Sei sulla pagina 1di 48

www.gazzetta.

it Giovedì 17/2/2022 Anno 126 - numero 40 |euro 1,50

I L POST
È IL GIORNO DELLA F1-75, MA SPUNTA UNA FOTO... NI

ER
D OMA
OPS! GIÀ SVELATA LO
LA NUOVA FERRARI IN R
EGA

IN ROSSO E NERO
di CREMONESI, FILISETTI, IANIERI R 36-37

100
LA CENTESIMA PRESENZA
CHAMPIONS GIOCA E LOTTA, MA IL LIVERPOOL LA BEFFA

L’INTER DA LEAO
Festa al Milan
con le coccole

SI MANGIA
di Maldini
per lo scudetto
di BOCCI, GOZZINI R 18-19

LE MANI
(Rafa Leao e il d.t. Paolo Maldini)

Nerazzurri alla pari per 75’


con traversa di Calhanoglu
Firmino e Salah spietati: 0-2
Inzaghi: «Orgoglioso di noi»
Klopp: «Che sofferenza»
Per i quarti serve un miracolo
di CONTICELLO, LICARI, STOPPINI, SCHIANCHI
R DA 4 A 9 (La rabbia dell’interista Ivan Perisic) DOMANI ALLO STADIUM

I L C O M M E N T O
DUELLI
L’AMAREZZA DI SIMONE DA DERBY
E LA LEGGE DEI PIÙ FORTI Vlahovic-Bremer
di Andrea Di Caro
R Pagina 27
e le altre sfide
Tutte le chiavi
L ’ A N A L I S I di Juve-Torino
BATTUTI SENZA MAI di CECERE, CLARI R 16-17
ABBASSARE GLI OCCHI (Dusan Vlahovic e Gleison Bremer)

di Luigi Garlando
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

R Pagine 2-3

ANDATA PLAYOFF DI EUROLEAGUE ALLE 18.45 AL CAMP NOU ALLE 21 GASP CON L’OLYMPIACOS, SARRI A OPORTO

NAPOLI A BARCELLONA NEL NOME DI DIEGO L’ATALANTA D’ASSALTO


SPALLETTI: «MARADONA TIFERÀ PER NOI» UNA LAZIO SENZA PAURA
di MALFITANO, NICITA, RICCI R 12-13 (I due allenatori: Xavi e Spalletti) di CIERI, ELEFANTE R 14-15

LA POLEMICA DI NINNA QUARIO

22
NO 20
PECHI
20217

Mamma Brignone ALTRO ARGENTO PER LA FONTANA: 11 MEDAGLIE OLIMPICHE E ACCUSE A UN AZZURRO

«Goggia egocentrica, IL MITO DI ARIANNA


RECORD E VELENI
9 771120 506000

infortunio non grave»


di CRIVELLI R 34 di BATTAGGIA, MARABINI R DA 32 A 35 (Arianna Fontana, 31, a Pechino 3 podi)
(Federica Brignone e Sofia Goggia)

di Gene Gnocchi Nicola: «Se la Salernitana si salva, vado a piedi dal Papa». Bergoglio: «Non c’è problema,
IL ROMPIPALLONE ho fissato udienza anche a Blessin, Mazzarri, Zanetti, Giampaolo, Cioffi e Motta».
2 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

CHAMPIONS LEAGUE

OTTAVI DI FINALE

Che peccato, era


Uno-due micidiale
San Siro resta in silenzio
Nella foto a sinistra, il pallone
colpito di testa da Firmino si infila
dentro la porta di Handanovic;
qui accanto Salah nel traffico in
mezzo all’area nerazzurra calcia
e buca Handa: l’egiziano aveva
segnato in questa Champions
League anche al Milan GETTY/AP

I NERAZZURRI REGGONO 75’


POI I GOL DI FIRMINO-SALAH
ALIVERPOOLPERL’IMPRESA
Punizione pesante per i campioni d’Italia: creano gioco,
Calhanoglu prende la traversa, ma il finale è tutto dei Reds
intensità è già all’altezza di una
INTER
02 LIVERPOOL delle più forti squadre d’Europa.
L’analisi Ma non basta ancora. Non ha se-
(PT)0 R Q0 gnato per troppi errori di rifinitu-
di Luigi Garlando
ra, ha preso gol per due distrazio-
MILANO
ni. Dominare e non vincere, come

A
PERISIC ALEXANDER-ARNOLD nel derby, non deve diventare un
vizio. A parte la traversa di Calha-
BASTONI SALAH ELLIOTT noglu, ieri, nessun tiro in porta,
CALHANOGLU nonostante tanta pressione. A
LAUTARO KONATÉ
questi livelli, la felicità non si mi-
sura in metri o in minuti, ma in
HANDANOVIC DE VRIJ BROZOVIC DIOGO FABINHO ALISSON
JOTA centimetri e in secondi. Bisogna- sione. Comincia il bel primo tem-
d Anfield non basterà un’impresa. va lavorare sui dettagli e sulla ri- po dei nerazzurri che ribattono
VIDAL
DZEKO VAN DIJK
Servirà qualcosa di più per ri- cerca della perfezione. E’ questa la Mancanza colpo su colpo. Mané (14’) scheg-
SKRINIAR MANÉ THIAGO
ALCANTARA
montare due gol al Liverpool nella
sua tana. Peccato, però, perché la
lezione inglese che l’Inter porta a
casa.
Fra i nerazzurri gia la traversa di testa? Calhano-
glu (16’) la colpisce in pieno: stop
DUMFRIES ROBERTSON
vittoria con doppio scarto degli è venuta meno e tiro, bellissimo, su imbeccata di
3-5-2 4-3-3 inglesi nasconde la verità del ma- Toro di legno Primi cinque solo la precisione Perisic che impone la sua velocità
tch, come la nebbia che ieri ha pa- minuti pieni di Liverpool, con i ad Alexander-Arnold, che non è
MARCATORI: Firmino al 31‘, Salah al 38’s.t.
scolato a San Siro. L’Inter, una bel- terzini già a mordere l’area neraz- nella rifinitura: di nato lento. Il Toro sta ricambiando
6,5 6,5 7 7 la Inter, meritava di più. Ha tenuto
testa ai Reds in un primo tempo
zurra. I Reds sono al quinto ottavo
di finale di fila; l’Inter ci torna do-
centimetri o secondi la fiducia di Inzaghi. E’ lì a sinistra
che l’Inter costruisce le cose mi-
equilibrato e li ha messi sotto nel- po 10 anni. La Storia non entra in gliori perché anche un ispirato
INTER ALL. S.INZAGHI LIVERPOOL ALL. KLOPP la ripresa con una ventina di mi- campo. Ma l’abitudine a certe Calhanoglu fa prigioniero il suo
nuti di ottimo calcio. Perisic e quote fa respirare meglio. Al 5’ dirimpettaio: il giovanissimo e in-
Calhanoglu su tutti. Qualità di però Lautaro tuona a lato di poco, certo Elliott, 18 anni, 3 presenze in
INTER (3-5-2)
Handanovic; Skriniar,
1 3 LIVERPOOL (4-3-3)
Alisson; Alexander-Arnold, palleggio, ma soprattutto quel- San Siro ruggisce e l’Inter si scrol- questa Premier e nessuna prima
De Vrij (Ranocchia dal 42’ Konaté, Van Dijk, l’intensità che siamo soliti invi- la dalle spalle la forfora della ten- d’ora in questa Champions. E’
s.t.), Bastoni (Dimarco Robertson; Elliott (Keita diare agli inglesi. Per il primo
dal 46’ s.t.); Dumfries dal 15’ s.t.), Fabinho quarto d’ora della ripresa, il Liver-
(Darmian dal 42’ s.t.), Vidal TIRI IN PORTA (Henderson dal 15’ s.t.),
(Gagliardini dal 42’ s.t.), Thiago Alcantara (Milner pool non è riuscito a mettere fuori di Dumfries che fa un
Brozovic, Calhanoglu, 46,3 53,7 dal 41’ s.t.); Salah, Diogo la testa dalla sua scatola difensiva. movimento innaturale ma è
Perisic; Dzeko, Lautaro Jota (Firmino dal 1’ s.t.), Dopo la traversa di Calhanoglu scavalcato dal pallone: schiena
LA MOVIOLA
(Sanchez dal 25’ s.t.) Mané (Luis Diaz dal 15’ nel primo tempo, sono arrivate al- sfiorata e maglia toccata,
PANCHINA: Radu, Cordaz, s.t.). tre buone occasioni, anche se non considerato non abbastanza
D’Ambrosio, Sangalli, PANCHINA: Kelleher, di Matteo Dalla Vite
POSSESSO % tradotte da tiri in porta. Quando per annullare lo 0-2 di Salah
Carboni, Caicedo Gomez, Oxlade-
ALLENATORE: Simone
Inzaghi
10 9 Chamberlain, Minamino,
Tsimikas, Matip, Origi
sembrava che l’Inter stesse per
raccogliere il premio partita, è ar- La rete di Dzeko successivo. Marciniak ha
permesso contatti anche
ESPULSI nessuno
AMMONITI nessuno
ALLENATORE: Klopp
ESPULSI: nessuno
rivata la beffa: i gol di Firmino e
Salah al 31’ e al 38’ nati da calci da
è in fuorigioco spigolosi, sportellate, falli (20)
mai cattivi. Al 17’ p.t. Lautaro
CAMBI DI SISTEMA
nessuno FALLI FATTI
AMMONITI: nessuno
CAMBI DI SISTEMA:
fermo. Due schiaffi dolorosissimi. Van Dijk cade al limite dell’area dei
BARICENTRO MOLTO
BASSO 41,6 m 359 432 nessuno
BARICENTRO MEDIO
Lezione d’inglese L’Inter de- e quella mano... Nello 0-2 La mano di Van Dijk
Reds: viene sfiorato da Konaté
e la palla la arpiona Robertson.
53,4 m ve andare oltre l’amarezza e sfor- Al 15’ s.t., un lancio di Vidal
zarsi di bere il bicchiere mezzo ● Il direttore di gara polacco contrasto che ha generato la manda in gol Edin Dzeko: la
pieno. Non ha giocato solo per Marciniak finisce la gara punizione che ha poi portato al posizione del bosniaco è
PASSAGGI RIUSCITI questa Champions, anche per senza aver messo sul taccuino raddoppio del Liverpool. Nel leggermente oltre l’ultimo
quelle che verranno. Sta attraver- ammonizioni: il cartellino giallo cross sul quale Van Dijk fa da difensore del Liverpool.
ARBITRO: Marciniak (Pol)
sando un percorso di crescita e ie- lo ha rischiato Vidal (su torre, lo stesso olandese Regolare lo 0-1 di Firmino:
NOTE: spettatori 37.918. Tiri in porta 1-3. Tiri fuori 6-5.
Angoli 7-7. In fuorigioco 3-1. Recuperi 2’ p.t., 3’ s.t. ri ha ottenuto una risposta impor- Alexander-Arnold) nel appoggia la mano sulla schiena angolo provocato da Brozovic.
tante: per fisicità, solidità tattica,
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 3

una bella Inter


I numeri della partita
INTER
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

1
95
6 14
77
37 22 20
9
10
2

1 Handanovic 2 Dumfries 14 Perisic

I NUMERI
37 Skriniar 22 Vidal 9 Dzeko
6 De Vrij 77 Brozovic 10 Lautaro
95 Bastoni 20 Calhanoglu

6
Le volte
in cui l’Inter
% PASSAGGI RIUSCITI

non ha subìto 79,1


gol nel primo
tempo su sette
partite, meglio
di qualsiasi altra
CROSS EFFETTUATI
squadra in
questa stagione 17
di Champions
PERSI PALLONI RECUPERATI

150
Le presenze
di Stefan de Vrij
151 74

LANCI
con la maglia
dell’Inter
considerando 56
tutte le
competizioni
LIVERPOOL
Il gol spezzagambe
La delusione di Bastoni
e l’esultanza dei giocatori
del Liverpool che festeggiano
0
Le reti
di Lautaro
POSIZIONE MEDIA DEI GIOCATORI
L’UOMO CHIAVE

1
4 26
Mohamed Salah dopo in questa 6
5
il gol del 2-0 Liverpool AFP Champions: 3
10
l’argentino, a
66 67 20
secco in
11
l’azzardo di Klopp e, nel primo Handanovic. Diogo Jota aiuta an- scappa indietro per togliere pro- pool lo fa l’Inter. E il Liverpool è Europa, ha
tempo, non paga. Le cose, per In- che la costruzione arretrando fondità alle frecce di Klopp, tiene chiuso in scatola. Perisic e Calha segnato 11 gol
zaghi, vanno meno bene a destra profondamente nello spazio libe- la linea difensiva a centrocampo e ancora trascinanti. Ma è cresciuto in campionato
dove Vidal, impacciato, alimenta rato da Fabinho, centrale della pressa anche lei. Tutto il primo Brozo ed è cresciuto tanto anche e uno in
1 Alisson 26 Robertson 11 Salah
la nostalgia per lo squalificato Ba- mediana, che non si stacca dalla tempo così: occhi negli occhi del Vidal. Manca una cosa sola all’In- Supercoppa
66 Alexander-Ar. 6 Thiago 20 Diogo Jota
rella. Il guerriero sardo sarebbe difesa. Liverpool, senza abbassarli mai. ter (purtroppo decisiva): la preci- 5 Konaté 3 Fabinho 10 Mané
servito come il pane (carasau) Tosta e gelida la difesa tutte le vol- sione nella rifinitura. Caso scuola: 4 Van Dijck 67 Elliott
contro il pressing del Liverpool Grande Inter Il pressing è im- te che si è accesa la spia del peri- se Perisic all’8’ non sbagliasse l’al-
% PASSAGGI RIUSCITI
che è impressionante, soprattutto pressionante e lo soffre soprattut- colo. All’intervallo, un po’ a sor- zo di un cross non difficile, Lauta-
ai nostri occhi di Serie A. Fonda- to Brozovic, che non trova gli spa- presa, Klopp tiene giù Diogo Jota ro incornerebbe tutto solo davanti
mentale l’azione di Diogo Jota, zi che gli concedono alla domeni- per Firmino. Ma la vera sorpresa è alla porta.
centravanti tattico, tra Salah e ca ed è meno faro del solito. Calha, lo splendido quarto d’ora che re-
Manè. Non avrà la rifinitura ele- come detto sfrutta bene la delega gala l’Inter quando riprende il Firmino beffardo I cambi vi- 81,1
gante di Firmino, cui ha strappato in regia. L’Inter comunque non si gioco: aggressiva, intensa, tecni- taminici di Klopp (Keita, Hender-
il posto, ma ci mette garra da fa imbottigliare dietro, non gioca camente pulita nel palleggio cor- son) sembrano tanto un’iniezione
pressing, appunto, e aiuta ancora a sopravvivere. Appena può sale e, to, gli esterni costantemente alti. ricostituente. L’Inter tiene co-
più la truppa a circondare l’area di quando lo fa e perde palla, non Tutto ciò che ti aspetti dal Liver- munque in mano la partita fino
alla mezz’ora e continua a sedurre CROSS EFFETTUATI

Clic
l’idea della vittoria, senza mai
Il tabellone conquistarla per timidezza nella 8
rifinitura: questione di centimetri PERSI PALLONI RECUPERATI
o di secondi. In questi casi la beffa
OTTAVI è dietro l’angolo. Eccola al 31’: 160 69
L’Inter va ai quarti SPORTING MAN. CITY PSG REAL M. corner, Bastoni si fa bruciare in
se vince con tre 0 5 1 0 cielo, che dovrebbe essere il regno
dei giganti nerazzurri, e Firmino
o più gol di scarto RIT. 9 MARZO 2022 RIT. 9 MARZO 2022
gira in rete l’1-0. Ecco perché lo ha LANCI
SALISBURGO BAYERN INTER LIVERPOOL
inserito... Minuto 38’, su calcio
● Dopo lo 0-2 di ieri, senza piazzato doppia sbavatura, di De
più la regola dei gol in
1 1 0 2
Vrij che rinvia sporco e di chi non 56
RIT. 8 MARZO 2022 RIT. 8 MARZO 2022
trasferta che valgono ha schermato Salah sul tap in:
doppio, Inter ai quarti di 2-0. Ad Anfield servirà più di RCS
CHELSEA LILLA VILLARREAL JUVENTUS
Champions solo vincendo un’impresa. Ma l’Inter non torne-
- - - -
con 3 o più gol di scarto. rà in campionato depressa. Ha
AND. 22 FEBBRAIO 2022 - RIT. 16 MARZO 2022 AND. 22 FEBBRAIO 2022 - RIT. 16 MARZO 2022
Supplementari e rigori per guardato negli occhi il Liverpool e
qualunque vittoria con due
BENFICA AJAX ATLETICO M. MAN. UTD
non li ha mai abbassati. Anzi.
gol di scarto. Al Liverpool © RIPRODUZIONE RISERVATA
- - - -
basterà anche perdere
RISULTATI E CLASSIFICHE DI CHAMPIONS SU
s
con un gol di scarto. AND. 23 FEBBRAIO 2022 - RIT. 15 MARZO 2022 AND. 23 FEBBRAIO 2022 - RIT. 15 MARZO 2022
TEMPO DI LETTURA 4’35”
GDS Gazzetta.it
4 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 5

CHAMPIONS LEAGUE

OTTAVI DI FINALE
LE PAGELLE
di Fabio Licari MILANO
Calha, un tempo “totale”. Firmino è un killer
INTER A lungo l’illusione di essere
migliori dei “migliori”, con
un’aggressione continua e il LIVERPOOL Dal risultato non si direbbe, ma il
Liverpool ha sofferto più di quanto
s’immagini, stremato forse dal suo

6,5 Liverpool costretto a subire. Poca


concretezza davanti, i due gol nel
finale, ma la bella immagine resta 7 stesso pressing. Poi quattro cambi
di Klopp e due colpi letali, da
squadra cinica, europea. Superiore

L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE

Perisic Van Dijk

7 7
Visionedigioco: Virgil un gigante
accendelamiccia Chiude, anticipa
inattacco e le palle di testa
6,5 esfiorailgol 5 7 sono tutte sue 5
Inzaghi Bastoni Klopp Elliott
L’Inter è messa bene, ha i tempi giusti, Davvero non meritava il contropodio, Sembrano sbagliati i cambi, fuori Qui Klopp ha preteso troppo.
sa come far sfogare il Liverpool e ma su Firmino va in evidente ritardo e Fabinho e Diogo Jota che erano tra i Lanciare il giovane Elliott, al debutto
ripartire. Esce bene con la palla non gli impedisce il colpo letale. migliori, però Henderson dà ritmo e in Champions, non è la più saggia
dall’impostazione bassa. Bravo nel Neanche lo disturba. È l’episodio Firmino il gol spacca-partita. Applica delle scelte. Il ragazzo vaga senza
leggere la gara, meno nell’intervenire chiave. Peccato, perché aveva limitato un pressing forsennato e ha un gran posizione e dal suo lato l’Inter
mentre il collega stravolge la squadra. Salah e partecipato all’impostazione gioco, ma il 2-0 non è il risultato vero: innesca buone ripartenze. (Keita 6:
Ma non ha la sua panchina. bassa. (Dimarco s.v.) bravo e fortunato. niente di speciale ma sa cosa fare)

6 7 6 6,5 6 5,5 6 6
Handanovic Skriniar De Vrij Dumfries Alisson Alexander- Konaté Robertson
Non sembra Versione muro. Un primo tempo Momenti in cui Sicuro in presa Arnold Non è all’altezza Vita dura con
colpevole sul Non passa un po’ così, sembra alta e in uscita, Un po’ più del collega, e questo Dumfries
colpo di testa nessuno. Mané molto inarrestabile anche se offensivo di d’altra parte schierato ala
all’indietro di va a sbattere su “giudizioso” dopo quando parte praticamente Robertson, ma sarebbe destra. Il
Firmino, forse è di lui fino al le ultime prove con quelle gambe l’Inter non tira Perisic è un impossibile Liverpool deve
preso in cambio. Diaz ha non esaltanti. Un lunghe e magre. mai in porta. assatanato, pretenderlo. Se rinunciare a una
controtempo, ma più mobilità ma colpo alla testa Robertson fatica Nell’unica grande soprattutto nel la vede con delle sue punte
la traiettoria è deve andare a gli fa perdere a reggere il occasione, quella secondo tempo, Lautaro che con supplementari,
“assassina”. Sul cercare fortuna sicurezza e vista, ritmo. Non di Calhanoglu, ci e lui deve il suo movimento spesso adagiato
secondo gol non in giro. Skriniar sembra debba sempre perfetto pensa la traversa ripiegare e gli sfugge sulla linea dei
può che veder esce spesso: va uscire, invece nell’ultimo tocco, a sostituirsi all’ex subire. Inzaghi spesso: però ha due centrali.
scivolare la palla a spezzare la resta. E nel ma spinge e romanista. sceglie di limitare tempi e fisico per Però l’angolo
in rete. Tanto manovra e ruba secondo tempo tiene su l’Inter Al Liverpool va le fasce del recuperare. dell’1-0 è suo e
gioco di piede, palloni dovunque. mostra anticipi, senza soffrire bene, diciamolo Liverpool e lui Cresce nel risolleva così la
qualche rischio. Gran partita. chiusure e regia. troppo dietro. pure. finisce in mezzo. secondo tempo. prestazione.

Continua la seconda, Se il Liverpool conquista il


nuova, vita di Perisic. Sarà successo e mezza (tre
il contratto, saranno le quarti?) qualificazione a San
motivazioni di Inzaghi, sarà Siro è soprattutto per Van
che ormai il croato è entrato Dijk, Pallone d’oro sfiorato
6 5,5 nel nuovo ruolo, ma anche il
temibile Alexander-Arnold
7 5,5 6,5 6 nel 2019 e vero simbolo dei
Reds. Non saremmo stati
6,5 6,5
Vidal Brozovic è costretto a una partita di Calhanoglu Dzeko Fabinho Thiago sullo 0-0 senza le chiusure Salah Diogo Jota
Buona partita, In Europa è contenimento. Tutte le Un tempo da Come giudicarlo? Quanti Fabinho ci Partenza sprint, implacabili dell’olandese, Il gol da Concede
cominciata con un’altra storia, il azioni offensive più centrocampista Passi eleganti a sono nel primo da regista, poi sempre in anticipo, predatore d’area qualcosa a
qualche difficoltà pressing sul pericolose lo vedono tra i totale che liberare i tempo? Al centro riduce il raggio insuperabile di testa. Un arriva alla fine di Firmino per
e poi esaltata da regista è imposta, va in compagni e palle del Liverpool d’azione e il una prestazione eleganza da
interventi da infernale e il
protagonisti. Sfiora il gol. incursione, perse in malo e di tutto: primo coefficiente
monumento di sicurezza. non da Salah. trequartista, ma
vecchio Vidal, tempo per Ha visione di gioco. Nello recupera in modo. Un bel difensore e d’inventiva Neanche ci provano gli L’Inter non gli ha più ritmo e
palle rubate, pensare poco. scatto in velocità costringe difesa e colpisce dribbling da primo in perché Vidal è interisti a sfidarlo. E questo concede le variazioni in
tackle, Alterna qualche i Reds a inseguirlo. Un la traversa. trequartista e un impostazione, una rogna mica pressing ossessivo te lo puoi praterie che ama attacco: arretra,
ripartenze. cosa buona a appunto: l’ultimo passaggio Un secondo passaggio recupera palloni, male. Si spende permettere soltanto perché e Bastoni è cuce il gioco con
Barella non si errori, non ha in non sempre all’altezza del normale ma con sbagliato. Alla insegue avversari nel pressing hai un difensore così. Un attento. Quindi la mediana,
sostituisce, ma mano la squadra tocchi e intuizioni fine il bilancio è con la palla. Non come un lotta nello risucchia un
lui ha orgoglio e come fa di solito.
resto. Ma a questi livelli da serata che negativo perché l’avremmo mai mediano, ma una
gigante sul quale poggia stretto, pressa, difensore. Altro
fiato. E la mancanza sarà uno spreco tenere meritava più con uno Dzeko tolto, Klopp osa volta aveva colpi l’attacco – prima della difesa aggredisce ma… cambio che
(Gagliardini del vero Brozo si fuori uno tra lui e Gosens. fortuna. Il vero più concreto e il risultato più creativi. – di Klopp. Poi una palla in pareva
s.v.) avverte. Ivan Perisic regista è il turco. chissà… gli dà ragione. (Milner s.v.) Virgil van Dijk area e addio. discutibile.
Il croato, 33 anni, è rimasto Il difensore centrale olandese, 30
in campo per tutti i 90 minuti anni, è il capitano del Liverpool

6,5 5 s.v. s.v. 5,5 7 6,5 6,5


Lautaro Sanchez Darmian Ranocchia Mané Firmino L. Diaz Henderson
Un paio di Solito cambio Uno dei cambi Stesso discorso Il fenomeno del Bobby-gol ha S’era già visto Dentro per
esitazioni al per Lautaro, ma nel finale, di Darmian. Alla Liverpool non si perso il posto ma contro la Juve Fabinho e non si
limite dell’area di fronte c’è il quando il fine del match vede perché non il tocco del che questo è un sente la
fanno un po’ Liverpool. Entra risultato è ormai prende il posto Skriniar gli toglie killer. Meno nel tipo davvero differenza:
rabbia, è vero. e l’Inter ne scritto. Entra al di De Vrij, ma la visuale e lui gioco di Jota, ha tosto, magari un utilissimo uomo-
Ogni tanto si prende due: non posto di ormai il non è in serata. Il però l’intuizione po’ fumoso, ma squadra che
perde, ma è è colpa sua, ma Dumfries e, per Liverpool è gol sfiorato di giusta sull’angolo se azzecca la qualsiasi
comunque nel certo non riesce quello che vale, contento e non testa, in anticipo, di Robertson e giornatina… allenatore
gioco, sfiora il a far ripartire aggiunge una intende rischiare vale mezzo voto infila Handanovic Dentro per Mané vorrebbe. Forse
gol all’inizio, lotta una squadra presenza in e l’Inter non ha in più ma in con un gran e dà velocità e avrebbe potuto
ed è minaccia stanca che Champions. più la forza di questo caso il colpo di testa. improvvisazione giocare dal 1’ al
I suoi numeri L’esterno I suoi numeri Per l’olandese
costante per il avrebbe bisogno Niente di più. reagire. cambio è giusto. Nient’altro di all’attacco. Non posto di Elliott e
Liverpool. Esce della magia del ha fatto 8 cross, 2 dribbling Il vero Mané per speciale ma il gol 50 passaggi positivi, 3 negativi chiedetegli creare una
ma forse poteva fuoriclasse. positivi e vinto 7 duelli su 12 fortuna non s’è è pesantissimo. e 5 duelli aerei vinti su 7 continuità, ma i mediana super.
anche restare. manifestato. colpi ci sono. Anzi, sicuro.
G L I A R B I T R I 6 MARCINIAK (Arbitro) Botte entro i limiti, contrasti ruvidi, spigoli e spallate: il direttore di gara polacco finisce la gara senza estrarre nemmeno un cartellino, e forse l’unica occasione sarebbe stata (un giallo)
di Mdv per Vidal su Alexander-Arnold quando nasce la punizione dello 0-2. Un check considera ininfluente una mano sulla schiena di Dumfries di Van Dijks. 6 SOKOLNICKI 6 LISTKIEWICZ (Assistenti)
6 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

CHAMPIONS LEAGUE

OTTAVI DI FINALE
Simone orgoglioso
«Grande partita,
ci è mancato
soltanto il gol»
Il tecnico amaro: «Puniti nel momento
migliore, questo ko deve darci fiducia»

Perisic trascinatore
Ivan Perisic al tiro ieri sera
contro il Liverpool. Il 33enne
esterno croato dell’Inter è stato
uno dei migliori in campo, ha
avuto la meglio su Alexander-
Arnold, ma la sua ottima
prestazione non è bastata
per evitare la sconfitta contro
i “rossi” di Jurgen Klopp

Rimpianto Inz di Davide Stoppini


alla squadra ha solo detto belle diverso». E i motivi sono presto rete incredibile. Per 75’abbiamo
cose, una volta rientrato negli detti, in prima fila il non aver meritato di vincere, però questa
MILANO
spogliatoi: «Sono contento e or- L’allenatore sicuro concretizzatolasupremaziadella partita dev’essere di buon auspi-
a lettura di Calhano- goglioso della mia Inter — ancora «Per il valore prima metà del secondo tempo: cio per il resto della stagione, per

L
glu, non a caso uno l’allenatore —, abbiamo fatto una «Era il nostro momento migliore tutto quello che deve venire».
dei migliori dell’Inter grande gara e l’ho detto ai gioca- dell’avversario, dico — ha aggiunto Inzaghi —, aveva- Quel“deve”nonècasuale.Logico
ieri sera, era stata per- tori dopo la partita, ho fatto loro i che questa è stata mo in mano noi il gioco ma non che il ritorno ad Anfield non sarà Gazzetta.it
fetta anche fuori dal complimenti. Dispiace perdere siamo stati premiati dal gol. E al una gita premio. Ma è facile pen- Sul nostro sito
l’Inter migliore
HA DETTO campo. «Le grandi squadre ti la-
sciano poche occasioni, due o tre
in questo modo, onestamente
avremmo meritato un risultato della stagione»
contrario, alla prima mezza di-
strazione, loro hanno trovato una
sare che il tecnico ora farà scelte
di formazione conseguenti a
tutti gli
approfondimenti
al massimo. E noi dovremo esse-
re bravi a concretizzarle». Ecco,
dentro una partita che ti lascia
senza parole, senza spiegazioni,
Lo spogliatoio crede nell’impresa
Il calcio è
fatto di Simone Inzaghi non può trovare
particolari,
come
dimostrano
altre risposte che non siano figlie
delle parole del suo centrocam-
pista. L’Inter è bella ma non rie-
Il coro di Skriniar e Dumfries: «Non è finita qui»
sceaballare.LasconfittaconilLi-
il gol di verpool ha molti punti di contat- Lo slovacco: «Ce la giochiamo» e Vrij con la vista an- di ritorno rischia di diventare alto livello come Robertson: «È

D
Firmino e la to con quella contro il Milan. E in L’olandese: «Risultato bugiardo nebbiata, più volte in una passerella. Ecco, Skriniar ri- stato complicato giocare sotto
traversa di mezzo il pari di Napoli, figlio di difficoltà e vicino al fiuta questo tipo di pensiero: pressione, il loro pressing è sta-
Calhanoglu un finale in crescendo che non è
Con la qualità si può rimontare» cambio nel primo «Ad Anfield sarà difficilissimo, è to asfissiante — è la lettura del-
bastato per ribaltare il risultato. È tempo. Bastoni recu- ovvio. Ma dobbiamo andare lì e l’olandese —. Però lo 0-2 è un
Simone
la storia del famoso soldo che perato in extremis eppure colpe- provare a segnare per pensare di risultato esagerato. Ecco perché
Inzaghi
manca per fare la lira. Solo che vole in occasione della rete di riaprire la partita. Poi si vedrà. dico che rimontare sarà possi-
quando la serie si allunga, è giu- Firmino. Il migliore in difesa, Adesso però c’è il campionato, la bile, ogni gara è diversa. Non
sto pure porsi qualche domanda. ancora una volta, è stato Skri- testa è a quello. Abbiamo fatto in sarà semplice ma credo nelle
niar. «Ma abbiamo concesso campo quello che dovevamo fa- nostre qualità, andremo lì per
Punto di partenza Undici davvero poco tutti, è stata una re, ma se non segni, proprio co- giocare e vincere, abbiamo di-
partite contro i top club, solo una partita dominata, l’abbiamo me accaduto contro il Real Ma- mostrato di poterlo fare anche
vittoria nei 90 minuti: l’Inter è al- condotta sempre noi — ha com- drid, gli avversari alla prima oc- qui, la sconfitta non è veritiera.
ta ma non altissima. E la Cham- mentato lo slovacco —. E alla fine casione ti fanno gol». Vogliamo prenderci la qualifi-
pions, si sa, è a livelli che toccano restiamo con niente in mano. cazione, non abbiamo cambia-
il cielo. «Eh, facciamo così: spe- Sono contento e orgoglioso di Carica Denzel La motivazione to idea dopo questa partita». A
riamo di non incontrare il Liver- questa squadra, abbiamo dimo- verso il ritorno arriva anche dal- giudicare dalle parole, il livello
pool tutte le partite da qui in strato a noi stessi e agli altri che le parole di Dumfries, che anche di rabbia è elevatissimo.
avanti», sussurra Inzaghi. E sì l’Inter può giocare contro chiun- ieri si è dimostrato all’altezza, stop
che non sai bene cosa fare, dopo Che delusione Lo sconforto di Skriniar e Dumfries que». Solo che adesso la partita anche contro un avversario di © RIPRODUZIONE RISERVATA
una sconfitta del genere. Inzaghi

GUARDARE AVANTI

I nerazzurri hanno sempre vinto la partita seguente a una sconfitta in questa stagione
Ecco perché il tecnico ha parlato poi di «punto di partenza per quello che deve venire...»
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 7

Guida tecnica Il problema


Simone Inzaghi, 45, prima

Inter, l’attacco non punge


stagione all’Inter: qui carica
Calhanoglu, a terra dopo un
contrasto di gioco su
un’azione offensiva GETTY

Tra Dzeko e Lautaro


intesa ai minimi termini
L’argentino dava il meglio con Lukaku. Il bosniaco
non molla: «Ad Anfield ci proveremo fino all’ultimo»
I NUMERI

3
Le sconfitte
dell’Inter in
questa edizione
di Champions:
nella fase a
gironi erano
arrivati due ko
contro il Real
Madrid, ieri sera
la terza
sconfitta: nei
confronti delle
big d’Europa c’è
ancora distanza

14
I gol

aghi
stagionali
di Dzeko: Madrid contro il Real. Se invece si gine fragorosa: è troppo lontano
di Filippo Conticello
il bosniaco volessero cercare tracce di reti (e troppo facile) il gol di dicembre
MILANO
è a quota 10 Champions in questo stadio bi- nel 5-0 in casa della Salernitana. La coppia
in Serie A, nfield, tempio in ap- sognerebbe addirittura andare Contro il Liverpool aveva di fron- in difficoltà

A
3 in Champions parenza proibito agli indietro di un paio di edizioni: te uno dei muri più alti del Conti- Edin Dzeko, 35,
e uno in umani, aspetta que- gol nel 2-0 contro il Borussia nente, eppure, spinto dall’ottima e Lautaro
Coppa Italia st’Inter coraggiosa e Dortmund il 5 prova corale Martinez, 24,
sfortunata. Ma per novembre del per i 70 minuti delusi per
avere una chance di riuscire lì 2019. L’Europa in cui è stato in essere rimasti
dove quasi nessuno ce la fa, i ra- dei grandi è un Le parole di Edin campo, l’ar- a secco.
gazzi di Inzaghi devono ritrovare palcoscenico «Abbiamo giocato gentino ha L’argentino non
ciò che è mancato nella notte che spaventa, avuto delle oc- trova il gol in
fredda di San Siro: un po’ di buo- ma il Lautaro al top per 75 casioni per in- Champions dal 3
na sorte, certo, ma pure tanto ci- d e l l’ u l t i m o minuti, ma se ai frangere la novembre 2020
questo risultato, con l’Inter che per quello che abbiamo fatto ve- nismo. Lì dove il Liverpool è stato periodo spa- maledizione: a Madrid GETTY
naturalmente si concentrerà di dere – sempre Inzaghi -. Il Liver- chirurgico, perfino sadico, l’Inter racchia anche grandi non fai gol, un tiro in av-
più su campionato e Coppa Italia. pool è una delle due formazioni ha fallito clamorosamente: il tan- in Italia. In poi i gol li prendi» vio, un paio di
«Speranze in vista del ritorno ad piùfortid’Europa,attualmente.E to gioco prodotto non è stato questo anno contropiedi in
Anfield? Ora mettiamo un mo- penso pure che finora, in stagio- concretizzato, un po’ per piccole non l’ha mai messa dentro su cui è mancato spunto e lucidità.
mento da parte questa competi- ne, non avevamo mai giocato sbavature nell’ultimo passaggio e azione e l’unico guizzo è il rigore
zione e ci concentriamo su altre contro una squadra così forte. un po’ perché l’attacco ha spara- nella Supercoppa strappata in Senti Edin Di certo, alle spalle
partite importantissime che ci Questa serata dev’essere un pun- to a salve ancora una volta. La extremis alla Juve. Insomma, di Martinez romba un Sanchez
aspettano. Però andiamo a casa e to di partenza, deve darci tanta coppia lanciata da Simone è stata quei sei turni all’asciutto nel no- che pare avere più gamba: Inza-
dobbiamo solo essere orgogliosi autostima: la mia Inter ha tenuto quella attesa sin da inizio stagio- stro campionato sono una vora- ghi ha preferito per l’ennesima
testa ai migliori e li ha messi in ne e che, in fondo, dopo mesi di volta l’argentino al cileno dopo

Clic
difficoltà. Dico di più: conside- prova non riesce ancora a fare un lungo ballottaggio in vigilia,
SocialClub rando il valore dell’avversario,
penso sia stata in assoluto la no-
scopa: la sintonia mancata tra
Dzeko e Lautaro è forse uno dei
ma il sorpasso nelle gerarchie
potrebbe essere davvero all’oriz-
Il leone che sbadiglia stra miglior prestazione». pochi nei dell’annata interista. zonte. In fondo Alexis potrebbe
Non c’è più traccia dell’antica pure combinarsi meglio con
Missione Non è bastata per chimica con Lukaku all’interno Calha, che sfortuna Dzeko, il totem dell’attacco, inso-
scrivere un pezzo di storia, l’Inter di meccanismi standardizzati: Nerazzurri primi stituibile nonostante anche lui
aspettava questa serata da dieci quando il centravantone belga contro i Reds non abbia dato il
anni e certo il risultato non è stato allungava la squadra e dava pro-
per legni colpiti: 5 morso finale. «Per 75’ prima di
quello sperato. «Il calcio è fatto fondità, il Toro banchettava sui prendere il gol abbiamo giocato
anche di particolari, di dettagli: cadaveri rivali. Edin pratica ● Chissà come sarebbe alla grande, abbiamo creato e
in questo modo si costruiscono le un’altra religione, interpreta il cambiata la partita senza concesso poco a loro che sono tra
vittorie. Ma questa prova deve es- ruolo in maniera differente e for- quella traversa colpita nel i migliori d’Europa – ha ammes-
sere un grandissimo attestato di se poco congeniale al compagno. primo tempo da Hakan so Edin alla fine - . È un peccato
stima e fiducia per il futuro». In- Di certo in questo 2022, il bosnia- Calhanoglu. Di sicuro, prendere gol su angolo dove sia-
zaghi non ha smesso di ripeterse- co ha continuato a dare segni di l’Inter ha confermato di mo forti, ma queste sono le gran-
lo per tutta la sera. E ora farà lo vita: non ultimo, il gol salva-ri- essere la squadra più di squadre.Abbiamo provato di
stesso con la squadra, già ora che sultato di sabato scorso contro il sfortunata in questa tutto, abbiamo dato tutti il massi-
si va verso il Sassuolo. C’è un Napoli. È, invece, l’argentino a edizione della Champions mo ma non è bastato. Usciamo a
campionato nel quale riprendere continuare a non vedere la porta: per quanto riguarda i testa alta da questa sconfitta». E
il cammino, va evitato il contrac- il suo digiuno è così continuo e legni colpiti. I nerazzurri poi un proclama finale, non tutto
● Poche ore prima della gara colpo psicologico: dopo le quat- plateale da destare una discreta sono in testa alla speciale è perduto: «Ci proviamo fino alla
Alexis Sanchez, in una storia su tro sconfitte stagionali, l’Inter ha preoccupazione. classifica, con cinque legni fine, ora ci concentriamo sulla
Instagram, ha postato la foto di sempre vinto la partita successi- colpiti: un primato — Serie A e poi vediamo». Sempre
un leone che sbadiglia, con il va. Ecco, la strada è chiara. Toro, che fai? L’argentino in stavolta — di cui Simone a patto di aggiustare la mira.
testo “zzzzz” a indicare il © RIPRODUZIONE RISERVATA questa Coppa non segna da una Inzaghi e i suoi © RIPRODUZIONE RISERVATA

sonno. Un messaggio criptico, vita ormai: l’ultima esultanza, ragazzi avrebbero fatto
forse polemico: Sanchez è
partito dalla panchina. s TEMPO DI LETTURA 2’53” peraltro inutile, risale al 3 no-
vembre del 2020, nella caduta a
volentieri a meno.
s TEMPO DI LETTURA 2’51”

COPPIA

Dzeko gioca più per la squadra, fa sponde e riesce anche a essere incisivo in zona gol
L’argentino invece pare spaesato: non segna in Champions dal novembre 2020 e in A da dicembre
8 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

CHAMPIONS LEAGUE
#

OTTAVI DI FINALE

Ride sempre Klopp


2 1 4

Jurgen, San Siro ti porta fortuna 1. Jurgen Klopp,


54 anni,
abbraccia,

«I cambi sono stati la chiave»


Roberto
Firmino, 30
2. Momo Salah
riceve i
complimenti
da Van Dijk
di Filippo Conticello
Le mosse Klopp ha costruito
la sua leggenda attorno al corag-
Iltecnicotedesco della fiducia smisurata del tec-
nico nonostante sia rimasto fer-
posto a capitan Henderson che
la gara è svoltata, senza scordare
3. Il gol di testa
di Firmino
MILANO
gio e la mossa iniziale è stata co- avevagiàvinto mo dallo scorso settembre per che proprio Firmino, entrato per l’1-0
iempire di elogi la vi- raggiosa al punto giusto, ma non
controilMilan una frattura della caviglia. Già dalla panchina a inizio ripresa, 4. Alisson,

R
gilia, spargere miele certo sorprendente: Elliott, 19 nelle prime 4 gare di Premier ha trovato di testa l’insperato 29 anni, aiuta
sugli avversari per
poi infliggere loro la
anni ad aprile, è diventato
l’esordiente più giovane in
adicembre: 2021-22 era stato schierato per 3
volte titolare per sfruttare quel
vantaggio: «Le sostituzioni sono
state le chiave – ha ammesso an-
Lautaro
a rialzarsi
più atroce delle beffe. Champions nella gloriosa storia «L’Interciha mix di doti che ne hanno fatto cora il tedesco -. Ma sappiamo 5. Un contrasto
I NUMERI Jurgen Klopp è fatto così: ti sor-
ride, mentre ti uccide. Il suo Li-
Reds. È stato scelto al posto di
capitan Henderson, in panchina fattosoffrire, un piccolo “caso” in Inghilterra:
corsa, duttilità, intraprendenza,
anche che per i nostri ragazzi è
importante giocare questo tipo
tra Sadio Mané
e Skriniar
Perisicottimo»
8
verpool da combattimento ha per un colpo subito a un ginoc- slancio. Ma, a detta di Klopp, è di partite. Serve essere flessibili LAPRESSE/GETTY
resistito per 75’ alle folate neraz- chio nel weekend. Il baby gode stato quando Elliott ha lasciato il e sapersi proporre in avanti».
zurre e poi ha dato un paio di
colpi alla schiena quando nes-
Q U I L I V E R P O O L
Verso il ritorno Nell’inferno
I gol suno se l’aspettava. L’Inter, ri- di Anfield, su cui da anni Klopp
di Firmino schiando più volte di passare, ha proietta il suo smisurato cari-

Elliott debuttante a 18 anni e 318 giorni


in questa comunque dimostrato di essere sma, l’Inter dovrà fare un’im-
stagione, 3° una creatura pericolosa, proprio presa da leggenda. Ardito da im-
in Champions come temeva il tedesco. Peccato maginare, ma il tedesco è un fi-
dopo la
doppietta
però che dall’altra parte ci sia la
macchina da guerra costruita da Van Dijk: «Dura e meritata, è l’Europa» ne psicologo oltreché un reali-
sta. Non vuole che la truppa
al Porto Jurgen, sempre in azione nono- abbassi la guardia e per questo

24
stante le apparenze: il suo Liver- ● (iandiorio) I nonnetti e il Premier. Il Liverpool di Klopp lo ha pronunciato parole nette an-
pool sa difendersi quando serve bambino. La partita decisa da prende nell’estate ’19, 5 milioni che sulla gara di ritorno: «Sarà
e sa punire quando arriva l’ora 30enni navigati ed esperti. Ma di euro. E’ tornato a febbraio, ancora una partita molto peri-
X. «Sono molto soddisfatto, do- c’è anche un pizzico di follia. Il dopo 5 mesi ko. I nonni, invece: colosa: funziona così in Cham-
Le reti po un po’ di sofferenza abbiamo debutto in Europa di Elliott. Salah è il 2° a segnare a Inter e pions e con rivali come l’Inter...
di Salah cercato di giocare per vie centra- Partiamo da qui, la sorpresa di Milan nella stessa stagione di Serve prepararla bene, abbiamo
nel 2021-22 li, poi abbiamo modificato an- Klopp. 18 anni e 318 giorni: l’età Champions dopo Crouch nel un risultato positivo ma la stra-
in 29 partite, cora e siamo riusciti a salire be- di Harvey Elliott, classe 2003, il 2010-11. E quello di ieri è stato il da non è spianata». Di certo c’è
8 gol in Europa ne e ad avere il giusto impatto. più giovane deb in Champions 3° gol di Firmino alle italiane in che la Lombardia è diventata

