Sei sulla pagina 1di 4

www.bellaforza.

it
www bellaforza.it
B
eauty &
P
erform
ance
Salute, Benessere, Bellezza
ce
&
P
erform
ance
B
e
lla
F
o
r
z
a
Saallluuuutttteeee,, BBBBeeennne
Saallluute
BB
N
o
tiz
ie
BB
SSSSSSSS
BBB
S
NNN
S
42 Olympians News / MIND & BODY WWW. OLYMPI AN. I T
IL
problema dellobesit riguar-
da oggi tutto il mondo civiliz-
zato. Viene per fatto credere che chi
ha il diabete o colesterolemia, se
facesse pi esercizio fisico guarireb-
be. ma si tratta di un messaggio
sbagliato, le patologie metaboliche
sono un fenomeno molto complicato
da capire e guarire: non si tratta solo
di fare pi movimento! Obesit e
infiammazione corporea sono gi
predisposte geneticamente e posso-
no essere regolate e guidate in modo
molto efficace attraverso una strate-
gia alimentare. La globalizzazione
alimentare una delle principali
cause di questo stato di cose. Gli
Stati Uniti sono il maggiore produtto-
re di carboidrati e oli vegetali di sin-
tesi del mondo. Grassi e carboidrati
quando vengono abbinati nella dieta
creano disastri immani, sono una
vera e propria bomba metabolica.
Lepidemia infiammatoria e di ecces-
so di peso (Sears la paragona ad un
vero e proprio cancro) ormai dif-
fusa in tutto il mondo e minaccia
tutti i sistemi sanitari che rischiano
la bancarotta.
Le persone devono imparare ad
attuare una dieta antinfiammatoria
come la Zona, che garanzia di stra-
tegia alimentare efficace antinfiam-
matoria (validata scientificamente,
tra le altre, anche dallUniversit di
Harvard).
STRATEGIA
ANTINFIAMMATORIA
PER IL BENESSERE
E LA FORMA FISICA
DEL DOTT. MARCO CERIANI
Larticolo il frutto di una conferenza stampa
tenuta a Milano dal Dott. Barry Sears
Barry Sears
E LA SUA
F
o
t
o

