Sei sulla pagina 1di 9

Esercizio 1: Determinare la misura del wattmetro W nella rete trifase simmetrica e equilibrata di Fig.1.

P2 = 2425W ; A = 5; cos 2 = 0.7 (rit );


1 2 3 + W +

R = 10; P1 = 1500W ;
A

Q1 = 1000Var;

R
ER I*
2

P 2
I2 I1

cos2

P1 Q1
Fig.1
* * Il wattmetro legge la grandezza W = ReV13 * I 2 con I 2 = I 2 + I 1

Nota la lettura dellamperometro si ricava il valore efficace della tensione concatenata sul carico 2: P2 V2 = = 400 3I 2 cos 2 Scelto sullasse reale il fasore della tensione stellata E 2 si ha: E 2 =
400 3 = 231

Il fasore I 2 = I 2 e j 2 = 5 * (0.7 j 0.7 ) = 3.5 j 3.5 Il valore efficace della corrente I1 risulta: I 1 =

P1 3V cos 1

= 2.6

ove 1 = a tan

Q1 = 33.7 P1

Il fasore I1 = I 1 e j1 = 2.6 * (0.83 + j 0.55 )


* La corrente I 2 = 3.5 j 3.5 + 2.16 + j1.44 = 5.6 j 2.1

* * Nota I 2 , posso valutare la tensione sulla resistenza R: E R = R * I 2 = 56 j 21

* La tensione stellata sul carico equivalente , pertanto: E 2 = E R + E 2 = 287 j 21

* E la tensione concatenata V13 = 3 * E 2 * e j 90 = 36.8 + j 498 :

da cui: W=-851W

E possibile anche utilizzare un altro metodo di risoluzione. Il carico 1 e il carico 2 costituiscono un unico carico che assorbe le potenze:
P = P1 + P 2 = 1500 + 2425 = 3925W Q = Q1 + Q 2 = Q1 + P2 tg 2 = 2474 1000 = 1474Var

e sottoposto alla tensione concatenata V2 =


R
ER W 3 I* 2

P2 3I 2 cos 2

= 400

1 2 +

P Q

* * Il valore efficace dela corrente I 2 si ricava da: I 2 =

P 3V cos
2

= 6.05

= a tan = 20.6 con

Q P

* La potenza dissipata sulle tre resistenze R : PjR = 3 * R * (I 2 ) = 1098W

Il carico totale assorbe le potenze:

PT = P + P jR = 3925 + 1044 = 5023W


QT = Q + Q jR = 1474 + 0 = 1474Var
con T = 16.3
1 2 3 + I + W
* 2

PT QT cosT
= 499.5V

V 13

La tensione concatenata si ricava da: V13 =

PT 3I cos T
* 2

Scegliendo il fasore E 2 sullasse reale: E 2 = 288


* * Da cui: I 2 = I 2 e jT = 5.8 - j1.7;

V13 = 3E 2 e + j 90 = j 499.5

W=-851W

Esercizio2: Determinare la misura del wattmetro W nella rete trifase simmetrica di Fig.2, che alimenta i carichi trifase equilibrati 1 e 2.
A = 10 A; P = 15kW ; 1 Q1 = 10 kVAr ; R = 24;
1 + 2+ 3 A R X I2 W I22 I 21

X = 15;

P1 Q1

Fig.2
Il wattmetro legge la grandezza W = ReV13 * I 2 La corrente I 2 = I 21 + I 22

Trasformiamo il triangolo in una stella di impedenze: Rs=R/3; Xs=X/3 Il modulo della tensione stellata sul carico 2 : E2 = I 22 * mod(Rs + jX s ) = 94.3 Scegliamo il fasore E2 sullasse reale: E 2 = 94.3 Calcoliamo il fasore I 22 :
I 22 = 10; X I 22 = E 2 a tan s R s ; I 22 = 10e j 32 = 8.5 - j 5.3

Il modulo V della tensione concatenata : V = 3E = 163.4 Calcoliamo il fasore V13 :

V13 = 163.4;

V13 = E 2 + 90;

V13 = 163.4e + j 90 = j163.4

Il fasore della corrente di linea I 21 si pu ricavare dalle potenze P1 e Q1 e dal fattore di potenza del carico 1:

1 = a tan
I 21 =

Q1 = 33.7 P1

P1 = 63.7; 3V cos 1

I 21 = E 2 1 = 33.7;

I 21 = 63.7e j 33.7 = 53 + j 35.3

I2 = 61.5 + j 30

Da cui la lettura del wattmetro : W=4907 W

Esercizio3: Determinare la misura del wattmetro W nella rete trifase simmetrica e equilibrata di Fig.3.
P = 5256W ; cos = 0.8 (carico ohmico - capacitivo );
1 2 3 + + W V I 1 I'

R = 10; Z = + j 54.6;
1

V = 380V ;

V 13

P1 cos1

I'' 1

Fig.3
V13 * I 1 Il wattmetro legge la grandezza W = Re

Dalla lettura del voltmetro nota la tensione concatenata sul carico 1. Il valore efficace della corrente di linea I1 ' risulta: I 1 ' = P1 3V cos 1 = 10

Nota la corrente I 1 ' , la potenza dissipata sulle tre resistenze R PR = 3R * (I 1 ') = 2989 W
2