50
Nelle prima parte non abbiamo nella storia del Liverpool. Ala Champions, dopo la doppietta terra di conquista per l’armata
giocato bene, poi siamo miglio- destra di piede sinistro, il con la Roma nell’aprile 2018, la di Jurgen: quando passa da qua,
rati», ha detto Klopp con un filo ragazzino di Chertsey, Surrey, sua miglior stagione in Europa non fa mai prigionieri. Nella
di orgoglio a fine partita. Poi, pe- a una trentina di km da Londra, con 11 centri. Mvp è stato van scorsa edizione un 5-0 in casa
I passaggi rò, i complimenti aggiuntivi per è stato scelto per Henderson, Dijk: «Aspettavamo di essere dell’Atalanta e poi a dicembre
positivi i nerazzurri: «Sono una squadra in panchina all’inizio. Elliott è sotto pressione perché è la un altro sacco a San Siro: l’1-2
di Van Dijk ieri, fisica, hanno esperienza: è stata un talento precoce. A 11 anni Champions. Uno dei messaggi col Milan che ha spento i sogni
il migliore una partita complessa, ma non era nel vivaio del QPR, giocando prima della partita era che di gloria del Diavolo. Per l’Inter,
dei suoi; sono sorpreso di questa Inter. Mi con quelli più grandi di 2 anni. A dovevamo essere pronti a invece, c’è ancora una fiammel-
51 per Brozovic aspettavo le diagonali da Perisic, 14 era Under 18. Al Fulham nel soffrire. È stata un’ottima la accesa, ma occhio ai finti ami-
sapevamo che ci avrebbero 2018 e a settembre a 15 anni e prestazione e alla fine porta ci che fanno troppi elogi: sem-
pressato e così Ivan ci ha messo 174 giorni esordisce in Coppa di inviolata. Loro hanno fatto pre col sorriso, quel sadico di
molto in difficoltà». Non è un Lega; nel maggio ’19 debutta in molto bene in fase difensiva. È Klopp è pronto a spegnerla.
nome casuale: il croato era stato Premier coi Wolves, entrando stato molto difficile, ma è stata © RIPRODUZIONE RISERVATA

già forgiato da Klopp nel fuoco per Anguissa, a 16 anni e 30 Giovane deb Harvey Elliott, una vittoria meritata. Sarà
ai tempi in cui era l’allenatore
del Borussia Dortmund.
giorni, più giovane deb nella neanche 19 anni, ala del Liverpool altrettanto dura a Liverpool».
s TEMPO DI LETTURA 2’56”
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 9

CHAMPIONS LEAGUE
#

OTTAVI DI FINALE
VistidaSacchi
L’INTERVISTA

«Il risultato fa disperare


lavorare sopra con impegno e
di Andrea Schianchi
con intensità. Il pressing è
fondamentale perché ti

«L
consente di essere protagonista

ma l’Inter della ripresa


anche quando il pallone ce
l’hanno gli avversari e li
costringi a giocare come vuoi
tu. L’Inter fa ancora poco
pressing, deve aumentarlo.

ad Anfield se la gioca»
Recuperare in fretta la palla è
o so che a guardare il risultato importante perché ti permette
c’è da disperarsi, ma io credo giocate improvvise. Nel
che l’Inter, nonostante la secondo tempo ho visto che i
sconfitta, non sia così distante nerazzurri hanno alzato il
dal Liverpool e credo che i baricentro e hanno dato più
nerazzurri potrebbero anche fastidio al Liverpool nella
vincere ad Anfield». Ad costruzione della manovra».
accendere il fuoco della
speranza è Arrigo Sacchi che 3 A chi il voto più alto tra gli
della squadra di Simone inglesi?
Inzaghi ha apprezzato Ex c.t. azzurro «Alla squadra. Dico così perché
soprattutto la prima mezz’ora Arrigo Sacchi, 74 anni, non c’è un giocatore che ha
del secondo tempo. è stato c.t. dell’Italia sovrastato per bravura i
dal 1991 al 1996: è arrivato compagni. Ad esempio Salah e
3 L’Inter è caduta proprio nel secondo al Mondiale Manè non hanno fatto cose
momento in cui stava americano nel 1994 ANSA strabilianti, e pure i due terzini,
producendo il massimo sforzo. che a me piacciono tantissimo,
Un vero peccato. non sono stati continui. Il
«Il calcio è davvero strano. Nel collettivo, però, è stato
primo tempo il Liverpool ha determinante: sempre le giuste
dominato e l’Inter è stata a distanze tra i reparti, sempre
guardare, con un uno vicino all’altro, sempre
atteggiamento molto italiano. pronti al pressing».
Nella ripresa, invece, i
nerazzurri hanno tolto la 3 E dell’Inter chi l’ha
maschera e hanno cominciato impressionata?
a giocare, a tenere il pallone e, «Perisic, soprattutto. È stato
di conseguenza, a mettere in bravissimo. E anche Brozovic,
difficoltà gli avversari. E poi, che non mi delude quasi mai. I
quando nessuno se l’aspettava, difensori hanno sofferto un po’,
ecco il gol incredibile di ma non hanno concesso grandi
Firmino e lì la partita è finita. Serata no Arturo titolare occasioni. Forse là davanti si
Ma il risultato, lo dico subito, è Ale, che errore sull’1-0 Ma perde l’occasione poteva fare qualcosa di più, ma
esagerato». Alessandro Bastoni e Salah GETTY Arturo Vidal, cileno, 34 anni GETTY nel primo tempo l’Inter ha
attaccato con pochissimi
3 Che cosa alimenta il suo uomini e allora tutto diventa
ottimismo? LA CHIAVE difficile».
«La prima parte della ripresa. È
quella la strada che l’Inter deve «I nerazzurri devono lavorare con impegno sul pressing: 3 Obiettivamente, però, il 2-0
seguire per arrivare ad
altissimo livello. E non è
permette di far giocare gli avversari come vuoi tu. Del Liverpool è una mazzata che chiude le
porte della qualificazione. Non
lontana. Nel primo tempo,
invece, la squadra era troppo
mi hanno impressionato i sincronismi, non Salah e Manè» crede?
«No, non credo. L’Inter, se
timida e attendista, poco gioca come nella ripresa, può
coraggiosa. Il Liverpool l’Inter ha fatto fatica a tenere la anni che le squadre italiane vincere a Liverpool. I
attaccava con sette o otto loro velocità, noi italiani non non vincono nulla in Europa, e nerazzurri, per crescere, hanno
giocatori, l’Inter al massimo siamo abituati a certe meno male che c’è stata la bisogno di queste sfide. È
con due o tre. Quando, nella accelerazioni. Ci si difendeva, Nazionale di Mancini che ha quando affronti grandi squadre
ripresa, ha avuto il comando
Perisic è stato con più o meno ordine, e si conquistato l’Europeo con
Gli inglesi come il Liverpool che misuri il
delle operazioni ha creato due bravissimo e sperava in un contropiede o in merito. Ma dobbiamo credere attaccavano con tuo valore e capisci a quale
occasioni in pochi minuti, e il anche Brozovic un colpo individuale come maggiormente in noi stessi, molti più giocatori punto sei. Io penso che i
pubblico ha rialzato la testa. Il quello di Calhanoglu che ha nelle nostre potenzialità e nelle nerazzurri siano a un passo
Liverpool, comunque, è una non mi delude mai preso la traversa». nostre qualità. Lo ripeto: l’Inter degli avversari dalla vetta: si tratta di avere una
formazione con i fiocchi». può vincere ad Anfield. Non è maggiore autostima e di volere
3 Dopo l’intervallo è sembrato inferiore per qualità individuali davvero essere protagonisti e
3 Cosa le è piaciuto dei Reds? che l’Inter avesse più coraggio. al Liverpool, semmai patisce la padroni del gioco. Così si
«Sono un collettivo. Si «Proprio così. È come se si differenza di mentalità e di diventa ottimisti e anche
muovono con sincronismi fosse stancata di subire e di approccio alla partita». vincenti».
perfetti, sono sempre vicini, soffrire e avesse deciso di © RIPRODUZIONE RISERVATA

fanno un pressing asfissiante e andare avanti per mostrare il 3 Dove deve migliorare la
quindi il ritmo della manovra è
sempre elevato. Nei primi 45’ Il migliore Ivan Perisic, 33 anni
suo vero valore. Questo deve
continuare a fare. Sono undici
squadra di Inzaghi?
«Nel pressing. Ci si deve A secco Edin Dzeko, 35 anni s TEMPO DI LETTURA 3’50”
10 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 11

CHAMPIONS LEAGUE

OTTAVI DI FINALE
Bayern salvo al 90’
Coman riprende
un bel Salisburgo
Gli austriaci sorprendono i titolati rivali
Vantaggio di Adamu al 21’, poi altre
occasioni. Ma allo scadere arriva il pari
mich. Ma il Bayern va in svantag-
di Pierfrancesco Archetti
a la regola del gol in Migliore gio anche questa volta. Le tre pe-
dine offensive di casa mettono in

L
trasferta che vale dop- crisi il terzetto difensivo bavarese
pio in caso di parità è e la rete al 21’ è l’ennesima scena
KINGSLEY COMAN
stata abolita, ma l’1-1 iniziale in cui Adeyemi (sfrutta
per il Bayern è un Ci prova più di un rinvio dalla difesa), Aaronson
buonissimo risultato perché evi- una volta (tocca per l’assist) e Adamu
ta una sconfitta che avrebbe sull’angolo (piazza il piatto destro sotto l’in-
aperto il mare delle polemiche a sinistro, il colpo crocio) viaggiano sempre in anti-
Monaco e dintorni. Detto prima, decisivo arriva cipo sui rivali. Anche se si fa subi-
un esito del genere avrebbe fatto soltanto al 90’ to male Okafor, sostituito proprio La festa del francese Kingsley Coman, 25 anni, ha appena segnato la rete del Bayern a Salisburgo AFP
storcere il naso ai raffinati bava- ma vale tanto da Adamu, se Hernandez, Süle e
resi. Ma la rete al 90’ di Kingsley Pavard vengono lasciati scoperti e 242 giorni, da 19 anni in questa trentatreenne Matthias Jaissle,
Coman – ancora lui che sbuca nell’uno contro uno, la velocità fase non c’era una formazione allenatore tedesco del Salisburgo,
dall’angolo sinistro, come nella
finale vinta a Lisbona nel 2020 –
Peggiore dei ragazzi di Jaissle viene unita
alla buona tecnica e spetta a
più giovane: quando esce il 2000
Okafor, entra il 2001 Adamu che
I motivi
I ragazzi terribili
usa un sistema più conservatore
rispetto a quello del trentaquat-
salva (parzialmente) Nagel- Ulreich, subito dopo aver preso realizzailsuoprimogolinCham- trenne Julian Nagelsmann: per
smann dal fuoco della critica. Il ROBERT LEWANDOWSKI l’1-0, evitare un doppio colpo che pions. Il Bayern è troppo statico di casa mettono differenza di qualità resta più
Bayern aveva vinto tutte le partite
Quando non
avrebbe galvanizzato ancor di più in avanti, ha un paio di buone oc- in difficoltà basso e usa i lanci dopo il vantag-
del girone: nelle trasferte di la parte austriaca dei circa 30 mi- casioni con Gnabry e Sané, ma se gio per mandare al duello gli at-
Champions poi aveva una serie di
arrivano i
la spettatori dello stadio salisbur- dietro continua l’insicurezza, in la difesa tedesca. taccanti.Nell’autunno2020iros-
21partitesenzak.o.Salvata,malo
rifornimenti e gli
spazi sono
ghese. attacco manca nella prima parte Ulreich evita il 2-0 si vinsero a Salisburgo per 6-2:
stupore per un pareggio di questo la solita forza travolgente. era la fase a gironi, ma forse a Mo-
intasati anche
genere comunque rimane. Una
un gigante deve
Gioventù IlSalisburgo,allapri- naco hanno pensato che una dif-
delle favorite contro una debut-
annaspare
ma nell’eliminazione diretta, Gli allenatori Nella sfida tra ferenza così evidente non poteva
tante agli ottavi: chi pensava a parte con un’età media di 23 anni ragazzi anche in panchina, il essere colmata in poco tempo.
un’esagerazione tipo Manchester Comunque passata l’ora di gioco
City contro lo Sporting, si è dovu- l’insistenza nella ricerca del pa-
to ricredere. Il Bayern non è al reggio diventa occupazione tota-
massimo della condizione psico le della metà campo avversaria.
fisica, per essere gentili. Ma è ancora il Salisburgo ad an-
dare più vicino al gol all’80’: al
Colpe e meriti Nagelsmann Bayern serve un doppio miracolo
halesuecolpe.IlBayernèsempre per evitare il 2-0. Ulreich salva di
senza Neuer, Goretzka, Musiala e nuovo su Adeyemi, sulla respinta
Davies, ma ha tutti gli uomini tira a colpo sicuro Adamu ma Pa-
d’attacco in campo contempora- vard salva davanti alla porta. Il
neamente. Dopo la strizzata di raddoppio sarebbe stata la sen-
Bochum sabato scorso, con quat- tenza definitiva, invece all’ultimo
tro gol presi nel primo tempo minuto arriva Coman, servito da
(non succedeva in Bundesliga dal un tocco di testa Müller, un lea-
1975), il tecnico non cambia pro- der che non si voleva arrendere.
getto (3-2-4-1), anche se piazza © RIPRODUZIONE RISERVATA

da titolare Tolisso mentre nel 4-2


incassato in campionato era par-
tito con un solo mediano, Kim- s TEMPO DI LETTURA 2’54”

SALISBURGO
BAYERN
1
1
Clic
(PRIMO TEMPO)R1-0
Si rivede Davies
ma il suo rientro
MARCATORI Adamu (S) al 21’ p.t.;
Coman (B) al 45’ s.t.
è ancora incerto
SALISBURGO (4-3-1-2)
Köhn 7; Kristensen 5,5, Solet 6,5,
Wöber 6, Ulmer 6,5; Capaldo 6,
Camara 7, Seiwald 6 (dal 35’ s.t. Susic
s.v.); Aaronson 7; Adeyemi 6,5 (dal
42’ s.t. Kjaergaard s.v.) , Okafor s.v.
(dal 12’ p.t. Adamu 7)
PANCHINA Mantl, Walke, Van der
Brempt, Piatkowski, Bernede,
Junuzovic, Simic, Guindo, Tijani
ALLENATORE Jaissle 7
AMMONITI Köhn ● Alphonso Davies si è
fermato per una
BAYERN (3-2-4-1) miocardite il mese scorso.
Ulreich 7; Pavard 6, Süle 5, Ieri il difensore canadese
Hernandez 5,5; Kimmich 6, Tolisso 5,5 ha seguito il Bayern a
(dal 34’ s.t. Sabitzer s.v.); Gnabry 6
(dal 33’ s.t. Choupo-Moting 5) Müller Salisburgo e ha fatto il
6,5, Sanè 6, Coman 7; Lewandowski 5 punto con alcuni cronisti
PANCHINA Früchtl, Upamecano, della sua situazione fisica:
Richards, Wanner, Sarr, Roca, «Non ho dolori, sto bene.
Nianzou, Vidovic, Tilmann, Stanisic Ma quando potrò tornare
ALLENATORE Nagelsmann 5 in campo, questo ancora
AMMONITI Coman, Sabitzer g. scor
non lo so». Prima dello
ARBITRO Oliver (Ing) stop cardiaco, Davies era
NOTE Spettatori 29.520. Tiri in porta risultato positivo al Covid
6-9. Tiri fuori 1-5. Fuorigioco 2-2. e su una relazione tra le
Angoli 5-10. Recuperi 1’ p.t., 4’ s.t. due patologie, il Bayern
aveva detto che «non
c’erano certezze»
12 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

EUROPA LEAGUE ANDATA PLAYOFF

L A V I G I L I A

NAPOLI A BARCELLONA
PER VEDERE QUANTO VALE
«DIEGO TIFERÀ PER NOI»

Nel nome
di Maradona
Così al Camp Nou ore 18.45
di Maurizio Nicita
in Paradiso. E Diego tiferà per
noi». Sfida di lusso è che abbia portato bene. Il tec-
nico trova una definizione in-
per gli azzurri
INVIATO A BARCELLONA
ternazionale “dream match”.

S
Dentro il Camp Nou Però Perché «in queste partite ci vo-
BARCELLONA 4-3-3 NAPOLI 4-2-3-1 inutile girarci intorno, quando che vogliono gliono più cose. Ci vuole cuore,
18
JORDI
22
DI LORENZO « nel tardo pomeriggio di ieri la
squadra è entrata sul prato, sep- crescere anche e che saper leggere i momenti
giusti della sfida. Dobbiamo
ALBA
30 19 7
pur con le enormi tribune vuo-
te, le sensazioni sono state co-
in Europa. cercare di essere sempre il Na-
poli. Bisogna offrire sempre un
GAVI FERRAN
TORRES
ELMAS

enza perdere la tenerezza» è


munque forti, anche se possono
risultare opposte. Può prevalere
Osimhen in buon calcio, per la storia del
club e della città di Napoli. Si di-
dubbio ma
24 99 13
ERIC
GARCIA
ANGUISSA RRAHMANI uno slogan caro a Luciano Spal- la paura, perché qui hanno gio- venta grandi attraverso queste
1 21 25 14 20 1
letti, e anche il titolo di una delle
più lette biografie su Che Gue-
cato Maradona e Messi, con
Guardiola che ha costruito una Spalletti non partite da vincere. Non c’è una
divisa diversa fra una competi-
TER STEGEN
3
F. DE JONG AUBAMEYANG MERTENS ZIELINSKI
8 26
MERET
vara, scritta dallo spagnolo Paco
Ignacio Taibo Segundo. E al
squadra-spettacolo e vinto tutto
ciò che si poteva. Però può avere
cerca scuse: zione e un’altra. Se vogliamo
andare in fondo in Europa, per
PIQUÉ FABIAN KOULIBALY
RUIZ Camp Nou stasera il Napoli pro- il sopravvento anche l’orgoglio, «Uno solo dare gioia ai tanti tifosi che ci se-
16 11 24
verà a fare la rivoluzione, per
certi versi a sovvertire la storia.
la voglia di dimostrare in questo
tempio la forza dei propri colori, poteva fare la guono fin qui, dobbiamo far ri-
sultato a Barcellona. Non usere-
2
PEDRI ADAMA
TRAORÉ
INSIGNE
31
Così come fece il Che a Cuba e
come per altri versi ha realizzato
delle proprie idee. Fabian Ruiz
alza la testa: «Sappiamo quanto
differenza mo una tattica particolare. Vo-
gliamo esibire il nostro mar-
DEST

ALLENATORE Xavi
GHOULAM

ALLENATORE Spalletti
nel calcio Diego Armando Ma- sono forti. Ma noi siamo il Na- e starà in chio. Poi è chiaro che ci sarà da
radona. Nel suo nome gli azzur- poli. Abbiamo il nostro stile di difendersi e soffrire».
PANCHINA 13 Neto, PANCHINA 25 Ospina, 16 Idasiak,
ri ritrovano l’orgoglio dei tempi gioco e non ci rinunciamo. Vo- Paradiso»
36 Arnau Tenas, 22 Mingueza, 2 Malcuit, 6 Mario Rui, 59 Zanoli, in cui la squadra del Pibe de oro gliamo andare avanti in Europa. Brividi e storia Parlavamo
31 Balde, 6 Riqui Puig, 5 Busquets, 5 Juan Jesus, 4 Demme, 37 Petagna, andava in giro in Europa dando Sarà una guerra per il possesso delle sensazioni entrando al
28 Nico, 17 L. De Jong, 7 Dembélé, 33 Ounas, 9 Osimhen. spettacolo e vincendo pure una palla». Sì, dice proprio guerra. Camp Nou. Al Santiago Berna-
34 Alvaro Sanz. SQUAL. nessuno. SQUALIFICATI nessuno. Coppa Uefa. Sì perché qui si gio- beu lo chiamano “Miedo esce-
DIFFIDATI nessuno. DIFFIDATI nessuno. ca nel nome di Diego, ma a Bar- Servono due palloni Musi- nico”, quella situazione che ti
INDISPONIBILI Lenglet, Umtiti, INDISPONIBILI Lobotka, Politano
Araujo, Depay, Ansu Fati, Sergi e Lozano. BALL. Meret-Ospina
cellona l’argentino non mise in ca per le orecchie di Luciano crea l’ansia della prestazione. E
Roberto. BALL. De Jong-Busquets 55-45%, Ghoulam-Juan Jesus 60-40%, mostra il suo smisurato talento, Spalletti, che sta cercando il filo la scritta in catalano sulle tribu-
60-40%, Gavi-Nico 60-40%, Elmas-Malcuit 70-30%, cosa riuscita a Napoli, in manie- conduttore della sua squadra ne ”Mes que un club”, alla fine
Aubameyang-Nico 60-40%. Mertens-Osimhen 60-40%. ra esaltante. Lo sintetizza bene che la renda capace di mantene- intende trasmettere all’avversa-
Spalletti, parlando delle assenze re livelli alti di prestazione in rio proprio quell’ansia. Spalletti
ARBITRO Kovacs (Rom) ASSISTENTI Marinescu-Artenu (Rom) nelle due squadre: «Nulla che Italia come in Europa. Il tecnico taglia corto: «Se iniziamo a
IV UOMO Fesnic (Rom) VAR Dankert (Ger) AVAR Dingert (Ger) comprometta il modo di stare in entra nelle caratteristiche della pensare alla storia di questo
TV Sky 201 e 252, Dazn INTERNET www.gazzetta.it campo nostro e loro. Uno solo sfida. Stavolta non parla di “figa- RISULTATI E CLASSIFICHE SU club c’è il rischio di intimorirsi.
RCS poteva fare la differenza e starà ta” visto che con l’Inter poi non Gazzetta.it Meglio dunque focalizzarci sulle

L ’ I N T E R V I S T A

DIEGO JUNIOR
buoni quando lasciò Barcello-
di Salvatore Malfitano
na».
asa è dov’è il cuore,

«È la sua partita C
cantava Elvis. E Diego 3 È facile immaginare per chi
Maradona, il suo, l’ha avrebbe tifato?
lasciato in Italia. A «Esattamente. Sarebbe stata sen-
Barcellona ha cono- z’altro la sua partita per quello
sciuto l’Europa e l’Europa ne ha che ha dato ad entrambe le squa-

Ma mio padre apprezzato il talento. In Spagna


ha vinto tre trofei ma è rimasto
un “sudaca”, un argentino di-
dre,maancheperciòchehovisto
due anni fa non ho dubbi che
avrebbe sperato in una vittoria

scelse la città
sprezzato.«Miopadreavevascel- del Napoli».
to Napoli per questo, voleva esse-
re amato e coccolato», garantisce 3 La storia del club si divide
Diego junior, il figlio ritrovato. sempre tra prima e dopo l’arrivo

che più lo amava» 3 Verrebbe subito da fare il pa-


ragone con Messi, che invece ha
optato per il Psg.
di Maradona. Crede che un di-
scorso simile si possa fare anche
per la vita di suo padre?
«Ne sono certo. Non si è creato
Il figlio
napoletano
tangibile anche nelle vite di tante
persone».

3 Le sarebbe piaciuto viverlo a


La previsione: «Le due squadre «Sono storie diverse, in epoche
lontane. Leo è dovuto andar via
soltanto un legame, per quanto
forte sia stato: a Napoli ha tra-
Diego Junior Maradona, 35 anni,
in un’immagine con papà Diego,
Napoli dopo il riavvicinamento?
«Col senno di poi è facile rispon-
partono alla pari, sono ottimista per i problemi societari, papà in-
vece voleva il Napoli. Per giunta i
scorsogliannimigliori.Lohanno
segnato in un modo unico, ciò
scomparso 14 mesi fa. Un rapporto
passato da tante difficoltà
dere di sì. Per me sarebbe dovuto
rimanere a Dubai, era un mo-
Di sicuro ci sarà da divertirsi» rapporti con la società non erano che ha fatto ha avuto un effetto INSTAGRAM mento della sua vita in cui gli ser-
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 13

Passato
Gli avversari

Barça depresso
e presente
L’abbraccio tra
Luciano
Spalletti, 62
anni, tecnico

nel post Messi?


del Napoli, e il
capitano
azzurro
Lorenzo Insigne,

Pedri e Gavi
30. Qui a fianco,
la bandiera con
il volto del
grande Diego
Maradona GETTY

pillole di felicità
I due ragazzini terribili tra le poche
note liete della stagione blaugrana
grana sembra essere assicurato.

Anno incredibile Il 19enne


Pedri è già un veterano: arrivato
dalLasPalmasdoveavevagiocato
in Segunda, nell’estate del 2020 è
stato lanciato da Koeman e per
un anno non si è più fermato,
giocando quasi 70 partite tra Bar-
cellona, Roja e nazionale Olimpi-
ca, moltissime da 120 minuti. Poi
il suo corpo ha detto basta: lo
scorso settembre un primo avvi-
so e poi la rottura muscolare che
l’ha portato a tre mesi e mezzo di
stop. Nel suo primo anno nell’eli-
te del calcio Pedri ha compiuto 18
nostre qualità». Poi elogia il col- anni: il 25 novembre 2020, gior-
lega Xavi: «Un grande campio-
ne che ha saputo utilizzare spa-
Il programma dei playoff I NUMERI no della morte di Maradona.

2
zio e tempo preciso nel suo gio- L’esplosione Se la 20-21 è stata
co in mezzo al campo. Avrà già TUTTI I MATCH DI ANDATA la stagione di Pedri, quella attuale
dato molto della sua conoscen- è di Gavi. Che il 4 agosto ha com-
BARCELLONA- BORUSSIA DORTMUND-
za e qualità alla squadra di piuto 17 anni e in ottobre ha de-
quando era calciatore. Mi sem- NAPOLI RANGERS I precedenti buttatoinnazionaleaSanSiro,ti-
bra già a un buon punto: sulla 18.45 18.45 Passarono tolare nella vittoria della Spagna
costruzione parte sempre dal Dazn, Sky Sport Uno Dazn, Sky Sport Football i blaugrana di Luis Enrique sull’Italia nella
basso, difesa alta e calcio propo- e Sky Sport 252 e Sky Sport 253 Barcellona e semifinale di Nations League.
di Filippo Maria Ricci
sitivo. E a gennaio sono arrivati Napoli si sono Personalità mostruosa, testa sul-
ZENIT- SHERIFF- INVIATO A BARCELLONA
calciatori importanti per deci- affrontati in Talenti le spalle, ambizione infinita.
dere le partite, per dare uno BETIS BRAGA gare ufficiali a gioventù come ri- in ascesa Questo si dice del ragazzo nato a

L
strappo». 18.45 18.45 solo in medio contro la de- Pedri (sopra), Los Palacios, lo stesso paesone
Dazn Dazn e occasione degli pressione. È dal mar- 19 anni, e Gavi (38.000 anime) di Fabian Ruiz e
Assenze e scelte Come al so- e Sky Sport 254 Sky Sport 255 ottavi di zo del 2004 che il (sotto), 17: sono Jesus Navas. Come Fabian Gavi è
lito Spalletti non cerca alibi. Champions Barça non gioca in i due ragazzini cresciuto nella cantera del Betis,
«Abbiamo tutto quello che ci PORTO- ATALANTA- 2019-20. Europa League, che allora era an- terribili cresciuti ma a 11 anni era già alla Masia. Vi-
serve. Non possiamo dipendere LAZIO OLYMPIACOS All’andata, a cora la Coppa Uefa. Diciotto anni a La Masia, il ve ancora li, anche se in una stan-
da un solo giocatore, per quanto 21 21 Napoli finì 1-1; e quattro successi in Champions centro giovanile za da solo. In un calcio galattico
forte sia». Lo dice a proposito di Dazn, Sky Sport Uno Dazn, Tv8, Sky Sport Arena, nel ritorno al League dopo, il club del Camp del Barcellona. fatto di mansioni e macchinoni,
Lozano ma vale anche per Osi- e Sky Sport 252 Sky Sport 4k e Sky Sport 253 Camp Nou, il Nou oggi torna nella seconda Pedri vanta già Gavi è tutto casa e campo, e se de-
mhen, lasciato ieri a riposo per LIPSIA- SIVIGLIA- Barcellona si competizione europea. 10 presenze con vemuoversiperlacittàloportain
un gonfiore al ginocchio: impose per 3-1 la Spagna, Gavi giro Nico, che ha la patente. Un
REAL SOCIEDAD DINAMO ZAGABRIA

6
«niente di muscolare. Stamatti- La rabbia Vedere il simbolo quattro anno fa giocava col juvenil al
na lo valuteremo». In ogni caso 21 21 dell’Europa League nella sala AP/AFP campo 7 di Sant Joan Despì, oggi
c’è la vecchia Banda Bassotti Dazn Dazn stampa del Barça fa impressione, va ancora a vedere i suoi amici
e Sky Sport 254 e Sky Sport 255
sempre pronta. Perché Insigne e e non solo a noi: nell’aria di Sant anche se fatica perché i tifosi lo
Mertens a questo Barcellona Le partite di ritorno si giocano il 24 febbraio I successi Joan Despì, centro tecnico blau- assediano. I culé orfani di Messi e
hanno già fatto gol «in faccia a ● Nelle sfide dei playoff non c’è più la regola dei gol in trasferta. con le grana, c’è qualcosa di strano, delusi dai risultati sperano che il
Messi» e hanno voglia di fare la Chi vince accede agli ottavi di finale (sorteggio il 25 febbraio), spagnole d’inconsueto, di non assimilato. Barça rinasca grazie a Pedri e Ga-
rivoluzione al Camp Nou. Senza dove sono già qualificate le otto squadre che hanno vinto il Nelle venti sfide Una sostanza difficile da digerire. vi. A partire da questa Europa Le-
perdere la leggerezza. proprio gruppo nella prima fase: sono West Ham (Inghilterra), disputate nelle «Fa rabbia ascoltare la musica ague.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Leverkusen (Germania), Stella Rossa (Serbia), Galatasaray coppe europee della Champions da casa – dice © RIPRODUZIONE RISERVATA

(Turchia), Eintracht Francoforte (Germania), Spartak Mosca contro squadre Xavi –. Non c’inganniamo: ci pia-
s TEMPO DI LETTURA 3’27” (Russia), Monaco (Francia) e Lione (Francia). Le date degli ottavi
sono il 10 (andata) e il 17 marzo (ritorno).
spagnole gli
azzurri hanno
cerebbe essere in Champions ma
un modo per tornarci è proprio s TEMPO DI LETTURA 2’48”

vinto sei volte, attraverso la vittoria dell’Europa


pareggiato in sei League, tra l’altro un trofeo che il
I L R E C U P E R O D E L L A L I G A
gare e perso club non ha mai conquistato. Per
nelle altre otto cui siamo qui per provare a vin-
cere il titolo. Ma prima bisogna
viva la tranquillità e lì ce l’aveva». 3 C’è una cosa che non gli ha superare il Napoli, che è un rivale Colpo del Levante di Lisci:
3 Il ritorno si giocherà allo sta-
detto?
«No, non potevo permettermi di
da Champions». Parola che ri-
corre più e più volte durante la
battuto l’Atletico a Madrid
dio Maradona. Che effetto le fa? perdere altro tempo. Abbiamo Già mi emoziona conferenza dell’allenatore, che ● Brutto tonfo dell’Atletico Madrid nel
«È una sensazione meravigliosa,
non solo per me: i miei figli – il
subito costruito un rapporto sin-
cero e per questo mi ritengo mol- pensare al ritorno non sa come scacciarla, o almeno
allontanarla.
recupero della 21a giornata della Liga. La
squadra di Simeone ha perso al Wanda
primo si chiama proprio Diego – to fortunato. Non ho rimpianti». nello stadio Metropolitano per 1-0 contro il Levante ultimo
Giovani certezze Quando il
un giorno potranno dire che è in-
titolato al nonno, che se l’è meri- 3 OggiallenainEccellenzailNa- intitolato a lui BarçafueliminatodalCelticnella
in classifica, allenato dall’italiano Alessio Lisci,
fallendo così l’allungo nella zona Champions.
tato. Si avverte tutto diversamen- poli United. Come parlerebbe da Uefa di 18 anni fa la mamma di Decide un gol di Melero al 9’ del secondo
te con questo nome, si percepisce tecnico alla squadra prima di Gavi aveva da poco scoperto di tempo. In pieno recupero, annullata la rete del
un’aura nuova». una partita così? essere incinta. Quella di Pedri si pareggio di Correa. L’Atletico resta appaiato
«Sarò banale: direi di divertirsi. Il godeva i primi passi del suo pic- al Barcellona a quota 39 punti, ma i blaugrana
3 Restando nel mistico in tanti calciointerpretatocongioiasem- A Napoli ha colo di 15 mesi. Oggi Pedri e Gavi hanno una partita in meno, così come la Real
lo stanno invocando, come se
dovesse vegliare in modo divino
bra un altro sport. Resterà co-
munque un’esperienza indi-
avuto un effetto hanno 36 anni in due, uno in più
di Piqué. E sono già due certezze
Sociedad che segue ad appena una lunghezza
di distanza. Il Levante accorcia la distanza
sulla squadra. menticabile, i giocatori si affron- sulla vita di tante di questo Barça che cerca fatico- dalla zona salvezza, distante però ancora 10
«Chi se non lui poteva riuscire in
una cosa del genere. In alcuni
teranno in due stadi suggestivi e
saràunbelconfronto.Partonoal-
persone samente di ritrovare la strada do-
po il trauma dell’addio di Messi,
punti.
Classifica: Real Madrid 54; Siviglia 50; Betis
momenti sembrava aver convin- la pari, sono ottimista» Diego Junior chedebuttòproprioinquel2004, 43; Barcellona* e Atletico Madrid 39; Real
to la gente di avere una compo- © RIPRODUZIONE RISERVATA Maradona a ottobre. E un passo più indietro Sociedad* 38; Villarreal 36; Athletic 34; Osasuna
nente trascendente. Chiaramen- rispetto a Pedri e Gavi c’è Nico, 32; Celta e Rayo Vallecano* 31; Valencia 30;
te era umano, ma aveva davvero
qualcosa di speciale». s TEMPO DI LETTURA 2’13” 20enne di bellissime speranze
che oggi potrebbe trovare spazio.
Espanyol 28; Elche e Maiorca* 26; Getafe 25;
Granada 24; Alaves 20; Cadice 19; Levante 14.
Il futuro del centrocampo blau-
14 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

EUROPA LEAGUE ANDATA PLAYOFF

PORTO-LAZIO
ESTADIO DO DRAGÃO
PORTO
L’altra via per
«Lazio, è dura
Così in campo, ore 21
PORTO 4-4-2 LAZIO 4-3-3

Ma giochiamo 12 13 23
ZAIDU GALENO HYSAJ
9 21
PEDRO MILINKOVIC
30

questa Coppa
19 20 EVANILSON 3
MBEMBA VITINHA LUIZ
FELIPE
99 7 6 1
DIOGO COSTA F. ANDERSON LEIVA STRAKOSHA
3 8 26

fino in fondo»
PEPE URIBE RADU
50
FÁVIO
VIEIRA 20 10
ZACCAGNI LUIS
23 25 ALBERTO 77
JOÃO OTÁVIO MARUSIC
MÁRIO

ALLENATORE S. Conceiçao ALLENATORE Sarri

PANCHINA 25 Reina, 41 Furlanetto, 4 PANCHINA 14 Cláudio Ramos, 71


Patric, 16 Kamenovic, 44 Floriani Francisco Meixedo; 2 Fábio Cardoso,
Mussolini, 32 Cataldi, 8 Akpa Akpro, 88 5 Marcano, 35 Rúben Semedo; 28
Basic, 28 A. Anderson, 18 Romero, 27 Bruno Costa, 46 Eustáquio, 16 Grujic;
Nuovo Moro, 11 Cabral 10 Francisco Conceição, 11 Pepê, 29
corso SQUALIFICATI nessuno Toni Martínez, 9 Taremi
DIFFIDATI nessuno SQUALIFICATI Marchesín, Wendell
Maurizio
INDISPONIBILI Acerbi, Immobile, DIFFIDATI nessuno
Sarri, 63 anni, Lazzari INDISPONIBILI Manafá
prima BALLOTTAGGI Leiva-Cataldi BALLOTTAGGI Galeno-Taremi 60-
stagione alla 80-20 % 40%
Lazio GETTY
ARBITRO Gozubuyuk (Olanda) ASSISTENTI Van Zuilen-Balder (Olanda)
IV UOMO Manschot (Olanda) VAR Vab Boekel (Olanda AVAR Higler
(Olanda) TV Dazn, Sky Sport Uno e Sky Sport INTERNET gaxxetta.it
GDS

di Stefano Cieri
squadra non sia troppo lontano
da un punto di svolta. «Spero Immobile ha la tra un mese con la Nazionale.
Nello stadio del Porto si svolge- Quanto vale
INVIATO A OPORTO (PORTOGALLO)

avversario è di quelli
che l’approccio mentale sia
quello giusto. Dobbiamo miglio-
febbre, al suo rebbe infatti lo spareggio decisi-
vo per i Mondiali tra Portogallo e
posto ci sarà
L’
tosti, una squadra da rare soprattutto in questo. Cer- Italia se entrambe supereranno I PREMI DELL’EUROPA
Champions più che
da Europa League. E
care di avere sempre lo stesso at-
teggiamento, entrare in campo Felipe il primo playoff. Al posto di Ciro
giocherà, come falso nueve, un
LEAGUE ALLA LAZIO
Dati in milioni di euro
infatti da quella com- in ogni occasione con la voglia di Anderson motivatissimo Felipe Anderson.
I NUMERI FLASH
QUOTA
petizione il Porto arriva, una fare bene». Anche perché sa- Motivatissimo perché nella
manifestazione che la formazio- rebbe sbagliato fare delle scelte Sarri avverte: scorsa stagione il brasiliano ha DI PARTECIPAZIONE

2
ne di Sergio Conceicao ha spesso tra campionato ed Europa Lea- giocato proprio con il Porto, ma 3,63
affrontato da protagonista negli gue. «È una manifestazione di- «Il Porto ha senza lasciare traccia. Il tecnico
VITTORIE NEL GIRONE
ultimi anni. Per la Lazio-in-co-
struzione di Maurizio Sarri è un
spendiosa. Ma ci siamo dentro e
vogliamo restarci», sempre Sar-
perso solo tre Conceicao lo ha subito bocciato,
concedendogli pochissime ELIMINATORIO
Precedenti
ln gare Uefa le
ostacolo proibitivo, ma al tempo
stesso un banco di prova impor-
ri. partite, due con chance. Ha una gran voglia, Feli-
pe, di dimostrargli quanto si sia
1,26 per due vittorie
(0,63 a vittoria)
due squadre si tantissimo per capire se, come e No Ciro, sì Felipe Peccato il Liverpool. sbagliato. Sarà lui al centro del-
0,63 per i tre pareggi
sono affrontate
nelle semifinali
quando anche la squadra bian-
coceleste potrà mai riaffacciarsi
che all’appuntamento che può
rappresentare la svolta della sta- Voglio vedere l’attacco, ma in una girandola
continua che coinvolgerà gli altri nel girone eliminatorio Felipe
della Coppa
Uefa 2002-03.
nella regina delle coppe euro-
pee.
gione la Lazio si presenti senza il
suo bomber. Immobile è infatti
il giusto due esterni Pedro e Zaccagni.
Quest’ultimo, che è l’elemento
(0,21 a pareggio) Anderson
Il 28enne
Finì 4-1 in casa rimasto bloccato a Roma a causa approccio più in forma della squadra, assi- PASSAGGIO DEL TURNO brasiliano, ex di
La grande occasione È pro-
per i portoghesi
allenati da prio con questo spirito che la La-
della febbre. La sua assenza si
aggiunge a quelle degli “stirati” mentale» cura: «Voglio continuare così
anche in coppa. Per me l’Europa
0,55 come seconda turno, sostituirà
Immobile, al
Mourinho e poi zio si cala nella doppia sfida col Acerbi e Lazzari. Ciro sarebbe League è più importante del QUALIFICAZIONE AI PLAYOFF centro
0-0 all’Olimpico Porto. È la sua grande occasione voluto partire, ma la febbre alta campionato». 0,5 dell’attacco

5
di lanciarsi all’inseguimento di ha sconsigliato la sua convoca- © RIPRODUZIONE RISERVATA

un obiettivo (la partecipazione zione. Immobile spera di rien- TOTALE


alla prossima Champions) che
fin qui è parso talmente velleita-
trare domenica a Udine. Al Do
Dragao, invece, sogna di andarci s TEMPO DI LETTURA 2’39” 6,57
Gare utili rio da non essere neppure sban- PREMI FUTURI
di fila dierato. Ma in campionato il PER LA QUALIFICAZIONE
IL TECNICO DEL PORTO
Dopo i k.o. col quarto posto non è a distanze si- AGLI OTTAVI
Galatasaray, derali (al netto dei recuperi dista
1,2
Per Conceiçao è la sfida dei sentimenti
nel girone 4 punti) e la qualifìcazione può Mattia
eliminatorio di essere inseguita anche con l’Eu- PER LA QUALIFICAZIONE Zaccagni
questa stagione ropa League che Sarri ha vinto Il 26enne ex

«Noi ex laziali, da pazzi ad allenatori...»


AI QUARTI DI FINALE
di Europa due anni fa quando era sulla Verona, dopo
League la panchina del Chelsea. Tra il dire 1,8 la doppietta
formazione di e il fare c’è di mezzo...il Porto. di sabato al
Sarri ha Che può spegnere i sogni di glo- ● OPORTO Sarà il suo derby che ce la faccia una squadra
PER LA QUALIFICAZIONE Bologna, cerca
conquistato 5 ria europei di questa stagione e del cuore. Porto e Lazio sono diversa da Juve, Inter e Milan. ALLE SEMIFINALI il primo gol in EL
cinque risultati ribadire che la Lazio sarriana, al- state, quando giocava, le E per lo stesso motivo ora 2,8
utili di fila: 2 meno per quest’anno, con certe squadre a cui Sergio siamo quasi tutti
vittorie e 3 squadre (italiane o straniere) Conceiçao ha legato i ricordi allenatori...». Poi Sergio torna PER LA QUALIFICAZIONE
pareggi non può competere. Ma la dop- migliori. Per questo è una serio e illustra il match di ALLA FINALE
pia sfida con i portoghesi può vigilia molto particolare il stasera: «Sarà una partita 4,8
anche rappresentare quella tecnico portoghese, complicata. Spero che i miei
svolta che la formazione bianco- protagonista nella Lazio che giocatori mettano in pratica PER LA VINCENTE
celeste insegue dall’inizio del- vinse lo scudetto del 2000 con ciò che abbiamo preparato. DELLA FINALE
l’anno. «Affrontiamo una for- Eriksson in panchina. «Porto e Doppio ex Sergio Conceiçao, 47 La Lazio è una squadra con 4
mazione fortissima - avverte Lazio sono state anni, allena il Porto dal 2017 EPA molta qualità. Sa palleggiare
Sarri -. Composta da elementi importantissime per me, e bene e poi trovare TOTALE
esperti e giovani molto promet- dunque sarà una partita ricca ripensare ai suoi trascorsi all’improvviso la profondità. 14,6
tenti, come Vitinha e Vieira. di sentimenti contrastanti - nelle tre stagioni laziali. Dovremo stare molto attenti.
Quest’anno ha perso soltanto tre ammette Sergio -. Però poi «Eravamo una squadra di pazzi Sarri sta facendo un gran Vanno aggiunte poi le somme
partite, due delle quali con il Li- quando la gara inizierà - ride Conceicao -, per questo lavoro e io, da tifoso laziale, relative al market pool, alle
verpool. Per noi sarà durissi- penserò soltanto a vincere siamo stati capaci di vincere ne sono contento». vittorie non ancora distribuite
e alla quota del ranking storico
ma». Il tecnico sente però che il con il Porto». Inevitabile nonostante in Italia sia difficile s.cie.
processo di evoluzione della sua RCS
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 15

r la Champions ATALANTA-OLYMPIACOS
GEWISS STADIUM
BERGAMO

«Scorciatoia
Così in campo, ore 21
ATALANTA 3-4-3 OLYMPIACOS 3-4-3

europea? No
13 27
PEZZELLA LALA

19 15
DJIMSITI 88 19 SOKRATIS
PASALIC MASOURAS

Però darà forza


7 5
KOOPMEINERS BOUCHALAKIS

1 28 9 11 40 1
MUSSO DEMIRAL MURIEL EL ARABI MANOLAS VACLIK

all’Atalanta»
15 6
DE ROON M'VILLA

2 18 22 66
TOLOI MALINOVSKYI A. CAMARA CISSE
3 45
MAEHLE REABCIUK

ALLENATORE Gasperini ALLENATORE Pedro Martins

PANCHINA 57 Sportiello, 31 Rossi, 42 PANCHINA 88 Tzolakis, 4 M.


