Temperatura massima gas di scarico 0 0 350 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

106

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
8326 T Modulazione del bruciatore 0 0 100 %
8330 T Ore di funzionamento prima fase 0 0 65535 h
8331 T Conteggio avvio prima fase - 0 199999 -
8332 (***) T Ore di funzionamento seconda fase 0 0 65535 h
8333 (***) T Conteggio avvio seconda fase 0 0 199999 -
8505 (***) T Numero di giri pompa di collettore 1 0 0 100 %
8506 (***) T Numero di giri pompa solare ext. Tau 0 0 100 %
8507 (***) T Numero di giri pompa solare buffer 0 0 100 %
8508 (***) T Numero di giri pompa solare piscina 0 0 100 %
8510 T Temperatura collettore 1 - -28.0 350 C
8511 T Temperatura collettore 1 max 0 -28.0 350 C
8512 T Temperatura collettore 1 min 0 -28.0 350 C
8513 T T collettore 1/ACS - -168.0 350 C
8514 T T collettore 1/scambiatore - -168.0 350 C
8515 T T collectore 1/piscina - -168.0 350 C
8519 T Temperatura di mandata solare 0 -28.0 350 C
8520 T Temperatura di ritorno solare 0 -28.0 350 C
8526 U Carico giornaliero energia solare 0 0 999.9 kW/h
8527 U Carico complessivo energia solare 0 0 9999999.9 kW/h
8530 I Ore di funzionamento produzione solare - 0 65535 h
8531 I Ore di funzionamento surrisc. collettore - 0 65535 h
8543 (***) I Velocit pompa collettore 2 0 0 100 %
8547 T Temperatura collettore 2 0 -28.0 350 C
8548 T Temperatura massima collettore 2 -28.0 -28.0 350 C
8549 T Temperatura minima collettore 2 3500 -28 350 C
8550 T T collettore 2/ACS 0 -168 350 C
8551 T T collettore 2/scambiatore 0 -168 350 C
8552 T t collettore 2/piscina 0 -168 350 C
8560 T Temperatura caldaia combustibile solido 0 0 140 C
Ore di funzionam. caldaia combustibile
8570 U 0 0 65535 h
solido
Diagnosi utenze
8700 T Temperatura esterna - -50.0 50.0 C
8703 T Temp. esterna attenuata - -50.0 50.0 C
8704 T Temp. esterna composta - -50.0 50.0 C
8720 (**) T Umidit ambiente relativa - 0 100 %
8721 (**) T Temperatura umidit - 0 50.0 C
8722 (**) T Temperatura punto di condensazione 1 - 0 50.0 C
Pompa circuito riscaldamento Q2
8730 T - -
Off On
Circuito riscaldamento - miscelatore CR
8731 T aperto Y1 - -
Off On
Circuito riscaldamento - miscelatore CR
8732 T chiuso Y2 - -
Off On
8735 (***) I Numero giri pompa calore 1 0 0 100 %
8740 T Temperatura ambiente 1 - 0.0 50.0 C
8741 T Setpoint ambiente 1 - 4.0 35.0 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