E
r
i
c

J
a
c
o
b
s
o
n



(
w
w
w
.
i
m
p
a
c
t
-
p
h
o
t
o
g
r
a
p
h
y
.
c
o
m
)
C
o
s
a
s
ig
n
ific
a
e
s
s
e
re
M
a
g
ri p
e
r s
e
m
p
re
.
P
e
r p
rim
a
c
o
s
a
s
i tra
tta
d
e
l tito
lo
d
e
l m
io
n
u
o
v
o
lib
ro
.
S
ig
n
ific
a
p
e
r
c
o
n
tro
lla
re
g
li o
rm
o
n
i s
e
m
p
re
,
p
e
r tu
tta
la
v
ita
.
u
n
a
s
p
e
tto
fo
n
d
a
m
e
n
ta
le
,
tu
tto
d
ip
e
n
d
e
d
a
q
u
i, d
a
l c
o
n
tro
llo
o
rm
o
n
a
le
c
o
n
la
d
ie
ta
.
BellaForza 101.indd 42 17-04-2009 13:05:36
Cyan quadricromiaMagenta quadricromiaGiallo quadricromiaNero quadricromia
WWW. OLYMPI AN. I T
Olympians News / MIND & BODY 43
GRASSI
BUONI E CATTIVI
In genere si considera il grasso come pericoloso, ma si
deve distinguere appunto il tipo di grasso. Se gli adipoci-
ti non riescono a svolgere la loro funzione al meglio, il
grasso cattivo intacca lintero organismo minando la salu-
te dellorganismo. linfiammazione che danneggia gli
adipociti, la ripartizione calorica della Zona , gi di per
s, disinfiammante.
LA TRAPPOLA
DEL GRASSO CATTIVO
Gli alimenti producono, come noto, ener-
gia, cio ATP. Ma lorganismo non accetta
qualunque quantit di zucchero, perch
non riesce pi a metabolizzarlo. Linsulina
un sistema di difesa dellorganismo dagli
zuccheri. Agisce veicolandoli al cervello, al
fegato, ai muscoli e negli adipociti (nei
quali ne veicolata la quasi totalit). Ma
linsulina ha anche la funzione di tratte-
nere il grasso negli adipociti, in
questo modo che viene non solo
innescato il fenomeno negativo
del sovrappeso ma anche lo
stimolo della fame viene
aumentato nel tentativo di
assumere pi carboidrati.
evidente che si deve
modificare lalimentazione
facendo attenzione alla qualit
delle calorie ingerite. La strategia
alimentare a basso carico glicemi-
co, scandita dalla ripartizione di
macronutrienti: 40-30-30, in grado di
rompere la trappola del grasso cattivo.
I GRASSI BUONI:
OMEGA 3
Sono i grassi omega 3 a catena lunga (che si trovano solo
nei pesci grassi o come supplemento).
Da notare che i pesci non fabbricano gli omega 3 ma
devono ingerirlo dalle alghe e da altri composti. Per i
pesci gli omega 3 hanno valore di fluido anticongelante,
quindi i pesci ricchi di omega devono vivere in climi
freddi ad alta profondit (ci avviene in pesci selvaggi), a
temperature pi miti e in caso di allevamento, il contenu-
to di grassi omega 3 di molto inferiore. In Italia abbia-
mo la fortuna di poter disporre del pesce azzurro che si
trova in buona quantit e a costo contenuto.
Gli omega 3 sono grassi molto positivi per lorganismo
ma solo se apportati nel loro dosaggio ottimale. Per poter
svolgere unazione antinfiammatoria devono essere assun-
ti nelle quantit opportune. Combinando la
dieta a Zona con gli omega 3 si ha il
massimo per promuovere una
vita sana ed attiva.
Purtroppo il consumo di
omega 3 si sta riducendo
in tutto il mondo, questo
perch il pesce conta-
minato, oltre ad essere
un alimento molto
costoso.
Cont empor anea-
mente aumenta il livello
dei grassi omega 6 (da oli
vegetali raffinati) con
lesplosione di patologie
debilitanti, oggi visibile a tutti.
per questo che sono consiglia-
bili elevati livelli di omega 3.
Per questo motivo lintegrazione utile e
spesso costituisce la sola via certa per assu-
mere elevate quantit di grassi omega 3.
Ci vuole il grasso per bruciare il gras-
so corporeo, ma questo grasso fornito deve
essere di tipo omega 3. il caso di
Emanuel Uribe, luomo pi grasso del
mondo con 560 kg seguito con la dieta a
Zona e alti dosaggi di omega 3. Dopo soli tre
giorni dallinizio della dieta scomparsa leterna
sensazione di fame che sempre prova Uribe, di conse-
guenza si ridotto automaticamente lintroito calorico
senza nessun altro intervento (farmacologico e di tipo
chirurgico ostruttivo). Negli ultimi 3 anni ha perso circa
250 chili. Uribe ha ancora tre-quattro anni per arrivare
allobiettivo finale di 120 kg. Ma anche ora che molto
lontano da una condizione di peso accettabile, dal
punto di vista clinico, uno degli uomini pi sani del
Messico, avendo valori ematici, pressione sanguigna,
battito cardiaco e livello di colesterolo praticamente
nella norma.
:

(
:

)
:

)
:

(
(
)
LOW CARB
E APPORTO PROTEICO
Basare la dieta su carni bianche e pesce conditi con olio di
oliva, ridurre il consumo di cereali (amidi), portandolo
al 40% e aumentare di molto il consumo di frutta
e verdura. In questo modo si ha un impatto
minimo a livello calorico ma enorme a livello
ormonale. La dieta a Zona levoluzione di
quella mediterranea, una diet gi buona
che diventa quasi perfetta!
PER GLI AMERICANI SI TRATTA DI CONCETTI
PI DIFFICILI CHE NON IN EUROPA, IN USA
LIDEA DI VERDURA PATATE FRITTE E KETCHUP.
Ci vuole il grasso per bruciare
il grasso corporeo, ma questo grasso
fornito deve essere di tipo omega 3..
Combinando la dieta a Zona con gli omega
3 si ha il massimo per promuovere
una vita sana ed attiva.
...linsulina ha anche la funzione di
trattenere il grasso negli adipociti,
in questo modo che viene non solo
innescato il fenomeno negativo del
sovrappeso ma anche lo stimolo
della fame viene aumentato nel tentativo
di assumere pi carboidrati.


