Sei sulla pagina 1di 12

04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e approvare all’ utilizzo dei cookies. ✔ Accetta Leggi di più

Il mio account I miei preferiti Il mio carrello Checkout Accedi

La tua lingua: Italiano

ANTOLOGIA PIANISTICA IN
HOME CHI SIAMO ALTA DEFINIZIONE
DIDATTICA SEGNALAZIONI LINKS CONTATTI CERCA: Cerca nell'intero sito...

Home / COMPOSITORI / Clementi, Muzio / Metodo per pianoforte - XI edizione / 04 Ah! vous dirai-je, Maman

DOWNLOADS 04 Ah! vous dirai-je, Maman IL MIO CARRELLO

CORSI Non hai articoli nel carrello.


CORSO PREPARATORIO
I CORSO Clementi, Muzio
II CORSO
III CORSO (1752 - 1832)
IV CORSO
V CORSO

COMPOSITORI
Bach, Johann Sebastian
N. 4
Beethoven, Ludwig van
Ah! vous dirai-je,
Cimarosa, Domenico
Clementi, Muzio
maman
Czerny, Carl [Ah! Vi dirò, mamma]
Diabelli, Anton
Dussek, Jan Ladislav
Frescobaldi Girolamo
Galuppi, Baldassare
Kuhlau, Friedrich
Marcello, Alessandro
Mozart, Wolfgang Amadeus
Petzold, Christian
Da:
GENERI
Corali Introduction to the Art of playing on the
Danze
PianoForte Op.42 (XI Edizione)
Studi
Melodie popolari [Introduzione all'arte di suonare sul PianoForte]
Musica polifonica
Ah! vous dirai-je, maman [Ah! Vi dirò,
Pezzi vari
Preludi
Mamma]
Rondò Piano:
Tullio Forlenza
Sonate
Sonatine
Variazioni È possibile acquistare questa registrazione in
OPERE COMPLETE qualità CD (44.100 Hz 16 bit)
PERIODO STORICO registrandosi
0:00 al sito e collegandosi alla pagina
TRACCE AUDIO seguente:
/
44.100 Hz
192.000 Hz
0:00
Pagina di Download
ANTOLOGIE
"Notenbüchlein für Anna
Magdalena Bach"
“Clavier-Büchlein vor
Wilhelm Friedemann Bach”

BRANI CELEBRI
TRASCRIZIONI
ARRANGIAMENTI

NEWSLETTER

1 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

CENNI STORICI
Non si conosce l'esatta origine della canzone
popolare "Ah! Vous dirai-je, Maman" sebbene
Jean-Baptiste Weckerlin, che fu bibliotecario al
Conservatorio di Parigi dal 1869 come assistente
e dal 1876 come direttore, alla pagina 36 nel tomo
secondo del suo libro "Chansons populaires du
pays de France" [Canzoni popolari del paese di
Francia] ne collochi la prima apparizione nel 1740
senza però specificare in quale contesto egli abbia
rinvenuto il brano, inoltre egli non indica se questa
prima scoperta abbia riguardato il solo testo, la sola
melodia o l'intero pezzo.
Lo stesso Jean-Baptiste Weckerlin riferisce di una
successiva comparsa del brano durante una
rappresentazione teatrale, presso il "Théâtre de la
comédie italienne" [teatro della commedia
italiana], della pièce in cinque atti del 1745 "Les
Folies de Coraline" [Le follie di Corallina]
appartenente al genere delle "arlecchinate" il cui
canovaccio era stato scritto in Francia dal direttore
della compagnia, l'italiano Carlo Veronese.
Lo storico Henri-Irénée Marrou, conosciuto anche
come musicologo con lo pseudonimo Henri
Davenson, sostiene che l'origine del pezzo sia una
bergerie [pastorale] anonima del 1740 e fa risalire il
testo moderno, dal carattere più infantile, al tardo
'800, contemporaneamente al diffondersi
dell'obbligatorietà dell'istruzione primaria.