107

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
8742 O Modello della temperatura della stanza 1 - 0.0 50.0 C
8743 T Temperatura di mandata 1 - 0.0 140.0 C
8744 T Setpoint di mandata 1 - 0.0 140.0 C
Pompa circuito di raffreddamento 1
8751 (**) T -
Off On
Miscelatore circuito raffreddamento 1
8752 (**) T Aperto -
Off On
Miscelatore circuito raffreddamento 1
8753 (**) T Chiuso -
Off On
Valvola deviatrice raffreddamento 1
8754 (**) T -
Off On
Temperatura di mandata raffreddamento
8756 (**) T - 0 140 C
1
8757 (**) T Setpoint di mandata raffreddamento 1 - 0 140 C
Pompa circuito di calore 2
8760 T - -
Off On
Valvola miscelatrice circuito calore 2
8761 T Aperta - -
Off On
Valvola miscelatrice circuito calore 2
8762 T Chiusa - -
Off On
8765 (***) I Velocit pompa circuito di calore 2 0 0 100 %
8770 T Temperatura ambiente 2 - 0.0 50.0 C
8771 T Setpoint ambiente 2 - 4.0 35.0 C
8772 O Modello della temperatura della stanza 2 - 0.0 50.0 C
8773 T Temperatura mandata 2 - 0.0 140.0 C
8774 T Setpoint di mandata 2 - 0.0 140.0 C
8795 (***) T Velocit pompa circuito di calore B 0 0 100 %
8800 T Setpoint ambiente P - 0.0 50.0 C
8801 T Setpoint di mandata P - 4.0 35.0 C
8802 O Modello della temperatura della stanza P - 0.0 50.0 C
8803 T Temperatura ambiente P - 0.0 140.0 C
Pompa ACS Q3
8820 T - -
Off On
8825 (***) T Numero giri pompa acqua sanitaria 0 0 100 %
8826 (***) T Num. giri pompa circol. Interna ACS 0 0 100 %
8830 T Temperatura ACS 1 - 0.0 140.0 C
8831 T Setpoint Temperatura ACS - 8.0 80.0 C
8832 T Temperatura ACS 2 - 0.0 140.0 C
8835 T Temperatura circolazione ACS - 0.0 140.0 C
8836 T TWW temperatura dimpianto 0 0 140 C
8850 T Temperatura controllo primario ACS 0 0 140 C
8851 T Setpoint controllo primario ACS 0 0 140 C
8852 T Temperatura ist. riscal. ACS 0 0 140 C
8853 T Setpoint i st. riscal. ACS 0 0 140 C
8900 T Temperatura piscina 0 0 140 C
8901 T Setpoint piscina 24 8 80 C
8930 T Temperatura controllo primario - 0.0 140.0 C
8931 T Setpoint controllo primario - 0.0 140.0 C
8950 T Temperatura di mandata comune - 0.0 140.0 C

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

108

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Numero Impostazione Campo Unit di


Livello Funzione
parametro di fabbrica Min Max misura
8951 T Setpoint comune di mandata flusso - 0.0 140.0 C
8952 T Temperatura ritorno comune 0 0 140 C
Setpoint comune di mandata flusso
8957 (**) T 0 0 140 C
refrig
8962 T Setpoint comune delluscita 0 0 100 %
8980 T Temp 1 accumulo - 0.0 140.0 C
8981 T Valore memorizzato del buffer 0 0 140 C
8982 T Temp. 2 accumulo - 0.0 140.0 C
8983 T Temp. 3 accumulo 0 0 140 C
9000 T Setpoint temperatura d mandata H1 - 5.0 130.0 C
9001 T Setpoint temperatura di mandata H2 - 5.0 130.0 C
9004 (***) T Setpoint temperatura di mandata H3 8 8 120 C
9005 T Pressione acqua H1 - 0.0 10.0 bar
9006 T Pressione acqua H2 - 0.0 10.0 bar
9009 (***) T Pressione acqua H3 - 0 10.0 bar
Uscita rel QX1
9031 T - -
Off On
Uscita rel QX2
9032 (***) T - -
Off On
Uscita rel QX3
9033 (***) T - -
Off On
Uscita rel QX4
9034 (***) T - -
Off On
Uscita rel QX21 modulo 1
9050 T - -
Off On
Uscita rel QX22 modulo 1
9051 T - -
Off On
Uscita rel QX23 modulo 1
9052 T - -
Off On
Uscita rel QX21 modulo 2
9053 T - -
Off On
Uscita rel QX22 modulo 2
9054 T - -
Off On
Uscita rel QX23 modulo 2
9055 T - -
Off On

U = Utente Finale, T= Tecnico messa in servizio, I = Installatore, O = OEM, BZ = Numero di linea


(*) Solo per QAA75../78, (**) Solo per RVS43, (***) Solo per RVS63..