Scalvini, 77 Zappacosta, 33 Hateboer, Camara, 24 Ba, 21 Fadiga, 7 Onyekuru
11 Freuler, 32 Pessina, 10 Boga, 20 8 Kundé, 10 Rony Lopes, 17 Vrousaj,
Mihaila. 29 Tiquinho, 28 Valbuena
Sesto anno SQUALIFICATI nessuno SQUALIFICATI nessuno
nerazzurro DIFFIDATI De Roon INDISP. DIFFIDATI Ba, Cisse, Manolas,
Palomino, Miranchuk, Ilicic, Zapata Tiquinho INDISPONIBILI G.
Gian Piero
BALLOTTAGGI Djimsiti-Freuler 60- Rodrigues, Androutsos
Gasperini, 40%, Koopmeiners-Freuler 55-45%, BALLOTTAGGI El Arabi-Tiquinho
63 anni, Pezzella-Zappacosta 55-45%, Pasalic- 60-40%, Bouchalakis-M. Camara 70-
all’Atalanta Pessina 60-40% 30%
dal 2016 GETTY
ARBITRO Schärer (Svizzera) ASSISTENTI De Almeida e Erni (Svizzera),
IV UOMO Dudic (Svizzera) VAR Fritz (Germania) AVAR San (Svizzera)
TV Dazn, Sky, Tv8 PREZZI 14-180 euro INTERNET www.gazzetta.it
GDS

Stasera c’è
Clic
sarebbe corretto: non possiamo ci ha abituati bene - ma lo diventa sa, eventualmente. La sfida, per
di Andrea Elefante
averlo come obiettivo, perlome- se vai avanti. E comunque siamo ora, è trovare anche in questo
avigare a vista non si- no in questo momento», ha det- l’Olympiacos. in Europa: tante squadre in Italia ring gli stessi stimoli avuti gio-

N
gnifica non vedere co- to ieri Gian Piero Gasperini. E’ non ci entrano anche se è un loro cando con le nobili d’Europa. E
sa possa esserci al- questo il suo navigare a vista. Non Gasperini: obiettivo fondamentale. Per noi è l’Olympiacos sarà subito un test
Peribookmakers
l’orizzonte. Stasera, a
70 giorni esatti dal
è negatività da risultati, più che
prestazioni, un po’ balbettanti: «Vincere un traguardo e ci dà forza anche
per tornare nel torneo più presti-
non banale: «Domina in Grecia,
non perde mai, davanti ha gioca- Deafralefavorite
vuoto nello stomaco dell’uscita
dalla Champions contro il Villar-
«Forse viviamo in una bolla, ma
noi questo pessimismo intorno a
l’Europa gioso». tori rapidi e pericolosi e una rosa
con varietà di soluzioni: alterna il
perilsuccessofinale
real, l’Atalanta rimette piede in noi non lo respiriamo. Qualcuno League? Duttilità Olympiacos La 4-3-3 al 4-2-3-1 e ultimamente
Europa. Un’altra, l’Europa Lea- sì? Deve stare attento a non intos- stella polare resta quella, la ha giocato pure con la difesa a ● Fra le tre italiane
gue: dopo aver sfidato di questi sicarsi». E’ un non voler dare al- Non è corretto Champions: privilegio e non ob- tre». Potrebbe farlo anche stase- d’Europa League,
tempi Valencia e Real Madrid, la
Dea quattro anni dopo l’ultima
l’Europa League la patente di
scorciatoia per riaccarezzare la
pensarlo, ma bligo, ma comunque tentazione
irresistibile, più forte degli osta-
ra, aggiungendo alla coppia “ita-
liana” Sokratis-Manolas anche
l’Atalanta è la più vicina
alla vittoria finale
volta riscopre il sapore del torneo
chenel2017,dopo26anni,leave-
Champions, ora che la corsa a
una delle prime quattro poltrone
chi respira coli da superare. Il terzo obiettivo
stagionale oltre al campionato, la
Cisse. «Sarà una gara equilibrata
- ha detto ancora Gasperini - e
secondo gli analisti Snai,
che la piazzano a 8,00,
va fatto varcare di nuovo i confini in campionato si è fatta ancora pessimismo Coppa Italia, è sfumato, dunque è credo che ci giocheremo la quali- subito dopo il favorito
nazionali. Turno intermedio:
contro il Borussia Dortmund al-
più complicata: oggettivamente,
quella del torneo europeo non intorno a noi presto - se mai il Gasp ne farà -
per ipotizzare calcoli di rispar-
ficazione ad Atene». Dove lo sta-
dio sarà di nuovo pieno almeno al
Borussia Dortmund (6,50),
in compagnia di
lora, contro l’Olympiacos oggi.
Allora era una rivelazione, oggi è
sarà comunque una strada più
agevole. Vincerlo significherebbe
deve stare mio di energie: il fronte extra ita-
liano resta doppio («Cercheremo
50%. E dove da stavolta i gol in
trasferta non varranno più dop-
Barcellona e Siviglia. Dea
favoritissima anche per la
una “nobile” non decaduta dal- non dover dipendere dal rag- attento a non di stare in corsa il più possibile pio. «Questo lo trovo giusto: ora doppia sfida con
l’alto: senza sentirsi declassata o
retrocessa, ma neanche favorita.
giungimento del quarto posto,
«ma incontreremo squadre sce- intossicarsi» ovunque»), in attesa di vedere
l’effetto che farà questa Europa
per passare bisogna vincere al-
meno una partita». Tanto per
l’Olympiacos: per stasera
la vittoria dei nerazzurri è
Piuttosto, perlomeno dall’Olym- se dalla Champions, con grandi League. Per questo Gasp disegna l’Atalanta questo genere di calcoli quotata a 1,45; pareggio a
piacos, squadra da battere. Dicia- curriculum, prime nei loro cam- confini precisi alle difficoltà che non è mai stato un problema. 4,50, vittoria dei greci a
mo una delle squadre da battere. pionati: tutte partite difficili, lo si incontreranno. Ma aggiunge © RIPRODUZIONE RISERVATA 6,50. Sbilanciato anche il
vedremo subito. L’Europa League un «perlomeno in questo mo- pronostico sul passaggio
Pessimismo tossico «Pensa-
re di vincere l’Europa League non
non è prestigiosa come la Cham-
pions - averla giocata per tre anni
mento», quando esclude l’obiet-
tivo vittoria. Da cosa nascerà co- s TEMPO DI LETTURA 2’46” del turno: 1,30 contro 3,30.
16 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

SERIE A

IL MATCH DI DOMANI
Il derby si fa in
LA LOTTA VLAHOVIC-BREMER
GLI INCROCI A CENTROCAMPO:
JUVE-TORO SENZA RESPIRO
La partita si gioca su sfide dirette: Bonucci e Belotti vecchie
conoscenze, Locatelli e Mandragora per il dominio in mezzo

Clic
dopo il tecnico livornese rac- tati negativi e prestazioni al di sot-
di Nicola Cecere
contò: «I rossoblù allora ci to degli standard, alti, della prima
e Valerio Clari
gonfiarono come zampogne, parte del campionato. Il derby è

T
specie nella prima mezz’ora. sempre l’occasione giusta per
Fecero quattordici falli, noi svoltare: bisogna vincere i duelli,
Juric ha battuto nemmeno uno, erano sempre partendo da quello per bloccare i
Allegri quando vicino alla palla». La Juve in bollori di Vlahovic (in passato
queste ultime settimane ci è Bremer c’è riuscito), magari ritro-
allenava il Genoa tornata, vicino alla palla, grazie vare il canto del Gallo o affidarsi
a una ritrovata forma fisica e alla forma di Josip Brekalo. Se i
ridente contro difesa a tre, Juve ● Ivan Juric finora ha un recuperato entusiasmo. bianconeri aspettano la giocata da
che aggredisce nella metà cam- battuto una sola volta Dybala, i granata sanno che può
po avversaria in “stile Torino”, Massimiliano Allegri: è Risposte In più si è allenata arrivare da lui, il più in forma,
due trequartisti e una punta successo in occasione del per giocare contro i granata: il quello con più qualità. All’andata
per i granata, voglia di confer- loro primo incrocio nella calendario le ha proposto le squadre si presentarono con gli
mare la crescita per Allegri, di stagione 2016-17, quando squadre dello stesso filone. Pri- stessi punti in classifica, ora le di-
sorprendere per Juric. Il derby il tecnico croato allenava ma il Verona di Tudor, che ha stanze si sono dilatate a favore dei
di Torino si preannuncia come il Genoa e i rossoblù recuperato l’impostazione e la bianconeri. Però i novanta minuti
una vera battaglia, con tanti s’imposero per 3-1 sulla filosofia del predecessore, poi di battaglia del derby sono quelli
duelli uno contro uno, grazie a Juventus. Il bilancio l’Atalanta di Gasperini, il capo- che le possono, temporaneamen-
disposizioni tattiche e scelte fi- complessivo è di 3 stipite, l’allenatore a cui Juric si te, cancellare.
losofiche. Max stima Ivan da successi per il ispira. Il nuovo assetto bianco- © RIPRODUZIONE RISERVATA

quando, al primo incontro, nel bianconero, un pareggio nero ha “tenuto botta”, anche a
novembre 2016, il croato col
suo Genoa lo sorprese. Anni
e una vittoria per Juric. livello di gioco. Nel frattempo il
Toro ha frenato, con due risul- s TEMPO DI LETTURA 1’32”

G L I A Z Z U R R I Londra, nella notte ha bisogno di rientrare con I M O T O R I e le aree di rigore sono Rolly, va ricordato, è stato

BONUCCI A europea di luglio,


hanno vissuto fianco a
fianco i rigori, e sono
calma»). In questi giorni di
lavoro al Fila, però, si sta
rendendo conto che il suo
LOCATELLI S spesso il luogo del
delitto, il movente va
cercato in mezzo: la
acquistato dalla Juve quando
non aveva ancora 20 anni però a
causa di una frattura al piede in
BELOTTI corsi insieme ad abbracciare
Donnarumma. Il Gallo aveva
centravanti sta bene e quindi
potrebbe reggere l’impatto
MANDRAGORA battaglia del centrocampo può
decidere la partita. Locatelli e
bianconero ha disputato solo
uno spezzone di partita, contro
sbagliato il suo, Leo segnando iniziale salvo poi rientrare in Mandragora sono ingranaggi il Genoa, il 23 aprile 2017. Il
ci aveva rimesso in corsa, panchina quando le energie, il fondamentali per i due reparti, calcio è fatto anche di
Leo e il Gallo, cancellando quell’errore.
Domani Bonucci e Belotti
fiato, i muscoli, dovessero dare
segnali di stanchezza. Quindi
Loca adesso lo juventino all’andata, al
debutto nel derby, coronò il
sentimenti ed è comprensibile
che trovandosi contro il club
rivali speciali: tornano avversari, anche
diretti, visto che il granata, da
al momento duello con
Sanabria, che non sta è più coperto sogno di ogni bambino tifoso:
vincerlo con un proprio gol
che non gli ha rinnovato la
fiducia Mandragora vada in
le strade titolare o in corsa, attraverserà
le zone presidiate dal centrale
attraversando un periodo
brillante. Rolando negli ultimi minuti. Cercare il
bis sarebbe troppo, ma ora tutti,
campo animato da un
orgoglioso spirito di rivalsa.
tornano bianconero e da De Ligt.
Avversari sì, ma sempre
© RIPRODUZIONE RISERVATA
prepara in casa Juve, si aspettano un
salto di qualità da Manuel: il
© RIPRODUZIONE RISERVATA

a incrociarsi “speciali”, considerata l’ormai


nota predilezione di Lorenzo s TEMPO DI LETTURA 1’20”
la “vendetta” reparto bianconero, a lungo il
più problematico, sembra infine s TEMPO DI LETTURA 1’20”

Bonucci, figlio di Leo, per il aver trovato una forma. Zakaria


Toro e per il suo centravanti. garantisce corsa e interdizione,
Bonucci comunque non si fa
intenerire: poco più di un anno
Il confronto Rabiot e McKennie (in
ballottaggio) sono cresciuti in
Il confronto
fa ha deciso la stracittadina di condizione e “letture” dei
andata, completando la BONUCCI BELOTTI momenti del match. Locatelli ha LOCATELLI MANDRAGORA
rimonta della squadra di Pirlo, 34 anni 28 anni le spalle più coperte e dovrebbe 24 anni 24 anni
ora deve garantire la solidità di 190 cm potersi occupare di più di creare 186 cm 183 cm
181 cm
una squadra che “investe” di e cercare il tridente.
più sull’attacco, concedendo Assente per squalifica col
ancora meno margine di errore Venezia, Rolando Mandragora
ai suoi difensori. Di fronte avrà ritrova nel derby il suo posto di
un Andrea Belotti ce la sta organizzatore della manovra sul
mettendo tutta per convincere 85 84 centro sinistra, di fianco a
il suo allenatore a gettarlo nella Lukic. Una coppia di mediani 75 75
kg kg kg kg
mischia fin dal fischio d’inizio: senz’altro in grado di reggere il
per il capitano del Toro vivere PRESENZE confronto con gli omologhi PRESENZE
un derby in panchina è peggio bianconeri. E il fatto di
di una tortura cinese. Juric ci 16 10 presentarsi al derby dopo un 24 14
sta pensando. A caldo, nel post turno di riposo, sia pure forzoso,
Venezia, il tecnico croato era MEDIA VOTO è un elemento da tenere in MEDIA VOTO
Duello azzurro stato molto cauto («Vabbè, 6,12 6,1 Parola alla regia considerazione perché quel 6,11 6,26
Leonardo Bonucci, 34 anni, abbiamo voluto forzare perché Manuel Locatelli, 24 anni, ruolo è particolarmente
e Andrea Belotti, 28 LAPRESSE/ANSA stavamo perdendo, ma il Gallo GDS e Rolando Mandragora, 24 LAPRESSE impegnativo sul piano atletico. GDS

LA TATTICA

Il nuovo assetto della squadra di Allegri e la filosofia di quella di Juric lasceranno molto spazio
agli uno contro uno: tridente bianconero contro difesa a tre granata, aggressività in mediana
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 17

n quattro duelli QUI JUVE


I PE S I M A S S I M I l nuovo che avanza, la Venezia, a cancellare

VLAHOVIC I certezza che si


consolida. Da quando
è arrivato a Torino
immediatamente dalla mente
quella serata di gloria.
«Vincemmo 4-0 giocando una Fascia destra
BREMER Dusan Vlahovic è finito al
centro dei riflettori e non si è
grande partita, però adesso il
derby sarà tutta un’altra cosa. E
De Sciglio in pole
più mosso da lì. Sarà così anche
nel derby dello Stadium: nel
quindi io dovrò stare attento
perché avrò contro un
Bernardeschi
Unmuro conto della sue prime volte, centravanti molto bravo». ancora a parte
abbiamo già “smarcato” la Uomo contro uomo, senza
perDusan: prima rete, l’azione decisiva per
passare un turno a
paracaduti o salvagenti: Juric fa
giocare così la sua linea
● Allenamento con ospite
(molto gradito) ieri alla

ilbrasiliano eliminazione diretta, e anche la


prima gara senza gol. In Italia è
arretrata e quindi Bremer sa
che dovrà rendere al massimo.
Continassa: alla seduta
bianconera ha assistito l’ex

sagiàcome il suo primo derby, in patria


aveva esordito col Partizan nel
A caricarlo ulteriormente il
traguardo delle 100 presenze in
Hernanes, che ha conversato
a lungo con Massimiliano

fermarlo derby “minore” con l’OFK


Belgrado, mentre poche
maglia granata. Vlahovic ha
appena tagliato quota 100 in
Allegri. Il tecnico della
Juventus ha diversi dubbi da
settimane dopo, a 16 anni, era Serie A: ma il serbo guarda altri sciogliere in vista del derby.
diventato il più giovane a numeri, quelli dei gol segnati. Prima di tutto dovrà
giocare in quello “eterno” con © RIPRODUZIONE RISERVATA scegliere il sostituto di
la Stella Rossa. Danilo, squalificato: il pole c’è
A Bergamo il duello con
Demiral è stato senza s TEMPO DI LETTURA 1’39” De Sciglio, con Cuadrado che
potrebbe essere utilizzato
esclusione di colpi, il turco lo nei tre davanti. A proposito
ha fermato (anche se è andato di tridente, Max dovrà
al tiro sette volte) e non lo ha
mollato mai. Ora gli tocca
Il confronto I NUMERI decidere se far riposare uno
tra Dybala, Vlahovic o

18
Bremer, un altro cliente tosto, Morata per la Champions (la
un marcatore in grado di VLAHOVIC BREMER gara d’andata degli ottavi di
“disinnescare” anche i 22 anni 24 anni finale con il Villarreal è in
centravanti più quotati. Sarà 190 cm 188 cm programma martedì 22 in
un’altra “lotta” fisica per Le reti Spagna). In difesa Bonucci-
Dusan. Allegri ha avuto per lui di Vlahovic De Ligt coppia centrale con
un solo consiglio: «Non deve in Serie A in Alex Sandro favorito per la
innervosirsi se non gli riesce questa stagione, fascia sinistra, a
subito la giocata, prima o poi la di cui 17 centrocampo occhio ad
palla buona arriva e lui deve 83 82 con la maglia Arthur, che potrebbe
essere lucido in quella kg kg della Fiorentina giocare dall’inizio. Oltre a
situazione». Il fresco duello e 1 con quella Danilo, mancheranno di
con Bremer del 10 gennaio, PRESENZE della Juventus sicuro Chiellini e Chiesa e

99
stravinto dal granata, non può molto probabilmente anche
fare testo perché quel giorno 23 22 Bernardeschi, che ieri ha
Gleison guidava la difesa di un lavorato ancora a parte per
Un confronto Toro nettamente più in palla MEDIA VOTO un problema muscolare:
tra giganti della Fiorentina di un Vlahovic 6,5 6,59 Le presenze rientro tra i convocati a
Gleison Bremer, 24, 188 cm, contro assistito poco e male. Ed è stato di Bremer rischio.
Dusan Vlahovic, 22, 190 cm GETTY proprio il brasiliano, nel dopo GDS con il Torino
(87 in Serie A,
6 in Coppa Italia
L’INIZIATIVA BENEFICA QUI TORO
I M ANCINI ulla carta è la sfida più almeno un paio di soluzioni e 6 in Europa

DYBALA S sbilanciata: qui il Toro


non può che puntare al
pareggio. Se finisce 0-0
vicine (Vlahovic e Morata):
ricevendo faccia alla porta può
mettersi in proprio e cercare
League),
per un totale
di 12 reti segnate Pobega favorito
RODRIGUEZ per giocare
1
fra Dybala e Rodriguez per i dribbling e tiro, oppure cercare
granata sarà un successo. Può il filtrante sulla corsa dei
essere il duello chiave del match:
Rodriguez dovrà contrastare
compagni, come fatto con
Morata contro l’Atalanta. Tutto
al posto di Praet
Rodriguez spesso e volentieri la terza punta lascia pensare che non sarà il Centro Belotti dall’inizio?
bianconera. Attestato sulla suo ultimo derby di Torino, ma il di Locatelli
e gli aiutanti destra della linea offensiva,
Dybala poi cercherà spazio pure
contratto resta sempre quello in
scadenza a giugno: meglio non
contro il Torino:
l’ex Sassuolo ha
● È probabile che nemmeno
dall’allenamento di oggi si

per spegnere nel mezzo per liberare il suo


velenoso mancino. E questa
correre rischi e renderlo
comunque memorabile.
segnato nel suo
primo derby
riuscirà a decifrare la
formazione iniziale, viste le

la luce
5
manovra potrebbe creare © RIPRODUZIONE RISERVATA numerose prove fatte da
difficoltà al difensore svizzero, Juric. Il tecnico croato come

di Dybala che dovrà coordinare le sue


chiusure chiedendo aiuto a un s TEMPO DI LETTURA 1’20” priorità ha la sostituzione di
un elemento chiave, Dennis
mediano, cioè Mandragora, Minuti per Praet, e ha sperimentato le
Un derby contro il cancro quando la punta argentina se ne Mandragora soluzioni di emergenza che si
Ecco i “TOH” per la ricerca andrà verso il centro. Così come
potrebbe essere utile l’esterno
Il confronto con la Juventus
in Serie A
chiamano Pobega (in
vantaggio), Linetty o Pjaca.
● Un derby per la ricerca. Per Juventus-Torino che agirà sulla fascia sinistra nel 2016-17 In difesa Zima insidia Djidji,
sono state realizzate due edizioni limitate di dell’attacco granata, ovvero DYBALA RODRIGUEZ che non è al meglio, e Ola
“TOH”, l’opera di Nicola Russo che richiama i Vojvoda oppure Aina (che ha le 28 anni 29 anni Aina è stato provato sulla
celebri torèt, coi colori delle squadre per caratteristiche fisiche per fascia mancina in funzione
177 cm 182 cm
sostenere la Fondazione Piemontese per la opporsi a Cuadrado). Insomma, anti Cuadrado, ma sul piano
Ricerca sul Cancro. I “TOH” per il derby saranno Rodriguez non verrà lasciato della tenuta fisica Vjvoda
realizzati in 100 pezzi per squadra e saranno solo salvo che nei duelli uno offre le stesse garanzie.
acquistabili alla Rinascente di Torino o sul sito contro uno innescati al limite L’incognita principale
della Fondazione (www.fprconlus.it). dell’area: lì dovrà cavarsela riguarda Belotti. Sul fatto
senza assistenza. 77 che possa andare in campo
Dybala resta l’uomo che può 75 non ci sono dubbi, ma solo
kg kg
accendere la luce, in casa dalla rifinitura di domani
bianconera: coinvolto in 17 reti PRESENZE mattina si saprà se il Gallo
stagionali (12 gol e 5 assist) e in sarà titolare. Ricapitolando:
testa a quasi tutte le categorie 19 20 Milinkovic; Zima, Bremer,
statistiche offensive della Rodriguez; Singo, Lukic,
squadra di Allegri. Con il nuovo MEDIA VOTO Mandragora, Aina (Vjvoda);
Joya e muscoli assetto non deve più rientrare 6,61 6,21 Pobega (Pjaca), Brekalo;
RISULTATI E CLASSIFICHE SU Paulo Dybala, 28 anni, e Ricardo verso la metà campo per cercare Belotti (Sanabria).
Gazzetta.it Rodriguez, 29 GETTY/LAPRESSE palloni e fare la sponda, ma ha GDS

PROTAGONISTI

Domani alle 20.45 allo Stadium, arbitro Massa, ci si aspetta un clima da battaglia: la Joya e Brekalo,
l’uomo più in forma del Torino, possono garantire giocate di qualità e far saltare gli equilibri
18 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

SERIE A
#

IL NUOVO ASSO

RAFA FRA I BIG DEL MILAN Voglia


di successi
Rafael Leao,
22 anni,

E MALDINI LO COCCOLA
ieri a Milanello
con il d.t.
rossonero
Paolo Maldini
che lo ha

PER LO SPRINT SCUDETTO


premiato per le
100 partite in
maglia Milan.
Sotto con il d.s.
Massara GETTY

LA PRIMA PARTITA LA 100ª PARTITA IL PRIMO GOL L’ULTIMO GOL

UDINESE-MILAN MILAN-SAMPDORIA MILAN-FIORENTINA MILAN-SAMPDORIA


25/08/2019 13/02/2022 29/09/2019 13/02/2022

PRESENZE
100 GOL
23 MEDIA VOTO
2019-20 2020-21 2021-22

82 6,5

100
19 6 2 8 1 4 1 6,01 5,94

SERIE A COPPA ITALIA EUROPA LEAGUE CHAMPIONS LEAGUE

di questi
di Alessandra Bocci Il portoghese leader ghese? Prima di tutto nella capa-
cità di restare dentro la partita
Massara a complimentarsi. «E’
un percorso iniziato due anni e
MILANO
di Pioli oggi e domani che troppo spesso gli era manca- mezzo fa, il 25 agosto del 2019 in

C
ta in precedenza. la leggerezza Udinese-Milan e che si è com-
Dopo cento partite nella corsa e nel tocco di palla lo
rende sempre bello da vedersi,
pletato domenica anche con un
bel gol. Con l’augurio di giocarne
vuole ancora di più ma a volte diventava irritante e
qualche fischio dai tifosi Rafa se
molte altre, complimenti Rafa»,
ha detto il d.s. Massara. E il rap-
e il rinnovo è pronto l’è preso. Poi ha imparato ad ac-
collarsi le responsabilità e i risul-
porto di Rafa con il Milan è desti-
nato ad allungarsi molto presto.
ento presenze e non sentirle, il tati si vedono. La vicenda del ricorso al Tas per
che è piuttosto facile soprattutto il maxi risarcimento (16 milioni)
se hai 22 anni e ogni cosa o quasi Imprese da record Rafa è chiesto dallo Sporting Lisbona a
ti viene naturale. Cento partite anche quello dei gol impossibili: proposito del suo trasferimento
con il Milan e l’onore di essere da ricordare quello segnato a al Lilla nel 2018 è una grana che
premiato da uno che di gare con Reggio Emilia al Sassuolo con risolveranno i suoi avvocati con il
la maglia rossonera ne ha giocate uno scatto da centometrista, e superprocuratore Jorge Mendes,
più di novecento, ovvero Paolo naturalmente quello con il quale ma tutto è pronto per il prolun-
Maldini, che nella sua straordi- ha celebrato la centesima partita, gamento del contratto, con Leao
naria carriera ha polverizzato a San Siro contro la Samp. «Gra- che avrà un ingaggio quasi tripli-
più di un primato. Chissà quale zie a tutti. Sono molto contento cato, da un milione e mezzo di
sarà il futuro di Rafael Leao, arri- di essere arrivato alle 100 presen- euro a quattro più bonus. L’ac-
vato al Milan a vent’anni con ze con questa maglia, speriamo cordo attuale scadrebbe nel
un’etichetta di grande talento di vincere qualcosa di importan- 2024: con il nuovo, Rafa si leghe-
appiccicata addosso forse troppo te quest’anno», ha detto durante rà al Milan fino al 2026. Un modo
presto. Il Milan gli ha dato il tem- la premiazione a Milanello, con concreto per esprimere la volon-
po per la metamorfosi e ora la la squadra riunita e Maldini e tà di Leao di continuare a cresce-
sua centralità nel Milan è assolu-
ta. Rafa è libero di spaziare e in-
ventare ed è diventato anche più
IL PERSONAGGIO
lucido in zona gol. Pioli, che lo ha

Musica e moda
aiutato a crescere, lo aiuta anche per arrivare fin qui» aveva rac-
di Alessandra Gozzini
a non essere mai soddisfatto, contato tempo fa a Rolling Stone.
perché l’indolenza è stata a lungo
MILANO
Ora è in attesa di incidere il se-
1
dopo il calcio
un tratto apparente del carattere afael Leao è molto più condo disco, dopo aver già pub-

R
di un giocatore che ha qualità di un giovane gioca- blicato “Beginning” (inizio), al-
per arrivare al top, come il suo tore di talento: com- bum di sette tracce che spaziano
stesso allenatore dice. Ma non pone trame in campo tra rap, trap e drill, i generi prefe-

E da poco c’è
deve mai essere soddisfatto e in e nella musica trap. riti. Milano, con la sua passione
questo deve prendere esempio Con la stessa fantasia inventa per la moda, lo ha ispirato nella
dai senatori che ha accanto, una giocata o una rima. E non è versione di imprenditore nel set-

anche l’amore
Ibrahimovic e Giroud. tutto: sa declinare il fiuto del gol, tore dell’abbigliamento: Rafa ha
in fiuto per gli affari. Rafa è un un suo marchio, “Son is Son”,
Concretezza Sempre più Ra- tipo estroso, e tanto estro non per cui posa anche come model-
fa, sempre più gol. Il portoghese può essere limitato al calcio. La lo. Stile ovviamente sportivo, tu-
in questo campionato ne ha già musica è la seconda grande pas- te rigorosamente con cappuccio.
segnati sette: non una cifra paz- Rafaviveincentro,staperincidereilsecondo sione: «Mi piace molto rappare e
zesca, si dirà, ma Leao è un attac-
disco trap e ha un brand di abbigliamento penso che quando finirò la car- Amici e amore A Milano è
cante anomalo e in ogni caso con riera di calciatore potrei fare sempre più radicato: mangia fu-
questi sette gol a questo punto La fidanzata portoghese è pronta al debutto quello. Per ora è un passatempo: sion al QOR, e condivide parte
del campionato ha già migliorato faccio trap e parlo soprattutto del tempo libero con gli amici di
i suoi precedenti dati stagionali. della mia vita, dei sacrifici fatti spogliatoio, da Saelemaekers a
in che cosa è cambiato il porto-
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 19

RAFA STORY M I S S I O N E S A L V E Z Z A

I momenti chiave
Dal debutto
al gol-sorpasso
ECCO NICOLA
«Salernitana, seguimi
e ci divertiremo»
Subito l’esame più duro
25 agosto 2019
L’esordio in rossonero
Leao debutta nel ko di Udine
(1-0), alla prima giornata
di A: entra al 29’ s.t. LIVERANI

Il nuovo tecnico studia il piano per colpire:


il debutto sabato sera contro la capolista

I NUMERI
29 settembre 2019
Il primo gol
La prima rete con il Milan
non porta punti: è quella
24
I milioni
spesi dal Milan
dell’1-3 con la Fiorentina
per l’acquisto
di Rafa Leao
dal Lilla
nell’estate
del 2019.
Ai francesi
anche il
cartellino dell’ex

Leao
rossonero
Tiago Djaló

20 dicembre 2020
Il più veloce
In casa del Sassuolo Rafa
segna in 6”76: è la rete più
1,5
Milioni:
lo stipendio
veloce in Serie A e in Europa
attuale del
portoghese. Il
contratto in
essere scade
nell’estate del Cambio alla guida Davide Nicola, 48 anni, nuovo allenatore della Salernitana: debutterà sabato contro il Milan ANSA
2024

4
re del Milan e quella del club a
di Roberto Guerriero
farlo diventare uno dei simboli
della squadra.
SALERNO Il probabile 11 anti Milan
a strada per la salvez-

L
Tattica Il sistema di gioco scelto I milioni za è tutta in salita per SEPE 4-2-3-1
da Pioli e diventato il marchio di di ingaggio la Salernitana, da
28 settembre 2021
Gazzetta.it fabbrica di questo Milan è stato che il percorrere con gran-
Prima rete in Champions
Tutte le news cucito addosso a Ibrahimovic ma portoghese de tenacia e tanta for- RANIERI
Alla seconda presenza nel
sui rossoneri anche a Leao, che potrebbe agire andrà a za. Un po’ come scalare la cima FAZIO
torneo ecco la firma nella
di Pioli benissimo in altre disposizioni guadagnare Coppi e per chi, come Davide Ni-
coppa, nell’1-2 con l’Atletico
in preparazione tattiche. Ama aprirsi spazi prima dopo il rinnovo cola è abituato a pedalare, è sicu- DRAGUSIN
L.COULIBALY
alla prossima di concludere e le sue fughe sulla del contratto ramente un percorso estrema-
trasferta fascia sono diventate ormai fino al 2026: mente impegnativo ma comun- MAZZOCCHI KASTANOS
di Salerno qualcosa che tutto il pubblico di alla base fissa que non impossibile anche se la EDERSON
sempre live San Siro si aspetta, il clou dello vanno aggiunti prossima tappa è il Milan capoli-
sul nostro sito spettacolo. Fra un gol, un assist e i bonus sta che Pioli, un ex sempre ap- BONAZZOLI
un nuovo coro coniato per lui, prezzato da queste parti, sta pro-
anche le ultime scorie di scettici- vando a riportare sul tetto d’Ita- DJURIC
smo sono state spazzate via. lia. Per il nuovo allenatore della VERDI
C’era una volta e c’è ancora il Mi- Salernitana è sicuramente un
lan di Ibrahimovic, ma il futuro è inizio difficile, ma non lo spa-
di Leao e non soltanto per que- 13 febbraio 2022 venta affatto anche se il divario
stioni anagrafiche. 100 gare e sorpasso tra le due formazioni è enorme.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Domenica con la Samp ha «Il Milan? Le motivazioni non
deciso lui su assist di devono essere superiori soltanto Allenatore
NICOLA
s TEMPO DI LETTURA 3’16” Maignan: Milan al primo posto perché affronteremo una grande
squadra – ha sottolineato Davide GDS
Nicola nel giorno della sua pre-
sentazione ufficiale -. Deve ve- coraggio, sfacciataggine ed arro- possibile a patto che non abbia-
nire fuori l’idea di noi stessi a ganza creeremo i presupposti no soltanto i piedi buoni ma an-
prescindere dall’avversario che per andare avanti». La rivolu- che coraggio, organizzazione e
Sui social Daniel Maldini e Castillejo. Mi- ci troviamo davanti. Vogliamo zione di mercato non ha prodot- carattere. Il mio obiettivo è con-
1. Rafael Leao lano non è solo fede rossonera, sentirci capaci di raggiungere to radicali cambiamenti nel ren- sentire alla Salernitana di espri-
2 in borghese: con
l’inconfondibile
da poco è anche la città che fa
da cornice alla sua storia
l’obiettivo con coraggio, capacità
ed organizzazione. Non ho la
dimento della Salernitana, due
punti nelle due ultime partite.
mersi al massimo delle sue po-
tenzialità. Ho delle idee, le ve-
stile sportivo d’amore con una ragazza por- sfera di cristallo e non so cosa ot- Ora occorrono prestazioni e ri- drete sabato sera». Il 4-2-3-1 è
2. Eccolo in toghese, con cui deve ancora terremo ma se crediamo cieca- sultati differenti. Nicola cambie- un modulo che intriga molto Ni-
stile rapper: fare il debutto sui social. Fa base mente nel traguardo potremo rà qualcosa ma difficilmente ri- cola, naturalmente dovrà fare i
la musica in centro, da poco si trasferito toglierci delle soddisfazioni e proporrà il suo 3-5-2, più facile conti con gli equilibri di squadra
è la sua seconda in zona Gae Aulenti da un altro produrre un cambiamento, sot- immaginare la riconferma dei e la condizione dei suoi giocato-
passione appartamento poco distante. to tutti i punti di vista». quattro difensori. Di sicuro la ri, in alternativa c’è la possibilità
3. Con l’amico Calcio, musica, amore e c’è spa- sua Salernitana dovrà avere un di un tridente offensivo per
di spogliatoio zio anche per altro. I videogio- Rivoluzione Un concetto atteggiamento spiccatamente sfruttare le qualità di un organi-

3
Daniel Maldini chi sono tra gli hobby preferiti: semplice, identico a quello del offensivo perché non c’è molto co che ha ancora margini di cre-
è dotato di tutte le apparecchia- d.s. Sabatini, al fianco di Nicola tempo per costruire la rimonta e scita. La scalata è difficile, ma
ture più innovative. Certi nu- insieme al presidente Iervolino. bisognerà vincere il più possibi- Nicola è motivato e vuole stupire
meri in campo sembrano usciti «Al Milan ho molti amici ma le. «Ho trovato un gruppo che ancora. «Non sappiamo se arri-
direttamente dalla consolle. spero di fargli del male – ha detto ha predisposizione al lavoro, c’è veremo all’obiettivo ma ci pro-
© RIPRODUZIONE RISERVATA sorridendo Sabatini -. E’ una la consapevolezza che occorre veremo».
partita difficilissima, ma non fare qualcosa di diverso per otte- © RIPRODUZIONE RISERVATA

s TEMPO DI LETTURA 1’23’’ abbiamo perso in partenza. E’ nere il risultato – ha aggiunto Ni-
un altro spartiacque psicologico
per noi. Se metteremo in campo
cola -. La mia volontà è schierare
quanti più giocatori di livello s TEMPO DI LETTURA 2’34’’
20 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 21

SERIE A

I L L I B R O D I R O N C O N E

L’esultanza
Nicolò Zaniolo, Capitale noir,
nell’affresco
22 anni,
festeggia così,
sotto la Sud,

appassionato
il gol segnato
nel finale
al Genoa, gol

c’è anche Totti


che poi verrà
annullato

In libreria

La Roma vuole
La copertina di
“Non farmi male”
(Marsilio), l’ultimo
libro di Fabrizio
Roncone del

ancora i suoi gol


Corriere della
Sera

Lui un segnale di Valerio Piccioni

per il futuro
n frullatore. Di intellettuali scaduti, amori

U spezzati, serate kitsch, solitudini


periferiche. Il «Non farmi male» di Fabrizio
Roncone, giornalista del Corriere della Sera
dalle riuscite fughe sui banchi delle librerie, è un
frullatore di Roma. Roma che sfodera la sua grande
bellezza e poi la nasconde fra il buio, il grigio, il rito.

Il ritorno
Politica e cardinali, bordelli e suv, orologi di marca e
cravattari: tutto il resto è noia, direbbe Califano. Un
frullatore. Una miscela di citazioni tipo canzoni di
Rino Gaetano, gli strilli di Dagospia, la violenza
surreale modello Jeeg Robot. In questa baraonda di
incontri, il protagonista Marco Paraldi fa l’oste, ma gli
è rimasta addosso la curiosità del giornalista di razza,
con tanto di marchio di fabbrica, il “Paese sera” dei

di Zaniolo
primi passi giornalistici dell’autore (e di molti altri). Il
tipo si diverte a prendere in contropiede la sua banda
di amici proponendo una pasta e patate alla
napoletana, «azzeccata, densa, non brodosa, e con la
provola affumicata», proprio mentre quelli hanno
occhi solo per la carbonara. Persino la Roma è l’alibi
per guardare indietro. Le cene finiscono con il
rivedere partite storiche: ricordate Roma-Dundee
United della Coppa dei Campioni 1984?

La ragazza sparita La Roma di Roncone è un


di Andrea Pugliese
rinnovi all’interno di una squa-
Congelati tutti gnali importanti. Diretti ed indi- letto perennemente sfatto, ma sfatto da tempo, mesi,
ROMA
dra che sta altamente deludendo
le aspettative iniziali. Nel frat- i rinnovi dai
retti. «Zaniolo? A giugno vedre-
mo, prima pensiamo a questa
IL NUMERO anni. Però proprio quando sembra che tutto gli
scivoli addosso, il protagonista viene trascinato nel

4
ella sua mente riparti- tempo, però, il general manager stagione – ha detto una settimana noir in cui la famosa “giusta distanza” è fatta a pezzi.
Friedkin, anche
N
rà proprio da lì, da giallorosso Tiago Pinto nei giorni fa Massimiliano Allegri –. Il mer- Lo svegliarsi a mezzogiorno, il menage fra il pigro e il
quella corsa sfrenata
sotto la curva Sud e
scorsi si è visto con Claudio Vigo-
relli, l’agente di Nicolò, per spie- quello di Nicolò cato è lontano ed è un giocatore
di un’altra squadra». Ed a giu-
malinconico di giorni sempre uguali e l’indolente
intermittenza delle sue frequentazioni femminili, si
quell’urlo strozzato in
gola quando Rosario Abisso, l’ar-
gargli la situazione. Un incontro
“diplomatico”,pertenerecaldala
Che col Verona gno, infatti, si tireranno i conti: o
sarà rinnovo o il rischio che Za-
I milioni
di euro che
arrendono di fronte a un cambio di scena. C’è una
ragazza sparita, da ritrovare. Apparentemente è
bitro di Roma-Genoa, gli ha an- situazione, ma dove non sono cerca quella niolo vada altrove aumenterà. Nicolò Zaniolo si l’ennesima scossa inserita nel file del già visto. Ma
nullato il gol della probabile vit- state gettate le basi per un possi- Con la Juventus, appunto, in pri- diventa un terremoto. La Roma isola dove ti
toria. Nicolò Zaniolo sabato tor- bile accordo. Il che nell’entoura- gioia negata ma fila.
aspetta di
guadagnare con sembrava di avere già visto tutto diventa un
nerà proprio sul luogo del delitto,
lo stadio Olimpico, che poi da
ge del giocatore è stato preso co-
me un segnale interlocutorio. Di
contro il Genoa Il ritorno Nel frattempo, però,
il prossimo
contratto. La
arcipelago in cui è impossibile non perdersi. E non ti
aiutano neanche gli sconfinamenti nella Capalbio
qualche anno è anche il giardino certononcomeunaspettopositi- Zaniolo continua a godersi la Ro- base sarebbe festaiola ma ormai demodé, dove, però,
di casa sua, ma chissà se lo sarà vo. ma, esattamente come ha ester- intorno ai 3,5, all’improvviso compaiono pure Matteo Renzi, Mario
anche in futuro. Lì il 5 febbraio ha nato a fine partita, proprio contro più una serie di Draghi e addirittura niente meno che Francesco
preso il secondo cartellino rosso La corte bianconera D’al- il Genoa. «Possono cancellare bonus facili da Totti...
della stagione, lì cercherà di dare tronde alla finestra c’è sempre la tutto, ma questo rimarrà impres- maturare. © RIPRODUZIONE RISERVATA
una mano alla Roma di Mou- Juventus, che al giocatore è inte- sopersempreimpressonellamia Attualmente
rinho a rialzare la testa ed a tor-
nare a quella vittoria che serve
ressato da tempo e che nei giorni
scorsi gli ha già fatto arrivare se-
mente», ha scritto a fine gara,
postando una foto della sua esul-
Zaniolo nella
Roma guadagna s TEMPO DI LETTURA 1’40”

come il pane per non perdere ul- tanza a braccia aperte verso la circa 2,6 milioni
terioreterrenoconlesquadreche Curva Sud, il cuore pulsante del a stagione
precedono i giallorossi.
DOPO ROMA-GENOA
tifo giallorosso. Che poi, c’è da
scommetterci su, si coccolerà il
Conference: playoff andata
Lo stallo Zaniolo continua a suo maggior talento anche sabato
giocare una doppia partita, quel- Calvarese nello spogliatoio pomeriggio, quando all’Olimpi- RAPID VIENNA (AUT)- MIDTJYALLAND (DAN)-
la in campo e quella fuori. In
campo, ovviamente, sta alle di- di Abisso: la Procura indaga co arriverà il Verona di Tudor.
Uno che nello stadio romano
VITESSE (OLA)
18.45
PAOK SALONICCO (GRE)
18.45
rettive di Mourinho, schierato qualche delusione storica l’ha già
quasi sempre al fianco di ● (pug) La Procura Federale relativamente all’espulsione incassata da giocatore, adesso la
FENERBAHCE (TUR)- PSV EINDHOVEN (OLA)-
Abraham, per una coppia che ha aperto un procedimento, di Zaniolo in pieno recupero, Roma spera di replicargli il di-
può anche diventare quella su cui su segnalazione dell’Aia, per la dopo che pochi minuti prima – spiacere anche da allenatore. Za- SLAVIA PRAGA (REP. CECA) MACCABI TEL AVIV (ISR)
la Roma punta a costruire l’attac- presenza dell’ex arbitro con l’ausilio del Var – l’arbitro niolo, nel frattempo, dovrà anche 18.45 (DAZN) 18.45
co del futuro. Fuori, invece, balla Gianpaolo Calvarese a ridosso aveva annullato il gol della imparare a essere meno «egoi-
sempre la questione del rinnovo dello spogliatoio dell’arbitro probabile vittoria proprio a sta» delle ultime partite. Dove, SPARTA PRAGA (REP. CECA)- CELTIC (SCO)-
contrattuale, che per alcune que- Rosario Abisso al termine del Zaniolo (che poi gli ha chiesto comunque, ha lasciato il segno. PARTIZAN BELGRADO (SER) BODO/GLIMT (NOR)
stioni anche lo disturba. Zaniolo match tra Roma e Genoa, spiegazioni in modo Nicolò ha voglia di essere decisi- 21 21
infatti ha nella mente un rinnovo giocato all’Olimpico lo scorso «colorito»). Ieri la Procura ha vo, di prendere la Roma e trasci-
che gli è stato promesso da tem- 5 febbraio e terminato 0-0. ascoltato la versione dello narla fuori dalle sabbie mobili. LEICESTER (ING)- MARSIGLIA (FRA)-
po, da quando c’era ancora la Dall’inizio di questo anno stesso Abisso, nessun Questo, però, a volte lo fa andare RANDERS (DAN) QARABAG (AZE)
vecchia dirigenza e prima del solare, infatti, Calvarese è tesserato giallorosso è stato anche oltre, cercando più la gio-
21 (DAZN) 21
doppio infortunio. La Roma, pe- diventato il nuovo consulente invece ascoltato. Alla Roma, cata individuale che non quella
rò, nel frattempo ha congelato arbitrale del club giallorosso e tra l’altro, a tutto ieri non era di squadra. Anche questo fa parte Le partite di ritorno si giocano il 24 febbraio
tuttiipossibilinuoviaccordi,non la partita con il Genoa era di ancora arrivata alcuna del processo di crescita. In attesa, Nelle sfide dei playoff non c’è più la regola del gol in trasferta.
solo quello di Nicolò. Tutto rin- fatto il suo esordio stagionale comunicazione ufficiale. poi, che Pinto e i Friedkin gli of- Le vincenti andranno a sfidare negli ottavi le squadre già
viato a fine stagione, con i Frie- all’Olimpico. Calvarese si Calvarese, poi, non è frano il rinnovo di contratto. qualificate: la Roma, ma anche Az Alkmaar (Ola), Basilea (Svi),
dkin che hanno preso questa de- sarebbe recato in prossimità inquadrato come dipendente © RIPRODUZIONE RISERVATA Copenaghen (Dan), Feyenoord (Ola), Gent (Bel), Lask Linz (Aut)
cisione «politica» anche per evi- dello spogliatoio dell’arbitro del club, il quale rischia al e Rennes (Fra). Il 25 febbraio ci sarà il sorteggio degli ottavi,
tare i sussurri di una piazza che
non gradirebbe oggi vedere dei
per chiedergli spiegazioni massimo un’ammenda.
s TEMPO DI LETTURA 2’57’’
che si giocheranno il 10 e il 17 marzo..
RCS
22 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 23

SERIE A

Atupertucon...