2 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Una prima pubblicazione della melodia risale al 23


Gennaio 1761 nel volume curato da Jean-François
Boüin presso la "Chambre Royalle des Libraires et
Imprimeurs de Paris" [Camera reale dei librai e
stampatori di Paigi], “La Vielleuse habile ou
nouvelle méthode courte, très facile et très sûre
pour apprendre à jouer de la vielle” [Il bravo
suonatore di viella, o nuovo metodo breve, molto
semplice e sicuro per imparare a suonar bene la
viella].

Di seguito nel 1762 la melodia compare ancora in


un volume curato da Jean-François Boüin "Les
Amusements d'une heure et demy" [I divertimenti
di un'ora e mezza] questa volta in una versione per
due strumenti e con sei variazioni, anticipando così i
cicli che verranno proposti dai compositori
successivi.

Quindi nel 1783 compare ancora nel libro di Michel


Corrette, "La belle vielleuse" [La bella viellista] ed
infine in una versione più essenziale e nella tonalità
di Sol maggiore nella raccolta di arie "La Clé du
Caveau" [La chiave della cantina] del 1811 come n.
25.
La quarta edizione dello stesso libro, pubblicata nel
1845, riporta una nota calce che attribuisce la
melodia a Jean-Philippe Rameau e André
Campra, al momento non esiste nessuna conferma
a sostegno di questa ipotesi.

Secondo alcune fonti la prima associazione tra


questa melodia e un testo appare nel 1765 in un
manoscritto chiamato "Recueil de Chanson"
[Raccolta di canzoni] con il titolo "Le Faux Pas" [Il
passo falso]; una prima versione a stampa,
completa di musica e testo, viene pubblicata a
Bruxelles nel 1774 con il titolo "La Confidence
naïve" [L'ingenua confidenza] nel tomo secondo di
una raccolta denominata "Recueil de romances
historiques, tendres et burlesques, tant
anciennes que modernes, avec les airs notés"
[Raccolta di melodie storiche, tenere e scherzose,
sia antiche che moderne, con notazione], da M.D.L.

3 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

(probabilmente identificato da François-Joseph


Fétis in Monsieur Charles De Lusse, flautista
all'Opera di Parigi intorno al 1760).

Nel testo originale, in stile bucolico pastorale, una


pastorella racconta alla madre l'incontro con il suo
amante Silvandre, (in alcune edizioni sostituito da
Clitandre o Lysandre).
Di seguito è riportato il testo completo con in
evidenza una stanza centrale che non compare in
tutte le versioni:

LA CONFIDENCE L'INGENUA
NAÏVE CONFIDENZA

Ah ! Vous dirai-je Ah! Vi dirò mamma,


maman Cosa provoca il mio
Ce qui cause mon tormento?
tourment ? Da quando ho visto
Depuis que j’ai vu Silvandro,
Silvandre, Guardarmi con un'aria
Me regarder d’un air tenera;
tendre ; Il mio cuore dice ogni
Mon cœur dit à chaque momento:
instant : "Possiamo vivere senza un
« Peut-on vivre sans amante?"
amant ? »
L’autre jour, dans un L'altro giorno, in un
bosquet, boschetto,
De fleurs il fit un Fece un mazzo di fiori;
bouquet ; Ne ornò il mio bastone
Il en para ma houlette dicendomi: "Bella bruna,
Me disant : « Belle Flora è meno bella di te;
brunette, L'Amore meno tenero di
Flore est moins belle me."
que toi ;
L’amour moins tendre
que moi.

4 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Étant faite pour charmer, Essendo fatta per