109

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.15 Smontaggio dei componenti e pulizia del gruppo termico

Prima di effettuare le operazioni di manutenzione e pu-


lizia:
Togliere lalimentazione elettrica posizionando
linterruttore generale dellimpianto su spento e
il selettore di funzione del quadro di comando
su (I).

ON
Esterna
La pulizia della pannellatura esterna del gruppo termi-
co e del quadro di comando deve essere effettuata con
panni inumiditi con acqua e sapone. OFF
Nel caso di macchie tenaci inumidire il panno con una
miscela al 50% di acqua ed alcool denaturato o con
prodotti specifici.
Terminata la pulizia asciugare il gruppo termico.

00Non usare prodotti abrasivi o benzina o trielina.

Interna
Prima di iniziare lo smontaggio dei componenti chiude-
re i dispositivi di intercettazione del combustibile.

Smontaggio della pannellatura ed accesso alle parti


interne del gruppo termico
Rimuovere il pannello anteriore superiore (1) ti-
randolo verso lesterno
Rimuovere il pannello anteriore inferiore (2) ti-
randolo verso lesterno e quindi verso l'alto
Rimuovere il pannello d'ispezione laterale (3) ti-
randolo a s facendo presa nelle maniglie
5
Smontaggio del quadro di comando
Svitare la vite (4) e ruotare il quadro di comando
(5) 1 6
Ruotare parzialmente il pannello frontale del
quadro di comando ed allentare/togliere le viti
(6)
Rimuovere la calotta posteriore del quadro di co- 3
mando per accedere alle unit di controllo. 4

Smontaggio del bruciatore 2


Vedere pag. 5152.

99La manutenzione del bruciatore PREMIX deve esse-


re effettuata esclusivamente dal Servizio Tecnico di
Assistenza R.

110

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

Pulizia del bollitore


La manutenzione del bollitore consigliata con perio-
dicit annuale per verificare lo stato delle parti interne 13
e dell'anodo in magnesio.

Chiudere il rubinetto d'intercettazione dell'im-


pianto sanitario
Rimuovere il pannello anteriore del gruppo ter-
mico
Svuotare il bollitore come descritto a pag. 48 14
Verificare lo stato di consumo dell'anodo in ma-
gnesio (13) (sostituirlo se necessario)
Rimuovere le dadi che fissano la flangia di ispe-
zione (14) al bollitore
Pulire le superfici interne ed asportare i residui
attraverso l'apertura

Verificare l'integrit della guarnizione.

Nota:
Dopo aver rimontato la flangia di ispezione si consiglia
di stringere i dadi di fissaggio con sistema "a croce" per
esercitare una pressione uniformemente distribuita
sulla guarnizione.

Dopo aver effettuato la manutenzione e la pulizia, ri-


montare tutti i componenti operando in maniera inver-
sa a quella descritta e verificare la tenuta delle giun-
zioni.

15
16
Pulizia sifone e scarico condensa
Rimuovere il pannello anterio-
re e superiore del gruppo termico ed in-
dividuare il sifone (15) di scarico condensa
14
15

Togliere la coppiglia (16), staccare il tubo corruga-


to di scarico condensa, estrarre il sifone e smon-
tarlo agendo sui due tappi a vite (17). 16
17

17
18
Rimuovere il galleggiante (18) e pulire tutti i com-
ponenti.

Completate le operazioni di pulizia, rimontare i compo-


nenti operando in senso contrario a quanto descritto.