Traorè
Il centrocampista
ivoriano Socialclub
del Sassuolo: La torta e le candeline
«Chi chiude
le frontiere non
capisce che tanti
corrono qualsiasi I 2000 IN A
rischio pur
di cambiare vita» «DALL’AFRICA ALL’ITALIA
di G.B. Olivero
INVIATO A SASSUOLO (MODENA)
PER IL SOGNO DEL CALCIO
PIÙ DELLA CHAMPIONS 117
S
crisse Paulo Coelho che solo una
cosa rende impossibile la realiz-
VOGLIO QUI LA FAMIGLIA» ● Proprio ieri Hamed Traorè
ha compiuto 22 anni: ecco come
è stato festeggiato nel centro
sportivo del Sassuolo, con una
Traorè
È lui il 2000 con
più presenze
in Serie A: 117

zazione di un sogno: la paura di classica torta di compleanno


fallire. Questa paura, Hamed Ju-
nior Traorè non sa cosa sia. Ieri il qualche minuto prima. Però sì, i
giocatore del Sassuolo ha com- dettagli li curo di più. Quando
piuto 22 anni e, prima di spe- sei giovane, ascolti i consigli, dici
IDENTIKIT
100
gnere le candeline e di parlare di ● Hamed Traorè arriva “sì, va bene”, ma fai di testa tua.
calcio, ci ha raccontato due so- in Italia da bambino e cresce Poi cresci, capisci e ti adegui».
gni: «Il primo l’ho realizzato: a Barco, in provincia di
sono diventato un calciatore. Hamed Reggio Emilia. Nel 2015 entra 3 Dal Sassuolo si parte quando
Quando partii dalla Costa si è pronti per volare. A lei le ali
d’Avorio avevo solo questo in te- Traorè nel vivaio dell’Empoli
e a soli 17 anni debutta fra sono già spuntate?
Vlahovic
Il neo-juventino,
sta. E il secondo... Tra poco NATO A ABIDJAN (COSTA D’AVORIO) i professionisti. Dopo un «Per adesso no. Sto facendo be- anche lui 2000,
spengo le candeline su questa IL 16 FEBBRAIO 2000 mancato passaggio alla ne, ma controllerò più avanti se è 2°: 100 gettoni
RUOLO CENTROCAMPISTA
bella torta e ripenso ai comple- Fiorentina, nel 2019 viene sono spuntate le ali. Qui c’è tutto
anni del passato. In Costa d’Avo- ALTEZZA PESO ceduto in prestito oneroso e anche se in questa stagione i ri-
rio non c’era l’usanza dei regali: 184 cm 77 kg biennale al Sassuolo, in sultati sono alterni, il Sassuolo
ci si faceva gli auguri e via. Nel cooperazione con la ha un progetto ambizioso e il
2015, in Italia, ho ricevuto i pri- Juventus. Alla fine della suo stile. E la squadra è molto
mi regali. Ma il più bel comple- stagione 2020-21, il Sassuolo giovane, ci vuole pazienza».
anno deve ancora arrivare, sarà lo compra per 16 milioni

84
quello che passerò qui quando 3 Capitolo nazionale: quanto fa
potrà raggiungermi la mia fami- STAGIONE SQUADRA P G male l’eliminazione dalla corsa
glia: papà, mamma, un fratello e 2017-19 EMPOLI 10 0 al Mondiale?
due sorelle. Sto preparando tutti 2018-19 EMPOLI 32 2 «Tanto, perché da piccolo guar-
i documenti. Il mio più grande 2019-20 SASSUOLO 31 4 davo la generazione di Drogba e Tonali
sogno non è giocare la Cham- 2020-21 SASSUOLO 35 5 sognavo di giocare il Mondiale. Il 2000 milanista
pions League, anche se ovvia- 2021-22 SASSUOLO 19 2 La sconfitta con il Camerun, che è terzo: 84
mente spero di riuscirci, ma riu- ci ha estromesso dalla corsa al partite in Serie A
nire la famiglia». Qatar, è finora la delusione più
grande della mia carriera. An-
3 Traorè, tra i giocatori nati dal che la recente Coppa d’Africa
1° gennaio 2000 in poi lei è non è andata bene. Comunque
quello che ha più presenze in A resta il fatto che c’è ancora trop-
(117) davanti a Vlahovic (100). pa differenza tra le nazionali
C’è una partita che ricorda più africane e le più forti europee e

63
di altre? sudamericane».
«L’ultima con l’Empoli nel 2019,
a San Siro contro l’Inter. Dentro 3 Che consiglio darebbe a un
quella gara c’era tutto: la spe- ragazzo che vuole seguire le sue
ranza di salvarci, la retrocessio- orme, dalla Costa d’Avorio al- Raspadori
ne a causa di due pali, il mio gol l’Italia, per giocare a pallone? Un altro 2000
dell’illusione, la chiusura della «Di non smettere di sognare. del Sassuolo è
bellissima esperienza di Empoli, Ma di fare di tutto per trasfor- 4°: 63 match in A
che è la squadra del mio cuore. mare il sogno in realtà. Ci vo-
Questa statistica mi rende felice, gliono lavoro, sacrificio, fortuna,
mi ripaga di tanti sacrifici. Ma so pazienza. In Africa abbiamo il
che il difficile viene adesso: arri- calcio nel sangue. Il mio miglio-
vare in alto è meno complicato 3 Al Sassuolo è diventato tre- 3 A proposito di Dionisi, come re amico ha affrontato il viaggio
che restarci». quartista. si è scusato con lui dopo la su un barcone per arrivare in
Talento «De Zerbi mi ha avanzato per brutta scena della sostituzione Europa e fare il calciatore. L’ho
Il ruolo preferito?
62
3 Una sua frase di qualche tem- ivoriano esigenze tattiche, ma non c’è nella partita di Coppa Italia saputo solo quando è arrivato in
po fa: «A volte mi accendo e mi
spengo». Sta imparando a re-
Hamed Traorè,
trequartista del
problema. Il mio ruolo è il cam-
po: dove mi mettono, mi rendo Sono istintivo contro la Juve?
«Ci ho messo due minuti a pen-
Spagna. In mare ha rischiato di
morire più volte. Gli ho chiesto:
stare acceso? Sassuolo, fa utile. Sono abbastanza istintivo nelle giocate: tirmi. Eravamo ancora in campo “Ma lo sai che la vita è una so-
«Sto migliorando, ma devo dare
continuità perché è un proble-
parte anche
della nazionale
in tutte le giocate: rispetto i
compiti, ma poi do la mia inter- rispetto i compiti, quando gli ho chiesto scusa. Poi
dopo cena ci siamo ritrovati nel-
la?”. Mi ha risposto: “Sì, ma io
ho un sogno e voglio realizzar-
E. Vignato
Emanuel Vignato
ma che a volte si ripresenta. È della Costa pretazione». ma poi do la mia la camera dell’hotel e abbiamo lo”. Noi ragioniamo così. Adesso del Bologna: 62
una questione fisica, mentale,
caratteriale».
d’Avorio. Finora
ha 4 presenze 3 Andreazzoli, De Zerbi, Dioni- interpretazione parlato. Il giorno dopo mi sono
scusato anche davanti ai compa-
gioca nella terza serie francese
ed è contento. I politici che vo-
gare in A, è 5°

LAPRESSE si: cosa le hanno insegnato? gni. L’adrenalina ha fatto brutti gliono chiudere le frontiere non
3 All’Empoli iniziò da mezzala: «Sono stato fortunato a essere scherzi. Anche i “vecchi” della hanno la percezione che a deci-
è il suo ruolo preferito? guidato da tre tecnici con una squadra mi hanno parlato, ma dere di partire sono le persone
«Lì ho fatto il mio percorso ini- mentalità offensiva. Andreazzoli qui l’atmosfera è speciale: non ti che non vedono altre strade. E se
ziale, nel settore giovanile e in mi ha dato fiducia: ero un ragaz- Ci ho messo due vogliono rimproverare, ma farti non hai i mezzi, sali sul barcone
prima squadra. Andreazzoli,
che io chiamavo nonno, è una
zino e mi fece giocare. De Zerbi
mi ha spinto ad avere consape- minuti a pentirmi capire. E io lo so che quelle cose
non si fanno».
senza pensare al pericolo. Il pe-
ricolo non esiste, esiste sola-
persona speciale. Quando ho volezza e convinzione. Dionisi della scenata a mente il tentativo di cambiare la
firmato per il Sassuolo l’ho rin- mi insegna a non pretendere,
Dionisi, contro la 3 Cura un po’ di più i dettagli o tua vita».
graziato per quello che aveva ma ad andare a cercare le cose: continua ad arrivare all’allena- © RIPRODUZIONE RISERVATA

fatto per me e lui ha risposto: mi ha fatto capire che serve la Juve. Già in campo mento con un solo minuto di
“Non devi ringraziare me, ma
tua mamma”. È un maestro».
volontà per ottenere ciò che si
vuole». gli ho chiesto scusa anticipo?
«Ahahahah... Adesso arrivo s TEMPO DI LETTURA 4’35”

All’Empoli chiamavo “nonno” Andreazzoli: è una persona speciale. Quando ho firmato per il Sassuolo
l’ho ringraziato e lui mi ha risposto: “Non devi ringraziare me, ma tua mamma”. È un maestro
Hamed Traorè Centrocampista Sassuolo
24 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

SERIE A

Calcio in pressing
Gravina chiede Capienza
a metà
Gli spalti

«Dateci subito
dell’Olimpico
il 12 settembre
scorso per
Roma-Sassuolo:
28 mila i paganti

il 100 per 100


GETTY

della capienza»
Forse il 75 da questo weekend
Disgelo con i club sullo statuto
sulla possibilità che si speculi sul-
di Valerio Piccioni
ROMA
l’eventualità di un flop azzurro
con conseguente caduta del pre-
Tre anni di chiusure e aperture negli stadi italiani CHI È
orcing sull’aumento sidente federale: «Se c’è qualcu-

F
della capienza degli no che pensa questo è un anti ti- 8 12 19 19 21 11 6 16/23 6 19
stadi e dei palazzetti. foso, un anti italiano e sta colti- MARZO GIUGNO SETTEMBRE MAGGIO AGOSTO OTTOBRE GENNAIO GENNAIO FEBBRAIO FEBBRAIO
Proprio nelle ore in vando una falsa illusione». 2020 2021 2022
cui stanno diventando Juve-Inter il calcio Prima Finale Coppa Il campionato Si va Si torna al Le partite Si torna Si torna
LA GUIDA operativi i nuovi limiti del 75 per Disgelo Dopo giornate tempe-
cento all’aperto e del 60 al chiuso stose, il consiglio federale ha cele-
nello Stadium
vuoto,
riparte a
porte
apertura: Italia inizia con al 75%
1.000 Atalanta-Juve la capienza In novembre
50% vengono a salire:
giocate con capienza al
al 75%

che potrebbero scattare già per brato un cambio di atmosfera fra l’ultimo chiuse spettatori, a Reggio al 50% Inter-Napoli un tetto 50%
big-match ma si Emilia a San Siro di 5.000
Stadi questa giornata di campionato Federcalcio e Lega. Gravina ha in- della A prima richiude con capienza 56.649 spettatori Gennaro
Da questo fine (domani o sabato la probabile vitato il nuovo vicepresidente del subito al 20% spettatori, Terracciano
settimana (o dal pubblicazione sulla Gazzetta Uf- Percassi e lo ha pubblicamente lockdown record 61 anni, nato
prossimo turno ficiale del nuovo decreto green apprezzato per la sua «massima a Napoli
di Coppe) si va pass convertito in legge, l’Inter è collaborazione» sul tema del l’8 maggio 1960,
al 75 per cento già pronta per mettere in vendita cambio di statuto. La Lega di serie è professore
della capienza. un supplemento di biglietti per la A si è mossa per l’adeguamento ordinario di
Ma Gravina ha sfida al Sassuolo di domenica) e sul problema delle maggioranze GDS diritto
chiesto il 100 per le semifi- (da qualificata amministrativo e
per 100 nali e le finali a semplice per dercalcio sono state accolte posi- parlerò più di ristori perché è Prorettore
subito. della coppa prendere quasi tivamente. Pure Valentina Vezzali mortificante sentirsi dire sempre presso
Probabile che Italia di basket, Il commissario tutte le deci- si è detta soddisfatta: «Apprezzo no. Noi chiediamo, in linea con l’Università degli
la svolta arrivi Gabriele Gra- Nominato dal 26 sioni). E pro- ladecisionedellaFigcperarrivare quellochesuccedeneglialtriPae- Studi di Roma
a metà marzo vina rilancia e prio questo a una soluzione condivisa», ha si, che il calcio sia trattato come “Foro Italico”.
scrive al mini- Terracciano: la Lega scenario ha detto la sottosegretaria al Senato, tutti i settori. E che quindi venga Laureatosi in
Statuto stro della Salu- ha altri nove giorni portato il con- dove ha presentato il libro “la tutelato il diritto d’autore». E il giurisprudenza
Nominato il te e al Cts: tor- siglio federale bambina più forte del mondo” di primo esempio è quello delle nel 1983 a
commissario niamo alla ca- per scrivere da sola a una doppia Silvia Salis, l’ex martellista oggi scommesse sportive. Una raccol- Napoli, è stato
ad acta (solo pienza massi- le nuove norme decisione: no- vicepresidente vicario del Coni. ta da 13-15 miliardi l’anno, per insignito nel
per lo statuto) ma, non ha mina del com- più del 70 per cento riconducibile 2005 dell’onorifi-
ma solo dal 26 sensoaspettare.Difficileimmagi- missario ad acta, il professor Tavoli E il tavolo sui ristori che a eventi calcistici e su cui, appun- cenza di Grande
febbraio. nare che in poche ore si possa Gennaro Terracciano, per la ri- fine ha fatto? Si è sdoppiato. La to, si chiede una percentuale. Ma Ufficiale della
La Lega modificare il decreto (che preve- scrittura delle norme, ma suo in- Vezzali vuole estenderlo a tutto lo Gravina non guarda soltanto fuo- Repubblica
ha 9 giorni de la soglia del 75 per cento) bat- sediamento soltanto a partire dal sport, ma bisogna aspettare il ri- ri per mettere il naso fuori dal Italiana
per scrivere tezzato alla Camera, ma l’obietti- 26 febbraio. Dando quindi un ul- torno di Malagò da Pechino. La mare della crisi. Vuole andare
le norme da sola vo della Federcalcio è accelerare. teriore tempo alla Lega per giun- Federcalcio ha invece già avviato avanti sul rispetto dell’indice di li-
Si erano ipotizzate due date, il gere al traguardo da sola, il che un’interlocuzione tecnica, Gravi- quidità, inserendolo fra i requisiti
weekend di serie A del 20 marzo e stopperebbe l’arrivo del commis- na è stato dal sottosegretario Ro- per l’iscrizione ai campionati.
la partita in cui la Nazionale di sario. Un altro segno di disgelo è Presidente Figc berto Garofoli, presentando i dati Anche su questo, marzo sarà il
Mancini si giocherà mezza quali- venuto dal rinvio della scelta del Gabriele Gravina drammatici del caro bollette sul mese della verità.
ficazione mondiale il 24 a Paler- nuovo vicepresidente federale Eletto nell’ottobre 2018 e mondo dilettantistico, con una © RIPRODUZIONE RISERVATA
mo con la Macedonia del Nord, si dopo le dimissioni di Paolo Dal riconfermato nell’incarico stima di 100 milioni di rincari. Il
cerca di anticipare. A proposito di Pino. Fatto sta che anche in Lega,
Nazionale, Gravina è durissimo le decisioni della mattinata in Fe-
l’anno scorso GETTY presidentedellaFedercalciochia-
risce che sui professionisti «non s TEMPO DI LETTURA 3’50”

La svolta LE AZZURRE

Gol di Bonansea
La nuova Serie A donne dice sì a playoff e playout Danimarca ko
nell’Algarve Cup
Dieci squadre nel prossimo torneo con l’aumento del numero di
partite e la diminuzione del ri-
di mantenere il valore del merito
sportivo della prima fase e, dal- ● (g.sae.) È iniziato con una
professionistico: 5 si giocheranno schio di assistere a incontri che l’altro, di aumentare la spettaco- bella vittoria il 2022 della
scudetto e Champions, 5 la salvezza poco hanno da dire dal punto di
vista del raggiungimento degli
larità della competizione grazie
a una seconda fase costituita da
Nazionale di Milena Bertolini,
che ieri ha sconfitto la
ne diretta, riservate alle prime obiettivi finali. scontri diretti, in cui le protago- Danimarca nell’esordio
di Giulio Saetta
cinque e alle ultime cinque clas- niste coinvolte si sfideranno per dell’Algarve Cup, prestigioso
MILANO
sificate nella prima fase che Novità assoluta È questo i diversi obiettivi in palio». Tale torneo internazionale a cui
stato approvato ieri metteranno in palio rispettiva- l’intento del nuovo provvedi- format è una novità assoluta in partecipano anche le

È
dal Consiglio federale mente lo scudetto e i due posti mento proposto dalla Divisione Italia, ma è già stato adottato con padrone di casa del
il nuovo format della Champions, e la permanenza in calcio femminile presieduta da ampio gradimento da diversi al- Portogallo, la Svezia e la
Serie A femminile Serie A. Nel dettaglio, in questi Ludovica Mantovani, dopo tri prestigiosi campionati euro- Norvegia. Il gol vittoria, al 5’
2022-23, la prima due nuovi mini-tornei – in cui le un’attenta analisi che ha coin- pei, come per esempio le massi- della ripresa, porta la firma
dell’era professionistica. Le squadre ripartiranno con i punti volto il Consiglio direttivo e i me serie femminili e maschili in della juventina Bonansea. Le
squadre, scese a dieci dalle do- conseguiti nella stagione regola- club. «Il Consiglio direttivo – ha Austria e Belgio, oppure la mas- azzurre torneranno in campo
dici attuali, continueranno a re – si giocheranno quattro gare detto Mantovani – osservando sima serie femminile in Dani- domenica 20 contro la
giocare una stagione regolare di andata e quattro di ritorno, l’esperienza di altri campionati marca e Repubblica Ceca. Norvegia (alle 13 italiane) e
“all’italiana”, con partite di an- con due turni di riposo a testa. europei si è orientato verso que- © RIPRODUZIONE RISERVATA mercoledì 23 per le finali:
data e ritorno, a cui si aggiunge- In totale, le giornate di campio- sto nuovo format, che prevede gare che saranno trasmesse
ranno due poule, simili a playoff
e playout ma non a eliminazio-
nato passeranno dalle attuali 22
a 28: un’offerta più accattivante,
Poker La Juve festeggia lo scudetto
2020-2021, il quarto consecutivo GETTY
una seconda fase a due poule.
L’obiettivo è quello, da un lato, s TEMPO DI LETTURA 1’47’’ in diretta su RaiSport.
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 25

SERIE A IL BLOG
#

Il Genoa modello Blessin LA CLASSIFICA


SQUADRE PT PARTITE RETI

riparte con i documentari


G V N P F S
MILAN 55 25 17 4 4 50 26
INTER 54 24 16 6 2 55 20
NAPOLI 53 25 16 5 4 46 17
JUVENTUS 46 25 13 7 5 37 22
ATALANTA 44 24 12 8 4 46 29

Il tecnico tedesco mostra ai giocatori video di animali


LAZIO 42 25 12 6 7 52 39
ROMA 40 25 12 4 9 42 32
FIORENTINA 39 24 12 3 9 43 34

«Impariamo a fare gruppo, si vince solo se stiamo uniti» VERONA


TORINO
36
32
25
24
10
9
6
5
9
10
47
31
40
25
EMPOLI 31 25 8 7 10 38 48
SASSUOLO 30 25 7 9 9 41 44

Clic
BOLOGNA 28 24 8 4 12 29 40

IL SUO GENOA I NUMERI SPEZIA


UDINESE
26
24
25
23
7
5 9
5 13
9
27
30
46
40

STAFF
3
SAMPDORIA 23 25 6 5 14 33 42
VENEZIA 21 24 5 6 13 22 43
Debutto a Marassi CAGLIARI
GENOA
21
15
25
25
4
1
9
12
12
12
25
21
46
46
di Filippo Grimaldi con tutta la famiglia SALERNITANA 13 23 3 4 16 17 53
Pareggi
GENOVA e un mazzo di fiori di Alexander CHAMPIONS E. LEAGUE CONFERENCE LEAGUE RETROCESSIONE
chi gli chiedeva, pri- Blessin da
26a GIORNATA
A
ma della sfida-spa- quando guida il
reggio con la Salerni- Genoa: l’unico
tana, se in qualche tecnico che DOMANI
Massimo modo la sua fiducia finora ha iniziato JUVENTUS-TORINO (and. 1-0) ore 20.45
Mariotti stesse vacillando, Alexander la sua SABATO
SAMPDORIA-EMPOLI (3-0) ore 15
60 anni, Blessin ha risposto così: «Per me esperienza in A
ROMA-VERONA (2-3) ore 18
svizzero, ex il bicchiere è sempre mezzo pie- con quattro pari SALERNITANA-MILAN (0-2) ore 20.45
calciatore e poi no», mettendo a tacere malelin- consecutivi DOMENICA
tecnico, è il gue e depressi. Serviva un po’ del nell’era dei tre FIORENTINA-ATALANTA (2-1) ore 12.30
traduttore di suo incrollabile ottimismo e dei punti a vittoria è VENEZIA-GENOA (0-0) ore 15
Blessin suoi innovativi metodi di lavoro Sinisa Mihajlovic INTER-SASSUOLO (2-1) ore 18
UDINESE-LAZIO (4-4) ore 20.45
per dare la scossa ai rossoblù. nel 2008-09 col
LUNEDÌ
Perché nel lavoro al video fatto ● Lo spirito di gruppo si Bologna. CAGLIARI-NAPOLI (0-2) ore 19

22
con la squadra in vista dell’ulti- allena anche in famiglia: il BOLOGNA-SPEZIA (1-0) ore 21
ma gara casalinga, Blessin ha in- 22 gennaio scorso, per il
filato pure un video di un branco
di leoni che attaccano insieme la
debutto di Blessin al Genoa
contro l’Udinese al 27a GIORNATA
preda.Unmodoinusualepertra- Ferraris, la moglie del Le gare VENERDÌ 25
smettere ai giocatori il concetto tecnico e le tre figlie hanno consecutive MILAN-UDINESE (1-1) ore 18.45
Tonda che «la forza arriva dall’unione coperto in auto il tragitto senza vittorie GENOA-INTER (0-4) ore 21
Eckert di tutti gli animali insieme, per- Stoccarda-Genova e del Grifone in SABATO 26
29 anni, ché uno da solo soccombereb- ritorno: come benvenuto, Serie A, record SASSUOLO-FIORENTINA (2-2) ore
20.45
tedesco, è il be». Vale anche nel calcio. Quasi per loro, un mazzo di rose negativo
DOMENICA 27
vice di Blessin: a voler dire: ragazzi, ragionate Leader Alexander Blessin, 48 anni, ha ottenuto tre pari nelle prime tre gare assoluto per il TORINO-CAGLIARI (1-1) ore 12.30
ha lavorato a d’insieme, questo non è uno Genoa. L’unica VERONA-VENEZIA (4-3) ore 15
lungo nella sport di solisti. Ma non è l’unico coinvolge filmati di altre discipli- sfide -, ma di sicuro ha riacceso la metodo-Blessin: condivisione, non SPEZIA-ROMA (0-2) ore 18
galassia Red Bull riferimento al mondo animale ne, come football americano, passione, in campo e fuori. Il fiducia, autostima, valori. Perché neopromossa a LAZIO-NAPOLI (0-4) ore 20.45
che ricorre nelle riunioni in sala- basket (due degli sport preferiti prossimo video che mostrerà ai poi, in fondo, così si sta meglio fare peggio in LUNEDÌ 28
ATALANTA-SAMPDORIA (3-1) ore
video con la squadra, secondo dall’allenatore) e pure baseball. giocatori rossoblù è il nuovo spot anche con se stessi. Per avvalora- una singola
20.45
una metodologia che Blessin si In ognuno di essi, il concetto del di una celebre multinazionale re il concetto, alla Gazzetta ha stagione è stata
porta dietro sin da quando alle-
nava l’Ostenda e, prima ancora,
gruppo - declinato in modi diver-
si - risulta fondamentale.
dell’abbigliamento sportivo dal
titolo «Never too far down», cioé
raccontato questo aneddoto per-
sonale: a casa sua a Stoccarda,
il Varese. Che,
nella stagione MARCATORI
le giovanili del Vitesse. Le migra- «Non si è mai troppo in basso», c’era già un cane, ma le tre figlie 1971-72, era 19 RETI Immobile (Lazio, 4)
zioni di stormi di uccelli («si Autentico I giocatori rossoblù dove scorrono appunto immagi- hanno fatto pressing su papà per arrivato a 28 18 RETI Vlahovic (Juve; 17 alla
muovono a migliaia, tutti insie- hanno capito in fretta che l’atteg- ni di grandi cadute e drammi adottarne altri due scovati chissà partite senza Fiorentina, 5)
me, ci pensate?») sono un’altra giamento di Blessin durante gli sportivi, ma la cui storia successi- come all’estero. Accontentate: ne successi 12 RETI Simeone (Verona)
delle similitudini scelte dal tecni- allenamenti, oltre a insegnare vadeiprotagonistinedocumenta è arrivato uno dalla Spagna, e un 11 RETI Martinez (Inter, 3), Abraham
(Roma, 1)
co tedesco del Genoa per soste- l’intensità e la verticalizzazione anche la resurrezione professio- altro dalla Macedonia. Anche 10 RETI Joao Pedro (Cagliari, 3),
nere il concetto dell’importanza del gioco a ogni costo, racchiude nale. Il messaggio ai suoi ragazzi è questo è un modo per cementare Dzeko (Inter), Berardi (Sassuolo, 3)
fondamentale. Insomma, non pure la volontà di avere un grup- chiaro: se restiamo uniti, nulla lo spirito di squadra. 9 RETI Zapata (Atalanta, 3),
una scelta stile Al Pacino in po dove tutti lottino per il bene diventa impossibile, con la spe- © RIPRODUZIONE RISERVATA Pinamonti (Empoli, 3), Destro (Genoa),
«Ogni maledetta domenica», comune, Certo, in campionato la ranza che essere tutti leoni (o gri- Scamacca (Sassuolo), Barak (4),
Caprari (Verona, 1)
ma qualcosa che attiene a una ve-
ra e propria metodologia. E che
vittoria non è ancora arrivata -
per lui, tre pareggi in altrettante
foni, in questo caso) basti a riac-
cendere il sogno-salvezza. È il s TEMPO DI LETTURA 2’30”

Forze fresche per i blucerchiati Verso la sfida con la Lazio

Samp da risollevare la Sampdoria pareva a un passo


dalla firma con il Toronto, ed ora
si riaffaccia in Serie A dopo sette
Il ritorno di Arslan biliarista in Germania – saranno
fondamentali per i bianconeri.
Nell’ultima gara con il Verona,

Giampaolo ha bisogno anni di assenza, Giampaolo ha


spiegato bene la situazione, la-
sciando però intendere come
L’Udinese in mezzo orfano del numero 5, il centro-
campo ha sofferto molto la pres-
sione gialloblu e la mancanza di

di Giovinco e Supryaga «per lui si debbano usare pesi e


contrappesi». Tradotto: tempo
ce n’è poco, ma bisogna dargli il
ritrova il guerriero dinamismo. Il ritorno di Tolgay è
quindi più che necessario.

tempo di mettersi al passo con i Anno buono Il campionato


compagni, dopo sei mesi di lavo- scorso, arrivato con il bollino di

SAMPDORIA ro individuale. Giovinco è partito


fortissimo mella sua prima setti-
mana, a riprova di una volontà di
UDINESE cambio degli interni titolari (De
Paul e Pereyra), Arslan ha saputo
ritagliarsi presto un ruolo nevral-
ferro e della consapevolezza di gico, complici la duttilità – che lo
voler dare in fretta il suo contri- ho proiettato in parecchi casi nel-
buto, però è impossibile chieder- lo slot di uomo davanti alla difesa
GENOVA di Nicola Angeli
gli tutto e subito. Diverso il di- – e le noie dell’attacco, che hanno
UDINE
no, Sebastian Giovin- scorso per il giovane ucraino, che fatto in modo che il Tucu venisse

U
co, deve riaccendere il oltre alla necessità di integrarsi on la Lazio – prossima spostato spesso da sottopunta. La

C
motore. L’altro, Vla- sul piano tattico in un campiona- avversaria – ha segna- prima stagione a Udine è stata
dyslav Supryaga, ha to tutto nuovo, deve superare gli to il primo gol della chiusa con 30 presenze e 3 reti.
bisogno del necessa- ostacoli della lingua. Non cono- sua esperienza italia- Oltre alla Lazio ha segnato al Be-
rio ambientamento prima di po- sce l’italiano, questo era facile na – la scorsa stagione nevento e al Bologna. Il suo valore
tersi rendere davvero utile alla immaginarlo ma, soprattutto, – e il primo (pure l’unico, per il non è venuto meno quest’anno.
causablucerchiata.Ma,adesso,la non parla inglese. E qualunque momento) di quest’anno. Se c’è Sono già 20 i gettoni. Il contratto
missione di Marco Giampaolo - comunicazione con i compagni un giocatore dell’Udinese che scade a giugno, ma la società ha
oltre al recupero totale, in primis, risulta oltremodo complicata. quando vede biancoceleste sente dalla sua parte un’opzione unila-
di Fabio Quagliarella - riguarda Una sfida nella sfida: Giampaolo un’energia particolare è Tolgay terale per il rinnovo, che ha già
proprio i due uomini in più del- li vuole, entrambi, al più presto. Arslan.Ilcentrocampistatedesco dichiarato di voler esercitare. Nel
l’attacco, arrivati dopo la parten- La salvezza non può aspettare. di origine turca domenica torne- futuro dell’Udinese, quindi, Ar-
za di Torregrossa e l’infortunio di fi.gri. ràadisposizionediGabrieleCiof- slan ci sarà ancora.
Gabbiadini. © RIPRODUZIONE RISERVATA fi, dopo lo stop per squalifica. La © RIPRODUZIONE RISERVATA

sua capacità di palleggio e la sua

Tecnico Marco Giampaolo, 54 anni


Serve pazienza Sull’attaccan-
tetorinese,cheprimadidiresìal- s TEMPO DI LETTURA 1’11”
Lottatore Tolgay Arslan 31 anni
capacitàdiragionare–chesfrutta
anche nella sua abilità di immo- s TEMPO DI LETTURA 1’10”
26 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

MONDO FRANCIA

L’uomocopertina

Mbappé nuovo Re Sole

Che bomber Kylian


Mbappé, 23 anni, esulta dopo
il gol segnato martedì al Real
Madrid. Per lui 32° centro in
Champions in 52 match, 26°
con il Psg in 43 partite AFP

KYLIAN CONTESO, CHE SFIDA PSG-REAL


E CHI RESTA A SECCO VA SU HAALAND
Il francese sta oscurando Messi e rimane in bilico: Parigi vuole tenerlo,
Madrid prenderlo a zero. L’unica alternativa di alto livello è il norvegese
dandosi a cercare da solo il gol tois. Roba da Messi e Ronaldo, somma, siamo alla svolta. E così
di Alessandro Grandesso
vittoria sul Real. E adesso anche ma ai vecchi tempi. si spiega la feroce battaglia tra
PARIGI
il Bernabeu trema. Psg e Real per assicurarsi Mbap-

O
KM7 Per Mbappé è stata la set- pé. L’attaccante la scorsa estate
Titoli Nel frattempo, la giocata tima gara di fila in Champions aveva chiesto di essere ceduto
di Mbappé ha esaltato i media in cui ha lasciato il segno con gol alla Casa Blanca. L’emiro ha ri-
spagnoli e francesi. Da Marca a o assist. La sua è stata anche la fiutato un’offerta orale di 200
As, dal Mundo Deportivo a settima rete da quando è arriva- milioni di euro, pur di tentare
Sport, in Spagna sono tutti ai to al Psg nei minuti di recupero, l’assalto alla Champions League
suoi piedi, sedotti anche dal ca- tra campiona- nell’anno del
rmai sembra chiaro a tutti. Il mi- stigliano fluente con cui si to e coppe. La Mondiale in
glior giocatore al mondo non è esprime nelle interviste. Un seconda in Qatar. Mbap-
più il 34enne argentino Lionel dettaglio interpretato come stagione, oltre La scelta pé si è rasse-
Messi, come non lo è neppure il possibile indizio del suo futuro ai due assist, a KM7 la scorsa estate gnato. Non in
37enne portoghese Cristiano Real. Per il quotidiano della ca- riprova di una campo dove si
Ronaldo: Palloni d’oro sulla via pitale francese, Le Parisien, di mentalità vin- aveva chiesto è impossessa-
del tramonto. Il nuovo Re Sole è «Royal», c’è invece solo Mbap- cente che ne- la cessione to del trono in
il 23enne Kylian Mbappé, con il pé. L’Equipe, con un gioco di anche Messi teoria riserva-
contratto in scadenza e non a parole, ha formalizzato poi il può più ga- alla Casa Blanca: to a Messi. E
caso conteso da due dei princi- passaggio di consegne: «Mais si rantire. Dei 14 adesso cosa farà? nonostante la
pali e più ricchi club europei: il («ma sì», che in francese si L’altra stella sigilli totali in bastonata di
Psg che vuole tenerselo stretto e pronuncia come Messi), è an- Il norvegese Erling Haaland, Champions, il Psg gliene deve martedì, a Madrid si pregustano
il Real Madrid che vorrebbe farlo cora lui». Cioè Kylian che ha 21 anni, attaccante due terzi, tra assist (4) e reti (5). il colpaccio a zero euro.
suo, nonostante la strigliata di salvato di nuovo il Psg con un del Borussia Dortmund: Messi finora ha segnato 5 volte
martedì. Comunque vada, l’uni- gol spettacolare: dribbling da si libera con il pagamento in 6 gare in Europa, ma fa molto Scelte Per ora non va dato nul-
ca vera alternativa per chi rima- sinistra tra Militao e Vazquez, di una clausola peggio in Ligue 1: 2 gol contro i la per scontato: «Sono felice al
ne a bocca asciutta è il 21enne rasoiata di destro in anticipo su da 75 milioni GETTY 12 del collega, che valgono la Psg – ha dichiarato il bomber a
Erling Haaland. Valverde, tra le gambe di Cour- metà dei punti in classifica. In- fine gara -, e non decido il mio
futuro su una partita». Mbappé
Crescita Mbappé non è più L A C U R I O S I T À
deve ormai chiedersi se non val-
una promessa: ha già in bache- ga la pena aprire un ciclo di vit-
ca, oltre a un’inevitabile sfilza di torie da leader del Psg, oppure di
titoli nazionali, la Coppa del mutarsi in una sorta di rico-
Mondo 2018. Insomma, non si Verratti si compra un’isola... ma sul metaverso struttore del Real che vuole
tratta di un epifenomeno me- sbattere fuori dal giro che conta.
diatico, ma di un fuoriclasse del ● (a.g.) Dopo aver conquistato finanziaria. Il centrocampista ci si potrà andare da avatar (la Il mondo del calcio attende il Dopo la Champions
presente. Già l’anno scorso, in tutta Parigi, con una del Psg così è il primo giocatore propria realtà virtuale), e pure verdetto. Pure Haaland, unica tutti ai suoi piedi
Champions, il francese si era prestazione superlativa in ad essersi aggiudicato una delle comprare appartamenti, alternativa per chi rimane a sec-
messo in luce con una tripletta Champions, martedì contro il 25 isole digitali messe in vendita annuncia Marco che ha grandi co, anche se per la punta da 23 ● Per l’Equipe gioco di
al Camp Nou. Mettendo in om- Real Madrid (1-0), Marco su The Sandbox da Exclusible, progetti: «Ci costruirò anche reti in 20 gare la concorrenza è parole (e di fonetica con
bra quel Messi che d’estate l’ha Verratti si è comprato pure specializzata in Nft di lusso, con uno stadio». Il tutto con l’idea tanta. Il norvegese del Borussia Messi) «Ma sì, è ancora lui».
raggiunto a Parigi. Doveva esse- un’isola. Non tipo Ibiza, dove la consulenza di Acta Fintech, di di giocarci anche la prima Dortmund si libera con una Anche in Spagna Marca si
re lui la stella assoluta. Martedì, solitamente l’azzurro ama Gian Luca Comandini e Fabiano partita di calcio sul metaverso: clausola da 75 milioni. A 21 anni, arrende: «Che buono
al fianco di Mbappé, l’argentino trascorrere parte delle Taliani. «Credo nelle nuove «Secondo me ci si riuscirà è un altro affare alla Mbappé. che è Mbappé». E il Pais
è sembrato un giocatore qualsi- vacanze estive, ma nel tecnologie – ha spiegato – e ci entro fine 2022». E chissà se © RIPRODUZIONE RISERVATA titola in una pagina interna:
asi. E poi Messi ha pure sprecato metaverso, il mondo virtuale tenevo a essere un precursore pure con Mbappé, Messi e «Mbappé la fa pagare
un rigore procurato dal ragazzo
di Bondy che ha rimediato an-
in piena crescita. Anche in materia». Sull’isola di Verratti Neymar in versione virtuale.
s TEMPO DI LETTURA 3’21” al Madrid»
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 27

LE NOSTRE OPINIONI
#

DENTROLENOTIZIE
una delle squadre più
attrezzate al mondo, con una
rosa ricchissima, non può
essere una colpa.
IL TEMA DEL GIORNO Ciò detto, il calcio spesso si vive
di Andrea Di Caro sulle montagne russe e
CONTROLUCE
anticipiamo a Simone ciò che di Paolo Marabini

Champions, la dura legge dei più forti inevitabilmente si dirà sui


media o sui social nei prossimi
giorni basandosi sui risultati.
Scimaschile
Inter battuta ma non ridimensionata Che nei dieci giorni clou di
questa parte di stagione ha
perso con Milan e Liverpool e
incrisinera
Eiricambi
l Liverpool ha una
pareggiato a Napoli. E che nelle
partite precedenti vinte (coppa
sonopochi
I rosa più completa,
individualità di classe
Italia con la Roma esclusa) il
gol del successo è sempre eggio di così, non
superiore, maggiore
esperienza internazionale,
capacità di gestire le gare e di
arrivato sul filo di lana dopo
tanta fatica. Che contro le
prime della Serie A, Milan,
P poteva andare. Lo
sci alpino maschile
chiude l’Olimpiade
cogliere il momento. Napoli, Juve, Atalanta su otto cinese con un altro bilancio
Sintetizzando in modo partite ne ha vinte solo due. fallimentare, in linea con
semplice: il Liverpool è molto Che in tre gare contro Real e quello di quattro anni fa. Solo
più forte dell’Inter. Liverpool non ha mai segnato 7 atleti ammessi ai Giochi
E complessivamente tra le due perdendo sempre (5 gol sugli 11 posti disponibili (e
squadre ci sono due gol di incassati). Basta per forse bisognava correre prima
differenza. Ma non ieri sera. ridimensionarla o dire che dietro alle gare di
Ieri sera questa supremazia l’Inter è in crisi? No. Le qualificazione...), nessuna
netta, che chi scrive ritiene prestazioni dicono che per 70 medaglia per la seconda
esserci, non si è vista. Per 75 minuti nel derby l’Inter aveva edizione consecutiva, un
minuti l’Inter se l’è giocata alla dominato. Che a Napoli nel sesto posto in discesa come
pari, soffrendo in alcuni tratti, secondo tempo ha ribaltato il miglior risultato nelle cinque
ma ribattendo colpo su colpo: A San Siro I giocatori dell’Inter sconsolati dopo la sconfitta con il Liverpool: 0-2 nonostante una buona gara risultato. Che ieri per 75 minuti gare del programma. E uno
ha avuto le sue occasioni, ha non ha mai sfigurato. Però che scenario verso Milano-
preso una clamorosa traversa, il momento sia delicato questo Cortina 2026 che non induce
sbagliato qualche scelta e dei Reds. Il risultato è ingeneroso cosa dovremmo fare per felice: chi perde non deve mai si può, anzi si deve dire. Serve certo all’ottimismo, perché
qualche ultimo passaggio in per i nerazzurri che avrebbero vincere... In qualche raro caso, esserlo. Però la sua Inter ha fatto anche all’Inter per rigonfiare il di giovani pronti a entrare in
fase offensiva, ma ha tenuto la meritato di più. A questi livelli sempre più difficile a questi quello che doveva e poteva. petto e non rischiare di gioco non se ne
partita sempre in equilibrio. però non puoi sbagliare nulla livelli, l’impresa riesce, ma quasi Contrapporre in questo disperdere quanto di buono intravvedono molti. L’ottavo
Un gran gol di Firmino - che ha perché i top club ti puniscono. sempre il risultato dà ragione ai momento Simone a Klopp fatto finora. L’8 marzo i posto nello slalom di ieri del
ricordato quello dell’1-1 che Il ruolo della Cassandra è il più più forti, come è normale che o l’Inter al Liverpool non è giusto nerazzurri si giocheranno il 37enne Razzoli, nel giorno
Pruzzo fece proprio al antipatico per un giornalista, sia. Il gap tra le nostre migliori né corretto. Le differenze ritorno a Liverpool. Il calcio dell’ennesima uscita di
Liverpool nella finale di Coppa soprattutto quando le previsioni squadre e i maggiori top club esistono, purtroppo. Si lavora può regalare miracoli. Ce lo Vinatzer, è l’emblema di una
dei Campioni del 1984 - ha negative riguardano una europei (Liverpool, Manchester ogni giorno per ridurle e si spera auguriamo. Ma se, come è spedizione che, al maschile,
sgretolato le certezze squadra italiana. E così alla City, Chelsea, Psg, Real, Bayern) prima o poi di azzerarle. Ma oggi prevedibile, l’Inter dovesse ha messo in luce tutti i
nerazzurre. Salah ha chiuso i vigilia di certe partite alla dura è ancora molto ampio. esistono. Definire questa - per uscire, avrà modo di dedicarsi propri limiti. Nella velocità,
conti pochi minuti dopo, realtà si preferisce sostituire L’Inter esce battuta ma non Inzaghi - l’occasione per senza distrazioni all'obiettivo Paris è stato di nuovo respinto
rendendo quasi impossibile l’ottimismo: esaltando i pregi dei ridimensionata nel suo percorso dimostrare il salto di qualità suo reale di questa stagione: dai Giochi, lui che già nella
l’impresa di rimontare il nostri club e cercando i difetti e i di crescita a livello europeo. e della squadra significava rivincere il campionato. discesa di PyeongChang
risultato ad Anfield nel fortino punti deboli altrui, spiegando Inzaghi non può certo essere volergli male. Perdere contro © RIPRODUZIONE RISERVATA aveva chiuso quarto, quasi
non riesca proprio a fare i
conti con i cinque cerchi.
Ma a preoccupare è lo
L E T T E R E A L L A G A Z Z E T T A internazionale: le autorità scenario futuro di tutto il
sportive continuano a settore, che non ha ricambio.
considerarsi intoccabili Paris, che se non altro nel
all’interno delle loro norme 2026 troverebbe a Bormio la
autoreferenziali. Guai però a “sua” Stelvio dei 7 trionfi in
uscire da questi fortilizi: le Coppa del Mondo, va per i 33
PORTOFRANCO magistrature ordinarie dei vari anni, Innerhofer ne ha 37,
di Franco Arturi farturi@rcs.it portofranco@rcs.it Paesi non sono condizionabili. Marsaglia ne ha 36. E dietro
Ricordate come la Wada non c’è un solo under 25
Un segnale dal caso Valieva minacciasse con tonitruanti
comunicati che avrebbe
degno di nota. Il gigante sta
un pochino meglio, perché il

Via le bambine dai Giochi Lacrime La pattinatrice russa Kamila Valieva, 15 anni, dopo il suo esercizio
denunciato il giudice di
Bolzano? Non ha mosso un
vice-campione del mondo De
Aliprandini, uscito nella 2a
dito in realtà. Nemmeno contro manche dopo il 6° posto a
ono contro il doping E meglio sarebbe 17. E non con la maltrattamenti. Decine d’anni fa e chi non ha vigilato devono Alessandro Donati, il cui libro metà gara, ha a sua volta 32

S senza se e senza ma.