D
m
i
t
r
i
y

M
e
l
n
i
k
o
v

-

F
o
t
o
l
i
a
.
c
o
m
BellaForza 101.indd 43 17-04-2009 13:06:15
Cyan quadricromiaMagenta quadricromiaGiallo quadricromiaNero quadricromia
w
w
w
.b
e
lla
fo
rz
a
.it
w
w
w
.b
e
lla
f
B
e
a
u
t
y

&

P
e
r
f
o
r
m
a
n
c
e
S
a
lu
t
e
, B
e
n
e
s
s
e
r
e
, B
e
lle
z
z
a
BB
e
a
u
t
y

&

P
e
r
f
o
r
m
a
B
e
l
l
a

F
o
r
z
a
,
B
e
n
e
s
S
a
lluuu
ttt
eee
, BBB
eee
nn
e
t
y

&

S
a
llluu
ttt
e
BB
ee
a
lll
N
o
t
i
z
i
e
BB
S
a
S
a
S
a
NNN
S
a
S
a
NNN
S
a
44 Olympians News / MIND & BODY WWW. OLYMPI AN. I T
RUOLO DELLE PROTEINE
NELLALIMENTAZIONE A ZONA
Ci sono tre modi in cui le proteine
facilitano la perdita di peso:
Maggior senso di pienezza e saziet
Termogenesi (si abbisogna di pi energia per meta-
bolizzarle, e quindi si consuma di pi con maggiore
produzione di calore, circa il 10% in pi)
Controllo dellindice glicemico (quasi sempre asso-
ciabile ai carboidrati raffinati)
noto come una dieta ricca di proteine abbia un maggior
potere saziante di una ricca in carboidrati semplici. Una
volta che lorganismo si tarato sulla ripartizione calorica
indicata dalla dieta a Zona, il meccanismo si stabilizza
automaticamente e lorganismo tende a richiedere sempre
quantit molto vicine alla ripartizione a Zona (40-30-30).
PROTEINE DI SOIA
E SENSO DI SAZIET
Forniscono un senso di saziet similare a quelle del latte,
paragonate alla carne, le proteine della soia danno un mag-
gior senso di saziet. Le proteine della soia possono anche
essere lavorate per essere desaturizzate e quindi rese non
nocive. Si tratta di proteine eccellenti, di alta qualit (otti-
mo profilo aminoacidico) prive di grassi tossici.
PESO CORPOREO, SALUTE
E LIVELLO DI INFIAMMAZIONE
Un peso forma non necessariamente testimone di una
buona salute. Unalimentazione sbagliata, anche se in
alcuni soggetti non provoca necessariamente un aumento
di peso, provoca comunque unelevata infiammazione
dellorganismo, con uno stato di benessere minimo. Il
parametro fondamentale per la strategia a Zona non
mai il peso ma il livello di infiammazione dellorganismo.
Il controllo dellinfiammazione negli individui sar la
mission della medicina di questo secolo.
ZONA
E REGIME VEGETARIANO
Vegetariani e vegani possono seguire facilmente la filoso-
fia a Zona. Si deve sapere, per, che la qualit delle fonti
proteiche generalmente troppo bassa per poter indurre
un profilo ormonale sufficientemente buono. Quindi
consigliabile integrare questo tipo di alimentazione con
proteine della soia (indispensabili nella dieta vegana).
CHE COSA NE PENSO:
La dieta a Zona rappresenta una strategia alimen-
tare dedicata al benessere per una larga fascia di
popolazione italiana (diabetici inclusi). Il problema
che si tratta di quella fascia di persone sedenta-
rie e non attive. Una volta applica nello sport, sia
amatoriale che professionistico, la dieta a Zona
denuncia i suoi limiti che sono essenzialmente:
Insufficiente apporto di carboidrati negli
sport prettamente dendurance (nel ciclismo,
ad esempio, molto difficile mantenere per-
formance elevate e massimali sotto il 50-55%
di carboidrati).
Eccessivo consumo di soia, se vero che le
popolazioni asiatiche non evidenziano parti-
colari problemi con questo alimento, pur
vero che non sono poche le ricerche e gli
studi che mettono in guardia dallutilizzo
costante e massivo di questo alimento (ricco
in fitoestrogeni).
NOTA: infatti in conferenza stampa largomento soia
UNALIMENTAZIONE SBAGLIATA, ANCHE SE IN ALCUNI SOGGETTI
NON PROVOCA NECESSARIAMENTE UN AUMENTO DI PESO,
PROVOCA COMUNQUE UNELEVATA INFIAMMAZIONE DELLORGANISMO,
CON UNO STATO DI BENESSERE MINIMO.
sss
aaa
fff
d
mo profilo aminoacidico) prive di grassi tossici.
p
un prof
consigl
proteine
La d
tare
pop
ch
rie
ama
n
r
aam am aa
dde de eee dd nnn
LE PROTEINE DELLA SOIA SONO ECCELLENTI, HANNO UN OTTIMO
PROFILO AMMINOACIDICO, PRIVE DI GRASSI TOSSICI FORNISCONO
UN SENSO DI SAZIET SIMILARE A QUELLE DEL LATTE.