16
17

111

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.16 Eventuali anomalie e rimedi

ANOMALIA CAUSA RIMEDIO

Verificare la tenuta delle giunzioni e


Odore di gas Circuito di alimentazione gas
la chiusura delle prese di pressione

Verificare a tenuta delle giunzioni


Odore di gas incombusti Circuito fumi verificare l'assenza di ostruzioni
verificare la qualit combustione

Verificare le regolazioni di combustio-


Condensa sui tubi uscita fumi Bassa temperatura dei fumi
ne e la portata combustibile

Pressione gas bruciatore Verificare regolazione

Diaframma installato Verificare diametro

Combustione non regolare

Pulizia bruciatore e scambiatore Verificare condizioni

Passaggi scambiatore ostruiti Verificare pulizia dei passaggi

Ritardi di accensione con


Pressione gas bruciatore Verificare pulizia dei passaggi
pulsazioni al bruciatore

Il gruppo termico si sporca in breve Verificare colore fiamma


Combustione
tempo Verificare regolazioni di combustione

Guasto del termostato di caldaia o


Verificare
delle sonde
Il bruciatore non si avvia con
richiesta di calore in atto
Intervento termostato di sicurezza Riarmare

Mancanza alimentazione elettrica Verificare i collegamenti elettrici


Il gruppo termico non si avvia
(segnalazione verde spenta) Verificare il fusibile

Corpo generatore sporco Pulire camera di combustione

Il gruppo termico non va in


Portata bruciatore insufficiente Controllare regolazione bruciatore
temperatura

Verificare corretto funzionamento


Regolazione caldaia Regolare temperatura di caldaia al
massimo

112

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

ANOMALIA CAUSA RIMEDIO

Verificare corretto funzionamento


Regolazione caldaia Verificare il cablaggio elettrico
Verificare posizione bulbi sonde
Il generatore va in blocco di
sicurezza termica
Verificare valvola di sfiato
Mancanza acqua
Verificare pressione circuito risc.

Presenza d'aria nell'impianto Sfiatare l'impianto


Il generatore in temperatura ma
il sistema scaldante freddo Sbloccare il circolatore
Sostituire il circolatore
Circolatore in avaria
Verificare il collegamento elettrico del
circolatore
Sbloccare il circolatore
Il circolatore non Sostituire il circolatore
Circolatore in avaria
si avvia Verificare il collegamento
elettrico del circolatore

Valvola di sicurezza impianto Verificare taratura o efficienza

Frequente intervento della valvola Verificare pressione carico


Pressione circuito impianto
di sicurezza impianto Verificare riduttore di pressione

Vaso espansione impianto Verificare efficienza

Valvola di sicurezza sanitario Verificare taratura o efficienza

Frequente intervento della valvola


Pressione circuito sanitario Verificare pressione carico impianto
di sicurezza sanitario

Vaso espansione sanitario Verificare efficienza

Eccessiva pressione di rete Montare limitatore di pressione

Eccessiva portata Montare riduttore di portata


Scarsa produzione di acqua calda
sanitaria Verificare ed asportare
Controllare funzionamento pompa
circuito sanitario
Presenza di calcare e/o dispositivi nel
Verificare temperatura impostata
bollitore
Verificare posizione bulbi sonde
Verificare temperatura di regime
caldaia

Valvola di sicurezza circuito solare Verificare taratura o efficienza

Frequente intervento della valvola


Pressione circuito solare Verificare pressione circuito solare
di sicurezza circuito solare

Vaso espansione circuito solare Verificare efficienza

113

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

3.17 Informazioni utili

Venditore:............................................................... Installatore:.............................................................
Sig.:........................................................................ Sig.:........................................................................
Via:......................................................................... Via:.........................................................................
Tel.:......................................................................... Tel.:.........................................................................

Servizio Tecnico di Assistenza:...................................


Sig.:........................................................................
Via:.........................................................................
Tel.:.........................................................................

Data Intervento

Fornitore del combustibile:.......................................


Sig.:........................................................................
Via:.........................................................................
Tel.:.........................................................................

Quantit Quantit Quantit Quantit


Data Data Data Data
fornita fornita fornita fornita

114

SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

115
RIELLO S.p.A.
37045 Legnago (vR)
Tel. 0442630111 - fax 044222378 - www.riello.it

Poich lAzienda costantemente impegnata nel continuo perfezionamento di tutta la sua produzione, le caratteristiche estetiche e di-
mensionali, i dati tecnici, gli equipaggiamenti e gli accessori, possono essere soggetti a variazione.