Tuttavia nel caso
della giovanissima
dizione “nell’anno del
compimento” dell’età prescritta,
ma proprio fino al compimento
ci si era mossi per far cessare lo
scandalo delle ginnaste bambine,
ora bisogna fare un passo avanti.
uscire dallo sport. Ma le cose nel
mondo dell’antidoping
funzionano male: la Wada ha
di denuncia sul complotto ai
danni del suo allievo è uscito
già da molti mesi. Inoltre è
anni e, se non altro, alle sue
spalle stanno crescendo
Filippo Della Vite, Giovanni
pattinatrice russa Kamila stesso. Portare un’adolescente Fra l’altro si tratta di discipline impiegato molte settimane a curioso ma indicativo che la Franzoni e Matteo Franzoso, i
Valieva mi gira la testa: di 15 anni a vincere bellissime ma rischiose: errori e tirar fuori la positività dell’atleta, Wada stessa abbia chiesto al soli giovani con una vera
troppo giovane per essere un’Olimpiade significa averla cadute possono costare cari. in un controllo avvenuto alla giudice di Napoli di rimettere la prospettiva, a patto che già da
squalificata? Ma che vuol dire? massacrata di lavoro fin da Trovi un caso di doping fine di dicembre. Perché? Lo querela che lei stessa aveva domani vengano buttati nella
Carla Zurrà quando era una bambina di 10- in una quindicenne e tutto stesso era accaduto per il nostro proposto nel 2018 contro il mischia a ogni gara.
11 anni, e anche prima. E la si chiude con la sua condanna, Alex Schwazer prima di Rio: la giornalista Andrea Cinquegrani, Il capitolo slalom, infine, a
Un pasticcio inestricabile: ritengo una distorsione più o meno mascherata con sua “colpa” venne rivelata mobilitando un prestigioso parte la recente crescita del
mentre state leggendo, sapete intollerabile. Queste discipline la mancata cerimonia quando un piano di difesa era studio legale di Ginevra e il suo 26enne Sala, ruota attorno a
com’è finita la gara e con quale richiedono una costanza di di premiazione? Assurdo: praticamente impossibile. E non corrispondente milanese: 40 Vinatzer. Un talento
conseguenze cerimoniali. Una allenamento maniacale e nel caso di minorenni dovrebbe è valso a nulla che l’ordinanza pagine di esposto. Il giornalista cristallino, che però ha già 22
caduta d’immagine per tutti: sacrifici che diventano vere e essere messo sotto accusa del giudice per le indagini si è rifiutato: vuole la sentenza. anni e una percentuale di
Wada, Cio, Russia, regolamenti, proprie prigioni: escludo che i un intero staff, tecnico, medico preliminari di Bolzano, Walter Avevasoloscrittociòcheilgiudice errore che resta troppo alta,
staff della ragazza. Fra le molte bambini possano decidere da e dirigenziale. Nessuna Pelino, giusto un anno fa, abbia Pelino ha poi ricostruito nella come ha ribadito pure ieri.
considerazioni da farsi, la soli di infilarsi in un tunnel di adolescente-campionessa sana archiviato il procedimento sua straordinaria ordinanza. C’era una volta la valanga
prima, a mio avviso, è quella di allenamenti durissimi, di mente ingurgita medicine penale contro il marciatore, Anche noi aspettiamo il azzurra, questa invece
interdire gare di questo livello disciplina ascetica, magari senza indicazioni e prescrizioni puntando il dito proprio contro verdetto con molta curiosità. assomiglia più a una frana.
per atleti di meno di 16 anni. rimbrotti ai confini con i precise. Il colpevole del misfatto la Wada stessa e la federatletica © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

RCS MediaGroup S.p.A. EDIZIONI TELETRASMESSE PREZZI D’ABBONAMENTO


Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano RCS Produzioni Milano S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 C/C Postale n. 4267 intestato a:
Responsabile del trattamento dati PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.6282.8238 | RCS RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
(D. Lgs. 196/2003): Stefano Barigelli Produzioni S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA -
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 Tel. 06.68828917 | RCS Produzioni Padova S.p.A. - Corso ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
DIRETTORE RESPONSABILE © 2022 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8704.559 | Anno: € 514,90 € 464,90 € 356,90
STEFANO BARIGELLI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano Tipografia Sedit 4.zero S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. -
Per i prezzi degli abbonamenti all’estero telefonare
può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 | Società
sbarigelli@gazzetta.it Urbano Cairo o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5ª n. all’Ufficio Abbonamenti 02.63798520
35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 | L’Unione Sarda INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI
CONSIGLIERI DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA S.p.A. - Centro Stampa Via Omodeo, 5 - 09034 ELMAS Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it
VICEDIRETTORE VICARIO Marilù Capparelli, Carlo Cimbri, MILANO 20132 - Via A. Rizzoli, 8 - Tel. 02.62821 (CA) - Tel. 070.60131 | Miller Distributor Limited - Miller
GIANNI VALENTI gvalenti@gazzetta.it ROMA 00187 - Via Campania, 59/C - Tel. 06.688281 House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 -
Alessandra Dalmonte, Diego Della Valle, DISTRIBUZIONE MALTA | Eucles Daily SAS Rue Turgot, 24 - 75009 PARIS -
VICEDIRETTORI Giuseppe Ferrauto, Uberto Fornara, m-dis Distribuzione Media S.p.A. - Via Cazzaniga, 19 20132 Francia | Digitaprint-Imprimerie de l’Avesnois s.r.l. 1 Rue
Milano - Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 Robert Bichet, 1 - 59440 AVESNELLES – Francia Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419
PIER BERGONZI pbergonzi@gazzetta.it Veronica Gava, Stefania Petruccioli, SERVIZIO CLIENTI dell’ 1 settembre 1948
ANDREA DI CARO adicaro@gazzetta.it Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi, Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola ARRETRATI Rivolgersi al proprio edicolante, oppure scrivere ISSN 1120-5067
Marco Tronchetti Provera Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it a arretrati@rcs.it . Il pagamento della copia, pari al doppio del CERTIFICATO ADS N. 8899 DEL 05-05-2021
PUBBLICITÀ prezzo di copertina, deve essere eseguito su: La Gazzetta dello Sport Digital Edition ISSN 2499-4782
CAIRORCS MEDIA S.p.A. iban IT 97 B 03069 09537 000015700117
Testata di proprietà de DIRETTORE GENERALE LA GAZZETTA DELLO SPORT Sede operativa: Via A. Rizzoli, 8 20132 Milano BANCA INTESA - MILANO intestato a RCS MEDIAGROUP SPA. La tiratura di mercoledì 16 febbraio 2022
“La Gazzetta dello Sport s.r.l.” - A. Bonacossa © 2022 Francesco Carione Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848 - www.rcspubblicita.it comunicando via e-mail l’indirizzo ed il numero richiesto è stata di 120.899 copie.
PREZZI ALL’ESTERO: Belgio € 3,50; Croazia Hrk 27; Francia € 3,50; Germania € 3,50; Grecia € 3,50; Lussemburgo € 3,50; Malta € 3,50; Olanda € 3,50; Repubblica Ceca CZK 100; Slovenia € 3,50; Svizzera CHF 3,50.
SerieB
28 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

LA PENSIAMO COSÌ on solo il Perugia. Al anche loro vincitori in questo


di Nicola Binda N gruppo delle sorelle si
aggiunge anche
l’Ascoli e lassù adesso
turno, è evidente che per la
promozione i candidati
aumentano. Magari non per i
Lassù ora splende c’è un affollamento pazzesco. primi due posti, ma chi saprà
la Cremonese Se aggiungiamo Cittadella e arrivare ai playoff con il giusto
Como (che meraviglia Gliozzi!), entusiasmo può fare lo scherzo

LA CLASSIFICA Tripla cifra


Pippo Inzaghi, 48 anni, ha
CROTONE 0
SQUADRE PT PARTITE RETI
festeggiato le 100 vittorie
in panchina e il suo Brescia BRESCIA 1
G V N P F S è risalito al secondo posto (PRIMO TEMPO)R0-1
CREMONESE 44 23 13 5 5 38 22 in classifica LAPRESSE MARCATORE Tramoni su rigore al
LECCE 43 23 11 10 2 37 20 35’ p.t.
BRESCIA 43 23 12 7 4 35 22
CROTONE (3-4-2-1)
PISA 42 23 11 9 3 30 18
Saro 6; Nedelcearu 5 (dal 38’ s.t.
MONZA 41 23 11 8 4 35 24 Adekanye s.v.), Golemic 5, Cuomo
FROSINONE 37 23 9 10 4 35 23 4,5; Mogos 5 (dall’11’ s.t. Calapai 5),
BENEVENTO 37 23 10 7 6 34 23 Estevez 5, Awua 5,5, Nicoletti 4,5 (dal
PERUGIA 37 23 9 10 4 27 20 1’ s.t. Sala 4,5); Borello 5 (dall’11’ s.t.
ASCOLI 36 23 10 6 7 32 29 Marras 5), Kargbo 5 (dal 1’ s.t.
CITTADELLA 35 23 9 8 6 26 24 Mulattieri 5,5); Maric 5
COMO 31 23 7 10 6 30 28 PANCHINA Festa, Mondonico, Vulic,
REGGINA 29 23 8 5 10 20 30 Schnegg, Giannotti, Schirò,
PARMA 28 23 6 10 7 27 27 Cangiano
TERNANA 28 23 7 7 9 32 33 ALLENATORE Modesto 5
ALESSANDRIA 23 23 6 5 12 25 34
SPAL 23 23 5 8 10 25 35
BRESCIA (4-3-3)
Joronen 6; Karacic 6 (dal 32’ s.t.
COSENZA 19 23 4 7 12 18 35
Sabelli s.v.), Cistana 6, Mangraviti 6,
CROTONE 14 23 2 8 13 22 36
Huard 6 (dal 1’ s.t. Pajac 6); Bisoli 6,5,

La festa di Pippo
VICENZA 13 23 3 4 16 23 42 Proia 6,5, Bertagnoli 6; Tramoni 7 (dal
PORDENONE 12 23 2 6 15 18 44 29’ s.t. Papetti s.v.), Moreo 6,5 (dal
SERIE A PLAYOFF PLAYOUT SERIE C
22’ s.t. Bajic 6), Leris 6 (dal 29’ s.t.
Palacio 6)
PANCHINA Andrenacci, Perilli, Van
de Looi, Ayè, Jagiello, Andreoli
23a GIORNATA ALLENATORE Inzaghi 6,5

ARBITRO Volpi di Arezzo 6


MARTEDI’ ASSISTENTI Di Iorio 6,5-Di Meo 6
COSENZA-PERUGIA 1-2 ESPULSI nessuno

Inzaghi ritrova il sorriso


CREMONESE-PARMA 3-1 AMMONITI Cistana (B) e Huard (B)
PISA-VICENZA 2-2 per gioco scorretto; il tecnico Inzaghi
PORDENONE-CITTADELLA 0-1 (B) per proteste
SPAL-REGGINA 1-3 NOTE paganti 1.595, incasso di 7.519
TERNANA-MONZA 0-1 euro. Tiri in porta 3-5. Tiri fuori 3-7.
IERI

E il Brescia avvicina la A
In fuorigioco 2-3. Angoli 2-7.
ALESSANDRIA-LECCE 1-1 Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’
BENEVENTO-ASCOLI 0-2
CROTONE-BRESCIA 0-1
FROSINONE-COMO 1-2 Top
24a GIORNATA
7 Tramoni

Rigore di Tramoni e vittoria numero 100 del tecnico


Non dà mai
riferimenti e gli
SABATO avversari non
ASCOLI-ALESSANDRIA
MONZA-PISA
PARMA-TERNANA
ore 14 (3-1)
(1-2)
(1-3)
Il Crotone non reagisce: Modesto, compleanno amaro riescono mai a
prenderlo

REGGINA-PORDENONE (1-1) labria ma, mentre al Granillo un ricolo e a sua volta tenendo sem- zona salvezza. Non segna da 271
VICENZA-SPAL (2-3) di Luigi Saposito
PERUGIA-CREMONESE ore 16.15 (3-0) po’ di gioco si era visto, contro il pre in apprensione la difesa di minuti (di Marras l’ultimo gol al
CROTONE
DOMENICA Brescia la squadra di Modesto casa, in evidente difficoltà in fa- Parma) ma soprattutto la squa-
BRESCIA-FROSINONE ore 15.30 (2-2) ento vittorie in pan- non è pervenuta. «Partita brut- se di impostazione specie con il dra appare involuta e con una
I NUMERI
C
CITTADELLA-BENEVENTO (1-4) china per Pippo Inza- tissima» ha detto a fine gara il suo portiere. Modesto in attacco cifra tecnica preoccupante. Tut-
COMO-COSENZA (0-2) ghi, che si rilancia al- tecnico, che non ha potuto fe- si è affidato a Maric unica punta t’altra musica per Inzaghi che

9
LECCE-CROTONE (3-0) la grande in classifi- steggiare come avrebbe voluto i con alle spalle Kargbo e Borello può contare su una rosa invida-
ca, a braccetto col suoi 40 anni. Il Brescia ha in pra- per poi cambiare ad inizio ripre- bile. Ad un certo punto fuori i tre

25a GIORNATA Lecce, a una sola lunghezza dal-


la Cremonese capolista. È stato
tica gestito tutta la gara in attesa
dell’episodio giusto per sbloc-
sa inserendo Mulattieri. Nella
gara di andata il centravanti di
attaccanti e dentro anche Pajac e
Palacio, con un piccolo rischio a
MARTEDì 22
un successo comodo per il Bre- carla, anche se in apertura ha scuola Inter segnò due reti in ri- due minuti dalla fine con Sala
ALESSANDRIA-PERUGIA ore 18.30 (1-1) scia, agevolato anche dalla pre- tremato quando Nicoletti, da monta; questa volta invece l’im- che non ha sfruttato un cross di
CREMONESE-VICENZA (1-0) stazione del Crotone che in pra- dentro l’area, ha sbagliato cla- presa non è riuscita grazie anche Calapai. Anche se la palla gol più Vittorie fuori casa
PISA-PARMA (1-1) tica non è mai stato in partita. morosamente l’assist per Kar- a un filtro a centrocampo da ghiotta l’ha sprecata Bertagnoli Il Brescia è la squadra che ha vinto
PORDENONE-MONZA (1-3) gbo. E quell’episodio che la parte del Brescia che ha impedi- in pieno recupero. «Vogliamo più di tutti in trasferta: 9 volte in 12
SPAL-TERNANA (0-1) Le mosse Inzaghi l’ha studiata squadra di Inzaghi lo ha regalato to in pratica tutti i rifornimenti fare bene e puntare ad una delle gare fuori casa. Solo 3 successi
MERCOLEDì 23
alla perfezione nonostante ab- Cuomo, intervenendo con un alla coppia d’attacco di casa. No- due posizioni utili per la promo- invece nelle 11 partite casalinghe

100
BENEVENTO-COMO ore 18.30 (1-1)
BRESCIA-ASCOLI (3-2) bia stravolto la formazione. Mo- braccio nel cuore dell’area, dopo nostante questa e altre sostitu- zione – ha detto Inzaghi alla fine
CROTONE-COSENZA (0-1) dulo nuovo con tre attaccanti e una pregevole giocata di Moreo zioni il cliché della partita non - ma poi ogni volta che facciamo
FROSINONE-REGGINA (0-0) sei nuovi elementi in campo fin al 35’. Dal dischetto Tramoni, il ha subito nessuna variazione. Il un pareggio succede una cata-
LECCE-CITTADELLA (2-1) dal primo minuto. Per il Brescia migliore in campo, non si è fatto Brescia ha continuato a coman- strofe. Questa volta abbiamo di-
è sembrato quasi un allenamen- pregare per sbloccare il risultato. dare gioco e creando palle gol in mostrato di essere una squadra
to, tanto è stata in discesa la par- lungo e in largo e forse la vera forte e diremo la nostra fino alla
MARCATORI tita che è finita solo con un gol di
scarto, ma solo per una casuali-
Nessuna reazione La rea-
zione del Crotone non c’è stata,
colpa della serata è stata quella
di non aver chiuso la gara.
fine».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vittorie di Inzaghi
Il tecnico ha vinto 13 partite di
10 RETI Lapadula (2, Benevento); tà. Il Crotone è apparso ancora anzi il Brescia ha continuato a campionato con il Milan, 40 con il
Coda (2) e Strefezza (Lecce)
9 RETI Corazza (2, Alessandria);
De Luca (4, Perugia)
irretito dalla delusione della
sconfitta nel derby di Reggio Ca-
controllare in lungo e un largo la
partita, senza subire mai un pe-
Conseguenze Il Crotone sci-
vola sempre più lontano dalla s TEMPO DI LETTURA 2’48” Venezia, 2 con il Bologna, 33 con il
Benevento e 12 con il Brescia
8 RETI Charpentier (Frosinone); Mota
Carvalho (Monza); Falletti (Ternana)
7 RETI Dionisi (3, Ascoli); Baldini (4) e
Okwonkwo (Cittadella); Cerri (5, Dopo le gare di martedì LA NOVITA’

Como); Buonaiuto (Cremonese);


La B su Facebook
Cosenza, in arrivo Bisoli e un magnate russo
Vazquez (Parma); Galabinov (2,
Reggina); Donnarumma (Ternana)
6 RETI Moreo (Brescia); Ciofani (1,
Cremonese); Mulattieri (Crotone);
dopo un accordo
Zerbin (Frosinone); Lucca (1, Pisa);
Colombo (Spal) Caso Reggina: il presidente Gallo sta meglio del presidente Gallo dopo l’in- fatto con Helbiz
tervento al cuore , ma la preoc-
5 RETI Tello (Benevento); Gliozzi (2) e ma è saltato il pagamento dei contributi cupazione è sul fronte dei paga- ● Helbiz ha annunciato un
La Gumina (1, Como); Gori (1,
Cosenza); Maric (3, Crotone); Guai Ternana: lesione al crociato per Falletti menti che scadevano ieri: solo accordo tra Helbiz Media, la
Benedyczak (Parma); Montalto (1, gli stipendi sarebbero stati paga- divisione Media del gruppo
Reggina); Mancosu (Spal) l ritorno di Occhiuzzi partita consecutiva in casa) e nei ti e non i contributi, ma il club Helbiz, e Facebook, grazie al

I
4 RETI Chiarello (Alessand.); Bidaoui sulla panchina del giorni scorsi si sono dimessi i intende fare ricorso invocando quale sarà possibile vedere il
(Ascoli); Insigne (1, Benevento); Proia Cosenza è durato 7 componenti dell’ufficio stampa. la forza maggiore per gravi moti- campionato di Serie B
(4 nel Vicenza) e Tramoni (1, Brescia);
Bellemo (Como); Zanimacchia
partite (4 punti). La Intanto l’avvocato Ippolito Mar- vi di salute, in quanto Gallo è nell’innovativa formula pay-
(Cremonese); Gatti (Frosinone); sconfitta di sabato chese ha formalizzato la volontà l’unico azionista del club. Dalla per-view che non richiede un
Di Mariano (Lecce); Colpani e Valoti (3, con il Perugia gli è costata l’eso- da parte di Oleg Patakarcishvili, Calabria all’Umbria. Il Perugia abbonamento, in Italia,
Monza); Sibilli e Cohen (1, Pisa); Butic nero. Stamattina la società do- in qualità di rappresentante le- ha un nuovo portiere: è Andrea Serbia e Stati Uniti. A partire
(2, Pordenone); Partipilo (Ternana); vrebbe ingaggiare Pierpaolo Bi- gale della Devetia Investiment Zaccagno, classe 1997, ex Cre- da sabato, sul canale
Diaw e Meggiorini (3, Vicenza) soli, anche se non è da escludere Fund Limited, società che fa ca- monese. Brutta botta per la Ter- Facebook di Helbiz Live, la B
un ritorno di Zaffaroni (esonera- po al magnate russo Usmanov, nana: per Cesar Falletti è lesione potrà essere seguita live,
to dopo la 16ª giornata con 15 di volere acquisire quote del Co- al crociato anteriore del ginoc- acquistando il singolo evento
punti). Ma al di là della classifi- senza. Informato con una pec chio sinistro e lunedì si opera a a 3,49 euro a partita. È la
ca, c’è tensione all’interno del anche il sindaco Caruso. Roma. prima volta che un evento
club. Prosegue la contestazione © RIPRODUZIONE RISERVATA come la B viene offerta sul
nei confronti del presidente Le altre Sempre in Calabria, la servizio di Facebook di
SEGUITE TUTTA LA SERIE B SU
Gazzetta.it
Guarascio (sabato gli ultrà han-
no disertato lo stadio per la terza
Reggina tira un sospiro di sollie-
vo per il netto miglioramento
Ritorno Pierpaolo Bisoli, 55 anni,
potrebbe andare a Cosenza LAPRESSE s TEMPO DI LETTURA 1’32” eventi online a pagamento.
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 29

a tutti. Non solo. L’ardore di altri, dal Pisa campione città non capitava da 30 anni, affrontare al meglio questo tour vero passo indietro lo hanno
queste squadre toglie punti a d’inverno al Lecce che da tre dai tempi di Gigi Simoni. La de force di febbraio. Ci sarebbe fatto, dopo il Pisa, anche
chi sta cercando di arrivare alla giornate fa soltanto 1-1 (però Cremonese in questo momento da stare attenti, insieme al Benevento e Frosinone, che si
promozione direta. Adesso non perde...). Ma lo scenario è pare irresistibile, per i risultati e Monza, anche al Brescia, ma sono piantati. Guai però a
comanda la Cremonese ed è la cambiato e adesso la squadra di il bel calcio che propone con solo se giocasse sempre in darli per morti. Ricordatevi
più bella novità del momento. Fabio Pecchia (nella foto) una rosa giovane e ricca di trasferta: il problema è che in che questa è la Serie B...
Prima in vetta c’erano stati guarda tutti dall’altro come in alternative che le consente di casa fa una fatica tremenda. Il © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’ex capolista ALESSANDRIA 1


1
Alessandria e Lecce:
LECCE
(PRIMO TEMPO)R0-0
MARCATORI Di Gennaro (A) al 5’,
Coda (L) al 37’ s.t.

arriva il terzo 1-1 di fila ALESSANDRIA (3-4-2-1)


Pisseri 6,5; Mantovani 6,5,
Di Gennaro 6,5 (dal 7’ s.t. Prestia 6),
Parodi 6,5; Mustacchio 6,5, Gori 6 (dal

È Coda a salvare Baroni


25’ s.t. Casarini 6), Ba 6, Lunetta 6
(dal 43’ s.t. Mattiello s.v.);
Chiarello 6, Fabbrini 6,5 (dal 25’ s.t.
Milanese 6); Marconi 6,5 (dal 43’ s.t.

Ma gioisce di più Longo


Corazza s.v.)
PANCHINA Crisanto, Cerofolini,
Benedetti, Pellegrini, Palombi, Filipi,
Kolaj
ALLENATORE Longo 6,5

Di Gennaro rinvia la sostituzione e firma il vantaggio LECCE (4-3-3)


Gabriel 6; Gendrey 6 (dal 42’ s.t.
Il capocannoniere risponde e raggiunge quota 10 gol Simic s.v.), Lucioni 6, Calabresi 6,
Gallo 6,5 (dal 33’ s.t. Blin s.v.);
I grigi per la prima volta lasciano la zona playout Helgason 6 (dal 33’ s.t. Barreca s.v.),
Hjulmand 6, Gargiulo 6,5; Listkowski
5,5 (dal 20’ s.t. Ragusa 6), Coda 7,
timo Coccolo per una distorsio- tuato a fare, con Coda che
di Raimondo Bovone Di Mariano 5,5 (dal 19’ s.t.
ne, un mese e mezzo di stop) rientrava spesso a impostare Rodriguez 5,5)
ALESSANDRIA
nelle formazioni iniziali Longo l’azione con il centrale grigio ap- PANCHINA Plizzari, Samooja, Vera,
on questo pareggio il ha cambiato 6 giocatori rispetto piccicato. Il primo tempo è sci- Majer, Bjorkengren

C
Lecce ha perso la te- a Brescia, Baroni 5 rispetto alla volato via così, con qualche tiro Decisivo Massimo Coda, 33 anni (destra), festeggia con Lucioni LAPRESSE ALLENATORE Baroni 6,5
sta della classifica, gara col Benevento. E subito so- alto (Coda, Helgason, Ba, Hjul- ARBITRO Manganiello di Pinerolo 6,5
ma resta secondo. no parsi chiari gli accoppiamen- mand, Marconi) e i portieri mai Parodi e Mantovani. Finchè ha di quelle 5 sconfitte iniziali, ma ASSISTENTI Vecchi 6-Scatragli 6
L’Alessandria ha la- ti in campo: Mantovani-Di Ma- impegnati. avuto gamba la squadra di casa per il resto il cammino della mia ESPULSI nessuno
sciato invece per la prima volta riano, Di Gennaro-Coda, Paro- ha cercato il raddoppio (28’ pa- squadra è in linea con il nostro AMMONITI Di Gennaro (A),
in stagione la zona playout, e di-Listkowski, Gori-Gargiulo, La svolta Nella ripresa è cam- rata di Gabriel su Milanese), poi obiettivo». Sulla stessa frequen- Hjulmand (L), Lucioni (L), Prestia (A),
non è cosa da poco. Entrambe Ba-Helgason, Chiarello-Hjul- biata la storia della gara dopo 5 Coda è salito in cattedra e per za dal’altra parte Baroni: «Va Gargiulo (L) e Mantovani (A) per
gioco scorretto; Ragusa (L) per
venivano da due pareggi per 1-1 mand. Le difficoltà del Lecce so- minuti: punizione da destra di poco non ha ribaltato la partita: bene così, i miei sono stati bravi comportamento non regolamentare
e gli amanti dei numeri sanno no apparse subito evidenti: ag- Fabbrini, mischia in area e tocco servito da Calabresi si è girato e perché è stata una gara davvero NOTE paganti 1.168, incasso di 21.660
che significato abbia il fatto che gredito, non è riuscito a costrui- in rete di Di Gennaro. Singolare di sinistro ha infilato l’angolo, dura. Contro di loro è difficile, ti euro; abbonati 941, quota di 12.240
nello scontro diretto sia finita al- re il gioco dal basso com’è abi- il suo destino: doveva uscire, poi a qualche secondo dalla fine fanno giocare male, ti impedi- euro. Tiri in porta 3-3. Tiri fuori 2-3.
lo stesso modo. La squadra di Prestia era pronto, ma nel frat- ha cercato l’incrocio e ha trovato scono di costruire gioco come In fuorigioco 0-2. Angoli 3-7.
Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’
Baroni, oltre tutto, ha sempre
dovuto rimontare nelle tre occa- Top tempo ha indirizzato la gara. Il il
Lecce ha accusato il colpo e ha
super Pisseri a dirgli di no. facciamo di solito. In testa c’è
l’ammucchiata, il campionato è
sioni, mentre quella di Longo rischiato su un colpo di testa di I commenti Soddisfatti en- livellato in alto, cercheremo di
7 Coda
era passata in vantaggio. E così è Mustacchio parato da Gabriel. trambi gli allenatori. Longo ha restare lì fino alla fine».
Lotta, arretra,
stato anche stavolta. suggerisce, tiene Poi il tiro di Di Mariano deviato fatto i complimenti ai suoi: © RIPRODUZIONE RISERVATA

in scacco la da Pisseri ha suonato la carica: «Siamo fuori dalla zona perico-


Le mosse Con tante assenze di
qua e di là (nei grigi fuori all’ul-
difesa e segna il
gol numero 10
Baroni ha cambiato gli esterni
d’attacco e Longo ha invertito
losa, ma la strada è ancora lun-
ga. Ci portiamo dietro la zavorra s TEMPO DI LETTURA 2’40”

La sorpresa Un colpo da playoff

Meraviglia di Gliozzi FROSINONE 1 È un Ascoli da viaggio BENEVENTO 0


Il Como vede i playoff COMO
(PRIMO TEMPO)R1-2
2 Il Benevento in crisi ASCOLI
(PRIMO TEMPO)R0-0
2

Frosinone ancora ko MARCATORI Gliozzi (C) al 28’,


Zampano (F) al 37’, Ioannou (C) al 44’
p.t.
finisce subito in ritiro MARCATORI Bidaoui al 24’,
Baschirotto al 44’ s.t.

BENEVENTO (4-3-3)
FROSINONE (4-3-3) Paleari 5; Letizia 5,5, Vogliacco 5,
di Alessandro Salines Ravaglia 6; Zampano 6,5, Barisic 6, di Luca Maio Barba 5, Masciangelo 5,5 (dal 33’ s.t.
Gatti 6, Cotali 5,5 (dal 29’ s.t. Foulon s.v.); Ionita 5,5, Calò 5 (dal 1’
FROSINONE BENEVENTO
Novakovich 5); Rohden 6,5 (dal 12’ s.t. s.t. Petriccione 6), Acampora 5,5 (dal
l tallone di Ettore non Garritano 6), Ricci 6, Boloca 6; Ascoli formato tra- 28’ s.t. Brignola 5,5); Tello 6 (dal 16’

I L’
Canotto 5 (dal 12’ s.t. Zerbin 5,5), s.t. Improta 5), Forte 5,5, Farias 6 (dal
è quello di Achille. Ciano 5 (dal 12’ s.t. Charpentier 5,5),
sferta continua a sba- 1’ s.t. Insigne 5,5)
Anzi è stato il punto Cicerelli 5,5 (dal 34’ s.t. Tribuzzi s.v.) lordire. Ottavo suc- PANCHINA Muraca, Manfredini,
di forza del Como PANCHINA Marcianò, Minelli, cesso esterno contro Glik, Umile, Talia, Pastina
tornato alla vittoria a Brighenti, Szyminski, Lulic, Bozic, un Benevento in crisi ALLENATORE Caserta 5
Frosinone dopo 5 turni. Lo spet- Manzari di identità, contestato e spedito
ALLENATORE Grosso 5,5 ASCOLI (4-3-1-2)
tacolare gol di tacco di Ettore subito in ritiro dopo la partita dal Leali 6,5; Salvi 6, Botteghin 6,5,
Gliozzi ha spianato la strada al Colpo La gioia del Como LAPRESSE COMO (4-4-2) presidente Vigorito. Anche sen- In festa Fede Baschirotto, 25 anni Bellusci 6,5, D’Orazio 6 (dal 16’ s.t.
successo della squadra di Gattu- Facchin 6,5; Iovine 6, Scaglia 6,5, za il tecnico Sottil (squaliifcato, Falasco 6); Collocolo 6,5, Buchel 5,5,
so, balzata a quota 31 con vista l’esordio) e Gliozzi. Il Frosinone Solini 6,5, Ioannou 7 (dal 28’ s.t. mentre il vice Baroncelli è stato non è stato alto, il gioco è rista- Caligara 5,5 (dal 1’ s.t. Ricci 6);
sui playoff. Per il Frosinone se- ha provato a fare la partita e a Cagnano s.v.); Parigini 6,5 (dal 41’ s.t. fermato dal Covid: in panchina gnato spesso a centrocampo. So- Maistro 6,5 (dal 34’ s.t. Iliev s.v.);
condo ko di fila: pagata l’impre- tratti ci è riuscito. Intraprenden- Blanco s.v.), Bellemo 6,5, Kabashi 6,5 c’era il collaboratore Cristaldi) la lo nel finale del primo è arrivata Tsadjout 6 (dal 34’ s.t. Baschirotto
(dal 40’ s.t. Bovolon s.v.), Nardi 6 (dal 6,5), Bidaoui 7 (dal 46’ s.t.
cisione sotto porta e un turnover te Zampano, pericoloso due vol- vittoria è stata meritata, costrui- una nuova emozione, con una
22’ s.t. Peli 6); Gliozzi 7,5 (dal 40’ s.t. Palazzino s.v.)
troppo ampio. In classifica co- te Rohden, fumoso invece il tri- Gabrielloni s.v.), Cerri 6,5 ta con una ripresa di sostanza, azione di forza di Forte che ha PANCHINA Bolletta, Guarna,
munque Grosso non ha perso dente. Guardingo e compatto il PANCHINA Bolchini, Zanotti, dopo avevano saputo soffrire nel servito Farias, ma la sua conclu- Tavcar, Dionisi, Quaranta, De Paoli
troppo terreno ma deve ritrova- Como: ha tenuto il ritmo basso Bertoncini, Gatto, Parigini, La Gumina, primo tempo. Solo il Brescia ha sione è stata salvata in scivolata ALLENATORE Cristaldi 7 (Sottil
re le energie giuste. Il Como in- per poi colpire in contropiede. Vignali un rendimento esterno migliore da Salvi. Nella ripresa si è ben squalificato)
vece ha giocato con un 4-4-2 Dopo un tentativo di Cerri (pa- ALLENATORE Gattuso 6,5 di questo Ascoli dalle idee chia- presto capito che l’Ascoli voleva
ARBITRO Santoro di Messina 6,5
scolastico ma efficace capitaliz- rata) il vantaggio grazie alla pro- ARBITRO Marcenaro di Genova 6 re. Il suo 4-3-1-2, con Maistro allungare la striscia vincente in ASSISTENTI Cipressa 6- Barone 6
zando le occasioni e difenden- dezza di Gliozzi (quinto gol sta- ASSISTENTI Del Giovane 6-Di che spazia a tutto campo senza trasferta, con una aggressione ESPULSI nessuno
dosi a denti stretti. gionale) sulla torre di Cerri. Il Giacinto 6 dare riferimenti, è ordinato e costante sui portatori di palla av- AMMONITI Tsadjout (A) e Ionita (B)
Frosinone ha reagito e pareggia- ESPULSI nessuno concreto. La difesa è ermetica versari e guadagnando sempre per gioco scorretto
Turnover Grosso ha inserito a to dopo 9’ con Zampano (assist AMMONITI Ricci (F) e Kabashi (C) intorno a Bellusci, e ha concesso più campo, creando pericoli con NOTE paganti 1.980, incasso non
sorpresa Barisic (alla terza pre- di Ricci). Nel finale però è uscito per gioco scorretto le briciole ad un Benevento osti- Collocolo e Bidaoui. Fino a comunicato. Tiri in porta 3-4.
NOTE paganti 4.293, incasso di Tiri fuori 3-4. In fuorigioco 1-1.
senza) in difesa al posto di Szy- fuori il Como, che di rimessa ha 37.086,35 euro. Tiri in porta 4-4. nato nel cercare gli attaccanti quando proprio quest’ultimo ha Angoli 5-6. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 5’
minski e Rohden a centrocam- sorpreso una difesa poco atten- Tiri fuori 8-2. In fuorigioco 2-1. con lanci lunghi senza futuro. trovato il gol, facendosi trovare
po (assente nell’undici dal 28 ot- ta. Parigini ha impegnato Rava- Angoli 9-2. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’ solo davanti alla porta sul cross
tobre ad Alessandria). Dentro glia che però dopo 4’ si è arreso Le mosse Caserta ha lanciato di Collocolo. Caserta ha provato
anche Boloca e gli esterni d’at- sul tiro di Ioannou. Nella ripresa Farias, che all’11’ ha mancato a rimediare con i cambi, ma nel
tacco Canotto e Cicerelli. Tri- Grosso le ha tentate tutte inse- clamorosamente il tiro a botta Benevento è aumentata la con-
dente leggero con Ciano falso
nove. Turnover anche per Gat-
rendo Zerbin, Garritano, Char-
pentier e Novakovich. Le occa- Top sicura. Stessa sorte 2’ dopo per
un colpo di testa di Forte. La vee-
fusione così l’Ascoli ha gestito
con autorità il finale, mettendo il Top
tuso che ha perso nel riscalda- sioni non sono mancate ma il menza del Benevento è durata sigillo al match col nuovo entra-
7,5 Gliozzi 7 Bidaoui
mento Ciciretti (noie muscola- Como ha tenuto duro. poco, l’Ascoli si è sciolto grazie a to Baschirotto.
Lancia il Como Segna dopo
ri), annunciato in formazione: al © RIPRODUZIONE RISERVATA
segnando un gol- Maistro che ha chiamato Paleari © RIPRODUZIONE RISERVATA
quattro mesi.
suo posto Parigini. Nel Como capolavoro di a una decisiva deviazione in an- Moto perpetuo,
dentro Iovine, Kabashi per lo
squalificato Arrigoni, Nardi (al- s TEMPO DI LETTURA 1’21” tacco. Poi regala
tanta battaglia
golo su una punizione a sorprese
dai 30 metri. Il ritmo della gara s TEMPO DI LETTURA 1’21” mette sempre
apprensione
30 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

SERIE C GIRONE A 27a GIORNATA

LA CLASSIFICA GIANA 0 Le altre partite


SÜDTIROL 2
SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S MARCATORI Tait al 38’ p.t.; De Col Padova ok con due perle
AlbinoLeffe e Pro Vercelli
SÜDTIROL 66 26 20 6 0 36 6 al 29’ s.t.
PADOVA 58 26 17 7 2 43 17
FERALPISALÒ 49 26 14 7 5 41 21 GIANA (5-3-2) Zanellati 6,5;

firmano clamorosi blitz


RENATE 49 26 15 4 7 45 28 Pinto 5,5 (dal 1’ s.t. Vono 5,5),
TRIESTINA 38 26 10 8 8 28 27
Carminati 5,5, Bonalumi 5,5 (dal 32’
s.t. D’Ausilio s.v.), Magri 5,5,
PRO VERCELLI 36 26 9 9 8 26 26
Colombini 5,5; Acella 6, Panatti 5,5
PIACENZA 35 25 8 11 6 32 28
(dal 24’ s.t. Ferrari 6), Palazzolo 6; l Padova non molla
JUVENTUS U23 35 25 10 5 10 25 29

I
Perna 6 (dal 15’ s.t. A. Corti 6),
LECCO
MANTOVA
35
31
26
26
10
6
5
13
11
7
34
25
30
25
N. Corti 6,5 (dal 15’ s.t. Tremolada
nella rincorsa alla
vetta: quinta vittoria
PADOVA 2
5,5). (Casagrande, Perico,
e un pareggio nel
ALBINOLEFFE
TRENTO
31
30
26
26
7
7
10
9
9
10
28
21
29
25
Cazzola, Magli, Piazza, Toure).
All. Contini 5,5 2022. Per battere il LECCO 1
VIRTUS VERONA 27 26 5 12 9 23 28 Lecco la squadra veneta ha MARCATORI Bifulco (P) all’11’ p.t.;
PRO PATRIA 27 26 5 12 9 22 34 SÜDTIROL (4-3-3) Poluzzi 6; estratto due colpi di magia e poi Ronaldo (P) all’8’, Ganz (L) su rigore
PERGOLETTESE(-1) 27 26 7 7 12 29 44 De Col 6,5, Malomo 6 (dal 6’ s.t. Zaro al 37’ s.t.
6), Curto 6,5, Fabbri 6; Tait 7,
ha saputo soffrire nel finale do-
FIORENZUOLA 26 26 6 8 12 24 34
Gatto 6 (dal 18’ s.t. Mawuli 6), po il rigore trasformato da Ganz PADOVA (4-3-3) Donnarumma
SEREGNO 25 26 6 7 13 28 36
GIANA 23 26 4 11 11 16 25 Broh 6 (dal 42’ s.t. Beccaro s.v.); (fallo di Jelenic su Buso). Il pri- 6,5; Germano 6,5, Ajeti 6,5,
PRO SESTO 23 26 4 11 11 21 32 Rover 7, Odogwu 6,5 (dal 42’ s.t. mo protagonista è stato Bifulco Monaco 6,5, Curcio 6 (dal 1’ s.t.
LEGNAGO 21 26 5 6 15 21 44 De Marchi s.v.), Casiraghi 6,5 (dal 18’ che in serpentina ha sbloccato il Gasbarro 6); Saber 6,5 (dall’11’ s.t.
s.t. Galuppini 6). (Meli, Voltan, risultato. Ancora più bello nella Settembrini 6), Ronaldo 7,5,
Fink, Davi, Heinz, H’Maidat). Dezi 7 (dal 32’ s.t. Della Latta s.v.);
SERIE B PLAYOFF PLAYOUT SERIE D ripresa (dopo un intervento di
All. Javorcic 7 Chiricò 6 (dall’11’ s.t. Jelenic 6),
Donnarumma su tiro di Vasic Ceravolo 6,5 (dal 20’ s.t. Santini 6),
ARBITRO Di Marco di Ciampino 6 sporcato) il raddoppio di Ronal-
a Bifulco 7. (Vannucchi, Valentini,
27 GIORNATA NOTE spettatori 250 circa; paganti e
incasso non comunicati. Ammoniti
do che ha saltato quattro avver-
sari e dopo l’ennesimo dribbling
Pelagatti, Terrani, Nicastro, Kirwan,
Busellato). All. Zanin 7 (Pavanel
Gatto e Pinto. Angoli 1-5 squalificato)
IERI ha battuto Pissardo.
FERALPISALÒ-PRO VERCELLI 0-3
FIORENZUOLA-TRENTO 1-2 LECCO (4-4-2) Pissardo 6;
GIANA-SÜDTIROL 0-2
Le altre Cadono in casa le due Celjak 5, Marzorati 5, Battistini 5,
MANTOVA-SEREGNO 3-1
Esultanza Il Südtirol festeggia Filippo De Col, 28 anni, dopo il 2-0 CALABRO’ squadre al terzo posto: il Renate Enrici 5 (dall’11’ s.t. Capoferri 6);
PADOVA-LECCO 2-1 contro un AlbinoLeffe che non Vasic 6,5, Kraja 6, Masini 6 (dal 22’ s.t.