O
l
g
a

N
a
y
a
s
h
k
o
v
a

-

F
o
t
o
l
i
a
.
c
o
m


I
g
o
r

D
u
t
i
n
a

-

F
o
t
o
l
i
a
.
c
o
m
BellaForza 101.indd 44 17-04-2009 13:06:22
Cyan quadricromiaMagenta quadricromiaGiallo quadricromiaNero quadricromia
WWW. OLYMPI AN. I T
Olympians News / MIND & BODY 45
LA SOLUZIONE AVANZATA PER: Benessere, Tonicit, Bellezza.
Beauty & Performance Nato per gli atleti ideale per raggiungere e mantenere per sempre la forma fisica.
CON GLI INTERVENTI DI: Cinzia Chiarenza (Miss Universo) Diego calzolari (World Champ Muay Thai) Claudio Tozzi (B.I.I.O.

)
Tutto quello che dovete sapere su Dieta, Supplementi e Allenamento per rimodellare il vostro corpo.
Bella Forza Advanced disponibile presso SANDRO CICCARELLI EDITORE.
L

C
T
B
Bella Forza
t Bellezza
A
d
v
a
n
ced
N
o
v
i
t

DI MARCO CERIANI
info/ordini: OLYMPIANS Tel. 055/959530 Fax 055/958255 www.olympian.it e-mail: ordini@olympian.it

2
9
,0
0
304 pagine
stato trattato con malcelato imbarazzo dal mondo scien-
tifico italiano presente alla conferenza.
Un elevato dosaggio di omega 3 interagisce in
modo negativo sul livello degli antiossidanti
corporei
(1)
(ragione per cui si rende necessaria
una supplementazione con olio di oliva e un mix
vitaminico ad elevato profilo antiossidante).
Un eccesso di omega 3 riduce laggressivit
(2)

(fenomeno indesiderato negli sport da ring e da
combattimento in generale).
Gli eicosanoidi buoni (definiti da Sears i
fantasmi del mondo degli ormoni) inibiscono la
produzione di insulina a livello del pancreas
(3)
,
dunque attenzione ai soggetti diabetici.
QUALCHE TRUCCO
PER DIFENDERSI DAL GUSTO E
RETROGUSTO DEGLI OMEGA 3:
Se avete problemi con il sapore di pesce proprio degli
omega 3, provate a succhiare, prima dellassunzione degli
omega 3, uno spicchio di agrume (limone, arancia, pompel-
mo). Per diminuire invece il fenomeno del retrogusto (il
ritorno del sapore) provate a solubilizzare gli omega 3 con
un po di latte, abbinamento che esalta anche il potere
aggregante dei due composti. Se il problema persiste, assu-
meteli prima di andare a dormire!
NB. Consigli forniti
dalla D.ssa Daniela Moranti.
Ruolo degli omega 3 nella cura di alcune patologie
Patologia Impatto dellinsulina % Impatto degli eicosanoidi %
Obesit 90 10
Diabete 75 25
Cardiopatie 40 60
Cancro 30 70
Disfunzioni cerebrali 25 75
Malattie dermatologiche 15 85
Dolori infiammatori 10 90
Da B. Sears La zona omega 3 RX Sperling & Kupfer pag. 37
OBIETTIVO QUANTIT DI OMEGA 3 a catena lunga
Mantenimento 2,5 g/die (8 cps o 1 cucchiano da t)
Miglioramento funzione cardiovascolare 2,5-5 g/die (8-16 cps o 1-2 cucchiaini da t)
Efficienza cerebrale
e diminuzione infiammazione cronica
5-10 g/die (16-32 cps o 2-3 cucchiaini da t)
Cura delle malattie neurologiche 10-25 g/die (1-3 cucchiai)
Da B. Sears La zona omega 3 RX Sperling & Kupfer pag. 97
Dosaggi
TAB.1
TAB.2
Note: (1) B. Sears La zona omega 3 RX Sperling & Kupfer pag. 109 (2) Ibidem pag. 155 (3) Ibidem pag. 32
SE AVETE PROBLEMI CON IL SAPORE
DEGLI OMEGA 3, PROVATE A SUCCHIARE, PRIMA
DELLASSUNZIONE UNO SPICCHIO DI AGRUME.
SSE
DE
DE
BellaForza 101.indd 45 17-04-2009 13:06:42
Cyan quadricromiaMagenta quadricromiaGiallo quadricromiaNero quadricromia