Il faut plaire, il faut affascinare,
aimer ; Si deve piacere, si deve
C’est au printemps de amare;
son âge, È nella primavera della
Qu’il est dit que l’on vita,
s’engage. Che si dice ci si fidanza.
Si vous tardez plus Se si attende più a lungo,
longtemps, Si rimpiangono questi
On regrette ces momenti".
moments. »
Je rougis et par malheur Arrossisco e purtroppo
Un soupir trahit mon Un sospiro tradisce il mio
cœur. cuore.
Le cruel avec adresse, Il crudele con abilità,
Profita de ma faiblesse : Approfittò dalla mia
Hélas, Maman ! Un faux debolezza:
pas Ahimè, mamma! Un passo
Me fit tomber dans ses falso
bras. Mi ha fatto cadere tra le
sue braccia.
Je n’avais pour tout Non ho avuto altro
soutien supporto
Que ma houlette et mon Che il mio bastone e il mio
chien. cane.
L’amour, voulant ma Amore, desiderando la mia
défaite, sconfitta,
Ecarta chien et houlette ; Ha messo da parte cane e
Ah ! Qu’on goûte de bastone.
douceur, Ah! Che dolcezza si gusta,
Quand l’amour prend Quando l'amore si prende
soin d’un cœur ! cura di un cuore!

Nel 1778 a Parigi, secondo una prima ipotesi,


oppure nel 1781 a Vienna, Wolfgang Amadeus
Mozart scrive 12 variazioni per pianoforte su questo
tema, (K1 265 poi K6 300e) che verranno pubblicate
nel 1785 da Christoph Torricella con il titolo:
[AIRS VARIÉE | pour le Clavecin ou Forte Piano |
Par MR A.W. Mozart | Dediée A.M: IOSEPHE
D'AURNHAMMER | par son tres humble et tres
obeisant Serviteur Cristoph Torricella"
[Arie variate, per clavicembalo o fortepiano, da A.W.
Mozart, dedicate alla signorina Iosephe
D'Aurnhammer dal suo umilissimo e devoto
servitore Cristoph Torricella].
La partitura completa di musica e testo compare
ancora a Parigi nel 1780 con il titolo "Les Amours
de Silvandre" [Gli amori di Silvandre] con un testo
attribuito a Jean-Pierre Claris de Florian.
Da questo momento in poi, nella storia di questo
brano avviene la repentina transizione verso
l'abitudine di utilizzare filastrocche come testo,
compaiono inoltre anche dei testi che si divertono a
parodiare l'originale.

5 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Il musicologo americano Howard Chandler


Robbins Landon riferisce, citando Václav Jan
Křtitel Tomášek, che Ludwig van Beethoven
improvvisò su questo tema durante il suo secondo
concerto pubblico a Praga nel 1789.
Benjamin Carr nel 1794 inserì la celebre melodia
all'interno del suo riadattamento musicale della
breve Operina inglese "The Children in the Wood"
[I ragazzi nel bosco], inizialmente musicata da
Samuel Arnold con libretto di Thomas Morton poi
rimaneggiato da George Colman il Giovane. Il
nuovo testo "Mark, My Alford" [Prendi nota, mio
Alford] risulta essere stato scritto e cantato proprio
dall'attrice Charlotte Melmoth che interpretava la
parte di Lady Helen in quella edizione dello
spettacolo.
Nel volume "The Book of World-famous Music:
Classical, Popular, and Folk" [Il libro della musica
di fama mondiale: Classica, popolare e folcloristica],
curato da James J. Fuld, è riportato che negli Stati
Uniti d'America la melodia venne inizialmente
diffusa proprio con il testo "Mark, my Alford" [Prendi
nota, mio Alford] ed inclusa in una serie di sette
fascicoli curati dal succitato Benjamin Carr insieme
al collega Ralph Shaw chiamati "The Gentleman's
Amusement" [Lo svago del gentiluomo] e pubblicati
tra il 1794 e il 1796.
Sempre secondo James J. Fuld questa melodia
compare ancora all'interno di un volume del 1795
citato come "Four Songs from an Unidentified
Collection" [Quattro canzoni da una collezione non
identificata] con il titolo "The Delights of Wedded
Love" [Le delizie dell'amore coniugale] sempre
curato da Benjamin Carr.

MARK, MY ALFORDPRENDI NOTA, ALFORD


MIO

Mark, my Alford, all the Prendi nota, Alford mio, di


joys tutte le gioie
Attending on a wedded Che accompagnano la vita
life, coniugale,
Heart-felt bliss, wich Sincera beatitudine, che mai
never cloys stanca
The supremely happy Una moglie sommamente
wife. felice.

