Sei sulla pagina 1di 1

OSTEOPOROSI E DENSITOMETRIA OSSEA

GENT.MA SIGNORA

LA DENSITOMETRIA OSSEA VIENE ESEGUITA PER STABILIRE LA QUANTITA’


DI CALCIO PRESENTE NELL’OSSO E PER DIAGNOSTICARE LA SUA
EVENTUALE RIDUZIONE CHE, SE SIGNIFICATIVA, VIENE DEFINITA
OSTEOPOROSI.
LA DENSITOMETRIA PUÒ ESSERE ESEGUITA PIÙ VOLTE PER SEGUIRE
L’ANDAMENTO DELLA QUANTITÀ DI CALCIO DELL’OSSO NEL TEMPO,
SPECIALMENTE ATTORNO ALLA MENOPAUSA E NELLA TERZA ETA’. LA
RIPETIZIONE NON PRESENTA RISCHI IN QUANTO LA DOSE DI RADIAZIONE È
ESTREMAMENTE BASSA.
COMUNQUE SIANO I VALORI RISCONTRATI DALL’ESAME LE RICORDIAMO
QUALCHE SUGGERIMENTO PER LA PREVENZIONE DELL’OSTEOPOROSI:

 DIETA VARIA CON SUFFICIENTE CONTENUTO DI CALCIO E DI VIT. D


ES. LATTE E DERIVATI,PESCE ECC.

 ATTIVITÀ FISICA QUOTIDIANA(SOPRATTUTTO PASSEGGIATE E


GINNASTICA DOLCE PER MANTENERE MUSCOLATURA ED EQUILIBRIO)
 SE POSSIBILE E NEI LIMITI RAGIONEVOLI, ADEGUATA ESPOSIZIONE AI
RAGGI SOLARI

LE RICORDIAMO CHE L’OSTEOPOROSI È DIFFICILE DA RICONOSCERE (SE


NON APPUNTO CON LA DENSITOMETRIA) PERCHÉ PRIVA DI SINTOMI.
IN ITALIA UNA DONNA SU TRE DOPO I 50 ANNI INIZIA AD AVERE LE OSSA PIÙ
DEBOLI.

LE RICORDIAMO CHE LA DENSITOMETRIA OSSEA VIENE ESEGUITA PRESSO


IL CENTRO MEDICO ALTO RENO -VIA GIOVANNI XXIII,70 SILLA -0534/31442
CON APPARECCHIO HOLOGIC QDR4500 (A DOPPIO FASCIO FOTONICO).