Sei sulla pagina 1di 3

Materiale necessario

2 violini – 2 mic
1 Tromba – 1 mic
2 flauti – 2 mic
1 Basso – 1 jack
2 Chitarre acustiche – 2 jack
2 Chitarre elettriche – 2 Jack (Non serve amplificatore, entrano in scheda audio)
1 Piano – 1 jack
1 Tastiera – 1 jack
1 AKAI – usb/1 jack
1 CASIO – MIDI/1 jack
1 YAMAHA – 1 usb/1 jack
1 Launchpad – 1 usb/1 jack 3.5mm to Jack TRS
CORO – microfoni
Gruppetti da 6 persone – 3 mic?
4 Rapper – 4 mic
Batteria elettronica – 1 jack
1 bongo – 1 mic
Luisa – 1 mic

I PARTE:
Pacem in terris: 2 violini, 1 tromba, 1 piano, 1 tastiera, percussioni, CORO
O sacrum convivium: CORO
Veni Emmanuel: CORO
Jesous Ahatohnia: 2 violini, 2 flauti, 1 bongo, 2 chitarre, CORO
Trisaghion: 2 violini, 1 tromba, 1 piano, 1 tastiera, CORO

----

II PARTE:
Mashup: 1 Chitarra, 1 Piano, CORO
Mater Iubilaei: 1 piano, 1 mic, CORO
Credo in unum deum: 1 Piano, 1 Tastiera, 1 tromba, CORO
Quale amore: 3 Chitarre, 1 Piano, 1 Tastiera, Basso, Batteria, Gruppetto, CORO
Chain reaction/Let Go: 2 chitarre, 1 Piano, 3 tastiere, Batteria, Launchpad, Gruppetto, 4 mic, CORO

Proposta per il bis: Quale amore

INIZIO
VIDEO ORATORIO
Breve introduzione sull’oratorio S. Maria degli Angeli e sulla finalità del concerto (Video della Mensa e
Nazareno li proiettiamo a metà).

Struttura del concerto:


 Si dividerà in 2 parti, di cui una prima più classica, con i tipici canti del repertorio di un coro
polifonico e un canto natalizio meno conosciuto, ma molto suggestivo: Jesous Ahatonhia. Proporrei
di spiegare in un paio di righe ogni brano, quelli di Frisina, Molfino ecc. li saprai spiegare meglio tu,
per Jesous Ahatonhia ti scrivo qualche info.
 La seconda metà è marcata da tratti di modernità e freschezza, caratteristiche che si addicono ai
giovani, con brani che abbracciano i generi più in voga: il Pop, l’hiphop e l’EDM -- pronuncia “i di
em” -- (Electronic Dance Music). Tra i brani ascolterete anche una canzone nata dalla
collaborazione di alcuni ragazzi dell’oratorio, spinti dal desiderio di esprimere con parole sempre
nuove le loro lodi a Dio.

Spiegare Pacem in terris, O sacrum convivium e Veni Emmanuel. Inizia il concerto


Pacem
O sacrum convivium
Veni Emmanuel

--------------------
Spiegare Jesous Ahatonhia
Jesous Ahatonhia (Nasce Gesù): è il canto natalizio degli Uroni, una popolazione nativa dell’Ontario
(Canada), composto nel 1643 dal gesuita Jean de Brebeuf. La versione proposta è stata arrangiata da
Francois Lazarevitch.
Stralci di testo: “Abbiate coraggio, uomini: Gesù è nato”, “Maria ha partorito: “Gioite””, “La stella che
appare all’orizzonte li conduce lì”, “Quella stella attraverserà le acque per guidarli”, “Come sono entrati e
hanno visto Gesù, hanno lodato il Suo nome”

Jesous Ahatonhia
Spiegare Trisaghion
Trisaghion

INTERVALLO
Coro e strumenti escono
Si ricorda alle persone che sono venute di fare un’offerta per aiutarci a sostenere queste due attività.
Sui due teli ai lati verranno proiettati il video della Mensa e quello del Nazareno e subito si parte con il
Mashup (senza presentarlo)

II PARTE

Mashup

Presentare Mater Jubilaei e Credo in unum deum: propongono la lingua latina su musiche dei giorni nostri.
A cantare Mater Jubilaei sarà il maestro e direttore Luisa Amabile, accompagnata dal coro.
Concludere e far iniziare la 2 parte.

Mater Jubilaei
Credo in unum deum

Quale amore, la canzone scritta da alcuni ragazzi dell’oratorio. Qui si incontrano il canto pop e il rap, modi
diversi di comunicare, ma entrambi intensi e suggestivi ecc. ecc.

Quale amore

La serata si concluderà con un po’ di movimento: due brani in inglese di musica elettronica, in grado di
esprimere al meglio l’esuberanza e la forza con cui i giovani vogliono esprimere la bellezza di una vita con
Dio: Chain reaction dei River Valley Worship e Let Go degli Hillsong.

Chain Reaction
Let Go

Dopo il bis (se c’è) penso che si debba ringraziare:


Gruppo Eventi (sarebbe il service audio-luci)
il comune di Battipaglia che ci ha dato il patrocinio
gli assessori Vicinanza e Picciariello
il servizio d’ordine (saranno i nostri) e Vito Cesaro (gestore del teatro)…
POI ringraziamenti ai musicisti e ai coristi. Nominerei prima quelli che non fanno parte dell’oratorio.
Primo e secondo violino: Paolo Galdi e Nunzia Mogavero
Tastiere: Raffaele Di Pasquale, Annaluce Mandiello, Francesca De Palma, Chiara Gagliardi, Elio Falivene,
Caterina Scotto
Pianoforte: Don Massimo Della Rocca, Myriam Grazia Fulgione, Margherita Rescigno
Basso: Antonio Fenza
Percussioni: Matteo Toriello, Esther Castagno, Ettore Fortunati (percussioni e Launchpad)
Tromba: Vincenzo Martucci
Flauti: Pierpaolo Riccardi, Francesco Riccardi
Chitarre: Emmanuel Carannante, Francesco Russolillo, Emmanuel Vivo, Angela Feo
I 4 rapper: Mattia Gagliardi, Gianmaria Vivo, Emanuele Fortunati, Salvatore Castagno
Direttore e vocal coach del coro: Luisa Amabile, Agostino Marino
Per il coro sono circa 40 persone non so come possiamo fare.. Magari chiamare: Soprani, Contralti e Tenori
senza fare nome per nome, non lo so!!

Potrebbero piacerti anche