The man she loves Che ha sempre l'uomo che


always possessing; ama;
Caress'd - Oh bliss ! - Accarezzata - Oh beata ! - e
and aye caressing. sempre carezzevole.
May we never cease to Possiamo non smettere mai
prove, di provare,
The delights of wedded Le delizie dell'amore
love. coniugale.

6 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Look around, my Alford Guardati intorno, mio caro


dear, Alford,
How kind nature points Come la gentile natura ci
the way; indica la via;
Each little chirping Qui ogni piccolo cinguettante
songster here, canterino,
So blithsome, sport Gioca, così allegro, di
from spray to spray. rametto in rametto.

Oh may we, my Oh possiamo, mio caro


dearest treasure, tesoro,
Ne'er forgo this virtuos Non rinunciare a questo
pleasure. virtuoso piacere.
May we never cease to Possiamo non smettere mai
prove, di provare,
The delights of wedded Le delizie dell'amore
love. coniugale.

Nel 1824 compare nel volume "Musikalischer Haus-


Freund" [L'amico musicale di casa], curato dai figli
dell'editore Bernhard Schott di Mainz, una versione
chiamata "Das ABC-Lied" [Canzone dell'ABC].

DAS ABC-LIED LA CANZONE


DELL'ABC

ABCDEFG ABCDEFG
HIJKLMNOP HIJKLMNOP
QRSTUVW QRSTUVW
XYZ, juchhe. XYZ, hurrà.
Jetzt können wir das Ora possiamo fare l'ABC,
ABC, così funziona il nostro
so geht unser Alphabet. alfabeto.

ABCDEFG ABCDEFG
HIJKLMNOP HIJKLMNOP
QRSTUVW QRSTUVW
XYZ, juchhe. XYZ, hurrà.
Das ist das ganze ABC, Questo è tutto l'ABC,
sing mit uns das ABC. canta l'ABC con noi.

ABCDEFG ABCDEFG
HIJKLMNOP HIJKLMNOP
QRSTUVW QRSTUVW
XYZ, juchhe. XYZ, hurrà.
Das nächste mal, da Ancora una volta, la stai
singst du mit, cantando,
dann wird dieses Lied allora questa canzone sarà
ein Hit. un successo.

Una ulteriore versione che utilizza le lettere


dell'alfabeto appare, con il titolo "The
Schoolmaster" [Il maestro di scuola], a Boston nel
1834 e viene depositata a nome di Charles Bradlee
per gli editori Parker & Ditson, 135 Washington
Street.

7 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

THE SCHOOLMASTER IL MAESTRO DI SCUOLA

Come, come my children, I must see Venite venite ragazzi miei, devo vedere
How you can say your A B C Come recitate il vostro A B C
Go get your book and hither come to me Prendete il libro e venite qui da me
And I will your hear your E F G E ascolterò il vostro E F G
Hold up your heads and frighten'd don't ye Sollevate le teste e non vi spaventate
be Mentre ripetete il vostro L M N O P
While you repeat your L M N O P, Venite, venite cari miei ora fatemi vedere
Come, come my darlings now let me see, Quanto sapete bene il vostro U X Y & Z
How well you know your U X Y & Z.
ABCDEFG ABCDEFG
HIJKLMNOP HIJKLMNOP
QRSTUWV QRSTUWV
QRSTUWV QRSTUWV
X & Y oh dear me ! X & Y oh povero me!
I cannot say my A B C Non riesco a dire il mio A B C

2nd voice Seconda voce

Dont you be so much alarm'd Dont you cry Non essere preoccupato, non piangere se
you shant be arm'd non sei preparato
Dont you laugh you rogue at me, Mind I sayNon ridere di me briccone, Bada ti dico io il
your A B C tuo A B C
Else i will whip you and send you out of Altrimenti ti frusterò e ti caccerò da scuola
school Perché sei un impertinente e non ti importa
For you are a naughty boy and do not mind delle mie regole
my rule