Un Südtirol carrarmato
PERGOLETTESE-LEGNAGO 1-1 vinceva da 11 giornate, la Feral- Lora 6), Nesta 5,5 (dall’11’ s.t. Buso 6);
PRO PATRIA-PRO SESTO 0-3 pisalò contro la Pro Vercelli do- Nepi 5,5 (dal 29’ s.t. Italeng s.v.),
RENATE-ALBINOLEFFE 0-2 Petrovic 5 (dall’11’ s.t. Ganz 6,5).
po 12 risultati utili, incassando
TRIESTINA-VIRTUS VERONA 2-1 (Libertazzi, Ciancio, Lakti, Purro,
una sconfitta interna per 0-3

trova sempre nuovi gol


OGGI Merli Sala, Paltrineri, Sberna).
JUVENTUS U23-PIACENZA ore 18 (1-1)
che non incassava dal 1 ottobre All. De Paola 5,5
2018 (contro il Vicenza). Da se-
gnalare il ritorno alla vittoria ARBITRO Fiero di Pistoia 6
a NOTE paganti 480, abbonati 856,
28 GIORNATA della Triestina dopo due mesi,

e supera anche la Giana


incasso di 2.739 euro (senza quota
come quello del Trento in una abbonati). Ammoniti Marzorati e
DOMENICA gara (a Fiorenzuola) slittata di Italeng. Angoli 5-2
ALBINOLEFFE-PERGOLETT. 14.30 (0-1) un’ora per la nebbia.
FIORENZUOLA-TRIESTINA (0-1) © RIPRODUZIONE RISERVATA
LECCO-MANTOVA (1-1)
LEGNAGO-FERALPISALÒ (1-5)
PRO SESTO-PIACENZA
PRO VERCELLI-RENATE
(2-1)
(2-2)
Gli attaccanti catori, così la vittoria numero 20
è stata griffata dal centrocampi-
anche ravvicinati, di Rover e
Odogwu. Sullo 0-2 Contini è
FERALPISALO’ 0 RENATE 0
SEREGNO-JUVENTUS U23 (1-2) restano a secco: sta Tait e dal terzino De Col. La
Giana, che ha il peggior attacco
passato al 4-3-3 ma ormai la
partita era chiusa. Javorcic ha
SÜDTIROL-PRO PATRIA
TRENTO-PADOVA
(0-0)
(1-2) stavolta le reti in Italia tra i pro (16 gol in 26 fatto rifiatare qualche big e ha PRO VERCELLI 3 ALBINOLEFFE 2
VIRTUS VERONA-GIANA (1-1) partite) non ha mai tirato in messo il capocannoniere Galup-
sono state porta. Poluzzi ha vissuto un po- pini, che non ha ancora segnato
MARCATORI Comi al 22’, Della
Morte al 30’ e al 32’ s.t.
MARCATORI Saltarelli al 9’,
Manconi su rigore al 33’ s.t.
di Tait e De Col meriggio da spettatore, mentre con la nuova maglia.
MARCATORI Che passo: 8
dall’altra parte Zanellati ha sfo-
derato diverse parate sulle con- I commenti Il tecnico croato
FERALPISALO’ (4-3-1-2) De
Lucia 6; Salines 5,5, Pisano 5 (dal 33’
s.t. Bergonzi s.v.), Bacchetti 5,5,
RENATE (4-4-2) Pizzignacco 6,5;
Anghileri 6 (dal 1’ s.t. Spaltro 6),
Silva 6,5, Sini 5,5, Ermacora 6 (dal 1’
14 RETI Galuppini (Südtirol; 14 nel clusioni di Rover e Odogwu, a ha commentato così la vittoria:
Renate, 2)
12 RETI Manconi (2, AlbinoLeffe)
gare e 7 vittorie cominciare già dal 2’. «Temevo questa partita, su que-
Corrado 6; Hergheligiu 5,5,
Carraro 6, Balestrero 6 (dal 33’ s.t.
s.t. A. Esposito 5); Baldassin 5,5,
Ranieri 5,5 (dal 38’ s.t. G. Esposito
sto campo non era scontato vin- Corradi 5,5); Di Molfetta 5,5 (dal 29’ s.v.), Celeghin 6 (dal 28’ s.t. Rossetti
10 RETI Ceravolo (1, Padova);
Maistrello (Renate) di Stefano Spinelli
La partita Il Südtirol infatti è cere. Abbiamo fatto la partita s.t. Siligardi 5); Miracoli 5 (dal 1’ s.t. 6), Cicconi 5,5; Maistrello 5,5,
Guerra 5), Luppi 5,5 (dal 38’ s.t. Piscopo 5,5 (dal 24’ s.t. Morachioli
8 RETI Miracoli (3, Feralpisalò); Ganz partito forte in entrambi i tempi giusta e l’abbiamo sbloccata al Castorani s.v.). (Liverani, Porro, 6). (Albertoni, Cugola, Chakir,
GORGONZOLA (MI)
(2, Lecco) per chiudere presto la pratica, momento giusto. Poi nella ripre- Girgi, Guidetti, Farabegoli, Zanini, Tedeschi, Merletti, Marano, Gavioli).
7 RETI Balestrero, Guerra e Luppi a capolista Südtirol come aveva ordinato Javorcic, sa abbiamo fatto ancora meglio. Damonte). All. Vecchi 5 All. Cevoli 5,5

L
(Feralpisalò); Buric (Legnago); Chiricò ha superato di slancio ma i gol sono arrivati nella se- Serie B più vicina? C’è ancora
(Padova); Varas (5, Pergolettese); anche l’ostacolo Gia- conda parte delle due frazioni. Il tanto da giocare e tanti punti in PRO VERCELLI (3-4-3) M. Rizzo ALBINOLEFFE (3-5-2) Pagno 6,5;
Dubickas (3, Piacenza); Capogna (1, 6,5; Cristini 6, Masi 6,5, Auriletto 6,5 Milesi 6, Marchetti 6, Saltarelli 7;
na e continua di corsa primo sugli sviluppi di un calcio palio» E domenica lo aspetta la- (dal 38’ s.t. Secondo s.v.); Iezzi 6 (dal Gusu 6,5, Doumbia 6 (dal 40’ s.t.
Pro Sesto); Comi (Pro Vercelli)
6 RETI Cesarini (3, Piacenza); Cocco verso la Serie B, man- da fermo di Casiraghi: il pallone sua ex Pro Patria. Contini ha fat- 31’ s.t. Bruzzaniti 6), Vitale 6,5, Piccoli s.v.), Nichetti 6, F. Gelli 6 (dal
(1, Seregno); Casiraghi (3, Südtirol); tenendo invariato il vantaggio respinto dalla barriera è finito a to i complimenti ai suoi: «Il Louati 6,5, Crialese 6,5; Gatto 6 (dal 19’ s.t. Martignago 6), Petrungaro 6
Pasquato (Trento); Pittarello (Virtus sul Padova. Per Javorcic è stata la centro area sui piedi di capitan Südtirol è una corazzata; abbia- 15’ s.t. Panico 6,5), Comi 7 (dal 38’ s.t. (dal 33’ s.t. Poletti s.v.); Ravasio 6
Verona; ora è al Cesena). settima vittoria nelle ultime 8 Tait che di sinistro ha fulminato mo cercato di opporci con le no- Jocic s.v.), Rolando 6 (dal 15’ s.t. (dal 41’ s.t. Galeandro s.v.),
5 RETI Palmieri (Fiorenzuola; ora è gare, con un solo gol subito. Zanellati. Il secondo, alla mez- stre armi, peccato aver subito il Della Morte 7,5). (Gelmi, Manconi 7,5. (Rossi, Facchetti,
all’Entella); Aké (Juventus U23); Rendic, Minelli, Clemente, L. Rizzo, J. Gelli, Riva, Cori, Michelotti,
Troppo forte il Südtirol per que- zora della ripresa, è stato tutto di primo gol sugli sviluppi di un
Gomez (Legnago); Guccione (1) e Mezzatesta, Macchioni). All. Lerda 7 Giorgione, Concas). All. Marcolini 7
Monachello (Mantova); Della Latta sta Giana che Contini ha schie- De Col che si è messo in proprio calcio da fermo. Ma la squadra è
(Padova); Corbari (Piacenza); Pierozzi rato con il 5-3-2 per cercare di e, dopo essere partito da centro- viva e vuole salvarsi». ARBITRO Virgilio di Trapani 6 ARBITRO Emmanuele di Pisa 6,5
(Pro Patria); Della Morte (Pro limitare le punte avversarie e campo, ha scagliato un destro © RIPRODUZIONE RISERVATA NOTE spettatori 200 circa; paganti e NOTE paganti 160, incasso non
Vercelli); Cernigoi (Seregno; ora è al chiudere tutti i varchi. Ma la ca- da fuori area che ha sorpreso incasso non comunicati. Ammonito comunicato. Espulso A. Esposito al
Hergheligiu. Angoli 9-1 32’ s.t.; ammoniti Ranieri, Marchetti e
Pescara); Odogwu (Südtirol); Ligi
(Triestina)
polista, come ha dimostrato più
volte, può segnare con tutti i gio-
Zanellati, bravo fino a quel mo-
mento a parare tutti i tentativi, s TEMPO DI LETTURA 2’34” G. Esposito. Angoli 6-10

SERIE D
TRIESTINA 2 MANTOVA 3 PRO PATRIA 0 FIORENZUOLA 1 PERGOLETTESE 1
Pareggi in trasferta VIRTUS VERONA 1 SEREGNO 1 PRO SESTO 3 TRENTO 2 LEGNAGO 1
per Novara e Rimini MARCATORI Pellacani (VV) al 24’, MARCATORI Marino (S) al 21’ p.t.; MARCATORI De Sena al 14’, MARCATORI Mamona (F) al 9’, MARCATORI Antonelli (L) al 15’,
Aggancio del Bitonto Ligi (T) al 43’ p.t.; Galazzi (T) al 35’ s.t. Monachello (M) al 28’, Guccione (M) al
32’, Monachello (M) al 36’ s.t.
Adamoli al 38’, Ghezzi al 45’ s.t. Bocalon (T) al 17’ p.t.; Pasquato (T) al
7’ s.t.
Moreo (P) al 25’ s.t.
TRIESTINA (4-3-2-1) Offredi 5,5; PRO PATRIA (3-5-2) Caprile 5,5; PERGOLETTESE (4-3-3) Galeotti
● (s.l.) Infrasettimanale in Rapisarda 6, Capela 6,5, Ligi 6,5, MANTOVA (4-2-3-1) Marone 6; Molinari 5,5, Saporetti 5, Boffelli 6; FIORENZUOLA (4-3-3) Battaiola 6; Lepore 6, Ferrara 6, Lambrughi 6,
Serie D per i 5 gironi a 20 Galazzi 7; St Clair 6 (dal 18’ s.t. Bianchi 6 (40’ s.t. Pedrini s.v.), Checchi Colombo 6 (dal 29’ s.t. Vezzoni s.v.), 5,5; Fracassini 6 (dal 43’ p.t. Villa 6,5; Zennaro 6, Arini 6,5,
squadre, con la 5a di ritorno. Trotta 6), Calvano 6 (dal 18’ s.t. Sakor 6, Milillo 5,5, Silvestro 6,5; Bruccini 6, Ferri 5,5, Nicco 5,5, Ghioldi 5,5 (dal 29’ Danovaro 6), Ferri 6, Cavalli 6, Girelli 6 (dal 18’ s.t. Moreo 6,5);
Dopo 8 vittorie di fila la 6,5), Crimi 6; Ala-Myllymaki 5,5 (dal 18’ Gerbaudo 6 (dal 30’ s.t. Militari 6); s.t. Fietta s.v.), Pierozzi 6; Stanzani 5 Guglieri 6; Piccinini 5,5 (dal 33’ s.t. Bariti 6,5 (dal 47’ s.t. Vitalucci s.v.),
capolista Novara (A) ha s.t. Iotti 6), De Luca 5,5 (dal 22’ s.t. Piovanello 5,5 (dal 30’ s.t. Panizzi 6,5), (dal 12’ s.t. Piu 5,5), Castelli 5,5 (dal 12’ Bruschi s.v.), Nelli 6, Stronati 5,5; Scardina 6, Morello 6,5. (Soncin,
rallentato a Bra: 1-1 (pari in Petrella 5,5); Gomez 6 (dal 18’ s.t. Paudice 6 (dal 40’ s.t. Galligani s.v.), s.t. Pesenti 5,5). (Mangano, Vaghi, Mamona 6,5, Mastroianni 5,5 (dal 18’ Piccardo, Alari, Varas, Cancello,
Procaccio 5,5). (Martinez, Groaz, Guccione 7 (dal 40’ s.t. Messori s.v.); Bergamo, Giardino). All. Prina 5 s.t. Oneto 6), Zunno 5,5. (Burigana, Fonseca, Mercado, Verzeni,
rimonta di Pablo Gonzalez) e
Baldi, Giorico, Sarno). All. Bucchi 6,5 Monachello 7,5. (Tosi, Marinaro, Dimarco, Potop, Ghisolfi, Sartore, Bresciani). All. Lucchini 6
Sanremese ora a -8 con una Agbugui, Fontana, Rihai, Esposito, PRO SESTO (3-4-3) Del Frate 6; Gerace, Giani, Arrondini, Varoli).
gara in più. In vetta agli altri VIRTUS VERONA (3-5-2) Vaccaro). All. Galderisi 7 Pecorini 6, Toninelli 6,5, Della All. Tabbiani 5,5 LEGNAGO (4-3-3) Enzo 6;
gruppi, pari esterni di City Giacomel 5,5; Pellacani 6,5, Cella 6, Giovanna 6 (dal 1’ s.t. Ghezzi 6,5); Ricciardi 6 (dal 29’ s.t. Bruno 6),
Nova (B), 2-2 con la Casatese Munaretti 6; Daffara 6, Lonardi 6,5, SEREGNO (3-5-2) Tozzo 6; Balzano Mazzarani 6,5, Cerretelli 6 (dal 12’ s.t. TRENTO (4-3-1-2) Marchegiani Gasparetto 6, Pellizzari 6, Rossi 6;
Hallfredsson 6,5 (dal 27’ s.t. Tronchin 6, Uyi 5,5, Galeotafiore 5,5; Gemignani Marchesi 6,5), Gattoni 7, Sala 6 (dal 6,5; Dionisi 6, Trainotti 6,5, Carini 5,5, Antonelli 6,5, Salvi 6 (dal 35’ s.t.
e Brusaporto a -6, e Rimini
5,5), Metlika 5,5 (dal 27’ s.t. Danieli 6), 6, Vitale 6,5 (dal 33’ s.t. Dell’Agnello 12’ s.t. Brentan 6,5); De Sena 6,5 (dal Simonti 6; Belcastro 6 (dal 24’ s.t. Paulinho s.v.), Lollo 6; Sgarbi 6 (dal 35’
(D), 0-0 col Progresso e Zarpellon 6 (dal 14’ s.t. Nalini 5,5); s.v.), Jimenez 5,5, Marino 6, Invernizzi 29’ s.t. Grandi s.v.), Marilungo 6 (dal Bearzotti 6), Scorza 5,5 (dal 33’ s.t. s.t. Contini s.v.), Buric 6 (dal 29’ s.t.
Ravenna a -3. Il Bitonto (H) ha Arma 5 (dal 1’ s.t. Zigoni 6,5), Priore 5,5 (dal 33’ s.t. Signorile s.v.), Zé 20’ s.t. Adamoli 7), Scapuzzi 6. Seno s.v.), Caporali 6; Pasquato 7 Alberti 5,5), Lazarevic 6 (dal 13’ s.t.
vinto 1-0 dal San Giorgio: 5,5 (dal 14’ s.t. Manfrin 6). (Sibi, Gomes 5,5 (dal 3’ s.t. Cortesi 6), Cocco (Serra, Maldini, Capelli, Gualdi, (dal 33’ s.t. Nunes s.v.); Pattarello 6 Giacobbe 6). (Corvi, Rossini, Bondioli,
preso il Cerignola (1-1 ad Mazzolo, Vesentini, Zugaro, Faedo, 6 (dal 17’ s.t. Iurato 5,5). (Lupu, Rossi, Lucarelli, Capogna, Giubilato). (dal 33’ p.t. Vianni 6), Bocalon 6,5. Stefanelli, Bruno, Zanetti, Gomez,
Altamura). Gelbison (I) a Silvestri, Marchi). All. Fresco 6 Mandorlini, Aga, Solcia, Bartolotta, All. Di Gioia 7 (Cazzaro, Pigozzo, Oddi, Chinellato, Casarotti). All. Serena 6
Pani, Cerbara). All. Mariani 5,5 Raggio, Chinoye, Barbuti).
riposo: Acireale a -3 con una ARBITRO Di Francesco di Ostia Lido ARBITRO Gemelli di Messina 6 ARBITRO Cavaliere di Paola 6
All. Parlato 6,5
gara in più. Tra i recuperi 6 ARBITRO Angelucci di Foligno 5,5 NOTE paganti 350, incasso non NOTE paganti 128, incasso di 1.527
invece c’è il ko interno del NOTE paganti 371, incasso non NOTE paganti 425, abbonati 615, comunicato. Ammoniti Sala, Colombo, ARBITRO Zucchetti di Foligno 6 euro. Ammoniti Lambrughi, Ricciardi,
Giugliano capolista (G), 0-1 col comunicato. Ammoniti Metlika, incasso di 5.700 euro (senza q.a.). Ferri, Marilungo, Nicco, Ghezzi e NOTE paganti 98, abbonati 90, Gasparetto, Villa, Giacobbe e
Cynthialbalonga: Torres a -7. Halfredsson, Sakor, Crimi e il tecnico Ammoniti Gerbaudo, Tozzo, Bianchi e Fietta. Angoli 9-1 incasso di 591 euro. Ammoniti Pellizzari. Angoli 4-4
Bucchi. Angoli 5-3 Pedrini. Angoli 8-0 Guglieri, Carini e Cavalli. Angoli 4-6
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 31

SERIE C GIRONE B 27a GIORNATA

LA CLASSIFICA MODENA 2 Le altre partite


MONTEVARCHI 0
SQUADRE PT
G
PARTITE
V N P
RETI
F S MARCATORI Scarsella al 23’ p.t.; Cesena, fantastico tris
L’Ancona crolla ancora
MODENA 62 26 19 5 2 47 16 Minesso al 38’ s.t.
REGGIANA 59 25 17 8 0 47 13
CESENA 48 26 13 9 4 37 19 MODENA (4-3-2-1) Gagno 6;

ma trova un acquirente
ENTELLA 45 25 13 6 6 45 27
Oukhadda 6,5 (dal 17’ s.t.
Ciofani 6), Silvestri 6, Pergreffi 6,5,
PESCARA 42 25 11 9 5 39 30
Azzi 6,5; Scarsella 6,5 (dal 43’ s.t.
ANCONAMATELICA
42 26 12 6 8 46 34
Ponsi s.v.), Gerli 6,5, Magnino 5,5;
VIS PESARO 35 26 8 11 7 25 31
Minesso 6,5 (dal 43’ s.t. Di Paola s.v.),
SIENA 34 26 9 7 10 31 27 Tremolada 6 (dal 29’ s.t. Mosti 6); di Peppe Gallozzi
GUBBIO
CARRARESE
33
32
26
26 6
7 12
14
7
6
33
25
29
30
Ogunseye 5,5 (dal 17’ s.t. Longo 5.5). ANCONA ANCONA MATELICA 0
(Narciso, Renzetti, Duca,
on vinceva fuori casa
PONTEDERA 30 26 8 6 12 28 40 Giovannini, Piacentini, Baroni). CESENA 3
N
OLBIA 29 25 8 5 12 31 37 All. Tesser 7 dal 23 ottobre, con lo
LUCCHESE 29 26 6 11 9 23 28 0-4 di Teramo. Il Ce- MARCATORI Ciofi al 31’ p.t.;
TERAMO 29 26 7 8 11 26 43 MONTEVARCHI (4-3-3) Giusti 5; sena si è sbloccato ad Candela al 2’, Pierini al 30’ s.t.
FERMANA 25 26 5 10 11 20 32 Boccadamo 5,5 Tozzuolo 5,5,
Gennari 5 (dal 40’ s.t. Carpani s.v.),
Ancona, dove in pas-
IMOLESE(-2) 24 26 6 8 12 30 37 ANCONA MATELICA (4-3-3)
Martinelli 6; Giordani 5,5, Mercati 6 sato non ci era mai riuscito (un Avella 5,5; Tofanari 5,5, Masetti 5,5
VITERBESE 24 26 5 9 12 30 39
(dal 40’ s.t. Intinacelli s.v.), solo successo in Coppa Italia nel (dall’8’ s.t. Bianconi 6), Iotti 5,
MONTEVARCHI 23 26 6 5 15 25 47
GROSSETO 21 26 3 12 11 21 30
Amatucci 6 (dall’11’ s.t. Dutu 5,5); 1985-86), vincendo lo scontro Di Renzo 4,5; Iannoni 5 (dal 18’ s.t.
Barranca 5,5 (dal 25’ s.t. Sorrentino diretto e riassestandosi al terzo D’Eramo 5,5), Gasperi 5, Delcarro 6;
PISTOIESE 21 26 4 9 13 22 42
5,5), Gambale 5,5 (dal 25’ s.t. Lunghi posto. Decisive le reti del centra- Rolfini 5 (dal 18’ s.t. Del Sole 5,5),
5,5), Jallow 6. (Mariangioli, Achy, Moretti 5 (dal 39’ s.t. Palesi s.v.),
SERIE B PLAYOFF PLAYOUT SERIE D le Ciofi, al primo sigillo, di Can-
Nannelli, Chiesa, Boiga, Mionic). Sereni 5,5 (dal 18’ s.t. Faggioli 5,5).
All. Malotti 5,5 dela, spina nel fianco per la dife- (Vitali, Sabattini, Vrioni, Ruani,
sa di casa, e di Pierini, con un
27a GIORNATA
Papa, Maurizii, Noce).
ARBITRO Maranesi di Ciampino 6,5 gioiello all’incrocio. Per l’Anco- All. Colavitto 5
NOTE paganti 3.996, incasso di na Matelica, archiviato il secon-
25.763 euro. Ammoniti Dutu, Ciofani e CESENA (4-3-2-1) Nardi 6;
IERI do (pesante) ko interno conse-
Boccadamo. Angoli 4-3 Candela 7, Pogliano 6 (dal 35’ s.t.
ANCONA MATELICA-CESENA 0-3 cutivo dopo quello con la Pisto-
CARRARESE-IMOLESE 0-0 Frieser s.v.), Ciofi 7, Calderoni 6;
iese, sono giorni intensi a livello Steffè 6,5, Brambilla 6 (dal 27’ s.t.
GROSSETO-VITERBESE 0-1
MODENA-MONTEVARCHI 2-0
L’1-0 La rete di testa di Fabio Scarsella, 32 anni, arrivato a quota 10 FIOCCHI societario. C’è l’interessamento Rigoni 6), Ardizzone 6 (dal 20’ s.t.
ad entrare nei quadri del club

Modena, un altro scatto


PONTEDERA-GUBBIO 0-0 Missiroli 6); Pierini 7,5 (dal 35’ s.t.
SIENA-FERMANA 2-0 dell’imprenditore malese Tony Lepri s.v.), Caturano 6,5 (dal 20’ s.t.
TERAMO-PISTOIESE 1-1 Tiong, espressione del Gruppo Ilari 6); Bortolussi 6,5. (Benedettini,
VIS PESARO-LUCCHESE 2-1 Bizzini, Berti, C. Shpendi, S. Shpendi).
Tiong fondatore del conglome-
OGGI All. Viali 7
rato RH e direttore di Owlsome

Scarsella e Minesso gol


OLBIA-REGGIANA ore 17 (0-2)
(aziende impegnate nel settore ARBITRO Ubaldi di Roma 6
PESCARA-ENTELLA ore 21 (2-2)
tempo libero): in queste ore po- NOTE paganti 2.387, incasso di
trebbe incontrare il patron Mau- 22.382,54 euro. Ammoniti Pogliano e

28a GIORNATA ro Canil. Sul tavolo ci sarebbe la Gasperi. Angoli 8-2

Oggi tocca alla Reggiana


cessione del pacchetto di mag-
DOMENICA gioranza con il mantenimento
IMOLESE-OLBIA ore 13.30 (2-0) dell’attuale organigramma.
VITERBESE-MODENA ore 14.30 (0-2) © RIPRODUZIONE RISERVATA
CESENA-VIS PESARO ore 17.30 (1-1)
FERMANA-PESCARA (1-2)
GUBBIO-TERAMO
LUCCHESE-PONTEDERA
(1-1)
(3-2)
La capolista sbagliare e, nonostante l’inevita-
bile pressione, la missione è sta-
che al momento premia la Reg-
giana) con Oukhadda (ottimo
SIENA 2 VIS PESARO 2
MONTEVARCHI-ANCONA M.
PISTOIESE-CARRARESE
(0-2)
(0-1)
batte anche il ta portata a termine in modo in-
discutibile, con qualche soffe-
esordio da titolare per l’ex Gub-
bio) e Minesso. Scampato il peri-
REGGIANA-GROSSETO (0-0)
Montevarchi: renza, dove la differenza di valo- colo il Montevarchi, appesantito FERMANA 0 LUCCHESE 1
LUNEDÌ
ri tecnici alla fine ha prevalso. da una pericolosa posizione di
ENTELLA-SIENA ore 21 (0-1)
nel 2022 difesa classifica (con questa sono 7
MARCATORI Terigi al 2’ p.t.;
Cardoselli al 9’ s.t.
MARCATORI Ferrini (VP) al 7’, Belloni
(L) al 32’, Acquadro (VP) al 36’ p.t.
imbattuta. I La partita Ha costruito tanto sconfitte e 3 pari nelle ultime
MARCATORI rivali sono di
la squadra di Tesser, palesando
qualche difficoltà nel finalizzare
10), ha preso coraggio e nella ri-
presa dopo aver rischiato su Ma-
SIENA (3-5-2) Lanni 6; Mora 6,5,
Terzi 6, Terigi 6,5 (dal 31’ s.t.
Dumbravanu 6); Laverone 6 (dal 24’
VIS PESARO (3-4-3) Farroni 6,5;
Piccinini 6, Gavazzi 6,5, Ferrini 7,5;
Astrologo 6 (dal 18’ s.t. De Nuzzo 5,5),
14 RETI Magnaghi (2, Pontedera) la tanta mole di gioco, un picco- gnino e Scarsella, ci ha provato
13 RETI Rolfini (4, Ancona Matelica);
Zamparo (5, Reggiana)
scena a Olbia lo difetto che la squadra com- di più, anche se di pericoli per
s.t. Favalli 6), Cardoselli 6,5 (dal 36’
s.t. Bani s.v.), Guillaumier 6 (dal 24’
Acquadro 6,5, Coppola 6, Rubin 6 (dal
18’ s.t. Eleuteri 5,5); Saccani 6,5 (dal
pensa spesso con i centrocampi- Gagno non ce ne sono stati: il s.t. Meli 6), Bianchi 6, Disanto 7; 33’ s.t. Gucci s.v.), Tonso 7 (dall’11’ s.t.
12 RETI Ferrari (2, Pescara) Fabbro 5,5, Paloschi 5,5 (dal 31’ s.t. De Respinis 5,5), Cannavò 7 (dal 32’
sti. Stavolta hanno risolto il re- Modena nelle 6 gare del 2022 è
11 RETI Faggioli (1, Ancona di Paolo Reggianini Ardemagni 5,5). (Mataloni, s.t. Lombardi s.v.). (Campani,
Matelica); Lanini (Reggiana); Volpicelli bus del gol Scarsella, alla decima ancora imbattuto. Poi la rete di Bastianello, Farcas, Caccavallo, Parrinello, Manetta, Sanogo, Silenzi,
MODENA
(4, Viterbese) rete (migliore realizzatore del Minesso, dopo una bella azione Crescenzi, Guberti). All. Padalino 6,5 Besea, Marcandella). All. Banchini 7
10 RETI Scarsella (Modena); n girone fa, proprio Modena) e Minesso (assist per- corale sulla destra, ha chiuso la

U
Ragatzu (1, Olbia) contro il Montevar- fetto di Mosti), schierato non da gara e ora la capolista aspetta i FERMANA (3-4-2-1) Ginestra 6; LUCCHESE (4-3-1-2) Coletta 5,5;
9 RETI Bortolussi e Pierini (Cesena); chi, il Modena perde- prima punta, ma da trequartista rientri di Marotta e Bonfanti. In- Spedalieri 5,5, Urbinati 6, Scrosta 6; Corsinelli 5, Bachini 5,5, Baldan 6,
Lescano (3) e Magrassi (Entella); Rossoni 6 (dal 39’ s.t. Cognigni s.v.), Visconti 6; Picchi 5 (dal 1’ s.t.
va la sua ultima parti- sulla stessa linea di Tremolada, tanto ai gol ci pensano i centro- Mbaye 6,5 (dal 18’ s.t. Graziano 6), Tumbarello 6), Collodel 6, Frigerio 6
Gambale (2, Montevarchi)
8 RETI Sereni (2, Ancona Matelica); ta. Da quel giorno è con Ogunseye a fare la guerra campisti, facendo mantenere la Capece 5,5 (dal 18’ s.t. Sangiorgi 6), (dal 35’ s.t. Babbi s.v.); Belloni 6,5 (dal
Semprini (Lucchese); Vano (1, iniziata la grande risalita (16 vit- con i difensori toscani. Ha do- media di 2,48 punti a partita. Alagna 6,5; Kyeremateng 6 (dal 25’ 45’ s.t. Ruggiero s.v.); Ubaldi 5 (dal 1’
Pistoiese) torie e 2 pari) che ha portato gli minato la prima parte la capoli- Ora tocca alla Reggiana replica- s.t. Tassi 6), Frediani 5,5 (dal 18’ s.t. s.t. Nanni 4,5), Semprini 6.
7 RETI Moretti (Ancona Matelica); uomini di Tesser al primo posto, sta, trovando il vantaggio con re in una delle 8 trasferte che Pannitteri 6); Marchi 6. (Moschin, (Cucchietti, Nannini, Gibilterra,
Caturano (Cesena); Merkaj (Entella); accendendo il sempre più ap- Scarsella, abile di testa, dopo la l’attendono da qui alla fine, con- Parodi, Bugaro, Giannò, Pistolesi, Quirini, Zanchetta, Brandi, Bellich,
Spalluto (Gubbio); Minesso (2, Molinaro, Simonelli). All. Riolfo 6 Minala). All. Pagliuca 6
passionante duello distanza con punizione di Tremolada, nel- tro le 6 del Modena. Dettagli, ma
Modena); Udoh (Olbia)
6 RETI Morosini e Schenetti (1, la Reggiana. Oggi saranno i gra- l’inserirsi in area dopo l’infelice saranno proprio questi a fare a ARBITRO Perri di Roma 6 ARBITRO Luongo di Napoli 5,5
Entella); Azzi (Modena); Gucci (Vis nata a dover rispondere, obbli- uscita a vuoto di Giusti. In quel differenza nella corsa alla B. NOTE paganti 180, abbonati 1.875, NOTE paganti 167, abbonati 412,
Pesaro) gati a vincere a Olbia per non momento il Modena ha avuto © RIPRODUZIONE RISERVATA incasso n.c. Espulso il tecnico Riolfo al incasso di 4.400 euro. Espulso Nanni
perdere terreno. Toccava al Mo- l’opportunità per incrementare 9’ s.t.; ammoniti Marchi, Capece, al 26’ s.t.; ammoniti Farroni, Saccani,
Fabbro, Mbaye, Laverone, Bianchi, Gucci, Corsinelli e il tecnico Pagliuca.
dena, reduce dal pari di Lucca, la
prima mossa. Una gara da non
il proprio bottino (utile per mi-
gliorare quella differenza reti s TEMPO DI LETTURA 2’34” Sangiorgi e Tassi. Angoli 5-11 Angoli 3-8

G I R O N E C
CARRARESE 0 PONTEDERA 0 GROSSETO 0 TERAMO 1
IMOLESE 0 GUBBIO 0 VITERBESE 1 PISTOIESE 1 Avellino: via Braglia e Di Somma
CARRARESE (4-3-1-2) Mazzini 6;
Grassini 7, Rota 6,5, Marino 6,5,
PONTEDERA (4-3-1-2)
Melgrati 7; Perretta 6,5, Espeche
MARCATORE Volpicelli su rigore al
32’ p.t.
MARCATORI Soprano (T) al 6’ p.t.;
Vano (P) al 30’ s.t. Adesso Boscaglia è il favorito
Khailoti 6 (dal 9’ s.t. Semprini 6,5); 6,5, Shiba 6,5, Milani 6,5; Serena 6,
Figoli 6,5, Berardocco 6, Foglia 6, Barba 6,5 (dal 43’ s.t. GROSSETO (3-5-2) Barosi 6; TERAMO (3-4-3) Perucchini 6;
Peretti 6, Ciolli 5, Siniega 6; Iacoponi 6, Soprano 6,5, Codromaz 6;
● AVELLINO (l.z.) Rivoluzione dell’avellinese Enzo De Vito.
Bertipagani 7 (dal 9’ s.t. Petrelli 6); Marianelli s.v.); Catanese 6;
Raimo 5,5, Bruzzo 5,5 (dal 23’ s.t. Bouah 6,5 (dal 22’ s.t. Mordini 5), tecnica ad Avellino. Dopo il ko Non vengono esclusi colpi a
Bramante 6 (dal 22’ s.t. Doumbia 6); Benedetti 6,5 (dal 35’ s.t. Mattioli s.v.),
Energe 6,5, Infantino 6,5 (dal 32’ s.t. Magnaghi 6 (dal 24’ s.t. Mutton 6). Saporiti 5,5), Cretella 5,5 (dal 3’ s.t. Arrigoni 6, Rossetti 6, a Francavilla la società ha sorpresa, anche se sono
D’Auria 6,5). (Capponi, Barone, (Sposito, Nicoli, Santarelli, Martini, Artioli 6), Piccoli 6, Semeraro 5 (dal 3’ Hadziosmanovic 6,5; Malotti 6 (dal 22’ esonerato l’allenatore Braglia andati a vuoto i tentativi con
Sabotic, Bevilacqua, Foresta, Bigini). Bakayoko, Di Meo, Benericetti, s.t. Mauceri 5,5); Nocciolini 5,5 (dal s.t. Bernardotto 6), D’Andrea 6 (dal e il d.s. Di Somma. Con loro Cosmi e Oddo.
All. Di Natale 6,5 Regoli, De Ioannon). All. Maraia 6 23’ s.t. Moscati 5,5), Arras 6 (dal 14’ 39’ s.t. Cisco s.v.), Rosso 6,5 (dal 22’ sono stati sollevati anche ● SITUAZIONE Il girone C
s.t. Scaffidi 5). (Lazzari, Salvi, s.t. De Grazia 6). (Agostino, Viero,
l’allenatore in seconda De torna in campo sabato con la
IMOLESE (3-4-1-2) Rossi 6 (dal GUBBIO (4-3-3) Ghidotti 6; Tiberi, Boccardi). All. Maurizi 5 Lombardo, Pinto, Papaserio, Fiorani,
26’ p.t. Santopadre 7,5); Formiconi 6,5, Redolfi 6,5, Migliorini Forgione, Montaperto). All. Guidi 6 Simone e il preparatore 28a giornata. Ecco la
Vona 7, Angeli 7, Rinaldi 6; Cerretti 6,5, Bonini 6,5; Bulevardi 6 (dal 36’ s.t. VITERBESE (3-5-2) Fumagalli 5,5; atletico Barberio. classifica: Bari p. 55;
6,5, D’Alena 6 (dal 1’ s.t. Benedetti 7), Malaccari s.v.), Cittadino 6,5, D’Ambrosio 6, Ricci 6,5, PISTOIESE (4-3-2-1) Seculin 8; L’allenamento di ieri è stato Catanzaro 48; Francavilla 47;
Floriani 6,5, Liviero 6,5; A. Lombardi Di Noia 6,5 (dal 24’ s.t. Sainz Maza 6); Martinelli 6,5; Calcagno 6, Moretti 5,5 (dal 22’ s.t. Portanova 6), diretto da Biancolino, vice Avellino 45; Monopoli 43;
6,5 (dal 39’ s.t. L. Lombardi 6); Arena 7, Spalluto 6,5, Mangni 6,5 (dal Mungo 6,5 (dal 38’ s.t. Maffei s.v.), Venturini 5,5, Sottini 5 (dal 22’ s.t.
allenatore della Berretti. Sui Palermo 42; Turris 39; Latina
Padovan 6 (dal 39’ s.t. Belloni 6), 36’ s.t. Sarao s.v.). (Aurelio, Iuliano 5,5 (dal 16’ s.t. Adopo 6), Basani 6), Martina 5,5; Mezzoni 6,5
Megelaitis 6, Pavlev 5,5 (dal 1’ s.t. (dal 22’ s.t. Castellano 6), Marcucci 6, sostituti, però, vige ancora il 38; Foggia (-2) e Picerno 36;
De Feo 6 (dal 15’ s.t. Boscolo Chio 6). Francoforte, Meneghetti,
(Angeletti, Lia, Santoro, Manzo, Tazzer, Lamanna, Righetti). Urso 6); Polidori 6, Volpicelli 6,5 (dal Pertica 5,5; Di Massimo 5 (dal 37’ s.t. riserbo. Il patron D’Agostino Taranto* 34; Juve Stabia 33;
La Vardera, Milani, Palma). All. Torrente 6,5 38’ s.t. Bianchimano s.v.). (Bisogno, D’Antoni s.v.), Valiani 5 (dal 13’ s.t. sceglierà solamente nella Catania (-4), Monterosi e
All. Fontana 6,5 Polito, D’Uffizi, Marenco, Semenzato, Nica 6); Vano 6,5. (Pozzi, giornata odierna, al ritorno in Campobasso 30; Paganese 26;
ARBITRO Rinaldi di Bassano del Alberico). All. Punzi 6,5 Crespi, Stijepovic, Di Matteo, Suciu). Irpinia dopo impegni lavorativi Messina 23; Potenza 22; Fidelis
ARBITRO Centi di Terni 5 Grappa 5 All. Alessandrini 6
ARBITRO Cherchi di Carbonia 5,5 a Roma. Per la nuova guida Andria 20; Vibonese* 16. (*una
NOTE paganti 416, incasso di 1.953 NOTE paganti 82, abbonati 115,
euro. Espulso Rinaldi al 42’ p.t.; incasso di 680 euro. Ammoniti NOTE paganti 464, abbonati 820, ARBITRO Giaccaglia di Jesi 6 tecnica in pole c’è Roberto gara in meno)
ammoniti D’Alena, Rota, A. Lombardi, Spalluto, Di Noia, Foglia e Catanese. incasso non comunicato. Ammoniti NOTE paganti 941, incasso non Boscaglia (ex Palermo), ● IL GIUDICE Due giornate a
Khailoti, Benedetti, Santopadre e Angoli 9-8 Fumagalli, Ricci, Bruzzo, Siniega, comunicato. Ammoniti Soprano, mentre sul ruolo di direttore Bubas (F. Andria) e Manzi
Grassini. Angoli 7-2 Artioli e Bianchimano. Angoli 1-6 Valiani e Mordini. Angoli 8-2 sportivo si paventa il ritorno (Turris), una ad altri 10.
L’AltraCopertina
32 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

di Paolo Marabini
INVIATO A PECHINO L’azzurra sul podio nelle ultime cinque edizioni: ora precede Belmondo e Di Centa

L’
Torino Vancouver Sochi PyeongChang Pechino
2006 2010 2014 2018 2022

undicesima gemma arriva sui ti-


toli di coda. E non poteva che an-
ORO ARGENTO BRONZO ORO ARGENTO BRONZO ORO ARGENTO BRONZO ORO ARGENTO BRONZO ORO ARGENTO BRONZO
dare a finire così. La più meda-
gliata ai Giochi nella storia dello
short track chiude in bellezza la
sua Olimpiade più bella, ma an-
che la più travagliata, centrando
all’ultimo atto del programma - - STAFFETTA - - 500 - 500 1500 500 STAFFETTA 1000 500 STAFFETTA -
un altro record, l’ennesimo, il più DONNE MISTA
prestigioso. Adesso davanti a tutti STAFFETTA
i campioni azzurri negli sport in- 1500

Arianna
vernali c’è solo lei, l’Angelo Bion-
do, l’incredibile Arianna Fontana
da Berbenno, Valtellina. Che su-
pera Stefania Belmondo nel con-
to dei podi olimpici e diventa pu-
re la donna con più medaglie al
collo anche contando le Olimpi-
adi estive, nelle quali comanda
Valentina Vezzali con 9 podi.
Una volata di due minuti, 17 se-
condi e 862 millesimi per pren-
dersi quest’altro argento, sui

da leggenda
1500 metri a lei poco congeniali,
alle spalle di Choi Minjeong, su-
dcoreana già oro quattro anni fa,
e davanti all’olandese Suzanne
Schulting, battuta per la miseria
di 3 millimetri. Oro nei 500, ar-
gento nella staffetta mista, argen-
to nei 1500: che cosa si poteva
chiedere di più all’ex ragazzina
prodigio, capace di prendersi il
primo podio a Torino 2006, a 15
anni e 304 giorni, la più giovane
azzurra di sempre sul podio dei
Giochi, e di ripetersi per ognuna
delle successive edizioni, sino al- Un oro e 2 argenti
l’acuto di ieri sera, undicesimo
capitolo di questa favola. E chissà
se sarà stato l’ultimo...
1 2 3 che sequenza
1. Il 6 febbraio Arianna,
31 anni, è d’argento
con la staffetta mista
3 Arianna, ha superato una (insieme a Sighel,
campionessa come Stefania Bel- Confortola
mondo, adesso è lei quella con e M. Valcepina)
più medaglie ai Giochi... 2. L’8 febbraio
«L’ho detto più volte, non ho mai conquista l’oro nei 500
mirato a questo genere di record. 3. Ieri l’argento nei 1500
Anzi, spero che arrivi presto
qualcun altro a batterlo. Ma que-

FONTANA 3 MEDAGLIE IN CINA


sto non toglie che sia molto ono-
rata e orgogliosa di essere in testa
a tanti grandi campioni che han-
no fatto la storia».