Il carico equivalente costituito dai tre resistori R e dal carico 1 assorbe le potenze:
P = P1 + PR = 8245 W ; Q = Q1 + Q R = Ptg 1 + 0 = 3942 Var

1 2 3

+ + W

I'

V 13

P cos
I'' 1

Il valore efficace della tensione stellata su tale carico si pu ricavare dalla relazione: P Q E1 = = 305.2V con = a tan 3I 1 ' cos P

Ma E1 anche la tensione stellata sul carico costituito dalle tre impedenze Z. E quindi possibile ricavare il valore efficace della corrente in tali impedenze: I1 ' ' = E1 E = 1 = 5.58 A Z 54.6

Il carico trifase costituito dalle tre impedenze Z assorbe una potenza attiva P2 nulla ed una potenza reattiva Q2 pari a:
Q 2 = 3 X L ( I 1 ' ') = 3
2

(E1 )2
XL

= 5117 Var

Il carico totale visto dal wattmetro assorbe la potenza:


PT = P + P2 = 8245W ; QT = Q + Q2 = 1175Var

Il carico totale ohmico-induttivo


1 2 3 + + W I 1

PT QT cosT

V 13

Scegliendo il fasore E1 sullasse reale: E1 = 305.18 Da cui: I1 = I 1e j = 9 - j 1.28; e W=4462 W

V13 = 3E1e j 30 = 457.8 - j264.3

ESERCIZIO 4 Determinare la misura del wattmetro W nella rete trifase di Fig.2 alimentata da una terna simmetrica di tensioni, nota la lettura dellamperometro (A=10A).

+ + Ic W I2

R XC
A

XL

I2t

R = 50;

X L = 20;

X C = 20;

Il wattmetro legge la grandezza W = ReV13 * I 2

La corrente I 2 = I 2T I c La tensione E 2 in modulo risulta: mod E 2 = mod (R + jX L ) * I A = 538 .5V

( )

Ove IA la lettura dellamperometro. Scegliamo il fasore E 2 sullasse reale: E 2 = 538 .5

La corrente I2T sfasata in ritardo di un angolo rispetto alla tensione E2 :

= a tan

XL = 21.8 R

I 2T = I A e j = 9.3 - j3.7

La tensione sul condensatore la tensione concatenata V12


V12 = 3E 2 e
5 j 6

= -807 + j 466

La corrente nel condensatore I c = I 12 =

V12 = -23.3 - j 40.4 , da cui: I 2 = 32.6 - j 36.7 jX c

La tensione V13 risulta: V13 = 3 E 2 e

= j 932 e la lettura del wattmetro W=34.3 kW

Esercizio 5: La linea trifase di Fig.2, con conduttori di impedenza Z, alimenta un carico equilibrato che assorbe la potenza P, con fattore di potenza cos. Conoscendo la lettura V del voltmetro, determinare il fattore di potenza a monte della linea.
Z = R + j X L = 0.15 + j 0.05 ; P = 300 kW ; cos = 0.8(rit.); V = 500V

R
1

XL
V

2 3

cos
Fig.5

La corrente di linea si ricava da I L =

P 3V cos

2 La potenza attiva assorbita dai tre resistori di linea : PR = 3RI L


2 La potenza reattiva assorbita dai tre induttori di linea : QL = 3 X L I L

La potenza reattiva assorbita dal carico trifase si ricava da: Q = Ptg La potenza attiva totale assorbita : PTOT = PR + P La potenza reattiva totale assorbita : QTOT = QL + Q Da cui : TOT = a tan QTOT PTOT e il fattore di potenza cos TOT

Esercizio 6: Determinare la misura del wattmetro W nella rete trifase simmetrica di Fig.6 che alimenta il carico trifase equilibrato T e il carico monofase M.
V = 400V ; PT = 15kW ; cos T = 0.7 (rit.); PM = 3kW ; Q M = 1kVAR;

1 V 2 3 + + W

PT

cosT
(rit.)

PM QM
Fig.6

Il wattmetro legge la grandezza W = ReV32 * I 3

La corrente I 3 = I 3T + I M Scegliamo il fasore E3 sullasse reale: E 3 = La tensione V32 in modulo e fase risulta:
400 3

mod V32 = V = 400;

( )

fase V32 = = 30

( )

V32 = 400e j 30 = 346.4 - j200


Valutiamo la corrente di linea I 3T nel carico trifase in modulo e fase. Indicando con T langolo di ritardo della corrente I3T rispetto alla tensione stellata E3: mod I 3T = I 3T =

( )

PT = 30.9; 3V cos T

fase I 3T = 3T = fase E3 T = 0 45.5

( )

( )

I 3T = I 3T e j 3T = 21.6 - j22.1
Per il carico monofase, langolo di ritardo della corrente I M rispetto alla tensione V32 sul carico :

M = a tan

QM PM

= 18.4

Con la convenzione dellutilizzatore sul carico M, la corrente I M risulta: mod I M = I M =

( )

PM = 7.9; V cos M

fase I M = 31M = fase V32 M = 11.5

( )

( )

I M = I M e j1M = 7.7 - j1.6


I 3 = I 3T + I M
e, quindi,

I 3 = 29.4 - j23.6

Da cui W=14918 W