8 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Other bass line to be sung with the 1st and Altre linee di basso da cantare con la 1
2nd voices: la 2a voce:
Not so, not so, not so, not so Così no, così no, così no, così no
Bravo, bravo, bravo boy how well your task Bravo, bravo, bravo ragazzo, quanto
you know. conosci bene il compito tuo.
Not so, not so, not so stupid boy, Così no, così no, così no stupido,
That's right, ah ! my dearset child you are Giusto, ah ! mio caro bambino, sei la gioia
your master joy. del tuo maestro.
Take good care, now, shut your books, On Fai attenzione, ora, chiudi i libri, fissa lo
your master fix your looks, sguardo sul tuo maestro,
If you miss whate'er I tell you And don't say Se ti perdi quello che dico e non ripeti le
the words I spell you parole che ti sillabo
Then I shall whip you and beat you all Allora ti frusterò e ti colpirò ovunque;
around; Silenzio, con calma, silenzio, non voglio
Silence, softly, silence, let me not hear a sentire un rumore.
sound
B A B Bab; B E B Beb; Ba be bi bo bu, B A B Bab; B E B Beb; Ba be bi bo bu,
Ra re ri ro ru, C A Ca and C U Cu. Ra ri ro ro ru, C A Ca e C U Cu.
A B Ab; E B Eb; I B Ib; O B Ob; A B Ab; E B Eb; I B Ib; O B Ob;
B A Ba; B E Be; B I Bi; B O Bo; B A Ba; B E Be; B I Bi; B O Bo;
L A B Lab; L E B Leb; Na ne ni no nu; L A B Lab; L E B Leb; Na ne ni no nu;
Sa se what d'ye mean you rogue by Sai e vedi cosa s'intende per briccone da
twisting off my cue. come sto agitando la bacchetta.
Is it not a cruel fate a master thus to be, Fare il maestro non è un destino così
Doom'd to teach such naughty boys, such crudele,
blunder heads as these Condannato ad insegnare a questi
Ah ! who knows my misery, or half the bricconi, a teste bacate come queste
pains endur'd Ah! chi conosce la mia pena, o la metà dei
While my grief my troubles dire, I know dolori che patisco
cannot be cured, Mentre l miei terribili dispiaceri e problemi,
Nothing else but letters telling Ruling books so che non possono essere curati,
and hard words spelling; Nient'altro che parlare di lettere, libri di
Pens a making, boys a shaking, Reading regole e pronunce di parole difficili;
writing scalding fighting, Penne a lavorare, ragazzi a tremare,
Coaxing on the stubborn ones, and pushingleggere scrivere scaldarsi combattere,
on the lazy, Convincere i cocciuti, e spronare i pigri,
Toils like these are hard enough to drive a Fatiche come queste sono così pesanti da
poor man crazy. far impazzire un pover'uomo.

Un altra famosa filastrocca il cui testo è stato


utilizzato per questa melodia è "Baa, Baa, Black
Sheep" [Bee, bee, Pecora nera]. Si tratta di un
testo che risale al 1731 e che viene pubblicato per
la prima volta nel secondo volume del "Tommy
Thumb's Pretty Songs Book" [Il libro delle belle
canzoni di Pollicino] nel 1744.
Nel 1879 viene stampata, dall'editore "W. F. Shaw"
di Philadelphia, la prima edizione contenente sia la
musica sia questo testo nel volume curato da
Albert Henry Rosewig "Illustrated National Nursery
Songs and Games" [Giochi e canzoni nazionali
illustrate per bambini].

BAH, BAH, A BLACK BEH, BEH, UNA


SHEEP PECORA NERA

9 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

(1744 Lyric) (Testo del 1744)

Bah, Bah, a black Beh, Beh, una pecora nera,


Sheep, Hai della lana?
Have you any wool? Sì, grazie a Dio,
Yes merry have I, Tre borse piene,
Three bags full, Due per il mio maestro,
Two for my master, Una per la mia signora,
One for my dame, Nessuna per il bambino
None for the little boy Che piange nel vicolo
That cries in the lane

BAA, BAA, BLACK BEE, BEE, PECORA


SHEEP NERA
(1879 Lyric) (Testo del 1879)