E 11 AI GIOCHI COME NESSUNO


3 Ha preso l’argento per 3 mille-
simi di secondo...
«È stata una finale bellissima,
combattuta sin dall’inizio. Du-
rante la gara mi sono detta di sta-
re tranquilla. “Non agitarti, man-
tieni più energie possibili”. Poi, a
Argento nei 1500, felice ma ancora polemica: «Ho dovuto lasciare l’Italia,
quattro giri dalla fine, ho rotto gli troppi problemi. Uno che è a Pechino mi faceva cadere in allenamento»

3 Dopo ogni medaglia ha sem-

Clic
indugi. “Dove arrivi, arrivi”. Ed è
arrivata quest’altra medaglia.
L’oro non era poi così lontano.
pre dato l’impressione di non
riuscire a godersela in pieno,
HA DETTO
c’era sempre un tormento da
3 È stata la sua migliore Olimpi- esternare...
ade di sempre? Olimpiadi estive «Chi sa tutto quello che ho dovu-
«Sì. E dire che a PyeongChang Mangiarotti 13 podi to affrontare per essere qua, sa Non è stato
(dove vinse l’oro sui 500, l’argen- che non è stato facile. Ogni gior-
to in staffetta e il bronzo sui 1000;
e la Vezzali 9 no ho dovuto raccogliere tutte le
facile ciò che
ho dovuto
ndr) avevo detto che sarebbe sta- mie energie per potermi allenare.
to molto difficile fare meglio... ● Con l’undicesima Ma Anthony ha sempre creduto
affrontare
Tris Come ho fatto? Ho combattuto medaglia conquistata ieri, in me. Mi aveva promesso che sa- per essere
da fenomeno per essere in finale in tutte le mie Arianna Fontana diventa la rei arrivata qui e sarei stata in gra- qui. Ma
Arianna Fontana e il gare e ci sono riuscita. Devo tutto prima italiana con più podi do di lottare per la medaglia su Anthony
numero portafortuna. Tre al lavoro fatto, alla testardaggine ai Giochi (2 ori, 4 argenti e ogni distanza. Abbiamo preso ha creduto
come il casco e tre come mia e di Anthony (Lobello, il ma- 5 bronzi) tra estivi e ogni decisione per essere pronti a in me
le medaglie conquistate in rito allenatore; ndr). Non abbia- invernali. La pattinatrice dare tutto, nonostante quello che
Arianna
questi Giochi in Cina, i mo mai mollato, ci siamo soste- valtellinese ha ora davanti ci è stato tirato addosso».
Fontana
quinti per lei: l’oro nei 500 nuti a vicenda per arrivare qui al solo lo schermitore
metri, l’argento con la 110 per 100». Edoardo Mangiarotti, che 3 Anche dopo l’oro sui 500 si è
staffetta mista e ieri nei conquistò 13 medaglie (6- sfogata...
1500 dietro la coreana a 3 E queste lacrime che cosa vo- 5-2). Dopo la Belmondo a «C’erano molte cose che volevo
Choi Minjeong e davanti gliono dire? quota 10 (2-3-5), la prima far uscire, ma non ho mai potuto
per 3 millesimi «Esce adesso la tensione di tutta donna con più medaglie ai lasciarmi andare del tutto perché
all’olandese Suzanne l’Olimpiade. Ho dovuto trattene- Giochi estivi è la fiorettista dovevo stare concentrata. Ora mi
Schulting re molte cose. Nei prossimi giorni Valentina Vezzali con 9 (6 godrò le medaglie con le persone
avrò modo di buttar fuori tutto ori, 1 argento e 2 bronzi). che mi hanno sempre supporta-
quello che ho dentro». ta., in primis la mia famiglia».
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 33

L A G U I D A ● CALCIO 18.45 Sky Sport Uno 21 SkySportArena ● CICLISMO ● OLIMPIADI


Olbia-Reggiana Serie C Atalanta-Olympiacos Europa ● BASKET Vuelta Andalucia 2a tappa Pechino Dirette
Dirette olimpiche 17 Sky Sport 256 League Trieste-Tortona 8 Coppa Italia 15.10 Eurosport 2 2.30-4.45-5-6-7.25-8.55-
Juventus U23-Piacenza Serie 21 Dazn, Tv8 18 Rai Sport, Eurosport Volta ao Algarve 2a tappa 9.30-11-12-13.10 Rai 2, Rai Sport,
Europa League C Porto-Lazio Europa League Virtus Bo-Brindisi Coppa Italia 17 Eurosport Discovery+, Eurosport, Now, Dazn
Basket e tennis 18 Sky Sport 257 21 Sky Sport Uno, Dazn
Pescara-Entella Serie C
20.45 Eurosport
Brooklyn-Washington Nba
● JUDO ● TENNIS
Barcellona-Napoli Europa Grand Slam Tel Aviv Atp 500 Rio Ottavi
League 1.30 Sky Sport Nba 16 Sky Sport Arena 0.30 Sky Sport Uno, Super Tennis

CHI SONO La medaglia della staffetta nei 5000

Giochi invernali 5
2
Il podio azzurro 4
di sempre
2
5 Pietro Sighel
3 è nato il 15 luglio

3 2 11 1999 a Trento.
Finanziere, 171
MEDAGLIE
2 cm per 66 kg.
Tecnico: Kenan
10 Gouadec. Ai
7 Giochi:
debuttante e già
argento con la
GDS staffetta mista; 3 “Fab 4” Il quartetto azzurro: da sinistra Cassinelli, Confortola, Dotti, Sighel

Quel bronzo
bronzi mondiali

IDENTIKIT
e 3 argenti
europei

Arianna
Fontana
NATA A SONDRIO
per 9 millesimi
e una storia
IL 14 APRILE 1990
SPORT SHORT TRACK

ALTEZZA PESO Andrea


164 cm 63 kg

lunga 28 anni
Cassinelli
è nato il 2
● È allenata dal marito settembre 1993
Anthony Lobello. Tesserata a Torino.
per Icelab Bergamo, è alla Finanziere, 185
quinta partecipazione cm per 80 kg.
olimpica. Ha conquistato 11 Tecnico: Kenan Da Sighel a Confortola, da Dotti a
medaglie, almeno una in tutte
le edizioni dal 2006 a Torino al
Gouadec.
Esordiente ai Cassinelli: dialetti diversi, perfetta
2022 a Pechino: 2 d’oro, 4
d’argento e 5 di bronzo. In
Giochi (argento
anche con la
simbiosi. Come quelli del ’94...
questa edizione cinese è stata staffetta mista),
d’oro nei 500, argento con la 1 argento e 1 Fantastici Quattro ma dell’allungo da medaglia di

I
staffetta mista e ancora bronzo europei saltano nel medaglie- Sighel. «Non so se sia proprio
argento nei 1500. È la più nel 2017 e 2021 re azzurro grazie a una compensazione, perché
decorata nello short track e qualcosa che assomi- l’oro è sempre l’oro - ha detto
ai Giochi invernali è glia al battito d’ali di Pietro - però ci tenevamo tantis-
preceduta solo dalla fondista un colibrì. E il pattino di Pietro simo a prenderci una medaglia
norvegese Marit Bjoergen Sighel, che nella staffetta mista nell’occasione più importante.
con 15 e dalla pattinatrice era rimasto a 16 millesimi dal- L’allungo decisivo? Mi è sempre
olandese Ireen Wuest con 13. l’oro, stavolta si riscatta, portan- venuto naturale, anche se la
Ai Mondiali vanta 16 podi (1 doci sul podio della staffetta ma- spaccata va poi allenata. Quella
oro, 7 argenti e 8 bronzi); 24 i schile per un tempo ancor più non me l’ha trasmessa papà, na-
titoli europei (7 volte oro all Yuri infinitesimo. La Russia ci finisce turalmente. Ma mi ha trasmesso
around) su tutte le distanze. Confortola a 9 millesimi, con un finale da tanto altro, soprattutto nel-
è nato il 24 sballo per gli azzurri, che Sighel l’aspetto mentale».
aprile 1986 a - figlio dell’ex iridato della pista
Tirano (So). lunga Roberto - concretizza con Una vita Cassinelli riconosce a
Altezza e peso: perfetta scelta di tempo, dietro Sighel il merito di averci portato
169 cm, 68 kg. alle ormai imprendibili Canada sul podio proprio con quel colpo
È carabiniere. e Sud Corea. sul filo. È stato lui a spingerlo per
Tecnico: Kenan l’ultima frazione: «Ho lanciato
Kouadec. Digiuno È un cerchio che si un fenomeno - ha detto il tori-
Ai Giochi: 4 chiude, a 28 anni dallo storico nese -. Ma è da una vita che pre-
volte. Un bronzo oro di Lillehammer ‘94, agli al- paravamo questa soddisfazione.
ai Mondiali ’21 bori della disciplina nel panora- Siamo passati da tanti sacrifici e
in staffetta ma olimpico, quello firmato da da tante delusioni, e finalmente
Carnino, Fagone, Herrnof e Vuil- ce l’abbiamo fatta. Non è un ri-
lermin. In mezzo, l’argento di sultato che è venuto per caso».
Salt Lake City «Pietro ha fat-
2002, quando to una gran-
Yuri Conforto- dissima chiu-
la, il veterano Brividi e rivincite sura - concor-
del quartetto Sighel e l’allungo da Dotti -. Alla
3 Pensa che ci sia margine per soltanto per l’Italia. Non potrei di Pechino, partenza le
stava affac- vincente: «Da papà
ricomporre con la Federazione,
visto che il tema è questo?
HA DETTO mai farlo per un altro Paese. Piut-
tosto mi ritirerei».
I NUMERI Tommaso
Dotti ciandosi sulla ho preso la testa».
cose non si
erano messe

4
«Non so, dopo l’ultima uscita del è nato l’11 luglio scena e scalpi- molto bene
presidente Gios... Ha detto che 3 E la vicenda dei compagni che 1993 a Milano. tava nelle gio- Yuri gran capitano: per noi, poi
faranno di tutto per avere di nuo- la prendevano di mira in allena- Poliziotto, alto vanili per rac- «Il lavoro paga» siamo usciti
vo Arianna, ma alle loro regole. Io Purtroppo mento per farla cadere? 187 cm per 79 cogliere il te- alla distanza e
sono dovuta andarmene dall’Ita- dubito che «Storia vecchia. Che poi era uno kg. Tecnico: stimone di quella pesante eredi- abbiamo sfruttato le occasioni
lia per potere fare quello che ho i miei solo... Tutti commettono errori. Kenan Gouadec. tà. Il valtellinese, prossimo a che ci si sono presentate. Siamo
fatto. Non sono stata alle loro re- Io so perdonare, anche se non di- Bottino record Ai Giochi per compiere 36 anni, con la sua stati bravi a sfruttare la caduta
problemi
gole e al loro sistema. Dopo que- mentico». Per l’Italia 4 medaglie e record di la terza volta. esperienza passata attraverso della Cina».
sto puntino di Gios, non mi pare con la podi in un’edizione. Prima di Pechino Tre bronzi cinque Olimpiadi, se li è caricati E Confortola? «Ho cercato di tra-
ci siano buone speranze...». Federazione 3 Ma questo compagno è qui a era a 2-4-5: ora a 15, lo short track in staffetta tra sulle spalle, i tre compagni. E li ha smettere ai miei compagni l’im-
possano Pechino? è il 4° sport (superato il bob a 12) Mondiali (’21) e portati dove meritavamo di esse- portanza del lavoro - conclude il

15
3 Quindi per Milano-Cortina venire «Sì». Europei (’17-20) re, a completare il trittico da po- capitano -. Io non ho mai mollato
come la mettiamo? risolti Interpellato sull’argomento, Yuri dio targato Italia: argento agli Eu- e mi piace pensare di essere riu-
«Sarebbe un sogno esserci, per Confortola, il veterano del grup- ropei 2021, bronzo ai Mondiali scito a trasmettere il mio esem-
Arianna
chiudere dopo Torino il cerchio po, fresco di medaglia di bronzo 2021 e adesso l’upgrade olimpico. pio ai più giovani. Il futuro? Mi
Fontana
perfetto. Però io altri quattro anni in staffetta, non si è tirato indietro I Fantastici Quattro parlano piacerebbe fare l’allenatore, sì.
così non li posso fare. Vedremo se dal rispondere. «Mai avuto pro- quattro dialetti diversi: trentino Ma intanto il prossimo anno vor-
cambierà qualcosa, se ci saranno blemi con Arianna. E non mi pia- Medaglie azzurre (Silghe), valtellinese (Conforto- rei restare ancora in pista. Questa
le basi giuste da cui ripartire». ce parlare di cose che non mi ri- Con i 2 podi di ieri, l’Italia tocca le 15 la), milanese (Dotti) e torinese staffetta forse può avere ancora
guardano. Io non sono certo sta- medaglie (2-7-6): è il secondo bottino (Cassinelli). Ma in pista erano bisogno di me».
3 C’è chi ha ipotizzato un suo to. Se è successo, io non c’ero». più ricco ai Giochi invernali dietro solo tutt’uno, una simbiosi perfetta mara
cambio di nazionalità. © RIPRODUZIONE RISERVATA a Lillehammer 1994 (20 podi, 7-5-8) che li ha portati al punto giusto © RIPRODUZIONE RISERVATA
«Sono molto fiera di essere ita- al momento giusto, bravissimi a
liana e di aver vinto per l’Italia. Se
continuerò a gareggiare, lo farò s TEMPO DI LETTURA 4’53” inserirsi nel trenino di testa al
momento del serrate finale, pri- s TEMPO DI LETTURA 2’32”
34 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

OLIMPIADE INVERNALE

PECHINO 2022
Quario al veleno La Goggia si vede
molto al centro

«Goggia rotta? dell’attenzione, si


piace, si loda tanto

Non gareggi
dopo 23 giorni»
La mamma della Brignone polemica Maria Rosa Quario

con Sofia: «Loro mai state amiche» Ex campionessa e madre


di Federica Brignone

una determinazione impressio- zionale stagione di entrambe (6


di Riccardo Crivelli
miche mai. Alla faccia
I NUMERI nante - ha detto ai microfoni di
Radio Capital - ma il suo infortu-
vittorie per Sofia e la leadership
nella coppa di discesa, 3 per Fe-

A 19
di chi pensava che il nio non era così grave perché è derica e il primato in quella di
presunto avvicina- tornata dopo 23 giorni e se uno si superG) avevano contribuito a
mento di inizio sta- rompe una gamba non credo che mantenere il clima disteso, ma
gione avesse segnato possa tornare in pista dopo 23 l’Olimpiade ha fatto deflagrare di
un’inversione di marcia nei rap- Vittorie giorni». Bum. Sarebbe già basta- nuovo la rivalità più feroce. Per-
porti pressoché inesistenti tra Brignone to per incendiare la giornata, ma ché il percorso verso Pechino
Sofia Goggia e Federica Brigno- La Brignone la Quario non si è fermata e ha della Goggia infortunata, la sua
ne, le regine dello sci italiano. vanta 19 vittorie tornito i giudizi con altre dichia- feroce determinazione nel voler
Caratterialmente troppo diverse in Coppa, 3 in razioni ingombranti: «La Goggia andare oltre il dolore dopo la ca-
per incontrarsi al di là del rispet- stagione: prima si vede molto al centro dell’atten- duta di Cortina e culminata in un
to dovuto tra campionesse asso- italiana zione, si piace, si loda tanto e go- lità improvvisamente diversa tra e per me è importantissimo». La meraviglioso argento in discesa

17
lute, nonché acerrime rivali al- de. Cerca attenzione da morire. le due primedonne. Brignone aveva sfumato l’impor- ha finito per catalizzare tutte le
l’interno della stessa nazionale in Federica invece è timida e non le tanza di quell’abbraccio («Ho Eterne attenzioni, mettendo in ombra
uno sport che sublima l’indivi- importa di piacere alla gente. So- La rivalità Allora, dopo il suc- semplicemente reso onore alla rivali pure il favoloso secondo posto di
dualità. A gettare un macigno su fia e Federica non sono mai state cesso di Sofia, Federica le si avvi- vincitrice anche perché il suc- Sofia Goggia, 29 Fede nel gigante. Una luce sola
qualsiasi rasserenamento degli Vittorie amiche, non si sono mai prese. cinò, le sussurrò qualcosa e poi cesso è arrivato al termine di una anni e Federica per due dive. Amiche mai, ap-
animi stavolta è Ninna Quario, Goggia Goggia ultimamente ha detto l’abbracciò, un gesto che piacque gara stupenda e molto bella da Brignone, punto.
l’ex campionessa della prima Va- La Goggia ha che sono amiche, ma non è ve- molto alla bergamasca: «È una parte sua»), ma in molti erano 31, sorridono © RIPRODUZIONE RISERVATA

langa Rosa a cavallo degli anni 70 vinto 17 gare di ro». Fine della narrazione che cosa che mi ha fatto vibrare il disposti a scommettere che dopo insieme
e 80 e madre della Brignone:
«Sofia è molto egocentrica, ha
Coppa, 6
quest’anno
dopo il superG di Lake Louise
aveva raccontato di una sensibi-
cuore, davvero, ultimamente
stiamo andando molto d’accordo
anni di punzecchiature fossero
disposte a siglare la pace. L’ecce-
in un momento
di felicità s TEMPO DI LETTURA 2’17”

A M ILANO I L T E A M E V E N T

Sofia rientra oggi L’ultima di Fede


La bandiera con la Bassino,
per la chiusura De Aliprandini
alla Lollobrigida e Vinatzer

● L’arrivo di Sofia Goggia in ● Archiviata la combinata di


Italia è previsto intorno alle stanotte, Federica Brignone
13 odierne, all’aeroporto di è attesa da un ultimo
Malpensa. Dopo la forzata impegno, quello nel team
rinuncia al ruolo di event, la gara a squadre che
portabandiera per la ha debuttato nel programma
cerimonia d’apertura, si era olimpico quattro anni fa a
ventilata la possibilità che la PyeongChang.
bergamasca potesse sfilare Appuntamento nella notte
con il tricolore domenica alla italiana di domani su sabato,
chiusura dei Giochi, ma la a partire dalle 4 (le 11 in
vicinanza con la ripresa della Cina). La formula prevede un
Coppa del Mondo lo ha reso tabellone a eliminazione
impossibile: il Coni proprio diretta che parte dagli ottavi
ieri ha designato Francesca di finale. Si sfidano squadre
Lollobrigida, medaglia di quattro elementi (due
d’argento dei 3000 nel uomini e due donne), sulle
pattinaggio pista lunga. quattro prove e passerà la
Dopo qualche giorno di selezione chi ne avrà vinte di
riposo attivo a casa, Sofia più. Solo in caso di pareggio
tornerà in pista per la tappa 2-2 si andranno a calcolare i
di Coppa del Mondo in tempi complessivi. Federica
programma a Crans - che in questi Giochi, oltre al
Montana (Svizzera) dove il gigante, al superG e alla
26 e 27 febbraio si disputano combinata - ha disputato
due discese. Grazie ai 4 anche lo slalom uscendo
successi stagionali, Sofia nella seconda manche
comanda la classifica di (aveva chiuso 20a la
specialità con 400 punti seconda) gareggerà con
contro i 331 della stessa Marta Bassino, Luca De
Suter. Quindi l’ultimo Aliprandini e Alex Vinatzer.
impegno sarà alle finali di Quattro anni fa, nell’edizione
Courchevel/Meribel, dove la inaugurale vinta dalla
discesa è prevista per il 16 Svizzera, l’Italia chiuse al
marzo. quinto posto.
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 35

OLIMPIADE INVERNALE

PECHINO 2022
Le finali di ieri
In slalom trionfa Noel
Italia all’anno zero
S C I

SLALOM UOMINI
1. C. NOEL (FRA) 1’44”09

Uomini senza medaglie


2. J. STROLZ (AUT) A 0”61
3. S. FOSS-SOLEVAAG (NOR) A 0”70
4. H. KRISTOFFERSEN (NOR) A 0”79
8. G. RAZZOLI (ITA) A 0”96
11. T. SALA (ITA) A 1”28

FONDO Il francese rimonta, Vinatzer cade e si salva solo Razzoli,


STAFFETTA SPRINT TC UOMINI
8° e in lacrime: come nel 2018 nessun podio degli azzurri
1. NORVEGIA 19’22”99
2. FINLANDIA A 2”46
di Simone Battaggia
Rivincita Dopo il 4° posto
3. ROC A 4”29 INVIATO A YANQING (CINA)
nell’Inseguimento del biathlon,
4. SVEZIA A 15”06
5. CANADA A 22”31 ero medaglie, come a Lukas Hofer, 32 anni, cerca

Z
6. ITALIA A 25”43 PyeongChang 2018. la rivincita nella Mass Start LAP
L’Italia dello sci ma-
TAB QUOTE 1 schile torna da Pechi-
no con un bilancio
STAFFETTA SPRINT TC DONNE fallimentare. Dopo le polemiche
1. GERMANIA 22’09”85 per il numero ridotto di quote a LE FINALI
2. SVEZIA A 0”17 disposizione - solo 7 -, dopo lo DI OGGI
3. ROC A 0”71 spinosissimo caso Casse-Rinal-
4. FINLANDIA A 3”86
di-Marsaglia, arriva anche il re- 7
5. USA A 12”93
sponso della pista. Lo slalom, ul- SCI ALPINO
12. ITALIA A 1’37”79
Combinata donne, slalom
tima gara del programma degli (Brignone, Bassino,
BIATHLON uomini - sabato ci sarà la gara a Curtoni, Nicol Delago)
squadre miste con Vinatzer, De 7
STAFFETTA 4X6 DONNE Aliprandini, Brignone, Bassino - FREESTYLE
1. SVEZIA A 1H11’03”9 va infatti a Clèment Noel, che a Skicross donne
2. ROC A 12” 24 anni si incorona re di una spe- (Fantelli, Galli)
3. GERMANIA A 37”4 9/12
cialità che dopo il ritiro di Hir-
4. NORVEGIA A 50”7 COMBINATA NORDICA
5. ITALIA A 1’33”1
scher non ha avuto padroni, ma Gara a squadre, salto trampolino
6. FRANCIA A 2’13” che ieri ha premiato il più talen- Lunga attesa Clement Noel, 24 anni, in trionfo dopo l’oro nello slalom: la LH/fondo 4×5 km
tuoso, il più forte. Con lui sul po- Francia non lo vinceva nello sci dal 2006, con Deneriaz nella discesa a Torino (Bortolas, Buzzi, Costa, Pittin)
FREESTYLE dio anche l’austriaco Johannes 9.30
Strolz, già oro in combinata, e il no di tre decimi dal bronzo. E PATTINAGGIO P. LUNGA
SLOPESTYLE UOMINI norvegese Sebastian Foss-Sole-
vaag.
Il medagliere piange. «Ci credevo, stavo bene.
Per fare medaglia bisognava es-
1000 donne
11.08
1. A. HALL (USA) 90.01 PATTINAGGIO FIGURA
2. N. GOEPPER (USA) 86.48 sere perfetti in tutte le curve e io Singolo donne, programma libero
3. J. TJADER (SVE) 85.35 Spreco e lacrime Di talento O A B TOT.
non lo sono stato. Sono emozio-
4. A. RAGETTLI (SVI) 83.50 ne ha tanto anche Alex Vinatzer. nato perché lo sport è bello, ti in-
Norvegia 13 7 8 28
FREESTYLE
Il problema è che lo spreca. In Germania 10 6 4 20 segna a inseguire i tuoi sogni. Poi
una giornata gelida, su di una ne- Usa 8 7 4 19 ci arrivi solo vicino e ci sono le la-
ve aggressiva, il gardenese butta Cina 7 4 2 13 crime. Non sono di delusione, LE FINALI
SALTI UOMINI
via la gara già nella prima man-
Austria
Olanda
5
6
7
4
4
4
17
14 sono più di gioia e anche di tri- DI DOMANI
1. G. QI (CINA) 129
2. O. ABRAMENKO (UCR) 116.50
che. Nella seconda prova a ri- Svezia 6 4 4 14 stezza. Lo sport ti insegna a guar-
Svizzera 5 0 5 10 2.30
3. I. BUROV (ROC) 114.93 montare ma esce a poche porte Roc* 4 8 12 24
dare avanti. Se avessi fatto una
4. P. WERNER (SVI) 111.50 dalla fine. «Ho attaccato ma non Francia 4 7 2 13 medaglia avrei salutato lo sci, FREESTYLE
Canada 3 4 11 18 Halfpipe donne
sono mai riuscito a prendere be- non l’ho fatta. Voglio fare ancora 7.45
S H O R T T R A C K ITALIA 2 7 6 15
nissimo il ritmo, il feeling con la Giappone 2 5 7 14 un podio, ho un conto in sospeso FREESTYLE
neve. Sono deluso, avevo aspetta- Corea del Sud 2 4 1 7 con Kitzbuehel». Un segno di Skicross uomini
STAFFETTA UOMINI tive alte ma qui contavano sci ed Slovenia 2 3 2 7 speranza lo dà Tommaso Sala, 11° (Deromedis)
Finlandia 1 2 3 6
1. CANADA 6’41”257 esperienza, la capacità di adat- Australia 1 2 1 4 dopo aver virato a metà gara a 9.30
2. COREA DEL SUD 6’41”679 tarsi». Sarà per il carattere, sarà Nuova Zelanda 1 1 0 2 meno di quattro decimi dal po- PATTINAGGIO P. LUNGA
3. ITALIA 6’43”431 Ungheria 1 0 2 3 1000 uomini
perché a 22 anni sente di avere Rep. Ceca 1 0 1 2 dio. «Ero vicino nella prima, nel-
4. ROC 6’43”440 (Bosa, Rosanelli)
ancora tante chance, fatto sta che Slovacchia 1 0 0 1 la seconda ci ho provato ma non 10
Vinatzer sembra impassibile. E Bielorussia 0 2 0 2 sono riuscito a prendere il ritmo.
S H O R T T R A C K
Spagna 0 1 0 1 BIATHLON
allora per capire cosa significa vi- Ucraina 0 1 0 1 Si è qua per la medaglia, ma di Mass start 15 km uomini
1500 DONNE vere un’Olimpiade bisogna an- Belgio 0 0 1 1 questa stagione sono felice». (Hofer, Windisch)
dare da Giuliano Razzoli, che ha Estonia 0 0 1 1 © RIPRODUZIONE RISERVATA
1. M. CHOI (S.COR) 2’17”789 Lettonia 0 0 1 1
2. A. FONTANA (ITA) 2’17”862 37 anni, a casa ha l’oro di Van- Polonia 0 0 1 1 ● TV E GAZZETTA.ITDirette Rai 2,
3.
4.
S. SCHULTING (OLA)
H. DESMET (BEL)
2’17”865
A 2’18”711
couver e per Pechino 2022 è tor-
nato competitivo. È ottavo a me-
*Comitato olimpico russo
GDS s TEMPO DI LETTURA 2’23” Rai Sport, Discovery+, Eurosport 1
e 2, Now e sul nostro sito
ti
ca
rm ei
er
pe i n
su nn
ri 5 a
lio 4
ig Da
m

Uno spumante italiano, ideale per esaltare l'aperitivo e nobilitare la tavola.


Lasciatevi sedurre dal suo finissimo perlage. Una scelta di gusto, una questione di etichetta.
www.maximilianspumante.it
36 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

FORMULA 1 OGGI SI PRESENTA LA ROSSA

ATTESA A MA R A N E L L O

È IL GIORNO DELLA F1-75


LE DATE SAINZ E LECLERC SU DI GIRI
MA È GIALLO PER UNA FOTO
I lanci
Oggi
Ferrari
Domani
Mercedes
Lunedì 21
Alpine
Domenica 27 Unaimmagine
Alfa Romeo probabilmente I piloti rosso...neri
I test rubatarischia La coppia dei ferraristi con la
23-25
febbraio dirovinare nuova divisa caratterizzata da un
insolito inserto nero (il filo sotto
Montmelò
(Spagna)
lasorpresa. indica la loro bandiera
nazionale): a sinistra Charles
10-12 marzo
Sakhir
LeclerceSainz, Leclerc, 24 anni, monegasco,
comincia la quarta stagione a
(Bahrain) chel’hanno Maranello; a destra Carlos Sainz,

Le gare
vista,già 27 anni, spagnolo. si appresta
ad affrontare la seconda annata
20 marzo
Bahrain
conquistati: in rosso

Sakhir «Mammamia
27 marzo
Arabia Saudita èincredibile»
Gedda
10 aprile
Australia

Ops, spunta la
Melbourne
24 aprile
Emilia Romagna
Imola
8 maggio
USA Miami
22 maggio
Spagna
Montmeló
29 maggio
Monaco
Monte Carlo
12 giugno
Azerbaigian
Baku
19 giugno
Canada demia? La seconda ipotesi è le nuove divise di Leclerc e Sa- stema push (a puntone) all’an-
di Andrea Cremonesi
Montreal
3 luglio
e Paolo Filisetti
quella più quotata, anche se alla
Ferrari sono stati sfuggenti, ali-
inz.
IL NUMERO teriore e pull dietro, ma con un
tirante molto avanzato che pre- Piloti impressionati

U 68
Gran Bretagna mentando un giallo. Ma pare Pance lunghe Dunque, se senta diverse analogie con quel- Charles e Carlos
Silverstone che sì, quella immagine sia ef- l’immagine circolata ieri trovas- lo montato sulla Red Bull 2021. Il
10 luglio fettivamente quella della Ferrari se conferma, si dovrebbe dire muso avrebbe una sezione solle- sono rimasti stupiti
Austria che vedremo oggi quando ideal- che i tecnici di Maranello hanno vata che si è già vista sulla Aston L’ala anteriore
Zeltweg mente cadranno i veli. Ci sono sposato la scuola delle fiancate Le Ferrari Martin, ma con una estremità
24 luglio solo indizi per ora: il doppio nu- lunghe con la griglia del raffred- dal 1950 più stretta per liberare il flusso ricorda quella
Francia mero, 16 quello di Charles Le- damento nella parte superiore, La F1-75 è la 68ª diretto al fondo. Nonostante sia- della Aston Martin
Castellet na delle tante immagini fake che clerc sulla fiancata e 55 di Carlos già visto sulla Aston Martin, con Ferrari che va in no relativamente lunghe con
31 luglio stanno circolando in questi Sainz sul muso, finezze che si un cofano motore ridotto nelle pista in Formula una rapida discesa al posteriore,
Ungheria giorni sui siti, o qualcuno è riu- usano il giorno della presenta- dimensioni sormontato da una 1 a partire dal le fiancate presentano una cin-
28 agosto scito davvero a scattare una foto zione (e che gli autori di un fake pinna verticale che termina in 1950. In tutto la tura molto bassa anche questa
Belgio della F1-75, la Ferrari che scen- magari scordano); oppure il logo un retrotreno stretto. Come Scuderia ha già vista sulla monoposto di
Spa derà in pista nel prossimo Mon- che celebra i 75 anni della Casa stretta è la presa dinamica del conquistato 15 Lance Stroll e Sebastian Vettel.
4 settembre diale, rovinando l’effetto sorpre- di Maranello sul cupolone, le motore. Motivo? Ridurre le in- titoli piloti e 16
Olanda sa dell’evento che si terrà questo macchie nere, ampiamente pre- terferenze del flusso d’aria diret- titoli Costruttori Licenza di osare Mattia Bi-
Zandvoort pomeriggio a Maranello, anche vedibili dopo che nei giorni to all’ala posteriore. Le sospen- notto aveva chiesto ai propri tec-
11 settembre se solo on line per via della pan- scorsi il Cavallino aveva postato sioni avrebbero mantenuto il si- nici di affrontare questo proget-
Italia
Monza
25
settembre Cesare Fiorio Mauro Forghieri
C H E S C U O L A
Russia riduceva i tempi di cambiata col permise di far girare il motore a

Scarichi alti
Sochi pilota che non staccava mai la 11.000 giri. Il cambio trasversale
2 ottobre mano destra dal volante. «Il applicato alla 312 T che vinse con
Singapore problema era proteggere il Lauda, e il semiautomatico, che

ali e cambio
Marina Bay sistema se un pilota avesse provammo a Fiorano con Gilles
9 ottobre chiamato una marcia inferiore Villeneuve già nel 1980»
Giappone 300 giri sopra. Gerhard Berger ricorda. Idea ripresa da Barnard

le trovate
Suzuka rompeva spesso il cambio, Nigel nel 1989. Ma forse la novità più
23 ottobre Mansell no, perché aveva una vistosa è stata l’appicazione degli
Usa maggior sensibilità». E fu lui a alettoni: il primo comparve nel

di Maranello
Austin fare un miracolo, vincendo al giugno 1968 al GP del Belgio a
30 ottobre debutto nel GP del Brasile 1989. Spa. «L’idea mi era venuta
Messico Cesare Fiorio 82 anni, direttore «Non c’era piano B, non c’era Mauro Forghieri 87 anni, ammirando l’americana
Città di Messico sportivo dal 1989 al 1991 LAPRESSE possibilità di montare il cambio direttore tecnico dal 1962 all’84 ANSA Chaparral 2F, una delle Sport più
11 novembre nche se negli ultimi anni la Ferrari è manuale. Ricorderò sempre il belle mai costruite», spiega. E la
Brasile
Interlagos A stata costretta a inseguire, nella sua
lunga storia ha spesso fatto da apripista
«Le leve warm up: rompemmo il cambio
su entrambe le auto e poi anche
«L’alettone? Ferrari è stata anche la prima a
usare un’ala regolabile
20
novembre
con novità che sono state poi copiate da
altri. Fu Mauro Forghieri ad adottare per primo
al volante sul muletto. Mi fecero forti
pressioni per partire scarichi di
La Chaparral elettricamente dal pilota. A
livello motoristico, in
Abu Dhabi
Yas Marina
gli alettoni in F.1 ben 53 anni fa; il cambio al
volante che è diventato un elemento ormai
un azzardo benzina per far bella figura
prima che la trasmissione
mi diede collaborazione con Agip, utilizzò
l’emulsystem, emulsione di
imprenscindibile nelle vetture da corsa (ma
anche in quelle di serie di alto di gamma) è stato
vincente» cedesse, per fortuna decisi
altrimenti. E andò bene». Ma
l’ispirazione» acqua e benzina che aveva lo
scopo di «tenere basse le
sperimentato per la prima volta da Gilles idea era stata di John non fu l’unica “invenzione” di auro Forghieri, al temperature degli organi
Villeneuve nel 1980 e nove anni più tardi in una
versione aggiornata vinse al debutto.
Innumerevoli poi le trovate che il duo Brawn-
L’ Barnard: «Il cambio
semiautomatico era
una delle sue
Fiorio: «Eravamo stati i primi
insieme alla Williams a provare
le sospensioni attive. Poi io me
M timone del Cavallino
quasi senza soste dal
1962 al 1984 è stato
interni», chiude Forghieri.
Grazie a quella soluzione i guai
al motore turbo calarono
Byrne ideò per il ciclo vincente con Michael fissazioni», spiega Cesare Fiorio, ne sono andato e hanno fermato fautore di svolte che hanno fatto drasticamente e nel 1982
Schumacher. Ora tocca alla Ferrari di Binotto che dal 1989 al 1991 ha diretto la il progetto. Peccato: la Williams la storia delle corse. «L’iniezione riportarono la Ferrari al top
proseguire su questo solco (a.cr.). scuderia di Maranello . Il sistema ci ha vinto due Mondiali». indiretta nel 1964, che ci dopo due anni di difficoltà.
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 37

I L C A S O A B U D H A B I

FOCU
S
VERDETTO
Il logo dei 75 anni Questa
l’immagine circolata ieri della
F1-75: la livrea si presenta con La Fia cambia
la direzione gara
inserti neri. Le fiancate lunghe
presentano feritoie nella parte
superiore, il cupolone è stretto

Arriva Freitas
al posto di Masi?

Silurato Michael Masi, 43 anni, Promosso Eduardo Freitas,


dal 2019 direttore gara Fia LAPRESSE portoghese, direttore gara WEC

a Ferrari
facile, hanno un approccio men-
di Paolo Ianieri
tale egoistico. In passato hanno
arà con molta proba- fatto tante proposte legate alla si-
LE NOVITÀ
S
bilità oggi il giorno del curezza, e va loro reso merito. Ma
giudizio, quello nel per tutto il resto, invece, non so-
quale la Fia renderà no le migliori persone che guar-
Effetto suolo nota la nuova struttu- dano allo sport nella loro inte-
Fondo con due ra della direzione gara della F.1 rezza, pensano solo a se stessi, lo
canali Venturi che non vedrà più (almeno in sport non è una loro priorità. Ab-
per ripristinare quel ruolo) Michael Masi. Il diri- biamo voluto creare un regola-
l’effetto suolo: gente australiano che con la sua mento che permetta un control-
obiettivo discutibile decisione di far sdop- lo dei costi e dove la meritocrazia
favorire i piare solo alcuni piloti (e non prevalga comunque, ma senza
sorpassi. Il tutti come da regolamento) ad vedere il dominio assoluto degli
to che rompe col passato (come anno in rosso dopo essersi tolto banco della power unit (andrà passo sarà Abu Dhabi ha indirizzato il Mon- ultimi anni».
vuole il nuovo regolamento)
senza preconcetti, esplorando
IL NUMERO la soddisfazione di aver chiuso il
primo davanti al compagno di
congelata in Bahrain). D’altron-
de, a questo progetto la Ferrari
limitato a 3600
mm.
diale verso Max Verstappen e la
Red Bull (ieri svelato lo sponsor Nessuna sorpresa Un lavoro

45
nuove strade. Insomma gli uo- squadra, quando si è inginoc- ha dedicato praticamente tre Bybit, criptovaluta di Singapore che, con la semplificazione del-
mini diretti da Enrico Cardile chiato di fronte alla vettura pro- quarti del 2021 (gli sviluppi della Gomme che pagherà 135 milioni per 3 l’aerodinamica e la reintroduzio-
hanno ottenuto la licenza di babilmente per vedere il lavoro scorsa vettura sono terminati in ribassate anni). Nelle intenzioni del neo ne dell’effetto suolo, secondo
osare. E stando alle reazioni di compiuto sul fondo. Lo stupore occasione del GP di Spagna) e Arrivano le presidente Mohammed Ben Su- Tombazis permetterà di aumen-
Leclerc e Sainz, manifestate nel GP senza dei piloti (se reale e non a bene- dopo due anni in cui la rossa Pirelli con i layem i compiti del direttore gara tare le battaglie in pista. «Non
video postato ieri dal Cavallino, vittorie ficio di telecamere) dovrà tra- non è riuscita a vincere neppure cerchi da 18 dovrebbero essere spacchettati, vogliamo rendere i sorpassi trop-
quando la sera precedente han- Sono ormai 45 dursi in soddisfazione davanti al un GP (cosa che invece è riuscita pollici dotate di coinvolgendo diverse figure, e po facili per poi vedere le mono-
no avuto l’opportunità di vedere i gran premi verdetto del cronometro, quan- per esempio a Racing Point, Al- copriruota. chi sarà nella posto sparire
per la prima la prima volta la senza vittorie do settimana prossima la Ferrari pine e McLaren) non ci si può Sparisce sala comando all’orizzonte —
vettura 2022 assemblata, il mes- per la Ferrari: si confronterà per la prima volta permettere di fallire ancora. Ma l’obbligo per chi verrà aiutato spiega l’ex di-
saggio è stato ben recepito. Lo l’ultimo trionfo con la concorrenza nella prima questa è un’ipotesi che a Mara- entra in Q3 di da un panel Zero sorprese rettore tecnico
spagnolo nel vederla non ha della rossa è sessione di collaudi a Montmelò. nello non si vuole proprio pren- usare al via le nella sede Fia Brawn sulle F.1 già della Ferrari —,
trattenuto un wow di ammira- stato quello dere in considerazione. gomme della Q2. a Ginevra. Il ma avere delle
zione. «Mamma mia incredibi- ottenuto da Fiducia Alla Gestione Sportiva © RIPRODUZIONE RISERVATA nuovo Masi? svelate: «Non ho auto che lotta-
le» ha aggiunto il compagno di Sebastian Vettel comunque regna un prudente Peso Gli indizi por- visto sinora trovate no vicino una
squadra. «Questo mi piace», ha
poi esclamato Sainz, al secondo
nel 2019 a
Singapore
ottimismo, fondato sui dati rac-
colti al simulatore, in galleria e al s TEMPO DI LETTURA 3’20” aumentato
Cresce da 752 a
tano a Eduar-
do Freitas, ora come il mio
all’altra e dove
nel mettere
795 chili. responsabile doppio diffusore» pressione si

Clic
gara del Wec. possa capita-
Power unit La Fia, dopo aver lasciato scon- lizzare l’eventuale errore di chi ti
Pino D’Agostino Ignazio Lunetta Congelate a certati i team nella Commissione precede. E facendolo per più giri,
«L’idea di Byrne «Addio uniball inizio stagione,
tranne
F.1 di lunedì in cui l’argomento senza avere le gomme che si sur-
Masi è solo stato sfiorato (anche riscaldino. Penso che sarà uno
per non scaldare e sospensioni Diretta sito alle 14 l’elettronica. Più perché Michael era presente) degli elementi chiave». Nelle ul-
Domani il poster benzina bio: dal aveva promesso che entro il fine time settimane, le varie squadra
le sospensioni» in carbonio» con la Gazzetta 5,75 al 10%. settimana avrebbe annunciato hanno iniziato a presentare, più
novità. Far slittare la decisione o meno mascherate, le monopo-
uando una soluzione livello di sospensioni, equivarrebbe a perdere la faccia. sto 2022. «Non ho avuto sorpre-

Q di ripiego fa scuola:
accadde nel 1997,
quando Rory Byrne,
A la Ferrari ha mandato
in pensione gli
uniball delle
● La presentazione della
F1-75 è fissata per le 14:
l’evento sarà on line e
se, qualche macchina ha confi-
F.1 in salute Intanto Ross gurazioni diverse a livello di so-
Brawn, in una conference call col spensioni che influenzano diver-
appena arrivato a Maranello, sospensioni, sostituendoli con visibile in streaming direttore tecnico Fia, Nicholas samente l’aerodinamica —
spostò gli scarichi verso la parte barrette o balestrine (flexure) anche sul nostro sito Tombazis, e Jason Sommerville, continua Brawn —, ma non c’è
alta della carrozzeria. Al primo che si flettono per permettere Gazzetta.it. Domani col capo degli aerodinamici della F.1, niente di drammatico come il
test di Jerez i tecnici si erano lo scuotimento delle giornale troverete un ha illustrato i concetti alla base doppio diffusore con cui nel
accorti che la soluzione sospensioni senza la necessità ampio speciale arricchito della rivoluzione tecnica. «Sia- 2009 vincemmo il Mondiale con
ereditata da Barnard scaldava di un giunto rotativo. «Quel da un poster a doppia mo tutti molto eccitati. Ci sarà la Brawn. Però le auto sono di-
troppo le sospensioni, ancora sistema — ricorda Ignazio pagina della Ferrari che qualche intoppo, ma il momento verse tra loro e questo è quello
in acciaio, dilatando i bracci e Lunetta, ingegnere di pista di correrà il Mondiale 2022. è giusto. Non ricordo una For- che ci aspettavamo». Riprende
modificando geometria e Schumi e poi responsabile Ci saranno le mula 1 forte come oggi, con 10 Tobazis: «Come Fia abbiamo di-
camber. «E Byrne - spiega Pino ricerca e sviluppo — ci permise testimonianze dei piloti, di squadre tutte in buona salute che scusso privatamente con ogni
D’Agostino, motorista ai tempi Gazzetta.it di passare dall’acciaio al Mattia Binotto e dei riceveranno più premi che mai e costruttore per non avere sorpre-
di Schumi - ebbe l’idea di Sul sito notizie, carbonio, prima coi push rod e tecnici. Vi sveleremo i con ottime speranze di generare se o controversie. Abbiamo visto
gettare il flusso in alto. Fu un approfondimenti poi con le leve. Ci hanno segreti della monoposto e profitti nel futuro. Abbiamo fatto le auto nei dettagli, e per ora non
ripiego ma funzionò. Un’altra sulla Ferrari e copiato tutti, fu un’intuizione le previsioni degli ex del un grosso passo nella direzione ci sono stati grossi allarmi. Non
idea fu quella di gestire il freno sul campionato di John Barnard. Altre idee? Cavallino. E per celebrare giusta. La nostra non è stata solo ci aspettiamo dei vuoti regola-
motore legandolo alle di Formula 1 al L’introduzione dei manettini i 75 anni della Casa di una proposta per ridurre l’aero- mentari. Ma se ci fossero, i team
caratteristiche delle curve: fu via il 20 marzo sul volante, l’ammortizzatore Maranello anche una dinamica, ma di far sì che più non ce lo avrebbero detto ora».
Schumacher a chiederci di dal circuito di posteriore rotativo, nel 2003 e carrellata sulle Ferrari squadre combattano tra loro, © RIPRODUZIONE RISERVATA

adattarlo, gli altri lo hanno Sakhir, in la foratura dei dischi freni, che più iconiche che hanno creando una governance che
imparato dopo». Bahrain prima erano standard». corso nel Mondiale. possa aggiustare in corso d’opera
le regole. Lavorare coi team non è s TEMPO DI LETTURA 2’55”
38 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

laPICCOLA 1 2 19
OFFERTE COLLABORATORI FAMILIARI/ RICERCHE
DI COLLABORAZIONE BABY SITTER/BADANTI 1.6 DI COLLABORATORI AUTOVEICOLI

Il Corriere della Sera e La Gazzetta


IMPIEGATI 1.1 COPPIA srilankese esperienza OPERAI 2.4 AUTOVETTURE 19.2 dello Sport con le edizioni stampa e
Info e prenotazioni: ventennale cerca lavoro per digital offrono quotidianamente agli
weekend stiro pulizia anziani COMPRIAMO AUTOMOBILI
Tel 02 628 27 414 - 02 628 27 404 inserzionisti un’audience di oltre 6,5
ASSISTENTE direzione, personal qualsiasi cilindrata, massime valuta-
e-mail: agenzia.solferino@cairorcsmedia.it pranzi. Referenze. Solo Milano: SOCIETÀ
assistant, segretaria bilingue ita- zioni. Passaggio di proprietà, paga- milioni di lettori.
329.20.93.409 distribuzione quotidiani
il servizio è attivo dal lunedì al venerdì loamericana, tedesco, esperien- mento immediato. Autogiolli - Mila- La nostra Agenzia di Milano è a dispo-
dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17,30 za, referenze, valuta proposte re- cerca personale automuni- no 02.89.50.41.33 - 327.33.81.299 sizione per proporvi offerte dedicate a
moto o sede solo Bologna cen- to, preferibilmente con
CUSTODE / domestico / badante partita IVA, per consegna soddisfare le vostre esigenze e rendere
tro. Tel 338.83.86.952

22
srilankese offresi anche fisso in notturna porta porta in Zo- efficace la vostra comunicazione.
casa. Como/Milano: IL MONDO DELL’USATO
na Milano Certosa. Tel.
CONTABILE pluriennale espe- 339.83.58.173 TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
02.334.900.86
rienza co.ge fino bilancio clienti/ Rubriche in abbinata: Cor-
info@7press.it VENDITA 22.1
fornitori iva banche ritenute, part- riere della Sera - Gazzetta
C'È POSTA PER TE! time. 328.69.38.755 DONNA Srilankese referenziata
MACCHINARI per crioterapia ven- dello Sport:
conoscenza italiano/inglese
desi causa cessazione attività. Uti- n. 0 Eventi Temporary Shop: € 4,00;

5
Avvenimenti - Ricorrenze GEOMETRA senior, esperto dire- con esperienza offresi come IMMOBILIARI RESIDENZIALI lizzo per sauna crioterapica e appli- n. 1 Offerte di collaborazione: €
Vuoi scrivere un messaggio di auguri ad zione commessa-cantieri, quali- colf/assistenza anziani fissa. COMPRAVENDITA cazioni del freddo nella medicina, 2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori: €
una persona cara che rimarrà impresso ficata-diversificata esperienza Milano: 328.72.48.438
sport e benessere. 0584.79.47.70. 7,92; n. 3 Dirigenti: € 7,92; n. 4 Avvisi
e che potrai conservare tra i tuoi ricordi? trasfertista Italia/estero, ottimo info@studio-biagini.it legali: € 5,00; n. 5 Immobili residen-
La rubrica 16 è quella che fa per te! inglese/francese, offressi prefe-
Contattaci per avere un preventivo. renza estero, astenersi curiosi. PRESTAZIONI TEMPORANEE VENTI3INVESTMENT ACQUISTO 22.2 ziali compravendita: € 4,67; n. 6
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 Milano: +39.371.492.23.42. 1.7 SRL Immobili residenziali affitto: € 4,67;
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it S ACQUISTA DIRETTAMENTE COMMERCIANTE ACQUISTA n. 7 Immobili turistici: € 4,67; n. 8
a Milano appartamenti e uffici collezioni di soli distillati (whisky, Immobili commerciali e industriali:
RESPONSABILE amministrati-
DISEGNATORE autocad, perito €4,67; n. 9 Terreni: € 4,67; n. 10
vo/finanziario attualmente qua- varie metrature: 345.92.09.149 rum, cognac). Inviare email:
meccanico, carpenteria, pi- Vacanze e turismo: € 2,92; n. 11
dro in industria alimentare, tren- sguffanti0@gmail.com
ping, macchine, autonomo,
tennale esperienza in ristruttu- Artigianato trasporti: € 3,25; n. 12
EVENTI / TEMPORARY SHOP neopensionato offresi. Tel.
razioni aziendali, liquidazioni, Aziende cessioni e rilievi: € 4,67; n.