Baa, baa, black sheep, Bee, bee, pecora nera,


Have you any wool? Hai della lana?
Yes, sir, yes, sir, Sì, signore, sì, signore,
Three bags full; Tre borse piene;
One for the master, Una per il maestro,
And one for the dame, E una per la signora,
And one for the little boy E una per il ragazzino
Who lives down the lane Che vive lungo la strada

Uno dei testi più noti e diffusi applicati a questa


melodia è quello delle poetesse inglese Jane
Taylor e Ann Taylor pubblicato nel 1806 con il titolo
"The Star" [La stella] in "Rhymes for the Nursery"
[Rime per la camera dei bambini].
Il testo di questa poesia associato alla musica, ma
mancante dell'ultima strofa, è stato poi pubblicato
nel 1838 in "The Singing Master: Vol 3° First Class
Tune Book" [Il maestro di canto: libro di melodie di
prima classe] con il titolo "Twinkle, twinkle, little star"
[Brilla, brilla, piccola stella]. Nella versione cantata
ogni strofa termina con il ritornello delle prime due
rime della poesia, come di seguito evidenziato.
Nel testo che segue ho reintegrato anche la strofa
finale omessa dall'edizione del 1838.

TWINKLE, TWINKLE, BRILLA, BRILLA,


LITTLE STAR PICCOLA STELLA
Twinkle, twinkle, little star, Brilla, brilla, piccola stella,
How I wonder what you are! Quanto io fantastico su cosa
Up above the world so high, tu sia!
Like a diamond in the sky. Lassù così in alto sopra al
Twinkle, twinkle, little star, mondo ,
How I wonder what you are! Come un diamante nel cielo.
Brilla, brilla, piccola stella,
Quanto io fantastico su cosa
tu sia!

When this blazing sun is Quando il sole splendente


gone, se ne è andato,

10 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

When he nothing shines E in alto non splende più,


upon, Allora mostri la tua piccola
Then you show your little luce,
light, Brilla, brilla, per tutta la
Twinkle, twinkle, through the notte.
night. Brilla, brilla, piccola stella,
Twinkle, twinkle, little star, Quanto io fantastico su cosa
How I wonder what you are! tu sia!

Then the traveller in the Così il viaggiatore nel buio


dark Ti ringrazia per la tua piccola
Thanks you for your tiny scintilla;
spark; Egli non potrebbe vedere
He could not see where to dove andare,
go, Se tu non brillassi così.
If you did not twinkle so. Brilla, brilla, piccola stella,
Twinkle, twinkle, little star, Quanto io fantastico su cosa
How I wonder what you are! tu sia!

In the dark blue sky you Resti nel cielo blu scuro,
keep, E spesso sbirci attraverso le
And often through my mie tende,
curtains peep, Perché non chiudi mai il tuo
For you never shut your eye occhio
Till the sun is in the sky. Fin quando il sole non
Twinkle, twinkle, little star, compare in cielo.
How I wonder what you are! Brilla, brilla, piccola stella,
Quanto io fantastico su cosa
tu sia!

As your bright and tiny Così la tua scintilla piccola e


spark luminosa
Lights the traveller in the Illumina il viaggiatore nel
dark, buio,
Though I know not what you Anche se non so cosa tu sia,
are, brilla, brilla, piccola stella.
Twinkle, twinkle, little star. Brilla, brilla, piccola stella,
Twinkle, twinkle, little star, Quanto io fantastico su cosa
How I wonder what you are! tu sia!

11 di 12 08/10/2020, 14:35
04 Ah! vous dirai-je, Maman - Metodo per pianoforte - XI edizione... http://growingpianist.it/index.php/composers/clementi-muzio/met...

Tullio Forlenza

Home Chi siamo Didattica Segnalazioni Links Contatti Note legali


© 2020 Growing Pianist. All Rights Reserved. Forlenza Tullio D.I. Via Ernesto Parisi, 27 00134 - Roma p.iva 13106801007 c.fisc. FRLTLL65B04H703Y R.E.A. n. 1438850

Realizzato da ART STUDIO LAB

12 di 12 08/10/2020, 14:35