8 23
320.19.70.734 IMMOBILI
procedure concorsuali, diver- MATRIMONIALI 13 Amici Animali: € 2,08; n. 14
RUBRICA 0 COMMERCIALI E INDUSTRIALI
Organizzare e promuovere eventi genze tra soci, valuto proposte: Casa di cura e specialisti: € 7,92; n.
da oggi è più facile con la nostra 331.78.90.639 15 Scuole corsi lezioni: € 4,17; n.
INFORMATICO esperienza pro-
rubrica fessionale assemblaggi pc AGENZIE MATRIMONIALI 23.2 16 Avvenimenti e Ricorrenze: € 2,08;
OFFERTE 8.1 n. 17 Messaggi personali: € 4,58;
EVENTI/TEMPORARY SHOP 22ENNE diplomato lingue estere fissi, formattazioni, installa-
Contattaci per un preventivo! inglese francese cinese spagnolo zioni software, risoluzione INDUSTRIALE 70enne vedovo, n. 18 Vendite acquisti e scambi: €
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 con attestato formazione sicu- conflitti hardware/software, LISCATE (MI) centro affittasi ne- ottimo aspetto, dinamico e gio- 3,33; n. 19 Autoveicoli: € 3,33; n.
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it rezza salute lavoro ottima pre- montaggi video alto livello, gozio 4 vetrine più magazzini e vanile cerca signora di gradevole 20 Informazioni e investigazioni: €
senza automunito offresi primo stampe A3-A6 plastificate. 200 mq di area privata. CE in cor- aspetto per stabile unione. Med- 4,67; n. 21 Palestre saune massaggi:
impiego: 377.23.85.761 Bari: 333.57.25.477 so. 338.93.13.289 yas.it Tel. 333.123.1563 € 5,00; n. 22 Il Mondo dell’usato: €
1,00; n. 23 Matrimoniali: € 5,00;
n. 24 Club e associazioni: € 5,42.
CERCHI NUOVI COLLABORATORI?
laPICCOLA
IL MONDO DELL'USATO
RICHIESTE SPECIALI
RUBRICA 22 OFFRI DEI SERVIZI? Per tutte le rubriche tranne la 21e 24:
Sei un privato? Vendi o acquisti
oggetti usati? Possiamo pubblicare il VUOI VENDERE O COMPRARE UN PRODOTTO? Capolettera: +20%
tuo annuncio sulla Rubrica IL MONDO Info e prenotazioni: Neretto riquadrato: +40%
e-mail: agenzia.solferino@cairorcsmedia.it Colore evidenziato giallo: +75%
DEL USATO a partire da Euro 12 + Iva. CENTRA I TUOI OBIETTIVI In evidenza: +75%
Contattaci senza impegno! Tel 02 628 27 414 - 02 628 27 404
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 sulle pagine di Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport. Prima fila: +100%
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it Oltre 5 milioni di lettori ogni giorno Tariffa a modulo: € 110 esclusa la
rubrica 4
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 39

CICLISMO OGGI SCATTA LA STAGIONE IN SPAGNA

LA CAMPIONESSA DEL MONDO


I NUMERI

BALSAMO 14
squadre
WorldTour
- Canyon-Sram

Regina da record
(Ger)
- EF Tibco (Usa)
- FDJ (Fra)
- Human
Powered (Usa)

tra laurea e musica


- Jumbo-Visma
(Ola)
- Liv Xstra (Ola)
- Movistar (Spa)

«Vi stupirò ancora»


- Cogeas (Svi)
- SD Worx (Ola)
- BikeExchange-
Jayco (Aus)
- Dsm (Ger)
- Trek-

Mai così tanti team nel WorldTour donne


Segafredo (Usa)
- Uae Team Adq

«Che orgoglio, ma serve più sicurezza»


(Emirati Arabi)
- Uno-X (Nor)

di Davide Romani
187
cicliste
Nelle 14 squadre
ggi prende il via la Set- corrono

O
timana Valenciana, la 187 ragazze

20
prima gara del calen-
dario femminile. Dopo
131 giorni dall’ultima
LE DATE uscita del 2021 - The Women’s
Tour - e a 145 dalla straordinaria italiane-top
vittoria iridata, a guidare l’ambi- Nel WorldTour
Marzo zioso gruppo azzurro c’è Elisa Bal- ci sono
5 Strade samo,alviaconlaTrek-Segafredo. Balsamo, Longo
Bianche a Siena «Sarà una stagione particolare. Borghini,
6 Trofeo Oro in Indosserò la maglia iridata, in una Paternoster,
Euro-Montignoso nuova realtà. Ho tanta voglia di Bastianelli,
20 Trofeo Binda rompere il ghiaccio in una squa- Bertizzolo,
a Cittiglio (Va) dra tra le più forti al mondo». Magnaldi,
27 Gand- Tomasi, Trevisi,
Wevelgem 3 Con quali obiettivi si avvicina a Patuelli,
questo esordio? Note d’oro Elisa Balsamo ha studiato al Conservatorio: in alto, è in lungo al Festival di Sanremo. Sopra, il trionfo al Mondiale e la felicità ieri in maglia iridata Cecchini, Barale
Aprile «Vorrei onorare la maglia iridata A. Fidanza,
10 Amstel Gold con qualche buon risultato. zioni. Intanto per noi della Trek- leta. È stato affascinante assistere maggior rispetto del codice della Guarischi,
16 Parigi-Roubaix L’obiettivo principale è la campa- Segafredo sarà importante trovare dal vivo perché mi ha dato modo strada. Da parte dei più forti, auto- Barbieri,
20 Freccia gna del nord. L’idea è quella di tor- le giuste dinamiche di squadra». di conoscere la macchina organiz- mobilisti, e dei più deboli, ciclisti e Ragusa,
Vallone nare dalla Classiche in Belgio con Il movimento zativa». pedoni». Malcotti, Cavalli
24 Liegi- un risultato importante». 3 Le atlete italiane vincono e so- è cresciuto molto Guazzini,
Bastogne-Liegi no pronte a una stagione da pro- 3 Lei è diplomata al Conservato- 3 Le sue passioni sono la scrittura Borghesi
25 Gp Liberazione 3 Alviadellastagionenoncisono tagoniste. L’unica nota stonata è ma in Italia manca rio in pianoforte. Le sono piaciuti e la lettura e le mancano un paio e S. Paladin
mai state così tante squadre Wor- l’assenza di una squadra World
una squadra-top i brani del Festival? d’esami alla Laurea in Lettere. C’è

9
Giugno ld Tour a livello femminile. Dal Tour. Cosa manca? «Letrecanzonichesisonogiocate un libro che racconta al meglio la
5 Trofeo Città suo oro juniores vinto nel 2016 a «È una situazione particolare, il Elisa Balsamo, 23 anni la vittoria non sono male. La cosa sua vittoria mondiale?
di Meldola (FC) oggi quanto è cambiato il cicli- movimento è in crescita e ci sono Cuneese, iridata jr 2016 ed élite 2021 che però ho ammirato di più è sta- «Non saprei. Il mio libro preferito
smo femminile? atlete di livello ma purtroppo non ta l’orchestra. Certo, mi sarebbe però è “Novecento” di Baricco. Il
Luglio «Il movimento è cresciuto molto, ci sono squadre top. La speranza è alla seconda». piaciuto poter suonare con loro grande traguardo è vicino e spero team italiani
1-10 Giro d’Italia il calendario è ricco di gare e la vi- che in futuro questa tendenza ma non so se sarei stata all’altezza di raggiungerlo nel 2022». Continental
24-31 Tour sibilità è in aumento. Credo che possa cambiare e oltre ad avere ci- 3 Senza dimenticare gli impegni perché non sono più molto allena- - Valcar
de France siamo sulla buona strada e tra cliste di prima fascia si possano su strada in maglia azzurra... ta». 3 In che modo ha deciso di ricor- - Aromitalia
qualche anno potremo essere tut- contare anche squadre World «Pochigiornifasonostatainritiro dare il successo del Mondiale su - Bepink
Settembre te soddisfatte». Tour. Magari con il crescere della con la Nazionale e ho parlato con il 3 L’inizio del 2022 è stato funesta- strada in Belgio? - Born to Win
18 Mondiali in visibilità qualche società Conti- c.t. Europei e Mondiali sono se- to dall’incidente in allenamento «Mi sto organizzando per far in- - Isolmant
Australia, crono 3 In questa stagione da record nental tenterà il grande passo». gnati in agenda poi però la convo- che ha coinvolto il campione co- corniciare la maglia e la medaglia - Servetto
24 Mondiali linea con Giro d’Italia e Tour de France cazione va meritata». lombiano Egan Bernal. Il proble- vinta. Intanto ho appeso su una - Mendelspeck
spiccano le atlete azzurre: Balsa- 3 Al di là delle corse su strada madella sicurezzastradaleconti- parete in salotto la bicicletta che - Top Girls
Ottobre mo, Paternoster e Fidanza cam- nella sua programmazione sta- 3 Prima del via della stagione nua a essere un grosso problema ho usato, come un quadro». - Ar Monex
1 Giro dell’Emilia pionesse del mondo e Longo Bor- gionale c’è anche la pista? l’abbiamo vista ospite al Festival per i ciclisti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Tre Valli ghini medaglie olimpica. «Sì, ma in tono minore rispetto al di Sanremo... «Ormai sentirsi sicuri sulle strade
Varesine «Una bella responsabilità ma ci
potremmotoglieretantesoddisfa-
passato. Parteciperò alla prima
tappa di Coppa del mondo e forse
«Ho vissuto una serata alternativa
rispetto alla quotidianità di un at-
è impossibile. Ci vorrebbe una
maggior sensibilità stradale e un s TEMPO DI LETTURA 2’55”

La classica di Rcs Sport/Gazzetta Sabato 5 marzo a Siena

Da Pogacar ad Alaphilippe dentestradaleinColombia,glial- PROVA FEMMINILE I TRATTI STERRATI


tri quattro ci saranno. Il percorso km 31,4 136 1 Vidritta
èidentico,con184kme11trattidi Sterrato 8 tratti: 2,1 km
i numeri 1, 2, 3, 4, 7, 9, 10 e 11

È il fascino Strade Bianche


sterrato per un totale di 63 chilo- 2 Bagnaia
metri. Non è cambiato nemmeno PROVA MASCHILE 5,8 km
il tracciato dell’ottava edizione km 63 184
Sterrato 11 tratti
3 Radi
della Strade Bianche femminile, 4,4 km
con la Granfondo Strade Bianche cheapreilcalendarioWorldTour: 11
di Luca Gialanella 4 Buonconvento-La Piana
cicloamatoriale: 142 km e 54 di 136 chilometri e 31 km di sterrato 10
alla Fortezza Medicea sterrato. suddiviso in otto tratti. Nell’anno PA 5,5 km

D
SIENA
a Piazza del Campo, in cui il ciclismo rosa tocca i nu- ARRTE 9 5 Lucignano d’Asso
attraverso le colline Stelle Riannodiamo la pellicola. meri più alti, con ben 14 forma- RI NZ
VO A
11,9 km
senesi e gli sterrati di Nel 2021 sotto la Torre del Man- zioni nel WorldTour (il massimo 8
6 Pieve a Salti
una delle zone più af- gia, a Siena, si impone Mathieu circuito mondiale), ci sarà una 8 km
1 7
fascinanti e invidiate al mondo. van der Poel, dopo una fuga-stel- partecipazione record: invitate
Sabato 5 marzo, Siena sarà l’om- lare con l’iridato Alapahilippe, il ben 11 squadre Continental, che 7 San Martino in Grania
2 9,5 km
belico del ciclismo mondiale. re del Tour (e poi del Giro) Bernal, portano il totale a 25 team da 6 ci-
3 Monte Sante Marie-Settore Cancellara
Torna la Strade Bianche, la classi- l’altro fenomeno in giallo Poga- cliste, quindi 150 al via. Dal 2007 8
ca WorldTour organizzata da Rcs car, il rivale di sempre Van Aert e l’Italia ha ottenuto solo due vitto- 11,5 km
Sport e Gazzetta che in pochi an- il folletto britannico Pidcock, che rie: una maschile, Moreno Moser 6 9 Monteaperti
Partenza
ni si è conquistata uno status da... vince anche in mountain bike e nel 2013, e una femminile, con Fortezza 4 0,8 km
sesto Monumento. Una delle cor- ciclocross. Dove trovate un altro Elisa Longo Borghini nel 2017. Medicea
5 10 Colle Pinzuto
se più amate del calendario mon- ordined’arrivocosìnobile?Tran- © RIPRODUZIONE RISERVATA
2,4 km
diale, che si è imposta anche nel- ne Vdp, alle prese con problemi Arrivo
la versione femminile. E poi do-
menica 6 marzo appuntamento
alla schiena, e Bernal, che sta re-
cuperando dal gravissimo inci-
Nel 2021 Mathieu van der Poel, 26
anni, ha vinto un’edizione stellare BETTINI s TEMPO DI LETTURA 1’50”
Piazza
del Campo
11 Le Tolfe
1,1 km
40 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

PALLAVOLO CHAMPIONS LEAGUE

I tabellini
SPUNTO
ROSA CANNES 1
di Davide Romani
TRENTO 3
DominioItalia (23-25, 9-25, 29-27, 14-25)

Intreaiquarti: AS CANNES

megliodiRussia Sossenheimer 7, Bregent 5,


Jimenez Zamora 5, Penchev
ePolonia 11, Koncilja 2, Gelinski 1; Mouiel
(L), Batak 2, Klyamar 8, Annicette 12,
Cveticanin 1. N.e. Tschupp, Gruvaeus.
All.: Matijasevic
ampioni d’Europa

C
ITAS TRENTINO
con la Nazionale e Sbertoli 5, Kaziyski 18, Lisinac
Paese guida nelle 14, Lavia 24, Michieletto 14,
competizioni D’Heer 6; Zenger (L), Pinati,
europee con i club. Venerdì è Sperotto. N.e. Cavuto, Albergati,
in programma il sorteggio De Angelis (L). All.: Lorenzetti
per i quarti di finale di
ARBITRI Strandson (Est), Geldof
Champions League e la (Ola)
pallavolo italiana al maschile NOTE Durata set: 30’, 17’, 29’, 20’;
si presenta a basi piene. Tre tot: 96’. As Dragons Cannes: battute
erano le squadre al via della sbagliate 14, vincenti 3, muri 4, errori
fase a gironi e tre sono i club 21. Trentino Itas: battute sbagliate 12,
che hanno raggiunto la vincenti 7, muri 17, errori 21.
seconda fase. Nell’ultima
giornata della fase a gironi
anche Trento ha staccato il
Qualificati L’esultanza dei giocatori di Trento per il successo in Costa Azzurra contro il Cannes: la scorsa stagione l’Itas si è fermata in finale con lo Zaksa
PERUGIA 3

Trento missione compiuta


biglietto per i quarti
raggiungendo Perugia e FENERBAHCE 1
Civitanova che erano già (25-17, 25-21, 25-17)
sicure della qualificazione
dal turno precedente. Un SIR SICOMA MONINI PERUGIA

«Siamo dove volevamo»


Giannelli, Anderson 13,
primato che si allarga se si
Mengozzi 6, Rychlicki 4, Leon
considera che uno dei due 5, Solè 10; Piccinelli (L), Dardzans,
club polacchi qualificato - lo Plotnytskyi 8, Travica 4, Ter Horst 2.
Jastrzebski - è allenato da N.e. Ricci, Russo, Colaci (L). All.:
Andrea Gardini. I club di Grbic
Superlega hanno fatto
Coach Lorenzetti dopo la bella vittoria contro Cannes
FENERBAHCE ISTANBUL
meglio delle potenze russe
Louati 10, Tumer 4, Gurbuz 8,
(avanzano in due, Dinamo Hidalgo 8, Mousavi 6, Maroufi;
Mosca e San Pietroburgo) e
dei club della Plusliga
polacca (Jastrzebski e i
e l’ingresso ai quarti raggiungendo Perugia e Civitanova Yesilbudak (L), Mert (L). N.e. Toy,
Kaya, Stanicki, Sikar, Batur, Unver.
All.: Castellani
campioni in carica dello
Zaksa) e i tedeschi del ni aspettano il risultato di Berli- ferente al retto addominale. ARBITRI Twardowski (Pol), Oleynik
di Nicola Baldo (Rus).
Berlino. L’Italia è in pole per no-Zenit in programma oggi alle «Prestazione a Cannes di alti e NOTE Spettatori 781. Durata set: 24’,
riprendersi quella Coppa en plein tricolore sulla 17.30percapiresesarannoinpri- bassi – conclude il tecnico dei 27’, 26’. Tot. 77’. Perugia: battute
Sono soddisfatto,
L’
sfuggita nella scorsa stagione strada della Cham- ma o seconda fascia), la squadra trentini –, ma questa è una cosa sbagliate 13, vincenti 6, muri 13, errori
a Trento, ko in finale. pions League 2022 è
servito. Dopo la Lube
guidata da Angelo Lorenzetti ac-
cede come una delle migliori se-
la seconda fase che ci accompagnerà ancora per
un po’, perché questi dieci giorni
20; Istanbul: battute sbagliate 13,
vincenti 6, muri 2, errori 23.
Civitanova e la Sir Pe- conde centrando un risultato per era il nostro di non lavoro a causa di questi (an.me.)

L A G U I D A
rugia, vincitrici dei rispettivi gi- nulla scontato con questa nuova
vero obiettivo problemini fisici si pagano, ma ce
roni, anche la Trentino Itas strap-
pa il pass per la fase principale
formula. E che permette all’itali-
co volley, nel caso in cui appunto
lo siamo detti. E quando non ci
piacciamo troppo dobbiamo re-
CIVITANOVA 2
dellacompetizioneeuropea.Nel- si evitasse il derby nei quarti fra stare il più attaccati possibili al
Ecco le otto regine l’ultima fatica dei gironi elimina- marchigiani e trentini, di tentare punteggio e non alla nostra per- ZAKSA 3
Domani i sorteggi tori Kaziyski e compagni doveva- l’assalto a tre posti su quattro in formance». La Lube a caccia del (22-25, 25-21, 24-26, 25-21,
no a tutti i costi superare l’ostaco- semifinale. terzo titolo continentale a tre an- 10-15)
● Ecco le 8 squadre che si sono lo Dragons Cannes e sperare poi ni di distanza dall’ultimo. L’affa-
qualificate per i quarti di finale di nei risultati di altri campi, per Soddisfatti «Siamo molto mata Perugia grandi firme, che CUCINE LUBE CIVITANOVA
Champions League maschile (domani Anzani 3, De Cecco 1, Lucarelli
alle 13 è in programma il sorteggio),
sperare di passare ai quarti come soddisfatti – ha commentato al non aspetta altro che alzare al 11, Simon 10, Gabi Garcia 14,
ma ancora non si sa chi sarà la una delle migliori tre seconde termine del match Lorenzetti – cielolasuaprimaChampionsLe- Yant 14; Balaso (L), Sottile,
quarta testa di serie perché oggi si classificate. Combinazione di ri- perchéilnostroobiettivoeracon- ague. Ed ora anche Trento. Quel- Marchisio, Zaytsev 3. N.e. Jeroncic,
chiude il girone con l’ultima partita sultati che si è verificata, a partire cluderequestogironecon4vitto- la Coppa delizia dei trentini fra il Penna. All.: Blengini
delle qualificazioni fra San dal successo in 4 set dei dolomiti- rie, sapendo della presenza di 2009 ed il 2011, con le tre vittorie
Pietroburgo e Berlino (un recupero). ci in Francia reso poi granitico una squadra come Perugia nel Angelo Lorenzetti di fila griffate da Rado Stoytchev ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE
Le 8 regine d’Europa: Jastrzebski Sliwka 8, Smith 10, Kaczmarek
dalla vittoria della Dinamo Mo- nostro raggruppamento. Voleva- 57 anni, allenatore di Trento in panchina e croce in anni più 3, Semeniuk 24, Huber 19,
Wegiel (Pol), Dinamo Mosca (Rus) e
Sir Perugia (che certamente sono sca di Tsvetan Sokolov (un ex di mo questi successi e le volevamo recenti visti il terzo posto del 2012 Janusz 1; Shoji (L), Kluth 12,
teste di serie), una fra Berlino (Ger) Trento) contro i turchi dello Zi- anche con un buon quoziente set e la seconda piazza dopo le finali Kalembka, Zalinski. N.e. Rejno,
e Civitanova sarà la quarta. Le altre raat Ankara. Vittoria in Costa Az- e i ragazzi sono stati molto bravi. perse nel 2016 con Kazan e lo Staszewski, Kozlowski, Banach (L).
qualificate che saranno abbinate alle zurra e il feeling dei trentini con Perché abbiamo centrato quello scorso anno con lo Zaksa. Riscat- All.: Cretu
prime: Zaksa (Pol), San Pietroburgo quella Coppa già finita tre volte che era il nostro obiettivo». Dalla to europeo, qualcosa che l’Itas
(Rus) e Trentino. ARBITRI Collados (Fra), Akinci (Tur)
nella bacheca ai piedi del Monte Costa Azzurra la buona nuova in vuole già da dieci minuti dopo
CLASSIFICA A-1 DONNE: NOTE Spettatori . Durata set: 26’,
Scandicci, Monza 43; Conegliano 40; Bondone (oltre alla finale 2021) si casa Trentino Itas è anche il ritor- quella finale persa. 30’, 31’, 30’, 18’; tot. 135’.
Busto Arsizio 38; Novara 37; Chieri riaccende. Ai quarti, dove la cosa no in campo del centrale serbo © RIPRODUZIONE RISERVATA Civitanova: battute sbagliate 21,
28; Cuneo 25; Firenze 23; peggiore che potrebbe accadere è Srecko Lisinac smaltito il dolore vincenti 10, muri 9, errori 31.
Casalmaggiore 16; Roma, Vallefoglia
15; Bergamo 13; Perugia 11; Trento 10.
un immediato derby italiano fra
Trento e Civitanova (i marchigia-
lombare, mentre ancora ai box
resta così il solo Podrascanin sof- s TEMPO DI LETTURA 2’34”
Zaksa: battute sbagliate 22,
vincenti 6, muri 9, errori 38. (m.giu)

Superlega: recuperi A-1 donne: recuperi


MONZA 3 VIBO VALENTIA 2 PIACENZA 3 LA CLASSIFICA BUSTO ARSIZIO 3 FIRENZE 1
RAVENNA 0 CISTERNA 3 PADOVA 0 SQUADRE PT G V P SV SP
CUNEO 0 SCANDICCI 3
(25-14, 25-19, 25-20) (17-25, 21-25, 25-21, 25-17, 14-16) (25-20, 25-17, 25-19) PERUGIA 52 19 17 2 55 15 (25-23, 25-16, 25-12) (17-25, 25-20, 17-25, 27-29)
CIVITANOVA 45 18 15 3 49 12
VERO VOLLEY MONZA TONNO CALLIPO CALABRIA GAS SALES BLUENERGY UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO IL BISONTE FIRENZE:
Katic 6, Beretta 1, Grozer 12, VIBO VALENTIA PIACENZA TRENTO 42 19 13 6 47 26 Olivotto 7, Mingardi 9, Bosetti Van Gestel 6, Belien 15,
Dzavoronok 9, Grozdanov 14, Nishida 19, Fromm 12, Flavio 14, Russell 15, Holt 2, Brizard 2, MODENA 36 17 13 4 44 22 8, Stevanovic 11, Poulter 1, Nwakalor 28, Enweonwu 9,
Orduna 2; Federici (L), Karyagin 3, Saitta 3, Borges 18, Candellaro Recine 11, Cester 5, Rossard 17; MONZA 31 21 11 10 40 41 Gray 14; Zannoni (L). Battista 1, Graziani 11, Cambi 1; Panetoni
Calligaro, Galliani, Galassi 1, 7; Rizzo (L), Gargiulo, Basic 8, Nicotra Scanferla (L), Antonov. N.e. Lagumdzija, MILANO 30 18 10 8 37 33 Monza, Bressan, Ungureanu 1, (L), Sylves 1, Bonciani, Lapini. Ne
Davyskiba 6. N.e. Gaggini (L). 1, Nelli. N.e. Condorelli (L), Partenio. Catania, Stern, Pujol, Tondo (L), PIACENZA 28 18 9 9 35 34 Herrera Blanco. N.e.: Cerbino, Knollema, Diagne. All.: Bellano
All.: Eccheli All.: Baldovin Caneschi. All.: Bernardi Colombo. All.: Musso
CISTERNA 22 20 7 13 33 46
SAVINO DEL BENE SCANDICCI:
CONSAR RCM RAVENNA TOP VOLLEY CISTERNA KIOENE PADOVA PADOVA 21 19 8 11 31 45 BOSCA S. BERNARDO CUNEO Angeloni 9, Alberti 10,
Ljaftov 3, Candeli 4, Klapwijk Bossi 4, Dirlic 22, Rinaldi 10, Loeppky 11, Vitelli 6, Weber 10, VERONA 21 19 8 11 29 45 Signorile 1, Degradi 6, Lippmann 8, Pietrini 15,
17, Ulrich 8, Comparoni 3, Zingel 5, Baranowicz 2, Maar 17; Bottolo 7, Volpato 5, TARANTO 20 20 6 14 30 45 Squarcini 4, Gicquel 11, Lubian 12, Malinov 3; Castillo (L),
Biernat 1; Goi (L), Vukasinovic 5, Cavaccini (L), Saadat, Wiltenburg 3, Zimmermann; Gottardo (L), Schiro VIBO VALENTIA 19 19 6 13 26 44 Jasper 7, Stufi 6; Spirito (L). Antropova 18, Bia, Natalia, Camera,
Franca, Dimitrov, Orioli 1. All.: Zanini Giani, Picchio, Raffaelli 2 All.: Soli 1, Zoppellari, Crosato, Petrov 1, Canella. Kutnetsova 1, Giovannini, Agrifoglio, Merlo. Ne Bartolini, Napodano (L2).
RAVENNA 2 19 0 19 9 57
Ne: Takahashi, Bassanello (L). Caruso 1. All.: Pistola All.: Barbolini
NOTE Durata set: 23’, 30’, 30’; NOTE Spett. 435. Durata set: 26’, 34’, All.: Cuttini
tot. 83’. Monza: battute sbagliate 8, 33’, 28’, 23’; tot.: 144’. Vibo: b.s. 27, v.
NOTE Spet.: 1000. Durata set: 25’, 27’, PLAYOFF RETROCESSIONE NOTE Ds 27’, 22’, 24’: tot 78’. Busto: NOTE Spet 1200. Durata set 23’, 27’,
vincenti 2, muri 14, errori 11. 9, m. 7, e. 39. Verona: b.s. 10, v. 8, m.
27’; tot. 79’. Piacenza: b.s. 9, v. 6, m. 6, bs 10, v 3, m 10, e 14. Cuneo: bs 12 v 21’, 35’, tot. 106’. Bisonte: bs 9, v 1, m
Ravenna: b.s. 14, v. 0, m. 1, e. 21. 10, e. 20.
e. 15. Padova: b.s. 17, v. 3, m. 6, e. 23. 3, m 5, e 21. T.G.: 6 Gray, 5 8, e. 24. Scandicci: bs 11, v 8, m 8, e.
Trofeo Gazzetta: 6 Grozdanov, T.G.: 6 Dirlic, 5 Wiltenburg, Recupero 11a giornata di ritorno
T.G.: 6 Rossard, 5 Russell, 4 Brizard, Stevanovic, 4 Zannoni, 3 Bosetti, 2 16. T.G.: Lubian 6, Pietrini 5, Nwakalor
5 Grozer, 4 Federici, 3 Klapwijk, 4 Baranowicz, 3 Saitta, 2 Cavaccini, Ore 19: Milano-Modena
3 Recine, 2 Loeppky, 1 Scanferla(m.mar) Gicquel, 1 Poulter. (m.b.l.) 4, Alberti 3, Belien 2, Castillo 1. (sdc)
2 Dzavoronok, 1 Goi. 1 Flavio. (fr.ian.)
GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO 2022 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 41

BASKET FINAL EIGHT COPPA ITALIA A PESARO

Delaney illumina, Milano in semifinale


Il play stende Sassari che dura 20’. Messina: «Nel secondo tempo meglio la difesa»
di Paolo Bartezzaghi
alcolm Delaney pren-
MILANO 88

M
de per mano Milano e
la porta in semifinale SASSARI 68
contro Brescia. Il play 27-18, 42-37; 67-48
di Baltimore realizza
24 punti contro Sassari, superan- AX ARMANI MILANO
Delaney 24 (3/6, 4/6), Hall 6
do il proprio record in Italia (20 lo (0/2, 1/6), Daniels 12 (0/1, 4/6),
scorso anno con Venezia in semi- Melli 4 (2/3, 0/2), Hines 6
finale). In 29 minuti segna da tre, (3/4); Rodriguez 5 (1/3, 1/5), Ricci 10
in avvicinamento, i liberi che si (2/4, 2/3), Biligha 3 (1/1), Baldasso,
conquista, distribuisce assist (3) e Alviti 9 (2/3, 1/3), Bentil 4 (2/6, 0/2),
prende rimbalzi (5). Una partita Datome 5 (1/1, 1/2). All. Messina
da leader qual è. Delaney, con Ky- BANCO SARDEGNA SASSARI
le Hines e Chacho Rodriguez, è Robinson 9 (0/1, 3/4), Kruslin
partediqueltesorettodigiocatori 4 (0/1, 1/3), Treier 11 (1/2, 3/8),
ultratrentenni che Ettore Messi- Burnell 4 (2/6, 0/2),
na preserva in Italia per avere più Mekowulu 12 (5/10); Gentile 3
freschi in Eurolega. In Serie A, tra (1/3, 0/3), Diop 6 (3/4), Logan 19
(3/8, 3/4), Devecchi. N.e. Gandini,
turni di riposo e infortuni, Dela-
Chessa. All. Bucchi
ney ha giocato solo 6 partite in
questa stagione. Per vincere con ARBITRI Mazzoni, Giovannetti,
Sassari, Milano ha dovuto tenere Bartoli
a lungo in campo anche Hines NOTE Tiri liberi: Milano 12/16,
(26 minuti) oltre ai 18 minuti di Sassari 8/12. Rimbalzi: Milano 39
Rodriguez. Perché, fino a metà, la (Melli, Ricci 6), Sassari 36 (Logan 7).
Assist: Milano 18 (Rodriguez, Delaney
partita è ancora aperta. 4), Sassari 13 (Gentile 4).
Progressione: 5’ 18-9, 15’ 36-23, 25’
Energia La Dinamo sembra 52-39, 35’ 76-56. Fallo antisportivo:
crollare nel primo quarto (-12), Gentile 13’41” (31-23).
nel secondo (-13), ma resta ag- Massimo vantaggio: Milano 22 (78-
ganciata all’Olimpia soprattutto 56), Sassari mai. Spettatori: 2131.
grazie al tiro da tre: 7 su 12 dall’ar- L’uomo chiave Malcolm Delaney, 32 anni, sfrutta il blocco di Kyle Hines, 35: il play di Baltimore, con 24 punti, ha superato il proprio record in Italia CIAMILLO
co all’intervallo. Al rientro, dopo
il -5 sulla sirena dei primi 20 mi- credo sia stata una buona partita ci, 10 punti e 6 rimbalzi in 11 mi-
nuti, Delaney segna 5 punti e in-
dirizza la partita verso quell’epi-
in cui abbiamo centrato l’obietti-
vo e possibilmente con un mini-
Dirette Eurosport 2 e RaiSport nuti, e Davide Alviti con 9 punti e
due assist. Si è rivisto in campo
I Q UARTI DI OGGI

logo (+20) che era nei pronostici, mo di tranquillità, anche se Sas- anche Gigi Datome, fermato nel-
sia per la differenza dei valori in sari ha disputato una buona pro- QUARTI SEMIFINALE FINALE SEMIFINALE QUARTI le ultime settimane dal Covid. Virtus, Teodosic ok
campo, sia per le condizioni in
cui la squadra di Piero Bucchi si è
va. Loro soprattutto nel primo
tempo hanno giocato bene, tirato
IERI OGGI Dopo la partita l’Olimpia è torna-
taaMilano.SabatocontroBrescia
Trieste e Tortona
presentata. «Non puoi arrivare conpercentualialtedatre.Poinel
ore 18 ore 18
sarà un’altra storia. sorprese contro
qui con tre allenamenti - ha detto secondo tempo abbiamo regi-
il coach della Dinamo - e dopo strato la difesa, mosso la palla e DOMENICA Pubblico A proposito di semi- ● Stasera si giocano gli altri
aver saltato due partite di cam- abbiamo chiuso bene». La mi- Vitrifrigo Arena finali: ieri la sottosegretaria con due quarti di finale. Alle 18 in
pionato. Il nostro calo è stato evi- glior difesa del campionato (e 1. MILANO 88 Pesaro 3. TRIESTE delega allo Sport Valentina Vez- campo Trieste-Tortona, sfida
dente». La lunga quarantena ha dell’Eurolega), soprattutto nella 8. SASSARI 68 ore 18 6. TORTONA zali ha detto che per sabato le ca- tra le sorprese del
impedito una preparazione ade- prima parte, non è stata all’altez- pienze degli impianti sportivi al campionato. La squadra di
guata alla Coppa Italia e l’energia, za della sua giusta fama, a parte - chiuso torneranno al 60 per cen- coach Ciani fa debuttare il
dopo poco più di venti minuti di vicino a canestro dove la Dinamo - to. «Abbiamo un decreto in con- neo acquisto Alexander
SABATO ore 18.15 SABATO ore 21
gioco, si è esaurita. Inoltre la Di- hasbattutopiùvolte(35percento versione entro venerdì che pre- mentre la matricola
namo si è presentata a Pesaro da 2 all’intervallo). Concreto Ni- 1. MILANO - vede il ripristino della capienza piemontese ha Macura e
senza Eimantas Bendzius, il se- colò Melli con sei rimbalzi e due 5. BRESCIA - precedente - ha detto l’ex cam- Tavernelli in dubbio. Poi alle
condo miglior tiratore da tre del recuperi, molto impreciso Devon pionessa di scherma -. Si tornerà 20.45 c’è Virtus-Brindisi.
campionato. Sassari ha fatto ciò Hall (1 su 8 al tiro in totale), così IERI OGGI al 75% della capienza all’aperto e I campioni d’Italia ritrovano
che ha potuto, finché ci è riuscita. come Ben Bentil (2 su 8 in totale). ore 20.45 ore 20.45 al 60% al chiuso». Per il pala- Teodosic e Hervey, al rientro
A fine partita, Gianmarco Poz- Efficace Troy Daniels da tre pun- sport di Pesaro significherebbe dai rispettivi infortuni. Anche
zecco, il vice di Messina, ha ab- ti: ha inaugurato la partita con un arrivare a oltre 6000 persone: ieri per queste partite è prevista
bracciato i suoi ex giocatori. 3 su 3 e con la quarta tripla a se- erano 2100. la copertura tv in diretta su
gno ha lanciato il +13 dell’inizio © RIPRODUZIONE RISERVATA Rai Sport HD, Eurosport 2 e
Solidità La partita di Milano è del terzo quarto che ha lanciato la 4. TRENTO 73 2. VIRTUS BOLOGNA online sulla piattaforma web
5. BRESCIA 78 7. BRINDISI
stata solida e produttiva. «Siamo
soddisfatti - ha detto Messina -
partita verso la goleada. Positivi
anche gli altri italiani: Pippo Ric- RCS s TEMPO DI LETTURA 2’48” Discovery+.

TRENTO 73 L’altro quarto


BRESCIA 78
16-9, 42-42; 55-62 Brescia trascinata da Della Valle
DOLOMITI ENERGIA TRENTO
Flaccadori 10 (4/9, 0/2),
Forray 6 (1/5, 0/3), Reynolds
20 (2/5, 5/9), Caroline 13
Sabato la supersfida all’Olimpia
(5/9, 1/5), Williams 5 (2/3, L’azzurro segna 22 punti e la Leonessa non si ferma dopo
0/1); Bradford 13 (1/1, 3/6),
Saunders 2 (1/3), Mezzanotte 2 8 vittorie di fila in campionato. Continua la crisi di Trento
(1/1), Ladurner 2 (1/2). N.e. Conti,
Morina, Dell’Anna. All. Molin
il giocatore più caldo e decisivo campo il play di origine canade-
di Andrea Tosi
GERMANI BRESCIA di questa stagione. È lui a pren- se che attende il passaporto gre-
Mitrou-Long 14 (2/6, 2/9), essuna sorpresa nella dere per mano il “gemello” Mi- co per parte di madre si accende

N
Della Valle 22 (2/4, 5/10), prima giornata di trou-Long macinando i rivali all’improvviso cambiando passo
Petrucelli 9 (2/3, 1/4), Burns Coppa. La seconda Reynolds e Bradford che nei pri- in attacco. Con dieci punti Mi-
2 (0/2), Gabriel 11 (1/2, 3/5); partita promuove an- mi due quarti illudono Trento trou si allinea alla produzione di
Morre (0/1), Eboua 6 (2/2), Parrillo,
che Brescia in semifi- coi loro tiri mancini da tre punti. Della Valle, i due salgono di colpi
Cobbins 6 (2/5), Laquintana 6 (2/6,
0/1), Moss 2 (1/2). N.e. Rodella. All. nale, come da pronostico visto il Alla lunga Della Valle e Mitrou mentre Trento s’incarta in solu-
Magro momento di forma della squadra assorbono la sfuriata dei due zioni difficili. Inoltre Brescia, più Protagonista Amedeo Della Valle, 28 anni, 22 punti e 5 assist CIAMILLO
di coach Magro, volata a Pesaro esterni Usa di Trento che fattura- consapevole delle proprie forze e
ARBITRI Rossi, Attard, Perciavalle sulle ali di 8 vittorie di fila e capa- no all’intervallo 25 punti con 7/11 completa nell’organico, trova fa piangere e la misera distribu- passatore. Oggi è difficile pre-
NOTE Tiri liberi: Trento 10/14, ce di vincere con sicurezza anche nelle triple mantenendo la parti- anche da altri interpreti giocate zione (solo 5 assist di squadra) fa scindere da lui - dice coach Ma-
Brescia 17/23. Rimbalzi: Trento 45
giocando a un livello inferiore ri- ta in equilibrio. Ma al ritorno in importanti: Petrucelli (gran di- capire che molti giocano da soli. gro godendosi il passaggio del
(Williams 11), Brescia 32 (Cobbins
7). Assist: Trento 5 (Forray, spetto alle ultime uscite. La sfida fensore), Gabriel, esperienza e Al contrario di Brescia che si affi- turno insieme alla consacrazio-
Flaccadori 2), Brescia 11 (Della Valle degli opposti conferma la crisi di intelligenza da vendere e anche da alle mani di Della Valle per se- ne del suo cannoniere tornato in
5). Antisportivo: Reynolds 18’13” Trento che in questo 2022 conti- Laquintana si rivelano preziosi gnare i canestri pesanti e imbec- Nazionale -. Questa contro Tren-
(34-35), Forray 32’43” (55-66). nua a mietere sconfitte una die- Parola di coach giocatori di complemento. care i compagni. Poi natural- to era la partita più difficile. Sia-
Usciti per 5 falli: Williams 39’06” (69-
76), Petrucelli 39’17” (71-78).
tro l’altra. Compresa l’Eurocup
questa è l’ottava in sequenza.
Magro: «Amedeo Panchina corta Trento appa-
mente è lui a mettere il punto
esclamativo col gioco 3+1 che re-
mo contenti di andare avanti. Sa-
bato ci attende Milano. Giochia-
Progressione: 5’ 8-8, 15’ 29-28, 25’
46-51, 35’ 62-68. Massimo vantaggio:
è il nostro leader. re un’incompiuta. Quando cala- spinge il rientro di Trento da -13 mocela».
Trento 6 (14-8), Brescia 13 (55-68) Talento Nel gioco delle coppie La semifinale no Reynolds e Bradford non tro- e mette Brescia sempre più in fi- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Brescia ha un talento che oggi fa va alternative se non la fiammata ducia sulla strada di Milano.
contro Milano?
la differenza nel circuito italiano.
Amedeo Della Valle si conferma Giochiamocela»
di Flaccadori e qualche canestro
di forza di Caroline. La panchina
«Amedeo è il nostro leader, il
migliore attaccante e migliore s TEMPO DI LETTURA 2’04”
Gazzetta Motori
42 G I OV E D Ì 1 7 F E B B R A I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA D E L LO SP O RT

NOVITÀ, CURIOSITÀ E APPROFONDIMENTI SU


www.gazzetta.it/motori

Ora si fa sul serio


Megane E-Tech,
la emissioni zero
nata per le famiglie
Il crossover francese nativo elettrico:
versioni da 300 e 450 km di autonomia
a 20 pollici di diametro, ma so-
di Gianluigi Giannetti
MARBELLA (SPAGNA) IL NOSTRO GIUDIZIO pratutto fiancate alte, con vetra-
ture invece piuttosto ridotte. La
orizzonte va ben oltre n sensazione è quella di una vettu-

L’
i 420 cm di lunghezza ra compatta dal gusto quasi spor-
di una vettura ben co- tivo, ma il look si paga con qual-
struita e che, non a ca- che limitazione alla visibilità an-
so, porta il nome che Piattaforma modulare teriore e con una soglia di carico
dal 1995 ha contraddistinto le Sfrutta la nuova Cmf-Ev Renault- piuttosto elevata per il bagagliaio,
berline medie Renault. Megane Nissan destinata a fare da base a una che comunque ha ben 440 litri di
diventa E-Tech Electric e ha il intera famiglia di vetture a zero capacità. L’idea moderna dell’au-

La scossa
compito di mettere l’idea delle emissioni, ma che già ora offre un to elettrica si vede con più chia-
zero emissioni alla portata delle assetto solido e isolamento dalle rezza negli interni, con un pavi-
famiglie, rendere cioè quotidiana irregolarità dell’asfalto mento completamente piatto
quella svolta pretesa dalla politi- Motore elettrico sotto cui è posizionata a tutta
ca ma che poi va realizzata con i Compatto, pesa solo 145 Kg lunghezza la batteria, alta solo 11
fatti, e con modelli concreti. È ve- compresa la trasmissione, ma la cm, con molto spazio ai movi-
ro, negli ultimi 10 anni in Europa potenza e soprattutto la coppia menti dei passeggeri anche per-
Renault ha già venduto oltre vengono trasmesse in modo fluido ché manca del tutto il classico
300.000 veicoli elettrici, ma ora tunnel centrale della trasmissio-
la sfida è salire enormemente di ne.Il lavoro fatto sui materiali è
scala con l’unico metodo possi- evidente, con finiture di qualità
bile, lo stesso adottato dai rivali che si accompagnano ad una po-
Volkswagen e Stellantis. Megane Visibilità sizione di guida raccolta che tra-
E-Tech Electric è la prima Re- Il design da crossover compatto ha smette familiarità. Ricercata l’il-
nault realizzata sulla piattaforma un prezzo in termini di visibilità, con luminazione interna full led che
modulare Cmf-Ev, una base quella anteriore limitata dai montanti, cambia colore ogni 30 minuti,
meccanica nata esclusivamente mentre quella posteriore si affida a accompagnando il ciclo biologi-
per l’elettrico e che, all’interno uno specchietto che proietta le co del corpo umano nelle 24 ore.
dell’alleanza con Nissan, darà vi- immagini di una fotocamera Intrigante invece la scelta di digi-
ta a un totale di 15 diverse vetture Capacità bagagliaio talizzare la vettura con uno
a batteria entro il 2030. Maggiore rispetto ad altre elettriche schermo da 12,3 pollici che ospita
concorrenti, ma la soglia di carico è la strumentazione e un secondo
In dettaglio È stata progettata alta. I cavi di ricarica possono essere display, da 9’’ nell’allestimento
con un vano motore dalle di- disposti in un vano specifico base Equilibre e da 12’’ in quelli
mensioni ridotte e ruote disposte superiori Techno e Iconic. Il siste-
ai quattro angoli, ma anche con ma OpenR Link sviluppato con adatta alle famiglie riesce bene a con accumulatori da 60 kWh per
una distribuzione dei pesi e degli Google offre l’esperienza d’uso e Megane E-Tech Electric con la un’autonomia fino a 450 km. La
ingombri calcolata al millimetro la galassia di applicazioni del Punti forti sua la versione di ingresso Ev40, potenza stavolta sale a 218 Cv e
per liberare al massimo la creati-
vità dei designer. Renault Mega-